L’ESSERE THETA

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

(Estratto da conferenza # 20 del PDC, rimosso dai nastri originali.)

“… Gli esseri MEST, della classe dell’Homo Sapiens sono esseri composti, motivati da un essere theta, da entità, dalla GE e dall’ambiente. Gli esseri MEST, essendo decaduti dalla natura di esseri theta e incapaci di riguadagnare lo stato theta senza Dianetics, provano un’avversione per gli esseri theta (Che da ora in avanti chiameremo THETAN, intendendo un essere theta che non è stato forzato ad avere un corpo MEST). Gli esseri MEST, quando cercano di occupare un’area di thetan, vengono comunemente contrastati ed attaccati dai thetan. Gli esseri MEST iniziano allora ad intrappolare e perseguitare i thetan, usandoli per motivare nuovi corpi, una volta che il potere dei thetan sia stato ridotto a poco o niente. I loro in cui vi imbatterete negli episodi sono esseri MEST (amnesia e un corpo MEST) attaccano i thetan che li minacciano. I thetan possono uccidere i corpi MEST scagliando contro di loro una carica. Si sviluppa cosi una guerra tra i thetan ed esseri MEST. Data l’elettronica e thetan fino ad ora non soggiogati, gli esseri MEST possono vincere e hanno vinto.

I thetan comunicano mediante telepatia. Possono spostare oggetti materiali dirigendo un flusso di energia su di essi. Possono viaggiare a velocità molto elevate. Non sono vincolati da atmosfere o temperature.

I thetan litigano fra loro mostrandosi reciprocamente dei facsimili o scagliandosi contro flussi di energia, ma non sono molto litigiosi.

I thetan non muoiono. Essi crescono dato che esistono thetan giovani e thetan vecchi. Decadendo si procurano un corpo MEST e alla fine perdono consapevolezza in un sonno profondo ed apatico.

Un thetan può sentire dolore. Può essere storpiato e smembrato, ma questo richiede una forza che spazzerebbe via dalla carta geografica una mezza città.

I thetan vivono su alcuni pianeti. Essi li considerano “Fuori dall’universo MEST”, intendendo con ciò fuori dalle aree abitate dagli esseri composti, ovvero le “razze” che usano l’elettronica e che necessitano di corpi.

Un thetan abbastanza degradato da avere un corpo MEST, può pensare che è stato intrappolato da “distorsioni temporali” o che il suo universo si trova in un’altra dimensione o cose del genere. Non è cosi. I thetan vivono nel medesimo flusso temporale, con la differenza che possono modificare il concetto di tempo e avere a loro piacimento futuro o passato. È il thetan che modifica il proprio concetto, non il tempo che cambia. Perciò non buttatevi in una caccia affannosa alla ricerca della quarta e quinta dimensione, di distorsioni temporali e di altri universi spazio-temporali: il teletrasporto fa sembrare al thetan che ciò esista. C’è dell’altro in proposito, ma non ne avete realmente bisogno nel processing.

Ci sono due stati di “Clear Theta”. Uno di questi è il THETAN RESO CLEAR, dal quale sono stati rimossi tutti gli episodi. L’altro è il THETAN liberato dalla necessità di avere un corpo MEST. Quando diciamo “Clear Theta” intendiamo quest’ultimo.

Un thetan è in una certa misura confinato qui sulla terra a causa dell’esistenza di forze di altri sistemi. Probabilmente, con un po’ di thetan attivi, questo pianeta sarà molto meno calmo e ordinato. Probabilmente un giorno l’Homo Sapiens userà l’elettronica per intrappolare di nuovo i thetan che lo infastidiscono, ma se possedesse le tecniche per rendere libero se stesso, qualche miracolo potrebbe sventare questa minaccia.

Forse un giorno un pugno di thetan, allarmati  dalle intenzioni e dagli sforzi dell’Homo Sapiens , cercherà di gettare il resto della razza umana in una schiavitù super-controllata. Tutto ciò è congettura. Ma il fatto che la vita diventerà molto più interessante su questo pianeta non è una congettura. È dubbio che i thetan ricorreranno all’espediente finale – eliminare l’atmosfera del pianeta – che in un certo qual modo renderebbe tutti “Clear”. In tutta la letteratura dell’Uomo non c’è niente di cosi pazzesco come quello che probabilmente succederà qui sulla Terra. E ciò succederà e si lascerà che succeda, solo perché tutto questo è cosi incredibile che nessuno si sognerà mai di fermarlo, finché non sarà ormai davvero troppo tardi. La sua incredibilità è la sua migliore salvaguardia, perciò non prendetevi la briga di convincere quelli che non vogliono crederci. Ci sono voluti due anni e mezzo perché la professione medica afferrasse l’idea dei prenatali. Quelli che vengono liberati dalla necessità di avere un corpo non hanno bisogno di tutto quel tempo. Perciò mi sia consentito di fare questa semplice richiesta: non esibitevi in numeri spettacolari, finché un po’ di gente non ce l’avrà fatta. Non vorrete certo rimanere soli… e, se su questo pianeta si dovesse dichiarare guerra ai thetan, vi serviranno rinforzi. Può darsi che il preclear pensi di potercela fare da solo, se viene liberato dalla necessità di avere un corpo. Gli servirà più aiuto e compagnia di quanto non pensi.

Perciò, ancora una volta, come nota finale di questo capitolo, non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo Sapiens, almeno per un po’. È una tentazione terribile quella di far volare a cinquanta metri il cappello di qualcuno, leggere libri situati a due o tre nazioni di distanza o penetrare nel reparto di rotocalcografia di uno dei settimanali della Hearst, ma ciò significherebbe rendere le cose difficili a chi sta cercando di attraversare questo ponte. Lasciate che i Dormo Sapiens continuino a russare in massa ancora per qualche tempo. Poi incontratevi da qualche parte per decidere che cosa fare di loro, delle loro guerre da quattro soldi, dei loro pazzi e delle loro prigioni. Dite alle persone che vogliono invalidare tutto questo: “Le tue critiche sono giustissime. È solo fantasia”. Guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci con tutto l’assortimento delle tecniche necessarie. Proteggete il Clearing di Theta finché non ce ne saranno un po’.”

LRH – Estratto del libro “La Storia dell’Uomo”.

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Uncategorized

18 risposte a “L’ESSERE THETA

  1. Simon Bolivar

    E il dramma attuale della Chiesa è che con la tech di studio, le persone si RICORDANO fin troppo bene ogni cosa che viene detta sui nastri o scritta sugli HCOB o HCO PL. Quindi, ogni modifica o ALTERAZIONE ci mette due secondi a venire alla luce.
    Metteremo ancora in evidenza altre alterazioni molto importanti che abbiamo scoperto. Sorprendenti carenze o atti voluti?

  2. silvia chiari

    Post perfetto per questo momento .. sono andata a leggere qualcosa di etica & verità , interessanti commenti… ma non vale la pena controbattere, proprio per niente .
    Qui si sta facendo un buon lavoro, i thetan consapevoli stanno aumentando e abbiamo bisogno di questo ,per il momento ognuno di noi sarebbe ancora troppo solo e troppo fragile.
    Andiamo avanti per il ns percorso con Ron a fianco a noi ……. il resto verrà più avanti ….. non troppo … e sarà eclatante !
    ML

  3. Mirko

    Dopo tutto quello che ho letto negli scorsi 2 anni, in cerca di capire il come ed il perché dello sfascio di Scn ad opera di alcuni individui malintenzionati, probabilmente dediti ad attaccare i thetan, questa rilettura del capitolo… mi pare un po’ fuori realtà.

    Scusa mi dispiace dirlo e vorrei assolutamente sbagliarmi ed essere confortato sul perché mi sbaglio… ma come mai LRH si è poi, ad un certo punto, “perso per strada”, per così dire, in quanto thetan con abilità tipiche di un thetan OT, ben descritte in questi paragrafi, e si è lasciato “furtare” ,pervertire, Scn?

    Abbiamo già discusso abbondantemente questo argomento, ma qui c’è un capitolo di un libro dei primi anni ’50, che descrive ben altre possibilità e prospettive, di quelle in cui ci si ritrova oggi, dopo 60 anni di strada percorsa.

    Può essere che sia anche solo una questione di numeri percentuali (più thetan liberi, più forza data da volontà all’unisono), ma un individuo/un thetan che ha riabilitato certe abilità theta OT…: che fa le perde in così poco tempo (parlo degli ultimi anni di LRH e di come è stato tenuto in scacco da DM)?

    Anche se non c’è ancora un gruppo così coordinato e con una forte unione d’intenti, mi pare una perdita troppo veloce.

    LRH era andato PTS (del governo che lo cercava)?
    C’ho riflettuto, e ho concluso che, ammesso e non concesso, al livello di LRH ci poteva essere solo una Ptsness di tipo 1, cioè ben identificata; quindi che doveva e poteva essere maneggiata… Altrimenti che fai, rimani in una condizione PTS!? Per tech non è possibile permettersi di rimanere PTS (quanto meno uno è al lavoro per togliersi di dosso la condizione).

    Aveva affidato a DM la soluzione della Ptsness?
    Beh, ma quando si nota che la sit. non si risolveva… perché non intervenire?

    Non continuo, problematiche già viste e riviste, ed un po’ trite e ritrite…

    Ma dopo la riolettura di questo capitolo… non so bene cosa pensare, o meglio come inquadrare le affermazioni che fa LRH in questo capitolo…

    L’unica cosa che mi viene in mente da pensare è: forse negli anni ’50 LRH era un po’ troppo ottimista!?

    Mirko

  4. Scusate, c’e’ questa frase che non mi e’ reale anzi penso che non sia possibile se non che il Thetan fa’ un mock up di se’ come un ESSERE composito (Tipo corpo di luce.)

    Un thetan può sentire dolore. Può essere storpiato e smembrato, ma questo richiede una forza che spazzerebbe via dalla carta geografica una mezza città.

    Grazie Adriano

  5. Diogene

    Basta una vita per capire tutto? Sicuramente no…
    Basta una vita per perdere tutto? Io credo di no…
    Spirito di osservazione e capacità di giudizio sono due abilità da coltivare per una vita intera. Che qualcuno veda un po’ più al di là di qualcun altro è un fatto certo e benedetto… ma nessuno può essere campione in tutto.
    Se penso a quanto Ron ha cercato di proporsi come musicista di talento e a quanto abbia fallito nel dimostrarlo, mi basta come prova per capire che nessuno è totalmente al di sopra degli altri anche se fosse venerato come un dio greco… piuttosto riconosciamo ad ognuno i propri meriti e, se ci sono, i propri miglioramenti o addirittura i propri sforzi per migliorare.
    La fantasia è un grande pregio, indispensabile a volte per superare confini inarrivabili… e Ron non difettava in questo… ma la vita “è” e “non-è”…

    • Mirko

      Scusami DIogene, ma mi ero distratto… avevo letto il tuo commento e poi sono passato a qualche impellenza…
      Mi piace il tuo sforzo di valutare/commentare il capitolo pubblicato in modo elegante e in modo di dare comunque un senso alle parole di LRH…
      Ho capito.
      Ma mi chiedo: quelle di LRH erano/sono parole forti, avrà solo voluto incitare alla ribellione, o meglio avrà voluto solo scuotere le persone intelligenti, ma dotate di una fantasia tale da poter dar in qualche modo un senso ai concetti, o era solo un eccesso di ottimismo?

      Mirko

  6. Mirko

    Mi è spiaciuto che questo post non abbia avuto un grande seguito, ero interessato a più punti di vista al riguardo di questo pezzo di capitolo del libro “Storia dell’uomo”.

    Queste parole di LRH sono molto forti e di certo oggi con l’esperienza di decenni ormai acquisita, meritavano un commento valutativo di fattibilità: è/era veramente possibile?

    “Forse un giorno un pugno di thetan, allarmati dalle intenzioni e dagli sforzi dell’Homo Sapiens , cercherà di gettare il resto della razza umana in una schiavitù super-controllata. Tutto ciò è congettura.
    Ma il fatto che la vita diventerà molto più interessante su questo pianeta non è una congettura.
    È dubbio che i thetan ricorreranno all’espediente finale – eliminare l’atmosfera del pianeta – che in un certo qual modo renderebbe tutti “Clear”.
    In tutta la letteratura dell’Uomo non c’è niente di cosi pazzesco come quello che probabilmente succederà qui sulla Terra. “

    “Perciò mi sia consentito di fare questa semplice richiesta: non esibitevi in numeri spettacolari, finché un po’ di gente non ce l’avrà fatta.

    Non vorrete certo rimanere soli… e, se su questo pianeta si dovesse dichiarare guerra ai thetan, vi serviranno rinforzi.

    Può darsi che il preclear pensi di potercela fare da solo, se viene liberato dalla necessità di avere un corpo.
    Gli servirà più aiuto e compagnia di quanto non pensi.”

    “Perciò, ancora una volta, come nota finale di questo capitolo, non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo Sapiens, almeno per un po’. “

    “Lasciate che i Dormo Sapiens continuino a russare in massa ancora per qualche tempo.
    Poi incontratevi da qualche parte per decidere che cosa fare di loro, delle loro guerre da quattro soldi, dei loro pazzi e delle loro prigioni.

    Dite alle persone che vogliono invalidare tutto questo: “Le tue critiche sono giustissime. È solo fantasia”.
    Guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci con tutto l’assortimento delle tecniche necessarie.
    Proteggete il Clearing di Theta finché non ce ne saranno un po’.”
    LRH

    Forse “non se ne è parlato” per imbarazzo o per mancanza (mancata volontà di dire qualcosa) di opinione, o per timore di invalidare… che ne so?
    Ma secondo me commentando onoreremo il dato più importante scoperto da LRH, il dato che risolve più problemi di qualsiasi altro, che crea di per sè più civiltà:
    “… più comunicazione è la risposta…”

    Dn 55 capitolo “Comunicazione”
    (fine del capitolo).
    “Per moltissimi anni mi sono posto questa domanda: «Comunicare o non comunicare?».
    Se comunicando ci si cacciava in problemi tanto complessi, allora, ovviamente, bisognava smettere di comunicare, ma non è così.

    Se uno si mette nei pasticci comunicando, dovrebbe continuare a comunicare.
    Più comunicazioni, non meno, è la risposta, e considero risolto questo dilemma dopo un quarto di secolo di ricerca e riflessione.”
    LRH

    Io rileggendo e passando attraverso alle parole del capitolo del post ancora un paio di volte dico che… : non è poi così fantasiosa l’ipotesi di LRH.

    Grazie
    Mirko

  7. Per me Mirko ci sono pochi commenti perche’ e’ fuori realta’ e non confrono di cio’ che e’ successo sulla traccia.

    Perche’ li’ Ron racconta episodi della traccia e non e’ semplice confrontare.
    Io sono sempre stato molto curioso di queste “cose” un po’ al limite della realta’.
    Infatti le mie prime conferenze acquistate (tradotte in italiano) sono:
    LA TRACCIA INTERA.
    E poi mi piacevano molto gli Advance dove leggevo i FENOMENI OT.
    Quello si che mi dava havingness a fare i livelli OT.

    POi durante del auditing sono andato a spasso sulla traccia ed e’ li’ che ho visto episodii “incredibili” ma nello stesso tempo ho avuto la massa dei primi Fattori cose che fino ad allora erano per me “incomprensibili”.
    E l’episodio di separarmi dal corpo Theta principale.
    O di creare e sperimentare lo Spazio, Essere DENTRO,Essere FUORI,
    PICCOLO dentro uno Spazio grande,GRANDE in uno spazio piccolo.

    Pero’ queste “cose” con il passare degli anni senza proseguire sul ponte diventano ” irreali ” come l’esterriorizzazione avenuta in quei episodi dove c’e’ questo distacco per cause “maggiori” annegamento, corrente,sgombri avariati,forte spavento.
    Quindi tutto diventa “irreale” e la mente reclama a forza la sua REALTA’
    e toccando un muro o guardando ” il mondo ” dice: questo e reale tutto il resto e’ illusione.
    E qui in se’ c’e’ questa invalidazione di se’ e la “trappola” del MEST.
    Dove per altro siamo cosi’ “Abituati” a cio’ da non poterne fare a meno.
    Immagina cosa faresti come OT se non avresti l’universo MEST?
    Come opereresti da OT in questo universo senza un CORPO ?
    Dove ANDRESTI ?
    Quindi si voglio ESSERE OT ma non troppo da non avere piu’ un corpo ed un pianeta su cui “STARE” cosi che so cosa fare e possa raggiungere i miei desideri.
    Ciao

  8. Diogene

    I Grandi Maestri sono grandi perchè hanno (avuto) il coraggio di affermare la verità di ciò che sanno e che hanno osservato.
    Poi se qualcuno ne fa un dogma, si costruisce una religione.
    Come conseguenza, ogni (anche onesto) tentativo di penetrare il dogma viene ritenuto “opinione” e chi non si allinea diventa un dissacratore.
    Solo agli “eletti” viene concessa una “via finalizzata”.
    Ogni Essere è in se stesso Verità, perciò le verità sono tante quanti sono gli individui.
    Nessun Grande Maestro vorrebbe costruire un dogma, ma solo stimolare ogni persona ad esplorare la propria verità e a ritrovarne la radice anche negli altri.
    Perchè la religione di Scientology ti dice “pensa con la tua testa” ed allo stesso tempo ti insegna che nella tua “testa” ci sono un sacco di cose che non te lo permettono?
    Eppure l’Assioma di Scientology n° 2 afferma: “Lo statico è capace di considerazioni, postulati ed opinioni”.
    Ma negli Assiomi c’è anche la definizione dell’impossibile:
    Assioma 23. Lo statico possiede la capacità della sapienza totale. Sapienza totale consisterebbe in tolale ARC.
    Assioma 24. Una totale ARC causerebbe la scomparsa di tutte le condizioni meccaniche dell’esistenza.

    • Mirko

      È vero Diogene, con i dogmi si fanno le religioni… e poi di conseguenza le idee fisse dei parrocchiani.
      Ed è vero anche che i grandi maestri sinceri e senza secondi fini cercavano di insegnare ad osservare delle verità, ai più occluse.

      Naturalmente in questo pianeta c’è una grande quantità di gente che “fa fatica” ad osservare l’ovvio… ed ecco che loro si affidano a qualche grande “dogmatico leader religioso”.
      Ma anche Cristo insegnava tramite “parabole”, che dai più non venivano/vengono comprese.
      Ancora oggi, ha insistito recentemente un mio amico molto religioso, i fedeli (nella fattispecie lui) sono certi che “il loro corpo risorgerà”.
      Si, perchè loro hanno un solo corpo, anzi loro sono un corpo, e questo un giorno risorgerà…
      Ma si può arrivare a non osservare l’ovvio fino a questo punto?

      Riguardo agli assiomi che citi, Diogene, non son cosa da poco, vero, ma come detto da Maurizio nel suo commento qui sotto, beh, io penso che questi assiomi abbiano una sua logica… chissà mai se poi sarà possibile realizzarla…
      A me basterebbe anche solo avvicinarmi al livello di ARC totale, allias Sapienza totale, con solo una qualche piccola alterazione qua e là.
      Non si sa mai che perdiamo tutto quanto è finora stato costruito (a me piaciono molto le Porsche decappottate)

      Un caro saluto.
      Mirko

    • Mirko

      A proposito di quanto dicevamo recentemente in questi ultimi commenti… : questo è stato appena pubblicato dall’indipendologo.

      Non male come rompicapo, vero?

      Quanto segue è stato tratto da CERTAINTY Volume 2 N°11 pubblicato nel Novembre del 1955 dal titolo “SEI LIVELLI DI PROCEDIMENTI”.

      “Ci sono cinque item in Scientology che sono stati scoperti che fanno la differenza tra casi lenti e casi veloci, casi falliti e casi che hanno successo. Questi sono:

      STATO NATIVO: Un thetan nel suo stato nativo ha il potenziale di conoscere tutto. Se conosce tutto allora non può avere un gioco.
      Per avere un gioco una persona deve fare un postulato:

      PRIMO POSTULATO: Non conosco circa quella cosa…..

      SECONDO POSTULATO: Conosco quell’item.

      TERZO POSTULATO: Mi sono dimenticato quell’item.

      QUARTO POSTULATO: Mi ricordo quell’item.

      Il primo postulato visto che non è stato distorto o negato, è la verità.

      Il secondo postulato, visto che nega il primo postulato, è una bugia.

      Il terzo postulato è il not-isness del secondo postulato.

      Il quarto postulato è l’ater-isness del terzo postulato.

      Quindi l’azione di continuare a ricordare apporta cambiamenti nelle masse che chiamiamo ridge.

      L’atto di dimenticare significa mettere da parte o distorcere qualcosa che è già una bugia.
      L’atto di conoscere QUALCOSA non solamente è una invenzione ma la negazione del primo postulato.
      Il primo postulato è la negazione dello stato nativo dell’essere.

      E da qui nascono i vari conflitti della mente.
      LRH”

      Chi lo sa spiegare, o rendere un pochino più comprensibile?

      Grazie

  9. maurizio

    Mirko e Adriano,
    il vecchio nn ha peccato di troppa fantasia e nn ha detto cose irreali.
    il punto è che stà facendo un RAGIONAMENTO LOGICO .
    in base alle scoperte fatte fino a lì(cioè le premesse) lui ne proietta le conseguenze trae le sue conclusioni.
    da esse estrapola scenari possibili ed elabora su probabili problemi e soluzioni, azioni e conseguenze ecc. ecc.
    di nuovo si tratta esclusivamente di un ragionamento logico.
    per capire il suo punto di vista è necessario avere bene presente quali sono i dati(le premesse) sulle quali basa il ragionamento, avere un’idea di cosa sia la logica e avere un po di ARC con lui e il gioco è fatto.

    • Mirko

      Infatti è per questo che a me le parole, lo scenario descriito da LRH mi è parso possibile e credibile.
      Per me la realizzazione di thetan libero, ed intendo recuperato nella sua capacità nativa (post decadenza), è sempre parso teoricamente possibile.
      Grazie Maurizio per la tua ottima spiegazione.
      Mirko

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...