Anna attesta OT IV


Ecco un altro successo dopo l’attest di OT IV da parte di Anna,

siamo molto contenti per lei e orgogliosi per aver contribuito a rendere possibile questa realtà!

SUCCESSO

 

 

Con questo OT IV, che fortunatamente ho attestato in Scientology Libera, ho visto e realizzato quanto sulla traccia mi sia incasinata, e con le mie drammatizzazioni abbia turbato anche le altre dinamiche, cercando di risolvere i problemi e i conflitti fisici e mentali con sistemi meccanici, ricorrendo alle droghe e ai farmaci.

In tal modo mi sono allontanata dalla sapienza, scendendo sempre più sulla Scala del tono, in una spirale discendente della consapevolezza, introducendo sempre più soluzioni, sempre più massa, sempre più alter-is, sempre più arbitrari per risolvere i problemi.

Ci sono state alterazioni su alterazioni che mi hanno resa più solida, invece di liberarmi dai problemi.

Ho visto in modo chiaro e in sequenza, o piuttosto come una catena, quelle illusorie soluzioni, una dopo l’altra, che non avevano risolto alcun problema, ma invece ne avevano creato altri, in una complicanza sempre maggiore.

Ma il colmo dell’arbitrarietà l’ho raggiunto, quando certe soluzioni mediche adottate non erano più quelle ottimali, giuste ed efficaci, ma solo disastrosi veleni puri.

Nell’ultima seduta ho visto che ero andata oltre il fondo, fino a una criticità della massa, dove alla fine tutto esplode.

Ho scoperto come sulla traccia, allontanandosi dalla sapienza e dall’essere causa e dalla propria responsabilità, non si è stati più in grado di guardare e comprendere.

Invalidando il potere innato di ogni essere spirituale nella sua capacità di risolvere veramente i problemi, ecco come si è arrivati agli implant, ai metodi coercitivi, alle droghe e a certe cure mediche.

Con questo Rundown ho eliminato una grande quantità di carica che non sapevo di avere. Ho scaricato tutto il senso di scoramento e di angosciosa constatazione di quanto inutile, pericoloso e assurdo sia stato l’aver permesso certe soluzioni a livello medico, che alla fine erano solo dannose, senza alcun beneficio terapeutico in qualche modo.

Dopo questo OT IV, mi sono ritrovata in una condizione fisica completamente nuova e con una sensazione di grande “respiro”, di straordinaria libertà di “respirare”.

L’intento nella ricerca di Ron era che ogni essere potesse comprendere pienamente che bisogna guardare al problema, non cercare soluzioni al problema, per una vita più felice ed equilibrata e sana.

Un riconoscimento particolare a tutte le meravigliose e generose persone che tra mille difficoltà hanno reso possibile a me e a tanti altri di poter andare avanti sul Ponte.

Ringrazio infinitamente il mio affettuoso e perfetto auditor e il C/S che mi ha seguito con grande attenzione e comprensione.

Anna

 

 

 

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Esperienze di NED

“State per cominciare un’avventura.

Trattatela come un’avventura.

E che non siate mai più gli stessi!”

L.R.H. dal libro Dianetics 1950

 

Questo scriveva Ron nel 1950 e oggi, dopo 67 anni,

ancora succede per chi si avvale del suo retaggio. 

Non permettiamo che fatali alterazioni e beceri interessi ne impediscano l’applicazione.

E’ responsabilità di chi ha compreso il valore di Dianetics e Scientology

preservarne l’uso e diffonderne la conoscenza

nonostante la pessima fama che, grazie alla Chiesa di Scientology ,

ha nella percezione della gente comune.

Ma ecco alcune interessanti realizzazioni che il nostro Billy Cage

ha postato a proposito del suo auditing su NED.

Ho iniziato NED e l’evento merita una riflessione circa il bilancio dei risultati conseguiti. A molti di voi è inutile che ribadisca gli effetti dell’auditing sul nostro stato percettivo e vitale. Semplicemente ci si sente con meno ingombri addosso, spogliati di stracci inutili e “curiosamente” stupiti, si perchè se ci osserviamo vediamo un noi diverso. Bellissima sensazione. Come tutte le azioni di valore il risultato è proporzionato alla fatica e scavare in quella terra che si espande dentro di noi è un’azione impossibile da realizzare da soli.

Saresti sviato e scacciato, confuso e maltrattato ti perderesti senza saper tornare. Vi sono luoghi in cui sei in apnea, sott’acqua e al buio in un labirinto e solo l’auditor può prendersi cura di te a stretto contatto. Per me percorrere non è stato un film tridimensionale a 52 percezioni, affatto, ho potuto contare solo su brandelli di immagini svolazzanti impregnate di malessere e idee così assurde che per rivelarle e condividerle col mio auditor ho fatto appello alla fede e alla fiducia in Scientology.

Le mie stesse parole mi sembravano concepite da un folle che formula le più disastrose decisioni blindandole con altrettante decisoni per evitare di scioglierle. Spero mi capiate, si nuota nel fango sterile di uno stato mentale che si annienta privandosi della possibilità di riabilitarsi. Non sarà per tutti così, lo spero per voi, col mio auditor scherzando e alleggerendo la mia situazione ribadisco spesso che più un Thetan è potente più si può incasinare quindi mi consolo così e ci ridiamo su. Non so se è vero ma come analogia prendo ad esempio un’auto molto potente che se si schianta  in un frontale fa molti più danni di un’auto comune. Passatemela. Me ne torno alle mie normali attività con meno pesi e qualcosa che non conoscevo o non ricordavo comincia a dare segni di vita,  in ogni momento qualcosa di effervescente si innalza, una coscienza nuova che cerca vecchie masse e non le trova più, le ha perse ma senza rimpianti.

Grazie ragazzi.

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Buon Compleanno Ron

Il 13 marzo 1911 è nato Lafayette Ronald Hubbard.

Come ben noto agli abituali frequentatori di questo blog ogni anno in questa data viene celebrato il suo compleanno, soprattutto all’interno della Co$, ma non solo.

Ricordo, con un po’ di tenerezza e disincanto, quando negli anni fine 70 inizi 80 questo evento veniva festeggiato in modo semplice, alla buona. Con un buffet, un po’ di musica, qualche discorso sui risultati locali ed internazionali e lettura del Ron’s Journal o simili. Ricordo che in prima fila venivano messe due belle sedie vuote dove avrebbero potuto sedersi Ron e sua moglie Mary Sue.  Ogni tre per due si faceva un applauso e un triplo Hip Hip Hurra! verso quelle sedie vuote (un amico mi disse a tal proposito: ”Ma voi siete pazzi!” E forse non aveva tutti i torti, semplicemente per lui era una out-reality.

Se per la Co$ attuale questa data non è altro che un’ulteriore occasione per spillare soldi ai (sempre più) poveri parrocchiani, nel campo indipendente può essere invece uno spunto di riflessione sulla figura di Ron. Ed è quello che vorrei fare con voi lettori.

Diversamente da quanto succede nella chiesa, dove Ron ha un’immagine molto agiografica e sulla quale non si può discutere, pena le più severe punizioni, nel campo indy ne possiamo parlare e, in base ai vari documenti e dati che abbiamo a disposizione, farci una nostra opinione autonoma.

E, su una scala ad infiniti valori che va da Diavolo a Santo, ognuno di noi può collocarlo senza tema di essere messo all’indice se non dagli irriducibili ed intransigenti sostenitori del proprio aver torto o ragione.

Molti di noi lo hanno amato, molti di noi hanno avuto cocenti delusioni e ciò li ha portati ad odiarlo, e con lui tutta Scientology, molti di noi lo hanno fatto scendere da un piedistallo imposto e lo hanno riconosciuto come un essere umano con i suoi pregi e i suoi difetti.

Molti di noi hanno riconosciuto il valore della sua ricerca, il suo carisma che ha reso possibile che intorno a lui si radunassero persone di buona volontà e capacità e che perciò hanno reso possibile lo sviluppo di una tecnologia spirituale funzionale da cui oggi noi possiamo trarre giovamento.

E’ forse inevitabile che qualunque posizione si abbia nei confronti di Ron attiri critiche, ma credo che la via della tolleranza e dell’amore sia l’unica che si debba accettare.

Anyway

Buon Compleanno Ron.

Ovunque tu sia

Guido

 

 

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI

La mia fuga da(lla chiesa di) Scientology

137 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, Scientology indipendente

Successi dall’Auditing, Successi nella Vita!

nuvole

Cari amici condomini,

ecco qui un nuovo, sfavillante successo

ottenuto grazie all’applicazione standard

della tecnologia di Scientology.

Gli abili diventeranno sempre più abili,

…e Dio sa quanto ce ne sia di bisogno

in questo nostro Universo!

 
Ciao
 Sto vivendo un momento bellissimo della mia vita ricco di esperienze e percezioni nuove.
La vita è davvero un bel campo di gioco dove confrontarsi e imparare quotidianamente.
Ogni giorno amo sperimentare le mie nuove (o riscoperte) abilità direttamente sul campo e, spesso, ottengo nuove realizzazioni.
Due giorni fa ero sul letto, molto alto di tono, sentivo nella zona della fronte un flusso di energia che andava verso l’esterno e,
chiusi gli occhi ho iniziato a vedere me frontalmente sdraiato sul letto (come se mi vedessi allo specchio); ho alzato una mano
e ho visto che quell’esserino davanti a me mi salutava proprio come si muoveva il mio braccio e mi sono riconosciuto inequivocabilmente.
magritte_uomo_bombetta
La cosa curiosa è che non vedevo in maniera definita e a colori, bensì osservavo alla stessa maniera di quando si guarda un negativo
delle vecchie macchine fotografiche: sfondo scuro e sagome chiare, in rilievo, senza contorni perfettamente delineati.
Purtroppo appena ho messo attenzione sulla cosa e ho cercato di gestirla volontariamente non sono più stato in grado di vedere nulla,
anche se però a livello di percezioni e tono emozionale mi sentivo ancora in quella condizione. Mi sorge dunque il dubbio di essere spesso
in quella condizione senza rendermene conto semplicemente perchè continuo a guardare dal punto di vista tradizionale e non da uno esterno.
Ho anche notato che la mia vista è potenziata, è come se fosse la combinazione di due viste: quella attraverso gli occhi fisici sommata ad un’altra
probabilmente collegata al flusso passante per la fronte. Quando guardo il mondo intorno a me attraverso quel nuovo canale e punto di vista,
vedo tutto scorrere attraverso il tempo come se fosse un film, mentre io mi sento esterno da un punto privo di tempo. Io mi sento immobile,
fermo dal mio punto origine e riconosco il tempo che scorre nel mondo che osservo. Altra cosa importante è l’abilità che mi si è sviluppata
attraverso il percorso dei gradi effettuato fino ad ora.
Quando ho lavorato sul grado ZERO improvvisamente ho iniziato a captare della carica: questo mi sembrava anomalo in quanto quella carica
non poteva essere mia e infatti ad un certo punto sono stato un po’ male perchè non riuscivo a capirne l’origine.
Lavorando sul grado UNO e imparando a identificare le fonti dei problemi e dissolverli mi sono accorto della vera natura di quella carica.
Non era carica mia, ma delle persone intorno a me!!!
Ne ho avuto conferma a lavoro: ero alla mia postazione e dal nulla ho percepito una carica potentissima, ho alzato gli occhi e ho visto la collega
davanti a me con gli occhi gonfi e pensierosa. L’ho fissata dritta nel volto e le ho mandato un flusso: improvvisamente è svanita la carica che sentivo
e il suo volto è diventato luminoso e sorridente. Non ci potevo credere: avevo individuato la vera natura di quella percezione! Non era una cosa negativa!
Da quel momento ho iniziato a giocare con questa cosa facendo esperimenti con le persone intorno a me. Potevo sentirmi dentro di loro e alleviare le loro cariche.
Ho notato che queste poi cercavano la mia presenza e spesso, credo inconsciamente, il contatto fisico.
Dopo qualche settimana ho notato che la stessa cosa potevo farla con la persona con cui parlavo al telefono e ho capito che,
come potevo sentire e mandare flussi di theta a una persona vicina, potevo farlo anche a qualcuno lontano km di distanza.
Credo sia importante condividere tali successi.
Mi sento così felice e unito con tutto quanto.
Non vedo l’ora di scoprire altre meravigliose verità sul ponte e spero di cuore che altre persone
verifichino le stesse mie condizioni.
M.

25 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Che cosa è un Withhold?

416810_121864274602177_100003358143607_105602_634731505_n

Ecco un’altra Conferenza di Ron sugli Withhold,

dati utili non solo per l’auditing formale

ma anche per la vita di tutti i giorni.

 

CHE  COSA E’ UN WITHHOLD?

Una conferenza tenutil 20 febbraio  1962

D’accordo. Tra l’altro,  avete visto  un  esempio di verifica  di sicurezza  sui  rudimenti.  in  contrapposizione  al prepchecking. C’erano tre o quattro rudimenti carichi. nell’altra seduta, la prima seduta che avevate visto, ricordate? Seduta precedente, stesso pc. E l’auditor c’è scivolato sopra e oltre in grande stile.  Ricordate?

Hm-hm. E che siete rimasti senza fiato dall’orrore? Ricordate che siete rimasti un po’ senza fiato dall’orrore? Lo siete rimasti senza farvi sentire. Oggi mi avete visto occuparmi dei rudimenti con la verifica dì sicurezza,  mettendomici e sistemando ogni rudimento (o provando a farlo),  lasciando da parte il prepchecking.  Non sono mai arrivato  a fareprepchecking, vero? Mai arrivato al sodo, proprio per niente.

Se sei  d’accordo,  Fred,  ora  faremo  delle domande al pc. Vi è chiaro  che  non si tratta di qualcosa  che  fosse  particolarmente  in programma. Non sta venendo registrato per …  per  darvi un  esempio  dell’una  e  dell’altra  cosa.

Semplicemente si dà il caso che adesso abbiamo un esempio dell’una  e dell’altra cosa.

D’accordo, Fred, quale seduta ti ha dato più miglioramenti?

La prima?  Mm. Abbiamo risolto  tutta quella  maledetta cosa usando  il prepchecking,  vero? Hm? E nell’altra seduta non abbiamo fatto auditing di alcun valore. Dai, di’ loro quello che mi hai detto alla fine della seduta sul fatto che le aree erano confuse.

Voce maschile: Beh … mi ha fatto domande su un withhold circa qualcosa. Aveva a che vedere con i soldi. C’erano tre aree differenti, se avete notato; il Teatro Centrale, la Società Teatrale Americana – una grossa area – e un’area qui. Non ero sicuro in quale di queste aree si trovasse il withhold e giovedì, durante il prepchecki11g, arrivando a “Cosa mi dici a proposito di questo e quest’altro”, la domanda numero uno, vedete? Ogni volta che arrivava alla domanda numero uno, sapevo dove mi trovavo. Ero in grado di localizzare me stesso, per così dire, lungo la traccia, o in relazione  a: “Su che cosa stiamo lavorando assieme, qui?’; oppure: “Come sta andando?” Sapevo dove mi trovavo ogni volta che arrivava la domanda uno. Cosi ci siamo procurati una nuova domanda numero uno, abbiamo ristretto il perimetro, per cosi dire, ad un’unica area e l’abbiamo ripulita prima di passare ad altro.  Questa volta non mi sentivo sicuro e quindi continuavo a dire: “Beh, uh! Dove … Che cosa?’; o qualcosa del genere.

Va bene.  D’accordo.

Vedete la cosa? La vedete? Beh, s’impara quel che s’impara.  Non era in programma insegnarvi queste due cose. Vedete,  si  tratta  di  sedute  dal  vivo,   non  di  dimostrazioni.  S’impara  quel  che   s’impara  da  cose  come  questa. Naturalmente mi sento stupido quando non faccio progredire un  pc. Effettivamente  non era mia intenzione finire  in tanto fracasso,  nel far questo.  A dire il vero,  una seduta  di un’ora,  un’ora e un quarto, è una seduta molto breve per me. Normalmente audisco tra le tre e le cinque ore per seduta. E invece devo ridurre quel che mi ci vuole per condurre una seduta, per adattarmi alla dimostrazione.

A dire il vero, secondo me, dopo questa seduta,  più ci si trastulla coi rudimenti (eccezion fatta per l’havingness) meno auditing sì farà. Questo è più o meno quello che intendo dire.

Questo non è valido per la 3D Incrociata. Adesso c’è il prepchecking,  però, ed è un’azione  molto precisa. E credo che le verifiche  di sicurezza non possano sostenere neanche un vago confronto con esso. Questo è quel che penso.

Non sono riuscito a far decollare la seduta.  Se avessimo continuato ad audire,  gli avrei fatto fare una  pausa e avrei detto: “Beh, niente di questo è pulito e niente  è nullo”. Gli avrei fatto fare  una  pausa,  ci saremmo  fumati una sigaretta e l’avrei  riportato dentro a cominciare una nuova seduta. Avrei messo fine a quella seduta e ne avrei iniziata una  nuova, immediatamente, passando  direttamente ai rudimenti. “D’accordo, questo  è carico e quest’altro è carico.” Gliel’avrei  detto.

Poi sarei  arrivato al prepcheeking e avrei detto: “Cosa mi dici a proposito dei soldi?” Capite? Oppure:  “Cosa mi dici a proposito  di prender soldi?”, oppure: “Cosa mi dici a proposito di questo argomento?”, perché  questo pareva che fosse l’argomento di cui ci stavamo occupando.  Dopodiché avrei continuato e l’avrei  ripulito secondo l’area  e il tipo di withhold, e così via. E l’avrei fatto come si deve. Invece ho cercato di ripulirlo  usando  “chi” e “quando”,  se avete fatto caso – soltanto “chi” e “quando” – e …  gente!  Non è saltato fuori,  vero?  Quindi, cancellatela via, questa cosa.  Non è saltato fuori. Se non riesco a farlo io, non posso aspettarmi da voi che lo facciate, va bene?

Pare non ci sia nulla che rimpiazzi il prepchecking da “gran parata”, da “gran parata reale”, da “vessillo che batte in testa alla colonna”. Trovate una O, continuate dalla O e passate alla  1, continuate dalla  1  e passate alla 2, sapete? Qualunque  essa sia.  Non c’è  niente  che lo rimpiazzi.  Ho fatto  un  paio  di sedute …  Beh, ho fatto un’altra seduta, in particolare, e l’ho fatta a occhi chiusi.  Sarei potuto starmene li a lavorare a maglia come l’istitutrice dei bambini, che mentre insegna  loro lavora a maglia.

Non richiede che  l’auditor si  sforzi. Quella  là ha  rappresentato uno sforzo considerevole per l’auditor, che si chiedeva in che diavolo dì direzione si stesse puntando. Con quest’altra, invece, ho fatto una  seduta di tre ore e mezza di prepcheck e sono saltate fuori incredibili quantità di withhold. È stato facile come bere un bicchiere d’acqua. Facile. Domenica sera, mi sono risvegliato e … “Beh. andiamo a ballare” …  sapete?  È stato facilissimo  per l’auditor,

Va bene. D’accordo  Questo è il Corso d’istruzione speciale di Saint Hill. Il 20 febbraio AD11?. D’accordo.

Riparlerò  dei withhold. Questa conferenza sarà tutta sui withhold e quindi piuttosto …  relativamente breve. Ho scoperto il comun denominatore dei withhold. Non avete avuto occasione di vederlo nella dimostrazione di oggi, ma non fa alcuna differenza.

Che cos’è un withhold? Un withhold è qualcosa che la persona crede che, se… se fosse scoperto, metterebbe  in pericolo la sua preservazione. In altri  termini, un wìthhold è qualcosa che mette in pericolo l’autopreservazione del pc. Questa è una  definizione  molto importante. Mi ci è voluto moltissimo tempo a trovare quella definizione.  Ci dà una nuova linea per la 3D incrociata,  anche se non riguarda la 3D incrociata.

Se la sfruttate in tutti i sensi, diventa dinamite, perché quella  è la ragione per cui la traccia intera è occlusa.  È per quella ragione che il  vostro ricordo della traccia intera è andato. È quello il bottone su cui poggia.

