Valutazione

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !
 
HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE
Saint Hill Manor, East, Sussex
 HCO POLICY LETTER OF 17 GENNAIO 1967
Franchise Remimeo
FSMs
All Students
All Preclears
BPI

 UNA LETTERA APERTA A TUTTI I CLEARS

Sei Clear. Ben fatto e congratulazioni.

Questo stato non è mai stato ottenuto precedentemente in questo universo e dobbiamo lavorare tutti verso l’obiettivo di ottenere più persone – molte altre persone su a questo livello. Essenzialmente, sei Clear sulla prima dinamica e hai ancora parecchio lavoro davanti a te per arrivare a OT, che è come dire le rimanenti dinamiche, ma tuttavia scoprirai che hai molte abilità finora mai sognate. Un codice etico per gli OT esiste già cosi allo stato di Clear una persona non dovrebbe pensare di avere licenza di fare qualsiasi cosa voglia. Hai ancora le rimanenti dinamiche da raggiungere quindi non usare le abilità che hai già ottenuto per rendere schiavi gli altri, o in realtà te stesso.

Con la libertà arriva la responsabilità e con la responsabilità arriva il bisogno di valutare le proprie azioni e di fare solo quelle azioni che produrranno il maggior bene sul maggior numero delle dinamiche. Cosi, le Policy di Scientology che ti hanno permesso di raggiungere lo stato di Clear ancora si applicano a tutti i Clears. In fatti si applicano ancora di più perché hai la realtà del loro valore e la necessità di osservare che vengano seguite.

Quelli che non hanno raggiunto Clear ti osserveranno con un po’ timore, cosi hai il dovere di dare l’esempio di un comportamento esemplare in tutti gli aspetti della tua vita. Come Clear non hai privilegi al di là di essere dichiarato Clear.

Come risultato, ti verranno date responsabilità più grandi e ce le si aspetterà da te cosi devi essere preparato ad educare responsabilmente te stesso dove è necessario cosi che tu possa svolgere ciò che ti viene assegnato in modo appropriato nel mantenerti con gli obiettivi principali e gli scopi di Scientology.

Cosi per te non esiste sederti e risposarti sopra agli allori, nessuna rinuncia della Policy, nessuna attività promiscua di 2^ Dinamica, nessuna assunzione impropria di potere, controllo o influenza o assumere che tu automaticamente sai meglio in ogni situazione. È un crimine invalidare lo stato di Clear – vedi di non usare questa condotta come Clear, particolarmente per ciò che ti riguarda. Hai ancora il resto delle dinamiche da raggiungere.

Ora più che mai sei diventato parte di un gruppo. L’individualismo ossessivo e il fallimento ad organizzare furono responsabili per lo stato in cui ci siamo trovati.

Non appena avrai percorso il resto della strada questo ti diventerà abbondantemente chiaro.

Mi aspetto e ho bisogno del tuo aiuto per completare la grande missione di de-contaminare questa area dell’universo. Se desideri aiutare, il tuo primo dovere è di proteggere la reputazione dello stato di Clear con una condotta esemplare. Il tuo secondo dovere e di diventare OT non appena possibile. Il tuo terzo dovere, se ancora desideri aiutare, è di diventare parte del tentativo di pulire questo settore dell’universo e renderlo sicuro non solo per noi stessi ma per i miliardi di altri che sono stati danneggiati.

Grazie per ciò che hai fatto finora.

Come Clear sei benvenuto e onorato. Non fare nulla che possa logorare il tuo benvenuto o portare disonore a te stesso o agli altri Clears.

Grazie per ciò che farai in futuro.

So di poter contare su di te.

                                                                                                                     L. RON HUBBARD
 
                                                                                                                     Fondatore
 

La valutazione è un soggetto interessante, dato che è originaria dell’Essere. La valutazione è il modo come vediamo gli altri, il mondo intorno a noi.

Solitamente la valutazione viene tenuta segreta, perché si incorrerebbe in tempi duri se si dovesse essere sinceri e veritieri tutte le volte o la maggior parte di esse.

Credo che valutare sia anche definito come Censura Critica, giudizio, conclusione, deduzione, assunto, ipotesi teorica, verdetto, stima diretta, risultato e cercare di indovinare.

Non importa quale parola usiamo, tutto si riduce sempre alla stessa cosa; mentre riceviamo una comunicazione, quella comunicazione entrante viene valutata conseguentemente alla realtà della persona che la riceve, l’azione è automatica.

Il problema è che quella valutazione raramente viene espressa apertamente a parole, perché i costumi sociali impongono l’uso di una valenza amichevole e viene incoraggiato l’uso di complimenti carini, anche se non sono effettivi.

L’uso delle valenze causa guai, perché ci sono comunicazioni verbali emesse, però ci sono anche i veri pensieri=valutazioni non espressi e non sentiti dalle orecchie, ma ciò nonostante, il verdetto del giudizio valutativo arriva nello stesso istante della comunicazione!!… questa è bella.

Se non venisse usata questa valenza sociale non ci sarebbero motivi per gli ARCX (rotture di ARC), perché si capirebbe come gli altri ci vedono e agiremmo di conseguenza… costoro vorrebbero formare una amicizia dopo una tale valutazione? Se così fosse, questa amicizia porterebbe vantaggi e benefici ad entrambe le parti? Questo va oltre il punto che voglio trattare.

Quando le vere valutazioni tra le persone vengono rivelate o messe in piazza da alcune coincidenze, tipo restimolazioni, succede l’inferno…

Ora inizia il divertimento, le bombe volano! … dato che entrambe le parti possono vedere che le vere valutazioni che gli altri avevano verso di loro sono ancora lì, intatte, festose. In fondo è simpatico vedere la genuinità della verità…

Per la mia realtà, una buona relazione non può esistere se ci sono dei Withhold. L’onestà è il requisito per ogni buona relazione, non importa di che tipo è.

P.S. Devo aggiungere un fattore importante, la valutazione stessa non modifica mai in alcun modo il nucleo dell’universo della persona. Vengono solo creati altri pensieri e considerazioni che altro non sono che un continuum… un andare avanti!

Elizabeth

9 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Org Ideali, Scientology indipendente

9 risposte a “Valutazione

  1. Hello my friends! I would love to hear your reality on evaluation…. what that means to you…Your communication would be very welcome…Lots of ARC to you all. in other words.. love…Elizabeth

    • I think that people mostly invalidate others for fear. It may be fear of their potential, fear of their inner strenth, but most all fear of themself and of what goes on inside thier own universe,

  2. i puntini di Diogene...

    Assolutamente vero e molto ben espresso…
    Stiamo parlando di un diamante con tante sfaccettature… ma il suo valore dipende sempre dalla sua purezza…

  3. NENA

    Ho letto questa lettera aperta riguardo ai clear ed è davvero secondo me un onore arrivare a questo stato.
    Ma penso che chi arriva a questa meta ha sopratutto la responsabilità di mantenere la sua etica in riguardo tutte le dinamiche e il dovere di aiutare gli altri perchè uno solo è potente ma è il team che può davvereo cambiare le condizioni di questo pianeta. NENA

  4. Silvia Chiari

    Carissima Elisabeth, ho letto due volte il tutto ma….non capisco cosa c’entri la policy di Ron su Clear con il tuo scritto riguardo alla valutazione …sento che c’è “qualcosa” che ti ha indotto a scrivere tutto ciò ma non trovo scritto il “vero” contenuto della comunicazione che stai trasmettendo senza parole …….. puoi usare le parole per favore ?
    Grazie Silvia
    ( scusa se non scrivo in inglese ma così come c’è il traduttore dall’inglese all’italiano penso che ci sia dall’italiano all’inglese )

  5. Marco

    Visto che Elisabeth incita ad un commento…
    Beh, devo dire che anch’io non capisco veramente bene cosa c’entra la policy sopra con il ragionamento di Elisabeth…
    Ma confesso anche che non comprendo benissimo cosa voglia comunicare Elisabeth…

    Comunque… prendo spunto da questa frase: In fondo è simpatico vedere la genuinità della verità… credo riassuma abbastanza bene il post…

    Io credo che nella maggior parte dei casi dire quello che si pensa veramente di una persona non sia così facile ( e spesso nemmeno auspicabile), come sembra dire Elisabeth…

    La valutazione (e l’invalidazione) per esempio è proibità dal codice dell’auditor… e Ron consiglia di applicare queste due regolette anche fuori dall’auditing.
    Naturalmente ci sono casì in cui è necessario valutare una persona e dirgli quello che veramente si pensa di lui, ma la reazione che si avrà dipende moltissimo dal grado di ARC e/o di contatto (il livello di confidenza e frequentazione) esistente… per esempio ad una mogie puoi dire cose che non puoi dire ad una collega…

    Fare una valutazione di una persona può essere un’arma a doppio taglio… spesso è meglio dire una mezza verità…
    Secondo me essere delicati nelle proprie valutazione degli altri è buona cosa… e non considero sia un withold…, mica bisogna sempre spiattellare tutto ciò che si pensa.
    L’importante è non ricamarci sopra o pensare che questo sia un withold, perchè mai? Io ho un mio universo di valutazioni… tutto ciò fa parte della vita normale ed è civile (e non serve sfociare nella falsità, che è una cosa ben diversa).

    Secondo me lo stare di fronte (“quello che è è”) ed il concedere beingness è molto meglio che dire tutto ciò che ci passa per la mente…
    Dice LRH (da qualche parte che non ricordo) che concedere beigness è addirittura più importante che averne una.

    Citazione di LRH :
    Congresso Sull’Anatomia dello Spirito dell’uomo.
    Conferenza IL DECLINO DELL’UOMO

    “Che cosa c’è sopra questa linea? (N.d.T. linea di esistenza, ottimale)
    La tolleranza per la condizione di essere lì e per la comunicazione
    Che cosa c’è al disotto della linea?
    L’intolleranza per la condizione di essere lì e per la comunicazione.

    Quindi si potrebbe dire che: per cambiare in meglio la condizione di un essere, che si tratti di aumentare l’ intelligenza, o migliorare la personalità, è necessario migliorare la sua considerazione, la sua tolleranza, sull’esistenza di altri esseri, di se stesso, e migliorare la sua tolleranza per la comunicazione.

    Il miglioramento della considerazione e della tolleranza è il denominatore comune dell’ascesa a livelli superiori di esistenza e capacità.”

    • Hello Marco… the problem is we lose much of the content through traslation… I too feel the same way about your comment, the translation do not give the right words-concepts.
      Have a lovely evening! Elizabeth.

  6. dayghoro

    Credo che nella vita sia naturale valutare al fine di prendere decisioni che ci portino ad una maggiore soppravvivenza.
    Ma qui Elizabeth ci descrive quel aspetto di valutazione abberrato,dove il valutare è un invalidare,un disaccordo,sull’aspetto dell’altro,una antipatià,
    un mentire.Perchè se diciamo la verità di ciò che pensiamo veramente in quel momento potremmo trovarci in difficoltà nell’ vivere.
    E così adottiamo un comportamento,una valenza sociale che ci rappresenta,sostituisce a tal punto da non sapere più chi siamo.
    Ed il nostro ESSERE viene,soffocato,represso,si impara così bene a mentire che riusciamo ad ingannare anche noi stessi.
    A pensare una cosa e dirne un altra,ad avere un espresione amichevole di fronte ad una persona che ti stà sui coglioni.
    E così con questo modo artificiale abbiamo questo “quieto” vivere,queste “amicizie” abbiamo questa “magnifica” società.
    Fondata sulla bugia e sul non ESSERE.
    Francamente quando inizi l’auditing inizi a dire la verità,a riconoscere la verità,le intenzioni e postulati.E ritorni ad ESSERE ed il “mentire” inizia ad essere difficile,a liberarti di quelle identità di comodo,sociali.
    Meglio antipatico ma me stesso per quello che sono.
    Che poi quando sei te stesso hai molta più affinità per gl’altri.
    Antipatico ma un pò piu sincero Adriano

    I believe that in life it is natural to consider to make decisions that lead us to greater survival.
    But here he describes the appearance of Elizabeth abberrato evaluation, where the evaluation is a void, a disagreement, the appearance of the other, a dislike,
    a mentire.Perchè if we tell the truth about what we really think at that time we could be in trouble in ‘live.
    And so we adopt a behavior, a social value that represents us, replaces to the point of not knowing who we are.
    And our BE is, stifled, repressed, you learn to lie so well that we can deceive ourselves.
    To think one thing and one thing another, to have a friendly espresione in front of a person who is on his balls.
    And so with this artificial way we have this “quiet” life, these “friends” we have this “magnificent” society.
    Based on the lie and not BE.
    Frankly, when you start auditing begins to tell the truth, to recognize the truth, intentions and postulati.E return to BE and the “lie” began to be difficult to get rid of those identities of convenience, social.
    Rather unpleasant but myself for what I am.
    Then when you yourself have a lot more affinity for gl’altri.
    Unpleasant but a little more sincere Adriano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...