L. RON HUBBARD, IL SUO RUOLO E COME LO VEDIAMO NOI.

La Chiesa ufficiale ci ha offerto in passato una biografia sceneggiata della vita di L. Ron Hubbard. Ce lo ha mostrato come un eroe senza macchia e senza paura, che non falliva mai, come un antico cavaliere.

Dalla biografia ufficiale della Chiesa, Ron ci appare come un Semi-Dio, o un suo messaggero. E Scientology come una strada da lungo tempo pianificata e finalmente portata a noi da colui che era l’eletto per farlo.

Anche le foto ufficiali della Chiesa ce lo mostrano sempre cosi; Ron Commodoro, Ron Avventuriero, Ron e l’Infinito. Mai una foto dove si veda Ron l’uomo. La sua vita con i figli e le mogli o Ron in qualche situazione “normale”.

L. Ron  Hubbard tuttavia, ha sempre sostenuto di essere un uomo, solamente un uomo. Con i suoi errori e le sue pecche. E, perché no, i suoi peccati.  Ron era un genio per certi versi, ma profondamente umano in tutto il resto.

Questo articolo non vuole sminuire il suo lavoro, anzi, solo vedendo Ron come un comune mortale si riesce ad apprezzare in pieno il suo lavoro e a vedere le difficoltà a cui è andato incontro. Capire fino in fondo con quanta determinazione è riuscito a portare il suo lavoro e consegnarlo alle persone per un loro beneficio.

Il suo scopo era di rendere le persone migliori e ci è riuscito.

L. Ron Hubbard – Il fondatore della Chiesa di Scientology. Questo fatto è largamente noto. Ma ciò che sta finendo nel dimenticatoio, tra tutte le polemiche se Scientology sia buona o cattiva, è il fatto che, in questi tempi civilizzati, è stata fondata una nuova Religione.

Istintivamente diremmo che le religioni sono artefatti del passato e non appartengono ai nostri tempi, il fatto che nel 20esimo secolo sia stata fondata una nuova Religione dovrebbe renderci sospettosi, ma anche interessati – come mai?

I fatti sono che L. Ron Hubbard ha messo in piedi una nuova Religione in soli 25 anni. Il suo periodo più attivo andò dal 1950 al 1975, dopo di che non fece più molta ricerca e non era più “il proprietario” o il “Leader” della Chiesa di Scientology.

Da tutti I rapporti indipendenti che abbiamo oggi, dobbiamo assumere che dopo il 1975 si stava ritirando dalla Chiesa e certamente, per qualsivoglia ragione, si stava nascondendo sia dal pubblico in generale che dalla Chiesa e non ebbe quasi più contatti con nessuno. Sua moglie si lamentava di questo, ma anche lei era alla fine della sua vita nella Chiesa. Si crede che non abbiano vissuto più insieme fin dalla fine degli anni 70. Ci sono anche dei dubbi se sia morto nel periodo in cui venne ufficialmente annunciato. Si possono trovare dati molto contradditori su questi fatti.

Ma formare una Chiesa che abbracciasse tutto il mondo in soli 25 anni, con oltre centinaia di migliaia di membri, ed essendo conosciuta da una altissima percentuale di persone, specialmente nel Mondo Occidentale, è un risultato eccezionale!

Scientology non è solo un fuoco di paglia. Scientology, nelle sue origini, non è una compagnia commerciale e non vende beni conosciuti all’Uomo. Non è paragonabile alla Microsoft o a una Compagnia Petrolifera. Ci sono accuse infinite che Scientology sia una istituzione commerciale – non c’è nessuna intenzione di giustificare le azioni della Chiesa di Scientology.

Ne sono stato un membro io stesso e ho visto cose che non posso chiamare “civilizzate”. Per alcune azioni non ho nemmeno le parole per descriverle. Per alcuni è bizzarro come si possano chiedere soldi per un servizio religioso.

Tuttavia, questa è una azione normale. I preti di tutti i tipi di Chiese hanno uno stipendio e spesso non sono pagati male proprio per nulla. In altre parole, il fatto che L. Ron Hubbard si assicurasse che i suoi ministri fossero pagati, ci mostra solo la sua lungimiranza e la sua sanità. Come può una Chiesa sopravvivere se i suoi membri non ci riescono?

Sfortunatamente non ho mai incontrato Hubbard personalmente. Da rapporti obiettivi, deve essere stato un essere amichevole e comprensivo. Certamente era un genio e aveva una straordinaria percentuale di produzione. Aveva in sé una grande abilità comunicativa, sia con la parola parlata che con quella scritta. Quando ascolto le sue conferenze mi meraviglio sempre della sua comprensione concettuale, di come fosse capace di spiegare ciò che voleva insegnarti, con fatti e humor, con emozioni ed intenzioni. Era molto chiaro.  Aveva una comprensione che era in anticipo sui suoi tempi.

Era anche esigente e delegava tanto. La sua attitudine era: sei un essere capace, quindi puoi farlo. Non accettava giustificazioni e scuse. Più passava il tempo, più questo lato divenne prevalente, anche dominante. Specialmente nei suoi anni più recenti. Credo che fosse difficile vivere con lui. Ma questo era ciò che lui era, un essere umano. Non dovremmo mai dimenticarlo. Era un uomo in carne e ossa, è stato sposato tre volte, e ha avuto sette figli. Aveva il suo carattere, fumava anche, cosi come tanti uomini del suo tempo. Era un genio, ma completamente umano. Non era Dio che fondò la sua Chiesa. E non era un ambasciatore di Dio. Non ha mai nemmeno rivendicato di aver inventato tutto ciò che trovate in Scientology. Prese ogni buona idea disponibile e la mise insieme come sintesi – e basandosi su tutto questo iniziò a scoprire tecniche specifiche che potevano migliorare l’Uomo.

E questo è ciò che rende Scientology cosi diversa dalle altre Religioni: possiede un grande numero di tecniche che specificano come l’Uomo può essere migliorato. Molte di queste sono sorprendentemente semplici, e posso essere applicate da un nuovo venuto con facilità. Alcune richiedono invece grandi abilità. Il risultato è che una persona si sente meglio, che si riprende (e più facilmente) da eventi passati che interessano la sanità e la salute dell’individuo. E il guadagno, molto spesso, è un miglioramento della consapevolezza. Porta ad una libertà spirituale.

Ci sono grosse controversie su Hubbard. Tuttavia, mi azzardo a dire che era un grande amico dell’umanità. Ci ha lasciato, all’Uomo, una filosofia che si può applicare direttamente alla vita. Potete leggerla e applicarla istantaneamente ed essa incrementa la vitalità e la qualità della vostra vita. Hubbard aveva un grande scopo – nientedimeno un obiettivo quasi irreale – ma che voleva fortemente, più che mai: Una civiltà senza pazzia, senza criminali e senza guerra.

In tutto il suo lavoro potete riconoscere questo proposito continuamente. Tutto il suo insegnamento aveva questo fatto in comune. Vi confermo che la sua intenzione era di creare un mondo senza guerra, criminalità e pazzia. Riassunto in poche parole, ciò che chiamava “un Pianeta Clear”. E questo è ciò che un alta percentuale della popolazione sta cercando, per cui lavorano, vivono. Non solo in Scientology. Ma è un obiettivo per cui a volte la gente da la vita, e spesso sono disposte a dare tutto ciò che possiedono.

Sfortunatamente, nella Chiesa di Scientology si abusa di queste cose, in modo struggente. Hubbard fondò una Chiesa, non solo perché fornisce a Scientology protezione e longevità, ma anche perché Scientology E’ una Religione, senza alcun dubbio. Da tutti i suoi insegnamenti risulta ovvio che ha scoperto Scientology per ogni donna e ogni uomo. Non ha mai inteso che fosse un monopolio, non era mai restrittivo, la rese disponibile a tutti, considerò il suo un lavoro libero.

In quale altro modo si può chiarire un pianeta se non includendo ogni essere umano e distribuire Scientology a tutti?

L. Ron Hubbard Clearing Procedure, 1957: “Non sarò sempre qui di guardia. Le stelle scintillano nella via Lattea e il vento sospira per canzoni attraverso i campi vuoti di un pianeta in una galassia lontana.  Voi non sarete sempre qui. Ma prima di andare, sussurratelo ai vostri figli e ai figli dei vostri figli – il lavoro era libero. Mantenetelo cosi.”

Lasciatemi finire questo articolo con parole di Hubbard, prese da:

La mia filosofia, 1965: “Tutto ciò che conosciamo della scienza o della Religione viene dalla filosofia. Si trova dietro e sopra tutte le altre conoscenze che abbiamo o usiamo. Per tanto tempo considerate come un soggetto riservato ai circoli intellettuali chiusi, il soggetto, in misura notevole, è stato negato all’uomo della strada. Circondato da strati protettivi di scolarizzazione impenetrabile, la filosofia è stata riservata al privilegio di pochi. Il primo principio della mia personale filosofia è che la saggezza è intesa per chiunque desideri cercarla. È per i servi, i plebei e i Re allo stesso modo e non dovrebbe mai essere vista con timore.”

Con il più alto rispetto.

Max Hauri

5 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, DICHIARAZIONI DI INDIPENDENZA, LRH, SUCCESSI

5 risposte a “L. RON HUBBARD, IL SUO RUOLO E COME LO VEDIAMO NOI.

  1. silvia chiari

    Ron Hubbard è stato un grande genio per aver saputo estrappolare dalle varie correnti filosofiche e religiose del pianeta gli elementi che accomunano il modus operandi dell’essere umano ed ha creato un tecnologia che ci permette di riconoscere chi e cosa siamo , ci permette di riconoscere la saggezza e la libertà di riconoscere le nostre abilità ma a questo punto, da grande genio, ha capito che solo noi siamo responsabili della nostra realtà e ritengo che sia per questo che ad un certo punto è andato su ” non interferenza”, a questo punto ogni essere deve osservare e se applicherà Scientology avrà in mano il miglior gioco da sperimentare.

  2. Diogene

    La saggezza è intesa per chiunque desideri cercarla (LRH)…
    Chiarimento di parole consigliato con metodo a scelta…

  3. Simon B.

    L’UNICO MODO DI FARE UN OTTIMO LAVORO…
    è amare quello che fai. Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare, non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l’avrai davanti. E, come le grandi storie d’amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo troverai. Non accontentarti. Sii affamato. Sii folle… ADDIO STEVE JOBS

    • Simon B.

      Questo è per i pazzi, i mistificatori, i ribelli, quelli in cerca di guai, quelli che infilano i pioli tondi nei buchi quadrati … quelli che vedono le cose diversamente, che non sono molto amanti delle regole, e non hanno nessun rispetto per lo status quo. Puoi citarli, non essere d’accordo con loro, glorificarli o diffamarli. Ma la sola che NON puoi fare è ignorarli perché loro possono cambiare le cose … spingono la razza umana avanti, e mentre alcuni possono vederli come quelli pazzi, noi vediamo il genio, perché persone che sono pazze a sufficienza da pensare che possono cambiare il mondo, sono quelli che lo fanno.
      E’ un altra frase di STEVE JOBS, ma sembra quasi l’abbia scritta per Ron e per i geni come lui.
      In questa massima vediamo come il genio Ron si sia perduto nella Chiesa di Scn di oggi, dedita a mantenere uno status quo ossessivo e a infilare pioli quadrati in buchi quadrati, senza il minimo spazio per la fantasia e la creatività. Scientology mirava di cambiare il mondo dal suo interno, e non voleva imporre l’etica sul pianeta. Del resto una Etica IMPOSTA non ha nessun valore per nessuno, ma è solo un ulteriore metodo per controllare persone (Come se non ce ne fossero già a sufficienza).

      • Mirko

        Bellissime parole quelle di Steve Jobs, Simon.
        Sta parlando dei sognatori che sognano la prossima realtà, confrontandosi con il presente.

        In questa occasione mi piace postare anche il seguente scritto di LRH che indica una buona strada pragmatica di come poter essere, o meglio “tornare” tutti ad essere dei sognatori concreti:

        “La via verso OT” Hco Information Letter 10 agosto 1963

        “La via verso OT è una via di knowingness che ritorna gradualmente,
        un liberarsi graduale dell’amnesia, uno sbarazzarsi graduale dell’irrealtà.

        L’irrealtà è il risultato dell’invalidazione tramite forza.
        Colpisci un essere con forza sufficiente, arreca una sufficiente rottura di ARC, e tutto diventa irreale.

        Ma con il ritorno della knowingness, l’irrealtà svanisce, lasciando una persona con una maggiore conoscenza di chi è, dov’è e perchè.

        Ciò che è, è: non è quello che qualcuno altro dice che è.

        Posso aiutarti moltissimo e darti la tecnologia ed una mappa; ma è la tua irrealtà che svanirà e la tua knowingness che tornerà.

        Ora i cancelli sono aperti, spalancati.
        Ma l’unico che potrà attraversare quella via e affrontare il percorso per te, sei tu stesso.”

        LRH

        Grande LRH, questa è una indicazione concreta, ma avventurosa: da grande sognatore … sono persino commosso.

        Mirko

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...