Si tratta perciò di una scoperta  molto  importante.  Quindi  giudicheremo  che chi  si ricorda  pochissimo della traccia intera, si considera  in una posizione molto pericolosa.

In altre parole, c’è una scala graduale:  meno la persona si ricorda della traccia intera, più essa  si considera  in pericolo, e meno potete aspettarvi  di riuscire a farle  rivelare  un  withhold.  E quanto più  fantastico è il ricordo della traccia intera …  stessa cosa.  ln un modo o nell’altro, qui qualcosa viene  schivato in relazione  a questo.

E’ molto importante per voi, perché  vi spiega,  e mi spiega … ah,  ah, ah,  ah, ah, ah …  l’esatta ragione …  questa è la  ragione  per cui voi avete detto cose come quelle  che  sto  per ripetere e le avete chiamate  withhold.  Questi  sono withhold che gli studenti hanno veramente detto.

..Sono uscito, ho guardato il cielo e mi sono sentito strano.” Un  auditor l’ha  bevuto come un  withhold e ci ha lavorato sopra.

“Vedo un’immagine della camera da letto di mia madre,  ma non so perché.” Questo è un  withhold. “Ho parlato stizzosamente a un  istruttore.”

..Giorgio e Mario mi han detto di aver sentito che Agnese .. .” Questo è un withhold. Perché è un withhold?

Va bene, cominciamo col primo. È ovvio che rivelare i withhold di altre persone rappresenta un pericolo minore. Si tratta dì withhold senza alcun pericolo. Sono completamente innocui.  E sono tutto quello che gli studenti tendono a farsi rivelare l’un dall’altro: i withhold non pericolosi. Mi spiace infierire cosi. Si fanno rivelare withhold non pericolosi. Se rivelano cose del genere … va benissimo rivelare cose del genere,  perché non c’è nessun  pericolo a farlo.

Perché  finiamo  con lo  stabilire un  tacito  accordo  di questo tipo  particolare?  È  molto  interessante perché  lo facciamo: perché  abbiamo  overt sui  withhold di altre persone.  Ci facciamo  dire  un  withhold  da  qualcuno,  poi lo tormentiamo, lo usiamo  per fargli lo sgambetto, lo facciamo sentire colpevole e in un certo  qual modo gli diamo una leggera punizione per aver rivelato un withhold, lo tormentiamo a questo proposito. Dopodiché abbiamo noi stessi un po’ di paura a rivelare  un withhold,  perché  abbiamo  un  overt contro  il withhold di un’altra  persona e consideriamo quindi pericoloso rivelare  un withhold. Capite qual  è la base  dell’overt? Avete un overt relativo  al fatto che le altre persone rivelino i withhold e così non rivelate  i withhold. Perché rivelare un withhold non è senza  pericolo.

Naturalmente, quanto più pericoloso rendete il fatto di rivelare un withhold, tanto più folle diventa tutto quanto. fino al punto  in cui vi ritroverete con una civiltà come questa!

L’unica cosa da cui i comunisti traggono profitto in Australia e in Sud Africa sono le leggi contro la perversione. Fra  tutte le cose possibili,  lo  stato ha scelto di regolare come compiere l’atto sessuale.  Penso  che sia un fatto molto interessante. Ho visto di rado  dei poliziotti nella  mia camera da letto. E temo che se lo facessero  riceverebbero  un trattamento abbastanza rude.

Naturalmente ci son state delle persone (a cui la polizia avrebbe  dovuto impedire  di farlo) che hanno cercato di arrampicarsi fino alle finestre della mia camera da letto e cose del genere, ma questo naturalmente non è qualcosa che interessa la polizia.

Che cosa stanno  facendo? Stanno solo cercando di inventare qualche nuovo withhold. non è vero? Penso che sia una cosa affascinante, perché i comunisti usano proprio ricatti di questo genere come strumento  per controllare i capi di stato.

In altri termini, se lo stato stesso permette che si usi ìl suo potere per punire i withhold, ha fatto un grande sforzo per diventar matto, dal  momento che chiunque,  all’interno dello stato, può essere ricattato allo scopo di rovesciare lo stato, poiché lo stato  punirà l’atto di rovesciarlo, oppure i withhold.  Capite questo, almeno in parte?

D’accordo. Questo  avviene  a  livello di terza  dinamica.  Lo stato rende pericoloso il fatto che  chiunque  riveli alcunché. Perciò tutti hanno dei withhold con lo stato.  Che cosa succede  se si hanno withhold con lo stato o se lo stato manca  dei  withhold  su  qualcuno?  Ovviamente  si  inizierà ad odiare  lo stato,  il che  è la  causa   della  caduta  del nazionalismo.

Certo, questo potrebbe essere un fatto molto positivo.  Ciononostante,  lo stato ha innescato un meccanismo di autodistruzione, promulgando un mucchio di leggi, leggi che si basano sul fatto che una persona non debba rivelare i withhold.

Vediamo ora di mettere questo in relazione a una seduta dì auditing.  Ogni volta che  il pc rivela un withhold, l’auditor turba il pc o cerca   di farlo sentire in colpa.  Perciò l’auditor rende il fatto di rivelare i withhold una cosa pericolosa  per il pc.  D’accordo.  L’auditor, quindi,  insegna al pc a non rivelare wìthhold pencolosi.  L’auditor,  allora, insegna al pc a rivelare solo withhold che non sono pericolosi. Abbiamo letto in un rapporto dell’auditor: “Sono uscito di notte, ho guardato il cielo e mi sono sentito strano”. E questo è un withhold. Buon  Dio! È un withhold senza pericoli, vero?

Beh, naturalmente quel che è divertente è questo: non si tratta di un withhold. Non si  tratta per niente di un withhold.

Effettivamente potete finire in una condizione di giochi col vostro pc, se lo punite perché vi dice i suoi withhold. Effettivamente potete finire in una condizione di giochi in cui il pc cercherà di rivelare soltanto withhold che non sono pericolosi. E a quel punto eccovi sistemati.

Se il pc non mi sta dicendo i withhold, mi sa che cercherò di persuaderlo. Un withhold è qualcosa che, se fosse rivelato, metterebbe la sua sopravvivenza a repentaglio.

È chiaro che il suo estraniarsi proviene dai suoi withhold. Questo super estraniarsi del pc, questa condizione di essere un “unico”, questo ritirarsi in se stesso·- tutte queste cose – il ritirarsi da gruppi e il ritìrarsi qua e là ecc., ecc … tutte queste cose naturalmente affondano le loro radici esclusivamente e interamente nei withhold che, se venissero rivelati, la persona crede che danneggerebbero la sua sopravvivenza.

Il buffo è che questo non è vero.  La persona si fa un’idea  aberrata  di che cosa potrebbe danneggiare lu  sua sopravvivenza, se lo rivelasse, vedete? È questa concezione aberrata di quello che ha il coraggio di dire che causa la condizione chiamata aberrazione. Penso che esistano in gruppi di uno, due o tre (una media più o meno come quella) … che se venissero rivelati nel posto sbagliato, la… qualcuno potrebbe effettivamente intraprendere qualche azione. Se, per esempio, lo stato della Nuova Guinea del Sud, o qualcosa  del genere, lo scoprisse,  beh … ehm … potrebbe fare brutta figura. Ne avete alcuni che esistono effettivamente. Ce ne sono che esistono effettivamente. Sono reali. Restano nascosti alla vista e diventano molto incistati. L’idea aberrata si sviluppa poi da essi e quindi s’ingrossa.

Ovviamente, noi abbiamo l’impressione immediata che la punizione che ci viene dai nostri genitori derivi da vite passate; la 3D Incrociata ripulisce queste aree, ma quando abbiamo iniziato questa vita eravamo già dell’idea che se avessimo rivelato certe cose ai nostri genitori,  se avessimo fatto certe cose  o se  non avessimo trattenuto delle brutte parole davanti a  nostro padre, o qualcosa del genere, ci saremmo ritrovati improvvisamente senza cìbo, vestiario e senza un riparo. In altre parole abbiamo questa idea esagerata.  Beh, essa è basata sulla struttura delle nostre vite passate. Questa però è una base alquanto infondata.

Partendo da lì, ci occupiamo di varie cose e poi facciamo qualcosa che,  se venisse rivelato, causerebbe molto turbamento o avrebbe  causato molto turbamento. Dopodiché varie altre cosette si aggiungono  a questo. Arriviamo al punto di essere assai aberrati e estraniati. Arriviamo al punto di non essere neanche in grado di comunicare con parti del nostro corpo.

Il risultato di tutto questo è, naturalmente, un’intensa sensazione di asocialità.

Se  qualcuno si  avvicina a questi withhold,  noi crediamo implicitamente che,  ovviamente, se li  rivelassimo potremmo – oddio! – vedere i poliziotti fare irruzione con sirene a tutto spiano, poliziotti a pattuglie sfondare la porta d’ingresso,  probabilmente  con degli arieti.  Poliziotti  con  manette,  prontissimi ad  acciuffarci  e portarci   via.  E naturalmente, la cella verso cui stanno per trascinarci non è una di quelle prigioni moderne che drammatizzano withhold e basta. Probabilmente, è uno di quei vecchi sotterranei, dove si viene immersi nell’acqua  fino al collo e dove si viene lasciati per quarant’anni o qualcosa del genere, vedete? Abbiamo un’idea aberrata di che cosa sia la punizione in prigione e tutt’ad un tratto quest’idea si ravviva. L’auditor si avvicina a una di queste cose e quest’idea … ooooooh! Uuuu-uuuuuu-uuuuu-uuu. Quest’orribile serie di circostanze potrebbe aver luogo in qualsiasi momento ed è ovvio che consideriamo l’auditor pericoloso.

No, ascoltatemi bene: l’audìtor è pericoloso solo se non fa rivelare un withhold. Questa è una frase che si comincia a sentire sempre più spesso in questa scuola. Ci sono certi auditor che designiamo “auditor pericolosi”.

Perché sono pericolosi?  Perché toccano appena i withhold e non li fanno rivelare. Chiamiamo questi individui “auditor pericolosi”, Perché? I loro pc diventano furiosi con quegli auditor, faranno loro stessi degli errori grossolani, sperimenteranno un sacco di fallimenti in un modo o nell’altro, saranno sempre coinvolti in rotture di ARC di qualche tipo, saranno circondati da persone che vanno in giro a spettegolare, dicendo quanto cattive siano le organizzazioni centrali, quanto cattivi siano loro e quanto tutto sia brutto e via dicendo. Sono pericolosi.

La persona diventa pericolosa, dal punto di vista del pc,  nel momento in cui potrebbe scoprire questa cosa, qualunque essa sia. L’auditor gli sembra,  per un momento, pericoloso.  L’auditor potrebbe scoprire. Il pc, tuttavia, diventa incline ad avere rotture di ARC solo quando l’auditor manca di scoprire di che cosa si tratta. L’auditor deve andare fino in fondo. Un auditor che non vada sino in fondo, un auditor che si faccia dire da un pc solo i withhold non pericolosi, è pericoloso.  Questo è il criterio usato oggigiorno per stabilire se una persona possa audìre o meno:  è un auditor pericoloso o no?

Strano a dirsi,  avviene un completo rovesciamento.  L’auditor che  si  fa rivelare withhold non  pericolosi,  è pericoloso. E l’auditor che si fa rivelare withhold pericolosi, non è pericoloso. Capite questo?

Dovete  vincere qualsiasi sensazione proviate su questo,  guardarlo dritto in faccia e applicarlo fino in fondo, perché in realtà tutte le vostre attività come auditor sono basate completamente, al 100%, su questo piccolo fatto. Tutto si riduce a questo: un auditor che non vuole far rivelare withhold pericolosi a un pc, è un auditor pericoloso.

Finirete con l’avere pc che tendono ad avere rotture di ARC, il pc finirà con l’essere turbato nei vostri confronti. Ci sono due o tre modi in cui potreste rovinare tutto: come potreste fare fiasco?

In primo luogo, potreste non riuscire a usare l’E·Meter. Potreste non riuscire a far suonare all’E-Meter qualsiasi motivo mai scritto  da Bach,  Beethoven o Brahms. Potreste  non riuscire a far parlare  un E-Meter.  In altre parole, mentre guardate l’E-Meter l’ago ha una fall che esce dal quadrante, l’apparecchio va a pezzi e via dicendo, e voi dite: “Beh quell’ago è nullo. Ah. ah. Quell’ago è nullo. Eh, eh.”

Mh. Perdio! Non dovete ripulire tutto in una sola seduta ma dovete assicurarvi  di averne un’altra. Avrete notato che c’erano due o tre rudimenti che hanno fatto sbattere l’ago durante la dimostrazione oggi, e ho anche mancato un withhold che stava facendo sbattere l’ago. Il pc non mi ha sputato  addosso perché sa che io so che sono stati mancati. E il pc sa che io so in quale direzione stiamo andando,  per quanto riguarda questo genere di cose. Il  pc ha fiducia in questo.

D’accordo. Ma se fate un intero intensivo e non vi fate mai rivelare nessuna di queste cose, non chiedete mai se ci sono withhold mancati e non cercate di investigare più a fondo nessuna di queste cose, quel pc si infuria con voi.

Ogni rottura di ARC che vi siate mai fatti dire da un pc era dovuta a withhold mancati. Sebbene il meccanismo del withhold mancato sia un principio nuovo di zecca, esso ha funzionato per tutto questo tempo. Ogni volta che non avete fatto rivelare un withhold (avete mancato un withhold a un pc, l’avete toccato leggermente), vi siete ritrovati un pc con una rottura di ARC. Questo spiega tutte le rotture di ARC che i pc abbiano mai avuto con voi. Questo spiega qualsiasi rifiuto da parte dì un pc di essere audito da voi. Questo spiega tutte le difficoltà che abbiate mai avuto con dei pc e lo fa in un colpo solo.

Potreste provocare questo se non adoperaste un E-Meter. Potreste provocare questo con un approccio di auditing molto irreale o sgradevole.   Ogni volta che il pc dice  qualcosa  voi dite: Gnaaaaa“, qualcosa del genere. Potreste provocare questo applicando alla rovescia tutta la vostra tecnologia e mescolandola con i cavoli a merenda. Potreste provocarlo semplicemente audendo in modo scadente. In ultima analisi però l’auditing è scadente soJo se si è deciso dì non danneggiare mai il pc facendogli rivelare qualsiasi withhold spiacevole. Si vuole essere carini con i pc, e si vogliono far loro rivelare solo i withhold non pericolosi. Aahrrgh!

Dovete  quasi usare lo scudiscio  o la clava con certi auditor,  non sto scherzando. Il mio metodo per questo è semplicemente di costringere l’auditor a occuparsi del soggetto.  Ho già  costretto più di un auditor dritto dritto a occuparsi  del soggetto, sapete?

L’unica cosa di cui dovete preoccuparvi, l’unica cosa di cui dovreste veramente preoccuparvi è quando vi lascio perdere. Ho fatto anche questo; semplicemente ho lasciato perdere. E a quel punto ho ricevuto dei rapporti molto carini dagli auditor,  con sopra delle iniziali o  qualcosa  del genere.  Semplicemente avevo deciso di non occuparmene più. Perché? Perché sapevo che non avevate intenzione di farlo. Questo però non include moltissimi di voi. Quanto agli altri. se cominciate a mancare dei withhold …

I miglioramenti e le mete del pc: “Beh,  non ho raggiunto nessuna meta, non ho avuto nessun miglioramento”, e così via. Potremmo anche stamparlo in lettere di fuoco! “L’auditor ha mancato dei withhold al pc. L’auditor non ha ripulito delle cose a questo pc. L’auditor ha letto l’E-Meter alla rovescia e …” È successa una cosa pazzesca. Tutto lì. Ve lo dico in tutta franchezza. Ora però vi ho incastrato con il prepchecking. Siete stati messi sotto controllo e sotto tiro.

L’auditor che non riesce a ottenere dei risultati con il prepchecking non audirà. Aahrrgh!  Ci stiamo avvicinando sempre di più a questo punto. Ci siamo mossi in direzione di questo punto. La tecnologia è migliorata sempre e sempre più ed eccoci qui ad esaminare il prepchecking. Bene, il prepchecking sta migliorando un po’. L’altro giorno c’è stato un piccolo cambiamento nella 3D Incrociata.

Non appena ho scoperto che questo si applicava alla 3D Incrociata, mi sono reso conto che non si può permettere a un pc di depennare alcunché dalla lista.  Questo  succede a voi,  non a me, perché il pc dice:  “Quello  è parecchio pericoloso. Vediamo un po’, quello è parecchio pericoloso.  Vediamo  un po’,  quello è parecchio pericoloso.  Penso che questo… questo item, penso che sia terribilmente pericoloso. Penso che dovremmo  toglierlo dalla lista, e togliere dalla lista anche questo e quello”. Così depenniamo  tutta la lista. È tutto troppo pericoloso. A quel punto avrete omesso un item che di fatto equivale a un withhold mancato e la persona sarà turbata per quanto riguarda la 3D Incrociata.

Perciò non possiamo permettere  al  pc, una  volta  che l’ha  messo  sulla lista,  una volta che lo  abbiamo manganellato, imbrogliato e raggirato per farglielo mettere sulla lista, non possiamo permettere al pc di depennarlo, anche se questo ci dà da fare più lavoro sulle differenziazioni. Ho scoperto che le cose stanno così. Ho scoperto che i pc toglieranno item con carica dalla lista, se non state attenti. Ecco quindi, perché questa regola.

Perciò alcune delle vostre liste se ne vanno in fumo e alcuni  dei vostri item vengono depennati perché il pc è apprensivo per quanto riguarda il fatto di poterli rivelare in tutta sicurezza. Questo perché tutti questi item sono stati persi di vista in qualche misura dal momento che qualche volta è successo che fosse molto pericoloso rivelarli.

Proprio adesso sto guardando qualcuno che se ne andava in giro con un terminale veramente scottante infilato sotto il braccio, in una famiglia che era assolutamente convinta che l’esatto contrario di quel terminale fosse un modello di vita da seguire  e rappresentasse il modo di essere più vicini a Dio.

Questo pc doveva trattenere la cosa come un matto.  E naturalmente  più il pc la tratteneva e così via,  più scottante diventava. Vedete, l’intera famiglia … sarebbe stata un’eresia. È come se il figlio di un prete non credesse in Dio. (Nessuno ha capito la battuta. Gente, siamo un po’ addormentati oggi. Siamo un po’ addormentati oggi. Sveglia!)

È il figlio di un prete e ha un terminale chiamato “ateo”. Questa  cosa  lo turberebbe profondamente, lo turberebbe profondamente. Avrebbe dei withhold. E ne avrebbe anche il prete. Comunque, man mano che capite queste cose, sotto ogni aspetto scopriamo che cento trilioni di anni fa… beh, facciamo un esempio. Ne è stato  menzionato uno nella seduta di oggi, qualcosa del tipo …  beh, chiamiamolo  così, arbitrariamente, “malversatore” o qualcosa del genere. C’è un tizio che nasce in una famiglia di bancari, in cui l’onestà è tutto. Ne sente parlare da suo padre e da sua madre, dai suoi fratelli e dalle sue sorelle che lavorano con lui e cosi via, e ha un terminale scottante. È stato uno dei più grossi malversatori che il paese abbia mai avuto … vedete? Qualcosa del genere.

Adesso deve vivere in questa atmosfera con questo terminale. Scottante, sapete! Lo sta quindi continuamente trattenendo (non dico che questo sia il terminale, però …}. Capite di che cosa si  tratta?  È  un  withhold!  Gente, se è pericoloso essere quel malversatore! Giusto? Potrebbe finire col drammatizzare quel terminale ogni momento e quindi vi si oppone,  vi si oppone e vi si oppone, finché una notte si introduce nella camera blindata di una banca, fa piazza pulita di tutto quanto e si dilegua. Momento sbagliato, posto sbagliato, terminale sbagliato per il suo ambiente.

Quando cose del genere vengono seriamente restimolate e così via, beh, per lui è finita.

D’accordo. Poi un auditor l’audisce, arriva a questo terminale e chiede: “Chi o cosa imporrebbe ad altri un flusso uscente?” E lui mette sulla lista: “Un malversatore”.

