Archivi del giorno: 19 gennaio 2012

DIAGNOSI E RIPARAZIONE DI GRUPPI

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

20 anni in Scientology, 6 anni in Sea Org, 1 da emarginato dalla chiesa e 2 da scientologo indipendente mi portano ad avere un punto di vista sulla cosa abbastanza profondo, soprattutto perché se moltiplichiamo i 2190 giorni di Sea Org per una media di 15 ore al giorno di studio e applicazione della tech di Ron otteniamo un risultato di 32 850 ore dedicate full time alla cosa.

Se sei qui e stai leggendo questa mia comunicazione voglio dirti che mi dispiace molto per come si sono messe le cose in Scientology a livello generale.

Mi ricordo quando dopo un duro allenamento di calcio all’età di 17 anni, lasciai cadere in terra la borsa piena di panni bagnati e sentii quanto il mio aiuto fosse necessario alle altre persone. Tutti questi giochi, la scuola, il calcio, le belle ragazze e gli amici erano in secondo piano. La priorità era aiutare gli altri. Li sentii che il modo migliore per aiutare le altre persone a stare meglio era quello di dedicare la mia vita al miglioramento della quarta dinamica. Non c’era alcun desiderio di arricchirsi, di diventare famoso, di comandare un gruppo…. niente di tutto questo. Semplicemente volevo umilmente aiutare gli altri a stare meglio. Al tempo avevo già sperimentato i concreti risultati della tech e non avevo dubbi sulla funzionalità di Dianetics e Scientology. Li la speranza e il desiderio erano alti e potenti.

Senza aprire una parentesi troppo lunga sulla mia vicenda personale vorrei dirti che la vita ci propone molto potenziale Q&A, ma credo che la cosa importante è che tu vada in seduta e che tu risolva il caso. Pretendi un auditor standard, che ha un c/s standard e che abbia una linea di Qual rigida e irragionevole sulle out tech, che si eserciti regolarmente. Se c’è bisogno di un ciclo di etica fallo, ma poi continua il tuo ponte… inoltre hai mai considerato audire altri?

Poi c’è questa cosa delle etichette che mi sembra molto aberrata. Se senti che Tizio è uno squirrel, prima di iniziare a dare l’accordo a tale voce di quartiere perché non ti prendi la responsabilità di chiedere perché è uno squirrel? Non accontentarti di “perché audisce in modo squirrel” … chiedi invece “Cosa ha fatto di squirrel nella seduta Tizio? … quale procedura di auditing ha sbagliato?   Ha sbagliato a leggere il meter? O forse ha un tr 1 fievole?” … e a quel punto vedrai che tutti questi mostri descritti molto dettagliatamente infine sono persone di buona volontà. Magari si, hanno sbagliato, ma avendo vissuto tra l’internato e l’HGC di Flag posso dirti tranquillamente che un auditor per i primi 3-5 anni di vita riceve mediamente 2 cramming a settimana minimo. Vedrai che se dici a Tizio (guarda che prima di iniziare il grado avresti dovuto fare un programma di riparazione come per HCOB … e glielo fai vedere), Tizio sarà ben disposto a cercare e risolvere le sue confusioni in merito.

Direi che per oggi basta moralismo 🙂  Buona lettura, questo è L. Ron Hubbard

FrecciaROSSA

Gennaio 1951.

La riparazione di gruppi è nientedimeno che uno studio della scala del tono e sull’equipaggiamento mentale del leader di un gruppo. Un gruppo non è più etico dei suoi sistemi di etica. L’etica è una misura diretta della posizione sulla scala del tono. Un sistema per misurare l’etica di ogni individuo o gruppo potrebbe essere composto da dei test che misurano i fattori di comunicazione, affinità e realtà dell’individuo. Allo stesso modo un sistema che misuri l’etica di un gruppo potrebbe essere composto da uno studio sui suoi fattori di comunicazione, affinità e realtà.

Theta è puro quanto la verità che contiene. L’ammontare di Theta allo stato puro in un individuo o gruppo misura il potenziale di vita e l’energia del gruppo. Noi studiamo, in Theta, non solo la ragione e gli ideali, ma anche la dinamica – l’energia e longevità – della sopravvivenza. Quindi, quando diciamo “Ammontare di Theta” potremmo anche dire “Ammontare di ragione” e “Abbondanza di energia spesa verso la sopravvivenza”.

L’etica è distinta dalla morale. L’etica è il fattore di sopravvivenza che, in modo ragionevole e al momento, viene applicato al problema. L’onestà, che ne deriva, è il più alto livello di sopravvivenza. Si può anche misurare il potenziale di sopravvivenza, in altre parole, in termini di ammontare di verità scoperta e applicata a problemi e situazioni date. La morale ha solo a che fare con le abitudini e i costumi ed è, a certi livelli, reattiva, non ragionevole.

Sulla scala del tono si può vedere che il potenziale di sopravvivenza cade sempre più in basso man mano che comunicazione, affinità e realtà cadono in basso. La Morte è nessuna affinità, nessuna comunicazione, nessuna realtà e nessuna sopravvivenza. Quando si individua un gruppo o una persona sulla scala del tono si possono individuare le esatte e precise reazioni di ARC per quell’individuo.

Verso 2.0, per la comunicazione, l’individuo censurerà la comunicazione.

Su 2.0, l’individuo è in aperta ostilità per affinità. Su 2.0 è su sfida, interruzione del suo accordo. Più in basso, a circa 1.5, perverte la sua comunicazione, l’affinità è odio ed è in completo disaccordo per il suo accordo (realtà). Verso 1.0 taglia le comunicazioni, ostilità nascosta come affinità e contraddizione per il suo accordo.

Un individuo maneggerà la sua ARC relativamente a come sarà posizionato sulla scala del tono. Dato che un gruppo esiste sulla scala del tono, inevitabilmente, in quel modo maneggerà la sua ARC.

Al di sotto di 2.0, qualsiasi sia la sua intenzione espressa, l’individuo funziona come enTheta ed enMEST e come il tono affonda a 1.0, si ucciderà e farà lo stesso con altri individui o gruppi. Parlerà di morte e di emergenze. Fornirà consigli su rimedi potenti per situazioni di “Potenziale morte”. E benché sembri che lavori duro per “Rimediare” alla situazione che ha postulato, produrrà solamente ridotta sopravvivenza o morte per sé stesso, i suoi soci o il suo gruppo. Può sembrare che lavori con l’efficienza più elevata, potrà credere che stia facendo del suo meglio, eppure il prodotto finale dei suoi sforzi sarà solo ridotta sopravvivenza o morte.

Napoleone era abituato a scegliere i suoi Generali sulla base di tutte le loro qualifiche e un fattore finale, “è fortunato?” Siamo forse alla ricerca dell’anatomia della fortuna quando osserviamo la posizione dell’individuo sulla scala del tono. Theta attirerà MEST su di sé. Cosa significa fortuna se non un fattore X col quale un individuo o un gruppo ottiene del MEST col minimo sforzo. Una indagine, non ancora fatta, potrebbe dimostrare che anche nelle scommesse la fortuna dell’uomo potrebbe essere prevista dalla sua psicometria. Cosi come chi è propenso agli incidenti ottiene incidenti, cosi l’individuo su 2.0 o più in basso raccoglie cattiva fortuna. Le cose con cui si associa si rompono o diventano ambigue in quanto a proprietà.

I suoi amici si dileguano. “La vita è contro di lui”. Un gruppo, situato al di sotto di 2.0 sulla scala del tono, ha guai enormi con i suoi possedimenti e le sue proprietà. Sembra alienare altri gruppi. Non è fortunato o prospero. In realtà, in entrambi i casi, è entrato nella spirale suicida e le azioni del ciclo di vita tendono a richiedere che l’individuo o il gruppo commetta suicidio. L’enTheta, una volta in azione, contagia altro Theta e MEST organizzato con la sua turbolenza e quando può generarne a sufficienza può sopraggiungere la morte e si può iniziare un nuovo ciclo di vita, un nuovo individuo, un nuovo gruppo.

La morte di un individuo o la morte di una impresa o una nazione seguono questa spirale verso il suicidio. Le stazioni di via sono i punti di azione sulla scala della sopravvivenza dell’ARC (ndr. è il punto della scala del tono dove una persona si trova che determina l’azione che si intraprenderà al momento). Guardate ai punti di azione per l’affinità sulla scala del tono, o per la realtà o per la comunicazione, e vedrete quanto inclini alla morte per l’individuo o per il gruppo siano le azioni di quell’individuo o di quel gruppo.

Invertiamo il punto di vista, osservando la posizione dell’individuo sulla scala o individuando la posizione del gruppo con ciò che fa con l’ARC, e potremo vedere il potenziale di sopravvivenza del gruppo in termini di energia e longevità.

Quindi, potremo vedere, per esempio, che se una delle pratiche segrete favorite di un amministratore nei suoi rapporti, è quella di praticare crudeltà sugli individui o su un gruppo, mascherandola come “necessità”, che ha alterato o soppresso ogni piano che gli era stato sottoposto – lo potremo individuare sulla scala del tono a 1.1. Si può vedere immediatamente che l’organizzazione sarebbe incline alla morte e che fallirà. Di fatto, le sole misure che potrebbe postulare con convinzione per dare risposta alle “emergenze” porteranno fallimenti e disastri.

L’effetto su un gruppo di ogni individuo del gruppo dipende dall’attitudine che l’individuo mantiene col gruppo. Una persona che detiene un posto di comando in un gruppo può avere cosi tanto peso o più sul gruppo quanto quello di tutti i membri del gruppo messi assieme a meno che non venga ideato un sistema che dia più statura ai membri individuali stessi.

Un gruppo, attento ad apportare il più alto livello di sopravvivenza per il gruppo, per conquistare il massimo ammontare di MEST, dovrebbe essere attento alla posizione che ha sulla scala del tono il leader di quel gruppo. Il gruppo stesso può dedurre la posizione del leader sulla scala del tono osservando il modo in cui maneggia l’ARC.

I leader altamente più qualitativi che porteranno il massimo al gruppo, maneggeranno l’ARC al suo stato più puro. Lavoreranno verso linee di comunicazione più aperte e pulite. Tenteranno di elevare l’affinità tra il gruppo e con il gruppo. Agiranno con il gruppo solo con il più alto livello di accordo. E presteranno la massima attenzione all’etica del gruppo.

Dato che nello stesso punto della scala del tono abbiamo sia terrore che paura, possiamo vedere che esiste una differenza di intensità in ogni punto della scala del tono. È come il problema di intensità e volume nella musica. Il punto equivale all’intensità. Il volume della nota equivale all’ammontare di energia Theta o enTheta presente in quel punto. Quindi, un gruppo deve stare anche attento all’energia di un amministratore – in altre parole, al suo potenziale dinamico in termini di volume. Un gruppo potrebbe avere un leader altamente Theta che è alto sul punto della scala del tono ma che non ha volume energetico da offrire. Cercando per il volume energetico un gruppo può spesso confondere in un uomo la forza MEST con il potere Theta. È anche vero che un uomo che può diventare molto alto in Theta riguardo all’energia, può, durante momenti di turbolenza, diventare un grande volume di enTheta, e il suo volume si dirigerà solamente verso l’enTheta, non il Theta. C’è un’altra caratteristica della personalità, tipo la “qualità” della musica, che ha a che fare con il calibro o la funzionalità delle argomentazioni del leader. Alto Theta e alto volume di energia e alta qualità di ragione si combinano in una eccellente leadership.

Il gruppo che non valuta per nulla la sua sopravvivenza come gruppo farebbe bene ad imparare il valore-necessità del gruppo e come esprimerlo. Il gruppo può fare ogni tipo di pressione verso qualsiasi leader o sottoposto per ottenere la più alta ARC possibile. Poi, ogni membro del gruppo può compiere il suo dovere nel modo più efficace e nella maniera più orgogliosa possibile. E ogni membro del gruppo dovrebbe agire per mantenere alta ARC all’interno dell’organizzazione. Questo può elevare il tono del gruppo fino a un punto dove il tono del gruppo accresce il tono dell’individuo e interattivamente in modo complementare accrescono il livello di sopravvivenza. Un volume di energia a un alto livello di tono, una volta ottenuto, opera ad una certa velocità. Dato un ammontare di impulso in seguito lo mantiene e inizia a raccogliere più volume e tono più elevato come azione automatica. Come un autoreattore che, alla velocità del suono raggiunge quasi il moto perpetuo e velocità costante, cosi può un gruppo, quando ha raggiunto un artificiale livello di necessità, iniziare in automatico, in modo indipendente ad accrescere volume e tono all’interno del gruppo. Questo punto è molto alto ma vale la pena sforzarsi per raggiungerlo perché un individuo in un tale gruppo sale sulla scala del tono come diretto risultato.

L. Ron Hubbard

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente