Italo Alberti lascia la Cof$

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

img

Italo, e’ uno scientologo veterano di Brescia org.

La sua avventura e’ iniziata 30 anni fa, tanta energia e tanta voglia di aiutare il prossimo.

Ora non riconosce piu’ la Cof$ negli scopi originari di LRH e pertanto

ha giustamente deciso di comunicare su larga scala e ad entrambe le parti

le sue decisioni da Uomo Libero.

Italo, sei il benvenuto.

Goditi e riprenditi

tutta l’energia e tutti i tuoi sogni

che 30 anni fa’ ti fecero intraprendere

questo grande viaggio verso la cima della montagna.

Francesco

——————————————-

LETTERA SPEDITA ALL’E/D DI BSA ORG:

Lettera di dissociazione

Italo Alberti public                                                                                                                               24/07/13

E/D BSA  

Dear, 

mando a te questa comm come rappresentante della Chiesa, vedrai tu poi a chi indirizzarla.

Con questa lettera intendo comunicare che ho deciso di dissociarmi dalla CofS ufficiale perché non la riconosco più conforme agli scritti di LRH.

Pertanto da questo momento mi considero esente da qualsiasi regola interna dettata dalla dottrina di Scientology ed ogni decisione od azione che intraprenderete su di me la valuterò da libero cittadino.

Ml

Italo Alberti

———————————-

LETTERA APERTA A TUTTI GLI SCIENTOLOGIST :

27/07/13

Ciao a tutti,

mi chiamo Italo Alberti di Brescia, dico subito che con questa mia comunicazione non voglio accusare nessuno ne tantomeno raccontare la mia storia, perché non serve, però è una comm che ho dovuto fare come azione chiarificatrice in modo che chiunque la legga possa conoscere la mia scelta.

Ho mandato una lettera di dissociazione all’org di Brescia per comunicare loro la mia intenzione, era un atto dovuto visto che non potevo più rinnegare il mio disappunto su alcune cose che esitono da anni.

Ma veniamo a noi: io sono Scnist dal settembre ’83, Book1 auditor, classe 4, OT4, 3 liste FPRD, vari altri corsi e auditing speciale di Flag, ho fatto anche i basics. Sono stato anche SOM di Flag 2 volte, l’ultima volta sono uscito in aprile 2011.

Chiaramente c’è qualcosa che mi ha portato a questa decisione: inanzitutto da anni non vedo più la scena che c’era quando sono entrato, ora vedo business, non vedo vero aiuto; io quando entrai, mi trovavo bene, lo sentivo un ambiente amico al punto che lasciai la mia compagnia di sempre; avevo trovato il mio gruppo, andavo volentieri all’org, sentivo amicizia e aiuto, il mio ardente desiderio di diventare auditor saliva sempre più, ritenevo che non ci fosse stato nessun studio migliore di questo…ma erano altri tempi.

Io capisco le buone anime che ci lavorano dentro, loro ci credono, ma anch’io ci credo, però bisogna anche estrovertirsi un attimo e guardare le cose, non è proibito guardare e conoscere: la conoscenza rende liberi, se Ron non avesse guardato il bianco e il nero, il bello e il brutto, non avrebbe trovato la strada.

Percui ho considerato legittimo informarmi su come stanno le cose e non credo che siano tutte balle quelle che raccontano i fuoriusciti, sono in troppi che escono e parlano, non possono essersi messi tutti d’accordo, c’è una verità in questo scissionismo; è vero che qualcuno ha fatto blow, ma il blow non deriva solo da overts, chi conosce la tech del livello 3 sa benissimo che un item sbagliato crea forte restimolazione e può essere causa di blow.

Le 2 pecche principali che sta facendo la Chiesa ufficiale, sono:

  1. Vanno avanti con i paraocchi come i cavalli, non vedono o non vogliono vedere le outness.
  1. Davanti a questa continua uscita di public e staff, mi aspetterei come minimo che la Chiesa faccia un invest su vasta scala per trovare l’why invece che emettere sp declaire a ripetizione.

Ma probabilmente è l’why stesso che non ha mai ordinato l’invest.

Forse qualcuno non ha mai realizzato che non si può ingannare un Thetan, perché i Thetans sono dotati di percezioni.

Io francamente non capisco dove stia andando a finire la Chiesa inc. ma, come tutti i cicli, anche questo avrà un e/p, e l’e/p che intravedo saranno org sempre più VUOTE e public/staff sempre più in arcx…la molleranno, le continue promesse e belle parole non faranno più presa perché LORO siamo NOI, e verrà un momento che ci sarà la “cognition dell’ovvio”.

Principalmente ci sono state 3 cose che mi hanno fatto decidere: Scientology-business, falso-aiuto e arbitrari.

Il fatto che siano quasi 25 anni che è stato rilasciato OT8, che è l’ultimo livello OT disponibile al pubblico, fa riflettere: servono le Saint Hill Size per dare il 9 e 10? Ma se non esistono neanche più nella concezione delle idee! Sono state sostituite dalle Org Ideali, cosa che Ron non ha mai scritto…ti dessero almeno qualcosa in scambio a ciò che “dai”, es. training, macchè, se ti va bene ti fanno l’encomio. Oltre a questo la IAS, anch’essa cosa inventata.

La gente le vede queste cose.

Altra cosa è OT7, che si deve audire almeno un tot di ore, ma l’e/p è l’e/p, non centrano le ore che ti sei audito; anche la storia del six mont ceck che deve fare il public ma non i SOM di Flag; perché, i public non sono sempre persone come gli staff?

Ci sono altre cose che non sto qui a raccontare ma di sicuro la più soppressiva è l’F/N a 3 spazzate, Ron non ha mai scritto una cosa del genere.

Vedo che spesso si da la colpa a COB, io non so se lui sia veramente a conoscenza e responsabile di tutto, non credo che sia in qualsiasi posto nello stesso momento, ma sicuramente si tiene informato e quello però che non mi quadra è il fatto che non interviene direttamente anche a livello pubblico per smentire le dicerie, questo significa che in fondo in fondo qualcosa di vero c’è, è una reazione naturale difendersi da false accuse…ma lui non lo fa.

Naturalmente dopo questa mia decisione mi aspetto dalla Chiesa inc. “diffusione di dati riservati” sul mio conto pur di attaccarmi e screditarmi, veri o inventati che siano…ma anche questa sarà una dimostrazione di quanto si possa essere ciechi e privi di raziocinio, oltre che out policy.

Comunque ricordo a queste persone che, come ha detto qualcuno “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”, il solo fatto di essere su questo pianeta indica che nessuno può scagliare la prima pietra, anzi, attaccare qualcuno solo perché ha fatto una scelta diversa denota…il resto aggiungicelo tu.

Mi spiace per gli amici che lascio (per la discutibile ref. sulla disconnessione), a me piacerebbe poterli salutare o parlargli come sempre, ma ora ho aperto gli occhi, non posso rinnegare ciò che vedo…è come che mi sia svegliato da un lungo sonno.

Questa è la scena.

ITALO ALBERTI

47 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DICHIARAZIONI DI INDIPENDENZA, Scientology indipendente

47 risposte a “Italo Alberti lascia la Cof$

  1. Marisa e Guido

    Bravo Italo,
    ci è piaciuta la tua lettera aperta agli scientologi; hai spiegato chiaramente gli outpoints che hai osservato tu stesso e che sono sotto gli occhi di tutti i frequentatori della Chiesa. Ciò che fa la differenza è che tu non hai rinunciato alla tua integrità ed ai tuoi sogni.
    La tua è una testimonianza vera e preziosa che sicuramente contribuirà a far aprire gli occhi ad altri scientologi.
    Un abbraccio
    Marisa e Guido

  2. NOTsaware

    Ciao Italo e complimenti per la tua sana decisione. Stai pur certo che niente nella attuale chiesa di scn succede senza il benestare di Miscavige. E’ il dittatore assoluto e fautore della distruzione della vera Tech di LRH.

  3. Amico di Ron

    Ciao Italo…..sono stato nell’Org di Brescia da S.O. della Freewinds.
    Sicuramente ci siamo conosciuti.Il mio sogno come il tuo di vedere un Pianeta chiarito si stava trasformando o meglio si è trasformato in un incubo.
    Io ho lasciato Miscavige perche non è LRH. Quando sono partito per questa Missione di salvataggio ho risposto ad LRH.
    Ma dopo quasi 20 anni mi sono accorto che il nome, le opere e tutti i risultati della tech di Ron sono stati usati per mascherare gli Sp.

    L’opera di Ron veniva usata per schiavizzare e non per liberare l’uomo
    Ho vissuto il luogo e i risultati dell’OT8 vedendo tante persone attestare.
    Ma Quando le porte dell’OT8 si sono chiuse ho cominciato a percepire che Ron non c’era piu su quella nave. E vedevo arrivare persone nuove al comando e gli amici diventavano nemici il tono emotivo si trasformava in odio e ostilità.
    Ho vissuto questo evento epocale della distruzione dell’OT8 solo adesso me ne rendo conto ora che le mie ferite si sono cicatrizzate.
    Tu pensa assaggi il sapore della liberta da Thetan e poi rivedi l’oblio cadere e diffondersi davanti a te, questo mi fa molto male, ma non tanto per me stesso ma per tutti i mie amici da salvare.
    Io adesso vivo una vita parallela la verità e la realtà la mia energia da thetan si disperde molto in questo universo MEST ma ogni tanto mi scappa un sorriso nel vedere che ci sono andato molto vicino grazie a Ron.
    E sono sicuro che ritornerò a percorrere questa strada.
    Ti ho raccontato questo perche sento quello che provi e volevo condividerlo.
    ciao Giorgio

  4. Beh, Italo, abbiamo imparato che fortunatamente la mente si Autoprotegge.
    Ho visto in te il dare sempre ancora una possibilità alla Cof$ di rimettersi sulla retta via….
    La Sea Org a Flag fini al 2011 e’ la dimostrazione che fino all’ultimo ci hai provato.
    Aggiungo, pari pari cio’ che ho scritto in un commento ieri :
    ….se poi uno fa obnosi della attuale scena “Ideale” della Cof$ allora mette un sigillo perenne tipo CROCE sulla chiesa “ufficiale” ( 😀 )

    – Viaggio inaugurale della Freewinds annullato : Non so che cosa si sia inventato, oppure non ha dovuto inventare un bel niente. Una volta i viaggi inaugurali erano fatti da 400 OTA, successivamente nel 2009 sono scesi a 120 ( dicendo che era una figata, solo i piu’ potenti OTA della terra ci partecipavano ) ed ora ? Probabilmente non esisteva qualcuno abbastanza in etica sulla terra per poter sedere a fianco del Nano.

    – David Miscavige e “tutta” INT o cio’ che ne rimane, si sono stabiliti a Flag fissi : La GAT II probabilmente…. anzi no, il vero motivo e’ questo.

    – Richiamo degli OTVIII : Purif e almeno 150 ore di Oggettivi obbligatori per gli OTVIII…..

    – A seguire GAT II con accademie da rifare, auditor del campo da riaddestrare, un’ottima scusa per prendere i pochi rimasti e continuare con “gira la ruota ! ”

    Vedremo che accade…

    AGGIORNAMENTO:

    Pare che oltre al viaggio Inaugurale, anche l’event di St.Hill della IAS non si fara’.
    Si fara’ l’event della IAS a Flag ed e’ così che credono di oliare bene con effetto vaselina gli oramai pochi ipnotizzati rimasti nel recinto Cof$ :

    ECCO COSA CI SCRIVE LA Cof$ :

    ” Se ancora non lo sai, COB RTC ha annunciato che l’event del XXIX anniversario della IAS, quello che usualmente si tiene a Saint Hill UK in ottobre, quest’anno si terrà a Flag nello stesso periodo. E prima di questo event ci sarà:

    1. il release dell’Età d’Oro della Tech fase II
    2. il release di Super Power
    3. il release del Rundown del Ripristino della Causatività

    Chiarisco che il Rundown del Ripristino della Causatività non fa parte di Super Power, è un altro rundown che verrà consegnato solo a Flag, nell’ultimo piano del Flag Building (si chiama così il nuovo edificio), in un’ampia ambientazione tutta particolare.

    Il “release di Super Power” significa l’inizio vero e proprio della consegna del Super Power!

    Lavoriamo per essere individui migliori, apriamo Org Ideali ovunque come isole di sanità contro l’aberrazione, Org che con l’Età d’Oro della Conoscenza e l’Età d’Oro della Tech fase II diventeranno impeccabilmente standard nel dispensare la conoscenza e nella creazione di Clear e che porteranno un fiume di OT nelle Organizzazioni Avanzate in ogni continente.

    Ormai da mesi si percepisce il cambio di marcia, l’aumento esponenziale delle attività e della velocità di esecuzione di piani e programmi vitali. Questo si percepisce soprattutto a Flag. ”

    NON SO VOI, MA A ME RICORDA IL FAMOSO CANCELLO CON SCRITTO SOPRA ” IL LAVORO RENDE LIBERI “

  5. Gonos

    Benvenuto Italo e ben fatto per la decisione che hai preso. Capisco benissimo il tuo stato d’animo, potrei dire che “ci siamo passati tutti”, ma adesso che ti sei svincolato dalla follia suicida della CofS, sono sicuro che le cose andranno di bene in meglio.
    Mi ha fatto sorridere il tuo commento sul blow:
    “ma il blow non deriva solo da overts, chi conosce la tech del livello 3 sa benissimo che un item sbagliato crea forte restimolazione e può essere causa di blow.”
    Con due semplici frasi hai smontato uno dei teoremi di base che viene usato dagli “interni” per giustificare il fallimento della Church; l’esodo.
    Miscavige è sicuramente uno degli artefici (probabilmente l’unico) di questo disastro, mi sembra evidente. A meno che gli abbiano attaccato dei fili e lo stiano usando tipo marionetta.

  6. Marco

    Bravo Italo, complimenti per avercela fatta ad andartene.

    Naturalemnte adesso ci vorrà un pò di tempo per “decomprimersi” e/o metabolizzare gli anni dentro a questa setta che è la Cof$, e rimediare ai danni subiti (quanto meno rimediare agli overrun, agli automatismi installati, ecc. ecc. ) e rimediare alle false informazioni ed istruzioni (indottrinamento), false informazioni tecniche, falsi progetti ecc. ecc.
    Compresa l’idolatria nei confronti di Ron e “dell’usupartore supremo” DM.

    In effetti si nota che ancora tu stenti a credere che il DM sia l’implanter che incombe su Scn (pervertendola e facendola diventare Reverse Scn): non avere dubbi, lui, insieme ai suoi amici occulti non visibili, è il vero Why da rimuovere velocemente.
    Lui è colui il quale “non si muove foglia che DM non voglia”…
    Chi fa diversamente “dall’intenzione del comando”, sopprimere gli Esseri consapevoli che stanno tentando di andare liberi, viene fatto fuori, in molti modi da lui sperimentati.

    Ma adesso vedrai che nell’osservare le cose dal di fuori dell’Org (più una stazione Implanter che un punto di partenza per la libertà), presto ti renderai conto di questo lampante stato di cose.

    Non è naturalmente l’unico responsabile della distruzione di Scn, ma… quanto meno DM è un’evidenza evidente, cioè: >>> è lui che sta facendo succedere le cose!<<<

    Complimenti ancora per la presa di integrità.

    PDC (Philadelphia Doctorate Course) .
    N° 20 “Stato formativo di Scientology”

    “Scientology avrà un declino, e non sarà di nessuna utilità all’uomo, il giorno in cui diventerà la padrona del pensiero. E non pensate che non lo diventerà. Ha tutte le capacità per farlo.”

    “Contenuti nelle parti che sono conoscibili e che funzionano, ci sono davanti ai vostri occhi metodi per il controllo degli esseri umani e dei thetans che non sono mai state nemmeno sognate in questo universo.

    Meccanismi di controllo di proporzioni talmente reali ed incredibili che se i rimedi non fossero egualmente semplici da applicare, uno sarebbe sconvolto dalla pericolosità insita in Scientology”

    “E’ da tempo che questo universo sta cercando metodi nuovi per produrre degli schiavi. Bene, qui abbiamo dei nuovi metodi per produrre schiavi.
    Assicuriamoci che non ne vengano fatti”.

    “Avete mai letto “1984” di George Orwell? E’ meraviglioso. Quella è, potrebbe essere, solo l’ombra di una immagine del mondo che ci sarebbe sotto il controllo e l’uso segreto di Scientology senza alcun rimedio che esista.
    Sì, va bene in questa epoca superficiale semplicemente trascurare le cose e dire: “ma sì non è importante, non è importante, veramente, cerchiamo di non essere drammatici … va benissimo essere superficiali , e contenti come il bambino che cammina nel buio fischiettando e dicendo: “Non esistono i fantasmi… non c’è l’uomo nero.” Mi spiace ma, l’uomo nero esiste”

    “C’è solo una cosa che potrebbe succedere a Scientology, ed è se venisse sotterrata. Se sparisse, il mondo sarebbe finito.
    Tutto quello che dovete fare è invalidarla e toglierla di torno e nasconderla, ed andrà a finire nel posto sbagliato e verrà usata per cose sbagliate, ed il genere umano si ritroverebbe schiavo”.

    …”Quindi chiunque conosce il rimedio di questo soggetto, chiunque conosce queste tecniche, lui stesso è sottoposto a certe responsabilità – il che significa che non ne deve rimanere l’unico proprietario.

    “E’ un rimedio molto semplice. Ed è : assicuratevi solo che il rimedio venga fatto girare. Questo è tutto. Non nascondetelo. Non tenetelo solo per voi.
    E se mai dovete usare della Dianetics Nera usatela sul tizio che ha fatto sparire Scientology ed ha fatto in modo che non fosse disponibile.”

    “Questo è tutto quello che serve semplicemente non rimanere l’unico proprietario.
    Perchè quello sarà il tizio che eleggerà se stesso come “il nuovo ordine”.

    LRH

  7. Giordano Bruno

    Caro Italo,
    io non ho mai fatto parte della CofS e, quando mi sono avvicinato a Scientology nel 1984 e ho visto cosa succedeva lì, me la sono data a gambe filate. Forse io sono molto sensibile alla libertà personale. Lì non ne avevo vista, e mi son detto: “Come può una via portarti alla libertà, se non puoi essere libero durante il tragitto?”.
    Gandhi ha detto: “Il mezzo può essere paragonato a un seme, il fine a un albero; e tra mezzo e fine vi è esattamente lo stesso inviolabile nesso che c’è tra seme e albero”.
    Non so quante persone stiano percorrendo il ponte senza mai aver fatto parte della CofS. Io sono uno di quei pochi. Quindi non ho molto da dirti su ciò che hai provato là dentro. Però posso dirti che nel campo indipendente il ponte lo si percorre in piena libertà.
    Ti faccio i miei migliori auguri per la tua nuova vita da uomo libero.
    Un caro saluto,
    G.B.

    • Pier Paolo

      Esattamente Giordano, gli indicatori di una continua soppressione ed invalidazione erano presenti già da MOLTO MOLTO tempo (ricordo che il mio primo KR lo feci ad un ben noto executive che durante un event usò un tono talmente SARCASTICO e parole così gratuitamente SPREZZANTI nei confronti dei cosidetti wog -fu PROPRIO per quel motivo che gli feci rapporto- che quel modo di “comunicare” mi fece domandare cosa stessi a fare in mezzo a quella gente….. ed eravamo intorno alle fine degli anni ’80!!!).
      Io onestamente, sono entrato in Scientology nel 1986, non ho mai visto nè vissuto un ambiente così genuinamente improntato all’aiuto e così “libero” da pressioni e “spensierato” come i veterani amano descrivere la Scientology dei primi tempi…..tant’è che ho legato molto poco con gli scientologists, staff o public che fossero, semplicemente essendo COSTRETTO ad andare in org per fare i miei servizi cercavo di tenermi il più possibile alla larga da quell’ambiente che giudicavo fin da allora impregnato di una CONSISTENTE dose di fanatismo (l’esperienza mi insegnò che era inutile cercare di cambiarlo……..i miei rapporti non avevano nessun valore e nessuno li considerava -chi ero io a confronto del mega executive!!)!
      Non voglio essere cinico ma ho l’impressione che certi “veterani” fino a che la pressione e le mazzate le riceveva qualcun altro consideravano il tutto un giochino divertente….quando invece è toccato il loro turno allora la cosa ha cominciato ad essere un po’ meno divertente e sono partite le magagne!
      Io reputo che se Scientology è arrivata dove è arrivata gran parte del merito vada dato ANCHE A CHI quando c’era da protestare e fare qualcosa a riguardo (COMODO dare sempre la RESPONSABILITA’ agli altri), invece di adottare un comportamento OMERTOSO e girarsi dall’altra parte, avrebbero dovuto agire immediatamente cercando di rimediare agli abusi di coloro che dentro la setta sfogavano le loro frustrazioni (e ce SONO parecchi di piccoli Miscavige…..checchè se ne dica!!!)!
      Ormai….sfortunatamente…..o fortunatamente -a seconda dei punti di vista 😉 – la cosa ha preso una piega talmente IMPONENTE che più nulla potrà essere fatto per risolvere il cattivo PR che negli anni è stato causato!!! Come si dice…..chi è causa del suo mal pianga se stesso!!!

      • Giordano Bruno

        Si tratta dei cosiddetti “Pinches Tiranos”… Lascio a Paolo Facchinetti l’onore di spiegare di che cosa si tratta, dato che sa spiegare Castaneda meglio di me.

        • paolo facchinetti

          Pier Paolo ha ragione. Tutto era già successo. Sono accadute delle progressive esasperazioni che hanno reso il tutto più oppressivo e insopportabile. Poi ci sono state delle oasi nel tempo e nello spazio in cui qualcuno ha potuto percepire e vivere il theta di cui la tecnologia e la filosofia di Scientology sono portatrici. D’altra parte è anche giusto che ognuno, nel proprio personale bilancio, arrivi al punto in cui per un suo criterio soggettivo l’entheta supera il theta ed è quindi giunto il momento di disconnettere. E’ vero anche che ci sono dei valori universali a cui uno ha rinunciato “pur di rimanere nella sua terza dinamica”. A quel punto, un volta usciti, è giusto rivalutare le proprie condizioni di etica… partendo dalle più basse non può fare che bene! Avere a che fare con i pinches tiranos può essere terapeutico se si ha la consapevolezza di chi si ha di fronte!

          • Giordano Bruno

            Ah, qua possiamo tirare ancora in ballo McMaster.
            Italo, se hai voglia di leggere, questo è molto interessante:
            https://lareception.wordpress.com/2013/02/03/la-storia-della-s-d-di-john-mcmaster/
            Un caro saluto,
            G.B.

          • Pier Paolo

            La tua obiettività ti fa onore (anche perché tu nei fatti sei stato uno dei primi ad esserti “ribellato” ad un certo andazzo) ……onestamente leggere certe, permettetemi, assurdità della serie “prima era tutto bello e splendente” mi fa sorridere…….ricordo ancora, ai miei esordi nel mondo della setta, certe scene da campo di addestramento dei Marines, oppure certi commenti dei body routers del tipo “quel tizio è un DB…..quell’altro è un soppressivo…..” insomma invalidazioni a tutto spiano (non so poi se qualcuno ha partecipato a qualche iniziativa del CCDU e ricorda il tono di quel gruppo……..ambeh!!!) solo perché magari non si riusciva a vendere qualche Book One! E che dire poi degli event??
            Mi ricordo di un event aperto al pubblico “green” dove veniva proiettato un video curato dal CCDU che trattava ovviamente degli abusi psichiatrici- un film di Dario Argento in confronto era un allegro cartone animato- io stesso rimasi sconcertato dalla crudezza delle immagini e dal taglio di quel video!
            A quella serata incontrai un tipo che conoscevo, non era uno scientologo, che era stato probabilmente invitato da qualcun altro…..ricordo che mi chiese in maniera piuttosto disgustata: “Ma tu fai parte di questa gente qua?” Vi confesso che mi vergognai profondamente e risposi sommessamente “Sì….ma aspetta…” non riuscìi a finire la frase che il tizio era già bello che andato!
            Reputo che anche voi siate al corrente di decine o centinaia di casi in cui “l’ambiente” che vi circondava non era propriamente un’oasi di civiltà, di tolleranza o di sanità mentale (e se siete obiettivi come lo è Paolo scommetto che non farete fatica a far risalire il tutto a parecchio tempo addietro)…..per prima cosa penso dobbiate rendervi conto che non aver contrastato quel modus operandi lo ha reso sempre più la scena “ideale” in cui la vostra “religione” è cresciuta e si è sviluppata! Fare not is di questo è un indicatore non molto positivo riguardo quello che avete in mente di fare per il vostro futuro personale o per il futuro del gruppo del quale volete far parte!

          • Giordano Bruno

            Pier Paolo la tua descrizione è così reale che posso immaginare chiaramente tutto ciò che hai scritto.
            L’essere umano fa di tutto pur di credere a qualcosa, a costo di fare not-is… almeno fino a quando i conti proprio non tornano proprio più…

  8. Saint Stefano

    Benvenuto nel mondo reale Italo. Ora però preparati perché la tua ex te ne dirà di tutti i colori. Qualsiasi cosa tu abbia detto o fatto di buono, da questo momento è cancellato. Lei non tollera scappatelle, neanche dopo decenni di convivenza e neanche se l’amore era già finito da un pezzo. Ora nella comunità di “amici” che avevi tramite lei diverrai un: Criminale, voltagabbana (non dolce però), amico della psichiatria(?), ignorante (leggasi IG Gnorante). Qualsiasi cosa lei sappia di te, soprattutto adesso che vi siete appena lasciati, la utilizzerà contro di te e di fronte ai tuoi “amici”. Da oggi perciò non dovrai più pronunciare: “Sieg heil main COB!” 😀 Wunderbar!
    Si dirà che non eri della purezza adatta per stare con lei. Lei accetta solo spiriti di puri come dei gigli, la meglio razza. Infatti lei racconta un sacco di PAL ai suoi fideli.

    Scherzi a parte (non quello di Teo Teofili) mi è piaciuta questa tua comunicazione a tutti gli scientologist. Questa è una scelta che condivido appieno. Non ti conosco ma ho letto cose sensate. Informare tutti gli scientologist circa la tua posizione è una scelta di campo responsabile. E’ una scelta di verità e integrità ma soprattutto, dal mio punto di vista, è avere il coraggio di prendere una posizione ben precisa. Una lettera aperta a tutti gli scientologist è qualcosa che condivido appieno. (Non è facile lasciare una ex dopo tanti anni di convivenza, anche se l’amore finisce ha volta si cade nella trappola di non volerla ferire con la verità. E questo è un grave errore in cui si può facilmente cadere. E credo ce ne siano molti in questa condizione: volerla lasciare ma non avere il coraggio di farlo per paura di ferirla. Dopotutto in passato ci fu amore…)
    Tra l’altro, non si finisce mai di imparare come ho già scritto, quella del non-six month check che non fanno i SOM di flag non la sapevo e mi lascia basito.
    Quello che tu scrivi: “Comunque ricordo a queste persone che, come ha detto qualcuno “Chi è senza peccato scagli la prima pietra” – se c’è una cosa che mi ha sempre sconcertato in chiesa è la frase: “Ma lo sai che il Tizio, sai il Tizio che ha lasciato la chiesa, lo sai cosa ha fatto?” Cioè un voler porre come nesso di casualità quello che la persona ha fatto, i suoi peccati, ed il fatto di abbandonare un sistema che non ritiene essere in linea con i suoi valori ed integrità. Il modello sociale proposto, dal mio punto di vista personale, è un assurdità. E aggiungo, è un’assurdità di Orwelliana memoria. .
    Soprattutto in casi di persone che sono progredite a livelli che hanno superato verifiche di sicurezza ed elegibility molto accurate. Sarebbe una contraddizione in sé affermare il contrario.

    “I like scientologist protestant indipendent” 🙂

    • Italo Alberti

      Tu dici: “Tra l’altro, non si finisce mai di imparare come ho già scritto, quella del non-six month check che non fanno i SOM di flag non la sapevo e mi lascia basito.”

      Là, i classe IX sono molto presi con il public, figurati se hanno tempo (a costo zero) di audire lo staff (parlo di quei pochi ed “inspiegabilmente” fortunati che possono permettersi di audirsi regolarmente). Soldi, business.

      Difatti uno dei motivi che mi ha spinto ad uscire è stato proprio questo: ho aspettato 7 mesi per fare un seck check (che poi non ho fatto perché sono uscito) proprio perché non c’era l’auditor per me nonostante i dispacci che ho mandato anche ad RTC. Se non facevo quel seck ceck di routine non avrei potuto proseguire sul mio programma di staff. Non vedevo uno sbocco, solo promesse.

      • Saint Stefano

        Italo condivido la tua impressione. Non sono un ex-SOM di Flag ma comprendo quello che tu scrivi. Ti premetto due cose. La prima è che mi sono completamente distaccato da un modo di pensare di “gruppo”. Non sono i “gruppi” che hanno portato all’evoluzione dell’umanità bensì GLI INDIVIDUI. Il secondo è che già di per se, per me dal mio punto di vista, dire io sono questo o quello E’ GIA’ un identificarsi. E’ già identificazione. Io sono, punto. Non scrivo, e comunico, se mi aggrada, solo ai terminali che necessitano effettivamente di quella comunicazione. Personalmente non potrei mai fare parte di un “gruppo”; perché quando cominciano a darmi ordini che sono in conflitto con i miei valori e capacità di comprendere, comincio a sentirmi a disagio. La mia integrità è comunicarlo subito a tutti coloro che ne hanno bisogno. Al contrario di quello che molti ex-scientologist e scientologist possono sostenere, di gruppi ed amici, con questa filosofia ne ho avuti molti. Chi dirige deve dimostrarmi al di là di ogni ragionevole dubbio di saperlo fare e bene. Quando scopro una realtà come quella di fuoriusciti della chiesa, disperati, con pensieri suicidi, rovinati economicamente, comincio a pormi quesiti. Comprendo che il modello che ho seguito ha qualcosa che non funziona. Molti ex, testardamente non riescono nel modo più assoluto a rileggere tutti i dati appresi sui vari corsi con un atteggiamento ermeneutico. Esula dalla loro apertura mentale, che non è l’equivalente della famosa “mente aperta” citata da Hubbard nel celeberrimo KSW.

        Il commento precedente, lo scrivo perché comprendo la difficoltà – non tua Italo, non mi riferisco a te per l’amor di Dio,- di un “lettore” a capire come un commento possa essere effettivamente indirizzato a “tastare il polso”. Tastare il polso ai fanatismi, alla mancanza di compassione e saggezza, alla mancanza di amore verso il prossimo. Personalmente non desidero trovarmi in una società futura composta da personaggi fanatici come ho avuto modo di conoscere in questi ultimi anni. E se ne conoscevo anche prima, non ne ero al corrente. Sarebbe un conflitto rovinoso vivere con personaggi del genere. E credimi quello che scrivo l’ho visto anche con i miei occhi anche in casi al di fuori del contesto della filosofia religiosa in cui noi crediamo. Anzi….noi siamo fortunati in un certo senso…prova ad andare…non so.. ad esempio ecco, in Siria. Prova ad andare in Siria e, alla cassa magari dopo aver comprato una bibita, prova ad appoggiare mentre tiri fuori il portafoglio, un pacchetto di sigarette sul Corano. Prova e vedrai cosa succede, come vieni guardato.
        E per questo che testardamente continuo a battermi contro i fanatismi e solo ed unicamente per la LIBERTA’ RELIGIOSA. Quella vera. Ora che sei fuoriuscito, Italo , permettimi…non voglio fare pubblicità a nessuno ma ad esempio “L’arte della Compassione” scritto dal Dalai Lama è un ottimo libro da leggere per uno appena uscito dalla CofS.
        Un libro meraviglioso è anche “Le religioni sono tutte sorelle” sempre del Dalai Lama.
        Scusa la franchezza Italo ma da quello che scrivi ho compreso che anche dentro di te sono sorti gli stessi….le stesse avversioni e perplessità che sorsero in me tempo addietro.
        Ho dovuto uscire dal Hubbard pensiero ampliandolo, andandolo a completare, comparare e rileggendolo con un atteggiamento esegetico. Prendendo per vero CIO’ CHE E’ VERO PER ME, come da sua istruzione, come da istruzione di LRH.
        Un abbraccio e auguri (Guido è una brava persona e saprà indicarti bene)

    • Questo è ciò che è successo ad un public per aver “osato” mettere in dubbio il six-mont check obbligatorio per tutti, il che è out-tech (la storia è un po’ lunga, ma appassiona). Tra l’altro in quel periodo ero staff proprio in quella AO dove succedevano le cose raccontate in questa testimonianza, ma, “stranamente”, non ne ho mai saputo nulla.
      http://xenu.com-it.net/txt/virginia.htm

  9. Luciano

    Come si usa dire benvenuto a bordo………….. scusa nel bloog.Auguri di cuore per tutte le cose che ora farai da Scientologo indipendente.
    Con affetto Luciano .Dimenticavo il mio proverbietto ,il vento non sempre tira nella stessa direzione .Sulla chiesa sembra stia tirando……bufera eTRAMONTANA .

  10. DAVID

    Benvenuto Italo ,
    comprendo bene la tua decisione , anche io alla fine del 2012 dopo più un anno di riflessione ho cominciato ad usare la tecnologia STUDENT HAT e PTS/SP CORSE + INTEGRITA’ E VALORI PERSONALI , ho preso tutti i dati disponibili e da li ho realizzato cosa veramente dovevo fare ,nota , nessun ciclo di etica era aperto in quel momento ,solo il ciclo della GATII iniziato già nel 2011 li ho preparato le raccomandate di disconnessione e le ho inviate a Flag Italia e Base , contemporaneamente ho aderito al campo indipendente .
    Quando si fanno scelte importanti si hanno sempre dei dubbi ma oggi posso confermarti di essere pienamente soddisfatto di avere fatto questa scelta di essere entrato nel Campo Indipendente.

    in poche parole non mai troppo tardi per prendere una decisione Etica come sopravvivenza per il maggior numero di Dinamiche.

    Benvenuto tra di noi.

    Davide
    Clear , Ls ,OTIII, full Basic+ nastri, full conference,ecc,

  11. Italo Alberti

    Io penso che molte più persone di quello che pensiamo, sono alla finestra come lo ero io.
    Ma viene un momento che si arriva ad un bivio, questo bivio ha 2 strade: integrità personale e not-isness.

    Quando si giunge a questo bivio queste 2 strade diventano chiare, la consapevolezza aumenta e non si hanno più dubbi da che parte andare.

    La scelta che un thetan fa è sempre verso la propria integrità perchè è LUI la verità.

    • Concordo con te Italo, deve essere un bello schiaffo per le persone rimaste nella Cof$ la nuova GAT 2 con il nuovo giro di giostra del ponte. Una grossa Autoinvalidazione che giustificheranno in chissà che modo. Senza parlare dell’invalidazione a come LRH aveva messo a disposizione dell’umanità i suoi lavori.

  12. Luc

    Comlimenti vivissimi Italo, ti aguro il meglio! Speriamo di incontrarci presto!
    Con ARC
    Luca

  13. amarillo

    Ciao Italo. Sono molto contento di vederti da queste parti. Chissà che altri “alla finestra” non ti seguano a breve.

  14. Nena

    Ciao Italo sono Nena.
    Volevo darti il benvenuto .

  15. Italo Alberti

    Grazie a tutti

  16. i puntini di Diogene...

    I puntini sono tanti e variamente sparsi nel tempo e nello spazio, ma quando si trovano quelli giusti e si comincia a tirare le righe belle diritte tra un puntino e l’altro l’immagine inimmaginabile appare chiara e luminosa, sorprendente quanto l’ovvietà del proprio “lo sapevo”…
    Ciao Bresà… meglio soli che “attivamente” accompagnati… fatti una bella vita.

  17. Italo Alberti

    Però io proporrei una cosa: perché non ci riveliamo per ciò che siamo con tanto di nome e cognome?
    E chissenefrega se ci scoprono, che cosa possiamo temere da fottuti venduti?

    Dai, eliminiamo i nick e mostriamoci per chi siamo veramente.

    • Giordano Bruno

      Caro Italo,
      sarebbe proprio bello, poter comunicare in questa sede in maniera più esplicita. Quando avremo occasione, per qualche motivo, di vederci sicuramente mi presenterò a te col mio vero nome e ti chiederò di tenertelo per te. Ma qua preferisco non farlo, perché ho una posizione lavorativa particolare, per cui una diffamazione mi farebbe perdere il posto di lavoro. Se hai occasione di guardare il sito di Etica e Verità constaterai personalmente che quello è il loro sport preferito. Credo che faccia parte del Fair Game: http://en.wikipedia.org/wiki/Fair_Game_(Scientology). Quindi preferisco star fuori da quel gioco.
      Un caro saluto,
      G.B.

    • Antonio A.

      Bravo sig.Alberti Italo.
      Eliminare i nick??
      Sarebbe come dimostrare che quel poco o tanto che si è fatto nella chiesa…ha funzionato per davvero sprigionando del vero e sano potere verso il raggiungimento di alti scopi per il bene di tutta l’umanità.
      Probabilmente è così o è stato così solo per pochi…ma buoni,ma non bastano e poi a che serve!!!
      Per questo io personalmente ho deciso di togliere il disturbo da tutti i giochi di scn…almeno sono tornato “amico” con delle persone che nonostante tutto…sono PERSONE,(OSA ovviamente non lo sa hehehe)
      Ci vorrebbe una vera evoluzione,ma secondo me non avverrà.
      Questo è il mio umile pensiero.

      • Italo Alberti

        Diciamo che Giordano Bruno non ha tutti i torti, il Fair Game tende a rovinare le persone, bisogna un attimo valutare la personale situazione sul da farsi.

    • Pier Paolo

      Premesso che condivido in toto il pensiero di “Diogene” e dunque non è certo il rivelarsi con nome e cognome che può fare la “differenza” (tra l’altro nel mio caso il nick che utilizzo equivale al mio vero nome, mentre il cognome, pur non essendo indicato, è ben conosciuto ai terminali di OSA….quindi….) ma colgo comunque la palla al balzo, approfittando di questo invito estemporaneo di Italo, per chiedere al buon Francesco l’autorizzazione al rendere PUBBLICA la mia storia sul suo blog!
      Ho diversi materiali ORIGINALI alquanto interessanti -che naturalmente posterò se ne avrò il permesso- che possono rendere molto EVIDENTE, aldilà della mera “significanza” delle parole, cosa significhi essere adepti di una setta manipolatrice come è Scientology nella sua sostanza!

    • Silvia Chiari

      Ciao Italo Alberti …. molto bene per la tua decisione di lasciare la Chiesa Ufficiale ……Io scrivo come Silvia Chiari e…. SONO SILVIA CHIARI ….Ho giocato anch’io per un po ad usare un’altro nome ma …in questa vita ho un corpo che viene identificato col nome Silvia Chiari …. quindi per integrità verso ME STESSA ho deciso di non negare me stessa……….
      Solo tu puoi decidere per te stesso — se chiede agli altri nascosti troverai un sacco di giustificazioni —- ma è naturale …. in fondo con Hitler se dicevi che eri ebreo ti mandavano nei lagher —–
      Pensa con la tua testa o meglio ..prova a sentire come ti senti ogni volta che usi un nome che non ti rappresenta.
      Un abbraccio di luce Silvia

  18. i puntini di Diogene...

    L’appartenenza ad un gruppo spinge l’ndividuo più verso l’Apparire che verso l’Essere. L’Apparire soddisfa la necessità di un riconoscimento e quindi le società si avvalgono di Status per definire la conformità alle regole arbitrariamente stabilite da un determinato gruppo sociale. Gli individui (dopo aver accettato per prima cosa una Identità) aspirano a quegli Status che vengono facilmente confusi con l’idea di Posizione.
    Ma Status e Posizione sono due cose ben diverse ed anche se possono funzionare egregiamente insieme esse non devono mai essere confuse, ma tenute scientemente distinte.
    La Posizione equivale all’Essere, al sapere chi sei e cosa vuoi nel qui ed ora. Uno Status è una posizione concessa da altri ed è soggetta alle mutazioni dell’Apparire nel flusso temporale-storico.
    Così (se non sai chi sei e cosa vuoi) succede che la Verità ha sempre due facce… sei allo stesso tempo un amico e un traditore, un nemico ed un benefattore, ecc. Sul terreno paludoso delle Apparenze non ci sono posizioni stabili: la scena cambia indipendentemente da chi si muove. Un punto di vista instabile o confuso non vede la scena per quello che è, ma vi si adegua, non riconosce il cambiamento nel suo divenire, ma vi scivola dentro.
    Mantenere la propria posizione non significa essere immutabili, bensì essere coerenti con se stessi.
    Per quanto mi riguarda, la mia identità è ben conosciuta da tutti coloro a cui ho voluto che fosse nota, compresi i diretti terminali delle org di scn. Al mondo intero non devo dimostrare nulla e a me basta avere le idee chiare su me stesso, chi sono e cosa voglio. Se non spendo il mio nome sul blog non è per paura di una organizzazione che ormai causa più Rotture di ARC di quante ne sappia riparare, ma lo faccio per rispetto di LRH, del suo lavoro e di tutte le persone (anche staff) di buona volontà che lo hanno scelto come loro Maestro. La consapevolezza non si può imporre per imitazione, è una conquista intima, personale.
    Scrivendo anonimamente su questo blog vorrei solo dimostrare che uno spirito libero non ha bisogno di identificazione e di credenziali. Assume una posizione e da lì (quando come e con chi vuole) comunica…

  19. roberto antonio

    Scientologicamente parlando sono un signor nessuno, la mia vera identità non turberebbe il sonno nemmeno alla donna delle pulizie dell’ultimo degli agenti OSA.
    Il fatto è che non voglio dare vantaggi e soprattutto non me ne importa niente che la Chiesa Ufficile sappia di me, come a me non importa niente di lei.
    Proprio il problema non si pone ma se vuoi sapere chi sono/siamo ( per tua maggiore tranquillità) non ci sono problemi ci sono i mezzi.
    La tua scelta è sicuramente frutto di una lunga e meditata sofferenza e tanta delusione. Questo è il fardello che devi portare, la prova da superare è come si dice nel Buddismo:
    “Trasformare il veleno in medicina.”
    Auguri di cuore, grazie per tutto il lavoro che hai fatto.

    • Pier Paolo

      Molto significativa ed illuminante questa tua frase: “Questo è il fardello che devi portare, la prova da superare è come si dice nel Buddismo “Trasformare il veleno in medicina”. E’ proprio vero nella nostra vita bisogna SEMPRE cercare di trasformare il veleno in medicina…..solo così si potrà REALMENTE guarire! Voglio far notare quanto sia SPIRITUALMENTE elevata la filosofia Buddista……..provate ad immaginare se questi profondi insegnamenti vi fossero stati impartiti anche in Scientology……quanta maggior comprensione avreste avuto dalle vostre esperienze di vita!!
      Non è mio intento sponsorizzare un percorso rispetto ad un altro ma ad essere sincero più mi capita di approfondire il pensiero Buddista più mi trovo ad avere a che fare con perle di saggezza che riescono a dare un senso più completo alla nostra vita!

