UN’ ANALISI DI SPARTACUS…..

gran bel lavoro Spartacus ! Consiglio vivamente di aprire “la lista” giu’ in fondo e dare un’occhiata ai nomi Italiani…..

ci sono delle sorpresine !

LA LISTA DEI “CONDANNATI”

In data 30 ottobre 2010, L’INDIPENDOLOGO ha pubblicato un articolo intitolato: “MA QUANTI SP CI SONO?”.

Qui veniva resa nota una pubblicazione della Sea Org, vale a dire la SOED 2192 (Sea Organization Executive Directive).

Si tratta di una lista di oltre 600 nomi di persone che furono dichiarate SP durante il 1982 e le prime tre settimane del 1983.

(vedere art. nella sezione del blog)

L’articolo spiega piuttosto bene cosa sia successo in quegli anni e perché così tante persone furono dichiarate.

Ma cosa è successo negli anni immediatamente successivi a seguito di tutta quella operazione?

Sono riuscito a trovare in internet, un’ interessante documentazione che potrebbe servire a svelare in qualche modo il mistero e, allo stesso tempo, offrire motivi di riflessione circa le condizioni in cui si venne a trovare Scientology dopo l’ascesa al trono di David Miscavige & Co.

Questo può colmare un certo vuoto in quelle persone che oggi si chiedono come mai Scientology non sia così popolare (quando invece dovrebbe esserlo) oppure perché esistono così tanti gruppi ad essa contrari (e non stiamo parlando tanto dell’APA, dell’AMA, dell’FDA o altre associazioni di questo tipo).

Il problema è ben più profondo e abbraccia aspetti inquietanti che coinvolgono le decisioni del management di allora e l’attuale leader dell’apocalisse.

Quella che segue è la DIRETTIVA ESECUTIVA 2830 di FLAG del 10 settembre 1991.

In sostanza è una lista di GRUPPI e PERSONE SOPPRESSIVE emanata a tutte le Org e Missioni.

La lista è ancor più impressionante di quella citata all’inizio in quanto consiste di ben 357 Gruppi SP, di 2138 Persone Soppressive e di 2658 Espulsi.

Se date un’occhiata alla lista dei Gruppi, potrete notare che molti di questi hanno assunto dei nomi bizzarri come Ontology, Trinitology, Orientology, Conceptology e così via.

Altri invece hanno scelto nomi molto in sintonia con Scientology come: Clear Center o Clearing Center, Church of Spiritual Freedom, Insight Dynamics, Mind Clearing eccetera.

Questo per dire che potrebbe trattarsi di gruppi di scientologists, a loro volta resisi indipendenti dalla Chiesa per disaffezione oppure perché allontanati o dichiarati.

Che si trattasse di gruppi che applicavano la tech conformemente alle dottrine di LRH, di gruppi veramente squirrel o di altro genere, poco importa.

Tutti si trovavano nel calderone e sicuramente, all’epoca, l’acqua bolliva parecchio.

In ogni caso, quello che ci interessa maggiormente è constatare, al di là della presenza di gruppi di facciata palesemente SP o affini, quanta distruzione sia avvenuta in quegli anni all’interno di Scientology.

Ora, anche una persona che dispone di un QI non tanto alto dovrebbe essere in grado di comprendere che c’è qualcosa che non va in questa Chiesa e più nello specifico in David Miscavige.

Chiunque si farebbe delle domande poiché è mai possibile che la Chiesa di Scientology abbia attirato verso le sue linee un numero così imponente di SP?

E questa è la lista del ’91. Ma andiamo avanti.

Com’è possibile che così tante persone vengano dichiarate ed espulse, più o meno dall’oggi al domani? Sembra un’operazione eseguita in blocco e in realtà è proprio così.

Allora ecco che tante informazioni e testimonianze che giungono a noi relative al periodo più buio di Scientology, devono avere un fondo di verità.

Allora deve essere vero che Miscavige ha fatto “piazza pulita” eliminando magari anche qualche vero SP, ma soprattutto testimoni e terminali scomodi (come David Mayo o altri terminali fedeli a Ron) così da assicurare a sé stesso un bel futuro all’ombra di una palma e a noi… sangue, sudore e lacrime.