Poi continua  e così  pure I’audìtor e …  poi ha una piccola rottura di ARC con l’auditor  o qualcosa   del genere. L’auditor  l’ha  guardato storto,  oppure  non gli ha dato riconoscimento nel modo giusto …  non è  una vera e propria rottura di ARC: era soltanto quello. Fa clic con quell’altra cosa, capite? “Sai .•. io non … “, l’auditor ha già mancato un withhold su di lui e via dicendo,  e lui dice: “Non …  non so.”

Quando facciamo la differenziazione della lista, arriviamo a “malversatore” e no, … lui pensa che faremmo meglio a depennarlo e perciò dice: “Beh, veramente non … non imporrebbe un flusso uscente. Depennalo … depennalo”.

Gli fa fare un ripensamento, ma noi non dobbiamo lasciar fare al pc quel ripensamento. Ecco quindi quel piccolo cambiamento nella 3D Incrociata. Ne capite il motivo?

D’accordo. Parliamo ora del prepchecking. Queste due cose tutt’a un tratto combaciano. In altri termini formano un’unica linea diritta. Abbiamo il prepchecking  come azione di base su questa vita per mantenere il pc in seduta e poi abbiamo il suo prolungamento, la 3D Incrociata. Ambedue mirano alla stessa cosa, ossia permettere al pc di condurre un’esistenza più luminosa. Ambedue mirano alla stessa cosa: farlo guarire da tutte quelle strane idee su quanto sia pericoloso rivelare il fatto che il suo orecchio sinistro sia deforme. E  una cosa facile. Voglio dire, dopo un po’ ci dà un’occhiata e ride. Non ride, però, quando cominciate ad audirlo.

Dite: “D’accordo. Va bene. Cosa mi dici a pruposito di quello che si stava combinando a Livorno?”

E  lui:  “Vediamo  un  po’. Se penso  o  qualcos’altro  oppure  se  riesco  a far dire o  a far  pensare alì’auditor qualcos’altro …”.  E tutta  una cosa reattiva,  capite?  “Dunque, cerchiamo …  cerchiamo …  cerchiamo di spostare tutto quanto in qualche altra zona”,  Cosi dice: “Beh,  in realtà ha a che vedere con Bari”.  In altre parole sta cercando  di depistare l’auditor.  Può arrivare al punto di pentirsi  reattivamente  di aver fatto parola  dì quella cosa.  Lo vedrete attraversare questa breve fase di pentimento per averla tirata in ballo in primo luogo.

Se l’auditing è di cattiva qualità, lo farà spesso. Se l’auditing è buono, lo farà solo una volta ogni tanto. È sempre presente, però, a prescindere da quanto buono sia l’auditing.

“In un certo senso mi spiace aver tirato questa cosa in ballo. Ora che mi succederà?” È chiaro  che ogni volta che è  dispiaciuto d’averlo  tirato in ballo, state  attraversando  la zona  o l’arca interessata.  Di fatto ci sono moltissimi elementi sconosciuti su tutto quell’argomento. Il pc non ne sa veramente molto. È quella la difficoltà. In altre parole, ci sono delle cose che gli sono tremendamente sconosciute.

Nel prepchecking è stata fatta anche una piccola scoperta che riguarda il fatto che quando il pc parla in modo ambiguo, sapete che state guardando il pacchetto (quando comincia a dare spiegazioni). Fate attenzione quando il pc inizia a spiegare. A quel punto aggiungete una domanda Cosa,   o qualunque cosa emerga a quel punto. Vedete dì scoprire qual è questo argomentino scottante di cui sta parlando proprio in quel momento. Sta dando delle spiegazioni.

C’è una regola. C’è una regola che riguarda questo, riguardo al fatto di fare domande Cosa. Non ha veramente a che fare con le domande Cosa, ma vi mostrerò semplicemente di che cosa si tratta.

La prima regola è: quando il pc vi dice un motivatore, sapete  di essere su un terreno scottante  e quindi fate sempre una domanda Cosa che sia piuttosto diretta.

Dice: “Beh, mia madre mi picchiava ogni giorno”.

Mi sa che la mia domanda Cosa a quel punto sarebbe: “Cos’hai fatto a tua madre?”  Non mi perderei in giochetti inutili col suo motivatore. Non mi ci trastullerei affatto.

Il livello che viene appena al di sopra sarebbe certamente il filone più sicuro da sfruttare. Motivatore, motivatore, motivatore ..• cielo! Questo prende la domanda Cosa e praticamente ve la scrive a chiare lettere sotto il naso.

Il livello seguente che viene appena al di sopra è: la persona è critica. La persona critica qualcuno. Beh, potete darci dentro e farvi dire critiche all’infinito senza concludere mai niente. Voi volete sapere che cosa ha fatto, fatto, fatto, fatto, fatto,  fatto,  fatto,  fatto,  azione, azione,  azione. Ci  deve essere un’azione dietro al criticismo,  altrimenti non l’avremmo. Quindi il criticismo è un indicatore sicuro che c’è un overt.

Prendiamo ora in considerazione la forma più mite della cosa, cioè la spiegazione delle ragioni per cui è successo.

Il pc inizia a spiegare …  lo non lascio che il pc si dilunghi in spiegazioni senza fargli una nuova domanda  Cosa di qualche tipo. Gli farò una nuova domanda Cosa per ripulirlo.

Il pc inizia a spiegare: “Beh, la verità, in effetti, è che ero su un traghetto. Non … effettivamente non era stata mia intenzione essere sul traghetto, capisci: stavo uscendo dal parcheggio dei taxi quand’ecco che ho visto il traghetto”.

Mi sa che a quel punto gli tapperei la bocca, qualunque fosse l’argomento in discussione,  e gli farei una domanda Cosa un po’ più mirata: “Cosa stavi facendo?” Qualcosa del genere.

E lui: “Beh, oh, oh. Ah, quello!” Lo mette in guardia.

Ci sono quindi questi vari indicatori. Formano una scala graduale. Il pc vi dice un motivatore; oh,  beh, è un indicatore assolutamente sicuro e dovete farvi rivelare l’overt immediatamente, trasformare la cosa in un overt senza la minima …

La persona dice: “Beh, mia … mia madre mi picchiava ogni giorno, così, continuamente. Mi picchiava ogni giorno, e così via”.

Si va sul sicuro.  “Cos’hai  fatto  a tua madre?”  Insomma,  potrebbe essere  scritto sul modulo dell’auditor,  tanto è inevitabile.

Il punto successive è il criticismo, criticismo, criticismo. Beh, c’è un overt vero dietro a esso.

E non renderemo neanche onore all’azione di rivelare i withhold di altre persone, classificandola. Un auditor che facesse una cosa del genere, ah, perdio!  È una cosa che non rappresenta nessun pericolo; è talmente priva di pericoli che i withhold non sono withhold.  Non sono i withhold suoi. Perché fate gli stupidi trastullandovi con i withhold  di qualcun altro? Non sono le azioni del pc. Rivelare i  withhold di altre persone non rappresenta nessun pericolo, non è vero? O potrebbe rappresentarlo se loro lo scoprissero.

Poi viene la fascia delle spiegazioni. E poi c’è il withhold vero e proprio. Naturalmente, nel caso del withhold vero e proprio la persona dice: “Beh, ero solito starmene ai Giardini di Villa Borghese a buttar cubetti di porfido sul parabrezza delle automobili”, A quel punto avete la vostra domanda Cosa fatta su misura proprio sotto al naso. Poiché non è un: “Cosa  mi dici a proposito di buttar cubetti di porfido sul parabrezza delle automobili mentre sei ai Giardini di Villa Borghese il 10 luglio 1962?”, o qualcosa del genere. Non è questa la domanda. La domanda è: “Cosa mi dici a proposito di danneggiare le macchine?”  o qualcosa   del genere.  È questa la vostra  domanda Cosa. È fatta su misura, perché è il withhold.

Scendiamo un po’ a un livello inferiore e troviamo il pc che spiega qualcosa. Quindi ricaviamo la domanda  Cosa dall’insieme delle sue spiegazioni.

Dice:  “Beh,  effettivamente .•.  effettivamente…  non mi sarebbe … non mi è mai…  mai piaciuta …  piaciuta … piaciuta mia moglie; effettivamente non mi è mai piaciuta e così via. Questo è facile da capire. Io, ovviamente, ero… rientravo a casa tardi e cose del genere. ma lei non si teneva mai in ordine e non ha mai fatto niente per me in casa. Non ha mai fatto molto caso … “.

Effettivamente.  non ha detto un motivatore, non ha detto un overt. Ha solo spiegato quanto le cose andassero male. Potete semplicemente fargli tagliar corto con la sua spiegazione  e fare la vostra nuova domanda Cosa.

Vi darò un esempio tratto dalla seduta di oggi: ci sono stati due o tre momenti con delle spiegazioni, quando non stavo facendo prepchecking. Dal momento che non stavo facendo prepchecking, naturalmente non potevo arrivare alla radice della cosa. Ero handicappato perché non potevo farcì scivolare la domanda Cosa. Questo perché nel chiarire i rudimenti  evitavo  le domande  Cosa e di sicuro  non stavo  facendo prepchecking:  stavo  facendo sec checking.  Non funziona.

D’accordo.  L’indicatore  successivo   è quando  un pc diventa molto critico  di qualcosa. È molto critico  di voi,

l’audìtor.  È un caso molto speciale. Se è critico di voi, l’auditor,  voi avete mancato  un withhold e fareste  meglio a scoprire di che cosa si tratta. “Cosa avresti dovuto scoprire?”, “Quando hai pensato che io fossi uno stupido?”, qualsiasi cosa possiate menzionare che metta a nudo un withhold mancato: è a quel livello che vi fate rivelare questo specifico withhold. È il criticismo. Volete scoprire che cos’è stato fatto.

Detto per inciso, il withhold mancato sta alla base di tutte queste cose, ma potete trovare una doingness  vera e propria al punto del criticismo. Il pc dice: “Beh, io .. “, natter, natter, natter, “… effettivamente ho sempre pensato che portasse cravatte di colore sbagliato. E questo è il motivo per cui non mi piaceva”, o qualcosa del genere, ecc., ecc. Beh, ha fatto qualcosa a quella persona, o a una persona che le somigliava.  Perciò  la vostra  domanda Cosa viene fatta su misura basandosi su quello.

E poi c’è la cosa più fondamentale di tutte: il motivatore. Ragazzi, è una bandierina rossa! Vediamo di scoprire che cosa ha fatto alla fonte di quel motivatore o al tipo di beingness  della fonte di quel motivatore. Chiedetegli senza peli sulla lingua che cosa ha fatto.  In altri termini, gli fate rivelare gli overt e via dicendo.

Ora, se si esamina tutto questo come se fosse una scala, si scoprirà che il withhold viene misurato secondo il grado di pericolosità: è la sola ragione per cui vi presento questa scala. Non sto parlando di come si fanno  le domande Cosa, ma del grado di pericolosità che il pc ritiene che esista nel soggetto di rivelare il withhold.

D’accordo. Se il pc non pensa che sia molto pericoloso, ve lo rivelerà subito e direttamente. Se il pc pensa che sia un po’ pericoloso, vi fornirà delle spiegazioni su quegli aspetti marginali del punto dove potrebbe essere. Se il pc pensa che sia dannatamente pericoloso, che la faccenda sia un po’ lugubre, che sia una catena che lo porterà a un passo dalla galera, il pc diventerà critico. Vedete, entra in scena il criticismo.

E se è così pericoloso che il pc crede … Capite che sto dicendo “il pc crede”; non sto dicendo che sia reale. Il pc è arrivato al punto di vedere arrivare il cellulare sferragliante, gli agenti prendere l’ariete, sfondare la porta d’entrata, irrompere manette e ceppi  alla mano, trascinarlo  vin urlante,  nel retro  della camionetta  della pula. Qualcosa del genere.  Sono capaci  di vedere succedere una cosa del genere, se quel withhold venisse a mancare; così vi dicono un motivatore. Vi dicono sempre un motivatore. Un motivatore completo, completo, totale e al 100%.

Come si usa questa cosa? Beh, vi dà la scala graduale  e i valori di riferimento di tutti I casi. Un caso non è mal ridotto tanto quanto è pazzo. Un caso non è mal ridotto tanto quanto è aberrato. Un caso non è mal ridotto tanto  quanto alcunché: è malridotto tanto quanto pericoloso considera che sia il fatto di rivelare  se stesso.

Quindi tutti i casi si trovano su questa scala graduale,  dall’estremo superiore all’estremo inferiore. Proprio  come le domande Cosa e il grado  di pericolosità del wìthhold si trovano su quella scala graduale, allo stesso modo si trovano i casi su di essa. E la persona che morirebbe piuttosto che rivelare  se stessa è anche lei su quella  scala.

Dunque  eccoli tutti, a partire dal caso che si può audire fino a Clear in venticinque ore. Bang! Starnutite,  e la persona  è Clear.  Beh,  questa persona  non ha pensato neanche  un po’ che sarebbe pericoloso dire cose alle persone. Questo è il valore di riferimento per quel caso.

D’accordo. La persona che ci ha messo 150 ore per diventare un Clear di Routine 3, beh, non c’è molto che quella persona consideri… andrebbe bene. Parecchio facile.

C’è poi il caso con cui siamo andati avanti 200 ore trovando  soltanto una meta e un terminale. Beh, ah, ah, ah, ah, ah, quel caso ne ha delle manciate. Ha delle belle manciatine dì roba che lui pensa … lui crede che, se la rivelasse, mmmmh, se la vedrebbe  brutta. Se la vedrebbe parecchio brutta. Probabilmente perderebbe la famiglia,  perderebbe questo e quest’altro.

Poi prendiamo la persona che ha fatto 500 ore senza trovare alcuna meta, senza trovare alcun terminale, senza avere  alcun  miglioramento  e cose del genere. Sappiamo  dannatamente bene che questa persona è arrivata  vicina al punto “la polizia farebbe irruzione  attraverso la porta d’ingresso,  se si venisse a sapere di lui”.

E poi c’è il caso che veramente va al manicomio piuttosto che rivelare qualcosa.  Beh, gente. questo succede  in extremis ed è perché  la pazzia  è l’ultima  protesta contro la punizione.  “Non sono in grado di sperimentare la vostra punizione.  Non  ne sono neanche  al corrente.  Non sono nemmeno  un individuo  razionale.  Mi avete  fatto impazzire.”

Questo è un motivatore completo sull’argomento della punizione.

In che direzione  stiamo andando? A quel punto  la cosa è tutta quanta lì. È semplicemente la quantità di tempo spesa ad audire. La quantità di tempo spesa ad audire è stabilita dal pericolo che l’individuo ritiene esista a rivelare certe cose. Il pericolo a rivelare  è il valore di riferimento  diretto per la quantità di tempo spesa  ad audire.  Ecco qua.

Volete sapere quanto ci vuole a rendere  Clear qualcuno? Beh, quanto questa  persona  considera sia pericoloso rivelare certe cose?

Com’è possibile  ridurre la quantità di tempo spesa ad audire?  Beh, vi ho dato la risposta. Non fatevi rivelare i withhold non pericolosi. Semplicemente  dateci dentro e fatevi rivelare withhold veri e propri. Non perdetevi in giochetti stupidi con  questo.  E  usate il  prepchecking,  cosa che  avete  a  disposizione.  Molto bene.  Esso  toglie  dai  piedi  la pericolosità di questa vita.

Vi ho persino dato un  nuovo tipo di linea e ho apportato un leggero cambiamento alla  3D Incrociata che non permette alla  persona  di  sfuggire,  una  volta  che  avete  messo  l’item  sulla  lista.  La linea   per la  3D  Incrociata naturalmente è: “Quale  identità ti sarebbe pericoloso rivelare?” o un’espressione di  questo tipo.  Ed esse  salteranno all’occhio. E la domanda: “Quale identità non rappresenterebbe per te alcun pericolo rivelare?”, potrebbe naturalmente essere  una linea  di sollievo senza alcun  senso,  senonché ribilancerebbe la cosa e farebbe  saltare fuori l’altra.  In altre parole sarebbe solo una  linea  trabocchetto.

In altri termini  potreste trascinare alla luce queste cose e adesso sapete che cosa il pc sta facendo, quindi  diventa una  faccenda  relativamente semplice. È questo che il pc sta facendo. Quando se ne sta seduto, li di fronte a voi, lui vorrebbe rivelare se stesso. Vorrebbe rivelare questo e vorrebbe venirne  fuori, ma non sa come farlo.  E spera sempre che arrivi qualcuno e che gli faccia, nel grande gluteo, un’iniezione di fluido magico che gli permetterà di non rivelare nulla e di raggiungere in pieno lo stato di Clear.

Ogni volta  che  qualcuno  mi ha mai proposto  una cosa  del genere,  beh,  ho sempre  avuto  come una  reazione istintiva all’argomento. Adesso so perché!  Dovrei passare in esame  gli archivi e scoprire chi ha fatto quella  proposta, poiché avrei  l’elenco di alcuni  dei casi più duri con cui abbiamo  avuto a che fare. Sarebbero le persone che  vogliono diventare Clear senza rivelare niente.

Se qualcuno  va nel pallone durante il processing,  dovete  aver inciampato … dovete esservi proprio imbattuti in qualcosa.

Beh, il prepchecking lo tirerà fuori per voi. Non c’è dubbio su questo, questa è un’azione  molto,  molto  facile, perché una persona ci si infila dritta dritta. La domanda fondamentale di prepchecking che li otterrebbe tutti sarebbe naturalmente una  di quelle  domande che chiedono di “cose che sarebbe  pericoloso rivelare”.

La vostra domanda Zero sarebbe: “Hai mai fatto qualcosa che sarebbe pericoloso menzionare?”  Questa  sarebbe la vostra domanda  Zero. “Hai mai fatto qualcosa che, se ne parlassi, ti metterebbe in pericolo?” “Se rivelassi  certe cose su te stesso, ti metterebbe in pericolo?” Qualche domanda Zero di questo tipo,  vedete? Non importa come comunica al pc. Dopodiché ricavate la vostra domanda  Cosa da ciò che il pc ha detto. E poi sfruttate quel  filone fino in fondo; svuotereste tutto il bank.  Interessante.

“Senza pericolo rivelarlo”: questo è il valore di riferimento per questa cosa.

Bisogna concludere che farsi vedere con un corpo MEST, un corpo di carne e ossa, è una cosa che non rappresenta assolutamente alcun pericolo; poi ci si mette in testa che sia pericoloso e si comincia quindi a smantellarlo. La vecchiaia dev’essere questo. La vecchiaia  dev’essere questo e nient’altro. Quindi rincuoratevi, ragazze.

Se si esamina questo fatto come se fosse l’idea  della parvenza… della  parvenza. dell’apparire, dello  sparire, dell’essere  li, del non  essere lì, beh, a quel punto tutto passa  nel campo dei  fatti. Presentare il fatto è pericoloso. Trattenere il fatto apparentemente non lo è. Tutto quel che questo fa è soltanto far schiantare una  persona. Questo  è il trucco del Costruttore di corpi. Questo è il trucco di base di questo universo. E il trucco di base di questo universo è che se trattenete qualcosa, non vi danneggerà affatto. Naturalmente questa è una sporca menzogna.

Di conseguenza  a tutti vien fatto trattenere qualcosa. Vengono inventati codici legali e cose del genere, e tutto questo è inteso a fare in modo che tutti trattengano qualcosa. e quindi… quindi il thetan inizia a condensare massa e a occupare meno spazio. Occupa sempre meno spazio e riesce a permeare sempre meno cose, e alla fine eccolo qui. È sicuro di avere la vittoria in tasca. Sì, ma, chi ha la vittoria in tasca?

Naturalmente questo è un gioco in cui nessuno vince. Scientology è il solo gioco in cui tutti vincono.

Ecco che cosa vi rivela la presenza di withhold. Ecco di che cosa si tratta. Quella è la ragione per cui il pc non vuole parlarvi. Quella è la ragione  per cui il pc rivela ciò che rivela. Quella è la ragione per cui a volte sembrate molto sciocchi quando scrivete: “li withhold del pc è che ha un dito del piede deforme” e quella è la ragione per cui, dopo aver fatto Prepcheck sul dito deforme per cinque o sei sedute, il pc non ha sperimentato nessun miglioramento.

