Ken Urquhart – COM’ERA RON DAVVERO?

Siete Scientologist Indipendenti? Tifate LRH!

Ken Urquhart è stato l’assistente e il comunicatore di LRH per molti anni, sia a Sainy Hill che sull’Apollo. Diventò anche uno specialista dei corsi avanzati (Auditor di NOTs e V graduato) che in seguito venne chiamato Classe IX. Probabilmente nessuno che sia in vita oggi conosceva LRH meglio di Ken. Questo pezzo è stato letto alla riunione dei Classe VIII tenuta a Los Angeles quest’anno, alla quale Ken non ha potuto prendere parte perché si trovava in Europa ad audire.

Spesso mi viene chiesto, “Ma, Ron com’era DAVVERO?” Ahimé, domanda che sfida la risposta. Non c’è nessuna risposta umana possibile. La si deve vedere sotto vari aspetti: “Di quale Ron mi stai chiedendo?” “Di quale periodo della sua vita stiamo parlando?” E anche allora, ci sono aspetti dell’uomo che non si possono trasmettere ad un altro uomo che non ne abbia fatto l’esperienza diretta. Alcuni di voi hanno avuto la grande fortuna di farne l’esperienza diretta, da persona a persona. Se non è così, ne avete fatto l’esperienza attraverso i vostri studi e la vostra pratica e attraverso l’auditing che avete ricevuto e quindi avete molta familiarità di chi e cosa lui era. In entrambi i casi, sarete d’accordo con me ne sono certo, che nel suo più grande pluspoint, eccedeva di gran lunga ciò che è reale a chiunque occupi il punto di vista di qualcuno che non sappia nulla di più di ciò di cui può fare esperienza nella vita di ogni giorno sulla Terra. Cosa e chi era/è e di cosa si trattava va oltre la normale concezione umana. Quando io o voi parliamo di LRH, non stiamo parlando di un essere umano medio, di un essere ordinario di oggigiorno – benché, per dirvi la verità, poteva comportarsi come tale.

PROMEMORIA

Mettiamo a fuoco uno scorcio della portata di questo essere che conosciamo come LRH, ricordando a noi stessi di cosa è stato capace. Richiamiamo queste cose alla mente:

  • Dobbiamo essere consapevoli della quantità di libri che conosciamo come Libri Rossi, vecchi o nuovi.
  • Dobbiamo essere consapevoli della quantità di libri che conosciamo come l’OEC e la Serie del Management.
  • Dobbiamo essere consapevoli della significanza e del potenziale valore di solo una parte della Serie del Management, la Serie dei Dati. Un corpo di conoscenza che da solo si distingue da ogni filosofo o guru del management di qualsiasi epoca.
  • Dobbiamo essere consapevoli della quantità di tutte le altre pubblicazioni di LRH.
  • Dobbiamo essere consapevoli delle oltre 1.000 conferenze che ci ha dato, sia che si parli di cassette, DVD o trascrizioni.
  • Dobbiamo essere consapevoli di tutti gli articoli che ha scritto per le riviste
  • Dobbiamo essere consapevoli di tutti I film che ha prodotto.
  • Dobbiamo essere consapevoli che ha avuto organizzazioni che funzionavano in tutto il mondo.
  • Dobbiamo essere consapevoli che ha messo in piedi un Management che si prendesse cura di tutte queste organizzazioni, giorno per giorno.
  • Dobbiamo essere consapevoli che ha messo in servizio un certo numero di navi, le ha equipaggiate e rese operative.
  • Dobbiamo essere consapevoli che poteva pilotare una nave da 3.000 tonnellate come l’Apollo dentro e fuori da qualsiasi porto, e al sicuro da qualsiasi orribile e pericoloso punto in cui noi dell’equipaggio eravamo finiti.
  • Dobbiamo essere consapevoli che poteva occuparsi efficacemente di OGNI  emergenza o errore che arrivava al suo livello, velocemente, energicamente, qualche volta emotivamente, ma sempre risolvendola.
  • Dobbiamo essere consapevoli di tutti I Corsi basati sui suoi materiali, consegnati ogni giorno nelle organizzazioni di tutto il mondo, e di tutte le persone addestrate per consegnare la tecnologia.
  • Dobbiamo essere consapevoli di tutte le persone che hanno ricevuto auditing in tutto il mondo e che come risultato conducono una vita migliore.
  • Dobbiamo essere consapevoli della cura e attenzione che metteva nell’organizzare la consegna della sua tech ai pc e agli studenti, per far si che tutto funzionasse al meglio per coloro che la ricevevano. Non ci sono le 7 divisioni di un org board, c’è il progetto di Tech e di Qual, l’Etica; c’è l’admin di HGC, l’admin della session e i folder, la torre d’avorio, cos’è un corso – tutto meticolosamente dettagliato per rendere scorrevole la consegna di tech efficace. E non abbiamo nemmeno menzionato l’E-Meter.
  • Dobbiamo essere consapevoli che ha messo in piedi grandi organizzazioni per pubblicare e distribuire i suoi libri e i suoi lavori.
  • Dobbiamo essere consapevoli di tutte le persone che hanno ricevuto tecnologia imperfetta, hanno sofferto e causato guai a lui e all’organizzazione.
  • Dobbiamo essere consapevoli che era presente al suo posto dal momento che si svegliava e completava la sua ricerca audendo, e rimaneva sul ponte fino al momento di ritirarsi nella sua cabina per riposare. Di sicuro fu così quando io ero sulla nave con lui.
  • Dobbiamo essere consapevoli che aveva il suo lato umano e poteva agire con metodi umani alle avversità e alle delusioni, ed erano tante.
  • Dobbiamo essere consapevoli che ha vissuto la sua vita senza un terminale di grandezza paragonabile.

L’ufficio di Ron

Ritorneremo su queste cose, ma ora venite con me mentre vi racconto di una delle tante volte che mi chiamò nel suo ufficio della nave, conosciuto anche come la Stanza della Ricerca. Si trovava nella parte più alta del ponte coperto, il mio ufficio era dall’altra parte del corridoio e quello dei suoi aiutanti molto vicino. Si passava attraverso le porte a doppio vetro scintillanti, dal telaio in legno scuro lucido, con maniglie di bronzo verticali, oltre il messenger o col messenger che sedeva appena fuori dalla porta. Una delle prime cose che si notavano era il linoleum rosso sul pavimento, con sopra un paio di tappeti orientali.

Poi si notava la sua grande e pesante scrivania all’angolo di destra, contro la paratia della stanza, con tende di damasco dorato alle finestre. Un’altra grande caratteristica della stanza era il grande camino con la mensola; sopra c’era un’enorme specchio. Nell’occasione a cui mi riferisco, LRH stava in piedi vicino al camino, alla sua sinistra, sotto lo specchio. Quando entrai dalla porta e mi girai verso di lui, potei vedere all’istante che era di un umore brillante ed espansivo.

La cosa interessante quando ci si approcciava a lui era che quando ci si trovava a quasi due metri di distanza dal suo corpo, ci si sentiva quasi come si lasciasse il proprio Universo Personale e si entrava nel suo spazio. Era come entrare di colpo in una stanza molto diversa, molto brillante e spaziosa. Era molto su di tono. Si era occupato del suo lavoro quotidiano e quel compito era finito. A volte aveva avuto a che fare con qualche errore a riva che aveva minacciato il nostro ancoraggio costante in quel porto. Oppure poteva aver risolto alcuni problemi a bordo della nave che lo avevano preoccupato. Aveva maneggiato qualsiasi cosa che si trovava nelle sue immediate vicinanze e ora era pronto per espandersi ulteriormente in PT, felicemente e creativamente. Era pronto per giocare.

Come mi avvicinai, mi sorrise apertamente, e non era quel sorriso che teneva pronto per le occasioni sociali, quando gli conveniva sorridere. Era molto rilassato, proprio felice. A volte voleva parlarmi di qualcosa che voleva farmi vedere. Altre volte avrebbe potuto parlarmi del lavoro giornaliero, di cui si era occupato personalmente e che ora aspettava sulla mia scrivania pronto per una rapida distribuzione. Oppure voleva che facessi qualcosa. O forse voleva solo parlare. Non appena finito mi giravo e lasciavo la stanza. Non appena arrivavo alla porta, lasciavo il suo spazio personale e ritornavo nel mio Universo, benché con un passo più marcato di prima. In quei momenti, dentro al suo spazio, si era coscienti di una grande, grande affinità e della concessione di beingness infinita, un’infinita pulizia, una profonda padronanza di sé, del potenziale di una vasta energia direzionabile a volontà, di una presenza esuberante, compiaciuto dell’atto stesso di esistere e percepire, ma pronto ad assumere qualsiasi livello di tono al battere di ciglia. Qui c’era il nucleo di una sanità mentale energica e infinita. In questo stato, attraverso il suo corpo e lo spazio fisico attorno a lui, scintillava tutto dorato, puro, forte e propositivo nella beingness, come ogni sole infuocato. Alla fine, la sua umanità ha avuto la meglio su di lui, ma ci inchiniamo in soggezione al lavoro che ha tentato e al progresso che sicuramente ha fatto.

LRH – il C/S

Ci dobbiamo anche rendere conto di un altro LRH che ho conosciuto e amato: LRH il C/S dell’equipaggio. Quando prese il C/Sing della nave nelle sue mani, il che successe 4 o 5 volte, faceva arrivare i folder del momento direttamente nel suo ufficio mentre cenava con Mary Sue; poi ritornava alla sua scrivania e trovava un pila di folder su cui doveva lavorare. Di solito mi chiamava nel suo ufficio mentre il primo folder veniva posizionato di fronte a lui da un attento messenger. Dovevo lasciare il mio in-basket talmente pieno di lavoro che cadeva quasi al suolo, lavoro che dovevo monitorare prima che lo ricevesse, per potermi sedere con lui. Voleva qualcuno oltre al messenger con cui parlare mentre guardava i folder.

Parlava di ciò che vedeva, di ciò che lo aveva fatto guardare, cosa trovava e cosa poteva fare col C/S, con l’auditor e col pc. Apprezzava a fondo, veramente a fondo il lavoro. Lo si vedeva nella sua virtuosità. Metteva in campo ogni cosa che conosceva della tech e della sua applicazione per togliere il pc dalle sofferenze, l’auditor fuori dai guai e i C/S fuori dalla confusione. Era molto attivo ed energico nel correggere le out-ness, benché non l’abbia mai visto arrabbiarsi veramente con qualche auditor o C/S mentre ero con lui quando C/Sava.

Quando apriva il folder di un pc che aveva sbloccato la notte precedente, lo apriva avidamente, cercando subito cos’aveva fatto l’auditor del suo C/S, e come aveva risposto il pc. Quando il risultato era buono, era veramente estasiato. Quando non era buono, si applicava intensamente per scoprirne il perché. Solo quando tutti i pc erano F/N VGI, e tutti gli auditor anche, si girava a guardare i C/S dell’equipaggio. Questo è quanto teneva sulla consegna nelle sue immediate vicinanze; si può dire che questo è come voleva che la consegna fosse ovunque, sempre.

SCOPO

Rendiamoci conto che questo era l’uomo che dedicò se stesso alla consegna di Scientology al pianeta Terra, mentre si stava occupando di una situazione sulla nave, una situazione esterna (per esempio un governo o un errore di PR), di una situazione di manegement, di una situazione organizzativa o tecnica. Faceva tutte queste cose perché la consegna della tech potesse continuare. Al suo meglio, ha devoluto ogni grammo del suo essere, della sua forza, della sua energia, della sua intelligenza e del suo potere alle seguenti dieci cose, direttamente o indirettamente:

  1. Uno, avere la corretta tecnologia.
  2. Due, conoscere la corretta tecnologia.
  3. Tre, sapere che è corretta.
  4. Quattro, Insegnare correttamente la corretta tecnologia.
  5. Cinque, Applicare la tecnologia.
  6. Sei, Controllare che la tecnologia venga applicata correttamente.
  7. Sette, Togliere di mezzo la tecnologia scorretta.
  8. Otto, Mettere fuori gioco le applicazioni scorrette.
  9. Nove, Chiudere la porta ad ogni possibilità di tecnologia scorretta.
  10. Dieci, Chiudere la porta sull’applicazione scorretta.

E dobbiamo renderci conto che fino a quel punto, spese la maggior parte del suo lavoro scrivendo i bollettini dei Volumi Rossi, le Policy Letter dei Volumi Verdi, scrisse e pubblicò tutti i suoi altri libri, tenne conferenze, fece i suoi film, impiantò organizzazioni e la loro dirigenza, dirigendo i loro dirigenti, creò una piccola flotta di navi capitanando la più grande di queste in tutte le situazioni più rischiose, confrontando e occupandosi di una miriade di shock ed errori che arrivavano sulle sue linee, portando sulle sue spalle la responsabilità suprema per la consegna della standard tech in tutto il mondo e per l’etica e l’integrità di ogni membro dello staff.

IMPERFEZIONI

Naturalmente in LRH c’erano delle imperfezioni, come in ogni altro essere e certamente in ogni essere con forma umana. La pressione dovuta al peso che doveva portare levigò un po’ di queste imperfezioni, le levigò grezzamente e così facendo lo stressarono al punto che a volte era giù di tono. Sono certo che per lui era doloroso operare ad un basso livello di tono in queste circostanze e non sempre era capace di esteriorizzarsi da questi stress.

Quindi, forse, si costruì un nuovo caso, dopo essersi trovato, così come l’ho visto io, senza caso ed a un livello estremamente alto come essere. Si lasciò trasportare da qualcosa che si era auto creato: si era caricato del lavoro di trovare la via per la libertà personale, la via per ritornare sé stessi, autentici e originali. Riguardo a se, sembrava aver avuto un tremendo successo; ma doveva rimanere qui per portare a termine il suo scopo di aiutare gli altri a trovare quella via. Restando per aiutare gli altri, ci furono alcune invalidazioni sul suo caso personale, e per questo pagò un caro prezzo.

Dobbiamo anche riconoscere che, benché si possa dire che abbia lasciato il suo lavoro incompleto, raggiunse così tanto nel suo lavoro che ha senza dubbio continuiamo ad avere vittorie oltre la 3^, 4^ e 7^ Dinamica, e probabilmente l’8^. Che non solo erano sconosciute, ma vennero grandemente invalidate dal genere umano, e tuttora lo sono.

RICAPITOLANDO

Permettetemi di ricapitolare un poco. Vi ho chiesto di immaginare alcuni dei risultati di LRH, alcuni dei suoi lavori e dei suoi prodotti, alcune delle sue abitudini. Quella lista potrebbe non essere completa ma non è corta. In termini di ordinarie gesta umane è al di là dello straordinario; gli aspetti fisici osservabili sono difficili da credere, se visti come lavoro di un solo uomo durante una sola vita; la significanza della maggior parte del suo lavoro si può classificare con la significanza di quasi ogni profeta o leader spirituale apparso sulla Terra. E la grandezza e la bellezza di quest’essere, Ron, nel periodo migliore, è totalmente al di là di tutto ciò che è la persona media sulla Terra. Attaccato ai suoi gadget elettronici, la TV, i giornali o le riviste, i social network, i film e i cartoni animati, non potrebbe avere la più pallida idea di dove iniziare ad immaginare.

KSW

Lasciate che vi dica, non voglio farvi l’ennesima predica su Mantenere Scientology in Funzione. Ma, a differenza dell’enfasi orribilmente pervertita che hanno messo su questo documento i nostri amici istituzionalizzati, probabilmente per i loro scopi politici interni, questo documento, KSW, ha un significato di profondo valore, di profonda importanza. Dobbiamo strappar via da questo documento il dolore che i nostri amici vi hanno implantato, e che nel farlo ne ha oscurato il theta.

