DA DOVE VIENE IL TUTTO?

Occasionalmente qualcuno prova a persuadermi che LRH ha rubato la Tech da qualche parte. Ci ho speso parecchio tempo su, guardando dentro alle possibili origini di Scientology, e mi sento di dire che è ora di rispondere a queste affermazioni.

Circa dieci anni fa ho ascoltato un nastro del Briefing course dove LRH parla della similitudine tra una delle sue esposizioni sul tempo, e una di Mouni Sadhu. In quella conferenza LRH disse che se si guardava abbastanza a fondo si poteva trovare, probabilmente,  la maggior parte di ciò che diventò Scientology altrove, ma mise a paragone il suo lavoro nel selezionare i giusti pezzi del puzzle dalle migliaia disponibili. Un po’ qui e un po’ là.

Ho scoperto parecchie cose sorprendenti nella mia ricerca, molte le elencherò prossimamente. Ho parlato con delle persone che erano presenti fin da prima degli inizi, e per tutta la strada fino a qui dopo. Alcuni parlano di contribuzioni fatte lungo la via – per esempio gli Halperns, che, cosi mi è stato detto, svilupparono i CCH. Per quanto ne so, Scientology esiste perché LRH ha messo i pezzi assieme, e non conosco nulla che ha messo gli stessi pezzi assieme nello stesso modo.

Naturalmente, se avete già eletto LRH a DIO incarnato non sarete capaci di accettare che avesse preso a prestito nulla da nessuna parte. Me se lui era DIO incarnato perché allora si sarebbe preso la briga di ricercare tutto?

A me piace vedere il corretto bilanciamento. Se usate Scientology non potete sfuggire dal vederlo come un soggetto di LRH. Dall’altra parte è più importante vedere se funziona o meno. E questo lo potete scoprire solamente praticandola.

FEDE NELLA CHIESA

Aver fede in è un flusso entrante di accordo e mettere la propria beingness e doingness sotto il controllo di un altro, ed è, in altre parole, il sacrificio del proprio universo. Questo è il meccanismo alla base dove, lungo tutta la traccia, i thetan sono stati reclutati per alcune cause o misteri, e hanno consegnato a questo la loro identità e abilità. Un po’ di questo proviene da molto lontano. In essenza è il trucco basilare dell’ipnotismo e con quello uno può concertare e ridurre le abilità di un soggetto per qualsiasi scopo. (8-8008).

Avete ancora fede nella CofS? Gli indipendenti hanno molti vantaggi, non ultimo dei quali l’indipendenza stessa. Abbiamo anche il tremendo vantaggio di un ponte abbordabile, ma questa non è la ragione più importante per unirsi a noi.

Negli ultimi anni abbiamo visto la Chiesa diventare Autoritaria e Autocratica. Abbiamo visto la reintroduzione della Disconnessione, benché LRH avesse assicurato il governo della Nuova Zelanda nel 1968 che non sarebbe mai più stata reintrodotta. Abbiamo visto le tattiche brutali del giovane dittatore del CMO poi RTC.

Quanti compromessi ci vogliono ancora? Si, lo so che ci sono ancora dei fanatici nella Chiesa che credono che gli indipendenti siano parte di una cospirazione elaborata, promossa dalle campagne inconsistenti e infantili di OSA che poi dirigono campagne su di noi.

Per me il problema principale ha a che vedere con lo scopo di Scientology. Certamente non sono entrato in Scientology con l’idea che avrei ceduto il controllo della mia comunicazione e delle mie azioni a nessuno. E nemmeno avrei pensato di unirmi ad un gruppo che mi avrebbe imposto il suo “io so meglio” e la sua moralità peculiare. Forse avevo la l’idea sbagliata che io stessi cercando di migliorare il mio universo, piuttosto che rimpiazzarlo completamente con i dictat di un qualche ragazzino del CMO mezzo scemo.

La lealtà è un attributo nobile. Ma dobbiamo essere leali all’organizzazione, a Scientology o all’obiettivo di liberare l’Uomo? Sicuramente se soccombiamo all’odio e al fanatismo, e accettiamo l’inverificabile idea mezza cotta di quelli con l’autorità, semplicemente perché hanno l’autorità, abbiamo venduto i nostri scopi di liberare l’uomo.

Se dobbiamo credere alla CofS, l’inflazione è cresciuta parecchio negli ultimi anni, guardate ai prezzi della Tech oggi e paragonateli agli anni passati. Il mondo è sul baratro di un disastro (e ci è rimasto per un sacco di tempo), l’apocalisse è imminente. I governi del mondo sono tutti alla caccia di Scientology. E, se dovessimo credere alla CofS, dovremmo fidarci di un management, che non è mai stato autorizzato pubblicamente da LRH, semplicemente perché dicono che lo sono stati (non esiste nessuna policy di LRH che trasferisce i poteri al CMO o a RTC).

Ma voi credete davvero che parecchie migliaia di Scientologist siano davvero diventati spontaneamente Soppressivi? Credere a questo invalida la Tech completamente. Non vi sembra strano che cosi tanti OT siano diventati Soppressivi (leggete l’HCOB “Rock slam e Rock slammer”, e “Clear, Ot e Rock slam”). Sembra che i livelli OT siano davvero pericolosi, se fanno diventare SP cosi tante persone. Pur avendo visto questo avete deciso di continuare a sperare?

Non potete salire sul ponte nella CofS, ma se avete paura del management, se siete spaventati da quelle minacce, è tempo di lasciare. Perché se siete spaventati significa che avete rinunciato al vostro potere di scelta, al vostro auto-determinismo.

Forse siete degli auditor, ma non audite più. Che contraddizione: La chiesa grida all’apocalisse ma rende il ponte cosi stretto che non potete percorrerlo, e non osate nemmeno aiutare gli altri?

Se la Chiesa potesse correggersi e smetterla di drammatizzare le sue caratteristiche da SP (rileggetevi le generalizzazioni dei loro ordini ad esempio), allora sicuramente vorrebbe liberare tutta l’umanità. Vi darebbe il benvenuto se tornaste indietro e vi aiuterebbe a portare altri in cima al ponte. Non è cosi?

L’INTERA VERITA’

Mentre nella chiesa ci siamo disabituati a sapere cosa succedeva veramente. L’idea era che ogni linea di comm theta non si doveva usare per trasmettere entheta. La teoria fa senso, ma vi lascia solo con un punto di vista distorto e poco obiettivo. Esempio ne sono le comunicazioni riguardo agli attacchi che stanno ricevendo nel mondo intero. Distorte e di parte.

Abbiamo raggiunto un punto dove anche le pubblicazioni ufficiali si distanziano dalla realtà, qual’è il confine tra la verità e le PR? Quanto ancora dobbiamo sapere su Scientology e LRH? Siamo davvero cosi grandi? O cosi affidabili? Da poter prendere le nostre decisioni direttamente dai fatti stessi?

Sono stato molto persistente nella mia ricerca per questi fatti. Ho ascoltato parecchie persone, e ho letto tanti libri. Trovo sia abbastanza allarmante quando sento persone dire che i fatti sono poco importanti. Ma se credete negli engram di gruppo, come ci credeva LRH, allora diverrebbe sufficientemente ovvio fin da ora che ne siete parte!

La regola dell’auditing si applica anche a voi: Portateci il pc attraverso. Lo so, è sempre più facile trovare una qualche giustificazione piacevole per non guardare.

È necessario confrontare l’intero contenuto dell’engram  per cancellarlo, e quindi rendere vano il suo valore di comando. Non vi possiamo fornire le prove provate, ma vi possiamo fornire le evidenze di molte persone che c’erano.

Scientology è fatta perché pensiate con la vostra testa, dopo tutto! E non preoccupatevi: Il vero dato stabile è quello che avete sperimentato.

Se avete avuto guadagni con Scientology, allora quello è il vostro Dato Stabile.

10 commenti

Archiviato in DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

10 risposte a “DA DOVE VIENE IL TUTTO?

  1. Simon Bolivar

    Benvenuto AA, intelligente il tuo commento. Chissà perché in questo caso, molte persone definite dalla Chiesa Wog, sembrano di gran lunga più intelligenti. C’è di sicuro una effettiva fiducia mal riposta nei “sistemi” della Church. Sarebbe ora di aprire gli occhi e applicare controllo.
    Abbiamo già postato in precedenza articoli che riguardano questo aspetto, ma la Chiesa non pubblica i bilanci annuali della IAS, cosi non sapremo mai dove vanno veramente a finire i “nostri” soldi.
    In quanto a diritti umani, la soluzione proposta, che non costerebbe nulla alla Chiesa, e farebbe vedere la loro vera volontà di applicare i principi sui diritti umani sarebbe semplice e di buon auspicio.
    LIBERATE HEBER, LIBERATE SHELLY, LIBERATE GUILLAUME

    • Beh, diciamo che come ingresso nella Reception , hai inciampato nel gradino……
      Il tuo primo commento contiene delle inesattezze, queste inesattezze han fatto si che si generalizzasse un bel A=A sugli Scientologist Indipendenti, quindi per cortesia che le Verità Rivelate siano anche Verificate !
      In questi giorni sono molto preso, il natale e’ alle porte e si lavora duro.
      Ho letto che hai anche commentato riguardo ad Osa, Spie …..
      Sai, non credo che sia un nostro problema, io conosco un sacco di indipendenti e garantisco loro assoluta privacy oltre che amicizia…
      Certo che appena girate le spalle salta fuori il nome…. Sa di Talpona Ona Ona .
      Se qualcuno ha qualcosa da nascondere allora può pure incominciare la caccia alle streghe….
      Per quanto mi riguarda, la porta di casa mia e’ sempre aperta.
      Francesco

  2. maurizio serafini

    pensare con la propria testa è favoloso, piuttosto ho sentito dire che in aggiunta ai metodi classici di perderla(la testa) se ne aggiunto uno nuovo recentemente(il mio preferito rimane quello di avvicinarsi troppo a mammifere pericolose) sembra che ora sia possibile impegnarla al monte dei paschi per un prestito per l’org ideale. nn che te la valutano molto, daltronde quanto potrà mai valere una testa che se ne viene fuori con una idea del genere. però appunto la banca può rivalersi in caso di mancato pagamento delle rate e “espropriare” la testa in questione -cosa poi speri di realizzarci da una testa del genere va oltre la mia capacità di comprensione, forse il cervello è buono…da mangiare? non so.
    ma anche ste banche, che nn sarebbero neanche tutto stò male nel mondo, se nn fosse per i banchieri. ma questo è un’altro discorso, come è un’altro discorso che avendo la testa espropriata uno dovrebbe trovare meno difficoltà ad esteriorizzarsi…ma lasciamo perdere.
    la domanda che dovrebbere nascere spontanea dall’esigenza di pensare con la propria testa è: ma quanto bene penso con la mia testa?
    probabilmente è l’incapacita di trovare una risposta attendibile od “operativa” a questa domanda che spinge le moltitudini a rinunciare al diritto all’uso dello strumento e a darlo appunto in pegno( uno dei vantaggi della politica dei “banchieri” di tenere le masse nell’ignoranza è che nn avendo una chiara idea del valore delle cose è molto più facile sottrargliele o sottopagargliele).
    bene, se uno volesse scoprire la risposta forse il modo migliore potrebbe essere, con grande coraggio prendere in mano la “serie dei dati” e con grande temerarietà provare a studiarla. apparentemente la relativa difficoltà incontrata nello sforzo è una buona misura della corrente capacita di pensare della “testa” che così ingenuamente si è cacciata in tale guaio. i rischi legati ad un comportamento così poco prudente sembrano andare da leggere misemozioni a confusioni e grattacapi a realizzazioni di quanto stupidi siè o si è stati. i vantaggi daltro canto possono includere non solo un punto di vista più corretto sulla propria capacita di pensare(ups volevo dire della propria testa) e su quella di altri, ma magari anche un effettivo miglioramento della medesima.
    nn mi assumo nessuna responsabilità per qualsiasi effetto indesiderato chiunque possa soffrire per lo studio della serie dei dati.
    il fumo nuoce gravemente alla salute
    fantafilosofo-mezzocomico

    • Guido Minelli

      Eh si, pensare con la propria testa è uno slogan molto caro alla Scientology di Zupperman.
      Peccato che abbiano tralasciato di applicarne anche la seconda parte, così come la enunciava già nel 1700 Immanuel Kant: ” Abbi la capacità di pensare con la tua testa E DI PENSARE CON LA TESTA DEGLI ALTRI”.

      Un abbraccio

      Guido

  3. maurizio serafini

    “Discutiamo un poco dell’intelligenza degli scientologist ancora dentro alla “chiesa” e soprattutto di quelli addestrati come auditor ed OT!”
    non so…
    ma non abbiamo nient’altro di cui discutere? 😉

    • Simon Bolivar

      Concordo Maurizio, ormai abbiamo perso abbastanza tempo a discutere dei guai altrui. Ma che dire…. l’articolo porta a questo tipo di discussioni.
      Un argomento interessante potrebbe essere l’altrui determinazione, di cui si parla sopra. E in questo si fa riferimento alle PR, come se noi non avessimo sufficiente intelligenza per capire da soli alcun notizie e serva invece l’input del management per farcele “digerire”.

  4. Diogene

    E’ più importante la mia realtà o quella degli altri?
    Io posso conoscere solo la mia realtà e non posso conoscere quella di un altro… quindi, inversamente, nessun altro può conoscere la mia realtà.
    Realtà = Accordo?… E’ un sistema, ma si basa su Fiducia Reciproca.
    Realtà = Comunicazione?… E’ un tentativo, ma si basa su Duplicazione.
    Realtà = Affinità?… E’ un desiderio, ma si basa su Immedesimazione.
    Dato che non si può chiamare vita una vita senza gli altri, cerchiamo di costruire il miglior mondo possibile, ponendo Attenzione (TR0 = PT) su Fiducia, Duplicazione, Immedesimazione e forse avremo migliore Accordo, migliore Comunicazione e migliore Affinità…
    E’ un esercizio che non ammette pause nè distrazioni ed avviene solo con genuina Autodeterminazione…
    Credo che una Realtà Oggettiva sia impossibile, ma sento che viviamo in una Illusione che ci accomuna fortemente… ed è questo il motivo per il quale mi permetto talvolta di lasciar libero il mio pensiero, anche se non è la mia realtà ciò che vi appare, ma la vostra…

    • maurizio serafini

      occhio diogene che la tua realtà magari non apparirà ma ti assicuro che traspare, traspare eccome.

    • Guido Minelli

      Mi ha sempre intrigato la definizione di REALTA’ SOGGETTIVA – Actuality
      assioma 27 di Scientology.
      1. Una realtà soggettiva può esistere singolarmente per una persona, ma solo quando riceve l’accordo di altri si può dire che diventi una realtà.
      2. L’atteggiamento di una persona verso il suo universo ( SCN 8-8008 ).
      Guido

  5. Mirko

    Voglio mettere in evidenza dei punti salienti di questa conferenza che segue, perché mi pare che dica abbastanza precisamente, anche se senza troppi fronzoli, che cosa era originariamente inteso da LRH con Scn, al suo inizio…

    Mi pare che si adatti alla discussione di questo post.

    Anche LRH, forse, ad un certo punto (è un’ipotesi), è stato sopraffatto da tanto lavoro di decenni, e soprattutto dal difficilissimo compito/tentativo di far capire/insegnare/far duplicare Scn all’Homo Sapiens…

    E’ possibile che così sopraffatto (è una mia ipotesi, un tema di discussione, ammesso ma non concesso) dall’immane lavoro di far capire le cose velocemente (lui aveva fretta) e con mezzi limitati (era partito con nulla), e/ma anche sotto costante attacco (di organizzazioni e governi che lo contrastavano pesantemente), ad un certo punto abbia perso per strada, un po’ troppo, la semplicità con cui Scn era stata originariamente intesa (che lui stesso aveva teorizzato… qui sotto lo dice) e ha complicato troppo il soggetto (con troppe policy e troppi scritti… fino a dirci troppe cose, anche le più elementari)!?

    Conferenza “Lo Stato Formativo di Scientology”.

    “Prendiamo il soggetto di Scientology e vediamo se c’è una qualsiasi logica nella cosa.”
    (ndr : ho aggiunto io le stelline all’inizio di ogni frase saliente… per evidenziare un concetto alla volta)

    *È un metodo che serve per pensare in relazione alle cose.
    *Ed è vero solamente nella misura in cui funziona. E non è più vero di quello.
    *Ed in sè non è una forza fascista ed arbitraria che vuole far sì che tutti pensiamo “pensieri corretti”.
    *E’ al servizio della mente, un meccanismo di servizio per la mente.
    *Non è padrona della mente.
    *Scientology avrà un declino e non servirà più a nulla all’uomo il giorno che diventerà padrona del pensiero.”

    “Fortunatamente, è stata inventata in maniera intelligente, e questo lo affermo non per vantarmi, lo dico perchè parte della sua logica fu:
    *il rimedio deve esistere prima della pallottola….”

    “Quindi chiunque conosca il rimedio di questo soggetto, chiunque conosca queste tecniche, lui stesso ha in un certo qual modo delle responsabilità – ed è quella di assicurarsi che non rimanga proprietà di una sola persona.

    E questo è tutto ciò che è necessario, che non rimanga proprietà di un solo proprietario.”

    “E’ un rimedio molto semplice. E’ semplicemente far sì che il rimedio venga fatto conoscere in giro.
    Questo è tutto.
    Non accumulatelo.
    Non tenetelo solo per voi.”

    Cosa stiamo cercando di fare?
    *Stiamo cercando di aiutare la beingness.”

    “Non è stata una cosa buttata lì con “bene, cerchiamo di essere scientifici facciamo un po’ di cose qua e là e vediamo se riusciamo a fare un sacco di soldi”…
    No, è stata una affermazione molto semplice e chiara; abbiamo presupposto una cosa: che qualcosa può essere fatto.”
    LRH

    Mi sento di dare una validazione a Francesco, ma anche a Luana, a Simon, a Guido… , e a tutti quelli che partecipano in modo onesto e pacato al tentativo di rendere Scn semplice e conosciuta (anche solo continuare a parlarne), che è quello che applica in pieno il concetto di LRH :

    “Quindi chiunque conosca il rimedio di questo soggetto, chiunque conosca queste tecniche, lui stesso ha in un certo qual modo delle responsabilità – ed è quella di assicurarsi che non rimanga proprietà di una sola persona.
    E questo è tutto ciò che è necessario, che non rimanga proprietà di un solo proprietario.”
    “E’ un rimedio molto semplice. E’ semplicemente far sì che il rimedio venga fatto conoscere in giro.
    Questo è tutto. Non accumulatelo. Non tenetelo solo per voi.”

    Grazie del vostro continuo, semplice, pacato, genuino impegno per tenere vivo un sentimento onesto e semplice nei confronti di Scn.

    Mirko

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...