Capite? Capite adesso come questo potrebbe funzionare? Chiarisce qualcosa per voi?

Potreste usare questo principio, ma se ve lo dico, lo sfrutterete fino all’ultimo; invece di usarlo come domanda Zero, potete passare all’estremo opposto e non dovete sfruttarlo fino all’ultimo.

“A chi sarebbe stato pericoloso rivelarlo?” potrebbe essere una versione della domanda Chi. Vi succede di finire su una linea scottante  e la persona parla di aver rapinato ciascun ristorante di Milano; ha praticamente rapinato ogni ristorante a Milano e via dicendo; continua a parlarne e sembra che tu non riesca a ripulire questa cosa. La domanda Chi che la ripulirà è: “A chi sarebbe stato pericoloso dirlo?” e “Chi non l’ha scoperto?”

Ovviamente dirà: “Beh, i proprietari dei ristoranti”. Per tutto questo tempo ha detto “i propretari dei ristoranti”, poi a un tratto vi guarda e dice: “Beh, d’accordo. la polizia”.

“D’accordo,  Quand’è che hanno mancato di scoprirlo?” Ci facciamo dire il resto della catena ed essa sparisce. Vedete come funziona?

Ecco la scala graduale che misura il valore dei withhold per il pc. Richiamo  rigorosamente la vostra attenzione al fatto che ho detto che il pc “crede” che sarebbe pericoloso. Questa  è la cosa più interessante: “crede” che sarebbe pericoloso.

 Penso  che il crimine che avete commesso … penso che probabilmente abbiano finito i testimoni. Non penso che il governo  spenderebbe un centesimo  a cercare di scovare  abbastanza testimoni  o  persino  a trovare  le  pratiche  per  intraprendere un’azione legale contro di voi e via dicendo, specialmente se si trattava di un vero crimine. Al governo interessano i crimini  minori  molto più dei crimini veri.

L’essenza della situazione tuttavia è che una cosetta come quella s’aggiunge ad altre cosette, poi qualcos’altro s’aggiunge a quello e improvvisamente  la persona crede che sia molto pericoloso mettere  il naso  fuori casa. Non ci riesce! Non riesce a uscire! Ecco il vostro “non posso uscire”.  Cose orribili possono succedere a questa persona se esce: rischia di essere riconosciuta come colui che ha commesso l’omicidio; il punto è che soltanto lui pensa in qualche vago modo che forse può avere commesso un omicidio, il che è molto interessante.

Ci sono pochissime  cose di questo tipo sulla traccia passata che sono scottanti, ma ogni caso deve averne alcune.

Improvvisamente dite: “Oddio! Scommetto che mi stanno ancora aspettando, scommetto che mi stanno ancora cercando da qualche parte”. Rischiano di rizzarsi i capelli in testa al pc, per un momento, se c’imbattiamo in una di queste cose. Improvvisamente dice: “Beh, è assurdo. È successo molto tempo fa. Molto, molto te … Mi domando se mi stanno ancora cercando!”

Questo si applica tanto alla Routine 3D Incrociata quanto al prepchecking, ma è più evidente quando usate il prepchecking.  È lì  che dovreste  usarlo. Non è che diventerò  antipatico o cattivo con voi, o qualcosa del genere. Semplicemente proibirò a chiunque di farvi rivelare withhold se sentirò ancora di sedute spese con un: “L’altra sera sono uscito, ho guardato il cielo e mi sono sentito strano”, Non cercherei neppure di capirci qualcosa, a parte il fatto di capire che il pc ha qualche area scottante da qualche parte e che ha appena cercato di sviarmi alla grande su una bella pista falsa e fangosa. E siccome non mi piacciono le piste false, lascio semplicemente perdere.

Ci sono certi withhold che lasciate passare. Li lasciate passare e basta. Non muovete un dito con essi. Ce ne sono invece di  quelli a  cui  restate  abbarbicati  fino alla  morte,  finché   sono  stati  completamente  rivelati.   Dovete semplicemente  imparare quali sono.  Il punto  di riferimento da usare è che cosa il pc considera pericoloso rivelare. Questo sbroglia l’intero problema per voi.

Grazie.

 

Definizioni utili:

Prepcheck: un procedimento sviluppato nel 1962 come un modo di pulire un caso per percorrere la Routine 3D Incrociata. Il proposito del prepcheck era aggirare le difficoltà che un auditor incontrava nel “variare la domanda” quando cercava di farsi dire i withhold (chiamato in seguito prepchecking col sistema dei withhold). Dal luglio del 1962 fu sviluppato ulteriormente e cominciò a servirsi di comandi ripetitivi. E i compiti che diedi erano, uno: diedi ad un auditor una lista di domande, domande di Prepcheck da rendere pulite con un preclear e diedi a un altro auditor una lista di domande che erano già state poste, per verificare se reagivano ancora o no. – Dati sull’E-Meter: read istantanee, prima parte (24 maggio 1962)

Routine 3D Incrociata: 1. un procedimento che si indirizzanalla massa da problemi sugli scopi. (SH Spec. 137, 24 aprile 1962) 2. perchè diciamo incrociata? Perchè si va da un canale all’altro e viceversa. Cosa intendiamo per canale? Intendiamo ciò che il prechiaro è stato e ciò a cui il pc si è opposto (SH Spec. 202A, 23 ottobre 1962)

 

 

20 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Nuovi Attest

rising-sun

Ecco qui, fresche fresche, due magnifiche Storie di Successo

ottenute nel campo indipendente italiano,

due completamenti di OT 1.

Grazie di averle volute condividere con noi!

Ora ho attestato OT 1,

SONO PROPRIO FELICE. Continuavo a chiedermi, mentre mi stavo audendo, ma quando e come arrivo all’EP ? Chissà che cosa devo passare; in realtà, proprio mentre scrivo, mi son venute in mente le parole del nostro grande amico ( tradito da tanti ) RON : “Io ho cercato di rendere semplice il tutto, mantenetelo semplice “( non facile). Grazie RON, eppure ci casco ogni tanto a complicarmi la vita che, per altro, a me piace e andando avanti sui Livelli OT so che mi piacerà ancora di più. Sebbene sappia già che devo aumentare il mio livello di responsabilità, anche per tutta la gente che ho visto. Va bene così.

Grazie tante

L

Fare OT 1 è stato affascinante, mi sono inoltrato nel Regno della Spiritualità, il mondo che poche persone riescono a percepire. Ho appreso dati che senza Scientology non avrei mai arrivato ad avere e che sono essenziali per poter capire la Vita e che quindi non hanno prezzo. Poi nell’ultima seduta ho realizzato che cosa sono io veramente e questa realizzazione mi ha profondamente impressionato.

R.

 

59 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Un successo di Billy

cage-escape

Ora mi sa che dovrai cambiare il nick name,

la gabbia (cage) si è aperta, anzi si è spalancata,

complimenti e buon proseguimento caro Billy!

 

Ho attestato il Grado 4, oserei dire che ci siamo presi a testate.
Passarci attraverso non è stato per niente semplice ne nessuno con un minimo di dati e intuizione si aspetta che lo sia.
Ad ogni seduta il mio auditor guidava un camion tra i tornanti ed io dal finestrino a dar di stomaco dalla nausea rassicurato che alla guida comunque ci fosse lui e poi giunti da qualche parte era roba da minatori, picconate nel granito alla ricerca di una vena promettente.
Guccini cantava” Ma se io avessi previsto tutto questo….forse farei lo stesso” Si lo rifarei.
Insomma autolesionismo produttivo , hai veramente a che fare con il “mostro” insidioso e invisibile dalle molteplici teste i “service fac” una nostra invenzione , un robot, che poi ci domina sottraendosi facilmente al nostro controllo e solo il setaccio ripetuto dell’auditing riesce ad individuare ed isolare.
O almeno così speravo, credevo, pensavo, mi aspettavo ma durante tutta la ricerca che si stava dilatando oltre ogni mia previsione tutto quello che portavo alla luce non mi dava sollievo nonostante fossero contenuti di valore: Un campionario di atteggiamenti e debolezze confezionati ad uso e consumo e all’occorrenza sempre pronti.
Cominciavo seriamente a scoraggiarmi, ho sempre avuto fiducia nell’auditing ma si insinuava in me l’idea che per qualche motivo non riuscivo a sbloccare la situazione, sentivo un tappo che volevo liberare ma non ci riuscivo.
Ero lì li per sbattere le lattine sul tavolo, ringraziare il mio auditor e salutarlo con un arrivederci a data indeterminata. Lui ha intuito il mio scoramento e consultatosi con il CS hanno deciso per una lista di riparazione che ha avuto il merito di liberare un whithhold ( che reputavo di nessuna importanza)
di un turbamento per una notizia avuta poche ore prima.
Soggetto a tutte queste simultanee pressioni in pt il tappo si è liberato, ha avuto bisogno di problemi reali, il mio senso di sconfitta e il turbamento che hanno dato il colpo finale al lavoro di mesi.
Come per magia dal niente è apparsa alla soglia della mia consapevolezza tutta la verità nell’ammettere che ero io a decidere se abitare quella terra di nessuno che è il bank, un non luogo dove vi è confusione e sofferenza, indefinito disagio, incompletezza di intenti e tanta amara rassegnazione e così lo conoscevo da sempre.
È stato un lampo brevissimo, spontaneo, inaspettato e formidabile che metteva nelle mie mani, l’ho avvertito come azione non come concetto, l’abilità di scegliere da quale parte della linea stare.
Con uno scarto potevo varcare un confine tra l’oscurità o la luce, tra essere e non essere come lo avevo fatto per la prima volta chissà dove e quanto tempo fa.
Con questo voglio dire che probabilmente ho silurato il mio primo service fac che mi induceva a ripiegare comodamente nel bank quando non ero più in grado di far fronte al presente.
Una verità dalla semplicità disarmante che diventa tua solo quando la vedi
nella sua naturale dimensione.
Il bank può diventare un universo e ci caschi dentro senza accorgertene ma per sua sfortuna io me ne sono accorto.
Oggi un po’ temo questo potere, non di esercitarlo ma di perderlo, di non essere all’altezza di sostenere tutta questa autodeterminazione .
‘Ma se io avessi previsto tutto questo……” No non potevo prevederlo.
Ti senti vergine e nuovo alla vita è esaltante e temi una ricaduta, abiti qualcosa di diverso da quello a cui eri abituato, sei stupito e disorientato ma per niente vorresti perderlo.
Ti dici che forse sei a una svolta e dopo quella tutto è diverso, ridi e piangi per te e tutta l’umanità fatta a pezzi e ignorante di sé.
E ringraziare per questo privilegio chi sai tu. Difficile da credere, difficile quanto bello.
All’inizio del mio ponte ho perso il mio cane e per la sua mia sofferenza giurai che non mi sarei mai fermato.
A lui dedico questo G4.
Il prezzo della libertà è la responsabilità, ma è un affare, perché la libertà non ha prezzo.”
Hugh Downs

27 commenti

Archiviato in Casa Minelli

La natura dei Withhold seconda parte

lrh-rose

 

Le difficoltà che abbiamo,  sono dovute al fatto che un withhold mancato è un sapere a metà. Evidentemente, nulla è più doloroso di questo per una persona: dover trattenere qualcosa che non deve più trattenere. Voi non ne siete al corrente, perciò deve trattenerlo, ma ora sa di doverlo trattenere perché non ne siete al corrente.

Vedete, il meccanismo di questa cosa è molto logico. Di fatto è molto logico. Deve continuare a trattenerlo perché non ne siete ancora al corrente ed è molto arduo dover continuare a trattenerlo perché è un sapere a metà.

Voi non lo sapete ancora e non l’avete scoperto, ma lui l’ha scoperto; solo che non è stato in grado di comunicarlo, quindi avete un withhold consapevole e l’individuo va praticamente a pezzi a causa di ciò, a causa di un sapere a metà.

Capite, se ne deve andare in giro, trattenendo questo a livello consapevole. Nessuno a cui dirlo, nessuno altro a cui rivelarlo; di conseguenza non c’è alcun altro sapere a cui paragonarlo.  Quindi non verrà duplicato e perciò non sparirà.  A quel punto diventa un terminale singolo e così non c’è duplicazione  della cosa  da parte di nessun altro terminale. Non essendoci alcuna  duplicazione in nessun altro  terminale …  naturalmente  sa, tramite  duplicazione perfetta, che nulla sparirà a meno che venga duplicato, e conosce tutti meccanismi che i thetan sono stati molto, molto scaltri, molto, molto scaltri a escogitare. Di conseguenza  c’è un withhold mancato che turba il pc.

Un withhold mancato e il pc di botto vi salterà alla gola. Gna, gna, gna, gn«, gn, gn, gn, gn, gn. Ecco il livello della Scala del tono di un pc al quale un withhold è stato mancato.

Ora,  quando usate male un E-Meter in un’organizzazione,  tutti saltano alla gola di tutti quanti. Tutti hanno mancato withhold a tutti quanti, perciò il tono dell’organizzazione è “Gna, gna, gna, gna, gna, gna, gna, gna”.  Ecco tutto, vedete? E, perbacco, forse un giorno riuscirò ad insegnarvelo.

Tuttavia, fino al momento in cui non vi imbatterete in questo fenomeno voi stessi, non ne sarete consapevoli. Un giorno sarete li come auditor e il pc dirà: “Gna, gna, gna, gna, gna, gna, gna, gna, hai fatto questo e hai fatto quest’altro”. Diventerete abbastanza scaltri da cercare il withhold mancato. Poi, tutto ad un tratto il pc lo tira fuori e dice: “Beh, per che cosa eri furioso? Per che cosa ero furioso? Che cos’era tutta quella faccenda? Non c’è niente. Niente che dia fastidio”. Pensate: “Che cretino che sei!” Naturalmente la cosa per cui vi sentite maggiormente cretini è la dimensione del withhold che avete mancato.

State  ancora  cercando  la  qualità. Il withhold  mancato potrebbe  consistere  nel fatto  che  il pc aveva pensato che l’E-Meter fosse splendente. Non ve l’aveva detto e i rudimenti sono andati out. Quello è un withhold mancato. E in men che non si dica vi ritrovate con una rottura di ARC.

Ricordate che tanto. tanto, tanto tempo fa vi dissi che ci vuole circa un’ora e mezza prima che una rottura di ARC raggiunga dimensioni considerevoli in seduta. Beh, adesso abbiamo scoperto perché: è di solito il withhold mancato, i primi withhold mancati all’inizio della seduta … non durante il rudimento sui withhold d’inizio seduta, ma quando il pc si siede e dice: “Beh, spero che tutto andrà bene” e non lo dice all’auditor.

Vedete, ha un’apprensione per quanto riguarda la seduta, non ne parla all’auditor e l’auditor non la coglie. Dopo mezz’ora, un’ora oppure un’ora e mezza più tardi, avete un pc che si ritrova in un pasticcio pauroso e vuole battersela, poiché a quel withhold se ne aggiunge un altro subito dopo. Non devono per forza essere witbhold seri. Il pc siede lì e pensa: “Come vorrei fumarmi una sigaretta” e non lo dice all’auditor. Quello è un withhold. Il  pc sa che deve essere in comunicazione con l’auditor e non è in comunicazione con l’auditor su quel punto.

E poi si chiede che ora è, ma non lo dice all’auditor. Si chiede quale sarà il comando  successivo, ma non lo dice all’auditor. Tutti questi granellini di sabbia s’accumulano  fino a formare il deserto del Sahara, col pc a un capo di esso e l’auditor all’altro, e cannonate in entrambe le direzioni.

Vedete come s’ingrandisce? Non è la qualità del withhold, è il fatto che esista. Ora, strano a dirsi, il pc non è consapevole di questi withhold quando li pensa. Dovete far sì che si concentri un po’ per ricordarseli. In altri termini, sono scivolati via e gli sono più o meno sconosciuti. Se vi assicurate di continuare a trovarli, quelli e basta, mentre fate l’assessment della lista, i rudimenti rimarranno in.

Un’invalidazione di solito indica la presenza di un withhold. Quindi potete chiedere se ci sono invalidazioni e poi chiedere se ci sono withhold, come metodo molto proficuo di ottenere ambo  i lati della medaglia.

Se volete far sì che una seduta rimanga pulita e che l’ago dia read durante tutta un’azione di verifica di sicurezza, dovete continuamente esaminare quest’unico punto:  il pc ha invalidato qualcosa e sta  trattenendo qualcosa? Questi sono un’accoppiata, i gemelli della verifica di sicurezza, degli assessment e del nulling. Invalidare e trattenere, Queste due cose vanno a braccetto, di pari passo. Invalidazione,  withhold.

Il comun denominatore di ogni rudimento out è il withhold. Quello è il comun denominatore  di ogni rudimento out. Problema del tempo presente? D’accordo. Beh, ha withhold nei confronti di qualcuno o non avrebbe problemi con quella persona. Potete chiedere: “Beh, qual è il withhold nei confronti di tua moglie?” e vedere il problema  del tempo presente svanire in fumo. D’accordo. Il pc ha una rottura di ARC nei tuoi confronti; ebbene, il pc sta per forza trattenendo qualcosa da te, poco importa quanto minuscola sia. Quindi è quello il comun denominatore di tutti i rudimenti. Indipendentemente da quale sia il rudimento out, un withhold sta alla base di esso, il che include, naturalmente, i rudimenti sui withhold. Quello riguarda i withhold in modo più serio. È comunque il withhold mancaTo, però, che vi causa difficoltà in seduta.

Il withhold mancato sta alla base della rottura di ARC. Il withhold mancato sta alla base di tutti turbamenti con l’auditor, tranne in un caso, che dovrei ricordarvi: quando fate una seduta per amor della forma e non per il pc. Quando non state audendo il pc che vi sta  davanti,  ma state facendo una seduta per amor della forma, siete venuti meno al Codice dell’auditor smettendo di essere in comunicazione con il pc, e avete causato al pc un withhold involontario per tutta la durata della seduta.

Ricordate  che  avevo  diviso in categorie i  withhold che il pc ha con  voi,  ovvero  quelli intenzionali e quelli involontari, e via dicendo? Vedete, un pc che non è in grado di parlare all’auditor ha un withhold involontario, che è purtuttavia un withhold e causa una rottura di ARC con  l’auditor. Questa è la ragione per cui difficoltà a parlare all’auditor provocano rotture di ARC. È perché provocano un withhold involontario da parte del pc.

Ecco li il pc. Cerca di dire qualcosa all’auditor. Quando cerca di dire qualcosa all’audìtor, si scopre incapace di farlo perché l’auditor non lo sta ad ascoltare,  non gli dà un riconoscimento, non smette di fare ciò che sta facendo in maniera ossessiva, qualunque cosa sia, non presta ascolto a niente di quello che il pc ha da dirgli, e all’improvviso il pc, confusamente (di fatto non si oppone mai in modo veramente consapevole) se ne rende comunque  conto, in modo reattivo, e reagisce a causa di un withhold, perché sta trattenendo in maniera involontaria.

Beh, vi darò un’idea di withhold involontario. Avete mai trattenuto qualcosa involontariamente? Vedete? Non è intenzionale. Non potevate essere lì. Pensate al fatto di non essere stati a casa per Natale perché dovevate lavorare. Dovevate lavorare o qualcosa del genere. Era quindi involontario.

Quando qualcuno non dà ascolto a ciò che voi gli state dicendo, vi viene naturalmente causato  un withhold involontario.

I bambini hanno rotture di ARC e diventano adolescenti  lungo un’unica curva di withhold involontari.  I miei bambini stanno  benone poiché spacco la testa a chiunque non dia loro un riconoscimento.  Su,  non mettiamoli in una situazione di withhold  involontari.  A dire il vero, penso che li abbiate visti in giro. Sono molto franchi e assai educati, di solito. E non hanno rotture di ARC con la gente, questo è certo.

