Chi c’è dietro a Scientology? – parte finale

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Che dire ?

Beh, complimenti a tutti i condomini per i loro commenti, per i loro silenzi.

Da ora in poi potremo vedere la Chiesa per quello che e’ e per chi lo vuole,

salire sul ponte liberi dallo spettro corrotto della chiesa e da tutti coloro che

predicano bene e razzolano male nel campo indipendente.

Il DIO Grano non e’ contemplato nella vera essenza di Scientology.

Siate Caritatevoli.

Per chi crede che questa serie di articoli sia una mera congettura, ecco un documento andato in onda su una Radio Nazionale americana un po’ di tempo fa. I fatti che emergono da questa intervista, si amalgamano perfettamente con i post precedenti, fornendo al lettore una visione più che chiara di cosa sia successo a Scientology verso fine anni 70.

Il Maggiore, intervistato da questo famosissimo AnchorMan ha qualcosa da dirci…

CIA

CST e la CIA.

Era una notte frizzante e mite di fine Agosto inizi Settembre, e lo Show Coast to Coast di Art Bell, il talkshow numero uno della notte dei maggiori network di tutta la nazione, incluso New York e Los Angeles, come al solito, teneva i suoi ascoltatori incantati. Dai camionisti di lungo raggio ai capelloni intellettuali, i milioni di ascoltatori che compongono l’eclettica collezione di devoti, di fan insonni, erano incollati alle loro radio quando Art intervistò un ospite che sembrava essere il favorito di questo ampio spettro di audience. Ma in questa particolare notte successe qualcosa di strano. Naturalmente dire “qualcosa di strano” è successo nello Show di Art Bell è come dire qualcosa di commestibile è stato trovato al supermarket. Ma anche per lo show di Art questo era qualcosa che …. Beh leggete.

—————————–

L’ospite era “L’Osservatore Remoto” ed ex ufficiale della CIA(?), Maggiore Ed Dames, fondatore della PSI Tech (clicca per visualizzare il link) – una compagnia a scopo di lucro specializzata in “Osservazione Remota”. (Nota dell’editore: Abbiamo messo il punto interrogativo (?) perché, come una volta è stato detto, “il solo ex spettro è uno spettro morto”, e non essendo lui morto e nemmeno ex, non lo sappiamo).

Dames dichiarò che usando la Tecnologia di “Osservazione Remota”, che ha esportato dalla CIA, è capace di compiere prodezze percettive super umane, sia nel tempo che nello spazio, e che può insegnare ad altri come farlo – ad un certo costo. Alla base della sua popolarità c’è la sconcertante accuratezza di alcune delle sue previsioni basate sulle “Osservazioni Remote”, riguardanti gli eventi mondiali.

Ma tutto questo direte, cosa ha a che fare con la Church of Spiritual Technology? (CST) – la potente corporazione che controlla tutta Scientology, e che è invischiata nella causa per diffamazione da 190 milioni di dollari di cui stiamo parlando noi di Veritas? Beh, dovete arrivarci per la strada con cui ci siamo arrivati noi, se sarete abbastanza avventati e spericolati per continuare a leggere….

Nella notte in questione, per il Maggiore Dames le cose non andarono proprio come vanno di solito. Ci fu una qualche increspatura nel tessuto spazio tempo, increspatura che, apparentemente, non aveva “osservato remotamente” guardando nel suo futuro. Oh, ci furono le solite domande via fax e telefono degli ascoltatori che volevano saperne di più riguardo all’osservazione remota, e ci furono discussioni su cataclismi e catastrofi che Dames aveva visto nascosti nel futuro per noi mortali della Terra. Ma il Maggiore Dames le ha maneggiate con il suo solito fluente aplomb. Art stava conducendo una intervista amichevole e interessante, e il Maggiore Ed Dames aveva tante ghiotte notizie da condividere.

Ma poi, una domanda apparentemente intrigante da parte di Art: “Ha mai fatto qualcosa di L. Ron Hubbard? Ci dica.

Un colpo al cuore. Il Maggiore Ed, categorico: “No!

Perchè mai Art fece quella domanda non lo sappiamo. Ma ci è sembrato che il Maggiore Ed non l’abbia digerita bene; c’era un certo non so che. Art accetto la risposta senza indagare oltre, e sarebbe finita li. Sarebbe … ad eccezione della fastidiosa increspatura nel tessuto spazio tempo….

L. RON HUBBARD, PUNTI DI ANCORAGGIO E LA COMUNITA’ DELL’INTELLIGENCE MILITARE

Mentre la prossima pausa incombeva, il Maggiore Ed confidò ad Art qualcosa sui suoi personali “Punti di Ancoraggio” che lui, Dames, usava nelle sue “osservazioni remote”, e l’inizio di un vera e propria deformazione dello spazio tempo sembrò materializzarsi, solo per un momento. Ma fu solo dopo il break pubblicitario, dopo la solita valanga di rimedi naturali e attrezzi per la sopravvivenza che la strana deformazione apparve, vacillò, e poi, tremolante si formò totalmente sulle onde di una radio notturna:

ART BELL: Ed, ci sei?

ED DAMES: Sono qui.

ART BELL: Bene, qui ho un fax molto duro, vediamo come lo maneggi, ok?

ED DAMES: Okay.

ART BELL: (leggendo): “Art, Ed Dames conosce molto bene che Hal Puthoff, Ingo Swann e Pat Price – tutti personaggi chiave nel programma di osservazione remota – erano Scientologist, e anche che la comunità dell’Intelligence Militare stava seguendo L. Ron Hubbard da decenni. L’Osservazione Remota deriva dalle scoperte di Hubbard e Dames LO SA (sottolineato). Perché ha mentito o fatto finta di nulla quando hai menzionato Hubbard? Per esempio, il termine ‘Punti di Ancoraggio’ è una scoperta SOLAMENTE di Hubbard (Solamente sottolineato). Nessun commento?”

ED DAMES: Balle, tutte balle.

ART BELL: Tutte balle?

ED DAMES: Si, ogni singolo pezzo di quel fax è una balla.

ART BELL: Okay

ED DAMES: E, tanto per dire, se ci fosse qui qualcuno con una macchina della verità o un analizzatore per lo stress, accendetelo! Lo ripeto, sono tutte balle! Una balla totale.

Oddio oddio, il buono e soave Maggiore Ed di colpo sembrò decisamente stizzito! Abbiamo creduto che forse il Maggiore Ed stesse protestando troppo. Sembrava quasi di ascoltare Clinton quando negò di aver avuto una relazione sessuale con Monica. E così decidemmo di scavare in quella strana, piccola increspatura che apparve nello spazio tempo. E cosa abbiamo scoperto? Beh, come direbbe Art: “Ommmioddddio!

CIAO CIA, BENVENUTA NEL PIANETA VERITAS.

Che increspatura!! Benvenuti in ciò che lo scrittore canadese Kady O’Malley ha soprannominato “Pianeta Veritas”, dove le cose più strane trovano un modo per riunirsi, come in un pianeta alieno o di fantascienza.

Iniziammo innocentemente, seguendo un coniglio bianco riguardante una causa per diffamazione da 190 milioni di dollari che coinvolgeva la corporazione segreta – ma più potente – di Scientology, la Church of Spiritual Technology (CST)

Fino ad ora, il nostro vagabondare si era espanso a vista d’occhio, attraverso connessioni e corridoi che ci hanno portato da quella denuncia in posti che mai avremmo immaginato. Abbiamo trovato cunicoli che ci connettevano all’IRS. Abbiamo trovato passaggi segreti a Commissioni Congressuali. Abbiamo trovato tesori sepolti che accusano con prove i vari attori di frode. Abbiamo trovato una losca casella postale come indirizzo “principale” della più potente corporazione di tutta la landa di Scientology. abbiamo scoperto che esiste una “L. Ron Hubbard Library” solo sulla carta. Abbiamo scoperto la Carta dei Poteri di tutta Scientology, e per la prima volta, abbiamo capito esattamente come ha fatto CST a brandire tutto il potere sopra Scientology. non importa dove ci giravamo, tutti i corridoi portavano da una sola parte, alla fine, trovammo questa piccola increspatura che diceva “Aprimi!” e là, guarda un po’, c’era la CIA – collegata ad uno stuolo di “ex Scientologist” (qualcosa di simile a un ex spettro?), e alle tecnologie mentali che risalgono ai lavori coperti da copyright di L. Ron Hubbard. E questi lavori ora sono in possesso di, indovinate chi?

Se avete detto “CST”, dovreste richiedere la cittadinanza onoraria sul Pianeta Veritas.

 “BALLE” MAGGIORE DAMES? HA PROPRIO DETTO “BALLE”?

No, Maggiore Ed, non sono affatto balle. Hal Puthoff era *DAVVERO* uno dei personaggi chiave del programma della CIA sull’osservazione remota. Infatti, Hal Puthoff era a CAPO di quel programma – all’Istituto per le Ricerche di Stanford (SRI) – dal 1972 al 1985. (Nota dell’editore: il 1972 è l’anno in cui Hubbard sparì misteriosamente per dieci mesi, accompagnato solamente da un ex berretto verde e un infermiere maschio – una storia che verrà fuori a breve qui su Pianeta Veritas).

E, si Maggiore Ed, Hal Puthoff era per *DAVVERO* uno Scientologist quando entrò nel programma di osservazione remota della CIA. Infatti, Puthoff aveva da poco completato il livello super segreto di Scientology “Operating Thetan III” (OT III), piazzandosi nel circolo chiuso e rarefatto dei conoscitori della “Tecnologia Avanzata”.

Ma c’è di più: prima di entrare in Scientology nei tardi anni 60 e lavorare per salire i ranghi ed accedere ai livelli segreti, Puthoff era stato assunto alla National Security Administration (NSA). (Nota dell’editore: come il Maggiore Ed, sembra ci sia un altro ex-spettro qui, ma questo ha un collegamento diretto tra i livelli segreti di Scientology e il programma sull’osservazione remota della CIA – che porta con se una sconcertante somiglianza a parti di Scientology stessa!)

Abbiamo anche scovato ed intervistato due persone che erano in Scientology a Los Angeles all’inizio degli anni 70, che conoscevano personalmente Puthoff quando era la.

Quindi, Maggiore Ed: QUELLA parte del fax che Art Bell ha letto certamente non erano “BALLE”. E lei disse: “Ogni singolo pezzo di quel fax è una balla”. Oppsss, beh, e ora il resto?

Prendiamo ad esempio Ingo Swann.

Ingo Swann fu un pioniere del progetto di osservazione remota della CIA, ASSIEME ad Hal Puthoff. Infatti, furono il team che lo creò. E, sorpresa sorpresa: Swann era uno Scientologo OT VII – che in quel periodo, era il più alto livello segreto ottenibile in Scientology!

Abbiamo anche intervistato qualcuno che ha aiutato Ingo ad allestire una sua esibizione al Celebrity Center di Los Angeles, sulla 8^ strada.

Ma Ed, ecco invece cosa ci ha sorpresi DAVVERO. Guarda cosa abbiamo trovato nel TUO comunicato stampa intitolato “Ed Dames chiarisce le cose.

 “Ingo Swan, sotto la direzione del Dr. Harold Puthoff allo SRI, ha compiuto una scoperta, cioè ha sviluppato un modello accurato di come l’inconscio collettivo comunica informazioni (riguardo al target) alla consapevolezza conscia. Swann crede che l’abilità di osservare remotamente, come il linguaggio, sia una facoltà innata – un diritto di nascita – ma per renderlo efficace lo si deve coltivare. Il modello di Swann prevede un insieme di rigide istruzioni, le quali teoricamente permettono a chiunque di venire addestrato a produrre dati sul target accurati e dettagliati. Per testare il modello, l’esercito ha inviato il Maggiore Dames e cinque altre persone come gruppo allievi pilota”.

“I risultati furono migliori di quanto nessuno, nemmeno Swann, avesse anticipato. In sei mesi, i membri del team del Maggiore Dames stavano producendo dati derivati fisicamente con più consistenza ed accuratezza del maggior psichico finora vissuto (non addestrato)”.

Dobbiamo ancora crederle, Maggiore Ed, che lei non sappia nulla riguardo al coinvolgimento nei livelli superiori di Scientology di Ingo Swann? O di Hal Puthoff? (Nota dell’editore: Beh, anche Monica Lewinsky non fu in grado di ottenere una autorizzazione top secret. Penso che le cose siano un poco sbrodolanti con questi ragazzi dell’intelligence in questi giorni. Taglio dei fondi?)

Oppure lei Maggiore Ed, ha tagliato fuori quella parte che “si doveva di sapere” riguardante i “Livelli OT” di Swann? Potrebbe essere. Se è questo il caso, forse noi di Pianeta Veritas dovremmo farle sapere qualcos’altro riguardo a Swann: il suo background di Intelligence, la sua autorizzazione TOP SECRET prima di aver accesso ai livelli superiori segreti di Scientology.

Si proprio così, Maggiore Ed: C’è un altro ex spettro nella catasta.

Affondato due volte Maggiore Ed. E riguardo a Price?

