Archivi del mese: novembre 2011

SUCCESSO – Patrick Attesta OT 3

Sembra che Babbo Natale sia passato prima quest’anno …

Patrick, Indipendente per definizione, ha attraversato il muro del fuoco ed ha inviato il suo successo, affinchè noi tutti ne possiamo gioire.

Complimenti Patrik, da A a B, questo è quello che mi aspetto da uno Scientologo!!

Oggi, 29 novembre 2011, rimarrà per me un giorno memorabile…

Ho completato OT 3!!!

Memorabile per l’importanza vitale di ciò che si maneggia andando attraverso al muro del fuoco, e memorabile perché è stato un traguardo cui sono stato dietro per 22 anni, ma senza poterlo raggiungere.

Dei primi tre Livelli è sicuramente il più complesso e difficoltoso da andare attraverso, ma è anche quello che ti fa schizzare in alto.

Il vero successo di OT 3 suona un po’ come un Withhold, sì perché non puoi effettivamente esprimere con le corrette parole quello che senti, altrimenti riveleresti il dato di OT 3, quindi bisogna girarci un po’ attorno…

Completando questo Livello ho raggiunto una stabilità mai provata prima, ho più fiducia in me stesso e nelle mie idee, i miei postulati sono più potenti e puri e riesco ad avere un controllo maggiore sulla mia vita in generale e sulle mie dinamiche e una maggiore comprensione.

L’auditing di OT 3 mette a dura prova la tua preparazione come auditor, ed effettivamente la tua vita è nelle tue mani, devi riuscire a destreggiarti davanti alle situazioni che ti si presentano, riuscendo a stare in TR e trovare la soluzione corretta per uscire fuori da quella particolare situazione. Ma Ron ha veramente previsto tutto, occorre soltanto seguire con diligenza le sue istruzioni.

Ancora una volta Ron mi ha sorpreso per la semplicità con cui è riuscito a spianarci la strada, con tanto amore, per portarci fuori da una situazione così complessa come quella di OT 3 “ Il Muro del Fuoco”.

Ron, le parole per ringraziarti diventerebbero solo una routine, ma una cosa voglio dirti:

“La stima che ho per te è immensa, e nessun attacco scellerato nei tuoi confronti da parte di piccoli esseri che cercano di denigrare la tua immagine pur continuando ad usare la tua tecnologia, la potrà mai scalfire.

Per me sei e rimarrai l’Uomo che ha permesso a me e a tanti altri di percorrere la strada che ci porta fuori dalla trappola in cui siamo stati per milioni di anni. Grazie, con tutto l’affetto che posso.”

Un grazie particolare al C/S che mi ha seguito in questa lunga avventura. Grazie Paolo.

Patrik

35 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Mission into Time : Minelli Francesco ATTESTA NUOVO OT3 !!!

Ho intrapreso questo viaggio,

consapevole di ciò che avrei affrontato e con la perfetta preparazione per farlo.

LRH nelle sue Istruzioni, rigorosamente scritte a mano, affascinanti ma nello stesso tempo schiette,

ha, con lo stile di scrittura che lo contraddistingue, tracciato un percorso da seguire

attraverso IL MURO DEL FUOCO.

Io e mia moglie Luana, siamo salpati da Genova

per intraprendere la nostra Missione Nel Tempo,

come LRH la intraprese prima di

addestrare i suoi Auditors sulla sua Nave,

come Auditors di Classe VIII

e rilasciando così OT3.

Ho avuto a che fare con Pandeterminismo, Amore, Comprensione, Comunicazione,

sono stato un Buon Auditor ed ho seguito le Istruzioni,

andando attraverso onestamente e preparato a farlo.

Mi sono liberato da Sopraffazioni che potevano influire nei miei Universi

ed ho posato un’altra pietra miliare per le Dinamiche,

Il totale recupero del MIO Autodeterminismo.

Non vedo mai un’attestazione come un arrivo, ma una Nuova Partenza, dalla quale posso

riallineare tutti i dati da me acquisiti fino a quel momento,

con la “Chiave” di conoscenza riacquisita.

Potrei raccontare ancora tante cose, ma IO prediligo che siate voi magari a raccontarmele,

per le azioni che IO continuamente ho fatto, faccio e dovrò’ fare

affinche’ possa essere considerato ” OT ” dagli Altri Universi

o semplicemente un’ Esempio da seguire

o ancor più’ semplicemente sentirmi dire alle spalle

“Bravo quel giovine li’……”

Questo sarebbe il mio più’ grande riconoscimento,

Portare Comprensione alle Dinamiche.

Non mi interessa avere l’ approvazione, non mi interessano Soldi o Regali,

Mi interessa vedere che dove io Influisco, porto un sorriso

o Serenita’.

La capacita’ di Amare Incondizionatamente e’ la chiave

ed io punto dritto all’obbiettivo.

Voglio ringraziare i miei Genitori,

per avermi sostenuto e accompagnato fino ad ora.

Voglio ringraziare i miei Compagni di Viaggio, che si sono fidati ed insieme abbiamo affrontato i livelli OT,

Verificando la funzionalità e testando la linea tecnica completa affinché qualsiasi Indipendente possa sicuramente, quando pronto, affrontare questi livelli con il miglior supporto.

Ringrazio Simon, per il Coraggio che lo contraddistingue.

Ringrazio Luana, mia moglie, per sostenermi incessantemente.

