Archivi del giorno: 31 gennaio 2012

LA CHIESA DI SCIENTOLOGY CITA IN GIUDIZIO DEBBIE COOK

Fresco fresco dal The Tampa Bay Times, dal nostro amico Joe Childs, abbiamo ricevuto la notizia che a David Miscavige non è piaciuta l’e-mail del primo dell’anno di Debbie Cook e nemmeno le sue citazioni di LRH.

Probabilmente ha prodotto delle ondate e allora lui ha fatto ciò che sa fare meglio: odiare e distruggere!

vogliamo solamente puntualizzare le seguenti cose riguardo a questa causa:

* Citandola in giudizio la Chiesa sarà costretta a rendere noti i propri documenti, quelli che non devono essere resi noti.

* Per uno Scientologist citare in giudizio un altro Scientologist è un Alto Crimine, di fatto stanno violando la policy.

* Debbie non ha dichiarato nulla che non sia già conosciuto e disponibile pubblicamente, e tecnicamente non ha fatto nessuna dichiarazione pubblica.

*Sarà dura provare che “abbiano firmato sotto coercizione”, dato che entrambi hanno ricevuto $ 50.000 per aver firmato l’accordo. Lei, durante gli anni, ha anche ricevuto migliaia di dollari in buoni per i suoi cicli di regging.

* Per coloro che sono interessati, l’udienza è fissata per giovedì 9 febbraio 2012 alle nove del mattino, presso la 150ª Corte Distrettuale della Contea di Bexar a San Antonio Texas.

Il credo della Chiesa dice:
“Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di pensare liberamente, di parlare liberamente, di scrivere liberamente le proprie opinioni e di controbattere, scrivere o esprimere il proprio punto di vista sulle opinioni altrui.”

Di: Aida Thomas

Ecco cosa dice Joe Childs:

la Chiesa di Scientology cita in giudizio storica leader di Clearwater per la sua e-mail del primo dell’anno.

di Joe Childs e Thomas C.Tobin,

Tampa Bay Times postato: 30 gennaio 2012 07:58

la Chiesa di Scientology cita in giudizio il leader di Clearwater Debbie Cook dopo che ha messo in discussione pubblicamente le tattiche aggressive di raccolta fondi e altre pratiche della Chiesa.

La causa – inoltrata venerdì a San Antonio, Texas, dove la Cook risiede – rivela che la chiesa ha pagato alla Cook e a suo marito Wayne Baumgarten, $ 50.000 a testa per non parlare a nessuno riguardo al periodo passato sullo staff della Chiesa.

La Cook, cinquant’anni, ha lavorato per 17 anni come ufficiale ai vertici della Chiesa di Clearwater, i quartieri generali mondiali di Scientology. Servendo con il grado  di “capitano“, ha presieduto alla testa di un’operazione che ha portato, durante quel periodo, 1,7 miliardi di $ nelle casse della Chiesa.

La Cook e Baumgarten, quando hanno lasciato lo staff nell’ottobre 2007, hanno firmato degli accordi di non divulgazione. Detto questo, la Cook ha lavorato nell’ordine religioso della Chiesa, la Sea Org, per 29 anni.

La Chiesa asserisce nella causa che la coppia ha violato gli accordi nel momento in cui la Cook ha fatto circolare una lettera sollecitando gli Scientologist a lavorare internamente per riformare la Chiesa. La lettera è finita nelle mani di migliaia di membri della Chiesa.

Sostenendo che era sul punto di andare incontro a “rischi sostanziali e danni imminenti e irreparabili“, la Chiesa ha chiesto e ha ricevuto un ordine temporaneo di restrizione perché la Cook e Baumgarten non dicano nient’altro.

In una dichiarazione al Tampa Bay Times, il portavoce della Chiesa, Karin Pouw, ha descritto i pagamenti alla coppia come aiuto“, dicendo che entrambi hanno accettato di propria volontà i soldi come parte di un accordo impegnativo legale. La  Pouw ha detto; “Solo dopo le recenti violazioni di quell’accordo si è reso necessario per la Chiesa perseguire e proteggere i propri diritti”.

Gli accordi, allegati alla causa, forniscono un raro sguardo alla profondità straordinaria sul modo in cui la Chiesa tiene segreti i propri lavori interni.

Alcune delle restrizioni imposte a Cook e Baumgarten:

  • Hanno rinunciato ai loro diritti sul primo emendamento alla libertà di parola.
  • Non potranno mai, “a tempo indeterminato“, rivelare qualsiasi informazione sulla Chiesa, sul suo staff o sui precedenti staff.
  • Non potranno mai pubblicare, o tentare di pubblicare o aiutare chiunque a pubblicare su di un qualsiasi Media una qualsiasi informazione sulla Chiesa. Incluso giornali, televisione, radio o Internet.
  • Non potranno mai pronunciare o spargere una voce denigratoria sulla Chiesa, sia direttamente che indirettamente.
  • La coppia ha convenuto a dure penalità dovute alla violazione dell’accordo, incluso una multa minima di $ 100.000 per ogni voce denigratoria postata in Internet, per ogni passaggio televisivo o per ogni storia ai giornali.

La Chiesa asserisce nella causa che le News della Cook riguardo alla “e-mail denigratoria” hanno raggiunto più di 24 milioni di persone attraverso show televisivi e radio e storie sui giornali, incluso il rapporto apparso nel Times.

La lettera criticava le tattiche “estreme” di raccolta fondi usate dallo staff della Chiesa e ha detto che la Chiesa ha accumulato oltre 1 miliardo di dollari in riserve. Metteva in discussione le strategie della Chiesa per la costruzione in tutto il mondo di nuove chiese chiamate “Org ideali“, riferendosi ai palazzi come inutilmente “eleganti“.

Presumeva che la “struttura di comando complessa e bilanciata“, messa in opera dal fondatore di Scientology L. Ron Hubbard non esista più, e sosteneva che Scientology è ora guidata da un singolo leader, David Miscavige.

La lettera sosteneva anche che  molti Scientologist stanno raggiungendo i più alti livelli di consapevolezza spirituale solo per sentirsi dire di rifare i servizi dei livelli più bassi a caro prezzo.

La lettera dichiarava; Queste pratiche sono contro le policy di Hubbard, e tutti i membri che seguono queste policy sono obbligati a fare rapporto per correggere problemi interni,

La Pouw non ha risposto a diverse domande riguardo agli accordi firmati dalla Cook e da Baumgarten, e ha detto che è l’inchiesta giornalistica “si adatta alla vostra agenda carica di polemiche“. Ha detto che il Times dovrebbe segnalare le 15 “Org Ideali” pronte ad aprire quest’anno, includendo i due recenti tagli di nastro ad Amburgo, Germania, e a Sacramento in California.

Prima della presentazione della querela, la Chiesa ha scritto alla Cook per chiederle di smettere di andare d’accordo. La querela dice che la Cook ha risposto giovedì scorso, dichiarando in una e-mail che non rinuncerà ai suoi diritti sulla libertà di parola e asserendo: “Se mi denunciate, non importa… non ho soldi da spendere per gli avvocati“.

La Cook ha scritto al Times non appena la lettera è stata resa pubblica, lamentandosi del fatto che il giornale ha riproposto le sue parole nella lettera del primo dell’anno. Ha scritto che questa lettera non era intesa per occhi non familiari alla Chiesa. “Era chiaramente intesa come una comunicazione fra Scientologist“.

35 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente