Archivi del giorno: 12 dicembre 2011

Santa Lucia Bella ……e Theta

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Esattamente 1 anno fa, io e mia moglie Luana abbiamo inviato la nostra dichiarazione di Indipendenza a David Miscavige, via RTC Rep off…

Per la nostra attuale posizione geografica, la notte di S. Lucia e’ una notte speciale…

Ed allora abbiamo deciso di mantenerla tale, non solo per i nostri pargoletti, ma anche per tutti voi…..

E’ d’obbligo anche il carbone… 🙂

Ma nonostante tutti gli aggettivi coniati per il sottoscritto, anche impegnandomi… per la combriccola di E&V un sacchettino di Carbone… dolce… giusto per stare in tema.

Volevo, dopo due parole su Santa Lucia, inondarvi di questo SUCCESSO, appena arrivato fresco fresco di Seduta …

Questo e’ il miglior regalo che potete farvi e potete fare, successi nella vita con Scientology Libera.

Francesco

In alcune città d’Italia, é Santa Lucia che ogni anno porta i doni ai bambini. Si racconta che Lucia fosse una bella fanciulla siciliana, figlia di un ricco nobile di Siracusa e tutti la conoscevano per la sua dolcezza ed amorevolezza. A quel tempo in Sicilia imperversava il paganesimo e Lucia mostrando un certo interesse per il Vangelo, decise di convertirsi al cristianesimo. I suoi genitori avevano deciso di farla sposare, ma Lucia non ne volle sapere per ben due motivi; il futuro sposo non era cristiano e perché lei aveva deciso di dedicare la sua vita al Signore. Questa decisione, però non venne rispettata dai famigliari della ragazza ed iniziò per lei una vera e propria persecuzione, con l’intento di farle cambiare idea

Quando fu certo che Lucia per nessun motivo non si piegava al volere altrui, né rinnegava la propria fede, le vennero strappati gli occhi ed infine fu uccisa. Da allora Santa Lucia fu considerata la protettrice degli occhi e della vista, ed giorno del suo martirio, che cade il 13 dicembre, inizia il suo viaggio col suo affabile e fedele asinello portando i doni ai bambini buoni; perciò, bambini e bambine fate i bravi che le visite di Santa Lucia continueranno ogni anno.

———————————–

STORIA DI SUCCESSO :

Dopo le ultime sedute (quelle di ieri in particolare ma è un risultato graduale iniziato prima dell’ultima seduta) sento di vivere in uno stato di grazia.

Sono su di tono e non perché non succede niente che possa mandarmi giù. Non ero bassa di tono prima ma ero su di tono perché volevo esserlo “malgrado tutto”.

Recentemente mi sono resa conto che era ancora una posizione ad effetto.

Da ieri invece non mi sento scalfita da nulla a tal punto che non ho più neppure bisogno della mia volontà per occupare una posizione alta sulla scala. Questa è una posizione più causativa perché più theta.

Questa nuova posizione emotiva mi permette un ottimismo nuovo con cui posso affrontare azioni, situazioni e persone, è un nuovo punto di vista che deriva da una nuova percezione del passato che mi concede di godere del presente e di avere una nuova considerazione del futuro.

Darò qualche esempio pratico che rischia di banalizzare un po’ la cosa ma che mostra la meccanica della faccenda.

La scorsa settimana mi è capitato di rendermi conto che avevo smarrito il blocco dei timbri della benzina che da mesi raccoglievo presso i vari benzinai da cui mi rifornivo e che mi sarebbe servito per scaricare dalle tasse una bella cifra.

Ho capito subito che probabilmente avevo lasciato il blocco da un benzinaio e in particolare ho ipotizzato di averlo lasciato da uno dei benzinai nel tratto d’autostrada Padova-Verona, non ho identificato quale stazione di servizio.

Questa mattina sono partita da Padova diretta a Verona e mi sono fermata al distributore della prima area di servizio sulla mia strada, sono entrata nel market della stazione di servizio, un addetto mi è venuto incontro chiedendomi se avevo bisogno qualcosa, gli ho spiegato cosa cercavo, lui ha aperto i cassetti di una cassettiera sotto la cassa e mi ha riconsegnato il mio blocco.

Semplice e senza sforzo.

Non voglio fare della mistica, ma posso affermare che tempo fa non ci avrei provato, perché sarei stata più disposta ad ascoltare i motivi per non farlo.

Sono arrivata a casa di mia mamma a Verona ed ho pranzato con lei e mio fratello XXXXX. Ho notato che come al solito si punzecchiano su 2.0.

Non è una novità.

Più tardi mi sono ritrovata da sola con mio fratello e gli ho raccontato che in seduta ho capito come siamo noi a tenerci saldamente aggrappati alla carica del passato e che è possibile mettere una distanza tra il presente e il passato e poter così godersi maggiormente il presente e anche il passato.

La sua risposta è stata “Fxx, tu te ne sei andata da casa venti anni fa!”.

Ho capito che non può capire e non ho sentito né di dover insistere né che invalidava la mia posizione.

Riprendendo il concetto che ho espresso prima e cioè che sento di avere un ottimismo con cui affrontare in modo nuovo le cose, mi sono resa conto di avere la fortuna di possedere un po’ di sogni che non ho mai osato realizzare e che ora sento di essere pronta a considerare possibili.

Non mi è facile esprimere appieno la mia sensazione, sono disposta che accadano le cose che desidero ma anche che non accadano.

Sento che ciò che è davvero bello è avere dei sogni e sapere di poterli realmente perseguire senza cadere nelle meccaniche delle faccende.

Come andrà a finire?

Non so ma la cosa più divertente sarà viverli!

Devo e voglio ringraziare un bel gruppo di persone per questo, mio marito che mi dà da sempre la possibilità di fare quello che desidero e mi dà anche riconoscimenti costanti per quello che faccio, XXXXXX con cui mi confronto con profitto theta giornalmente, il mio auditor che con presenza leggera e garbata guida la seduta senza quasi farsene accorgere, un C/S di cui non sospetto neppure il volto e poi anche tutti i “personaggi ed interpreti” delle mie sedute che in qualche modo sono stati gli artefici teneramente inconsapevoli delle mie comprensioni.

Grazie a tutti!

FXX

27 commenti

Archiviato in Casa Minelli, SUCCESSI