È abbastanza curioso che Pat Price, che si considera essere stato largamente “il miglior osservatore remoto”, era uno Scientologo OT IV, e fu strumentale per i primi successi del programma della CIA sull’Osservazione Remota. Un rapporto non confermato dice che Price passò da quello a lavorare direttamente per la CIA, con un tipo di nome Ken Kress come suo conduttore. Poi, quando Price decise di ritornare direttamente allo SRI, si fermò a Las Vegas e morì in una stanza d’albergo di un presunto attacco cardiaco. Non venne fatta alcuna autopsia, presumibilmente per via della persuasione di un individuo sconosciuto, con una valigetta piena di referti medici di Price.

Ma lei non sa nulla di tutto questo, vero Maggiore Ed? No, lei ha detto – vediamo, quali furono le sue parole? Oh, si “Balle”, così le ha chiamate. È vero? Si, è ciò che lei ha detto, “Balle!

Il solo piccolo problema e che Veritas ha indiscutibilmente, incontestabilmente e in modo verificabile confermato che Puthoff, Swann e Price ERANO tutti personaggi chiave nel programma di Osservazione Remota della CIA, ed erano TUTTI Scientologist di alto livello quando entrano in questo programma alle sue origini.

Due di questi Scientologist – Puthoff e Swann – avevano un background di intelligence PRIMA di aver penetrato i “Livelli OT superiori super-segreti” di Scientology, poi se ne sono andati e hanno messo in piedi il programma per l’Osservazione Remota della CIA. Probabilmente è solo una coincidenza, vero Maggiore ED?

Solo per avvolgere il pacco con un bel nastro (e con 14 Clear di Scientology), ecco un estratto tratto da: “The Constantine Report“:

 “Molti “Empatici” dello SRI (Stantford Research Institute – il luogo dove è stato creato in origine il programma dell‘osservazione remota) furono presi dalla Chiesa di Scientology di L. Ron Hubbard. Harold Puthoff, il ricercatore leader dell’Istituto è uno Scientologo di alto rango. Due degli osservatori remoti dello SRI hanno avuto un rango molto elevato nella Chiesa: Ingo Swann, un Classe VII Thetan Operante, e co-fondatore del Celebrity Center di Scientology a Los Angeles, e per ultimo Pat Price. L’assistente di laboratorio di Puthoff. Che era uno scientologo sposato ad un ministro della Chiesa. Quando Swann si unì allo SRI, dichiarò apertamente che quattordici Clear partecipavano all’esperimento”.

Sfortunatamente, Maggiore Ed, questo è il terzo colpo. Dovrebbe uscire. Ma non siamo ANCORA arrivati ai “punti di ancoraggio”!

IL MAGGIORE DAMES È UNO SCIENTOLOGO DA RIPOSTIGLIO?

Dove avrebbe potuto sentire riguardo ai “Punti di Ancoraggio” il Maggiore Ed Dames? Naturalmente, il Maggiore ED ha giurato, di fronte al vasto pubblico della radio nazionale, riguardo la dichiarazione che i “punti di ancoraggio” fossero una scoperta di L. Ron Hubbard  che – sentiamo, quali furono le sue parole? Oh si. Le ha chiamate “Balle”. Infatti, il Maggiore Ed ha detto: “Ogni singolo pezzo di quel fax è una balla”.

Così, noi, frustrati del Pianeta Veritas, dovevamo controllare – ogni fatto. Ed ecco cosa abbiamo trovato.

Per prima cosa, abbiamo appreso che ci sono almeno 706 referenze sul termine “Punti di Ancoraggio” nell’intero corpo dei lavori di L. Ron Hubbard. Per secondo, abbiamo scoperto che l’uso del termine data almeno al 4 dicembre 1952 – 20 anni prima dell’inizio del programma di osservazione remota – in una conferenza dove Hubbard definì il termine:

“Un Punto di Ancoraggio è quel punto la cui origine viene assegnata dall“IO” in modo che possa avere dimensione o movimento … Questi Punti di Ancoraggio di fatto assegnano una dimensione o un confine allo spazio… Ogni volta che c’è movimento, la persona trattiene i Punti di Ancoraggio e percepisce il movimento. È molto semplice. Percepisce anche il punto di ancoraggio, tiene e percepisce il punto di ancoraggio e poi vede qualcosa che cambia senza che questi punti di ancoraggio si muovano”.

L. Ron Hubbard

Conferenza registrata, “Spazziazione: Punti di Ancoraggio, Origine”

Philadelphia Doctorate Course

4 Dicembre 1952

Poi abbiamo cercato invano per ogni altra menzione precedente sui “punti di ancoraggio”, ovunque, in ogni tipo di letteratura che avesse a che fare con la mente o con le cose spirituali. Zero. Zip. Nada, Maggiore Ed.

Le altre referenze di Hubbard sui punti di ancoraggio vanno mano nella mano con la tecnologia sulla “Osservazione Remota” di Ed Dames, che include localizzare e vedere oggetti ed eventi che sono distanti dall’osservatore, sia nello spazio che nel tempo. Ad esempio:

 “Lo spazio è un punto di vista di dimensione. I punti che demarcano un area di spazio sono chiamati punti di ancoraggio, e questi, assieme al punto di vista, sono i soli responsabili dello spazio… La parte essenziale di qualsiasi oggetto è lo spazio che occupa”. Pertanto, l’abilità di essere un oggetto dipende prima dall’abilità di essere lo spazio che occupa”.

L. Ron Hubbard 

The Journal of Scientology, Pubb. 14-G, 

Circa fine Aprile 1953

E per quanto riguarda il concetto di “remoto” – come distante da, o lontano dalla locazione fisica di qualcuno – e il concetto di punti di ancoraggio:

“Solitamente, è meglio percorrere le cose lontane dal corpo, dato che questo ha l’effetto di mettere fuori punti di ancoraggio … pertanto questi concetti dovrebbero venir percorsi distanti dal corpo”.

L. Ron Hubbard 

Professional Auditor’s Bulletin No. 2 

Circa fine Maggio 1953

Balle, eh, Maggiore Ed? Hmmm.

ANCORA PIU’ SCIENTOLOGY NELL’OSSERVAZIONE REMOTA DI DAMES/CIA?

Il Maggiore Dames vende la “Tecnica di Osservazione Remota” della CIA attraverso la sua compagnia, PSI Tech. Il suo corso di 9 giorni, una volta si vendeva – come dice lui – per 4500$ a persona. “Le vendite stimate” ammontano a milioni. Adesso vende videocassette, il set completo costa 299$. Dando a Dames una stima di 10.000 studenti, solo queste ammontano a 3 milioni di dollari.

Il Maggiore Dames, liberamente – e con arroganza – ammette in uno dei suoi video che, “le tasse hanno pagato la ricerca”.

Lasciamo siano altri a considerare l’etica della fortuna personale ammucchiata tramite il programma fondato dalla CIA e finanziato da ex ufficiali dell’intellingence. Noi ci siamo solo interessati di sapere quanta Scientology  era contenuta in questa impresa multi milionaria. Così ci abbiamo dato un occhiata.

In aggiunta all’incontrovertibile tecnologia dei “Punti di Ancoraggio”, abbiamo scoperto altre referenze interessanti in alcuni dei nastri di Ed.

In un “modulo” (il  nome che usa per promuoverli), Dames sta supervedendo una “seduta” di osservazione remota di uno studente.  Dames lo istruisce di “Andare attraverso a tutti quei punti di dimensione”.

 “Punti di Dimensione?” che sia qualcosa di simile ai “Punti di Ancoraggio?”

Controllando le nostre fonti, abbiamo appreso che c’erano almeno 110 referenze di L. Ron Hubbard riguardanti i “Punti di Dimensione”, e che questi “punti di dimensione” sono centrali al concetto dell’universo di Scientology – particolarmente se lo si relaziona al tempo. Infatti, il termine “Punti di Dimensione” è uno dei temi più importanti del lavoro di Hubbard chiamato “I Fattori”, che firmò con: “Umilmente offerto in dono all’umanità da L. Ron Hubbard, 23 Aprile 1953”.

La versione di Osservazione Remota creata dalla CIA e Dames includeva dichiarazioni sull’essere in grado di “Vedere a Distanza” persone, oggetti, luoghi ed eventi, nel passato, presente e futuro, e ovviamente, includeva “Punti di Dimensione” nel processo. Quindi, guardiamo ad alcuni estratti de “I Fattori” in relazione a tali forme di osservazione e al tempo.

 “I molti punti di vista, interagendo, diventano dipendenti dalle forme di uno o dell’altro e non scelgono di distinguere completamente l’appartenenza dei punti di dimensione, così, ne deriva una dipendenza dai punti di dimensione e dai punti di vista degli altri… Da questo ne deriva una consistenza di punti di vista riguardante l’interazione dei punti di dimensione, e questo regola il TEMPO.

L. Ron Hubbard 

“I Fattori” 

23 Aprile 1953

Hubbard considerava così importante i “Punti di Dimensione” e i “Punti di Vista” che dice:

“La risoluzione di ogni problema posto è la creazione di Punti di Vista e Punti di Dimensione, il miglioramento delle condizioni e il concorso tra i punti di dimensione, e quindi, i punti di vista…”

L. Ron Hubbard 

“I Fattori” 

23 Aprile 1953

Ma la connessione con Scientology non si ferma qua. Nello stesso “modulo”, quando lo studente fa un commento sul fatto che la seduta di osservazione remota è molto dura, Dames ride e dice, “Aspetta quando ti metterò al centro del sole”.

Cosa?!?!? – “ASPETTA QUANDO TI METTERÒ AL CENTRO DEL SOLE?”

Quante volte avete sentito qualcuno dire che vi avrebbe “messo al centro del sole?” Non spesso, pensiamo. Il piccolo problema che vediamo con il Maggiore Ed della CIA, quando usa questo particolare linguaggio, è che proviene quasi alla lettera da un famoso procedimento OT chiamato “Grand Tour”, che venne sviluppato e rilasciato da Hubbard nei primi mesi del 1954.

In una conferenza del 10 Ottobre 1954, intitolata “Route I, Gradino 9”, L. Ron Hubbard descrive il suo procedimento “Grand Tour” agli studenti Scientologist:

 “Quindi, noi diciamo, ‘Sii vicino alla Terra. Sii vicino alla luna. Sii vicino al sole. Sii vicino alla Terra’. E potremo continuare a farlo, e potremo farlo per un po’ di tempo… e scoprirete che inizierà a farlo più velocemente di quanto lo facesse prima”.

Se questo non descrive cosa significa il termine “Osservazione Remota” non sappiamo cos’altro lo potrebbe fare. E benché Hubbard inizi il suo procedimento “Grand Tour” mettendo le persone “vicino” a questi corpi celesti, ben presto, nella stessa conferenza, migliora mettendole DENTRO ad essi:

“Così, volete che egli sia al centro della Terra. Al di fuori della Terra. Dentro la Terra. Al di fuori della Terra. Dentro la Terra. Al di fuori della Terra. Dentro la terra. Otto punti di ancoraggio e li tiri dentro. Dentro la luna. Al di fuori della luna. Dentro la luna. Al di fuori della luna. Otto punti di ancoraggio e li tiri dentro. Dentro al sole. Al di fuori del sole. Dentro al sole. Al di fuori del Sole”.

Dobbiamo continuare?

Oh, Maggiore Ed, guardi! Ci sono ancora questi fastidiosi ”Punti di Ancoraggio”.

 “Balle” eh?, Maggiore Ed!

LA CIA E ED DAMES HANNO UNA LICENZA DA CST PER USARE I LAVORI DI L. RON HUBBARD?

La Church of Spiritual Technology – che fa affari come L. Ron Hubbard Library – al momento imputata in una causa da 190 milioni di dollari che abbiamo iniziato secoli fa (nel flusso temporale del pianeta Veritas) – possiede tutti i copyright di tutti i lavori di L. Ron Hubbard. Punti di Ancoraggio. Punti di Dimensione. I Fattori.

Questa è la stessa Church of Spiritual Technology che ha legami strani con l’IRS, che portarono allo stato di esenzione dalle tasse, il quale la aiutò a possedere tutti i copyright.

È la stessa Church of Spiritual Technology che è imputata in una causa il cui giudice ha legami con l’intelligence governativa e le commissioni di controllo.

Questa è la stessa Church of Spiritual Technology che ha speso, o ha permesso di spendere, infiniti milioni di dollari per inseguire e perseguire – alcuni direbbero “perseguitare” – persone che essi stessi definiscono sarcasticamente “terroristi di copyright” – che vuol dire, come abbiamo determinato, persone che usano o distribuiscono impropriamente, o senza licenza, i materiali coperti da copyright che CST possiede. Naturalmente, CST – che, come il proverbiale elefante rosa con le unghie dipinte si nasconde in un campo di fragole cercando di rimanere invisibile – non è stata vista rincorrere i “terroristi di copyright”. Loro usano il loro cane da guardia, il Religious Technology Center (RTC), per fare i lavori sporchi nel loro cortile o per mordergli le caviglie. Ma RTC è solamente un’altra entità della Chiesa che usa le licenze della Church of Spiritual Technology, in questo modo sta solo facendo da paravento al vero proprietario – CST.

Detto questo, perché alla CIA e ad Ed Damnes  viene permesso di raccogliere milioni di dollari usando la tecnologia che dimostrabilmente deriva da questi materiali coperti da copyright, mentre CST se ne sta quieta in un angolo?

Perchè la CIA usa gli OT di Scientology per creare l’osservazione remota?

Com’è che “ex” persone dell’Intelligence, tipo Puthoff e Swann possono entrare sui livelli OT di Scientology in primo luogo – dato che Hubbard aveva proibito a tali persone di fare questi corsi di Scientology?

