I regimi totalitari e la censura della filosofia dell’Arte

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Tempo fa scrissi questa mia riflessione sull`Arte e sugli Artisti, voglio riproporla ora, in una nuova unita` di tempo, come si suol dire, in quanto ritengo possa essere utile anche per chi da poco ha iniziato a porsi domande sull`attuale situazione di Scientology e sente di doversi orientare in questo mare di fatti, emozioni, opinioni, controversie, malevole o sincere…

 Guido Minelli
(San Tommaso – Caravaggio)

“Una cultura è grande solo quanto lo sono i suoi sogni, e i suoi sogni vengono sognati dagli artisti”.  LRH da Scienza della Sopravvivenza pag. 489 ed. it.

Ron Hubbard teneva in grande considerazione gli artisti, da abilissimo esploratore dell’animo umano qual’era aveva ben capito la potenza causativa che una comunicazione di qualità poteva generare (ricordiamo che una delle definizioni di arte è “qualità della comunicazione”).

Un’alta onda estetica tende ad elevare il tono di chi la sta percependo, in quel momento la persona si sgancia  dai normali problemi della vita che possono affliggerla, prova sollievo e, con rinnovata energia theta, diviene potenzialmente più causativa.

Al contrario un’Arte di tono basso restimolerà ed introvertirà spingendo la persona  verso atti e pensieri contro sopravvivenza.

L’artista ha la capacità di “creare illusioni” percepibili anche da altri, questo vi ricorda qualcosa?

(vedasi la def.1 di Chiaro Theta Chiarito sul Dizionario Tecnico di Dn & Scn per un interessante parallelo)

La storia ci mostra quanto gli artisti siano sempre stati importanti per lo sviluppo delle civiltà, …India, Egitto, Grecia, il Rinascimento…, le loro opere hanno influenzato e contribuito a plasmare il pensiero e l’azione non solo dei loro contemporanei ma anche delle generazioni future.

Possiamo notare quindi una stretta relazione tra Arte e Politica: Laddove operi un governo della “res publica” etico e liberale abbiamo un fiorire delle arti, non esiste censura se non quella individuale dettata dalla propria sensibilità e buon gusto, l’artista è libero di esprimersi e la critica viene accettata come espressione dialettica di punti di vista differenti.

Nelle società e nei movimenti totalitari ed illiberali ciò non viene permesso, la Casta dominante, le cui azioni non sono rivolte certamente al bene pubblico, ma esclusivamente a vantaggio del tornaconto personale, tende ad imporre il proprio pensiero, o con l’uso esplicito della forza e della coercizione, o con modi contorti e celati che peraltro risultano più insidiosi proprio perché non immediatamente e facilmente riconoscibili. Le critiche non sono ammesse e vengono bollate come eresie ed il loro autore messo alla gogna. Il tono cronico generale apparente di questa società è paura, la dirigenza è un po’ più in alto, ostilità nascosta. (Anche questo vi ricorda qualcosa?)

Sottoposto a queste limitazioni l’artista, tendenzialmente ribelle e poco incline al conformismo (l’attenersi ad una “forma”precostituita), ha di fronte a sé almeno tre possibilità:

  1. Assoggettarsi al pensiero dominante e produrre solo opere ben accette dal regime.
  2. Rinunciare alla sua arte.
  3. Continuare a produrre in libertà senza scendere a compromessi.

Nel primo caso avremo un artista probabilmente “di Successo” ma che avrà commesso consapevolmente un enorme overt (atto dannoso) verso sé stesso, la sua creatività e il suo benessere spirituale le cui conseguenze lo porteranno, prima o poi, all’infelicità esistenziale. (Vedasi il libro Faust di Goethe).

Nel secondo caso avremo una sconfitta, un’invalidazione ed il tradimento delle proprie aspirazioni ed ideali in nome di un quieto vivere dettato dalla paura.

Anche qui l’infelicità sarà garantita.

Solo nel terzo caso avremo una persona che potrà essere libera, felice ed autodeterminata che, pur essendo consapevole dei pericoli a cui andrà incontro essendo ora “nemica dichiarata” del regime, non sarà disposta a scendere a patti con la sua integrità e le sue responsabilità nella creazione di un futuro migliore.


Il regime tende ad usare gli artisti per cercare di ottenere i consensi del popolo, ma dovranno essere solo del primo tipo, quelli “indisciplinati” verranno messi al bando usando ogni mezzo, più o meno lecito, per suscitare ribrezzo e disapprovazione nei loro confronti.

Ma non pensiate che l’essere artista sia appannaggio esclusivo di pittori, musicisti, attori, stilisti, scrittori ecc…,

La vita è sostanzialmente COMUNICAZIONE e creazione e chiunque vi metta della QUALITA’ vi aggiungerà estetica e sarà ARTISTA.

Keith Haring, senza titolo (1983)

Una casalinga che mostra una casa ordinata, che cucina bene, che dispone i fiori in modo armonioso in un bel vaso non è forse un’artista?

Il panettiere, il fabbro, l’insegnante, mettendo qualità e passione nel loro lavoro non sono forse degli artisti che influenzano positivamente i loro “clienti”?

Maggiore è la QUANTITA’ e QUALITA’ estetica che una persona mette nel suo vivere maggiore sarà la sua capacità di creare interesse e di influenzare altre persone.

Gli Artisti, con le loro capacità attrattive, sono il bersaglio preferito dei Tiranni Soppressivi, se non si adeguano divenendo servi e strumenti del Potere è molto meglio che vengano annientati!

Questa è la prassi, il modus operandi adottato nei secoli dai gruppi di potere per cercare di preservare o aumentare i propri privilegi; l’attuale Chiesa di Scientology capitanata da Dave Miscavige non si sta di certo mostrando originale nel “trattare” i dissidenti!

Guido Minelli

7 commenti

Archiviato in Casa Minelli

7 risposte a “I regimi totalitari e la censura della filosofia dell’Arte

  1. ho voluto commentare all’articolo apparso sul giornale locale
    LA NUOVA VICENZA
    Vi invito a dare un’occhiatae se volete due parole di sostegno a questi indipendenti:
    http://www.nuovavicenza.it/2011/12/scientology-i-fuoriusciti-si-confessano

    IL MIO COMMENTO:
    Salve, anche io e la mia famiglia abbiamo ricevuto un trattamento simile dalla nostra Amata Chiesa, IO in Scientology dalla Nascita (1975) ho sempre vissuto con due fantastici genitori che han dato ogni loro attimo libero (ed anche ogni loro soldo) per una grande causa ( Salvare il pianeta ).
    In una trappola per topi ci devi mettere il formaggio per farla funzionare, Scientology e’ il formaggio, la trappola e’ la Chiesa e noi siamo i topi.
    Scientology applicata nella vita può’ dare risultati grandiosi ma purtroppo l’attuale amministrazione della Chiesa di scientology sembra che usi gli Scopi così’ ideati dal Fondatore L. Ron Hubbard come facciata per spremere i suoi parrocchiani.
    La meta e’ Liberta’ totale ma purtroppo si sta’ verificando Controllo Mentale.
    La fiducia totale che ogni parrocchiano e’ tenuto a dare all’ ” Intenzione del comando ” ossia agli ordini che arrivano dall’alto , fa si che una persona non si ponga nemmeno la domanda di verificare la correttezza di tali ordini.
    Direi che c’e’ una fiducia totale.
    Il management di Scientology e’ una struttura piramidale e paramilitare , qualcuno può’ anche domandarsi cosa c’entri il Paramilitare con una Religione, ma la cosa e’ esattamente così , se non si eseguono gli ordini allora esiste una sezione di “Etica” che ti fa confessare i tuoi “crimini” e il motivo per la quale volevi sabotare e distruggere……
    Persone che come me sono fuoriuscite dalla “chiesa di Scientology” vengono dichiarate ” Persone Soppressive” o ” SP” , una pubblicazione dovrebbe essere affissa in ogni organizzazione o missione, ma questo non avviene più’ in quanto A) ultimamente sembra che ci siano troppi soppressivi in giro… 🙂
    B) I parrocchiani si farebbero troppe domande su come mai molte di queste persone erano arrivate ai livelli massimi di Scientology e poi la hanno abbandonata.
    C) Le menzogne contenute in queste dichiarazioni di ” persone soppressive ” potrebbero essere la base per una denuncia del dichiarato nei confronti della chiesa che obbliga ai conoscenti, parenti, colleghi di lavoro a “Disconnettere” da questi elementi, pena la stessa sorte.
    Uno dei punti fondamentali del credo della chiesa di Scientology e’ :
    ” Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di pensare liberamente, di parlare liberamente, di scrivere liberamente le proprie opinioni e di controbattere, scrivere o esprimere il proprio punto di vista sulle opinioni altrui ”
    peccato che questo non “Valga” se si deve “controbattere” ai dirigenti di Scientology.
    Oggi nel mondo vi e’ una realtà’ ben più’ ampia, ossia Gli Scientologists Indipendenti, persone fuoriuscite dalla chiesa che applicano e danno Scientology libera dai monopoli ed al di fuori della Chiesa.
    L’unico inghippo e’ che nessuno ti spreme per donare, nessuno ti tartassa per acquistare un corso o consulenze.
    In Italia esistono 2 Blog di Scientologyst Indipendenti,
    il primo e’ anonimo, ossia i gestori non ammettono pubblicamente la loro vera identità , e’ stato il primo Blog a nascere in Italia ed e’ uno specchio del Blog Americano di Marty Rathburn ( http://markrathbun.wordpress.com ) .
    Questa persona e’ stato il secondo in capo alla chiesa di Scientology a livello mondiale ed ora denuncia pubblicamente gli abusi della Chiesa e del suo Leader Dave Miscavige.
    L’indirizzo del Blog Italiano e’ : http://www.indipendologo.wordpress.com
    Poi c’e’ il MIO blog, dove IO ho deciso di mettere la mia faccia con tanto di mio telefono , mail ed indirizzo di casa.
    Vengo aiutato da tutta la mia famiglia e non chiedo nulla a nessuno in cambio.
    Lo scopo del mio Blog ( http://www.lareception.wordpress.com ) e’ differente dal primo ossia metto l’accento sul FARE, poter avere i successi nella vita come Scientologo Indipendente .
    Arriva un momento dove le persone che hanno scoperto il tradimento della chiesa si chiedono o cercano come poter avere Scientology al di fuori dei monopoli ed io di base connetto le linee di comunicazione affinché’ questo succeda.
    Tendenzialmente pubblichiamo successi o storie riguardanti la Storia di Scientology, articoli propositivi o Scritture del fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard.
    Anche la chiesa di Scientology ha creato un Blog Anonimo ( http://www.eticaeverita.wordpress.com ) dove discreditano e diffamano con ogni mezzo le persone fuoriuscite, utilizzando a volte parole degne di denuncia.
    Spero di essere stato chiaro ed in ogni caso se potrò’ esservi utile, potete contattarmi attraverso il mio blog.
    Minelli Francesco
    http://www.lareception.wordpress.com

  2. silvia chiari

    Caro Francesco, sono andata a curiosare sulla ” nuovavicenza” compreso i commenti…… sono andata a curiosare su “etica e verità” … e anche su “indipendologo”……………. Penso che Ron , ovunque egli sia, si stia rammaricando di aver ” dato perle ai porci” !!!!!
    Come mi aveva detto la moglie di Camillo Pavia nel novembre del 1978 ( quando avevo richiesto di uscire dall’org come staff ) …. SCIENTOLOGY NON E’ PER TUTTI …….. al momento mi sono arrabbiata molto …dopo le varie dimostrazioni di stupidity con i commenti soprattutto sul blog di etica e verità ….. penso …..CHE ABBIA PERFETTAMENTE RAGIONE ! anche se la cosa mi rattrista molto.

    • Eh eh eh, cara Silvia, pensa che con Camillo ci ho anche lavorato per un periodo, alla mitica o fatidica Esatri, ora Equitalia ……
      L’ho sempre trovato un tizio geniale, per poi scoprire dopo tanti anni che anche lui e sua moglie erano degli Scientologists Pionieri Italiani …..
      Per quanto riguarda i commenti, beh…. amiamo incondizionatamente…..non saro’ di certo IO ad autoeleggermi un’autorità’ per dare il votino da 1 a 10 dei vari commenti e commentatori.
      Lascio la liberta’ assoluta ad ognuno di Noi di Pensare con la propria testa e di Valutare se necessario i Toni dei commenti e commentatori….ed ovviamente di giocarsi al Lotto il numero del presunto IQ che gli assegnerei….. Ma ora ovviamente sto’ scherzando e non sono serio…..
      Sono appena tornato reduce da un’ottima Torta di BEN TEN Forza Aliena per l’ottavo compleanno del mio Principino Lorenzo…..e voglio bene ad un sacco di persone…..
      Quindi lascio rancore, odio, nomignoli eccetera eccetera a coloro che ci godono a starci in mezzo.
      Io all’ultimo vo’ a Firenze !
      Si sa mai che incontro il Cavalier Franz !! 🙂

  3. S.

    Leggendo titolo e contenuto di questo articolo di Guido, mi é venuto in mente “1984” di G.Orwell. Nel ricordare le figure principali di quel racconto, incentrato sull’ insofferenza di Winston ai condizionamenti del partito, al suo amore proibito (dal partito) per Julia ed alla figura paterna di O’Brien, agente della psicopolizia sotto copertura; fui colpito dalla particolare ed unica forma di pensiero ammissibile descritta nel racconto.
    Il condizionamento sociopolitico del Socing si avvale della tecnica del Bipensiero, un termine in Neolingua (una lingua artificiale artistica) coniata da G. Orwell, al fine di ottenere un completo allineamento al regime da parte di chiunque. La tecnica si avvale di un percorso caratterizzato da tre step ben precisi: Apprendimento, Comprensione, Accettazione.
    Lo scopo di questa tecnica è permettere un’adesione costante, nei regimi totalitari, a cambiamenti delle linee politiche.
    E’ incentrata sul concetto che tutto può essere fatto e disfatto in una modalità tale da non discostarsi mai dal pensiero ortodosso.

    Riferimenti:
    http://it.wikipedia.org/wiki/1984_(romanzo)
    http://it.wikipedia.org/wiki/Bispensiero

  4. maurizio serafini

    per la stessa ragione che il pc bloccato su di un tono basso nn registra nemmeno la comunicazione che avviene ad un tono più elevato(not-is)dati di scienza della spravvivenza.
    un ‘regime totalitario’ ha CONTROLLO come caratteristica di consapevolezza, essendo più in basso di COMUNICAZIONE e in uno stato “ossessivo”(nn 8c) ovviamente necessita di uno sforzo costante di sopprimere – NOT-IS (verbo) la comunicazione, che viene appunto drammatizato in vari modi. questo anche è il fenomeno degli psicotici che si attaccano agli artisti, come spiegato nei materiali del PTS-SP

    si tratta delle scale
    ‘la vita è fatta a scale, c’è chi scende e c’è chi sale’

    in fondo è una equazione semplice

    psicotici al potere=regime totalitario=soppressione della comunicazione e dell’arte
    che si può dire… bisogna essere capaci di logica per vedere la logicità di quanto sopra quindi colui che è criticato da questi fatti nello stesso modo è incapace di vedere come lo sia; a meno di un guadagno di caso

    filosofo semi-fatalista

  5. S.

    Per aggiungere massa al tuo discorso, Maurizio, la Nord Corea ben si addice ad esempio vivente di regime totalitario. Oltrecchè la nostra beneamata considerata come una “madre” (copio la def. da un commento di P.)

    “che si può dire… bisogna essere capaci di logica per vedere la logicità di quanto sopra quindi colui che è criticato da questi fatti nello stesso modo è incapace di vedere come lo sia; a meno di un guadagno di caso”

    Questa tua affermazione è basata su una logica fondata su cardini etici che devono essere condivisi e visibili dalla persona. Ti parlo per esperienza Maurizio. Ho fatto vari test, verificati, senza entrare nel dettaglio in questa sede, seguendo una metologia operativa condivisa dalla scienza ufficiale.
    Ho scoperto che i “guadagni di caso” come li intendi tu, so che sei già avanti sui livelli OT del ponte di scientology, sono variabili da persona a persona. Non necessariamente stabili e consolidati, almeno non per tutti. Uno Standard in senso assoluto non l’ho riscontrato.
    Esiste una documentazione interessante, anche di interviste effettuate, su persone che hanno percorso il ponte e che si trovano a vari livelli.
    Si tratta comunque di materiale che credo verrà pubblicato sotto forma di risultati di ricerca più avanti, nella speranza sia possibile a breve.
    Quando affermi che un pc può essere bloccato in un tono basso, devo contraddirti. Ci sono pre-OT bloccati in un tono basso.
    Perciò il periodo:
    “per la stessa ragione che il pc bloccato su di un tono basso nn registra nemmeno la comunicazione che avviene ad un tono più elevato(not-is)dati di scienza della spravvivenza.”
    e’ più corretto se formulato così:
    “per la stessa ragione che il pc od il pre-ot bloccato su di un tono basso nn registra nemmeno la comunicazione che avviene ad un tono più elevato(not-is)dati di scienza della spravvivenza.”
    Su questo posso confrontarmi con chiunque sia in grado di confutare questa mia affermazione in maniera incontrovertibile.
    Chiaramente in un regime totalitario il risultato di queste osservazioni, non e’ assolutamente discutibile ne’ considerabile.
    Ecco perche’ ho sempre ritenuto fondamentale credere che il ponte verso la liberta’ totale e’ il risultato di una sforzo personale in primo luogo, e di una crescita bilanciata sia come addestramento che come processing. L’uno in assenza dell’altro, ho osservato, produce “guadagni di caso” minori. Sempre fermo restando lo sforzo personale come pilastro fondamentale.
    L’ambiente è poi un fattore determinante, come pure le persone. Scientology applicata correttamente al di fuori di schemi arbritari può dare notevoli benefici ad un individuo.
    Quando poi affermi:
    “un ‘regime totalitario’ ha CONTROLLO come caratteristica di consapevolezza, essendo più in basso di COMUNICAZIONE e in uno stato “ossessivo”(nn 8c) ovviamente necessita di uno sforzo costante di sopprimere – NOT-IS (verbo) la comunicazione, che viene appunto drammatizato in vari modi. questo anche è il fenomeno degli psicotici che si attaccano agli artisti, come spiegato nei materiali del PTS-SP”
    Ecco, ti porterei degli esempi viventi di pre-OT che durante e successivamente la loro uscita dalla Chiesa du Scientology sono transitati attraverso la fase che tu descrivi sopra. Alcuni tuttora permangono in questa fase come risultante di un eccessivo controllo autoritario esercitato su di essi.
    L’importante per coloro che si apprestano a fornire un supporto in tal senso e’ essere consapevoli che il lavoro di recupero da svolgere non e’ ne’ semplice ne’ immediato, piuttosto un lungo e delicato lavoro di reintegrazione e riequilibrio dell’individuo. Aggiungerei di evitare di coinvolgere terzi o persone a loro volta in difficoltà per non amplificare le problematiche di fondo del soggetto coinvolto nel processo di recupero ad un’esistenza libera dalla sopraffazione.E’ scontato per un apprendista psicologo, educatore, assistente sociale, che si trovasse nella situazione di approcciare fuoriuscito OT della Chiesa ufficiale e non, che necessitasse di un supporto, incorrere facilmente nel fenomeno del “burn out”.

    Poi scrivi:
    “si tratta delle scale
    ‘la vita è fatta a scale, c’è chi scende e c’è chi sale’

    In realtà chi ha già toccato il fondo non può che risalire. In tutti i sensi.
    Chi ha sperimentato un lungo e penoso periodo di depressione, dipendenza da droghe, vere e proprie psicosi e nevrosi di variabile intensità, non può che risalire. Certo che poi varierà da individuo ad individuo fino a dove. Questo dipende, riferendomi a scienza della sopravvivenza, dalla quantità innata di theta presente nell’individuo.
    Questa quantità e’ degna di nota poichè un pc che inizia il ponte con diciamo 100 unità di theta libero, quando arrivarà su livelli OT ne avrà proporzionalmente di più di un altro che ne possiede solo 50 all’inizio. E la differenza la vedi Maurizio, se osservi attentamente. Infatti c’è una citazione di LRH in merito:
    “tu questo piccolo tu potresti incenerire le montagne…all’incirca a braccio senza la reference sotto mano.” (dati verbali whoa!! Cramming subito! Mi consegno volontariamente alla psicopolizia per la riprogrammazione 🙂

    Poi:
    in fondo è una equazione semplice
    psicotici al potere=regime totalitario=soppressione della comunicazione e dell’arte

    Qui aggiungerei una modifica, cioè:
    in fondo è una equazione semplice
    psicotici al potere=regime totalitario=soppressione della libera comunicazione e dell’arte
    Infatti Guido nell’articolo afferma:
    “Le critiche non sono ammesse e vengono bollate come eresie ed il loro autore messo alla gogna”

    Ma è a proposito degli artisti che trovo interessante quando scrive:
    “Ron Hubbard teneva in grande considerazione gli artisti, da abilissimo esploratore dell’animo umano qual’era aveva ben capito la potenza causativa che una comunicazione di qualità poteva generare (ricordiamo che una delle definizioni di arte è “qualità della comunicazione”).
    Un’alta onda estetica tende ad elevare il tono di chi la sta percependo, in quel momento la persona si sgancia dai normali problemi della vita che possono affliggerla, prova sollievo e, con rinnovata energia theta, diviene potenzialmente più causativa.
    Al contrario un’Arte di tono basso restimolerà ed introvertirà spingendo la persona verso atti e pensieri contro sopravvivenza.”

    Trovo che alcune espressioni artistiche contemporanee rientrino nella casistica qui sopra descritta circa l’ arte di tono basso.

    Vorrei rivolgerti un quesito Maurizio, sempre in un contesto di libere riflessioni ed eventuali critiche costruttive; se vuoi puoi non rispondermi se non ti aggrada.
    Da un punto di vista come Scientologist Indipendente, quali sono gli esempi più immediati che ti vengono in mente circa l’attuale scenario esistente nella Chiesa ufficiale, di artisti penalizzati dall’attuale management? (Guido escluso naturalmente)

    • maurizio serafini

      la risposta alla tua domanda è che nn ho idea dell’attuale scenario essendo fuori dalla chiesa da anni. posso dirti come esempio dalla mia esperienza che nel2005 ad FSO avevo incontrato un classe IX italiano che era stato rimproverato dal management per aver dato una “immagine inappropriata” di se suonando la chitarra e cantando assieme ad amici sullo staff appunto ad FSO. stile 1984

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...