Archivi del mese: dicembre 2011

POSTULATI

Siete scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Buon anno 2012, possiate far si che i vostri POSTULATI attecchiscano!

Auguri dalla Reception …

Il più alto livello di causa è un postulato. Non ha bisogno di nessuna ragione per esistere e non deve essere articolato. Un postulato è l’affermazione di una condizione di esistenza. Potrebbe essere di più, fino a includere la materializzazione di oggetti.

I postulati sono affermazioni di Stato di essere che poi entrano in effetto, o non entrano in effetto, così come vuole il caso. E procedendo dai postulati ci sono i corpi di conoscenza e i dati. Nei postulati ci sono varie computazioni astratte. Effettivamente, qualsiasi cosa al di sopra del livello di azione (20.0 sulla scala del tono) – sarebbe in termini di astrazione.

Un postulato di alto livello theta sarebbe un postulato fatto senza riguardo alla valutazione, conclusione o tempo. I postulati da un livello theta non hanno alcun ordine di precedenza a causa di un flusso temporale. Il tempo cessa di esistere per il thetan al livello che lui si separa dal contatto con lo spazio e l’energia.

Può appunto fare un postulato e poi non ha bisogno di dire che il postulato non è più in esistenza. Ne fa solo uno nuovo.

I postulati non dipendono dal passato. Infatti non dovete cambiare un postulato del passato. È sufficiente fare un nuovo postulato. Un tizio che deve indirizzarsi al passato si sta indirizzando all’energia. Il tempo dipende dall’Havingness e l’Havingness dipende dall’energia e dallo spazio.

Tuttavia, nell’homo sapiens un postulato è accompagnato dalla valutazione e conclusione sui dati. Nell’homo sapiens i postulati sono fatti in un flusso temporale. Lui fa un postulato oggi e poi domani ne è effetto. Questo succede perché causa ed effetto fuoriescono dal flusso temporale.

Una persona dice al parcheggiatore, “Beh, quel crick sembra abbastanza pericoloso. Probabilmente andrò a casa e alzerò l’auto è quel crick cadrà da sotto l’auto e mi schiaccerà la mano, ne sono sicuro così come sono qui adesso“. Lo fa, e più tardi si schiaccia la mano nello stesso identico modo. Probabilmente c’è voluto parecchio per organizzarlo.

Facciamo un postulato, e viaggiamo lungo la traccia del tempo con ogni cosa monitorata da questo postulato. Il tipo dice, “Non diventerò mai ricco“. Non lo diventerà mai. Lui dice, “La mia salute è non va molto bene”. E così è. Si è cucito addosso un quadro di esistenza con dei postulati stimolo-risposta nati dall’impronta dell’universo MEST in opposizione.

Un postulato a livello theta è sempre superiore a un postulato associativo stimolo-risposta. Una frase può essere un comando imposto, che un individuo può riprendere come un comando superiore o come un suo postulato. Qualsiasi decisione o affermazione su una condizione di esistenza può diventare effettiva su un individuo.

Se siete forti e duri a sufficienza semplicemente postulereste che sarebbe successo, e, qualsiasi cosa fosse, succederà. Scendendo la scala da quel punto dovreste entrare in azione per farlo succedere – e non succederà. Ancora giù per la scala direte, “Spero succederà” – e non succederà. E ancora di più sulla scala da quel punto direte, “Beh, qualcuno dovrebbe…”.

C’è un livello dove la persona semplicemente dice, “Pietra, muoviti!” E la pietra si muove? Si, mi dispiace ma esiste. Ma lui non è la. Il suo volo giù lungo la linea da uno stato elevato ed efficiente a uno stato di homo sapiens è la curva della disobbedienza da parte dell’universo MEST.

Un postulato non ha nulla a che fare con lo spazio o l’energia. Siede al di sopra di tutte le forze, di tutti gli spazi e di tutta l’energia. E l’Uomo andrebbe molto meglio se maneggiasse solamente postulati.

Quali raffinatezze otterrete nella tecnica sono le raffinatezze di portarlo su verso qualcosa che già conosce essere il più alto livello di esistenza, la quale è in termini di postulati.

Il nostro più alto livello di vitalità prima dello spazio, prima dell’energia, prima degli oggetti, certamente, è il postulato.

Le persone vivono facendo postulati.

Da: The Fileclerk – Philadelphia Doctorate Course

5 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Scientology indipendente

LA RICERCA DELL’UOMO PER LA SUA ANIMA

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Inizia il conto alla rovescia per festeggiare l’arrivo del nuovo anno

Io, la mia famiglia, Simon e tutte le persone che contribuiscono

e rendere questo Blog ogni giorno un po’ migliore

attraverso i vostri successi, con le citazioni

del nostro mentore L. Ron Hubbard,

mettendo l’accento

sul poter fare un ponte standard

libero dai monopoli,

da Scientologist Liberi

per gli Scientologist Liberi

vi auguriamo

di poter aprire il cassetto

dei vostri sogni

e giorno dopo giorno

poter tirare fuori un bigliettino

con un vostro postulato

e realizzarlo

essendo da esempio

come Scientologist

portando sanita’ in questa società’.

” E che la Forza sia con Voi ! “

Francesco

L.  Ron Hubbard

In tutte le ere passate l’Uomo è stato impegnato in una ricerca.

Tutti i pensatori di tutte le epoche hanno contribuito con le loro opinioni e considerazioni a questa ricerca. Nessun scienziato, nessun filosofo, nessun leader ha fallito di fare commenti su di essa. Miliardi di uomini sono morti per una opinione o l’altra sul soggetto di questa ricerca, e nessuna civiltà, potente o povera, dei tempi antichi o in epoche moderne ha resistito senza far battaglie su questo soggetto.

L’anima dell’Uomo, per gli esseri civilizzati o barbari che fossero, è stata una sorgente senza fine di interesse, attenzione, odio o adorazione.

Dire oggi che ho trovato la risposta a tutti i segreti dell’anima sarebbe inaccurato e presuntuoso. Scartare ciò che ho scoperto e fallire di renderlo noto dopo aver osservato i suoi benefici sarebbe un peccato di omissione contro l’Uomo.

Oggi, dopo venticinque anni di indagini e pensieri e dopo tre anni di attività pubblica dove ho osservato I materiali al lavoro e I suoi risultati, posso annunciare che nella conoscenza che ho sviluppato giace la risposta a questo rompicapo, a questo enigma,, a questo problema, l’anima dell’Uomo, perché tramite le mie mani e quelle di altri ho visto riabilitato il meglio dell’Uomo.

Fin dai tempi in cui feci un Theta Clear sono andato, con riluttanza, al di là di ogni regno della conoscenza scientifica e ora che ne ho chiariti io stesso una cinquantina, e gli auditor che ho creato molti di più, devo dar atto al fatto che abbiamo raggiunto quel punto di fusione dove scienza e religione si incontrano e ora dobbiamo cessare di pretendere di aver a che fare solo con obiettivi materiali.

Noi non possiamo procedere nel regno dell’anima umana ignorando questo fatto. L’Uomo ha perseguito da lungo tempo questa ricerca fino a giungere qui, al suo culmine felice, per essere smorzato da incertezza e termini scientifici.

La Religione e non la scienza, ha portato sulle sue spalle questa ricerca, questa Guerra, attraverso i millenni.

La Scienza non ha fatto altro che inghiottire l’Uomo con una ideologia che nega l’anima, un sintomo del suo fallimento, come scienza, in questa ricerca.

Ora non si possono tradire gli Uomini di Dio che hanno cercato nelle ere passate di portare l’Uomo fuori dalle tenebre.

Noi in Scientology apparteniamo ai ranghi dei cercatori della verità, non siamo la retroguardia dei costruttori della bomba atomica.

Tuttavia, anche la scienza ha avuto il suo ruolo in questi tentativi, e i fisici nucleari, qualsiasi crimine abbiano commesso contro l’Uomo, possono essere riscattati per essere stati d’aiuto nello scoprire l’anima dell’Uomo di cui la scienza ha cercato di privarlo.

Nessun auditor può chiudere facilmente gli occhi ai risultati che ottiene oggi o fallire di vederli superiori alle tecnologie materialistiche che ha usato in precedenza. Perché ora sappiamo, con tutto ciò che conosciamo, che l’anima umana, liberata, è il solo effettivo agente terapeutico che abbiamo. Ma i nostri obiettivi, non importa i miracoli che otteniamo col corpo, eccedono la salute fisica e migliorano l’Uomo.

Scientology è la scienza del sapere come conoscere. Ci ha insegnato che un Uomo è la anima immortale. E ci ha dato poche scelte se non quella di annunciare al mondo, non importa come lo riceve, che la fisica nucleare e la religione si sono date la mano e che noi in Scientology  compiamo quei miracoli in cui l’Uomo, attraverso la su ricerca, ha sperato.

Le persone possono odiare Dio o disprezzare i preti. Ma non possono ignorare, tuttavia, l’evidenza che l’Uomo è la sua anima.

Per cui abbiamo risolto l’enigma e scoperto la semplice risposta.

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT, Scientology indipendente

STORIA DELL’UOMO

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Prefazione del libro di L. Ron Hubbard – Storia dell’Uomo.

Questo è un resoconto reale e spassionato dei vostri ultimi 70 trilioni di anni.

La verità di qualsivoglia conoscenza dipende dalla sua utilità. Rende l’individuo più capace e felice? Gli consente di raggiungere meglio i propri obiettivi?

Questa è la conoscenza utile. Con essa il cieco vede di nuovo, la storpio cammina, il malato guarisce, il pazzo diventa sano di mente, e chi non ha disturbi mentali, ha la possibilità di migliorarsi. Usandola, le mille attività che l’uomo ha cercato di recuperare diventano nuovamente sue.

Come ogni conoscenza utile, fu duramente conquistata. Alcuni anni fa iniziai delle ricerche sulla traccia remota dell’umanità. Non esisteva nessuna reale conoscenza di questa traccia. C’erano numerose superstizioni, innumerevoli congetture, infinite teorie in favore di una cosa come dell’altra. Alcune persone credevano che l’uomo avesse vissuto altre vite prima di questa. Ma non avevano prove. Altri credevano che l’uomo nascesse innocente e morendo andasse in un posto chiamato inferno. I più credevano che dopo aver vissuto una volta, tutto finisse.

Un tal numero di teorie contrastanti dovevano per forza contenere un po’ di verità. Divenne mio compito scoprire, contro ogni aspettativa, la verità.

In primo luogo c’era qualcosa di sbagliato nell’uomo. Animali quali il gatto, e persino i rettili, come la lucertola, possiedono modelli di comportamento che consentono loro di sopravvivere subito dopo la nascita. Non l’uomo. Perché no? Come al solito, le risposte vaghe si sprecavano. Proprio le scuole di “pensiero” che sostenevano che l’uomo era soltanto un altro animale, si inciampavano, incapaci di spiegare perché i neonati, cioè i cuccioli di questo animale peraltro intelligentissimo, siano molto più stupidi dei gattini. Questa era solo una delle cose sbagliate dell’uomo, che non era mai stata spiegata.

Più uno indagava, più si rendeva conto che questa creatura chiamata Homo Sapiens, nascondeva ancora troppi misteri. Esistono persone che improvvisamente, senza nessuna istruzione apparente, cominciano a parlare lingue straniere, uomini ai quali “sembra di ricordare di aver già visto questo posto prima”, strane nostalgie che alcuni avvertono per certi luoghi del proprio paese, del mondo o delle stelle, luoghi che in realtà non conoscono. Cose del genere sono enigmi frequenti.

C’era in ballo qualcosa di molto più importante che non la semplice curiosità. Di tanto in tanto, mentre audivo, mi imbattevo in casi che si rivelarono estremamente riluttanti a guarire, e che comunque lo facevano solo parzialmente, se mi limitavo ad usare i dati presi dalla vita attuale del preclear; ma non appena cominciavo ad esaminare l’intero arco della traccia del tempo, circa 70 trilioni di anni, ottenevo risultati positivi immediati.

Si deve essere molto imparziali, persino brutali, nelle ricerche. L’ultima serie di casi che ho audito, 20 in tutto, scelti a caso tra vari strati sociali, e sofferenti di malattie fisiche e mentali estremamente diverse tra loro, furono auditi per dimostrare conclusivamente a me stesso una cosa sola: può un auditor ottenere dei rapidi risultati audendo solo la vita attuale del preclear? Usai la più moderna delle tecniche, quella del 1952, e utilizzai l’approccio standard di auditing, limitandomi alla vita attuale di ciascun caso. Ottenni dei risultati mediocri, guarigioni parziali, lievi miglioramenti di atteggiamento. Poi audii ogni caso indirizzandomi solamente alla traccia remota, precedente a questa vita. I risultati furono rapidi e spettacolari. Perciò accettai, per quanto mi riguardava, la realtà, e cioè che audendo la traccia intera, si possono ottenere eccellenti risultati, mentre audendo la vita attuale ci vuole parecchio tempo per ottenere risultati mediocri. Da quest’esperienza trassi questa conclusione: L’AUDITOR CHE INSISTE NELL’AUDIRE SOLTANTO LA VITA ATTUALE, QUANDO DISPONE DELLE TECNICHE PER AUDIRE L’INTERA TRACCIA, STA SPRECANDO TEMPO FATICA, E STA, DI FATTO, INGANNANDO IL SUO PRECLEAR.

In seguito annunciai le tecniche della “traccia intera” ad un folto gruppo di auditor. Trovai che i migliori di loro erano disposti ad usarle, e costoro immediatamente cominciarono ad ottenere risultati “miracolosi”. Solo alcuni di essi si tirarono indietro, si mostrarono molto cauti, non vollero affrontare la traccia intera, si aggrappavano a questa vita, i invalidarono l’E-meter, invalidarono quelle che loro erroneamente chiamavano “vite passate” e furono sarcastici e critici sull’impegno da parte mia di tali dati. Perciò mi misi ad investigare su questi auditor.

Feci delle sedute a parecchi di loro, e trovai parecchie similarità degne di nota. Erano cosi bassi di tono che era quasi impossibile usare un vecchio Mathison, perché non li registrava. I loro casi erano completamente arenati. In genere era ormai una consuetudine per loro evitare di ricevere auditing. I risultati che ottenevano sui loro preclear erano generalmente molto scadenti e le loro stesse vite non erano affatto di successo. Non solo osteggiavano le “vite passate”, nome con cui chiamavano la “traccia intera”, ma avversavano anche qualsiasi tecnica sviluppata dopo l’estate del 1950, o usavano male le tecniche più recenti. Inoltre non volevano percorrere gli atti overt nemmeno di questa vita, e avevano bisogno, per quanto concerneva i loro casi, del più accurato auditing. Trovai poi che due persone non auditor, che obiettavano violentemente contro le “vite passate”, erano dei casi “aperti”. Si trovavano entrambi nella banda di inaccessibilità, entrambi avevano una pessima reputazione, entrambi si rifiutavano di essere auditi su qualunque episodio di qualunque tipo. Perciò, conclusi che solo le persone relativamente sane di mente sono capaci di accettare l’evidenza, ma non gli squilibrati.

In varie occasioni delle persone mi hanno detto che non avrei dovuto pubblicare dati che ora sono contenuti in questo volume, perché ci sarebbero state ovunque delle ripercussioni che avrebbe rovinato Dianetics per sempre. Stranamente non sono stato capace di scoprire queste ripercussioni. Ho trovato invece che le persone in genere sono interessate e ben disposte verso questi dati. La “traccia intera” è evidentemente molto più plausibile dell’idea dei prenatali. E, come testimonia un recente numero del Reader Digest, perfino la professione medica sta accettando i prenatali.

Inoltre, è molto difficile mettere in discussione i miracoli. Stamattina Eleonora ha l’artrite. Viene audita sulla “traccia intera” con le tecniche del 1952. Stasera non ha più l’artrite. Di miracoli, usando la “traccia intera”, ne succedono in abbondanza. Usando questi dati un auditor può ottenere un Mest clear piuttosto facilmente.

Ma il miglior argomento che si può portare a favore della “traccia intera” è che essa è reale, esiste. Usando questa conoscenza, si è ottenuto di più che non i semplici risultati di auditing. Un preclear improvvisamente recupera l’abilità, accuratamente imparata 80 anni prima, di suonare il piano. Un ingegnere elettronico, che prima non combinava niente, improvvisamente realizza delle formule lascerebbero perplesso Einstein, e che potrebbero consentire all’uomo di lasciare la terra. Grazie ad essa i 1000 punti oscuri di un centinaio di altre scienze diventano chiari.

Le ricerche su questa traccia cominciarono alcuni anni fa e furono condotte sporadicamente su molti preclear. Diversi strumenti tipo l’elettroencefalografo e la macchina della verità della polizia, furono usati per portare avanti queste ricerche, ma si rivelarono inadeguati e limitati per i miei scopi. Alla fine, Volney Mathison applicò il suo genio nell’elettronica alla risoluzione del problema e inventò l’Elettropsicometro. Questo strumento possiede una portata ed una sensibilità molto superiore a qualsiasi altro strumento esistente. Nel campo delle misurazioni fisio elettriche, è paragonabile solo a se stesso, non avendo rivali, e rispetto ad altri strumenti esistenti è come un microscopio elettronico messo a confronto con la lente al quarzo. Non appena questo strumento fu disponibile, il problema cessò di esistere. Integrando i dati e verificando le probabilità su decine e decine di persone, fu possibile ricostruire la “traccia intera” e stabilirne il carattere, l’estensione e il contenuto.

Una volta che l’E-meter cominciò a dare dei dati attendibili, il problema principale divenne la valutazione delle intenzioni, delle cause, delle ragioni dietro le ragioni. La maggior parte di questo lavoro è stato fatto.

Costituisce un amaro commento sull’ottusità dell’uomo il fatto che questo progetto fu fortemente intralciato e rallentato dalla mancanza di fondi e dagli sforzi molto attivi da parte di alcuni di impadronirsi dei copyright di Dianetics. Possano i malati del mondo perdonarli. Perciò in questa edizione la mappa della “traccia intera” non è così completa come avrebbe potuto essere.

Quest’opera è frutto di un’onesta ricerca, fatta con considerevole cura, e sosterrà l’esame di qualsiasi auditor competente o di qualsiasi ricercatore. L’aspetto più divertente della “traccia intera” è che le nostre conclusioni e scoperte reggono agli attacchi degli esperti della polizia che usano le macchine della verità. Costoro, spietati ed intransigenti, si spaventano a morte nello scoprire che alcuni crimini localizzati con le loro macchine, furono commessi due o tre “vite” fa dal criminale esaminato, e, cosa ancor più allarmante, che i crimini così scoperti sono rintracciabili fino all’ultimo dettaglio negli archivi della polizia. È davvero sconvolgente per questi operatori apprendere così brutalmente che l’uomo vive molti secoli, non solo 70 anni, e che l’ergastolano di oggi può un domani capitar loro per le mani come un giovane delinquente!

Pietre tombali, antichi registri anagrafici, vecchie medaglie e diplomi confermeranno in ogni dettaglio la validità e l’esistenza di “molte vite”. Ma è il vostro E-Meter che per primo ve lo dirà.

