Definizione: “Libertà Totale”

Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Per cosa esattamente ci stiamo sforzando in Scientology?

Avendo visto abbastanza cose pazze succedere nelle Org, mi sono dovuto fare la domanda “Per cosa esattamente ci stiamo sforzando in Scientology?”

Ora, l’obiettivo dichiarato è la “Libertà Totale”. Ma definiamo tale “Libertà”.

Termini del tipo “Eternità” in Scientology sono stati usati come bottoni fin dal 1978 dato che suscitavano risposte fortemente emotive, e di conseguenza immagazzinavano molti accordi e cooperazione. “Eternità” ha anche portato molte persone a sacrificare la loro vita attuale, dato che è vista come essere relativamente poco importante se paragonata all’eternità.

Ma guardate, come Gandhi disse, “i mezzi sono, dopo tutto, qualsiasi cosa, Come lo è il mezzo cosi lo è anche il fine”. Cosi se trascurate la vostra vita attuale per poter ottenere un fine in qualche nebuloso futuro, cosa state facendo in realtà?

Sopportare ogni tipo di privazione e depravazione nella vostra vita attuale per un qualche futuro stato “OT” non ha senso. Se la qualità della vita corrente di una persona non è una espressione di ciò che volete sia in futuro, cosa state facendo? Certamente non vivere. La vita è adesso, e mai null’altro che adesso. Perché pensate che uno si sforzi per ritornare in PT (Tempo Presente) durante l’auditing?

La scena corrente sarà la scena del futuro, uguale alla base operativa corrente, a meno che non si cambi, sarà consuetudine e base operativa corrente nel futuro. Non ci credete? – bene, perché pensate che cambierà nel futuro se è la procedura operativa standard?

Vi piace vivere coi debiti? Vi piace il fatto che a malapena riuscite a vedere alcuni dei vostri amici o i vostri familiari? Vi piace dover scroccare il vostro prossimo pranzo? Vi piace quando entrate in un org e non trovate la carta igenica da nessuna parte? Vi piace lavorare fino alle 2 del mattino su base regolare? Vi piace essere rimandati indietro giù nel Ponte a rifare i vostri Oggettivi per la terza volta? Vi piace avere il vostro Fattore di Realtà Non-Clear e dover pagare tariffe OT per rifare le cose che avete già fatto? Vi piace che la vostra vita in 2D sia stata un casino per via delle pressioni dalle org?

Come Registrar ho imparato che fare le cose ora, basandosi sull’avvenimento di un evento futuro, è completamente assurdo.

Esempi di questo includono:

 “Comprate 7 set di Basic ora, poi potete rivenderli più Avanti facendo profitto”. “Più avanti” non succede mai.

Prendi i soldi in prestito da donare per le Org Ideali ora, li riavrai indietro quando ti aiuteremo a vendere uno dei tuoi 7 set di Basic”. Naturalmente, anche questo non succede mai.

 “Fallo ora, il cielo sta cadendo giù!” Non succede mai, e se lo chiedete a me, non succederà mai.

 “Unisciti allo staff ora, ti audiremo!” Succede raramente, a meno che tu non venga sottoposto a Sec Check, o abbia pagato per il tuo auditing.

 “Unisciti allo staff ora, l’Org sta diventando Saint Hill Size!” Non è mai successo, nonostante ognuno dica che lo è diventata.

No, la condizione attuale È la condizione.

 L. Ron Hubbard una volta disse:

 “Il prodotto finale di Scientology non è di creare il nulla di tutta l’esistenza o la liberazione dell’individuo da tutte le trappole in ogni luogo.

L’obiettivo di Scientology è di creare un individuo capace di vivere una vita migliore per la sua valutazione e con i suoi compagni, e il poter giocare un gioco migliore.”

Cosa credete che faremo un giorno quando tutti saremo OT XV e non c’è più nessuna azione da fare sul Ponte? Bene, dovremo imparare a come vivere la vita, e ad andare d’accordo con gli altri.

E non voglio dire che allora dovremo chiarire il prossimo settore. No, sto parlando di quando anche quello sarà stato fatto. Cosa faremo allora? Bene, faremo ciò che miliardi di persone in tutto il mondo stanno già facendo – vivremo la nostra vita. E se nel frattempo avrete disconnesso da tutti i vostri amici e dalla vostra famiglia, vi potreste ritrovare un poco isolati. Se avete fatto incazzare abbastanza “compagni” dello staff e allungato sufficienti “Golden Rod” alle persone e abbandonato l’individuo in favore del gruppo per una “Causa più Elevata”, vi ritroverete veramente molto soli.

Perché quale altro è lo scopo se non le persone? Le relazioni e l’ARC? Voglio dire, cosa pensate che stiamo chiarendo? Persone. Persone, questo è ciò di che si tratta. Cosi se calpestate le persone, o se venite calpestati dallo staff o dai membri della Sea Org lungo la strada per chiarire il pianeta, qualcosa è terribilmente, terribilmente sbagliato, e lo schema si è perso tanto tempo fa.

Rivedete il prodotto: com’è la vostra vita ora, cosi sarà per voi e per gli altri per l’eternità, se non cambiamo la nostra attuale base operativa – volete davvero vivere cosi per sempre?

Alcune persone vogliono la libertà cosi tanto che rinunceranno a TUTTA la loro libertà per ottenerla.

Da: http://reformscientology.wordpress.com

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology reverse, SUCCESSI

18 risposte a “Definizione: “Libertà Totale”

  1. Marco

    Congresso sulle Capacità
    Conferenza: ESPERIENZA- RANDOMITY – CAMBIAMENTO DI RITMO.
    29 dicembre 1957

    “Voi volete scoprire delle cose su di voi e così via. Beh, la migliore cosa che posso dirvi su di voi è che siete un successo…qui, in questo preciso istante, sto cercando di dirvelo: siete un successo.
    Questo perché se l’organizzazione prospera… voi prosperate; l’organizzazione prospera e se l’organizzazione prospera, voi prosperate.

    Indica semplicemente se ci stiamo o non ci stiamo facendo conoscere.

    Per esempio, siete seduti da qualche parte a parlare con un tipo che vi dice: “Beh, quella roba, la mia mente. So che non c’è niente che non va nella mia mente. Di solito la tengo a casa sopra al pianoforte”.

    Parliamo con questo, con quello e con quell’altro tizio, uno dopo l’altro, e tutti dicono: “Gna, gna, gna…”.
    I nostri genitori ci dicono: “Ma sei matto a giocherellare con certe cose? Che ti prende? Perché non lasci perdere tutta quella roba sul miglioramento? Sii felice come noi”.

    Perdiamo tutti i nostri amici, ci facciamo un sacco di nemici, ma per fortuna ci facciamo un sacco di nuovi amici, di valore stavolta.

    Mi vengono in mente, tra l’altro, diverse conversazioni che ho avuto con dei ragazzi nelle organizzazioni… molto divertenti… i loro racconti sull’andare “là fuori”, lontano dall’organizzazione, lontano dal loro gruppo e lontano dai loro amici Scientologist.
    È sempre una storia triste.

    Lo feci io stesso, una volta.
    La prima volta in vita mia che me ne andai dalla Fondazione o dall’organizzazione, completamente all’esterno, sapete, interamente fuori contatto, fu per un periodo di soli pochi giorni in California.
    Ero appena partito… ero impegnato in quell’azione… di quella visita… .
    Mentre stavo guidando per ritornare alla Fondazione, all’improvviso, all’improvviso cominciai a rallegrarmi. Fino a quel momento non mi ero reso conto di sentirmi infelice.

    Non era perché le persone del mio gruppo usavano lo stesso vocabolario che usavo io, ma perché erano vive, quando gli si rivolgeva la parola, rispondevano. Quando dicevano qualcosa, generalmente valeva la pena ascoltare.
    C’era comunicazione, c’erano persone, c’era vita lì.

    Perciò lo so, so che cosa fa una persona quando esce da una classe, o qualcosa del genere, e se ne va fuori a stabilirsi nel bel mezzo di Milwaukee o da qualche altra parte… : ha avuto tutta quella meravigliosa comunicazione, tutti quei nuovi amici, e poi se n’è andata abbandonandoli tutti, ed eccola lì nel bel mezzo di Milwaukee o da qualche altra parte. Il fatto che non commetta suicidio nella prima settimana, è un grosso tributo a Scientology.

    Alcune persone soccombono… alcune persone soccombono, altre organizzano un gruppo e sono ancora con noi.

    Ciò crea un mondo nuovo e questa è la prima cosa di cui dovremmo renderci veramente conto. Non si limita a “far star meglio la gente, curare la sciatica e…” e fare qualcosa del genere.
    Ciò che fa è creare un mondo nuovo!

    E noi vediamo un mondo così. Vediamo il gruppo che frequentiamo nella nostra area, vediamo queste persone, parliamo con loro, diamo loro processing di gruppo, lavoriamo con loro, e in men che non si dica, ecco che tutti quanti parlano e voi siete molto contenti di parlare con loro e tutto procede bene.

    Se avete sfortuna, beh, voi non date inizio a un gruppo ed esso non resta insieme.
    Ma in realtà avete creato, in una certa misura, un mondo nuovo; un mondo in cui le persone sono vive, un mondo in cui le persone rispondono quando gli si rivolge la parola, un mondo in cui è decisamente, decisamente bello trovarsi.

    Forse alcune persone di quel mondo hanno dei difetti, forse potremmo malignare e dire: “Beh, sai, in tutta confidenza, in tutta confidenza, quella parla sempre al pc quando lui è sulla traccia passata”.
    E diciamo: “Beh, quel tipo non è male, ma di certo non sopporto il modo in cui percorre l’8C”.

    Un mondo sano e critico, si potrebbe dire.

    Ma poveretto il tizio che si unisce al gruppo e poi va giù a lavorare alla compagnia di assicurazioni, viene al gruppo una volta alla settimana e poi va giù a lavorare alla compagnia di assicurazioni e torna al gruppo una volta alla settimana.
    Mi domando se la cosa non lo renda leggermente pazzo; anche solo per il contrasto, in un modo o nell’altro.

    Recentemente ho sentito qualcuno che diceva: “Se solo riuscissi a scoprire qual è il loro livello di comunicazione, se solo riuscissi a scoprire di che cosa parlerebbero, se solo riuscissi ad abbassarmi in qualche modo al loro livello, non mi dispiacerebbe stare assieme a loro!”.

    Quella persona sarebbe sorpresa di sapere che non c’è un livello: c’è un essere effetto.
    Potreste sempre dire, sussurrando: “Penso che domani il tempo sarà accettabile”. La persona probabilmente vi guarderebbe e direbbe: “Qualcuno sta parlando a me? Non era mai successo prima d’ora!”.

    Molto spesso le persone si fanno delle strane idee… Dicono: “Ero assolutamente felice. Eccomi là, negli anni 40, ero assolutamente felice. Nessuno mai m’importunava; io non importunavo mai nessuno. Me ne andavo semplicemente per la mia strada; non mi preoccupavo affatto della mente, né facevo niente in merito. Ero felice. E guardatemi ora! Sono rovinato!
    In passato ero in grado di vivere con i miei famigliari. Adesso vorrei ammazzarli! Sono rovinato; sono stato in Scientology troppo a lungo”.

    Ma, per fortuna, continuano con Scientology, quando scoprono che in precedenza erano troppo apatiche per curarsi di ciò che accadeva intorno a loro.
    Come un tronco o un pezzo di legno alla deriva nella corrente, vivevano un’esistenza senza sentimenti, senza comunicazione.

    Beh, se volete vivere un’esistenza senza sensazioni, sentimenti, comunicazione, ARC, comprensione e alcune altre quantità di minore importanza, perché vivere?! Perché vivere?
    Perché non essere semplicemente un… perché non togliere semplicemente dall’ingranaggio la ruota che si è, e sdraiarsi in un campo da qualche parte ad estinguersi?

    Poiché non c’è alcun senso nella cosa; poiché le cose che ho nominato rappresentano la paga che si riceve per il vivere; non c’è altra paga.

    La paga è comunicazione, sensazioni, ARC, comprensione, cooperazione, entusiasmo per le mete, attività; la sensazione che si sta approdando a qualcosa e che si sta realizzando qualcosa.

    Questi sono gli unici pagamenti che si possono versare a una persona per il vivere.

    LRH

    • Marco

      Questa conferenza di Ron qui sopra, naturalmente può essere adattata alla “nuova” situazione che si è venuta a creare con l’avvento di DM… per cui può essere intesa e traslata ad un gruppo/org di “amici” scntologist indipendenti dalla Scn inc. , che applicano veramente “la paga per il vivere” : La paga è comunicazione, sensazioni, ARC, comprensione, cooperazione, entusiasmo per le mete, attività; la sensazione che si sta approdando a qualcosa e che si sta realizzando qualcosa.

      Questa è un’attività in corso d’opera, è un ritorno alla normale attività del vivere che cita il bel post.

      • Guido Minelli

        Perfettamente d’accordo con te Marco, la discriminante nelle attività che si svolgono nei gruppi umani, qualsiasi essi siano, sono le motivazioni, oneste o meno, dei singoli individui che li compongono e ancor più quelle dei loro leader. E’certamente confortante poter fare affidamento su di un gruppo dai nobilissimi ideali, è un “ritorno a casa”, è un indossare delle comodissime pantofole metaforiche e godersi la compagnia dei propri simili mentre si creano scene ideali condivisibili. E la paga di ciò sarà commisurata alle motivazioni personali. Se la motivazione è bassa sulla scala non si avrà “comunicazione, sensazioni, ARC, comprensione, cooperazione, entusiasmo per le mete, attività; la sensazione che si sta approdando a qualcosa e che si sta realizzando qualcosa.”, ma l’esatto contrario.

        Un abbraccio

        Guido

  2. Paolo Facchinetti

    Ho il piacere di annunciare che il libro di RICHARD “DIARIO DI UN SOGNO” è pubblicato online. Per acquistarlo andare sul sito ilmiolibro.it e cercare il nome dell’autore o del libro (il libro ha la copertina scura con un’opera dell’amico e OT III Paolo Buzi http://www.paolobuzi.com). Come d’accordo con l’autore e i gestori, lo pubblicheremo anche a puntate su Lareception.

  3. http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=870644
    Ho letto le prime 13 pagine dal sito.
    Mi piace come é scritto,in modo semplice e comprensibile,interessante questa comunicazione tra RED e Richard.
    Mi sà che é un di quei libri che si legge tutto in una volta,perché ti porta a voler sapere ciò che succede dopo.A vedere come va a finire.
    Ciao

  4. Marco

    Paolo, ho comprato i tuoi 2 libri dal sito (di certo incrementerai anche le vendite della tua 1° opera)…

    Ho anche letto le 13 pagine disponibili in chiaro sul sito (ah… benedetta curiosità…). Non sono pagine consecutive…

    Quello che mi viene subito da commentare è che il libro/libretto ha tutta l’aria di essere una scommessa di Richard, un azzardo, un mettersi in piazza, un rendersi disponibile…
    Forte e coraggioso…: mi piace molto questo mettersi alla ribalta di Richard.

    Secondo me avrà 2 effetti: 1°entusiasmo tra gli Scntologist non convenzionali (così detti indipendenti; non credo però in tutti gli Indi comprenderanno…); e 2° un urlare alla blasfemia da parte della “chiesa” ufficiale, e/o da parte degli “Scntologist good standing”.

    Pagina 13
    L’autore del sogno (Richard), mentre sta facendo questo sogno, il libro ha la trama basata su un sogno, chiede a Red (chi è Red? Beh… mi pare ovvio):

    “Perché mi trovo qui?”

    Il sig. Red rispone:
    “Caro amico un po’ zuccone come tutti gli Italiani, per ora ti dirò solo un paio di motivi…
    Il 1° è che sei un tremendo cocciuto; non ti sei accontentato di quel che c’era e hai continuato una tua ricerca personale, andando a rovvistare in tutte le pratiche possibili ed immaginabili in cerca della verità.
    La cosa buffa è che nonostante questo, sei tornato sui tuoi passi e sei riuscito a trovare le varie tracce che avevo lasciato, le hai seguite e ti sei applicato… … …

    In 2° luogo, ti userò spudoratamente per dare la parte di conoscenza mancante al resto delle persone; mi spiace per te… ma questo è il compito a cui non ti puoi sottrarre, sei d’accordo?

    Ma caro Red, ma chi diavolo potrebbe mai credermi? … …

    Beh, Caro Richard… tu vai avanti, che un po’ di gente che ti legge e ti capisce l’hai già trovata.

    Richard ha fatto molto bene a fregarsene di qualsiasi effetto negativo gli potrebbe produrre esporsi in questo modo, e concentrarsi solo sugli effetti positivi, che secondo me saranno molti ed entusiasmati.

    Quello che è evidente gli preme più che altro è comuicare che:
    “è possibile avanzare… scoprire di più su se stessi…e sul da farsi ora”

    Grazie Richard per l’entusiasmo e per il condividere con tanti altri.

    Marco

  5. mau

    a volte ritornano…
    reduce dai grandi successi di parigi, new york, londra…
    ciao a tutti!
    incredibile! è di nuovo qui!
    faccio l’inchino e parte l’applauso…
    grazie, grazie…troppo buoni.
    …mi sono forse perso qualcosa mentre ero “fuori”?

    • A tal degg…. E’ successo di tutto! Compreso sentirmi dire e poi vederlo per scritto che la Reception e’ un OsaBlog ed io sono di OSA ! 🙂
      Beh, direi che nell organizzazione indipendente ci vuole anche OSA…..n n a nell’alto dei cieli……

      • mau

        ostia! anche te di OSA?
        …non ti puoi proprio più fidare di nessuno 😀

      • Chi é che OSA OSAre ,senza che OSA sia informata su chi OSA OSAre di fare il ponte senza OSAre pagare chi paga OSA.?
        Non é cOSA,altro che sei di OSA.!!! Mi pare una cOSA che non cOSA.
        Ad ogni cOSA,tu non OSA ! Sennò stai attento a OSA che ti fà una cOSA che non si OSA dire.Ma hai capito cOSA.!
        Io non OSA.
        Ciao

        • mau

          non per competere con te, ma ispirato dalla tua prOSA
          alquanto spiritOSA

          OSAre si ma cOSA?
          by Mau
          Il motto era “ricordati di OSAre sempre”
          OSAre , oh che bella cOSA!
          OSArei dire “favolOSA”
          e sempre OSAre,
          sempre, a iOSA
          OSAre, si maccOSA?
          scalare la più alta vetta
          montuOSA?
          guidare a velocità pericolOSA?
          o mettere la mano ove si pOSA
          di belen la maripOSA?
          e chi sempre OSA allora mai ripOSA!
          ha da essere una cOSA piuttosto
          faticOSA, addirittura di energie
          dispendiOSA,
          come questa pagina tortuOSA.
          non me ne volete…
          Adrian fu la mia mOSA

  6. Guido Minelli

    Ciao ragazzone, è bello ritrovarti, qui nel salone delle feste del condominio!
    Ti abbraccio
    Guido

  7. Tony Pacati

    La premessa che “Red” si appresti ad illuminare uno, zuccone e cocciuto, e per giunta Italiano, mi piace molto.
    Mi leggerò come andrà a finire, sono sicuro che ci guadagnerò qualcosa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...