Ringrazio il Salumificio Di Montisola per i “release” gastronomici 🙂

Ringrazio Paolo, ha dimostrato di essere il miglior C/S che io abbia mai potuto incontrare,

Ogni volta che ne ho avuto bisogno, ha dimostrato che ha veramente compreso la tecnologia.

Ringrazio Tiziano Lugli, per essere stata la famosa “goccia” che ha fatto traboccare il vaso.

Dal primo avviso che mi arrivò di cancellarlo dagli amici poiché era diventato un “nemico”, una grossa lampadina si accese in me e li incominciai la ricerca della verità.

Ringrazio tutte le persone che ho avuto il piacere di conoscere mentre ricostruivo la storia attraverso le esperienze personali di quella Scientology agli albori in Italia,

La storia di quel periodo misterioso quando LRH era svanito, fino alla sua Dipartita.

Un ringraziamento a tutti gli Scientologists Indipendenti.

Mi avete dato il LA per incominciare questo viaggio.

Ringrazio Tutti gli Auditor Indipendenti, il vostro lavoro è encomiabile.

Per ultimo, la Base base, senza di Lui tutto questo non sarebbe qui ora.

Grazie Sir.

Il tuo lavoro, la tua dedizione, il tuo amore per l’uomo ha permesso che io sia qui ora a festeggiare per aver completato OT3.

Per LRH, Hipp Hipp, Hurra !

Francesco Minelli

47 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, DICHIARAZIONI DI INDIPENDENZA, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Giorgio Amico di Ron, INDIPENDENTE

Abbiamo trovato un nuovo amico, o meglio, lui ha trovato noi Scientologi  Indipendenti e dopo tanti anni da “pesce fuor d’acqua” ha riacceso i suoi sogni di libertà spirituale.

Benvenuto Giorgio amico di Ron,

grazie per essere qui,

sono sicuro che contribuirai al movimento!

Guido Minelli

DICHIARAZIONE DI INDIPENDENZA DALLA CHIESA DI DM€


Non so se a voi è stato chiaro ma anch’io dichiaro la mia indipendenza, sono stato staff della nave Freewinds dall’88 fino al 2000.

Lì ho dato tutto me stesso per la causa di Ron.

Sono stato un SO member esemplare, ma purtroppo troppo in evidenza, quindi qualcuno ha deciso di farmi fuori grazie al suo bank, e quando la tecnica di etica corrotta del nostro povero DM€ mi ha incontrato, son diventato una vittima, per sei mesi non ho visto il sole, sono stato ai lavori forzati, chiuso insieme alle catene della nave, sorvegliato da una telecamera.

Che ridicolo, ancora ci penso, ricordo che preparavo il mio piano di fuga, ma piano piano capii una cosa; perchè scappare?  Voglio proprio vedere come va a finire!

Io sono una persona molto testarda, se punto un obbiettivo non ci sono distrazioni che tengano. Quindi continuai con il loro gioco. Io nel frattempo mettevo in pratica la tech di Ron dell’OT TRO.

Quindi pensate, ogni giorno facevo questo drill per liberarmi dalla massa mentale che accumulavo per le loro soppressioni. Beh ragazzi, funzionava, più ero li e nient’altro che li a mio agio e più mi sentivo forte e riuscivo a far succedere le cose solamente con la presenza in OT trO.

Infatti dopo tre mesi nel buco fui assegnato a lavare pentole per altri tre mesi, li ero una bomba, avevo una velocità incredibile, ancora esemplare nella performance delle mie abilità al punto che il capitano venne a congratularsi con me, forse convinto che stessi diventando malleabile e che come lo chiama DM€, il procedimento di ”Aggiustamento della realtà” (che consiste in isolamento, umiliazione, minacce, lavori forzati e persuasione a fare come ti viene detto) aveva funzionato su di me.

Alla fine le cose cominciarono a girare a mio favore e con l’evento dell’anniversario della nave e l’arrivo di DM€; una mission di RTC doveva far fuori tutte le particelle di etica; o via dalla nave o “handled” (maneggiate).

Cosi lo stesso giorno che DM€ arrivava sulla nave io me ne andavo a casa.

Ora sono passati 11 anni da allora, mi sono risposato, ho 3 figli, li amo tutti e la sola tech che uso è quella del mio amico Ron.

Giorgio, amico di Ron.

47 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, DICHIARAZIONI DI INDIPENDENZA, SUCCESSI

Buon Compleanno : Post Privato

E questo e’ per te,

per il tuo compleanno,

Per la  vivacità’ che ti contraddistingue da 4 Lustri ed un pezzo.

In questo anno,

centenario della nascita di lrh,

La tua Indipendenza

e’ luce abbagliante

in una notte senza Luna.

Post privato perche’ la potrai capire

solo tu che sei festeggiata.

Ed i condomini pazientemente

mi sopporteranno anche questa volta.

SO CHE SARAI SEMPRE

LA BIMBA 

DEL TUO PAPA’ .

BUON COMPEANNO


5 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Mission into Time : Barbaglio Luana ATTESTA NUOVO OT3 !!!

E’ con grande piacere che comunico a TUTTI gli Scientologists Indipendenti Italiani che Luana ha attestato

NUOVO OT 3 – IL MURO DEL FUOCO .

Ecco a voi la sua storia di Successo :

SUCCESSO

OT 3

BARBAGLIO LUANA

Ciao stupendi Esseri,

oggi ho attestato OT 3 !!!

