Archivi del mese: gennaio 2013

L’Economia …….

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

Devo dire di essere rimasto molto entusiasta del Post che E&V ha recentemente pubblicato, quasi stupito in quanto per un attimo han mollato il ballino su Gnegnegne…

Quindi, riconosciamo i meriti, bellissimo post, talmente bello che lo ripropongo sulla Reception !

Questo Post lo dedico a Tony Pacati, al suo  mettere l’accento sulle cose positive, alla sua perseveranza.

Go Tony GO !

L’economia

brokers

In questo periodo di economia instabile, messaggi contraddittori di media e politici e fisco esoso, non è strano che la gente abbia bisogno di dati stabili e idee chiare.

La complessità artificiale del soggetto economia e l’eccessiva pressione fiscale, assieme a tutti i sistemi di controllo, ispezione e persecuzione dei presunti evasori, sono da lunghissimo tempo i metodi più usati da coloro che vogliono controllare individui e nazioni e mantenerli in uno stato di sudditanza e soggezione.

Perciò, visto il periodo e sebbene l’economia non sia il soggetto di cui ci occupiamo normalmente, riteniamo sia cosa molto utile pubblicare i seguenti dati di Ron per aiutare i lettori a comprendere meglio il soggetto e, quindi, diventare più causativi al riguardo.

Buona lettura.

______________________________________________________

testata certainty

L’economia

Una delle principali barriere che incontriamo alla libertà totale, in questa società, è l’economia. I soppressivi, già da qualche tempo, hanno intessuto per la società una ragnatela di grovigli economici, utilizzando l’interpretazione errata o l’ignoranza dell’economia che coinvolgono quelle comunità sociali che solo recentemente hanno spezzato le catene di una vera e propria schiavitù. Oggi, le catene sono fatte di restrizioni economiche e, per dirla senza peli sulla lingua, di bugie economiche.

Comprendere l’economia rappresenta un ardito passo in avanti verso la libertà totale di una società. Le aberrazioni tendono a sparire quando le bugie che esse contengono sono scoperte.

Perciò ho scritto questo breve saggio sulle vere leggi dell’economia, perché vi potrebbe essere d’aiuto nel cammino verso la libertà.

Al giorno d’oggi, quasi tutti hanno un problema del tempo presente, che diventa sempre più pressante col passare del tempo e con l’evolversi della società.

Si tratta di una semplice domanda:

“COM’È CHE POSSO CAMPARE?”

La risposta a questa domanda, in senso generale, si può trovare raggiungendo una comprensione del soggetto chiamato “economia”.

TEORIE ECONOMICHE

Il soggetto dell’economia è semplice nella misura in cui non viene reso oscuro ed è confuso nella misura in cui viene indotto a servire uno scopo egoistico.

Ogni bambino può capire – e praticare – i princìpi fondamentali dell’economia. Ma uomini maturi, ingigantiti da una posizione di rilievo presso il governo o presso le reti bancarie, ritengono molto opportuno rendere oscuro il soggetto oltre a un punto in cui possa essere compreso.

Le cose che vengono fatte in nome delle “necessità economiche” farebbero vergognare Satana, perché vengono fatte da una minoranza di egoisti per togliere alla maggioranza.

È facile che l’economia si evolva diventando una scienza che rende le persone estremamente infelici.

L’economia rappresenta i nove decimi della vita. Il decimo che resta è sociopolitico.

Se questa proficua fonte di repressione è libera di agire nel mondo e se essa rende le persone infelici, è un campo su cui è legittimo esprimere un’opinione in Scientology, perché bisogna pensare che essa costituisce un elemento molto “mal compreso” della nostra vita quotidiana.

Diamo un’occhiata a quanto può essere resa complicata. Se il genere umano aumentasse di numero e se le proprietà e i beni aumentassero, sarebbe necessario che anche il denaro aumentasse, a meno che non si voglia arrivare a un punto in cui nessuno può effettuare degli acquisti.

Eppure il denaro è legato a un metallo di cui esiste solo una certa quantità, e non di più: l’oro. Perciò, se si deve arrestare l’espansione dell’umanità, lo si farà semplicemente esaurendo questo metallo. E, a parte gli usi artistici e la superstizione, il metallo – l’oro – quasi non possiede valore da un punto di vista pratico. Il ferro è molto più utile, ma siccome è uno degli elementi più comuni in circolazione, non servirebbe allo scopo di reprimere la crescita dell’Uomo.

IL DENARO È SOLO UN SIMBOLO CHE LE PERSONE CONFIDANO DI POTER CONVERTIRE IN BENI.

La filosofia più maligna del XIX secolo non fu quella di Dewey o di Schopenhauer. Fu quella di un individuo chiamato Karl Marx, un tedesco.

Nel suo libro Das Kapital, cominciò a distruggere il mondo del capitalismo introducendo la filosofia del comunismo, chiaramente presa in prestito, in alcune parti, da Licurgo, capo dell’antico stato greco di Sparta.

Marx (per quanto morto e sepolto in Inghilterra) è riuscito finora ad allargare la sua filosofia a circa due terzi della popolazione mondiale e a sconvolgerne il resto completamente.

Il capitalismo che, attaccato, sopravvive in versione indebolita solo in Occidente, ha attinto così tanto da Marx nel suo moderno agire “socialista”, che non potrà sopravvivere a lungo.

C’era poco nel capitalismo che lo rendeva raccomandabile per chi lavorava. Questi non aveva nessuna speranza di accumulare mai denaro a sufficienza da prestare a interesse e quindi ritirarsi dall’attività lavorativa. Per definizione, questo era tutto ciò in cui consisteva il capitalismo: un sistema per vivere di interessi, dando denaro in prestito a persone più industriose. Dal momento che si tratta “esclusivamente di prendere e di non partecipare attivamente a niente”, esso è, naturalmente, un sistema piuttosto facile da distruggere. Non aveva la capacità di sopravvivere. Poteva solo far scadere prematuramente i mutui edilizi e sequestrare proprietà. Non era in grado di agire con intelligenza e non lo fece. Il trucco consisteva e consiste nel dare in prestito a una persona industriosa la metà di quanto gli occorre perché abbia un certo successo nella sua attività e poi, una volta che fallisce, rilevaretanto l’attività quanto il denaro investito dando il prestito.

rotolo cartaigienica euroI governi e le reti bancarie occidentali sono impegnati a farlo ancor oggi. Le tasse sul reddito li aiutano. I profitti di un’attività sono tassati ogni anno in modo tale che non le rimane più denaro per modernizzare i suoi macchinari o espandersi. Per andare avanti deve prendere in prestito del denaro dalla rete bancaria o dallo Stato. Se appena fa un passo falso, viene rilevata completamente dalla rete bancaria o dallo Stato e amministrata male e bistrattata.

Quindi il mondo diventa più povero sotto il capitalismo.

Il comunismo, ribellandosi, si sbarazza di tutti gli intermediari, compie semplicemente la mossa finale del capitalismo e si appropria di tutto quello che c’è nel paese. Lotta contro il capitalismo diventando supercapitalista.

Vale la pena di osservare che George Washington nella Rivoluzione americana, il marchese de Lafayette nella Rivoluzione francese e Fidel Castro nell’ultima rivoluzione cubana erano tutti e tre, al tempo, gli uomini più ricchi del paese.

Il comunismo, ben diverso da ciò che Marx sperava, è lo strumento di chi è ricco e potente per appropriarsi di ogni cosa a vista d’occhio e non pagare alcuno stipendio. È la risposta finale del capitalismo, non il suo oppositore.

Le varie forme di socialismo, benché sotto vesti differenti, tendono tutte allo stesso prodotto finale: una condizione di totale possesso da parte dello Stato. E questo è anche il prodotto finale del capitalismo: una condizione di totale possesso.

Perciò possiamo giungere a questa conclusione per quanto riguarda l’economia:

  1. È possibile che esista un soggetto chiamato “economia”.
  2. Si fa, di sicuro, ampio uso della confusione sull’economia, nel tentativo di creare una condizione di totale possesso.

Quello che apparentemente si osserva nel nostro mondo moderno è un oscuramento di ciò che veramente è l’economia allo scopo, piuttosto ignobile, di portare via ogni cosa a chiunque non sia lo Stato. Lo Stato può quindi consistere in una selezionata minoranza che possiede tutto. Il capitalismo, il comunismo e il socialismo, tutti fanno finire l’Uomo nella stessa situazione: posseduto anima e corpo dallo Stato.

Perciò se le “affermazioni sull’economia” dai selezionati “portavoce” di una minoranza malintenzionata – vale a dire lo Stato – ti confondono, renditi conto che a causare problemi non è il soggetto in se stesso, ma l’uso improprio del soggetto, fatto a livello intenzionale.

Dal momento che tutte le strade – capitalismo, socialismo, comunismo – portano alla stessa condizione di totale possesso, nessuna di esse in realtà è in contrasto l’una con l’altra. Solo i vari gruppi che vogliono, ciascuno di loro, possedere tutto, sono in contrasto tra di loro; e nessuno di loro merita di essere sostenuto.

Esiste una risposta a tutto questo. Se questi “ismi” tendono tutti a uno Stato assoluto, l’ovvia confutazione sarebbe di avere nessuno Stato. Questa cosa, di per sé, rappresenterebbe un’opposizione allo Stato assoluto.

Visto che questa cosa è istintiva nell’uomo – l’opporsi alla propria schiavitù – la gente manifesta la propria rivolta personale in vari modi.

La gente non può semplicemente avere la meglio su un governo ben armato. Quindi la sua rivolta assume la forma dell’inazione e dell’inefficienza.

La Russia e Cuba, per citare due esempi, stanno naufragando per l’inefficienza e l’inazione a livello individuale. Non vedono la cosa come una rivolta, in quanto non giunge mai a un apice. Semplicemente, i cereali e la canna non crescono, in qualche modo i treni non si muovono e il pane non viene infornato.

L’America e l’Inghilterra, sospinte ancora da qualche debole sprazzo superstite di “libera impresa”, tirano avanti in qualche modo. Ma la stretta economica è troppo intensa perché questo possa continuare a lungo. Le tasse sul reddito e i prestiti bancari e statali… tutti i mali sono in agguato.

Intuendo la condizione di totale possesso che sta per verificarsi, il lavoratore, persino negli Stati Uniti e in Inghilterra, inizia a tirare i freni. Oggidì il valore di una buona giornata di lavoro equivale al valore che aveva un’ora di lavoro un secolo fa. Gli scioperi paralizzano con grande slancio tutto quello che possono. L’inefficienza e l’inazione sono all’ordine del giorno.

Non essendo intelligenti, i capitalisti, i commissari e i grandi socialisti non credono che qualcuno sia riuscito ad afferrare qual è il loro vero intento e così continuano a distorcere i sistemi economici nella speranza di darla a intendere alle persone… le quali scioperano, non sono veramente disposte a lavorare e diventano più inefficienti.

I sistemi sociali della terra, tanto quelli orientali che quelli occidentali, si stanno tutti avvicinando alla stessa fine: il disfacimento a causa della rivolta della gente a livello personale. La rivolta non ha nessun nome, nessun leader, nessuno stendardo, nessuna gloria. Mira solo a un fine comune: la fine di tutti gli Stati e di tutti i sistemi economici.

E di sicuro sarà la gente a vincere.

LA SCIENZA DELL’ECONOMIA

Qualsiasi gruppo di bambini non ci metterà molto a sviluppare un sistema economico pratico.

Recentemente, in Russia, alcuni bambini di un parco hanno fatto inorridire il governo, dal momento che avevano sviluppato un sistema di baratto, scambiando giocattoli con giocattoli, un atto che fu debitamente stigmatizzato come “capitalistico”. Il significato delle parole russe è ambiguo, visto che per essere capitalistici avrebbero dovuto sviluppare un sistema di interessi a titolo di ricompensa per il prestito dei giocattoli, non il sistema del baratto.

Fintantoché esiste un’offerta e fintantoché una domanda può essere generata, un sistema di qualche tipo per lo scambio dei beni si svilupperà.

Le combinazioni del meccanismo della domanda e dell’offerta sono innumerevoli. C’è l’offerta riluttante e la domanda forzata: un sistema comunemente seguito dagli eserciti o dai baroni feudali o, semplicemente, dai ladri.

C’è il meccanismo dell’offerta impaziente, assistita dalla creazione di una domanda tramite la pubblicità, un sistema che conosciamo sotto il nome di “commercio” e nel quale Madison Avenue è così esperta. L’uomo ritiene che, fra tutti i sistemi, questo sia il più piacevole, ma esso ha un limite, poiché richiede in cambio denaro, e induce la gente a richiedere di essere pagata al fine di poter comprare i beni pubblicizzati.

uomo impacchettatoC’è poi un sistema basato sulla creazione del bisogno. I governi, in modo quasi uniforme, credono in questo sistema e lo usano. Reprimono l’offerta con la tassazione dei fornitori e aumentano la domanda con la punizione del consumatore, se non ha fondi sufficienti: si parla della tassa sul reddito. La teoria, espressa nella sua forma più cruda, consiste nella riduzione della produzione in congiunzione all’imposizione della domanda. Un padre può essere arrestato perché non si prende cura dei figli, ma il prezzo del pane, dell’affitto e dei servizi è al di là delle sue possibilità di pagare. Si viene arrestati come vagabondi se non ci si veste bene, ma il prezzo del vestiario, per via della sua scarsità, lo pone oltre la nostra portata.

Questi stessi due fattori, la domanda e l’offerta, presentano molte, molte varianti ed esse possono essere sfruttate dalle grosse industrie, dallo Stato, dai ladri, dai mendicanti o da chiunque, quasi all’infinito.

L’importanza della “deflazione” e dell’“inflazione” viene esagerata enormemente e grossi tomi vengono scritti per interpretarle, ma le leggi operative che le governano sono solo due:

  1. C’è INFLAZIONE laddove vi è più denaro che beni in circolazione.
  2. C’è DEFLAZIONE laddove vi sono più beni che denaro per acquistarli.

Queste due leggi possono essere distorte a volontà per confondere le persone. Ma questo è tutto ciò che c’è da sapere tanto sull’inflazione che sulla deflazione o, se è per quello, su boom o depressioni. 

FONDAMENTI

Le leggi economiche si riducono a un solo fatto, o fondamento, che di solito non viene mai menzionato nei migliori circoli soppressivi.

Questo diede l’origine all’economia, ne fu l’inizio e fu così che l’intero soggetto si sviluppò.

Per mettere in atto l’economia, si deve portare un essere a credere che gli occorre più di quanto egli stesso può produrre e bisogna impedirgli di consumare ciò che egli stesso produce.

Dopodiché si ha l’economia, una società; e si hanno regole, leggi, governi e grossi complessi industriali.

Prendiamo a semplice titolo d’esempio una povera mucca. La mucca produce latte, altre mucche e perfino carne.

Dal momento che è un animale produttivo, le si fa consegnare tutto quello che ha. Lei non ha bisogno del suo latte, non può usare i suoi vitelli e le si fa consegnare anche il suo corpo per averne la carne. In cambio essa ottiene un recinto melmoso, un pascolo di cardi, cani che abbaiano e maltrattamenti.

Senziente o meno, intelligente o stupida, la mucca rappresenta comunque un bell’esempio di perfetto cittadino dello Stato.

Il cittadino perfetto (dal punto di vista di un governo soppressivo) è qualcuno che non richiede niente, produce tutto e addirittura cede il proprio corpo su richiesta: il cittadino ideale; l’operaio di fabbrica perfetto; il soldato in tutto e per tutto; l’elogiato compagno.

La vita si dà questa struttura. Coloro che possono produrre vengono quindi convinti che devono produrre e la retribuzione per la loro produzione continua a scendere, finché non si arriva ad avere uno schiavo: tutto lavoro, niente paga, cibo minimo e alloggi invivibili.

L’economia viene usata per creare questa condizione, spietatamente.

LA TASSA SUL REDDITO

Se, per quanto riguarda il prodotto finale delle varie azioni dello Stato o delle intenzioni che ne sono responsabili, provate delle riserve, considerate questo fatto, rimasto finora celato.

La tassa sul reddito è ideata seguendo il principio marxista della tassazione (che si può trovare in Das Kapital , il testo comunista):

“A ognuno secondo le sue necessità.”

“Da ognuno secondo la sua capacità di pagare.”

All’inizio del secolo, la maggior parte delle nazioni occidentali fu ben lieta d’ingollare questa pozione e scrisse le leggi per la tassa sul reddito.

Pare una cosa del tutto innocua.

In una lettera scritta dalla Tesoreria di un’eminente nazione, la risposta alla domanda “Perché la tassa sul reddito viene imposta in modo così poco equo, invece di essere effettuata semplicemente su una percentuale fissa delle entrate lorde di ognuno?”, fu il dato sbalorditivo che la tassazione delle entrate nette di una persona, secondo aliquote progressive, era molto più umanitaria.

Vediamo quanto sono “umanitarie” queste aliquote progressive della tassa sul reddito.

L’inflazione è all’ordine del giorno. Pochi governi occidentali intraprendono misure che non siano inflazionistiche, ovvero che non diminuiscano il potere d’acquisto del denaro, spendendo denaro in quantità maggiore di quanto il prodotto esistente sia in grado di assorbire.

La tassa sul reddito è organizzata in modo tale che più una persona è pagata, più alta sarà l’aliquota di tassazione. Tanto per fare un semplice esempio, se qualcuno produce 500 unità monetarie all’anno viene tassato del 2%. Se produce 100.000 unità monetarie all’anno la legge è scritta in modo tale da far sì che venga tassato del 90% circa. Più produce e più deve pagare, in proporzione.

Molto bene, diamo un’occhiata alla cosa dal punto di vista di ore lavorative. Nelle fasce basse di retribuzione, in una settimana di quaranta ore si paga al governo l’equivalente di mezz’ora di lavoro alla settimana. Nelle fasce medie di retribuzione, si paga al governo l’equivalente 20 ore su 40 in tasse. E in una fascia alta di retribuzione si pagano forse 39 ore su 40 in tasse.

Bene. L’inflazione, che lo si voglia o no, sta spingendo il lavoratore della fascia bassa verso la fascia di tassazione più alta.

Il prezzo del pane, dell’affitto e di tutto quanto aumenterà in proporzione al valore del denaro. La sua paga quindi aumenterà. Ma anche le sue tasse aumenteranno.

Perciò, i governi sono molto ansiosi di inflazionare il loro denaro. Più si inflaziona, più i lavoratori devono essere pagati, ma più alta è la percentuale che il governo si prende in termini di retribuzioni per ora di lavoro.

Il prodotto finale è naturalmente uno Stato assoluto. L’industria non può pagare un lavoratore 40.000 unità monetarie se le leggi sulle tasse prendono tutto tranne 5.000 unità monetarie.

Se guardate una tabella delle aliquote, vedrete che, se una pagnotta costasse dieci volte il suo prezzo attuale e voi doveste sostenere altri costi che crescono in proporzione, la vostra paga si contrarrebbe a un punto tale che non potreste più permettervi di mangiare, perché l’aliquota più alta inghiottirebbe la vostra paga, a prescindere dal suo ammontare.

Nessuno ha mai menzionato questa cosa. E i governi difendono, con una tenacia del tutto stupefacente, il loro diritto di aumentare l’aliquota con l’aumentare delle entrate.

Dato che l’inflazione spazza via anche i risparmi, poco più in là, la voragine aspetta al varco.

Ogni volta che la vostra paga sale per far fronte “all’aumento del costo della vita”, lavorate più ore per il governo e meno per il vostro datore di lavoro, e alla fine anche lui andrà in fallimento.

Chiunque cerchi di dire che l’inflazione è inevitabile e la tassa sul reddito essenziale, è semplicemente soppressivo o stupido. Sicuramente i pezzi grossi dell’economia di governo sanno tanto quanto qualsiasi altro economista addestrato, che per arrestare l’inflazione basta solo aumentare la produzione e diminuire le spese del governo.

Una nazione occidentale ne ha una bella. “Esportate le merci!” è il suo slogan. Più merci si esportano meno ne rimangono da acquistare. Le leggi sul cambio di valuta proibiscono di esportare anche il denaro. Una tassa proibitiva viene imposta su tutte le importazioni. E naturalmente c’è inflazione! Galoppante. E a ciò si aggiunge una tassa sul reddito che è con ogni probabilità la più alta del mondo.

È tradizione presso i cittadini di quella nazione essere decisi a non diventare mai, mai, mai schiavi. Ma ecco in arrivo le catene: un anello per ogni penny in più sul prezzo del pane. Se un lavoratore ha da spendere cento sterline alla settimana per mantenere se stesso e la sua famiglia, il governo gliene prenderà cinquanta, lasciandolo a mezze razioni. E se dovesse spendere duecentocinquanta sterline alla settimana per provvedere al cibo, al vestiario e all’alloggio, riceverà solo circa il 25% di questa cifra, anche se essa gli viene corrisposta, a causa delle aliquote progressive della tassa su reddito, e morirà di fame.