Beh, pensateci un po’. (Non sto cercando di elevare i miei bambini a esempi di virtù, ma direi che sono al di sopra della media sotto un certo aspetto.  Direi che i miei due ragazzini riescono a dissotterrare più lombrichi di chiunque altro.) Un bambino arriva e dice: “Mamma, mamma! Posso uscire? Mamma! Posso uscire?” E la mamma continua a sferruzzare  o qualunque cosa stia facendo, e non dice una benedetta parola al bambino, sapete?  Molto presto il bambino comincia ad avere la sensazione  di essere  furioso con  lei e spacca  sul pavimento la teiera preferita della mamma.

Quasi tutti i danni causati dai bambini sono interamente dovuti al fatto che sono stati loro imposti dei withhold involontari. È quello il meccanismo delle rotture di ARC esistenti tra i bambini. Immagino che le scuole Steiner e altre sarebbero molto contente di conoscere questo fatto.

Avete capito, allora? Avete capito questo punto? Laddove il pc è in una situazione  di withhold involontario, reagisce come se avesse una rottura  di  ARC.  Vedete, alla base  di  una rottura  di AllC c’è  una  mancanza  di comunicazione.

Beh, è una cosa più seria di una semplice mancanza di comunicazione, perché potete ignorare un albero per delle ore e potrebbe esserci un albero che ignori voi per delle ore senza che vi infuriate con esso.

Perché un withhold  abbia luogo,  dev’essere presente l’intenzione  di comunicare. Questo è un altro elemento riguardo ai withhold che dovreste riconoscere: un’intenzione di protendersi prima di doversi trattenere. In altri termini, l’intenzione di comunicare deve esistere prima che si possa verificare una rottura di ARC.

Molto bene. Se le cose stanno così … se le cose stanno così. .. un pc che è audito da qualcuno che non è in comunicazione con lui, ha un withhold involontario continuo, che nondimeno è un withhold e causerà una rottura di ARC.

Ora, non significa che l’auditor debba fare i salti mortali per il pc, ma vorrei farvi presente una cosa : questo rientra anche nella categoria delle verifiche di sicurezza e dei withhold, e via dicendo. Quel qualcosa è questo: tutte le sedute sono fatte dall’auditor per il pc. La seduta che fate è per quel pc e per nessun altro al mondo. Non è per gli istruttori, non è per le persone che leggeranno il rapporto dell’auditor o per il D of P o chiunque  altro. La seduta non è per nessun altro al mondo, se non per il pc che è seduto su quella sedia. È la sua seduta.

Alcuni  di  voi, che stanno addestrando degli auditor a Washington,  in  Sud Africa  e in Australia, possono martellarli usando esattamente quell’osservazione, perché scoprirete che ogni volta un sacco di difficoltà, ogni volta in cui incontrate un sacco di difficoltà con un pc nell’org, la ragione è che il pc non ha alcuna idea che la seduta è per lui e potreste avere un auditor che non sta facendo nessun tipo di seduta per quel pc.

L’auditor la sta facendo per qualche altra ragione. La sta facendo come per fare un rituale. La sta facendo per fare piacere al D of P. La sta  facendo perché gli è stato detto dì farlo. La sta facendo perché gli è stato insegnato in Accademia di farlo.

Una delle cose che potreste fare quando addestrate gli auditor è chieder loro di compilare una lunga lista di tutte le ragioni per cui fanno una seduta.

Perché stai facendo quella seduta? È probabile  che vi facciano una lista incredibilmente lunga e da nessuna parte in essa, vedete, appare che fanno la seduta per il pc e che il motivo è perché il pc è lì per essere audito. È probabile che non venga loro in mente. Gli auditor che incontrano difficoltà mancheranno sempre di vedere quel punto. Sempre.

Di fatto, se un auditor padroneggia  anche solo quell’unico  punto, quell’unico punto, potrà essere un disastro nella tecnologia, ma  i   pc staranno  bene,  penseranno  che  sia  un  auditor  fantastico  e  manderanno  telegrammi all’organizzazione per prenotarlo. E voi dite: Mah, no. Sai, stavamo per rimandarlo in Accademia”. Costui, però,fa veramente una seduta per il pc. Vedete? La seduta è del pc e di nessun altro. È fatta dall’auditor, come ogni seduta, ma è fatta per il pc. La seduta appartiene al pc. Non è la seduta dell’auditor. La seduta è del pc.

Se siete in grado di padroneggiare quel punto così stranamente peculiare, per quanto semplice possa sembrare, avrete la meglio sulla maggior parte delle vostre difficoltà in auditing e anche, detto per inciso, sull’antipatia che avete per l’auditing, ogniqualvolta si presenti. Non c’è niente che dia più soddisfazione che fare una seduta per il pc che state audendo in quel momento. T’impedisce di diventare troppo teso. Oh, la vostra attenzione è diretta al pc. Il pc è di solito molto contento e procede  dritto,  tacchete,  tacchete,  tacchete,  tacchete. Voi mietete allori a destra  e  a manca e dite: “Caspita! È stata una buona seduta, sapete?”

Poi la controllate e scoprite che avete mancato tre dei rudimenti finali, vedete, e che avete fatto una frittata. Non avete neanche trovato un item. Tre sedute e non avete ancora trovato l’item,

Se doveste esaminare la cosa da un punto di vista tecnico, non sareste assolutamente in grado di trovare alcuna ragione per cui è stata una seduta tanto soddisfacente. Beh, vedete, potreste mettere da un canto tutta la tecnologia e la forma, e mantenere quell’unico punto e scoprireste quanto è affascinante che quell’unico punto funzioni così bene.

Ora,  se vi mantenete  su quei binari, cioè buona tecnologia e buona forma …  wow!  Vedete?  Voi…  Bang!  I pc progrediscono come razzi. Dritti filati su per la Scala del tono. Ed ecco l’anatomia di una seduta. Se volete che vada liscia da un punto di vista tecnico, continuate a far sì che quei withhold vengano tirati fuori e non causate al pc una restimolazione di tutte le. azioni indesiderabili.

Ecco che cosa succede. Il pc sente che sta trattenendo qualcosa. Non importa se è un withhold intenzionale o involontario. Il fatto che stia trattenendo qualcosa restimola il fatto che sta trattenendo qualcosa, capite? Non si tratta del withhold di quel momento, è il withhold che sta  dietro il withhold di quel momento,  che è restimolato.  E quel withhold, naturalmente, è il withhold  di un’azione indesiderabile. Perciò il fatto che stia trattenendo qualcosa provoca la restimolazione di un withhold.

Quel withhold, essendo in restimolazione, potrebbe essere un withhold che il pc non è riuscito a trattenere con successo, ed è cosi vicino alla linea di demarcazione che provoca immediatamente un’azione ossessiva. E il pc si ritrova nell’orribile  posizione in cui si dedica ad azioni che lui sa che sono rimproverabili, ed è incapace di frenarsi dall’agire. E si chiede come diavolo ha fatto a cacciarsi in questa condizione.

Eccolo rivolgersi a questo auditor così gentile, dicendo: “Beh tu, rinnegato, tu … tu … tu … tu schiappa.  Dove hai imparato ad audire? Dovresti essere fucilato. Dovresti essere impiccato. Dovresti esser messo contro un  muro e fulminato”. Diventa confuso, vedete? E si ritrova a dire queste cose ed è incapace di smettere di dirle.

Beh, come mai si è ridotto a fare queste cose? Perché si sente molto male a farle, quando le fa, sapete?

Si trova in una posizione … vi siete scontrati con qualcosa di molto scottante nel bank e lui è nella posizione di dover andare a Times Square e togliersi tutti i vestiti. E non vuole farlo. Voi avete però inavvertitamente restimolato il fatto che deve trattenersi dall’andare a Times Square e togliersi tutti i vestiti,  quindi queste significa che lui è obbligato ad andare a Tirncs Square a togliersi tutti i vestiti.

Non vuole farlo, quindi il suo potere di scelta è sopraffatto. E voi, permettendo che abbia un withhold durante la seduta o mancando  un withhold su di lui (adesso sto parlando di un withhold di seduta, non di un withhold nella vita, vedete),  permettendo che abbia un withhold di seduta  e non tenendolo pulito,  rischiate di ricascare  in quest’altro percorso. Voi ci finite dentro e lui deve andare a Times Square a togliersi i vestiti. Non riesce proprio ad impedire a se stesso di farlo, capite? Lui stesso si stupisce di sé.

È una cosa molto buffa. Le persone che fanno cose del genere sono le più stupite di tutte, sapete? Sono più stupite di chiunque altro. Dicono: “Ma che cosa sto facendo?” proprio mentre lo stanno facendo, È incredibile.

Quindi vedete che  il fatto di mettere un pc nella situazione da withhold involontario  in cui è incapace  dì comunicare a te come auditor… Non è la sua seduta: lui è solo un estraneo. È semplicemente capitato lì per caso mentre facevate la seduta.  È un estraneo a tutta la faccenda. Probabilmente si trova lì per compilare la  dichiarazione dei redditi o per qualche altro scopo. Oppure sta tenendo ferma la sedia, così che la forza di gravità non la faccia scivolare.

Lui, però, non ha niente a che vedere con la seduta. Niente a che vedere con lui. Niente di quello che l’auditor dice ha a che vedere con il pc. Vedete? E di tanto in tanto il pc si ritrova ad essere più che mai preso di sorpresa, si scuote improvvisamente  e dice  qualcosa  alJ’auditor.  Non si rende conto  che questa condizione esiste  finché cerca di dire qualcosa all’auditor. Dice qualcosa all’auditor tipo: “Fa caldo qui dentro”, cerca di dirgli questo. “Fa un caldo infernale qua dentro, sai?”

L’auditor sta facendo il nulling della  lista e dice: “Un  analizzatore di categoria. Un analizzatore dì categoria. Un analizzatore di categoria”.

E il pc: “Fa un caldo infernale qua dentro”.

L’auditor continua a dire: “Una faglia di mica. Una faglia di mica. Una faglia dì mica”.

E il pc: “Fa caldo qui dentro, sai? Fa caldo”.

L’auditor continua a dire: “D’accordo. Antilope d’acqua. Antilope d’acqua. Antilope d’acqua”.

E quel che succede è … la meccanica della cosa è che il pc prende consapevolezza del fatto che non può comunicare con l’auditor. Ciò equivale a questo fatto,  e cioè  che  secondo lui  sta  sicuramente  trattenendo qualcosa all’auditor,

Vedete quant’è sciocca questa cosa? Purtuttavia equivale a quel fatto. Perché ricordatevi che siete alle prese con un bank reattivo la cui struttura  si basa sull’azione ossessiva e sul withhold, vedete?

Perciò il fatto che  non stia comunicando  significa che, sicuramente,  si  sta trattenendo, il che  riattizza un withhold nel bank reattivo, e Dio salvi l’auditor se quel withhold nel bank reattivo innesca l’azione indesiderata. Perché il pc rischia di fare qualsiasi cosa, proprio qualsiasi cosa.

Ed ecco come avvengono  i blow, ecco come avvengono i rimproveri, ecco come avvengono i turbamenti, ecco come avviene che i pc vi dicano delle cose incredibili. Vedete? È così che avvengono tutte quelle cose. Withhold involontario.

Quindi eviterete l’intero meccanismo, se non passa mai per la testa del pc che sta trattenendo alcunché. Se ciò fosse instaurato con sufficiente accuratezza, in realtà, lui potrebbe trattenere qualcosina senza riattizzare alcunché. Perché è la sua seduta e lui è in comunicazione  con l’auditor, Si rende conto che se lo dicesse, l’auditor lo udirebbe.

Il TR 4, da un punto di vista di tenere qualcuno in seduta, è naturalmente il TR più importante. Il TR O è il più importante dal punto di vista dell’auditor e il TR 4  è  il più importante dal punto di vista del pc. Non potete assolutamente fare una seduta senza TR O,  ma il pc vede momenti in cui il TR 4 viene violato con la violenza di un razzo, barili di pece in fiamme e il Parlamento che salta in aria. TR 4 … “Oh. quest’auditor non sa occuparsi del TR 4”.

Beh, il modo di occuparsi del TR 4 è di occuparsene in anticipo e semplicemente dare la seduta al pc, vedete? Perché è la sua seduta. È la sua seduta. È per il pc in particolare.

D’accordo.  Ora,  ne]  campo  delle verifiche di sicurezza…  nel campo  delle verifiche  di sicurezza, ciò  che fondamentalmente  state  cercando di fare  è di far uscire,  oppure  scoprire, tanto le azioni indesiderabili  che  il  pc considera tali, quanto i withhold che le frenano.  Perciò tirate fuori il withhold facendo sparire la confusione precedente. E quando state  facendo  verifiche  dì sicurezza vi state  occupando  della confusione precedente  e del  punto immobile: il problema.

In questo caso, però, il problema è lì solo a metà. Si tratta  del wìthhold, perciò scompare molto facilmente. La confusione precedente e il withhold, dunque. E tutto ciò che dovrete fare è raggiungere il punto che si trova al di sotto del withho]d per ottenere la confusione  precedente ad esso. “Che cosa hai fatto?”, dite voi. “Che  cosa  hai fatto?” Dev’essere qualche impulso del pc, perché il pc è l’unica persona che è lì. Alcune persone che danno ascolto a ciò che le scuole superiori hanno fatto al pc o a ciò che è stato detto al pc, non hanno tenuto conto di una cosa: le superiori non sono presenti nella stanza di auditing. Veramente non sono lì, onde per cui non possono essere audite. È ciò che fa il pc, che state audendo, capite?

Dunque,  quello che il pc ha emesso e che  non voleva emettere;  ciò che il pc ha trattenuto e che non voleva trattenere, sono i punti principali verso i quali dirigere la vostra azione e il vostro interesse. “Che cosa hai fatto?” libera il non-fare, capite?

L’anatomia di un withhold è: azione indesiderabile fatta, azione indesiderabile arrestata, criticismo. Il tipo dice: “Sono turbato. Non devo dire niente a nessuno. Non devo parlarne eccetera eccetera. Quei bastardi sono dei cani. Non devo dir loro niente. Sono una manica di cagnacci. Son davvero dei buoni a nulla e non devo dir niente della cosa, perché potrei subire qualche azione indesiderabile. Perché se scoprissero dei momenti in cui ho sbagliato … perché se dicessi qualcosa sarebbe terribile e butterebbe all’aria tutto. Quindi sarà meglio che faccia bene attenzione a non dir niente e così via. E non dico nulla”.

La maggior parte delle persone, quando vi racconta  pettegolezzi, li introduce dicendo: “Non è mia intenzione criticare”, o: “Non desidero dire nulla di cattivo”, oppure: “Non voglio mettere Gìannì nei guai”, o cose di questo genere. Mettono sempre un’introduzione alla cosa e poi attaccano: “Critica, critica, critica, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac, gnac”. E vi trovate di fronte alla produzione, in effetti, alla produzione ciel flusso uscente non desiderabile che si trova alla base di tutto ed è schiacciata contro quest’altra cosa, e funziona come la batteria di un motore. Vi ritrovate tutto quell’entheta che evapora dalla cima di essa.

Il tale non è in grado di protendersi e non è in grado di trattenersi, però è in grado di criticare. L’altro giorno avevate un bollettino per il quale c’è una piccola correzione. Dice: “Ignorate tutti i pensieri cattivi”. Effettivamente  non  è  preciso. C’è un piccolo punto  a questo proposito:  voi usate i  pensieri cattivi,  le  affermazioni critiche, e via dicendo, per scoprire l’overt. Sono un indicatore sicuro.

“Beh”, dite a questa persona: “qual è il tuo pensiero cattivo?” Ti dicono qual è il pensiero cattivo. “Hai mai avuto pensieri cattivi su Beppe?” “Oh, d’accordo. Sì, ho avuto pensieri cattivi su Beppe.” “Molto bene. Che cosa hai fatto a Beppe?”

Bang! Ce l’hanno. Vedete?

È come il filo d’Arianna. Vi condurrà dritti fino in fondo. Quindi non li tirate fuori. Non spendete cinque ore a tirar fuori pensieri cattivi, stupidi che siete – questa è l’esclamazione che viene in mente a un Istruttore quando vede qualcuno fare una cosa del genere. Il tipo ha speso cinque ore a lavorare, a sudare e così via,  per tirar fuori tutti i pensieri cattivi sulla moglie. capite?  Quando  arriva alla fine, il suo istruttore  pensa in  modo quasi ossessivo: “Che crudele… che stupido!” perché sono quattro ore e cinquantanove minuti buttati completamente al vento.

Un minuto di criticismo sulla moglie  è tutto quel che volete. È un cesto di pesce bello pieno. Non c’è più spazio sul camion. Quel che fate dopo quel minuto è giungere alla conclusione che il pc ha fatto qualcosa. Se c’è criticismo, alla base di esso ci dev’essere un’azione fatta  che sta venendo trattenuta.  Altrimenti  questo motore non entrerebbe in funzione.                                                                                                                                                              Quindi la  persona  dice:  “Veramente,   veramente…”  Non è  necessario    che  abbia la  caratteristica  di un motivatore …  “Veramente mia moglie porta capelli posticci,  sempre capelli  posticci. Porta  proprio sempre i capelli posticci e quando entro in casa, inciampo sempre in quei capelli posticci. Se bevo un sorso di birra, capelli posticci.

Se pranzo, ce lì ho dappertutto tra i denti. sai? Una cosa infernale. E i capelli posticci… ”

Lo dirà un po’ col tono di un motivatore, ma potrebbe essere un overt e potrebbe essere un motivatore; il natter, vedete, non tende necessariamente ad avere la caratteristica di un motivatore. Può essere nell’uno e nell’altro senso. Il fatto che sia natter, che sia critico, è tutto quel che vi serve. Voi dite: “Capelli posticci. Oh, beh. Grazie. Perfetto. Ora, che hai fatto a tua moglie?” e l’ago sbatte fino ad uscire fuori dal quadrante.

Lui ti dice qualcosa. Poi dice; “Beh, sono i capelli  posticci che davvero mi preoccupano, però. Vanno a finire nel… è …  Mangiai una fetta  di torta  nuziale. Mi ricordo  che la  cosa risale proprio  al lontano giorno delle nozze. Aveva confezionato lei la torta nuziale, sai? E non fummo neanche in grado di mangiare quella roba, era piena di capelli posticci”.

Giungete quindi alla conclusione che questo deve essere in relazione proprio a ciò di cui si sta lamentando. Perciò dite; “Che cosa hai fatto ai capelli di tua moglie?” “Non ho fatto nulla ai capelli  di mia moglie. Un giorno l’ho tenuta ferma  sul letto e glieli ho tagliati via tutti con le forbici,” “Bene, l’hai più fatto da allora?” “No! Ah, ah.”

E lo vedrete illuminarsi immediatamente. Far sparire il withhold dall’overt, vedete?

Effettivamente, se sapete padroneggiare l’anatomia di questo genere di cose, siete in grado di fare per il pc alcune delle cose più ingegnose di cui abbiate mai sentito parlare. Lascerete il pc a bocca aperta: “Come facevi a saperlo?” “Oh, me l’ha detto un uccellino.”

La faccenda si riassume in questo: c’è natter, di conseguenza ci dev’essere un overt. E se c’è un overt, dev’esserci stato un withhold, vedete? Vi siete sbarazzati di un atto commesso, bello e succulento.  Chiedete al pc semplicemente: “L’hai più fatto da allora?”

li pc deve riconoscere che sta trattenendo l’azione… è probabile che ti dica il resto dell’overt. Ci potrebbero essere più overt dopo che avete liberato dalla cosa tanto trattenere. In altri termini, si tratta di un’azione seguita da un withhold. Naturalmente voi contate sul fatto che, poiché ve le racconta, spariscano ambedue e di solito è effettivamente così.  È una cosa abbastanza sicura e non è necessario  che veniate a conoscenza di tutti i fatti della vita. Ma l’altro punto è che se chiedete: “L’hai rifatto da allora?”, oppure: “L’hai mai rifatto?” Penserà che state cercando un altro overt, vedete?

Lui esaminerà la cosa con gran cura  e voi avrete fatto sparire il withhold. Tutt’ad un tratto vedrete il pc molto sollevato.  Si è… si è trattenuto  usando  un motore per camion  da dieci tonnellate. Sempre in moto, sempre lì a impedirgli di tenere la moglie sul letto e di tagliarle tutti i capelli di nuovo. Zzzac! Zzza.zac! E non ha notato che non c’è ragione di avere un motore per camion.