Ancora una volta ritorno alla lista dei prodotti, pratiche e conquiste di LRH. Se ve li ricordate e vi sembrano veramente impressionanti, considerate tutto nuovamente paragonandoli a ciò che significa conquistare un pianeta pieno di ogni sorta di uomo o donna con le loro condizioni, e per poterli effettivamente aiutare, ha lavorato senza sosta su:

  1. Uno, avere la corretta tecnologia.
  2. Due, conoscere la corretta tecnologia.
  3. Tre, sapere che è corretta.
  4. Quattro, Insegnare correttamente la corretta tecnologia.
  5. Cinque, Applicare la tecnologia.
  6. Sei, Controllare che la tecnologia venga applicata correttamente.
  7. Sette, Togliere di mezzo la tecnologia scorretta.
  8. Otto, Mettere fuori gioco le applicazioni scorrette.
  9. Nove, Chiudere la porta ad ogni possibilità di tecnologia scorretta.
  10. Dieci, Chiudere la porta sull’applicazione scorretta.

E considerando anche le possibili difficoltà di assicurare queste dieci cose per tutto il pianeta, usando ogni sorta di uomo o donna, come membri dello staff o membri dello staff del campo, allora considererete la vita di LRH e il suo documento di Mantenere Scientology in Funzione sotto una diversa luce rispetto a quella presentata dai nostri amici.

Perché questi dieci punti erano così importanti per LRH? I suoi detrattori naturalmente urleranno che era un megalomane. Possiamo lasciarli urlare. Forse lo era, forse no. Questa cosa ha molta importanza? Per una risposta a questa domanda diamo una breve occhiata all’HCOB 9 Giugno 1960 “Le ipotesi di base di Scientology verso gli overt”. Dice, tra le altre cose:

 “Scopriamo che più diamo processing di successo, più gentili ed etici diventano le nostre persone”. “E’ ancora un’ipotesi basilare in Scientology che un essere, senza aberrazioni, sarà etico e buono, artistico e potente”.

Nel bollettino, LRH parla di Scientology che aiuta la gente ad essere nella loro valenza, essere ciò che sono veramente, togliersi di dosso false beingness o valenze, che hanno tenuto stretto a se stessi indulgendone per vari scopi irrazionali. Dice che quando un essere è ciò che è veramente, è gentile, buono, etico, artistico e creativo, e potente. Lui voleva questo per ogni singolo essere umano che era interessato ad averlo. Voleva, tra le altre cose:

 “Una civiltà senza pazzia, senza criminali e senza guerra, dove l’abile possa prosperare e gli esseri onesti possano avere dei diritti, e dove l’uomo possa essere libero di innalzarsi a grandi altezze: Queste sono le mete di Scientology”.

OSSERVAZIONI PERSONALI

Vi prego di lasciarmi aggiungere una cosa, dalla mia osservazione e partecipazione in Scientology per molti anni, qualcosa che sento sia estremamente importante. Durante i tardi anni 60, dopo che vennero rilasciati il Clearing Course e i primi livelli OT, l’enfasi che attraverso la maggior parte delle organizzazioni divenne “OT”. Sentivamo che tutto andava nella direzione di diventare OT, e portare sempre più gente sui livelli OT. Per tutti gli anni 70, e sempre di più nelle decadi a venire, molta di questa enfasi era sul far pagare alle persone sempre più soldi e la nozione di andare OT  fu la carota tentatrice messa di fronte al pubblico.

Quindi, penso che i livelli OT siano molto interessanti, di valore, e possono essere molto importanti. Ma penso che adesso sia chiaro che NON producono super-esseri che possono fare strane cose con il MEST e che abbiano potenti postulati che funzionano ogni volta o che siano  il maschio alfa ideale. Detta tra noi; sono davvero felice che non si siano prodotti questo tipo di esseri, Dio ce ne scampi da sfrenati maschi alfa., OT o chissà cos’altro.

Sento che è il momento di invertire la rotta e tornare agli scopi originali che LRH diede al gruppo – portare Scientology nelle comunità al livello in cui le comunità ne hanno bisogno e vogliono quello strumento di Scientology che possa aiutarli personalmente, con le loro famiglie e coi problemi della comunità. Credo che la CofS abbia ciò che sembra un forte programma di Ministri Volontari, ma non so quanto sia efficace sul terreno. Personalmente credo che la cosa più OT che possiamo fare per il pianeta Terra sia quella di lavorare duramente sulla creazione e continuazione di centri in tutto il mondo, che possano raggiungere, consegnare e supportare i membri più alti di tono delle comunità che stanno cercando di essere parte della soluzione per le loro famiglie, amici e ambiente. Non esiste una singola parte del mondo che non abbia bisogno di questi strumenti. Ci sono molte parti del mondo che ne piangono la mancanza. Decenni sono passati e non vedo in che modo questi strumenti siano vicini all’obiettivo. Non abbiamo forse un corpo di conoscenze che potremmo applicare di più, e portare gli altri ad applicarlo più di quanto lo stiamo facendo noi?

1970 – 1972

Ron arrivò ad essere pienamente se stesso, nella sua propria valenza, come mai l’ho visto o che abbia mai potuto immaginare un essere umano divenire, per quanto posso dire dalla mia osservazione diretta di lui sulla nave in frequenti occasioni tra il 1970 e 1972. La verità di ciò ch vidi è indelebile. Se lo poteva fare per se lo poteva fare anche per gli altri, se poteva aiutare gli altri a farlo per se stessi, lo avrebbe di sicuro fatto, e nel corso avrebbe raggiunto l’obiettivo di persone gentili, buone, etiche, artistiche  creative e potenti, molte di queste avrebbero realizzato una civiltà senza pazzia, senza criminali e senza guerra,  dove l’abile possa prosperare e gli esseri onesti possano avere diritti, e dove l’uomo sia libero di elevarsi a più grandi altezze. Abbiamo bisogno di “OT”? o abbiamo bisogno di far Funzionare Scientology laddove ce n’è più bisogno per la maggioranza delle persone, e quindi mantenerla in funzione.

Un ultimo punto: è mia opinione che il solo modo per mantenere Scientology in funzione sia quello di farla funzionare nei nostri cuori e secondo la nostra più profonda integrità come esseri. Se ci guardiamo attorno, e, come risultato di ciò che i nostri occhi vedono e di ciò che la nostra mentre immagina, i nostri cuori ci dicono con chiarezza che abbiamo del lavoro da fare con le persone più infelici della Terra, e se sappiamo di avere degli strumenti efficaci – facciamolo.

Cosa stiamo aspettando? Stiamo forse aspettando che quella corporazione OT – senza cuore – che si chiama Chiesa di Scientology dia una buona reputazione a Scientology?

Mille grazie per la vostra attenzione!

 Vi auguro la miglior fortuna.

Ken Urquhart

9 commenti

Archiviato in APIS Italia, Casa Minelli, OT, Scientology indipendente, Tecnologia Standard

9 risposte a “Ken Urquhart – COM’ERA RON DAVVERO?

  1. Luigi Cosivi

    Una ventata di aria buona, Ron come me lo sono sempre immaginato, un vero amico dell’umanità. Dovrei essere solo triste per ciò che la chiesa, si con la s minuscola, ne sta facendo, ma non posso gli OT servono e, chi ci è sopra, certo capisce perchè, tanta è la nostra gioia dietro un e-meter, per quanto aiuto diamo a noi stessi e….
    Una volta mi presi un pacco di KR per aver affermato, durante una conferenza, che la produzione di un singolo OT era di gran lunga più grande di una qualsiasi Org. E’ sempre vero e quel marcabiano di Miscavige non è riuscito a fermarci. Certo ha rallentato il clearing, ha infangato Scientology e purtroppo anche Ron, ma molti di noi gli sono sfuggiti di mano e molti lo stanno facendo e lo faranno.
    Le Div. 6 fanno già tremenda fatica con le persone nuove, allertate dai crimini che la chiesa commette ogni giorno e, se entrano dopo nenche 2 settimane scappano alla prima spudorata richiesta di donazioni, le Org ideali sono gusci vuoti, Bruxelles è stata chiusa tre giorni dopo innaugurata per la violazione della Policy Senior : rispetta le leggi dello stato in cui vivi.
    Ma quando mai la chiesa riuscirà a far 10.000 OT VII, specie se uno su due se ne andranno, potremmo più facilmante farli noi.
    Marcab non vince ancora ne vincerà mai.

  2. Gonos

    Sta per uscire nelle sale cinematografiche USA il film “The Master”.
    Racconta la storia di un reduce della Seconda Guerra mondiale che negli anni ’50 fonda una nuova (pseudo) religione. In seguito si innamora della moglie di un suo adepto che si chiama Mary Sue.
    E vissero a lungo…
    Naturalmente “si dice” che il regista si sia ispirato a Scientology.
    In questo link (in inglese) se ne parla brevemente:
    http://en.wikipedia.org/wiki/The_Master_%282012_film%29
    Gonos

  3. Buon giorno, vorrei fornire alcune statistiche sul sito APIS-italia.
    Nel periodo di tempo tra Aprile e Luglio 2012, cioé tra la data di apertura del sito e ora, ci sono stati sul sito oltre 400 visitatori UNICI (APIS-Italia ha un motore statistico più evoluto di quello dei blog) che hanno visionato oltre 2.000 pagine.
    Perché lo diciamo qui? Perchè la maggior parte dei visitatori che abbiamo avuto prevengono da questo blog. Quindi molti dei nostri sono anche vostri, sono persone (oppure OSA boy) interessate a Scientology indipendente.
    Complimenti per il lavoro che svolgete.
    Micheal Moore
    http://www.APIS-italia.net

  4. Grazie Micheal, siamo orgogliosi di poter aiutare Scientology e gli Scientologist a riprendere la corretta via.
    Francesco per La Reception

  5. E’ apparsa una notizia che se vera ha dell’incredibile. Il coroner ha trovato a fianco del corpo di Alexander Jentzsch, figlio del presidente di Scientology e di Karen de la Carriere, del Metadone. Questo pseudo farmaco viene usato per curare i tossicodipendenti da eroina, ed è una droga sintetica molto pericolosa. Può causare la morte per overdose, allo stesso modo dell’eroina.
    Se la notizia venisse confermata dal rapporto tossicologico atteso tra più di un mese, sarebbe un duro colpo per tutti gli scientologist (dentro e fuori la Chiesa).
    Fonte: http://blogs.villagevoice.com/runninscared/2012/07/scientology_alexander_jentzsch_methadone_found.php

  6. i puntini di Diogene...

    Come contemporanei di LRH sappiamo o intuiamo parecchie cose della sua personalità, vuoi per i numerosi racconti di testimoni ancora in vita, vuoi per la mole immensa dei suoi scritti e dei suoi discorsi che ognuno può interpretare in base alla propria competenza e sensibilità…
    Per il fatto di essere un personaggio discusso e discutibile, LRH entra e
    rimane nella storia dell’Umanità, il suo retaggio è un’aperta sfida a varcare i confini dell’umano sapere…
    Al pari di tanti altri Maestri ha vissuto una vita intensa ed imperfetta… e al pari di Loro ha fatto una fine triste e solitaria…
    Ora butterò un sasso nello stagno e dirò qualcosa che non ho ancora letto da nessuna parte: abbandonando ogni possesso ed ogni legame, LRH ha raggiunto lo Stato di Serena Semplicità, o almeno questo è ciò che mi auguro per lui e ciò che io percepisco dalle sue ultime immagini…
    I veri Saggi non aspirano ad una fine gloriosa, la loro fine è sempre imbarazzante, logicamente contraria ad ogni logica…
    Mi dava fastidio il fatto che Ron non avesse seguito la sua Formula di Cambio di Potere: la mia cognition al riguardo (e non è detto che sia verità) è che in realtà LRH ha seguito una Formula di Cambio di Stato… al diavolo il potere, roba di questo mondo…

    • Marco

      Diogene, interessante ed intrigante la tua analisi… e devo dire anche abbastanza logica… e condivisibile.
      Mi sento di sottoscrivere che potrebbe benissimo esserci stato un cambio di… qualcosa in LRH, verso la fine della sua vita.