A quel punto, con l’eliminazione in massa di tutti quegli “SP”, Scientology avrebbe potuto finalmente fiorire e prosperare ma così non è stato. Come mai? Quali strane manovre ci sono state dietro quelle decisioni?

E adesso ci siamo sotto di nuovo, solo che le cose si sono invertite. Adesso la lista la creiamo noi e sarei curioso di sapere a quanto siamo arrivati.

Probabilmente non lo sapremo mai e nemmeno gli scientologists sotto coercizione, manipolazione e implantazione lo sapranno mai.

Anzi, soprattutto “loro” è bene che non sappiano mai quanti SP vengono dichiarati altrimenti potrebbero cominciare a farsi strane domande e poi dovrebbero prendere il numero per accedere disciplinatamente ai già intasati uffici di HCO.

Ma potrebbe anche essere che si verifichi una scena del tutto diversa come per esempio parrocchiani infuriati come belve assassine prendere d’assalto la Tesoreria richiedendo a gran voce: “Ridateci i nostri soldi”!

Comunque sia, ognuno tragga le proprie conclusioni da sé in merito a questa lista ma permettetemi di fare una profezia a fronte di quanto detto e a fronte dei fatti.

Sì, perché noi Indipendenti documentiamo i fatti.

La Chiesa ormai dispensa solo parole vuote che creano illusioni e delusioni a non finire.

Un’ ultima riflessione a riguardo: Siamo sicuri che questa non sia la lista dei “condannati” ma piuttosto quella di chi ha potuto liberarsi finalmente dalla soppressione?”

Profezia

“Io non so dirvi quanti nomi di Persone Dichiarate potrete leggere in una ipotetica lista del 2011 ma posso dirvi quante ne potrete trovare in quella del 2012: Una sola. David Miscavige COB RTC”.

Spartacus

Fonte: la presente Direttiva con lista allegata è stata tratta dalla cartella personale di Frank Oliver, ex Sea Org member, Ufficiale Investigativo di OSA – Miami Org operante agli inizi degli anni ‘90.

Frank Oliver fu dichiarato SP il 16 nov. 1992 e lui stesso descrive così i suoi compiti all’interno di OSA: “Spiare la gente.

Raccogliere informazioni. Scrivere rapporti”.

Ha anche testimoniato ad una causa in tribunale contro la Chiesa denunciandone i loschi sistemi utilizzati.

BUONA VISIONE

Davide Succi

Traduzione:

PERSONE SOPPRESSIVE E GRUPPI SOPPRESSIVI

Questa pubblicazione è la lista delle persone soppressive e dei gruppi soppressivi.

E’ per tuo uso al fine di proteggere le linee della tua Org o Mission e per garantire che questi individui o membri di questi gruppi non siano connessi alle linee della tua Org o Mission in alcun modo.

Rif: HCO PL 23 dicembre 1965RB, ATTI SOPPRESSIVI, SOPPRESSIONE DI SCIENTOLOGY E DI SCIENTOLOGISTS.

Aggiornamenti di questa lista saranno regolarmente diffusi come per HCO PL 29 giu. 1968,

ISCRIZIONE A GRUPPI SOPPRESSIVI.

Se sei a conoscenza che qualcuno di questi nella lista possa trovarsi sulle linee della tua Org o sulle linee di qualche altro gruppo di Scientology o di Scientologist, per favore fammelo sapere immediatamente tramite telex con tutti i dati di cui disponi.

Allo stesso modo, se hai qualche dato che sembra essere in contrasto con qualsiasi persona che sia su questa lista o qualsiasi persona che dovrebbe essere sulla lista ma non c’è, per favore contattami via telex con tutte le specifiche.

Sue Porter

Capo della Giustizia Internazionale

23 commenti

Archiviato in Uncategorized

23 risposte a “UN’ ANALISI DI SPARTACUS…..

  1. silvia chiari

    Sono orgogliosa di far parte della lista degli SP !!!!!! Dichiarato dalla CofS … è tutto dire !!!!
    SILVIA CHIARI

  2. Simon Bolivar

    Bella analisi Sparta, sempre sul pezzo vedo!
    Sono rimasto colpito dalla quantità di centri presenti nella lista. Si vede che le persone fuoriuscite non volevano mollare una Tech che sapevano funzionale.
    All’epoca non c’era il Web e quindi le comunicazioni erano leggermente più lente e meno frequenti di oggi, serviva uno spazio dove riunirsi, e si sa che l’essere umano in gruppo si sente più forte. Oggi l’org è virtuale, le persone si scambiano informazioni e documenti alla velocità della luce e uno spazietto (meno ideale ma più confortevole) in casa propria per studiare o audirsi si trova sempre.

    • Certo Simon,
      ed è proprio il caso di dire che molti di questi “squirrel” sono stati creati proprio dalla Chiesa di allora. Qualcuno dei presenti nella lista sarà stato anche dichiarato giustamente e questo, la tech lo prevede. Ma un numero così imponente di persone dichiarate fa solo pensare ad un’operazione meditata con un preciso scopo.
      Ora, il punto è questo: una volta che queste persone sono state dichiarate, cosa ci si aspetta che facciano, soprattutto se sono state dichiarate ingiustamente? E parecchi di loro lo sono stati.

      Questi sanno che Scientology funziona perchè lo hanno sperimentato sia in qualità di auditor che di pc oppure attraverso le varie applicazioni della tech.
      L’unica risposta è: cercheranno un modo per continuare a praticare Scientology, Chiesa o non Chiesa e che Miscavige sia d’accordo oppure no. Visto che l’autorità della Chiesa ha loro impedito di Essere-Fare-Avere, essi faranno in modo di ottenere il prodotto per conto loro.

      Per cui molti di quei gruppi formatisi in quegli anni sono sorti da una spinta che non è possibile soffocare in alcun modo e la Chiesa, nelle persone che attuarono le più drastiche decisioni ne sono irrimediabilmente responsabili.

      IPSE DIXIT
      Spartacus

  3. Stefano

    Ciao, vorrei dare un mio punto di vista in merito, se mi consentite. L’unico auditor fuoriscito di rilievo, qui in Italia, tra la fine degli anni ’80 ed inizi anni ’90 fu Paolo Facchinetti. Non vorrei fare nè retorica, nè campanilismo, è un dato di fatto. Se date un’occhiata al sito del Cesnur nel menù “Religioni del miglioramento personale” troverete conferma di questa mia affermazione. Tra l’altro in quella lista ci sono conoscenti che non sapevo nemmeno fossero stati dichiarati, a parte uno che me lo disse tempo fa. Per quanto riguarda la miriade di centri che sono sorti, credo sia importante verificare quanti di loro sono riusciti a sopravvivere nel corso degli anni. In particolare ho avuto modo di esperire che solo quelli che hanno in qualche modo fatto delle modifiche sostanziali, hanno continuato ad esistere fino ad ora. Non faccio riferimenti ma ci sono due movimenti importanti, uno qua in Italia ed uno a livello internazionale. Sono comunque tra i centri menzionati nel Flag Order. L’unico altro gruppo che è sopravvisuto ed ha continuato ad espandersi e quello delle Ron’s Org, checchè se ne dica. Il mio è solo “obnosis”, ripeto non è voler pubblicizzare nessuno. Tra l’altro anche quel gruppo nato dalla scissione dalla chiesa di Bill Robertson, ha dovuto affrontare a metà degli anni ’90 un periodo davvero difficile dal quale sono usciti ulteriormente rafforzati e con una sempre maggiore espansione. Detto questo vorrei dirti Simon che sono parzialmente d’accordo con te. Per un principiante è necessario comunque addestrarsi e studiare con un Sup che verifichi che la tech di studio sia “in”. Poi quando passerà “flusso rapido” il disocrso sarà un po’ piu’ disimpegnato. Stesso discorso per il solo 1 e 2. A volte un veterano dimentica il lungo addestramento e le difficolta ed impegno che ha dovuto affrontare. Senza una classe ed un supervisor competente, per un novellino è difficile raggiungere il “know-how” per usare un termine moderno.
    Ciao
    Stefano

    • Simon Bolivar

      Nel campo indy al momento ci sono ben 3 solo 2 completion che hanno fatto il solo 1 in casa propria con l’aiuto di un supervisore. Di certo le cose fatte in casa sono diverse, ma è possibile farlo senza troppi problemi come vedi. Or queste 3 persone sono sulla teoria di OT2.
      Non abbiamo bisogno di trovare conferma su siti vari, Paolo Facchinetti scrive qui su questo blog, possiamo chiedere direttamente a lui cosa ne pensa.

      • Stefano

        Si chiaramente, lui potrà dire in prima persona. Io mi riferivo alla valutazione che hanno dato di lui, esperti laureati come osservatori esterni.
        Per quanto riguarda il solo si mi è reale che sia possibile fare come dici, per l’amor di dio, certo che è possibile e forse riesci anche a duplicare meglio in un clima più tranquillo. No io mi riferivo proprio ai novellini che non ne sanno niente e sono interessati. Te ne parlo poichè è un dubbio che mi sorgeva, nel portare qualche amico a conoscenza di Scientology, come faccio a trasmettergli ciò che io so, considerato che non sono un sup?
        Ciao
        Stefano

    • Stefano, è legittima la tua attenzione sul fatto che l’addestramento e l’auditing nel campo indipendente venga fatto in modo standard; con supervisori, auditors e supervisori del caso addestrati. Ebbene, queste persone ci sono e tra l’altro è anche la competenza e conoscenza che ha permesso loro di capire le alterazioni che la Chiesa ufficiale ha introdotto in Scientology e, di conseguenza, decidere di abbandonarla.
      A differenza della CofS, che ha una struttura piramidale, il movimento indi ha una struttura orizzontale in cui non vi sono “capi” assoluti o leader da seguire. Ciò che ci unisce è il riconoscimento del lavoro di LRH e il fatto che Scientology, applicata usando la Standard Tech, funziona. Ovviamente per una persona che ha fatto poco sul Ponte, sia come addestramento che come auditing, può essere un pò più dura all’inizio ma stai sicuro che ci sono “vecchi del mestiere” che sono in Scientology da molti anni ben lieti di aiutare e con le credenziali per poterlo fare efficacemente.
      Un abbraccio

      Guido Minelli

  4. Stefano

    Questo per dire comunque che la differenza la fa sempre il gruppo organizzato, con degli hat per ognuno. Cmq il problema non si pone a grandi linee, era solo per scambiare qualche punto di vista in merito. Mi rendo conto che è tardi e domattina il mare ci aspetta…. 😀
    Ciao e buonanotte.

  5. Stefano

    Acc…scusa Guido, ho postato e vedo ora il commento…si è davvero un periodo di grazia per tutti noi scientologist e ti ringrazio per la precisazione. E’ davvero ottimo quello che molti auditor qualificati e di alto livello stanno facendo per tutto il campo INDI. E in questi aggiungerei anche Ignazio Tidu, che non conosco personalmente ma dall’alto livello di formazione raggiunta, grazie alla testimonianza positiva che ho sentito da chi lo conosceva di persona, credo possa a buon diritto essere definito una delle punte di diamante del movimento. E aggiungo una chicca per chiudere, la persona che lo conosceva quando era in SO mi ha detto: “Stefano il non plus ultra del metering è, per me, Ignazio.” comprese anche altre valutazioni positive come auditor. E qui chiudo sennò sembra che stasera mi hanno ingaggiato per fare pubblicità. No, è solo la verità.
    ciao grazie
    Stefano

    • Paolo Facchinetti

      Ciao Stefano,
      così per curiosità cosa dicono esperti laureati osservatori esterni di me? Ti riferisci a quelle poche righe che si leggono o ad altro?

      • Stefano

        Ciao Paolo, certo mi riferisco a quanto affermato sul sito del Cesnur. A me sembra una valutazione più che positiva. Ho studiato i primi movimenti indipendenti della storia di Scientology con grande interesse. Paolo ti telefono, appena posso,dovrei avere il numero in rubrica, via computer non vorrei ci fossero distorsioni o fraintendimenti.

    • Ignazio è molto bravo e standard, mi ha audito e mi sono trovato benissimo. Il lavoro che sta facendo è encomiabile, oltre che a far progredire le persone sul Ponte lui le “ripara” dai massacri subiti dalla Chiesa, io posso testimoniarlo.