Dunque vi dice d’averlo fatto. Ora, questo dovrebbe spiegarvi il mistero del perché talora vedete un withhold sparire  e talora non lo vedete sparire, perché talora vedete un pc sollevato e talora non lo vedete sollevato.

D’accordo. L’anatomia è questa: scoprite che il pc ha un withhold.  Il pc sta trattenendo qualcosa e voi scoprite che il pc sta trattenendo qualcosa. Scoprite che non ha parlato a nessuno di un certo fatto. Non ha parlato a nessuno di quei rapporti sessuali avuti all’università o qualcosa del genere. Non l’ha detto a nessuno. Voi avete solo innescato il withhold. Il pc, in quel momento, potrebbe sentirsi a disagio. Talvolta si sentirà sollevato per avervelo detto, ma potrebbe anche sentirsi molto a disagio in quel momento. Questo perché voi avete in un certo senso allentato i freni e lui rischia di rifarlo.  Sa che è un’azione non desiderabile e perciò non è contento di aver confessato quel withhold. Vedete come stanno le cose?

Non è per niente contento di averlo confessato, perché gli avete portato via alcuni dei mezzi tramite cui teneva se stesso compresso  in una pentola  a pressione e c’è  il rischio  che  qualcuno faccia  saltare la valvola in qualsiasi momento. E lui rischia cli rifare quella cosa dì nuovo, capite? Vedete che cosa lo preoccupa.

Avete quindi innescato alcuni  dei modi con cui sì stava frenando senza scoprire di che cosa si trattasse. E vedrete un pc infelice. La seduta non sortisce un effetto tanto bello su di lui e non termina troppo bene. “Oh beh, ha ricevuto una verifica di sicurezza per due ore”, vedete?

Leggete il rapporto dell’auditor, “Hai raggiunto delle mete stabilite per la seduta?” “No”, oppure: “In parte”. Questi sono tutti commenti assai tristi. Beh, potete star certi che qualcuno di questi meccanismi ha funzionato in questo modo. Voi avete stuzzicato il withhold, l’avete tirato fuori un pochettino,  ma lui non ha osato lasciarlo uscire del tutto, perché se l’avesse lasciato uscire del tutto, forse lo rifarebbe.

Eccolo là, a togliersi i vestiti in Times Square. Mh-mh-ah-ah-ah!  È quasi riuscito ad avere  la meglio.  L’ha trattenuta e sa di poterla trattenere, a patto che tenga la testa in questa posizione precisa e che vada regolarmente da uno psicanalista. Vedete, lui-lui-lui-lui-lui-lui sa che può convivere con quella cosa. L’unico punto è che in realtà non ne è veramente consapevole, sa che potrebbe fare qualcosa e che uuuooouu. Tirate fuori il withhold ed ottenete il frenarsi.

Quindi, se stabiliste questa come regola, come regola operativa, cioè che ogni volta che tirate fuori un witbhold (come “Oh, non l’ho mai detto a nessuno, non sanno questo di me” o qualcosa del genere) cercherete di scoprire l’overt che sta al di sotto di esso,  fareste sparire il resto della cosa.  E se stabiliste come regola operativa che ogni volta gli chiederete se l’ha più fatto di nuovo, o se l’ha mai fatto un’altra volta (compresa quella volta in cui avete fatto sparire un grosso overt che la persona ha fatto), lui vi direbbe di un’altra occasione, un’altra occasione e cosi via.

E se inoltre gli chiedeste di quando non l’ha fatto, il resto della cosa farebbe puff! e tutto ad un tratto il pc avrebbe l’aria molto sollevata. Quindi, se tiraste fuori semplicemente un withhold senza che il tipo vi dicesse qual era l’overt, avreste in realtà preso un po’ una cantonata per non avergli chiesto che cosa ha fatto. “Che cosa hai fatto, fatto, fatto?” “Beh, non ho mai parlato a nessuno della mia condotta all’università.” “D’accordo. Molto bene. Bene. Passiamo alla prossima domanda.”

Adesso capite perché il tizio è arrabbiato con voi. Avete allentato alcune delle cinghie con cui si stava contenendo, senza permettergli di confessarlo. Quindi voi… lui pensa che forse l’abbiate danneggiato in qualche modo. No, arrivati a quel punto dovete proseguire da li e dovete dire: “Beh, che cos’hai fatto  all’università?” Capite? “Che cos’hai fatto?

“Eh beh, io vum-uum.  Ho dimenticato del tutto … mmmm ehm ...  ahm … oh. Beh, in effetti, non si trattava  di un granché. Eravamo solo un po’ di ragazzi e non  si è trattato di chissà che cosa. Era più che altro solo uno scherzo. E abbiamo liquidato la faccenda  con una risata.” “Beh”,  dite voi: “avete liquidato la  faccenda  con una risata.  Com’è  che  l’ago sbatte  fino  ad uscire fuori  dal quadrante? Che storia è questa? Qual è la parte che non avete liquidato con una risata’!’  (L’unica cosa è che non parlereste a quel modo con un pc.) Ad un tratto lui dice la verità e l’ago si pulisce.

Dopo averti detto tutta quella porcheria, dopo che ti ha confessato tutti gli overt, ricorda che ci potrebbero essere dei withhold residui. E i withhold residui, naturalmente, vengono fuori meglio se chiedete che vi vengano detti. Dite: “L’hai mai rifatto?” Eh, eh. Uuu, beh, no, a parte che … e/ioh beh, ecco, ehm ehm, al Miami Beach Hotel, cioè il mmm-hm. Già. Beh, no, non l’abbiamo fatto, Ah! Già, non l’ho fatto al Miami Beach Hotel. Io mmmuaah,  non l’ho fatto a Los Angeles, non l’ho fatto laggiù quand’ero in Canada e poi buuah.  Ma guarda un po’!  Non l’ho fatto per tutta la durata  della guerra. La vita è meravigliosa.  Non è fantastico? Tranne che dopo la guerra.”

“Che cosa hai da dirmi su quello?” “D’accordo. Beh, l’hai mai rifatto?” Mmmgr, mm-gt e zum-zum, e via dicendo. Tutt’ad un tratto il tipo sente come se dell’aria fresca fosse stata fatta circolare nella carcassa reattiva.

Ma se sapete che questa è l’anatomia  di un withhold, e che la persona, dopo che avete tirato fuori l’overt, potrebbe ancora star trattenendo in maniera ossessiva e il withhold potrebbe non esser del tutto sparito, e se sapete che se fate confessare parte  del withhold (senza farvi dire l’overt), la persona potrebbe… beh,  diventerà nervosa. Se sapete che laddove  c’è un pensiero critico c’è un withhold e un overt al di sotto di esso, se sapete tutte queste cose ed impedite al pc di venir coinvolto in piccoli withhold di seduta … tenete puliti questi piccoli withhold ed invalidazioni di seduta man mano che procedete, e non fate la seduta per il muro, ma fatela per il pc.

Vedete, ci sono varie cose su cui potreste confondervi. È la seduta del pc e la seduta e solo sua. Fatela per quel pc. L’auditor fa la seduta, ma essa è per il pc. Non lasciate che il vostro controllo diminuisca notevolmente, ma… gente!, non lasciate che il pc pensi che la seduta sia per qualcun altro.

Se andate fino in fondo, seguendo la comunicazione a due sensi, se il vostro TR 4 è buono, non avete mai problemi e,  santo cielo!, potete spedire qualcuno alle stelle. Oh sì, può andar su, su, su, su. È una cosa  tremenda. Banghete- banghete-bangliete·bang.

Il punto che di solito sfugge è il fatto che le sedute non vengono fatte per il pc: questo sfugge. Vedete, le sedute sono fatte per il foglio, per l’E-Meter o qualcosa del genere. Non voglio essere sarcastico. Voglio dire, la gente alle volte tratta il pc come un pezzo di legno da ardere. Il pc non esiste in seduta. Se il pc pensa a qualcosa, voi non avete niente a che fare con quello. Lui non sa che cosa sta succedendo. È vero, non sa che cosa sta succedendo nel suo bank. È vero, voi la sapete più lunga di lui, ma al contempo… ah, ah, ah, ah … al contempo siete li per sistemare questa cosa e se non prestate attenzione a ciò che il pc sta dicendo, chiaramente cessate dì essere in comunicazione  con lui, causandogli un withhold involontario e via dicendo, e a quel punto siete fritti.

Potreste  anche lasciar parlare il pc eccessivamente e non farlo smettere,  ma il modo d1  far smettere un pc, naturalmente, il modo migliore di far smettere un pc è di spostare la sua attenzione rivolgendola a ciò che state facendo.

Non:  “Beh, adesso basta  parlare  di quello;  cominciamo a fare qualcos’altro”.  Potrebbe  essere un po’  rozzo. Semplicemente fate sì che il pc rivolga la sua attenzione a qualche altra parte della seduta, e continuate. Potete fare queste cose senza disturbi. Se potete imparare a fare queste cose, Dio mio, allora sì che farete salire qualcuno lungo la Scala del tono. Voglio dire, zummm!

Ora …  Questo  solo per quanto riguarda le Verifiche di sicurezza Venti-dieci.  Ogni volta  che percorrete venti minuti di questa roba, beh, percorrete dieci minuti di  havingness   e gli impulsi residui di trattenersi  naturalmente scompariranno durante l’havingness, altre cose succederanno  e loro saliranno lungo la Scala.

C’è qualcos’altro  però,  che dovreste  sapere per quanto riguarda  le Verifiche  di sicurezza e il fare sedute di Verifica di sicurezza; qualcosa che dovreste conoscere molto bene. È un’altra di queste cose del tipo: “Fatelo per il pc”, nell’ambito dei meccanismi  dei withhold.  Ed è questo… è  questo:  cercate di rendere nulli i rudimenti. Affrontateli             appena li trovate e cercateli per renderli nulli senza spingere il pc in nessun’altra zona  o area diversa da quella in cui si trova. Non andate a cercare  withhold,  problemi  del tempo presente,  rotture  di ARC e havingness bassa mentre percorrete i  rudimenti – tanto i rudimenti finali che i rudimenti iniziali.

In altri  termini cercate di rendere l’ago nullo.  Apertamente e direttamente  cercate  di rendere l’ago nullo. Affrontate il pc appena lo trovate e cercate di rendere l’ago nullo. Questo è ciò che fate. E tutto ciò che fate. Questo è ciò in cui consistono i rudimenti.

Siete i peggiori  al mondo …  forse  non i  peggiori,  ma …  buoni candidati. ..  Lasciate che  ve la metta così:  siete candidati per essere i peggiori   al  mondo  se  quando entrate nel corpo principale della seduta continuate a fare i rudimenti. Se mantenete il punto di vista di prendere il pc tale e quale lo trovate e cercate di rendere nullo l’ago su quello che chiedete al pc e cercate solamente di rendere l’ago nullo su ciò che gli chiedete (il modo in cui vi occupate dei rudimenti),  i miglioramenti che farete avere al pc non varranno un soldo bucato. Questo perché non succederà nulla durante la seduta e talvolta vi capita di scoprire qualcosa  e se rendete l’ago nullo in modo veramente esperto, metterete fine alla seduta, il pc si sentirà un po’ meglio, avrà raggiunto le sue mete in parte oppure no. E questo è tutto.

C’è una gran differenza, una differenza abissale tra percorrere i rudimenti e il corpo principale della seduta. Durante i rudimenti state cercando di rendere l’ago nullo, mentre nel corpo principale della seduta state cercando dei dati e state cercando di ripulirli. È un’attività completamente differente.

In altre parole, trovate i dati e rendete l’ago nullo su quei dati. Poi trovate altri dati e rendete l’ago nullo su quei dati.  Una delle ragioni per cui è possibile  che  alcuni di voi abbiano veramente i rudimenti out cosi spesso,  è che li rendete out.

I rudimenti esistono solo per essere annullati.  Il pc si trova per caso dentro a qualcosa, voi la rendete nulla. Vedete, se si trova per caso dentro a qualcosa, voi la rendete nulla. Bene. È tutto. Bang!

Può darsi che dando un’occhiata in giro vi ritroviate con queste due cose invertite. Può darsi che stiate cercando di percorrere i rudimenti in modo da trovare carica  e poi renderli nulli (a qual punto non fareste altro che percorrere rudimenti) e che nel corpo principale della seduta  stiate cercando di rendere l’ago nullo… vedete, queste due cose potrebbero essere completamente invertite… senza ottenere alcuna reazione dal pc. Non otterreste alcun miglioramento da parte del pc con alcun auditing.

Il corpo principale della seduta è destinato a trovare dati e a rendere l’ago nullo su di essi. È un’altra azione, è un’azione in più. E quest’azione dev’essere fatta. Se non viene fatta dall’auditor, con che cosa si ritrova lui? Si ritrova col pc seduto sulla sedia. li pc è calmo, tranquillo, ha il controllo di sé. Sta ricevendo una seduta. È contento. È in una stanza.  Si trova a chilometri di lontananza da qualsiasi guaio. Non è una cosa carina? Non ha problemi del tempo presente, non ha rotture di ARC, non ha nulla. Dunque non ha assolutamente niente che sia in restimolazione, così vi accingete semplicemente a leggergli alcune domande, una dopo l’altra, e a rendere l’ago nullo su di esse.

C’è un pc che non è restimolato. Ascoltate bene, adesso.  Dovete restimolare il pc per poter ripulire la carica, perché essa non affiorerà alla superficie del bank, a meno che voi non ce lo portiate, ve lo posso assicurare.

Vedete, i rudimenti che avete percorso, l’hanno reso tutto tranquillo, vero? Ora, se percorreste il corpo principale della seduta solo per rendere l’ago nullo, naturalmente non combinereste proprio un bel niente.

Come si fa a restimolare il pc, così da poter percorrere qualcosa e scaricarlo? Beh, vi ho già parlato dei modi in cui farlo, ma ciò non fa parte di questa conferenza. Tuttavia questo fatto ha molto a che vedere con la conferenza, e cioè che nei rudimenti si rende l’ago nullo e nel corpo principale della seduta, quando si cercano withhold o si  audisce qualcos’altro,  dovete trovare ciò che state cercando e dovete persuadere il pc a farlo. Dovete indurre il pc a scavare. E anche voi dovete scavare. Il corpo principale di una seduta viene condotto con piccone, pala e dinamite, e con attrezzi di scavo d’ogni genere, macchinari per lo scavo di pozzi petroliferi, qualsiasi cosa a cui possiate pensare. Si continua a smuovere questo materiale e a pulirlo dalla cima del mucchio e si lavora, cari miei! Si Iauora! Mettetevi a lavorare in seduta.   Non statevene  lì  seduti  a  dire:  Dadadadadadadadadadada·pah!  Dudududududududududu-puhl Dadadadadadadadadadu-puuu! Dadadadadada … Beh, ho fatto una buona seduta  oggi. Il pc non ha avuto nessuna rottura di ARC per tutta la seduta”. E non è neppure successo niente.

No, dovete  dissotterrarlo per spazzarlo via. Altrimenti se ne sta lì e basta, capite? Le sedute si guardano con questo punto di vista:  dovete dissotterrare le cose prima di poter trovare qualcosa, e poi, una volta  dissotterrate, le dovete ripulire. Tutt’ad un tratto capirete in che cosa consiste una seduta e perché dovete avere i rudimenti  bene a posto. Perché non volete che il pc dissotterri queste cose per sbaglio: volete che dissotterri quello che volete voi.

E se i rudimenti sono out, naturalmente dissotterrerà continuamente cose per sbaglio. Se ne starà seduto lì, un piccolo  castoro affaccendato.  Scava, scava, scava,  scava,  scava, scava,  scava. Taglia alberi. Scava, scava, scava.

Costruisci una diga. Cementa la diga. Dadarum-dadidada-dadadanun. Bum. Bum. Bum. Bum. Eccolo lì. Scava, scava, scava, scava, e così via.

Voi siete li, a estrarre carbone, mentre lui … Non ha niente a che vedere con lui; lui sta trivellando per cercare petrolio. Questo è il segreto di questa cosa.

Naturalmente,  se conosceste l’anatomia del bank reattivo, che è composto  di overt e withhold, se sapeste che state cercando di ristabilire la sua knowingness in primo luogo, poi il suo autodeterminismo in relazione a queste azioni e via dicendo. se conosceste queste cose, potreste audire quasi per definizione. Audire per definizione.

Per esempio: “Beh, il pc non c’è, Perché ha fatto blow?”

Chiedete semplicemente al pc: “Hai fatto blow da qualche parte di recente?”

 Il tipo dirà: “Sì, me ne sono andato da un bar prima di finire la cena, ieri sera”.

Voi dite: “Bene, che cosa stai trattenendo riguardo a ciò?”

“Oh bella, non m’ero reso conto che stessi trattenendo qualcosa riguardo a ciò, ma in realtà lo sto facendo.” “D’accordo. Bene. Grazie. Di che cosa si tratta ? “Beh, dì questo e di quest’altro.”

“Bene. Che overt hai commesso appena prima di quello?” “Oh, beh, non vorremo discutere di questa cosa, vero?” “Certo che sì. Ne discuteremo proprio adesso. D’accordo. Va bene così. Ecco qui. Bene. Dunque, lo rifarai e così via?” “Beh, ho deciso di no. Ah! Ahl”

E voi dite: “Bene, così va bene. Ora, da quali altri luoghi hai fatto blow negli ultimi duecento trilioni di anni, figliolo?” Vedrete  così la profondità e la distanza che il fare le verifiche di sicurezza può raggiungere. Lo vedete?

Molto bene.

 

 

52 commenti

Archiviato in Casa Minelli

La natura dei Withhold

lrh

 

 

LA NATURA DEI WITHHOLD

 

 

 

 

Una conferenza tenuta

il 16 gennaio  1962

Va bene. 16 gennaio 1962, AD 12.

È una  questione opinabile  se  oggi vi debba  tenere la conferenza sulla  30 o la 3D Incrociata o la Verifica di sicurezza Venti-Dieci. È una questione opinabile,  poiché la difficoltà di entrambi questi argomenti li pone molto oltre la vostra portata.

In realtà, è quasi come dire: “Ne avete mai sentito parlare?” Non voglio essere sarcastico. Non me la prendo mai con le persone.  L’ultima conferenza che vi ho tenuto è stata una conferenza giù di tono. La scorsa  settimana …  vi ho tenuto una conferenza giù di tono,  vi ricordate?  La settimana scorsa  vi ho tenuto una conferenza  giù di tono e vi ho detto che c’era un enorme divario  tra quello che dovreste fare e quello che state facendo…  grande come il divario tra quello che state facendo voi e quello che si sta facendo nel campo: è un divario di proporzioni notevoli! Vedete, ci sono parecchie cose in cui potreste addentrarvi e in cui potreste impegnarvi.

Abbiamo a disposizione vari strumenti che potrebbero essere d’aiuto  a questo scopo. Essi costituiscono di solito l’argomento della tecnologia, e la tecnologia è ciò che voi dovreste  studiare.

La tecnologia  è divisa in due  parti e queste due parti sono il come fare (quali  movimenti  fare)  e che cosa fare.

Come e cosa fare.  Non cercate di fare di tutta l’erba  un fascio con la tecnologia applicandole  una singola dicitura tipo: “Beh …  è roba tecnica”.

Come si percorre una  seduta? E che cosa si percorre durante una  seduta? Questi sono due argomenti  diversi e sono argomenti assai  diversi.

In effetti, nella conferenza di oggi mi sento attratto in varie direzioni, perché  ho molte informazioni da darvi su come si danno le verifiche di sicurezza,  sulla  3D Incrociata,  su altri argomenti affini e sull’anatomia della massa  da problemi  sulle  mete,  riguardo  alla quale ci sono tanti altri  dati  che vi interesseranno molto,  e così via. Mi è molto difficile far seguire a tutto questo un filo ordinato, perché c’è semplicemente … come si può diventare così stupidi? Cioè, occorre  averci  lavorato sopra,  sapete? Occorre  averci  lavorato sopra. Ad un  certo punto della  traccia dovete esservi detti:  “Loro non dovrebbero  sapere e questo  vale  anche  per me”. In  questi paraggi.  Ma preferirei proprio che non l’aveste fatto cosi spesso. Se almeno l’aveste fatto meno spesso!

Naturalmente è una buona cosa che voi abbiate dei withhold – alcuni di voi. È una buona cosa, è una buona cosa.

Pensate  alle città che sarebbero  state distrutte,  ai pianeti fatti  esplodere  in mille pezzi se non vi foste trattenuti di tanto  in tanto. Non stiamo tentando di insegnarvi a  non avere dei withhold… di insegnarvi, se avete un impulso, a seguirlo e basta; non stiamo cercando  di insegnarvi a fare questo.  Stiamo cercando di tirarvi fuori  dal groviglio in cui vi siete cacciati. Che cosa significa avere certi terribili impulsi? È quello il groviglio che stiamo tentando di risolvere in un pc. Come mai il pc ha certi impulsi che poi deve trattenere?  Capite, è questo il problema,  non il fatto di trattenere.

Ora,  se eliminaste tutti i withhold da un assassino nato    vedete… e non poneste rimedio al caso in alcun altro modo …  ah!  ah!  ah!  ah!  Mi sembra  di vedere  qualcuno  di voi     non sto  facendo nomi; non voglio fare  allusioni  di carattere personale … ma supponiamo che non vi siate trattenuti dal fare qualcuna delle cose che vi vengono in mente. Supponiamolo soltanto.

Va bene. Il withhold è ovviamente quell’area di immobilità che  segue un’area di doingness,  che “non avreste dovuto avere”.  Tutto lo studio  dei withhold ha origine  da: “Non avreste dovuto farlo”, vedete?  Se non dovevate farlo, avete poi iniziato a trattenerlo, il che ovviamente pone le azioni in categorie di “cose che avreste dovuto fare” e “cose che non avreste dovuto fare”.

Beh, guardate un  po’, c’è un’intera categoria di cose che  si  chiamano “withhold lodevoli”.  È una cosa molto lodevole da parte  vostra non affondare  una  nave da guerra. È una cosa molto lodevole. È una  cosa molto lodevole da parte vostra non esservi arrabbiati con la cameriera. Si, è lodevole. Però un withhold lodevole, naturalmente, è sempre qualcosa che la società si aspetta da voi, sempreché abbiate gli impulsi  che la società (qualunque sia la società a cui appartenete) ha classificato come azioni che non dovrebbero essere fatte.

Tutto ciò dipende da dove siete stati allevati (alcune persone sono state cresciute, altre sono state allevate)  e dipende da che cosa esattamente non avreste dovuto fare. Tutto questo non è un soggetto filosofico,  ma rientra nella sfera degli usi e costumi. Rappresenta ciò che è morale. Per chi, dove, per quale gruppo, in quali circostanze è un azione molto lodevole ed è un’azione che dovrebbe essere trattenuta?

Dunque, tutti i withhold e tutte le azioni sono divisi in “azioni lodevoli” e “withhold lodevoli”.  I withhold lodevoli accompagnano le azioni indesiderabili e le azioni lodevoli accompagnano  i  withhold indesiderabili. Beh, esaminate la cosa voi stessi: è vero, o no?

Perciò avete sempre due piedi in una scarpa. È lodevole averlo fatto? D’accordo. Beh, non è lodevole trattenerlo.

D’accordo.  Se è lodevole trattenerlo, allora dev’essere abbinato a: “Non avreste dovuto farlo.  Non si sarebbe dovuto fare”. Capite?

Quindi, uno dei due elementi  che compongono  il binomio overt  e withhold è “sempre  lodevole”  e “sempre desiderabile”, e l’altro è indesiderabile. Se avete un withhold lodevole, dovete aver fatto un’azione desiderabile. In altri termini un withhold lodevole è un’azione indesiderabile … intendetemi bene: withhold lodevole, azione indesiderabile. E d’altro canto, naturalmente, azione desiderabile equivale a brutto withhold.

Per esempio, è lodevole in alcune  società sperperare denaro.  È molto  lodevole. Significa che siete generosi, che credete in Allah e si identifica con altre azioni simili. Dovete sperperare denaro a destra e a manca. E se vi trattenete dal farlo,  se trattenete  del denaro, ovviamente siete degli avari. Siete dei tirchi. Siete degli avari, capite? Si tratta  di un withhold disdicevole perché il gruppo considera l’azione desiderabile.

Prendiamo un’azione qualsiasi… prendiamo “baciare una ragazza” … prendiamo quest’azione come esempio. Non so se abbiate dimestichezza con questa pratica. Baciare una ragazza. D’accordo. Diamo un’occhiata a svariate società e a svariati modi in cui esse considerano quest’azione. Si scopre che sono molto interessanti. “Agenzia  di consulenza matrimoniale di Los Angeles.” Naturalmente si tratta di un’azione lodevolissima e quindi sei un uomo malvagio se non baci una ragazza. Se non sei il tipo d’uomo che bacia le ragazze, sei un uomo malvagio.  Stando agli usi e costumi dei consulenti matrimoniali, le cose stanno  così. Perché naturalmente, più ragazze vengono  baciate, più grosso  è il giro d’affari che hanno. Elementare. Elementare.

D’accordo. Adesso prendiamo l’agenzia “Il sesso è malvagio” di New York. L’agenzia “Il sesso è malvagio”. Molto bene. Ogni volta che baci una ragazza, sei malvagio. Quindi sei malvagio perché baci una ragazza.

 Se poi,  per esempio, vai a Hollywood e baci una ragazza, pensano che tu sia pazzo. Non intendevo … non era una battuta o qualcosa di simile. Non volevo fare una battuta… prendere in giro. In primo luogo non potrebbe essere una presa in giro perché si possono spiegare le battute su Hollywood allo stesso modo: “Non è un pensiero critico, perché è la verità!” L’avete mai sentito? Come dicono?

Ecco una singola azione. Per un gruppo è malvagio chi la fa, per un altro è malvagio chi non la fa. È uno di quei casi in cui “è  impossibile vincere”. C’è però  anche l’altro lato di questa medaglia, sapete? L’azione di trattenersi dal baciare le ragazze a New York … se lo fai sei una brava persona. Mentre in California, beh- per l’agenzia  di consulenza matrimoniale – sei una brava persona se baci una ragazza. A New York-Agenzia Antisesso, vedete – sei una brava persona se ti trattieni dal baciare le ragazze. Ora, tra l’una e l’altra cosa, ci si confonde.

In guerra, non c’è nulla che infastidisca un ufficiale  di compagnia tanto quanto un soldato che si rifiuti di sparare alle truppe nemiche. È una cosa che infastidisce molto… che infastidisce molto. Al Ministero della Difesa degli Stati Uniti, e sono sicuro anche a quello inglese, hanno spesso passato notti in bianco redigendo statistiche sul numero di armi da fuoco che non hanno sparato o che hanno sparato in aria contro nessun obbiettivo durante le azioni di guerra della seconda guerra mondiale, È qualcosa che li preoccupa terribilmente, specialmente quando le cifre superano il 50, quando le cifre superano il 50%.  Beh, dateci un’occhiata.  Il contribuente ha dato l’anima e i propri  risparmi per la fabbricazione di pallottole, e questa testa dì rapa di un soldato al fronte non preme neanche il grilletto. Questo, quindi, è  un brutto withhold.  Pessimi affari, vedete?  È una situazione difficile. Non dovrebbe farlo, capite? Non dovrebbe trattenere quella pallotola.

Molto bene. Diciamo che sia persino un membro delle forze di polizia, che stia camminando lungo la Main Street e qualcuno spari con una pistola.  Quello stesso poliziotto,  in  momenti  diversi,  potrebbe farlo condannare per aver sparato un colpo d’arma da fuoco, l’avrebbe potuto arrestare e far condannare per aver compiuto quest’azione. Quindi il momento in cui qualcosa viene fatto è rilevante.  Non Io è solo la società, ma anche il momento. Il momento in cui viene compiuta l’azione vi rivela se l’azione è desiderabile o se il withhold è desiderabile, oppure no. Perciò non c’è da stupirsi se ci si confonde.

Si stabilisce chiaramente che una certa società, chiamata “popolazione statunitense”, considera azione lodevole sparare a un essere umano in guerra e considera invece malvagio rifiutarsi di sparare a un essere umano in guerra, capite? Questo quando si è in guerra.

Ora,  in tempo di pace, quella stessa  società,  quelle stesse persone considerano  che  sia un’azione lodevole trattenersi dallo sparare e che sia malvagio sparare. Capite? Quindi ci si confonde. Quindi il vostro pc si confonde.

Il vostro pc, dopo un po’, non sa più se sia lodevole agire o trattenersi. Se chiedeste a bruciapelo a un pc: “È meglio protendersi o  trattenersi dal farlo?  Quale delle due è meglio?  Quale di queste due azioni è la  migliore?  È meglio protendersi o è meglio trattenersi dal farlo? Qual è la risposta a questa domanda?” Se la persona lo chiedesse,  se fosse veramente obbligata a rispondere, uscirebbe di senno perché la risposta ha a che vedere con gli usi e costumi del luogo e del momento. Quale gruppo lo farebbe?  Quando? È quella l’anatomia  della situazione.

Per dirla in altri termini, ha luogo una situazione in cui non è sempre possibile rispondere che si tratta di una certa azione … prendiamo un’azione specifica…  non c’è nessuna azione che sia sempre considerata buona, in ogni luogo.

E non esiste alcun withhold che debba essere sempre fatto o trattenuto, capite? Non esiste alcun withhold particolare che debba essere trattenuto  sempre e ovunque.

 

 

 

 

 

Non si può dire che esista un withhold cattivo oppure un’azione buona, ovvero un’azione cattiva al 100% o un withhold cattivo al 100%. Dipende  tutto dal punto di vista con cui lo si guarda.

Tutto ciò viene osservato  con il punto di vista da formica di un wog. Se fate a un wog una di queste domande, siete fritti,  perché non sarà mai in grado di rispondervi.  Non risponderà  mai, finché campa, se  chiedete! “Dimmi

un’azione che sia sempre buona, ovunque. Dimmi qualcosa che dovrebbe essere trattenuto ovunque  e sempre, da tutto e tutti. Dimmi un withhold del genere”. Dal punto di vista di un wog, non si può.

Perciò, quando facciamo le verifiche di sicurezza, siamo per forza alle prese con un altro fattore. Siamo per forza alle prese con un altro fattore. Non possiamo quindi dire: “Lui ha dei withhuld”, e sentirci allegri o depressi in proposito, in nessuno dei due casi, per il fatto che probabilmente le brave persone hanno più withhold delle persone cattive, il che rende  tutti  molto perplessi. E  loro  non vogliono  diventare brave perché sanno che  tutte  h  brave  persone  non comunicano mai. E secondo questa definizione, da quelle brave persone che sono, sono al cimitero.

Vedete, tutti finiscono con l’essere confusi riguardo a questa faccenda. Quindi bisogna che facciamo qualcosa di diverso che tirar fuori tutti i withhold a tutti quanti in continuazione … tutti i withhold. Bisogna che facciamo qualcosa di diverso. E lo facciamo.

Poniamo rimedio alla compulsione o all’ossessione di commettere atti che  devono essere trattenuti.  In altri termini, poniamo rimedio ad atti irragionevoli. Questo è tutto quel che faccìamo. E questo abbraccia l’argomento delle verifiche di sicurezza come una bella sciarpa. Vedete, poniamo rimedio ad atti irragionevoli. È tutto.

Se volessimo mettere  a posto qualcuno perché si possa inserire  perfettamente  nella società  degli indiani Calakahoochie, dovremmo studiare gli indiani Calakahoochìe,  scoprire  quali azioni essi considerano  indesiderabili, porvi rimedio nel pc e questi sarebbe quindi considerato davvero una bravissima persona tra gli indiani Calakahoochie, L’unico guaio è che non possiamo garantire che il nostro pc prenderà un corpo tra gli indiani Calakahoochie. Questo non possiamo garantirlo. Probabilmente,  quando troverà il tempo  di prenderlo, loro saranno ormai stati spazzati via dalle Nazione Unite.

Oggigiorno, quando le Nazioni Unite sentono parlare di qualcosa, la sterminano. È il modus operandi. S’è sparsa la voce, in questi giorni. Non è mia intenzione essere acido con le Nazioni Unite. Nessuno ama più di me le azioni condotte in cooperazione e coordinazione, e… (naturalmente non vedo niente del genere alle Nazioni Unite e quindi non mi piacciono molto, ma va bene lo stesso). Sorvoliamo semplicemente in silenzio, chinando il capo per un momento. Non possiamo garantire che le Nazioni Unite non ci precedano, vedete, o che qualcun altro non ci preceda. Non possiamo garantire  dove  il pc andrà poi. Eccolo  seduto nella sua  sedia dì pc,  oppure,  se volete, eccolo seduto in Accademia e …  beh, sono tempi instabili  e i  generali che si trovano su questo pianeta non rispondono a standard

qualitativi che mi soddisfino. Rischiano  dì far saltare in aria metà pianeta in qualsiasi momento oppure qualche auditor di Burbank,  o di quei paraggi, rischia di acchiappare questa persona subito dopo; lei taglia la corda,  passa vicino ad Arcturus e pensa che uno dei suoi pianeti sarebbe un bel posto dove fermarsi.

In altri termini ci è impossibile predire … ci è impossibile predire dove il nostro pc andrà a finire nei prossimi cent’anni. Beh, ha duecento trilioni di anni alle sue spalle ed è alquanto probabile che andrà a finire in parecchi posti nei prossimi cent’anni. E andato a finire in parecchi posti per duecento trilioni di anni, e dire che adesso non finirà mai più da qualche altra parte è un’idiozia.

È indubbio che finirà in tanti altri posti, altrove. Farà parte di società diverse da quella in cui si trova adesso. Perciò c’è solo una cosa che potete riabilitare in un pc. C’è solo una cosa che potete riabilitare in un pc, ossia la sua capacità di determinare le proprie azioni. E questo è tutto ciò che potete riabilitare. Questo e nient’altro. Mi seguite?

Tutto ciò che si può fare è renderlo padrone delle proprie azioni e,  se lo sì può rendere padrone delle proprie azioni, si è fatto un lavoro valido per qualsiasi società, ovunque essa si trovi. E si è anche  riabilitata completamente, al 100%, la comunicazione di questa persona. Questo perché la comunicazione non è, come amerebbero  pensare alcuni, un lungo e continuo bla bla, cominciato diverse migliaia di anni fa e ancora in corso … (moltissime persone la pensano così; circa il 50 per cento delle persone la pensa cosi) … o. d’altro canto, un silenzio totale che è cominciato molto tempo fa e che si manterrà per molto tempo a venire.

Vedete, la comunicazione non è né l’una, né l’altra dì queste cose. La comunicazione è la capacità di controllare un flusso uscente o di arrestarlo. Consiste nel mettere in pratica “avviare”, “cambiare” e “fermare” in azioni a flusso uscente e in azioni a flusso entrante: il controllo della comunicazione.

Il controllo della comunicazione,  naturalmente, scade in attività MEST più rozze sotto  forma di controllo dell’azione di raggiungere le cose; ecco quindi subentrare la capacità di avviare, cambiare e fermare l’azione, a flusso uscente,  di raggiungere le cose  e l’azione,  a flusso entrante,  di  raggiungere le  cose.  La capacità  di fare ciò  è naturalmente la cosa che riabilitate.

Ciò che il vostro pc teme, è che un bel giorno si troverà in Piceadilly Circus  o in Times Square e si toglierà tutti i vestiti. Ammetterete che va benissimo togliersi tutti i vestiti nella propria camera da letto o persino in qualche altra camera da letto; nulla da obiettare. Non va bene, però, togliersi tutti i vestiti nel bel mezzo di Piccadilly Circus.

Uno dei meccanismi inversi della mente umana è che un individuo può preoccuparsi di un’azione a tal punto, che comincerà a non pensare ad altro che trattenerla. Se ne va quindi in giro tutto il santo giorno, tranne quando dorme… e non dorme neanche tanto, perché potrebbe essere sonnambulo; potreste occuparvi anche di quello, vedete? Insomma, teme che uno di questi giorni andrà giù in metropolitana – in metrò – prenderà un treno, andrà nel bel mezzo della città, si pianterà su un marciapiede e si toglierà tutti i vestiti. È abbastanza  sicuro che prima o poi rischierà di farlo e si concentra completamente a far tutto quello che può per non farlo. L’intera esistenza di una persona potrebbe essere incentrata  a non fare quella azione.  Di fatto,  potreste addestrare una persona  fino  al punto …  potreste renderla talmente preoccupata, potreste renderla talmente ossessionata, potreste renderla talmente turbata, potreste renderla così fissata su questo punto, che non penserebbe a nient’altro.

A quel punto, naturalmente, la classifichereste come malato mentale perché non sarebbe neanche in grado di ricordarsi di mangiare, non sarebbe in grado di ricordarsi di andare a letto. Se ne andrebbe tutto il giorno in giro pensando tra sé e sé: “Non devo andare in Times Square a togliermi tutti i vestiti”. Vedete la cosa?

Orbene, quel che sta facendo, quindi, è trattenersi costantemente dal commettere un’azione indesiderabile, e la maggior  parte della sua attenzione  è assorbita dal trattenersi  dal compiere  questa  azione  indesiderabile.  È per eccellenza, la trappola per l’attenzione. Benissimo. L’opposto è altresì vero. Deve ricordarsi di fare un’azione desiderabile. Potreste prendere qualcuno ed addestrarlo sul fatto che non deve mai passar davanti a un mendicante senza mettergli una moneta nella ciotola e che una terribile sfortuna lo perseguiterà se non lo fa.

D’accordo, d’accordo. Va benissimo. Va benissimo. È un flusso uscente molto lodevole, vero? Soltanto un taccagno non lo farebbe. Solo un tirchio non farebbe quest’azione molto desiderabile, vedete?

D’accordo. Ora amplifichiamo questa cosa. Amplifichiamola. Rendiamola tale da fargli cominciare a credere che se non compie quest’azione almeno una volta al giorno, sarà ostracizzato e cauterizzato.  Deve farlo per poter vivere. Deve fare quest’azione come flusso uscente. Deve elargire contributi a opere di carità.

Se pensate che ciò di cui parlo sia, in qualche misura, una cosa un po’ arcaica, che questa particolare ossessione sia da trovarsi principalmente in Medio Oriente e che fosse in voga prevalentemente millecinquecento anni fa circa. Beh,  millequattrocento anni fa, milletrecento anni fa. milleduecento  anni fa. Ci lavoravano veramente duro, sapete?

“Limousine per Allah” e via dicendo. Il Corano era incentrato sul fatto che tu devi dare per aver una buona sorte, sapete? Comunque,  esiste ancor  oggi in  qualche misura. Ma supponiamo di aver addestrato questa persona con un metodo  ossessivo e schiacciante, di averla torturata  e tormentata  in un modo  o nell’altro,  di averle dato implant elettronici, di aver fatto sì che desse implant ad altri affinché anch’essi facessero quella cosa … supponiamo, in altre parole, di averla sistemata per benino  e di averle fatto avere un mucchio di fallimenti in materia di dare implant ad altri, affinché si sentisse obbligata a mettere una moneta nella ciotola di un mendicante, ogni giorno.

Acceleriamo il ritmo. Deve mettere una moneta nella ciotola di un mendicante ogni ora. Ora, sistemiamo questa cosa veramente a puntino: il mendicante deve essere uno diverso ogni ora e, per compiere questa azione, occorre tenere una cartina e un elenco con i nomi di tutti i mendicanti della città. Altrimenti il cielo crollerà o il muezzin non sosterrà il minareto, o qualcosa  del genere.

Beh, vedete, quella  è un’azione  ossessiva. È un’azione ossessiva.

Ora,  che cosa  succederebbe  oggigiorno  alla maggior parte  dei cittadini  della società  occidentale  se non si presentassero al lavoro la mattina? E un flusso uscente desiderabile, no? Devono mandare un corpo da casa al posto di lavoro, come flusso uscente, giusto? Dico bene? Mh? E sulla scia di questo abbiamo un’economia disastrata,  una società in una condizione vergognosa e la privazione di tutto ciò che accompagna una posizione e un salario in una società, vedete?

D’accordo. Se imponessimo la cosa fino a quel punto e se poi la  trattenessimo fino a quel punto, non avrebbe nessun vestito e sarebbe  nel bel mezzo di Pìccadilly Circus, nuda, che le piaccia  o meno.

Se istruissimo  quella stessa persona a non far mai uscire alcun flusso di  denaro e  a non dar mai denaro (l’abbiamo istruita in ambo i sensi,  al 100%)  e se facessimo  sì che questa  cosa fosse esattamente e  perfettamente bilanciata, otterremmo un ridge di pazzia. E lei sarebbe in uno stato di glee in relazione al denaro.

Se a questa persona insegnassimo a credere che non deve mai uscire di casa perché potrebbe andare a Piccadilly Circus e togliersi tutti i vestiti, ma che però deve uscire  di casa per procurarsi i soldi per comprarsi degli abiti, ogni volta che varcasse la soglia, non saprebbe se si sta dirigendo a Piccadilly Circus  o al lavoro. Dov’è che sta andando? Sta andando a Piccadilly Circus per… ? Oh, no. Sarà meglio che non vada a Piccadilly Circus. E dopo un po’ si scorda perché sta uscendo di casa e semplicemente non esce più di casa.

Si vedono in giro un gran numero di persone che sono incapaci di uscire di casa. Beh, potete percorrere invano l’argomento “case” su di loro senza curare questa fobia. Potete porre rimedio all’havingness sulle case e tutto il resto. Perché? Perché il guaio non è la casa,  ma Piccadilly Circus.  Non sa perché non deve uscire di casa perché ormai si è dimenticato che potrebbe  andare a Piccadilly Circus e togliersi tutti i vestiti. E siccome potrebbe farlo, sarà meglio che non esca di casa. Ha però scordato perché e che cosa rischia di fare,  e quindi c’è un overt nascosto con un withhold nascosto ed ecco, nel tempo presente, l’azione di una persona immobile.

Eccola seduta lì; è immobile. In qualche ambito non è libero di comunicare. Perché non è libero di comunicare? Perché è incapace  di scoprire  qual è  l’azione  desiderabile e  qual è il  withhold desiderabile, e qual è l’azione indesiderabile e qual è il withhold indesiderabile.

Capite, adesso non sa che cosa sono queste cose. Non è più capace di distinguere la differenza tra buone azioni e buoni withhold e cattive azioni e cattivi withhold, e non padroneggia più la propria comunicazione né il proprio protendersi, quindi deve fare molta attenzione a non protendersi. Deve fare molta attenzione nel protendersi, facendo al contempo molta attenzione a non protendersi. Non deve protendersi, vedete, perché potrebbe protendersi, ma se non si protende, non si protende. Ecco quindi il nostro wog medio. La persona media. Non sto parlando di un insano. Sto parlando di un bank medio. Questo è ciò di cui è composto.

Quel tizio non sa verso che cosa non si deve protendere e non sa da che cosa deve trattenersi, e ha dimenticato che deve protendersi e ha dimenticato  che deve trattenersi.  Tuttavia il modello di comportamento rimane,  per prudenza. È interessante notare che tutto quello che la psicoanalisi sia mai riuscita ad insegnare a qualcuno, è stato essere cauti. Più a lungo si veniva psicanalizzati, più si diventava cauti. Questa è la difficoltà.

Ora, questo tipo a cui è stato insegnato a protendersi in modo ossessivo…  gli è stato insegnato a protendersi in modo ossessivo – deve protendersi, deve protendersi, deve protendersi, deve protendersi – non ha mai la possibilità di far altro se non protendersi.  E non deve mai trattenersi nell’ambito di questo argomento, non deve mai stare a casa dal lavoro, capite? Mai stare a casa dal lavoro. Mai, mai e poi mai.

Adesso è senza lavoro.  E senza lavoro che cos’ha? Ha una compulsione ad andare, ma non sa da che parte. Non sa dove deve andare o perché deve andare, o dove deve arrivare o niente del genere. Sa solo di dover andare, vedete? Deve uscire di casa.

Scoprirete che questi “doversene andar via di casa”, e cose di questo genere sono ciclici.  Acl esempio, una persona insana è insana solo alcune volte, tra le due e le quattro del pomeriggio. Una persona che soffre d’insonnia, molto spesso non riesce a dormire tra l’una e le quattro  del mattino, vedete? Beh, l’una e le quattro del mattino, o qualcosa del genere … l’una e le quattro del mattino rappresentano un qualche periodo di veglia.  Può darsi che un tempo sia stata una guardia notturna, sapete, e che dovesse sempre presentarsi alla una in punto.  Non si sa perché doveva esser là, ma era necessario che a quell’ora particolare si protendesse. Quindi si sente agitato perché non sa dove deve andare e

si sente nervoso. Ehhh Vzzzzzzz!

Non c’è nessuno che  non abbia un qualche periodo di nervosismo in qualche momento  della  giornata.  Se analizzaste la cosa con gran cura, scoprireste  che c’è un certo periodo della giornata in cui la persona diventa  molto attiva e un altro periodo della giornata, almeno uno. in cui diventa molto tranquilla. Non c’è nessuno di quelli che conoscete che non lo faccia.

Si alza la mattina e deve essere molto attiva. La sera va a letto e diventa inattiva. Perché?  Non lo so.

Un sacco di gente, però, ha difficoltà col dormire, perché è abituata a dormire… oppure i suoi periodi di sonno sono basati sugli orari di un’altra parte del pianeta o sugli  orari di qualche parte d’un altro pianeta. Questa gente cerca di andare a dormire  e di svegliarsi nel periodo in cui è più abituata ad andare a dormire e a svegliarsi, perché lo schema secondo cui sono state addestrate ad andare a dormire  e a svegliarsi è quello di, diciamo, Los Angeles. Però adesso vive a Londra. Fanno otto ore di differenza, vedete? Otto ore di differenza.                                                                                                5

Dunque, di fatto a Los Angeles ci si dovrebbe alzare verso le sette o le otto del mattino, ma le sette o le otto del mattino sono un’ora completamente diversa a Londra. Quindi uno s’accinge ad andare a dormire e si sente desto. Non appena si mette a letto, si sente desto. Beh, potrebbe coincidere con qualche momento in cui dovrebbe alzarsi. Vedete quanto  ci si può sentire confusi?

Beh, di che cosa si tratta tutto ciò? Vediamo di descriverlo per quello che è. Questa è prettamente, totalmente e unicamente una confusione tra protendersi e trattenersi, in relazione a tempo, luogo e azione.  La persona non sa se protendersi o se  ritirarsi, e non sa perché  o quando,  o qualcosa del genere. In altre parole ha perso la knowingness sull’azione.

Per ripristinare il controllo sulla propria comunicazione o non-comunicazione,  sul fatto di ricevere o non ricevere comunicazione, il controllo sul protendersi o non protendersi, sull’essere raggiunto o non essere raggiunto, si devono eliminare questi punti di mancanza  di knowingness, o altrimenti la persona apparirà nervosa e giungerà talvolta a un punto d’apatia totale e di collasso.

Quando le chiedete di fare una cosa qualunque, ad un tratto lei non sarà capace di farlo. Si sente semplicemente molto nervosa in proposito. Non sa veramente perché si sente nervosa in proposito. A dire il vero non esamina la cosa tanto a fondo da dire; “Mi sento nervoso in proposito”. Vedete, non è tanto analitica.

Dovrebbe andare in drogheria, però se ne sta seduta in veranda e se ne sta lì per due ore. E tuttavia non le è mai successo niente de1 genere prima d’allora. La prossima volta che dovrà andare in drogheria, ci andrà senza difficoltà.

Non ha alcuna intenzione  di indugiare.  Non le è mai passato per la testa, vedete:  andava in drogheria quando, in

qualche altro angolo del pianeta, sarebbe dovuta andare a letto. Vedete come tutto diventa confuso? Quanto confusa potrebbe essere una persona?

Per rendere qualcuno aberrato su  un soggetto, installate in lui una compulsione a protendersi oppure una compulsione a ritirarsi o a trattenersi (la installate come una necessità assoluta) e poi spostate queste cose nel tempo e nello spazio, in modo da non dare assolutamente luogo ad alcuna necessità di compiere quell’azione, così che se la dimentichi e non ricordi che cosa dovrebbe fare. In altri termini, in modo da rendere tutta quella faccenda un’assenza di knowingness. Seppellirla.

In un modo  o nell’altro avvolgere la cosa in una cortina di nubi; dopodiché,  beh, in un certo qual modo sono spacciati. Fare questo una volta soltanto non renderebbe nessuno molto aberrato. Ma dopo che fosse stato fatto parecchie centinaia di migliaia di volte, comincerebbe a produrre un effetto … comincerebbe a produrre un effetto. La persona comincerebbe a pensare di non sapere veramente che cosa sta facendo. La cosa diverrebbe piuttosto evidente, persino a lei.

Avete mai visto una persona che, sapendo esattamente che cosa avrebbe dovuto fare … sapendo esattamente che cosa sarebbe tenuta a fare, si attrezza dalla testa ai piedi per farlo, tira fuori tutto l’equipaggiamento necessario e poi non tocca niente? Avete mai visto qualcuno fare così?

Beh, il suo “Ora dovrei fare…” ha funzionato esattamenete fino al punto in cui ha restimolato il withhold nascosto. La persona parte dritta filata. Sta entrando in azione. Ora deve trattenerlo, vedete?

Avete mai visto qualcuno sedersi,  decidere  di rilassarsi,  sedersi,  prendersela  comoda, riposarsi per bene … cambiare da cosi a così e muoversi  come un uragano su e giù per la casa, a tal punto che i muri quasi crollano dal gran correre e fare e disfare e cambiar di posto ai mobili che fa, e via dicendo. Avete mai notato qualcuno fare una cosa del genere?

Beh, si è semplicemente imbattuto nel lato sbagliato della cosa. Le sue compulsioni a trattenersi o a protendersi non sono in sintonia, perciò si siede per trattenersi (cioè, si tratterrà dal fare qualcosa, si riposerà ora) e rasenta così da vicino una linea di demarcazione, che un restimolatore di qualche tipo lo fa entrare in azione: il fatto d’aver deciso di trattenersi, lo fu entrare in azione.

Quando una persona  si  riduce  veramente in cattivo  stato,  qualsiasi decisione d’agire fa sì che si trattenga. È completamente  incapace di distinguere.  Qualsiasi decisione di agire la fa trattenere. Avete visto questo genere di persona. Viene continuamente eletta a cariche pubbliche.

Programma di governo: è un programma eccellente, un programma di governo.  Faranno” questo programma, poi il documento giace sulla pila della posta in uscita per seì settimane, poi passa alla pila della posta in entrata, se ne sta li per sette mesi e poi passa agli addetti agli stanziamenti, i quali ci perdono tempo per un anno o due; tutto ciò è dovuto al fatto che il governo è colpevole, a livello collettivo, di atti overt.

Non si avrà mai un governo efficace,  laddove il governo è implicato in una quantità enorme di atti overt che vengono trattenuti.

D’accordo. Vedete quindi che l’intero argomento  dei withhold e delle verifiche  di  sicurezza   è intimamente connesso all’azione e all’inazione delle persone,  e alla determinazione delle persone  e la  loro  incapacità di essere autodeterminate, eccetera, eccetera.

Prendiamo un tipo un po’ balordo: è ìn una trance ipnotica totale. Lui entra e voi gli dite: “Chiudi la porta”, e la porta è già chiusa. Gli dite; “Chiudi la porta”. Andrà lì, prenderà in mano una maniglia immaginaria e chiuderà una porta immaginaria per poter eseguire quanto gli avete detto.

Se l’avete fatto sedere, starà seduto. Se lo fate alzare in piedi.  se ne starà in piedi.

Negli istituti  per  malati  mentali li  fanno stendere.  Loro se  ne stanno sdraiati,  se ne stanno  lì sdraiati tranquillamente.  Se  sollevi  loro un  braccio,  lo  tieni  sospeso,  rimarrà  semplicemente  lì:  schizofrenia  catatonica. È incredibile. È come se fossero fatti di sego o di argilla o qualcosa del genere. Potete far loro qualsiasi cosa, sapete?

Avrete pc del genere. Dovete osservarlì. Hanno le palpebre che sbattono nervosamente e varie altre cose. E se doveste suggerire una cosa qualsiasi, essa … questa non è la ragione per cui suggeriamo cose alle persone nel fare gli assessment, ma se doveste suggerire a questa persona che il suo terminale è una nave da guerra, una nave da guerra,

già ­ oh cielo!, l’E-Meter avrà una reazione sulla nave da guerra. Questo perché gli avete messo nella zucca una nave da guerra; la nave da guerra fa reagire !’E-Meter e questo è tutto. È tutto quel che è lì. Voi l’avete nominata, perciò è quella.

Mi riesce difficile fare questa cosa. Talvolta  faccio l’assessment dei terminali delle persone e non riesco a farle allontanare da essi neanche con uno schioppo … talvolta, talvolta. Non vuol dire che queste persone siano in uno stato ipnotico. Sanno che probabilmente era quello giusto. Strano a dirsi, di solito è quello giusto.

Una buona cosa da fare è tirar via da esso tutte le invalidazioni e valutazioni,  e tutti gli overt, e smontarlo pezzo per pezzo fino a quando non c’è più reazione su di esso, e quindi vedere se è proprio quello.  È l’unica maniera di recuperarlo. Di tanto in tanto, però, questo comporta delle difficoltà, quando un auditor ha suggerito un terminale o quando un auditor che ha un certa autorità ha trovato un terminale, e il pc non è intenzionato a rinunciarvi.

Ora come ora,  non vi trovate in quella fascia  con la 3D Incrociata.  Non è poi così difficile. È in un certo senso divertente per me vedere alcuni dei terminali che avevo trovato con l’assessment, saltar fuori di nuovo  nella 3D Incrociata. Eccoli là. Son sempre stati là, naturalmente.

Ma ecco che cosa dovete fare. Questa persona è totalmente esposta a qualsiasi restirnolazione. Toglietevi dalla testa che sia esposta alla suggestione e che sia proprio così, perché è un’idiozia. La persona è esposta a qualsiasi azione di flusso entrante, è completamente esposta.

In altre parole,  si restimola …  bang! Il suo bank è congegnato in modo tale che quando vede un muro a pois, prende il morbillo, vedete? E qualsiasi cosa le succeda nella società, viene immediatamente … se la becca. Si restimola subito. E si trova veramente in un pessimo stato.

Una scala graduale di ciò è rappresentata dall’individuo medio. Vede alcune cose ed esse lo restimolano, quando si ritrova in uno stato d’effetto totale.

Qual è il problema relativo a quello stato di effetto totale? Soltanto una cosa è sbagliata in ciò, solo una cosa.

E cioè che la persona non padroneggia il proprio protendersi e il proprio ritirarsi. Li ha persi. Non è quindi padrona delle proprie azioni.  E naturalmente  non governa mai il proprio destino né, logicamente,  può far uso di buonsenso in ciò che fa.

Il QI rappresenta il grado in cui una persona sa osservare, comprendere azioni, tutto lì. .. il trattenere le azioni; la comprensione che una persona ha di questa situazione.

Si dice: “Beh, questa cosa potrebbe avere molte più diramazioni, molte più graziosità che l’accompagnano, e via dicendo, e sarebbe assai più complicata  di così”, ma in realtà non lo è.  È la capacità individuale di governare il proprio ambiente.

Noi siamo dei tipi  strani, se considerassimo Scientology una filosofia, cosa che non è, scopriremmo  che siamo pressoché gli unici ad avere questa idea, ossia che l’uomo dovrebbe avere dell’autodeterminazione. Questo perché altre persone, che non avevano questo punto di vista, hanno esaminato la questione … è una questione importante … non avevano questo punto di vista.  Hanno osservato che un criminale ha una compulsione a commettere dei crimini. Poi, incapaci di trovare una qualche parte dell’atto overt che riguarda compiere degli atti criminali, o di fare qualcosa per il criminale, han detto che esiste solo un’ulteriore risposta, cioè far trattenere al criminale con più forza i suoi crimini.

È una strana filosofia perché non funziona e non ha funzionato su questo pianeta da non so quanto tempo.

Potete costringere un individuo a non andare in ‘I’imes Square e togliersi i vestiti fin   al punto in cui non è in grado di fare nient altro! Ogni volta che lo vediamo, beh, è in cammino verso Times Square. “Ehi, ciao Joe. Dove stai andando?”

“Oh, sto andando in Times Square … vado a togliermi i vestiti.” E voi: “Ah, d’accordo. Ci vediamo alle quattro alla stazione di polizia, per tirarti fuori dai pasticci”.

E lui dirà: “Grazie  mille”. Adesso,  molto  sollevato, va fino a Times Square e si  toghe i vestiti.  Perché l’ha trattenuto così a lungo che il withhold ha fallito. Diventa una compulsione.

Quindi un’azione gravemente trattenuta, molto spesso s’inverte e diventa un’azione compulsiva. Una persona sa di non essere in grado di trattenere l’azione e quindi la deve fare. E questo è il pericolo di questa filosofia secondo la quale più withhold buoni e completi abbiamo attorno a noi, meglio stiamo tutti quanti.

Se non si conosce questo meccanismo  di overt e withhold e non si sa perché la  gente  agisce  a quel modo, naturalmente si rischia di cadere in quest’altra filosofia quale unico rimedio possibile. Non è un rimedio molto buono.

Ecco che cosa sta alla base dell’agire. Ecco che cosa sta alla base dell’agire e alla base degli esseri umani. Chi non sa quali sono le sue azioni compulsive o non sa ciò “che è obbligato a fare”, non sa di che si tratta e quindi non sa che cosa sta trattenendo. L’assenza di knowingness è il denominatore comune di tutti i withhold  e di tutti gli overt che agiscono sull’individuo.

Ciò che agisce sull’individuo  è sempre sconosciuto all’individuo. Un giorno forse riuscirò persino ad insegnarvelo. Continuo a dirvelo e così via. E voi siete comunque sempre disposti a guardare in aree conosciute.

Conosco alcuni pc che sono stati auditi sulle loro suocere per anni e anni e anni e anni e ancora hanno difficoltà con le loro suocere. Non è mai passato per la testa a nessun auditor che non era possibile che la suocera rappresentasse la difficoltà. se il pc sapeva tutto in proposito. Capite? Il pc sa di che cosa si tratta, quindi non può essere la fonte della difficoltà.

Questo fatto vi si mette tra i piedi quando fate le verifiche di sicurezza. Perché il pc può esserne al corrente senza che voi ne siate al corrente.  È però un conoscere a metà. Non  è un conoscere sufficientemente buono,  vedete?  È un sapere a metà. Voi non ne siete al corrente, ma lui sì. E si turberà se non ve lo fate rivelare.

Così avete i fenomeni del withhold mancato, che sono i fenomeni  più gravi tra quelli che intralciano le verifiche di sicurezza. Forse un giorno riuscirò ad insegnarvi anche questo.                                                                                                      7

Ho dato delle istruzioni  a FCDC di recente. Gente, ho ricevuto un dispaccio stamane.  Cielo! Cose pazzesche, gente. Veramente pazzesche. Se ne sono andati in giro a estirpare i withhold mancati alle persone. Hanno… è tutto quel che han fatto.  Non hanno tirato  fuori  i withhold  alla gente;  han tirato  fuori  i withhold mancati alla gente. Impiegano una o due sedute per membro dello staff. Sta andando divinamente. Tutt’ad un tratto la gente torna ai propri dipartimenti per rimetterli in sesto, lavorando come un lampo in ogni direzione.

Stan persino diventando impertinenti, sapete? Non dicono che non gli importa che voi ritorniate o meno da Saint Hill, ma dicono che, beh, anche se non ritornate, potrebbero ugualmente farcela. Siete stati via troppo tempo. Vi hanno dimenticato. Beh, comunque dovete tornare indietro molto in fretta per ristabilire la vostra autorità.

… continua

37 commenti

Archiviato in Casa Minelli