Archivi del giorno: 17 marzo 2013

Che P.R !

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra Testa !

Come Scientologist abbiamo una grande sfida,

essere da esempio di come sia differente Scientology applicata nella vita

dalla sua tumorale e corrotta organizzazione “ufficiale”.

In questa epoca dove la comunicazione puo’ viaggiare in ogni angolo del pianeta

con un solo click,

Il nome scientology e’ purtroppo infangato

da sempre piu’ pecedenti simili

di Crimini che portano la firma

della sua Organizzazione

e dei suoi “Adepti”.

Quella pero’ non e’ Scientology, e’ la sua drammatizzazione

ed il nostro Dovere

e’ portare il buon esempio affinché

sia reale all’opinione pubblica che la filosofia di Scientology

non e’ l’attuale scena che si trova

nella Cof$.

Francesco

Berluscn

HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE

SAINT HILL MANOR, EAST GRINSTEAD, SUSSEX

HCO POLICY LETTER DEL 15 DICEMBRE 2000

REMIMEO

HAT DI MARKETING

HAT DI PR

SERIE DELLE PR N. 13

PROMOZIONE PER LA BUONA REPUTAZIONE

(Tratta da un colloquio avuto da LRH il 14 dic. 71

a bordo della nave ammiraglia Apollo.)

Rif.: HCO PL 7 apr. 83R Serie dell’executive N. 25

Riv. 30.10.2000 Serie delle PR N. 41

BUONA REPUTAZIONE

Esiste un tipo diverso di promozione che si chiama “buona reputazione”.

Che cos’è la buona reputazione?

Quando un’attività viene venduta, la buona reputazione ha un valore. Si può

dire: “100.000 dollari per il patrimonio e 100.000 dollari per la buona reputazione”.

Con queste parole si vogliono indicare i clienti di quell’attività, il suo buon nome e

la sua notorietà.

Questa è la buona reputazione. È un bene di valore. Rappresenta quanta ARC la

gente prova per una certa cosa, o in che misura è disposta a scambiare dei beni di

valore per quella cosa.

Si tratta di un argomento completamente a sé stante.

La buona reputazione è qualcosa che si crea con le PR.

Facciamo un esempio: la Aluminum Company of America, produttrice d’alluminio,

non effettua assolutamente nessuna vendita diretta al pubblico, ma ha fatto

collocare dappertutto immensi avvisi pubblicitari – detti “avvisi pubblicitari di

buona reputazione” – allo scopo di creare presso il pubblico una buona opinione di

sé. Questo fornisce una specie di struttura portante intorno alla quale si può mettere

in piedi una campagna pubblicitaria che offra alla gente qualcosa di valore. Il fabbricante

può dire: “Questa tanica è costruita con l’alluminio dell’Aluminum Company

of America e non avvelenerà i vostri bambini”, e la gente si fiderà perché l’Aluminum

Company of America ha pubblicizzato la propria buona reputazione.

CONDURRE SONDAGGI PER SAGGIARE

LA BUONA REPUTAZIONE

Nel condurre un sondaggio per determinare la buona reputazione, potreste chiedere:

“Quale aspetto di _____ piace alla gente?” oppure “Che cos’è in voga?” oppure

“Quale opinione nutre la gente nei confronti di _____?”. Quali piccole stonature

necessitano di correzione? Queste, però, non le pubblicizzate troppo: vi limitate a

raddrizzarle e a correggerle. Non dite: “La cosa tal dei tali non è vera”. Annunciate

semplicemente un fatto contrario. A volte bisogna essere veramente scaltri. Per

esempio, se qualcuno dice “In questo collegio muoiono tutti di fame”, non rispondete

mai “Non è vero che tutti muoiono di fame”. Esponete un menu tipico del

luogo, tutto bello su carta lucida. E immediatamente la gente dirà: “Beh, c’è

senz’altro qualcosa che non quadra in quella diceria”.

Procurandovi informazioni, indipendentemente dal fatto che siano state ottenute

tramite sondaggi o in altro modo (anche se, di solito, sono attendibili solo quando

provengono da sondaggi), o ancora, usando un sondaggio creato per qualcos’altro,

potete spianare la via alla buona reputazione. E, grazie alla pubblicità per la buona

reputazione, potete inevitabilmente e invariabilmente confutare l’opinione corrente,

in modo completo, senza mai menzionarla.

L’EQUAZIONE DELLA BUONA REPUTAZIONE

Buona reputazione equivale a vita. Infatti, (1) se non comunicate, è evidente che

non siete vivi e (2) se comunicate cose cattive, beh, è evidente che il vostro livello di

tono è molto basso e che siete talmente deboli da dover prestare attenzione alla cosa.

Per esempio, si potrebbe andare in giro a rispondere e controbattere a tutte le

cose negative che sono state pronunciate nei propri confronti e compilarne un

intero catalogo. Ma sarebbe l’azione di PR più idiota del mondo. Se invece semplicemente

si è vivi e si continua a comunicare con la gente e a raggiungerla con la

propria comunicazione, si dimostra che quelle cose negative sono comunque delle

menzogne.

Perciò, si può vedere ciò che la pubblicità per la buona reputazione usa come

equazione:

Theta = vita

Promozione per la buona reputazione = vita.

L. RON HUBBARD

FONDATORE

6 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, Scientology reverse