Mi sento in dovere di condividere con VOI questo STATUS.

Sono molto VGI per il lavoro fatto su questo GRADINO del ponte, ed e’ per questo motivo che voglio proprio condividere tutta quella LIBERTA’ acquisita o meglio ripresa, MIA e di tutti gli ESSERI presenti sparsi negli Universi Infiniti, ritornati liberi.

Eh si ! ,

proprio libertà’ di ESSERI, avete letto bene !

La consapevolezza  di essere CAUSA,

aumenta sempre più’ la RESPONSABILITA’ come ESSERE e come ESSERE qui’ entra in gioco la mia integrità’ personale, la mia ETICA legata proprio alla responsabilità’ della LIBERTA’ SPIRITUALE, non solo mia ma di tutti gli esseri .

Voglio che anche voi vi prendiate tutta la LIBERTA’ che desiderate avere.

Vi voglio MOLTO BENE.

Con affetto

LUANA

Voglio ringraziare mio marito per essermi stato sempre vicino mentre studiavo la teoria di OT3,

per avermi dato la possibilità’ di attraversare il primo Muro del Fuoco Audendomi su una Nave in mezzo al mare come fece il nostro MAESTRO RON.

Grazie RON per le grandi Vittorie che mi stai dando attraverso la Tecnologia che TU hai lasciato.

Ringrazio il mio C/S

per avermi seguito PASSO PASSO su ogni gradino del Ponte, Seduta dopo Seduta, con molta professionalita’.

GRAZIE PAOLO ! Sei veramente SPECIALE .

Saluto TUTTI i miei Compagni di Viaggio.

Il mitico Simon

Anche lui su OT3.

Un ringraziamento a TUTTI VOI !

STUPENDI ESSERI

GRAZIE PER ESSERCI.

LUANA

52 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, SUCCESSI, Uncategorized

Mission into Time : NEXT C/S

LA VOSTRA MISSION INTO TIME SI E’ CONCLUSA CON SUCCESSO!

ATTEST OT III FOR BL & MF

SENIOR C/S MEDITERRANEUM

6 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

SQUIRREL !?

Se Ron fosse ancora vivo avrebbe scritto cosi degli Squirrel. 

Ecco un esempio UMORISTICO (ma non troppo) di un HCOB che manca alla collezione della Serie sugli Squirrel.

Trovato in rete, opera di Scientologist Indipendenti fine Anni 80.

Per rispetto verso LRH ed il suo retaggio ho eliminato la sua firma in fondo all’ “HCOB”

ma la cosa che mi ha attirato, visto il contenuto,

un messaggio per chi crede che la fine della Cof$ sia “Dietro L’angolo”.

Liberatevi dalla carica oltrepassata verso la Cof$, fiorite e prosperate andando sul ponte.

Un ponte Libero e Standard come Scientologist Indipendente per definizione.


HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE

Saint Hill Manor, East Grinstead, Sussex

HCO BULLETIN DEL 21 NOVEMBRE 2011

Remimeo

Tech & Qual

All Levels

All Auditors

All Tech Checksheets

SERIE SUGLI SQUIRREL #101

RENDERE IL MONDO SICURO DAGLI SQUIRRELS

Una delle minacce più malvagie verso un obiettivo di libertà spirituale per l’umanità sono i gruppi squirrel che sono sorti nel campo. Questi alterano la tecnologia, rovinano i casi delle persone, e danno a tutti una cattiva nomea.

Un odioso gruppo in particolare che ci ha dato una cattiva nomea proprio ora sta facendo pagare centinaia di dollari l’ora per l’auditing e promette “Servizio Standard Totale” a centinaia di vittime ignare. Eppure, quando uno esamina questo particolare gruppo squirrel, trova che pochi staff hanno un addestramento sulla Tech o un alto livello di caso: Invece, la maggior parte dell’auditing viene fatto da auditor inesperti o da interni che lavorano per nulla o quasi nulla, e posti importanti tipo Ufficiale di Etica vengono tenuti da persone reclutate dalla strada che non hanno virtualmente nessun addestramento e che lavorano per pochi soldi. Naturalmente questo è un fuori-scambio, e non porta da nessuna parte.

Questo gruppo squirrel è circondato da casi falliti, pubblico arrabbiato che chiede rimborsi, e auditor falliti (una piccola percentuale dei loro interni ha finito l’internato). Ai PC viene costantemente detto che hanno bisogno di riparazioni costose e lavoro sui folder, e i C/S hanno nozioni svitate che si debbano percorrere i casi delle persone su Confessionali e liste di riparazione, gettando il Ponte Standard di Scientology (Eccetto per i ricchi e famosi).

Questo stesso gruppo di squirrel e di criminali è stato costantemente fonte di imbarazzo per quelli come noi interessati con la purezza della Tech e alla libertà spirituale dell’umanità. Molti dei suoi executive sono criminali incalliti (infatti il loro leader al momento è nascosto per sfuggire le azioni legali). Durante gli anni, ha pagato centinaia di migliaia di dollari in parcelle legali per difendere i suoi imbrogli legali. Dipingono i loro palazzi di strani colori, si vestono con buffe uniformi, e corrono in giro urlando uno contro l’altro. Questa, gli è stato detto, è la “standard Tech”.

Mi dispiace, ma se questo gruppo amatoriale avesse una qualsiasi nozione di standard tech – o decenza e onestà, in quella materia – chiuderebbero il negozio molto velocemente, smettendo di commettere overt, e si addestrerebbero e si farebbero audire e imparerebbero a consegnare il vero ponte. 

La Standard Tech è descritta molto attentamente negli HCOB, nei nastri, e in altro materiale. Quando uno guida una organizzazione dove ci sono altre intenzioni (tipo quelle di “facciamo più soldi che si può”, o “lasciamo che solamente le persone ‘giuste’ entrino sulle linee”), l’intera scena degenera velocemente in un triste nido di squirrel, le statistiche vanno al diavolo, gli arbitrari e gli stop diventano l’ordine del giorno, e il pubblico arrabbiato batte alla porta chiedendo i rimborsi.

Cosi, cerca di capire, e non supportare gli squirrel. 

x. xxx. xxxxxxx. xxxxxxx

Salta il muro, cosa aspetti?

16 commenti

Archiviato in DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

Una Storia Theta

Questo amici è un racconto di vita vissuta, una storia d’amore, una esperienza unica ed affascinante di Giorgio.

In un tempo dove lui Bambino aveva theta a disposizione per chiunque, con un sorriso passeggiando per il molo di una Cagliari anni 60 con la Nonna, fece un incontro ed una esperienza al di la dell’immaginabile ……..

Per voi cari amici, dopo aver con soddisfazione constatato che ” il condominio” non ha ” carica oltrepassata ” dell’argomento IAS.
(Dall’assenza di commenti l’evidenza è che c’e una presa di coscienza della fregatura, ma che non stiamo a rivangare il minestrone……. anche perché, per quanto possiamo rivangarlo e girarlo, sempre minestrone è.)

Ed infatti, ben poco ci interessa più della Cof$, in quanto ora, consapevoli dei loro crimini, abbiamo optato per una Scientology Libera, Indipendente per definizione .

Fiorire e prosperare, questo è ciò che ognuno di noi deve fare.

Lasciamo che la Cof$ vada per la sua strada, si stanno affondando benissimo da soli!

Ecco a voi questa bellissima storia ……

________________________________________________________

Vedi…

ricordo una volta, quando avevo circa 4 o 5 anni mia nonna mi portò a fare una passeggiata lungo il molo del porto di Cagliari.

Li c’era Ron con la sua Enchanter, attraccati per Mission into time. Io lo guardavo ed ero affascinato da lui e dalla sua voce.

Lui mi invitò a salire a bordo e mi mise al timone e mi spiegò come si navigava, anche se parlava inglese lo capivo, perchè sapeva farsi capire in qualche modo, non volevo andare via, sarei rimasto li con lui, sentivo che li c’era tanta soppravvivenza.

Piansi quando la mia nonna disse che dovevamo andare……

Classe VIII a bordo dell’Apollo.

Lui mi promise che ci saremmo incontrati di nuovo; non erano le parole ma riusciva ad entrare nella mia testa e si faceva capire, poi ovviamente fui inghiottito dal mondo wog,

Entrai nella sea Org nell’86.

Quando mi capitò tra le mani il libro, Mission into Time, e lo lessi, la mia pelle rabbrividì, ma dopo mi resi conto che lui se n’era andato proprio in quell’anno, pochi mesi prima che io entrassi in Sea Org.

Vedi, io entrai in SO per aiutare Ron e me ne andai perche lui non c’era più, ma avevo trovato delle persone avide di denaro e che trattavano i SO member come schiavi.

Giorgio Serra

da continuare …..

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, Sea Org, SUCCESSI

UN FIUME DI DENARO

Ci sono pervenuti questi dati attraverso una fonte anonima sotto forma di PDF. Sono dati sconcertanti ma concreti sui flussi di denaro da e per le varie corporazioni che fanno parte delle ramificazioni della IAS.

Riteniamo che sia doveroso pubblicarli, in fondo i soldi che finiscono nelle tasche di questi signori sono nostri ed è da stolti, per non dire altro, versare cifre cosi ingenti senza sapere come verranno spesi.

Alla fine ci siamo accorti che è il solito gioco delle scatole cinesi, ne apri una e ci trovi dentro un altra scatola più piccola. Continui ad aprire e ci sono sempre scatole più piccole, poi alla fine …. pufffff come per mistero l’ultima scatola (magica) è vuota. C’è di che pensare!

Abbiamo affrontato molte volte l’argomento IAS, la macchina da guerra della CofS. Ma non abbiamo mai visto nel dettaglio cosa realmente sia, ne conosciamo solamente l’acronimo che significa; INTERNATIONAL ASSOCIATION of SCIENTOLOGIST.

La IAS è una organizzazione Inglese no-profit (che non ricava profitti personali dai suoi introiti) formata nel 1984 da un gruppo di Scientologist, che si riunirono al Saint Hill Manor, East Grinstead, Sussex Inghilterra.

Lo scopo dichiarato della IAS è quello “Di unire, far avanzare, aiutare e proteggere la Religione di Scientology in tutte le parti del mondo, cosi che si possano raggiungere le mete di Scientology, come originate da L. Ron Hubbard.”

Questo è quanto c’è scritto sul sito della IAS, ma anche su ogni contratto e su ogni promo che vi viene mandata a casa. Non dice chi erano questi Scientologist riuniti a Saint Hill o chi ora ne tiene i conti o dove si trovino realmente questi fondi raccolti ecc….

La IAS seguì lo smantellamento dell’HASI, la Hubbard Association of Scientologists International, come l’associazione ufficiale della Chiesa di Scientology. Non accetta scientologist indipendenti.

Prendendo in visione i documenti, ci saltano all’occhio un paio di particolari assolutamente discrepanti. La HASI, fondata da Ron nel lontano 1954 a Phoenix, Arizona, inizialmente si chiamava HAS, ma venne ristrutturata più tardi lo stesso anno come HASI per correggere lo status no-profit omesso nel precedente statuto per errore.

Il costo annuale di una tessera HASI durante il periodo di Saint Hill, era di 6£ (circa 10 Euro) e dava adito ad uno sconto del 10% su tutti i libri, nastri e conferenze e altri item in vendita nella Chiesa. Veniva richiesta l’affiliazione per poter ricevere servizi dentro la Chiesa.

Tutto un po’ come ora, anche la tessera IAS fornisce gli stessi privilegi, non ne aggiunge di nuovi. L’unico punto cambiato pare sia la quota associativa, che può variare da 500$ della tessera annuale (di cui i primi sei della prima affiliazione sono gratuiti) fino ai 12.000.000$ dello status più alto (Si, avete capito bene, 12 milioni di dollari). Ma ci sono donatori che hanno offerto molto di più, si parla di 20.000.000$ e oltre.

L’altra cosa da sapere è che i cittadini USA che vogliono qualificare per la deduzione dalle tasse per le donazioni fatte alla IAS, devono versarle ad un altro ente ancora, conosciuto come la US IAS Members’ Trust (USIMT), che ha gli uffici a Los Angeles, California. Questo fondo che riceve parte dei soldi delle donazioni IAS ha una rendita annuale di circa il 6%, che di certo non viene condiviso con voi, che siete i promotori principali.

Ma non è finita qui:

La IAS è composta quindi da quattro separate corporazioni. Una l’abbiamo appena conosciuta, le altre tre sono: Theta Management Limited (TML) – Foundation International Membership Services Administration, Inc. (IASA) – Membership Services Adminitration (UK) Limited (MSA).

La IAS usa queste quattro entità perché lei stessa non può possedere nessuna proprietà o svolgere nessuna attività in maniera legale riconosciuta.

Non c’è che dire, per una associazione che vuole UNIRE sono loro stessi abbastanza frammentati.

Vediamo nel dettaglio le varie entità:

Theta Management Limited (TML):

TML venne fondata a Cipro nell’Ottobre del 1984, per effettuare raccolta fondi e servizi amministrativi per conto della IAS. Gli azionisti iniziali erano due ciprioti, Costa Kemidjis e Marina Marangos, ognuno dei quali, in accordo con le leggi di Cipro, deteneva 2500 azioni come nominati dalla IAS. Nell’Agosto del 1986, sotto direttive della IAS, Marina Marangos assegnò il dividendo delle sue azioni nominali di proprietà nella TML alla Taslaw Nominees LTD (TASLAW), una corporazione Cipriota. Nello stesso periodo, la TASLAW e Kemidjis eseguirono delle dichiarazioni di fiducia e di assegnazione in bianco dei loro dividenti TML a Pauline Chatterton ed Helen Wehl, rispettivamente. Il 15 Luglio 1987, altre 10.000 azioni TML vennero distribuite ad entrambi TASLAW e Kemidjis, soggetti a nuove dichiarazioni di fiducia e assegnazioni in bianco a Pauline Chatterton ed Helen Wehl. Il 17 Ottobre 1987, Pauline Chatterton ed Helen Wehl eseguirono dichiarazioni individuali che ognuno di loro possedeva 12.500 azioni dei servizi TML per la IAS.

TML ha dichiarato di aver pagato i dividendi come segue:

1988                 $ 200.000

1989                 $ 348.000

1990                 $ 480.000

1991                 $ 539.500

TML non ha pagato nessun dividendo addizionale da allora in poi.

IAS Administration IASA:

IASA venne fondata come una compagnia offshore sotto alle leggi delle Antille Olandesi il 22 Dicembre del 1987. Gli azionisti iniziali erano Carl Heldt e Maureen Brigatti, come fiduciari per la IAS; la loro relazione nominale venne memorizzata in una dichiarazione di fiducia datata 15 Novembre 1990. Il 31 dicembre 1991 Brigatti e Heldt entrarono in licenza con la CTM Administration Foundation (CTM), una corporazione delle Antille Olandesi sotto alla quale CTM si accordò per diventare l’azionista di riferimento della IASA come fiduciaria di Brigatti e Heldt.

IASA ha dichiarato di aver pagato i dividendi come segue:

1989                 $ 200.000

1990                 $ 525.000

1991                 $ 425.000

La IASA non ha più pagato ulteriori dividendi.

Membership Service Administration (UK Limited:

MSA venne fondata il 25 Ottobre 1988. 99 delle 100 azioni in circolazione vengono detenute direttamente dalla IASA; l’altra azione MSA è tenuta unitariamente dalla IASA e dal presidente della stessa Janet Light, per ottemperare alle leggi corporative Inglesi. MSA non ha mai pagato nessun dividendo.

Flusso di soldi tra la IAS e i suoi bracci corporativi:

Certe spese della IAS vengono pagate direttamente dai conti bancari della IAS stessa. Principalmente spese bancarie e carte di credito e parcelle professionali (Avvocati e contabili). Alcune commissioni sulle raccolte fondi vengono pagate direttamente dai conti della IAS, e in passato, anche le spese delle Convention annuali erano pagate direttamente dai conti della IAS.

La maggior parte delle spese IAS, tuttavia, vengono effettuate attraverso i suoi bracci corporativi – TML, IASA e MSA. Durante gli anni 1989/91, i fondi IAS venivano inizialmente sborsati a TML. TML poi li riversava alla IASA quando necessario per le funzioni amministrative portate avanti dalla IASA. IASA poi, allo stesso modo sborsava i fondi a MSA. Iniziando dal 1992, la IAS cominciò a sborsare i fondi direttamente alla IASA piuttosto che passare attraverso TML. I fondi MSA venivano ancora passati indirettamente attraverso la IASA.

Ma non doveva essere una SEMPLICE associazione a scopo benefico?

Cosa c’entra tutto questo con la Religione? 

Beh, non c’è che dire, un bel metodo di far sparire i nostri soldi, con possibilità di fughe di capitali verso paradisi fiscali. Sembra una pratica molto diffusa questa, nel nostro paese la usano in molti, Mafia compresa.

Inoltre, uno dei più importanti benefici legali è la salvaguardia del patrimonio personale contro le richieste dei creditori e le cause legali. Se una compagnia può essere divisa in tante compagnie separate, entrambi, i beni e le passività  possono essere protetti o diretti attraverso l’uso di multiple corporazioni. Una compagnia con beni di valore o ricavi ingenti qualche volta usa multiple corporazioni per ottenere una maggiore tutela per la responsabilità legale.

Quindi una volta entrati è difficile vederseli restituire. Ma di questo parleremo in seguito.

Cari signori, seguite il flusso del denaro, vi farà capire un sacco di cose.

Un Anonimo.

2 commenti

Archiviato in Dianetica nera, Scientology reverse, Uncategorized

QUALE VERITA’? seconda puntata

Eccovi la seconda parte di un articolo scritto dal nostro Spartacus sulla RICERCA DELLA VERITA’  in e con Scientology.

Orbene,

qui si parla della Tecnologia scritta sui Bollettini e raccolta nei Volumi Rossi

e della Policy amministrativa raccolta nei Volumi Verdi.

Come mai ha potuto, nel tempo alterarsi al punto di non essere più funzionale nelle adunche ed avide mani di una chiesa corrotta?  

E come possiamo preservare e recuperare oggi questo corpo di conoscenza?

 Il dibattito è aperto!

Parte seconda:    RICONOSCERE IL NEMICO

A cura di Davide Succi

Dal mio punto di vista, una delle più grosse difficoltà in merito alla “materia” Scientology è che, essendo costituita da quell’enorme corpo di conoscenza che sappiamo, si rende poco accessibile ad una rapida consultazione. Se tutta la tecnologia di Scientology fosse ipoteticamente racchiusa in un numero limitato di libri oppure, meglio ancora, in un solo ed unico libro, vedete anche voi quanto la cosa risulterebbe più pratica. Ovviamente, questo è impossibile da ottenere vista la quantità di dati di cui essa si compone, per cui, quando abbiamo bisogno di un particolare dato o riferimento, dobbiamo innanzi tutto ricordarci dove questo sia inserito, dove l’abbiamo letto oppure ascoltato. Abbiamo tutta la serie dei libri di Dianetics e Scientology, i Congressi e le Conferenze, gli HCOB, i Volumi Verdi, la serie del Management più  tutta una serie di pubblicazioni come i PAB, i Ron’s Journal, le LRH ED int e tanto, tanto altro.

Anche se avessimo tutto questo materiale a disposizione, ben ordinato nella nostra libreria, sono certo che sarebbe un’impresa ardua trovare agilmente “quel” dato nel caso in cui non ci ricordassimo esattamente in quale dei contesti di cui sopra poterlo collocare. Una difficoltà aggiuntiva, per noi italiani,  è costituita dal fatto che non tutto il materiale è disponibile nella nostra lingua, così ci si può trovare davanti ad una ulteriore barriera. Ma per fortuna, al di là di tutto ciò, ABBIAMO la tecnologia che ci serve. Ed è da un bel po’ di tempo che ce l’abbiamo, se vogliamo considerare “un bel po’ di tempo” qualcosa come una cinquantina d’anni circa o giù di lì. Nel Post precedente, facevo riferimento alla policy “Mantenere Scientology in Funzione” e qui Ron dice a chiare ed inequivocabili lettere nel famoso decalogo:

“Uno: Avere la tecnologia corretta.”

Dopodiché certifica:

“L’Uno è stato fatto.”

E…

Ora si tratta soltanto di farla mettere in pratica.”

Dei dieci punti citati da Ron, i primi sei dicono, in sostanza, che abbiamo una tecnologia che basta conoscere ed applicare correttamente. Gli ultimi quattro sono lì allo scopo di proteggere la tecnologia stessa da applicazioni scorrette. E’ semplice ma, a quanto pare, non è altrettanto semplice attenervisi così strettamente come auspica Ron.

La nota dominante di tutta la policy è un accorato appello a mantenere intatta e pura tale tecnologia poiché è proprio da questo che dipende il futuro di Scientology che equivale al nostro stesso futuro, di tutta la razza umana e anche oltre. Una riga, quindi, per dire in sintesi che abbiamo a disposizione una tecnologia funzionale per uscire una buona volta da questo inferno dantesco… otto lunghe pagine per far comprendere l’importanza dei quattro punti chiave che farebbero fallire miseramente tutti i nostri sogni di libertà.

“Ricorda, questa è la nostra prima possibilità di farlo in tutti gli infiniti trilioni di anni del passato. Non mancarla adesso perché sembra spiacevole o asociale fare Sette, Otto, Nove e Dieci.”

Alla luce di quanto appena descritto, quanto è importante questa policy? In quella misura. Non una virgola di meno. Eppure stiamo assistendo a cose allucinanti in merito all’applicazione di Scientology da parte della Chiesa, del suo staff, del management e da parte degli Scientologist stessi che non sono affatto meno responsabili della situazione. E questo non riguarda soltanto le alterazioni della tecnologia di auditing o training, ma anche e soprattutto quella relativa all’organizzazione. Allora chiariamo il punto che ho lasciato in sospeso nel precedente post.

Chi ha studiato la policy di cui sopra da un pacco qualsiasi, sa che Ron mette l’accento sull’applicazione standard della tech relativa ai procedimenti. Chi ha fatto il Corso per Executive dell’Organizzazione – ha studiato quindi il Volume 0 –  dovrebbe ricordarsi che c’è una Policy estremamente importante che la completa. Si tratta di: “MANTENERE L’ADMIN IN FUNZIONE” Serie del Know-how amministrativo N. 50 del 10 Luglio 1986.

Ed ecco cosa scrive Ron:

“Nel 1965 scrissi la policy letter MANTENERE SCIENTOLOGY IN FUNZIONE. Essa compare come prima voce in quasi tutti i fogli di verifica dei corsi di Dianetics e Scientology. E a buona ragione. L’applicazione ferma e inesorabile di quella pubblicazione da parte di ogni Scientologist è l’unico mezzo sicuro che abbiamo per mantenere pura la tecnologia e per mantenere viva la speranza futura dell’umanità.

Tuttavia, forse non tutti comprendono che i principi esposti in quella policy letter non valgono solo per ciò che normalmente chiamiamo “tecnologia”: la tecnologia di prima dinamica contenuta negli HCO Bulletin. Vedete, quando la “tecnologia” smette di essere “in”, il pc ne risente. Quando “l’admin” smette di essere “in”, l’org s’indebolisce.

Quindi, per mantenere Scientology in funzione, tutta Scientology, bisogna insistere sulla tecnologia e sull’admin standard. I principi dell’invariabile aderenza alla precisa tecnologia, della costante vigilanza contro l’alter-is della tecnologia, e l’insistenza sul fatto che ogni Scientologist si attenga a queste regole, valgono altrettanto rigorosamente per la tecnologia di terza dinamica dell’amministrazione standard: la POLICY.”

Perciò, questa policy rappresenta un’ estensione non da poco, in quanto sottolinea l’importanza della tecnologia amministrativa al pari di quella cui si riferiva in KSW 1. Qualcuno potrebbe dire, oggi, quanto risulti ovvio tutto ciò, ma forse non lo era per il mondo di Scientology di allora, altrimenti non si spiega perché, dopo circa vent’anni, Ron abbia sentito la necessità di emettere questa policy.  Ma andiamo avanti perché c’è dell’altro.

LA POLICY

“La POLICY comprende i doveri di base di un membro dello staff, la tecnologia di precisione relativa al management in tutti i suoi aspetti e ad ogni livello gerarchico, e le procedure standard di etica e di giustizia. La Policy si trova nelle HCO PL, nei Flag Order, nei Central Bureaux Order, nelle LRH ED, nelle conferenze su nastro e in altre pubblicazioni amministrative debitamente autorizzate e conformi a Sorgente. Proprio come la nostra tecnologia per occuparsi dell’individuo, anche le nostre policy per istituire ed espandere organizzazioni efficienti sono basate sulle leggi fondamentali della vita ricavate da esaurienti ricerche e dall’esperienza. Ogni policy che abbiamo è stata messa al banco di prova (“Funziona?”) e l’ha superato. Né la tecnologia né la policy ammettono interpretazioni, alterazioni o “idee nuove” generate dal bank. L’applicazione intelligente e costruttiva degli esatti principi, sì. Infiorettature e saccenteria, mai.

Ripeto una delle ultime frasi:

“Né la tecnologia né la policy ammettono interpretazioni, alterazioni o “idee nuove” generate dal bank.”

Quindi, nulla di tutto ciò che abbiamo visto succedere negli anni successivi. David Miscavige, dall’alto della sua autorità e bypassando completamente il pensiero di Ron, è riuscito ad introdurre, praticamente indisturbato, ogni sorta di “idee nuove” nel contesto di Scientology tanto da trasformare la sua funzionale tecnologia in qualcosa di senz’altro più pratico per i suoi interessi o scopi personali. Ne sono un esempio la Golden Age of Tech che, con tutte le sue tecniche innovative, ha praticamente degradato tutto il precedente addestramento, allontanando gli auditors dalla loro formazione e da una pratica più funzionale dei procedimenti; la ridefinizione di “ago libero”, un autentico arbitrario che altera in maniera disastrosa uno degli aspetti tecnici più importanti; come pure la strategia delle Org Ideali, cosa questa, completamente insensata e out-policy, un vero disastro per la sopravvivenza delle org attuali e per tutta Scientology.

Per cui, un’amministrazione che si discosti dai principi delineati da Ron, non soltanto, non potrà mai essere di successo ma, al contrario, diventa fonte di estrema confusione (per non dire di tradimento) e, se le si permette di continuare indisturbata su questa linea, può portare al tracollo l’intera organizzazione. Ed è quello che sta succedendo, sebbene gli event e le riviste patinate facciano credere il contrario, perciò dalla stessa policy:

ADMIN OUT

In generale, la storia dei nostri successi è estremamente eccezionale, ma la storia delle nostre organizzazioni è punteggiata qui e là da crolli di statistiche causati da admin out. La portata va dal crollo del posto di un membro dello staff al crollo pressoché totale dell’intero network internazionale di Scientology negli anni 60, quando a Worldwide, alcuni “executive” squirrel “dirigevano” in base alla loro “saccenteria” e in presenza di  miriadi di parole e simboli mal compresi sulla policy di base. Quella situazione fu salvata rimuovendo dalle linee gli squirrel dell’admin, cancellando i loro ordini e mettendo in atto le semplici cose consuete, conformi alla policy…

…Il fatto è che ogni fallimento o declino organizzativo nella nostra storia può essere ricondotto all’admin standard che si è trovata ad essere out. Analogamente, ogni grande crescita o ripresa può essere ricondotta alla messa IN VIGORE della policy. In tutti i casi, uno per uno.”

A questo, seguono degli esempi di amministrazione squirrel – molto interessanti – che ognuno può leggersi per conto proprio. Alla fine Ron dice:

“Nelle nostre organizzazioni, lavoriamo a dispetto del bank che dice che il gruppo è tutto e che l’individuo è niente. Questo lo sapete. Sappiate anche che questo bank è costruito in modo da impedire a chiunque di formare qualcosa che assomigli a un gruppo efficiente che abbia mete o scopi di vera sopravvivenza. Perciò ci troviamo davanti a una bella sfida. Ma nella policy dell’admin standard abbiamo un’arma potente con cui affrontare questa sfida: un sistema codificato di organizzazione che, quando è stato messo in pratica in modo puro, ha dato come risultato le organizzazioni più potenti ed efficienti che questo pianeta e questo settore abbiano mai conosciuto. Per padroneggiare e usare quest’arma, bastano coraggio, determinazione e capacità di stare di fronte.

Faccio affidamento sul fatto che tu, singolo Scientologist, raccolga la sfida, metta in atto la policy amministrativa standard di Scientology, e VINCA. Puoi farlo, sai. E la vittoria non sarà solo per te, ma anche per Scientology e per tutta l’umanità.”

Ma cosa possono fare i singoli staff quando il cosiddetto “Alto Comando” impone a tutta la struttura sottostante i propri piani e le proprie strategie sotto forma di ordini, direttive eccetera? Se Ron ha scritto quello che ha scritto richiamando all’attenzione ogni singolo scientologist, deve avere avuto le sue buone ragioni visto quanto afferma in KSW 1:

“Finora, pur mantenendomi in completa comunicazione con qualunque suggerimento, non son venuto a meno a Sette, Otto, Nove e Dieci nelle zone delle quali ho potuto fare la supervisione da vicino. Ma non basta certo che siamo solo io e pochi altri a lavorare su questo”.

Perciò, riformuliamo la domanda: Cosa possono fare i singoli scientologist? Innanzi tutto, affinché si debba fare qualcosa a riguardo, occorre prima ammettere che vi sia qualcosa che non va o che non sta funzionando come dovrebbe. In poche parole, come si fa a parlare di “arbitrario”, se non si è in grado di riconoscerlo in quanto tale? Una bella domanda, ed è assai probabile che, tirando in causa gli arbitrari, abbiamo davvero messo il dito nella piaga. Se può essere però difficile individuare un arbitrario quando è già in funzione, per non dire ben consolidato all’interno della tecnologia, è ancora più difficile stroncarlo nel nascere se viene scambiato per qualcos’altro.

Mi spiego meglio.

“Sbarrare la porta a qualsiasi possibilità di tecnologia scorretta”, come recita il punto 9 di KSW1, potrebbe non essere così semplice se quel DATO irrompe nella scena presentandosi come un release risolutivo, una sorta di tecnologia mai resa disponibile, un elemento di vitale importanza che darà un forte impulso a Scientology o qualcosa del genere. Ecco, più o meno, come fa un arbitrario ad entrare dalla porta principale, ad eludere la vigilanza e ad insinuarsi all’interno del sistema. Ed ecco perché è del tutto inutile avere una tecnologia corretta se poi, coloro che dovrebbero salvaguardarla da qualsiasi tipo di perversione, sono a tal punto disattenti da non riconoscere il nemico quando si presenta alla loro porta.  Non solo ma, ironia della sorte, scambiandolo per qualcosa di estremamente utile o favorevole ai loro scopi, vi danno il loro incondizionato accordo creando così lo spazio necessario affinché possa esercitare il giusto power che gli è stato concesso.

Converrete con me che l’argomento in questione è molto interessante così come sono interessanti le conclusioni a cui può condurre. Per il momento, avendo scritto già abbastanza, concludo qui e vi rimando al prossimo articolo dove avrò un maggiore spazio per approfondire quanto appena introdotto.

Spartacus

15 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, Scientology reverse