Archivi del giorno: 2 maggio 2012

CARA “AUDITOR”

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !

Spartacus mi ha inviato questo scritto e mi ha chiesto di metterlo su oggi stesso.

Il post di questa sera riguardava il messaggio che ho ricevuto da Micheal Moore

riguardante la nascita dell’APIS-Italia, lo metteremo On-Line al più’ presto.

Francesco

CARA  “AUDITOR”

Chiedo un po’ di spazio al condominio per poter rispondere ad alcune cose dette su di me da parte di “auditor” nel suo recentissimo post, pubblicato nel “blob” degli “aventi ragione ad ogni costo”. Qui di seguito il suo commento, dove sottolineo alcuni passaggi chiave. Poi verrà il mio:

Ancora una volta mi viene in mente Spartacus e alcuni suoi scritti. Vedi Spartacus, mi sono soffermata molte volte a comunicare veramente con degli staff, che magari a guardarli di sfuggita sarebbero sembrati come tu ti sei permesso di valutarli, per di più in modo generalizzato.

Ti assicuro che il loro è un Universo di tutto rispetto. Sei tu che, non riuscendo a trovare un posto al sole in questo gruppo variopinto, hai dovuto fare “l’indipendente”.

Che avevi uno spasmodico bisogno di un posto al sole lo dimostra il fatto che tempo fa, da qualche parte, hai scritto che quando eri un “public” avresti voluto avere un sacco di soldi per darli in donazione alla tua “amata” chiesa. Te lo ricordi di averlo scritto? Mi ha impressionato questa cosa che hai scritto.

Perché avresti voluto fare questo? Guarda che pure tu sei proprio un bel tipo! Ma lo sapevi che donare soldi è il più basso livello di contribuzione?”


Cara “auditor”, se ciò che tu scrivi di te stessa corrisponde al vero, hai tutto il mio rispetto poiché stai onorando il nome che hai deciso di adottare ma qui sei scivolata sulla buccia di una grossa banana. Non ho nulla da recriminare al fatto che tu ti senta libera di comunicare quello che pensi: è un diritto che ti appartiene.  Semmai disapprovo il fatto che, a differenza di me che sono alla luce del sole con tutti i difetti che pare io abbia, tu parli da dietro una maschera; quella è la posizione del “cecchino”, come quella degli OSA boys è relativa alla “spie”. Questo è da come la vedo io.

Ora, da ciò che scrivi qui (“ancora una volta mi viene in mente Spartacus”), ma anche in altre circostanze, mi sembra di capire che io rappresento per te una sorta di interessante soggetto di studio o di analisi, tant’è che vai citando molto spesso il mio nome, un po’ come ha fatto più volte un certo auditor (non IKEA) di vecchia conoscenza. A tale proposito apro una parentesi per dire che sono veramente dispiaciuto, se in quell’unica occasione in cui ho avuto bisogno di lui (in qualità di VM) ho commesso qualcosa di indelicato nei suoi confronti. Tuttavia, in tutta onestà,  non ricordo di essere stato una CAUSA così tanto negativa come lui afferma, da dover essere IO criticato a tal punto o da dover essere LUI fissato in quel punto esatto della traccia. Ma lasciamo perdere le critiche altrui, che sappiamo bene da dove e cosa derivino. E poi non va bene parlare di chi non è “presente”. Torniamo invece a noi e andiamo al nocciolo della questione.