 “BALLE” MAGGIORE ED? TI SPIEGHIAMO NOI LE “BALLE”

Il Maggiore Ed Dames ha creato la sua macchina per far soldi usando la tecnologia che egli stesso dichiara venne sviluppata dalla CIA durante la ricerca (usando milioni dei soldi delle tasse), e in cui lui era l’ufficiale Operativo e in Addestramento per una nuova comunità di “Intelligence psichica”.

Eppure lui nega con vigore che Hal Puthoff, Ingo Swann e Pat Price erano degli Scientologist; nega con vigore che sono stati personaggi chiave nello sviluppo “dell’Osservazione Remota”; e nega con vigore che i “Punti di Ancoraggio” siano una scoperta di L. Ron Hubbard.

Bene, allora noi diciamo; “Balle” a tutte le tue negazioni Maggiore Ed.

Pensiamo che lei abbia delle maledette buone ragioni per minimizzare e nascondere le connessioni tra l’Osservazione Remota della CIA e Scientology.

Pensiamo che ci fosse una maledetta buona ragione perché Puthoff e Swann avessero un background di intelligence prima di entrare in Scientology.

Pensiamo ci fosse una maledetta buona ragione perché non appena hanno raggiunto i livelli superiori di Scientology, siano entrati sotto l’ala protettiva della CIA e abbiano sviluppato il programma sull’Osservazione Remota per la nuova “comunità di psichici dell’intelligence”.

Pensiamo ci sia una maledetta buona ragione perché lo Psichiatra Dr. Louis Jolyn (Jolly) West – uno specialista del lavaggio del cervello, con legami alla CIA che datano ai primi anni 50, quando Hubbard espose per la prima volta gli esperimenti sulle tecniche di lavaggio del cervello e del controllo mentale del governo – era anche lui connesso al programma sull’Osservazione Remota della CIA.

Pensiamo ci sia una maledetta buona ragione perché il giudice del caso che coinvolgeva CST – il giudice Frances Rothschild – abbia legami ben documentati sia con l’IRS che col Tesoro, e con le Commissioni  di controllo dell’Intelligence del governo federale, e perché Rothschild venne messo su quel caso con l’espediente di far ricusare la causa al giudice precedente.

Pensiamo ci sia una maledetta buona ragione perché CST, fondata da un ex assistente di un Commissario dell’IRS, che guarda caso si trovava all’IRS mentre un impiegato forniva documenti governativi agli ufficiali senior di Scientology – il che porto alla fine in cella questi ufficiali, e rese possibile a CST di prendere possesso di tutti i copyright contenenti la tecnologia di cui la CIA si è appropriata per i propri usi.

E pensiamo che qualsiasi sforzo per coprire tutta questa roba puzzolente sia una BALLA, Maggiore Ed. O peggio.

Pensiamo che le prove delle connessioni tra le agenzie del governo federale e CST ora siano schiaccianti, Maggiore Ed. E, che solo un vero idiota le possa ignorare. Pensiamo anche che ci sia la possibilità che il Dr. Jolly West abbia aiutato a mescolare le tecnologie di Scientology con la psicologia Junghiana, così che potesse venire impacchettata e venduta come “Osservazione Remota” all’ingenuo pubblico – pretendendo che sia esattamente ciò che il governo stia usando (Si, certo), mentre nei fatti, la CIA (la DIA e l’NSA, e l’intero gruppo di lettere dell’alfabeto) si tengono il vero materiale per se stessi.

Pensiamo anche che CST stia impacchettando una versione alterata dei lavori originali di L. Ron Hubbard, e anche che lo venda travestito da cosa reale.

Ma questo è solo ciò che pensiamo noi, Maggiore Ed. Cosa pensa lei? Ohh, è vero. Adesso ricordiamo. Lei ha detto che è tutta una “Balla”. E lei non mente mai, o no Maggiore Ed? perché lei è un “ex” ufficiale dell’Intelligence del governo degli Stati Uniti.

luomo-che-fissa-le-capre

————————————————————–

http://www.trv-psitech.com/media.htm 

Opsss, il nastro dello show è scomparso dal sito, però in fondo alla lista della pagina elencata sopra trovate l’articolo del 12/95 “PSI Tech chiarisce le cose riguardo al coinvolgimento del governo americano nel programma di Osservazione Remota“. E, per dirla tutta, quel pezzo di radio non si trova da nessuna parte del Web, clear, ripulito, andato, spazzato via.

Ulteriori informazioni sull’Osservazione Remota, sui personaggi e fatti che la contornano le trovate qui: 

http://www.bibliotecapleyades.net/vision_remota/esp_visionremota_6.htm

Un bio di Ingo Swann, che mostra il suo coinvolgimento con la CIA e i servizi segreti, la trovate qui:

http://www.bibliotecapleyades.net/vision_remota/esp_visionremota_7.htm

E qui un suo intervento a Coat to Coast:

http://www.bibliotecapleyades.net/vida_alien/esp_vida_alien_83.htm#Ingo Swann-coasttocoast

E se avete voglia di sbizzarrirvi di materiale ce n’è anche troppo in rete.

Pianeta Veritas

54 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT

54 risposte a “Chi c’è dietro a Scientology? – parte finale

  1. Pier Paolo

    C’è qualche esperto in “osservazione remota” in linea che sa dirmi cosa sto facendo in questo momento e come sono vestito?
    Diversi OT scrivono su questo blog e dunque l’ esperimento è aperto a chiunque lo desideri……se mi fornite una prova concreta torno a “convertirmi”….altrimenti……come diceva il maggiore Dames?!?!

    • Guido

      Pier Paolo, sembra che ci provi gusto a provocare…
      La tua originazione … non è originale!
      Ti rispondo con ciò che suggeriva il vecchio, lo trovo molto pertinente.
      ” “… non esibitevi in numeri spettacolari, finchè un pò di gente non ce l’avrà fatta. Non vorrete certo rimanere soli… e, se su questo pianeta si dovesse dichiarare guerra ai thetan, vi serviranno rinforzi. Può darsi che il preclear pensi di potercela fare da solo, se viene liberato dalla necessità di avere un corpo. Gli servirà più aiuto e compagnia di quanto non pensi.
      Perciò, ancora una volta, come nota finale a questo capitolo, non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo sapiens, almeno per un pò… dite alle persone che vogliono invalidare tutto questo:”Le tue critiche sono giustissime. E’ solo fantasia”. Guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci con tutto l’assortimento delle tecniche necessarie. Proteggete il Clearing di Theta finchè non ce ne saranno un pò:”
      L.Ron Hubbard – La Storia dell’Uomo – capitolo sesto – Le Capacità dell’Essere Theta

    • Butterfly of Belen

      Quindi caro Pier Paolo, affinché tu “torni a convertirti” gli OT che scrivono su questo blog dovrebbero perdere del tempo a “visualizzare” come sei vestito? (cosa stai facendo è scontato…). E un bel chissenefrega che tu ti “riconverta” o meno non l’hai calcolato? Leggi, osserva, discuti, critica, pensa e poi fai la tua scelta, non delegare agli OT del blog il tuo “ritorno al passato”. I fenomeni da baraccone lasciamoli ai circensi o ai maghetti che popolano buona parte del nostro pianeta dai!
      Con simpatia
      B.o.B.

    • OT VII

      Stai spaccando i maroni. Ho indovinato?

      • Butterfly of Belen

        Caro OTVII nel caso tu stessi parlando con me ti rispondo: no, non stai spaccando niente. Ho voluto sottolineare che, secondo me, le nostre scelte di vita vanno fatte usando parametri diversi da cosa gli altri tirano fuori dal loro cilindro, abbiamo i nostri occhi perché non usarli? Infatti non ho contestato gli altri post di Pier Paolo anche se non erano perfettamente in linea con il mio pensiero. Sicuramente Pier Paolo ha lanciato una provocazione ed io ho risposto con una provocazione, nulla di più
        B.o.B.

        • Cara B o B, quel commento/risposta non era diretto a te, ma bensi a Paolo. Non te la prendere non c’è nulla da spiegare nel tuo intervento.

          • Butterfly of Belen

            Grazie Simon per il chiarimento, sono una frana in queste cose. Chiedo scusa all’utente OTVII per essermi intromessa tra lui/lei e Pier Paolo.
            Vedi Francesco quanto siamo Bboni a Natale? E tu sempre a lamentarti!!!
            Ciao a tutti

    • Ragazzuoli, nel condomino Pier Paolo ha espresso il suo pensiero, il bello di questa comunita’ virtuale e’ che si puo’ liberamente discutere ed esprimere i propri punti di vista.
      E’ implicito che certi argomenti, non vengono affrontati in pubblica piazza ( e mi riferisco a contenuti confidenziali , che ci crediate o meno, che li abbiate letti o meno prima del momento opportuno ) e pertanto metto l’accento sul fatto che ben vengano le provocazioni di pier paolo come ben vengano le risposte concordanti o discordanti.
      Questo e’ un posto piacevole dove discutere, se fossimo all toghether fissati e talebani sul soggetto scientology, allora il nostro posto non sarebbe il campo indipendente bensi’ altri luoghi dove la carota ed il bastone hanno il sopravvento.
      Certamente Pier Paolo ha provocato intenzionalmente, anche se in questo momento stai girando per casa con i Boxer ( 😀 ) non e’ carino spifferarlo ai 4 venti !
      E’ natale, siate tutti piu’ Bboni !

  2. Luigi Cosivi

    Penso che chi aveva messo le mani avanti, definendo tempo perso questa serie, dovrebbe quanto meno chiedere scusa.
    Vorrei anche sapere perché Marty e co. non ne sapevano niente dalla posizione che tenevano.
    Commenti, sono senza parole veramente, ho lo stomaco forte, ma faccio fatica a trattenermi.

    • Gonos

      Luigi, è esattamente la domanda che mi sono posto anch’io da quando ho scoperto come stiano veramente (più o meno) le cose nella Church.
      Marty e la sua generazione di excecutive che hanno fatto il colpo di stato (e che sono stati per lo più cacciati, motivo in più per parlare) avrebbero parecchio da dire sui retroscena di quel periodo. Mi stupisce che non lo facciano e la cosa è sospetta.

      • Pier Paolo

        Una risposta indiretta a questa domanda (che a dir la verità mi ero posto anch’io) la possiamo estrapolare da questo commento a firma Gary Baldi apparso oggi sull’Indipendologo. Cito: “La teoria che enunci spacciata per solenne verità nel sito http://sc-i-r-s-ology.com, gestito da ex membri del G.O., deriva molto semplicemente da una incapacità a stare di fronte a ciò che realmente è accaduto e sta accadendo, allora si fa ricorso a teorie della cospirazione che non sono altro che quello TEORIE. Emory, il membro del CST che tu menzioni, è stato messo su quel posto da DM per utilizzare le sue conoscenze all’interno dell’I.R.S., avendo svolto mansioni al suo interno. I direttori speciali (questa è la reale funzione di queste persone) non hanno alcun potere reale.”
        Dunque alla fine della fiera, secondo Gary Baldi, tutto inizia e finisce con Miscavige……ed il resto sono solo speculazioni senza alcun costrutto!!

        • Beh, sono parole di persone poco informate, su alt.clearng.technology un forum degli anni 90 molto di voga assieme a alt.religion.scientology sono usciti molti documenti riguardo a questa presa di potere. Parlo di documenti processuali e di altro tipo. Naturalmente sono in lingua inglese e quindi accessibili ai più che frequentano questo ed altri blog. I vari post del forum dedicati a questi eventi sono in ordine sequenziale per data. Gli eventi partono dal 1972 e finiscono al 1978-79. Eccovi i link per vostra curiosità:
          doc 1: http://gathering-minds.net/fza/doc757
          doc 2: http://gathering-minds.net/fza/doc758
          doc 3: http://gathering-minds.net/fza/doc759
          doc 4: http://gathering-minds.net/fza/doc760
          doc 5: http://gathering-minds.net/fza/doc761
          doc 6: http://gathering-minds.net/fza/doc762
          doc 7: http://gathering-minds.net/fza/doc763

          E ce ne sono molti altri. Servissero li ho a disposizione.
          La domanda invece che faccio io a chi sostiene che Meade Emory è stato messo a CST da David Miscavige è: Mostratemi un documento che lo prova. Fosse anche una deposizione giurata in tribunale o una lettera di assunzione. Non ne trovate? Ah beh.
          Ma poi a me non interessa chi c’è dietro la Chiesa di Scientology veramente. Non ho interesse a ritornarci comunque vadano le cose.

        • Pier Paolo .”Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire” . Mettiamola così cosa c’entra scrivere su questo blog facendo riferimento a quanto scritto su altri blog ???Mi pare appena appena fuori luogo . Qual’è il tuo scopo veramente?
          Marisa

          • Pier Paolo

            L’unico “scopo” è quello di cercare di capire, comprendere, quali possano essere i “santi in paradiso” che fanno sì che Scientology goda di una certa, a mio avviso palese, protezione a livello politico sopratutto negli States!
            Come puoi notare non scarto a priori alcuna “teoria”……questa è l’unica lacuna che ancora vorrei colmare sull’argomento……per il resto penso che avrai ben capito qual’è la mia opinione!