LRH, 1952

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT

I regimi totalitari e la censura della filosofia dell’Arte

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Tempo fa scrissi questa mia riflessione sull`Arte e sugli Artisti, voglio riproporla ora, in una nuova unita` di tempo, come si suol dire, in quanto ritengo possa essere utile anche per chi da poco ha iniziato a porsi domande sull`attuale situazione di Scientology e sente di doversi orientare in questo mare di fatti, emozioni, opinioni, controversie, malevole o sincere…

 Guido Minelli
(San Tommaso – Caravaggio)

“Una cultura è grande solo quanto lo sono i suoi sogni, e i suoi sogni vengono sognati dagli artisti”.  LRH da Scienza della Sopravvivenza pag. 489 ed. it.

Ron Hubbard teneva in grande considerazione gli artisti, da abilissimo esploratore dell’animo umano qual’era aveva ben capito la potenza causativa che una comunicazione di qualità poteva generare (ricordiamo che una delle definizioni di arte è “qualità della comunicazione”).

Un’alta onda estetica tende ad elevare il tono di chi la sta percependo, in quel momento la persona si sgancia  dai normali problemi della vita che possono affliggerla, prova sollievo e, con rinnovata energia theta, diviene potenzialmente più causativa.

Al contrario un’Arte di tono basso restimolerà ed introvertirà spingendo la persona  verso atti e pensieri contro sopravvivenza.

L’artista ha la capacità di “creare illusioni” percepibili anche da altri, questo vi ricorda qualcosa?

(vedasi la def.1 di Chiaro Theta Chiarito sul Dizionario Tecnico di Dn & Scn per un interessante parallelo)

La storia ci mostra quanto gli artisti siano sempre stati importanti per lo sviluppo delle civiltà, …India, Egitto, Grecia, il Rinascimento…, le loro opere hanno influenzato e contribuito a plasmare il pensiero e l’azione non solo dei loro contemporanei ma anche delle generazioni future.

Possiamo notare quindi una stretta relazione tra Arte e Politica: Laddove operi un governo della “res publica” etico e liberale abbiamo un fiorire delle arti, non esiste censura se non quella individuale dettata dalla propria sensibilità e buon gusto, l’artista è libero di esprimersi e la critica viene accettata come espressione dialettica di punti di vista differenti.

Nelle società e nei movimenti totalitari ed illiberali ciò non viene permesso, la Casta dominante, le cui azioni non sono rivolte certamente al bene pubblico, ma esclusivamente a vantaggio del tornaconto personale, tende ad imporre il proprio pensiero, o con l’uso esplicito della forza e della coercizione, o con modi contorti e celati che peraltro risultano più insidiosi proprio perché non immediatamente e facilmente riconoscibili. Le critiche non sono ammesse e vengono bollate come eresie ed il loro autore messo alla gogna. Il tono cronico generale apparente di questa società è paura, la dirigenza è un po’ più in alto, ostilità nascosta. (Anche questo vi ricorda qualcosa?)

Sottoposto a queste limitazioni l’artista, tendenzialmente ribelle e poco incline al conformismo (l’attenersi ad una “forma”precostituita), ha di fronte a sé almeno tre possibilità:

  1. Assoggettarsi al pensiero dominante e produrre solo opere ben accette dal regime.
  2. Rinunciare alla sua arte.
  3. Continuare a produrre in libertà senza scendere a compromessi.

Nel primo caso avremo un artista probabilmente “di Successo” ma che avrà commesso consapevolmente un enorme overt (atto dannoso) verso sé stesso, la sua creatività e il suo benessere spirituale le cui conseguenze lo porteranno, prima o poi, all’infelicità esistenziale. (Vedasi il libro Faust di Goethe).

Nel secondo caso avremo una sconfitta, un’invalidazione ed il tradimento delle proprie aspirazioni ed ideali in nome di un quieto vivere dettato dalla paura.

Anche qui l’infelicità sarà garantita.

Solo nel terzo caso avremo una persona che potrà essere libera, felice ed autodeterminata che, pur essendo consapevole dei pericoli a cui andrà incontro essendo ora “nemica dichiarata” del regime, non sarà disposta a scendere a patti con la sua integrità e le sue responsabilità nella creazione di un futuro migliore.


Il regime tende ad usare gli artisti per cercare di ottenere i consensi del popolo, ma dovranno essere solo del primo tipo, quelli “indisciplinati” verranno messi al bando usando ogni mezzo, più o meno lecito, per suscitare ribrezzo e disapprovazione nei loro confronti.

Ma non pensiate che l’essere artista sia appannaggio esclusivo di pittori, musicisti, attori, stilisti, scrittori ecc…,

La vita è sostanzialmente COMUNICAZIONE e creazione e chiunque vi metta della QUALITA’ vi aggiungerà estetica e sarà ARTISTA.

Keith Haring, senza titolo (1983)

Una casalinga che mostra una casa ordinata, che cucina bene, che dispone i fiori in modo armonioso in un bel vaso non è forse un’artista?

Il panettiere, il fabbro, l’insegnante, mettendo qualità e passione nel loro lavoro non sono forse degli artisti che influenzano positivamente i loro “clienti”?

Maggiore è la QUANTITA’ e QUALITA’ estetica che una persona mette nel suo vivere maggiore sarà la sua capacità di creare interesse e di influenzare altre persone.

Gli Artisti, con le loro capacità attrattive, sono il bersaglio preferito dei Tiranni Soppressivi, se non si adeguano divenendo servi e strumenti del Potere è molto meglio che vengano annientati!

Questa è la prassi, il modus operandi adottato nei secoli dai gruppi di potere per cercare di preservare o aumentare i propri privilegi; l’attuale Chiesa di Scientology capitanata da Dave Miscavige non si sta di certo mostrando originale nel “trattare” i dissidenti!

Guido Minelli

7 commenti

Archiviato in Casa Minelli

INNO ALL’ASIA

   L’Uomo ha sognato a lungo di risolvere l’enigma della sua esistenza e di ottenere libertà Spirituale.

    Questa è stata la grande speranza dell’Uomo attraverso i millenni della sua storia – sia nell’Est che nell’Ovest.

   Ora, finalmente, nelle 1046 righe del poema Inno all’Asia, c’è la dichiarazione che questa speranza è stata raggiunta – Voi potete essere liberi.

   Questo commovente Inno fu scritto per una Convention Buddista del 1955 o 56, coincidente con le celebrazioni nel mondo Buddista del 2500esimo anno dell’Era Buddista.

   Più tardi, delle copie dattiloscritte di questo magnifico lavoro, molte in versione alterata, furono ampiamente fatte circolare di mano in mano in vari paesi del mondo.

    La richiesta pubblica per una sua pubblicazione crebbe enormemente.

  Allora, nel tardo 1973 il suo autore diresse la sua pubblicazione e in seguito supervisionò personalmente la collaborazione di artisti talentuosi, disegnatori e calligrafi, per la preparazione finale del libro. Nel 2000 la Chiesa mise in CD il testo

   Quindi qui abbiamo il testo originale completamente corretto del poema, un libro sicuramente destinato a diventare un documento maggiore nella storia della Spiritualità dell’Uomo.

   L’Inno all’Asia concerne il compimento di una profezia fatta 2500 anni fa da Shiddarta Gautama, meglio conosciuto come il Buddha, il fondatore della religione conosciuta nell’Ovest come Buddismo.

   Questa profezia può essere meglio capita nel contesto della vita e del lavoro del Buddha.

 Tradotto in Italiano per la prima volta, eccovi il testo, tratto dal sito http://hymnofasia.org/

Sono io Metteyya?

Se mi vedete morto allora vivrò per sempre.

Vengo a voi in pace

Vengo a voi come un maestro

Non vengo come un ufficiale di una Chiesa o Setta

Vengo a voi come un uomo

Non vengo come un Dio

Vengo a portarvi saggezza

Vengo a portarvi tutto quello che il Lord Buddha vorrebbe che voi

conosceste della vita, della Terra e dell’Uomo.

Vengo a voi con Libertà

Vengo a voi con scienza

Vengo per insegnarvi

Vengo per aiutarvi

Con attenzione totale

Con arduo studio

Con interesse e Amore

Voi potrete tutto

In soli pochi anni

Alcuni in mesi

Diventano Bodhi 

Quel che dico ha a che

Fare con sé stessi

Non ha affluenza

Con il politico.

Colui che guiderà

Supportalo

Colui che governerà

Assistilo

Quelli che avranno

Una Filosofia Politica,

Applaudili,

Perché loro

Perlomeno non sono 

Bestie

Se un governante governa bene

Assistilo

Se governa con violenza

Non fatelo

E lasciate che quella sia

La sua punizione

Fornisci un Santuario

A coloro

Che avendo governato

Ora falliscono

E vengono oppressi

Dalle persone

O dai governi

Di altre terre.

E non governano più

Ma fuggono

Perché questa è soltanto

La sorte dei governanti

Tutti. Cosi forniscigli Santuario.

Fornisci Santuario anche

A coloro

Che sono stati governati

Ingiustamente e oppressi

Non giudicare il loro crimine

Ma se loro giungono

Ai confini della tua casa

O anche se toccano i tuoi abiti

Assicura a loro

Pace.

Non pronunciatevi

Ma con la saggezza

Che io vi dono

Portate loro quindi

L’onestà

Che non hanno conosciuto.

In tale modo

Occupatevi del loro

Problema delle

Politiche

E non addentratevi oltre.

Oggi un pezzo di Asia oscilla

Con una mente disturbata

Alle politiche

Ora lasciate che sia la

Mente Asiatica, non la vostra.

E’ alle menti

Che io parlo.