      Probabilmente ne aveva piene le scatole e in effetti aveva raggiunto così tanta conoscenza e consapevolezza che… “beh, con chi mi relaziono adesso?” .
      Può esserci stata una perdita di interesse per questo gioco, pianeta e/o con questi giocatori!? Probabile.

      Come è probabile che ci sia stata anche della delusione avvilimento per la situazione in cui si era trovato (“braccato” dagli Homo Sapiens)…

      Quindi la somma delle cose lo ha fatto… “afflosciare” (il corpo) e decidere di mollare questo ambiente in cerca di nuove sfide.
      Così se n’è andato (magari in malo modo… come anche aveva fatto Gesù Cristo… crocifisso… morto disanguato!?) a cercare qualche altra competizione all’altezza delle sue capacità ed aspettative.

      Inoltre aveva già 75 anni… il corpo lui di certo lo aveva abbastanza strapazzato e forse era un pò consunto… tanto da essere “un peso morto”, più che un efficente mezzo comunicativo.

      Caro Ron, buon divertimento, ovunque tu sia.

    • silvia chiari

      Mi piace il tuo commento Diogene….. tu dici –Mi dava fastidio il fatto che Ron non avesse seguito la sua Formula di Cambio di Potere — io ho una percezione diversa e cioè che lui avesse seguito la formula di potere, infatti, se non erro, lui aveva già designato coloro che dovevano portare avanti Scientology e sarebbero stati in grado di produrre altri gradini del ponte perchè avevano passato la loro vita con lui e quindi oltre ad essere al suo livello o quasi sapevano la metodologia usata per affermare i passaggi da eseguire per raggiungere un determinato stato…..poi qualcun altro ha deciso diversamente e sappiamo chi è .
      E poi c’è un’ altra considerazione che mi viene da fare … l’idolatria attraverso l’immagine – corpo, gli umani hanno dato un’immagine anche a Dio ! Per cui, a meno che tu non sia un Elvis Presley, un Michael Jackson un Hitler…….per cui ti avvali del potere di far presa sulla gente anche se li stai portando sulla forca…..il Maestro non aspira a questo e quando l’umano inizia a divinizzarlo come immagine senza comprendere il suo messaggio…allora lascia il corpo che lo intrappola diversamente …… e con questo può “comunicare” su un piano di pura energia ….

  7. i puntini di Diogene...

    Marco e Silvia, grazie per i vostri commenti…
    A Marco rispondo che se fosse avvenuto quello che lui ipotizza, LRH sarebbe stato solo effetto (se non addirittura pts) della situazione… il mio pensiero invece è che ad un certo punto diventa una necessità diventare “semplici” e questo stato io lo teorizzerei come il raggiungimento di un’alta ARC e la capacità di aggiustare i rapporti tra Essere-Fare-Avere con il minimo sforzo ed il massimo potenziale…
    A Silvia vorrei far notare che se crediamo che LRH avesse già raggiunto un eccelso grado di consapevolezza (e di certo il potere non si attua per mezzo di un corpo fisico, ma piuttosto attraverso un’idea e un’intenzione), allora veramente nessuno avrebbe potuto impedirgli di ottenere il suo scopo… Lui ha predisposto ma non ha portato a compimento la Formula di Cambio di Potere e quindi delle due l’una: o non è stato in grado per carenza di Potere, oppure ha optato per una scelta e ha rinunciato ad esercitare il Potere al fine di essere veramente Libero e Semplice… forse Se stesso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...