    • silvia

      Carissimo Luigi … ho letto questa serie e … dal mio punto di vista, continuo a definirlo tempo perso e per aver detto questo non chiedo scusa a nessuno.
      Elogio il lavoraccio che avete svolto per tirare tutte queste fila ma ……. adesso cosa facciamo ? …. Ron sapeva che Scn può essere usata sia in positivo che in negativo ….. ma sperare che nessuno la usi in negativo …. proprio noi che viviamo su questo pianeta …… vuol dire raccontarci una balla grossa come l’universo.
      Direi che la cosa da fare nel “tempo” futuro non è quella ( caro Pier Paolo) di chiedere dimostrazioni nell’universo mest di abilità che vanno oltre l’universo fisico …. perchè allora, secondo me, non abbiamo capito niente del perchè stiamo facendo questo percorso ….. ma nella condizione di etica più alta possibile fare i percorsi fino al punto che ti danno un risultato reale di aumento della nostra libertà da … questo gioco … ed avvicinarci il più possibile allo stato nativo Theta…. tutto il resto fa parte del grande gioco di questo pianeta e serve solo a farci perdere tempo, attenzione ed azione.

  3. Tiziano Marzotto

    Per me solo pochissimi executive coinvolti nel colpo di stato in Scientology dei primi anni 80′ erano consapevoli di come stavano realmente le cose dietro le quinte. Probabilmente lo sapevano DM, Starkey, Spurlock.
    Le organizzazioni segrete che governano il pianeta funzionano come degli anelli intrecciati ( tipo quelli del simbolo delle Olimpiadi per interderci) dove se un anello rappresenta un gruppo segreto, la connessione con un gruppo inferiore o superiore avviene solo attraverso pochi elementi che sono comuni ad entrambi gli anelli. In questa maniera la maggior parte degli elementi non è consapevole del quadro generale della situazione ed agisce secondo le motivazioni peculiari del suo cerchio, buone o cattive che siano, nell’apparenza o nella sostanza.

  4. Nessuno deve chiedere scusa a nessuno, ognuno ha il suo punto di vista è questo rende bello il gioco della vita.
    Personalmente l’unico pezzo di utilità che ha questa serie è che finalmente si fa un po’ di luce sulla verità, e come diceva Ron “la verità spazza via le bugie perchè esse vengono dopo sulla catena”. Tutto qui!
    Pier Paolo, che esista l’Osservazione Remota è al di fuori di ogni dubbio, basta una breve ricerca online ed ecco apparire centinaia di siti, e guarda caso dicono tutti che è nata da una operazione governativa a metà anni 70.
    Ingo Swann stesso, in alcuni suoi saggi, risalenti al 2009, ci mostra quanto di scientologo ci sia in lui parlando di “MEST”, “Consapevolezza” ecc… ma non solo, fa riferimento a quanto sforzo abbiano fatto e stiano ancora facendo certe lobby per tenere nascosta la consapevolezza alla moltitudine delle persone di questo pianeta. (Presto posteremo un suo saggio per rendervi partecipi).
    C’è chi tra i tanti sostiene che ciò che oggi viene spacciato per Osservazione Remota governativa sia solo una bufala, mentre il vero soggetto e i suoi sviluppi siano ancora in uso presso le agenzie segrete.
    Cerchiamo anche di inquadrare il periodo storico dove è nato questo soggetto; piena guerra fredda, con i Russi dall’altra parte che già dicevano di essere in grado di usare la telepatia per visionare armate nemiche e anche fermare aerei in volo. A quei tempi, certe cose le prendevano seriamente. Oggi magari no. O forse si?:…..

  5. Le mie conclusioni :

    Distruggere una Tecnologia Funzionale per impossessarsene ad uso e consumo proprio e’ cosa impossibile, essendo funzionale, sparpagliati ed organizzati si sarebbero creati un sacco di gruppi indipendenti, senza nessun vertice e senza nessun altro scopo se non il suo originario.
    Cosa molto piu’ semplice sarebbe infiltrarla, prenderne possesso e controllarla affinche’ le persone al suo interno si sentano al vertice del mondo, rincorrendo un sogno e nonostante non esista UN esempio vivente che abbia raggiunto e che dimostri la stabilita’ di Clear Theta Clear, le persone al suo interno raggiungono uno standard comune.
    Stesso modo di Parlare, stesso modo di pensare, idee fisse in comune riguardo a quasi ogni cosa o persona che non sia “allineata” al proprio scopo. Bene, ora abbiamo creato un Culto, una Setta, dove l’occhio annoiato della societa’ guarda a loro come degli emarginati.
    Credo che in questo modo chi ha preso le redini della conoscenza, possa controllare ulteriormente e senza alcuna difficolta’ tutti coloro che potrebbero rappresentare un pericolo ed individuare facilmente chiunque cerchi di uscire dal coro.

  6. Marco

    Bellissimo questo post… credo senz’altro che sia di grande valore conoscere tutte queste vicende che sono state snocciolate negli ultimi giorni. L’avevo già detto, ma lo ripeto…
    Perché vedete, sapere da dove arriva la soppressione DEPITIESSA DI PER SE’.
    Questa è tech per liberarsi della soppressione.

    Come si fa a non sentirsi più liberi!?

    Io ho avuto questo esatto risultato… almeno riguardo a questo truce argomento che è: i miei ultimi 30 anni in Scn.

    In Scn sono stato nascostamente e subdolamente massacrato… Subdolamente perché non è stato un pestaggio senza soluzione di continuità, no, anzi, è stato un alternare il bastone con la carota…

    Infatti in Scn ho avuto moltissimi successi.

    E questo avere avuto successi da Scn quella vera (tra un’alterazione e l’altra qualcosa di efficace e che funzionava c’era per forza… pena la troppa visibilità della soppressione), è stato sufficiente a non farti capire facilmente che ti stavano anche bastonando pesantemente .

    Perché se anche le bastonate erano belle forti, più che non la bontà della carota, parte del gioco era di farti mettere l’attenzione solamente e obbligatoriamente sulla carota: “scrivi il successo… scrivi quanto era buona l’ultima carota!”

    Perché vedete, se c’era qualche protesta per le troppe bastonate ricevute, succedeva che il maneggiamento era:“hai delle proteste da fare? Davvero? Beh, allora vediamo… cerchiamo di applicare la giusta tecnologia al riguardo: qual’è il tuo Overt!?”

    Già, costoro avevano ben capito come funziona la tech… si, la tech al rovescio: Reverse Scn!

    Molto bravi a darti una carota, in cambio di tante bastonate “e guai a te se protesti per qualche errore”.

    L’abilità sta nel dosare sapientemente la quantità equilibrata tra il bastone e qualche carota. Tutto qui… tipico degli abili SP.

    E poi parte determinante della loro abilità è il nascondersi ben bene… giusto per tenerti turbato, ma inconsapevole, qundi sottomesso.

    Un esempio? Sapete dirmi chi è veramente che sta schiavizzando il pianeta?
    Intendo la schiavizzazione strisciante che ormai si nota bene nelle civiltà occidentali (o non si nota?), la ormai famosa crisi economica…
    Già, non viene in mente subito chi sta attivamente CREANDO questa situazione di crisi che produce così tanti poveri e infelici …

    Forse a noi thetan scafati e furbi, un qualche nome viene subito in mente… Ma abbiamo dovuto studiare molto per abituarci all’idea che la soppressione subdola e crudele esiste, eccome.
    Abbiamo dovuto confrontare il male…

    Comunque alla maggior parte della gente, almeno al 95% della gente, non viene in mente da dove arriva la vera soppressione… credono che tutto accada perché… è inevitabile.

    La verità è che gli uomini che più sopprimono questo pianeta sono totalmente nell’ombra, e la loro maggiore protezione è la non visibilità; poi c’è l’incredibilità delle loro azioni…
    Per i non Scntologist queste cose sono incredibili…incredibile inteso come NON è VERO.

    QUINDI BEN VENGANO QUESTO TIPO DI INFORMAZIONI AGEVOLATE DA SIMON, FRANCESO E DA TUTTO IL BLOG: FANNO PARTE DEL DEPITIESSAMENTO.

    Che se ne sia consapevoli o meno: SAPERE CHI SOPPRIME NELL’OMBRA è MEGLIO DEL NON SAPERLO.

  7. Un post davvero interessante ed intrigante.Un approfondimento serio, circostanziato e ben documentato.
    La cosa che più mi ha colpito, oltre l’articolo, sono i commenti. Premetto che condivido la posizione di apertura a tutti i punti di vista espressa da Francesco; mi riporta quasi ai tempi dell’agorà in Atene.
    (Probabilmente a Sparta avrebbero “moderato” diversamente…. 😦
    Ho sempre preferito gli Ateneniesi… 🙂 I veri padri della democrazia moderna).
    Non è semplice moderare una discussione su un argomento per sua natura così controverso come quello dei fenomeni paranormali.. Soprattutto in presenza di opinioni così diverse tra di loro.
    Pier Paolo dal canto suo, esprime una posizione alla S. Tommaso: Se non vedo non credo. Oppure, forse, ha visto ma nel corso del tempo si è convinto del contrario. In effetti da un punto di vista strettamente scientifico, la richiesta di provare effettivamente l’esistenza di fenomeni paranormali, potrebbe essere anche una richiesta sensata. Il punto è che il modo in cui arriva la comunicazione del suo commento ha un piglio di sapore vagamente antagonistico. E provocatorio.
    Nel senso che una richiesta del genere andrebbe formulata in una sede diversa da questa. Messa così sembra più una sfida a dimostrare qualcosa, che un genuino interesse scientifico ad approfondire. Non vado oltre, poiché non desidero generare un fraintendimento. La mia non è una critica a Pier Paolo, piuttosto un esternare sinceramente il modo in cui ho percepito il commento:
    Così come potrei dire di Francesco, dove percepisco nitidamente la passione per questo suo blog. I post che seguono una linea redazionale alternativa ed originale. Di certo non monotematico.
    Ognuno ha commentato esprimendo punti di vista ed emozioni diverse in relazione all’argomento proposto nell’articolo, inserito in un contesto storico con una sua ben precisa cronologia e successione di avvenimenti che vanno a completare la serie di articoli che lo precedono. E questo l’ho trovato di estremo interesse. Anche perchè tra i commentatori ci sono proprio degli OT.
    Ad esempio SIlvia esprime la sua opinione, dando un contributo che ho apprezzato maggiormente nella seguente affermazione: “…avvicinarci il più possibile allo stato nativo Theta….”
    Guido… l’ho apprezzato per intero e, anche se il voto è confidenziale, l’ho votato pure io. Non solo ha centrato appieno la risposta con una citazione di LRH tratta da “Storia dell’Uomo”, ma ha espresso quello che dovrebbe essere, a mio avviso, il punto di vista di un OT circa i cosiddetti fenomeni OT.

    Questa serie di articoli ha superato di gran lunga, in termini di approfondimento ed informazione, un post dedicato alla struttura della Chiesa pubblicato su Indipendologo un paio di anni fa, se non erro. Di sicuro interesse storico ed informativo per ogni scientologist appassionato alla propria religione on solo in termini di versetti della Bibbia da recitare a memoria. Scusate volevo dire HCOPL/B citate e applicate letteralmente senza il benché minimo ragionamento sul loro significato e applicazione contestuale…..meditate gente, meditate….
    Ciauz 🙂 (fine del mio inutile commento 😀 )
    Ah dimenticavo….non mi votate con la manina!!!! 😀 (sennò poi mi innervosico a vedere che mi votano tutti contro!!! 😦 )
    😀

  8. Io invece comprendo lo scetticismo di Pier Paolo, è tipico storcere il naso di fronte ad avvenimenti extra sensoriali, la prima reazione è quella di rimanere solidamente attaccati al terreno (come dire al MEST), e invalidare così facendo stati ultraterreni come potrebbe essere lo stato di Theta Clear, o per rimanere in tema ogni tipo di percezione psichica.
    La prova non la possiamo dare certo noi OT, e di certo non qui sul blog. ma possiamo fornire a lui e a tutti gli altri una prova che va al di là di ogni dubbio attraverso questo avvenimento legato all’Osservazione Remota avvenuto tanti anni fa.
    Il 27 Aprile 1973, Ingo Swann fece un esperimento di Osservazione Remota del Pianeta Giove, l’ormai famoso esperimento n° 46. Questo esperimento avvenne molto prima che i dati fossero confermati scientificamente dalle sonde spaziali Pioneer 10 e 11 (fine 1973 e 1974) e dalle Sonde Voyager 1 e 2 (1979). Quando fu fatto questo esperimento le sonde Pioneer erano già in viaggio verso il pianeta ma troppo distanti per inviare dati alla base NASA.
    Tra le tante cose che l’esperimento indicava (tutte verificate e confermate in seguito alle esplorazioni delle sonde), c’era anche l’esistenza attorno al pianeta di un anello, invisibile al telescopio. In quel periodo la scienza sosteneva che Giove non aveva nessun tipo di anello e pertanto molti risero di questi dati prendendosi gioco dell’Osservazione Remota, ma nel 1979, la sonda spaziale Voyager confermò l’esistenza di un anello gassoso attorno al pianeta, avvallando quindi la visione remota di Ingo Swann.
    A questo esperimento partecipo anche Harold Sherman, un altro famoso parapsicologo. I due osservatori condussero l’esperimento nello stesso istante ma a 2.000 km di distanza ed entrambi videro l’anello di Giove.
    I risultati di questo esperimento n° 46 sono apparsi su centinaia di giornali scientifici, mettendo a dura prova il mondo scientifico del momento. Alcune cartelle vennero anche rubate da agenti dell’intelligence nemica.
    Il resoconto storico lo trovate qui:
    http://www.remoteviewed.com/remote_viewing_jupiter.htm

    • Marco

      Forte questo esperimento di Ingo Swann… assolutamente credibile.

      Però, c’è un però: non credo che i poteri OT saranno usabili dalla CIA, dalla IRS e da chi altri… perché c’è di mezzo di sicuro l’etica.
      I poteri OT vanno persi di fronte alla mancanza di etica, cioè ad azioni che fanno il maggior danno, per il maggior numero di dinamiche.

      E se è per questo, non credo nemmeno che possa raggiungere OT (ma nemmeno Clear) se una persona è un mal’intenzionato…

      Evidentemente questo Ingo Swann negli anni ’70 non era così fuori etica, magari poi si è messo al servizio del “nemico” (nemico della creazione degli OT) e di sicuro ha perso le capacità…

      La tech di etica, quella onesta e corretta, è stata sviluppata a partire dai non risultati a causa degli Out etichs.
      Probabilmente l’etica è stata sviluppata da LRH a partire da questa domanda: “perché il PC o il Pre Ot non ottiene i risultati che ci si aspetta?”.
      La risposta fu (a parte la tech Pts, altro motivo per la mancanza di guadagni): “perché si sta compostando male… le sue azione sono verso un ottenere il maggior danno per il maggior numero di dinamiche”.

      L’Essere è fondamentalmente buono, se si comporta male lui trattiene se stesso e le sue capacità…
      E di sicuro non permette, impedisce a se stesso di riottenere le sue peculiarità di thetan .

      Dunque non starei a preoccuparmi tanto della Osservazione Remota della CIA, è una capacità che alla CIA/IRS non possono usare impunemente per molto tempo… tutto è destinato a scemare.

      Certo resta il gravissimo danno dell’alterazione della tech a disposizione per il pubblico normale…
      Ma essa è disponibile integra nel campo Indipendente…
      Però la tech (riflessione a voce alta) dovrà aspettarsi degli attacchi… visto di cosa sono capaci questi Esseri Mest malvagi (CIA/IRS/KGB e tutti i vari gruppi SP), non c’è da meravigliarsi che essi siano sempre in totale frenesia contro la tech (contro gli OT che essa può produrre).

      Il capitolo del libro “Storia dell’uomo” , postato da Guido, era profetico:

      Ci sono due stati di “Clear Theta”.

      Uno di questi è il THETAN reso clear, dal quale sono stati rimossi tutti gli episodi.

      L’altro è il THETAN liberato dalla necessità di avere un corpo MEST.
      Quando diciamo “Clear Theta” intendiamo quest’ultimo.

      Probabilmente, con un po’ di thetan attivi, questo pianeta sarà molto meno calmo e ordinato.

      Probabilmente un giorno l’Homo sapiens userà l’elettronica per intrappolare di nuovo i thetan che lo infastidiscono, ma se possedesse le tecniche per rendere libero se stesso, qualche miracolo potrebbe sventare questa minaccia.

      Forse un giorno un pugno di thetan, allarmati dalle intenzioni e dagli sforzi dell’Homo sapiens, cercherà di gettare il resto della razza umana in una schiavitù super-controllata. Tutto ciò è congettura.

      Ma il fatto che la vita diventerà molto più interessante su questo pianeta non è una congettura.

      È dubbio che i thetan ricorreranno all’espediente finale -eliminare l’atmosfera del pianeta – che in un certo qual modo renderebbe tutti “Clear”.
      In tutta la letteratura dell’Uomo non c’è niente di così pazzesco come quello che probabilmente succederà qui sulla Terra.

      E ciò succederà e si lascerà che succeda, solo perché tutto questo è così incredibile che nessuno si sognerà mai di fermarlo, finché non sarà ormai davvero troppo tardi.
      La sua incredibilità è la sua migliore salvaguardia, perciò non prendetevi la briga di convincere quelli che non vogliono crederci.

      Ci sono voluti due anni e mezzo perché la professione medica afferrasse l’idea dei prenatali. Quelli che vengono liberati dalla necessità di avere un corpo non hanno bisogno di tutto quel tempo.

      Perciò mi sia consentito fare questa semplice richiesta: non esibitevi in numeri spettacolari, finché un po’ di gente non ce l’avrà fatta.

      Non vorrete certo rimanere soli… e se su questo pianeta si dovesse dichiarare guerra ai thetan vi serviranno rinforzi.

      Può darsi che il preclear pensi di potercela fare da solo: se viene liberato dalla necessità di avere un corpo gli servirà più aiuto e compagnia di quanto non pensi.

      Perciò, ancora una volta, come nota finale di questo capitolo, non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo sapiens, almeno per un po’.

      È una tentazione terribile quella di far volare a cinquanta metri il cappello di qualcuno, leggere libri situati a due o tre nazioni di distanza o penetrare nel reparto di rotocalcografia di uno dei settimanali della Hearst; ma ciò significherebbe rendere le cose difficili a chi sta cercando di attraversare questo Ponte.

      Guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci con tutto l’assortimento delle tecniche necessarie.

      Proteggete il Clearing di Theta finchè non ce ne saranno un po’.

  9. dave

    L’osservazione a distanza è un giochetto. Io lo faccio tutte le mattine per vedere se sulla tangenziale cè coda. Le abilità sono ben altre. Un saluto…

  10. Tiziano Marzotto

    Se questa è la verità, ciò rappresenterebbe il basic basic del tremendo engram di terza dinamica che a coinvolto Scientology, e di quarta dinamica che ha coinvolto l’umanità intera. Ma per fare completo as is è necessario che le dinamiche coinvolte ne diventino consapevoli. Se un giorno questa verità verrà conosciuta dalla maggioranza della gente, scientologa o meno, tutte le turbolenze presenti e passate si dissolverebbero e una nuova alba di speranza sorgerà non solo per Scientology, inteso come soggetto, ma anche per l’umanità intera.

  11. Tony Pacati

    Sapevo che quando ho letto “l’uomo che fissava le capre” era una storia vera ed in qualche modo, sotto sotto, ci entrava scientology.
    Adesso, visto che l’osservazione a distanza è una bazzecola, potrei fare la “fissazione a distanza” e “fissare” Miscavige.
    Se un giorno gli verrà un coccolone saprete di chi è stata la “colpa”!

  12. Pier Paolo

    Onestamente non mi sarei aspettato certe risposte, almeno non su questo blog, risposte un po’ scontate tipo quella di Guido sicuramente sì ;-), altre devo dire che mi hanno lasciato alquanto perplesso e mi ricordano certi ambientini molto “democratici” di cui non ho di certo nostalgia!!!
    Francesco, che rappresenta in questo contesto un raro esempio di equilibrio e tolleranza, può testimoniare che mi sono tirato indietro, proprio per il mio “maledetto” vizio di chiedere evidenze di quanto promesso, da un ipotetico business che poteva vederci coinvolti…..questo è il mio modo di fare in qualsiasi ambito…..a scatola chiusa non compro nemmeno Arrigoni (slogan pubblicitario in voga negli anni ’70!!)…..comprendo che tale atteggiamento può essere scomodo in quanto non in linea con il pensiero unico dominante, ma che ci volete fare…… la mia libertà intellettuale ha più valore dell’essere accomodante o dell’abbassare il capo obbedendo al “capetto” di turno accettando acriticamente verità preconfezionate!
    Comprendo che non sono ben accetto e dunque tolgo il disturbo……vi ringrazio per avermi ospitato, alcune chiaccherate sono sicuramente servite per farmi comprendere meglio la situazione confermando alcuni miei antichi sospetti!
    Auguro a tutti un FELICE 2013!!! 😉

  13. Tony Pacati

    Caro Pier Paolo,
    seguo questo blog da quando è nato, e per quello che ho visto qua chiunque è libero di dire la sua e quanto meno ci si aspetta che riconosca agli altri il diritto di fare altrettanto. Se trovo una cosa che mi piace, quando ne ho il tempo esprimo il mio accordo, se trovo una cosa che non mi piace, il più delle volte me ne sto zitto o, se lo ritengo opportuno esprimo il mio disaccordo (adesso c’è anche l’ausilio del dito pollice!). Tu vuoi le evidenze di quanto promesso, non mi sembra che qui nessuno abbia promesso qualcosa a qualcuno! Quello avveniva in un’altro posto in un’altro tempo.
    E poi, facciamo finta che adesso, con la mia visione a distanza, davvero vedo i tuoi vestiti e vedo anche il tuo numero di telefono e ti chiamo e ti sbalordisco con le mie abilità OT. Cosa succederebbe? Adesso avresti le evidenze, magari ti metti a fare scientology a tutto spiano e se poi tra 10 anni tu non riesci a vedere a distanza il colore dei miei calzini, come la mettiamo? Magari ti incazzi con me perché quello che avrei fatto oggi la vedi come una promessa non mantenuta?
    Scherzi a parte, per come la vedo io, in scientology, gli unici che hanno il diritto ed il dovere di chiedere e mostrare evidenze siamo NOI riguardo a NOI STESSI!
    Non voglio convincerti ne a restare ne ad andartene.
    Il buon Francesco ci tormenta all’inizio di ogni nuovo post con la frase “siete scientology? pensate con la vostra testa”
    Vediamo di applicare il bel consiglio!

    • Scherzi a parte, per come la vedo io, in scientology, gli unici che hanno il diritto ed il dovere di chiedere e mostrare evidenze siamo NOI riguardo a NOI STESSI!
      Shhhht in questo blog siamo stati tutti “Etichettati” e “parcheggiati”, non possiamo più dire alle persone persone di “Pensare con la propria testa” non abbiamo ne l’autorità ne l’investitura per farlo.
      Senti da pulpito viene la predica!!…….. Non ho parole, questi sono senza vergogna!!

    • Pier Paolo

      Caro Tony, ti rispondo solo per chiarire eventuali fraintendimenti derivanti dalla mia ironica provocazione…..che fosse ironica lo hanno capito ben in pochi (e lo si nota dalle risposte….forse una soltanto era in linea con il tono più o meno scherzoso da me usato)…..mentre invece la provocazione ha sortito un effetto da withold mancato abbastanza “imbarazzante” (fossi un auditor chiederei agli autori delle tante repliche piccate “Sull’argomento “osservazione remota” un withold è stato mancato?” ;-)…chissà che poi riescano a ritornare in pt!!! ).
      Ho passato quasi vent’anni dentro Scusology…..opps scusa, volevo dire Scientology, e in quei vent’anni ne ho viste di ogni; mi chiedo che razza di fine abbiano fatto quelle “osservazioni remote” mentre le consorti di cotanti osservatori li cornificavano od i soci in affari facevano i loro comodi con la cassa?!?! Forse erano intenti ad osservare da altre parti? Certamente Scusology, opps…. riscusa Scientology, ha una risposta anche a questa domanda……..ma a me onestamente la curiosità è sempre rimasta!!!
      Tranquillo Tony, anche se tu mi confidassi di che colore ho i calzini in questo momento stupendomi con mirabolanti “effetti speciali”, il mio scetticismo rimarrebbe e la mia “conversione” sarebbe ancora una chimera……in quei vent’anni ne ho visti talmente tanti di cazzari e sbruffoni che non basterebbe certamente un numero da circo a convincermi del contrario.
      Questo non significa che io non creda ai cosidetti “fenomeni paranormali”, tuttavia credo che tali “abilità” siano perlopiù “doni” che alcuni possiedono in maniera più evidente di altri; a mio parere non esiste alcun tipo di tecnica (almeno allo stato attuale), SOPRATUTTO a pagamento, che possa fornirti dei mezzi per accrescerle o svilupparle……sarei ben felice di sbagliarmi tuttavia l’esperienza mi ha portato a queste conclusioni!
      Potrei anch’io portare ad esempio diversi “fenomeni” OT da me vissuti attribuendone la causa al mio “status” scientologico, sono pur sempre un Clear ;-), tuttavia ho scoperto che tali esperienze sono state vissute da quasi ogni essere umano da me incontrato, e dunque ad essere “spietatamente” onesti con se stessi questo significa che Scientology c’entra ben poco con l’esclusiva di questo tipo di fenomenologia!
      Mi permetto di replicare anche a Silvia poichè penso tu abbia sottovalutato la mia intelligenza se pensi che “valuti” od abbia valutato Scientology solo in base a parametri definiamoli “circensi”, ero e sono ben consapevole che una strada spirituale abbia altri fini ma purtroppo in Scientology non ho trovato nè l’uno ne l’altro e dunque considero quell’esperienza un fallimento sotto qualsiasi aspetto, sia quello fenomenologico che quello, che a me intereressava maggiormente, spirituale!
      Un ultimo consiglio a Luca……non smettere mai di porti domande, solo chi non si pone mai domande non potrà evolvere, e se a qualcuno ciò può infastidire (come ad esempio ha dimostrato qualche utente quì dentro) sta in campana…..forse sei nel posto sbagliato ;-)!
      Buona continuazione a tutti!

      • Paolo

        Mah… mi pare che anche tu, Scientologicamente parlando, abbia qualche problemino, magari qualche witholdino missato.. Visto che ci hai messo niente pò pò di meno che una ventina d’anni a capire che Scientology era in realtà Scusology, dovresti essere un po’ meno diciamo… arrogantello! Ti sono stati dati dei validi suggerimenti per non doverti considerarti un co….ne per averci messo 20 anni per capire che non faceva per te… lascia un po’ di tempo anche agli altri per capirlo… o forse altri hanno capito qualcosa che tu in 20 anni non sei riuscito a capire! Comunque… buona continuazione anche a te! 🙂

      • silvia

        Ciao Pier Paolo ! Come ho già scritto in tempi remoti su questo pianeta e in vari periodi sono sorte varie filisofie spirituali perché nella sperimentazioe di chi siamo ognuno possa “giocare” e cercare la strada o le strade che lo portano ad ottenere il proprio obbiettivo.
        Io non ho sottovalutato la tua intelligenza è che forse Scientology in questa vita non è il tuo percorso ( infatti hai detto che hai ottenuto molti più risultati con i fiore di Bach e rispetto molto questa tua osservazione io ho compreso molto meglio Scn attraverso altre tecniche nel periodo che ero considerata SP e quindi fuori da qualsiasi linea).
        Sai quando sono uscita dall’org ( ero staff nel 1978) una persona splendida mi ha detto ” Scientology non è per tutti” ed è vero, ognuno di noi ha il suo persorso ….quindi visto che tu scrivi – ero e sono ben consapevole che una strada spirituale abbia altri fini ma purtroppo in Scientology non ho trovato nè l’uno ne l’altro e dunque considero quell’esperienza un fallimento sotto qualsiasi aspetto, sia quello fenomenologico che quello, che a me intereressava maggiormente, spirituale! – ……. ti auguro di trovare la tua strada e magari se vorrai ogni tanto potrai farci sapere le tue vittorie …. chiunque si elevi spiritualmente aiuta (inconsapevolmente) anche gli altri esseri ad elevarsi.
        Buona vita !

      • Marisa e Guido

        Pier Paolo, lasciami intervenire e direttamente con la mannaia. Credo che ci siano troppi segnali DI ETICA OUT e “forse” hai passato il segno. Mio figlio ti ha già dato fin troppo spazio, ora è bene che tu vada a farti un giro, prendere aria, fare un bel respiro profondo. Vai pure a vomitare i tuoi veleni altrove, e se ti riesce fai pure anche un bel cicletto di etica, non si sa mai tanta salute… Speravo che te ne rendessi conto da solo, sai quando si esagera… a volte si può rimediare; ma invece no, insisti e visto il tono che usi (ma come diavolo sei messo????) e la tua arroganza mi dicono che per te è tutto normale allora mi tocca dare uno stop a questo tipo di comunicazioni. Non esiste solo, il “tuo punto di vista”, e quanto” tu hai ragione” e gli altri torto calpestando gli altri. Sai le persone possono davvero essere “causative” nel senso positivo del termine, e questo blog è dedicato a loro, e a tutte quelle volenterose intendo, che si danno da fare, le critiche a caso non ci interessano, non c’è spazio qui per questi “modelli” e sino a che non darai segnali con un atteggiamento differente, sei fuori
        Marisa

        • Mamma ! Ho imparato che esiste un esatto e singolare modo per comunicare con qualcuno. Ognuno di noi e’ diverso e noi, che siamo noi stessi, ogni volta che ci troviamo a comunicare con qualcuno, dobbiamo utilizzare il modo corretto per comunicare realmente cio’ che vogliamo far arrivare.
          Non sto’ giustificando PierPaolo per cio’ che ha scritto, anzi, sicuramente avrebbe potuto utilizzare altre parole per comunicarci le stesse cose.
          E magari, nessuna “mannaia” o valutazione gratuita gli sarebbe stata “assegnata”.
          Rimango comunque del parere che “mannaie”, “assegnazioni” e “disconnessioni” siano ancora “metodi” Scientologesi che nulla hanno a che fare con l’essenza di Scientology.
          Nel modo corretto si sarebbe potuto invece discutere sul soggetto e trovare, seppur con differenti o addirittura punti di vista contrari, una zona neutra dove poter portare avanti una comunicazione.
          Come scrissi a David qualche giorno fa’, arrivare a comprendere ed applicare pienamente “cosa e’ la grandezza” e’ un grande Goal.
          Ora come ora, vedo “mannaie”, “assegnazioni” e “disconnessioni” come un “NON stare di fronte” a qualcosa.
          Per natura e per insegnamento preferisco usare Scientology per Stare di Fronte ed essere da Esempio.
          Lo stato di OT Pier Paolo non e’ far volare i cappelli, ma e’ Thetan Operante ……..
          Siamo in questo gioco, l’universo MEST, da “OT” faccio andar bene le cose da queste parti, altrementi, se mi impegnassi a fissare il tuo cappello per fartelo volare via, sarei un Thetan pensante !
          Potrai pensare che anche un cattolico per esempio, se applicasse i 10 comandamenti, aiuterebbe a creare un mondo migliore e sarebbe meritevole tanto quanto se non migliore di un OT.
          Beh, hai ragione !
          Purtroppo siamo stati abituati nel campo “Scientologese” a non avere molti esempi da seguire da chi era lassu’ nel regno degli “OT”.
          Non voglio giustificare nessuna azione, ma comprendo quali compromessi han dovuto accettare, contro la propria innata integrita’ personale, per poter arrivare a quel “regno”……
          E da li in poi han dovuto costantemente “giustificare” il come ci sono arrivati, proteggendo il loro “status” piuttosto che essendo da esempio.
          Buona Notte a tutti !
          Francesco

          • Marco

            Riguardo alla possibilità di ogn’uno di comunicare io sono d’accordo con Francesco… sempre che la comunicazione non invada il limite dello sproloquio eccessivamente negativo e offensivo per chi ascolta o legge.

            Nel fattispecie, Pierpaolo ha articolato la sua com in senso negativo, i suoi 20 anni in Scn li ha riassunti negativamente… , ma è vero che in qualche modo esprimeva una sua estrema delusione.
            È anche vero che è comprensibile e lecito che qualcuno possa essere rimasto infastidito e/o offeso da questo suo discorso. Oppure che abbia interpretato Pierpaolo come una pesona negativa semina-zizzania, con lo scopo di ostacolare altri lettori del bolg…
            Potrebbe essere… e questo pensiero di subdolo scopo fa incaz… arrabbiare.

            Io personalmente ho abbastanza capito cosa dice Pierpaolo, c’è molta gente che ha questo punto di vista, anche se non sono d’accordo con lui per niente…
            Ma accetto e capisco che possa esserci gente che ha avuto questa cattiva impressione dalla sua esperienza scntologhese, e che dimostri questo livello di insofferenza con estrema rabbia e diventando “burlone denigratore”.
            In questo caso, credo sia una dimostrazione momentanea e/o unatantum che andrò a scemare. Spero.

            E’ ovvio che non è accettabile scadere ad un livello di attacco e di disprezzo di Scn, costante e ripetuto, perché può irritare ed offendere chi invece crede in Scn e ne ha avuto molti benefici.
            Non penso Pierpaolo abbia oltrepassato questo limite… o almeno, io non ho avuto questa impressione (nonostante lui sia stato pesante… ma, come dice Francesco, basta applicare star di fronte/comprensione della situazione).

            Per Pierpaolo e per chi vuol capire un po’ di più, credo che questi scritti di LRH possano dare un’idea di cosa possa succedere se la tech viene alterata, o malcapita, se c’è mancanza di massa, o se c’è un gradiente saltato…

            SESTA CONFERENZA DEL CORSO DI CLASSE VIII
            “LE MECCANICHE DELLE TECNICHE E DEL SOGGETTO“

            “Ora se i suoi Gradi sono out e non ha fatto bene i gradi, il suo livello di realtà non sarà adeguato per afferrare il 3 (OT) comunque.
            Ora lui considera la cosa vergognosa.
            E lui per una ragione o per un’altra vuole invalidare la cosa.
            E così inizia a spargere in giro voci in modo da screditare l’informazione…e questo blocca la strada per un sacco di persone.

            Quindi dovete veramente aver afferrato bene i vostri dati standard, al punto da essere in grado di scendere in campo contro tutta questa pazzia.
            Queste sono cose veramente strane che iniziano a spargersi in giro, cose da pazzi.
            Ce n’è una di queste che adesso circola a Los Angeles: “penso che ora non sia possibile diventare Clear o OT… non è possibile raggiungere quei livelli”.

            Su 60 persone che sono state intervistate, 20 di loro pensavano non fosse possibile farcela e non avevano molta realtà sulla cosa.

            Chi ha lavorato lì su questa cosa? Una delle prime cose che vedete è l’invalidazione dello Stato di Clear.

            La realtà è una cosa affascinante.
            La realtà è proporzionale alla quantità di carica che è stata tolta dal caso.

            Se voi prendeste i materiali del Clearing Course e li metteste in mano ad un wog lui gli darebbe un’occhiata, forse si gratterebbe un po’ la testa, forse gli verrebbe un raffreddore o una cosa del genere.

            Se provasse a percorrerli, o se voi provaste a percorrerli su di lui, la possibilità che avete di riuscirci è così remota, che molte di quelle cose non lo turberebbero nemmeno… e questo ti fa capire quanto siano distanti dall’essere Clear.

            C’è un dato stabile: la quantità di carica tolta dal caso è proporzionale alla realtà.
            Ed è anche proporzionale al livello di consapevolezza.

            Così magari c’è qualcuno che sta camminando per la strada e ci sono 4 elefanti, e quei 4 elefanti stanno camminando allineati ed ognuno degli elefanti tiene uno striscione verde.
            E voi dite a quel tizio:” Ma guarda che roba! 4 Elefanti che camminano in mezzo alla strada”. E lui dice: “Ma quali elefanti” – semplicemente questo: “Quali elefanti!?”

            La cosa è veramente affascinante.
            Le persone sono inconsapevoli nella misura in cui non hanno nessuna realtà.
            E ora una di queste scimmie dovrebbe venire da te a dirti cosa è reale?
            Mi segui?
            E’ una di quelle affermazioni che non ha nessun senso.

            L’intero soggetto della realtà è mischiato al soggetto delle percezioni, al soggetto dell’essere in grado di riconoscere le cose, al soggetto della verità.
            ………..

            “Ora la qualità della carica che viene tolta dal caso è molto importante.
            Se voi eliminate la carica che è presente sulla linea principale dei Gradi, mano mano che vanno avanti….
            Sì perchè quella è una carica basilare che poi fa sparire altra carica che è affiancata a quella carica di base.

            Ora se tu semplicemente eliminassi carica senza scegliere quale, senza nessun giudizio, sia che fosse sulla linea principale, ma semplicemente ti metti ad eliminare carica, vedi che legge sul meter… metti la persona sul meter e vedi che legge, forse dopo 50 o 60 anni di auditing, o una cosa del genere magari succederà qualche cosa di particolare.
            La sua realtà sarà salita sino ad OT.
            Mi seguite?

            L. RON HUBBARD

            HCO POLICY LETTER OF 5 MAY 1965 REISSUED 4 JULY 1970
            CLASSIFICATION, GRADATION AND AWARENESS CHART

            “Nella rivista L’Auditor pubblicazione n°8 troverete una tabella inclusa. Tratta molte cose.

            Ci sono circa 52 livelli di consapevolezza da Inesistenza su sino allo stato di Clear.

            Per “Livello di Consapevolezza” si intende ciò di cui l’individuo è consapevole.

            Un individuo che è ad un livello su questa scala è consapevole solamente di quel livello e degli altri livelli al di sotto.

            Per ottenere guadagni di caso la persona deve diventare consapevole del prossimo livello che sta sopra di lui, salendo livello dopo livello, per parecchi livelli sopra, in una sequenza ordinata.

            Se voi fate saltare una persona ad un livello che sta parecchi livelli sopra, lui o lei sperimenterà solamente una non realtà e non reagirà.

            Questa cosa si manifesta come “nessun-guadagno-di-caso”.

            Sul meter registra come “Nessun Movimento di Tone Arm”, il che significa che il meter non segnala nessun cambiamento sulla leva di controllo del meter (Tone Arm).

            Una persona audita un po’ al di sotto o al suo livello di consapevolezza otterrà “Azione di Tone Arm”, Guadagni di Caso e cognition (nuovi concetti di vita).
            ….
            L. Ron Hubbard

          • Marisa

            Rispondo con LRH tratto da La teoria theta-mest seconda parte dal corso di valutazione della capacità umana.
            … Se qualcuno vi venisse a dire: “E’ di una persona che si trova a livello 1.1. che sto parlando”, l’auditor potrebbe formulare mentalmente una previsione sul tipo di persona che sta per incontrare. Potrebbe Farsi un’idea di ciò che tale persona farebbe in qualsiasi circostanza. Se quella persona fosse attivamente a livello 1.1 sulla Scala del tono, l’auditor saprebbe immediatamente che tipo di persona starebbe per incontrare in termini di personalità, e sarebbe in grado di predire più o meno le reazioni di quell’essere umano, dalla prima all’ultima. Sarebbe una cosa comoda da avere sotto mano, non è vero? Ecco una delle cose che troverete su questo quadro: esso indica molto chiaramente il livello di etica dell’essere umano in questione. Diciamo che una persona al livello 1.1. vi dica: “Appoggio completamente il fatto che si abbia un consiglio per il mantenimento degli standard. Dobbiamo avere degli standard perché la nostra deve essere un attività etica. Io sono molto etico! Non tollererò nulla che non sia etico!”. Può darsi che parli in quel modo (e molte persone a livello1.1. lo fanno!). Ma se osservate alcune delle sue manifestazioni e vedete che quelle manifestazioni lo inchiodano a livello di 1.1, state in guardia! Poco importa quanto spesso tale individuo dica di essere etico; egli vi taglierà la gola. D’altra parte, se c’è un tizio che si trova al livello di 3.5 sulla scala del tono e qualcuno vi viene a dire: ”sai che il tal dei tali ha ucciso un uomo e derubato la cara vecchia madre, tempo fa a Canicattì? Abbiamo prove certe e assolute che l’ha fatto”, lasciate perdere. Non l’ha fatto. Semplicemente non l’ha fatto, punto e basta! Un auditor che facesse caso alla cosa e studiasse i suoi preclear durante un periodo di tempo non indifferente, sarebbe quindi in grado di prevedere le azioni che un essere umano compirebbe in determinate circostanze. Questo è un quadro di valutazione e, nel processing, vi è quindi possibile scegliere il tipo di processing di qui tale persona ha bisogno e il tipo di processing che funzionerà su tale persona, osservando dove questa si trova sulla Scala del tono. Potete valutare la persona e scoprire dove si trova sulla Scala del tono. E una volta che l’avrete valutata, conoscerete la proporzione tra theta ed entheta nel suo caso.
            Marisa

          • Marco

            Ciao Marisa, la tua è una buona risposta riguardo alla discussione sull’atteggiamento opportuno o meno di Pierpaolo… quotando questa conferenza ho capito cosa intendi…

            Posso essere d’accordo con quello che dice qui LRH, assolutamente… ma credo che l’attenzione vada posta sul “se” : “Se quella persona fosse attivamente a livello 1.1 sulla scala del tono, l’auditor saprebbe immediatamente che tipo di persona starebbe per incontrare….

            Come facciamo ad essere certi che una persona sia qualcosa di sempre e certamente negativo?
            Non credo sia una cosa semplice… Per il momento, in questa fattispecie, mi viene da pensare che siamo nel campo della valutazione soggettiva (ciò che più impressiona qualcuno), più che su una valutazione oggettiva… più che su una certezza.

            Comunque sia… non sto cercando di fare l’avvocato del diavolo, visto fra l’altro che non sono io che imposto la linea editoriale… per così dire.

            Io posso dire che sono molto contento di questa piazza virtuale e posso esternare, sperando di non essere troppo sdolcinato, che io sono molto grato per l’esistenza del blog ed anche che ho molto affetto per voi che ci lavorate sopra… immagino che per quanto poco sia comunque un impegno a tener viva della sana comunicazione tra Indipendenti che amano Scn.

            Un caro saluto
            Marco

  14. David F.

    Apprezzo la filosofia di concedere la parola a chiunque, caro Francesco.
    Veramente.
    MA, alcune persone hanno solamente lo scopo di nuocere.
    E a costoro ogni diritto andrebbe tolto.

    Probabilmente è questo l’unico punto su cui non siamo d’accordo.

    Buona serata!

    • Posso compenderti David, anzi potrei romanticamente dirti ” Io ti vedo ”

      “…MA, alcune persone hanno solamente lo scopo di nuocere.
      E a costoro ogni diritto andrebbe tolto.

      Probabilmente è questo l’unico punto su cui non siamo d’accordo. ”

      Abbiamo per le mani una potentissima carta, ossia l’arte di portare armonia tra le dinamiche.
      Quando impareremo ad applicare a fondo la Scientologia, non avremo piu’ paura di alcunche’ e questo ci porterà anche a stare di fronte a chi ha solamente lo scopo di nuocere, mostrandogli la via per essere in pace con se stesso ed in equilibrio con gli universi.

      Sto’ costantemente imparando una lezione e questa ne e’ l’essenza :

      ” IL COMPITO PIU’ ARDUO che si possa avere e’ continuare ad amare i propri simili, nonostante tutti i motivi di questo mondo per cui non lo si dovrebbe fare.

      Il vero indice di sanita’ mentale e di grandezza e’ il continuare a farlo.

      Per colui che lo sa realizzare, ci sono grandi speranze.

      Per coloro che non lo sanno fare, ci sono soltanto dispiacere, odio e disperazione e queste non sono cose che costituiscono la grandezza, la sanita’ mentale o la felicita’.

      Una delle trappole primordiali e’ cedere ad un invito all’odio.

      Ci sono persone che ci nominano loro carnefici.

      Talvolta, nell’interesse dell’incolumita’ altrui, e’ necessario agire, ma non e’ necessario anche odiarle.

      Fare il proprio dovere senza infuriarsi contro quelli che cercano di ostacolarci e’ segno di grandezza… e di sanita’ mentale.

      E solo allora si puo’ essere felici.

      Cercare di conseguire tutte le qualita’ desiderabili nella vita e’ nobile.

      Quella piu’ difficile, ma la piu’ necessaria da conseguire e’ amare i propri simili, nonostante tutti gli inviti a fare altrimenti.

      Se mai esiste una virtu’ degna di un santo, non e’ quella del perdono.

      Il ” PERDONO” ammette la cattiveria di un atto.

      Non c’e’ motivo di ammetterla.

      Inoltre, per poter perdonare un’azione, la si deve classificare come cattiva.

      Il ” PERDONO ” e’ un’azione di livello molto piu’ basso ed e’ piuttosto critico.

      La vera GRANDEZZA rifiuta semplicemente di cambiare il proprio atteggiamento nonostante le cattive azioni di cui si e’ oggetto…e una persona veramente grande ama i suoi simili perche’ li capisce.

      Dopo tutto sono tutti nella stessa trappola.

      Qualcuno se n’e’ dimenticato, altri ne sono impazziti, altri agiscono come coloro che li hanno traditi.

      Ma tutti, tutti sono nella stessa trappola :

      Generali, spazzini, presidenti e pazzi.

      Si comportano cosi’, perche’ sono tutti soggetti alle stessi crudeli pressioni di questo universo.

      Alcuni di noi sono soggetti a tali pressioni, e pure continuano a fare il loro lavoro.

      Altri, che si sono da tempo arresi, delirano, torturano e si muovono con fare impettito , da quelle anime dementi che sono.

      Noi possiamo almeno capire che la grandezza non deriva da guerre violente o da notorieta’.

      Deriva dal fatto di essere fedeli alla propria rispettabilita’, di continuare ad aiutare gli altri, qualsiasi cosa essi facciano, pensino o dicano e malgrado tutte le azioni brutali a cui si e’ soggetti, di perseverare senza cambiare il proprio atteggiamento fondamentale nei confronti dell’ Uomo.

      Da questo punto di vista, la vera grandezza dipende dalla saggezza totale.

      Le persone si comportano come si comportano solo perche’ sono quel che sono : esseri intrappolati, schiacciati sotto un peso insostenibile.

      E se a causa di questo sono impazzite e ordinano la devastazione di intere nazioni per errori di interpretazione, si puo’ sempre capire il motivo, come pure l’entita’ della loro pazzia.

      Perche’ si dovrebbe cambiare atteggiamento ed incominciare ad odiare solo perche’ qualcun altro si e’ perso e il suo destino e’ troppo crudele da affrontare ?

      La giustizia, la clemenza, il perdono sono tutte cose senza importanza, rispetto alla capacita’ di non cambiare a causa di provocazioni o di pressioni a farlo.

      Si deve agire, si devono mantenere ordine e responsabilita’, ma non c’e’ bisogno di odiare o cercare vendetta.

      E’ vero che gli esseri umani sono fragili e commettono errori.

      L’Uomo e’ fondamentalmente buono, ma puo’ comportarsi male.

      Si comporta male solo quando le sue azioni a favore dell’ordine e della sicurezza altrui sono compiute con odio.

      O quando le sue misure disciplinari sono basate solo sulla sua incolumita’, senza alcuna preoccupazione per tutti gli altri ; o peggio ancora, quando agisce solo per il gusto della crudelta’.

      Non mantenere affatto l’ordine e’ una azione da pazzi.

      Basta guardare le cose appartenenti a un malato di mente e l’ambiente intorno a lui, per rendersene conto.

      Le persone capaci mantengono le cose in ordine.

      Quando una razza e’ dominata dalla crudelta’ compiuta nel nome della disciplina, a quella razza e’ stato insegnato ad odiare.

      Ed il suo destino e’ segnato.

      La vera lezione e’ imparare ad amare.

      Chi vuole arrivare incolume alla fine dei suoi giorni deve imparare questo : non usate maicio’ che vi viene fatto, come motivo per odiare.

      Non desiderate MAI la vendetta.

      Ci vuole veramente forza per amare l’Uomo ed amarlo nonostante tutti gli inviti a fare diversamente, tutte le provocazioni e tutti i motivi per cui non lo si dovrebbe fare.

      La felicita’ e la forza persistono solo in assenza di odio.

      Solo l’odio e’ la stada che porta al disastro.

      Amare e’ la strada che porta alla forza.

      Amare nonostante tutto e’ il segreto della grandezza.

      E potrebbe benissimo essere il piu’ grande segreto di questo universo.

      L.R.H. ”

      Buon anno David, che la forza sia con te !
      Francesco

  15. amico di ron

    dopo aver letto questa verita’ …….ho avuto un lfbd sulla mia storia di sea Org Member. 16anni pts, e’ proprio vero, l’sp e’ invisibile ed incredibile da credere …..
    Grazie Francesco questo e’ stato il piu bel regalo di Natale che ho ricevuto ….depiessato da…

  16. David F.

    Parole Sante.
    Buone Feste Francesco!

  17. i puntini di Diogene...

    Ciao a tutti… ma proprio a tutti…
    Se vivessimo in un mondo meraviglioso, sapremmo che cos’è la Meraviglia? Se vivessimo in un mondo magico, sapremmo che cos’è la Magia?… Ebbene sì, ci piace lasciarci Sorprendere… Forse veniamo spinti dal Bisogno, forse dal Desiderio, forse dall’Amore… Forse è tutta Materia, forse è solo Mente, forse il contrario del Nulla è soltanto un Forse, un “e se fosse che…”
    Ci piace sorprendere e lasciarci sorprendere…
    Anche il miglior pasticcere non è sicuro di come riuscirà la sua torta prima di averla sfornata… è questo a cui un thetan allude quando parla di Vita…
    Saper fare le torte è l’essenza della magia… e non ditemi che non sapete di cosa sto parlando, perchè anche questo sarebbe “sorprendente”…
    Se qualcuno sapesse “far volare i cappelli”, accidenti che roba… ma sa fare anche i tortellini come mia nonna? Mia nonna li faceva da zero: se stavi a guardarla per un po’, li vedevi spuntare sulla tovaglia e già sapevi che la tua parte in quel gioco di magia sarebbe stata quella di farli sparire gustandoteli ben cotti in brodo… tipo “cappelletti volanti” anche se a mia nonna dei cappelli che volano non gliene è mai importato un’acca…
    Il mondo tecnologico in cui viviamo ci ha disabituati alla sorpresa, non facciamo in tempo a meravigliarci di una cosa eccezionale che già ce ne presenta un’altra ancora più eccezionale e sappiamo che ce ne saranno altre ed altre ancora sempre più eccezionali… cappelli che volano? Non so voi, ma io resto ogni volta affascinato da certe impensabili acrobazie che si vedono al circo, folli volteggi antichi come il mondo eseguiti tuttora con grazia e maestria… sbirciare su Marte? fantastico, certamente, ma puoi andarci a bere un caffè?
    Però qui, scusate la mia prosaica irriverenza, si sta disquisendo su “l’uscire dal corpo” e mi domando cosa farebbero tutti questi corpi abbandonati a se stessi o perchè mai dovrei mantenermi in contatto col mio corpo se decidessi di andarmene… forse perchè devo pagare la rata del mutuo a fine mese? Oh, non è la Fantasia che mi manca, ve l’assicuro… anzi, forse ne ho troppa e… adoro chi vive di fantasia, adoro lasciarmi sorprendere… ma non farmi fregare.
    Perchè vuoi sapere CHI sei? Tu lo sai chi sei… sei TU, e nessun altro lo sa meglio di te.
    Vuoi “far volare i cappelli”? Niente è impossibile, basta imparare a farlo, anche se qualche volta (non parlo di te) non basta una vita…
    Non sto prendendo in giro nessuno, sono io il primo a credere nel potenziale dello spirito umano… ma ho il sospetto che l’OT all’ennesima potenza che ha causato il big bang dell’universo in cui siamo forse non lo rifarebbe, perchè è da un po’ che non se ne sta più occupando…
    La parte più difficile della magia, di qualunque magia, consiste nel saper evitare il rinculo… far volare i cappelli, sì, ma dopo?
    BUON ANNO A TUTTI… MA PROPRIO A TUTTI !!!

  18. luca

    Ciao a tutti vi seguo sempre e ogni tanto scrivo. Quella di pierpaolo forse era una provocazione forse no ma … come ha avuto modo di scrivere in pvt ad alcuni di voi, il problema posto e’ secondo me essenziale , ossia qui si sta dicendo di creare OT e quindi perché’ non operare come OT. Se io so suonare la chitarra ed ho acquisito l’abilita’ di farlo non ho problemi a mostrarlo. Se invece non sono in grado di controllare qst abilita’ non posso mostrarla. Penso che ognuno di noi abbia avuto fenomeni OT in una qualche misura , la sfida e’ usarli a piacimento e controllarli. Anche a me piacerebbe avere una prova inconfutabile di certe abilita’ e spero che qualcuno prima o poi possa darmene prova altrimenti si resta nel campo della filosofia e delle ipotesi, le ablita’ ipotizzate da ron non sono nulla di nuovo basta volgere lo sguardo a oriente e se ne parla da millenni.
    Io non sfido nessuno ma mi piacerebbe tanto che qualcuno mi desse prova di un bel fenOmeno inconfutabile , oggettivo e non soggettivo …. buon fine anno a tutti continuate cosi’
    R
    PS interessantissimo post

    • Tiziano Marzotto

      Aspettarsi una dimostrazione oggettiva più o meno eclatante di un fenomeno OT per decidere se Scientology funziona o meno, trascurando i mille modi con i quali ci si può rendere conto della sua funzionalità, sperimentandola personalmente anche nei suoi più semplici principi, è usare un criterio nascosto (vedere def, su Dizionario tecnico). E come quello che entra in Scientology perchè è convinto di risolvere, per esempio, il problema-rovina che non gli tira l’organo tanto amato, magari convinto da un Fsm o reg dai modi garibaldini, oppure a causa di una malcomprensione. Comincia a salire sul ponte ma l’organo continua a non suonare finchè ad un certo punto si scoccia e manda tutti al diavolo dicendo che Scientology non funziona.
      Ciò non ha senso, anche perchè Scientology porta verità funzionali secondo una scala gradiente, non assolute.

  19. Luigi Cosivi

    Credere e non credere sono molto comodi, sapere implica un po di fatica, Luca ti do la possibilità di verificare qualcosa di inconfutabile e non un capello che salta a 50 metri. Chiedi a Luca Rossi,ex staff di Padova chi è il miglior antivirus d’Italia. A De Faveri Luciano,ex DSA di Verona, quanti anni è vissuto il padre dopo una diagnosi infausta. Altre ce ne sarebbero ma queste bastano.
    E’ vero non c’è un controllo su queste abilità, capita ed è molto triste sapere che la cosa è proprio voluta dalla organizzazione ufficiale. Si tratta di un crimine contro l’umanità intera.
    Anche perché, se vorrai proprio fare la fatica di sapere ti ritroverai a dirti bravo quello, ma io?! Pensa che la cosa è disponibile per tutti e ti renderai conto di quanto grande è quel crimine.
    Vi faccio i migliori auguri di buon anno, a tutti, proprio a tutti.

  20. luca

    Grazie luigi e Tiziano , io non voglio ne mi permetto di mettere alla prova alcuno ma la mia questione e’ un’altra scientology ce la fa a creare OT ? X OT intendo la definizione piu’ ampia ed estesa del termine. Io non metto in dubbio i procedimenti ne’ quelli sui primi gradini ne quelli sui gradi piu’ alti . La questioné e’ scientology riesce veramente a dare cio’ che promette … e promette davvero molto anzi moltissimo… solo qst … di discipline o filosofie che migliorano l’uomo ce ne sono tante …. bisogna vedere solo fino dove si puo’ arrivare e chi e’ in grado di riuscire a portati piu’ in alto , ad un piu’ alto livello di consapevolezza….come ho gia’ avuto modo di dire io non so se qdt sara’ la mia strada o ne percorrero’ delle altre ..ma la cosa certa e’ che la mia ricerca non e’ iniziata in qst vita, so troppe cose ho troppi flash e risposte che conosco e percepisco … non so se vi e’ reale o meno ma spero di avere reso l’idea.
    Buona fine e buon inizio anno a tutti

    • L’unica risposta l’avrai andando in session, non c’è altra strada se non quella che percorri tu stesso. Ognuno di noi ha avuto dei successi è vero, ognuno ha avuto dei miglioramenti. A me personalmente Scientology ha salvato la vita tantissime volte, ma erano realtà mie e solo mie, non di qualcun’altro.
      Scientology offre ciò che promette? boh, non sono ancora arrivato in cima, non ho ancora percorso tutti i gradini che ci sono da percorrere. Tutti qui dentro, penso, non sono ancora arrivati in cima al Ponte, quindi per ora la risposta è … Fin dove siamo (sono) arrivati è un bel posto dove stare, di sicuro ci sono i presupposti per fare cose strabilianti. Le stiamo già facendo! Ma, non puoi basarti su ciò che dicono gli altri per percorrere una strada, perchè le verità tue sono tue e basta, le mie mie. Io ti dico che ne vale la pena, poi ate la scelta.
      Poi se studi e percorri altre strade ben venga, ciò che è reale per te va bene. L’importante è che non mescoli mai due discipline, chissà dove finiresti.

    • Marco

      LINEE THETA Una conferenza tenuta il 10 marzo 1952

      La scoperta che i ricordi erano tutti quanti archiviati in base al tempo fu di per sé una scoperta considerevole, perché cominciò a guidarci alla scoperta dell’origine degli individui e dell’individualità.

      Un’esplorazione in tal senso seguirebbe senza dubbio, in leggera misura, le stesse orme di qualunque altra ricerca mai condotta in merito.
      Seguirebbe le orme della biologia, seguirebbe le orme della religione, del misticismo.
      Potrebbe seguire in qualche misura le orme di chiunque abbia mai espresso dei pensieri in questo ambito… con la differenza che noi siamo in possesso di uno strumento, siamo in possesso di un preciso strumento d’indagine.

      Siamo in possesso di una tecnica… di una tecnica d’applicazione che ha saputo separare l’inganno dalla realtà e che ha saputo recuperare ognuno degli episodi che si sono verificati nell’intero arco di vita di un individuo.

      L’uso di questo strumento iniziò molto tempo fa… più o meno quattordici anni fa, a dire il vero: ma l’uso intensivo iniziò solo circa cinque anni fa e a quel punto se ne fece veramente pieno uso.
      Più si usava la tecnica per scoprire quel che un individuo si rammentava (ricordi), più s’imparava.

      Capite, stavamo imparando per la prima volta basandoci su strumenti di precisione. E questa è una cosa un po’ diversa da altre linee di ricerca simili.

      Prendete il misticismo. Il misticismo era un ambito di ricerca estremamente valido, estremamente valido.
      Conteneva, tuttavia, molte speculazioni e sosteneva esso stesso di contenere molte speculazioni; quando veniva impiegato spesso riduceva il mistico in condizioni pietose.
      Quindi non era uno strumento particolarmente sicuro, ma era uno strumento.

      In una certa misura anche l’ambito della religione era uno strumento.
      Non saprei proprio in che punto definire o tracciare una linea di demarcazione tra misticismo e religione, salvo forse dicendo che la religione è misticismo codificato… codificato e divulgato meccanicamente.

      Non potete aspettarvi che la popolazione in generale sia in grado di capire il misticismo. È un argomento estremamente complesso, assai complesso. Ha molte scuole.
      Tuttavia la religione potrebbe essere divulgata… potrebbe semplicemente essere una presentazione sistematica di quelli che si considerano essere i punti positivi del comportamento, il comportamento ottimale, cose attraenti che catturano l’immaginazione o l’attenzione della gente.
      La religione potrebbe essere considerata tutte queste cose messe insieme in un pacchetto.

      Ci sono state molte, molte, molte religioni… oh, mio Dio, centinaia di migliaia, milioni di religioni. La maggioranza delle religioni che oggigiorno seguiamo qui sulla Terra hanno, strano a dirsi, circa duemila anni.
      Quelle dell’India sono più vecchie di queste. Ma tutte queste religioni sono davvero molto giovani: rispetto allo stesso misticismo, tutte quante queste religioni sono giovani.

      Islamismo, cristianesimo, buddismo, tanto per citarne tre, sono notevolmente simili. Di fatto, Cristo è uno dei profeti nell’islamismo ed è venerato in quanto tale. Buddha si mosse, fatto alquanto notevole, in direzione molto simile a Cristo e lo precedette.

      Un’altra religione, piuttosto lontana dal cristianesimo e dalle altre, è il confucianesimo. È in realtà una filosofia che dice come essere un cittadino conservatore che deve comportarsi

      Quel tale, Confucio, disse: “Beh, se siamo tutti miti e ci mettiamo in basso sulla Scala del tono, andremo tutti d’accordo”.
      Questa filosofia pervase la Cina. Una cosa veramente degna di nota. E probabile, credo, che abbiano smesso di seguirla dopo che il comunismo è arrivato laggiù.

      Per molti, molti, molti secoli gli impiegati della pubblica amministrazione cinese hanno dovuto recarsi al tempio di Confucio a Pechino, sedersi e leggere delle enormi tavolette e poi impararle a memoria.

      Se le conoscevano tutte a memoria, potevano usare il calamaio dell’ufficio postale o qualcosa del genere.
      Era più una filosofia che una religione.

      Quindi, vedete, da dove traggo la conclusione che il misticismo si trova in un certo senso al disopra della religione.

      Ecco quindi un ambito di ricerca che però nessuno era disposto ad affrontare. La gente ha preferito la religione.
      Non richiede alcuna comprensione.
      Dice solo: “Devi avere fede, amico. Se hai abbastanza fede, avrai fede e questo va bene. Ora sali quassù, fino alla ringhiera, lascia cadere il tuo nichelino nella cassa delle offerte, fatti venire un pb’ di schiuma alla bocca e sarai a posto”.
      Di fatto funziona. Funziona.

      Non vale particolarmente la pena parlarne in toni leggeri, perché è stato un sistema oltremodo necessario nella gestione delle civiltà, laddove mancava una vera comprensione del funzionamento della mente.

      Si può prendere la religione e dire: “Beh, magari non ti beccheremo in questa vita, amico, ma ti beccheremo nella prossima”.
      Questo fa tentennare la gente.

      A parte il misticismo e la magia, non conosco molti altri percorsi per giungere alla comprensione … .

      La magia, tra l’altro, è uno studio molto preciso.
      La maggior parte della gente pensa che la magia sia quello che fanno i prestigiatori da salotto o cose del genere.

      Non è così. La magia non è quello. E un metodo per produrre effetti usando come causa il soprannaturale.
      Esiste anche lo spiritismo, che è una cosa diversa dal misticismo.
      Tutte queste sono strade, strade, strade.

      Che cosa sta studiando tutta questa gente?
      A che cosa sta cercando di approdare?
      Che cosa sta cercando di ottenere?

      Sta cercando di scoprire l’origine dell’uomo e di scoprire quanto ampi sono tutti i poteri latenti della sua personalità e di recuperarne l’uso.
      Questo, in realtà è l’intero scopo di tale ricerca.

      Non per forza bisogna scoprire gli dèi e stringergli la mano destra: recuperiamo l’uomo e scopriamo se è mai stato un dio e. se mai lo è stato, perché ha smesso di esserlo.

      È un tentativo di scoprire in che cosa consiste un individuo: esiste qualcosa tipo un individuo relativamente puro?
      Se esiste o se mai è esistito, come ha fatto a degradarsi?
      Oppure, se in origine c’è un individuo degradato, come lo si purifica e lo si eleva?

      Si tratta di studi molto seri cui l’uomo si è dedicato da sempre, poco importa quanti millenni conti quel “sempre”.

      In altre parole si tratta di uno studio materiale o di uno studio spirituale, comunque lo si voglia guardare.

      Ecco che cosa si studia in Scientology.

      Sto cercando di farvi capire questa cosa, poiché non è da molto che abbiamo uno strumento col quale recuperare alcuni dei dati veri.

      In primo luogo non era troppo ben noto il fatto che l’uomo potesse richiamare questi ricordi, questi facsimili, completi e integrali, e che fossero tutti archiviati. Le tecniche per richiamarli ed esaminarli minuziosamente non erano note.

      Di conseguenza, nella conoscenza dell’uomo sono mancati il senso, la misura e il fattore dell’esperienza.

      Perciò, quello che dirò sull’argomento d’ora in avanti è basato su indagini che utilizzano un nuovo strumento.

      Le leggi dell’inganno e le leggi della realtà sono state esaminate in modo esauriente.

      Potete distinguere la differenza che intercorre tra inganno e realtà.
      Potete sempre vedere la differenza che intercorre tra le due cose.

      Le leggi dell’inganno seguono certe leggi ben precise e le leggi della realtà seguono certe altre leggi ben precise.

      Separando da questo insieme di dati e con attenzione – con più attenzione di quanto non sia mai stato fatto in passato – tutta la percezione allucinatoria e tutto l’inganno che possono essere separati da esso, ci ritroveremo ad esaminare solo ciò che rimane.

      Ed ecco che scopriamo qualcosa di questo tipo: scopriamo che esiste un complesso principale di pensiero, proprio come esiste un complesso principale di conoscenza potenziale.

      Ecco qui ciò che chiamiamo il complesso theta principale.

  21. luca

    Ciao Simon grazie anche per la tua risposta . Buon anno

  22. luca

    Grazie anche a te x gli spunti proposti Marco. Buon anno

  23. Dave

    sono dell’idea che se un Essere è evoluto spiritualmente e conosce la tech, niente lo può disturbare o inturbolare, nemmeno il più terribile dei soppressivi. E poi guardando bene il tuo nemico esiste per insegnarti qualcosa…..guarda bene……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...