Diciassette ragioni per farsi audire da un Auditor Indipendente.

Siete Scientologist Indipendenti? Non fatevi fregare!

Spesso la gente mi chiede com’è l’auditing indipendente. Mi chiede se è Standard. Se viene consegnato da auditor qualificati e com’è in paragone a quello consegnato oggi nella Chiesa.

La risposta più semplice che mi viene in mente è che è uguale a come veniva consegnato nella CofS molto tempo fa.

L’auditing è prima di tutto per il PRECLEAR, per aumentare la sua volontà di giocare il gioco della vita.

Non è difficile da fare. Uno deve semplicemente seguire le regole e usare ogni aspetto della Standard Tech che si applichi a quel particolare preclear, nel punto esatto del suo auditing.

Cos’è la Standard Tech? Ci sono molte discussioni su questo soggetto, meglio chiarirne il termine.

Dalla conferenza di Classe VIII, numero 4, del 27 Settembre 1968 – intitolata “La Standard Tech Definita”:

Questa è la terza edizione del Webster International Dictionary. La parola Standard. Significa ‘Un determinato livello o grado di qualità che è giusto ed adeguato per un preciso scopo’ .

La parola Tecnologia: ‘…Tecnologia è la scienza dell’applicazione della conoscenza ad uno scopo pratico; scienza applicata’.

Oppure da HCOB 23 ago 68: ‘Quella tech che non ha assolutamente arbitrari‘.

Inoltre dal Corso di Classe VIII, conferenza 2: ‘L’ammontare di quegli esatti procedimenti che creano un percorso che va da umanoide ad OT, l’esatto metodo di organizzarli, l’esatto metodo di consegnarli e l’esatta riparazione degli errori commessi in quel percorso’.

Non occorrono grandi palazzi e staff in uniforme per liberare le persone dalle trappole del passato. Servono auditor che si prendano cura di voi e capiscano le vostre aspettative, che facciano tutto ciò che serve per far si che tali aspettative si avverino.

In una pratica indipendente, la standard tech si usa a beneficio del preclear ed è libera dagli arbitrari che sono stati imposti dalla Chiesa di Miscavige. Come risultato i preclear degli auditor della Scientology Libera ottengono vittorie ogni giorno.

Se sei stato un membro della Chiesa di Miscavige, probabilmente sei stato soggetto per molti anni ad una versione pervertita della tecnologia di Scientology.

Perché non provi a scoprire cosa si può fare con un Auditor etico e indipendente? Ecco alcune ragioni che dovresti tenere in considerazione quando fai un servizio presso un Auditor Indipendente:

  1. Il tuo Auditor Indipendente segue il Codice dell’Auditor.
  2. La prima domanda che ti chiede un Auditor Indipendente è: “Cosa vuoi maneggiare?”
  3. Il tuo Auditor Indipendente vuole indirizzarsi a quello che tu vuoi si maneggi, non importa cos’è.
  4. Il tuo Auditor Indipendente è felice di aiutarti ad acquisire la certezza mentre attesti lo stato di Clear. Scoprirai che validare questo stato è molto più semplice di quello che la Chiesa vorrebbe farti credere.
  5. Potrai scegliere l’Auditor Indipendente che ti duplica meglio. Tu vuoi un Auditor di cui fidarti. L’abilità e la presenza dell’Auditor hanno una parte in questo, ma c’è un problema di chimica personale e questo può fare tutta la differenza del mondo per un PC. Potrai scegliere.
  6. Il tuo primo ciclo di Regging consiste in: “Quante ore desideri comprare? Bene! Mandami i soldi quando sei pronto ad iniziare.”
  7. Il seguito del ciclo di Regging consiste in: “Stai finendo le ore. Vorresti farne altre quando finiscono?”
  8. Il tuo Auditor Indipendente farà qualsiasi cosa ci voglia per ricostruire la tua storia di auditing e per fornirti la certezza su ciò che hai già raggiunto attraverso il tuo auditing passato. La mancanza dei vecchi folder non è una barriera.
  9. Un ora di auditing Indipendente solitamente costa meno di una notte in città e i benefici sono permanenti.
  10. Un Auditor Indipendente farà in modo di adattarsi alla tua schedula. Alcuni verranno pure a casa tua e ti consegneranno il servizio. Alcuni hanno il loro studio privato. Sei libero di scegliere il professionista e il metodo di consegna che meglio si addice ai tuoi bisogni.
  11. Il tuo Auditor Indipendente avrà i suoi obiettivi allineati ai tuoi. Questo punto dovrebbe diventarti chiaro fin dalla prima intervista.
  12. Se ricevi una telefonata dal tuo Auditor è perché si vuole assicurare che i tuoi successi siano stabili o verificare i tuoi progressi.
  13. Se contattando il tuo Auditor Indipendente, lui sentisse che qualcun altro potrebbe fornirti un servizio migliore, per via della tua situazione o della tua posizione geografica, con molta probabilità ti indirizzerà ad un altro Auditor.
  14. Un Auditor Indipendente consegna l’auditing con molta ARC. È lì per il PC e non è immerso nello spingere le statistiche facendo molte ore. Non è nemmeno un inquisitore che raccoglie informazioni confidenziali per futuri ricatti a tuo discapito da parte delle Org.
  15. Il tuo Auditor Indipendente riconosce il tuo desiderio di ricevere auditing indirizzato a ciò su cui hai l’attenzione. Usa solo il tempo richiesto sui rudimenti (Rotture di ARC, Problemi del tempo presente e Withhold mancati). Non usa i sec check con prefisso “Non ti sto audendo”, ma invece ti riparerà gli effetti negativi di questa pratica barbara con le liste di correzione appropriate.
  16. Il tuo Auditor Indipendente riconosce quando un procedimento ha raggiunto l’EP e sa che l’azione del Meter è solo una dei quattro indicatori. Indica gli F/N quando ci sono e non è fissato sul meter aspettando che faccia l’infame F/N a tre spazzate di Miscavige.
  17. Il tuo Auditor Indipendente sa che hai una vita da vivere e una carriera da seguire. Quando c’è qualcosa che richiede la tua immediata attenzione, si aspetta che tu ti prenda il tuo tempo per maneggiare la situazione in modo appropriato e dopo ricomincerà a consegnarti l’auditing.

