REVERSE SCIENTOLOGY by Steve Hall

UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE A MIRKO CHE E’ VOLATO FINO ALLA RECEPTION PER CONSEGNARCI QUESTO PLICO.

IL TUO CONTRIBUTO MIRKO, CON LA TRADUZIONE DI QUESTO POST, E’ MOLTO BEN ACCETTO E,  ANCHE A NOME DI TUTTI COLORO CHE LEGGENDOLO PROVERANNO SODDISFAZIONE, TI RINGRAZIO.

BUONA LETTURA !

FRANCESCO

————————————————————————————————–

Steve Hall

Entrato in Scientology: a 21 anni, nel 1979

Età: 51

Lasciato la Sea Org: 2004
Carriera: Ha scritto le sceneggiature per i video e gli annunci pubblicitari per la TV. Dice che è stato responsabile per lo slogan di Scientology: “Conosci la vita, conosci te stesso”
Ora: Sposato, vive a  Dallas. Ha una sua azienda come pubblicitario. Ha divorziato dalla prima moglie quando ha lasciato la Sea Org.
Quando è arrivato alla Base in California: “Avevo pensato che lì ci sarebbe stata la scena ideale dove i fondamenti di Scientology venivano applicati a pieno, ma era esattamente l’opposto.”

Steve è il creatore del sito Scientology-cult ed il suo contributo è stato determinante per il movimento degli Indipendenti. 

Reverse Scientology

Written by Thoughtful

Se sei uno scientologo avrai sentito che per LRH lo scopo di Scientology è migliorare le condizioni della vita.

“Scientology alla rovescia” (Reverse Scientology) è quindi definita come: “usare scientology per peggiorare le condizioni di vita”.

Non crederai quanto facilmente David Miscavige sia riuscito a farlo negli ultimi 28 anni.

Quando incontri Miscavige, da buon 1.1, la prima volta è abbastanza sociale.

Potrebbe sorridere, ridere o anche raccontarti una barzelletta.

Potrebbe farti un complimento…

Ma appena esprimi dell’affinità nei suoi confronti, le cose cambiano velocemente.

Il tutto riguarda il controllo.

Controllo della mente 1.1

Il controllo che David Miscavige applica alle menti , secondo me, ruota tutto intorno alla cattiva applicazione dell’etica di scientology.

Essere etico riguarda il prendere le giuste decisioni nella vita.

Ma nessuna decisione è sempre giusta al 100%.

Anche le persone più decenti, le persone che non solo pensano bene, ma fanno anche bene. Tutte loro sanno che c’è sempre spazio per migliorare.

QUESTA è la “crepa” che Miscavige sfrutta e in cui si insinua: “c’è sempre spazio per migliorare”.

Tutto quello che deve fare è entrare nella stanza, lanciarti uno sguardo fulminante, puntare il suo dito e dire con la sua voce rauca da fumatore: “quel tipo è fuori etica!”

E adesso cosa fai?

Non stava neanche parlando con te e tanto meno ti ha permesso di rispondere.

Sta dicendo a tutti nella stanza che sei fuori etica e sta parlando di te in terza persona.

A cosa si sta riferendo? Non lo sai.

Però, comunque sia, ti ha quasi preso.

Perchè?

Perchè tutti abbiamo spazio per migliorare.

Siccome sei una persona buona sei disposto almeno ad ascoltare cos’ha da dire. Dopo tutto lui è la persona più importante in Scientology. Ha la levatura per prenderti l’attenzione!

Quello che avresti dovuto fare invece era: puntare il dito su di lui e dire “questa è una generalizzazione”.

E dire “questa generalizzazione è una caratteristica di una persona soppressiva”

COLPO FATALE.

Va beh, allora: a questo punto vieni mandato a “mettere a posto la tua etica”.

L’ufficiale d’Etica ti fa scrivere i tuoi O/Ws, e poi ti fa fare la condizione di Pericolo.

Ma non eri in Pericolo già fin dall’inizio.

Naturalmente non è la tua condizione corretta.

Succede in questo modo:

hai mandato una proposta e aspettato per settimane o mesi (pensi che Miscavige stia lavorando duro intanto, ma veramente fa delle partite di baseball a Los Angeles, va al cinema, va alle gare automobilistiche con Tom Cruise, insomma se la vive bene).

Un giorno entra nell’ufficio prendendoti di sorpresa.

Con più forza che può dice: “quel figlio di puttana mi sta facendo mettere il suo hat perchè non vuole fare il suo lavoro!”

Ora, con una sola mossa fulminea, la persona più alta in Scn non solo ti ha condannato come fuori etica, ma ti ha anche assegnato la condizione di Tradimento per non aver indossato il tuo hat.

E non c’è nessun executive in Scn che rischierebbe la condanna per averti lasciato andare.

Quindi “ti tocca” applicare la condizione sbagliata.

Per i lettori che non hanno familiarità, Scn è divisa in tre aree base di tecnologia: etica (come prendere decisioni giuste nella vita), tech (la tecnologia di consulenza pastorale) e admin (la tecnologia amministrativa).

E’ abbastanza semplice e dovresti capire facilmente: all’interno della tech di Etica ci sono dei livelli, condizioni operative, dove la persona o gruppo si trova.

Ogni condizione ha una formula la cui l’applicazione è molto potente.

Visto che lo scopo di Scn è di migliorare la vita, l’applicare le formule delle condizioni è un modo per migliorare la vita. Sono molto potenti.

Se applichi la formula sbagliata la cosa diventa seria.

Farlo ti crea un casino in testa, ti confonde e ti degrada.

Applicando la condizione sbagliata ti denigri da solo.

E’ un azione di auto-negazione.

Viola il Codice d’Onore.

Questa NON è una cosa di poco conto per una persona che aspira alla verità assoluta e alla libertà spirituale: ti blocca l’abilità di lottare; ti disconnette dalla verità; dal tuo stesso potere di osservazione e dalla tua integrità personale. Perchè applicando la scorretta formula di condizione hai a che fare con una NON verità.

Lo scopo di Scn è quello di riabilitare il tuo potere di osservare e di decidere cosa fare nella vita: quello che è importante è COSA TU PENSI riguardo alle cose.

Però, “solo le osservazioni di Miscavige hanno potere”.

Quello che avresti dovuto fare, era dire all’ufficiale di Etica: “Mi scusi, ma non ho firmato per fare lo schiavo. Nè ora nè mai. Me ne vado!”

INTRAPPOLATO

Il marchio speciale di Miscavige per il controllo della mente parte dal forzare le persone ad applicare le condizioni sbagliate.

Una volta che lo fai TI HA ROVINATO, perchè quando applichi la condizione sbagliata, come dice LRH, significa: peggiorare l’attuale condizione in cui sei veramente.

QUESTA È SCN ALLA ROVESCIA, appunto usare Scn per peggiorare le condizioni di vita.

Il modo di operare di DM è abbastanza semplice: assegna la condizione sbagliata alla gente. Quanto facile è per lui! Lui è sopra a chiunque, ha la “levatura” per farlo, e lo fa.

Quando uno come lui ( o come chiunque abbia autorità su di te) dichiara che sei fuori etica, tu ti può introvertire molto.

Questo diminuisce la tua abilità di vedere quello che LUI sta facendo. Perchè la tua attenzione si è adesso introvertita su te stesso. Si è “infiltrato” attraverso quelle fessure di cui ti dicevo.

Adesso che “ti ha penetrato”, per lui inizia il divertimento …

Sei seduto alla tua scrivania e stai lavorando. La porta dietro di te si apre e qualcuno entra.

Dovresti lavorare quindi non guardi chi entra ogni volta. Anche le altre persone stanno lavorando, quindi non dai attenzione al movimento intorno a te.

Adesso però, senti una voce rauca: “quel figlio di puttana non si alza quando entro nella stanza … è meglio che inizi a confessare!”

Ti alzi come un fulmine e ti giri per dare spiegazioni.

Troppo tardi, troppo tardi, ti ha beccato e niente può essere spiegato.

Quella tua “è un’ insolenza” e Miscavige te la lancia contro.

Le 14 o 15 persone silenziose che Miscavige si porta dietro ti guardano con disgusto … ecco che la tua reputazione se ne va.

Sei sulla lista nera di Miscavige.

DISUMANIZZARE

Quindi vai in etica a fare le tue condizione basse.

Allo staff meeting il CO dell’org fa un briefing a tutti su quello che hai “fatto”.

Dice a tutti (e tu sei seduto tra loro): “Se vedete … (tuo nome) , accertatevi che stia correndo. E se non lo sta facendo, dategli un calcio in culo. Non è vostro amico”.

Poi qualche perdente che non capisce il gioco di Miscavige alza la mano “Possiamo sentire cosa … (nome) ha da dire riguardo al suo maneggiamento?”

Quindi ora, vieni chiamato davanti a tutti per spiegare qual’è il tuo maneggiamento dopo la tua insolenza al top executive della chiesa, un uomo che tutti riveriscono … “a parte te evidentemente”.

Adesso la pressione si alza in quanto vai davanti ad un folla che è ostile, anche se la policy di LRH specificamente proibiva questa cosa in quanto è opprimente.

Velocemente devi dire qualcosa.

Quindi inizi: “Mercoledì scorso, il COB è entrato in ufficio mentre ero al telefono …”

A quel punto qualche caso di rabbia cronica ti urla: “cazzate, il COB non sbaglia mai! Questa è black PR!”

Cerchi di riprenderti: “mi scuso… ho ignorato e sono stato irrispettoso e insolente nei confronti del COB quando è entrato in ufficio.”

Voce dal pubblico “Sei fottutamente fuori etica!”

Tu: “quindi sono andato in etica e ho applicato le condizioni basse …”

In pochi minuti la tua vita è peggiorata in diversi modi.

ALZARE LA PRESSIONE

Una volta che Miscavige ti ha dichiarato colpevole, non si dimenticherà mai di te: “colpevole” è l’etichetta che avrai adesso.

Una volta che vieni trovato colpevole di una cosa, la più piccola provocazione da parte tua, uno sguardo perso, impaperarsi durante un meeting (in risposta ad una domanda), un cattivo rapporto da parte di qualcuno … Qualsiasi cosa può scatenare una valanga di ostilità.

Specialmente i meeting sono attrezzati per intimorirti il più possibile.

Qui un esempio tipico: Miscavige entra, ti squadra e dice: “Quale?” e tu dici: “Mi scusi Sir?” (non hai idea di cosa stia parlando).

Lui dice: “Mi hai sentito figlio di puttana! QUALE? ” .

Lo guardi perso nel vuoto.

Lui dice alla sua squadra: “Lo vedete? FACCIA DI TORTA non vuole rispondermi!”, gli altri gli fanno coro: “Rispondigli!”

Finalmente chiarisce la sua domanda e tu gli rispondi.

Non gli piace la tua risposta e diventa più cattivo ancora e ti tira dietro qualcosa.

Parla di te con altri e dice che dovresti indossare un cartello con scritto “FACCIA DI TORTA”.

Quindi per i prossimi tre giorni, sei costretto ad indossare un cartello “FACCIA DI TORTA” ovunque tu vada.

Direttamente o attraverso altri Miscavige rincara la dose.

Vieni umiliato alle riunioni.

Perdi la tua paga e i tuoi privilegi.

Il cibo normale per te è proibito e ti viene dato riso e fagioli.

Vieni buttato nel lago vestito.

Vieni espulso dalla cantina cosi che tu non possa comprare merendine.

Progressivamente, ti cacci in guai sempre più seri.

Come risultato un giorno vieni “costretto a restare alla base”.

Adesso devo dormire con la guardia, in un camper distante dal resto della proprietà.

Gradualmente la tua autonomia si sgretola.

Cominci ad aver paura di prendere decisioni da solo.

Il meccanismo di Miscavige per disumanizzarti ti causa di dubitare delle tue stesse decisioni.

La tua stima e capacità di decidere indipendentemente vengono sempre meno, mentre Miscavige dice che le sue azioni sono per colpa tua.

Non gli hai dato alternativa. Lo hai forzato a farti questo.

Dopo un pò vieni “di nuovo beccato” e… tolto dal tuo posto.

Durante il giorno fai del lavoro fisico, tipo scavare buche sotto il sole.

Alla base Int di Miscavige tutto questo è abbastanza comune.

L’ABUSO CHE NON FINISCE MAI

Ma questa non è la fine. Infatti la punizione non ha fine.

Hai sentito altre storie dell’orrore, come quella di Marty Rathbun o Marc Headley!?

Sono realmente accadute.

Forse avrai sentito parlare del “Buco” o del “Corridoio SP” , dove tutti i top leader di SCN furono incarcerati per mesi, dormivano sul pavimento sotto le loro scrivanie!? Tutti dichiarati soppressivi … : ma continuavano a lavorare.

Tutti i loro posti erano stati cancellati, quindi erano semplicemente un mucchio di persone che lavoravano su quello che Miscavige diceva loro di fare.

CONFUSIONE

Tutto questo è VERAMENTE confusionale quando ti capita.

Vieni colpito da tutte le parti.

Ma dopo qualche giorno cominci a “farti forte”.

Penso che qualche individuo nella Sea Org che la prenda con filosofia e orgoglio, possa sostenere questo trattamento.

Lo possono sostenere!

Ma la domanda è… perchè? Perchè sostenerlo? Cosa ha a che fare con la tua missione? Cosa ha a che fare con l’espandere SCN, con l’essere in Sea Org?

Niente!

La domanda chiave per questa gente è: perchè sei consenziente ad essere una vittima?

Pensavo ti fossi iscritto per aiutare le persone migliorare la propria vita!?

In qualche momento questi Staff vennero catapultati da: “aiutare gli altri” a: “essere vittima”.

LA VITA NELLA SCATOLA DEL TOPO (SKINNER BOX)

B.F. Skinner era uno psicologo che inventò questa “scatola”; c’era anche un pavimento elettrificato per fare in modo che i roditori obbedissero.

La scatola prevedeva anche un metodo per premiare il ratto.

Miscavige ha portato questa scatola skinner box un gradino più in alto: lui salta la prevista premiazione ed invece cambia solo il voltaggio della corrente elettrica. Amministra la corrente (più forte o meno forte) in base a come lui considera il ratto: “più cattivo  o più buono”. È comunque solo punizione.

Quelli che furono i Seniors Exec in Scn sono stati (sono) dentro le loro Skinner Box per molto, molto tempo.

Questo è ciò che sfugge ai più di loro: “pensano che essere abusati sia parte della vita di Scn” .

Lo so, è pazzesco. Credono di essere forti perchè “possono sostenerlo”.

Io non penso siano forti: penso che siano morti nella testa.

Ti sembra pazzo tutto questo scenario? Lo è per me, e lo è per tutto il resto del mondo razionale.

Ecco come Miscavige crea gli schiavi che, anche se pestati, giureranno: “non è mai successo niente”.

1 + 1 = (SORPRESA!)

Ma questa situazione diventa ancora più pazza.

Ecco cosa succede quando stai troppo a lungo in questa Skinner Box, che adesso apparentemente non riescono neanche più a notare.

Come esempio cito quell’ articolo del St. Petersburg Times… : “Steve Hall e Marc Headley dicono che hanno visto Miscavige sbattere le teste di Guillaume Leserve e Marc Yager una contro l’altra, nel 2003, nell’unità Audio/visiva, causando la fuoriuscita di sangue da un orecchio di Leserve.”

Questo è quello che successe: Yager e Leserve dissero che non era vero. “Questa cosa che dicono non è mai accaduta, ed è un’invenzione di Steve Hall”, disse Leserve.

Va beh, e Marc Headley? Lo ha visto anche lui.

Steve Hall è cosi potente che quando si inventa qualcosa anche Marc Headley lo conferma? Forse.

O forse qualcuno deve tirar fuori la testa dalla Skinner Box .

LA SINDROME DELLA PERSONA DISTRUTTA

Il fatto patetico è che “diventare forti”, tramite l’abuso fisico e mentale, non ha mai portato a niente di buono per nessuno!

Questa cosa è spiegabile semplicemente come scritto su Wikipedia:

“La condizione “sindrome della persona distrutta” , spiega perchè la persona abusata non cerca assistenza dagli altri, non lotta contro l’abusatore, subisce la situazione di molestia o di abusi .

Chi soffre questa sindrome ha una stima di se stesso alterata, molto bassa e arriva a credere che l’abuso sia colpa loro, e quindi meritato.

Queste persone sotto sindrome spesso rifiutano di denunciare la persona che li molesta e anche rifiutano tutti quelli che offrono loro aiuto, spesso addirittura diventando aggressivi e abusatori a loro volta, su altri a cui cercano di offrire assistenza o meno”

Ti suona familiare?
Written by Thoughtful

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Uncategorized

18 risposte a “REVERSE SCIENTOLOGY by Steve Hall

  1. silvia chiari

    GRAZIE Mirko di aver fatto si che venga pubblicato questo scritto molto preciso . semplice ma vero sull’atteggiamento di….un SP ( anche se D.M. per me visto la posizione rispetto il pianeta e il tramite Scientology è più un Implanter che un Sp ).
    Purtroppo capisco cosa succede (e in questo caso anche se uno è OT) ad un essere quando è preso di mira da un Sp …è come se in quel momento tu ..non ci sei più … la tua mente è avvolta in una nebbia talmente fitta che non riesci a riconoscere più niente … ti senti come narcotizzato … e finchè ce l’hai nelle vicinanze non riesci a reagire .
    E’ giustissimo quando dice …quando uno come lui.. (e nel mio caso) …. (o come chiunque abbia autorità su di te) dichiara che sei fuori etica , tu ti puoi intrivertire molto ……e ….Adesso che “ti ha penetrato” per lui inizia il divertimento. !!!!!!!
    L’unica soluzione in effetti è la disconnessione nel senso di non essere più nel suo raggio d’azione e di potere su di te !
    Ml Silvia

  2. Guido Minelli

    Prendo lo spunto da un commento di Stefano a proposito di Gesù che scaccia i mercanti dal tempio:
    Ora i “Gesù” sono tanti ( per carità, non accusatemi di blasfemia! ) e stiamo scacciando i mercanti ed il loro capo DM dal tempio, costantemente e ogni giorno, attraverso le nostre dichiarazioni di indipendenza, attraverso i nostri commenti su internet, attraverso le pubbliche denunce degli abusi e delle alterazioni di Scientology, attraverso il dire “no” alle continue richieste di denaro ecc…

    Un abbraccio

    Guido Minelli

    • Buonasera Guido, chiedo venia per il ritardo nella risposta. TI premetto che il valore delle persone come voi che hanno avuto il coraggio di dire basta, di fare “obnosis” di cosa stavano vivendo è per me fonte di ispirazione ed ammirazione. La dichiarazione di indipendenza è sicuramente una scelta personale ma anche di gruppo. Presto pubblicherò la mia, come già detto, correlata della condizione di dubbio ed una sintetica introduzione. Il resto della testimonianza in una seconda fase. In questo periodo utilizzo gli spazi liberi a disposizione anche per portare avanti questa parte della mia vita come scientologist indipendente. Sul mio piccolo spazio in Internet cercherò di introdurre passo a passo questa scelta. Leggendo il racconto di Steve Hall sono rimasto colpito dal fatto che certe modalità di trattare la gente sorgono proprio da oltreoceano. Non desidero anticipare nulla ma credetemi, la storia raccontata da Steve Hall, non è frutto di fantasie come vorrebbero farvi credere. Solo chi è stato staff, Sea Org member, conosce bene questa realtà. Anche come public la si può percepire in parte.
      Il riferimento alla SKinner Box è poi molto azzeccato. Per chi avesse studiato il comportamentismo troverebbe più che fondata questa interpretazione.
      Ad ogni modo riguardo David Miscavige, è squirrel il suo management, si può eticamente dire una verità davanti agli occhi di tutti: non è stato democraticamente eletto ad occupare e svolgere le attività confacenti al suo ruolo. Anzi da quel che è possibile studiare grazie ad appositi menù inseriti sul sito dell’indipendologo, emerge chiaramente un quadro reale della struttura della chiesa (mi riferisco anche ai Trust) e del quale dopo anni ed anni non ne sapevo praticamente nulla. E questo è già qualcosa su cui riflettere.
      Vi rinnovo un ringraziamento per la libertà di comunicare che ci concedete, e per aver posto in essere uno spazio in cui potersi confrontare civilmente e dove si possano conoscere risposte a domande che per anni molti di noi. ciecamente, non hanno mai osato porsi.
      A presto, grazie Guido ed a tutti voi.
      Stefano

      • Caro Stefano, i tuoi commenti sono sempre ben accetti; come tu sai in questo blog non vi è moderazione preventiva, i commenti dei lettori vengono pubblicati subito in modo automatico. Se poi vi saranno ingressi di Trolls, Spie ecc.. saranno i frequentatori stessi del blog che interverranno per “difendere la Principessa del castello”. Chiunque essa sia!

        Casa Minelli è sempre aperta.

        Un abbraccio

        Guido

        P.S:: Sono curioso come una capra di leggere la tua dichiarazione…

  3. Simon Bolivar

    Quando le persone sono cosi soppresse, quando gli è stato lavato quel minimo di raziocinio, l’unica risposta che possono dare è “posso sostenerlo”.
    Laddove normalmente una persona posizionata al di fuori della soppressione vedrebbe tutti gli out-points uno a uno. Non importa quanto persuasive siano le motivazioni che vengono addotte all’alterazione della Tech, chi è fuori riesce a vedere meglio, chi è dentro dopo un po’ non li nota nemmeno più. Intanto la Tech viene alterata, manomessa, riscritta, cancellata, nascosta, pezzo dopo pezzo. Dapprima un piccolo pezzo, poi a seguire uno più grosso e infine non c’è più limite all’alter-is.
    Se la Tech di Etica è stata cosi pesantemente stravolta, fino ad usarla per ottenere i propri scopi più malvagi, cosa ci dobbiamo aspettare dalla Tech di consulenza? Guai a chi pensa con la propria testa!

  4. Mirko

    Ho fatto tradurre questo articolo di Steve Hall perchè parlava della cosa che più può colpire una persona: l’etica.

    Dice Steve: “Il controllo che David Miscavige (che un’SP) applica alle menti , secondo me, ruota tutto intorno alla cattiva applicazione dell’etica di Scientology.
    Essere etico riguarda il prendere le giuste decisioni nella vita.
    Ma nessuna decisione è sempre giusta al 100%.
    Anche le persone più decenti, le persone che non solo pensano bene, ma fanno anche bene. Tutte loro sanno che c’è sempre spazio per migliorare.
    QUESTA È LA “CREPA” che Miscavige (un SP) sfrutta e in cui si insinua: “c’è sempre spazio per migliorare”.

    Ed infatti noi Scntologist sappiamo che L’ETICA (il comportarsi bene) viene prima della TECH (il produrre qualcosa) e DELL’ADMIN (l’amministrare qualcosa).

    Sappiamo anche che niente può essere fatto a te “se tu non lo permetti in primo luogo… “.
    E come può un Essere permettere che qualcun’altro lo sopprima o lo soprafaccia, gli rovini l’ARC, o semplicemente lo valuti negativamente?

    Io penso questo: quando un Essere sociale crede (gli è stato fatto credere), che è andato fuori etica, che ha fatto qualcosa di cattivo , o non ha fatto qualcosa di buono (che avrebbe dovuto fare), lui a quel punto si trattiene: “la sua etica innata” trattiene la sua forza e il suo potere.

    LRH lo dice chiaro: “perché qualcosa di negativo ti sia fatta, devi aver dato il tuo accordo”.

    Secondo me succede così: il thetan intimorito di essere dannoso (che CREDE di esserlo), demanda responsabilità e poi finisce col “non aver più fiducia in sé, ma in qualcun’ altro” … in uno “che non sbaglia mai”.

    Chi è colui che non sbaglia mai, pur vivendo nell’universo fisico, fatto per renderti duro il gioco o vita e per sbagliare, almeno qualche volta?
    L’individuo che non sbaglia mai è di sicuro l’SP… lo sappiamo che: LUI NON SBAGLIA MAI. Sbagliare è un lusso che non può permettersi.