A voler essere buoni, è possibile che i leader di quei paesi non sappiano queste cose e che vengano dati loro cattivi consigli o che vengano messi in confusione. Ma se è così, chi dà loro quei consigli, dev’essere un tipo davvero malvagio!

Una linea di condotta davvero appropriata per il paese sarebbe quella di lasciar perdere l’impero, che non interessa più a nessun cittadino di quel paese, tagliando tutti i finanziamenti a sostegno e difesa di regioni che odiano comunque gli inglesi. Poi, o allo stesso tempo, impegnarsi in un intenso programma di ricerca al fine di scoprire come produrre abbastanza cibo per la propria popolazione, abbandonare tutte le barriere commerciali, cancellare i progetti che dicono che la tassa sul reddito è essenziale e prosperare al di là di ogni immaginazione.

Non si può tassare il nulla. E se le tasse riducono a zero chi produce, ecco andarsene la nazione.

Il visionario dallo sguardo brillante (con una traccia di pazzia nella sua brillantezza) farnetica sull’utopia e sui bellissimi sogni e i bellissimi schemi di varie soluzioni politiche.

Questi dovrebbero aprirci un futuro nuovo e brillante, se solo stringiamo i denti e moriamo di fame oggi.

Non esiste nessuna filosofia politica che possa risolvere i problemi economici, né mai ne esisterà una, poiché si tratta di due ambiti diversi, non è vero?

Quando Marx li unì, fornì alle persone soppressive un terribile strumento.

Molte rimostranze di Marx sono giuste, molte sono del tutto reali, ma commise degli errori quando tentò di risolverle.

Poiché ogni volta che proponeva una soluzione – qualsiasi situazione proponesse – presentava un governo come parte di essa.

I governi non sempre sono condotti da uomini in possesso delle loro piene facoltà mentali.

L’uomo comune non ha nessuna garanzia che chi lo governa non sia veramente “tocco”.

Se noi come Scientologist abbiamo qualcosa a che vedere con il governo, è solo al fine di garantire che chi governa non sia soppressivo e pazzo. E il nostro interesse finisce lì.

LA DOMANDA

La relazione che c’è fra ogni essere umano e l’economia è semplice:

“COM’È CHE POSSO CAMPARE?”

A questa domanda se ne aggiunge un’altra: come possono vivere le persone che dipendono da lui e la comunità in cui egli vive?

Ogni volta che, in questa complessa società odierna, una persona fa questa domanda, o una sua versione, sta chiedendo: “Che cos’è l’economia?”

In questo articolo, per quanto breve, sono elencati tutti i fattori essenziali dell’economia.

Quel che deve essere garantito è che il destino economico di una persona non venga diretto da uomini che provano odio e che non si sentiranno tranquilli finché tutti gli altri esseri umani non saranno schiavi.

La soluzione a lungo termine alla domanda “Com’è che posso campare?” è: non lavorate mai per una ditta soppressiva e non sostenere mai un governo soppressivo. E lavorate per giungere a una posizione in cui si possa garantire che coloro che comandano siano in possesso delle loro facoltà mentali.

L. RON HUBBARD
FONDATORE


Queste parole di Ron, scritte nell’ormai lontano 1966, sono valide in ogni tempo e sono quanto mai valide per il nostro cosiddetto bel paese.

In particolare, ma non solo, nel punto in cui Ron spiega che “La tassa sul reddito è organizzata in modo tale che più una persona è pagata, più alta sarà l’aliquota di tassazione”che è poi il concetto del penalizzare le statistiche alte e premiare quelle basse.

Infatti, l’articolo 53 della Costituzione della Repubblica italiana stabilisce espressamente che “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività” .

Cioè, come  dice Ron, “Più produce e più deve pagare, in proporzione” “Il prodotto finale è naturalmente uno Stato assoluto” .

Ciò che si otterrà in questo modo sarà sempre meno produzione e “la voragine aspetta al varco. Non si può tassare il nulla. E se le tasse riducono a zero chi produce, ecco andarsene la nazione”.


13 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Uncategorized

Pensieri sulla Carta dei Gradi e Abilità

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

Questo fantastico scritto di David Mayo,

in parte precede di 30 anni il post che recentemente ha scritto Marty e che secondo lui fara’ molto rumore.

Dico solo in parte in quanto dice molto di piu’ ed in un modo che rende

veramente reale il suo messaggio !

Vi siete mai chiesti come mai gli “EP” attestati a “volte” non erano stabili ?

Beh, ragazzi ! Chi meglio del SNR CS International MR David Mayo puo’ rispondere

a questa domanda ?

Buona Lettura

carta dei gradi

Traduzione : Simon Bolivar

Correttore di Bozze: Guido Minelli

Recentemente, la CofS ha fatto diversi cambiamenti sulla Carta dei Gradi. Questa è stata cambiata parecchie volte durante gli anni, fino al punto dove non penso ci sia più nulla di simile a una “carta dei gradi standard”. In alternativa, cercando di essere molto onesti, si potrebbe dire che ci sono state molte carte dei gradi “standard”. Forse alcune carte dei gradi sono state più standard di altre. Forse l’idea che stava dietro alle carte dei gradi è quella di una precisa sequenza di azioni sulle quali audire una persona. Assieme a questo c’è l’idea che se non ricevete auditing in quella particolare sequenza, o se venite auditi in una sequenza diversa, i risultati non sarebbero molto buoni.

C’è anche un’ idea che ogni cosa che serve alla persona per rimuovere la carica dovrebbe trovarsi su quella particolare linea o gradini d’azione. Mi interessai ai procedimenti per la prima volta nei tardi anni 50 inizio 60. In quei giorni, una cosa come una carta  dei gradi non esisteva. C’erano tanti procedimenti e veniva fatto tantissimo auditing, ma non su di una particolare carta dei gradi. L’idea di una carta arrivò dopo.

Sono sicuro che conoscete molta gente con l’etichetta di OT che non vi sembrano molto OT. Sentivamo spesso la gente parlare di questo. Ho sentito persone dire cose del tipo: “Se Joe o Pete o chiunque altro è un OT, allora io sono molto meglio di un OT, o stavo molto meglio prima di ricevere dell’auditing”. O, “Se Tizio e Caio è un OT, perché vanno sempre in rottura di ARC?”, quindi è ben risaputo che in giro ci sono parecchie persone con un numero OT come etichetta, tipo OT 3 o OT 7 che non esibiscono le caratteristiche che vi aspettavate. Credo che per molte persone sia un punto dolente, specialmente per coloro che hanno pagato tanti soldi per raggiungere lo stato di OT.

Non molto tempo fa tenni una conferenza sulla delusione, e menzionai alcuni dei fattori coinvolti. Penso che uno dei massimi fattori della delusione sia che i risultati che vediamo nelle persone non sono gli stessi dichiarati o promessi. Le vecchie organizzazioni avevano regole per spiegare perché succedeva, e sulla mancanza di risultati tutto si riduceva sempre a uno o due motivi; o era colpa del pc o dell’auditor, o di entrambi. Queste erano le uniche possibilità. Ma questo non è affatto vero, molto semplicemente. Ovviamente, questo non era mai stato vero nemmeno prima, anche se alcune volte è stato così. Quindi, penso che ci sia molto più lavoro da fare in termini di cercare e ottenere risultati.

Vi ho menzionato OT che esibiscono outness di basso livello, cose tipo Facsimili di Servizio o rotture di ARC. Al contrario, si sono fatte molte chiacchiere sui poteri OT. Eppure, capita raramente di vedere un OT che esibisce poteri OT. Penso ci siano dei motivi perché accada, ed è essenziale che vengano maneggiati dato che non possiamo sperare a lungo che arrivi un nuovo passo avanti che ci spieghi tutto all’improvviso.

Quando iniziai ad apprendere il soggetto, la maggioranza delle persone stavano lavorando verso lo stato di Clear, che era diverso da ciò che è oggi. Oggi, le persone cercano di raggiungere lo stato di OT. Molti di questi sono già stati dichiarati Clear, o gli è stato detto che erano Clear. Nei vecchi giorni, era diverso perché ancora non c’era nessuno in giro che era stato dichiarato Clear. In seguito, ci furono annunci di persone che erano diventate Clear, ma c’era anche una spiegazione riguardo al fatto che la definizione di Clear anteriore era stata cambiata in modo da, credo, declassare lo stato, o renderlo meno di ciò che le persone si aspettavano prima. Ci fu spiegato che una particolare definizione o descrizione di Clear non si applicava più. Ora è che si diventa causa sulla massa mentale sulla prima dinamica. Quindi, la gente dice; “Okay, bene, dove posso averlo?”

Benché sembri che abbiamo fatto alcuni progressi, dato che ci sono tutte queste migliaia di Clear, ciò che ora stanno cercando di raggiungere è un poco più su. Questa è una apparenza di progresso, io non penso sia un vero progresso.

Ci sono stati tantissimi risultati miracolosi, ma tecnicamente, questi non sono avvenuti di routine. Vi potrei fornire un esempio molto esagerato – in DSMH ci sono dichiarazioni tali che Dianetics cura cancro e diabete, carenza visiva e varie altre sofferenze. Sono certo che molti voi, quando mi sentono parlare così penseranno; “Oh no. Non è vero. Sicuramente non dice così”. Invece lo dice. Infatti, per mia conoscenza, Dianetics non è mai stato testato su persone con il cancro e il diabete durante il periodo in cui fu scritto. Si dichiarò che ipoteticamente poteva farlo.

C’è anche l’idea che l’auditing curi le malattie fisiche. Per mia esperienza, non l’ho mai visto fare. Ho visto accrescere il tono delle persone e ho visto la carica sparire dai casi fino ad un punto dove non erano più proni alle malattie psicosomatiche o non più proni quanto lo erano prima. Ho visto malattie psicosomatiche fare key out e sparire, che è una cosa buona. ma per quanto riguarda prendere una persona e percorrergli l’influenza o il mal di testa e toglierli – non l’ho mai vista come una cosa funzionale. A volte ho visto l’auditing farlo; ma non su una base continua. Credo sia un modo di pensare errato che sia successo laddove le persone abbiano creduto alla vecchia idea quale la mente sulla materia, o in questo caso la mente prevale sul corpo. Non è che le persone non possano influenzare il proprio corpo con la mente, ma non è davvero onesto dichiarare che l’auditing maneggerà le condizioni fisiche quando non lo fa, o quando lo fa solo sporadicamente. Sarebbe molto meglio dichiarare ciò che l’auditing veramente compie – innalza il tono di una persona e gli fa fare key out. In uno stato del genere, o non si è proni alle malattie psicosomatiche o non si è proni quanto prima a prenderle. Ora, fare questo e solo questo è di grande valore. Non è che sto minimizzando ciò che fa l’auditing. Sto solo descrivendo le false promesse di ciò che fa. Se dichiariamo ciò che fa con accuratezza, allora le persone saranno più soddisfatte. In qualche istanza particolare, quando l’auditing produce più di ciò che è detto, questo sarà un bonus aggiuntivo. Credo che non sia corretto promuovere risultati che avvengono sporadicamente come risultati che avvengono costantemente.

Benché molte persone, non necessariamente si aspettino di levitare, molti si aspettano di essere capaci di cambiare le cose attraverso i postulati, sia che si tratti di far venire il verde ai semafori o di far soldi senza lavorare o, la dichiarazione molto generalizzata, di far andare bene le cose, che io credo si tratti di una dichiarazione molto usata e abusata. Si è arrivati a un punto dove, quando la gente usa questa dichiarazione, è come cercare di rendere sbagliata la persona, e solitamente viene usata quando qualcuno ha avuto una sventura di qualche tipo. Quando qualcun altro non gli vuole dare una mano, gli si dice, “Beh, fai andare bene le cose. Arrangiati”.

Di recente abbiamo prestato un sacco di attenzione a queste cose, e io credo che parte del problema inizi molto presto nella sequenza di auditing. C’è una verità di base che gli assoluti sono inottenibili. Ora, quando una persona viene audita sulla comunicazione, lui si aspetta alla fine di attestare di essere in grado di comunicare a chiunque su qualsiasi soggetto. È detto in un modo diverso. Lo sto solo parafrasando, ma di base significa essere capaci di comunicare sia a chiunque che a tutti su qualsiasi soggetto. E poi, se volete aggiungerci i flussi, essere capaci di ricevere comunicazioni da chiunque su qualsiasi soggetto e cosi via. Ora, se vogliamo essere davvero realistici, si tratta di una esagerazione. Le persone non raggiungono davvero questo quando vengono percorse sui procedimenti di comunicazione. Sicuramente la loro abilità di comunicare migliora, il che è grandioso. Ma io voglio dire – non esageriamo dicendo su ogni soggetto. Diciamo che, audiamo un soggetto sui procedimenti di comunicazione così che esso migliori il suo modo di parlare alla gente e di ascoltarla. Questo è qualcosa di veramente ottenibile.

Andando oltre la comunicazione, sulla carta dei gradi, diciamo a livello tre, abbiamo le rotture di ARC. Non riuscirete a comunicare molto facilmente con gli altri se avete rotture di ARC. Quindi, se si deve parlare di questo in termini assoluti, non sarebbe possibile per nessuno ottenere l’assoluto di essere in grado di comunicare a chiunque su tutto, se questi ha una rottura di ARC. Ma le sue rotture di ARC non le avete ancora percorse, perché questo viene dopo. Di questo si possono vedere tanti esempi e spezzettarli un poco. Se una persona ha dei problemi, tende ad occupare la sua attenzione e questo lo rende meno fluente nella comunicazione. Infatti, dovrete maneggiare i suoi problemi prima di poter ottenere una comunicazione assoluta. E lo stesso si applica a tutte queste abilità. E ancora, se qualcuno diventasse un vero OT, dovrebbe avere tutte queste abilità. Una abilità assoluta in ognuno di questi livelli significherebbe che quel qualcuno avrebbe già ottenuto lo stato di OT, perché per poter comunicare con chiunque su qualsiasi soggetto, dovreste essere già OT. Un vero OT possiederebbe la totale abilità di comunicare.

Questi livelli sono stati disposti in sequenza verso l’alto, il che penso sia fuorviante perché non sono affatto una sequenza verso l’alto. Non sono una cosa finita di per sè. Dopo che una persona ha migliorato la sua comunicazione ed è stato audito sui suoi problemi e Overt, e gli sono state percorse le rotture di ARC, e dopo che ha avuto i guadagni su ognuna di queste cose, allora forse sarà in grado di migliorare la sua comunicazione un poco di più, e poi migliorare la sua abilità di maneggiare i problemi un poco di più e così via e così via. Quindi, non penso che sia una sequenza passo passo che si compie una sola volta. Penso sia più critica. Penso ci sia un modo più accurato di guardare alle cose. Potete migliorare l’abilità della gente a comunicare. Potete maneggiare della carica sui problemi. Potete occuparvi di altre cariche, e infine potete migliorare la sua abilità di comunicare un poco di più. In questo modo, finirete con l’ottenere un incremento graduale di abilità. Il fatto che la carta stessa e la sequenza in cui è disposta continuino a cambiare di tanto in tanto, eppure venga promossa come la sola via o l’unica via standard, mi ha fatto pensare. Quindi ho deciso che fosse il momento di farne menzione perché, al di la di ogni altra cosa, le persone hanno delle perdite per via del modo in cui viene applicata. Se qualcuno completa l’auditing, diciamo nei procedimenti di comunicazione, raggiunge un punto dove ha ottenuto il massimo delle vittorie raggiungibili in quel dato momento. Non ottiene una totale abilità di comunicare. Invece, arriva ad un punto dove ottiene sollievo dalla sua inabilità di comunicare, o ottiene una abilità a comunicare, e si sente meglio, ma ciò è quanto può ottenere in quel dato periodo di tempo. Ora  è pronto per continuare a fare altro. Se provaste a tenerlo su quel livello, otterreste un fenomeno che spesso viene descritto come overrun, benché io penso sia un termine sbagliato. In parte è una etichetta vera e in parte scorretta, ma siete giunti ad un punto dove state martellando il soggetto della comunicazione fino alla morte e dovreste essere su qualcos’altro. poi, se togliete della carica sul soggetto dei problemi e così via, le persona sarà in grado di espandere e migliorare le sue abilità.

Ora, solo perché egli ha attestato ognuno di questi gradi allora, se qualcosa di questi viene fuori più avanti o se ciò comporta che ha falsamente attestato, ecco una invalidazione. Questo è stato fatto molte volte negli anni passati.

Lo vedete venir fuori in parecchie liste di auditing, cose tipo; “Gradi falsamente attestati?” e varie altre domande che sottintendono questo. Io penso che ciò inizi, non con quelle domande, ma col portare una persona ad attestare una abilità che viene dichiarata in termini assoluti. Ecco dove inizia. La persona si sentiva molto bene dopo una particolare session così ha attestato… “Si, posso comunicare con chiunque su qualsiasi cosa, ogni soggetto, ogni volta, in ogni lingua…”. Quello stato dura solo finché non si imbatte in una persona molto arrabbiata e belligerante, e potrebbe finire proprio li. Potrebbe iniziare a sentirsi parecchio timido, o potrebbero accendersi altre inabilità, perché non avete ancora percorso i suoi facsimili di servizio.

Quindi, in ogni modo, penso che l’invalidazione inizi quando si fa attestare a una persona qualcosa che è una esagerazione di ciò che realmente ha raggiunto. Nei tempi remoti, non si faceva attestare nulla alle persone. Li percorrevamo su di un procedimento. Avevano dei guadagni. Non gli facevamo scrivere storie di successo. Una persona riceveva auditing perché voleva migliorare. Lo faceva. Aveva dei risultati. Era molto felice di quanto era successo, e anche gli altri lo erano. Pertanto era una missione completata. Ciò che cercavi di ottenere era stato raggiunto – una persona stava meglio. Forse poi voleva continuare e maneggiare qualcos’altro in modo da migliorare anche quello. Diciamo due anni dopo. Quest’uomo ha fatto l’esperienza di vari guadagni e miglioramenti. Ora dice; “Ehi, ho ricevuto dell’auditing sulla comunicazione e sono stato in grado di parlare con la mia sciagurata zia e ora mi piacerebbe ricevere più procedimenti sulla comunicazione in modo da poter parlare alla folla e al pubblico”. Di sicuro non gli rispondereste; “Beh, questo vuol dire che prima non devi aver raggiunto tutto ciò che potevi”. Questo è ciò che si è portati a sottointendere con la carta della gradazione così come esiste.

Allo stesso modo, quando una persona arriva a ciò che vengono chiamati livelli OT, e di colpo realizza che ha un problema e vorrebbe essere in grado di occuparsene e risolverlo, se a questo punto lo audite su problemi, ci sarebbe una forte implicazione che abbia attestato falsamente il grado 1. Questa sarebbe una grossa invalidazione dei suoi guadagni precedenti.

Ora, mi piacerebbe che questa invalidazione finisse. Le persone dovrebbero venire audite così che abbiano i guadagni che si possono avere da ognuno dei procedimenti quando ci arrivano. Poi, quando la consapevolezza della persona sale e ottiene vittorie in altre aree, possiamo ritornare a questi procedimenti, audirli nuovamente, e ottenere nuovi livelli di consapevolezza su quel grado. Io penso che, in questo modo e per la prima volta, otterremo risultati stabili sui pc, ad ogni livello. E penso anche che inizieremo a vedere poteri OT, i quali, se non altro, sono stati perlomeno molto sporadici nel passato. Penso che li vedremo verificarsi molto più di frequente, e certamente in modo molto più stabile.

David Mayo

48 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, LRH, OT, Scientology indipendente, Uncategorized

‘SO ED 2344 Int, 20 Ago 83 “La storia di uno Squirrel: David Mayo”

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

David Mayo, un mito una leggenda per molti, sicuramente L’Auditor e C/s piu’ legato ad LRH prima che sparisse dallo scenario mondiale .

Tuttora sorvegliato 24/7 e legato ad un silenzio imposto.

Pena : La propria liberta’ verrebbe meno.

Nutro un profondo rispetto in questa sua decisione, come lo potete vedere, e’ in piena forma MA

dopo tutte quelle che la Cof$ gli ha fatto passare,

concediamogli di poter non essere ulteriormente Molestato.

Giustamente ogni tanto qualcuno mi chiede:

Ma i Clear e OT che fece LRH ?

Coloro che erano con lui negl anni 50 ?

Tutti morti ?

Ma, non so.

Comunque sappiamo che anche OTTO j. ROOS, SNR CS legato ad LRH ai tempi dell’APOLLO e comunque

dai primi anni 60, e’ vivo e vegeto, la’ nella terra dei tulipani

e anche lui con i suoi 80 anni abbondantemente passati

sara’ una delle prossime persone

con la quale vorro’ scambiare quattro chiacchiere se me lo permettera’.