Se ci sono altre ragioni che ho omesso, sentitevi liberi di aggiungerle per contribuire a questa lista.

David St Lawrence

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

18 risposte a “Diciassette ragioni per farsi audire da un Auditor Indipendente.

  1. Mi hanno mandato questo video, bello e rende l’Idea.
    Amare incondizionatamente.

  2. i puntini di Diogene...

    Proprio stamattina, durante la mia camminata quotidiana, in un tripudio di primavera in boccio ho avvertito una netta sensazione: questo universo è talmente pieno, ricolmo, sovrabbondante, che siamo costretti a diluirlo in ARC…
    Per questo non sarò mai sopraffatto da nulla…

  3. Mirko

    Bellissimo questo articolo di David St Lawrence, grazie per averlo tradotto.

    Io credo che possiamo considerare l’elencazione fatta ” Ecco alcune ragioni che dovresti tenere in considerazione quando fai un servizio presso un Auditor Indipendente“ , come dei nuovi dati stabili riguardo all’auditing…

    Sono certo che per molte persone questa lettura possa far parte della “decompressione/depitiesseizzazione” che in parte è ancora in corso (dopo 10/20/30 anni di Cof$, non se ne esce in un “batter d’occhio”)

    Leggere cose come
    – ”La prima domanda che ti chiede un Auditor Indipendente è: “Cosa vuoi maneggiare?”
    – “Il tuo Auditor Indipendente vuole indirizzarsi a quello che tu vuoi si maneggi, non importa cos’è.”
    – “Il tuo primo ciclo di Regging consiste in: “Quante ore desideri comprare? Bene! Mandami i soldi quando sei pronto ad iniziare.”
    – “Il tuo Auditor Indipendente avrà i suoi obiettivi allineati ai tuoi. Questo punto dovrebbe diventarti chiaro fin dalla prima intervista.”
    – “Un Auditor Indipendente consegna l’auditing con molta ARC. È lì per il PC e non è immerso nello spingere le statistiche facendo molte ore. Non è nemmeno un inquisitore che raccoglie informazioni confidenziali per futuri ricatti a tuo discapito da parte delle Org.”
    – “Il tuo Auditor Indipendente sa che hai una vita da vivere e una carriera da seguire. Quando c’è qualcosa che richiede la tua immediata attenzione, si aspetta che tu ti prenda il tuo tempo per maneggiare la situazione in modo appropriato e dopo ricomincerà a consegnarti l’auditing.”
    … (solo per citarne alcuni) , SONO SENZ’ALTRO “DEI NUOVI PUNTI DI VISTA” SULL’AUDITING (cioè sul risanamento di un Essere).

    Io in effetti non ho mai vissuto queste situazioni, non ho mai sentito o mai provato prima questi principi dell’auditing elencati in questa lista di David St Lawrence… se non lette di sfuggita in qualche conferenza/HCOB di LRH, ma subito invalidate “dall’esperienza” diretta nell’HGC dell’Org (che ti audisce solo su ciò che LORO hanno deciso, spesso invalidando le tue originazioni di Pc / preOT).