Noi non siamo Comunisti

Noi non siamo Condottieri

Noi non siamo Democratici

Noi non siamo politici

Voi siete Buddisti

Sono io Metteyya?

Io sono della stessa sostanza

Del vostro proprio cuore

E occhi.

Se voi non mi avete

Creato

Non mi vedrete.

Se mi avete creato morto

Ecco che vivrò per sempre

Se mi avete creato vivo

Ecco che vivo.

Se non mi vedete qui

Affatto

Se non potete sentire

Il suono creato

Dalla mia voce

E solo sentire

Le mie parole

Voi non volete me

Voi non volete la Libertà

Non potrete essere Bodhi

Poi dico Allora

Lasciamo che questo sia il primo test

Mi vedete qui?

Questo palco è occupato?

Sentite la mia voce?

Sto fermando la luce del sole?

Sono bianco?

Ho i capelli Dorati?

E’ questo ciò che convenite?

Allora guardatemi

Ascoltatemi

Studiate la saggezza

Che ho da dirvi e voi sarete

Bodhi

Convenite tra voi ora

Come sembro

Convenite che sono qui

Convenite che sono solido

E può essere sentito

Posso essere visto?

Posso essere sentito?

Allora sentite e vedete.

Sono io Metteyya?

 

Sopra ai muri

Verrà messo

In molte lingue

La saggezza che

Lord Buddha allora

E io

Vogliamo

Che tu sappia

Vedetemi morto

Allora vivrò per sempre

Ma voi vedrete una Terra in fiamme

Cosi mortale che

Nemmeno uno vivrà

Fallite una volta a fermare

Una mano che percuote

Contro me e

Io muoio.

Rispondete!

E’ sicuro per me vivere?

Allora vivrò

E sono un Uomo

Tra voi

E posso morire

E anche

Vivere

E come Uomo

Allora posso avere

Buon appetito

Per il cibo

Per la Donna

E per il sonno

Allora cosi mi vedete?

Mi accordate questo?

Anche voi

Accordatemi il passato

Cosi che il

Cieco possa contare su di me qui?

Mi fornite un passato nel

Mondo Occidentale?

Create per me

Nello ieri

I miei libri e saggezza

Cosi che possiate leggere?

Sono reale?

Sono vivo?

Sono qui in piedi?

Studierete ciò

Che ho da dirvi?

Sono davanti a voi?

Sono Metteeya?

Vedete come tipo UN Uomo

Io vengo

Per essere tra voi ora

Un periodo mortale

E voi,

Voi ora ricordate

Che ho camminato qui

E voi ricordate anche

Che parlai

E ricordate pure

Io ho un passato

E voi potete scoprirlo.

E voi potete

Parlare con me

Ed io con voi.

 

Presto apparirà

Le Grandi Lezioni

Per tutti gli Uomini nell’Est

E Ovest

Sopra i muri

Per voi da scrivere

E voi le sentirete

E voi le vedrete come

Reali

Se dubitate, chiedete

Al fratello al

Vostro fianco

Se anche lui può vedere.

E se lui può

Le Grandi Lezioni

Sono Reali.

Vi dono

Certezza

Di tale tipo

Che voi potete dubitare.

Non chiedo nessuna fede.

Perché ciò che dono

E’ reale a sufficienza

Da sopportare ogni dubbio.

Metteeya?

 

Ovunque tu sia

Io posso essere indirizzato

Ma nei nostri migliori templi

Indirizzate me e voi indirizzate

Lord Buddha.

Indirizzate Lord Buddha.

E voi indirizzerete

Metteeya.

Un nome, Metteeya

Metteyya

Un nome magico

Per il quale tutta

La fedele attesa

Allora fu fatta.

Io sono l’inizio

Io sono la fine

Io sono abbastanza reale

Da essere messo in dubbio

E voi potete dubitare.

Nessuna blasfemia

Può sciupare il mio nome

Cosi siate blasfemi se volete

Cosi puro è quel

Nome che nessuna

Chiacchera può sporcarlo.

Nominate tra voi

Alcuni pochi piccoli

Per raccontare le mie bugie

E inventate cose nefande

E spargete infamia

In lungo e in largo

E in piedi davanti

Ai nostri altari

E insulti e

Bugie che pronunciano

Voci maligne su noi tutti.

Perché tutto è vita per il Buddha.

Tutto è vita.

Nessuna blasfemia

Ora può sporcare

Il nome di

Buddha, Lord

Ogni ingiuria

E’ una preghiera

Perché la sola menzione

Del nome

Poi ripulisce tutto.

Menzionate il nome

E non preoccupatevi

Se voi pensate

Alcuni randagi

Pensieri di condanna

O dubbi.

Menzionate il nome

La sua santità è

Tale che può

Resistere a tutte le bastonate

Consulta con preghiera

Sii calmo

E conoscerai.

 

Potreste conoscere

Di voi stessi

Tutto quello

Di cui io parlo

E cosi

Non discutete o contestate

Quando qualcuno viene a voi

E vi dice un altra cosa

Perché se sapessero tutto veramente

Loro allora direbbero

Quello che dico io

E quello che

Lord Buddha disse

Sii premuroso ora.

Avete conservato

Solo un pezzo

Di quello che

Lord Buddha

Disse

Lui disse molto più

Ma poi là arrivarono

Uomini che dissero

Altre cose

E cambiarono

Un pezzo di questo

Un pezzo di quello

E cosi ci siamo allontanati

Non censurate la libertà di parola

E non censurate il libero pensiero

Ma ricordate

In tutti questi

Venticinque secoli

Nessuno è venuto

E ha detto

Le Grandi Lezioni nuovamente

Neppure ha aggiunto loro

Per poi rendervi

Liberi.

Io parlo quindi

Cosi che voi possiate convenire.

Cosi dite e pensate

Qualsiasi cosa volete

Ma ritornate ancora a queste lezioni

Se vi smarrite

E diventate persi

E schiavi come lo siete stati.

Con queste

E il vostro accordo a fare

Noi ora possiamo costruire

Il mondo dell’Est

E dell’Ovest

In una grande

Fratellanza Umana.

 

Possiamo civilizzare

I barbari

Possiamo rendere legittimo il criminale

Possiamo rendere sano l’insano

Possiamo essere liberi noi stessi.

Possiamo rendere giusto

Il governante

Possiamo rendere

Clemente il forte

Possiamo far star bene

Il malato

Possiamo rendere intelligente

La persona ottusa.

Possiamo rendere sociale

L’antisociale.

Possiamo rendere gentile

Il crudele.

Possiamo raggiungere

La mente degli Uomini

E cambiarli

Ogni singola persona

O grandi folle

Possiamo fare questo.

Voi potete fare questo

Rapidamente

O lentamente

E il tempo

Che ci mettete

Dipenderà

Interamente dalla

Vostra maestria

E comprensione delle

Grandi Lezioni.

Queste discuterete

Su di queste potete litigare

Ma l’uomo più saggio

E’quello che

Farà le cose meglio

Per altri

E raggiungere più velocemente

Buddha per sé stesso

Arriverà alla fine

Alle Lezioni Stesse

E al loro esatto significato

E procedimenti.

Questa è una strada

Questa è una larga autostrada

Questa è una via

Facilmente visionabile

E solo quelli

Ossessionati dall’essere differenti

Si allontaneranno vagando

Dal facile percorso

E’ il percorso migliore qui.

 

C’è assistenza per voi

Mi impegnerò

A darvi placche dorate

Che attestano

Non il vostro status (perché questo può essere fatto solo dalla vostra società)

Ma la vostra abilità

E queste poi potrete mostrare

E raggiungere più

Velocemente I vostri obiettivi

Perché anche se voi

Divenite Bodhi

Eppure desiderate aiutare il resto

Che ancora sono cosi

Molti che sono ciechi

A tutto quanto ma non

Una placca.

Ci sono modi

Per fare le cose giuste

E modi per farle sbagliate

E io vi aiuterò

Come posso.

Due mesi di studio

Per il brillante

Metterà un piede

Sulla strada

Per aiutare il resto.

Una settimana di aiuto

Da un tale studente

Può creare un Bodhi

Dei migliori.

Andati sono i vostri decenni di studio

Per raggiungere

Una luce.

Intraprendete tra di voi

E seguiteli

I vostri leaders e

I vostri uomini santi

Riverite le loro parole

I loro ordini

La loro arte ha già vinto.

Non benedirò i vostri studi

Se non avrete pace e permissività

Dai vostri leaders.

Io confermo la loro autorità

I loro costume e le loro leggi

E non li cambierò

A meno che non  desiderino loro stessi

Di cambiare

I vostri leaders sono i vostri staff e guide.

Tutti i titoli che possiedono

E tutto quello che essi occupano

Questi sono i loro

E il possesso dei

Loro ordini.

Perché questa non è una rivolta

Nessuna rivoluzione per il malcontento

Noi seguiamo nuovi insegnamenti

In una via cosi vecchia

Che inizia col tempo

Che non ha fine ne inizio

E sulla quale Buddha

Splendeva per darci la luce

Io lo confermo tutti gli onori vinsero

E le altezze ottenute

E le confermo

Ancora più fermamente

Di quello che erano.

Perché i vostri leaders

Sono i vostri leaders

I vostri ordini (società)

Sono i vostri ordini

Le vostre posizioni (ranghi)

Sono le vostre posizioni

Qui sulla Terra

E in cielo

Dal quale parlo

Ben dietro al

Corpo che vedete

E in un altro mondo

Ci sono ordini (ranghi)

Anche là.

 

Io sono solo un insegnante

Io vi porto parola

Di lezioni che avete perduto

E qui vinceranno ancora

E lezioni nuove

Che furono riservate

Per il tempo fino a che

Voi foste organizzati

Come siete

E sparsi i vostri

Preti per tutta

La larghezza del mondo

Come fate ora.

Ma a tutti io do queste lezioni

E tutti possono riceverle

Ma l’esatto insegnamento

Senza controversie

Deve essere mantenuto

Inviolato in ogni luogo

E sotto responsabilità dei vostri leaders,

Sempre aperti all’ispezione

Aperti alle violazioni mai.

Studiate quindi

Lavorate con loro

Divenite Bodhi

Per poco che conoscete

Di queste Lezioni

Usatele.

Per tanto che conoscete

Usatele.

Ma usatele

Per il bene

Non per il male

Usatele per amore

Non odio

Conquistate tutto con

Conoscenza e abilità

Usate nessuna guerra.

 

Queste lezioni sono

Per la Donna e per l’Uomo

A meno che i vostri costumi piangano diversamente.

Ma siate ammoniti

Che senza Donne

Che sappiano anche

Voi siete solo mezzi.

Mettete la Donna al vostro fianco

E lasciatela studiare

Lasciatela parlare

Ma non fatelo

Se farlo disturba i vostri ordini o

La vostra quiete.

In questo siate i giudici

Eccetto per questo

Lasciate che la Donna legga anche.

Obbedite ai vostri leaders

Perché questi sono Uomini ragionevoli

Obbedite ai vostri capi

Politici del distretto

Perché lui ha forza.

Voi siete organizzati

E posati

Per la conquista

Spirituale dell’Uomo

Non lasciate il disordine

Tra voi stessi

O insignificante amor proprio

Impedisca il vostro progresso.

Il vostro impero è

L’impero

Dello Spirito

Voi possedete tutte le terre

Se voi possedete questo.

La vostra forza sulla Terra

E’ la vostra comprensione

Il vostro buon ordine

E il vostro comportamento tollerante.

Avete potere e dignità

Guadagnati in questi

Secoli passati.

Tutto quello che è stato Grande

Può essere ancor più grande.

Tutto quello che è stato bello

Può diventare ancor più bello.

 

Offrite ai leaders politici

Di venire e parlare

Prima che loro colpiscano

Perché possiamo assisterli

Offrite alla gente

Di continuare a lavorare

E di produrre più

E di venire ai nostri

perché noi possiamo

Portare loro calma

E pace e Salute.

Stiamo entrando dentro

Una Età dell’Oro

Noi siamo Uomini d’Oro.

Noi siamo gli Uomini Nuovi

I nuovi Leader

Spirituali della Terra.

Prospereremo

Fino al punto

Dove lavoreremo

Diventeremo

Ricchi di pace

E di palazzi fino

Al punto che

Manterremo un buon ordine

E una condotta ragionevole

E conserveremo o anche creeremo

La sanità dell’Uomo.

Abbiamo atteso

Per i secoli passati

Perché le Lezioni

La vostra libertà

E la libertà dell’Uomo

Attendono

Il vostro studio

E la vostra

Abilità.

E per le vostre quote

E tasse

Io prego voi

Di non mendicare più.

Perché i giorni della preghiera

Sono passati e il

Lord Buddha

Ha cosi tanto

Potere ora

Su tutte le terre,

Ottenuto con

La sua Saggezza

E i vostri sforzi

Che voi potete

E dovete richiedere

Le vostre tasse

Da tutti i paesi

E anche regni

Sufficienti a sostenere

La vostra società e voi stessi

Perché il bene che fate

E con le vostre

Grandi Lezioni

Servizio voi

Renderete a tutti

E cosi da ognuno

Quanto può pagare

Ottenete le vostre quote.

 

Ma io vi avverto

Non raccogliete con avidità

E non prendete più

Del vostro bisogno.

E non accumulate

Ma spendete liberamente

Come prendete e

Non costruite vuoti

Ornamenti ma

Luoghi per l’uso

Di Uomini

Che chiedono solamente

Di inchinarsi

Al Buddha.

E vi avverto anche

Non prendete

Quello che è dato a malincuore.

La vostra tassa deve venire a voi

Con Amore

O vi porta odio

Dentro al paese.

Cosi fate un buon lavoro

E coltivate

L’amore di donarvi

Per il bene di tutti.

La persuasione è la miglior richiesta

Il buon proposito il fine argomento.

Ma non mendicate più

E riempite le casse colme

E comprare con queste

Tali ospedali

E palazzi per far riposare

Tali Buddha

Che il mondo

Non ha mai visto.

Per far profitto quindi

Aggiungi industriosità alle idee

Lavora bene e

Rifuggi la pigrizia

Non interrompere mai

Il commercio o

Le imprese

Degli Uomini

Perché tutto quello su

Cui voi commerciate

E’ la volontà di fare.

Quando quella è andata

Perché poi avete ucciso la razza.

E nei vostri luoghi

E Monasteri e Santuari

Siate puliti, siate luminosi

E lucidate ogni cosa

E non lasciate che lo sporco si accumuli.

Non lasciate nessuno inattivo

All’interno dei vostri cancelli

Ma lavorate loro tutti

vigneti, frutteti pascoli e campi

Perché l’inattività su scusa di studio

Genera pigrizia e povertà

E queste generano

Malattie di dottrina

E di mente.

Lasciate che ognuno supporti il resto

E che nessuno sia parassita.

E cosi prospereremo.

 

Nella giungla

Ripulite le cose mortali

Nelle montagne nude

E dove nessun grano è cresciuto

Piantate alberi e punite quelli che

Li sprecano.

In pianura

Studiate per arare

Per salvare la terra

Non fate cicatrici.

In ogni possibile luogo fertile

Piantate grano per rendere

La terra ancor più fertile

E non sprecate terra

Per vanità di morte

Ma piantate e raccogliete tutto

 

   

   

 

 

 

 

 

Restituite all’Asia ora

La sua bellezza e le sue capacità

Perché voi come preti

Siete leader di tutti gli Uomini

Non intruffolatevi nel buio

Persuadete in un

Paradiso il vostro paese

E tassatelo come

Doveroso.

Voi siete i creatori

Di nuovi paesi

E nuove opulenze

Nuove persone e

Nuova Vita

Iniziate!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Io porto Grandi Lezioni

Io le ho scritte

In un modo ordinato.

Io le ho scritte

Prima in un linguaggio di scienza

Che fu rubato

Tanto tempo fa

Dall’Est.

Da questa lingua

Voi potete tradurlo

Nelle vostre tante

Lingue

Perché ognuno di voi

Ha tra di sé

Scolari che possono

Parlare queste lingue.

Non ci sono altre

Lingue parlate in

Comune dai vostri

Scolari.

Queste Lezioni

Furono composte

Nel mondo occidentale.

Questo doveva essere cosi

Per via del

Disordine nell’Est

Fin dai tempi di

Vaishakha 2453.

Anche le vostre profezie

Vecchie di secoli

Dissero che sarei apparso

Nel mondo Occidentale.

Io sono apparso.

Voi perdonerete

E capirete.

E’ l’Ovest

Che minaccia

La Terra.

Là io

Sono stato per

Imparar di esso

Studiar di esso

Salvare tutti.

 

 

 

 

 

Lasciatemi tornare a casa

Lasciatemi venire via

Dai barbari

Per vivere nel vostro cuore.

Io ho camminato tra

Voi come un ragazzo mortale.

Io sedevo ai vostri piedi

E voi non sapevate.

Eccetto alcuni

Pochi tra voi

E questi mantennero

Il segreto bene.

Io sono pronto ora

Io sono pronto per tornare a casa

Dalla mia gente.

Vi prego di accettarmi cosi.

Perdonate il corpo

Che io porto

Ne ho bisogno ora

Per parlare.

Perdonate la lingua

Con la quale io

Parlo. Preferirei

Che fosse Pali

Ma voi non la comprendereste.

E se io vengo

Siate sicuri che

Mentre io stesso,

In contatto con

Carne mortale,

Posso errare,

Queste Lezioni

Non lo fanno.

Se mi respingete

E non mi invitate

Allora non abbiate paura.

Perché io, privo

Di voi,

Piangerò soltanto.

Tale è il mio amore.

Io adesso vi dono

(Prima di andare

E lasciare un

Vuoto qui)

La Lezione prima di tutte

Ci può essere amore per sé stessi

Ci può essere amore per la Donna e l’Uomo

Ci può essere amore per i bambini e la famiglia

Ci può essere amore per gruppi e sette

Ci può essere amore per l’Umanità intera

Ci può essere amore per gli animali alberi ed erba

E insetti pure

Ci può essere amore per la Terra e il Sole e Luna e

Tutte le Stelle

Ci può essere amore per Spiriti, Demoni e per l’Anima

Ci può essere amore per gli Dei

E queste otto parti

Sono amore

E l’amore è tutto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma ci sarà di più

E questo

Voi presto vedrete

E vedendo poi

E comprendendo anche

Voi sarete Buddha

Tutti

Questo prometto a voi.

Quando avrete studiato le Grandi Lezioni

E anni da adesso

Cresciuti esperti

In questa saggezza

Questa arte,

Se voi avete anche

Una distanza ancora da percorrere

E sarete pronti allora

E se tutte le cose

Sono andate bene

E io ancora in vita

Come Uomo mortale

Perché allora io vi

Darò di più

Per trasportare voi lontano.

Ma lasciate questo sia il mio segreto

Fino a che tempo non viene

E io abbia visto come

Voi avete portato fuori

Le Lezioni

Perché conoscere che

Queste devono essere

Conquistate

E prima e quello

Esse compiono cosi tante

Cose che sarete

Sorpresi per anni

Solo per averle guardate.

Lasciatemi vedere come fate

E come voi vi comportate

E allora

Lord Buddha

Anche lui disposto

E io in vita

E ancora mortale

Dirò abbastanza a tutti.

Comportatevi Obbedite

Siate cortesi

Agli Dei

Buddha

E Me stesso

E ai vostri leader

E ai vostri Preti

E anche ai vostri

Governi

E studiate duramente

E praticate bene

E prosperate tutti.

 

 

 

 

 

 

 

Io vado

Voi mi avete creato ancora

Colui che fu creato prima

Io concedo un’amnistia

Agli atti scellerati

E malfattori pure

Io do a tutti una

Libertà ora

Dai demoni

E dal buio.

Io perdono i vostri

Molti fallimenti a

Lord Buddha

Io ringrazio per

Le vostre gesta e speranza.

Mi complimento con voi

Per la vostra costanza

E adorazione.

In venticinque secoli

Voi avete

Portato civiltà

Al mondo

Sia esso Est od Ovest.

Prima

Venne Lord Buddha

Tutto era deserto

E gli Uomini erano

Bestie da caccia.

E col vostro

Lavoro e la vostra

Fede

E’ giunta

Speranza per l’Uomo

E civilizzazione

Ovunque.

Io mi complimento

Con tutti voi

Perché lui

Colui che io ho

Incontrato

E chi io sono.

 

 

 

 

 

 

Oggi esistono armi possenti

E se noi lavoriamo

Poveramente ora

O non prestiamo fede

O bisticciamo

Tra di noi

Tutto l’intero

Mondo dell’Umanità

Allora morirà.

Ma osservate esso

Non è morto.

Cosi rispondete qui

Questa chiamata.

Se è vostro volere

Che io venga esiliato

Allora starò lontano.

Le ombre cadranno

Se voi mi desiderate,

Parlate e verrò.

E’ la vostra scelta.

E se io vengo

Poi tutte le cose

Scritte qui dovranno

Allora essere vere.

E se io vengo a voi

Voi dovete impostare un luogo in disparte

Perché la saggezza

Venga insegnata

E mettere sui

Muri la pergamena

Delle Grandi Lezioni

Mi è stato insegnato

In un altro luogo

E tempo.

Noi abbiano una

Missione da compiere

Noi dobbiamo lavorare

Per salvare noi stessi

E salvare tutti gli Uomini.

Grazie per essere qui.

Grazie per

Aver tenuto viva

La fiamma della Vita

Sulla Terra.

E sapere

Che se tu

Non ancora lavori

E anche più

Che la Terra

Morirà entro

Pochi anni di tempo.

Quindi io sono qui.

Quindi non dobbiamo sciupare nessun tempo

In contese

O piccoli combattimenti.

Noi possiamo vincere.

Noi possiamo vincere

Grazie al nostro lavoro

Terremo in controllo

Le forze che distruggono.

Voi non potete perdere

Seguendo qui.

Il vostro destino aspetta.

 

 

 

 

 

 

Io vado, Io sono tra voi

Come un Uomo mortale

Io posso apparire

A voi di

Giorno o sonno.

Vi amo.

Sono io Metteeya?

Ho parlato a voi.

Voi presto studierete.

Nel frattempo

Addio.

8 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

VEDA….

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Aspettando il Natale, un omaggio …..

” La Comunicazione e’ il solvente Universale ”

LRH

Origine dei Veda

Il termine sanscrito vedico veda indica il “sapere”, la “conoscenza”, la “saggezza”, e corrisponde all’avestico vaēdha, al greco antico οἷδα (anticamente ϝοἷδα, da leggere “voida”), allatino video.

La letteratura vedica origina da un popolo, gli Arii, che intorno al 2200 a.C. migrò verso l’India nord-occidentale (allora indicata come Saptasindhu सप्त सिंधु, Terra dei sette fiumi, in avesticoHapta Hindu) provenendo dall’area di Balkh (oggi in Afghanistan settentrionale). Un altro raggruppamento di questo popolo, gli Iranici, sempre provenienti dalla medesima area, invase invece l’attuale Iran fondandovi una cultura religiosa che successivamente fu in parte raccolta nell’Avesta. Fu dunque nell’area dell’Afghanistan settentrionale che i Veda acquisirono le loro prime caratteristiche religiose e linguistiche[2].

Elemento centrale delle credenze religiose degli Arii era lo Ṛta (in alfabeto devanāgarī ऋत , in avestico Aša) ovvero la Legge cosmica, e il suo “guardiano” Asura Varuṇa (वरुण devanāgarī ,avestico Ahura Mazdā), concentrandosi il sacrificio religioso nella bevanda sacra, il soma (सोम devanāgarī , avestico haoma) e sul rito del fuoco (devanāgarī अग्नि agniavestico āthra).

Con l’ingresso di questi popoli Arii nell’India settentrionale, e con i conseguenziali scontri militari con le popolazioni autoctone, acquisì rilievo religioso l’eroico dio guerriero Indra (इन्द्र).

Mentre con il successivo accoglimento anche di culti autoctoni, spesso fondati su pratiche sciamaniche e sull’utilizzo di formule magiche (mantra, मन्त्र), la cultura religiosa degli Arii si sviluppò e si diffuse sul territorio indiano in quelle caratteristiche che saranno poco dopo organizzate dai “cantori” (devanāgarī : ऋषि ṛṣi) dei primi due Veda: il Ṛgveda e alcune parti dell’Atharvaveda (20001700 a.C.).

I Veda sono i più antichi documenti dello spirito umano di cui siamo in possesso. Scrive il Wilson: “Quando i testi del Rg-Veda e dello Yajur-Veda saranno completati, noi saremo in possesso di materiali sufficienti per una giusta valutazione dei risultati che ne deriveranno, e dell’effettiva condizione, sia politica che religiosa, degli Indù in un’epoca coeva alle più antiche testimonianze finora conosciute dell’organizzazione sociale, di gran lunga anteriore al sorgere della civiltà greca, antecedente alle più antiche vestigia finora scoperte dell’impero assiro, contemporanea probabilmente solo ai più antichi scritti ebraici e posteriore soltanto alle dinastie egiziane, di cui tuttavia si conosce ancora ben poco oltre ai semplici nomi. I Veda ci forniscono abbondanti informazioni in merito a tutto ciò che più ci interessa per lo studio dell’antichità”.

Esistono quattro Veda: Rg, Yajur, Sama e Atharva. I primi tre concordano non soltanto nel nome, nella forma e nella lingua, ma anche nel contenuto. Di tutti, il più importante è il Rg-Veda. I canti ispirati che gli Ariani portarono con s‚ dalla loro patria originaria in India, come il bene più prezioso, si ritiene siano stati raccolti in risposta all’esigenza di preservarne l’integralità quando, nel loro nuovo paese, essi vennero in contatto con un gran numero di adoratori di altri dèi. Il Rg-Veda è appunto questa raccolta. Il Sama-Veda è una raccolta puramente liturgica. La maggior parte di essa si trova già nel Rg-Veda e anche quegli inni che gli sono peculiari non contengono una loro propria lezione indipendente: essi sono stati adattati per essere cantati durante i sacrifici. Anche lo Yajur-Veda, come il Sama-Veda, assolve ad una funzione liturgica. Questa raccolta fu fatta per rispondere alle necessità di una religione cerimoniale. Il Whitney scrive: “Nei primi tempi vedici il sacrificio era ancora, in genere, un libero atto di devozione, non affidato alle cure di un corpo privilegiato di sacerdoti ne regolato nei piccoli dettagli, ma lasciato al libero impulso di chi lo offriva, accompagnato da inni e canti del Rg e del Sama-Veda, in modo che la bocca dell’offerente non tacesse mentre le sue mani presentavano alla divinità il dono che il suo cuore dettava… Tuttavia, poichè‚ col passar del tempo il rituale andava assumendo un carattere sempre più formale divenendo alla fine una serie strettamente e minuziosamente regolare di singoli atti, non soltanto vennero stabiliti i versi che dovevano essere citati durante la cerimonia, ma vi si introdusse anche un corpo di espressioni, di formule verbali intese ad accompagnare ogni singolo atto dell’intera funzione per spiegarla, giustificarla, benedirla, darle un significato simbolico… Queste formule sacrificali ricevettero il nome di Yajus, dalla radice yaj sacrificare… Lo Yajur-Veda è composto da queste formule parte in prosa e parte in versi, sistemate nell’ordine in cui ci si doveva servire di esse durante il sacrificio”. Le raccolte del Sama-Veda e dello Yajur-Veda devono essere state compilate nell’intervallo di tempo tra la composizione del Rg-Veda e il periodo brahmanico, epoca in cui la religione ritualistica era ormai ben affermata. Per lungo tempo, l’Atharva-Veda non godette del prestigio di un vero Veda, sebbene per i nostri scopi sia secondo per importanza solo al Rg-Veda poichè, come quest’ultimo, è una raccolta storica di contenuti indipendenti. Uno spirito diverso pervade questo Veda, che è il prodotto di una più tarda età di pensiero, e mostra il risultato dello spirito di compromesso adottato dagli Ariani vedici di fronte ai nuovi dei e spiriti della natura adorati dai popoli originari del paese che essi stavano lentamente sottomettendo.