Buona Lettura.

PS: Chiunque di voi che voglia contribuire alla recepito con traduzioni, e/o proponendo nuovi Articoli ( sia personali che trovati nel Web) e’ ben accetto !

Mandate la vostra mail a johnmina@libero.it

Francesco

David Mayo

Autore: ND

Traduzione : Simon Bolivar

Scrivete un Ordine di etica ben informativo. Non lasciate nessuno su mistero. I misteri causano guai e lo scopo dell’etica è quello di PORTARE PACE COSÌ CHE POSSIAMO METTERE IN LA TECNOLOGIA”. L. Ron Hubbard

(HCO PL 2 Giugno 65 “Scrivere un ordine di etica”)

In questa analisi della “SO ED 2344 Int”(che potete scaricare cliccando sul link, pop up attivato), si discuteranno prevalentemente aspetti tecnici, ma non solo. Pertanto viene pubblicata principalmente per coloro che sono familiari alla sostanza di Scientology.

———————————————-

Introduzione

Cosa dire riguardo a un tale scritto? Possiamo veramente credere a ciò che dice? Se fosse circostanziata con prove certe sarebbe possibile farlo a occhi chiusi, ma così non è. Il solo per determinarlo è di investigare ciò che dice e studiare le referenze a cui fa riferimento. Questa SO ED (Sea Org Executive Directive, inchiostro blu su carta blu, pubblicazione di CSI) è intercalata da brevi citazioni che si suppone siano state scritte da LRH. La prima delle quali è proprio sulla prima pagina di questo scritto:

“L’attuale situazione è che c’era un uccellino proprio nel bel mezzo della sala di controllo: David Mayo. Egli sabotava gli executive distruggendo i loro casi. Nulla fu fatto a caso o per incompetenza. Tutti i metodi di sabotaggio più pazzeschi e strampalati che io abbia mai visto, lui li stava compiendo. Non stava facendo Dn o Scn. Li chiamava tali  e usava lo schema. Le sue intenzioni ovvie erano quelle di distruggere tutti i casi delle persone che potevano aiutare gli altri. LRH

L. Ron Hubbard era scomparso dal fin dal Dicembre 1972. Pertanto non c’è modo di sapere se sia veramente lui l’autore di queste frasi. Quindi, queste citazioni vanno prese così come sono, e vanno giudicate per ciò che dicono e nient’altro.

‘Mescolare i Rundown e silurare la Divisione di Qual’

In questo punto la SO ED dice che:

“Probabilmente, l’ultima cosa che Mayo si aspettava fu che un auditor di Classe IV gli facesse rapporto. Fortunatamente quell’auditor lo fece, applicando l’HCO PL 22 Luglio 82 “RAPPORTI PER CONOSCENZA”, per mantenere Scientology in funzione. LRH quindi richiese altri pc folder che Mayo aveva C/Sassato e venne scoperto molto più dello stesso squirreling mostruoso”.

E continua citando l’HCOB 28 Settembre 82 “Mescolare Rundown e Riparazioni”, che si dice sia stato scritto da LRH “per correggere dell’orribile out tech commessa da … Mayo”:

 “Recentemente, si scoprì che un particolare C/S (ora rimosso), aveva il modello “ogni cosa va bene” nel suo metodo di C/Sare e programmare i casi. Questo C/S mescolava i rundown uno con l’altro sminuzzandoli e non faceva il rundown o la riparazione standard come da proprio rundown”.

Qui possiamo fare il primo commento:

Perchè ci è voluto un auditor di Classe IV per scoprire tutto?

Il cattivo C/Sing si identifica con una traccia costante di cattivi risultati. Ogni persona soggetta a questo mostra ovvi sintomi, si blocca nel suo progresso, si infila nei guai, attirerebbe l’attenzione di tanti insomma.

“Mayo ha superveduto direttamente la consegna e la qualità della tech in una divisione di Qual nell’area dove ha lavorato, in cui era il responsabile per l’auditing e il miglioramento di quasi 200 staff”. E “Da una effettiva ricerca nei loro pc folder, questi staff non avevano fatto progressi sul ponte per un periodo di oltre 3 anni e mezzo –lo stesso periodo in cui Mayo gestiva quell’area”.

Quasi 3 anni e mezzo prima di scoprirlo e ci è voluto un auditor di Classe IV perché fosse possibile? E in questo non abbiamo calcolato il periodo che va dal 1973-78, dove Mayo era Senior C/S di Flag.

Ma la SO ED va oltre:

“I casi di questi staff erano stati programmati erroneamente; gli auditor avevano quasi smesso di audire o erano stati spediti fuori dalle linee, e quelli rimasti nella Div di Qual si scoprì stavano percorrendo procedimenti ‘pilota’ e di ‘riparazione’ squirrel che erano stati inventati e C/Sati da Mayo”.

Il “dato stabile” fornito da L. Ron Hubbard nella SO ED potrebbe essere un indicatore sufficiente: “UN SENIOR C/S È CONOSCIUTO DALLA SUA QUAL PIÙ VICINA”. LRH

Inoltre, è degno di nota che l’HCOB 22 Sett 82 “Mescolare Rundown e Riparazioni” è firmato da L. Ron Hubbard Fondatore, ma in calce dice che i dati sono stati raccolti per il commodoro da R. Mithoff, Snr C/S Int. si tratta della stessa persona che ha messo assieme la SO ED 2344, e che è anche presente con le sue iniziali RM, come compositore dell’HCOB (Nota: Nella versione del 1991 di questo HCOB le sue iniziali sono state cancellate, si trovano solamente nella versione originale Mimeo).

‘Sabotaggio della Tecnologia di Etica’

Nel primo paragrafo di questo capitolo della SO ED troviamo solamente generalizzazioni. È un paragrafo pieno di accuse, ma sostanzialmente si tratta solamente di conclusioni generalizzate basate sul nulla e prive di sostanza probatoria.

Poi continua citando due paragrafi dall’HCOB 13 Ottobre 82 “Etica e il C/S”. il secondo paragrafo è composto di ulteriori valutazioni e conclusioni all’indirizzo di David Mayo. Tuttavia, il paragrafo precedente fornisce alcuni indizi, parla di:

 “Negli ultimi anni un C/S ha avvisato gli staff che prima di inviare qualcuno in etica per dei maneggiamenti serve l’approvazione del C/S!” 

Quindi? Cosa c’è di così strano?

Troviamo un indizio riguardo a questo nello stesso capitolo della SO ED intitolato “ATTI SOPPRESSIVI”:

autorizzare e firmare falsamente un HCOB della Serie del C/S (n° 114, da allora cancellato),  che era una alterazione dissimulata per materiale di Sorgente e inteso per confondere gli auditor e i C/S così che seguissero le “Scoperte” di Mayo sull’Etica, pensando di star seguendo i materiali di Sorgente, e trascurassero i materiali di Sorgente sul soggetto.

L’HCOB a cui si riferisce è stato pubblicato anche come HCO PL, stessa data stesso titolo. Ci si meraviglia perché questo non venga detto subito! Tuttavia, si possono trovare più dati nella referenza che cancellò quell’HCOB; l’HCOB 30 Ott 81 (cancellato il 7 Nov 82) “Serie del C/S 114, KSW Serie 28 cancellato. Si legge:

“HCOB 30 Ott 81 … pubblicato anche come HCO PL stessa data, viene con questo CANCELLATA, per via dei dati falsi e arbitrari che sosteneva riguardo le azioni di Etica sui pc.

Questa pubblicazione, mai vista da me e assistita da un altro, conteneva paragrafi non scritti da me, uno di questi dichiarava inequivocabilmente, che le azioni di etica-tipo sui casi non si dovevano fare, ne in session ne fuori, su persone che si trovavano su rundown maggiori o gradi.

Questo è un DATO FALSO e va in conflitto con il DATO REALE che la TECH NON ANDRÀ IN QUANDO L’ETICA È OUT. Questo dato falso serviva a tagliare le linee per qualsiasi azione di etica di cui un pc avesse bisogno per poter farcela su un rundown maggiore o grado”.

La sezione applicabile dell’HCOB 30 Ott 81 “C/Sare per il pc”, scritto da David Mayo dice:

“Nella serie dell’HRD (Happiness Rd), si puntualizza che non ci si dovrebbe allontanare dal rundown per andare su altre azioni. Non fa differenza se queste sono azioni audite da altri, un diverso Rd, azioni di caso tipo Etica, fatte sia dentro che fuori session. Questo viola la Serie del C/S 38, al paragrafo ‘Interrompere i Programmi’ e ‘Programmare accavallato’ e viola la Serie del C/S 29, AZIONI DI CASO AL DI FUORI DELLE LINEE. Queste regole si applicano ad ogni rundown maggiore o grado, non solamente all’HRD. Eppure, recentemente, alcune persone hanno suggerito (scorrettamente) che i pc sull’HRD possono, anzi dovrebbero, ricevere ‘maneggiamenti di etica’ durante il rundown; alcuni asseriscono che quando i C/S dell’HRD hanno protestato a tali azioni di caso fuori dalle linee, tali C/S ‘operavano su falsi dati’! (Per ‘maneggiamenti di etica volevano dire: HCO PL 3 Maggio scrivere O/W, ‘confessional senza meter’,  Chiarimento di parole esteso e False Data Stripping su un pacco di PL riguardanti l’Etica e la Giustizia, le Condizioni e lo scambio sulle Dinamiche – ognuna delle quali è una azione maggiore).   David Mayo

Queste referenze a cui si fa riferimento qui sono: l’HCOB 8 Marzo 71 – Serie del C/S 29 “Azioni di caso fuori dalle linee” e l’HCOB 26 Maggio 71 – Serie del C/S 38 “Corso dei Tr’s e auditing, mescolare azioni maggiori”.

Ci sono altre due referenze che desidero citare e sono elencate qui sotto:

“I casi sottoposti ad azioni di etica, comm. Eve, progetti di ammenda o basse condizioni non dovrebbero venire auditi fino a che i problemi di etica non siano stati completamente chiariti. Audirli sotto a un tale stress non fa altro che scombussolare i loro casi”.     LRH
         (HCOB 29 Mar 70 “Auditing e Etica”)

Il quale ci da il messaggio che, fintanto che è possibile, tali problemi di etica che potrebbero interferire con l’auditing, si maneggiano PRIMA di sedersi nella stanza di auditing. Prima quindi di iniziare un ciclo di auditing. Inoltre:

“Non c’è nessun routing diretto dei preclear all’Ufficiale di Etica attraverso i canali della Divisione di Qualification e Review”.     LRH
         (HCO PL 30 Lug 65 “Indirizzare i preclear in etica”)

Quindi, c’è un paragrafo aggiuntivo scoperto nell’HCOB/PL 30 Ott 81 “C/Sare per il pc”, intitolato: 6.CATTIVO INSTRADAMENTO DEI PC IN ETICA, che dice:

“Mentre esistono routing validi dei pc in etica, come scritto nel volume V dell’OEC, sotto l’intestazione ROUTING DEI PC IN ETICA, questo avviene per specifici motivi e solo via Review. Ma inviare un pc in etica non è la soluzione per la BPC; una riparazione accurata degli errori e della BPC e un corretto programma e C/S sono la soluzione”.  David Mayo

Dopo aver visto questi problemi in dettaglio, quanto rimane delle accuse dirette alla persona di David Mayo? Siate voi i giudici.

Fondamentalmente, tutte le dite puntate su Mayo, riguardo a quanto fosse pessima la sua etica ecc… non stanno osservando le cose nello specifico.

Ora, andiamo a vedere le altre diffamazioni lanciate a Mayo riguardo problemi di etica che troviamo nei seguenti documenti; FCO 7138, 2 Marzo 83 – Mandato di espulsione e dichiarazione di persona soppressiva per David Mayo. E la SO ED 2344 Int, 20 Agosto 83 – La storia di uno squirrel: David Mayo.

E per finire questo capitolo, si chiude con una valutazione delle più opinabili. Un testo attribuito ad LRH:

C’era un trucco criminale molto interessante che Mayo stava compiendo: fingeva di aver scoperto che il sec checking e l’etica erano out, quando invece, stava solo coprendo le sue tracce: Lui era quello che le aveva rimosse. E quando più tardi, qualcuno ebbe bisogno di un sec check, credo che abbia scoperto, con molta paura, che l’etica non era stata usata da molto tempo. Lui fu quello che l’aveva eliminata”. (LRH)”

Tutto questo è poco circostanziato, ma ormai ci siamo abituati, falliscono sempre nel fornire prove specifiche. Quindi, fu Mayo ad abolire i sec check? Devo dire che c’è fin troppa attenzione su questi sec check e per quanto possa ricordare male, fu L. Ron Hubbard che li abolì tutti nel 1968. Guardate qui: HCO PL 26 Agosto 68 – Security Check aboliti.

 ‘Assumere l’Hat di Sorgente’

Questa storia è abbastanza ironica. Ci fu un tempo quando L. Ron Hubbard introduceva tutti i nuovi release di persona. Poi, nel dicembre del 1972 LRH sparì per 10 mesi, ritornò solamente nel Settembre dell’anno successivo. Da quel momento in avanti, tutte le creazioni, che si sosteneva fossero di L. Ron Hubbard, non furono più introdotte da lui personalmente. Il release ufficiale di NED passò in sordina. Ne troviamo solamente un piccolo resoconto sulla rivista The Auditor, n° 151 del Settembre 1978.

Fu David Mayo, appena eletto Senior C/S Int, che ne fece la presentazione, come anche di altri release maggiori. Lo fece per NOTs e Solo NOTs, mentre L. Ron Hubbard non fu mai presente personalmente. È quindi logico che su David Mayo si riversasse molta attenzione, naturalmente grazie alla posizione che occupava. Ciò però non significa che soffrisse di “megalomania”, come sostiene la SO ED 2344 Int. Non ci sono prove riguardo a questa valutazione. Infatti, è piuttosto il contrario, stando alle persone con cui abbiamo comunicato e che conoscevano David molto bene. Tutte dicono che era una persona molto umile e gentile.

La SO ED più avanti dichiara, nella sezione intitolata: ATTI SOPPRESSIVI, “Ha sparso bugie che aveva inventato lui vari procedimenti di Scientology, i quali in verità sono stati totalmente sviluppati da Sorgente e non da Mayo”.

Non trovo evidenze nemmeno qui su queste dichiarazioni. Forse la So Ed si riferisce all’Happiness Rd e ai materiali di NOTs. Riguardo a questi, abbiamo già presentato informazioni ben definite che perlomeno lui li ha scritti, ed è probabile che in parte li abbia anche sviluppati o che ci abbia lavorato su per prepararli per il release. Non trovo fonti attendibili a sostegno che ne abbia mai preteso la paternità o che abbia mai detto che erano suoi. Quindi, se la SO ED vuole sostenere questi fatti, che porti delle prove a sostegno.

Poi, la stessa So Ed dichiara, nella sezione intitolata “Megalomania”: Invece di fare il lavoro che competeva al suo posto, Mayo passò molto del suo tempo a lavorare in vari modi per comunicare allo staff e al pubblico l’idea che lui fosse “Sorgente” – una idea che ha avuto da molto tempo e che ha ancora oggi”. 

Nel Luglio del 1983 Mayo stabilì il suo gruppo chiamato Advance Ability Center (AAC). Questo gruppo teneva meeting ogni domenica della settimana, nei quali Mayo parlava per 20-25 minuti. Perlomeno 38 di questi meeting sono stati registrati e resi disponibili a tutti, si trovano ancora in rete oggi. Inoltre ci sono almeno un paio di video e anche una intervista. È abbastanza ovvio, per chi li avesse ascoltati, che in questi video David Mayo non ha mai fatto le cose di cui è stato accusato. Il credito viene dato sempre alla persona di L. Ron Hubbard, lui ha sempre sostenuto di averlo solo assistito.

‘Ha intenzionalmente C/Sato scorrettamente sua moglie’

Queste voci si sono diffuse tra gli scientologist per molti anni. Il problema è che sua moglie, Merril Mayo, non le ha mai confermate. C’è una lunga intervista che lei ha fatto nel 1983 dove lei dice che queste storie su David Mayo sono state create appositamente. L’unica conferma che troviamo nella SO ED riguardo a questo fatto è che hanno poi in divorziato. Per tutto il resto non ci sono prove a sostegno.

Ecco un paragrafo della “lettera aperta” di Merril Mayo (dicembre 1983), dove lei si indirizza alla SO ED 2344 Int.

“David no ha mai C/Sato scorrettamente il mio caso e non ha nemmeno fatto nessuno degli altri punti dichiarati in quel paragrafo, e non hai tenuto una condotta sessuale inappropriata”.

Quindi, quando lei stessa nega questi fatti, cosa rimane delle questioni sollevate in quella SO ED? ricordatevi anche che Merril Mayo era un auditor di Classe XII, ed è impossibile pensare che una persona così addestrata possa venire deliberatamente C/Sata. Non è pensabile.

Poi, in quella intervista del 4 Luglio 1983, commenta anche il FLAG CONDITION ORDER che venne pubblicato su David Mayo. Dice:

“Tutte le cose che sono venute alla luce sull’ordine SP riguardo a David Mayo sono totalmente rapporti falsi, ogni pezzo, non ci sono assolutamente prove a riguardo. Tutte creato ad arte per far sembrare David più cattivo che potevano”.

Alcuni potrebbero dire che è stata costretta a dire queste cose, che non era lei a parlare. Potrebbe anche essere così, ma non è plausibile.

Guardate questo:

“Quando scrivete un ordine di etica, non mandate in rottura di ARC le persone omettendo dati. 

Non create un mistero. … Quando è successo? È stato nella nostra area? Cos’ha fatto? A chi l’ha fatto? Quali sono le prove? …

Non siate poco specifici e non lasciate la gente con un grosso mistero.

Si presuppone che un ordine di etica percorra gli engram del gruppo all’esterno, non dentro!

Metteteci sempre ciò che sapete, non cose che non sapete, e solo cose di cui avete prova o testimonianze. Gli ordini di etica vengono pubblicati su dati reali, non opinioni. …

Scrivete un Ordine di etica ben informativo. Non lasciate nessuno su mistero. I misteri causano guai e lo scopo dell’etica è quello di PORTARE PACE COSÌ CHE POSSIAMO METTERE IN LA TECNOLOGIA”. LRH
         (HCO PL 2 Giugno 65 “Scrivere ordini di etica”)

‘Religious Technology Center’  (RTC)

La sezione della SO ED intitolata “FUTURO”, fa un commento “A parte”:

 “Fin da quando è stato formato il Religiuos Technology Center, Mayo ha provato disperatamente ad entrarci, in diverse occasioni, di farsi postare a RTC – la percepiva come una posizione di potere dalla quale poteva devastare ancora di più le linee della tecnologia – ma i suoi tentativi di ottenere quel posto furono privi di successo. Ora lui attacca RTC, visto che le sue pratiche squirrel sono diametralmente opposte agli scopi e obiettivi di RTC, che semplicemente sono quelli di far applicare in modo standard la Tech di LRH”.

È una dichiarazione strana, visto che David Mayo si trova nei documenti della corporazione come un co-fondatore e uno dei fiduciari. Il che vuol dire che era già coinvolto in essa fino al collo.

Uno degli articoli nei documenti della corporazione dice molto chiaramente:

Articolo VI.

“Gli affari della corporazione devono venire regolati e diretti da un consiglio di sette persone naturali che devono anche designare i “fiduciari”, il cui consiglio dovrà avere ed esercitare tutti I poteri dati ai “direttori” dalle leggi della California sulle corporazioni non a scopo a lucro”.

Una di queste “sette persone  naturali” era David Mayo! Quindi, è assurdo dichiarare, come nella SO ED, che David Mayo “ha provato disperatamente ad entrarci, in diverse occasioni, di farsi postare a RTC”!

I documenti sono qui:

“Articoli della costituzione del Religious Technology Center”

‘Ulteriori Dati’  e  ‘molti altri crimini

La sezione della SO ED a questo titolo dice:

“I dati sopra citati sono stati resi disponibili per fornirvi un idea di cosa questa persona stesse combinando. Non è affatto un resoconto totale e completo di tutte le sue azioni distruttive.

Ci sono altre HCO PL e HCOB scritte durante gli anni scorsi che forniscono ulteriori informazioni su ciò che Mayo fece e le azioni che si sono intraprese per maneggiare questi pasticci. Queste includono l’HCO PL 29 Sett 82, INTERPRETAZIONE ERRATA DI DIANETISC E SCIENTOLOGY e l’HCO PL del 12 Ott 82, ATTIVITÀ CORROTTE”.