    Devo dire che questi nuovi “fattori di realtà” sull’auditing/auditor sono un grande sollievo… e quindi un grande stimolo che ci si può fidare a continuare.

    Grazie

  4. Paolo F.

    Il non attaccamento

    Cos’è un buddha? Un buddha non è un Dio, un santo, un superuomo o un essere sovraumano. È uno di noi. Uno qualunque.

    Le quattro nobili verità:
    1 — ESISTE LA SOFFERENZA
    2 — LA CAUSA DELLA SOFFERENZA è L’ATTACCAMENTO (che è causato dall’ignoranza che tutto è impermanente)
    3 — LA SOFFERENZA PUò ESTINGUERSI CON L’ESTINZIONE DELLA SUA CAUSA, cioè l’ignoranza circa l’impermanenza di tutte le cose e quindi l’attaccamento alle cose e alle persone.
    4 — GLI OTTO NOBILI SENTIERI CONDUCONO ALL’ESTINZIONE DELLA SOFFERENZA

    Gli otto nobili sentieri:
    Retta comprensione
    Retto pensiero
    Retta parola
    Retta azione
    Retti mezzi di sussistenza
    Retto sforzo
    Retta PRESENZA mentale
    Retta concentrazione

    • Principi molto nobili ed universali che mostrano quanto il Buddismo sappia cogliere l’essenza spirituale della vita e quanto Scientology ne sia affine.
      L’apparenza dei termini può essere differente ma la sostanza è la medesima. Solamente chi ne sa cogliere l’essenza e non ripete “pappagallescamente” le definizioni in scientologese potrà trarne beneficio e non cadrà nell’infida trappola dell’intolleranza e della diffidenza verso lezioni di autori diversi da Ron Hubbard.
      Guido

  5. L’impedimento da parte della Church di guardare altrove, per paura dell’entheta, causa alle persone di non poter vedere dati validi pensati da thetan altrettanto validi.
    Ci sono molte strade, lo disse anche Ron. Scientology è una via funzionale, i suoi dati sono il frutto di 50.000 anni di pensiero umano, ben compilati e testati. Invalidare altri esseri che ci hanno aperto la strada al’illuminazione è come invalidare Ron stesso nella sua ricerca.
    Ed il mettere in dubbio la capacità di una persona di saper valutare importanze relative è una invalidazione verso chi pratica Scientology.
    Scientology si sceglie auto-determinatamente, non la si può imporre a colpi di etica.

  6. Paolo F.

    Dicevo a Guido che un principio sacrosanto di Scientology è che la Tech funziona quando l’Eitca è IN, ma in Scientology il concetto di etica, grazie anche alle semplificazioni aberrate che si acquisiscono nelle terze dinamiche della Church, si sono ridotte formulette per bambini scemi, quindi rivalutare l’etica in base agli Otto Nobili Sentieri può aiutare l’indipendente a rivalutare il suo concetto di etica personale e all’ortodosso sperabilmente di illuminarsi e aprire gli occhi.

    • Ben detto Paolo!
      L’Etica, nella sua forma auto determinata, può sempre migliorare. Questo anche in base alla crescita personale e ad una maggiore consapevolezza.
      Ben vengano elementi diversi che aiutano tale crescita.
      Il test fondamentale è: Vivo meglio? Sono più felice?

  7. Mirko

    IL PEGGIOR NEMICO DI HUBBARD – PARTE 2
    http://indipendologo.wordpress.com/2012/04/01/il-peggior-nemico-di-hubbard-parte-2

    Bellissimo articolo di Marty (tradotto dall’Indipendologo) , mi ha dato delle nuove caselle del puzzle ed ho avuto della carica che se n’è andata.

    Considero questo argomento un tema che è stato più spesso trattato qui nella “LaReception” e preferisco commentarlo in questa “piazza”.
    Grazie comunque all’Indipendologo per la traduzione.

    Tutte queste bugie sulla vita di LRH, tutta questa falsa rappresentazione per fare in modo che LRH sia considerato un infallibile Dio, tutte queste false idee su di lui, io ho capito sono state COSTRUITE A TAVOLINO da questo insano (a dir poco) individuo che è DM.

    Così facendo ha creato degli Scntologist implantati e bloccati “sull’infallibile LRH” , che deve essere solamente seguito pedissequamente e letteralmente.

    Intendere le cose a livello letterale significa incapacità di capire concettualmente, e per meglio dire in italiano, nel corretto senso letterario:

    “Quello che viene chiamato senso “letterario” , è il SENSO, CONCETTO, che ha voluto darci l’autore”. L’elemento importante è ciò che l’autore ha voluto dire, e non la “lettera” delle parole.. perchè la “lettera” non è sufficiente di per sè .

    I letteralisti invece traggono il senso di un testo dal senso superficiale delle sue parole, senza tener conto del contesto o del genere letterario.

    Non bisogna confondere una interpretazione “letteralista” da quella che viene chiamata interpretazione “letteraria”.
    Cos’è invece il senso letterario ?
    Il senso letterario di uno scritto, al contrario del suo senso letteralista, è il SENSO che voleva dare l’autore originario.

    In altri termini , noi dobbiamo domandarci : “cosa ha voluto dire questo autore?”
    In un testo, non dobbiamo leggere nè più nè meno ciò che l’autore aveva in testa.”

    DM ha fatto un gran lavoro nel far scivolare pian piano gli Scntologist da gente normalmente (prima di Scn) intelligente e autodeterminata, a gente che deve interpretare solo “letteralmente” le parole di LRH (in quanto “Dio infallibile”), spesso anche quando usate a mò di metafora.

    Questo significa far diventare chi studia uno stupido fondamentalista “adoratore di personalità”, che non ragiona e quindi non ottiene comprensione concettuale, ne autodeterminazione (che anzi va completamente persa). Insomma si è creato un culto intrappolante, a scapito della comprensione di sè stessi, che è ciò che LRH veramente voleva ottenere per tutti.
    A causa di tutto ciò alla fine LRH è diventato colui che dice falsità.

    Io credo sia uno scopo voluto intenzionalmente dall’insano DM.

    Credo che da buon personalità Vampiresta, quale lui è evidente essere, DM ha inteso transitare attraverso una controproducente (per LRH) idolatrazione della genialità di LRH, per finire nel farsi idolatrare esso stesso di rifless… “tanto LRH non è più per rimproverarmi… e speriamo non torni nemmeno mai più…”

    DM è di certo un bastardo! (In senso letterario… o forse anche in senso letterale?!)

    • Sono sintomi di una persona che non ha compreso Scientology.

    • Possiamo constatare quanto anche noi, nella Cof$, stavamo diventando Cloni e Fondamentalisti, l’esatto opposto di ciò che LRH si era prefissato di far raggiungere alle persone con Scientology .

    • maurizio

      Mirko!
      hai usato abbastanza paroloni da farmi girare la testa, ma hai detto il giusto

      • Mirko

        “COME STUDIARE SCIENTOLOGY”
        Scientology Una Nuova Ottica sulla Vita

        La PRIMA COSA che uno studente deve scoprire da sè, e poi riconoscere, è che ha a che fare con strumenti di precisione.

        NON E’ COMPITO DI QUALCUN ALTRO IMPORGLI QUESTI DATI.
        Spetta allo studente scoprire quanto siano precisi questi strumenti.

        Prima di cominciare a discutere, criticare o cercare di migliorare i dati che gli vengono presentati, lo studente dovrebbe scoprire da solo se le meccaniche di Scientology sono così come vengono enunciate oppure no,e se Scientology fa ciò che si prefigge di fare o meno.

        Dovrebbe prendere una decisione su ogni cosa che viene insegnata: esiste questo dato? E’vero? Funziona? Produrrà i migliori risultati possibili nel tempo più breve possibile?

        C’è un modo per avere le risposte a queste domande a sua completa soddisfazione: SCOPRIRLE DA SE’.

        Questi sono i principi fondamentali e ogni studente dovrebbe impegnarsi a scoprirli da sè,innalzando così Scientology al di sopra di un livello AUTORITARIO.

        Non basta che un istruttore gli si pari davanti e ne dichiari l’esistenza.
        OGNI SINGOLO STUDENTE DEVE STABILIRE DA SE’ SE LE AFFERMAZIONI DELL’ISTRUTTORE SONO VERE OPPURE NO.

        Sono due i modi in cui l’uomo normalmente accetta le cose:
        il 1°modo è di accettare un’affermazione perchè l’AUTORITA’ dice che è vera e che deve essere accettata; il 2° modo è basato sull’accordo della maggioranza delle altre persone.

        NESSUNO DEI DUE MODI SONO MOLTO VALIDI.