Ciascun Veda consiste di tre parti denominate Mantra, Brahmana e Upanisad. La raccolta dei Mantra, o inni, è chiamata Samhita. I Brahmana contengono i precetti e i doveri religiosi. Le Upanisad e gli Aranyaka, che discutono problemi filosofici, sono le parti conclusive dei Brahmana. Le Upanisad contengono la base spirituale di tutto il successivo pensiero del Paese. Delle prime Upanisad, l’Aitareya e la Kausitaki appartengono al Rg-Veda, la Kena e la Chandogya al Sama-Veda, la Isa, la Taittiriya e la Brhadaranyaka allo Yajur-Veda, e la Prasna e la Mundaka all’Atharva-Veda. Gli Aranyaka si collocano tra i Brahmana e le Upanisad e, come suggerisce il loro nome, costituiscono oggetto di meditazione per coloro che vivono nelle foreste. I Brahmana trattano il rituale che deve essere osservato dal capo famiglia, ma quando questi nella sua vecchiaia si ritira nella foresta è necessario qualcosa che sostituisca il rituale, e a ciò provvedono gli Aranyaka. Gli aspetti simbolici e spirituali del culto sacrificale sono oggetto di meditazione, e questa meditazione prende il posto dell’esecuzione del sacrificio. Gli Aranyaka rappresentano l’anello di congiunzione tra il rituale dei Brahmana e la filosofia delle Upanisad. Mentre gli inni sono la creazione dei poeti, i Brahmana sono l’opera dei sacerdoti, e le Upanisad le meditazioni dei filosofi. La religione naturalistica degli inni, la religione ritualistica dei Brahmana e la religione spirituale delle Upanisad corrispondono molto da vicino alle tre grandi divisioni dello sviluppo religioso secondo la concezione hegeliana. Sebbene in un’epoca posteriore queste tre divisioni siano coesistite, non c’è dubbio che originariamente si svilupparono nel corso di epoche successive. Le Upanisad, se in un certo senso rappresentano la continuazione del culto vedico, in un altro senso costituiscono una risposta alla religione dei Brahmana.

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OT, Scientology indipendente

Sutta Nipata (Parole del Budda)

Scientology indipendente, Scientologist indipendenti

Questa è una delle più vecchie collezioni di discorsi Buddisti presenti nel Khuddaka Nikaya, una parte del Pali Canon;

di gran lunga la più popolare come anche la più importante.

Scritta in un mix di prosa e versi, si presenta come un codice di condotta e

fornisce le basi per un sistema di filosofia morale/etica.

Un lavoro veramente su sorgente.

Questo dovrebbe fare  chi pratica il bene e conosce il sentiero della pace:

Essere abile e retto,
chiaro nel parlare,
gentile e non vanitoso,
contento e facilmente appagato;
non oppresso da impegni e di modi frugali,
calmo e discreto,
non altero o esigente;
incapace di fare
ciò che il saggio poi disapprova.

Che nessuno inganni l’altro,
né lo disprezzi,
né con odio o ira
desideri il suo male.
Come una madre
protegge con la sua vita
suo figlio, il suo unico figlio,
così, con cuore aperto,
si abbia cura di ogni essere,
irradiando amore sull’universo intero;
in alto verso il cielo,
in basso verso gli abissi,
in ogni luogo, senza limitazioni,
liberi da odio e rancore.

Che tutti gli esseri vivano felici e sicuri:
tutti, chiunque essi siano,
deboli e forti,
grandi o possenti,
alti, medi o bassi,
visibili e non visibili,
vicini e lontani,
nati e non nati.
Che tutti gli esseri vivano felici!

Fermi o camminando,
seduti o distesi,
liberi da torpore,
sostenendo la pratica di benevolenza:
Questa è la sublime dimora.

Il puro di cuore,
non legato a opinioni,
dotato di chiara visione,
liberato dai desideri materiali,
non tornerà a nascere in questo mondo.

Gautama Siddhartha                                          

25 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

BUON COMPLEANNO ANDREAGINEVRA MINELLI

Eccoci qui, il 22 Dicembre di 2 anni fa entrava a far parte della nostra Famiglia

AndreaGinevra

La nostra principessina

Ancor prima di mettere in cantiere una nuova nascita

io e Luana avevamo postulato una Bambina di nome Andrea

Poi, una nostra amica

La cara Umberta ci chiese di darle anche il nome di Ginevra

e fu così’ che quando nacque

AndreaGinevra Minelli

fu festa grande !

Ovviamente non poteva mancare sulla torta Pippilotta Virtualia Rolgardinia Efrasilla Succiamenta Calzelunghe

Quest’oggi

abbiamo festeggiato

il suo secondo compleanno.

OUR 5 STARS ...

 

BUONE FESTE SCIENTOLOGISTS INDIPENDENTI !!!

24 commenti

Archiviato in Casa Minelli

DA DOVE VIENE IL TUTTO?

Occasionalmente qualcuno prova a persuadermi che LRH ha rubato la Tech da qualche parte. Ci ho speso parecchio tempo su, guardando dentro alle possibili origini di Scientology, e mi sento di dire che è ora di rispondere a queste affermazioni.

Circa dieci anni fa ho ascoltato un nastro del Briefing course dove LRH parla della similitudine tra una delle sue esposizioni sul tempo, e una di Mouni Sadhu. In quella conferenza LRH disse che se si guardava abbastanza a fondo si poteva trovare, probabilmente,  la maggior parte di ciò che diventò Scientology altrove, ma mise a paragone il suo lavoro nel selezionare i giusti pezzi del puzzle dalle migliaia disponibili. Un po’ qui e un po’ là.

Ho scoperto parecchie cose sorprendenti nella mia ricerca, molte le elencherò prossimamente. Ho parlato con delle persone che erano presenti fin da prima degli inizi, e per tutta la strada fino a qui dopo. Alcuni parlano di contribuzioni fatte lungo la via – per esempio gli Halperns, che, cosi mi è stato detto, svilupparono i CCH. Per quanto ne so, Scientology esiste perché LRH ha messo i pezzi assieme, e non conosco nulla che ha messo gli stessi pezzi assieme nello stesso modo.

Naturalmente, se avete già eletto LRH a DIO incarnato non sarete capaci di accettare che avesse preso a prestito nulla da nessuna parte. Me se lui era DIO incarnato perché allora si sarebbe preso la briga di ricercare tutto?

A me piace vedere il corretto bilanciamento. Se usate Scientology non potete sfuggire dal vederlo come un soggetto di LRH. Dall’altra parte è più importante vedere se funziona o meno. E questo lo potete scoprire solamente praticandola.

FEDE NELLA CHIESA

Aver fede in è un flusso entrante di accordo e mettere la propria beingness e doingness sotto il controllo di un altro, ed è, in altre parole, il sacrificio del proprio universo. Questo è il meccanismo alla base dove, lungo tutta la traccia, i thetan sono stati reclutati per alcune cause o misteri, e hanno consegnato a questo la loro identità e abilità. Un po’ di questo proviene da molto lontano. In essenza è il trucco basilare dell’ipnotismo e con quello uno può concertare e ridurre le abilità di un soggetto per qualsiasi scopo. (8-8008).

Avete ancora fede nella CofS? Gli indipendenti hanno molti vantaggi, non ultimo dei quali l’indipendenza stessa. Abbiamo anche il tremendo vantaggio di un ponte abbordabile, ma questa non è la ragione più importante per unirsi a noi.

Negli ultimi anni abbiamo visto la Chiesa diventare Autoritaria e Autocratica. Abbiamo visto la reintroduzione della Disconnessione, benché LRH avesse assicurato il governo della Nuova Zelanda nel 1968 che non sarebbe mai più stata reintrodotta. Abbiamo visto le tattiche brutali del giovane dittatore del CMO poi RTC.

Quanti compromessi ci vogliono ancora? Si, lo so che ci sono ancora dei fanatici nella Chiesa che credono che gli indipendenti siano parte di una cospirazione elaborata, promossa dalle campagne inconsistenti e infantili di OSA che poi dirigono campagne su di noi.

Per me il problema principale ha a che vedere con lo scopo di Scientology. Certamente non sono entrato in Scientology con l’idea che avrei ceduto il controllo della mia comunicazione e delle mie azioni a nessuno. E nemmeno avrei pensato di unirmi ad un gruppo che mi avrebbe imposto il suo “io so meglio” e la sua moralità peculiare. Forse avevo la l’idea sbagliata che io stessi cercando di migliorare il mio universo, piuttosto che rimpiazzarlo completamente con i dictat di un qualche ragazzino del CMO mezzo scemo.

La lealtà è un attributo nobile. Ma dobbiamo essere leali all’organizzazione, a Scientology o all’obiettivo di liberare l’Uomo? Sicuramente se soccombiamo all’odio e al fanatismo, e accettiamo l’inverificabile idea mezza cotta di quelli con l’autorità, semplicemente perché hanno l’autorità, abbiamo venduto i nostri scopi di liberare l’uomo.

Se dobbiamo credere alla CofS, l’inflazione è cresciuta parecchio negli ultimi anni, guardate ai prezzi della Tech oggi e paragonateli agli anni passati. Il mondo è sul baratro di un disastro (e ci è rimasto per un sacco di tempo), l’apocalisse è imminente. I governi del mondo sono tutti alla caccia di Scientology. E, se dovessimo credere alla CofS, dovremmo fidarci di un management, che non è mai stato autorizzato pubblicamente da LRH, semplicemente perché dicono che lo sono stati (non esiste nessuna policy di LRH che trasferisce i poteri al CMO o a RTC).

Ma voi credete davvero che parecchie migliaia di Scientologist siano davvero diventati spontaneamente Soppressivi? Credere a questo invalida la Tech completamente. Non vi sembra strano che cosi tanti OT siano diventati Soppressivi (leggete l’HCOB “Rock slam e Rock slammer”, e “Clear, Ot e Rock slam”). Sembra che i livelli OT siano davvero pericolosi, se fanno diventare SP cosi tante persone. Pur avendo visto questo avete deciso di continuare a sperare?

Non potete salire sul ponte nella CofS, ma se avete paura del management, se siete spaventati da quelle minacce, è tempo di lasciare. Perché se siete spaventati significa che avete rinunciato al vostro potere di scelta, al vostro auto-determinismo.

