LA RIFORMA DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY – PARTE II

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !302298_10150406686644248_511989247_8164482_1112376940_n

StatPush ci fornisce la seconda parte delle sue riflessioni sulla Riforma di Scientology.

Se siete d’accordo con la premessa di eliminare la Sea Org, ci dovremmo indirizzare alla struttura della nostra ipotetica post-apocalittica Scientology.

Abbiamo avuto una pesante struttura gerarchica superiore di management per decenni. Brevemente, le fila superiori (cioè il management di Int) stabiliva gli obiettivi strategici, scriveva i programmi coordinati e monitorava i progressi a lungo termine. Il management di mezzo (cioè *FCB – ufficio di comando di Flag e *Uffici Continentali) prendevano i programmi direttamente dal management di Int ed iniziavano ad eseguirli, il che spesso risultava in ulteriori programmi da eseguire per i dirigenti delle file sottostanti. Alla fine arriviamo a livello delle Org e Missioni dove avviene il lavoro reale di consegnare Scientology al pubblico.

Idealmente, tutte queste azioni dovrebbero essere coordinate e allineate sugli scopi di Scientology. Potrebbe essere spiegato in modo troppo semplice, ma rende l’idea.

Dato che ho l’abitudine di esaminare ogni cosa, mi sono chiesto: è veramente tutto necessario? Le organizzazioni di Scientology potrebbero sopravvivere senza tutto questo?

Penso dovremmo esaminare il vero “Valore aggiunto” di questi corpi dirigenziali. Quanto del lavoro che svolgono è autogenerato? Quale percentuale si questa struttura dirigenziale è direttamente coinvolta nel produrre un prodotto scambiabile con la società? E quale percentuale di tempo spendono a dire ad altri staff cosa fare o ad ottenere obbedienza o a maneggiare le *Hill10?potrebbero le Org sopravvivere senza questi impossibili programmi amministrativi? Potrebbero le Org vivere senza le incessanti urla e spinte che richiedono sempre più produzione?

Se si dovesse rimuovere queste fila di “Management” le org verrebbero sovraccaricate da tutto il traffico che queste entità generano. Molti di voi sono d’accordo che il vero VFP (Prodotto Finale di Valore) di Scientology avviene quando un auditor si siede con un Pc e consegna una seduta standard; o un supervisore del corso si assicura che uno studente venga addestrato e acquisisca nuove abilità.

Chiedetevi, quando prendete in considerazione l’albero gerarchico; quale è la vera media internazionale tra Tech e Admin? E chiedetevi; chi paga per far funzionare questa macchina? La risposta – Voi.

Quando fate una donazione per un servizio in un org o una missione , una certa percentuale del Gross Income viene mandata al management per supportare questa infrastruttura monolitica. Questo si chiama “Decima”.

decima ‹dè·ci·ma› s.f.

1. La decima parte del raccolto o del reddito, pagata come tributo, spec. al signore feudale o alla Chiesa ♦ generic. Nome di antiche imposte sul reddito (corrisposte in origine nella misura del dieci per cento): d. delle teste o sopra la testa, imposta sul reddito individuale (contrapposta alla d. fondiaria o d. maggiore), applicata a Firenze dal 1494 (detta anche decimino).

2. Intervallo della scala musicale di dieci gradi, pari a un intervallo di ottava più uno di terza.

ETIMO Femm. sost. di decimo; nel sign. 1, dal lat. decĭma (pars) ‘la decima (parte)’

DATA sign. 1, sec. XIII; sign. 2, sec. XVI.

Vent’anni fa le decime erano così composte:

Missioni: 20%
Org di Classe V: 30%
ASHO: 40%
AOLA: 50%
Flag: 60%

 (E ci si meraviglia se negli ultimi vent’anni Miscavige ha lavorato a testa bassa per portare tutti gli affari a Flag piuttosto che dentro le Org e le Missoni? Perché tutte le consegne non vengono fatte dentro le Org o le Missioni, dove si può vedere la vera espansione? Perché non insiste che Flag si specializzi su ciò che si suppone sia bravo a fare, come maneggiare i livelli più elevati del Ponte e poi invii le persone sulla Freewinds?)

L’effetto concreto e che una parte di soldi sempre più esigua di ciò che pagate va a supportare le Org e gli staff che vi consegnano il servizio. Pertanto i prezzi che vengono applicati su ogni livello sono alti, ma i mezzi dell’Org in cui state prendendo il servizio sono sempre più esigui.

È un po’ come la scrematura che la mafia porta via dai casino di Las Vegas. È criminale e fuori scambio.

Cosa succederebbe se questa burocrazia sparisse di colpo? L’auditing e l’addestramento cesserebbero? Le Org collasserebbero?

Org del campo libere

Immaginatevi se le Org di Scientology esistessero indipendenti e libere da questa oligarchia oppressiva. Se le Org rispondessero al loro campo e a nessun altro.

In effetti, sarebbero indipendenti e auto dirette. Il consiglio esecutivo e consultivo avrebbero il vero potere e prenderebbero le vere decisioni sull’operato delle loro Org.

Siccome non ci sarebbe una struttura elevate di management, I soldi rimarrebbero Fermi nelle Org. Avrebbero piena responsabilità della salute e benessere delle loro organizzazioni. E questo includerebbe l’adozione di prezzi strutturati

Prendiamo un attimo in considerazione I prezzi dei servizi di Scientology, un soggetto molto vicino e caro al cuore di chiunque. Chiunque sia sul Ponte sa quanto venga pagato oggi per i servizi. La maggior parte sarebbe d’accordo nel dire che i costi monetari sono impegnativi se non proibitivi. Tant’è che ogni scientologo attivo che conosco ha parecchie unità d’attenzione avviluppate su questo soggetto. “Come trovare i soldi che servono per salire il Ponte?” – il problema che tutti stanno cercando di risolvere. Ed è un problema – ma è un problema interamente creato dall’organizzazione stessa.

L’attuale management della Chiesa ha instaurato questi prezzi per ciò che sono. Sono prezzi artificiali. Non sono determinati dalle normali forze che influenzano il prezzo delle altre cose che acquistiamo, tipo domanda e offerta, competizione o innovazione e gli azionisti non fanno parte di questa equazione sui prezzi. Qualcuno, da qualche parte, presumibilmente all’interno dell’Ufficio Finanziario, detta che il prezzo di un intensivo di 12 ore e mezzo di un Org di Classe V sia 4.000$ in USA. Punto!

Il modello attuale del tariffario della Chiesa è; Prezzo alto, Poco Volume.

Per un gruppo che sostiene che Il suo obiettivo sia quello di chiarire il pianeta è totalmente inattuabile. Non ci sono abbastanza soldi in tutto il pianeta per pagare l’auditing fino a chiarirlo.

Una nota a lato … potrebbe essere che coloro dentro la Sea Org  abbiano una realtà radicalmente differente rispetto a quei Scientologist public su cui impongono le decisioni per policy? Può darsi che qualcuno che guadagna 30$ la settimana abbia una visione alquanto distorta di cosa serve per vivere nel mondo del lavoro di oggi giorno? Spesso mi sono meravigliato quando mi venivano richieste decine di migliaia di dollari dal Registar  – quale è stata l’ultima volta che hai prodotto nel mondo vero e hai guadagnato decine di migliaia di dollari? Si comportano come se fossero brustoline, nulla di che, vai fuori e prendili. Non hanno idea; è una disconnessione totale dalla realtà che noi pubblic condividiamo.

Chiedetevi questo – quando è stata l’ultima volta che vi hanno fatto un sondaggio sulle vostre finanze personali, sul costo dei servizi e sulla vostra capacità di pagarli?  Mi ricordo di aver ricevuto questa domanda una sola volta negli ultimi 30 anni. Credete che l’attuale management sia un po’ fuori dal mondo su questo soggetto?

Pensate che l’attuale management capisca lo stato attuale delle finanze del parrocchiano medio? O il fatto che le persone nel mondo reale devono occuparsi di una inflazione a due cifre o di una riduzione del 20-25% del loro potere di acquisto? O dei pagamenti di interessi dal 18 al 21% sulle rate delle loro carte di credito? O la casa che possiedono, una volta considerata un bene (su cui accendere mutui), sia ora diventata di fatto un debito o una preclusione?

La maggior parte degli scientologist che conosco sono in uno stato finanziario orribile. Anni di pressioni e domande finanziarie (Ponte, Org Ideali, Super Power, Materiali ecc…) hanno presentato il conto. I risparmi sono spariti, le pensioni andate, le case con due mutui e alcuni hanno dichiarato bancarotta.

Questo è un grosso PTP creato dalla Chiesa che detiene il monopolio sul Ponte.

Non sono certo il solo ad aver sentito, partecipato in o a essere stato oggetto di irregolarità finanziarie per proseguire sul Ponte. Prestiti personali, carte di credito, eredità, proprietà, affari speciali, tasse, risparmi, bancarotta, prestito di soldi dai parenti, da altri Scientologist ecc… tutto ciò è cresciuto per questo sforzo di risolvere il PTP creato dalla Chiesa.

Avete mai sentito parlare di scientologist “ben intenzionati” venir fregati da altri “Scientologist” dopo avergli prestato dei soldi? O nello sforzo di “Far andar bene le cose”, commettere overt finanziari che in seguito vi sono ricaduti addosso?

Anche gli staff della Chiesa, nello sforzo di aumentare un qualche tipo di produzione, vengono scoperti a fare giochi di prestigio sulle ore presenti nei conti, scoprendo “magicamente” che ce ne sono delle inutilizzate nei PC folder, ricostruire pacchi, combinarli con altri servizi comprati (passati, presenti, futuri), il tutto nello sforzo di far sembrare il  Ponte abbordabile.

Questo singolo aspetto della Scientology organizzata crea molti problemi, genera parecchi overt e withhold, cattura molte unità d’attenzione e produce indicibili stress. Rimuovendo questo singolo arbitrario incrementerebbe immediatamente il livello di tono del gruppo e del campo.

Soluzione: rimuovere l’imposizione dei prezzi a livello locale e globale e lasciare semplicemente che sia l’Org locale a fissare il prezzo dei loro servizi. Senza il bisogno di nessuna approvazione, che sia policy locale, e via in questo modo.

Questo permetterebbe al management dell’org locale di aver una sorta di controllo sulle sue linee di incasso e anche di aggiustare I suoi prezzi all’economia del posto. La fabbrica tal dei tali ha licenziato metà del suo personale – l’org locale risponde con un pacco speciale di auditing/training per i lavoratori in esubero, vero aiuto (e vera empatia) ad un costo vero e accessibile determinato dall’Org. Questa è un’Org che si prende responsabilità per il suo campo.

Se venisse permesso alle org di agire in questo modo, il prezzo dei servizi scenderebbe al valore naturale del mercato – il prezzo che il pubblico in generale sarebbe disposto a pagare compenserebbe il peso del costo per la consegna di quel servizio. Questo è esattamente ciò che il servizio varrebbe – ciò che si è disposti a pagare. Nel passato non ci veniva permesso di sapere quale fosse; il management di Int dettava sempre qual’era il valore artificiale del servizio. Io sospetto che siano arrivati a quel prezzo basandosi su ciò che credevano quella org dovesse produrre, piuttosto che su ciò che il pubblico fosse intenzionato a pagare o potesse permettersi.

Per mettere questo in prospettiva, fissare il prezzo a 4.000$ per intensive su base nazionale ha un lato paradossale e peculiare di limitare la quantità di auditing consegnato su base settimanale. Diciamo che Joe X paga 4.000$ l’intensivo, che deve venir consegnato in una settimana (ref: HCOB 31 Maggio 1971R – Programma intensivo Standard di 12 ½ ore) siccome costa così tanto, Joe X può solo permettersi un intensivo ogni tre mesi. Così il suo auditing è sporadico ed inefficace, come descritto nella Serie del C/S 38R CORSI E AUDITING, MESCOLARE AZIONI MAGGIORI. Ma un auditor in-tech, ben addestrato, è in grado di consegnare più di 45 ore la settimana! Se il prezzo fosse diminuito a 1.250$ per intensivo, si potrebbe tenerlo impegnato nella consegna su Joe X per tutta la settimana e Joe X acquisterebbe più auditing su base annuale di ciò che fa quando il prezzo è di 4.000$ per intensivo.

Se le org avessero davvero un occhio di riguardo sulla “nona dinamica” (ref: 5203C05 Pensieri e Preclears) potrebbero fissare il prezzo in modo da fare un profitto e massimizzare la consegna verso il chiarimento planetario.

Guardando alla cosa sotto un altro punto di vista, se il prezzo dell’auditing potesse adeguarsi al libero mercato, scopriremmo che il prezzo di un intensivo scenderebbe subito a 2.000$. in questo modo il nostro auditor sarebbe impegnato nella consegna di 3 intensivi a settimana, risultante in un *VSD di 6.000$.

Ma succede dell’altro che va oltre al valore monetario. Dalle mie osservazioni ed esperienze, le org sembrano agire meglio quando A) consegnano molto auditing, e B) quando ci sono molti studenti nell’Accademia. Il morale sale e ogni cosa sembra più semplice. Il gruppo sa che sta facendo progressi verso lo scopo ed è su scopo.

Avete anche voi fatto esperienze simili? Vale la pena notare che per LRH (HCOPL 31 Gennaio 1983 – LA RAGIONE DELLE ORG) questa è l’unica ragione perché esistono le org.

Sommario

Scientology Inc è un monopolio con un cappio al collo sui prezzi e sulla consegna dei servizi di Scientology al pubblico. Il management è un parassita e un fallimento nel raggiungere gli scopi di Scientology, tutto a detrimento delle Org, delle Missioni e del pubblico di scientologist.

Le Org e le Missioni devono liberarsi dal giogo e oppressione del management e gli deve venir permesso di operare in modo indipendente.

Più riguardo a questo nella terza parte…

Scritto da StatPush

*Uffici Continentali: Gergo di Scientology. Per scopi di management, la Terra è suddivisa in “Continenti”: i vari continenti di Scientology sono: Europa (EU), Gran Bretagna (UK) Stati Uniti dell’Est (EUS), Africa (AF), Australia e Nuova Zelanda (ANZO), Stati Uniti dell’Ovest (WUS), America Latina (LATAM). A volte la parola “Cont” è anche il gergo per indicare “Gli uffici continentali del management.

*FCB: Acronimo per Flag Command Bureaux, chiamato così fin dale sue origini a bordo della nave Apollo. È il punto centrale del management tattico per tutte le org individuali e le unità di tutti i settori di Scientology. il Flag Command Bureaux è il livello tattico del management, porta a compimento tutti i piani internazionali del management, le valutazioni e i programmi di tutte le org individuali e le unità.

*Hill 10: Gergo di Scientology che indica una situazione seria o un area di problemi per Scientology che richiede attenzione immediata.

*VSD: Acronimo per Valore del Servizio Consegnato. Una statistica che rappresenta i servizi consegnati dalle org completati; essenzialmente il volume monetario dei servizi consegnati. Opposto al GI (Gross Income – Incasso Lordo) che misura il volume di soldi all’inizio della linea, il VSD misura il volume di soldi alla fine di tale linea. Se il GI è molto grande ma il VSD è molto poco, significa che le persone pagano per i servizi e non li fanno. Questa non è LA RAGIONE DELLE ORG. LRH si aspettava che le persone pagassero per i servizi e poi li facessero.

17 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Scientology indipendente

17 risposte a “LA RIFORMA DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY – PARTE II

  1. i puntini di Diogene...

    … dunque, riassumendo…

    … come? un film già visto? la solita musica?…
    L’indipendenza è un sogno, ma nel concreto si ottiene con l’Equilibrio…
    Quando l’ovvietà del vivere diventa una continua sfida, vale la pena di ritrovare la propria centratura.

  2. Luigi Cosivi

    Con le percentuali sopra esposte, si può chiaramente capire come e perché le missions non si aprono, le classi V non addestrano Auditors del pubblico, anzi riducono gli Auditors staff. Si è costretti certo, per chi può, andare a Flag altrimenti i video pass sono impossibili, per non parlare di quanto è diventato lungo l’addestramento a casa per via dei fondamenti ecc..
    Proprio un bel disegno per frenare l’espansione, una vera e propria soppressione criminale.
    Bravo Miscavige, meglio di così non potevi frenare Scientology.

  3. Antonio Amodeo

    Ciao a tutti.
    Mi scuso se uso questa linea ma avevo promesso che avrei fatto sapere alcune cose.
    Oggi ho saldato il debito più vecchio in ordine di tempo fatto in parte per org ideale e in parte prestito personale.
    Totale di 7 mila euro
    Buon natale e anno nuovo a tutti!!!
    Tony

  4. Davide Succi

    A tutti i condomini auguro di trascorrere con serenità il Natale ormai alle porte e tutto il periodo di festività che ci condurrà verso il 2013.

    Come di consueto, in tale circostanza, ci si augura che l’anno nuovo sia migliore del precedente,per cui ognuno si fa i suoi postulati. Bene, il mio augurio è che tali postulati possano veramente realizzarsi o comunque creare un effetto più positivo nella nostra vita.

    Buon 2013 a tutti.

    Davide Succi

  5. Tiziano Marzotto

    Augurando a tutti buone feste volevo dire che qualsiasi tentativo di riforma è inutile se non non si rimuovono o se ne vanno le persone soppressive che sono ai vertici, specialmente una…

    • Anch’io faccio a tutti gli auguri di un buon natale e miglior anno nuovo di quello passato.
      Grazie Davide, Grazie Tiziano. Sono d’accordo su quanto dite entrambi, ma non penso serva rimuoverne una sola, sono molte che devono essere rimosse, e lo devono fare tutti coloro che credono in L. Ron Hubbard, con un grande sforzo CONGIUNTO. O forse è più conveniente ricominciare tutto daccapo.
      Auguri

  6. Pier Paolo

    Onestamente ho avuto PIU’ risultati TANGIBILI grazie ad un boccetto di Fiori di Bach (€ 8,90) che da tutto l’auditing ricevuto (almeno 15/20 intensivi di auditing professionale, fate quindi voi i conti!!!)!
    Buon Natale a tutti voi e mi auguro che l’anno nuovo vi porti a cercare soluzioni MIGLIORI (senza essere nuovamente succubi di ideologie e strutture create per il “bene dell’umanità”) ma anche molto ma MOLTO più economiche (le persone migliori che ho incontrato in vita mia, e “stranamente” anche quelle che hanno lasciato una traccia INDELEBILE nella storia dell’umanità, non hanno mai dato vera importanza al denaro e quello che facevano lo facevano sempre in maniera spontanea, GRATUITA e senza alcun calcolo “manageriale”!!!).

    • Paolo F.

      Diffidate di chi vi dà i Fiori di Bach a 8,90 euro. Se vi amasse veramente e funzionassero veramente ve li darebbe GRATIS. 🙂
      Buone feste a tutti!

      • Pier Paolo

        Capisco che questo tipo di “concorrenza” possa infastidire 😉 ma forse sarebbe meglio se ti informassi di più sull’argomento! Cito dalla scheda wikipedia riguardante Edward Bach (lo scopritore delle essenze floreali che prendono appunto il suo nome) it.wikipedia.org/wiki/Edward_Bach
        “Nel giro di poco tempo decide di lasciare Londra per dedicarsi completamente a questa nuova scoperta che significò rinunciare ad uno studio già ben avviato, alla fama e alla sicurezza del denaro (da quel momento non volle più essere pagato per i suoi consigli e le sue prestazioni e visse esclusivamente delle donazioni che gli venivan fatte) spinto solo dalla sicurezza che la strada intrapresa era giusta e valida.”
        Caro Paolo F., non sia mai che a qualche “prospetto” venga il desiderio di provare questi rimedi da te così dileggiati…..pensa “se per sfiga” con così poco riuscissero ad avere così tanto!!!!

        • Caro Pier Paolo i Fiori di Bach li conosco da una vita e non ho nulla contro il loro uso, Ironizzavo semplicemente sulle tue esortazioni. Negli anni 70 un grosso imprenditore si presentò nell’allora Istituto Italiano di Tecnologie Applicate. Con 10 o 15 mila lire acquistò il Corso di Comunicazione che gli cambiò letteralmente la vita. Poi spese miliardi per se e la sua famiglia ma non ebbe più gli stessi guadagni che aveva ottenuto con il corso da 15 mila lire. Per il resto mi sono fatto una certa idea di cosa sia il cosiddetto auditing “professionale” attualmente dato dalla CofS. Certo che non aver avuto nessun guadagno con 15 o 20 intensivi vuol dire che il tuo auditor era ben scarso ed il “clima” entro cui qull’auditing avveniva era sicuramente ostile e oppressivo. Tu sicuramente hai dimostrato una certa determinazione per essere andato avanti per così tanti intensivi senza guadagni. .

          • Pier Paolo

            Di auditor ne ho cambiati parecchi, così come di “ambienti” (Padova, Verona, Flag)…..l’unico risultato positivo lo ebbi dal mio primo auditing (non professionale) somministratomi (gratuitamente) da un mio caro amico che da anni mi smarronava con questa cosa chiamata Dianetics (erano i primi anni ’80)! Questo dovrebbe far riflettere: il fatto che, come scrivi anche tu riguardo l’esperienza dell’imprenditore che ha acquistato quel corso, i risultati solitamente avvengano SEMPRE dalle prime esperienze per me ha un significato ben preciso!
            A mio avviso Dianetics/Scientology hanno un 20/30% di contenuti validi. Nulla più di questo!!! Il risultato dell’auditing è soggetto ad un tale elevato grado di variabilità che SPESSO il fattore casualità è preminente: se poi capita come è capitato a me che il risultato positivo avviene con la PRIMA seduta, ecco spiegato il perchè la mia “determinazione” (che ora chiamerei in altri modi 😉 ) mi ha portato a sopportare 15/20 intensivi pur non avendo alcun risultato (ed io sarei anche Clear tra l’altro!) !!!
            Il paragone che solitamente faccio in questo caso è: se la prima volta che vai al Casinò vinci una bella sommetta, facilmente in futuro potrai diventare un giocodipendente!!
            La carota che hai assaggiato una volta ti porta a sopportare un bel po’ di bastonate!!! Ed è questo quello che secondo il mio modesto parere è accaduto anche a molti di voi!
            Lascia perdere le giustificazioni sull’ambiente sopressivo e l’auditing alterato, non è quello: semplicemente hai avuto in un’occasione, o in poche altre al massimo, un risultato valido, il resto è AUTOCONVINZIONE, autoconvinzione che una struttura fortemente manipolativa come la setta di Scientology esalta al massimo per la sua autosopravvivenza!!!

          • Guido

            Cari Paolo F. e Pier Paolo, essendo erborista dal 1982 conosco ed uso i fiori di Bach da tempo.
            Certamente la filosofia che sta dietro ad essi è profonda e richiede un approccio non superficiale se ne vogliamo apprezzare appieno i benefici. In una visione “olistica” della vita o, se vogliamo usare un termine “scientologico”, pandeterminata, devo dire che tutto può contribuire, dipende dal grado di comprensione che la persona possiede dei soggetti a cui si avvicina. Scientology come filosofia ( che, non dimentichiamoci, è la base comune che stiamo usando in questo blog ), ci dà un linguaggio ben definito col quale possiamo comunicare riducendo al minimo le malcomprensioni con il nostro prossimo e ci permette di svelare i “misteri” che aleggiano intorno alla nostra essenza.
            Non metterei sullo stesso piano i fiori di Bach con Scientology, essendo il campo di applicazione dei primi quasi esclusivamente rivolto all’alleviamento o risoluzione di problemi di prima dinamica rispetto all’applicazione di Scientology anche su tutte le altre.
            Quando consiglio i fiori di Bach, ( magari associati a consigli nutrizionali ed altri rimedi erboristici ), affinchè abbiano miglior efficacia, unisco un ulteriore ingrediente, magico ed ineffabile: si chiama ARC.
            Buon Natale, cari amici
            Guido

  7. Nel ricambiare gli auguri, salutando Davide, Tiziano e Pier Paolo, strizzando l’occhiolino a Simon e per rispondere anche a Luigi ( e non solo) voglio informarvi che dietro le quinte c’e’ un SuperMegaPost Natalizio (?) diviso in piu’ punti che da’ l’esatto fattore di realta’ di chi e’ il vero proprietario della Cof$ e di quanto DM non conti nulla.
    Ragazzi, lui e’ un Burattino e sta facendo la sua particina in cambio di “fama e Gloria”.
    Non voglio rovinarvi la sorpresa, ma ragazzi e’ veramente Bestiale.
    Francesco

    • Marco

      Bravo Francesco, un “succulento” e sostanzioso argomento quello di cui parli. Ho sempre sospettato e sostenuto che doveva esserci ben altro, che non il “semplice/evidente” DM, ha dirigere questa soppressione di Scn.
      Ben venga dunque il post natalizio che ci stai promettendo.
      Grazie.

  8. i puntini di Diogene...

    La Curiosità è al top dei Ruds…
    Augurissimi a tutti! Il nuovo sta avanzando…

  9. Marco

    Auguro anch’io a tutti gli un super Natale ci tranquillità e gioia con i propri cari.

    Il Natale è quel momento di intimità e tranquillità da sfruttare per “tamponare” le carenze comunicative degli ultimi mesi (che sempre ci sono). O semplicemente per dimostrare più amore ai propri cari, quello che non è stato possibile esprimere a causa degli enormi impegni lavorativi (a cui siamo sottoposti da una civiltà altamente competitiva…competitività “implementata” da una cricca che ci vuole tenere impegnatissimi “nelle umili” necessità di spicciola sopravvivenza).

    BUON NATALE A TUTTI.

    Il Natale è la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù (“Natività”).

    Il termine italiano “Natale” deriva dal latino cristiano Natāle(m), da diem natālem Chiristi (“giorno di ‘natale’ di Cristo”), dal latino natālis derivato da nātus (“nato”), dal participio passato nāsci (“nascere”).

    Il significato cristiano della festa è la celebrazione della presenza di Dio: con la nascita di Gesù, Dio non è più un Dio distante, ma è un Dio che si rivela ed entra nel mondo.

    Nel corso dell’ultimo secolo, con il progressivo secolarizzarsi dell’Occidente, il Natale ha andato a rappresentare un giorno di festa anche per i non cristiani, assumendo anche significati diversi da quello religioso.
    In questo ambito il Natale è generalmente vissuto come festa legata alla famiglia, alla solidarietà, allo scambio di regali e a Babbo Natale.

    Il vero significato del Natale:
    Il Natale, che nella tradizione cristiana ricorda la nascita di Gesù, ha in realtà origini molto più antiche.

    I Celti festeggiavano il solstizio d’inverno, il giorno più corto dell’anno, come il passaggio da un ciclo stagionale ad un altro.

    Il 25 dicembre nel mondo germanico veniva celebrata la festa solstiziale di Yule; durante la notte del 24 .

    I Romani dal 17 al 23 dicembre celebravano i Saturnalia, si festeggiava il mito dell’Età dell’Oro, periodo in cui aveva regnato Saturno e dove la gente viveva felice, senza povertà né malattie, senza guerre e nella piena abbondanza dei frutti della terra.
    Un periodo di pace in cui s’abbandonavano lotte e tensioni sociali per feste e banchetti.
    In questi sette giorni, celebrando il dio Saturno, dio dell’agricoltura, la popolazione si dava alla pazza gioia, ci si scambiavano dei doni e le divisioni sociali venivano azzerate .

    Nel 274 d.c. l’imperatore Aureliano proclamò il 25 dicembre festa del Sole (Dies Natalis Solis Invicti), già festa di origini egiziane legata al culto di Mithra, divinità connessa alla luce e al sole.
    Si accendevano ovunque fuochi e ci si scambiavano doni di ogni tipo.

    Il motivo per cui la festa del Sole si celebrava in inverno anziché in estate, come sembrerebbe più logico, è semplice: il 25 dicembre cade pochi giorni dopo il solstizio d’inverno, cioè quando le giornate già cominciano ad allungarsi.
    Per i romani erano le divinità della Luce che debellavano quelle delle Tenebre.

    Perché il Natale acquisti significato odierno bisogna aspettare il IV secolo d. c. quando il cristianesimo (che da religione perseguitata era ormai trasformatasi in culto ufficiale al quale gli stessi imperatori si convertivano) si appropriò, con opportune modifiche, di tutte le tradizioni e i riti precedenti.

    La data del Natale fu stabilita nel 337 d.C. da papa Giulio in Occidente dove si festeggiava il 25 dicembre, mentre i cristiani d’oriente lo festeggiavano il 6 gennaio (Teofania o festa dei lumi).

    La festa del 25 dicembre sarebbe stata istituita per contrapporre una celebrazione cristiana a quella mitraica del dies natalis Solis Invicti [giorno natalizio dell’invincibile Sole], nel solstizio invernale”.

    Per amore di verità bisogna dire che è ormai accertato, confermato da studiosi che hanno rifatto i calcoli astronomici del calendario per mezzo di computer, che Gesù il Nazareno non sarebbe nato 2012 anni or sono, bensì circa sette anni “prima dell’anno zero”; tale anomalia si deve al conteggio errato di un monaco del sesto secolo, Dionigi il Piccolo.
    Anche sul periodo fine dicembre vi sono parecchi dubbi: si suppone che il periodo giusto possa essere quello primaverile.

    Una data precisa non è comunque stata tramandata (in nessun testo, sia biblico, sia musulmano, che riconosce il Cristo come profeta, se ne fa menzione), ma tutto ciò non toglie nulla al significato del Natale.

    Simbolicamente e sinteticamente, possiamo dire che il 25 dicembre è stato festeggiato dalla notte dei tempi: il sole che muore per poi rinascere. Si festeggiava, nell’attesa che il dio sole tornasse per restare per sempre e cominciare una nuova età dell’oro.

  10. Paolo F.

    Ognuno ha un suo personale grado di autoconvinzione che a volte ci fa intraprendere strade sbagliate o poco produttive e a volte ci fa procedere sulla strada giusta anche quando si incontrano ostacoli che sembrano insormontabili. L’autoconvinzione è un’arma a doppio taglio. A volte, paradossalmente, l’auditing ci ha fatto stare così male ma così male o ci ha salvato da malesseri così impossibili, da impedirci di poterlo considerare con quella sufficienza con cui ne parla Pier Paolo. Ognuno ha la sua strada (forse la sceglie o forse è il destino, chi lo sa!).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...