        LRH

  8. maurizio

    in primis do un riconoscimento a Paolo per il suo commento.
    poi colgo al volo l’imbeccata per commentare su questo soggetto che mi è particolarmente caro.
    etica!
    altra parola più carica non c’è!
    e nemmeno un soggetto più sacro.
    che cosa avrà da dire il chiaritore di parole anche sull’etica?
    be…le solite cose.
    per esempio che sono in disaccordo con la traduzione…come sempre. vediamo qual è il punto.
    1. la def. operativa di ‘etica’ la troviamo sulla HCOPL del 12 07 1980R, THE BASICS OF ETHICS(i fondamenti delle etiche) si, Ron lo scrive plurale, e tu pensi”anche DIANETICS, è il nome di un soggetto”…ok ci può stare, per adesso, quella puo essere la def. corretta te lo concedo, percui in quella frase ‘etica’ (il soggetto) è la traduzione corretta; fin qui tutto bene, ora cominciano i guai. dopo avere introdotto l’idea che etica e giustizia sono confuse nella società umana principalmente per mancanza di definizioni precise Ron ci toglie le patate dal fuoco e ci da le definizioni: “ETHICS consists simply of the actions an individual takes on himself. it is a personal thing. When one is ethical or ‘has his ethics in,’it is by his own determinism and is done by himself”
    (ETHICS consiste semplicemente delle azioni che un individuo intraprende su di se. è una cosa personale. quando uno è etico o ‘ha le sue ethics in’ è per sua scelta ed è fatto da lui)
    perchè ho tradotto:…le sue ethics in’ ?
    prima di tutto quelle virgolette indicano una espressione “slang”(gergale) ovviamente in uso nella chiesa originalmente nel mondo anglo sassone al momento dello scritto. questa parola è plurale ed ha il significato:” The rules or standards governing the conduct of a person or the members of a profession: medical ethics” ref. the free dictionary online (le regole o standard che governano la condotta di una persona o i membri di una professione: (es. medical ethics)
    nota che Ron ha appena definito ETHICS nella riga precedente come: “…the actions an individual takes on himself.”
    actions, plurale. e la parola
    usa questa definizione nella frase gergale”has his ethics in” ed il significato diventa: ha le sue(azioni che un individuo intraprende su di se) “IN”(operanti, in funzione).
    cioè: fa quello che deve fare in base al suo buon senso, o si comporta come si deve, o non fa lo stronzo o comunque vuoi metterla. (ammetto che quando ho scoperto questo ho capito perchè mi sentivo strano quando qualcuno diceva di ‘mettere l’etica in’
    la bpc era la parola malcompresa) forse tutti lo sapevano all’infuori di me, ma ne dubito.
    altro discorso da fare è che subito dopo Ron definisce anche giustizia. e qui è molllto chiaro.
    “JUSTICE is the action taken on the individual by the group when he fails to take these actions himself.”
    molto semplicemente (Giustizia è l’azione intrapresa sull’individuo dal gruppo quando lui manca di intraprendere quelle azioni da solo)
    è chiaro come questa definizione sia espressa in funzione della precedente def. di ETHICS.
    questo ci porta all’ulteriore considerazione che prima di questa hcopl l’uso di queste parole e definizioni fosse effettivamente confuso, e come quella confusione persista nonostante. esempio la sezione di ETICA che si occupa solo di justizia ecc.
    ok, come sempre abbiamo una parola usata in una moltitudine di significati e questo genera una confusione che nn chiarisce facilmente.
    termino con l’etimologia delle suddette.
    lat etica Gr etika, da ethikos(etico)da ethos(carattere)(proprio)

    Lat justitia, da justus(giusto) jus(diritto)

    pedanticus

    • Mau,Strabiliante…..
      Questo fa capire quanto a fondo ci si può avventurare, in tutti i sensi, alla ricerca della vera comprensione.
      La più grande certezza, nella ricerca della verità , e` la consapevolezza , di non poter mai sapere tutto e che quindi c’e` sempre qualcosa da imparare o un modo per far ancora meglio.
      Questo ci spinge ad una naturale evoluzione e sinceramente…… Megusta !

      • Mirko

        “Le parti componenti della libertà, perché noi per primi l’abbiamo esaminata, sono quindi: affinità, realtà e comunicazione che si assommano in comprensione. Una volta conseguita la comprensione si ottiene la libertà.”
        LRH (Dizionario Tecnico)

  9. Mirko

    Dedicato ai creatori, gestori e frequentatori di questo blog:

    “Il destino di qualunque porzione di conoscenza di se stesso, della sua società o di questo universo, che l’Uomo sia mai stato in grado di apprendere, è stato, prima o poi, quello di sottomettersi a qualche fuorviante interesse speciale per creare altri schiavi.

    Questa è una di quelle volte in cui, fino a quando avrò parole in bocca e respiro nel thetan… questa volta questa deviazione non avverrà”.

    LRH
    Congresso di Melbourne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...