      • roberto antonio

        Grazie Pier Paolo per il riconoscimento, come ho avuto modo di accennare in altri post sono un aderente del Buddismo di Nichiren Daishonin, un monaco buddista giapponese del 1200.
        Per approfondire puoi cercare il sito “Soka Gakkai”.
        Ciao e buona giornata.

        P.S. Mi farebbe piacere la tua opinione.

        • Pier Paolo

          Caro Roberto Antonio…..poco prima di abbandonare DEFINITIVAMENTE Scientology mi feci una piccola cultura sulla storia delle varie religioni per capire se da qualche parte esisteva un’alternativa migliore. Da quel poco che ho “percepito”, ogni gruppo, piccolo o grande che sia e/o per quanto valido possa essere, non è più in sintonia con la decisione che presi una volta che promisi a me stesso di vivere la mia vita da UOMO LIBERO!
          Scusa la franchezza ma considero già il solo fatto di appartenere ad un gruppo una sorta di giogo che prima o poi ti si ritorce contro…come ha scritto giustamente Diogene esso soddisfa più che altro un bisogno ESTERIORE di riconoscimento…..ma di base non aggiunge nulla alla sostanza….anzi!
          Considero che un genuino percorso spirituale debba essere in grado di differenziarsi da queste dinamiche potenzialmente ingannatrici………ogni parola, ogni gesto, ogni singola persona può essere un tuo “maestro”, relegare il tutto nell’ambito del “io sono un aderente di…..” rischia di farti perdere di vista ciò che è fuori da quel recinto!
          Questo è il mio pensiero……magari sbaglio è……però ora come ora preferisco godermi il paesaggio cambiando orizzonte ogni volta che desidero senza dover rendere conto a nessuno!
          Un caro saluto!

          • roberto antonio

            Condivido appieno e sottoscrivo ampiamente il tuo punto di vista, SCN mi ha insegnato abbastanza per stare con gli occhi aperti e le orecchie ben dritte.
            E’ inevitabile però che gioisca quando, in questa antica pratica religiosa, trovo principi perfettamente in linea con SCN, non scherzo.
            In un precedente post paragonai questa pratica ad una SCN primitiva, un aratro al confronto del trattore di SCN e comunque riconoscere dove ci ha portati l’aratro…anche se aspetto di salire sul trattore!!!
            Magari mi dai una mano pure TU!
            Ciaoooooooooooooooo

  20. i puntini di Diogene...

    Qualsiasi persona di buona volontà, in un modo o nell’altro, sta CERCANDO di farcela… ogni singola persona di buona volontà (e grazie a Dio ne è pieno il mondo) va rispettata e onorata, anche se il suo Credo è diverso dagli altri.
    Pragmatico qual era, LRH ha elaborato un sintetico metro di giudizio per valutare le azioni umane, giudizio troppo spesso ingolfato in assurdità metafisiche o irrigidito in contrapposizioni dogmatiche: Un’azione può essere considerata “buona” quando favorisce la sopravvivenza della Vita in generale o più specificatamente “quando produce il maggior bene per il maggior numero di Dinamiche”… Non è che con questo LRH abbia reso più semplici le cose, ma ha spazzato via “giudizi pseudo-divini” ed una moltitudine di “facezie sacrosante” che hanno afflitto l’umanità fin dai primordi. Da sempre ci si richiama ad una qualche “autorità” per dirigere le masse, ma per fortuna le coscienze mantengono una genuina propensione al bene e non tutte sono soggiogabili… Ron ha tentato di dare un’impronta logica alla sopravvivenza dei gruppi scrivendo molte centinaia di Direttive (Policy), ma l’obiettivo è sempre stato “l’avanzamento spirituale del singolo” e quando clò non avviene o viene pervertito in “fede” anche il gruppo è destinato al disfacimento o all’isteria…
    Forse, più che la Mente va tenuto aperto il Cuore.

  21. roberto antonio

    Incredibile raga, se tanto tanto sostengo un pò di più SCN mi fanno rilievi sulla mia chiusura e se manifesto altri interessi vengo riportato sul binario.
    Facciamo questo event degli Indipendenti và, che almeno ci incontriamo e ci comprendiamo meglio.
    Voglio bene a tutti, anche ai puntini…

    • i puntini di Diogene...

      …e i puntini ringraziano contraccambiando… ma non comprendo il tuo turbamento, perchè secondo me i tuoi interventi sono stati apprezzati…
      Se, pur da angolazioni differenti, stiamo affermando che in tutte le religioni c’è del buono e del meno buono (nel senso che sta a chi le pratica saper discernere la verità che illumina dai condizionamenti dogmatici) mi sembra che siamo tutti d’accordo… Come ben sai, la strada di mezzo è la più difficile da percorrere… ma solo perchè si deve sempre tenere presente i lati estremi del percorso e non li si può ignorare se si vuole avere la percezione di dove si è e in che direzione si sta andando…

      Riguardo ad un event degli Indipendenti continuo ad essere dell’opinione che un incontro fra pochi amici sia più redditizio in comunicazione di quanto lo possa essere un raggruppamento di “dissidenti”…
      Credo che il luogo migliore per un reale incontro rimanga la hall della Reception (e non è detto che sia a casa di Francesco)…

  22. roberto antonio

    Nessun bottone caro Diogene, era solo un simpatico bilancio degli esiti dei miei post e delle risposte che se anche non le condivido completamente le rispetto sempre, se avessi problemi anche con gli Indipendenti mi potrei sparare ahahaha, siete un gruppetto..ne intrigante l’ideale per un’adunanza, un meeting, un seminario, un convegno, un pic nic, isomma un’esplosione di calore , allegria, risate e progetti.
    Magari si potrebbe anche preparare un ordine del giorno per gli argomenti da trattare e una scaletta degli interventi, tanto per non andare a caso e essere preparati.
    Dai organiziamolo, facciamoci del bene…

  23. Guido

    Caro Roberto Antonio,
    sono sicuro che ci incontreremo, magari per qualche seminario …
    Settembre è il mese ideale per la vendemmia.

  24. roberto antonio

    Duplicato, tengo in caldo la promessa anche se di caldo ne abbiamo abbastanza.
    Settembre sulla costa Toscana è incantevole e i suoi interni magici e potremmo…meglio rimanere nel mistero. Comunque posso garantire una dozzina di posti letto se ci sappiamo adattare, potete portare cani e gatti se socievoli. Siete tutti ospiti miei e per me sarebbe un onore…vi voglio bene.
    Buona estate!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...