    Ed ecco che il thetan sociale intimorito di essere dannoso si affida e segue colui che: “sembra sappia sempre il fatto suo, e che non ha mai un ripensamento nel suo agire nel giusto, e che in sostanza non sbaglia mai”

    Da qualche parte (corso Pts/Sp) LRH dice che: “tu devi aver fatto qualcosa al tuo SP per andarne effetto…”
    Ma in una conferenza (credo “l’Essere libero”) LRH dice che: “sei uno zuccone se tu credi di essere stato soppresso perchè hai TU hai fatto qualcosa… invece sei stato soppresso solo perchè TU ERI TU ed eri forte ed eri potente. PER NESSUN ALTRO MOTIVO”.

    Allora come la mettiamo con questi due dati?
    E’ perchè il tipo veramente ha fatto qualcosa all’SP, o perchè semplicemente un SP sopprime “di sua natura”, e tanto basta?

    Ho riflettuto molto su questa cosa e personalmente ho concluso che quando LRH dice: “tu devi aver fatto qualcosa all’SP per andarne PTS” , lo dice in modo ironico… (accetto repliche su questo).
    TheFreeDictionary
    Ironia:
    1) dare alle parole il significato opposto a quello letterale, con intento critico.
    2) sarcasmo, satira, umorismo venato di amarezza.
    3) scherno, derisione, presa in giro o beffa ai danni di qlcuno

    Io credo che un SP sia un maestro NEL FARTI CREDERE che tu gli hai fatto qualcosa…

    Un bimbo fa cadere un bicchiere.. giusto perchè a livello umano il controllo perfetto non è ottenibile, ed in realtà non è richiesto visto che: “un Thetan ama una randomity metà e metà”…ed ecco che l’SP “ne approfitta” e gli dice: “quanto sia inabile, quanto sia incapace, quanto sia stato dannoso nei suoi confronti”.
    Perché lui (l’SP) deve continuamente comprare bicchieri che il bimbo rompe… A questo punto il gioco è fatto: il bimbo crede di aver danneggiato la mamma/la maestra/la suora/la matrigna/o vattelappesca.
    In realtà un SP stava essendo in azione.

    Ecco qui adesso il bimbo CREDE di aver fatto un danno a… tizia, ed a questo punto è fregato, cominciare a trattenere sé stesso.

    Beh, questo è un meccanismo fin troppo facile… (adesso che lo conosco), e credo che LRH quando diceva che “DEVI AVER FATTO QUALCOSA DI DANNOSO”, intendesse questo meccanismo che usa l’SP.
    Questo secondo me è uno dei principali strumenti che usa l’SP.

    Altrimenti non si spiega come tutti quanti gli Esseri Sociali (non istruiti, non competenti e/o non abbastanza autodeterminati da scappare via, come ad esempio un bambino che nasce in una famiglia con l’SP) vicino ad un SP soccombono…
    Non è che tutti gli Esseri sociali siano dei cattivoni, E’ VERO IL CONTRARIO.

    Ecco come l’etica entra in gioco nel farti cadere nel tranello dell’SP, è una dinamica comportamentale innata, ma quando non conosciuta è a doppio taglio, “se non la conosci puoi soccombere, se la conosci… ti fa fiorire”.

    Ed ecco perché il corso Pts/Sp è stato da me giudicato (nel mio successo di fine corso) come: “le fondamenta della vita, dove poter poi costruire una solida casa, una vita, non più in balia degli eventi, con anche un rischio di crollo…”

    Buone ferie a tutti
    Mirko

    • Simon Bolivar

      E’ una bella riflessione Mirko. Aver fatto realmente qualcosa di dannoso all’SP, oppure CREDERE di aver fatto qualcosa di dannoso. Ai fini di come una persona si sente non è molto diverso.
      Io penso che sia come dice Ron, non credo abbia usato in tono ironico, ma che ci sia veramente un overt (anche se di proporzioni minori) da parte di chi soccombe. L’SP forte di questo rende l’overt più grande di ciò che realmente è e dal quel momento in poi si “insinua nella crepa”. Se cosi non fosse (azione di commissione), c’è di sicuro un overt di omissione nel non riconoscere che ciò che si è commesso non è un overt, ed è una forte invalidazione di se stessi.
      L’SP è sempre attento a cogliere l’attimo propizio, in special modo se è un calcolatore intelligente. Tendono a metterti in confusione con molta facilità e ciò avviene proprio perchè tu sei lì e vuoi comunicare, mentre l’SP non ha questo scopo, vuole controllarti e ciò gli basta. Più comunichi e più offri all’SP armi per abbatterti. Quindi il dubbio che comunicare sia un crimine gigantesco è destinato a venirti di sicuro.