Dici che parlando degli staff, mi sono permesso di valutarli. Intanto cosa stai facendo TU nei miei confronti se non valutarmi quanto e quando vuoi, senza nemmeno conoscermi? In quasi ogni commento che tu fai c’è di fatto una valutazione ai danni di qualcuno. Dici di essere un auditor up-stat assai dedicato eccetera eccetera… e poi vai in testa coda non rispettando quei codici che so che conosci a memoria. Ah, ma qui è un’altra cosa, non è vero? Qui c’è da dare addosso a della gentaglia che non merita nulla se non il disprezzo da parte di CHI reputa trovarsi di un gradino al di sopra di tutti. Comunque, visto che vai alla ricerca non soltanto dei miei scritti ma anche dei miei vecchi commenti, dovresti aver visto da qualche parte che ho parlato anche in termini lusinghieri degli staff; magari non di tutti (questa sarebbe semmai una generalizzazione) ma di alcuni certamente sì. Per esempio nella mia dichiarazione dico espressamente: “Ho sempre considerato Erica come uno dei migliori auditor di Padova org e questo è vero e resta vero al di là di qualsiasi altra cosa”. In altre occasioni sono sicuro di aver detto che, sebbene non disapprovi molti dei  comportamenti di qualcuno (peraltro condizionati dall’alto), questi hanno la mia stima per il lavoro che fanno. Pensa che ho addirittura detto, forse agli inizi della mia carriera di indipendente, che nonostante Sara della IAS mi fosse passata sopra con un rullo compressore, alla fine le volevo comunque bene. In più occasioni, mi sono anche permesso di difendere la Sea Org ma lasciamo stare: sarà mica possibile che un indipendente possa dire la verità? Ma andiamo avanti perchè qui c’è la ciliegina sulla torta e – concedimi di dirlo – la blippata più grossa che tu abbia detto.

“… da qualche parte, hai scritto che quando eri un “public” avresti voluto avere un sacco di soldi per darli in donazione alla tua “amata” chiesa. Te lo ricordi di averlo scritto? Mi ha impressionato questa cosa che hai scritto. Perché avresti voluto fare questo? Guarda che pure tu sei proprio un bel tipo! Ma lo sapevi che donare soldi è il più basso livello di contribuzione?

Ebbene sì, cara “auditor”, lo ammetto: ho fatto quei pensieri cattivi! Non avrei dovuto farli, lo so. Però li ho fatti. Puoi prestarmi il cilicio che mi dò qualche fustigata per espiare le mie colpe? Non riesci proprio a capire, eh? Ok, allora ti spiego e, dal momento che hai più volte detto di possedere alte doti di duplicazione, mi auguro che sia così.

In primo luogo, dietro tale mia affermazione c’era soltanto un vero desiderio di essere d’aiuto e non credo che questo debba rappresentare un capo d’accusa nei miei confronti ma… il fatto che io sia arrivato a pensare di “donare soldi alla Chiesa” non erano altro che i sintomi dell’implant che stavo ricevendo in modo pressoché continuo e costante; ciò sta a confermare – mi dispiace dirtelo e vedi tu se fartene una ragione oppure no – quello che abbiamo sempre detto sul modus operandi della Chiesa di Miscavige. Questo è spiegato molto bene dal riferimento di Ron sull’IPNOTISMO, che ti invito a rileggere. In poche parole, la Chiesa ha martellato così tanto gli scientologist per avere DONAZIONI, dicendo e ripetendo ad libitum su quanto fosse la cosa giusta (il maggior bene per il maggior… eccetera) che alla fine l’IPNOSI fa il suo effetto. E tu ora mi vieni a dire che ciò che ho pensato di fare è SBAGLIATO? Ma scusa… da che parte stai? Io pensavo che tifavi per il reuccio.

“Auditor”! Così mi mandi in confusione. Ma non è tutto, poiché poi dici candidamente – e voglio ripeterlo perché è troppo divertente: “Ma lo sapevi che donare soldi è il più basso livello di contribuzione?” Non ho parole! Io spero che tu ti renda conto delle assurdità che vai spargendo e delle contraddizioni in cui stai facendo precipitare la Chiesa. Che donare soldi sia il più basso livello di contribuzione, sono perfettamente d’accordo con te, ma allora spiegami perchè la Chiesa, anzi TUTTA la Chiesa, insiste così tanto sul farti donare anche l’impossibile, facendoti addirittura fare i debiti con le banche con tutte le conseguenze del caso? Non stai facendo altro che confermare quanto questa Chiesa sia OUT ETHICS e  ABERRATA poiché, ben sapendo quanto ciò sia sbagliato, fa di tutto per farti commettere l’OVERT. Ma dopo il danno viene la beffa, tantè che poi dice a TE di essere andato fuori etica, per cui devi risalire la condizione, fare ammenda eccetera eccetera. E non se ne esce più.

Va bene. Cara “auditor”, non volermene se per una volta sono io a dire qualcosa su di te. A volte scrivi cose che hanno un certo valore e questo, come il fatto che ti dai tanto fare come auditor, non può essere che apprezzato. Tuttavia, come in questo caso, pecchi di ingenuità oltreché di incoerenza. Avverto il tuo impeto nelle cose che fai e non ho dubbi che tu abbia buon cuore, tuttavia ti invito a fermarti un attimo, oppure anche soltanto ad andare più piano: potresti vedere meglio il paesaggio e magari renderti conto che là, in mezzo al campo, non ci sono solo ortiche ed erbaccia, ma anche delle margherite. In altre parole… si vede soltanto ciò su cui posano i nostri occhi e a volte nemmeno quello.

Visto che ci sono vorrei anche dire a te e a coloro che ti offrono lo spazio, di essere ben consapevole delle mie scelte; si tratta di scelte autodeterminate di cui non ho alcun problema a prendermi responsabilità e non pensare nemmeno per un attimo che sia stata una scelta facile quella di distaccarmi da un gruppo che ho cercato per tanto tempo. Se dopo aver visto ciò che ho visto, io non avessi agito di conseguenza, non sarei mai stato in pace con me stesso. In merito a ciò, soltanto il futuro potrà dire se le nostre decisioni sono state corrette o coerenti.

Per quanto riguarda il periodo trascorso con la Chiesa, se è vero che sono stato aiutato è soprattutto vero che anche io ho aiutato, in più modi ed in abbondanza. Se qualcuno ha il coraggio di dirmi che i soldi che ho donato non sono importanti (o che sono una cosa di basso livello) mi fa soltanto capire che a parlare può essere solo un IPOCRITA e che allora devo essere stato evidentemente truffato. Non è più semplice di così. Il “Patron con Onore” comporta una donazione di tutto rispetto e l’Org Ideale di Padova avrà come minimo un paio di stanze pagate da me. Quei soldi me li sono guadagnati con onesto e sudato lavoro. Con essi avrei potuto migliorare il mio mest – o meglio – portarmi più avanti sul Ponte ma non l’ho fatto e questo perché non ho pensato soltanto a me stesso ma anche a quelle dinamiche che vi riempiono tanto la bocca.

Per cui non sono io ad essere in debito con questa Chiesa visto che, tra l’altro, nelle sue casse ci sono ancora soldi miei che non ho utilizzato e che, a quanto pare non ha alcuna intenzione di restituirmi. E qualcuno, lì dalle tue parti, parla di etica, di giustizia e di scambio o di fuori scambio. Certo che c’è il “fuori scambio” ma, come ti sto dicendo, non certo da parte mia.

E parlando di debiti morali, se mai dovessi averne nei confronti di qualcuno beh, questi sarebbe soltanto RON. Ecco che allora… se un domani qualcuno dovesse chiedermi: “Tu hai aiutato?” non potrò che rispondere: “SI’, IO HO AIUTATO!” o quantomeno posso dire di aver fatto tutto ciò che mi è stato possibile fare.

Perciò, come vedi, non ho nulla da recriminarmi se non di essere stato stupido quando avrei potuto agire con più intelligenza e con maggior profitto per me stesso e per gli altri. Quelli che sbraitano al mio indirizzo lo fanno quindi NON perché SANNO qualcosa su di me, bensì per l’esatto contrario, molto spesso lavorando di fantasia. Chi mi ha conosciuto bene non si permetterebbe mai di infangarmi o nella peggiore delle ipotesi, non potendo fare diversamente, se ne starebbe zitto. E’ questa la cosa inspiegabile, oltre al fatto che non fa per nulla onore ad uno scientologo il comportarsi come qualcuno all’interno di quel “blob”. Come vedi ho detto “qualcuno” altrimenti poi dici che generalizzo.

Per finire… non sono per niente contento della situazione che si è venuta a creare tra quegli scientologist che una volta erano uniti in uno scopo comune, ma la cosa peggiore è vedere quanto si può scendere in basso in questo insano e perverso “gioco” che rischia di favorire soltanto i soppressivi. Quelli VERI però, non quelli che vengono indicati ingiustamente dalla Chiesa e, alla luce di quanto appena detto, TUTTI NOI, alla fine, dovremo renderne conto.

Con affetto.

SPARTACUS

AGGIORNAMENTO :

22 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Scientology indipendente, Uncategorized