  6. Paolo Facchinetti

    Le poche righe su Cesnur

    • Stefano

      Si è in effetti solo uno una sintetica e breve descrizione. Ma volevo darti il LA per raccontarci un po’, se lo desideri. Non era mia intenzione essere riduttivo o superficiale.
      Ti ho inviato una richiesta su skype, Paolo, il numero non riesco a trovarlo, poichè ho cambiato cellulare.
      Cordialmente,
      Stefano

  7. Francesco e luana

    Aac1 Attraccato a St.Tropez … Luana su Ot1. Bye

    • Patrik

      Ti ringrazio Tony per il commento di ieri!
      Riguardo a “Corsi e la loro Scena Ideale” penso che chiunque sia stato in un’Accademia a studiare avrà avuto dei momenti in cui si sarebbe voluto alzare per sgranchirsi un po’, andarsi a prendere un caffè, fumarsi una sigaretta, bersi un bicchiere d’acqua o semplicemente si era rotto le scatole di starsene seduto sulla sedia tutte quelle ore… e tutto questo NON ERA DOVUTO A PAROLE MALCOMPRESE. Ovviamente io non sono in un’Accademia, ma sono a casa mia e se mi metto più comodo in braghette e ciabatte, perché è così che mi piace, questo non può che giovare il “mio spirito” e il mio studio, e non credo di violare nessuna policy.
      Agli OSA boys che ci leggono gli si rizzeranno i capelli e diranno che sono squirrel… ma chi se ne frega!
      Tanto i successi li ho anche se sono in braghette, con la sigaretta fumante e una tazzina di caffè!!!! 🙂
      Il tutto condito da una maggiore responsabilità mentre si studia e ci si audisce.
      Patrik

      • Stefano

        Condivido appieno il tuo punto di vista Patrik. Magari è un po’ azzardato come paragone ma hai presente un’esame di maturità? Ecco l’aria che tira sembra quella…. 😀 Se fai uno sbadiglio dopo una notte dove hai dormito poche ore …. vai subito in cramming!!! Scherzo 😉
        Cmq a casa confermo che personalmente ho duplicato molto meglio.

    • Simon Bolivar

      Complimenti Luana, oggi ti pensavo, e sono felice che finalmente puoi fare OT1 dove volevi tu! Well done, a presto.

  8. La chiave di tutto è la responsabilità;
    Nelle nostre Accademie e HGC Domestiche non dobbiamo render conto a nessuno, se non a noi stessi. Non abbiamo dietro alle spalle alcun Supervisore con il fucile puntato che deve render conto delle statistiche ai suoi seniors che a loro volta sudano freddo se la condizione settimanale scende e chissà che mazzo gli fanno quelli del management superiore…
    Vedete come è stato pervertito lo spirito d’aiuto, motivazione originaria della maggior parte degli staff members?
    Trovo che chi ha avuto il coraggio ed il fegato di staccarsi dalle false illusioni della Chiesa e divenire indipendente, dichiarato pubblicamente o meno, non fa differenza, abbia molto a cuore la sua “eternità” e quella della sua famiglia e faccia di tutto per assicurarsela ripristinando al meglio delle sue possibilità e conoscenze la vera Scientology standard.
    “With a Little Help from My Friends” naturalmente, come cantava il buon Ringo!

  9. Tony Pacati

    Sono d’accordo,
    questa mattina a tale proposito discutevo cosa potremmo fare con mia moglie, ed abbiamo pensato intanto di riprendere in mano il meter. Lei sentiva il bisogno di rifare degli esercizi che in accademia pensava di aver fatto troppo in fretta, perche gli studenti che l’avevano aiutata erano frettolosi ed un po’ seccati per il tempo perso perchè volevano andare avanti con il loro studio, e lei volente o nolente cercava di fare in fretta, anche se sull’esercizio non si sentiva perfettamente bene, perchè aveva la considerazione sul tempo che gli stava “rubando”. Io non predo in mano il meter da 20 anni e mi piacerebbe riprenderci un po’ confidenza, così, tanto per riavvicinarmi all’idea che un giorno farò OT 6. Ci siamo gurdati ed abbiamo detto quasi contemporaneamente che con noi stessi saremmo molto più severi di quanto non lo saremmo stati in una accademia. Come dice Guido è una questione di responsabilità, ed in queste circostanze la resposabilità deve essere molto maggiore di quando hai un gruppo alle spalle che ti sostiene e corregge.
    L’idea ci ha tirato su di tono, ci aiuta a cominciare a mettere nell’universo fisico qualcosa che per ora è solo nelle intenzioni.
    Naturalmente poi troveremo il modo di fare gli esrcizi ed avere il pass finale da persone qualificate a darlo, ma intanto sarà esercizio utile senza pressioni di tempo perso degli altri o di “entro GIOVEDI ALLE 2”

    ciao a tutti

    • Simon Bolivar

      Hai ragione, ci vuole molta più responsabilità se sei solo e non hai chi ti aiuta alle spalle. Ma tanta responsabilità in più ti da anche maggiori successi, perché ogni cosa che fai la fai per te! Non c’è Giovedì alle 14 da guardare in agenda, non c’è l’allenatore che preme perché “sta rubando tempo al suo studio”, ci sei solo tu con i tuoi strumenti e la tua responsabilità, se sbagli chi paga in prima persona sei proprio tu, quindi non te la racconti, e sebbene sia bello prendersi una pausa per una sigarettina o un caffè, quando studi ci stai due volte più attento. E il pass finale naturalmente te lo deve dare una persona competente, e nel campo di persone competenti ce ne sono, anzi direi che le persone più competenti sono fuori oramai.

  10. Tony Pacati

    “Le persone più competenti sono fuori ormai” è una assoluta verità, e sono anche quele più desiderose di sapere, di capire con la loro testa, e di aiutare.
    Ne ho avuto esperienza diretta.
    Poche (per ora) ma buone, molto buone!
    Sarò ingenuo, ma mi piace pensare che Ron tornerà, qualcuno ha detto che lui si è espresso in questo senso.
    Mi piace pensare siamo noi quelli che gli stanno preparando il terreno.
    Gesù ha mostrato i 2 modi di trattare i presuntuosi ed i cialtroni, a seconda di chi aveva davanti, o porgendo l’altra guancia o scacciandoli dal tempio a calci nel sedere.
    Su chi abbiamo davanti e quale sia il modo corretto di trattarli non ho il minimo dubbio o riserva.
    un saluto

  11. Stefano

    ““Le persone più competenti sono fuori ormai” è una assoluta verità, e sono anche quelle più desiderose di sapere, di capire con la loro testa, e di aiutare.
    Ne ho avuto esperienza diretta.”
    Vero, ho dovuto pazientare anni e studiare nel tempo libero, osservare, valutare dati. Mi sono reso conto che volte non basta essere laureati, diplomati o comunque con un grado di istruzione superiore e specializzazioni in questa o quell’altra disciplina o filosofia. Ci vuole buon cuore, purezza di intenzioni e capacità di comunicare liberamente. Cosa che tra gli INDI è molto evidente per fortuna.
    In Chiesa è impossibile, sei in una condizione analoga ad avere il nastro adesivo sulla bocca.
    Ricordo una delle mie prime lezioni di Diritto Romano, Il docente, tra l’altro molto conosciuto nel suo ambito, ci disse: Ho scelto questa facoltà perchè, sinceramente i professori di matematica non li sopporto.” Inizialmente non capii. In seguito con l’esperienza mi fu chiaro il senso di questa affermazione.
    “Gesù ha mostrato i 2 modi di trattare i presuntuosi ed i cialtroni, a seconda di chi aveva davanti, o porgendo l’altra guancia o scacciandoli dal tempio a calci nel sedere.”
    E qui la regola aurea Buddhista ” Non fare agli altri ciò che gli altri non vorresti facessero a te” mi guida. Porgere l’altra guancia è un ‘evidente e frainteso modo di dire. Se ti arriva uno schiaffo, o lo schivi o hai qualche problema. Non è analitico porgere l’altra guancia, se sei in un corpo, all’interno di esso, se sei quell’essere composito che è l’homo sapiens (non tutti sapiens, ci sono anche i cialtronis… 😀 il mondo è bello perchè è vario..) Gesù cacciò dal tempio presuntuosi e/o cialtroni come riporti poichè ostili. Hai mai provato ad insegnare ad una classe di persone che credono di sapere tutto, hanno solo nozioni superficiali ed in più arroganti. Spazientirebbe alla lunga chiunque…(mi riferisco al quadro degli atteggiamenti.).
    Comunque questo articolo e relativi commenti mi hanno fatto riflettere. Anche se devo chiedere venia se non utilizzo molti riferimenti alla tech e tutti i termini tecnico/amministrativi relativi. E’ un mio grave flunk. Cosa volete, credo fermamente che “il vero io è quello che tu sei, non quello che gli altri hanno fatto di te.”

    Saluti.
    Stefano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...