      • Charlotte

        Condivido in pieno tutto quello che dici, Simon!
        Infatti con un vero SP non si comunica realmente, ma si fa “buone strade e bel tempo”.
        Ovviamente deve essere un VERO SP.
        Charlotte

      • Charlotte

        Dimenticavo… per Francesco e Simon …
        Oggi io e Patrik abbiamo iniziato ad usare le pale per scavare… ma a un certo punto Patrik mi ha detto: “Macché… qui ci vuole una trivellatrice!!!!”.
        Charlotte 🙂

      • Candido

        Un altro aspetto da considerare è la compromissione del PTS con l’SP di turno che lo rende sempre più vulnerabile nei confronti dell’SP. Fuor di metafora Steve Hall e Marty Rathburn per lungo tempo hanno fatto quello che Miscavage chiedeva loro di fare e di dire. Cioè fino a che non se ne sono resi conto e hanno detto basta, si sono comportati a loro volta da SP e quando non lo erano abbastanza dovevano applicare le condizioni di etica in cui dichiaravano di essere dei traditori ecc. ecc.

  5. Io penso che l’overt primario che un PTS ha fatto nei confronti dell’SP è stato quello DI NON AVERLO FERMATO!
    La logica conseguenza è che da lì in poi, per “giustificare” il proprio overt e sminuirlo il PTS ha dato sempre più valore e potenza all’SP e ha svalutato sempre più il suo.
    Ma questo perverso meccanismo crolla nel momento in cui la persona, avendo toccato il fondo e avendo realizzato che non ha più nulla da perdere, con la forza della disperazione dice basta e disconnette dall’SP.
    In questo caso la disconnessione è legittima e assolutamente necessaria per la propria salute, sia fisica e mentale.
    E per essere veramente liberi dalla soppressione bisogna che la disconnessione non sia solamente fisica, abbandonare cioè i luoghi dove l’SP è presente, di persona o attraverso i suoi cloni, ma anche mentale e spirituale, individuando dentro di sè i modi, le abitudini ed i meccanismi di pensiero inculcatici dal Soppressore a cui abbiamo concesso la nostra fiducia ed eliminandoli.
    Solamente così potremo recuperare la nostra abilità di pensare liberamente e operare in direzione del maggior bene delle NOSTRE Dinamiche.

    Un abbraccio

    Guido Minelli

    • Candido

      Ho letto adesso il tuo commento. Giusto. Oltre a non averlo fermato, ci è andato anche in valenza!

      • silvia chiari

        Candido e Guido avete ragione fermarlo sarebbe la cosa più giusta ma l’Sp (che è un calcolatore per se stesso ) è bravissimo a portarti dalla sua parte con salamelecchi vari solo quando vede che non ti ha soggiogato allora inizia l’attacco (il mio Sp quando l’ho conosciuto ho detto che non lo volevo ….ma a 6 anni non ti ascolta nessuno..per cui l’ho “subito “fino a 21 quando sono uscita di casa e nel frattempo me lo sono guardato e studiato bene cercando di avere meno comm possibile ) e comunque se cadi nella sua rete VAI tranquillamente in valenza senza accorgertene.

  6. Tony Pacati

    Penso che semplicemente un SP sopprime “di sua natura”, e tanto basta!
    Poi ci sono le persone che si trovano nelle sue vicinanze, qualcuno finisce PTS e qualcuno no. Perchè? Il meccanismo di come uno diviene PTS è spiegato benussimo nel post, ma perchè avvenga uno deve essere d’accordo che succeda (come dice Ron). Credo che Ron non fosse ironico, una persona per finire PTS deve aver fatto qualcosa al soppressivo, che lei ritiene sbagliato, e quindi si sente con l’overt nei suio confronti. Non sto emettendo sentenze, sto solo cercando di capire anche io.
    Ho notato per mia esperienza che è difficilissimo, quasi impossibile diventre PTS di uno che hai appena conosciuto, prima si deve creare una sorta di rapporto, diretto o indiretto, poi la cosa può avvenire.
    Quando ho lasciato una vecchia situazione di lavoro, dove ero diventato PTS, mi sono messo a scrivere O/W e quello che è venuto fuori (nella mia realtà) era
    1 – sono andato in accordo nel farmi sopprimere, per 1000 ragioni, ma di base c’era un mio accordo (e questo è un owert)
    2 – non gli ho impedito con sufficiente fermezza di essere un soppressore (almeno nei miei confronti) e questo è un overt nei suoi confronti.
    A mente serena, e finalmente distaccato dalla situazione, ho avuto l’impressione che lui, come tethan, mi ODIERA’ per il resto dei mie giorni per questo.
    Ron parla dei criminali e dice che loro lasciano tracce evidenti perchè voglione essere catturati e fermati dalla polizia, perchè non riuscendo a mettersi in etica da soli, vogliono che qualcuno li obblighi fermandoli.
    Forse l’overt più grosso del PTS nei confronti del SP è proprio quello di essere diventato suo PTS validandogli la sua posizione di SP!
    L’SP, in cuor suo, sa di essere una nullità, e sopprime gli altri fondamentalmente per invidia, nella illusoria speranza, di arrivare a contare qualcosa nella vita, sminuendo chi ritiene sia migliore di lui, cioè TUTTI!.
    Se non fosse per gli enormi danni che possono causare, andrebbero veramente compatiti.
    Vi immaginate se DM venisse semplicemente ignorato da tutti?
    Cioè la gente che semplicemente contina a fare il suo lavoro senza badargli, come se lui non ci fosse nemmeno.
    Penso finirebbe con implodere su se stesso diventando alla fine completamente apatico.
    Per questo QUALCHE VOLTA mi stufo dei continui insulti nei suoi confronti, perchè mi sembra di dargli troppa importanza.
    Il migior modo di annullarlo è veramente fiorire e prosperare, in scientology e sul ponte, nonostante tutti i suoi tentativi di impedirtelo.
    Questo gli porterebbe via il potere da sotto i piedi facendolo sprofondare.
    E siccome è basso (in tutti i sensi), a sprofondare potrebbe metterci anche poco!
    Questa è solo la mia opinione.
    un saluto a tutti

  7. Tony Pacati

    Mentre scrivevo non era ancora uscito il commento di Guido.
    ho visto adesso che diciamo quasi la stessa cosa e mi fa piacere.
    Ciao Guido

  8. La dichiarazione sarà reale e vera, con fatti reali e realmente accaduti. Come sai, sai a cosa mi riferisco. . Nel mio caso, non potrei mai fare a meno di citare comunque una persona che nelle sue possibilità ha cercato di mettere il cuore. Non sempre un rapporto di amicizia è biunivoco, spesso molte altre parti concorrono a formare l’insieme di una terza dinamica. Poi a volte, buoni sentimenti possono essere offuscati da una mancanza di conoscenza. Per dirla in semplici termini Scientologist: Se la R (realtà) diminuisce anche la A (affinità) e la C (comunicazione) diminuiscono di conseguenza. Sta alla bravura degli scientologist riequilibrare i tre angoli del triangolo e trovare gli arcx e renderli flat ed individuare eventuali terze parti all’opera quando non si riesce a ristabilire ARC.
    E qui a rischio di fraintendimenti, per evitarli, specifico che mi riferisco ad un amico/a indipendente.
    L’auditor è un’altra situazione. L’auditor è un’altra situazione, non è una persona italiana, così tagliamo finalmente la testa al toro. Personalmente non ho ricevuto “auditing” da nessuno, solo qualche consulenza spirituale ed approfondimenti su Scientology con un auditor addestrato indipendente, descritto in precedenza in modo positivo ma niente a che fare con il resto. Se qualcuno dice diversamente, parla di cose che non conosce. La privacy di quell’auditor è per me sacra, tanto che non mi sono mai permesso di nominarlo in nessun contesto o commento. Ma vorrei chiudere per sempre, con dolore ti assicuro e con molta sincerità. A volte cercare di capire l’insensatezza altrui è difficile. La diffidenza, il sospetto, i comportamenti ostili motivati da una latente paura.
    Comunque che vita sarebbe una vita all’insegna dell’odio e del rancore? Una vita meschina a mio avviso. E, per aggiungere, in tema con il cristianesimo cui facevamo riferimenti nei precedenti commenti: “Volemose bene” (Papa Woytila, grande Papa e Beato, per me Santo) La vita in un corpo non è eterna. I buoni sentimenti si. In modo molto squirrel vorrei concludere esternando un mio pensiero. Tutto ciò che facciamo in questo universo, torna indietro. Come se queste particelle che noi emettiamo, positive o negative, facessero il giro dell’universo e tornassero al punto di origine. Perchè sprecare tempo a rafforzare ciò che c’è di negativo?
    Luca se mi leggi, sei d’accordo? (Luca è un’amico d’infanzia, per non essere frainteso) rispondimi anche in pvt se preferisci.

    Ciao,
    un abbraccio
    Stefano

    • Caro Stefano, leggendo questo tuo commento, che denota grande sensibilità ma anche sofferenza, mi vengono in mente queste parole di Ron, tratte dal Codice di Onore: ” Non rimpiangere mai il passato. La vita è in te oggi e tu crei il tuo domani”.
      Io le ho adottate come regola di vita e mi sono state/sono di aiuto in tantissime occasioni.

      Guido

  9. Simon Bolivar

    Tu Guido sei una persona saggia, una luce nel campo degli indipendenti. Leggo sempre i tuoi commenti con molta attenzione e vi trovo ogni volta qualcosa di utile, qualcosa di bello e di molto estetico.
    Stefano, nel tuo commento si legge il dolore e la sofferenza vissuta, ma si legge anche la voglia di riscatto personale verso una vita migliore. Secondo me hai imboccato la strada giusta per fiorire, una strada priva di odio e rancori. Spero anche che tu possa presto andare in session con un bravo Auditor indipendente e che tu possa ottenere tutti quei guadagni che ti meriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...