Archivi del giorno: 16 gennaio 2012

Julie Gillespie Mayo su LRH

SIETE SCIENTOLOGYST INDIPENDENTI ? C’MON LETS GO !

E` sorprendente scoprire, dalle parole e dagli scritti di chi lo ha conosciuto, quanto L. Ron Hubbard fosse differente dalla figura quasi mitologica che la Chiesa di Scientology ci ha sempre fatto credere.

Ma, pensandoci bene, in fondo non ci abbiamo mai creduto fino in fondo.

Emergendo a volte dallo stato ipnotico indotto dall`apparato propagandistico della Madre Chiesa ci siamo chiesti come fosse possibile una così` totale eccellenza in qualunque campo dello scibile umano da parte di questo uomo, ma poi i freni inibitori facevano il loro dovere e ci auto-convincevamo che  eravamo noi maliziosi e fuori-etica…

Comunque e` sempre preferibile confrontare la verità` piuttosto che cullarsi in qualche comoda illusione.

Tutti noi Scientologi Indipendenti rispettiamo e amiamo Ron (non e` una generalizzazione) per la Tecnologia che ci ha lasciato e a lui va la nostra gratitudine per averci indicato una Via percorribile verso la nostra Liberta` Spirituale. Questo e` tutto ciò` che conta veramente.

 Guido Minelli

trad.  Simon Bolivar

 La mia esperienza con LRH, L. Ron Hubbard, Fondatore di Scientology

Per tanto tempo ho sentito il bisogno di comunicare alcune delle mie esperienze con L. Ron Hubbard. Non abbiatecela con me cari lettori e critici, ma sto scrivendo questa cosa principalmente per i lettori che sono stati Scientologist.

Mentre ero in Scientology, dal 1971 al 1983, ho avuto ciò che considero essere un  privilegio: lavorare direttamente con LRH. Ho fatto il SHSBC nel 1971-72, e mi sono unita alla Sea Org. Sono poi andata sulla nave Apollo, la Flagship (FLAG) nel 1973 dove ho incontrato L. Ron Hubbard. Non mi ero mai aspettata di incontrare realmente LRH di persona – ma non solo lo incontrai, ma finii per diventare il suo aiutante tecnico (aiutante per i servizi e addestramento, Aide CS-4) per diversi anni.

Mi ero interessata a Scientology perché le persone mi avevano detto che mi avrebbe illuminato riguardo alle esperienze fuori dal corpo, la telepatia, e che avrebbe risposto a varie domande che avevo riguardo al significato della vita. Volevo anche fare la mia parte nell’aiutare l’umanità. Ero molto interessata nell’addestramento, piuttosto che ricevere auditing, e questo è il motivo per cui ho fatto il Briefing Course. Ero affascinata dalla “tecnologia” in molti modi. Primo, che ci fosse un soggetto che cercasse di migliorare le abilità umane, che fosse codificato e disposto in teoria e procedimenti. Secondo, che ci fossero tutti i tipi di spiegazioni e istruzioni su come fare questi procedimenti. Terzo, che quando mi sedevo davanti un’altra persona e facevo il procedimento, i fenomeni che dovevano avvenire di fatto accadevano la maggior parte delle volte. Se una persona era turbata, volavo i ruds, o forse facevo una L1C e la persona diventava felice e il Meter indicava l’ F/N. Materiale veramente straordinario. Non tutto succedeva esattamente come si pensava dovesse: Sulla`Op Pro By Dup (vedi glossario) le persone non avevano esperienze fuori dal corpo perfette come veniva suggerito dalla tecnologia – ma la maggior parte delle persone otteneva un qualche tipo di estroversione. Il fatto che qualsiasi punto della tecnologia funzionas se mi impressionò molto. Il fatto che così tanto sembrava fare ciò che doveva fare la maggior parte del tempo, sembrava miracoloso.

Chiaramente la metodologia non era perfetta, come chiunque avesse fatto il SHSBC poteva vedere. La tecnologia era un processo evolutivo in continuo cambiamento. Ho passato centinaia di ore ad ascoltare LRH che discuteva la teoria e le tecniche e cambiava idea sulle cose e provava cose nuove. Era eccitante. Mi sono fatta un’impressione di LRH ascoltando tutti quei nastri. Sembrava come un uomo molto interessato alle persone e all’esplorare il potenziale umano. Sembrava quasi un po’ paterno, ed era un oratore di grande intrattenimento.

Così, quando arrivai sulla nave a Lisbona nel 1973, ero molto curiosa di vedere se LRH era proprio così. La prima notte in cui mi trovavo la mi intrufolai per dare una sbirciatina nella “stanza della ricerca” dove lui stava lavorando. Per me, la sua presenza sembrava riempire la stanza.

Non rimasi a bordo per molto tempo prima di levare le ancore. Navigammo fino alle isole Canarie, fu un viaggio molto duro – vento forte e mare mosso. Ognuno aveva un turno di guardia. Realizzai che, come me, la maggior parte di noi non sapeva cosa stava facendo. Le persone erano state addestrate fino ad un certo livello riguardo ai doveri su una nave come il radar, le vedette, e così via, ma eravamo davvero un pugno di marinai d’acqua dolce su un grande vascello in alto mare. Sbalorditivo e spaventoso. Al mattino, ci adunammo sul ponte. Le isole Canarie erano visibili e LRH venne sul ponte. Sorridente, esuberante. I suoi occhi brillavano. La vita per lui sembrava una grande avventura. Era molto contagioso.

Ho visto aspetti di Hubbard che non avrei sospettato ascoltando tutte quelle cassette nel corso. Era straordinariamente avventuroso; si aspettava che le persone facessero cose incredibili, e le persone rispondevano e facevano cose che non si sarebbero mai sognate di fare.

Rimasi colpita dal fatto che, quando m’imbattevo in lui sul ponte, mi facesse sempre un gran sorriso – il tipo di sorriso che mi rendeva felice per il resto del giorno. Sembrava come se volesse dare alla persona la sua completa attenzione. Rimasi sorpresa da questa qualità – pensavo che fosse troppo occupato per dare attenzione alle persone fin nei più piccoli dettagli. Dall’altra parte, aveva anche pessime qualità, anche quelle inaspettate. Qualche volta perdeva la pazienza, e quando lo faceva, lo sentivi perfino dentro alle cellule delle ossa.

Quando era arrabbiato, poteva diventare molto meschino. Poteva scrivere un ordine di etica su qualcuno, condannandolo alla cambusa, o a non essere mai più un executive. Poi due settimane più tardi, cambiare idea, e nominare quella stessa persona a una delle più alte posizioni in Scientology. Nel periodo della mia permanenza sulla nave non ci fu nessun fuori bordo, ma ci furono tantissime notti insonni e le condizioni a volte erano veramente terribili. Non che ci facessimo tanto caso, eravamo totalmente occupati giorno e notte.

Durante i primi mesi del 1974, lavorai nelle comunicazioni esterne e benché vedessi LRH ogni giorno, non imparai veramente cosa fosse lavorare con lui fino a che non divenni il capo dei programmi tecnici e poi l’aiutante dei servizi. Quando venni nominata capo dei programmi tecnici feci la mia prima eval (valutazione di una situazione, n.d.r.). Era una “all hands” – tutti i capi programma stavano facendo evals. È in quel particolare periodo finivano tutti, attraverso un messaggero, direttamente da LRH per l’approvazione. Ricordo di aver fatto la mia eval e di averla mandata a lui. Alcuni minuti più tardi la ricevetti indietro di corsa da un messaggero con una nota su qualcosa che doveva essere cambiato. La cambiai, rispedii indietro e ricevetti una sorpresa: un messaggero mi urlò “cosa c….o!” “Non hai …” ero veramente molto indignata e insistetti nel fare i cambiamenti richiesti e rispedirgliela con il messaggero. Due minuti più tardi venne approvata. Ero scioccata dal fatto che LRH fosse così esplosivo, ma era certamente eccitante lavorare con lui.

Pubblicò tantissimi “ordini” e gli piacevano molto, molto le azioni veloci e le scadenze. Nel 1974, (stare alzati) tutte le notti era più una routine che un fatto occasionale. Nel 1975, quando era nei Caraibi, ebbe un periodo più temperato. Dormimmo molto, le condizioni dure e la nave era così affollata che circa 60 di noi dovevano dormire sul ponte dato che non c’erano più posti letto.

Fui un CS-4 temporaneo nel gennaio 1975 e ancora in autunno. Quando ero T/CS-4 uno dei miei primi “Message Runs” concerneva il sistema dei Certificati Condizionali. LRH  era furioso con Ron Shafron, per aver istituito i certificati. Nel mio ufficio avevo un nastro di un briefing a LRH e Ron Shafron sul soggetto. Il nastro mostrava chiaramente che fu Hubbard ad avere ordinato il sistema dei Certificati Condizionali, non Shafron, così feci notare la cosa velocemente a LRH. Imparai molto presto che questo non era il modo politicamente accettabile di rapportarmi con lui: il modo abituale era di fargli della “PR” e prendersi la colpa. Ero delusa, ma non disillusa. LRH mi inviò alcuni messaggi meschini per il mio odioso abbaglio, ma mi perdonò prima della fine della serata. Anch’io perdonai LRH. Hubbard era un uomo straordinario, benché non perfetto. La maggior parte delle persone non hanno fatto un decimo di ciò che lui ha fatto. Ha autorizzato un enorme ammontare di tecnologia, la maggior parte della quale produceva risultati notevoli. Hubbard aveva sicuramente enormi qualità di riscatto, a mio avviso.

Parlando riguardo la paternità. Quella era un’altra situazione di cui dovevo occuparmi mentre ero CS-4. La verità è che molta della tecnologia non aveva la paternità di Hubbard. Infatti, una delle cose che feci mentre ero aiutante tecnico di LRH fu di scrivere bollettini, HCOBs. Se era importante, doveva portare il nome di LRH, perché quello era il modo in cui era impostata la religione. Il sistema non mi piaceva molto per tante ragioni. La prima era che pensavo che le persone dovessero sapere chi veramente aveva scritto i bollettini. La seconda, il sistema era stato creato in modo che se qualcosa andava male, o se Hubbard voleva cambiare qualcosa, poteva salvarsi la faccia e incolpare qualcun altro. “Il topo ha di nuovo rosicchiato il formaggio…”. Raggiunsi un compromesso con Hubbard: sei io scrivevo un bollettino, sarebbe stato scritto “Assistito da”. Non sempre funzionava, dato che, se fosse stato un bollettino importante, non avrebbe portato scritto che era stato assistito da qualcun altro.

Uno dei primi ordini che ricevetti da Hubbard fu che dovevo cancellare ogni cosa che gli ultimi due CS-4 avessero mai scritto. Era un compito impossibile perché avrei cancellato l’intera carta dei gradi. Ciò che per me era chiaro di questo ordine, era che prima di me c’era una lunga fila di persone cadute. Era solo una questione di tempo che, prima o poi,  anch’io sarei diventata il “chi” e il mio lavoro sarebbe stato stato cancellato.

Come CS-4, avevo vari progetti in cantiere e c’erano parecchie persone che lavoravano per me in diversi periodi della giornata. LRH aveva scritto il Technical Correction Roundup nel 1976 o 77, che richiedeva tanto lavoro di scrittura e compilazione. Il progetto di Dianetics Espansa in particolare era un incubo – per molte ragioni. La prima era che molto del lavoro fatto in origine era di Allan Gilbertson. LRH decise che Allan Gilbertson era uno squirrel, così voleva che il corso EX DN fosse rifatto da capo, usando solamente materiale di LRH. (LRH amava l’idea che se c’era qualcosa di sbagliato con la Tech, era perché qualcun altro l’aveva incasinata.) Il problema era che Dianetics Espansa non era veramente stata ricercata completamente fin dall’inizio, e non c’erano, o erano poche, le storie di successo di caso. Ricordo che mi presi una gomitata da lui riguardo al fatto che ci stavo mettendo molto a riscriverla. Gli dissi che il progetto di scrivere la storia dei casi era incompleto. Con imbarazzo, Hubbard prese ciò che gli avevo detto fuori dal contesto e scrisse un HCOB dicendo che l’aiutante per i Servizi e l’Addestramento aveva scoperto il PERCHÉ Dianetics Espansa non era stata completamente ricercata – qualcosa su cui io credo LRH non volesse veramente mettere l’attenzione in quel momento.

Passare attraverso agli HCOB e cancellare “out tech” o Bollettini scritti da “altre persone” fu qualcosa che durò all’infinito. Gli HCOB “out tech” furono corretti su un progetto e gli HCOB scritti in quel progetto furono passati al setaccio e alcuni anni dopo cancellati come out tech. Nel 1974, c’era un progetto fatto da Molly e da un’altra ragazza, FMO __. Dovevano cambiare questi bollettini in BTB che non erano stati scritti da LRH. Ma quelli importanti dovevano essere mantenuti come HCOB benché non fossero stati scritti da Hubbard. In conformità con gli ordini che LRH mi aveva dato di cancellare qualsiasi cosa scritta da Livingstone e Shafron, avevo pile di bollettini con il loro CSW (vedi glossario). Il problema era, cosa andava revisionato? Non potevo semplicemente cancellare importanti bollettini che descrivevano procedimenti tecnici per nessuna ragione. La maggior parte di questi era stata ordinata per iscritto da LRH, e seppure lui avesse ordinato di cancellarli, sarebbe stato furioso se questi fossero stati cancellati senza rimpiazzo. Alla fine, chiesi a Shafron di passare attraverso la pila e di farmi sapere se pensava che qualcosa avesse bisogno di essere rivista, cosa che lui fece tranquillamente. Ne scoprì alcuni che pensava  avessero bisogno di essere aggiornati, così li inoltrai a David Mayo per controllare se lui fosse d’accordo, e poi al comunicatore personale di LRH per l’approvazione. Qualche volta passavano anche attraverso Hubbard, ma spesso LRH non guardava  materiali di quel tipo.

Fu nel dicembre del 1975 che ebbi una delle più memorabili esperienze con LRH. Fu durante il periodo in cui approdammo a terra. Avevamo navigato attorno al Mediterraneo nel 74 e nei Caraibi nel 75 e la nave si stava facendo affollata. Avevamo anche il problema che venivamo cacciati dai porti, ma quella è un’altra storia. LRH andò a Daytona, in Florida, con la maggior parte dell’equipaggio di Flag e di “FCCI”, (il pubblico), e io andai a New York City con circa 30 persone dell’equipaggio del Management. LRH aveva appena fatto un paio di “valutazioni internazionali” e il nostro lavoro era di mantenere le cose in funzione e fare in modo che i programmi di “eval” fossero attuati dalle organizzazioni esterne mentre la Flag Land Base veniva allestita. Come CS-4 avevo un paio di ordini diretti di LRH in particolare che dovevo attuare, uno di questi era di scambiare gli internati dalla divisione di qualificazione alla divisione tecnica delle organizzazioni di servizio.

Dato che era un ordine diretto di LRH, lo feci con gusto. Mi ricordo che Kerry Gleason, in quel periodo era l’ufficiale comandante del Bureau di Falg, mi mise in guardia sula cosa. Continuava a ripetermi che dovevo temporeggiare. Per me, sarebbe stato un sacrilegio non fare una cosa a piena velocità. Era un ordine di LRH e significava che doveva essere fatto, e subito. Guardando indietro al fatto, realizzai che forse in primo luogo era un’idea di Kerry. Beh, le statistiche internazionali calavano poco prima del giorno del ringraziamento. Lo facevano sempre in quel periodo dell’anno ma era “off policy” dare la colpa ad altri piuttosto che a se stessi. “Il PERCHÉ è DIO” – era policy letter. Così quando ci riunimmo al resto dell’equipaggio di Flag a Clearwater, eravamo in disgrazia, fummo mandati giù da New York con degli autobus molto lenti. D’altra parte, la base di terra di Flag stava facendo molto bene così tutti gli altri venivano elogiati. Poi, iniziò l’obbligatoria ricerca del PERCHÉ. Doveva essere scoperto un CHI per le statistiche internazionali basse.

Venni svegliata alle due del mattino del 1 dicembre 1975 da un messaggero che mi urlava che avevo fatto crollare le statistiche internazionali, e che mi doveva assegnare una bassa condizione di “etica” per averlo fatto. Inoltre, dovevo immediatamente raccogliere tutte le pubblicazioni che avevo scritto per mandarle ad LRH cosìcchè potessero essere revisionate e con molta probabilità cancellate. Mi alzai, in uno stato di panico. Corsi al palazzo di Clearwater del mio dormitorio nel Fort Harrison, perdendo una scarpa lungo la strada nella fretta. Andai al Mimeo e cercai i files, raccogliendo le cose che avevo scritto. Iniziai a mandarle “su” a “R”. LRH che mi stava dando dei problemi con i suoi messaggeri – i quali avevano già messo in chiaro che ero in grossi guai. Di colpo, le cose cambiarono. Ricevetti un messaggio urgente, consegnato da Annie Broeker, che mi diceva che il PERCHÉ era stato scoperto. Dovevo leggere una policy letter nel volume V dell’OEC. Nei tardi anni 60 Hubbard aveva provato a spostare l’internato da Qual a Tech, e non aveva funzionato nemmeno allora. Un messaggero mi disse, non ufficialmente, che LRH aveva pensato che io stessi seguendo un ordine di Shafron e poi realizzò il suo errore quando vide una copia della valutazione scritta di suo pugno.

LRH ovviamente, non era più arrabbiato con me, ma avevo ancora l’attenzione sul crollo delle statistiche internazionali, così mi sedetti e mi assegnai una condizione di “tradimento” perché non avevo indossato il mio Hat completamente come CS-4. Il CS-4 era responsabile della crescita delle statistiche tecniche – io dovevo “fare andare bene le cose”, in qualche modo. Ricordo qualcosa che mi disse Maureen Sarfatti anni fa. Mi aveva detto che quando venne nominata come “capo programma”, (la prima volta che venne implementato il capo programma), lei e altri erano stati chiamati nella stanza delle ricerche per una conferenza con LRH. LRH li fece sedere e disse  che assegnava a ognuno di loro un “continente” da maneggiare. Il mondo era stato suddiviso in sezioni: Europa, Africa, USA, UK e così via. LRH guardò  ognuno di loro negli occhi e  disse che loro che erano responsabili di assicurarsi che il continente assegnato si espandesse e facesse bene statisticamente. Disse, “ognuno di voi ha maneggiato un pianeta nel passato.” Un semplice continente sarà un giochetto.

Mi vergognavo di non essere riuscita a tenere le statistiche della divisione in crescita. Iniziavo in modo scarso il mio posto come CS-4. Inviai la mia formula di tradimento a LRH. Eravamo vicini alla fine dell’anno e io passavo le serate facendo ammenda. Con sorpresa, ricevetti immediatamente una risposta da LRH. Scritta di suo pugno, “La condizione è mitigata a pericolo. Rispolvera i particolari del perché con il DSEC.” Fu un dono di Dio. Non solo LRH mi concesse la notte libera per partecipare alla festa – che apprezzai veramente – ma mi disse qualcosa. Mi disse che era giusto essere in disaccordo con lui e anche cambiare i suoi ordini, a patto che avessi una giusta ragione per farlo. Appresi la lezione e per molto tempo non sbagliai più come CS-4. LRH era estremamente felice su quasi qualsiasi cosa facessi e se non ero d’accordo con lui su qualcosa, gli scrivevo, con il maneggiamento che pensavo si dovesse fare, e lui era d’accordo quasi sempre.

Ci sono tante cose che sono successe da allora fino alla mia dipartita nel 1983. Quando lasciai Scientology, fu un atto dovuto, ma ero e sono ancora felice di aver avuto la possibilità di conoscere LRH. Era uno straordinario individuo. In un certo qual modo era incredibilmente brillante, a volte maligno – era sempre interessante ed eccitante e, per la maggior parte del tempo, era divertente lavorarci assieme. Sfortunatamente, credo che la Scientology odierna stia commemorando le sue peggiori qualità e si dimentichi delle sue migliori. Una delle sue caratteristiche prominenti era che poteva cambiare, e lo faceva, di continuo.

Quando dico maligno, voglio dire cose tipo sporchi trucchi, fastidi, e così via. I membri dello staff non erano consapevoli di questo lato delle cose – perché venivano fatte in dipartimenti separati come il GO. Ma ci sono altre cose – tipo i suoi capricci, e i fatti osservabili che trattava le persone come suoi schiavi. Non gli si sarebbe dovuto permettere di farlo.

La cosa che mi piaceva di più di LRH era il suo straordinario interesse nelle cose – si eccitava su cose particolarmente intelligenti. Anche oggi quando mi imbatto in qualcosa di particolarmente brillante, specialmente qualcosa di tecnico, penso a quanto Hubbard l’avrebbe apprezzato. E stato favoloso poter condividere delle cose con lui, perché ne era genuinamente affascinato. Rispetto a questo era veramente delizioso lavorare con lui

Non ho sentito nessuno senso di colpa o di slealtà verso LRH quando ho lasciato Scientology 13 anni fa. Non c’e` dubbio che LRH si sarebbe infuriato con me perché odiava i gruppi scissionisti. Nessun dubbio, che io e altri, saremmo stati indicati come i “CHI” e colpevolizzati per qualsiasi cosa fosse andata male. Questo era lo stile di LRH. Ma so che se lui fosse stato al mio posto, se ne sarebbe andato molto prima di me. Lui, per primo, non avrebbe accettato il trattamento che noi tutti abbiamo ricevuto!

Quando scappai da Gilman Hot Spring nel 1983 feci l’autostop fino a Hemet e poi presi un autobus… non avevo soldi, nessun spicciolo, e per quel che conta avevo due guardie della sicurezza alle calcagna.

Questo avvenne molti mesi dopo essere stata falsamente imprigionata – eravamo guardati a vista e non potevamo comunicare con il mondo esterno. Tutto era iniziato nell’agosto del 1982 quando venni svegliata da Marc Yager, che all’epoca penso fosse il CO CMO INT. Mi disse che c’era un incontro speciale a cui dovevo partecipare – questa fu la prima e unica volta che il CO CMO INT mi offrì un passaggio sulla sua moto. Mi portò nell’ufficio del SENIOR C/S INT dove  David Miscavige mi stava aspettando.

Miscavige, che all’epoca era a capo di ASI (una compagnia per profitto) e anche un “Operativo sui Progetti Speciali” e amministratore di RTC, mi disse che ero stata assegnata all’RPF. Gli chiesi perché. Mi disse “lo sa il perché, signorina Natter”. Miscavige mi disse che ero stata assegnata ai “lavori forzati”. Era nel deserto e il posto  era caldo.

Il mio lavoro consisteva nello scavare buche. Ero bollente ed esausta per lo shock mentale e la mancanza di sonno. Anche Rick Klingler, del Go, si trovava sull’RPF a Gilman Hot Spring. Mi venne assegnato come Twin per assicurarsi che io non scappassi ma che continuassi a scavare buche.

Ma, Rick aveva un cuore. Scavava buche per me mentre io mi riposavo al riparo dalla calura. Anche in condizioni estreme – alcune persone hanno un cuore… grazie a te Rick -ovunque tu sia.

Il fratello di Rick, Gary Klingler, dell’ufficio del guardiano, era una delle persone che in seguito molestò e sconvolse l’AAC. Così come Vicki Aznaran, all’epoca presidente di RTC, che testimoniò in una deposizione. Ma ora sto divagando…

Venni messa sul running program per 12 ore al giorno, sette giorni settimana dopo settimana. Non ci veniva dato tempo per fare il bucato. Ricordo di aver fatto il mio bucato mentre andavo al bagno. Il bagno aveva una porta sul retro che dava sulla lavanderia. Dovevo tenere un occhio continuamente su Bucky Beaver, perché lui perlustrava l’area in cerca di persone che non stessero facendo ciò che gli era stato detto di fare. Non ho mai saputo il vero nome di Bucky perché non c’era permesso  parlare con i membri dello staff.

A volte, qualcuno dell staff veniva assegnato allo stesso albero intorno al quale io dovevo corer. Uno di questi fu un meraviglioso ragazzo tedesco che si chiamava Rhinehart. Lui era nuovo a Gilman.

Dave Miscavige con un paio di persone veniva spesso ad osservarci correre attorno a quell’albero. Forse era ottobre o novembre, perché ricordo Miscavige che indossava un lungo cappotto grigio, in piedi sulla collina con altre due persone che ci guardava.

Rhinehart diceva, “ecco le SS! Voglio dire; ecco la squadra degli scooter!” E poi si metteva a correre un po’ più veloce per fare il brillante. Fu durante questo periodo che iniziai a chiedermi, “per Dio, cosa ci sto facendo qui?”

Julie Gillespie Mayo

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente