Archivi del giorno: 11 dicembre 2011

L’ESSERE THETA

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

(Estratto da conferenza # 20 del PDC, rimosso dai nastri originali.)

“… Gli esseri MEST, della classe dell’Homo Sapiens sono esseri composti, motivati da un essere theta, da entità, dalla GE e dall’ambiente. Gli esseri MEST, essendo decaduti dalla natura di esseri theta e incapaci di riguadagnare lo stato theta senza Dianetics, provano un’avversione per gli esseri theta (Che da ora in avanti chiameremo THETAN, intendendo un essere theta che non è stato forzato ad avere un corpo MEST). Gli esseri MEST, quando cercano di occupare un’area di thetan, vengono comunemente contrastati ed attaccati dai thetan. Gli esseri MEST iniziano allora ad intrappolare e perseguitare i thetan, usandoli per motivare nuovi corpi, una volta che il potere dei thetan sia stato ridotto a poco o niente. I loro in cui vi imbatterete negli episodi sono esseri MEST (amnesia e un corpo MEST) attaccano i thetan che li minacciano. I thetan possono uccidere i corpi MEST scagliando contro di loro una carica. Si sviluppa cosi una guerra tra i thetan ed esseri MEST. Data l’elettronica e thetan fino ad ora non soggiogati, gli esseri MEST possono vincere e hanno vinto.

I thetan comunicano mediante telepatia. Possono spostare oggetti materiali dirigendo un flusso di energia su di essi. Possono viaggiare a velocità molto elevate. Non sono vincolati da atmosfere o temperature.

I thetan litigano fra loro mostrandosi reciprocamente dei facsimili o scagliandosi contro flussi di energia, ma non sono molto litigiosi.

I thetan non muoiono. Essi crescono dato che esistono thetan giovani e thetan vecchi. Decadendo si procurano un corpo MEST e alla fine perdono consapevolezza in un sonno profondo ed apatico.

Un thetan può sentire dolore. Può essere storpiato e smembrato, ma questo richiede una forza che spazzerebbe via dalla carta geografica una mezza città.

I thetan vivono su alcuni pianeti. Essi li considerano “Fuori dall’universo MEST”, intendendo con ciò fuori dalle aree abitate dagli esseri composti, ovvero le “razze” che usano l’elettronica e che necessitano di corpi.

Un thetan abbastanza degradato da avere un corpo MEST, può pensare che è stato intrappolato da “distorsioni temporali” o che il suo universo si trova in un’altra dimensione o cose del genere. Non è cosi. I thetan vivono nel medesimo flusso temporale, con la differenza che possono modificare il concetto di tempo e avere a loro piacimento futuro o passato. È il thetan che modifica il proprio concetto, non il tempo che cambia. Perciò non buttatevi in una caccia affannosa alla ricerca della quarta e quinta dimensione, di distorsioni temporali e di altri universi spazio-temporali: il teletrasporto fa sembrare al thetan che ciò esista. C’è dell’altro in proposito, ma non ne avete realmente bisogno nel processing.

Ci sono due stati di “Clear Theta”. Uno di questi è il THETAN RESO CLEAR, dal quale sono stati rimossi tutti gli episodi. L’altro è il THETAN liberato dalla necessità di avere un corpo MEST. Quando diciamo “Clear Theta” intendiamo quest’ultimo.

Un thetan è in una certa misura confinato qui sulla terra a causa dell’esistenza di forze di altri sistemi. Probabilmente, con un po’ di thetan attivi, questo pianeta sarà molto meno calmo e ordinato. Probabilmente un giorno l’Homo Sapiens userà l’elettronica per intrappolare di nuovo i thetan che lo infastidiscono, ma se possedesse le tecniche per rendere libero se stesso, qualche miracolo potrebbe sventare questa minaccia.

Forse un giorno un pugno di thetan, allarmati  dalle intenzioni e dagli sforzi dell’Homo Sapiens , cercherà di gettare il resto della razza umana in una schiavitù super-controllata. Tutto ciò è congettura. Ma il fatto che la vita diventerà molto più interessante su questo pianeta non è una congettura. È dubbio che i thetan ricorreranno all’espediente finale – eliminare l’atmosfera del pianeta – che in un certo qual modo renderebbe tutti “Clear”. In tutta la letteratura dell’Uomo non c’è niente di cosi pazzesco come quello che probabilmente succederà qui sulla Terra. E ciò succederà e si lascerà che succeda, solo perché tutto questo è cosi incredibile che nessuno si sognerà mai di fermarlo, finché non sarà ormai davvero troppo tardi. La sua incredibilità è la sua migliore salvaguardia, perciò non prendetevi la briga di convincere quelli che non vogliono crederci. Ci sono voluti due anni e mezzo perché la professione medica afferrasse l’idea dei prenatali. Quelli che vengono liberati dalla necessità di avere un corpo non hanno bisogno di tutto quel tempo. Perciò mi sia consentito di fare questa semplice richiesta: non esibitevi in numeri spettacolari, finché un po’ di gente non ce l’avrà fatta. Non vorrete certo rimanere soli… e, se su questo pianeta si dovesse dichiarare guerra ai thetan, vi serviranno rinforzi. Può darsi che il preclear pensi di potercela fare da solo, se viene liberato dalla necessità di avere un corpo. Gli servirà più aiuto e compagnia di quanto non pensi.

Perciò, ancora una volta, come nota finale di questo capitolo, non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo Sapiens, almeno per un po’. È una tentazione terribile quella di far volare a cinquanta metri il cappello di qualcuno, leggere libri situati a due o tre nazioni di distanza o penetrare nel reparto di rotocalcografia di uno dei settimanali della Hearst, ma ciò significherebbe rendere le cose difficili a chi sta cercando di attraversare questo ponte. Lasciate che i Dormo Sapiens continuino a russare in massa ancora per qualche tempo. Poi incontratevi da qualche parte per decidere che cosa fare di loro, delle loro guerre da quattro soldi, dei loro pazzi e delle loro prigioni. Dite alle persone che vogliono invalidare tutto questo: “Le tue critiche sono giustissime. È solo fantasia”. Guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci con tutto l’assortimento delle tecniche necessarie. Proteggete il Clearing di Theta finché non ce ne saranno un po’.”

LRH – Estratto del libro “La Storia dell’Uomo”.

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Uncategorized