Forse siete degli auditor, ma non audite più. Che contraddizione: La chiesa grida all’apocalisse ma rende il ponte cosi stretto che non potete percorrerlo, e non osate nemmeno aiutare gli altri?

Se la Chiesa potesse correggersi e smetterla di drammatizzare le sue caratteristiche da SP (rileggetevi le generalizzazioni dei loro ordini ad esempio), allora sicuramente vorrebbe liberare tutta l’umanità. Vi darebbe il benvenuto se tornaste indietro e vi aiuterebbe a portare altri in cima al ponte. Non è cosi?

L’INTERA VERITA’

Mentre nella chiesa ci siamo disabituati a sapere cosa succedeva veramente. L’idea era che ogni linea di comm theta non si doveva usare per trasmettere entheta. La teoria fa senso, ma vi lascia solo con un punto di vista distorto e poco obiettivo. Esempio ne sono le comunicazioni riguardo agli attacchi che stanno ricevendo nel mondo intero. Distorte e di parte.

Abbiamo raggiunto un punto dove anche le pubblicazioni ufficiali si distanziano dalla realtà, qual’è il confine tra la verità e le PR? Quanto ancora dobbiamo sapere su Scientology e LRH? Siamo davvero cosi grandi? O cosi affidabili? Da poter prendere le nostre decisioni direttamente dai fatti stessi?

Sono stato molto persistente nella mia ricerca per questi fatti. Ho ascoltato parecchie persone, e ho letto tanti libri. Trovo sia abbastanza allarmante quando sento persone dire che i fatti sono poco importanti. Ma se credete negli engram di gruppo, come ci credeva LRH, allora diverrebbe sufficientemente ovvio fin da ora che ne siete parte!

La regola dell’auditing si applica anche a voi: Portateci il pc attraverso. Lo so, è sempre più facile trovare una qualche giustificazione piacevole per non guardare.

È necessario confrontare l’intero contenuto dell’engram  per cancellarlo, e quindi rendere vano il suo valore di comando. Non vi possiamo fornire le prove provate, ma vi possiamo fornire le evidenze di molte persone che c’erano.

Scientology è fatta perché pensiate con la vostra testa, dopo tutto! E non preoccupatevi: Il vero dato stabile è quello che avete sperimentato.

Se avete avuto guadagni con Scientology, allora quello è il vostro Dato Stabile.

10 commenti

Archiviato in DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

SIATE DEI GENI

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Geni si nasce o si diventa? Questa LRH ED ci mostra come diventarlo,

prendendo spunto da un libro scritto da uno Psicologo Americano.

Bene, preparatevi a diventare dei GENI,

perché il mondo degli Scientologist Indipendenti ne ha un grande bisogno.

D  I  R  E  T  T  I  V  A       E  S  E  C  U  T  I  V  A

                                CENTRAL OFFICE OF LRH ED 821        

21 Luglio1980

GENI

Ero abituato a dire ai miei aiutanti che tutto ciò che mi aspettavo da loro era di essere dei geni. Esiste la possibilità che la parola non sia ben definita e cosi sto pubblicando questa COLRHED per chiarire la definizione.

Il seguente articolo è stato citato con il permesso della NATIONAL ENQUIRER. Dato che loro citano me, è perfettamente permissibile che io citi loro.

Effettivamente questa definizione si applica a chiunque abbia una funzione da executive.

“24 QUALITA” CHE I GENI DEVONO

AVERE IN COMUNE

“I più grandi Geni del mondo hanno tutti avuto queste 24 caratteristiche della personalità in comune — e voi potete sviluppare gli stessi tratti in voi stessi, dice un esperto.

“La maggior parte delle persone hanno l’idea sbagliata che si nasce geni, non si diventa, dichiarava lo Psicologo clinico Dr. Alfred Barrios, fondatore e Direttore del Self-Programmed Control Center di Los Angeles e autore del libro, VERSO UNA MAGGIORE LIBERTA’ E FELICITA’.

“Ma se osservate le vite dei più grandi Geni del mondo – tipo Edison, Socrate, Da Vinci, Shakespeare, Einstein – scoprirete che tutti avevano 24 caratteristiche della personalità in comune.

“Questi sono i tratti che chiunque può sviluppare. Non fa differenza quanti anni avete, quanta educazione avete, o cosa avete raggiunto finora. Adottare queste caratteristiche della personalità vi permette di operare ad un livello da Genio.

“Ecco le 24 caratteristiche elencate dal Dr. Barrios che permettono al genio di uscir fuori e sviluppare nuove e fruttuose idee:

 “1. IMPULSO. ‘I geni hanno il forte desiderio di lavorare duro e a lungo. Hanno la volontà di donare tutto ciò che hanno per un progetto. Sviluppate il vostro impulso mettendo a fuoco i vostri successi futuri, e continuate ad andare avanti.’

2. CORAGGIO. ‘Ci vuole coraggio per fare cose che altri considerano impossibili. Smettete di preoccuparvi di ciò che penserà la gente se siete diversi.’

3. DEVOZIONE AGLI SCOPI. ‘I geni sanno ciò che vogliono e lo perseguono. Prendete il controllo della vostra vita e dei vostri programmi. Abbiate qualcosa di specifico da raggiungere ogni giorno.’

4. CONOSCENZA. ‘I geni accumulano continuamente informazioni. Non andate mai a dormire la notte senza aver imparato almeno una cosa nuova per quel giorno. Leggete. E fate domande alle persone che sanno.’

5. ONESTA’. ‘I geni sono franchi, diretti e onesti. Prendetevi responsabilità per le cose che vanno male. Siate disposti ad ammettere, ‘Ho sbagliato’, e imparate dai vostri errori.’

6. OTTIMISMO. ‘I geni non dubitano mai se avranno successo. Mettete a fuoco deliberatamente la vostra mente su qualcosa di buono che vi succederà.’

7. ABILITA’ DI GIUDIZIO. ‘Provate a capire i fatti di una situazione prima di giudicare. Valutate le cose con una mente-aperta, senza basi pregiudiziali e siate disposti a cambiare la vostra mente.’

8. ENTUSIASMO. ‘I geni sono cosi eccitati su ciò che stanno facendo, incoraggiano altri a cooperare con loro. Credete fermamente che le cose finiranno bene. Non trattenetevi.’

9. VOLONTA’ DI PRENDERSI DEI RISCHI. ‘Superate le vostre paure dei fallimenti. Non avete bisogno di essere spaventati per prendervi dei rischi una volta che realizzate di poter imparare dai vostri errori.’

10. ENERGIA DINAMICA. ‘Non fermatevi aspettando che succeda qualcosa di buono. Siate determinati a farlo succedere.’

11. INIZIATIVA. ‘I geni sono ricercatori di opportunità. Siate disposti a fare lavori che altri non toccherebbero. Non siate mai spaventati di provare cose sconosciute.’

12. PERSUASIONE. ‘I geni sanno come motivare le persone per aiutarli ad andare avanti. Troverete facile essere persuasivi se crederete in ciò che state facendo.’

13. SOCIEVOLEZZA. ‘Ho scoperto che i geni sono abili nel fare amicizia facilmente e non affaticano i loro amici. Siate dei ‘sostenitori’, non qualcuno che butta giù gli altri. Questa attitudine vi farà avere molti amici di valore.’

14. ABILITA’ NEL COMUNICARE. ‘I geni sono abili nel trasmettere efficacemente le loro idee agli altri. Cogliete ogni opportunità per spiegare le vostre idee agli altri.’

15. PAZIENZA. ‘Siate pazienti con gli altri per la maggior parte delle volte, ma siate sempre impazienti con voi stessi. Aspettatevi molto di più da voi stessi che non dagli altri.’

16. PERCEZIONI. ‘I geni hanno il loro radar mentale che lavora a tempo pieno. Pensate più ai bisogni e alle esigenze degli altri di quel che fate con i vostri.’

17. PERFEZIONISMO. ‘I geni non possono tollerare la mediocrità, particolarmente in loro stessi. Non siate mai soddisfatti facilmente di voi stessi. Sforzatevi sempre di far meglio.’

18. SENSO DELL’UMORISMO. ‘Siate disposti a ridere a vostre spese. Non offendetevi quando siete l’oggetto della burla.

19. VERSATILITA’. ‘Più cose da realizzare imparate , più confidenza svilupperete. Non rifuggite da nuovi tentativi.’

20. ADATTABILITA’. ‘Essere flessibili vi permette di adattarvi prontamente alle circostanze che cambiano. Resistete nel fare le cose alla vecchia maniera. Siate disposti a considerare nuove opzioni.’

21. CURIOSITA’. ‘Una mente inquisitoria e curiosa vi aiuterà a scoprire nuove informazioni. Non siate spaventati di ammettere che non conoscete tutto. Fate sempre domande sulle cose che non capite.’

22. IDIVIDUALISMO. ‘Fate le cose nel modo che pensate dovrebbero essere fatte, senza temere la disapprovazione di qualcuno.’

23. IDEALISMO. ‘Restate con i piedi per terra – ma tenete la vostra testa tra le nuvole. Sforzatevi di fare grandi cose, non solo per voi stessi, ma per il miglioramento dell’umanità.’

“24. IMMAGINAZIONE. ‘I geni sanno come pensare in nuove combinazioni, vedere le cose da una differente prospettiva, più di chiunque altro. Riordinate il vostro ambiente mentale per sviluppare questo tipo di immaginazione. Datevi ogni giorno del tempo per sognare ad occhi aperti, per fantasticare, andare alla deriva in un mondo di sogni interiore nello stesso modo in cui lo facevate da bambini.’ “

L. RON HUBBARD
COMMODORO

12 commenti

Archiviato in DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI