CONDOTTA

 Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

L`Abilità di volersi bene è una chiave per poter avere accesso alla nostra libertà, se precludiamo a noi stessi la volontà di amare, creando bugie sulle intenzioni del nostro prossimo, non faremo altro che accrescere l`entheta nei nostri universi, allontanandoci così da quelle mete di civiltà senza criminali, pazzia e guerre su cui tutti noi ci trovammo d’accordo quando per la prima volta le leggemmo avvicinandoci a Scientology.

Dice bene Ron in questo scritto che il volersi bene è una abilità, la cui anatomia è,  semplicemente: Osservare, prendere decisioni, agire.

Guido M.

o-o-o(O)o-o-o

“Attitudine e Condotta di Scientology

– 4° ACC di Londra, 3 Novembre 1955 –

Dalla voce di LRH:

*     *     *

“… la dura lezione lungo questa linea è che le liste di non-comunicazione, la revoca/sospensione dei certificati, azioni in tribunale o qualsiasi altro tipo di qualunque cosa all’interno del regno di Scientology e così via, non solo è difficile ma non funziona. E questo è tutto. Semplicemente non funziona. È cibo per i gabbiani.

Potrebbe funzionare alla Gestetner Limited o alla Westinghouse, ma non funziona in Scientology. Avete capito?”

“Questo perché sono persone di buone intenzioni. E dicendo che queste persone non sono più adatti ad associarsi con noi, abbiamo detto una grossa bugia. Non è vero. Non sarà mai vero. Avete capito?”

“La nostra incapacità di capire le azioni degli altri Scientologist ha una barriera molto affascinante. La limitazione della nostra comprensione e semplicemente questo: noi diciamo che loro hanno cattive intenzioni, e questa è una bugia. Avete capito?”

“Così l’intera situazione è responsabile di creare turbamento intorno a questa cattiva intenzione postulata. Questo è ciò che inturbola la situazione. Ciò che forma una bugia.”

“La situazione allora diventa irrisolvibile. Perché vi abbiamo introdotto un fattore modificante chiamato bugia.”

“Il patrimonio di maggior valore che abbiamo, al momento, è la nostra capacità di capire, di fare la cosa giusta, di essere gentili, di essere decenti.”

“Bene, mi dispiace sconvolgere un dato molto stabile, se lo sconvolge. Ma il solo modo in cui si risolve mai qualcosa è lasciando che il vostro buon cuore possa raggiungerla e attraversarla. Questo è il solo modo in cui si risolve. “È non si risolve mai facendo i duri.”

“Che cosa abbiamo realmente di valore nelle organizzazioni di Scientology? La sola cosa che abbiamo di valore, al momento, è Scientology, una comprensione della vita, un incremento dell’abilità di comunicare, un buon concetto e una presa sulla realtà e l’abilità di volervi bene. Questo è tutto ciò che avete.”

Dedicato ad ogni Scientologist.

40 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT, Scientology indipendente

40 risposte a “CONDOTTA

  1. Questo si che e’ parlare ! Grandi parole di LRH !

  2. IO aggiungo,belle,sagge,comoventi parole.
    Della serie pace e amore, volemosi bene.
    Ma sara perche’ sono ancora abberrato ma a me non mi riesce.
    Certo anche GESU’ diceva: AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO.
    Forse e’ per questo che alcuni li’ odio visto che a volte odio me stesso.
    Va bhe che devo ancora fare il grado 2 poi vi diro’ !!
    Ciao

  3. Certamente la COF$ non ha applicato cio’ visto che i Fedeli usciti o buttati fuori vengono “considerati” carne da macello dei DB.
    Non come diceva GESU’ nella parabola del figliol prodigo o della peccorella smarrita.
    E come dice RON qui sopra.
    Certo prima i piu’ abili!!
    O chi aveva piu’ soldi?
    Scientology non e’ per tutti !!
    Se vai bene il merito e’ mio se vai male la colpa e’ tua.
    Adesso non abbiamo tempo per loro!!
    TU non ti meriti il ponte!!
    Certo che in questo modo si e’ creato molti nemici,disillusi,arrabiati,spennati e abbandonati.
    Va bhe che “LORO” stanno CHIARENDO il PIANETA.
    Ops ma questi qui che ne facciamo?
    Dove li buttiamo?
    NEL BUCO ?
    Qua ci vuole un BUCOOOOOOOO NEROOOOOOOO 8 come le dinamiche
    Ciao

  4. Io non credo molto queste parole, non potere essere scritto per davvero. Essere colpa di qualche segretaria che ha trascritto male potrebbe. Questo è molto sensato ma non possibile, io non vedo da nessuna parte nella Chiesa del Scientology. Forse non ho percorso abbastanza. Se fosse vero dico che Lafayette Ronald Hubbard fu grande uomo ma non capisco questi discepoli.

  5. Mirko

    Bellissime parole di LRH, mi piacciono molto… e sono sicuro che funzionano.
    Io cerco sempre di applicarle, il più possibile; perchè ho provato a me stesso che funzionano e che vivere con questi principi crea serenità a se e agli altri.
    Naturalmente gli Esseri umani sono fallibili, e spesso si dimenticano di applicare queste verità… , ma non è per questo, anche per questo, che ci si applica tanto per studiare e audirsi?
    La parola magica è COMPRENSIONE, sforzarsi di comprendere (attraverso l’applicazione dell’ARC) se stessi ed il prossimo per vivere in armonia.

    Love and peace!

  6. Tony Pacati

    si, molto bello,
    ma…vale per tutti? O vale per “loro”? O vale per gli “altri”? O vale per “te”? O vale per “me”, quando sei TU a dirmelo?
    Oppure vale semplicemente per noi, tutti NOI.
    Non siamo obbligati ad amare, e se e quando lo facciamo, è una cosa che riguarda solo noi, ed è gratis, e se siamo solo lontanamente sfiorati dall’idea che qualcuno ci debba ringraziare per questo, o debba almeno accorgersene, non abbiamo capito niente.
    Che cosa è la grandezza, secondo Ron: amare chiunque, incondizionatamente, nonostante tutto quello che ti possa fare per farti desistere; non fa parte dei “basic” di scientology, fa parte degli assoluti, e mi dà il capogiro, come il tutto, l’infinito, il sempre o la perfezione.
    Proverò a cominciare a capirlo tra qualche vita, ora è fuori la mia portata e non la citerò mai e a nessuno perchè non posso chiedere a qualcun’altro di fare quello che io per primo non mi sento capace di applicare.
    Per ora, qui e adesso, sono al massimo capace di voler bene a qualcuno ed a certe condizioni.
    Siamo bravi a dare buoni consigli agli altri, e non lo dico con ironia, in quanto scientologist sappiamo un sacco di cose sulla vita e possiamo dare giusti consigli che funzionano, io l’ho fatto e con successo!
    Crescendo siamo persino capaci di dare giusti consigli anche a noi stessi, specialmente alle sei del mattino, in una autostrada completamente deserta, mentre albeggia e con i pink floyd che suonano.
    Poi, quando più servirebbero, si fa fatica a ricordarli ed ancor più ad applicarli e ti cacci nei guai.
    Passata la tempesta puoi raccontarti e magari convincerti che “sì però per me è diverso”, o puoi vergognarti un po’ e giurarti “la prossima volta non ci casco più”…io l’ho fatto mille volte.
    Ma “piccoli scientologist crescono” e grandi ci diventeremo.

    buona notte

    Tony Pensierosi

    • Paolo F.

      Pass per i Pink Floyd!

    • Mi piace Tony leggere i tuoi commenti, mi dimostri che e’ molto più’ d’effetto, al posto di far volare cappelli a 50 metri, dimostrare la capacita’ di Buon senso e di differenziazione.
      Doti presumibilmente “naturali” dopo aver appreso le basi di Scientology, ma probabilmente essendo così’ “semplici” si corre per vedere cosa c’e’ dall’altra parte del Ponte…..
      Per poi scoprire che il segreto sta’ ancora la’….. nella semplicità’ delle regole della vita come 8 dinamiche.
      Una corretta applicazione della via della felicita’ renderebbe gli “Scientologist” dei fuoriclasse nei confronti dell’umanità’.
      Ma tra dire ed il fare c’e’ di mezzo il …., no, no, la cambio…… ci son di mezzo gli sp ( minuscolo perché’ mi fan paura come i cani di peluches )
      Buona giornata BIG TONY !

      • Paolo F.

        Non vorrei che si facesse come la Volpe e l’Uva. Siccome non riusciamo a far volare i cappelli a 50 m (neanche a 50 cm) allora è meglio filosofeggiare. Ovviamente non ci interessa far volare i cappelli come sostituto del gioco delle bocce, ma far volare i cappelli, fuor di metafora, vuol dire avere delle capacità OT, quindi dello spirito e non del corpo, con tutto ciò che ne consegue, cioè la libertà dal ciclo delle morti e delle rinascite. Mi pare che questo sia lo scopo principale di Scientology. Per il resto a Tony ho già dato il pass sui pink Floyd! ^_^

  7. Tony Pacati

    piccolo successo un po’ OT:
    2 venerdì fa, passavo in autostrada davanti ad una azienda che era mia fornitrice 15 anni fà, guardandola mi sono chiesto “chissà che fine ha fatto Filippo”, era un loro tecnico molto in gamba e anche simpatico.
    Il giorno dopo ero all’interno dell fiera di Milano, grande come un paese, con migliaia di persone che lavoravano. Io stavo telefonando ad un cliente e vedo di fianco a me una persona che mi guarda e ride. Finisco la telefonata e poi cerco di capire cosa vuole. 15 anni non sono pochi e ci metto un po’ a riconoscerlo. “Ciao Filippo, come stai?”
    Sta aiutando il figlio in una attività commerciale nel mio settore molto importante per me.
    Probabilmente nascerà un’ottima collaborazione.

    Per far volare i cappelli mi sto organizzando.

    • Paolo F.

      Sono le famose “coincidenze” di cui ultimamente è capitato spesso di parlare.

    • L’uso dei cappelli e’ oramai passato, al circo non ci saranno neanche più’ gli animali, ed allora e’ decisamente più’ utile e “miracoloso” saper indirizzare i postulati.
      Grande Tony, sono sicuro che “Filippo” ti stava cercando !
      Ma mi chiedo, se su E&V definiscono uno Scientologo anni 70 con “…La sua carriera comincia negli anni Settanta, perciò stiamo parlando di era paleolitica se la misuriamo nei termini di vita della nostra Chiesa ” ,quando l’etichetta nostrana e’ stata solitamente “Veterani” , stanno forse dando della “vecchia” anche alla Tecnologia che ci ha decodificato e messo a disposizione LRH negli anni 50 ?
      E’ ovviamente spingersi al di la’ della Logica e credo che abbiano in qualche modo offeso chiunque, dentro o fuori dalla Cof$, che ha abbracciato Scientology fin dalla sua nascita in Italia.
      Potrei definire anche io “paleolitico” al giorno d’oggi la stampa su CD o su Libri.
      Oggi tutta la tecnologia e ripeto tutta potrebbe comodamente essere dentro ad un IPAD, salvaguardando la Natura con meno uso di Carta, Plastica, carburante per il trasporto e così’ via.
      Ma vuoi mettere quanta compassione da’ una libreria piena di Scatolotti in cambio di tutti quei soldi spesi ?
      Francesco L’ecologico

    • drogba@gmail.com

      Bellissimo questi si che sono fenomeni OT-

      l’altro giorno anch’io pensavo ad oreste, e mentre lo pensavo ho sentito il desiderio di vederlo, erano anni che non sapevo dove fosse oreste, ed ad un tratto oreste mi chiama al telefono. incredibile la potenza dei fenomeni OT e questo da quando mi sono depittiessato,

  8. i puntini di Diogene...

    Come camminare su di un filo di seta sospeso a mezz’aria…

    Guarda il testo su You Tube…

  9. Stavo pensando: certo che anche TE( Minelli) sei forte mi linki il blog E&V.
    Cosi o cliccato dopo mesi che avevo smesso di leggere quel entheta.
    E quarda cosa e’ successo !
    eticaeverita.org
    Yellow Verdict Image

    Durante l’analisi della reputazione web di McAfee TrustedSource nel sito sono stati individuati comportamenti potenzialmente sospetti che potrebbero mettere a rischio la sicurezza. Utilizzare il sito con cautela.

    L’utente è proprietario del sito? Invia un commento

    Cos’è TrustedSource™?
    Dati del contatto: Popolarità

    Pochi utenti
    http://www.siteadvisor.com/sites/www.eticaeverita.org/msgpage

    • Adri, sono nato un po provocatore, un po cappellano, ma sopratutto realista e pratico.
      E&V direi che si e’ evoluta a modo suo, da commenti degni dei peggiori bar de caracas ad articoli talvolta interessanti.
      Source e’ source, quindi quando postano LRH può’ far solo piacere, i Successi son successi e quindi mi rallegrano parecchio, Griff e Tola oramai sono Friend Borderline e quindi mi fanno sorridere parecchio con lo stile dei loro commenti. Come potrei volergli male ? Sono carinissimi 😀
      Cambia il punto di vista, cambiano i paroloni, ma fondamentalmente tifiamo la stessa squadra ( Fiorentina ovviamente – Omaggio a Tola ).
      Source e’ sempre source !

  10. gieffe.

    grande ,sono d’accordo ,altro che pubblicare articoli del village voice o campagne diffamatorie su utenti di questo blog.questo si che è applicare la tech e diffondere la parola di lrh,non ci sono dubbi su chi sono i veri scientologist nel guazzabuglio di etiche e verità e indipendologi.la reception.

    • Grazie gieffe, noterai che sono apparse delle stelle nello sfondo del Blog.
      Rappresenta la quantita’ di Theta che si sta’ liberando ultimamente.
      Sono veramente orgoglioso di aver incontrato un sacco di persone di buona volontà da quando ho aperto la Reception.
      La mia più’ grande ricompensa e’ vedere la volontà’ rinascere nelle persone di salire sul ponte, avere successi, trovare vere amicizie.
      Quindi dico grazie a chiunque fa qualcosa a riguardo.
      Benvenuto sul Blog.

    • drogba@gmail.com

      sono d’accordo Gieffe ( penso di capire chi sei, almeno spero tu sia chi io penso e ti saluto in nome della nostra grande amicizia) l’ho sempre pensato e finalmente qualcuno dei nostri lo posta, questa e’ la vera indipendenza e non le chiacchere da bar che esistono nei blog innominabili.
      Inoltre qui abbiamo tra i migliori auditor disponibili nel pianeta altro che chiacchere, e del cappellano non abbiamo bisogno

      • Ti ringrazio e benvenuto,il segreto della vera indipendenza e’ racchiuso nella sua definizione.
        Abbiamo a disposizione “uomini e mezzi” appropriati per poter percorrere il ponte, questo e’ un luogo dove ci si può’ confrontare liberamente.
        Non urliamo di essere gli “unici detentori della Tech”, non ci interessa nessuna incoronazione, ci interessa crescere insieme, trovare nuovi amici, onorare ed applicare ciò’ che di buono LRH ci ha lasciato.
        Il Cappellano ci vuole pero’ !!! ( ci provo ma non ho molto successo come cappellano)
        La saggezza, la responsabilita’, la conoscenza ed il buon senso ci porta a diventare noi stessi un po’ Cappellani nei confronti della vita.
        Molto Peace&Love ma alla fine e’ la migior Via da percorrere !
        Quando vuoi intervenire sei il benvenuto !
        Francesco

  11. Paolo F.

    Come i Minelli’s sanno, mi ero riproposto di non rispondere a un articolo che E&V mi ha gentilmente dedicato. Cioè l’eccesso di stupidità dei suoi contenuti mi aveva impedito di dedicarci quel minimo di attenzione necessaria per articolare un commento. Questa mattina invece mi è venuta l’idea che quell’articolo poteva darmi uno spunto per ampliare certi concetti a beneficio dei nostri lettori e per far brillare forse un minimo barlume di intelligenza residua nei commentatori di E&V.
    Ora tutto l’articolo, dai titoli alle figure che lo accompagnano, gioca sul fatto che io sarei molto vecchio. Infatti ho 59 anni. Non so se avere 59 anni significhi essere molto vecchio, oppure se comporti una certo marchio negativo a priori. Secondo il fine umorista di Etica&Verità, invece significa far parte del “paleolitico” di Scientology. Ma io mi chiedo: è possibile che una persona che si ritiene uno scientologo possa ironizzare su un non-concetto del genere?
    Al di là della stupidità credo auto-evidente, mi viene da pensare che quando io ho iniziato Scientology facevo parte insieme a Claudio Lugli, Pippo Polara, Marco Rota, Rossella Cominelli dei giovani ventenni, poi c’erano i vecchi: Trino Tirale,.Marco Damiani, Ugo Ferrando, Romanini, Minelli senior, Camillo Pavia e altri quasi trentenni e poi c’erano i vecchissimi Giuliano Monaco e poi colui che sarebbe diventato Il Grande Gatsby di casa nostra Ron Loving che avevano superato i 30. Se guardiamo le fotografie dell’epoca, e soprattutto quelle del decennio precedente (vi consiglio di trovare su FB) Candy Swanson che pubblica tantissime fotografie di LRH e dei SO Members di allora si vede LRH circondato da gruppi di giovani e giovanissimi che costituivano il gruppo principale degli staff e anche del pubblico. Si capisce perché ad un certo punto venne chiamato The Old Man. Sarebbe possibile chiamarlo così adesso? Mi ritornano in mente i filmini degli Squirrel Busters che assediavano Marty Rathburn. Una cosa patetica. Comunque dando del Jurassico e chiamando “paleolitica” la Scn degli anni 70 hanno fatto un “bel” complimento non solo a me ma anche a tutti quegli Scientologist loro colleghi che hanno iniziato Scientology negli anni 70, più vecchi di me e che ancora fanno parte del loro gruppo. Ma forse manca quel briciolo di intelligenza necessaria per collegare le due cose.
    Vorrei invece soffermarmi sul Buddismo e sul Falun Gong. I principi cardine del Falun Gong, una pratica buddista, sono Verità, Compassione, Tolleranza, considerati i fondamenti cardine di questo universo. Tre fattori come per il Triangolo di ARC. Faccio questa domanda: se insieme ai due triangoli di Scn si fosse considerato anche questo triangolo sarebbero stati possibili tutti i comportamenti entheta successi in passato e che succedono ancora adesso all’interno di Scn? Sarebbe possibile che qualcuno compilasse e pubblicasse un blog come Etica & Verità in nome dei principi di Scientology. Non avrebbero contribuito a rendere più chiari i concetti di cosa è ARC e di cosa è Theta e dei loro opposti? Non avrebbero evitato quelle erezioni egoiche che abbiamo visto in tutti questi anni nella Chiesa ma anche fuori? “Io sono Clear, Io sono OT, bada a come parli!!!) Certamente, la storia ci dimostra ad esempio che in nome del Vangelo che predica amore e comprensione si sono massacrate e torturate milioni di persone. Penso però che sarebbe stato come minimo un po’ più difficile.
    Voglio rispondere anche a Griffante che è l’unico a tentare un certo ragionamento, basato su un concetto e non su stupidaggini.
    Su quel testo che ho scritto chiamato “Corso di Autostima, potrei scrivere un altro piccolo resoconto. Ai tempi, stiamo parlando della fine degli anni 90, ricevetti la visita di diversi inviati della Chiesa, penso di OSA, che cercarono in qualche modo con minacce e tentativi di maneggiamento di non farmelo pubblicare. Alla fine venne un ragazzo figlio di un mio amico, e io gli proposi una sfida; gli dissi: “decidiamo insieme cosa togliere ed io ti do la password del mio sito e togli tu le cose che abbiamo concordato e mettiamo il nome di LRH e tutto il resto”. Lui accettò. Dopo pochi giorni guardai il sito ed il testo era stato quasi tutto tagliato e cancellato, come volevasi dimostrare. Ho fatto la scelta di non mettere il nome di LRH, magari sbagliando, valutando i pro e i contro. Ho pensato che per uno Scientologo era evidente che buona parte di quanto scrivevo proveniva dai testi di Scientology e dall’altra riflettevo sul fatto che i tanti anni già allora passati nel mondo “secolare” mi suggerivano che il PR negativo di Scientology era così grande che molti cosiddetti wog non l’avrebbero nemmeno iniziato a leggere se sapevano che era in buona parte basato sulle opere di LRH. E così scelsi di non mettere LRH nella bibliografia. Decine e decine di persone hanno letto quel testo e a distanza di tanti anni alcuni di loro ancora mi scrivono per ringraziarmi. (Telepaticamente passo i ringraziamenti a LRH)

  12. Mirko

    Bel commento Paolo, molto logico, seppur semplice, molto pacato e apprezzabile per quel che intendi dire: “Scn dovrebbe essere un posto dove l’Affinità (empatia-stiamo più vicini), Realtà (ricerca di accordo) Comunicazione (parliamone e risolviamo), la ricerca della verità, l’uso della compassione e della tolleranza del tuo prossimo, dovrebbe essere la norma”!

    Mentre rifletto su questo tuo imput, mi viene in mente che nella Chiesa invece, in relazione a quello che elenchi come virtù, c’è un grosso e pesante ed insano paradosso di tutto questo: nella chiesa di Scn di certo ti senti non tollerato (se non ti conformi), di certo ti senti fuori realtà (se non sei “allineato”, cioè imbrigliato), ti tolgono la comunicazione (se non sei prostrato ad incensare DM e se osi obbiettare più di un tot), per non parlare della verità… che è invece pasticiatà e aggrovigliata per crearti dubbi e insucurezze (basta pensare ai dubbi sui raggiungimenti spirituali: “Clear o non clear!?”, “sono Ot o non lo sono…?”); la compassione invece è stata così mal compresa che se ne usi solo un pò vieni additato come uno Scntologo incompetente (come minimo). Per ultimo la tolleranza… essa non è per niente di casa, lo sappiamo bene.

    Altro che Clear ed Ot, che significa che ti dovresti sentire chiaro e consapevole e in ARC (il che presuppone che hai acquisito abbastanza verità su te stesso e gli altri): in questa Organizzazione che si dichiara detentrice della strada verso la verità e libertà, ti ritrovi invece imprigionato in luoghi comuni ed in pensiero “omologato”, come minimo. Ma spesso ti ritrovi aggroviglaito intorno ad un palo a soffrire di un’agonia, che non è nemmeno questa capita da dove arriva.
    Questa è una condizione tutt’altro che OT (almeno come la intendeva LRH)… In questa chiesa mi pare invece ci sia un percorso che ti porta “gentilemente e gradualmente” ad un intrappolamento spiritual-corporativo.

    Ma se si riesce a star di fronte a tutto questo, in effetti LRH ti da tali e tanti riferimenti e concetti onesti e correti che ce la puoi fare a capire e divenir consapevole anche senza tutto l’appartao burocratico di questa Cof$… è questo è un bel messaggio finale da non sottovalutare.

    • Mirko

      Un rafforzativo:

      CARITA E MISERICORDIA
      citazione di L. Ron Hubbard tratta dall’Ability Major 4 del Luglio 1955.

      “Una delle qualità mancanti e che è estremamente visibile in un auditor che non ha successo è la carità.

      Un Auditor che non ha carità, che è continuamente critico del suo preclear, che sta cercando di cambiare il suo preclear perchè il suo preclear “è veramente cattivo”, è raro che ottenga dei grandi risultati con il preclear visto che è fuori ARC con il preclear.

      La misericordia, la carità, la gentilezza sono qualità che non sono basse sulla scala: sono le qualità più alte, le più regali che ci siano.

      Ed un Auditor non deve mai dimenticarle.

      L. RON HUBBARD

    • Ben detto Mirko, me gusta come rendi reale i tuoi pensieri nobili al condominio ! Happy Easter.

  13. Paolo F.

    Belle riflessioni Mirko. Una piccola precisazione sulla parola “compassione”. In inglese compassione si esprime in due modi, in italiano, purtroppo, in un modo solo. In inglese la compassione bassa di tono, così come descritta sulla Scala del Tono a 0.9 viene chiamata “sympathy”. La compassione, alta di tono, in senso buddista in inglese si esprime con il termine “compassion”, che in italiano potrebbe anche essere tradotto con “benevolenza” oppure “sollecitudine”. Come si può intuire dall’etimologia “con-passione” in dica un sentimento forte e pieno di energia, diretto altruisticamente verso l’aiuto sulle dinamiche.

    • Bella questa precisazione Paolo, non la conoscevo. Anch’io ero rimasto ad alcuni scritti che descrivevano la parola “compassione” come un atteggiamento di tono basso e l’avevo interpretata sempre in quel modo. Pur con molti dubbi a riguardo.
      Ora ho fatto chiarezza su tanti aspetti su cui avevo dati controversi.

      • Mirko

        Intereaante la precisazione di paolo sulla parola compassione… adesso bisognerebbe rileggere il book one.

        E’ vero che in italiano non ci sono 2 parole per compassione, ma è anche vero che ci sono più sfumature… ; comunque “chi ha orecchie per intendere intende la parola correttamente” la parola in base alle circostanze.

        Compassione. dal latino: [cum] insieme [patior] soffro.

        “Nei secoli, la parola compassione prende forma sul concetto di pietà – una pietà che è quasi disprezzo.
        Eppure il significato originale dei suoi componenti è molto più nobile.

        La compassione è la partecipazione alla sofferenza dell’altro: non un sentimento di pena che va dall’alto in basso.

        Si parla di una comunione intima e difficile con un dolore che non nasce come proprio, ma che se percorsa porta ad una comunicazione ben più profonda di ogni altro sentimento che leghi gli umani.
        E’ la manifestazione di un tipo di amore incondizionato che strutturalmente non può chiedere niente in cambio ed è la testa di ponte per una comunione autentica non solo di sofferenza, ma anche -e soprattutto- di gioia vitale, e di entusiasmo.

        Compassione è, per le religioni orientali tra cui quella buddista che la traduce con il termine di jihi, l’amore universale per il genere umano.
        Provare compassione è quindi come sentirsi illuminato. Una capacità dell’essere umano che si è elevato dal mondo delle emotività ad un sentire più grande. “

        • Infatti la cosa che fa ridere è che altri pensano al pubblicare i successi come a una condizione di giochi. Io ne sono felice invece. Più persone consapevoli ci sono in giro meglio è per tutti.
          Questo pianeta ha bisogno di persone auto-determinate che risollevino la situazione. Non penso minimamente che i MV siano in grado di farlo e tanto meno le campagne di 4° dinamica, cosi come messe in campo oggi dalla CofS.
          Quando menzioni Gesù, la parola su cui mi soffermo spesso è “Prossimo”, il cui significato non mi era mai stato molto chiaro fin da quando ero un bambino. Poi ho capito il dato nella sua semplicità.
          PROSSIMO: 1. agg. Molto vicino, nello spazio: la scuola è p. alla piazza; siamo p. alla meta; assol., che viene subito dopo: scenderemo alla p. fermata ♦ fig. Affine: un significato p. a quello etimologico.
          ETIMO Dal lat. proxĭmus, superlativo tratto dall’avv. prope ‘vicino’

          Chiaro ora??

          • MV e campagne di Quarta dinamica sono da lodare per le persone che in prima linea fanno il lavoro.
            Anche se può’ essere una facciata per “tirar dentro gente” , io stimo e rispetto chiunque fa’ qualcosa a riguardo.
            E ne so’ qualcosa, facendo parte dei corpi speciali della Protezione Civile nel Nucleo Sommozzatori, apprezzo ed encomio tutti i volontari in genere, da chi gestisce le emergenze a chi ti prepara un The’ caldo.
            Fare qualcosa a riguardo e’ meglio che non fare nulla.

          • Infatti non ho detto che non li apprezzi, ho detto che non credo possano risollevare la situazione. Mi spiace solamente che vengano “usati” per motivi di PR dal management. tutto lì.

  14. i puntini di Diogene...

    Grande passo in avanti, oggi. per gli estimatori di questo blog…
    La Sapienza è immanente nell’Universo che conosciamo e tutti ne siamo immersi, come i corpi nell’atmosfera terrestre, ed è Vita per tutti, ciascuno a suo modo e nella pienezza di cui è capace…
    Il Punto di Vista, nel bene e nel male, si specchia e si esalta nel Gioco…
    Il Germe della Resurrezione è in ognuno di noi, perciò nei secoli dei secoli si tramanda un unico vero comandamento: “Ama il prossimo tuo”…
    Buona Pasqua a tutti!

    • Buona Pasqua Diogene, scherzosamente parlando, un’ora e dieci minuti fa di 1981 anni fa ci dichiararono “morti”, per la resurrezione dobbiamo attendere fino a Domenica….
      Per le dichiarazioni, abbiamo il callo, la morte può attendere ….

  15. Tony Pacati

    “La misericordia, la carità, la gentilezza sono qualità che non sono basse sulla scala: sono le qualità più alte, le più regali che ci siano.

    Ed un Auditor non deve mai dimenticarle.

    L. RON HUBBARD”

    Bella la citazione di Ron e bello tutto quello che è venuto dopo.
    Quante volte la misericordia è stata vista come “provare pena”, la carità come “fare l’elemosina” e la gentilezza come “debolezza”.
    E’ interessante come una frase, fuori dal contesto possa essere interpretata a vantaggio o meno di una tesi personale.
    Una delle frasi più abusate nella chiesa è “solo le tigri ce la faranno, e sarà dura anche per loro!”.
    Viene usata per farti digerire errori ed abusi, perchè un vero scientologo è massiccio e cazzuto, come un parà della folgore, ed incassa i colpi senza battere ciglio.
    Compassione? roba da femminucce!

    Buona Pasquera,
    diceva Cocco Bill ad un salame con i piedi, nel giorno di Pasqua, sul mio diario Jacovitti, quando andavo alle medie, circa nel 1967.
    (sono paleolitico anch’io!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...