Uno si aspetterebbe che questa SO ED facesse una lista dei peggiori di questi, così chiamati, crimini. Ad ogni modo, la SO ED fa accenno a qualcosa, ma questo qualcosa è solamente una generalizzazione. La cosa, vista sotto un altro aspetto, da l’idea che l’infiltrazione di Mayo fosse molto diffusa! L’ovvia incongruenza è, perché allora non si è potuto scoprire prima? Cambiare procedimenti funzionali o aggiungere procedimenti non funzionali causa clienti scontenti, questi clienti dovrebbero lamentarsi. Come mai nessuno ha agito rapidamente? Questo è ciò che mi preoccupa.

Il Fattore “Paura”

Un pezzo selezionato della SO ED, scritta da Ray Mithoff, intitolata “FUTURO”, dice:

“Lui (David Mayo)sa che esistono molti livelli OT al di sopra di Solo NOTs che sono stati completamente ricercati, e sa che non ha mai ricevuto nessuno dei dati riguardanti questi e non li ha nemmeno mai visti.

Sa molto bene che a chiunque coinvolto in un gruppo squirrel o di psichiatri o contro le attività di Scientology, non gli verrà mai permesso di ricevere questi servizi. Sa che quando il fondatore donò i suoi marchi di Scientology e Dianetics al Religious Techonology Center, RTC a sua volta ha promesso di salvaguardare la tech contro l’uso scorretto e di assicurarsi che, secondo le policy di lunga data,i livelli superiori saranno tenuti al sicuro e fuori dalle mani di chiunque intendesse usare i materiali per danneggiare le persone o per altri scopi che non fossero i guadagni spirituali.

Le azioni di Mayo, e del piccolo gruppo a cui si è unito, ammontano non solo a un tentativo di sviare alcune persone dal Ponte, ma a un tentativo di negargli il ponte per l’eternità (perché una volta che ci si coinvolge in pratiche squirrel da quel momento in poi gli verrà negato l’accesso ai livelli superiori). E sa anche questo. E quei pochi che credono nella sua PR dovrebbero essere avvisati”.

Un commento molto chiaro.

Nella ‘SO ED 2104 Int’, del 7 Nov 82 “Il Flusso sul Ponte, La conferenza dei Mission holder, San Francisco 1982”

Con un tono molto aspro, contenente questo fattore “paura”, troviamo Mr. Ray Mithoff alla conferenza dei mission holder del 1982 a San Francisco, dice:

“Stanotte avete sentito qualcosa di questa recente epidemia di tech squirrel…”

“Non è solo che una persona è impazzita e si è inventato qualcosa…”

“Sono rimasto totalmente disgustato quando ho scoperto che altre persone, oltre allo staff, lo staff delle mission in particolare, andava d’accordo con questa cosa, pensò fosse grandioso…”

“I livelli OT superiori, Solo NOTs, nuovo OT 8, nuovo OT 9, 10, 11 – questi livelli sono incredibili. Sono sbalorditivi al di là dei vostri sogni. Queste cose ci sono ed è un futuro molto brillante”.

“unitevi a qualche squirrel…, provate ad audire dei pezzi di tech che avete inventato voi e chiamatela Scientology o prendete un pezzo di Scientology che sia tech di Scientology e andate fuori a provare di venderloa qualcuno chiamandolo diversamente, sapete, Whiz-Bang o qualcosa del genere”.

“Fate qualcosa del genere e vi posso assicurare che non avrete più certificate, non avrete più nemmeno un angolo del vostro certificato di HAS. Non avrete più una puntina per appenderlo al muro. Non avrete più nessun certificato, non riceverete più nessun auditing e io mi assicurerò che non lo riceviate. Ma particolarmente, non riceverete più i livelli OT, nulla, se persisterete”.

“Come ho detto, se qualcun qui dentro persiste nello squirreling o nel portare altri a fare squirrel o rimanere fermi mentre un vostro compagno distrugge Scientology, rimanere fermi così, fischiettando, che io considero molto brutto. E se tutti voi avete letto la nuova policy letter del 1982 intitolata ‘Rapporti per Conoscenza’, capirete ciò che voglio dire. Se rimarrete fermi, dicendo, okay, lasciamo che questo tizio rovini Scientology. Dalla mia posizione vi posso caldamente assicurare che non arriverete mai e poi mai vicino a nessun libro di Scientology, a un meter o a qualsiasi cosa e io posso richiedere che altre persone di RTC prendano altre misure. Ma vi posso assicurare che non avrete mai più nessun tipo di certificato e chiunque in questa stanza, proprio ora, che vada fuori e si provi a fare qualcosa di anche vagamente simile a questo ‘dinging’, adire a ogni persona del pubblico che entra dalla porta che sono PTS perché hanno dei soldi o qualcosa del genere, chiunque si ficchi in questa pratica e io lo scopro (e io lo scoprirò perché le mie linee di comm arrivano molto, molto lontano ora), posso dirvi che non vi rimarrà più nulla. Nulla”.

Non è stato esposto in una maniera molto gentile. Un po’ come dire; o ti conformi oppure…!

Commenti finali su questa SO ED…

Cos’altro c’è rimasto da dire? David Mayo era una autorità da non sottovalutare. Ci sarà stata la paura che la gente l’avesse seguito e avesse lasciato la Chiesa. Per prevenirlo la tattica usata potrebbe essere stata questa. Mettere la sua testa su una picca, e in un modo molto severo informare coloro che stavano pensando di farlo.

Se si considera il tipo di linguaggio presente in queste citazioni o nella SO ED, e voglio dire specialmente la parte che si dice scritta da LRH. Sono del tipo più odioso che si possa immaginare:

“E’ un tipo molto intelligente e poteva mentirmi in modo coerente, riportare in modo convincente, questo quello e quell’altra cosa…”

“Mayo non avrebbe potuto fare una cosa più viscida di questa”.

“Pensandoci bene, oserei dire che Mayo è un NCG nascosto, dato che se mai veniva audito da qualcuno i cui Trs erano out, nemmeno le sue curve soppressive gli avrebbero permesso di fare scene più orrende”.

“Mr. SP Mayo, il tesoro degli psych…”

“Mayo è un gatto molto astuto. Benché non abbia avuto successo a lungo termine nell’ingannarmi, potè niente di meno mettere su un bellissimo show. Questo vuol dire che è un tipo molto intelligente. Mostrava una faccia in una direzione e una completamente diversa in un altra”.

Com’è possibile che L. Ron Hubbard si sia lasciato prendere in giro? L. Ron Hubbard è considerato la Sorgente di Scientology, quindi sec’è una persona che comprende appieno le sue applicazioni quello dovrebbe essere lui. Non è nemmeno il tipo che si lascia prendere in giro. Se fosse così, i punti di domanda sarebbero altri. Ad esempio, quanto valida è allora la sua tecnologia? Scusate la dissacrazione, ma è semplice logica lineare.

Si dice che questa pubblicazione venne emessa per calmare il pubblico di Scientology, del resto a che altro scopo? Già era uscita precedentemente il “Flag Condition Order n° 7138 – Scritto d’espulsione e dichiarazione di persona soppressiva: David Mayo. Che conteneva un testo molto simile, anche se più corto. Poi, visto che la sua missione è fallita, hanno inviato questa per informare maggiormente le persone.

Il messaggi principale che vi è contenuto però è: “il motivo per cui LRH non ha scoperto che Mayo era un SP, fu perché LRH è talmente grosso come Thetan che tutte le tendenze SP e di caso svaniscono in sua presenza. Quindi, non era possibile che LRH scoprisse che Mayo in realtà era un SP”. Queste sono le voci che correvano allora. Ovunque, da Flag alla Danimarca. Almeno cercavano di spiegare qualcosa.

Se fosse vera la cosa, perché allora Mayo non scomparve da vicino LRH? Che bisogno c’è di scoprire gli SP se questi svaniscono in sua presenza? Non c’è nessuna logica in tutto ciò.

Certamente l’anno 1983 fu un anno molto strano per Scientology. In molti sensi. LRH dovette provare di essere vivo in tribunale mandando le sue impronte digitali a conferma. E infine, c’è la storia dell’HCOB del 10 Sett 12983 “PTS-ness e Disconnessione”, dove il coinvolgimento di LRH è stato messo in seria discussione.

Bene, ciò che è stato scritto qui non piacerà a molti, non importa. Ciò che ha fatto Mayo, il suo tentativo reale di ricostruire Scientology, le torture, le cause legali durate oltre 10 anni e ciò a cui  è passato attraverso, fa sembrare le imprese di altri nostrani come scorregge nel vento.

C’è da meditare seriamente!

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, Dianetica nera, LRH, Scientology reverse

ETICA, GIUSTIZIA E DRAMMATIZZAZIONI SPEZZATE

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Nel film “Full Metal Jacket” diretto da Stanley Kubrick, il sergente Hartman addestrava le reclute trattandole come animali con l’obiettivo di trasformarli in perfetti strumenti di morte, obbligandoli ad amare visceralmente il proprio fucile secondo i dettami del CREDO DEL FUCILIERE, ed appellandoli con soprannomi spesso ignobili.

Il tema principale del film è l’odio tra gli uomini e il disprezzo della vita che lega tra di loro i personaggi del film, ma il messaggio principale è che la GUERRA genera solamente assuefazione alla morte e disumanizzazione totale negli individui suoi protagonisti. Solo chi riesce a conservare la propria personalità e a non farsi omologare dall’assurda mentalità inculcata dall’ambiente militare riuscirà a conservare la propria sanità mentale e a non soccombere agli eventi che precipitano nel sanguinoso finale.

Tuttavia il film esprime anche la profonda fascinazione che l’uomo prova per la guerra, vista come terribile avventura, la violenza, la perdita di identità personale del singolo all’interno della macchina bellica e per il militarismo in genere.

Non so a voi, ma a me ricorda qualcosa!!

Post di :

Steve Bisbey

Snr C/S AAC East Grinstead

 

Molte persone hanno rimarcato che i casi percorrono meglio nei gruppi di consegna indipendente di quello che facevano in altre organizzazioni.

Sono state offerte molte spiegazioni su questa cosa e qui ce n’è un altra che potrebbe essere interessante.

Dramatizzazioni Spezzate: “L’Engram con i suoi Secondari e Lock, altera il comportamento inibendo l’azione o pensiero o immaginazione o causando all’individuo di drammatizzare.

Fino a che un individuo può drammatizzare attivamente un Engram, allora, l’Engram non diventa particolarmente carico e pesante.

Quando un Engram ordina una attività cosi contro sopravvivenza che l’ambiente lo censura o porta ulteriori pene all’individuo, quell’engram inizia a caricarsi. Se un engram ordina a un individuo di camminare tre volte intorno all’isolato ogni mattina, per la sua salute, l’engram potrà essere efficace ma non portare guai fino a che si permette alla persona di fare quella camminata. Ora, mettiamolo in un ambiente tipo i militari, dove non è permesso farsi questa “costituzionale” ogni mattino, ma deve attendere alle adunate al suo posto; la drammatizzazione viene spezzata e, come conseguenza, il potenziale d’azione dell’individuo, intravisto dalla sua mente analitica come ridotto in tal modo che la persona si sente ridotta nello scopo.

Quando un engram di un ladro gli ordina di rubare, lui può essere allegro e felice finché continua a rubare; quando la legge subentra e lo fa incarcerare perché ruba; questo spezza la drammatizzazione e lo riduce in scopo e benessere. Ci sono due lati in un engram: En-Theta ed En-Mest.

Fino a che il pensiero può essere drammatizzato, l’En-Mest rimane quieto; ma quando la drammatizzazione viene spezzata, l’En-Mest o I dolori fisici si accendono in uno sforzo di imporre all’individuo di fare ciò che l’engram comanda.

“L’individuo che è sotto lo stress di un una restimolazione engramica tenterà di drammatizzare l’engram. È come dire, dirà le cose contenute nell’engram, e farà le cose dettate dall’engram, o farà le computazioni analitiche richieste dall’engram, e in generale adempirà ai dettati di quel momento di pena fisica. Se l’ambiente gli rende impossibile continuare l sua drammatizzazione come dettata dalla carica dell’engram, diventa soggetto ad ulteriore carica per la ragione di non essere capace di fare ciò che l’en-Thet dell’engram gli comanda di fare. Un individuo che ha avuto le sue drammatizzazioni spezzate molto spesso scenderà gradualmente nella scala del tono.

LRH, Libro Scienza della Sopravvivenza (1) 111, Book (2) 158-9.”

Incidentalmente: il fenomeno viene descritto sopra in termini di engram, lo stesso fenomeno può esistere anche al di sopra del livello di Clear per differenti ragioni.

Una policy letter di Etica del 17 Marzo 1965 dice:

 “Tutte le menti reattive possono esercitare dolore e sconforto su di un essere. Queste richiedono la soppressione del buono e la produzione del cattivo. Quindi, nell’amministrare giustizia, trattenete solo un po’ di più di quel che il Bank spinge per una cattiva azione. La minaccia esterna deve essere appena sufficiente a rendere la pressione interna a commettere danni  il minore dei due disagi. IL GIUDIZIO STA IN QUANTA PRESSIONE APPLICARE.”LRH (l’enfasi è mia).

Sembra policy, sfortunatamente, come un sacco di altre policy che richiedono giudizio, è stata spesso applicata male. Ciò che succedeva era che regole arbitrarie (alcune scritte alcune no) venivano imposte da HCO, Ufficiali di Etica e anche C/S.

Queste regole spesso erano su fatti meschini tipo aberrazioni di 2D, evasione fiscale, le connessioni di un individuo, e pratiche simili. Un classico esempio è il Flag Order  “le regole di 2D”, (non scritto da LRH e per inciso, contrario alle sue policy), che nelle sue imposizioni causava più inturbolazione di quelle che maneggiava.

L’effetto di questo tipo di policy arbitraria sui Membri della Sea Org era che o continuavano a drammatizzare la qualsiasi cosa di 2D fosse e poi la trattenevano, o che venivano controllati dalla pesante imposizione, gli veniva spezzata la drammatizzazione e soffrivano le conseguenze di un bank stracarico.

Inoltre, l’intenzione di continuare una attività dettata da un engram, verso una contro-intenzione a non farlo, CREAVA un problema. Quindi, in ogni modo, il primo guadagno di caso di una tale persona veniva inibito, a volte fino al punto di non avere più nessun guadagno.

Inoltre, il caso poteva venire etichettato anche PTS, NCG (no case gain), nessuna azione di TA, pieno di Withhold e diventava soggetto a scaricamento, RPF o altre cattiverie. In questo esempio particolare di regole di 2D, veniva applicato anche al pubblico di FCCI quando io audivo i NOTs a Flag nell’82. (Una persona soppressiva è soggetta a fare gli altri ciò che hanno fatto a lei). HCO e Ufficiali di Etica dovevano “rendere le persone buone” e tentare di cambiare la loro beingness, doingness e havingness con la Tech di Etica e Giustizia in assenza di auditing. L’effetto erano Withhold o drammatizzazione spezzate che rendevano ogni tipo di auditing più difficile. E anche la beingness, la doingness e l’havingness venivano considerate essere una drammatizzazione o aberranti quando non lo erano.

Un esempio di questo fu il “Moonlighting (lavoro part-time oltre al lavoro nell’org) degli staff member per sopravvivere benché pagati poco e con poca havingness. Questa pratica veniva frequentemente prevenuta da HCO, pur essendoci una policy di LRH che diceva il contrario:

Proibire la pratica del Moonlighting sarebbe come forzare un membro dello staff a fare blow come autodifesa.” HCO PL 6 Ott. 1984, BUONE INTENZIONI.

Quando prevenuti, si producono le stesse reazioni avverse del caso come descritte sopra.

Qualche volta un PC del pubblico veniva mandato in Etica dopo che in un confessionale aveva rivelato che stava evadendo le tasse. “Il Maneggiamento” consisteva in un “Fattore R” che doveva cessare tale attività subito dato che questo era un overt continuo in PT o qualcosa di simile. (Ipocrisia davvero, dato che l’organizzazione del Regno Unito nello stesso periodo si faceva in quattro per non pagarle.)

La correttezza o l’erroneità di questi esempi non sono il punto, e sono al di fuori dello scopo di questo trattato. Il punto è che le regole arbitrarie e le valutazioni sul comportamento di un individuo sono a detrimento del caso, di fatto peggiorano le abilità di una persona di ottenere guadagni di caso e di REALIZZARE qualsiasi cosa stia facendo di sbagliato.

Commettere overt continui in tempo presente inibisce il caso. C’è un fattore tecnico di base. Le organizzazioni tendono a “Correggere prima del fatto” e guardavano agli overt nei casi che andavano più che bene.

CREAVANO anche potenziali overt introducendo regole arbitrarie, policy e morali non scritte alle quali, siccome non era un membro della Chiesa, un individuo doveva sottostare. Questo finisce dritto nei denti dello scopo dell’auditing come veniva una volta descritto “Recuperare l’auto-determinazione del PC”.

Il lavoro di un supervisore del caso è quello di ottenere il massimo dei guadagni per il Pc o il pre-OT sotto la sua supervisione. Il giudizio richiesto per determinare se i guadagni di un Pc o pre-OT stanno venendo inibiti è il suo comportamento fuori session. Il giudizio non è difficile da farsi. Ha guadagni di caso, azione di TA, ha delle Cognition? Se non ne ha, ed è attivamente distruttivo sulle dinamiche allora sarebbe indicato porci un freno.

L’ammontare di stop deve essere appena sufficiente a proteggere i suoi compagni e a permettergli di avere guadagni di caso. Nel campo indipendente abbiamo capito tutto questo, e io lo considero un approccio razionale. Se un uomo lavora in farmacia, se è gay, se finanzia il partito socialista o pratica medicina alternativa non sono ragioni valide per TRASFORMARLO  in un “Caso di Etica”. Noi siamo interessati ai guadagni di caso, non forziamo la gente ad essere “buona” spezzando le loro drammatizzazioni.

Steve Bisbey

Snr C/S AAC East Grinstead

16 commenti

Archiviato in Dianetica nera, LRH, Scientology indipendente, Scientology reverse

CONFIDENZIALITA’

conf

COSA C’È DI SBAGLIATO NELLA CONFIDENZIALITÀ

Penso la confidenzialità sia un errore. Penso ci stia uccidendo (intendo tutti noi scientologist). Penso sia il maggior fattore che distorce il soggetto dai suoi scopi originali e lo trasformi in una fanatica mistificazione.

Eppure, questo è il punto più duro della riforma da digerire per lo scientologo medio. Molti riescono a vedere tutte le altre outness, ed essere d’accordo con me su questi punti. Ma sono stati colpiti così duramente con la falsa informazione riguardo ai pericoli dei materiali dei livelli superiori che ne sono terrorizzati.

Pertanto, lasciatemi salire su questo podio per provare a svegliare un po’ di gente.

Non si insegna alle persone come nuotare rendendoli terrorizzati dell’acqua. Immaginate che non vi venga nemmeno permesso di vedere l’acqua. È nascosta nella piscina, la quale viene tenuta chiusa a chiave in locali segreti, e tutto ciò che sentite sono voci sul fatto che se la gente la vede può affogare e morire, non parliamo poi di entrarci dentro. Quindi, dopo aver pagato una fortuna, un istruttore apre le porte e vi getta dentro l’acqua. Non vi viene nemmeno mostrato altri che nuotano (non si può ascoltare le storie di altri che hanno fatto il livello e le loro difficoltà e successi).

Avete mai visto qualcuno che cercava di insegnare ad un bimbo terrorizzato come nuotare?

Naturalmente, rendere le cose così segrete e convincere le persone che questo materiale è pericoloso risulterà in reazioni esagerate.

C’è sempre stato tantissimo materiale degli anni 50 che non veniva etichettato “confidenziale”. Un sacco di cose sulle vite passate, implant, entità, GPM e altro ancora. La cognition di Clear era una cosa risaputa. Anche uno dei procedimenti di Potere “Cos’è – cosa non è?”  si trova su un nastro dei livelli. Credo sia “Soppressori” o “Il cattivo Auditor”, non ricordo bene. Entrambi trattano della Not-isness ed erano sul foglio di verifica del vecchio livello 2. Una volta, come parte dello Student Hat, c’era un nastro intitolato “Studio e Parole Finali” che conteneva tantissimi dati sull’R6.

Le persone non si ammalavano o turbavano nello studiare questo materiale. Una volta ogni tanto qualcuno si ammalava, ma solo se i dati gli venivano spinti in gola con la forza, ma questo succede anche con il tipo di tecnologia del Grado 2 (Overt/Withhold) e Grado 4 (Facsimili di Servizio). Ad un certo punto uscì un bollettino che diceva che era out tech dire a una persona che aveva dei withhold fuori da una seduta.

Per questo esistono regole per lo studente e per il pc e austere prese di posizione dell’ufficiale di etica per evitare che la tech venga spinta fuori sequenza con forza sulle persone. Di questo c’è bisogno. Ma è tutto ciò di cui c’è bisogno.

Non si deve coprire tutto con un velo di segretezza. Quando le persone stanno leggendo qualcosa, in tranquillità, la protezione della mente è al massimo.

the secret

Non penso nemmeno che le persone debbano prendersi gioco delle credenze religiose degli altri. Se le cose fossero ragionevoli, direi che non è giusto prendersi gioco dell’incidente 2 o del libro della Genesi o di ogni altra credenza di altre religioni. OMISSIS……

È quasi inconcepibile che sentire la verità possa far XXXXXXX qualcuno. Se fosse vero, sarebbe l’esatto opposto di ciò che viene dichiarato negli assiomi di Scientology. Naturalmente, qualcuno si potrebbe turbare emotivamente nell’apprendere una verità triste o inquietante, ma questo è un problema totalmente diverso. E in quei casi sappiamo come fa salire il tono emotivo delle persone, quindi non c’è bisogno di esserne spaventati.

Mettiamoci anche l’inutilità di mantenere le cose confidenziali. Guardate a cosa succede in internet. Le linee di comm di Scientology nel net sono quasi distrutte. Si sono generati tremendi rancori. Lo scientologo non può nemmeno argomentare o difendersi, perché non può parlare di nulla riguardo ai materiali confidenziali, OMISSIS…..

Cercare di tenere la confidenzialità ha messo gli scientologist in una posizione totalmente indifendibile, dover combattere senza poter mai menzionare ciò su cui stanno combattendo.

Gli Scientologist altamente addestrati, con buoni TRs, possono confrontare quasi qualsiasi cosa. Non riescono però a confrontare una manciata di burloni OMISSIS……

Gli Scientologist, che vincono aprendo le linee di comunicazione, si trovano nella posizione di essere i più grandi soppressori della libera comunicazione che internet abbia mai visto.

Ai vecchi tempi, prima del Clearing Course e dell’introduzione della confidenzialità, gli studenti del Breifing Course erano abituati a cantare le parole degli Implant GPM tra di loro, come parte del TR 2 Provocato. Lo facevano perché dovevano percorrere OMISSIS…invece di farlo in Solo, così non sarebbero andati out TRs mentre lo facevano. E se la cavavano bene! Ho conosciuto alcuni che lo facevano (poco prima dei miei tempi) ed erano in forma smagliante, e i loro TRs erano eccezionalmente fantastici.

Tutto questo affare della confidenzialità potrebbe aver avuto origine perché gli  studenti del Breifing Course avrebbero potuto portarsi a casa i Platen del Clearing Course e percorrerli a casa da soli, senza pagare per i corsi. E le mission medie di quel tempo, solitamente erano gestite da vecchi auditor eccezionalmente abili, per i quali sarebbe stato facile insegnare ai loro pc come percorrere questi Platen appena dopo essere stati auditi sui Gradi.

Lasciate che solleciti ogni scientologo leale che legge queste righe a sedersi e rileggere l’introduzione di Dianetics 55, dove Ron spiega l’uso della segretezza nei culti.

La confidenzialità non è servita a nessun scopo, eccetto ficcare le persone in un mistero, e questo è un overt.

———-

Ecco un utile estratto di Ron:

Serie Research & Discovery – nuovo volume 10. Pag. 731, la conferenza si intitola “Atto overt, motivatori e Deds”. Dalla serie sulla Tech 88:

La religione è sempre diversa dalla realtà. Lo deve essere. Perché il solo modo per controllare una persona è mentirgli”… “Quando scoprite che un individuo vi sta mentendo, sapete che l’individuo sta cercando di controllarvi”… “Al contrario, se vedete, da parte di un essere umano l’impulso a controllarvi, sapete molto bene che quell’essere umano vi sta mentendo. Non, sta per… vi sta mentendo ora”.

Questo volume vale la  pena averlo. Anche se hanno nascostamente omesso alcune conferenze più calde, ma quelle nel libro sono le cose più selvagge che l’org abbia mai rilasciato. Vanno ben oltre “La storia dell’Uomo” e includono tantissima Traccia Intera e le prime ricerche sulle entità (NOTs).

Con ARC

The Pilot

72 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Scientology indipendente

PROCEDIMENTO PER I GIORNI DURI

 Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

sumo

Scientology è una Filosofia Religiosa Applicata,  ce l’hanno detto e ce lo siamo detti chissà quante volte, quasi che fosse un Mantra. Magari oggi non è più così; nelle alienate organizzazioni di DM, prima di avere la “licenza di uccidere”, vale a dire poter praticare, cioè APPLICARE i procedimenti al fine di ottenerne dei benefici, bisogna sottostare alle geniali invenzioni della GAT (età d’oro della tech) che prolunga all’infinito l’ottenimento della “patente” di Auditor.

Ebbene, sappiate che ora possiamo USARE la tecnologia, non c’è bisogno dell’approvazione nè della mamma nè del Big Brother.

Alla faccia di chi ha paura che le persone migliorino!

Leggete e, se volete, applicate gli arguti consigli del nostro Pilot, presi dagli scritti di Ron Hubbard, e, nel caso qualcuno lo avesse fatto, smetterà di considerarvi uno “Smiling Men with Bad Reputations”!

************ O ************

Stavo passando un paio di giornate molto brutte, ero molto carico riguardo ad alcune cose (vi risparmio cosa) e provando a fare alcuni procedimenti ordinari nell’area di difficoltà non riuscivo a far breccia.

E naturalmente, borbottavo qualcosa senza pensare alla cosa ovvia.

La cosa ovvia era che stavo utilizzando un procedimento su di un Problema del Tempo Presente che era diventato una grossa massa fissa.

Quindi, brillantemente, inventai un problema di grandezza paragonabile. Mi immaginai perso nel bosco, al buio, al freddo e solo, senza cibo ne bussola, e fu come accendere la luce. La carica sull’altra area (che non aveva nulla a che fare con questa) semplicemente sparì.

Veramente straordinario. Nulla che avrei previsto in modo logico. Semplicemente il procedimento funzionò, bang, su un solo comando.

Nonostante tutta la mia esperienza con il processing, ancora mi sorprendo quando succede qualcosa di questo tipo. E tendo a dimenticare che può succedere perché sono più incline a cercare  di scoprire qualcosa di nuovo piuttosto che contare sull’effetto key out. Ma, se c’è troppa carica che scalcia su qualcosa, probabilmente non si è capaci di vedere il basic o di risolvere l’intera cosa perché la carica continua a deragliare i vostri processi di pensiero.

Quindi, per prima cosa cercate l’effetto key out, e poi, se ve la sentite, tornateci sopra e scavate per il basic dell’area. Ma il key out è il primo, perché poi potrete scavare agevolmente.

Ci sono molti procedimenti affidabili, che sono dei cavalli da lavoro molto validi per questo genere di cose.

Per un Problema del Tempo Presente, il miglior trucco per il key out da usare in Solo è proprio Problemi di Grandezza Paragonabile. E funziona anche avendo zero abilità a confrontare o scoprire il problema in cui siete bloccati.

Non è di certo il modo migliore per imparare a sistemare le cose affinchè quel problema non si ripresenti più domani, ma è il modo più veloce per togliere tutta la carica dal piatto.

Potrete sempre in seguito adottare i procedimenti sui problemi per sminuzzare la cosa per far sì che non si ripresenti.

Per le proteste, il migliore e più veloce è il procedimento protesta/ammirazione (alternativamente protestate e ammirate la cosa che state protestando).

Ancora, funzionerà anche senza confronto o conoscenza e funzionerà bene, anche alla faccia di grande carica. Per i Devo Avere, fare il Mock Up di un modo per cui sprecare è buono. Ce ne sono molti. Quale funzioni meglio potrebbe variare da persona a persona. Annotate quale funziona bene per voi e tenetelo a portata di mano.

Auguri,

The Pilot

9 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

LA BIBLIOTECARIA E I MORTI VIVENTI

Siete Scientologist? Pensate con la vostra testa!

Le 20 buone regole per scrivere un romanzo giallo.

1. Un giallo è un giallo.
Non è un libro d’avventure, né di spionaggio, né un romanzo rosa, ma neppure un trattato filosofico o un’opera che cambierà la storia del mondo. Di più, la scrittura nel giallo, per forza del suo destino, è sempre una scrittura di partenza, MAI una scrittura d’arrivo. Questo significa che se un giallista ritiene di essere scrittore a tutto tondo, sarà con altre prove che dovrà dimostrarlo.

2. Un buon romanzo giallo non ha significati altri.
Un buon romanzo giallo dovrebbe essere valutato, solo ed esclusivamente, per la qualità della trama criminale e per la fluidità con cui questa si fonde nella storia raccontata.

3. Se è vero che i romanzi gialli possono essere scritti da tutti, é vero pure che non tutti possono scrivere romanzi gialli.
Optare per una simile scrittura, significa confessare di essere portatori sani di una perversione mentale. Questa è una conditio sine qua non; astenersi dunque letterati desiderosi di nobilitare il genere, autori dotati pronti a mettersi alla prova, giornalisti di cronaca nera che giustificano il malfatto con l’esperienza vissuta e simili!

4. L’atmosfera è un elemento insostituibile nel romanzo giallo e si fa tutt’uno con l’orizzonte d’attesa.
In altre parole, il giallo, per essere tale, deve catturare il lettore fin dalle prime pagine, seducendolo e rassicurandolo sul suo essere a casa. In questi romanzi, l’atmosfera diventa elemento attivo della trama.

5. Non esiste un romanzo giallo senza una geniale trama criminale!
Chiamatelo come volete, ma un giallista che riveli una cronica incapacità di ordire un meccanismo criminale perfetto e ad hoc, non è degno di questo nome.

6.Lettore e investigatore devono avere entrambi le stesse possibilità di risolvere l’enigma.
Tutti gli indizi devono essere (chiaramente) presentati e descritti. A fare la differenza è l’avverbio plainly, chiaramente appunto. 

7. La soluzione del giallo deve essere univoca.
Ci DEVE essere solo e soltanto una verità sul come si sono svolti i fatti. Questa è anche condizione imprescindibile per valutare la qualità della trama.

8. La soluzione del giallo deve essere sempre a disposizione del lettore capace.

9. Il colpevole può essere uno qualunque dei personaggi, non importa il suo ruolo.
Ancora, ci possono essere più colpevoli in uno stesso romanzo. A mio avviso, le necessità della storia e della trama criminale giustificano queste indicazioni.

10. Un giallo può contemplare la presenza di più investigatori.
Per esempio, questo accade quando l’inchiesta delle forze di polizia é presentata parallelamente a quella del detective dilettante. È consigliabile però che ci sia solo un personaggio-eroe nella cui capacità di ragionamento il lettore attento possa riporre la propria fiducia.

11. Non esiste giallo senza il suo bel cadavere.
Anzi, un solo cadavere, la maggior parte delle volte, non è sufficiente.

12. Non vi è cadavere senza un delitto.
O meglio, la storia raccontata DEVE contemplare almeno un morto vittima delle macchinazioni dell’antieroe.

13. Gli omicidi commessi dalle varie organizzazioni criminali non hanno dignità tra le pagine di un giallo.
Peculiarità esclusiva di questo genere, che è poi anche l’elemento primo che gli conferisce una qualità affascinante, è un focalizzare sulle motivazioni istintive del crimine. Il giallo ci ricorda dunque che tutti noi siamo dei potenziali assassini. Non solo: più è insospettabile il personaggio in questione, più crescono le possibilità che il colpevole sia davvero lui (o lei). 

14. Fermo restando che il colpevole potrebbe essere un carattere minore, i personaggi principali dovrebbero essere presentati subito, meglio ancora dovrebbero essere elencati, con tanto di ruolo, in una pagina dedicata prima che la narrazione abbia inizio.
Un lettore attento, che si appresta a leggere un giallo, dovrebbe essere visto alla stregua di uno scacchista che sta per cominciare la sua partita: necessita naturalmente di tutte le pedine, ma dopo spetterà solo e soltanto a lui fare scacco matto.

15. L’originalità è pure una condizione imprescindibile del plot criminale.
Uno scrittore può utilizzare stratagemmi già noti, qualunque essi siano, ma una trama non è valida se non contiene una qualche peculiarità che distinguerà il romanzo da tutta la produzione precedente.

16. La metodologia investigativa del personaggio-eroe dovrebbe sempre essere supportata da una grande capacità di ragionamento logico e da un approccio al caso fondamentalmente empirico, ovvero basato sull’esperienza.

17. L’antieroe sportivo è un’altra peculiarità del romanzo giallo.
Con questo voglio dire che ad un eroe che farà di una metodologia investigativa misurabile la sua arma prima, dovrà corrispondere un antieroe capace di ordire una trama criminale dotata di una qualità scientifica. La base scientifica è data dalla riproducibilità dell’esperimento (niente trucchi trascendentali quindi!).

18. Il denouement della storia dovrebbe sempre essere ad appannaggio dell’investigatore-eroe.

19. L’epilogo non può essere MAI parziale.
Il lettore attento deve potere SEMPRE terminare il libro, con la minima soddisfazione di avere visto spiegata, non solo la ragione d’essere di ogni indizio rivelatosi veramente valido, ma anche quella di ogni passaggio fuorviante.

20. Un giallo è soprattutto una sfida dell’autore al lettore.
Ne consegue che un lettore attento non può limitarsi ad indicare questo, o quel personaggio, come sicuro colpevole. Le possibilità che sia nel giusto sono naturalmente molto alte considerando il numero limitato di personaggi. Non vi sono dubbi invece che un segugio che si rispetti si distingue dal detective dilettante, non tanto perché è invariabilmente capace di scoprire il colpevole, quanto perché è sempre in grado di spiegare, nei dettagli, come si sono svolti i fatti. 

hand

Ciao ragazzi! Visto che le e-mail vanno e vengono (Proprio come gli uomini), e a volte sono lente, (Proprio come gli uomini), ho inviato questa storia di ASS-oluto *ORRORE* attraverso diversi forum, perché VOGLIO che qualcuno la legga. Quindi se viene ripresa da altri, perdonatemi. Okay?

Bene, dov’ero rimasta? Ah ecco; Ero seduta, poverina me, nell’oscura penombra della mia Libreria Chimerica. C’era solo una lampada da tavolo accesa, che lanciava ombre giallastre sui tomi, sulle copertine di pelle e i titoli dei libri ammuffiti della sezione antiquariato, dove avevo lavorato fino a tardi, cercando informazioni su arti magiche e magia nera

Non erano cose che facevano per *me*. Sciocchini, datemi un paio di calze autoreggenti nere, un wonder Bra di seta scintillante e uno spruzzo di Chanel e non ho nessun bisogno di *ARTI MAGICHE* Voglio dire, una ragazza SA quando è il momento di incrociare le gambe, prima o poi.

Quindiiiiii, stavo sfogliando alcuni volume su Aliester Crowley, giocherellando con alcuni pentagrammi e teste di ariete, e, cose del genere insomma. Poi venni presa da Parson, del Laboratorio di Propulsione Jet e dalle connessioni con l’intelligence della Marina, e – forse dovrò attendere un altro giorno. Poi mi imbattei in questa piccola stranezza, e iniziai a cercare in rete. Quindi, cliccai sul pc al mio fianco e feci il log-in.

Ma prima volli dare un’occhiata su ARS, magari mi ero persa una qualche comunicazione importante, forse Enzo aveva postato nuovamente quei suoi piccoli commenti carucci. Chissà!

Cominciai a sfogliare tra i commenti quando di colpo mi fermai.

Iniziai dalle intestazioni. Lo schermo e le sue scritte iniziarono a riflettersi sotto sopra, incurvandosi nelle mie lenti degli occhiali come Sanscritto elettronico. Erano appoggiati sul tavolino di mogano, quindi li sollevai e me li infilai al naso, mi piegai in avanti, il mio seno si appoggiò sulle mie braccia incrociate, e lessi nuovamente:

 “Esistono DUE  (contiamo nuovamente) DUE CST”

Un leggero brivido ondeggiante iniziò a percorrermi la schiena lungo la spina dorsale, poi accelerò verso l’alto, stuzzicandomi la base del collo.

 “*DUE* Entità entrambe chiamate “Church of Spiritual Technology”?

Come se *UNA* non fosse abbastanza!

Lessi il thread di commenti e mi appogiai allo schienale con un singhiozzo. Tolsi gli occhiali e mi massaggiai la  base del naso, bruscamente.

OH – MIO – DIO! *Esistono* veramente DUE CST: Una è una corporazione, l’altra una “Chiesa”. La corporazione si chiama “Church of Spiritual Technology”, e anche la “Chiesa” si chiama “Church of Spiritual Technology”!

Mi girava la testa. Cavoli, pensai; così la nostra casa amata IRS (un gatto miagolo e sputando fiele corse via lungo il marciapiede esterno), e il nostro amato governo, e le corti di giustizia, saranno ben felici di PERMETTERE a una corporazione di avere al suo interno il nome “Chiesa”, anche se non *è* una chiesa.

Perché se fosse veramente una Chiesa, non avrebbe bisogno di operare “ATTRAVERSO E PER MEZZO DI UNA ….. CHIESA”, come scritto negli articoli della CORPORAZIONE chiamata CST.

I muscoli mi si contrassero. Mi venne la pelle d’oca ovunque. Subito pensai ai copyrights, e – Oh Mio Dio! Alle registrazioni della Biblioteca del Congresso!

Le mie unghie rosse ticchettarono con furia sulla tastiera, facendo eco attraverso i locali vuoti della libreria.

L’eco rimbalzava su ogni angolo della grande stanza, prendendo una vita propria come il suono di cose furtive, che correvano su pavimenti di legno duro. Per trovare un posto dove nascondersi, correvano verso angoli zozzi, simili ad avvocati nascosti in umidi luoghi oscuri. Mi fece pensare ai topi, ed altri brividi mi salirono lungo la spina dorsale.

Mi loggai alla Biblioteca del Congresso.

Ma cosa avrei dovuto cercare? Avevo già cercato in lungo e in largo tutti i trasferimenti dei copyrights a nome della “Church of Spiritual Technology”. Quella ricerca aveva già provato che CST possedeva TUTTI i copyrights. *PENSAVO* di aver già trovato tutto, di averlo nei miei file. Ma, e se i topi – oh, scusate, volevo dire gli avvocati – avessero messo qualcosa di diverso da qualche altra parte? Potrebbe essere? E se fosse così, come potevo trovarlo?

Il mio occhio destro iniziò a ruotare in agitazione, la mia scarpa penzolava dal piede, appena appesa all’alluce, e la mia mente faceva a gara con le mie dita incerte, che si muovevano nervose sulla tastiera. Un colpo di vento fece sbattere l’anta di una finestra, passando attraverso le fessure e crepe del legno. Qualcosa scricchiolò, come un peso sul mezzanino. Urlai, girai la testa per vedere cosa. Ma solo silenzio, libri neri mi guardavano attenti.

 “Fermati!” mi dissi. “Sei sciocca. Non c’è nessuno a *quest’ora* della notte! *Pensa* ragazza *Pensa*! E così pensai.

All’improvviso capii! Starkey! È stato lui a raccogliere tutti i copyright di L. Ron Hubbard, e a trasferirli in un solo botto a CST – circa 7.000 titoli – *Appena* dopo che l’IRS ha dato in consenso. Ma a *QUALE* CST li ha trasferiti? Come potevo saperlo? Sapevo di avere i file di quel trasferimento. Potevo iniziare da li.

Quindi li tirai fuori. Ed eccolo li, ciò che vidi:

   V2927 P238 THRU 260          (COHD)

   RECORDED:  13Dec93

   EXECUTED:  29Nov93

   PARTY 1: Norman F.  Starkey, fiduciario di, Author’s Family Trust-B.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA:  Modello di operativo e organizzazione OT basata su un sistema a 7 divisioni e altri 7730 titoli. Trasferimento di copyright.

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P238-724)

Guardai fissa al “PARTY 2”, la parte ricevente. OMMIODDIOOOO! Non diceva solamente “Church of Spiritual Technology”! Diceva anche “(Los Angeles)”!

Che cavolo ci faceva la questo (Los Angeles)?! E *PERCHÉ* non l’avevo notato prima? Quando avevo fatto le ricerche precedenti, avevo cercato solo usando “Church of Spiritual Technology”. Infatti, avevo trovato questa unica particolare transazione cercando col nome di Norman Starkey.

Spinsi indietro la mia sedia e fissai il monitor. Il menu del LOCIS della Biblioteca del Congresso mi fissava a sua volta, pulsando.

Le mie mani si posarono sulla tastiera. Digitai:

“Church of Spiritual Technology (Los Angeles)” e presi un profondo respiro, mentre spingevo Enter.

L’elenco inizio a comparire sullo schermo:

   V2927 P225 THRU 227          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  3 Ott 93

   PARTY 1: Founding Church of Scientology of Washington, DC.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: HCOB del 26 Novembre 1959, l’interpretazione dell’American personality/Oxford capacity analyses e altri 5 titoli. Trasferimento di copyrights.

   V2927 P235 THRU 237          (COHD)

   RECORDED:  13Dec93

   EXECUTED:  11Nov93

   PARTY 1: Hubbard Association of Scientologists.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Jounal of Scientology e 7 altri titoli.  Trasferimento di copyrights.

 

   V2927 P228 THRU 230          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  11 Nov 93

   PARTY 1: Hubbard Dianetics Foundation.

   PARTY 2: Church of Spirtual [sic] Technology (Los Angeles)

   NOTA: Trasferimento di copyrights.

 

   V2927 P231 THRU 234          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  11 Nov 93

   PARTY 1: Hubbard Dianetics Research Foundation.

   PARTY 2: Church of Spirtual [sic] Technology (Los Angeles)

   NOTA: Dianetics auditors bulletins e 21 altri titoli.  Trasferimento di copyrights.

 

   V2927 P238 THRU 260          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  29 Nov 93

   PARTY 1: Norman F.  Starkey, trustee, Author’s Family Trust-B.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Modello di operativo e organizzazione OT basata su un sistema a 7 divisioni e altri 7730 titoli. Trasferimento di copyright.

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P238-724)

 

   V2927 P210 THRU 217          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  2 Dic 93

   PARTY 1: Hubbard Association of Scientologists International Inc.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: HCO information letter del 25 Luglio 1961, processing infants e 200 altri titoli.  Trasferimento di copyrights

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P210-224)

 

   V3058 P155 THRU 164          (COHD)

   RECORDED:  29 Nov 94

   EXECUTED:  18 Nov 94

   PARTY 1: Mary Sue  Hubbard, vedova, Diana Meredith Dewolf Hubbard Ryan, Mary Suzette Rochelle Hubbard, Arthur Ronald Conway  Hubbard, Lafayette Ronald Conway  Hubbard , Jr. alias L. Ron Hubbard , Jr. alias Nibs  Hubbard alias Ronald Dewolf Katherine May Hubbard  Gillespie, figli dell’autore deceduto, L. Ron  Hubbard, by Church of Spiritual Technology (Atty)

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Cerimonie della Chiesa fondatrice di Scientology e altri 1.364 titoli. Di L. Ron Hubbard, assegnazione di copyrights.

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V3058 P155-208)

   V3176 P194 THRU 210          (COHD)

   RECORDED:  7 Nov 95

   EXECUTED:  22 Mag 95

   PARTY 1: Mary Sue  Hubbard, vedova, Diana Meredith DeWolf Hubbard Ryan, Mary Suzette Rochelle  Hubbard, Arthur Ronald Conway Hubbard, Lafayette Ronald  Hubbard , Jr. alias L. Ron Hubbard , Jr. alias Nibs  Hubbard alias Ronald  DeWolf & Katherine May Hubbard  Gillespie, figli dell’autore deceduto, L. Ron  Hubbard, by Church of Spiritual Technology (Atty)

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Libro introduzione all’E-Meter e altri 159 titoli.

Stavo seduta in stato di shock, e un brivido mi fece tremare tutto il corpo. Non avevo mai visto *QUESTI* prima. Questi erano Le COSE VERE! Questi erano i VERI MATERIALI ORIGINALI di L. Ron Hubbard. Questi erano i copyrights di tutti i materiali di SORGENTE. TUTTI quanti.

Inviai i documenti alla stampante.

Ma, cosa è successo agli altri trasferimenti di copyright che avevo trovato e messo a disposizione precedentemente, quelli che finirono alla cosa chiamata Church of Spiritual Technology solamente, senza l’estensione (Los Angeles)? Cos’erano quelli?

Li cercai tra i miei file e li visualizzai.

Dio, non può essere! Ma invece è così! Uno per uno marciarono sullo schermo, come piccolo demoni verdi, rivelando i loro piccoli segreti uno per uno. Si misero in fila, rivelando la loro ancestrale linearità. NESSUNO DI QUESTI ERA DI L. RON HUBBARD! Solo un esempio racconta l’intera storia:

     V3229 P151 THRU 163          (COHD)

     RECORDED:  19 Apr 96

     EXECUTED:  27 Feb 96

     PARTY 1: Church of Scientology International.

     PARTY 2: Church of Spiritual Technology.

     NOTA: Corso per auditor di Drug Rd di Scientology e altri 1.030 titoli; scritti religiosi. Autore o co-autore Church of Scientology International, derivante da o basato sui lavori letterali di L. Ron Hubbard, alias Lafayette Ronald Hubbard. Assegnazione di copyright.

    FULL DOCUMENT RANGE: (In V3229 P151-220)

MILLE! Oltre 1.000 titoli, in un unico trasferimento, e NESSUNO DI QUESTI era di L. Ron Hubbard! TUTTI quanti erano stati scritti o co-autorizzati da “Church of Scientology International, derivati o basati su…” OLTRE UN MIGLIAIO!

Però era solo UNO dell’intera lista di trasferimento di copyrights a quella cosa chiamata “Church of Spiritual Technology”.

Uno dopo l’altro i titoli marciavano assieme alla verità sul loro reale autore, che appariva nel campo NOTA:

Le conferenze sull’Accademia, livello 0 e altri 154 titoli; lavori religiosi e di narrativa. Autore o co-autore: Bridge Pubblication Inc., derivati o basati sul lavoro letterario di L. Ron Hubbard, alias Lafayette Ronald Hubbard.

“Avventure e storie corte, volume 5 e 42 altri titoli; lavori religiosi e di narrativa. Autore o co-autore: Author Services Inc., derivati da o basati sul lavoro letteraio di L. Ron Hubbard, alias Lafayette Ronald Hubbard”. Assegnazione di copyrights … della Church of Scientology International. Assegnazione. … di Author Services Inc. Assegnazione”.”

Spinsi il bottone Power del terminale e mi allontanai bruscamente. Rimasi seduta nel silenzio e nella penombra, solo la luce giallastra della lampada puntata altrove, pallida, malaticcia. Il mio respiro divenne udibile, corto e acuto.

Era incredibile! Esistono davvero DUE CST! E sono identificabili nella Libreria del Congresso, una col nome di “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”, e l’altra semplicemente come “Church of Spiritual Technology”.

Sembra che una di queste ora possegga tutti i lavori ORIGINALI di L. Ron Hubbard, mentre l’altra possiede solamente i lavori “basati su o derivati dai suoi lavori”.

Iniziai a battere i denti, a tremare. Era veramente un mistero. Un GRANDE mistero.

La stampante arrivo alla fine. Ancora silenzio. E buio.

Un buio perfetto. E la paura si fece strada, lentamente, silenziosamente.

Strappai i fogli dalla stampante e li separai lungo le perforazioni, mi versai un caffè.

Sedetti alla scrivania e iniziai a correre con gli occhi lungo la lunga lista di registrazioni di quella cosa, la “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”, solo per assicurarmi di non aver mancato qualcosa.

Sorseggiai il caffè mentre guardavo la prima pagina. Poi, sputai fuori un fiotto nero di liquido. Cosa? Ma stavo veramente *vedendo* questo? Com’è possibile? Ma era li, su una delle registrazioni che avevo visto sullo schermo e ora sulla pagina stampata che avevo in mano:

   V2927 P210 THRU 217          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  2 Dic 93

   PARTY 1: Hubbard Association of Scientologists International, Inc.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTE:   NOTA: HCO information letter del 25 Luglio 1961, processing infants e 200 altri titoli. Trasferimento di copyrights

  FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P210-224)

Qualcosa che era MORTO da tempo aveva trasferito i copyrights alla “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”. E io avevo la PROVA in mano.

Presi dallo schedario il plico marcato HASI. Lo adagiai sulla scrivania e lo aprii. Estrassi le copie in microfiche dei file presi all’Arizona Corporation Commission. Ogni cosa che riguardava la “Hubbard Association of Scientologists, International, Inc.”. Cercai l’ultimo record e lo trovai proprio li, in fondo a  ogni cosa.

Il certificato di morte, la versione scansionata da ARS:

                   CERTIFICATO DI REVOCA

HUBBARD ASSOCIATION OF SCIENTOLOGISTS INTERNATIONAL INCORPO

P O BOX 242

SILVER SPRING    MD

The Arizona Corporation Commission, ai sensi della SEZIONE DELLO STATUTO RIVISTO DELL’ARIZONA 10-095, in questa sede, revoca la sopracitata corporazione e i suoi articoli corporativi per i seguenti motivi:

      FALLIMENTO NEL COMPILARE IL RAPPORTO ANNUALE

DATA___________MAGGIO 10___   19__77__

[firme]  Bud Tims          Ernest Garfield            Jim W[illeggibile]

___________________________________________________________________

           CHAIRMAN            COMMISSARIO           COMMISSARIO

COME TESTIMONE IN QUESTO CASO, Ho apposto la mia mano e apposto il sigillo ufficiale della Commissione sulle Corporazioni dell’Arizona, in Campidoglio, nella città di Phoenix, questo __10°__ giorno di ____MAGGIO_______, 19___77___

[firma] Donald E. Vance

___________________________

SEGRETARIO ESECUTIVO

Statuatory Ref. A.R.S. 10-095

ABCA Form No. 46D – 7/76 (Domestic)

Sezione Revoche

E così morì la tanto amata HASI di L. Ron Hubbard, il 10 Maggio 1977, appena 27 anni e un giorno esatti dopo il rilascio di “Dianetics, la scienza moderna della salute mentale”.

Morì lo stesso giorno che Gerald Wolfe, l’impiegato dell’IRS che aveva passato al Guardian’s Office documenti rubati, testimoniava davanti al “Gran Jury” dell’Ottobre 1976, portando all’arresto e condanna di Mary Sue Hubbard e altri leader di Scientology. Morì 10 giorni prima che Micheal Meisner si costituisse nelle mani dell’FBI, per testimoniare contro Mary Sue Hubbard e gli altri. Morì poco meno di un mese prima che l’FBI compisse i raid contro i quartieri generali di Scientology.

E qui c’era, solitario e mai pubblicato, il suo necrologio.

Strano, dopo averci investito così tanto, L. Ron Hubbard non spese nemmeno una parola d’addio. Mi chiedo perché.

Quindi, com’è possibile che sia risorta dalla tomba, sedici anni dopo, e abbia magicamente trasferito i suoi copyrights alla “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”? In che modo?!

E la Hubbard Dianetics Foundation?

Ma dov’erano loro? Il consiglio dei direttori! Potrebbe essere che John W. Campbell, Dr. Joseph Winter, Don Rogers, Art Ceppos e Parker C. Morgan? Possibile? POSSIBILE?  Ovunque fossero, sapevo che c’era lo zampino di Normy.

Stando ai file della Biblioteca del Congresso, in qualche modo, l’11 Novembre 1993, la “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)” – assieme ai loro cari amici dell’IRS – hanno riesumato anche la Hubbard Dianetics Foundation, morta fin dal 1952, e gli hanno fatto trasferire TUTTI I COPYRIGHTS A LORO! (è risaputo che l’IRS porta via ogni cosa anche ai morti, sempre, prenderebbero pure i dobloni dagli occhi di un uomo morto, anche il sangue dalle pietre. MA QUESTO?!)

M’ero dimenticata della ‘Hubbard Dianetic Foundation!’ Ricordate? Wichita, 1951? Beh…

Una sensazione di freddo, poi una voce nell’ombra. Era Normy il serpente: “Continuiamo col programma. Ecco, ora il pacco completo delle SPD – guarda, non sono pericolose. E osserva tutte queste parole, ben impacchettate, basate sui lavori di L. Ron Hubbard. Non vedi che c’è il suo NOME qui? Ora è registrato come un marchio d’impresa – stampato meravigliosamente. Cos’altro ti serve? Ne ho una libreria piena qui. Più le combatti più duro sarà”.

La porta della stanza Audio Video si aprì, apparve il fantasma di un funzionario dell’IRS, mi scivolò attraverso, lasciando una scia olezosa. “Stai zitto! Verme. Tu occupati delle corporazioni 501©3, che ti abbiamo lasciato da sistemare e vai a seppellire dell’altra ‘Standard Tech nei tunnel’. Mi occupo io di lei”.

Ne avevo abbastanza!

Sbattei la porta e la chiusi, il fantasma la riaprì con un colpo secco. Un flusso di aria fredda, invernale, mi colpì il volto. Cercai di fuggire facendo i gradini tre alla volta, e quando colpì il pianerottolo in fondo alle scale mi scontrai con l’universo fisico!

Tutto svanì, rimase solamente una luce, amichevole, come fiocchi di neve che cadono lungo la via alla luce dei lampioni. Quasi mi sentivo dispiaciuta per lui, Normy il Verme. Nella mia mente mi fece un ultima domanda: “Ci dirai almeno chi sei veramente?

 “Si, vi dirò che sono. Sono l’amante dal sangue caldo, sono una indomabile studiosa, che non si ferma mai, inflessibile, implacabile, morbida come la seta, dai muscoli sodi, l’inesistente BIBLIOTECARIA! E non dimenticatelo mai voi e i vostri amici. E fino a quel momento, ritornate nel vostro buco multi milionario, ad accarezzare le vostre “proprietà intellettuali” rubate, e sognatele pure“.

Girai i tacchi e tornai a casa, piangendo e ridendo allo stesso tempo, quasi congelata nel freddo invernale. Mi rintuzzai il bavero del cappotto e percorsi velocemente tutta la strada.

La verità a volte è semplice, laBibliotecaria non esiste, eccetto forse, sulla carta.

LA BIBLIOTECARIA

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Dianetica nera, Scientology reverse, Sea Org

ORIENTATION

Siete Scientologist? Pensate con la vostra testa!

Cominciamo ad entrare nei dettagli di questa frode. The Librarian è un personaggio molto particolare, tipo un piccolo topo di biblioteca che grazie a internet (Ohhh, internet, la manna che cade dal cielo per la comunicazione globale), ha scoperto quintali di informazioni utili per noi tutti. Vedete, un SP o semplicemente chi vuole controllarci, è portato a lasciare tracce ovunque. Cosa scriveva Ron? “Il criminale lascia sempre tracce per essere scoperto“.

Ma leggete, leggete. Il tutto proviene da alt.clearing.technology, anno 1997

(Ci scusiamo per la qualità del film, ma la Chiesa lo tiene SEGRETO)

Sono certa che non significa nulla. Forse dovrei solo accartocciarlo e tirarlo via, assieme a tanti altri pezzi di carta.

Si, penso che sarà ciò che farò. Oppure no? Perché dovrei?

No no! Non posso farlo! Ho realizzato che se anche lui non lo vuole, forse a qualcun altro potrebbe servire, potrebbe essergli utile, quindi eccolo!

Ma prima un po’ di background:

Il film che io e lui dovevamo vedere si intitolava “Orientation”.

Comunque, CHIUNQUE può vederlo in un’Org o Mission di Scientology.

Tuttavia, penso siano ciance senza senso (Opinioni personali badate bene!)

Ta-daaaaaa!! Bene, il FATTO NUDO E CRUDO è che prima di poterlo vedere dovevo superare quella piccola “Attestazione” che si fa assieme al film.

Vedete, recentemente è venuto fuori che, NESSUNO può iniziare un servizio di Scientology senza prima aver visto questo film, ed aver FIRMATO UNA ATTESTAZIONE che dice che lo si è visto.

E questo vuol dire OGNI persona, vecchia o nuova, di OGNI organizzazione di Scientology DEVE firmare una di queste “Attestazioni”.

Eccovi il testo:

 Attestazione:

“Ho visto il film ‘Orientation’ e ora sono informato e consapevole che SCIENTOLOGY è una religione, i suoi insegnamenti sono religiosi e la natura delle sue affermazioni sono religiose. Comprendo ulteriormente che se desidero partecipare ai servizi di SCIENTOLOGY, lo faccio con la piena consapevolezza che si tratta di servizi religiosi e che vi partecipo secondo i principi ecclesiastici della RELIGIONE DI SCIENTOLOGY”.

FATTO: Ogni persona deve firmare e apporre la data prima che possa fare *qualsiasi* servizio in una organizzazione di Scientology.

Ora, so bene che queste esatte parole non sono molto importanti – è solo la mia fervente immaginazione che mi fa pensare che lo siano.

Naturalmente, il fatto che questa *ATTESTAZIONE* sia stata implementata dopo la firma dell’accordo segreto con l’IRS non è di *NESSUNA* conseguenza. Vero?

Ma, per ciò che mi riguarda, non riesco a capire questa parte:

Vedete, tempo fa c’era un piccolo libretto sul film *ORIENTATION*, distribuito agli staff assieme al film. Il libretto descriveva tutti i dettagli per la presentazione del film, incluso le precise istruzioni sul far firmare ad OGNUNO una *Attestazione*. Al pubblico non viene permesso di vedere questo affascinante libretto, ma si da il caso che ne abbia qui in libreria una copia!

Voglio dire, sono la bibliotecaria? Vengo pagata per questo o no?

Ed ecco alcune delle cose molto strane che scrivono sul libretto:

RIGUARDO ALLA FIRMA DELL’ATTESTAZIONE:

“Nessuno che abbia visto questo film può in seguito dichiarare di non essere totalmente informato di questi aspetti legali”.

E poi continua:

“Tuttavia, questi aspetti giuridici di ORIENTATION non sono da sottolineare quando si comunica col pubblico”.

Ecco quindi i FATTI NUDI E CRUDI. Qualcuno più intelligente di me mi dovrà spiegare perché è così importante far firmare a TUTTI “furtivamente” un “accordo legale vincolante” che stanno partecipando, secondo principi ecclesiastici, alla “RELIGIONE di SCIENTOLOGY”.

Voglio dire, solo perché “La religione di Scientology” viene definita nel libretto IRS/Scientology – Descrizione: la religione di Scientology  è “Esclusivamente basata sulle ricerche, scritti e conferenze audio di L. Ron Hubbard” – sono certa che non ha nulla a che fare con la “coincidenza” che certi lavori alterati vengono creati “basandosi esclusivamente sui lavori di L. Ron Hubbard” e che questi sono i SOLI LAVORI CHE IN QUESTO MOMENTO VENGONO VENDUTI, sia agli scientologist che al resto del mondo.

Scientology e la Religione di Scientology?

Bene, ma lo sapete che hanno avuto l’audacia di dire la verità? Proprio qui, su quello stesso libretto che l’IRS ha messo a disposizione.

E’ un FATTO! Voglio dire, specialmente dopo tutte queste buffonate riguardo ai copyright di cui abbiamo parlato. Ma è qui, scritto nero su bianco. Ve lo leggo:

“Scientology è una filosofia religiosa applicata. Il suo obiettivo e di portare l’individuo alla comprensione di se stesso e della sua vita come essere spirituale e in relazione all’Universo come intero.

La Religione di Scientology si basa esclusivamente sulle ricerche, gli scritti e le conferenze registrate di L. Ron Hubbard”.

Wow! Scorrevole come quando ti lecchi le dita dopo aver mangiato il pop corn! Voglio dire, “Suona” come stiano parlando della stessa cosa, per lo meno finché continuano a pensare che siamo stupidi come pensano che siamo.

Vedete, la prima definizione descrive Scientology esattamente com’era definita in origine, poi ci hanno infilato dentro quella piccola, “dolce“, definizione sulla “Religione di Scientology”. Come fosse un pezzo unico.

Adoro il loro linguaggio: “BASATO ESCLUSIVAMENTE SU…”. Dio mio, ma pensate l’abbia scritto un avvocato? Io si! Un qualche avvocato rinsecchito come una prugna, claudicante, col bastone. Proprio il tipo amato dall’IRS, perché questo libretto l’ha proprio DISTRIBUITO L’IRS!

Vedete, proprio un filibustiere dalla pancia di serpente, tipo i tizi che dirigono CST in questo momento, o gli stessi che hanno creato RTC – avrebbero potuto immaginarsi di scrivere “Esclusivamente” dentro al libretto. Sperando che nessuno avrebbe notato il seguito; “Basato su…“. In questo modo, la Religione di Scientology, non deve per forza derivare dalle ricerche, gli scritti o le conferenze di L. Ron Hubbard; deve solo BASARSI su di esse.

Questo significa che Sherman Lenske e i suoi manigoldi di CST – che possiedono tutti i copyrights – ora hanno anche l’approvazione ufficiale dell’IRS (Visto che è stata l’IRS a pubblicare questa definizione) per vendere *QUALSIASI COSA VOGLIANO VENDERE* come “Religione di Scientology”, fintanto che ha una connessione ai lavori di Hubbard.

Possono allegramente riscriverla, contorcerla, cambiarla, fare qualsiasi cosa vogliono, impacchettarla e venderla agli Scientologist. E gli Scientologist non possono nemmeno lamentarsi, non possono nemmeno citarli in giudizio! Lo sapevate?

Oh, penso di aver dimenticato di menzionare questa parte! Vabbè, ora l’ho detta.

So che ci sarà sicuramente un motivo più semplice e ragionevole che spieghi tutte queste coincidenze, ma oddio! Voglio dire, devo andare a cambiarmi, devo farmi le unghie, sono così “delicate”, e cosa più importante, dedicarmi a cose più *qualificate* per una signorina del mio rango.

Quindi, se siete li fuori da qualche parte e state leggendo, ci sono dei FATTI, verificateli da soli, io ho un appuntamento.

LA BIBLIOTECARIA

14 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Dianetica nera, Scientology reverse

14 PUNTI PER LA RIFORMA DI SCIENTOLOGY

Siete Scientologist? Pensate con la vostra testa!

THE PILOT


Kenpiano 

CHI E’ THE PILOT?

Abituiamoci a questo nome, posteremo molti estratti dei suoi lavori, ma anche dei suoi commenti, apparsi sui vari forum a fine anni 90.

—————————-

The Pilot, ovvero Ken Ogger. (Una breve panoramica).

Questo è diretto a coloro che non hanno familiarità con The Pilot, con i suoi lavori e gli effetti che creò nella Freezone.

Nel tardo Febbraio 1997, The Pilot si presentò alla Freezone in un modo alquanto insolito. Postò su un newsgroup internet, alt.religion.scientology, il suo ormai famoso lavoro “SuperSciò: il libro di The Pilot”, che è un profondo compendio sul materiale per il Clearing non reperibile da nessun’altra parte.

Subito dopo questa introduzione, The Pilot iniziò a postare commenti una o due volte al mese, sia su alt.clearing.technology che su alt.religion.scientology, e ogni newsgroup riceveva commenti appropriati. Questi messaggi comprendevano argomenti che variavano da discussioni profonde sulla tech a rapporti di ricerca innovativi, con molte curiosità umoristiche a condimento dei suoi commenti.

Non commettete l’errore di pensar male, The Pilot amava la tecnologia del Clearing e lo ha dimostrato non solo con le sue discussioni tecniche e rapporti di ricerca, ma nel modo in cui le comunicava. Mentre leggete i suoi materiali, noterete la sua condotta etica, la morale, le idee su cosa promette e cosa fa la tecnologia del Clearing.

Nel Dicembre del 1997, The Pilot postò un libro su internet, si intitolava “Self Clearing”. The Pilot lo descrive come un libro fai da te che può essere studiato ed usato da chiunque a casa propria, non solo per chiarire se stessi dalle aberrazioni, ma anche per migliorare le proprie abilità avanzate in campo spirituale.

Le ricerche e le discussioni tecniche continuarono senza sosta fino a che The Pilot finì in seri guai fisici nel Dicembre del 1999, a quel punto i suoi commenti si ridussero drasticamente. Nel seguente anno si impegnò molto per risolvere ciò che gli era successo, cercando di capire cosa era e perché. Finalmente, alla fine di Novembre del 2000, diede un addio affettuoso a coloro che lo avevano seguito nei suoi scritti, sperando che una nuova svolta gli avrebbe permesso di superare le sue barriere fisiche.

The Pilot, è diventato, da anonimo ricercatore, colui che ha viaggiato su una strada che ha fornito alla Freezone gli strumenti di ricerca che permetterebbero a tutti di riprendere il lavoro da dove lo ha lasciato. Ma, cosa più importante, ha creato un nuova forma di rispetto per la tecnologia del Clearing.

Ken Ogger, alias The Pilot, è morto nel 2007.

Godetevi questo primo post di The Pilot, tratta della sua visione su una ipotetica riforma della Chiesa. Riforma che abbiamo tutti visto essere impossibile.

————————————–

L’obiettivo generale è il ripristino della verità, l’aperta comunicazione e l’interesse per il nostro amico Uomo.

  1. Riconoscere che il soggetto è ancora nella sua linea di ricerca. Ridefinire lo stato di Clear come un essere “non più effetto della forza delle immagini mentali e libero da pensieri reattivi stimolo/risposta”. Riconoscere che questo non cancella i Gradi di Release o maneggia i problemi fondamentali, gli overt e i turbamenti causati in origine dal decadimento dell’essere. I livelli OT sono un gradiente che permette all’essere di vedere questi sulla traccia primordiale.
  2. Cancellazione della confidenzialità. Rimettere l’enfasi su Scientology come religione e abbandonare il punto di vista che è una compagnia con segreti commerciali. Porre termine a tutte le cause legali, eccetto a quelle necessarie per difendere la Chiesa da attacchi diretti. Per quanto riguarda la libertà di religione, tutti i materiali dovrebbe essere facilmente disponibili per chiunque, senza guardare al loro status dentro all’ortodossa Scientology.
  3. Promuovere la comunicazione libera e aperta. Cancellare “Autorità delle Pubblicazioni” e “Burloni e denigratori”. Usare “Mescolare pratiche” solo per proibirne la vera pratica mentre si prova a fare i livelli di Scientology nello stesso momento. Porre fine alla persecuzione di squirrel e psych, eccetto per situazioni di reale abuso fisico. Un riconoscimento che abbiamo condiviso gli obiettivi con molti altri gruppi.
  4. Cancellazione delle verifiche di eleggibilità per gli studenti e i pc. Ripristino della santità del confessionale, anche per coloro che in seguito sono stati dichiarati nemici. Uso dell’FPRD solo come azione maggiore di caso a scopo di guadagni di caso e non per ottenere dati.
  5. Cancellazione di tutte le policy sulle persone soppressive e fine delle dichiarazioni di persone SP. L’uso di “Ordine di non inturbolazione” per la durata dell’addestramento o del processing, e solo come ultima spiaggia quando una situazione PTS non si può maneggiare altrimenti. Una assoluta e totale amnistia per tutte le azioni del passato (perché non capiremo mai cosa era giustificato e cosa no). A seguire, le persone verranno dichiarate solo nemici se attaccano la Chiesa in modo flagrante e irragionevole. Eliminazione dell’uso di “Basse Condizioni”, eccetto in circostanze di pericolo o danno comprovato.
  6. Istituire un Divisione Internazionale del Cappellano all’interno di OSA, e un ufficio espanso del Cappellano all’interno delle organizzazioni, con tutti i poteri di giusto e sbagliato, con la possibilità di annullare la policy quando c’è bisogno, e mantenga l’operatività delle org un modo etico verso gli staff e il pubblico.
  7. Porre fine agli abusi fisici, incluso la cancellazione dell’RPF, e porre fine a tutte le penalità per le condizioni basse. Porre anche fine alle negligenze e abusi della Sea Org verso i bambini.
  8. Addestramento intensivo nella tech, co-auditing e Solo auditing consegnati localmente a tutto lo staff come scambio per la paga bassa e le lunghe ore di lavoro.
  9. Un continuo release di nuovi livelli OT, e continua esportazione di questi livelli alle org più basse man mano che i livelli diventano un servizio primario per le org maggiori.
  10. Una pulizia e semplificazione dei prezzi. Comportamento etico sul soggetto dei soldi. Ripristino della policy “Solo i conti parlano di soldi”.
  11. Pieno reintegro della policy del 1967 “Nuove regole di 2D”.  Far cadere tutte le regole riguardo agli omosessuali ecc… La Sea Org deve avere una immagine da mantenere, quindi i loro staff non dovrebbero essere selvaggiamente promiscui o organizzare orge, ma non devono nemmeno essere più puritani di quanto sia normalmente accettato dalla società intera.
  12. Cambiare da dirigere con le stat a dirigere per buoni indicatori, con le stat usate solo come un indicatore molto importante per il management.
  13. Ribadire che la policy è una guida, non un assoluto (leggete “Teoria dell’organizzazione: cos’è la policy”).
  14. Più verità, più comunicazione, più ARC. Meno interesse per la PR. Più compassione e meno vessazioni.

The Pilot

10 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

alt.scientology.war

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

1995 – Ecco l’inizio della libera informazione

su UserNet, precursore di Internet.

Questa e’ la storia.

 Da li a poco

anche in Italia sarebbe nato il primo sito

di libera informazione gestito e curato da Simonetta Po.

Nonostante io personalmente non condivida la presenza di dati “confidenziali” nel suo sito,

e’ innegabile un sentito ringraziamento per l’assiduo lavoro di traduzione e redazione che Simonetta ha fatto, pubblicando traduzioni di Libri,

articoli esteri , usi e Costumi da “Scientologesi” e storie di abusi avvenuti per mano della Cof$.

Vi ricordo che Simonetta proviene dall’Emilia Romagna, regione pesantemente colpita da un recente terremoto,

potete trovare sul Blog un Link per mandare un piccolo aiuto direttamente ai comuni colpiti,

senza passare da “associazioni” piu’ o meno dubbie…..

Altrimenti, c’e’ sempre la I.A.S ! 🙂

La guerra sul Net non si è ancora conclusa, le grida alle violazioni di copyright salgono ancora alte nel cielo cibernetico.

La storia non ha mai insegnato nulla a costoro, che non vogliono vedere, non voglio ascoltare, non sono disposti a duplicare.

Nella terra incognita della rete risuonano alte le parole di Young: “L’unica scelta è quella di ritirarsi, non possono vincere“.

Ed è proprio così, non si può vincere quando si cerca di contenere le masse, quando gli si nega l’unica via funzionale che porta l’Uomo fuori dal fango, usando come scusante “Ci spiace, ma questi materiali sullo spirito,  che potrebbero renderti finalmente libero, che sono in grado di farti vivere una vita decente e migliore, che potrebbero porre fine alla miseria culturale di questo pianeta, sono coperti da SEGRETI COMMERCIALI”

Forse non ho capito bene il messaggio di Ron, ma precludere una via funzionale solo perché ci si deve fare su un guadagno personale non è ciò che avevo inteso io.

Ben venga quindi la guerra tra culture aliene. 

original

Quando i computer vengono sequestrati perché apparentemente contengono proprietà intellettuali, e la polizia penetra la sicurezza dei remailer anonimi, i giorni felici della rete, le feste sono finite. Benvenuti in questa guerra, fatta con pallottole reali.

Di: Wendy M. Grossman

Quando i computer vengono sequestrati perché apparentemente contengono proprietà intellettuali, e la polizia penetra la sicurezza dei remailer anonimi, i giorni felici della reta, alt.scientology.war, le feste sono finite. Benvenuti in questa guerra, fatta con pallottole reali.

Benvenuti nel mortale combattimento tra due culture aliene – una guerra molto accesa, con pallottole reali.

Sabato 12 Agosto 1995. Le voci si spargono su tutto il Net: sta accadendo, c’è una irruzione in atto ad Arligton, in Virginia, nella casa di Arnaldo Lerma. Un inserzionista di UserNet ed ex Scientologist. L’intrusione viene compiuta da dieci persone: due sono sceriffi federali; due tecnici di computer, uno dei quali è James Settle, un ex agente federale dell’FBI – esperto di sicurezza; e gli altri avvocati della Chiesa di Scientology. Un avvocato è Helena Kobrin, conosciuta da molti utenti del newsgroup UserNet alt.religion.scientology per via dei suoi post che richiedevano la cancellazione di files contenenti materiali coperti da copyright. Un altro è Earle Cooley, un avvocato della Chiesa che è anche presidente della Boston University. Stanno portando via i computer di Lerma, i dischi di backup e lo scanner. Benché Lerma sia molto preso dalla sua crociata contro Scientology, rimane molto turbato da questo fatto. Come molti di noi, Lerma tiene nel suo pc di casa tutti i file, sia personali che di lavoro.

Gli intrusori gli dicono che riavrà i suoi pc e files entro la settimana. Ma alcune settimane dopo ancora sta aspettando.

Lerma non è il primo. Nel Febbraio dello stesso anno, ci sono state intrusioni simili in casa di Dennis Erlich, a Glendale in California e contro Anon.penet.fi, un remailer anonimo gestito da Johan Helsingius, in Finlandia.

Poi altri – il 22 Agosto 1995. Questa volta le intrusioni sono due. L’obiettivo è FactNet, una libreria elettronica anti-culto e un un archivio con base a Golden, in Colorado. Una delle intrusioni riguarda Lawrence Wollersheim, presidente di FactNet ed ex Scientologist – Lawrence Wollersheim è il vincitore, non pagato, di una causa  multimilionaria contro la Chiesa. L’altro è Bobby Pen, il direttore di FactNet. FactNet si aspettava questa intrusione fin dalla primavera, e aveva detto da tempo agli utenti di scaricare il più possibile dei suoi archivi. In questo momento esistono in giro per il web di tutto il mondo materiali scaricati da FactNet, con utenti in grado di copiarli e ripostarli ovunque, ma sempre più difficili da rintracciare. Ci vorrebbe uno sforzo enorme e una cooperazione internazionale dei poteri di polizia per sequestrarli tutti.

Il newsgroup di UserNet, che è il cuore di tutto questo è alt.religion.scientology. Gli utenti che hanno criticato la religione, sono ancora preoccupati. La chiesa ha denunciato anche il Washington Post per aver pubblicato degli estratti di materiali che essa considera di sua proprietà; la polizia ha fatto visita a XS4ALL, un internet provider Olandese, per confiscare l’equipaggiamento (perché erano a servizio del remailer anonimo e ospitavano la Home page di un utente che aveva postato materiali di Scientology); e ci sono voci che dicono che ci sarà un’altra intrusione a breve su di un altro utente. Le scommesse puntano tutte sulla critica Grady Ward, di Arcata in California, che ha scritto che sua madre di 74 anni è stata visitata da un investigatore di Scientology. Le masse di alt.religion.scientology hanno iniziato a scommettere su quante persone visiteranno la Ward. Altri utenti hanno raccontato di particolari incidenti: investigatori che parlavano col vicinato, stranieri che hanno tentato di appropriarsi dei log telefonici, e-mail inviate al loro SysAdmin, che chiedevano che i loro account venissero chiusi. Ma come è possibile che si arrivi a questo in un paese libero?

Ne viene fuori che un interesse nella libertà di parola e un interesse in Scientology vi potrebbe coinvolgere in una Guerra combattuta su tutta internet. La storia di Scientology contro il Net non è un racconto di ostilità amichevoli come quella del gatto nel microonde del 1993, apparsa su rec.pets.cat. Questo è un combattimento mortale tra due culture aliene – due mondi il cui comune linguaggio maschera l’abisso che c’è tra di loro. Una guerra fiammeggiante con pistole vere. Una battaglia che è passata dalla rete al mondo reale, fatta di polizia, avvocati e perquisizioni armate in cerca di materiale da confiscare. In ultima analisi, il dramma non importa: il vero problema qui sono i confini della libertà di parola e il futuro del materiale coperto da copyright e la proprietà intellettuale, in preda a una tecnologia che può spargerne copie in tutto il mondo in pochi secondi. La Chiesa di Scientology non sarà l’ultima organizzazione, controversa o meno, che cercherà di proteggere i suoi interessi contro la Rete. Alla tecnologia non importa molto dei motivi dei suoi utenti.

In questa storia, i motivi di ognuno sembrano uguali: tutti i partecipanti credono di stare beneficiando l’umanità. Gli Scientologist credono genuinamente che i loro segreti possano salvare il mondo, ma per farlo devono distribuirli a coloro che sono pronti per riceverli. I seguaci sostengono fermamente la nozione che i loro riveriti testi segreti non devono mai venir disseminati, salvo ai rigorosi iniziati che pagano decine di migliaia di dollari per studiarli. I critici insistono che questa religione è una frode che cerca di prendere possesso della mente dei suoi aderenti, per sottrargli ingenti somme di denaro e vendergli ulteriori cavolate; credono che portando alla luce queste verità – e i testi segreti – agli occhi degli utenti UserNet che leggono, sia come proteggerli da questo sfruttamento.

Qualsiasi sia il motivo, quando vengono sequestrati i computer, perché presumibilmente contengono proprietà intellettuali, quando vengono intercettati i messaggi mentre attraversano la rete, o la sicurezza dei Remailer viene invasa dalla polizia, i giorni di Internet, quale proprietà intellettuale privata sono finiti, la festa è finita. Benvenuta la vera politica.

Possediamo queste verità

Alt. religion.scientology non è mai stato un gruppo tranquillo. Fu creato il 17 Luglio 1991 da Scott Goehring, che dice di aver iniziato il newsgroup un po’ per gioco e un po’ “Perché” sentiva che UserNet aveva bisogno di un luogo dove disseminare la verità riguardo a questa pseudo religione. Falsifico la firma miscavige@flag.sea.org sul messaggio usato per creare il newsgroup – un errore di ortografia voluto per il leader della Chiesa David Miscavige (mentre Flag e Sea stavano per alcune delle branche di Scientology, conosciute come Org).

Fin dall’inizio, il gruppo attrasse sia scettici che credenti. Benché non si raggiungesse mai un accordo, i rivali riuscivano a co-esistere in un equilibrio pieno di tensioni, in cui spesso la Rete è specializzata. Riuscirono anche ad avere diversi tipi di FAQ, invece di una sola lista di Domande Frequentemente Poste (Frequently Asked Questions), per introdurre i nuovi arrivati ad entrambi i lati del gruppo. Mentre ogni lato criticava gli scritti dell’altro, non c’è mai stato un serio intervento per screditare le FAQ. Dimostrarono anche una certa tolleranza per un utente Olandese particolarmente veemente, che dichiarò la maggior parte degli utenti essere Persone Soppressive (SP), l’equivalente di scientology per gli scomunicati. Si faceva chiamare l’Ispettore di Ron e credeva di essere in contatto telepatico con il fondatore di Scientology L. Ron Hubbard, che morì nel 1986.

Hubbard è stato uno scrittore di fantascienza professionista. I suoi libri, monografie, policy interne e documenti, nonché le conferenze registrate, formano ciò che la Chiesa dice essere le sue scritture sacre. I materiali più avanzati vengono attentamente protetti: Hubbard aveva dichiarato che chiunque venisse esposto ai segreti del Thetan Operante, poteva star male, anche morire se poco iniziato. Tutte le azioni legali contro gli utenti UseNet facevano riferimento alla protezione di queste scritture segrete.

Queste intrusioni e cause legali sono giunte dopo un lungo periodo di violenza verbale. Uno dei primi passi verso questa guerra è stata l’emergenza, verso il 1990, causata da un gruppo che voleva separarsi dalla Chiesa e dalle sue scritture. Si chiamava Freezone. Questo gruppo consisteva di persone che avevano lasciato la Chiesa, ma che ancora volevano praticare i suoi insegnamenti – usare la tecnologia, come sostenevano quelli della Freezone. L’ex Scientologist Homer Smith è uno di questi. Che voleva incoraggiare una discussione seria sulla tech, lontano dalla rumorosa rissa del vicino di casa su alt.religion.scientology, Smith aprì un secondo gruppo, chiamato alt.clearing.technology, a questo scopo. Anche allora, un critico della Chiesa arrivò per primo. Chris Schafmeister, uno studente laureato in biofisica all’Università della California, fece uno scherzo a UserNet: potete leggerlo in una qualche vecchia raccolta UseNet, dove si sostiene che alt.clearing tachnology riguarda la discussione sulle cure per l’acne giovanile.

Schafmeister fu uno dei primi stridenti critici ad unirsi alla discussione di Scientology sul Net, ispirato dai volantini esposti sui muri della Scuola Medica di San Francisco. Disse di essere “veramente arrabbiato” per il modo in cui questi utenti criticavano i malati, le persone depresse e i defunti pur di vendergli un corso di Scientology da 60$. Stando a questo, passava i suoi momenti liberi dallo studio litigando con gli utenti dell’organizzazione presenti su UserNet. Schafmeister fu il primo a scoprire che la chiesa aveva più di un interesse riguardo alla discussione che avveniva su alt.religion.scientology.

Fu uno scientologist che si fece amico sul Net, che gli diede una copia di una lettera proveniente da un membro dello staff chiamato Elaine Siegel. Attratto dai suoi contenuti, la posto immediatamente su alt.religion.scientology. la Siegel si identificava come componente dell’Ufficio degli Affari Speciali Internazionale, che si dice essere la branca della Chiesa che si occupa della sicurezza. Si indirizzava agli scientologist presenti su Net, suggerendo loro di inondare il Net con messaggi positivi riguardo a Scientology in risposta alle critiche che venivano postate. Diceva in parte; “Se immaginate 40 o 50 scientologist che postano sul Net ogni giorno, riusciremo a spazzare via gli SP dal sistema. Sarebbe molto semplice”. Finiva con; “ Mi piacerebbe sentire le vostre idee riguardo a rendere Internet uno spazio sicuro per Scientology in cui espandersi”.

Quando qualcuno chiese all’avvocato della Chiesa, Helena Kobrin, riguardo a quella lettera, lei disse; “la lettera di Ms Siegel non è una policy ufficiale della Chiesa”. Ora le cose sarebbero diverse se avesse detto il contrario. Durante l’estate del 1994, la lettera venne copiata sulla rete, la sua diffusione aumento il dibattito, portando altra politica dentro il newsgroup: persone che volevano difendere il Net contro ciò che vedevano come una minaccia alla loro libertà. Molti di questi non sapevano nulla di Scientology, agivano per ragioni diverse. Capo su tutti fu Dennis Erlich, che si faceva chiamare “ministro” e che forniva “informazioni a supporto delle persone che erano state soggette a gruppi altamente esigenti. È stato in Scientology per 15 anni.

Erich lasciò la chiesa nel 1982, dopo ciò che descrive come un tentativo fallito di riformarla dal di dentro.”Mi ha reso una persona non grata, e non era più possibile lavorare con me perché non seguivo più gli ordini”. Venne dichiarato SP e da allora di è dedicato a screditare la Chiesa in ogni opportunità che si presentava. Molti veterani del newsgroup hanno detto che il tono era cambiato quando Erlich si è avvicinato nel 1994. Lui è d’accordo – e ne è fiero. “Le persone discutevano le cose come se fossero a una festicciola”, dice sdegnato. I suoi punti di vista verso la Chiesa erano così veementi che era difficile immaginare che potesse arrivare ad un accordo amichevole con gli Scientologist – o loro con lui. I suoi post erano così critici, pieni di estratti presi dalla letteratura della Chiesa, che presto alt.religion.scientology passò da un club di persone che dibattevano a un vero e proprio campo di battaglia.

Duello di cancelbot

Poco prima del Natale 1994, molti messaggi del newsgroup alt.religion.scientology iniziarono a svanire misteriosamente. Ancora oggi non si conosce il contenuto dei messaggi spariti. Molte persone pensano di conoscere il responsabile, ma raccogliere le prove e comprendere cos’è successo sono due cose diverse.

La maggior parte del software di molti lettori del Newsgroup era dotato di servizi di cancellazione. Sono abbastanza semplici: chi posta invia un messaggio con all’interno un comando di auto-cancellazione, spesso contenente una breve spiegazione del perché della cancellazione, questo messaggio si propagava attraverso UserNet, da server a server. Il comando di cancellazione istruiva il sistema di ignorare l’utente che aveva appena postato un messaggio, identificando il codice unico assegnato ad ogni post scritto in precedenza. Mentre la configurazione permette agli utenti di cancellare i propri post, cancellare i messaggi di altri era un po’ più complicato: il probabile “censore” doveva falsificare un messaggio per farlo sembrare come se arrivasse dall’utente originale. Non è molto difficile da fare se si sa usare il computer.

Ci sono ragioni legittime – o perlomeno approvate dal Net – per la cancellazione. Un gruppo di persone conosciuto come CancelMoose, per esempio, rimuovevano la spam, quelle email di massa inappropriate che vengono postate su tutta la rete, spesso a scopi commerciali. Quando veniva stimolato dalle lamentele degli utenti su alt.current.net-abuse, il CancelMoose estraeva i messaggi dai contenuti più vari, postati su più di 25 newsgroup. Coloro che facevano parte dei CancelMoose si prendevano responsabilità per le loro azioni – infatti, si pubblicizzavano come un servizio pubblico. Le cancellazioni su alt.religion.scientology invece erano diverse. I messaggi che sparivano erano stati inviati a un singolo newsgroup, e nessuno se ne è mai preso la responsabilità. Così, essendo questo il Net, venne sviluppato un programma per controllare cosa veniva cancellato. Il programma si chiamava Lazarus.

Lazarus fu un altra idea di Chris Schafmeister. Si avvantaggiava del fatto che ogni post aveva una intestazione – con la data e il soggetto, chi l’aveva inviato e tante altre informazioni impacchettate in testa ad ogni file – l’intestazione veniva registrata in un log generalizzato su di un server UserNet e ogni comando di cancellazione finiva in un newsgroup chiamato Controllo. Schafmeister pensò che un programma avrebbe potuto scansionare ogni giorno le migliaia di messaggi di cancellazione postati su Controllo e metterle a paragone al megalog di intestazioni, specificamente quelli che venivano dirottati da alt.religion.scientology. Se Lazarus trovava una uguaglianza, significava che un messaggio diretto ad alt.religion.scientology era stato cancellato e si era propagato a tutti i server di UserNet. Quindi i lettori di alt.religon.scientology venivano messi in guardia. Sarebbe stato compito dell’utente che aveva postato il messaggio cancellato rimetterlo su se voleva. Homer Smith si avvantaggio dell’idea e lo implementò come uno script Perl, che era disponibile a tutti gli utenti del Net. Però ci volevano particolari abilità per usarlo.

 “Perlomeno possiamo vedere quando vengono cancellati i messaggi”, disse Schafmeister. Ma Lazarus era limitato: non poteva identificare chi cancellava. Questi venivano chiamati colloquialmente CancelBunny. Quando Lazarus iniziò a riportare che i messaggi venivano cancellati “PER VIA DELLA VIOLAZIONE DEI COPYRIGHT”,  la maggior parte degli utenti del newsgroup confermarono i loro sospetti istintivi – il CancelBunny erano una o più persone rappresentanti la Chiesa.

Quando in Aprile chiesero ad Helena Kobrin riguardo alle cancellazioni, lei replicò con un messaggio e-mail: “Nello sforzo di proteggere i propri diritti, la Chiesa, nei mesi recenti, ha contattato diversi operatori gestori di siti informativi che, quando messi al corrente della natura illegale e offensiva dei messaggi, ha accettato di rimuovere questi materiali che violavano i copyright dal Net”. Tuttavia, non c’è stata nessuna prova a supporto dell’affermazione di Kobrin riguardo agli operatori che hanno cooperato con la Chiesa per cancellare i messaggi dai loro siti.

 “Quasi tutti vennero colpiti”, scrisse William Barwell, che si firmava con il nik “Pope Charles”. “A me hanno cancellato due post”. Fu proprio Barwell che scoprì una legge, il codice degli Stati Uniti al titolo 18. Sezione 2701, concernente “l’accesso improprio a comunicazioni memorizzate”. La legge includeva la clausola che proibiva l’accesso non autorizzato e la distruzione dolosa di un messaggio elettronico; preveniva anche l’accesso non autorizzato e l’alterazione di comunicazioni elettroniche. Barwell pensò che tutti e tre questi codici si applicavano alle false cancellazioni. All’inizio di Marzo Barwell scrisse una lettera all’FBI, chiedendo all’agenzia di far applicare il codice, inviò copie a NetCom, da dove la maggior parte dei comandi per le cancellazioni avevano origine, e anche al suo provider, NeoSoft. In seguito, NetCom chiuse gli account di coloro che cancellavano dal suo sistema, con la motivazione che, avendo alterato le cancellazioni stavano violando gli accordi di servizio con NetCom. E quando le cancellazioni ripresero ad arrivare da DeltaNet, un internet provider della California, gli account venero chiusi anche li rapidamente. Recentemente i cancellatori sono diventati più esperti. I molti post che apparvero come venire dal servizio internet London’s Demon furono rintracciati fino a un sito di Dublino.

Le cancellazioni continuarono fino a Luglio ed Agosto, allora un team che si faceva chiamare The Rabbit Hunters, o più formalmente, The Ad Hoc Committee Against Internet Censorship (La commisione ad hoc contro la censura internet), che includeva rappresentati dall’USa, dal Canada e Germania, iniziarono delle fantasiose investigazioni tecniche. Mettendo a paragone i logs e monitorando i server delle news, il gruppo finalmente rintracciò il CancellBunny in un account di uno Scientologist che postava molto ad inizio primavera. Quando chiesero a Kobrin di commentare sull’avvenuto, lei non rispose.

Nello stesso periodo, la chiesa stava valutando altre opzioni. Il 3 Gennaio 1995, circa una settimana dopo che iniziarono le cancellazioni, Johan Helsingius, l’operatore del miglior remailer anonimo mondiale, anon.penet.fi, postò su alt.religion.scientology la copia di una lettera che aveva ricevuto da Helena Kobrin per conto di Thomas Small, consigliere del Religious Technology Center e di Bridge Pubblication Inc. (rispettivamente titolare ed editore dei lavori di Hubbard). Kobrin voleva che lui bloccasse l’accesso del suo remailer ad alt.religion.scientology e ad alt.clearing.technology, con la motivazione che il remailer veniva usato come condotto per del materiale coperto da copyright. Quattro altri remailer anonimi ricevettero la stessa lettera. Il 9 Gennaio Helangius replicò che monitorare i post è impossibile, e che non credeva che bloccare i newsgroup fosse la cosa corretta.

L’11 Gennaio, Helena Kobrin postò un messaggio su alt.config, il newsgroup in cui gli utenti propongono la creazione di nuovi gruppi nella gerarchia di alt., e la cancellazione dei vecchi gruppi. “Vi richiediamo di rimuovere il newsgroup alt.religion.scientology dal vostro sito”, scrisse, aggiungendo una lista di motivi per la sua richiesta: 1) il gruppo era stato iniziato con un messaggio falso; 2) non venne introdotto attraverso i canali normali; 3) l’uso della parola Scientology violava un marchio registrato; 4) “è stato e continua ad essere pesantemente abusato con copyright e ha violato segreti commerciali, e non ha altro scopo che l’apologia di queste pratiche illegali.

La risposta degli amministratori del sistema fu unanime; Scordatelo.

Arriva la polizia.

Nel frattempo, sul newsgroup le invettive diventa più violente. Basher posta una dichiarazione giurata di un ex scientologo attinente alla corruzione; gli Scientologist rispondo con altre dichiarazioni giurate dicendo che gli autori sono criminale ben conosciuti. Una di tali risposte era firmata dalla moglie di Erlich, Rosa, e sosteneva che lui aveva abusato di sua figlia. Erlich, senza scoraggiarsi, negò l’accusa e continuò a postare parti delle scritture della Chiesa e le sue critiche su queste.

Il segnale UserNet di Erlich arrivava da una piccola BBS dell’area di Los Angeles, chiamata Support.com, che a sua volta prendeva il segnale UserNet da NetCom, uno dei più grandi provider Internet d’America. L’operatore del sistema Support.com, Tom Klemesrud, disse che nei primi di Gennaio, Helena Kobrin gli chiese di cancellare l’account internet di Erlich, che lui si rifiutò di fare perché la Chiesa non poté fornirgli prove specifiche di violazione di copyright. A metà Gennaio, Klemesrud scrisse di un incidente molto bizzarro: dichiarò che il suo appartamento fu ricoperto di sangue da una donna che aveva incontrato in un bar. Nella versione di Klemesrud, questo attacco fu fatto per spaventarlo e fargli chiudere l’account di Erlich.

La versione dell’evento di Klemesrud non passò incontrastata a lungo. Il 23 Gennaio, un utente che si firmava AB, dall’indirizzo an144108@anon.penet.fi, un account proveniente dal remailer anonimo di Helsingius, mise su una storia diversa dell’avvenuto, sostenendo che aveva intervistato la donna in questione e questa aveva dichiarato che Klemesrud era l’aggressore e non la vittima. Nessuno in quel momento si accorse della nota contrastante, ma guardando a ritroso, gli utenti credono che questo sia stato il post che ha favorito il raid su anon.penet.fi. Nove giorni dopo, il 2 Febbraio, Helsingius venne contattato da un rappresentate Americano di Scientology, il quale disse che quell’informazione proveniva dal sistema riservato e privato della Chiesa, ed era stata resa pubblica attraverso anon.penet.fi, e che la chiesa aveva denunciato questa violazione al Dipartimento della Polizia di Los Angeles e all’FBI. Il rappresentate voleva l’identità di an14408@anon.penet.fi, colui che aveva postato quel materiale. Helsingius si rifiutò, allora gli venne detto che la richiesta era stata instradata alla polizia Finlandese. La polizia arrivò l’8 Febbraio, con un mandato. Helsingius riuscì a fornire solamente il singolo ID che la Chiesa voleva, invece dell’intero database di altri 200.000. disse che entro un ora l’informazione venne passata alla Chiesa.

Non è chiaro il perchè la Chiesa di Scientology era così ansiosa di scoprire chi era questo tizio, che in fondo sembrava aver difeso la Chiesa dalle accuse di Klemesrud. Dal punto di vista della Chiesa, il messaggio sembra avesse costituito una seria minaccia alla loro sicurezza. In un messaggio e-mail, Helena Kobrin scrisse del raid su anon.penet.fi: “Il materiale rubato sembra provenire da una investigazione condotta dagli avvocati dalla Chiesa per la falsa accusa riguardo alla Chiesa che era stata postata su internet da Mr. Erlich e Mr. Klemesrud. Queste accuse sono centrate su un incidente che ha coinvolto una donna, che Mr. Klemesrud aveva incontrato in un bar, che l’investigazione ha provato essere completamente infondate”. Quando gli abbiamo chiesto se fossero state presi ulteriori provvedimenti contro l’utente di anon, la cui identificazione venne consegnata da Klemesrud, la Kobrin disse, “la questione è sotto indagine, non posso commentare”. La Chiesa, quando gli venne chiesto chi conduceva l’indagine, non replicò.

Lascia andare quel dischetto

Nello stesso giorno in cui la polizia Finlandese visitò Helsingius, il Religious Technology Center e Bridge Pubblication denunciarono, presso San Jose in California, Dennis Erlich e il suo internet provider, Tom Klemesrud e NetCom. La denuncia diceva che Erlich aveva postato materiali della Chiesa in violazione dei copyright e, nel caso cose che riguardavano i livelli superiori, che la Chiesa chiama Tecnologia Avanzata, postando materiale non mai pubblicato e confidenziale. La Chiesa li chiamò “Segreti Commerciali”, e disse che il problema era il furto, non la libertà di parola.

Il 10 Febbraio, la Corte Distrettuale USA, tramite il giudice Ronald Whyte di San Jose, emise un ordine restrittivo temporaneo su tutti e tre – Erlich, Klemesrud e Netcom – intimando loro di fermarsi. Erlich era furioso, controbattendo che i suoi post erano semplicemente per uso legittimo. “Il metodo più efficace con cui posso screditare il culto è di usare i suoi documenti per mostrare ciò di cui parlano”, dichiarò.

Il 13 Febbraio venne perquisite la residenza di Erlich. Erlich rivendica che i suoi diritti costituzionali sono stati violati durante la perquisizione, durante la quale, dice, dischetti, libri e carte sono stati sequestrati, i file sono stati cancellati dal suo Hard Disk e la sua casa è stata perquisita e fotografata. In seguito, due dei suoi computer non riuscivano ad accendersi, e gli vennero portati via i backup che usava per ripristinare il sistema; non gli fu consegnato l’inventario del materiale prelevato.

Grazie allo sforzo congiunto della Electronic Frontier Foundation, Erlich venne difeso dallo studio di avvocati della California Morrisn & Foerster. L’ordine di restrizione temporaneo contro Klemesrud e NetCom venne dissolto molto velocemente. Dato che sia Klemesrud e la NetCom spiegarono di non poter svolgere azioni di polizia sui loro computer. Anche se Erlich avesse commesso un crimine, ritenere loro responsabili sarebbe come incolpare l’ufficio postale di complicità per l’invio di posta dolosa. Fare ciò comporterebbe la fine della rete così come la conosciamo. In Marzo, la chiesa presentò una mozione che accusava Erlich di oltraggio alla corte per la ripubblicazione su alt.religion.scientology di uno degli articoli della chiesa contestati in primo luogo – e prometteva di proseguire la sua azione contro Erlich vigorosamente, anche se a metà agosto, le parti erano ancora in attesa di una pronuncia dal giudice Whyte.

In una dichiarazione preparata riguardante Erlich, Leisa Goodman, direttore delle relazioni coi media della Chiesa di Scientology International, scriveva: “Sono stati fatti numerosi tentativi da parte degli avvocati della Chiesa di persuadere Erlich a smetterla di postare scritture della Chiesa non autorizzate, in grosse quantità, che vanno ben oltre il concetto di ‘uso legittimo’ e costituiscono una violazione delle leggi sui copyright”. In seguito, sulla stessa dichiarazione, scrisse; “La libertà di parola non significa libertà di rubare. I tentativi di Erlich di deviare e disinformare i media sono da intendersi solamente per divertire l’attenzione dalle sue stesse azioni illegali. Ha sparso su tutta la rete polemiche e a volte messaggi osceni riguardanti la Chiesa – un’altra cortina di fumo per distrarre l’attenzione dalle sue attività illegali”.

Come Erlich, anche Arnaldo Lerma rimase profondamente sconvolto dal raid di tre ore compiuto a Virginia, in Agosto. È stato descritto dalla Chiesa come “terrorista di copyright”. Al 1° Settembre, Lerma sta ancora aspettando che gli restituiscano il suo equipaggiamento. Anche il suo service provider, Digital Gateway System, è stato citato in giudizio. Ne caso di Lerma, la serie incriminata è del 2 Agosto 1995, messaggi che contenevano la serie completa dei documenti del tribunale sul caso di Los Angeles, “La Chiesa di Scientology vs Fishman e Geertz”. Il nocciolo dei documenti – disponibili presso il tribunale Federale di Los Angeles – sono porzioni dei materiali riguardanti il Thetan Operante scritte nella registrazione. La Chiesa sostiene che i materiali sono tuttora protetti da copyright, anche si trovano su dei documenti pubblici; gli scettici sostengono che non esistono precedenti legali per confermare questa ipotesi. In ogni modo, da allora ci sono migliaia di copie di questi documenti sparsi in giro per il mondo.

Il 12 Settembre, il giudice Judge John Kane di Colorado, ordinò la restituzione dei documenti confiscati al direttore FactNet, Wollerheim e Panny, ingiungendo loro di non fare ulteriori copie dei materiali di Scientology. il 15 Settembre, il giudice della Virginia Leonie Brinkema, fece lo stesso. La Chiesa si appellò ad entrambe le decisioni.

Nel frattempo, c’era un altro utente non ancora toccato, che la Chiesa voleva mettere a tacere: Scamizdat. I messaggi di Scamizdat – 11 finora – contenevano grosse porzioni dei materiali segreti di Scientology, fino a 21 documenti per ogni messaggio. I post di Scamizdat passavano attraverso una catena di remailer; quando in Aprile, la Kobrin chiese a Homer Smith di identificare la sorgente dei messaggi di Scamizdat che passavano attraverso il suo remailer, Smith si rifiutò.

Un avviso inviato in tutto il Net sosteneva che i commenti di Scamizdat erano richiesti dalla Chiesa per via delle polemiche che suscitò questo messaggio: “Io sono solo un cittadino del Net che sta combattendo un culto litigioso nell’era dell’informazione. Mentre la Rete ha le sue lotte perpetue tra la sua ortodossia e i suoi revisionisti, essa colpisce come un flash e immobilizza gli avvocati e il denaro che oscurano le battaglie del mondo ordinario. Una volta che parte della porzione rappresentativa della mitologia del fumetto di Scientologist sarà stata pubblicata nella innegabile immortalità digitale io tornerò nell’oblio. SCAMIZDAT “.

Le chiacchiere continuano

La controversia crea popolarità. Nel tardo Maggio, alt.religion.scientology riceveva una media di 2.500 post la settimana. Ad Agosto, erano saliti a 2.700, e contenevano offese per tutti. Le conseguenze finirono su alt.journalism, news.admin.misc, comp.org.eff.talk, alt.current.events.net-abuse e anche, come nel caso dei messaggi di Scamizdat, sul newsgroup di hacker alt.2600 – e questi non furono molto contenti dei nuovi venuti, benché il gruppo dovette ammettere che postare anonimamente scritture segrete era qualcosa di simile alla pirateria.

Facendo bene i conti dei messaggi, del volume e dei lettori, il newsgroup ora era uno tra i primi 40 più popolari della rete. Benché i messaggi continuassero a scomparire, qualcuno pensò che questi tentativi di censurare il newsgroup nel suo insieme sia fallito – in modo spettacolare.

Ma non per Stu Sjouwerman, uno Scientologist e gestore di una compagnia di computer che dirigeva una mailing list per gli Scientologist. Stu Sjouwerman licenziava il newsgroup “a meno dello 0.002 % dell’intera rete. Un paio di cani che abbaiano, tutto qui”.

Ma l’ex Scientologist Robert Vaughn Young aveva una visione più oscura. Non postava sul newsgroup, ma sembrava essere sempre consapevole di ciò che stava succedendo. Una volta era un portavoce nazionale per la chiesa. Disse francamente:

Io sono grato di non dover affrontare la rete. Sta per diventare per Scientology ciò che il Vietnam è stato per gli Stati Uniti.

Alla fine, egli disse:

La loro unica scelta è quella di ritirarsi. Non possono vincere“.

Il risultato, penso sarà:

Creare il primo posto al mondo in cui Scientology possa essere liberamente discussa“.

Se fosse vero, dato che la libertà di parola e la libertà di religione sono sempre andate di pari passo, sarebbe una vittoria per tutti.

Wendy

37 commenti

Archiviato in Casa Minelli