L’ultimo intervento di Richard

Siete Scientologist indipendenti ” Pensate con la vostra testa !

A seguito del post riguardante la cancellazione della tanto attesa apertura del SP building ( Superpower.. SP… suona bene )

Richard e’ intervenuto con un suo commento.

I suoi commenti, le sue “storie” inventate, forse per il fatto che sono rare e forti, scuotono il campo indipendente e scaldano il cuore, riaccendono speranze in chi dava molto perso e non sono mai fine a se stessi, solitamente aprono molte porte e ci inducono a vere e proprie Cognition e Rehab.

Quindi mi sembra il minimo metterlo in primo piano e riportare i commenti inerenti scaturiti dal suo messaggio…..

Ha ragione paolo con il Q&A ma d’altronde, quale posto e’ migliore di una Reception per farlo ???

Il lavoro duro per ognuno di noi come Scientologo, oltre che nella vita con il proprio esempio, e’ con il proprio Supervisore, con il proprio Auditor, con le proprie lattine di Solo

cosmic_eye

Bene,
L’inaugurazione del nuovo Building non ha avuto successo….non posso dire che la cosa mi faccia gioire, avrei preferito che gli andasse tutto bene.

Della Chiesa di Scientology non mi piace la parola “Chiesa” e comunque il passo che stà cercando di compiere è completamente fuori gradiente.

Scrivo queste cose perchè so che David è un nostro affezionato lettore, ci segue sempre (ciao David), i post ed i commenti de La Receprion vengono sistematicamente tradotti ed inviati sulle linee…se qualcuno di OSA vuole smentire, che lo faccia.

In realtà stò litigando telepaticamente con lui (naturalmente mi travesto da Capitan America) perchè il nostro David ha un paio di buone idee ma è troppo reticente per metterle in pratica.

Ha insistito per mostrarmi quanto fosse di gran lunga migliore l’espansione che si è ottenuta tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ’80 in Italia.

Ha preteso che mi riguardassi tutte le video conferenze tenute da un ottimo Pier Paderni sulle lezioni di Anatomia della Mente Umana.

Ho cercato invano di fargli capire che Pier è Italiano, ma lui mi ha snobbato acidamente dicendomi che poteva fargli avere la cittadinanza Americana in meno di 10 minuti.

Poi ha insistito sul fatto che, dopo le lezioni di Anatomia, andrebbe fatto un corso semi-professionale di Trs, qualcosa che migliori l’attuale “Successo attraverso la Comunicazione”.

Questo perchè ogni persona è in grado di trarre immediati benefici dal fatto di poter suddividere e controllare la Comunicazione al cospetto di altre persone.

Il problema maggiore nasce su altre due cose, la prima ha a che fare con una chiara definizione della parola Scientology e la seconda di una chiara definizione della parola Thetan.

Secondo lui le persone andrebbero istruite in questo modo, dice: “Questi sono i veri basics per il nuovo pubblico della Divisione 6 e il chiarimento del Pianeta parte proprio da li”.

Ma io cerco,insistentemente, di fargli capire che sbaglia, che dovrebbe dirigere la propria attenzione sulle persone che già sono all’interno della Chiesa e continuare a chiedere donazioni senza dare niente in cambio, questa politica alla lunga porta ad arricchire la Chiesa e fà in modo che solo la “Cremè” rimanga al suo interno.

Ma la discussione assume sempre toni drastici, “Lui” è sempre convinto di aver ragione e asserisce che per il 2014 si spalancheranno le porte alle varie Divisioni 6 sparse sul Pianeta così da avere un maggiore afflusso di fedeli che un domani andranno a riempire la struttura del Super Power.

Impossibile comunicare con quel personaggio, è un vero testardo!

Pensate che possa avere ragione io?

Ma veniamo a noi ed alla pagina precedente che presentava dei commenti decisamente interessanti.

Per Diogene, volevo commentare il tuo commento sull’esteriorizzazione, ma mi veniva solo da dirti: “Complimenti, ci vedi, e ci vedi con quel tipo di vista che non necessita di occhi ne di occhiali”.
Adesso siamo tutti curiosi di conoscere il terzo metodo (quello non ancora brevettato) per esteriorizzarsi :)

Marco…Marco; la pianti di fare domande troppo intelligenti?
Rischi di metterci in difficoltà….ma cercherò di darti una risposta stravagante passando per il Senior C/S. (in questo post, non tra una settimana)

Avevo chiesto a Paolo di non fare accenno a Dianasis, ma probabilmente per farmi un dispetto..ne ha parlato, credo che abbia fatto bene.

Ora, magari qualcuno è restato impressionato negativamente da quella parola perchè potrebbe richiamare cose del tipo “Altre pratiche” o “Squirreling”, in realtà non è così.

Negli ultimi trent’anni molte persone che militano nella Free Zone si sono ingegnate per estrapolare dati e procedimenti funzionali direttamente dalla Tecnologia di Scientology.

Qualcuno ha fatto un buon lavoro!

Dianasis (a parte il nome che può suonare strano) si rifà a materiali contenuti nel Corso Speciale di Istruzione di Saint Hill (non volevo abbreviarlo per dargli più importanza).
Su quel corso ci sono tutti i dati che hanno a che fare con il Bank, partendo dal lock e passando per cose un pochino più pesanti come le Masse da Problemi sugli Scopi.

Quello che si intende fare usando quelle tecnologie è semplicemente di andare un paio di passi più in profondità nel “Case” di un individuo per estrarre una quantità maggiore di carica.
Sono procedimenti che ottengono l’effetto desiderato e sono stati testati da ormai molto tempo.

Non si cercano “elettrizzanti viaggi sulla Traccia del Tempo” ne si cerca di andare a caccia di farfalle.

Ora vi racconto una storiella completamente inventata la quale potrebbe spiegarvi, sopratutto a Marco che ha posto la domanda, il perchè alcune tecniche in uso negli anni ’50 per ottenere l’esteriorizzazione sono state accantonate.

Vi ripeto che è inventata di sana pianta, credetemi!

In quegli anni si cercava di creare il Clear di colpo ed il Theta Clear, la filosofia che risiedeva dietro questo fatto era che: “Un Thetan esteriorizzato può letteralmente disintegrare le proprie Masse Mentali, rimettere in sesto il proprio corpo e sicuramente l’Auditing funziona ad una velocità più elevata”.

Quella premessa era scorretta per due motivi (probabilmente anche tre), il primo era che il Thetan esteriorizzato “forse” era disposto a parlare all’Auditor, la seconda era che ad un Thetan esteriorizzato non gliene frega assolutamente niente del proprio Case (già questi due fatti violano la definizione di in session, cioè: interessato al proprio Case e disposto a comunicare all’Auditor), ma il probabile terzo motivo era quello che più ci dava da pensare.

Una volta che un Thetan si esteriorizza, non è più connesso al suo Bank, da questo se ne deduce che non è in grado di trovare niente da percorre e ne consegue che nessuna massa o significamza o carica possa essere eliminata.

Era necessario trovare una brillante soluzione a tutto questo.

Fù così che in una stanza segretissima del Maniero di Saint Hill furono portate apparecchiature molto più che segretissime ed altamente sofisticate.
Nessuno poteva avere l’accesso a quell’area…a parte i familiari ed i collaboratori più stretti.

Vorreste sapere di che apparecchiature si tratta?…. un attimo di pausa per farvi rimanere sulle spine; ebbene, si trattava di un enorme tavolo e di un paio di quintali di plastilina, roba alla James Bond.

L’idea era di riprodurre, con l’utilizzo della plastilina l’intera e completa mappa della mente umana.
Progetto immenso e con qualche difficoltà.

A volte Mary Sue entrando domandava: “Quando esponiamo l’opera d’arte”?, in quel caso Ron le lanciava amorevolmente qualche pezzo di materiale che aveva tra le mani, ancora oggi si possono notare le macchie sul muro.

Il lavoro procedeva piuttosto a rilento finchè, un bel giorno, trovai Ron misteriosamente sorridente che ammirava la sua opera d’arte.

Gli chiesi cosa fosse quell’ammasso amorfo alto circa 80 cm nel mezzo del tavolo, e lui rispose che si trattava dell’esatta configurazione della mente umana.
Gli domandai dove fosse il Thetan, questo lo fece ridere così tanto che gli ci vollero 10 minuti buoni per dirmi che il Thetan si trovava sperduto da qualche parte nel bel mezzo di quella gran schifezza di rappresentazione.

Con due manate vigorose appiatti il tutto e disse: “Credo proprio che dovremo ricominciare da capo”.

Non si dava per vinto, aveva solo voglia di fare una pausa e di bersi una birra di nascosto e fumarsi una sigaretta.

Il giorno dopo decidemmo di procurarci altro mareriale, cose piuttosto semplici, matite, stecche di legno e del cartoncino sufficientemente solido.

Conoscevamo molti dati, ma andavano allineati nell’esatta seguenza.

Il lavoro fù piuttosto lungo, ma le realizzazioni si succedevano una dopo l’altra in maniera, oserei dire, straordinaria.

Una strana mappa a forma di nebulosa sezionata stava prendendo forma, eravamo riusciti a far rimanere in piedi le parti esterne di quella mappa mentale, lock, secondari ed engram, dagli engram ci eravamo spinti sino ai GPM.

Eravamo a buon punto ma la cosa era ancora ben lungi dall’essere completa.

Intanto Ron teneva una serie di conferenze agli Studenti del SHSBC aggiornandoli sulle varie scoperte tecniche e sulle varie procedure per un eventuale approccio al “Case”.

Abbiamo completato la mappa sino ai minimi dettagli, non vi dico quanto tempo sia occorso, ma ora eravamo in possesso dell’esatta conformazione del Deposito R6 (nome colloquiale per la mente reattiva, oggi chiamato Case)

Una delle cose che mi affascinava era il fenomeno del Withhold Mancato, quello che in apparenza sembrava essere una sciocchezza andava a radicarsi così profondamente nei meandri di quella mappa da lasciarmi sbalordito.

Ebbene, in base a quella mappatura abbiamo notato che c’era un particolare nucleo, al centro di questa nebulosa tagliata in sezione che aveva una funzione particolare.

Era l’esatto luogo in cui il Thetan era agganciato, il punto in cui Causa ed Effetto coincidono, coincidono sino al punto da confondere terribilmente il Thetan.

Abbiamo anche notato che se avessimo fatto esteriorizzare qualcuno, questo qualcuno si sarebbe potuto scontrare, anche involontariamente, con uno qualsiasi delle migliaia di tranelli posti all’interno che hanno il solo scopo di farlo reagire e ributtarlo nel mezzo di quel ciarpame.

Urgeva trovare una soluzione funzionale per fare in modo che qualcuno potesse liberarsi da tutto ciò in maniera definitiva.

Non era possibile mettere il Thetan nel centro, nel cuore pulsante, del proprio Bank, perchè da lì non ne sarebbe più uscito e l’ammontare di carica era così elevato che lo avrebbe immediatamente sovraccaricato.

Serviva un’approccio più delicato, una scala gradienti che portasse l’Essere a maneggiare poca carica per volta per far si che liberasse, di volta in volta, sempre più unità di attenzione che potessero essere dirette verso aree più pesanto del proprio Bank.

Il Thetan si poteva esteriorizzare, ma poi riveniva buttato all’interno del proprio Bank, tramite la domanda o il comando di Auditing per fargli trovare qualcos’altro da maneggiare.

Con questa filosofia è nata la Carta dei Gradi e l’attuale Auditing standard.

Ma il lavoro funionava bene sino allo stato di Clear, da quel punto in poi cominciava a perdere un po di colpi.

I GPM erano una realtà, ed i Livelli OT cominciavano a venire consegnati.

In base a quella mappatura, in teoria, il “Core” di quella particolare nebulosa avrebbe dovuto essere maneggiato su OT 8, ma dopo qualche anno di attente osservazione si notò che le persone non ce la facevano ad arrivare a quel punto, almeno non completamente.

Mancava qualcosa…….

Qualche OT mandava rapporti di Auditing in maniera molto onesta mentre altri tendevano a falsificarli leggermente.
Questo ci fece capire che l’approccio non era ancora quello corretto, oppure ci mancavano dei dati.

Da quel punto si è cercato di dirottare l’auditing dei Livelli OT su qualcosa di più semplice da audire aspettando che i dati mancanti venissero alla luce per poter procedere sino alla fine del Ponte.

Sembra che l’Auditing su cui sia stato dirottato il tutto sia l’Auditing di NOTs, da quel punto in poi la mia memoria vacilla, anche se la storia è completamente inventata.

Qui finisce la storiella, ma da questo punto in poi posso dire che abbiamo il materiale corretto per completare il Ponte ed il nostro Senior C/S stà realmente creando un Ponte “Migliore”, spero con l’aiuto di voi tutti.

Non siate spaventati dalla parola Dianasis, in fondo si tratta solo di una parola.

Nella Chiesa di Scientology hanno messo sul Ponte Standar l’Happiness Rundown, credo proprio che noi dovremmo metterci gli Ls Rundown, anzi, sono più che sicuro che debbano entrare di diritto a far parte del Ponte “Migliore”.

D’altra parte siamo convinti di aver trovato l’esatta via d’uscita.

Con Affetto

Richard

——–

Giordano Bruno

Grazie Richard, questa è musica per le mie orecchie. Questo tuo contributo merita di essere al centro della discussione.
Un caro saluto,
G.B.

————-

DAVID

Caro Richard ,

sono d’accordo con te che la parola Chiesa suona male ed è riduttiva ,anche per questo motivo il mio approccio ai suoi procedimenti è stato basato sul conoscere e mettere in pratica il nuovo punto di vista acquisito .
In merito alla discussione sulla esteriorizzazione posso portare la mia esperienza ,nel 2008 ho dato i tre Ls a Flag e come si può notare sullo schema del Ponte questi sono gli unici procedimenti che ti permettono di accedere oltre OT VIII; su due punti vorrei portare attenzione ;
Sull’esteriorizzazione stabile a Flag viene fatto un ottimo lavoro vedi la definizione ,PAB 125 ,1Dec 1957 , The Parts of Man , abbiamo quindi si una definizione esatta ma limitata come uso pratico per un semplice motivo il Ponte è incompleto ! Sai chi sei e puoi controllare bene il tuo , -thetan-corpo- mest- ma sei legato ancora a un corpo e a un universo Mest qualsiasi nel quali masse ed energia per un qualche motivo hanno ancora
una valenza.
Come secondo punto accenno alla mia esperienza personale ,su L10 ho impattato qualcosa di molto particolare non previsto nell’auditing standard, sul Rundown del Mest e della Vita percorri , motivatori ,overt e wilthholds su tutta la traccia e li qualcosa di molto singolare che non aveva niente a che fare con il procedimento ma l’auditor ha dovuto
percorrerlo fino a quando non si è scaricato ,questo è stato il punto di svolta del mio caso , nei due anni a seguire ho approfondito il soggetto
studiando praticamente tutte le conferenze e congressi ,li ho trovando alcuni dati su di esso ,nei miei ritorni a Flag per servizi ho indicato la mia necessità di conoscere chiedendo una revisione sugli Ls per approfondire l’argomento o chiedendo se c’erano dei procedimenti che lo accompagnavano ,la stessa richiesta l’ho nel bel mezzo degli i OT P, non ho mai ricevuto una risposta esauriente in merito , se non che era quello l’episodio e una risposta ufficiale scritta di conferma dal Senior CS che tale episodio corrispondeva all’ OT VIII o qualcosa del genere , questo dopo un’attento studio e riflessione è stato il motivo principale della fuoriuscita a fine 2012 dalla S.U.

Quindi per la mia esperienza personale , LRH ha tracciato un Ponte verso l’eternità con una notevole quantità di dati spesso ripetitivi ma qualcosa suggerisce che il Ponte non è completo e qui giriamo intorno ai vari soggetti ,Esteriorizzazione e stati OT , penso che i dati e esperienze certe ci sono ma vanno riordinati , dall’altro canto sembra che la Scinetology ufficiale ha fermato la sua evoluzione e conoscenza poco dopo la dipartita di LRH .
Comunque per onestà devo diere che sono molto soddisfatto per quello che sono adesso , ma se guardo la S.U nella sua completezza la ritengo improponibile per il 99,99 delle persone su questo Pianeta e non segnata a un vero successo.

Per diversi motivi l’argomento postato da Richard pone un dibattito molto ampio al quale aggiungo un mio contributo.

Con affetto,

David

p.s non sono lo stesso DM che già conosci

—————–
paolo facchinetti
    • Caro Richard, secondo me ha ragione Miscavige e spero che non ti ascolti e continui con l’idea delle conferenze di Anatomia della Mente Umana affidate a Pier Paderni. Il problema del buon Pier è sempre stato quello determinato dalle sue origini bresciane, per la precisione della Francia Corta: il suo accento marcatamente bresciano, già ostico per i Milanesi, ne ha compromesso il successo al di fuori dei confini della Lombardia. E’ un prodotto locale tutelato ma difficilmente esportabile.
      Per ciò che concerne Dianasis vorrei aggiungere un paio di cose per far un poco di ulteriore luce sul soggetto. Il nome DIANASIS non è fantasioso ma deriva dall’unione di DIANETICA + AS-IS.
      Da quel che ne capisco io, ma anche leggendo i racconti di chi negli anni 60 era Saint Hill con LRH e aveva partecipato a tutta la ricerca sui GPM, si può concludere che i motivi tecnici principali per il fallimento di quella ricerca durata anni (dico fallimento perché i risultati per alcuni furono catastrofici, forse anche per il caso dello stesso LRH) fu la mancanza di due pietre miliari della Tech che furono elaborate successivamente: il concetto di F/N (Ago Libero) e le Leggi del Listing & Nulling e forse aggiungerei anche il Codice dell’Auditor. La mancanza delle 3 cose di cui sopra provocarono ai tempi enormi over-restimolazioni nei casi con tutte le conseguenze relative. Dianasis, arrivata 10 anni dopo, soprattutto grazie all’applicazione dei 3 fondamenti tecnici di cui sopra, è riuscita a rendere operativa e funzionale una tecnica che concettualmente doveva essere il cuore di tutta la tecnologia di auditing di Scn ma che in realtà era stata completamente abbandonata.

      • LIBERO

        Grazie Facchinetti e Richard per averci chiarito molte cose. Adesso tutto è più reale e confrontabile.

      • Marco

        Grazie Paolo per la tua ulteriore spiegazione… veramente delucidante ed interessante… molte tessere del puzzle si incastrano e l’immagine/scena totale sottostante si sta rilevando.

        È comprensibile che (come dice Richard) DM sta seguendo con grande interesse “La Reception”… qui si sta “discorrendo” di soluzioni e conoscenza tecnica… Che lui naturalmente teme, perché percepisce che queste tecniche che si stanno rivelando (e stanno essendo usate) portano veramente (pian piano come dice Richard) ad ottenere un thetan Ot completo.
        Questa possibilità Richard la prospetta molto palesemente, alla fine del suo fantastico commento “D’altra parte siamo convinti di aver trovato l’esatta via d’uscita.”
        Beh, DM, se stai leggendo, ascolta Richard e rifletti se non sia il caso di pentirti… come diceva Papa Wojtyla ai mafiosi: «Mafiosi convertitevi, una volta verrà il giudizio di Dio».
        Ecco DM, pentiti e smetti di sopprimere la possibilità di andare liberi dalla barbarie di questo pianeta e/o galassia e/o …

    • Marco

      Beh Richard, grazie, grazie mille, la tua “storiella” è stata un fantastico briefing… una storiella che si potrebbe archiviare come un bollettino tecnico determinante…
      Io ho avuto un bel po’ di realizzazioni e comprensioni… :-) e non solo riguardo lo “Stato dell’Arte” dei fatti/fattori tecnici, ma ho avuto anche molta comprensione riguardo al mio caso (caso che mi da un po’ da fare).

      Però Richard, non credo che smetterò di fare domande… in effetti mi piace troppo comprendere e dunque chiedere ai terminali corretti quello che non so ancora.
      E’ vero che spesso rompo le scatole… ma naturalmente mi si può ignorare.

      E senza stare ad elencare le cose che ho ben capito, molte, passo direttamente (se posso: ma “chiedere è lecito, rispondere è cortesia”) a fare una o due domandine (ovviamente sono consapevole che non si può chiedere troppi commenti a Richard, penso dunque anche che chiunque se la sente può rispondere… per esempio Paolo ;-)

      Dici: Abbiamo completato la mappa sino ai minimi dettagli, non vi dico quanto tempo sia occorso, ma ora eravamo in possesso dell’esatta conformazione del Deposito R6 (nome colloquiale per la mente reattiva, oggi chiamato Case) .

      Domanda: Case o mente Reattiva è la stessa cosa?
      Dire che un Clear non ha più la sua mente reattiva… e che dopo però rimane un Case da maneggiare è corretto? Se si, dunque Mente Reattiva e Case dovrebbero essere due cose ben distinte!? O colloquialmente il Case è/può essere la mente reattiva dopo Clear?

      Dici: Ebbene, in base a quella mappatura abbiamo notato che c’era un particolare nucleo, al centro di questa nebulosa che aveva una funzione particolare. Era l’esatto luogo in cui il Thetan era agganciato, il punto in cui Causa ed Effetto coincidono, coincidono sino al punto da confondere terribilmente il Thetan. .

      Beh, qui in effetti sono curioso… per favore puoi dire qualcosa di più? Ha a che fare con: “ciò che un thetan causa poi ne diviene effetto.”?
      Perché questo lo capisco… ma non sono sicuro che intendevi questo.

      Va beh, mi fermo, perché capisco che potrei diventare impertinente o meglio inopportuno…

      Ma voglio ribadire che quello che hai scritto in questo tuo commento è illuminante…
      Ed anche così tanto pieno di speranza che rileggendolo, persino mi sono commosso (nel senso di: dal latino com-movēre : “mettere in movimento” ).

      Grazie per il tuo condividere con questa piazza virtuale.

      Un caro saluto
      Marco

      È POSSIBILE ESSERE CLEAR?
      Metà del 1959 Originariamente pubblicato nella rivista Certainty

      Il clearing ha avuto i suoi alti e bassi in Dianetics e Scientology.
      Ma c’è una cosa differente nella nostra scienza rispetto agli studi occasionali sulla mente del diciannovesimo secolo: noi vi diciamo la verità.
      Se le notizie sono cattive non ve le nascondiamo. Se sono buone ve le diciamo.

      In Scientology sentiamo di essere tutti nella stessa barca e che se ce la facciamo ce la facciamo tutti e se non ce la facciamo niente altro riuscirebbe a farcela, perciò cosa abbiamo da perdere?

      Ci sono stati alti e bassi di entusiasmo riguardo al clearing.
      Ogni volta sembrava che, proprio quando sembrava che fossimo tutti quasi arrivati a Clear, qualcuno fosse stato lasciato indietro ed in altri casi sembrava che l’abilità di auditing necessaria fosse al di là della portata del tipo che faceva il nostro auditing.

      Ma nell’attaccare un problema di tale magnitudine—il clearing di un vasto numero di persone— si scopre che vengono incontrate molte sconfitte nel risalire la china verso la vittoria.

      Il segreto sta comunque nell’avere più vittorie che sconfitte.

      Alcuni perfezionisti ci dicono che dobbiamo vincere il 100 percento delle volte. Questo non è affatto vero.
      Noi dobbiamo vincere solo il 51 percento delle volte per riuscire alla fine a raggiungere la cima della montagna. E questo vale anche per il clearing.

      All’inizio sono stato io a commettere degli errori.
      Anni fa mi sono lanciato con notevole speranza nell’insegnare alla gente a rendere le altre persone Clear. Io personalmente non avevo dubbi in proposito.

      Io ho personalmente audito un certo numero di persone fino a Clear e quindi avevo totale fiducia nel fatto che altri potessero farlo. Bene, che cos’è accaduto? Ho eccessivamente sopravvalutato l’abilità di base della gente.

      Non è che io fossi più intelligente. Il fatto era che io avevo alle spalle cinque anni di esperienza di auditing quando ho creato il mio primo Clear.
      Perciò si può considerare eccessivamente ottimista da parte mia aspettarmi che altri con pochi giorni o settimane o mesi di esperienza rendessero Clear la gente.

      L’addestramento è ora più o meno finalizzato e non richiede cinque anni.
      Ma richiede addestramento, ed addestramento arduo e tenace, se è per quello.

      Beh, non siamo riusciti a creare Clear molto a lungo e pensavo che fossero le tecniche ad essere sbagliate e perciò mi sono dato da fare accanitamente con le tecniche per anni. E—ricordate—abbiamo riscontrato una piena vittoria.

      Poi altri hanno fatto degli errori.
      Una volta il programma del clearing è stato rallentato da un milionario negli Stati Uniti che pensava di impossessarsi dell’intera Dianetics. In qualche modo siamo riusciti a districarci da questo intricato groviglio legale e rimetterci in pista…e, mi spiace dirlo, il milionario è morto l’altro giorno.

      E ci sono state qui e là persone che hanno cercato di rallentarci organizzativamente … e così hanno causato travagli amministrativi senza fine per mantenere le cose a posto. E il tempo che avrebbe potuto essere speso sul clearing è stato sprecato.

      Questo è un pianeta piuttosto stupido in un universo abbastanza duro.
      Dai inizio a qualcosa verso la libertà e ad una vita migliore e apparentemente ogni cosa inizia a crollare su se stessa.

      Io sto facendo del mio meglio per consolidare il prodotto finito di un’evoluzione che mi ha richiesto ventinove anni di lavoro.

      Bene. Questo è lo stato del clearing come lo vedo io al momento.

      E posso dirvi direttamente e immediatamente che potete essere resi Clear e, se vi ricordate di avere più vittorie che sconfitte, potete raggiungere la vostra meta di essere Clear in meno tempo di quanto pensaste.

      Cosa state ancora aspettando?

      L. RON HUBBARD

  1. Ben ritrovato Richard! Ho attentamente letto le tue osservazioni, le trovo vere e senza dubbio avrai un sacco di accordo, per esperienza trovo che la tua osservazione riguardo : “Ma il lavoro funzionava bene sino allo stato di Clear, da quel punto in poi cominciava a perdere un po di colpi.

    I GPM erano una realtà, ed i Livelli OT cominciavano a venire consegnati.

    In base a quella mappatura, in teoria, il “Core” di quella particolare nebulosa avrebbe dovuto essere maneggiato su OT 8, ma dopo qualche anno di attente osservazione si notò che le persone non ce la facevano ad arrivare a quel punto, almeno non completamente.

    Mancava qualcosa…….”
    Tutto questo , mi è molto reale ed i pasticci infiniti, i casi massacrati soprattutto su nots e solo nots mi sembrano delle evidenze schiaccianti. Adesso che sono curiosissima però dovresti allargarti un po e raccontare una storia sempre inventata ,di come si potrebbero raddrizzare questi casi e rimettere in sesto
    con stima
    Marisa

    seedorf10

    @ Richard:

    tempo fa avevi parlato di un livello OT chiamato Excalibur (credo l’8).

    C’è qualche analogia con il Ponte delle Ron’s Org?

    Ne riporto uno stralcio quì di seguito.
    Perdonate l’inglese, ma ci devo ancora arrivare quì con le traduzioni…

    (dal Briefing Amministrativo n.1, del Capitano Bill Robertson)

    “Ok. First thing I want to do is point out that we have a Bridge here, which is going from a person who starts auditing on Assists even, or special cases, Resistive Case Handlings, Dianetics, Scientology Grades per C/S program and goes up to Clear. Then we have the normal OT-levels I to III and those are exactly as Ron laid them out. And they work just fine. There are some – shall we say – benefits of Advanced Organization experience, experience that is applied on these levels, which is not generally known in the field today. Especially on OT III and in the handlings of making SURE that a person gets through OT III and ready for Excalibur. And those things are covered on OT IV, V, VI and VII. These are things that may help a particular person increase his intention, right? Or handle certain problematic body areas, or handle the effects of drugs that may still be persisting, medicines or alcohols on the body or on him, and handle any valence problems that may be there. And those – after doing all that – you arrive at… ready for OT 8, which is called by various names : Excalibur, Super VII, used to be called Super NOTs, but it doesn’t really have much to do with that.It is OT 8 – we call it EXCALIBUR. Now, it goes along with the thing called OT Life Repair, because right after Excalibur you do OT Life Repair to pick up any things that may not have been handled so far on the Bridge. And at the end of that, the person arrives at the state of self-determinism – freedom from other-determinism. So he has, actually, now CLEARED ALL OF HIS DYNAMICS of other-determinism and he becomes 1ST DYNAMIC OT level, 1st Dynamic on the OT levels. From that point, on up he goes OT on various Dynamics, and he handles the self-determined case or the self-determined charge, what things HE got into and so on. It’s not case that was PUT on him by another, or by an implanter or something, it’s stuff HE did and got messed up in and he has to now get himself out of it. And that goes up through 9, 10 and 11 – which is called the PHOENIX – and the description on that is: “Opens the door to the OT’s own Dynamics and what he did, and didn’t do, on them.” “Now with the Tech he can end cycle, so that everyone wins, including himself.”

    And OT 12 – Pre-Static Life Repair, OT 13 – Pre-Static Prior Assessment and the Clone Cycle Rundown – that’s the next part of the Bridge – “is a Power Package that handles why an OT did not REMAIN an OT.” I might say at this point, that the Bridge IS exactly as LRH has always written in his works. That a thetan WAS more powerful in the past, he was MUCH more powerful in the past and he came down in power, down the spiral. We are just recovering those abilities and recovering that state, and it is an error to suppose that the person was never that big, because it is obvious that he IS and can retain or regain that size of awareness. So people that are thinking that a person just has to “evolve” or “get bigger” and he “never was bigger”, are WRONG. I’m sorry to say, they’re just incorrect and they are buying false data from whatever source that false data comes from. The fact is, the thetan WAS big, he came down the spiral and now we’re getting him back up. And that’s what Ron put in Scientology. It’s one of the main differences of Scientology from any other philosophy, religion or science. It assumes that the thetan has always been at a higher state and now he’s down at a lower state, and we’re trying to REGAIN that ability he once had. OK.

    After that, is the Commanding Officer Cycle Rundown – before OT 14 – and that handles the – “gets the person more in control of his body and then helps make it operational.” It does a lot more than that, but that’s what we can definitely say it does. And OT 14, 15 and 16 “reveal incredible data about the games thetans get stuck into and couldn’t get out of – until now.” That’s what we can say about that, because you can look back to the basics of LRH’s work and he says:”Life is basically a game.” Well, I would only add one thing to that – it’s basically a SERIES of games – and so, you may find him stuck in more than one game. The “caselessness” occurs after the Super Static Rundown, which is at the end of OT 16. And after that, a person has no case and he KNOWS he has no case, he absolutely KNOWS that for sure and he doesn’t need anymore auditing. He doesn’t need any vias through the MEST-universe, he doesn’t need a via of a meter or a body, and so on. He doesn’t need anymore auditing himself. He can certainly DO auditing very well though. He can handle any other person’s universe and do auditing in that person’s universe very effectively, very effectively. So that brings us to OT 17 to 33 which are the “Administrative” levels. And they arise actually, naturally, on the pan-determined basis. Because you’ve handled other-determinism, self-determinism, now you move into pan-determinism. Now what is that? Well, that is taking full responsibility on all Dynamics and handling situations on those which are keeping people trapped in the games, and to finally end the game for all your friends and all the players that are in it. Now that is in progress at the moment, and this briefing is actually a step on that, on those levels, because it is giving people now the R-factor, or the Reality-factor, that there is a Bridge and a way to get OUT of these games. You see? So it’s a first little R-factor on that.

    Now, funnily enough, I discovered that, or re-realized, or re-cognited, that AFTER all this technical business is handled on a person’s case, he better study some Policy. Why? Because Policy is the Technology of handling the 3rd Dynamics and other Dynamics, and when you’re handling groups and so on, you have to know what are these groups, how do they work, how do you handle them, and so on.

    Especially the FEBC Technology and so on, where LRH says in one of the early tapes of the FEBC, he says:”What happens when a person can get no further case gain from auditing? He can then get case gain from demonstration of competence.” That’s what he says in the tape – he can demonstrate his competence and get case gain from that. You see? Real OPERATING state here.

    So that moves on up to OT 33, and by the way, there’s no real mystery about these levels. I can tell you exactly what they are right now. They are HANDLING THE PEOPLE STILL STUCK ON THE BRIDGE IN THE LOWER LEVELS IN THE REVERSE SEQUENCE. See? That’s the answer. In other words, you are going to find a very few thetans that are stuck in – say – a higher level part of the Bridge – say – up around 14 to 16. You are going to find some people that are stuck in the things that are handled there. Now, for a thetan to get stuck at that level means he must have been powerful enough to get up there somehow to get stuck at that level. Therefore, he would be a worthwhile person to release from that and be able to play a bigger game. And then you might find people stuck in succeeding levels coming on down, until you find people who were stuck in OT III, and now you want to release those, so they can continue on up the Bridge. So you keep releasing these, and it gets to larger and larger numbers of thetans, and they can help handle the larger and larger numbers on the smaller and smaller levels that people are stuck. Until finally, you have millions of auditors across the universe that are handling people who are stuck, only because they can’t “recall something” and they need ARC-Straightwire or something. You see what I mean? But you couldn’t do it in reverse. You couldn’t handle everybody that needs ARC-Straightwire first. Where are you going to get the auditors from? Because that’s one of the first points on the Bridge, you have 4 billion people on this planet and you only have a few thousand auditors. No, you better handle the ones who are stuck somewhere on the Bridge, make them into players and auditors on the games and then THEY can help you handle the ones on the next levels down.

    So there’s no mystery about these levels, it’s just an administrative handling. Because as this grows and grows, as the levels go on up, it grows and grows and gets bigger and bigger and bigger and as it gets bigger, you need more organization, you need more comm-lines, you need more auditors, you need more C/Ses, you need more duplication of materials, etc. You’re into the problems of what is handled by studying your administrative Policies. So there’s no mystery about 17 to 33. It’s just a series of steps in reverse gradient down the Bridge and an increasing gradient of volume, until all the players can be freed from the games that they agreed to play.”

    seedorf10

    @ Richard:

    tempo fa avevi parlato di un livello OT chiamato Excalibur (credo l’8).

    C’è qualche analogia con il Ponte delle Ron’s Org?

    Ne riporto uno stralcio quì di seguito.
    Perdonate l’inglese, ma ci devo ancora arrivare quì con le traduzioni…

    (dal Briefing Amministrativo n.1, del Capitano Bill Robertson)

    “Ok. First thing I want to do is point out that we have a Bridge here, which is going from a person who starts auditing on Assists even, or special cases, Resistive Case Handlings, Dianetics, Scientology Grades per C/S program and goes up to Clear. Then we have the normal OT-levels I to III and those are exactly as Ron laid them out. And they work just fine. There are some – shall we say – benefits of Advanced Organization experience, experience that is applied on these levels, which is not generally known in the field today. Especially on OT III and in the handlings of making SURE that a person gets through OT III and ready for Excalibur. And those things are covered on OT IV, V, VI and VII. These are things that may help a particular person increase his intention, right? Or handle certain problematic body areas, or handle the effects of drugs that may still be persisting, medicines or alcohols on the body or on him, and handle any valence problems that may be there. And those – after doing all that – you arrive at… ready for OT 8, which is called by various names : Excalibur, Super VII, used to be called Super NOTs, but it doesn’t really have much to do with that.It is OT 8 – we call it EXCALIBUR. Now, it goes along with the thing called OT Life Repair, because right after Excalibur you do OT Life Repair to pick up any things that may not have been handled so far on the Bridge. And at the end of that, the person arrives at the state of self-determinism – freedom from other-determinism. So he has, actually, now CLEARED ALL OF HIS DYNAMICS of other-determinism and he becomes 1ST DYNAMIC OT level, 1st Dynamic on the OT levels. From that point, on up he goes OT on various Dynamics, and he handles the self-determined case or the self-determined charge, what things HE got into and so on. It’s not case that was PUT on him by another, or by an implanter or something, it’s stuff HE did and got messed up in and he has to now get himself out of it. And that goes up through 9, 10 and 11 – which is called the PHOENIX – and the description on that is: “Opens the door to the OT’s own Dynamics and what he did, and didn’t do, on them.” “Now with the Tech he can end cycle, so that everyone wins, including himself.”

    And OT 12 – Pre-Static Life Repair, OT 13 – Pre-Static Prior Assessment and the Clone Cycle Rundown – that’s the next part of the Bridge – “is a Power Package that handles why an OT did not REMAIN an OT.” I might say at this point, that the Bridge IS exactly as LRH has always written in his works. That a thetan WAS more powerful in the past, he was MUCH more powerful in the past and he came down in power, down the spiral. We are just recovering those abilities and recovering that state, and it is an error to suppose that the person was never that big, because it is obvious that he IS and can retain or regain that size of awareness. So people that are thinking that a person just has to “evolve” or “get bigger” and he “never was bigger”, are WRONG. I’m sorry to say, they’re just incorrect and they are buying false data from whatever source that false data comes from. The fact is, the thetan WAS big, he came down the spiral and now we’re getting him back up. And that’s what Ron put in Scientology. It’s one of the main differences of Scientology from any other philosophy, religion or science. It assumes that the thetan has always been at a higher state and now he’s down at a lower state, and we’re trying to REGAIN that ability he once had. OK.

    After that, is the Commanding Officer Cycle Rundown – before OT 14 – and that handles the – “gets the person more in control of his body and then helps make it operational.” It does a lot more than that, but that’s what we can definitely say it does. And OT 14, 15 and 16 “reveal incredible data about the games thetans get stuck into and couldn’t get out of – until now.” That’s what we can say about that, because you can look back to the basics of LRH’s work and he says:”Life is basically a game.” Well, I would only add one thing to that – it’s basically a SERIES of games – and so, you may find him stuck in more than one game. The “caselessness” occurs after the Super Static Rundown, which is at the end of OT 16. And after that, a person has no case and he KNOWS he has no case, he absolutely KNOWS that for sure and he doesn’t need anymore auditing. He doesn’t need any vias through the MEST-universe, he doesn’t need a via of a meter or a body, and so on. He doesn’t need anymore auditing himself. He can certainly DO auditing very well though. He can handle any other person’s universe and do auditing in that person’s universe very effectively, very effectively. So that brings us to OT 17 to 33 which are the “Administrative” levels. And they arise actually, naturally, on the pan-determined basis. Because you’ve handled other-determinism, self-determinism, now you move into pan-determinism. Now what is that? Well, that is taking full responsibility on all Dynamics and handling situations on those which are keeping people trapped in the games, and to finally end the game for all your friends and all the players that are in it. Now that is in progress at the moment, and this briefing is actually a step on that, on those levels, because it is giving people now the R-factor, or the Reality-factor, that there is a Bridge and a way to get OUT of these games. You see? So it’s a first little R-factor on that.

    Now, funnily enough, I discovered that, or re-realized, or re-cognited, that AFTER all this technical business is handled on a person’s case, he better study some Policy. Why? Because Policy is the Technology of handling the 3rd Dynamics and other Dynamics, and when you’re handling groups and so on, you have to know what are these groups, how do they work, how do you handle them, and so on.

    Especially the FEBC Technology and so on, where LRH says in one of the early tapes of the FEBC, he says:”What happens when a person can get no further case gain from auditing? He can then get case gain from demonstration of competence.” That’s what he says in the tape – he can demonstrate his competence and get case gain from that. You see? Real OPERATING state here.

    So that moves on up to OT 33, and by the way, there’s no real mystery about these levels. I can tell you exactly what they are right now. They are HANDLING THE PEOPLE STILL STUCK ON THE BRIDGE IN THE LOWER LEVELS IN THE REVERSE SEQUENCE. See? That’s the answer. In other words, you are going to find a very few thetans that are stuck in – say – a higher level part of the Bridge – say – up around 14 to 16. You are going to find some people that are stuck in the things that are handled there. Now, for a thetan to get stuck at that level means he must have been powerful enough to get up there somehow to get stuck at that level. Therefore, he would be a worthwhile person to release from that and be able to play a bigger game. And then you might find people stuck in succeeding levels coming on down, until you find people who were stuck in OT III, and now you want to release those, so they can continue on up the Bridge. So you keep releasing these, and it gets to larger and larger numbers of thetans, and they can help handle the larger and larger numbers on the smaller and smaller levels that people are stuck. Until finally, you have millions of auditors across the universe that are handling people who are stuck, only because they can’t “recall something” and they need ARC-Straightwire or something. You see what I mean? But you couldn’t do it in reverse. You couldn’t handle everybody that needs ARC-Straightwire first. Where are you going to get the auditors from? Because that’s one of the first points on the Bridge, you have 4 billion people on this planet and you only have a few thousand auditors. No, you better handle the ones who are stuck somewhere on the Bridge, make them into players and auditors on the games and then THEY can help you handle the ones on the next levels down.

    So there’s no mystery about these levels, it’s just an administrative handling. Because as this grows and grows, as the levels go on up, it grows and grows and gets bigger and bigger and bigger and as it gets bigger, you need more organization, you need more comm-lines, you need more auditors, you need more C/Ses, you need more duplication of materials, etc. You’re into the problems of what is handled by studying your administrative Policies. So there’s no mystery about 17 to 33. It’s just a series of steps in reverse gradient down the Bridge and an increasing gradient of volume, until all the players can be freed from the games that they agreed to play.”

    paolo facchinetti

    Seguendo l’andamento di questi commenti non può che venirmi in mente la definizione di Q & A. Lo dico in senso benevolo. Io ripubblicherei l’intervento di Richard in un post a parte con sotto il mio commento e tutti quelli che si riferiscono all’intervento di Richard. Magari i commenti si sono esauriti, magari no…. vediamo!

    ————–
    • Marco

      Si Paolo, hai ragione in pieno… infatti anch’io ho finito il mio commento sulle Essenze di Bach, dicendo che “è un commento cosi, tanto per cianciare…”.
      Non so veramente perchè siamo finiti sul scrivere di Fiori di Bach; beh, in effetti qualcuno ha cominciato a dire qualcosa sul fatto che i Fiori di Bach, potevano, forse , in minima parte risolvere un pò il caso… .
      Come non commentare un’affermazione del genere? Tu per esempio cosa ne dici? O forse hai già detto: “chi se ne frega dei fiori di…”

      Poi… quello che noto anche… è che discutere sui Post/cCommenti di Richard non è così discorsivo…
      Spesso si pone un tema in discussione, correttamente in contesto, ma poi la discussione non ha un seguito… perchè in effetti Richard fa interventi rari (giustamente) e non discute poi sulle reazioni o domande che suscita (atteggiamento che trovo abbastanza corretto)…

      D’altra parte i suoi scritti sono impostati quasi a mò di bollettino tecnico (che Richard chiama storiella)… ciò è da me (e tanti altri) molto apprezzato.
      E/ma i commenti sulla storiella li lascia ad appannaggio di altri… che però per la maggiopr parte sono un pò basiti… si resta un pò a bocca aperta, senza parole…
      MI sbaglio?

      ——————
      • Giordano Bruno

        Bene, dato che i Fiori di Bach non agiscono sul piano fisico (non è presente alcun principio attivo) ma sulle energie, possiamo riportare l’argomento sul post di Richard.
        Quindi faccio una domanda ingenua:
        Come fa l’auditing a modificare o eliminare le masse (energie) mentali?
        Un caro saluto,
        G.B.

        ———————
        • Marco

          Beh Giordano ” Come fa l’auditing a modificare o eliminare le masse (energie) mentali?” … Per tenerla semplice: l’auditor con le sue tecniche, fa fare As-is delle masse al Pc.

          Sul libro comprendere l’emeter ci sono anche le immagini disegnate…

          Lo so che la tua è una domanda provocatoria, ma non ho capito dove vuoi andare a parare? Vuoi forse sostenere che i Fiori Bach agiscono ugualmente bene come un As-is?

          Io penso che le sostanze (droghe e/o bio-energia e/o vitamine e/o la giusta nutrizione, o cattiva, ecc, ecc. ) possono influenzare facendo registrare masse… piacevoli o spiacevoli o drammatiche (cioè o nella mente analitica o nella mente reattiva).
          Forse può far agganciare o sganciare masse, ma le sostanze non cancellano masse… magari!

          —————-
          • Giordano Bruno

            Esatto Marco, AS-IS delle masse.
            (ll libro “comprendere l’e-meter” infatti è stata la prima cosa che Paolo mi ha chiesto di leggere prima di iniziare l’auditing.) Lasciamo ora perdere i Fiori di Bach.
            Richard dice: “Mancava qualcosa…….”. Secondo te che cos’è che mancava, per cui il PC non poteva o non può fare AS-IS?

             ——————-
          • Marco

            Beh Giordano, il “mancava qualcosa…” di Richard…

            Ma se permetti allargo il contesto..
            Richard dice: ”Con questa filosofia è nata la Carta dei Gradi e l’attuale Auditing standard.
            Ma il lavoro funzionava bene sino allo stato di Clear, da quel punto in poi cominciava a perdere un po’ di colpi.
            I GPM erano una realtà, ed i Livelli OT cominciavano a venire consegnati.
            In base a quella mappatura, in teoria, il “Core” di quella particolare nebulosa avrebbe dovuto essere maneggiato su OT 8, ma dopo qualche anno di attente osservazione si notò che le persone non ce la facevano ad arrivare a quel punto, almeno non completamente.

            Mancava qualcosa…….

            Qualche OT mandava rapporti di Auditing in maniera molto onesta mentre altri tendevano a falsificarli leggermente.

            Questo ci fece capire che l’approccio non era ancora quello corretto, oppure ci mancavano dei dati.

            Da quel punto si è cercato di dirottare l’auditing dei Livelli OT su qualcosa di più semplice da audire aspettando che i dati mancanti venissero alla luce per poter procedere sino alla fine del Ponte.

            Sembra che l’Auditing su cui sia stato dirottato il tutto sia l’Auditing di NOTs, da quel punto in poi la mia memoria vacilla…“

            Dunque… già Richard non sa cosa mancava infatti dice … l’approccio non era ancora quello corretto, oppure ci mancavano dei dati.: e tu lo chiedi a me!?

            Che vuoi che dica? Quello che dice Richard: o mancavano i dati, o l’approccio era scorretto.

            A perte gli scherzi, ma non troppo, io credo che dopo il Clear in quegli anni ‘50/’60 si è passati ai livelli Ot di allora (non Ot3 75 “milioni di anni fa”)… ma si sono scontrati contro i vari fenomeni che hanno poi portato a pensare che “c’era qualcosa che non conoscevano o che mancava…”

            Poi LRH ha rimediato, credo, mettendo giù/maneggiando gli impedimenti ad OT.
            Con l’OT3 del ’67 “l’episodio di 75milioni di anni fa” e poi con OT5 e 7 NED per OT
            Sappiamo che questi livelli maneggiano “quei determinati impedimenti” ;-)

            Adesso credo che Richard e Paolo (e chi altri hanno contribuito?), abbiano ripreso la strada interrotta negli anni ’60… o meglio, che l’abbiano perfezionato… tanponato la mancanza di dati o di approccio.

            Dunque la risposta alla tua domanda è : beh, in effetti il “mancava qualcosa…” è espresso con il verbo al passato (prossimo?), per cui concludo, rispondo, che adesso, nel tempo presente… non manca più! ;-)

             ———————-
          • Silvia Chiari

            Faccio copia e incolla dei Fattori –
            23 Gli universi sono allora tre: l’universo creato da un punto di vista, l’universo creato da ogni altro punto di vista e l’universo materiale ossia l’universo creato dall’azione in comune dei punti di vista, sul cui mantenimento vi è accordo.

            24 E i punti di vista non sono mai visibili. E i punti di vista considerano sempre più preziosi i punti di dimensione. E i punti di vista tentano di diventare i punti di ancoraggio e dimenticano di poter creare essi stessi nuovi punti, nuovo spazio e nuove forme. Si giunge in tal modo alla scarsità. E i punti di dimensione possono perire e i punti di vista ritengono quindi di poter perire anch’essi.

            25 Così si giunge alla morte.

            26 Così hanno origine le manifestazioni di piacere e di dolore, di pensiero, di emozione e di sforzo, di riflessione, di sensazione, di affinità, di realtà, di comunicazione, di comportamento e di essere, e a quanto pare qui si trovano gli enigmi del nostro universo e la loro soluzione.

            27 Esiste la condizione di essere, ma l’uomo crede che esista solo il divenire.
            – Nel punto 24 dice che il punto di vista non è mai visibile —– quindi se non è mai visibile come fa insieme ad altri punti di cista a creare e a mantenere lì un universo materiale se non attraverso “energia” ? Energia che si può trovare in varie forme ma quella che intrappola di più ( secondo me) è quella emozionale (vedi punto 26) ed è quella che viene evidenziata dal corpo attraverso condizioni di benessere e di malessere sotto tutti i punti di vista ….. infatti quando Richard dice

            Una volta che un Thetan si esteriorizza, non è più connesso al suo Bank, da questo se ne deduce che non è in grado di trovare niente da percorre e ne consegue che nessuna massa o significamza o carica possa essere eliminata.
            – In questo caso il Thetan non è agganciato a nessuna fonte emozionale , per cui, non scarica nulla non c’è nulla da scaricare …. infatti per essere certi di scaricare massa o energia si fa auditing e si usa l’e-meter e… il corpo che usiamo …..
            Però faccio io una domanda … come dice il punto 23 – l’universo materiale ossia l’universo creato dall’azione in comune dei punti di vista, sul cui mantenimento vi è accordo. – visto che il corpo che usiamo fa parte dell’universo materiale che per esistere DEVE avere l’accordo dei punti di vista… come facciamo ad andarcene fuori ?
            Grazie

             ———————–
          • Giordano Bruno

            In italiano:

             ——————–
    • Se Richard rispondesse alle domande, sarebbe già un buon punto per non perdere il filo del discorso.
      O forse chiedo troppo.

    ed ora a voi proseguire……

312 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Richard, Scientology indipendente

312 risposte a “L’ultimo intervento di Richard

  1. Giordano Bruno

    In grado IV ho capito che noi non siamo intrappolati a causa delle masse mentali del bank e così via, ma a causa dei nostri postulati, considerazioni e computi (calcoli) che mantengono la nostra illusione (accordo) sulla realtà del bank e del mest.
    Gli ultimi video che ho postato sono incompleti. Questo che aggiungo spiega ciò che intendo dire:

  2. Luc

    Ho molto rispetto ed ammirazione verso Richard e volevo comunicarlo, grazie per tutti i tuoi bellissimi interventi. Ovviamente molti quesiti rimangono, ma non mi preoccupo troppo… Al momento giusto sul ponte saranno svelati e soprattutto Maneggiati, ora non servirebbero a molto. Con molta ARC
    Luca

  3. i puntini di Diogene...

    A volte il padrone porta a spasso il cane… a volte il cane porta a spasso il padrone… ambedue fingono che sia la stessa cosa… ed in effetti lo è, se sono loro a deciderlo… e neppure devono essere d’accordo… in fondo neanche si capiscono… ma tutt’e due si divertono a tenersi al guinzaglio…

  4. paolo facchinetti

    Rileggendo il post di Richard mi è tornato alla mente un nastro che ho sentito recentemente. credo inviatomi da Simon Bolivar, se fosse ancora in ascolto potrebbe aiutarmi, in cui LRH di ritorno da una vacanza e sopralluogo fotografico con Mari Sue sull’Isola di Las Palmas, affrontava un interessantissimo discorso su procedimenti soggettivi e oggettivi ed en passant diceva più o meno così “… guardate che non è che i procedimenti di mock up e di esteriorizzazione degli anni 70 non funzionassero…. semplicemente non funzionavano su tutti e noi cercavamo qualcosa che invece funzionasse su tutti”

    • Marco

      Beh, è vero quello che dici Paolo, l’ho letto anch’io: “non è che non funzionassero, non funzionavano su tutti…”.

      Io non ho una grande esperienza di studi particolareggiati come vorrei, in Scn, purtroppo non ho padronanza della lingua inglese e purtroppo le accademie erano quel che erano (ora sono anche peggio)…
      Ma mi piacerebbe sapere tutti questi interessanti risvolti della ricerca… per esempio questo “non funzionavano su tutti… beh, mi interesserebbe capire perchè.

      Spesso sono portato a credere che esistono veramente razze di thetan… ( e se così fosse capire da cosa siano state causate).
      Qualche volta credo che considerare il razzismo (nel senso di comprendere le cose anche analizzandole per divisioni in razze) potrebbe portare a capire qualcosina di più.
      So per certo che nella caccia alla volpe un barboncino non può competere con un segugio.

      La vita è ovunque, da un filo d’erba che sbuca dal cemento, al dirigente di una grande azienda… ma non si può certo dire che si assomiglino così tanto… tranne forse per il fatto che tutta la vita è movimento con lo scopo di modificare/gestire il Mest.

      Assioma 6
      Una delle caratteristiche dello statico di vita è la capacità di conferire moto e animare la materia trasformandola in organismi viventi.

      Assioma 9
      Un’attività fondamentale condotta da THETA nel sopravvivere è quella di portare ordine nel caos dell’universo fisico.

  5. Giordano Bruno

    Il processing creativo, che è ben spiegato nel Corso di Dottorato di Philadelfia e accennato in Scientology 8-8008: aveva lo scopo di portare il PC ad essere causa del bank.
    L’abilità di creare immagini, infatti, sviluppa l’abilità di cambiarle e distruggere, quindi la capacità di averle e non-averle a volontà.
    Dato che è il Thetan ad aver creato il bank è il Thetan che può disfarsene. Credo che questo processing non abbia funzionato perché ha trascurato i postulati. Sono questi, infatti, che determinano i facsimili.
    Sono convinto, infatti, che siano i postulati e i calcoli a tenere lì il bank… Così, a mio parere, l’AS-IS dovrebbe essere rivolto principalmente a questi. Allora il Thetan può fare ciò vuole delle sue immagini mentali.
    Un caro saluto,
    G.B.

    • Giordano Bruno

      Quello che succedeva nel processing creativo, per cui è stato abbandonato, è che alcuni PC (che inizialmente erano portati a fare mock-up su qualsiasi cosa non avesse significanza e poi sempre di più) invece di riuscire a controllare le immagini mentali iniziavano a crearne compulsivamente. Come se il bank si ribellasse al processing aumentando ancora di più la sua presa sul PC. Se Hubbard si fosse rivolto ai postulati che tenevano lì i facsimili, credo che ciò non sarebbe successo.

  6. i puntini di Diogene...

    @ Silvia
    Ti chiedi: come facciamo ad andarcene fuori dall’universo mest?
    Forse potresti, ma dovresti diventare “un’altra cosa”, saresti qualcos’altro e (questo lo immagino per assurdo) non ricorderesti neppure com’era l’universo mest… a meno che non ne provassi nostalgia (ma allora non ne saresti fuori)…
    Si tratta di staccarsi dall’energia, qualsiasi tipo di energia… oppure di sublimarla in qualcosa che ora come ora faremmo fatica a concepire. Il fatto è che mest e comprensione sono due illusioni totalmente diverse e soltanto la pura consapevolezza può gestire quelle due “bestie” e la loro randomity, da sforzo/contro-sforzo fino a pensiero/contro-pensiero…
    Per vivere nel mare devi essere un pesce, questa è la regola ferrea di questo universo… oppure puoi “sapere” di non essere un pesce e che quindi per te il mare ha altre funzioni, ma non quella di farti respirare…
    Il mest, somma di tutti i punti di vista fin dal suo apparire, mantiene una memoria che fa molto comodo al thetan: infatti ogni corpo ed ogni forma di vita “sa già” cosa deve fare… c’è una specie di intelligenza che serve agli esseri viventi di tutti i generi, ma (a quanto ci risulta) solo l’essere umano possiede la consapevolezza di non essere solo un corpo e lo dimostra con la capacità di creare un “mondo parallelo”, una realtà virtuale che riesce a condizionare le menti e le percezioni di chi ne viene a contatto…
    Dunque la strada, qualsiasi strada si voglia percorrere, deve produrre maggior consapevolezza, una “visione” più chiara e profonda della realtà in cui siamo “consapevoli” di vivere… il famoso “ciò che è vero per te” più la capacità di analizzare da se stessi le proprie “verità”…
    L’auditing funziona bene scaricando “energia negativa incistata” e rendendo clear la persona, ma deve essere accompagnato da cognitions (realizzazioni) e poi proseguire verso la ricerca dei propri postulati, delle proprie “verità”… Ma nel frattempo la vita continua nel presente e dobbiamo sapere dove siamo e come possiamo convivere senza farci tarpare le ali dallo sconforto, senza permettere ai limiti della nostra natura di prevaricare sui nostri sogni in libertà…
    Ha detto bene Marco nella sua risposta: forse un giorno, a forza di scaricare. di cercare, di trovare… ma io sono più ottimista, perché penso che un salto quantico di consapevolezza non richieda per forza una sequenza… il thetan non ha programmi in sequenza: quando succede fa boom ed è al di là del tempo…
    D’altra parte, il thetan che si esteriorizza dal suo corpo quando muore porta con sé il suo bank, il suo album di fotografie in 51D, perché è l’unica cosa che può portarsi dietro e se si porta dietro “immagini” cioè un pezzo solido di mest, come può “essere al di fuori del mest”?… lui ce l’ha dentro… la sua unica speranza è di esserne consapevole…

    • Marco

      Diogene, volevo rispondere rispetto ad una tua legittima convinzione… perché trovo interessante chiarire questo concetto del gradiente, del “un po’ per volta”…

      Dici: Ha detto bene Marco nella sua risposta: forse un giorno, a forza di scaricare, di cercare, di trovare… ma io sono più ottimista, perché penso che un salto quantico di consapevolezza non richieda per forza una sequenza… il thetan non ha programmi in sequenza: quando succede fa boom ed è al di là del tempo…

      Discorro: il gradiente è una delle barriere all’apprendimento… un approccio troppo veloce (o fuori gradiente) compromette il progresso di uno studente e per similitudine di un Pc.
      Infatti l’auditing è anche definito: “ripristino di consapevolezza”. Consapevolezza è definita come: “abilità di percepire l’esistenza di…” .
      Cioè aumento la mia consapevolezza in base all’aumento delle mie abilità… che come è risaputo aumentano su una base graduale.

      Ho letto recentemente una conferenza che spiegava molto bene perché il miglioramento è possibile solo gradualmente… tutto è ottenuto gradualmente… credo che anche l’universo sia stata una creazione graduale…”No Big Ben”.

      Volevo quotare dei paragrafi di Richard, per far notare che anche lui dice che dalla ricerca è uscito che bisogna maneggiare in base ad un gradiente…

      Richard

      “Abbiamo completato la mappa sino ai minimi dettagli, non vi dico quanto tempo sia occorso, ma ora eravamo in possesso dell’esatta conformazione del Deposito R6 (nome colloquiale per la mente reattiva, oggi chiamato Case)

      Abbiamo anche notato che se avessimo fatto esteriorizzare qualcuno, questo qualcuno si sarebbe potuto scontrare, anche involontariamente, con uno qualsiasi delle migliaia di tranelli posti all’interno che hanno il solo scopo di farlo reagire e ributtarlo nel mezzo di quel ciarpame.

      Urgeva trovare una soluzione funzionale per fare in modo che qualcuno potesse liberarsi da tutto ciò in maniera definitiva.

      Non era possibile mettere il Thetan nel centro, nel cuore pulsante, del proprio Bank, perchè da lì non ne sarebbe più uscito e l’ammontare di carica era così elevato che lo avrebbe immediatamente sovraccaricato.

      Serviva un approccio più delicato, una scala gradienti che portasse l’Essere a maneggiare poca carica per volta per far si che liberasse, di volta in volta, sempre più unità di attenzione che potessero essere dirette verso aree più pesanti del proprio Bank.

      Con questa filosofia è nata la Carta dei Gradi e l’attuale Auditing standard.

      Ma il lavoro funzionava bene sino allo stato di Clear, da quel punto in poi cominciava a perdere un po’ di colpi.

      In base a quella mappatura, in teoria, il “Core” di quella particolare nebulosa avrebbe dovuto essere maneggiato su OT 8, ma dopo qualche anno di attente osservazione si notò che le persone non ce la facevano ad arrivare a quel punto, almeno non completamente.

      Mancava qualcosa…….

      Qualche OT mandava rapporti di Auditing in maniera molto onesta mentre altri tendevano a falsificarli leggermente.

      Questo ci fece capire che l’approccio non era ancora quello corretto, oppure ci mancavano dei dati.

      Da quel punto si è cercato di dirottare l’auditing dei Livelli OT su qualcosa di più semplice da audire aspettando che i dati mancanti venissero alla luce per poter procedere sino alla fine del Ponte.

      Sembra che l’Auditing su cui sia stato dirottato il tutto sia l’Auditing di NOTs…

      Qui finisce la storiella, ma da questo punto in poi posso dire che abbiamo il materiale corretto per completare il Ponte; ed il nostro Senior C/S sta realmente creando un Ponte “Migliore” , spero con l’aiuto di voi tutti.

      D’altra parte siamo convinti di aver trovato l’esatta via d’uscita.

      Con Affetto
      Richard

      • i puntini di Diogene...

        Marco, rileggendo accuratamente la parte da te citata del testo di Richard (premesso che non so chi l’ha scritto e quindi per me non è la bibbia, libro del quale comunque dubito) io capisco che sta dicendo la stessa cosa che intendevo dire io e mi spiego:
        Sta nella logica e nell’esperienza umana che i traguardi e le costruzioni si realizzano con gradualità, altrimenti avremmo la (ormai in disuso) bacchetta magica e puff! basta un attimo e tutto è compiuto… ma non è la stessa cosa per il thetan quando si entra nel suo reame, quello della sua “esperienza” come spirito, dove lui fa puff! e quello che succede succede con tutta la sua consapevolezza di ciò che è successo… non è qualcosa di mistico o di superlativo riservato a chissà quale OT: il thetan considera che una cosa è così come è e così è… finché non modifica la sua considerazione al riguardo… tutti facciamo uso di considerazioni. Quindi io intendevo dire che la consapevolezza può aumentare (e di solito aumenta) gradualmente, ma non è determinante per il thetan che ci sia una sequenza predefinita da seguire per ottenere un risultato eclatante, una cognition che gli ribalta la vita, un tipo di percezione che non aveva mai sperimentato prima…
        Infatti, se vogliamo quotare Richard, lui afferma che ” con questa filosofia (del gradiente) è nata la Carta dei Gradi e l’attuale Auditing standard”, poi prosegue specificando che “tutto funzionava bene fino allo stato di Clear, da quel punto in avanti cominciava a perdere un po’ di colpi”…
        Se ne può dedurre che è difficile disciplinare o catechizzare un thetan dopo che ha riacciuffato il proprio auto-determinismo… quasi impossibile manipolarlo ricorrendo a forzature, inganni e logica demenziale… un certo condizionamento lo si può ottenere facendo leva sul suo senso etico e la sua buona volontà, ma non si può più comandarlo a bacchetta o piegarlo con le minacce… E ti dico che quando hai raggiunto (gradualmente o improvvisamente) un buon livello di consapevolezza, una certezza assolutamente tua, non te ne frega nulla di essere approvato o “misurato” ma desideri camminare con le tue gambe, sbucciarti le ginocchia e riprendere il cammino senza affanno, sapendo distinguere i sogni dalle chimere…
        Ritornando al testo di Richard, vedo che hai tralasciato di citare un passaggio importante, laddove si sbilancia a dire “credo proprio che dovremmo mettere (sul Ponte Standard) gli L’s Rundown, anzi, sono più che sicuro che debbano entrare di diritto a far parte del Ponte Migliore”… A me piace l’idea perché gli L’s li ho fatti, li ho voluti fare ad ogni costo (al contrario dei livelli OT che ancora non mi convincono) ma non ne discuterò qui… il Ponte sarà standard, ma il “thetan standard” non esiste in natura e lascio che ciascuno consideri una sua vittoria esattamente ciò che lui considera essere una sua vittoria…

        • DAVID

          Condivido in pieno la tua riflessione .

          Ciao ,

          David

        • Giordano Bruno

          Condivido che i cambiamenti importanti non sono mai graduali. Credo che la gradualità impostata nel ponte serva solo ad aumentare la consapevolezza e la capacità di stare di fronte, così che il PC non sia soverchiato dalla carica del bank.
          Anch’io ritengo che gli L’s debbano entrare a far parte del ponte. Infatti mi ero già prefisso di intraprenderli a tempo debito.
          un caro saluto,
          G.B.

        • Marco

          Grazie Diogene, ottimo dialogo…
          Dunque…, credimi, io vorrei tanto essere d’accordo con te, ma mi sa che… Credo che… o stiamo parlando di due cose differenti (presumo di si), oppure non capisco bene ( e viceversa)…

          Il succo del tuo commento è questo:
          … ma non è la stessa cosa per il thetan quando si entra nel suo reame, quello della sua “esperienza” come spirito, dove lui fa puff! e quello che succede succede con tutta la sua consapevolezza di ciò che è successo…
          Non è qualcosa di mistico o di superlativo riservato a chissà quale OT: il thetan considera che una cosa è così come è e così è… finché non modifica la sua considerazione al riguardo… tutti facciamo uso di considerazioni.
          Quindi io intendevo dire che la consapevolezza può aumentare (e di solito aumenta) gradualmente, ma non è determinante per il thetan che ci sia una sequenza predefinita da seguire per ottenere un risultato eclatante, una Cognition che gli ribalta la vita, un tipo di percezione che non aveva mai sperimentato prima…

          Beh, in effetti sono d’accordo con te che in qualsiasi punto del Ponte un thetan può avere una grande Cog. che gli ribalta la vita… vero, un grande guadagno improvviso è possibile.

          Ma questo non gli farà saltare qualche gradino del Ponte… magari avrà un cambiamento di passo, un aumento di velocità, ma dovrà cmq “passare attraverso” a un sacco di livelli graduali… livelli, passi che lo porteranno gradualmente verso le vette ipotizzate/descritte dal ricercatore di quegli stati (e luoghi).
          Come uno scalatore che cerca di scalare una montagna… ad un certo punto può diventare un grande esperto e tecnico, ma il percorso di una montagna non conosciuta lo deve cmq fare passo dopo passo.
          Tiu dici… “può raggiungere la vetta mettendosi le ali” (un’altra tecnica…), ma non credo sia previsto che all’improvviso lui possa diventare cosi magico da oltrepassare le regole di ciò che può fare e ciò che non può fare in/con questo universo Mest in cui lui è (volente o nolente che sia).
          Ricordiamoci che la mente è un archivio di immagini, registrate in continuo automaticamente (lo ha deciso tempo fa, ma non si ricorda come e perchè… ) come reazione all’esisteza dell’universo Mest. Cioè a dire che ha un archivio di masse a cui lui ha dato potere… e che dovrà mettere in ordine con gradualità.

          Certo nel suo reame (nel suo universo) potrà fare e disfare, considerare e creare ciò che più gli aggrada, anche in gran quantità… ma ha masse da riordinare e/o disfare…

          Il punto è che il thetan ha considerazioni precedenti che lo fanno essere qui in questo universo Mest, e che lo fanno registrare, ha un universo condiviso con altri su cui lui èp andato in accordo… e che per questo accordo deve sottostare alle regole condivise con altri…

          Questo Universo Mest non è nient’altro che un grosso contratto con un sacco di altra gente (thetan), che le cose stanno così, con queste regole!
          Ovvero sei entrato in questo universo sottoscrivendo (per cosi dire), andando in accordo, con le regole del Mest condiviso.

          Dunque di certo puoi disfare, ovvero recuperare i postulati, gli accordi sottoscritti, accettati a suo tempo, e modificarli…
          Potrai (notare il tempo: futuro) non essere più in accordo con questo universo condiviso…
          Ma io credo che questi postulati sono da recuperare e ci vorrà/ ci vuole del tempo; un thetan non li ha li a disposizione in bella vista nel suo archiviatore in ufficio… deve cercare e cercare dove sono questi accordi, quando li ha fatti, perché li ha fatti… che alternative ha in luogo di questi…

          Ovvero chi lo ha costretto, quante “botte” ha preso che lo hanno ingannato e fatto “abitare” stabilmente in questo universo Mest…

          Credo che per ottenere questo scopo “trovare i contratti/accordi”, capire quando e perché, e poi capire come modificarli, ecc. ecc. beh, credo ci voglia un metodo e un procedere graduale, passo dopo passo, setacciando l’immensa sala archivi personale…

          Credo sia purtroppo una realtà logica: non puoi disfare un postulato se non sai nemmeno (non ti ricordi di averlo fatto) che esista.

          Perchè non chiedere un commento su questo argomento a Paolo… ?
          Paolo che ne pensi?

          ”La via verso OT”
          Hco Information Letter 10 agosto 1963

          “La via verso OT è una via di knowingness che ritorna gradualmente,
          un liberarsi graduale dell’amnesia, uno sbarazzarsi graduale dell’irrealtà.

          L’irrealtà è il risultato dell’invalidazione tramite forza.
          Colpisci un essere con forza sufficiente, arreca una sufficiente rottura di ARC e tutto diventa irreale.

          Col ritorno della knowingness, l’irrealtà svanisce, lasciando una persona
          con una maggiore conoscenza di che è, dov’è e perchè.

          Ciò che è, è. Ricordalo.
          Non è quello che qualcuno dice che è.

          Posso aiutarti moltissimo e darti la tecnologia ed una mappa.
          Ma è la tua irrealtà che svanirà e la tua knowingness che tornerà.

          Ora i cancelli sono aperti.
          Spalancati.
          Ma l’unico che potrà attraversare quella via buia e affrontare il percorso per te, sei tu.”

          LRH

          • i puntini di Diogene...

            Marco, non so se riesco a spiegarmi, però sei troppo intelligente per far finta di non capire… è un concetto semplice, di uso tanto comune per il thetan quanto lo è il respirare per il corpo e se ne dimentica l’importanza: si tratta dell’idea di “avvenimento”. Siamo talmente interessati dai cicli di lunga durata (perché creano l’illusione della persistenza del tempo) che non consideriamo ogni singolo sia pur minuscolo cambiamento per quello che effettivamente è: un avvenimento. Immagina di percepire la contemporaneità di tutto ciò che avviene nell’universo nel medesimo istante, resisti alla tentazione di mettere gli istanti in sequenza, osserva e fissa un solo attimo… è un attimo irripetibile, non si ripeterà mai più… e dopo sei pronto per l’attimo successivo, ma è successivo solo perché lo mettiamo in sequenza… siamo addestrati a pensare in termini di passato, presente e futuro… dobbiamo conformarci al ciclo “apparente” di esistenza… in verità esiste sempre e soltanto un singolo avvenimento.
            Così come ben esemplificato dalla pellicola di un film, abbiamo la percezione del tempo perché mettiamo in correlazione gli avvenimenti, da ciò deriva il movimento e poi la logica della sequenza… ma è proprio questo il “macchinario” che intrappola il thetan, la convinzione di avere una traccia del tempo e di non potersene liberare perché considera che così perderebbe tutto l’haviness del vivere… pensiero orrendo! tornare ad essere nulla dopo tanta fatica fatta per apparire…
            Eppure la soluzione sarebbe quella di vivere il momento nella pura e semplice estemporaneità dell’avvenimento… quando riusciamo a farlo, usciamo dalla morsa del tempo e sentiamo di essere sereni o felici… e se poi riusciamo a stare di fronte alle masse di energia, compresa quella del nostro corpo, allora comprendiamo di che “pasta” siamo fatti…
            Hai mai notato come gli avvenimenti inattesi modificano la nostra vita? Specialmente nel modo di pensare “occidentale” si vorrebbe sempre scoprire la sequenza di avvenimenti causa-effetto che hanno portato nella nostra vita un avvenimento inaspettato… se però ci limitassimo ad accettare o a reagire razionalmente all’improvvisa apparizione di un “avvenimento” potremmo risparmiarci un sacco di restimolazioni inopportune per noi stessi e per il nostro ambiente immediato… Va bene se qualche tecnico o scienziato si prende la briga di studiare l’anatomia o le meccaniche degli avvenimenti, più se ne sa e meglio è, ma il thetan se ne può fregare esattamente come un bambino che quando vede comparire in un film l’eroe salva-tutti non
            si chiede da dove è spuntato ma lo accoglie per quello che è…
            Se ci pensate un secondo: quante persone ci appaiono come dal nulla durante la giornata e con quante di loro potremmo iniziare una relazione di qualche tipo… sì, siamo certi che esistevano da qualche parte e che sia noi che loro abbiamo fatto dei movimenti e che questi ci hanno portato ad incontrarci, ma questo è solo pensiero… la realtà è che ora questa persona o questo avvenimento ora fa parte del tuo vissuto: non era programmato, non fa parte di nessuna sequenza, ma è lì e ti sta sconvolgendo, ti auguro piacevolmente, la tua vita…

          • Marco

            Grazie Diogene per la fiducia che hai sulla mia capacità di comprendere… 🙂

            Diciamo che ho capito cosa intendi dire… “ogni attimo è un’eternità” ovvero “ogni attimo può essere vissuto e goduto di per sè”… e ne vale la pena ” Eppure la soluzione sarebbe quella di vivere il momento nella pura e semplice estemporaneità dell’avvenimento… quando riusciamo a farlo, usciamo dalla morsa del tempo e sentiamo di essere sereni o felici… e se poi riusciamo a stare di fronte alle masse di energia, compresa quella del nostro corpo, allora comprendiamo di che “pasta” siamo fatti… “. Ok, in effetti adesso ho capito meglio il tuo pensiero.

            Va beh, nopn voglio stare a tirarla troppo per le lunghe… e dico che quello che dici è corretto, ma non capisco benissimo la connessione/contestualità riguardo all’argomento del fare le azioni di auditing per gradiente?

            Lo so che sono estremamente pratico, e che forse questo mi fa essere un pò troppo grezzo da non assaporare le cose belle che ci capitano e che ci sono intorno giornalmente (è un pò vero)…

            Ma secondo me se ci siamo intrappolati (come thetan) pian piano in tanti milioni/miliardi di anni… tornare a ritroso per rimuovere le decisioni/postulati, che alla fine sono ciò che ci hanno un pò (eufemismo) avvolti ed intrappolato… beh, credo che è possibile farlo ottenendo una vittoria, una rimozione di postulato alla volta…
            Per forza pian piano, perchè per ottenere la condizione nativa (“ma voi non sarete mai più gli stessi… già perchè non sarete mai più così tanto stupidi… ora conoscete gli errori commessi”; più o meno così), devi avere una quantità di aghi liberi notevoli… e dopo un ago libero ti devi fermare… e poi riprendere e poi fermarti… ecc. ecc. ecc.

            Procedere a gradienti: intendevo dire solo questo… la natività, la memoria, la conoscenza, la saggezza, una maggiore libertà, la libertà dalla schiavizzazione, ecc. ecc. si ottiene a gradienti.
            Anche se nulla vieta di godersi ogni momento/istante… sono d’accordo con te: perchè stare a soffrire ed essere in ansia per qualcosa che potrai avere, mentre stai trascurando di goderti l’adesso…?

            Grazie Diogene per l’interessante scambio di opinioni.

  7. billy cage

    Gli interventi sono tutti mooooooooooooolto interessanti, mi viene in mente una cosa assurda del tipo che tanto per avere qualcosa di interessante da fare i thetan si siano incasinati apposta per affrontare una sfida avvincente ed uscirne fuori, salvo poi saperne uscire…..insomma il gioco più difficile.

    Mi capita anche una cosa strana, qualcuno di voi probabilmente conosce questo tipo di originazione. Leggendo con partecipazione di tutti questi stati di essere e dimensioni che non direi proprio abituali, mi sono sentito scaravantare nella sensazione di porre in dubbio addirittura la mia esistenza, mi sono detto: ma esisto davvero? Mi sono sentito scomparire
    a me stesso. Ho provato la sensazione del niente. Sono da ricovero?

    P.S. Non ho fumato niente.

  8. DAVID

    Ciao a tutti ,

    .

    scrivo per aggiungere una mia esperienza personale per una maggiore comprensione sul soggetto e inserire una discussione su un nuovo punto di vista .

    Su questo argomento leggi “UNA CONFERNZA TENUTA IL 27 MARZO 1953-DOTTORATO DI FILADELFIA -L’AMMIRAZIONE E LA RINASCITA DELLA BEINGNESS tipi di procedimenti prima parte.
    LRH indica la pressione che un Thetan esercita a causa della nerezza (Mest) che come specchio rimanda una pressione speculare a Theta ,ma cosa contiene questa pressione che lui esercita come Theta e nello stesso tempo riceve uni ritorno ,contiene una traccia con tutto quello che può contenere .Abbiamo adesso Theta con un identità e la terrà attiva fino a quando terrà questo bottone premuto , ecco adesso abbiamo la traccia del tempo ,un qualche universo in espansione e per esistere il creatore assoluto deve avere un intenzione e mettere li una considerazione e energia ,cosa contiene questa pressione ?Contiene tutta la traccia intera ,O/W ,motivatori identità ,M.E.S.T ,engram , secondari ,ecc +l’immagine di Theta come identità ,ecc..Così da adesso abbiamo un universo , è Uno ,Duale o Trino ,dipende da che angolazione si osserva ,.La verità , forse è Un Dio un po confuso
    , le regole del Mest non seguono le regole Divine .

    Questa mia considerazione deriva da aver dovuto percorrere per forza di causa negli Ls questo episodio ,li non si data e localizza ,infatti in seguito ho avuto l’attenzione su questo e ciò mi ha mi ha creato un problema che in seguito è stato risolto ,entusiasmato .a conferma di questo studiato le conferenze ho travato alcuni i dati al riguardo.

    Il ponte contiene una strada sicuramente valida ma si afferma anche nel campo di Scientology che gli Ls velocizzano i guadagni verso una maggiore libertà e sono gli unici procedimenti che ti possono audire oltre OT 8 ma dopo averli fatti noto che rimangono limitati e in una visione più ampia potrebbero dare molto di più.

    In definitiva se hai un ‘episodio uno nel quale Theta a causa di un primo incidente di percorso schiaccia un bottone , finchè tiene il bottone schiacciato a causa del postulato lui inserirà energia ,chiarisci il postulato e sei stabile dopo dipenderà solo da te e dalla tua autodeterminazione ,questo è tutto.

    ,

    David

  9. David, un altra domanda se vuoi rispondere.
    Quanto hai speso per i tre L’s ?
    Ed estendo la domanda a tutti, quanto avete speso + o – per il vostro ponte ?
    Adriano

    • DAVID

      Ciao ,
      quanto costano gli Ls ? Molto ,troppo per essere accessibili alla maggior parte delle persone . Anche il Ponte come costo è improponibile per quasi tutti ,aggiungiamo inoltre lo stress labirintico sulle donazioni ,in poche parole fino a quando hai dei soldi loro te li prendono e sanno come fare ,quando non ne hai più sono problemi tuoi . Il controsenso è che Scientology funziona ma la sua dirigenza ha fatto di più dell’impossibile per affossarla creando un dogma monolitico in funzione del dio denaro .
      Oggi se vorrei fare gli Ls contatterei uno dei diversi Auditor sul campo indipendente per es:
      Ignazio Tiddu , ma diversi altri con piena capacità possono darli.
      Per la seconda domanda ti rispondo si ma prima si deve chiarire cosa vuole dire Esteriorizzazione e i suoi diversi stadi corrispondenti ai stati OT e li parliamo di oltre OTVIII .
      Inoltre ognuno di noi a diverse attitudini e capacità e questo da diversi aspetti come risultato . Ci sono alcune definizioni e sulla loro disquisizione vorrei aprire un dibattito coinvolgendo i competenti
      sul soggetto per es. Richard e Ignazio ,Paolo ,ecc.

      David

  10. David lo sò che costano molto ma nel tuo caso quanto hai speso per i tre L’s ?
    Sai ho fatto questa domanda non solo a te su quanto ognuno di noi ha speso per il propio ponte per un semplice motivo.
    Non parliamo mai di costi, quasi che ci vergognamo di far sapere alle persone ” normali ” amici, parenti di ciò che abbiamo speso.
    Quasi con la “paura” che ci deridino o ci prendano per stupidi o pazzi.
    Ed allora noi stessi diventiamo omertosi e nascondiamo quanto costa effettivamente fare Scientology, sia dentro che fuori la Cof$.
    Allora inizio io: io da quando ho iniziato facendo 2 calcolli + o – ho speso tra me e mia moglie ( calcola che siamo 2 operai ) circa 50 K lire alla Cof$ e circa 30 K euro + o – nei indipendenti.
    Risultato: mia moglie Clear io grado IV.
    Per quanto riguarda l’esteriorizzazione significa semplicemente essere fuori dal corpo ed essere consapevoli di esserlo ed agire da quella posizione.
    In passato ho avuto esperienza di Esteriorizzarmi con piene percezioni durante un ” annegamento ” e non conoscevo ancora Scientology,
    In Auditing ho recuperato un esperienza di Esteriorizzazione di quando ero bambino circa 3-4 anni dove mi esteriorizzavo spontaneamente, senza poi contare quei episodi recuperati sull’ Int RD. Esteriorizzazoni da incidenti dove tu vedi da fuori il tuo corpo inanime.
    Ciao Adriano

    • Giordano Bruno

      Ciao Adriano,
      scusami ma io non ho capito cosa sono 50 K lire e 30 K euro. Fin dove eravate arrivati nella CofS e cosa avete fatto dopo?
      Un caro saluto,
      G.B
      p.s. lo so che è Q&A…

    • DAVID

      io circa 55000 eu ,questo è il minimo con relativo sconto del 40% se li fai uno alla volta puoi spendere anche 90000 eu se poi il tuo caso richiede più intensivi vai oltre .
      Lo stato che raggiungi , incidenti non hanno niente a che fare con quella degli Ls , quelle a cui ai accennato sono dovute a incidenti i e non stabili .
      Molti pensano e sono incuriositi dagli Ls principalmente in merito all’esteriorizzazione ma questo dato è un derivato associato al raggiungimento di altre condizioni altrettanto importanti.

      Ciao,

      David

      • David allora te la sei cavato con poco.
        Certo che le esteriorizzazioni da incidenti non sono stabili e capisco che quello che vai a maneggiare sui L’s e molto di più (Anche in base a ciò che hai scritto tu a riguardo, e la stessa descrizione su cosa vai a maneggiare sui L’s) quindi l’esteriorizzazione è quasi un ” effetto secondario “.
        Una sera ero a letto è mi è venuto un pensiero: ” Una volta pensavo che se mi esteriorizzavo avrei sistemato tutto. la cog. è stata: una volta che ho sistemato tutto mi esteriorizzo.
        Un altra mi riflessione è stata analizzare ciò che da bambino mi aveva esteriorizzato ed ho capito che prima di esteriorizzarmi avevo il “desiderio ” di essere, vedere di là del muro, perchè sentivo le risate e le voci dei bambini che giocavano all’asilo al di là del muro.
        Quindi il Thetan è dove lui considera di essere.
        Ciao Adriano

        • Giordano Bruno

          Proprio così, il Thetan è dove considera di essere… E ritorniamo ai postulati…

          • Infatti io da bambino quando ho visto la cima del pino ed ho guardato in giù ed ho visto il mio piccolo corpo laggiù ho avuto paura di non riuscire a tornare e di perderlo così mi sono precipitato giù dentro al corpo con enorme sollievo di esserci riuscito a rientrare nel corpo.
            Quella è stata l’ultima volta che mi esteriorizzavo spontaneamente.
            Poi sono avvenute le esteriorizzazioni da incidenti ed alcuni fenomeni dovuti all’auditing dove hai la sensazione di essere sganciato dal corpo.
            Adriano

          • Giordano Bruno

            Certo:
            1) Hai considerato (postulato) che avresti potuto non riuscire a tornare e a perdere il corpo.
            2) Hai fatto il mock-up di te che non riuscivi a tornare.
            3) Hai avuto paura.
            4) Sei rientrato e non sei più riuscito ad esteriorizzarti spontaneamente.
            Il tutto in una frazione di secondo…
            In teoria se tu cambiassi quel postulato riusciresti a recuperare quell’abilità.
            Un caro saluto,
            G.B.

          • DAVID

            Certo Giordano ,

            il ciclo è esatto ,ma puntualizzo ogni procedimento in Scientology è dedicato a far si che il PC possa di nuovo essere li e operare in tempo presente a questo dobbiamo aggiungere la conoscenza sul soggetto Theta-Mest e a seguito acquisire capacità e potenza , tutto il ponte lavora in questa direzione e dalla mia esperienza la strada degli Ls se percorsa e ampliata ne può essere una importante soluzione.
            Non è che devi per forza cambiare un postulato , bisogna percepirlo e comprendere il soggetto da un punto vista Theta -Tu , poi a monte potrebbe esserci un altro postulato e poi ancora su altro ancora ,poi valenze ,ecc,ecc.
            e altro ancora .
            Visto l’interesse sugli Ls manderò per maggiore conoscenza a Paolo il mio CS alcuni materiali scritti con i riferimenti dei PUB ,a lui li potrete chiedere , i materiali non sono confidenziali ma molto interessanti e stimolanti come base per una discussione .

            Ciao,

            David

  11. E gia solo che e più facile a dirsi che a farsi.
    Oppure aggirare l’ostacolo tipo processing creativo e oggettivo.
    Collocarsi nello spazio,sia fisicamente che mentalmente.
    Tipo dove vorresti essere.o come nei oggettivi che l’auditor ti fà muovere nella stanza.
    Ciao

    • Giordano Bruno

      E’ facile se consideri che è facile, è difficile se consideri che è difficile.
      Un buon C/S potrebbe individuare o creare un processing adatto alla tua situazione (tenendo conto anche delle indicazioni di David che approfondiscono la mia precedente osservazione).
      Un caro saluto,
      G.B.

  12. Giordano Bruno

    Credo siano indispensabili nuove linee di ricerca, non solo dopo OT VII ma anche prima. Altrimenti C/S e auditor divengono come meri esecutori di un piano prestabilito e cui tutti in PC devono adeguarsi a mo’ di letto di Procuste… (http://it.wikipedia.org/wiki/Procuste).
    Non sarebbe meglio avere “abili sarti in grado di confezionare abiti su misura”?
    E’ necessario non solo avere un ponte che porti i PC in una direzione evolutiva ben precisa, ma anche e soprattutto auditing adattato alle esigenze individuali (mentali e spirituali) di ciascuno.
    Paolo lunedì scorso mi ha fatto l’esempio fra karate e kung-fu. Magari lui stesso può spiegare meglio la cosa.
    Credo che ci sia bisogno di una Scientology più kung-fu e meno karate…
    Un caro saluto,
    G.B.

    • Marco

      Beh Giordano, prima o dopo dovremmo avere (io credo che ce l’abbiamo, si tratta solo di conoscerla bene) un metodo sicuro e preciso, una tecnica mentale che sia possibile “modellare” intorno ad una persona, un motodo che può essere adattato a tutte le persone (che prevede tutti i livello di caso), ma che non lasci libera iniziativa di… sbagliare!?

      LRH ha la presunzione che questa tecnica esista già… e che esiste la possibilità di usare la tecnica su qualsiasi corporatura (come un sarto su misura)…

      Credo che qualsiasi sarto su misura, usi cmq ago e filo, usi tessuto prodotto su un telaio, usi il metro stabilito per misurare i centrimetri di corporatura…

      Voglio dire che esistono delle cose standard anche per i sarti che fanno vestiti su misura… cioè a dire… non credo che LRH sia stato un ricercatore che abbia trascurato l’individualità, ogni essere ha le sue caratteristiche personali, un suo livello di caso, ma ha un sacco di cose in comune: a partire da questo universo Mest e dal sistema di archiviazione mentale (cinepresa mentale perpetua).

      Cioè… LRH e il suo gruppo di ricerca (anche altri hanno contribuito) non hanno già indagato e stabilito cose a sufficenza? Credo si tratti solo di studiare bene tutto ciò che hanno ricercato e scoperto…

      Una buona spiegazione all’istinto di fare e o modificare…

      CICLI DI COMUNICAZIONE NEL AUDITING
      Una Conferenza Tenuta il 6 Agosto 1963

      “Il carattere di questo pianeta e la popolazione che c’è qui, rende praticamente impossibile fare una qualsiasi cosa con questo pianeta… non lo sto dicendo da un punto di vista di un fallimento.

      Dico che lo stress ed il pensiero e la prevenzione e la cura e questo e quello che devi usare in questo pianeta, per far sì che una qualsiasi cosa venga fatta e funzioni, è assolutamente fantastico.

      Vi chiederete perché le cose stiano così?
      …quelli di voi che hanno sulla traccia un’ esperienza del tipo: “va bene allora, semplicemente raduna qualche persona e mettetevi a fare qualcosa…”
      Voi dite: “è facilissimo, faccio un cenno a Joe, a Bill e a Peter, e noi quattro insieme ce ne andremo laggiù a mettere apposto quei cartelloni, e risolveremo la cosa.”
      Vedete? Tutto è così semplice, a posto.

      Beh, quella è stata un’ esperienza normale già vista e acquisita e voi tendete ancora ad operare in quel modo.

      Ma questo accadeva ieri ed in un altro posto.
      E voi oggi usate quel modo operativo di base in questo pianeta… e subito vi trovate nei casini.
      Perchè?

      Questo pianeta fa parte di una federazione molto vasta, che faceva parte di una federazione precedente che poi ha cessato di detenere il controllo a causa di perdite in guerra e altre cose del genere…

      Questa vasta federazione/confederazione noi spesso l’abbiamo chiamata e ci siamo riferiti ad essa in passato come la “Confederazione di Marcab”…

      Ora tutto questo può suonare come molto “opera spaziale” o cose di quel genere, e mi spiace che lo sia, ma io non sono uno che cavilla sulla verità.
      Questa cosa ogni tanto fa rizzare i capelli alla gente, e io non vedo nessuna ragione per cui dover mentire allo scopo di essere accettabile…
      Io non ritengo che uno scienziato debba raccontare un sacco di bugie scientifiche allo scopo di essere uno scienziato accettabile.
      Comunque la cosa è come è…

      …insomma questi vari pianeti si sono riuniti in una civiltà molto vasta che è andata avanti per gli ultimi duecento mila anni, essa si è formata dai frammenti di civiltà precedenti.

      Ora…, vi posso dire in modo accurato, esattamente che cosa hanno in testa questi tizi e da dove vengono: loro non sono proprio pertinenti a questa galassia.
      Questa è la prima cosa che voi dovreste sapere: non è una cosa naturale per la vostra traccia.

      Troverete pratiche di implant mentale e cose del genere che sono avvenute qui negli ultimi 200.000 anni che non nascono dalla vostra traccia precedente.

      Questa cosa è molto importante, molto importante, perchè Loro hanno un problema terribile.
      Loro hanno il problema di avere a che fare con persone che sono native di questa galassia e che non sono abituate a cose di quel loro genere… E Loro hanno un problema fondamentale: “Come fai ad uccidere un Thetan?”.

      Questo è un problema terribile…. Loro hanno delle coscienze molto, molto colpevoli e che hanno le mani sporche di sangue.
      Dunque Loro hanno un enorme problema: “Come si fa ad uccidere un Thetan?”.

      Beh, non riuscendo ad uccidere un Thetan…
      Probabilmente il modo migliore per nascondere i loro overt è quello di causare a qualcuno un’amnesia, vedete, così poi uno non sa cosa gli è stato fatto… e gli puoi raccontare che è stato fatto qualcosa d’altro…

      Questa è la drammatizzazione di un’ intelligenza veramente da vigliacco…
      Ed è questo quello che sta succedendo qui sul pianeta Terra.

      Per Loro la persona che si conforma alla società nella quale vive non è un grosso problema… il loro ideale è il conformista.

      Il personale di quella particolare società… sono persone veramente spregevoli, a dire poco.
      Diciamo che voi eravate nell’ultimo distretto schifoso a luci rosse… : beh, lì trovereste del personale molto alto di tono a paragone del personale che compone questi altri pianeti di cui vi sto parlato.
      Alti di tono, molto più alti di tono della persona media.
      Loro praticano il cannibalismo.

      Così, loro si specializzano nella persona che si conforma.

      Ora, di solito il cittadino tipo è un “lavoratore” che è contento di prendere il suo stipendio e di non fare un’altra maledettissima cosa…, sapete, non vuole salire più in alto, migliorare le cose…, vedete, vuole tirare avanti in qualche modo, o persino scendere sino ad essere indigente.

      Quindi… , questo fa sì che l’artista brillante, l’ingegnere brillante, il manager, il genio, il criminale, il pervertito, ecc. ecc. siano persone non conformate e per questo non gradite.

      E così, Loro le condannano … : la classe alta (e con questo voglio dire quelli più intelligenti), non possono controllarlo e hanno paura di lui e la classe media lo stesso, perchè per Loro sono troppo malvagi.

      Così condannano queste persone ad una amnesia perpetua.

      “MORTI PER SEMPRE”, li chiamano… il problema per Loro è di uccidere un thetan.

      Poi li mettono in naftalina e li spediscono quaggiù… ed eccoci qui…

      E’ questa la popolazione di questo pianeta.

      Bene quindi, ecco qui la popolazione del pianeta Terra: pochissimi lavoratori, tantissimi manager, artisti, geni, criminali e pervertiti.

      E cosa pensi di poter fare con un gruppo del genere? Huh!!??

      E sono queste le persone a cui parli quando dici a loro “Fai la somma della colonna sinistra del registro!”.

      Certamente l’artista ti dirà che può fare una somma molto più graziosa.
      Ed il tizio che in realtà è stato un abilissimo manager, ti dirà di essere in grado di sviluppare un sistema migliore – ed è vero, probabilmente sarebbe in grado di farlo.
      Ma se il tizio che è un criminale, se ne starà lì seduto a cercare di scoprire come fare a far la somma in modo da fregarti.

      Ed è questa la tua zona di operazione; questa è la risposta che avrai al tuo 8-C ed ai tuoi tentativi di far funzionare una tecnologia e un’ organizzazione.

      E’ tutto un alter is…

      Negli ultimi diecimila anni, Loro sono andati avanti con una sorta di civiltà decadente, sballata… che contiene automobili, abiti da uomini d’affari, cappelli di feltro, telefoni, navi spaziali… , è molto interessante, perché è una civiltà che sembra essere quasi un duplicato, ma forse peggio, di quella che è la civiltà degli Stati Uniti.

      Quindi troverete che l’attuale civiltà USA e dei paesi occidentali sono abbastanza restimolanti, perchè sono andate avanti: sino a sembrare la civiltà di Marcab.

      Quindi stiamo entrando in una era altamente restimolativa, perchè queste cose non c’erano prima. Capite?

      Siamo passati attraverso strati di civiltà, ma non eravamo ancora riusciti ad eguagliarla.

      Ricordatevi dunque che questa nostra attuale società del momento “sembra” molto pericolosa; molto pericolosa.

      LRH

      • DAVID

        Si , questa è una verità ma potrebbe esserci una verità superiore a questa dove il creatore per un qualche motivo crea energia ed è ancora li dove tiene premuto il pulsante ,chi è il responsabile di tutto ,i buoni ,i cattivi , tu ,io ,voi , Dio ?
        Forse la risoluzione del quesito è molto più semplice ma una infinità di dati confonde il soggetto e la traccia Universale Theta + Mest nello 8 dinamiche ne tende all’infinito.
        LRH ha individuato il problema inserendo un Ponte per arrivare a una maggiore consapevolezza Theta e da li sarebbe più facile trovare la soluzione ma per motivi storici conosciuti non abbiamo ancora un gruppo che guardi il Soggetto/ Problema del Theta/Mest da un punto di vista Theta Clear

        Ciao,

        David

        • Silvia Chiari

          Sono d’accordo con David
          – Forse la risoluzione del quesito è molto più semplice ma una infinità di dati confonde il soggetto e la traccia Universale Theta + Mest nello 8 dinamiche ne tende all’infinito.-
          Ron ha fornito una tecnologia … fino a un certo punto … poi manca qualcosa , e il fatto di revisionare qualcosa all’interno di Scientology non significa sminuire il lavoro di Ron ma che la tec è stata applicata e nell’applicazione si sono riscontrate situazioni che potrebbero essere modificate per ottenere un risultato migliore,e appunto come dice David
          -un gruppo che guardi il Soggetto/ Problema del Theta/Mest da un punto di vista Theta Clear.
          E …. per GB mi piace il tuo esempio del sarto ..!

          • DAVID

            Ciao Silvia ,
            apprezzo la tua condivisione e concordo con te sulla promozione di un Gruppo che promuova il soggetto.

            David

          • Giordano Bruno

            Bene, quando cominciamo?

          • DAVID

            Molto bene , quando vuoi ,sentiamo gli esperti ……………e prepariamo un incontro .

            Ciao,

            David

          • Giordano Bruno

            Ok. Direi di attendere Paolo. Se è interessato, magari quando avrà un po’ di tempo libero dagli impegni familiari, si potrebbe organizzare un incontro con chi di noi è interessato ad approfondire queste questioni tecniche.
            Un caro saluto,
            G.B.

          • Marco

            Di che questioni tecniche che mancano, modifiche di applicazioni, su cui interagire si sta parlando?
            Da quel che ho capito (credo bene) la strada verso Ot è già stata esplorata molto bene, ed è funzionante. Fino ad Ot 7 è tutto ben sicuro, mi pare che questo dicono i terminali tecnici che hanno studiato una vita intera (Paolo, Richard…). Non è così?

            Poi so che è stata trovata (da Richard) tech di LRH che va oltre a Nots, ritrovata e ripristinata da provetti terminali tecnici…

            Paolo potrebbe dire qualcosa al riguardo!?

            Naturalemnte niente vieta che si possa speculare sugli argomenti riguardanti il chiarimento…

      • David F.

        Grazie Marco!!!
        Condivido e sottoscrivo totalmente il tuo commento, e ti ringrazio per lo stralcio di conferenza che hai riesumato.

        Ora per favore, concedetemi di dire la mia proprio su questo stralcio di conferenza.

        Per circa metà del testo, ho continuato a pensare: “Wow! Che bello! Ma dove cavolo l’ha trovata Marco!”…

        Da metà fino alla fine invece, mi sono reso conto che si tratta di un nastro dell’Accademia.
        In particolare, si tratta di un punto molto apprezzato di solito dagli studenti, perchè svela in parte chi siamo noi, e cosa ci facciamo quì. E qualcuno potrebbe anche capire a quale categoria appartiene (io lo capii all’istante, e sono F/N d’allora su quell’item).

        Ma che diciamo della prima parte?
        Come mai non la ricordavo?
        La seconda parte l’avrei potuta quasi citare a memoria, mentre la prima non ricordavo nemmeno di averla letta.

        Parole malcomprese direte voi.
        Certo, potrebbe anche essere.

        Ma io penso ci sia un altro fenomeno a riguardo.

        Ossia il fenomeno per cui certe informazioni entrano per un’orecchia, ed escono dall’altra.
        Nessuna parola malcompresa.
        Semplicemente certe informazioni le releghiamo in un angolo con uno sbadiglio.
        Pensiamo che non siano importanti.
        Non ci diamo la giusta importanza, il giusto peso.
        Oppure non ci sono tanto reali. Abbiamo scarsissima realtà su di loro.
        Oppure pensiamo che siano cose successe molto tempo fa, e che oggi non sia più così.

        Quando in realtà queste informazioni a cui noi abbiamo prestato scarsissima attenzione, potrebbero in realtà essere molto più importanti di quelle che ci hanno fatto andare release e avere delle realizzazioni, e che quindi ricordiamo con piacere.

        Probabilmente il condizionamento mentale a cui siamo stati (e a cui siamo tuttora!) sottoposti, ci fa agire così.
        Certi item, certi argomenti, certe cose sono o “assurde”, o “noiose”, oppure “robe vecchie”, successe “tanto tempo fa”, ed oggi “non è più così”.

        Certo…
        A “loro” fa comodo che sia così!
        Perchè esistono dei “loro”, sapete?
        Esistono dei “noi”. Ed esistono dei “loro”.
        Proprio così.
        Siamo noi contro loro.
        Non dimentichiamolo.
        Certo che sarebbe bello capire chi siano questi “loro”…
        E magari, se lo capissimo veramente a fondo, se capissimo chi sono i nostri nemici, magari la smetteremmo di scannarci a vicenda.
        E saremmo perfino in grado di individuarli in mezzo a noi, cosa che sanno fare molto bene. Sono maestri dell’infiltrarsi e nel fingersi “noi”. Lo fanno da molto tempo.

        Bene.
        Vediamo allora cosa dice Ron.
        Dice: “Questo pianeta fa parte di una federazione molto vasta…”.
        Visto?
        Dice “FA parte”.
        Cosa significa?
        Significa che ancora oggi è così!
        Non si tratta di “traccia”…
        Fa parte!
        Se ne deduce tranquillamente che ci sono “degli altri” che ne fanno parte, giusto?
        Lo so che non è facile ragionarci su.
        Ma è loro che vogliono che sia così.
        Non vogliono che sappiamo, che ragioniamo, che parliamo di questi argomenti.

        Ma andiamo avanti.

        Poi Ron dice che essi non sono di questa Galassia.

        E dice che sono circa 200.000 anni che fanno implant proprio quì su questo pianeta, a noi.

        E che praticano il cannibalismo!
        Hihihi… Ragazzi, questa è grossa!
        Questa è proprio una di quelle informazioni che entrano da un’orecchia, ed escono da un’altra!
        Deve proprio essere che il nostro confronto fa “swish!”, vola via, su certi item!
        Vuoto totale!
        Anche per me, la prima volta che la lessi.
        Ora, a 10 anni di distanza, e con il percorso che ho fatto, questa “piccola” info, buttata lì senza troppi fronzoli, non mi è scappata.
        Certo, un po’ vi ho tentennato.
        Ho pensato: “Ma Ron intende proprio quello? No… magari intende in senso figurato…”.
        Invece no. Dice “cannibalismo” perdio!
        Nessun senso figurato.

        E poi loro ci chiamamo “morti per sempre”.
        Ragionandoci un po’ su possiamo trarre delle conclusioni da ciò.
        Intanto, che loro sono responsabili della nostra condizione di essere mortali, e non immortali come in realtà saremmo.
        Questo perchè facendoci perdere la memoria ad ogni morte del corpo, in realtà ci stanno di fatto facendo vivere una sola vita.
        Ne consegue che loro sanno che siamo immortali, e che non vogliono che noi lo siamo.
        E ne consegue che loro invece lo siano, ovviamente.

        Ed infine, Ron dice che essi hanno un “problema terribile”.
        Hanno un problema insormontabile.
        E sembra proprio che ce l’abbiano con “noi”.
        Noi chi?
        Noi Thetans.
        Ah…

        Ma allora loro non sono Thetans?

        Mah…

        Vedete?
        Bisogna ragionarci su sulle cose.
        Porsi delle domande.

        Se loro hanno un problema con noi thetans, e noi non siamo loro, allora ne possiamo dedurre che loro non siano thetans? Giusto?
        La certezza non ce l’abbiamo, ma lo si può dedurre.

        L’unica cosa che Ron non ci dice è che aspetto abbiano…

        Ma se qualcuno di voi è curioso a sufficienza, facendo delle ricerche sul web potrebbe scoprire delle coincidenze davvero interessanti…

        Nei miei primi giorni su questo blog, mi risentivo particolarmente di qualsiasi cosa suonasse alle mie orecchie come “altre pratiche”.

        Era una cosa che mi dava tremendamente fastidio.

        Con il tempo me la sono digerita questa cosa.
        Me ne sono fatto una ragione.
        Ed ora sono tollerante verso ciò.

        Sono sempre fedele alle mie idee, certo.
        Ma non penso più che ricercare altrove sia una cosa negativa.
        Non lo è mai.
        Sapere di più non lo può mai essere.

        Perciò ora io chiedo a voi di fare un piccolo passo verso le “mie” idee.
        Se sto suscitando in voi misemozioni, come alcuni di voi le suscitarono a me tempo fa riguardo le altre pratiche, allora vuol dire che c’è qualcosa che anche voi dovete digerire.

        Se qualcuno di voi ha delle misemozioni, o incredulità, o semplicemente pensa che io sia un “%&ç@!!**” e così via, oppure, nella migliore delle ipotesi è semplicemente curioso, allora questo è il mio invito:
        cercate sul web. Fate delle ricerche.
        Provate a vedere dove Scientology coincide con quello che altre persone dicono. Questo è importante!
        Cercate di vedere dove le vostre certezze sui Dati trovano conferma con quello che altre persone dicono.
        In particolar modo sull’attuale situazione politica ed economica del PT, di questo pianeta.
        Gli argomenti chiave sono: complottismo, massoneria, illuminati, ufologia, abductions, satanismo, ed una particolare razza aliena che non nomino per non rovinarvi il finale del film!

        E vedrete che alla fine tutti i tasselli del puzzle andranno al loro posto.

        E vedrete che siamo tutti molto più d’accordo di quello che pensiamo.
        E che in fondo diciamo un po’ tutti le stesse cose.
        Persino quelli che sono contro SCN, alla fine, alla lunga, si rendono conto di essere sempre stati d’accordo con essa. Mi viene in mente un certo Malanga a proposito…

        A brevissimo, entro oggi diciamo, invierò a Francesco la traduzione dell’intero resoconto di quel pazzo scatenato e allucinato del Capitano Bill Robertson, della sua intera esperienza nella Chiesa di Scientology dal ’66 all’ ’82.

        Vedrete.
        Alla fine tutti i tasselli andranno al proprio posto.

        E anche tutti quelli riguardo la Tech ed il Ponte.
        Non che sia a conoscenza di particolari cose riguardo a ciò, ma alla fine, se uno cerca, non può fare altro che trovare.

        Bene, ho finito!

        Sono felice di rispondere a qualsiasi domanda, per chi ne abbia.
        Ma non entrerò in nessuna discussione.

        Un saluto condomini!

        • Pier Paolo

          Pensa che mentre ero ancora in Scientology arrivai perfino a mettere in relazione i livelli della scala del tono al di sotto di “morte del corpo” con le caratteristiche psico/emozionali dei rettiliani (immagino tu intenda questa razza come quella che cerca di “controllarci”)……prova a verificare tu stesso e dimmi se non sono corrispondenti!?!?
          In effetti certi livelli per me non avevano molto senso a livello “umano” (tipo, vado a memoria, “sacrificio di corpi”, e quelli molto molto in basso), poi leggendo le descrizioni che ne fa ad esempio David Icke ebbi una cog in merito……..probabilmente Ron si riferiva a livelli emozionali non umani!;-)
          Ma se dessimo comunque per scontato che certe “realtà” possono esistere, dovresti sapere che il controllo che questi “esseri” possono avere su di noi è un controllo basato sul GENERARE basse emozioni (che sono poi i LORO livelli emozionali) come ad esempio PAURA!
          Finchè mantengono un livello energetico globale denso e basso hanno una qualche possibilità di controllo…….se invece noi riusciamo a non cadere nel loro tranello e ci manteniamo ad un livello vibrazionale per loro impossibile da raggiungere siamo noi a mantenere il controllo della situazione: ecco perché non bisognerebbe dare “potere” all’eccesivo allarmismo e preoccupazione riguardo questa POSSIBILE situazione.
          Diciamo che cercano di vampirizzarci…..ed allora chi se ne frega!?!
          Se scendiamo al livello di aver paura di ciò che loro potrebbero farci siamo più vulnerabili……dobbiamo essere consapevoli certamente che PUO’ esistere questo gioco, ma non farci trascinare dalla paura delle conseguenze…….il nostro gioco deve essere di “livello” superiore e con questo atteggiamento annulliamo qualsiasi possibile “connessione”!!!

          • David F.

            Pier Paolo, ma hai scritto davvero tu queste cose?

            Che dire, sono piacevolmente colpito.

            Ti confesso che fin’ora non ti ho preso mai troppo sul serio.
            Pensavo che fossi quì solo per disturbare.

            Ma da oggi hai il mio massimo rispetto.
            Complimenti.
            Mi hai davvero colpito!

            =)

      • Giordano Bruno

        Una delle mie conferenze preferite che, fra l’altro, fa parte della serie della Traccia Intera.

  13. Giordano Bruno

    Paolo in che modo, secondo te, Scientology potrebbe essere meno karate e più kung-fu?

    • Giordano Bruno

      “Personalmente, ritengo il Kung Fu un’arte marziale molto fine ed efficace. Questo stile lo si può considerare come un precursore del Judo e del Karate, ma più perfetto di tali metodi. La natura del Kung Fu è di per se ricca di fluidità e di continuo movimento: non ti fermi dopo aver ultimato un’azione. Per far capire meglio il mio concetto posso dire che il Kung Fu è come l’acqua. Perché l’acqua è l’elemento più cedevole e delicato del mondo, ma può infilarsi ovunque. Possiamo prenderla a pugni, o sguazzarci senza farci male: se la versi in un bicchiere o in una tazza, si modella come il bicchiere o la tazza. Noi studenti del Kung Fu teniamo bene a mente questo principio: essere morbidi e liberi come l’acqua e reagire appropriatamente.
      “Il Kung Fu è diverso: se un uomo vi blocca dietro, esso vi insegna come liberarvi semplicemente pestando il suo piede col tallone. Naturalmente potete anche imparare tutte quelle belle tecniche di Judo che si leggono sui libri, e poi magari fare una bella figura mostrandole agli amici. Ma il combattimento reale è un’altra cosa. Il Kung Fu insegna come affrontare i problemi nel modo più diretto, semplice ed efficace”.
      Bruce Lee

      • paolo facchinetti

        Bello ciò che dice Bruce Lee! Certamente il ponte è impostato più a karate che a kung fu, cioè una serie di passaggi fissi uguale per tutti. Ci sono anche livelli però che permettono di ritagliare l’auditing su misura per il pc a seconda delle necessità: L/R per esempio o la Dianetica di Book 1 o ancora quella degli anni 70, o anche una parte del Grado IV Exp come hai potuto constatare. Diciamo che noi adesso siamo un po’ più kung fu di quello che i rigidi schemi del ponte teoricamente consentirebbero!

  14. paolo facchinetti

    Scusate se non rispondo puntualmente, ma non ci sono solo gli impegni familiari ma anche quelli di lavoro. Il blog è un punto di incontro e di discussione fondamentale. Sono molto contento per il fatto che la linea… chiamiamola editoriale, ma che è in realtà molto di più, che abbiamo scelto con Francesco e Guido e con i grossi contribuiti di Marco, Diogene, Silvia, GB e tanti altri, per non parlare di Richard si sta rivelando corretta. Il ponte che seguiamo e promuoviamo è quello di Ron con la checklist dei Gradi di fine anni 70, i livelli OT I-III, Nots e Solo Nots; le tecniche ulteriori sono Dianasis e i Livelli OT di Richard. Questo per fare il punto della situazione tecnica. Per ciò che concerne la “linea editoriale” ne possiamo discutere qui, oppure ho chiesto a Guido e Francesco di aprire una discussione sull’ultimo post pubblicato dall’Indipendologo prima di chiudere, perché secondo me è giusto discutenerne tranquillamente e rifletterci sopra visto l’importanza che ha avuto l’indipendologo come punto di riferimento per chi è uscito dalla CofS in questi ultimi anni.

  15. Checklist dei Gradi di fine anni 70.
    Che diiferenze ci sono dalle checklist successive ?
    Funzionano meglio “?
    Si ottengono più risultati ?
    Gli Ep sono più “stabili” ?
    Sono più veloci ? Nel senso di meno ore di auditing ?
    Grazie Adriano

    • Giordano Bruno

      Caro Adriano,
      io sto percorrendo con Paolo i procedimenti dei Gradi adottati ai tempi in cui Hubbard era ancora vivo, quindi prima della GAT.
      Tra l’altro, io ho sia i pacchi vecchi che quelli nuovi dell’Accademia e posso valutare le differenze.
      I procedimenti dei Gradi sono sostanzialmente gli stessi. In alcuni punti è cambiata la traduzione. Poche cose sono state tolte. Sono state fatte alcune aggiunte successive; aggiunte, non necessarie, che sostanzialmente allungano il processing rendendolo ridondante.
      L’EP di ciascun Grado rimane sempre lo stesso e comunque un buon auditor e C/S dovrebbero saper andare al nocciolo di ciascuno di questi Gradi, la responsabilità è comunque la loro.
      La mia opinione è che i Gradi attuali impieghino più ore e inutilmente. Il fenomeno finale rimane comunque lo stesso. Secondo me sarebbe utile conoscere entrambi i procedimenti, vecchi e nuovi, per soppesare individualmente (con la propria testa) la questione.
      Iscrivendosi all’Apis si possono scaricare questi materiali, quindi chi è interessato può farlo.
      Un caro saluto,
      G.B.

  16. Pier Paolo

    David……non ho mai scritto con l’intento di disturbare…..ho approfondito molto determinati argomenti per conto mio, ed anche se su molte cose non la penso come la maggior parte di voi penso che sia sempre utile un COSTRUTTIVO scambio di opinioni, poi ovviamente ognuno è libero di pensarla come vuole, ma questo è il bello della democrazia!
    Grazie comunque per il tuo riconoscimento…..l’ho molto apprezzato! 😉

    • Giordano Bruno

      Daivd F. e Pierpaolo,
      sapere qualcosa riguardo alle razze di Thetan?
      Grazie,
      G.B.

      • Pier Paolo

        A mio avviso è erroneo parlare di “razze” di thetans….il thetan per definizione non può appartenere a razze (che sono definite tali principalmente per caratteristiche di tipo MEST)…..certamente possono esistere (e reputo che le probabilità di esistenza siano molto elevate) diversi tipi di esseri mest (con ovviamente relativa + o – consapevolezza del proprio bagaglio theta).
        Esiste su internet moltissimo materiale a riguardo…..io personalmente per un buon periodo ho seguito con interesse vari siti che trattano l’argomento, alla fine della fiera però ho realizzato che aldilà dell’interesse (che definirei più che altro curiosità) mi sono accorto che quel tipo di “conoscenza” non aggiungeva un gran chè al mio desiderio di “elevazione”, anzi ho constatato che, se metabolizzato con un atteggiamento di preoccupazione e/o paura, tali informazioni finivano per inturbolarmi e rendermi effetto.
        In fondo si tratta, come ho scritto in un mio precedente intervento, di un gioco di nostri “vicini d’ombrellone” 😉 , per cui io non smetto di godermi la brezza marina o la gioia di una bella nuotata in mare perché qualcuno si intestardisce nel voler costruire un castello di sabbia più grande del mio……..quello semmai è un loro problema…….non certamente un mio!

      • Giordano Bruno

        Ok, ma il mio è un interesse tecnico; ovvero, se un essere che ad esempio è di Sirio s’incarna in un corpo umano sulla terra, avrà benefici dal processing sul ponte oppure no. La sua traccia è come la nostra?

        • Silvia Chiari

          Ciao GB … dal mio punto di vista, molto terra terra, dato che TUTTO è energia, possono cambiare i contenuti della traccia ma il fatto che un essere identificato in un individuo di Sirio è comunque energia e dato che col processing noi andiamo a scaricare energia ..avrà i suoi benefici ( tu lo sai che hanno fatto esperimenti sulle piante e si è notato che anche loro hanno una loro vibrazione e rispondono….) oltre tutto se uno di Sirio si incarna in un corpo umano per maggior ragione avrà benefici …. per una questione di giochi !

        • DAVID

          Giordano,
          La traccia Theta – Mest ha un inizio e volge verso una sopravvivenza infinita ,Theta come da definizione n.5 del dizionario tecnico ,UN’ENERGIA CHE ESISTE IN FORMA SEPARATA E DISTINTA DALL’UNIVESO FISICO ” se puoi leggi e chiarisci le altre 5 definizioni .
          In risposta alla tua domanda ,se un essere che ad esempio è di Sirio s’incarna in un corpo umano sulla terra, avrà benefici dal processing sul Ponte oppure no , io tu o altri potremmo esserci incarnati su Sirio , Orione, Vega ,ecc , ecc.
          L’unica differenza sta nel fatto che uno è qui con in mano due lattine o ha una richiesta di conoscenza , ha percepito di essere principalmente uno spirito e inizia a prendersi la responsabilità come punto di vista e indipendentemente da dove viene sarà lui a portare la bandiera.
          Se sei su Sirio e hai una traccia leggermente diversa di chi è in questo angolo della Galassia cambierà qualcosa ma la procedura per ora rimane sempre la stessa .

          David

        • David F.

          Ciao Giordano,
          niente di LRH a riguardo, che io sappia.

          Però dalla conferenza Classica “l’Essere Libero” (se non ricordo male), c’è un pezzo, che è abbastanza famoso in quanto quotato spesso, dove dice che il problema con gli OT in passato fu di collaborazione. Si sentivano così forti da credersi invincibili, ed in effetti lo erano, ma sono stati sconfitti da “esseri inferiori”, ma dotati di tecnologia superiore.
          Ci si potrebbe chiedere a questo punto, se questi esseri inferiori siano thetan o meno.
          Potrebbero essere thetan di classe inferiore, oppure thetan decaduti molto più di noi, oppure non essere per niente thetan, ma un’altra categoria di essere/spirito.

          Poi anche sulla Storia dell’Uomo, l’intero filo narrativo parla della lunga lotta fra i corpi Mest, ed i thetan. Dove alla fine hanno vinto loro, ovviamente, ed ora ci costringono ad essere anche noi dei corpi mest come loro.

          Comunque, per rispondere alla tua domanda, la risposta è no.
          Ne so quanto te.
          Il resto sono tutte mie speculazioni personali.

          Un tempo pensavo esistessero solo thetan e basta.
          Oggi invece comincio a pensare che esistano anche altri tipi di esseri, diversi per natura, come ad esempio quelli malvagi.

          Comunque, anche noi terrestri abbiamo avuto vari tipi di corpi, e abitato altri pianeti. Perciò uno di Sirio, dovrebbe rispondere all’auditing come noi, credo.

          • David F.

            P.S. credo lo chiedessi a me, giusto Giordano, anche se non hai messo la “f” su David?
            Io sono David F.
            L’altro è DAVID e basta, in maiuscolo.

      • Giordano Bruno

        Marco, tu hai qualche materiale di Ron a riguardo?
        Grazie,
        G.B.

        • i puntini di Diogene...

          Questa idea della traccia non è di primaria importanza, a meno che non serva mettere in sequenza (con logica prettamente umana) una serie di episodi che sembrano aggrovigliati…
          Tempo e spazio non vengono misurati nello stesso modo in epoche e luoghi diversi e poi aggiungiamoci alla grande il travisamento che producono società diversissime che ovviamente ricorrono alla trasformazione di energia e materia per sopravvivere nel mest…
          In questo contesto non voglio prendere in considerazione una ipotetica “vita” al di fuori del mest, cioè senza alcun collegamento col mest, e non credo che esista qualcuno in grado di raccontarcelo per il semplice fatto che allora dimostrerebbe di essere in collegamento col mest, sia pure andando in disaccordo con le sue leggi (ad es. mediante telepatia o altre manifestazioni paranormali che andrebbero comunque a coinvolgere o sconvolgere l’accordo mest)… quindi credo che tutti gli esseri senzienti dell’universo che noi conosciamo siano fatti della stessa
          “pasta” e che possano avere una stessa origine, ma non certamente la stessa traccia intesa come sequenza di episodi o avvenimenti…
          Più della traccia in sé contano i singoli episodi, a cui ciascuno conferisce un grado di importanza che è valido solo per lui e che risulta in carica mentale o angoscia spirituale… Scovare questi episodi è il lavoro che accomuna l’auditor e il pc coadiuvati dalle tecniche di auditing, ma ciò che desidero sottolineare è “la singolarità” dell’episodio, che potrebbe anche essere datato e localizzato tuttavia a completa soddisfazione del pc… intendo dire, che tempo e luogo è “reale” per il pc che rivede se stesso (con quali sembianze?) in quell’episodio? Solo il thetan può fare un lavoro di tal genere e il suo giudizio non può essere messo in dubbio, perciò si indicano episodi vecchi di miliardi di anni (!?!) e tutto sembra andare a posto… lui è stato un alieno? bene, più o meno tutti siamo stati degli alieni, ma che importanza ha? politicamente molta, razionalmente poca, spiritualmente nulla…

          • Pier Paolo

            Sono d’accordo con te Diogene, però G.B. ha sollevato implicitamente un problema non di poco conto: come la mettiamo con i livelli OT, dove, secondo Ron, la risoluzione di determinati episodi COMUNI della traccia dovrebbe essere di VITALE importanza per ognuno di noi?

          • Marco

            PierPaolo, chi è abitante del pianeta Terra DEVE audire Ot3 al di là del dove proveniamo singolarmente come thetan… Infatti se tu ci pensi, 75milioni di anni fa è probabile che nessuno di noi fosse su questo pianeta… e sarebbe stato peggio esserci.
            Dunque forse non è un episodio che il thetan ha vissuto… ma magari di cui paga le conseguenze. E’ come andare ad abitare a Pechino: ti becchi tutto l’inquinamento, che tu non hai contribuito a creare, ma che comunque ti fa ammalare di intossicazione.

            I dati di Ot3 sono confidenziali, come protezione dalla sua restimolazione, ma si può comprendere facilmente (se ci si pensa un attimo) che è il livello viene dopo Clear… che poi significa “non ha più la sua propria mente reattiva”. Ovvero: “Chiaro sulla 1° dinamica” …
            Ma però ci sono altre dinamiche da chiarire. Questo lodice ovunque LRH.

            Dunque si può ipotizare che si audisca qualcosa che ha a che fare con altri… oppure semplicemente con l’essere abitante in questo pianeta: a prescindere da quale altro pianeta o galassia uno proviene.

            E’ come se tutti quelli che abitano a Roma abbiano in comune qualcosa da sistemare, compresi tutti i turisti che arrivano da ogni dove…

            Cosa hanno in comune tutti gli abitanti umani del pianeta…?

            Va beh, giusto per discorrere… magari adesso verrò censurato!?

        • Marco

          Giordano sei sei molto interessato…
          Ecco qui forse puoi trovare una risposta direttamente da LRH

          CORSO DI DOTTORATO DI FILADELFIA (PDC)

          Nastro 43: SULL’AUDITING. COME AVER SUCCESSO/FALLIRE: ACCERTARE.

          v Ron spiega che ci sono circa dalle 12 alle 15 razze di thetan
          sulla Terra, più 5 razze di Entità Genetiche.

          v Descrive alcune di queste razze di thetan e le loro caratteristiche.

          v Scopri come audire le differenti razze di thetan.

          • Marco, mi hai messo un enorme curiosità su questa conferenza.
            Tu che sei così bravo a trascrivere le conferenze,non puoi trascrivere le parti essenziali di questi punti?
            Grazie Adriano

          • Marco

            Beh Dayghoro, in realtà io ho trovato il dato di questa conferenza 43 sull’elencazione/titolazione del cosa trattano tutte le conferenze del PDC.

            Le conferenze ce l’ho, ma dovrei andare a recuperare la 43, scanarizzarla e quotarla… t
            Trascriverla sarebbe un lavoro di ore e ore… ed in effetti non ho tutto questo tempo… scherzo 😉 In realtà io normalmente le trasformo in word perchè… “est plus facile”.

            Magari se domani ho tempo…

          • Giordano Bruno

            Grazie Marco, proprio quello che cercavo! Di quei nastri ne avevo ascoltati solo una parte… Ora mi vado a leggere quella conferenza.
            Un caro saluto,
            G.B.

  17. Giordano Bruno

    Illusions vs. Delusions

    “All right. Illusion is a very precise thing, then. It could be the postulation of an actuality you mean to take place. Delusion is something that the physical universe has forced upon you. There’d be nothing much wrong with an illusion, but there’d be plenty wrong with a delusion.

    “If a person has delusions, you know very well the physical universe has walked in on him until he has confused theta with the physical universe.

    “If he doesn’t have illusions, bury him! That is to say, if he is not able to postulate and bring into being a future reality, he’s no good to you or the rest of the human race. It’s one of the most important functions a man can do, or a woman. The woman says, “I think we will have roast beef for dinner.” That’s an illusion! She hasn’t even bought it yet! But she serves it.

    “Now, there’s a little bit of it. But beware of the guy who will never say, ‘Dear, I think that we’d better have a twenty-room house and a couple of good cars and live nicely,’ because he won’t ever be successful. He’s got to postulate it before he gets there.”

    LRH – Illusion Lecture of 4 September 1951

  18. Marco,ti ringrazio già da ora.Meglio ancora se è tutta completa.
    Non vedo l’ora di leggerla domani.
    Ciao Adriano

  19. A proposito di PDC.
    Io le ho in nastri a bobina dal 1986-87, mai ascoltate non ho il fonoriproduttore,se qualcuno ne ha uno che non usa, anche da riparare,
    sarei interessato.Oppure potrei “cedere” le PDC.
    Ciao Adriano

    • Pier Paolo

      Anch’io ho dei nastri in bobina (6 in totale) mai ascoltati, sono relativi alla serie sul “Denaro”.

      Questi i contenuti: 8502C03SO 65 SHSBC 62 ITT “LE CINQUE CONDIZIONI”, 8502C06SO OS.9 ITT “DEFINIZIONE DI ORGANIZZAZIONE”, 8502C04SO 56 OS-15 ITT “DENARO”, 8502C07SO 64 SHSBC 27 ITT, “DISSEMINAZIONE”, 8502C24S0 56 LCHP, 18 ITT “L’ATTUALE BATTAGLIA D’INGHILTERRA”, 8502C05S0 65 SHSBC 57 ITT “L’ORGANIGRAMMA ED IL VIVERE”, 8502C06SO 66 SHSBC 77 ITT 2 “ORGANIZZAZIONE”.

      All’epoca li avevo pagati un botto, se a qualcuno interessano li vendo a 20 € al nastro (120 € in totale tutto il kit). Riporto nuovamente la mia e-mail per eventuali contatti: venit39@yahoo.it
      Poiché sto sistemando la casa dei mie genitori, è lì dove li ho ritrovati, se non riesco a piazzarli entro breve li butto nell’indifferenziata!

      • Silvia Chiari

        Buon giorno condominio …”caspita devo fare in fretta è quasi ora di messa ” . A proposito (riguardo a thetans ect razze, tipologia ect) quando in 5° elementare facevo catechismo per la cresima il prete ci parlava che noi abbiamo l’anima …poi andavo a scuola e studiavo storia e osservavo che la popolazione della terra nel tempo era aumentata tantissimo e , fra me e me( non avevo il coraggio di chiederlo ad altri ), mi sono chiesta – ma da dove vengono tutte quelle anime se adesso c’è tutta questa gente ? A riguardo sono andata a vedere (e riporto )
        1 200
        1000 310
        1750 791
        1950 2519
        1970 3692
        2000 6070
        2005 6454
        2010 6972
        Anno Mondo x 1000
        Quindi considerato che ognuno ha una sua traccia … CHI RISPONDE alla Silvia di 8 anni ?
        Grazie, buona domenica

  20. Marco

    SIlvia, la tua domanda, degli 8 anni è: da dove vengono tutte quelle anime?

    Beh, ad una bimba di 8 anni gli potresti dire che… “Dio produce una quantita impressionante di anime” 🙂

    Ad una persona un pò più adulta ed interessata a capire con un pò di logica (logica: azioni possibili compatibili con la Reatà e/o in sequenza)… no dogmatismo, e che abbia qualche nozione di Scn… si potrebbe ricordargli che l’universo Mest, le galassie, sono strapiene di vita (anime). Perchè no, non è logico?
    E vista la vastità dell’universo Mest la quantità deve essere impressionante…

    Poi se si vuole essere un pò più spinti, si può ricordare che la Terra è un dominio di… una qualche forza d’invasione; e che questi tipi, “Loro”, scaricano “Anime” continuamente, anche adesso. Così dice LRH…

    Le scaricano qui per punizione (non si sono conformati, vedere la conferenza che ho quotato sopra), perchè la Terra “è un piccolo pianeta di periferia, ai margini della Via Lattea, che ben si presta ad essere usato come prigione… o posto che si può controllare facilmente ‘sta gente”.

    C’era una bella conferenza di LRH che ne parlava… : “cubi di ghiaccio” scaricati negli oceani.

    Tutto ciò sa un bel pò di opera spaziale… ma lo spazio è ciò in cui siamo immersi.

    Ma non solo questa potrebbe essere la spiegazione… potrebbe essere anche che gli spiriti del regno animale si sposti in corpi umani… o forse anche delle piante… se prendiamo per buona questa considerazione, in giro per il pianeta ci deve essere una quantità di vita impressionante…
    magari anime di un livello mediocre, ma sempre vita è.

  21. Marco

    @ Dadid F

    David, non ho mai fatto a tempo di rispondere al tuo lungo commento qui sopra… e tanto per cianciare lo riprendo un attimo.

    Ero in effetti interessato a capire meglio qualcosa che dici:
    ” Cercate di vedere dove le vostre certezze sui Dati trovano conferma con quello che altre persone dicono.
    In particolar modo sull’attuale situazione politica ed economica del PT, di questo pianeta.

    Gli argomenti chiave sono: complottismo, massoneria, illuminati, ufologia, abductions, satanismo, ed una particolare razza aliena che non nomino per non rovinarvi il finale del film!

    E vedrete che alla fine tutti i tasselli del puzzle andranno al loro posto.

    …invierò a Francesco la traduzione dell’intero resoconto di quel pazzo scatenato e allucinato del Capitano Bill Robertson, della sua intera esperienza nella Chiesa di Scientology dal ’66 all’ ’82.E anche tutti quelli riguardo la Tech ed il Ponte.

    Vedrete.
    Alla fine tutti i tasselli andranno al proprio posto.
    Non che sia a conoscenza di particolari cose riguardo a ciò, ma alla fine, se uno cerca, non può fare altro che trovare.”

    Ecco… David, mi puoi specificare meglio cosa intendi con “tutti i tasselli andranno a posto” ?

    Io conosco un pò l’argomento Illuminati, Complottismo, Ufologia e l’ho inquadrato molto semplicemente… ma ho da tempo portato il tutto ad una comprensione concettuale (se riesco faccio sempre cosi) come un argomento di: “sono SP che vogliono sottomettere le masse con qualsiasi mezzo e/o ideologia”.

    Come lo fanno… (controllo del denaro, allias Signoraggio, globalizzazione, controllo delle risorse, panico, terrorirsmo…), e come giustificano le loro azioni… (“siamo una razza eletta”, “il popolo va guidato come un greggie perchè sono esseri inferiori”, ecc. ecc. ) è tutta un romanzo con una trama complessa…

    Ma la ragione di base, che io ho portato a comprensione concettuale, è che: “queste persone hanno la mente bloccata, grippata” , sono fermi in un episodio dove tutti sono dei nemici… : quel’episodio è sempre “adesso”.

    Ed anche: dopo così tanti overt, costoro sono fuori valenza, il che gli permette di fare qualsiasi crimine: “tanto non sono mica io che commette questi crimini!” (questo è il fuori valenza: “non sono io che…”

    Quell’episodio dove sono bloccati e il loro pesante fuori valenza, giustifica loro qualsiasi crimine.

    Poi su questi argomenti “razze aliene, illuminati, ecc. ecc. ” , anche LRH ha scritto un romanzo di 10 volumi: “Missione Terra”.
    Interessantissimo leggerli per vedere tutti i trucchi e i mezzi e le perversioni che usano…

    Ma la spiegazione semplice è che : sono SP … cioè “bloccato/i in un episodio dove sta venendo ucciso, dunque dove tutti sono nemici”.

    Bloccato in un episodio, fuori stabilmente dal tempo presente è la definizione di pazzo.

    Dunque: signoraggio, illuminati, satanismo, massoneria complottista, globalizzazione delle corporation, ecc. ecc. è solo: pazzia.
    O definitiva, quella dell’SP, o indotta dagli SP su altri: il PTS.

    C’è altro da sapere?

    • Marco

      SHSBC DESTIMOLAZIONE DI UN CASO Conferenza del 10 Settembre 1963

      “Perchè il modo in cui tieni qualcuno in trappola, e fai in modo che uno sia risucchiato dentro, è di non lasciare mai che si sieda e ci pensi un po’ su.

      Devi continuare a sbatterlo di quà e di là, devi dargli delle costanti pressioni economiche, e anche: “devi avere questo e devi avere quello, devi avere delle complicazioni familiari, e devi avere dei problemi, caro mio”.

      Devi avere dei problemi.
      Devi avere le ”finanze.”
      Devi avere le banche.
      Devi avere il controllo sui cambi e le valute.
      Devi avere cose del tipo le tasse sul reddito, e devi avere i costi della vita che si alzano e si abbassano.
      Devi avere i boom e le depressioni.

      Le cose devono essere frenetiche, capisci? Le persone devono continuamente essere preoccupate.

      Se lo fai preoccupare sufficientemente a lungo, e gli fai spostare l’attenzione abbastanza duramente e cose del genere, allora lui rimarrà intrappolato.

      LRH

    • David F.

      Ciao Marco.

      C’è un motivo ben preciso per cui i sto portando avanti questa mia campagna di sensibilizzazione.

      Ed il motivo è che vorrei pian piano far conoscere un personaggio che a mio avviso non è conosciuto come dovrebbe.

      E come al solito, sempre secondo me, le cose non accadono mai a caso.
      Sarebbe a dire che, se non è conosciuto come dovrebbe, questo significa che qualcuno, o più di qualcuno, vogliono che sia così.

      Di certi argomenti non si deve parlare…
      In questo sta gran parte, se non la maggior parte, dei motivi per cui siamo nella condizione di prigionieri/schiavi inconsapevoli.

      Deriva tutto dal non sapere.

      Perciò solo sapendo, si possono alla fine intraprendere le azioni giuste.

      Ora, ogni ricercatore che io abbia mai studiato, alla fine, gira e rigira, aveva scoperto, e si era “fissato”, su un singolo brandello di verità.
      Un piccolo aspetto, ma sempre di verità si tratta.

      Ron ne ha scoperto più di qualcuno a quanto pare. In realtà io penso, sempre personalmente, che li abbia scoperti tutti o quasi, ma che è stato censurato ad arte dai nuovi proprietari della “Chiesa di Scientology”. Perciò, sempre secondo me, solo le informazioni e le procedure non vitali sono state lasciare passare.

      Ma allora la domanda è: “Se ogni ricercatore ha scoperto un settore, un brandello, un pezzetto di verità, come mai non sembrano andare d’accordo? Ci possono essere invece dei punti d’accordo? E se si trovassero questi punti d’accordo, ne potremmo quindi dedurre che si tratti della verità?”

      Non che io sia stato tanto a ragionare su ciò.
      E’ stato un processo naturale di indagare, e cercare si rispondermi da solo alle domande che sorgevano spontanee.

      Riassumendo, da quando sono diventato indipendente nell’ottobre dell’anno scorso, mi sono sempre chiesto: “E adesso dove vado? Con quale gruppo devo unirmi? Chi è più nel giusto degli altri? Chi sta dicendo di più la verità?”.

      Perchè, sinceramente, fra gli indipendenti, nessuno mi convinceva completamente fino in fondo.
      Nessuno, rispondeva a tutte le mie domande.
      Ancora una volta ognuno si specializzava nel suo piccolo settore.

      C’era chi era convinto che fosse tutta colpa di una persona sola.
      E che rimosso lui, “tutto sarebbe andato magicamente apposto…”.
      Se… Magari!

      Altri sembravano, almeno in apparenza, aver perso la fiducia nel Fondatore, e sembravano cercare risposte altrove.

      Alla fine io, e parlo sempre personalmente, ho trovato ESATTAMENTE

      • David F.

        (continuo da prima. Per errore è partito il commento prima che fosse finito).

        … quello che stavo cercando.
        Nessun compromesso.
        Rispondeva a TUTTE le domande che avevo.
        E soprattutto, le sue teorie “allucinate”, confermavano quello che molti,, molti altri ricercatori hanno scoperto in seguito, anche 20 o 30 anni dopo di lui.
        E ancor di più, le aveva scoperte in un’epoca in cui non c’era internet, e non si poteva “copiare”, “sbirciare” dai colleghi, o da altre fonti…

        Perciò io sono arrivato a destinazione.
        Ho trovato quello che stavo cercando.

        E penso che tutto ciò meriti di venir conosciuto.
        Poi ognuno trarrà le proprie conclusioni.

        PERO’, per poter essere apprezzato, questo lavoro ha bisogno di alcuni requisiti.
        Che io penso di aver individuato.

        E sono, secondo me:

        0 – essere scientologist
        1 – essere indipendenti
        2 – essere informati sui complotti in questo Pianeta
        3 – essere informati sui fenomeni ufologici su questo Pianeta.

        Senza questi requisiti, sempre secondo me, è molto difficile apprezzare, anzi, è più appropriato dire “credere”, alle parole del Capitano Bill Robertson.

        Perciò mi sono assunto il compito di tradurre i suoi materiali.

        Non è mia intenzione convincere nessuno.

        Semplicemente ritengo che sia doveroso sentire anche la sua versione dei fatti.

        E a onor del vero, questo Bill Robertson ha ricevuto da LRH stesso il titolo di Kha- Khan.
        Onoreficenza che non è che venissa data al primo che capita.

        Beh, se volete saperne di più, vi invito a dare un’occhiata al sito che pian piano sto mettendo su.
        Se Francesco mi autorizza, posto il link.

        Saluti!

        • David F., sai come la penso, il ponte tradizionale credo che sia la miglior strada percorribile da chiunque, dopodiché ognuno avrà le capacità di osservare e valutare e perché no provare quello che vuole. Su mettere link esterni non ho nessun problema, a patto che non contengano dati confidenziali. Capisco che oramai basti googolarli per trovarli, ma promuovo il farli onestamente piuttosto che leggerseli come una storiellina.
          Volevo postare il Debriefing di CBR che tu hai tradotto perché è una bella ed avvincente testimonianza dell’epoca. Se non ti da fastidio, per non rovinare la storia ai condomini, il link lo metteremo una volta pubblicato il Debriefing.

        • Pier Paolo

          Ciao David! Come hai potuto constatare ti ho dato una chiara evidenza di come abbia RILEVATO e messo in relazione, in un mio post precedente (e senza dunque alcun pregiudizio “negativo” di sorta), le somiglianze tra il lavoro pregresso di Ron e quello di alcuni successivi “ricercatori”. Ho messo in evidenza eventuali punti di contatto tra le teorie di Hubbard e quelle ad esempio di Icke, che è forse attualmente il più conosciuto tra i promulgatori di determinate teorie complottiste.
          Bene…..non voglio ora rovinare il clima “complimentoso” che hai gentilmente instaurato nei miei confronti 😉 , od essere tacciato di “sovversione” o peggio ancora di avere degli “evil purposes” nei confronti di questo gruppo, però, giusto per stare sul generico e non urtare la permalosità di nessuno, mi preme solo sottolineare che là dove certi lavori sembrano essere accomunati da molti APPARENTI punti in comune, allo stesso tempo si registrano delle evidenti contrapposizioni nella SOSTANZA pratica!
          Esiste un determinato episodio nella vita di Ron, antecedente la sua scoperta di Scientology (ai più sconosciuto o comunque non messo in evidenza nella sua possibile corretta prospettiva), che ha dato una risposta estremamente “ILLUMINANTE” al mio chiedermi come diavolo avesse fatto Ron a scoprire determinati livelli della scala del tono (mi riferisco a quelli molto aldisotto di “morte del corpo” a cui mi riferivo nel post precedente) e che ha rappresentato la chiave di volta nella mia comprensione, ad un livello più elevato, su quale sia in realtà la vera natura di Scientology (parlo ovviamente per quanto riguarda il mio PERSONALE punto di vista….anche se altri, molto ma molto vicini ad Hubbard, erano giunti alle medesime conclusioni).
          Quell’episodio ha “casualmente” 😉 a che fare con le “energie” con cui Ron era in connessione a quei tempi, e che erano veicolate da individui come Jack Parsons e/o Aleister Crowley (a qualcuno questi personaggi forse dicono qualcosa?).
          Non voglio entrare troppo nel merito dell’approfondimento (anche perchè dovrei andare a toccare dati che voi considerate “confidenziali”) poiché, come ho già scritto sopra, sono consapevole che potrei provocare TROPPO movimento di TA e conseguenze non molto piacevoli, soprattutto per il sottoscritto……dunque se tu David, o chiunque altro, volete avere un raffronto diretto ne posso “discutere”…….ma solo in privato alla mail che ho più volte fornito!

          • David F.

            Sì, qualcosina ne so, riguardo Crowley e Parson.

            Ciononostante non ha cambiato la mia opinione e stima nei confronti di LRH.
            E sai perchè?
            Perchè una persona si giudica in base alle cose buone che ha combinato nella vita.
            Si giudica in base alle motivazioni.

            Perciò se ha fatto delle cose sbagliate, o malvagie, o perverse, o poco accettabili, ma le ha fatte nel tentativo finale di fare del bene, allora per me non contano. Sono perdonabili.

            A dire la verità, io ho sentito cose ben peggior su Ron, da parte di presunti “collaboratori”, o persone vicine a lui, specie nei suoi ultimi anni di vita.

            Beh, queste ultime hanno si scosso un po’ le mie certezze.
            Ma anche queste le ho (a fatica) digerite, e adesso continuo a stimarlo e ad essergli fedele come prima.

            Questo non significa che io sia un “fazionista”, e che non sia in grado di cambiare idea.
            Sono perfettamente in grado di cambiare idea, e di darmi torto quando mi accorgo di averlo avuto.

            Detto questo, se te o chiunque altro voglia scrivermi, la mia mail è davidferra@hotmail.it

          • paolo facchinetti

            Ron Hubbard ha citato più volte nelle sue conferenze la sua conoscenza con Crowley, in modo molto aperto e anche scherzoso, senza mostrare cioè quei sintomi di chi ha qualcosa da nascondere (W/H) e quindi Pier Paolo può tranquillamente preoccuparsi solo dei suoi movimenti di TA. Credo che leggendo Hymn of Asia uno può rendersi facilmente conto delle scelte fatte da Hubbard a proposito delle vie dell’evoluzione spirituale, senza andare a rimestare nel torbido (che non fa bene a nessuno).

  22. Giordano Bruno

    Una domanda a beneficio di tutti (compreso me):
    So che Pierre Ethier audisce gli Ls rundown in italiano. C’è qualche altro auditor nel campo indipendente che li audisce in italiano?
    Grazie,
    G.B.

  23. Comunicazione di servizio:

    Per l’Honorary Event Coordinator I/C che ci ha fatto divertire con la sua recente mail sotto forma di bidone abbiamo riservato un pacco dono che può passare a ritirare personalmente quando vuole. Contiene una pregevole copia in “vetro di Murano” della celebre statua dell’Asino Volato Via.

    Ciao ciao

  24. Pier Paolo

    Certo Paolo….anche Berlusconi è famoso in tutto il mondo per le sue barzellette!! 😉

  25. Marco

    MI pare il caso.

    HCO BULLETIN DEL 30 luglio 1973
    SCIENTOLOGY STATO CORRENTE DEL SOGGETTO E MATERIALI

    Esiste la possibilità che qualche Scientologist non abbia capito l’estensione dei materiali tecnici che esistono in Dianetics e Scientology riguardo allo spirito, alla mente e alla vita.

    Per esempio ci sono negli archivi circa 25.000.000 di parole su nastro che forniscono il percorso consecutivo delle scoperte.
    Una volta messi in ordine cronologico i libri, gli HCOB, le HCO PL e le altre pubblicazioni, tutto ciò fornirà una documentazione quasi completa di tutte le scoperte e delle applicazioni in questi argomenti.

    Il numero totale delle parole o persino il numero di nastri e pubblicazioni fino ad oggi non sono stati calcolati in modo attendibile.

    Talvolta, sono stati fatti sforzi per trascrivere e pubblicare tutti i materiali.
    Il compito dovrebbe essere portato a termine, specialmente prima che il decadimento dei nastri magnetici, alcuni dei quali erano di bassa qualità, distrugga il materiale.

    È da questo enorme archivio che vengono elaborati i pacchi di studio e gli altri materiali. Questi e i relativi fogli di verifica sono molto numerosi e disponibili.

    È necessario uno studio cronologico dei materiali per ottenere un completo addestramento di esperti di prim’ordine in queste cose.

    In tal modo hanno la possibilità di vedere come si sviluppato il soggetto e sono quindi in grado di vedere quali sono il più alti livelli di sviluppo.

    È per questa ragione che i fogli di verifica del Corso d’istruzione speciale di Saint Hill dovrebbero consistere solo di materiale cronologico, studiato in ordine cronologico, con la sola eccezione dei Nastri sullo studio (Rundown primario) che dovrebbero essere fatti per primi, se in precedenza non sono stati debitamente studiati.

    Il soggetto di Scientology si è, per certi versi, sviluppato al contrario.
    Il compito era di affrontare l’attuale condizione dell’uomo da un livello più basso, e questo era l’obiettivo generale.
    Quindi si trova molto spesso che certi livelli superiori sono trattati pubblicamente, nei libri e nei nastri più remoti (tra il 51 e il 55).

    Nel cercare di realizzarne la piena applicazione su altre persone e il raggiungimento, da parte di queste, del loro potenziale, era necessario codificare il materiale e sviluppare, per loro, dei procedimenti.

    Ogni difficoltà che la gente incontrava sulla via verso Clear era stata risolta a metà degli anni 60, e i livelli OT, così come esistono nelle Org Avanzate, furono completati entro il 68.

    Ci sono forse 15 livelli sopra OT VII pienamente sviluppati ma che esistono solo sotto forma di appunti non pubblicati, nell’attesa che una maggiore quantità di persone raggiunga il pieno stato di OT VI e VII.

    All’inizio degli anni 70, con la scoperta dell’esatta natura della psicosi e lo sviluppo dei procedimenti volti risolverla, venne trovato il punto che costituiva il fondo.

    A quel tempo, ciò si trovava al di fuori del raggio d’azione delle organizzazioni, e non nell’uso generale; però questo permise di finalizzare il compito che consisteva nel trovare un approccio sufficientemente basso da portare, quindi, i materiali spirituali e mentali esistenti all’interno del soggetto di Scientology, ad uno stato di applicabilità.

    Molte persone credono che i materiali di Scientology contengano principalmente procedimenti.
    Ritengono che Scientology consista in processing.
    Si tratta di una visione molto ristretta.
    Ciò trascura i materiali più considerevoli, che trattano delle basi e dei fondamenti; i procedimenti non sono che un utilizzo di queste cose.

    Altre persone, una volta che hanno ricevuto una lieve infarinatura come HAS, vagano verso altri campi cercando risposte, mentre, se avessero intrapreso l’addestramento dei gradi di Dianetics o Scientology, per non parlare del Corso d’istruzione speciale di Saint Hill, avrebbero trovato più fondamenti di quelli che esistono in tutte le altre materie messe insieme, un fatto, questo, che ogni studente avanzato di Scientology può confermare.

    Altri ancora pensano che la cosa “più nuova” sia naturalmente la più avanzata, e si aspettano che vengano pubblicati nuovi “procedimenti” o nuovi materiali; quando invece, con tutta probabilità, il procedimento per risolvere il loro caso è stato pubblicato negli anni iniziali.

    Per un po’ di tempo il mio hat è stato quello di “cercatore della tecnologia perduta”.

    Intere sezioni di conoscenza scompaiono alla vista, e interi assortimenti di procedimenti (e principi amministrativi) cadono in disuso; i preclear e le organizzazioni dell’area subiscono cedimenti; ma il recupero è veloce, non appena la conoscenza “perduta” viene tirata fuori dai loro stessi archivi e ripristinata.

    Inoltre, le persone, nelle organizzazioni, si trovano piuttosto spesso ad un livello di caso abbastanza alto.
    Hanno già sperimentato la conoscenza che fa da ponte di collegamento tra il soggetto e l’uomo comune. Non è una novità per LORO.

    A volte si sbagliano credendo che non sia una novità neanche per il mondo. Di conseguenza viene permessa l’esistenza di divari. La soluzione consiste nel ripristinare la tecnologia “perduta”.

    Ma è anche vero che parecchi, nell’organizzazione, lavorano molto duramente per mantenere in esistenza il ponte di conoscenza. E operano bene nel raggiungimento dello scopo.

    All’interno della medesima civiltà, esistono molte altre materie oltre Scientology. Molte di queste materie sono in uno stato molto primitivo, anche se lasciano credere di essere in una posizione molto avanzata.
    La psichiatria e la psicologia sono un paio di queste.

    … il grosso della conoscenza di Scientology torreggia come una montagna. È accessibile ai più, a coloro che la cercano.

    Le sole barriere che costoro hanno sono costituite, di solito, da una scarsa padronanza della loro stessa lingua e dalle concezioni errate, relative allo studio, radicate in loro fin dai tempi della scuola materna.

    Anche per risolvere queste cose esistono i mezzi, e questi vengono messi in pratica ogni giorno con gli innumerevoli nuovi arrivati in tutto il mondo.

    La vera e propria barriera, nella società, è costituita dalla mancanza di praticare la verità.

    Vivendo un’esistenza di innocenti bugie, la gente trova difficile comprendere che la verità esista davvero.

    ……………
    ……………
    ……………

    LRH

  26. Luigi Cosivi

    Bravo Marco, mi sono aggiornato oggi piacevolmente, grazie veramente a tutti i condomini.

  27. Giordano Bruno

    Per Francesco e tutti i condomini:
    leggendo su web ho potuto constatare che gli Ls rundown sono il punto debole del campo indipendente.
    Credo che solo 2 condomini fra noi li abbiamo completati interamente a Flag.
    E non abbiamo nessun auditor italiano che li audisce.
    Ho avuto nei giorni scorsi uno scambio privato con David che mi ha entusiasmato con la descrizione dei successi con quei procedimenti.
    Lancio quindi un appello agli auditor qualificati affinché si addestrino sugli Ls. C’è sempre una prima volta, si tratta di crearne le condizioni affinché accada. Se c’è bisogno di cavie io sono disponibile…

    Gli Ls sono gli unici procedimenti che si possono intraprendere a partire da Grado IV fino a qualsiasi punto del ponte.

    Per Richard:
    tu dici: “Nella Chiesa di Scientology hanno messo sul Ponte Standar l’Happiness Rundown, credo proprio che noi dovremmo metterci gli Ls Rundown, anzi, sono più che sicuro che debbano entrare di diritto a far parte del Ponte “Migliore”.
    A tuo parere a che punto del ponte sarebbe meglio percorrerli?

    Un caro saluto,
    G.B.

    • Luc

      Bravo Giordano, ottima iniziativa. Qui a casa siamo tutti d’accordo.

      • DAVID

        Ciao a tutti ,
        sul soggetto Ls vorrei inserire un’ osservazione , il Ponte già ben definito e gli Ls come da questo estratto possono darne un’ accelerazione .

        ” Rundown INTR0DUCTI0N
        L’ L’s sono stati sviluppati come risultato di ricerca sui livelli superiori
        OT VIII . Il successo di L’s è sorprendente . Questi avvitature in grado di gestire le cose che vengono gestite in nessun altro luogo .
        La svolta che esiste qui tecnicamente è così forte che in realtà taglia attraverso i normali meccanismi di protezione della mente . E ‘venuto in realtà dai gradi di OT . Essa risponde alla domanda – Perché un OT trattenersi e cessano di comportarsi come un OT ?
        Ogni riassunto è progettato per gestire terminatedly una determinata area di caso di una persona. L’ L’s non sono voti in se stessi, ma booster incredibili . La tecnologia di base viene dalla ricerca di aumentare i poteri OT . Loro sono una classe speciale di riduzione di attività , aumentano potenza e l’efficacia di una persona.

        Parte della scoperta è che questa tecnologia potrebbe essere utilizzata più in basso sul ponte per ottenere la gente più veloce – molto molto più veloce .

        L’ L’s affrontano direttamente le basi del caso di un thetan . Essi erano inferiori a mente reattiva TBE e gestire quei fattori che sopprimono la capacità di fare effettivamente , Essere e Avere . Essi rimuovere quelle cose che possono rendere una persona meno se stesso e molto meno potente e causale come un thetan .
        Questi avvitature sono progettati per trovare e cancellare le intenzioni contatore di base lungo la dinamica di uno . Tney stabilizzare un caso .

        L’ L’s invita a eseguirli . TR del revisore devono essere perfetti e non c’è spazio per flubs . Quindi non esamina questi avvitature su un PC o Preot fino a quando il controllo è impeccabile .

        In tutti i Rundown “L” ( L10 , LLL, e L12 ), il PC o Preot è completamente impostati prima con un C / S 53 e GF40 ampliato , se necessario.

        BOLLETTINO TECNICO

        29 JULY 1984 IV EDIZIONE

        Specifico che gli Ls possono essere dati solo in punti specifici del Ponte
        ,tra Grado 4 e prima di NED , su Clear , su OTV e su OT VIII .

        Annoto che ogni guadagno positivo che il PC ha sul Ponte è preceduto
        da una buona base di studio dei materiali+ PTS/SP course, Student Hat e M1 e questo vale anche per gli Ls.
        I guadagni vengono spesso invalidati o non riconosciuti per la mancanza di comprensione del soggetto da parte del Pc , comprensione limitata = guadagni positivi limitati ,ogni conoscenza e nuova capacità acquisite devono essere sempre applicate e confrontate.
        Guardiamo e discutiamo il soggetto Ls , ma il dato principale è procedere sui gradi fino Clear ..

        David

    • Marco

      Si, vorrei anch’io sapere meglio riguado agli L’s RD… perchè sono sempre stati considerati il top del top… : oltre che un acceleratore per i Clear (per livelli Ot più veloci e/o fatti con più confronto) e per i preOt, sono stati decantati risultati strabilianti, tipo “esteriorizzato in modo permanente” … e questo abbiamo già discusso che non è veramente possibile.
      E’ vero che a Flag costavano 100.000€, una cifra stratosferica!

      Io conosco molto bene una persona che ha fatto l’L11 (Rd che dice di andare alla base della peggior propria aberrazione) e in effetti non ho visto un grosso cambiamento di passo… lui stesso ammette che… “beh, non ho ottenuto tutto ‘sto gran che… mah”.

      Inoltre ho anche sentito da persone tecnicamente preparate (che qui non sono nominabili), che forse, può darsi che… “potrebbe succedere che l’L11 possa adirittura essere controproducente…”

      Ma è anche vero che Richard consiglia di inserirli nel “Ponte MIgliore”…
      Dunque… sono veramente importanti!? E se è il caso, a che livello è meglio inserirli (visto che spesso non sono stati visti i risultati descritti… cioè forse non era il momento più opportuno)?

      • Giordano Bruno

        David mi ha detto che i successi sugli Ls dipendono anche alla conoscenza scientologica, ovvero una buona base di studio dei materiali.

  28. Anch’io sono disponibile a fare da “cavia” per gli Ls.
    Non chiedo compensi.
    Adriano

  29. paolo facchinetti

    Vorrei segnalare l’importanza di un ciclo di auditing che spesso viene tralasciato perché non è in se stesso un gradino del ponte: il M1, che è quell’auditing che permette di chiarire le parole (simboli) fondamentali malcomprese accumulate in questa vita. Un auditing che si presta benissimo ad essere fatto in coauditing da auditor principianti e che fatto bene alza il QI delle persone.

    • Marco

      Giusto Paolo… il “Metodo Uno” è senz’altro un grande strumento per inalzare/ristabilire l’intelligenza delle persone.
      In effetti il Metodo 1 potrebbe risparmiare alle persone un sacco di problematiche…

      HCOB 8 settembre 1964
      Overt, cosa sta dietro ad essi?

      “Recentemente ho fatto una scoperta molto fondamentale sul soggetto degli overt, e vorrei farne rapidamente un appunto che rimanga come documentazione.
      Lo si può chiamare il “Ciclo di un overt”.

      4. Un essere sembra avere un motivatore.
      3. Questo perché l’essere ha fatto un overt.
      2. L’essere commise un overt perché non comprese qualcosa.
      1. L’essere non comprese qualcosa perché una parola o un simbolo non furono compresi.

      Così tutte le condizioni in cui c’è stato un crollo, delle malattie, ecc. si possono far risalire ad un simbolo malcompreso per quanto strano ciò possa sembrare.

      Avviene così:
      1. Un essere non afferra il significato di una parola o simbolo.
      2. Ciò fa sì che l’essere malcomprenda l’area del simbolo o parola (chi lo usava, a qualunque cosa si collegava).
      3. Ciò fa sì che l’essere si senta diverso o provi antagonismo nei confronti di chi usi il simbolo o di qualunque cosa che ad esso si colleghi, e giustifica così il commettere un overt.
      4. Avendo commesso l’overt, l’essere adesso sente di dover avere un motivatore, e così si sente crollato.

      Di queste cose è fatto l’inferno.
      Questa è la trappola.
      Questo è il motivo per cui le persone si ammalano.
      Questa è la stupidità e la mancanza di capacità.

      LRH

      Pregasi esprimere qualche opinione su queste molto forti parole!
      Io rileggendole sono rimasto impressionato… di nuovo: è proprio questa la trappola (beh, forse Ron ha esagerato… immagino sia solo una delle trappole)?

      • Giordano Bruno

        Mavalà! Quindi tu sei uscito dalla CofS perché avevi della parole malcomprese o perché sono degli str..i?
        E loro sono str..i perché hanno delle parole malcomprese?

        • Luigi Cosivi

          Non sono uscito per parole mal comprese, ho fatto il M1 all’inizio del 1982.C’e da dire che una delle cose che osservavo e dicevo riguardo i fondamenti,dati a studenti senza un minimo di addestramento sullo studio, avrebbero creato guai, infatti da quando sono usciti, con la promessa che avrebbero velocizzato le accademie, le hanno bloccate.
          Lascio a Voi considerare se anche questo sia voluto e desiderato dai miscavigiani/marcabiani.
          Sono assolutamente d’accordo con Paolo e che M1 vada fatto prima di tutto o almeno prima del Solo.

          • paolo facchinetti

            ahahahah avete la parola malcompresa! Stiamo parlando del “Ciclo di un overt”. Se andarsene dalla CofS è per il maggior bene del maggior numero delle dinamiche non è un overt e quindi non c’è nemmeno il “ciclo” relativo. Al contrario se consideriamo che rimanere nella chiesa è contro-sopravvivenza possiamo ritenere che uno rimane dentro a causa di parole e simboli malcompresi!

      • Marco

        Giordano… il tuo commento ( Mavalà! Quindi tu sei uscito dalla CofS perché avevi della parole malcomprese o perché sono degli str..i?
        E loro sono str..i perché hanno delle parole malcomprese?
        ) cosa significa? Ho mal compreso qualcosa…
        Non bisogna dimenticare che spesso si malcomprende qualcosa anche a causa del mal-scrivere/parlare di chi ha malcomprensioni in primo luogo 😉
        Inoltre di dati sulle malcomprensioni ce n’è un bel pò… non è il caso di fermarsi solo su questo.

        Cmq… è ovvio che uno esce dalla Cof$ giusto perchè ha chiarito parole a sufficenza per comprendere… che chi gestisce sono dei falsi e dei truffatori!
        Naturalmente ci vuole anche del coraggio e dell’integrità a sufficenza per mandarli a quel paese… Perchè in effetti, il triangolo KRC è sempre in agguato: la K viene persa se uno non applica Responsabilità e Controllo.

        Non è quello che (anche) succede ai poveretti che… hanno chiarito le parole, ma poi le hanno tradite!?

        • Giordano Bruno

          Caro Marco,
          mi spiego meglio.
          In un altro bollettino Hubbard dice che si fa blow a seguito di overt.
          Qua dice che si commettono overt a causa di parole o simboli mal compresi. Quindi, a ragion di logica, se uno ha delle parole malcomprese potrebbe commettere overt e poi andarsene… Che sciocchezza!
          La scala di pre-havingness è molto più chiara e descrive la questione, a mio parere, in modo impeccabile (di seguito la parte che mi interessa):

          Aiuto
          Aiuto fallito
          Overt
          Overt Fallito
          Withhold
          Withhold Fallito

          In sostanza, uno arriva a commettere overt quando è andato oltre ad Aiuto Fallito.
          Un caro saluto,
          G.B.

          • Giordano Bruno

            Chi riesce ad aiutare sale la scala, chi fallisce la scende….

          • Marco

            Mah Giordano, come già detto credo che motivi per commettere Overt e per fare Blow ce ne sia più di uno.

            Se ricevo un pugno senza apparente motivo, forse prima o poi senza apparente motivo lo darò anch’io a qualcuno (sequenza Overt/Motivatore).
            Ma come diceva l’HCOB “O/W storia di una teoria limitata” (mi pare), credo che un pò di buon senso, di etica e di conoscenza, possa prendere il soppravento, rispetto ad un motivatore ricevuto, e la sequenza viene interrota.
            Mi pare i cristiani per interrompere la sequenza insegnino a perdonare.

            Senz’altro come dici tu, dopo che non sei riuscito ad aiutare qualcuno, credo sia facile commettere un overt… è logico.

            Così pure per il Bolw, ci sono molti motivi per “sparire”… magari un ragazzo veda la fidanzata che “limona” con qualcun’altro… la insulta e se ne va (blow annunciato), o sparisce senza nemmeno stare a farsi il sangue amaro (blow e basta).

            Nel campo dello studio… anche qui ci sono molte situazioni, sia per un blow, che per un overt…

            Credo che LRH, nel suo “ciclo di un Overt”, volesse dire che… se studi da architetto, ma non hai capito bene come fare le fondamenta di una casa… saai antagonista con il cliente che vuole una casa con delle fondamenta solide… e siccome a questo punto è un cliente antipatico, magari gli fa pagare una parcella più alta del solito.

            Va beh, tanto per cianciare…

          • Marco

            Per esempio, un tipo di Blow dello studente.

            STUDIO: GRADIENTI E NOMENCLATURA
            Conferenza 6 agosto 1964

            “Bene, abbiamo trattato due cose, qui, e le due cose sono queste: se si porta una persona su un gradiente troppo ripido, essa si smarrisce quando arriva a un certo gradino, e questo accade sempre perché è confusa sul gradino precedente; essa dà la colpa al gradino in cui si è smarrita, mentre in effetti è bloccata nel gradino dal quale in realtà non è uscita; ed è per questo che quell’area è mimetizzata ed è fonte di scompiglio.

            E l’altra cosa che abbiamo trattato è che, in grandissima parte, la responsabilità per la reazione soggettiva dello studente è dell’istruttore.

            Ragazzi, questa è una nuova deviazione.
            In effetti, oggi, con Scientology e con ciò che vi sto insegnando adesso, l’atteggiamento degli studenti è proprio nelle mani dell’istruttore.

            Se volete, potete quasi produrre a piacere le reazioni mentali che desiderate. Potete far sì che uno studente faccia blow dal corso.

            Non sto dicendo che lo fareste, ma questo tipo sta facendo il corso e gli fate fare blow. Vi basterebbe dire con premeditata malizia: “Bene, facciamogli fare blow dal corso”.

            Uno dei modi per farlo è dire: “Dunque, lì ci sono due persone sedute sulla sedia, in realtà sono entrambi preclear e allo stesso tempo sono in realtà entrambi auditor; non c’è nessuna particolare differenza tra la parola auditor e la parola preclear, ecc. a dire il vero non hanno per niente due significati diversi. Bene, molto bene. Hai capito adesso? Bene.”

            Se è un novellino appena arrivato dalla strada, entro 24 ore non sarà più lì. Capite che cosa intendo dire? Potreste produrre deliberatamente quella reazione.

            Va bene. Ora, qualcuno sta facendo blow e, non appena fa per andarsene, gli dite: “Qual era la parola che non sono riuscito a beccare?”

            Vedrete che si fermerà, perché, semplicemente indicando che la difficoltà deriva dalle parole, avete già parte della carica. In altre parole, non andrà più via. “Ora risaliamo alle origini della situazione. In che momento hai cominciato ad essere confuso?”
            “Beh, nell’ultima mezz’ora.”
            “Bene. Che cos’è successo nella prima mezz’ora?”
            “Ah, beh, era quella parola.”
            “Molto bene. Bene. Grazie mille.”
            “Oh, era quello che voleva dire?” “Sì.”

            In altre parole, è il modo di occuparsi della persona che determina la sua permanenza o la sua partenza.

            È l’istruttore che crea quell’effetto, quel risultato, semplicemente col metodo di insegnamento che usa. “

          • Giordano Bruno

            Qui il ragionamento di Hubbard mi sembra molto sensato e reale. Non dico in assoluto che non sia vero ciò che ha detto anche nell’altro bollettino, ossia che un essere che non comprende una parola o un simbolo poi commetta un overt, ma non è molto reale in tempo presente.
            Io, ad esempio, non ho mai commesso un overt nella mia vita per il fatto che non avevo capito qualcosa…
            Forse questa logica della parola malcompresa-overt potrebbe valere per la traccia intera. Guardando in retrospettiva per migliaia di anni, forse, alla base di un overt potrebbe trovarsi una malcomprensione.
            Così come, su un determinato soggetto, se ne passato remoto è stato commesso un overt, l’essere potrebbe nel presente doversi allontanare, forse anche per evitare di commetterlo nuovamente.
            Ma non possiamo per questi motivi assurgere a dogma una tale teoria… perché potrebbe non essere vera in tutte le circostanze. In ogni caso è difficilmente riconoscibile nel tempo presente.
            La scala di pre-havingness, invece, mi sembra più applicabile alla comprensione dei fenomeni sia dell’intera traccia, sia del tempo presente. Perciò, secondo il rasoio di Occam (http://it.wikipedia.org/wiki/Rasoio_di_Occam) a parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire.
            Secondo me questa scala rappresentala spirale ascendente o discendente (secondo come la si guarda) dell’evoluzione o degradazione di un Thetan.

            SCALA DI PRE-HAVINGNESS:
            Havingness
            Havingness fallita
            Interesse
            Interesse fallito
            Comunicazione
            Comunicazione fallita
            Controllo
            Controllo fallito
            Aiuto
            Aiuto fallito
            Overt
            Overt falliti
            Withhold
            Withhold falliti
            Andarsene
            Andarsene fallito
            Protezione
            Protezione fallita
            Abbandono
            Abbandono fallito
            Aiuto invertito (aiuto come tradimento)
            Controllo invertito (controllo aberrato)
            Comunicazione invertita (comunicazione aberrata, ogni comunicazione è menzogna)
            Interesse invertito (aberrato, perversioni, ecc.)

            Un caro saluto,
            G.B.

          • Giordano Bruno

            Credo che Hubbard abbia complicato questa scala di pre-havingness nel 23 novembre 1961, scrivendone un’altra da utilizzare con la 3D. In questa scala ci trovo degli item superflui… Preferisco decisamente quella precedente che ho trascritto, che è del 28 gennaio 1961.
            Di fatto Hubbard non è mai riuscito a risolvere la questione dei GPM. Ne spiega la meccanica molto bene, decisamente molto bene, ma la sua tech non ha funzionato, anzi ha reso alcune persone psicotiche…
            Però nella scala del novembre 1961 c’è un item interessante che si collocherebbe fra aiuto fallito e overt: “competere”.
            Questo item mi sembra particolarmente interessante perché pone i due terminali in opposizione. Credo che quello, di fatto, sia il punto in cui inizia a crearsi il GPM.
            In altre parole, dopo aiuto fallito inizierebbe l’opposizione in forma di competizione. Chiaramente dopo una competizione fallita, il prossimo passo potrebbe essere l’atto overt… E da qui inizia a formarsi la massa e la degradazione dei due terminali.
            Un caro saluto,
            G.B.
            .

    • Tiziano Marzotto

      Proprio vero Paolo, il Metodo 1 è sorprendente. A suo tempo, dopo averlo ultimato, migliorai improvvisamente il mio modo di scrivere.

    • DAVID

      Sono d’accordo con Paolo , il Ponte è pianificato su gradienti e il M1 è un booster importante per accelerale il Prcl su di esso e possa fare in modo che ne ottenga maggiori guadagni positivi.

  30. Giordano Bruno

    Cari condomini,
    mi sono informato ulteriormente sugli Ls e ho visto che le Ron’s Org li audiscono. C’è anche un centro in Svizzera che rilascia tutto il ponte. Tra l’altro, nella loro trasparenza, hanno messo sul sito i prezzi di tutti i corsi e dell’auditing.
    http://www.ronsorg.ch/english/bridgeenglish.htm
    Un caro saluto,
    G.B.

  31. Giordano, hai notato che nelle Ron’s Org NED viene fatto prima dei Gradi !
    Cosa ne pensi di questa disposizione ? Ed il CS Paolo che dici al riguardo ?
    Sò che prima anche nella Cof$ si dava NED prima dei gradi.Poi è stata cambiata la disposizione, la spiegazione era ( se non sbaglio ) che il livello di consapevolezza era sceso e bisognava alleggerire il caso per portarlo a confrontare gl’engram.
    Quale disposizione del ponte darebbe o potrebbe dare, migliore guadagni?
    Grazie Adriano

    • paolo facchinetti

      Ciò che fanno nelle Ron’s Org non lo so. Considero Max Hauri il loro attuale leader una bravissima persona e anche un amico, ma non seguo i loro percorsi e non leggo loro notizie se non casualmente proprio per mancanza di interesse in primo luogo! Le varie disposizioni e i vari allineamenti del Ponte sono mutate nel corso dei decenni; io come ho già detto in altre occasioni considero il ponte fino anni 70, inizi 80 il più logico. Mi sembra molto strano fare le L’s prima dei gradi; sei sicuro che facciano così? Se così fosse il rischio è quello che non “mordano”, cioè il pc non le percorra affatto ma gli scivolino sopra la testa.

      • Paolo NED non gli Ls !!!
        “Mi sembra molto strano fare le L’s prima dei gradi; sei sicuro che facciano così?”
        Appunto com’èra la disposizione del ponte nei anni 70 ?
        Ciao Adriano

        • paolo facchinetti

          Scusa ho messo insieme i due interventi precedenti.
          Ho detto fine anni 70 perché fino al 77 si faceva prima Dianetica, poi sono stati messi i gradi. Mi pare che da qualche parte in internet si possano trovare le varie versioni del Ponte.

        • Giordano Bruno

          Parola malcompresa… dobbiamo aspettarci un overt? MAVALA’!

      • Gli L’s possono essere consegnati dopo aver attestato il GR IV.
        Non possono essere consegnati prima e non possono essere consegnati se il Pre-OT e’ nell’area di non interferenza .
        Quindi dopo GR IV Ok, dopo Clear OK, tra OT1 ed OT3 no, OT3 attestato OK, OT 4 attestato OK,tra OT V e OT VII no, Dopo ever attestato OT VII OK.

    • Giordano Bruno

      Mah, secondo me è meglio fare prima i gradi, per aiutare il pc a stare di fronte, fare as-is, togliere carica e aumentare la consapevolezza, allora credo che NED funzioni molto più facilmente. Prova a immaginare un pc che non ha mai ricevuto auditing a metterlo di fronte agli engram…

      • Giordano, io nel 1985 ho ricevuto auditing di BOOK ONE, Ed avevo fatto precedentemente 83 AUM.(anatomia della mente) letto Dianetics e fatto 2 intensivi di Life Repair.
        Ti diro che con meno di 18 ore ho percorso un episodio di afflizione come Thetan, ero afflitto perchè non avevo più un identità.
        Poiche associavo l’identità al corpo che giaceva sotto di me morto.
        Quando realizzai che IO ERO L’IDENTITA’ e non il corpo.
        Schizzai su entusiasmo e me ne andai uscendo da lì e non mi interessai più del corpo.
        Quando finii la session stavo così bene da dubitare se ero Clear, e vidi con l’auditor Mario di bergamo se erò o meno Clear.
        Lui mi fece vedere le variie definizioni e pensai che con così poche ore era impossibile, Al più ero un CHIARO SGANCIATO. def. dizionario tecnico.
        Quello che ti posso dire che non mi sono più “sentito” così in tutto il mio auditing successivo e ne ho fatto tanto.
        A volte in certe session si è approssimato quel chiamalo KEY OUT.
        Ciao Adriano
        PS: Tu stesso hai detto di aver fatto CLEAR con il BOOK ONE !!!

        • Giordano Bruno

          Sì, ma non sai quante ore ho impiegato…
          A volte i miracoli accadono in poco tempo. Credo che il ponte attuale offra molte più possibilità di far accadere miracoli in meno tempo. Tutto lì.
          Non credi che NED possa viaggiare più spedita se prima sono stati fatti i gradi?

          • Ciò che dici è corretto G.B., nel 1981, quando ancora NED veniva fatta prima dei Gradi, succedeva molto spesso che, percorrendo engram, i somatici si accendessero molto violentemente. Il gradiente per starvici di fronte era molto alto, sia per il pre-chiaro che per l’auditor!
            Mettendo prima i gradi il caso viene alleggerito di molta carica e il pc diviene maggiormente consapevole dei meccanismi dell’auditing.
            E perciò quando deve entrare nella “tana della tigre” con NED, la affronta più facilmente.
            Guido

          • Ti dirò,che nel 1985 erò pronto e percorrevo il BOOK ONE, avevo fiducia ed entusiasmmo.Oppure diciamo che non ero ancora DISAFFEZIONATO.
            Con il tempo mi si è creata una GPM sul soggetto Scientology.,
            Ed io di certo non sono stato fermo e sono sceso di tono, o meglio mi sono “deteriorato” con ulteriori masse ed agganciamenti.
            Cosa che a quel punto necessitavo di una bella ripulita, e qui i gradi mi hanno aiutato ad Essere più in pt. e meno agganciato.
            Direi Key out, tante che adesso quando faccio key in mi accorgo ed a volte risolvo la cosa, a volte no ma perlomeno sono cosciente che qualcosa ha fatto key in.
            Quindi si a volte credo che avendo liberato ” la mente dalle schifezze ” che ti impediscono di osservare, ora hai più unità di attenzione libere e consapevolezza da diriggere e un maggior confronto per ” vedere ” ciò che era “nascosto”.
            Ma nello stesso tempo, forse perchè appunto nel mio Book One avevo raggiunto quei risultati in così poco tempo, credo che se fatta prima NED,
            Liberi una maggiore quantità di carica e quindi consapevolezza da poi percorrere con più efficenza i gradi andando più in profondità sui procedimenti ottenendo scale di abilità superiori.
            Ciò nasce anche dal fatto che se ( prendiamo il mio caso ,ma non credo di essere l’unico ) uno “investa” tempo e denaro con l’idea la speranza di andare a Clear o OT e che ciò si protrae più di quanto stimato o preventivato e la somma cresce e grado dopo grado, cash dopo cash ,
            si istaurano altre problematiche che “impediscono o ostacolano ” il raggiungere l’obbiettivo.Ed allora uno arriva “dissanguato” è gli manca Ned, quindi no Clear e il suo ponte finisce lì.
            E gli va bene se non si è indebitato fino al collo.
            Infatti si sà che per andare ad OT ormai ci vuole un “patrimonio” e non solo nella Cof$.
            Certo Scientology non è per tutti.
            Infatti solo i più “ricchi” possono permetterselo, non di certo un operaio con famiglia, e poi si parla di chiarire il pianeta.
            Ma dove, solo con un uso massiccio di Book One si può aiutare le persone. Secondo me è stato “messo da parte” perchè non portava abbastanza soldi nelle casse, e non solo forse era troppo semplice.
            Quanto io conterò da uno a sette i tuoi occhi si chiuderanno.
            Uno,due,tre……..
            Ciao Adriano

            Ps. Allmeno tra di noi diciamole ste cose, o continuiamo a fare not-is.

  32. Marco,volevo chiederti se puoi postare la conferenza.
    CORSO DI DOTTORATO DI FILADELFIA (PDC)
    Nastro 43: SULL’AUDITING. COME AVER SUCCESSO/FALLIRE: ACCERTARE.
    Grazie Adriano
    O se puoi mandarmela via email:
    adrizio.14@hotmail.it

    • Marco

      Adriano, scusami, ma dovrei stare a scanerizzare e trasformare in word tutta la conferenza… e a dirti la verità ci vuole parecchio tempo.
      Ma non è per questo…, il punto è che per curiosità sono andato a leggere la conferenza e devo dirti che a mio parere non c’è niente di molto interessante…
      Semplicemente c’è la razza Gatto, a cui piacciono i gatti ed hanno un certo comportamento, la Serpente che vuole sempre dimostrazioni e cos’altro…, l’invasore che ha delle caratteristiche… ecc. ecc.
      A me è sembrato capire che è un elenco (di nomi arbitrari… e/o di abitudini aquisite nella traccia) di caratteristiche/peculiarità molto caraterizzanti…
      Ma tutte possono essere audite normalmente… almeno così io ho capito leggendo abbastanza distrattamente.

  33. Guido, Tu hai tempi hai fatto NED prima dei gradi ?
    E hai percorso o no Engram, anche se con difficoltà ?
    Ed hai avuto successi o raggiunto Clear ?
    O Conosci qualcuno che ha fatto questo percorso ?
    Ciao Adriano

  34. i puntini di Diogene...

    Vedo che c’è fermento (ed era ora!) su due argomenti che mi toccano da vicino: il Metodo 1, cioè il chiarimento di parole audito per catene (=concatenazioni di parole) e gli L Rundowns, questi ultimi per il semplice fatto che li ho ricevuti tutti e tre a Flag (1991-92)… e sono forse uno degli ultimi pc ad essere stato audito là da Pierre Ethier prima della diaspora dei vecchi classe XII…
    Ovviamente non parlerò del mio caso in uno spazio pubblico come un blog, né ho intenzione di intrufolarmi in commenti e considerazioni a favore o a sfavore di tali procedimenti… non ne ho la competenza tecnica e non sento alcuna necessità di essere ammirato o ritenuto diverso da ciò che sono… il “concedere di essere” vale per me come per tutti…
    Il Metodo 1 andrebbe fatto in co-auditing perché potrebbe richiedere molto tempo, se non viene ristretto a poche aree specifiche… tuttavia le diramazioni dei significati possono portare assai lontano e sollevare qualcosa in più della mera significanza…
    Che dopo il Metodo 1 si diventi super-letterati è una balla che vale solo per le accademie. La verità è che ci vuole predisposizione e accanimento nel “chiarire” tutte le parole che si incontrano e che si pensa di conoscere: predisposizione, perché uno deve sentire il piacere di approfondire la natura e lo sviluppo del linguaggio; accanimento, perché una conoscenza superficiale ed un uso scorretto della propria lingua ha un effetto deleterio su ogni aspetto e risvolto della comunicazione… L’enfasi che LRH mette sull’assoluta necessità di chiarire qualsiasi parola è stato ciò che mi ha attratto verso Scn ancora prima di conoscerne i contenuti, perché da sempre ho avuto a che fare con lo scrivere e il tradurre anche a livello professionale… e quindi i testi originali li ho studiati puntigliosamente nelle edizioni disponibili nei primi anni 70 (dell’ormai secolo scorso) ed ho seguito le conferenze registrate da Ron man mano che venivano rilasciate per il pubblico internazionale… questo, oltre ad un bel po’ di addestramento, è il mio background, la qual cosa -ripeto- non fa di me un esperto ma sicuramente mi dà una certa sicurezza nelle discussioni…
    Gli Ls, che ho fatto qualche anno dopo l’attestazione di clear, hanno dato una notevole spinta al mio auto-determinismo… senza ombra di dubbio ho incrementato la qualità del mio essere, fare ed avere e da allora sono in grado di decidere la mia randomity o di controllarla.
    Non so se questo può valere per tutti o se altri hanno ottenuto di più… di sicuro posso dire che io avevo già fatto un buon percorso di studio, auditing e addestramento, ma potrei anche aggiungere che fin dalla prima infanzia sono stato cosciente della mia natura e della mia condizione… fondamentalmente ero incazzato di ritrovarmi qui nel mest e lo gestivo male, ma credo che questa sia una sensazione nota a molte persone e non voglio, dicendo questo, banalizzare la questione. Desidero solo attestare un passaggio della mia esperienza, senza entrare in particolari o accreditare i racconti di altri.
    Come minimo si può affermare che L11 aumenta la capacità di assumere responsabilità e di decidere… L12 aumenta la capacità di percepire universi e di collocarsi… L10 aumenta l’abilità di ottenere e controllare una quota maggiore di mest…
    Qualcuno potrà descrivere altri risultati: nel mio piccolo posso affermare che da allora nessun ostacolo per me è stato insormontabile… e nessuna perdita è più stata da me considerata tale…
    L11 e L12 si fanno relativamente in poco tempo e durante L12 può accadere spesso che le sessions durino pochi minuti (e allora senti un impellente bisogno di spazio, tanto spazio)… L10 può diventare molto lungo, però (se tempo e denaro sono disponibili) vale la pena di finirlo bene e con attenzione ai particolari, perché è un viaggio istruttivo…
    C’è un solo neo ed è che gli Ls non si possono imporre, ma può anche starci che il motivo si trovi nel fatto che certi repentini “avanzamenti di livello” (specialmente se non capiti da chi li ottiene senza dati e/o addestramento) si prestino ad essere scambiati per livelli OT…

    • NOTsaware

      Ciao. Fare il metodo 1 W/C non rende nessuno superletterato, è solo uno degli ingredienti per diventarlo. Gli altri sono Student Hat e Primary RD.

      • Giordano Bruno

        Ciao NOTsaware,
        non è che per caso conosci un bravo auditor che sia disposto ad audire gli Ls? Se per caso lo conosci, digli che se ne ha bisogno io mi propongo come cavia.
        Grazie,
        G.B.

    • Marco

      Ciao Diogene, volevo darti un riconoscimento per aver raccontato la tua interessante esperienza con gli L’s RD e un pò dei tuoi interessi nella vita di scientologo e delle tue vittorie.
      Mi è piaciuto molto anche che tu sia un appassionato di chirimento… di parole… piacerebbe anche a me chiarire parole tutto il giorno… c’è un che di mistico nelle parole chiarite… per esempio l’etimologia è affascinante e piena di traccia umana.

  35. Caro dayghoro, nel mio percorso di studio ho fatto prima il corso di auditor di NED, con relativo internato, e poi ho iniziato l’accademia. Nel mio percorso di prechiaro invece ho fatto prima i gradi e poi il NED, originando Clear durante questo RD. Ricordo però che a Copenhagen nel 1988 il mio twin sul corso do Solo era una signora che aveva originato Clear durante l’auditing di Libro uno e che non aveva fatto ne i gradi ne NED.
    Pensa che erano contemplati finamai i Clear di vite passate, cosa impensabile per l’attuale regime!
    Un abbraccio
    Guido

    • Dimenticavo, con NED ho percorso engram, proprio come descritto da LRH sul Libro uno. Devo dire che, dopo le primissime sedute, la maggior parte degli episodi facevano parte dei pacchi dono che mi portavo dietro da precedenti esistenze. Era molto divertente il percorrerli, molto meglio che andare al cinema!
      Guido

      • Guido,chissa perchè ma pensavo che l’avevi fatto molto tempo prima il ponte.Forse influenzato dal fatto che sei stato uno dei pionieri di Scientology in Italia.
        Comunque abbiamo scoperto che sei un old auditor di Ned.!!!
        Whao che dici riprendi ad Audire ?
        Ciao Adriano

  36. Adri, tra una decina di minuti controlla la posta…

  37. paolo facchinetti

    Voglio evidenziare quattro cose riguardo a NED prima o dopo i Gradi e riguardo a al Book One auditing.
    1) Alcuni casi percorrono subito bene engram, vite precedenti ecc. altri meno per cui è meglio arrivarci per gradienti (gradi)
    2) Quando un pc attesta clear la sua attenzione è sull’andare presto sui livelli OT e tende quindi ad essere piuttosto disinteressato all’auditing dei gradi.
    3) I gradi sono quel tipo di auditing che rende il pc migliore nelle sue relazioni sulle dinamiche, molto più di Dianetica e quindi sono indispensabili per un avanzamento di consapevolezza.
    4) tornando al discorso precedente fra me è GB su kung fu e karate… mentre nell’auditing di NED si segue una procedura molto razionale ma molto rigida, l’auditing di book one permette all’auditor una certa “improvvisazione” e di parallelare (scusatemi l’orrendo termine) a volte più efficacemente o più “miracolosamente” la mente del pc.

  38. Giordano Bruno

    Ho scritto alla Ron’s Org svizzera, proprio a Max Hauri, chiedendogli a che punto del ponte loro propongono gli Ls e se hanno auditor che parlano italiano. Ecco la risposta:

    Dear […]
    We recommend it after NOTs, before it make not so much sense.
    What is your case level?
    No, we don’t have any Italian speaking auditor. We have German, French and English.
    Is it possible for you to get auditing in English?
    Where in Italy are you living?
    Much love Max

    • Giordano Bruno

      Paolo, ti porto i saluti di Max Hauri, mi ha detto che è bello sapere che sei tu ad audirmi.

    • Pier Paolo

      Ho seguito questa discussione riguardo gli L’s con interesse in quanto anch’io nel lontano 1994 feci l’L11 (Rundown della Nuova Vita).
      Premetto che ho fatto il Ponte standard dalla parte del processing percorrendo tutti i gradi e quindi attestando Clear (sempre nel ’94) seguendo dunque regolarmente il percorso prestabilito (auditing professionale consegnato da auditor addestrato a Flag). Mi presi tutto il tempo necessario per arrivare a quell’obiettivo (CLEAR) senza alcuna “distrazione” di sorta (ero un PC full time, infatti da grado 0 a Clear ci misi 3/4 mesi)……avevo anche già un bel po’ di training alle spalle, ero infatti arrivato a Classe II (ed avevo fatto il Metodo 1 in co-auditing): penso che fossi quindi nelle condizioni “ideali”, nessun gradiente saltato od “ostacoli” del genere! Subito dopo aver attestato Clear cominciai però a soffrire d’insonnia (dormivo sì e no 1 ora a notte) ed a dubitare dunque fortemente del risultato raggiunto (che tra l’altro non mi pareva ‘sto granchè!)…….pensai che la soluzione più immediata (provate voi a non riuscire più a dormire e ditemi se non cominciate a diventare ansiosi e voler quindi risolvere velocemente il problema!) fu quella di maneggiare la condizione indesiderata facendo gli l’L’s.
      Ai miei tempi questi procedimenti erano MOLTO “sponsorizzati”……..non passava mese che alla mia org non ci fosse un event in cui si magnificassero i risultati ottenuti grazie ad essi! Catturarono dunque facilmente la mia attenzione ed infatti mi convinsi che per risolvere quella situazione così pesante ci voleva qualcosa di altrettanto “potente”.
      Andai a Flag per fare questo miracoloso rundown e con mio grande stupore mi fu assegnato un auditor straniero (da un auditing che paghi 1.000$ l’ora penso che il minimo che ci si aspetti sia di riceverlo da uno che parli la tua stessa lingua, o perlomeno la parli ad un livello avanzato!!!)……avevo grosse difficoltà nel farmi comprendere ed io a comprendere lei (era una donna, che tra l’altro mostrava inequivocabilmente questa insofferenza….altro che TR’S!!!).
      Volli dunque cambiare l’auditor ma l’altro fù, se possibile, ancora peggio: morale della favola terminai il rundown ed il penultimo giorno di mia permanenza a Flag mi volevo suicidare -beh…se non altro avrei veramente raggiunto l’ep: NUOVA VITA!!! 😉
      Aldilà di quella che può essere stata la mia esperienza personale(che son convinto alcuni di voi archivieranno con il tipico pensiero ricorrente in questi casi- è sintomatico della sua condizione aberrata di fondo: PTS/SP/parole malcomprese/pieno di overt/withold/scopi malvagi, etc,!!!) vi voglio però invitare a riflettere su una cosa: se la Scientology corporativa, come voi la definite, non ha più spinto a fondo sulla pubblicità di quei fantomatici “favolosi” rundown (non dimentichiamoci che sono i procedimenti più COSTOSI di tutta Scientology)……..un MOTIVO forse ci sarà!!!! O no?!?
      Se lo scopo E’ fare “cassa” (in maniera anche veloce, senza troppi problemi) perché non farlo proprio con la vendita di quei servizi così “attraenti” ed invitanti?
      Forse…..e dico forse…….perché dopo averli pompati, venduti e consegnati i risultati ottenuti da chi li ha ricevuti non sono stati così eclatanti come il battage pubblicitario prometteva?!?
      Se è così il declino sarebbe stato ancora più veloce……..non pensate?? Meglio dunque la via più lunga (ma comunque inesorabile…..a mio parere)…….far trascorrere mesi…..anni…….ma non certamente il Flop in poche ore!!!
      Qualcuno (Marco mi pare) ha già testimoniato che un suo amico non è rimasto molto impressionato da quei rundown, io stesso ho conosciuto diverse persone che di sicuro non sono migliorate grazie ad essi (anzi!!!), il mio esempio (anche se per alcuni di voi può lasciare il tempo che trova) è stato di TOTALE FALLIMENTO………FATE VOI! 😉

      • Pier Paolo,grazie di aver detto la tua.
        Di come sono andate le cose per te.
        Perchè se no anche qui facciamo come gli struzzi,e nascondiamo la testa sotto la sabbia.
        E “parliamo” di “successi” e le ” brutture” o il lato nascosto continua a rimanere nascosto, ed a farci credere che noi siamo “quelli sbagliati”.
        E così il “giochino” della Cof$ continua dentro e fuori.
        Ciao Adriano

      • Giordano Bruno

        Pier Paolo, credo che gran parte dei fallimenti su Scientology non siano tanto dovuti al processing che non funziona, quanto all’ambiente soppressivo in cui sono svolti. Inoltre, probabilmente per ragioni di marketing, la CofS ha tutto l’interesse a creare aspettative molto alte.
        Se con alcune persone gli Ls hanno dato ottimi risultati, significa che il loro potenziale è alto. Così come quello del Book-One, intendiamoci, anche se è vecchia tecnologia ciò non significa che non funzioni.
        Il miglioramento personale è dovuto a molti fattori e, gran parte di questi, sono soppressi e invalidati nella CofS, altrimenti come si spiega che diversi OT siano malati di cancro? E’ noto che una delle maggiori concause del cancro è lo stress…
        Un caro saluto,
        G.B.

        • Pier Paolo

          Caro Giordano….se fosse l’ambiente “soppressivo” l’esatto PERCHE’ non si spiegherebbe come mai alcuni hanno avuto dei buoni risultati (ad esempio Diogene o David) ed altri (come il sottoscritto e l’amico di Marco) invece pessimi! Se diamo per scontato l’assioma scientologico che in presenza di soppressione i risultati non si ottengono (o sono altalenanti e non duraturi) allora la regola dovrebbe valere per tutti!
          Reputo invece che sia il guardare “FUORI” la soluzione scorretta, se vi ricordate quell’articolo sulle ricerche di Mc Master che fu pubblicato su questo blog tempo fa, si affermò, dopo numerosi test e risultati ottenuti, che era il “che cosa” soggettivo ciò che predisponeva l’individuo ad essere e/od avere fallimenti in diverse aree della sua vita: era un SUO certo modo di pensare/atteggiamento/comportamento ciò che attirava un certo risultato!
          In effetti se guardiamo in maniera oggettiva anche le esperienze che sono state raccontate su questo blog, possiamo notare che in ambienti che ad alcuni possono risultare “soppressivi” (in base ai risultati ottenuti), altri invece hanno ottenuto (più o meno) dei risultati positivi!
          Bisognerebbe concentrarsi a riflettere sul trovare in se stessi il “perché” di determinati fallimenti…….solo in questa maniera certe situazioni dagli esiti fallimentari non continueranno a ripetersi…….guardare sempre al “fuori” può darti un risultato temporaneo ma mai REALMENTE risolutivo! 😉

          • Giordano Bruno

            Indubbiamente la CofS non è un ambiente ottimale, però non tutti ne hanno la medesima esperienza.
            Comunque il tuo punto di vista merita una riflessione più approfondita.
            Tu Pier Paolo hai poi trovato il tuo “Che cosa”?
            Un caro saluto,
            G.B.

          • Pier Paolo

            Rispondo a Giordano in coda al mio intervento poiché non ho trovato il “risposta” in fondo alla sua replica.
            Mi chiedi se ho trovato il mio “che cosa”……sì l’ho trovato ed è stato il costatare che la vita attraverso il “gioco” Scientology mi metteva di fronte ad un’esperienza che io non avevo ancora compreso come lezione “esistenziale” e cioè il NON DELEGARE AD ALTRI LA MIA VITA, LA MIA CAUSATIVITA’! I continui fallimenti erano il segnale d’allarme (come le spie che si accendono sul cruscotto dell’automobile e che ti avvertono di un imminente PERICOLO) di un qualcosa che non andava…..e poiché continuavo ad ignorarli, ogni volta il gradiente di “avvertimento” saliva…..fino al punto in cui o mi rendevo conto del mio “errore” di base oppure mi sarei dovuto risorbire un altro ciclo di vita per comprendere ciò che avrei potuto benissimo comprendere in QUESTA esistenza, evitandomi un ulteriore ritardo – nuovo corpo, altre esperienze, sempre insomma la solita “minestra”!!! 😉
            Proprio stamattina ripensando al post che ho scritto prima di questo, mi sono reso conto che PROBABILMENTE Scientology raggiunge il suo MASSIMO scopo quando ti fa rendere consapevole di non essere solo un “corpo”……questo è il TOP a cui è possibile tendere grazie a questa filosofia (che non è comunque cosa di poco conto, la maggioranza dell’umanità infatti probabilmente non si è mai nemmeno avvicinata a questa consapevolezza)……io in effetti, in un ben preciso momento di questo percorso, arrivai a QUELLA consapevolezza; con il senno di poi, rivalutando questa mia esperienza da un punto di vista maggiormente consapevole, in quel momento avrei dovuto avere la saggezza di dire BASTA…..ma come ben sapete le pressioni per continuare sono davvero enormi e non sempre si riesce ad essere abbastanza lucidi e razionali per capire fino a dove spingersi in un’avventura che se protratta troppo oltre può portarti invece ad un epilogo molto più doloroso ed inutilmente dispendioso!

      • facchinetti paolo

        caro Pierpaolo, condivido quello che commenta GB. In più vorrei aggiungere che un auditing tra un auditor e un pc che non si capiscono bene è la cosa più assurda che possa esistere e viola proprio il concetto base dell’auditing”. Inoltre fare auditing full time per un lungo periodo di tempo è a sua volta piuttosto disdicevole, primo perché è meglio che l’auditing proceda di pari passo con l’esistenza, secondo perché a Flag come nelle altre org cercano di ficcarti dentro il più alto numero di ore possibile.
        Inoltre ho dovuto in un certo modo riaddestrare sui basic di auditing chi è stato addestrato come auditor in questi ultimi 30 anni a Flag e dintorni.
        Per concludere riporto l’esperienza dell’AAC di Milano. Metà del nostro pubblico era nuovo e metà veniva dalle Org. Noi ci trovavamo molto meglio con i pc nuovi, perché avevano aspettative normali e risultati ottimi e potevamo impostare un fattore di realtà intelligente.

        • Giordano Bruno

          Aggiungo una citazione di un mio caro amico: “Non è ciò che mangi che ti nutre, ma ciò che digerisci”.
          Cos’è che fa digerire il buon processing ben dato (buon cibo ben cucinato)? Secondo me, l’ambiente favorevole, un tempo adeguato al fattore realtà, KRC e ARC su Scientology attraverso lo studio e la comprensione del soggetto.
          Un caro saluto,
          G.B.

      • Marco

        Beh PierPaolo, grazie della tua testimonianza… un’esperienza per niente felice. Capisco perchè tu sia abbastanza disinlluso…
        Come è andata a finire poi la faccenda del non dormire dopo Clear… in qualche modo hai risolto?

        Si ero io che dicevo di un mio amico che con L’11 non ha ottenuto praticamente nulla… o forse un peggio di qualche tipo (uno si sente stupido, come minimo, a non aver raggiunto ciò che si era descritto nel potenziale dell’L). Forse non era pronto… o forse ha ragione Max Hauri nel dire che non hanno senso prima di Nots… forse ha ragione Paolo nel dire che dare auditing in un ambiente soppressivo è dannoso… ed è anche vero che creare aspettative così alte poi predispone a delusione.
        Bisogna dire quello che è, non esaltare i procedimenti.
        Qui l’evidenza più evidente è che non si è molto professata la verità.

        Ma dico io… ma non era LRH che di base esaltava i risultati ottenibili?
        E come è possibile essere arrivati ad avere Flag “la mecca della tech” che produce auditor con le basi dell’auditing scorrette (come dice Paolo)?
        E non era LRH che spingeva per fare auditing intensivo (mentre, Paolo, dici che non è il meglio)?
        Flag che parte per la tangente ed ha i fondamenti out; la tech della Cof$ che cra Ot che muoiono (alcuni), il pubblico delle Org più difficili da audire del pubblico niormale… ecc. ecc.
        Non è un disastroso grave fallimento di grandi dimensioni?

        Quando ho conosciuto Scn è ascoltavo tutti i possibili enormi grandi guadagni ottenibili dalla tech, i miei primi pensieri erano : “ma sarà veramente possibili ottenere così facilmente tutto questa enorme libertà spirituale? Mentre l’uomo sono millenni che ci prova…!?”
        Tutta quella descrizione di risultati strabilinati, mi sembravano tutti così tanto esagerati… da avere la sensazione di… fuori realtà.

        Probabilmente le mie sensazioni erano vere… l’ambiente dell’Org era già improntato al tradimento… e l’esaltazione era un mezzo per tradire.

        L’auditing spesso è fantastico, ma guai ad esaltarlo/esaltarsi, e guai al non dire la verità riguardo alla quantità di lavoro necessario…

        Bisogna mantenere i piedi per terra e la testa sulle spalle.

        Ma allora LRH ha detto anche un bel pò di bugie? O è solo “colpa” della Cof$? A me pare che già negli anni ’50/’60 c’era molta esaltazione ed aspettative esagerate e non veritiere… che predisponevano a delusioni… che poi predisponevano a proteste… ecc. ecc. Mi sbaglio?

        • DAVID

          Ciao Marco,

          in riferimento al tuo post questa è la mia esperienza in prima persona ,
          è normale l’esperienza di non riuscire più a dormire per diverso tempo dopo avere dato certi stati ,come dal tuo es. dopo Clear ,sugli Ls direi dico che è normale ed è dovuto a un cambiamento della persona da una posizione quella che è in riferimento al corpo a una posizione exterior , non si dorme più ma quando vai in sessions il corpo è perfettamente riposato ,alcuni ne rimangono sconvolti e devono essere maneggiati .
          In merito agli Ls ci sono diverse malcomprensioni e consiglio di leggere e chiarire le definizioni presenti sul libro 8008 , da parte mia consiglio gli Ls almeno dopo il Clear ma il, punto principale per ottenere un buon prodotto è la KRC e ARC sulla definizione etimologica del soggetto Scientology, inoltre molti Pc su NED o sugli Ls non avevano ancora fatto lo S.Hat e M1e tantomeno sapevano poco di quello che andavano a fare in auditing + un infinità di malcomprensioni e per questo non sono d’accordo che LRH ha detto un sacco di bugie ma come un cannibale reso Clear cucinerà meglio la sua cena e uno che ha fatto gli Ls o il Clear ma non ha un buon punto di vista sulla vita prenderà le sue e cantonate..
          Sono in accordo che l’ambiente della Cof$ lavora principalmente per i $ e prende come riferimento principale la III e IV Dinamica come conseguenza le altre diventano secondarie favorendo indirettamente un maggior male per il maggior numero di dinamiche .

          Sulla maggior parte del Ponte dagli anni 80 sono stati fatti dalla COF$ dei maneggiamenti alterando la sorgente di LRH ,diversamente la polita di marketing commerciale è quella che ha avuto uno sviluppo incredibile ,se avesse uno stato OT sarebbe OT XX , anche gli Ls sono stati modificati dalla COF$ in modo importante ma di questo conosciamo poco.
          Infine quando tramite Scientology acquisiamo un punto di vista + Theta ci porta a una nuova posizione che non ci è famigliare è nuova ,invalidarsi e tornare + Mest penso che non ne valga la pena ma una maggiore percezione e esperienza in definitiva + ARC e KRC .

          Buona parte dell’ esaltazione presente nella COF$ si associa al tipo di marketing che usa.

          David

          • Giordano Bruno

            Gli Ls proposti dalla CofS sono diversi da quelli originali. Chi li ha visti lo può confermare.

          • Marco

            David, interessante il tuo commento…

            Tra le altre cose, tuo punto di vista su : “non si dorme a causa di cambiamenti che sono in corso e che bisogna metabolizzare…” mi è reale… è un’ottima spiegazione per certi fenomeni.

          • Pier Paolo

            David…..tu affermi che “[..] è normale l’esperienza di non riuscire più a dormire dopo aver dato certi stati, come dal tuo esempio dopo Clear […]”…….io non sono più riuscito a dormire normalmente (la mia media era di circa 1 ora a notte!) per circa 1 anno e mezzo!!!! Caspita se è “normale” dopo aver attestato Clear essere praticamente insonne per un periodo così lungo (non so se vi è mai capitato di non riuscire a dormire per più di 2/3 notti consecutive……come vi siete sentiti in quello stato?)…….per quanto tempo è normale non dormire, per che ne so,…..un OT8????
            Per rispondere a Marco circa il “com’è andata riguardo il non dormire”, sono riuscito a risolverlo grazie ad approfondite analisi che avevano evidenziato uno squilibrio nei minerali basici del mio organismo (il mio rapporto Calcio/Magnesio era oltre il triplo del livello medio standard…….quando ero a Flag per maneggiare la mia insonnia mi facevano bere dei bicchieri enormi di CalMag…..così invece di risolvere il problema già esistente questa presunta “cura” lo peggiorava!!).
            In seguito una volta scoperta l’anomalia ho fatto una cura riequilibratrice con appositi integratori (quindi una cura di tipo fisico) ed il problema fortunatamente si è risolto!

          • Do la mia Testimonianza: Credo dalla Nascita fino al giorno che ho attestato Clear, nonostante per parecchi parecchi anni ho lavorato nel mondo della Notte ( Disk Jockey e Produttore Discografico ) , a qualunque ora andassi a dormire del giorno o della Notte, non andavo oltre alle 4-4,5 ore di sonno.
            Certamente molto intense, ho sempre avuto la peculiarità di addormentarmi in 1/2 secondi ( e non sto scherzando ! ) riaprire gli occhi come se fossero passati ancora 1 o 2 secondi ma invece accertare che erano passate 4 ore…. Perfettamente riposato.
            Questo e’ vero a tal punto che a Flag, dormivo 3/4 ore, mi alzavo e comodamente lavoravo con l’italia viste le 6 ore avanti……
            Finito di Lavorare preparavo un buon Caffe’ ed andavo a svegliare Luana…
            Dopo aver attestato Clear, fino ad oggi, alla fine di Solo Nots …. Le ore di sonno sono letteralmente Raddoppiate……
            Mi capita ancora a volte di addormentarmi alle 10 e mezza di sera ed all’una di notte girovagare per la reception stile Shining ( per gli altri )
            Ma scerzi a Parte, continuo ad addormentarmi in pochi secondi e svegliandomi come se fosse passato solo un secondo mi ritrovo 8 ore avanti.
            Non sogno, non mi muovo …. dicono che quando dormo Russo, ma quando sono sveglio : Italiano ! ( Scusate la triste Battuta ma era il minimo 😀 ! )

          • Marco

            A beh, PierPaolo, dici una cosa interessante riguardo al rapporto Calcio/Magnesio… ho sempre letto anch’io che non esiste quasi mai una carenza di Calcio, ma invece una carenza di Magnesio.
            Inotre il Magnesio non si accumula mai, mentre il calcio se non contrastato/metabolizzato col Magnesio, altro che si accumula! Calcifica.
            Il Magnesio è un super minerale non sufficentemente valorizzato.

            Curiosità: con quali test hai individuato lo squilibrio minerale?

          • Pier Paolo

            Marco…..l’analisi che mi ha fatto scoprire le anomalie si chiama Analisi Minerale Tissutale, più conosciuta come Mineralogramma: si effettua prelevando un campione di capelli (tagliandolo il più possibile vicino allo scalpo) che verrà successivamente analizzato da uno strumento chiamato Spettrometro di Massa. Da questa analisi si riescono a scoprire molte cose, tra cui i valori dei minerali basici, il livello di intossicazione (i valori dei metalli pesanti), il metabolismo, lo stress ossidativo, sembra anche la futura predisposizione ad aventuali patologie, etc.
            Io lo feci nel lontano 1996/97 e ne fui talmente entusiasta (mi feci una piccola cultura in materia all’epoca) che per un periodo decisi di collaborare con lo studio medico di Milano che effettuava il test (era uno dei pochissimi laboratori italiani che effettuava quel tipo di analisi) per commercializzarlo nella mia area. All’epoca lavoravo come rappresentante per una ditta di apparecchiature elettromedicali e per me fu abbastanza facile convincere il mio titolare della bontà di quel servizio, ed infatti lo affiancai ai prodotti che già vendevo senza grossa difficoltà.
            Ottenni parecchi risultati positivi anche con altre persone che fecero il test e seguirono la cura (che consisteva in una dieta personalizzata in base al metabolismo riscontrato e degli integratori che andavano a riequilibrare i minerali in carenza od in eccesso), mi ricordo in particolare una ragazza che soffriva di forte depressione, insonnia e perdita abnorme di capelli.
            Dall’analisi venne fuori che questa poveretta era intossicata dal cadmio (un metallo tossico), in quanto nella sua azienda (una ditta orafa) gli aspiratori non funzionavano a dovere e dunque si ritrovava a respirare costantemente sostanze che erano in qualche modo connesse con la lavorazione dell’oro.
            La ragazza seguì la cura scrupolosamente e dopo 3 mesi, quando la andai a trovare per fare il ricontrollo, mi ricordo che piangendo mi abbracciò e mi ringraziò in quanto si sentiva rinata! Una soddisfazione ENORME! Pensa che quando raccontai invece questi successi all’Org mi sentì rispondere che stavo promulgando “altre pratiche”…..che i successi dovevo farli avere solo attraverso la consegna dei servizi di Scientology, ed io che all’epoca ero molto suggestionabile, influenzabile (e coglione) alla fine mi sentivo PURE in colpa per questi miei terribili overt!!!
            Naturalmente ti lascio immaginare quale sia stato l’esito di quella mia, fino allora, “felice” collaborazione…….. 😦

        • Giordano Bruno

          Martco, il problema, forse, era che ogni nuova ricerca e processing che sfornava veniva esaltato da lui stesso come il non plus ultra. Vedi, ad esempio, come aveva proposto il processing creativo e poi dopo qualche anno metterlo completamente da parte. Secondo lui doveva produrre dei clear in modo più efficace. La stessa cosa vale per i GPM.
          Ascoltando le conferenze e i congressi negli ’50 e ’60 si può ben capire questo fenomeno.
          Che dire? Mentiva? Era troppo ottimista? Non lo so.
          Ciò che fa la CofS, anche se pare assomigliarvi, però è tutt’altra cosa…
          Un caro saluto,
          G.B.

          • Marco

            Si Giordano, sono fondamentalmente d’accordo, la Setta di DM ha alterato sia la tech che l’ambiente… è assolutamente vero infatti che se hai un ambiente “non adatto” la Tech non funziona al meglio (o forse per niente… e/o forse fa dei danni).

            Ed è anche vero che se sei pressato “dalle statistiche” per ottenere velocemente quello che è stato deninito da loro come EP o come targhet (sia in auditing, sia nello studio), alla fine caschi dentro al fenomeno del “Fuori Gradiente”, ma anche dell’imboccare realizzazioni (che poi non sono avvenute veramente)…. e chi più ne ha più ne metta.
            Ma in effetti il fuori gradiente è un fattore molto determinante per creare “stordimento / giramenti di testa” (e forse anche di qualcos’altro)…

            Credo poi anche che LRH abbia fatto un pò di errori… per esempio nel non capire che c’è bisogno di tempo per cambiare le proprie millenarie convizioni e posizioni in/dentro/fuori del corpo e nell’universo Mest, ecc. ecc.
            Ecc. ecc. ecc. errori ed errori… che ci sono stati (perchè forse è cosi che succede: quando tenti di mettere ordine, crei un bel pò di disordine..) e di cui dobbiamo prenderci responsabilità.
            Già!

            Allora ha ragione Paolo nel dire che andava meglio il pubblico completamente “Green”!? Già non avevano nessuna ferita da rimarginare.

            Beh, che pensare dunque?
            Che bisogna prendersi responsabilità… e forse anche considerare che.. : “ciò che non ammazza ingrassa”.

  39. Luc

    Grazie mille Giordano cercavo proprio una cosa così. Invece per quanto riguarda il 3 ed il 5 ACC? Perchè sono riuscito a trovare solo una decina di conferenze di questi… Da quanto ho letto in giro il 3 ACC sembra introvabile.
    Con ARC
    Luca

  40. Giordano, non hai qualche link ma in Italiano?
    Grazie Adriano

  41. X Marco lascia perdere tutte le mie richieste per la conferenza.
    Qui qualcuno ritiene inopportuno la mia richiesta.
    Se no vado fuori scambio con te per tutto il tuo lavoro.
    Grazie Adriano.
    PS Pace ed Amen

    • Marco

      Adriano, non so con chi hai discusso di fuori scambio… io non mi sono sentito costretto da te e non pensavo ad un fuori scambio.
      Diciamo che la conferenza di cui sei curioso non attira la mia attenzione e dunque non mi ci metto a scannerizzarla…

      Ma credo che tu la possa trovare facilmente… ci sono talmente tanti pacchi di PDC in giro (era questa la mia 1° considerazione) e sono certo che qualche amnico a te vicino te la può prestare… 😉

      Ciao

      • Cari Marco e Francesco,in uno scambio di email tra me e Guido ( tuo papà)
        Mi ha scritto questa frase:”Ho notato che anche sul blog richiedi materiali, che presuppongono del lavoro da parte di altri, tipo Marco. Un buon modo è quello suggerito da G.B. iscriversi all’APIS”
        Quindi posso dire visto che non ho niente da nascondere,il tutto nato dal fatto che Guido mi ha inviato di sua spontanea volonta la conferenza che avevo richiesto a Marco.
        Allora o chiesto se mi poteva inviare il link per scaricarle tutte,allora mi ha risposto che non si trovano ,le ha convertite lui in Mp3 e sono sul suo computer.
        Allora gli ho chiesto se me le faceva copiare,e da lì e nata tutta una discussione sullo scambio.
        Ciao Adriano
        Ps Francesco ti inoltro tutta l’emai.

        • Ho ricevuto e come piu’ volte espresso, RIBADISCO che con Auditor, Sup, Cs, Terminali tecnici, HCO e Qual in genere e’ correttissimo uno scambio.
          Per il resto siamo una Community, e’ logico che non ti do i materiali di OTIII per esempio, sara’ il tuo CS a darteli a tempo debito, ma chiedere Soldi per qualsiasi altra cosa, NOT OK.
          La Reception non ha mai chiesto nulla a nessuno, un mio sogno personale era di far venire David M. e sua Moglie qui in Italia ed avevo pensato ed originato di fare una sorta di “Colletta” per farlo venire…..
          Poi, visti i precedenti simili ( anche indipendenti ) ho preferito lasciar stare.
          Se proprio voglio conoscerlo, vado, ci parlo e poi scrivo….
          Cosa che sto facendo mi sembra no ?
          Ma se io ho qui dei materiali, nonostante magari mi sia sbattuto a digitalizzarli o magari e’ stato un lavoro di Squadra tra traduzioni verifiche bozze impaginazioni ecc.ecc., IO Personalmente lo reputo un grandissimo FLUNK chiedere soldi per scambiarsi il materiale.
          Punto.

          • Io non ho mai detto che mi è stato chiesto dei soldi per le conferenze.
            E tu lo sai perchè ti ho inviato tutte l’email che ho scambiato con tuo padre.
            Per quanto riguarda i materiali dei livelli Ot nulla da dire.
            Poi se uno non ha un Cs si arrangia cercando in internet.
            Poi tu che vuoi far venire qui David M.qui a Brescia.
            (David Miscavige è un manager statunitense. Miscaige è il Presidente del Consiglio di Amministrazione del Religious Technology Center, la società detentrice dei marchi d’impresa di Dianetics e Scientology, e … Wikipedia)
            La dice lunga su dove è arrivato il bloog…..
            Certamente se molti materiali si trovano in Internet si deve a quelli che senza chiedere hanno messo a disposizione di tutti quello che loro hanno condiviso al fine di renderla libera da monopolii
            Ciao Adriano.

          • Luigi Cosivi

            Calma, David Majo non certo Miscavige,

    • Scusa Adriano ma il tuo commento mi sembra una bella generalizzazione , per cortesia e per chiarezza: chi ha detto cosa ? Visto che io che gestisco il blog non ne so nulla, gradirei che tu fossi più chiaro.

  42. Giordano Bruno

    Io ho molto materiale in italiano e moltissimo in inglese. Come ho fatto ad averlo? Molte conferenze e libri li ho comprati su e-bay. Su internet ho comprato anche 2 elettromentri, un mark7 e un mark7 quantum. Sempre su internet ho comprato tutti i pacchi dell’Accademia. Con i materiali che ho acquistato ho fatto degli scambi con altri scientologist indipendenti e così ho trovato molto altro di quello che mi serviva. Poi, ancora, mi sono iscritto all’Apis e così ho aggiunto altro materiale. Molto altro l’ho scaricato con e-mule. Alcune altre cose che mi mancavano me le ha date, cortesemente, Guido e qualcosina ho dato pure a lui in scambio.
    Tutto ciò per dire che si può raccogliere diverso materiale in questo modo.
    Un caro saluto,
    G.B.

  43. Luigi lo so che era Mayo, la mia era una battuta.
    Sulla falsa riga che “si accordavano” come ha fatto la Cof$.
    Ciao Adriano

  44. Giordano buon per te che hai messo insieme tutti questi materiali.
    Per esempio una cosa che non ti costa niente e linkare quei link dove scaricarli. O no ?
    Ciao Adriano

    • Giordano Bruno

      Forse non ci siamo capiti.
      In italiano c’è solo un sito pubblico che un materiale in italiano che è il PTS/SP course ed è nello stesso sito del link che ho girato a Luc (lo trovi più sopra). Vai in quel sito e cerca.
      Altri materiali in italiano sono solo sul sito dell’Apis, ma sono solo per i soci.
      Altro ancora lo trovi con e-mule, scarica il programma su internet e cerca.
      Ciao G.B.

  45. Si che ci siamo capiti.
    IO ho delle cose, se qualcuno me li chiede via email..
    E se le ho ben felice di inviarli.
    Ciao

  46. Marco

    Beh… , se non è chiedere troppo… 🙂 io riprendo un discorso tecnico….

    Ho notato questi 2 passaggi, che quoto qui sotto, di Richard, che però mi sembrano in una qualche contraddizione…
    Mi sono incuriosito, urge una spiegazione.

    In grassetto gli argomenti su cui voglio porre l’attenzione (che sembrano in apparente contraddizione… il primo paragrafo con il secondo):

    ” In quegli anni si cercava di creare il Clear di colpo ed il Theta Clear, la filosofia che risiedeva dietro questo fatto era che: “Un Thetan esteriorizzato può letteralmente disintegrare le proprie Masse Mentali, rimettere in sesto il proprio corpo e sicuramente l’Auditing funziona ad una velocità più elevata”.

    Quella premessa era scorretta per due motivi (probabilmente anche tre), il primo era che
    il Thetan esteriorizzato “forse” era disposto a parlare all’Auditor,
    la seconda era che ad un Thetan esteriorizzato non gliene frega assolutamente niente del proprio Case (già questi due fatti violano la definizione di in session, cioè: interessato al proprio Case e disposto a comunicare all’Auditor), ma il probabile terzo motivo era quello che più ci dava da pensare.

    Una volta che un Thetan si esteriorizza, non è più connesso al suo Bank , da questo se ne deduce che : non è in grado di trovare niente da percorre e ne consegue che nessuna massa o significanza o carica possa essere eliminata. “

    2° “Abbiamo anche notato che se avessimo fatto esteriorizzare qualcuno, questo si sarebbe potuto scontrare, anche involontariamente, con uno qualsiasi delle migliaia di tranelli posti all’interno, che hanno il solo scopo di farlo reagire e ributtarlo nel mezzo di quel ciarpame.

    Ecco vorrei capire meglio: se un Thetan esteriorizzato: “non è interessato ne connesso al suo caso e quindi non è in grado di trovare nulla”

    Com’è possibile che cada in uno dei migliaia di tranelli “posti all’interno” (immagino all’interno del caso)?

    Sto sbagliando di capire qualcosa?

    Grazie

    • Giordano Bruno

      Ottima domanda!

    • DAVID

      Ciao Marco ,

      in merito alle tue domande ;
      1^ lLeggi le definizioni nel dizionario tecnico del CHIARO IN UN COLPO SOLO e li trovi la prima risposta alla tua domanda,li c’è il riferimento a Dianetics 55 cap II da leggere perché spiega il meccanismo.
      Se sei esteriorizzato dal corpo e negli LS questo viene fatto ma c’è una confusione sul soggetto , sai chi sei ,sei stabile e sei all’esterno ma operi sempre attraverso un corpo, quello è il punto da cui operi principalmente ,diversi di noi hanno abilità Theta e molti non sanno di usarle .In poche parole non sai e non hai ancora le abilità di operatività sul MEST ,energia, spazio ,tempo e materia come THETA CLEAR ,questi sono gli OT superiori e per ora non si è visto niente di preciso, LRH ha svolto alcuni procedimenti nel 1954 ,PROCEDIMENTI SULL’UNIVERSO ma non ho trovato procedimenti che diano come si dice “libretto di istruzione d’uso”.
      Sulla frase “Thetan esteriorizzato non gliene frega assolutamente niente del proprio Case” si è vero ma se sei interessato e in Solo e su auditing OT sei molto interessato ti assicuro che sei molto interessato .
      2^ Sulla tua notazione ; Abbiamo anche notato che se avessimo fatto esteriorizzare qualcuno, questo si sarebbe potuto scontrare, anche involontariamente, con uno qualsiasi delle migliaia di tranelli posti all’interno, che hanno il solo scopo di farlo reagire e ributtarlo nel mezzo di quel ciarpame. ”
      Ecco vorrei capire meglio: se un Thetan esteriorizzato: “non è interessato ne connesso al suo caso e quindi non è in grado di trovare nulla”
      ti riamando alle definizioni di THETA CLEAR e Dianetics 55 parte II l’ultima parte .
      Come da definizioni di Theta esteriorizzato e Theta Clear sul dizionario tecnico si da la risposta alla tua domanda e visto che il problema di Theta e “leggere le definizioni nel dizionario tecnico ” .

      Chiariti questi punti e letto il II capitolo di Dianetics 55 e consiglio di leggere
      tutto il libro , possiamo fissare alcuni punti di discussione :

      > procedimenti sulle abilità THETA nel Mest o come risponde il Mest a Theta
      comprensione e abilità sul soggetto.

      > Abbiamo la possibilità e i procedimenti per raggiungere il Theta Clear ?

      > La tecnologia di LRH ha avuto un’evoluzione che possa soddisfare
      queste domande ?
      Nella COF$ no non abbiamo risposte ,nella FreeZone il dibattito è aperto.

      Marco un saluto e spero di essere stato di aiuto alle tue domande

      David

      • Marco

        David grazie della risposta… ma mi spiace non sono andato molto distante nel comprendere l’apparente contraddizione che ho posto come quesito.

        Mi dici di vedere “Chiaro in un colpo solo”… ma è già stato detto che era un abbaglio della prima metà degli anni ’50. Questa cosa non è possibile e la ribadisce bene Richard nel suo Post.

        Il capitolo 2 di DN 55 che mi indichi parla di menti: mente analitica, reattiva ecc. ecc. … , ma spiega quelle cose; non ho visto nulla riguardo l’esteriorizzazione.
        Il libro Dn55 in tanti anni di interesse per Scientology l’ho letto almeno 2-3 volte… e non mi pare parli molto di esteriorizzazione, ovvero: mi puoi indicare dei punti specifici?

        Forse è più indicato il libro “Fondamenti del pensiero”, specificamente nel capitolo:
        “Le Parti dell’uomo”
        “Probabilmente l’azione più terapeutica che una persona possa ricevere è la separazione del thetan dalla mente durante il processing di Scientology, così che il thetan, senza nessuna costrizione e con completa knowingness, possa vedere se stesso e la propria mente e agire di conseguenza.

        Esiste comunque un tipo di esteriorizzazione che è la più aberrante di tutte le azioni traumatiche (nocive per la mente).
        Si tratta della condizione in cui, in seguito a lesione, intervento chirurgico o shock, una persona viene portata tanto vicina alla morte che si esteriorizza dal corpo e dalla mente.
        Questa esteriorizzazione forzata è improvvisa e inspiegabile, dal punto di vista del paziente, ed è di per sé molto scioccante.
        Quando una persona subisce tale esperienza, è certo che in seguito ne risentirà mentalmente.

        Si potrebbe dire che quando la mente reattiva contiene questi improvvisi shock causati da esteriorizzazioni forzate, successivi tentativi di esteriorizzare l’individuo per mezzo di Scientology siano più difficili. Ma il processing moderno ha superato questo ostacolo.

        Il fenomeno dell’esteriorizzazione forzata è accompagnato, a volte, da esplosioni di energia contenuta nei vari facsimili della mente, che si associano l’uno con l’altro nella mente reattiva.

        Perciò le persone hanno paura dell’esteriorizzazione e a volte stanno male per il semplice fatto di discutere il fenomeno, dato che si sono esteriorizzate forzatamente durante qualche operazione o incidente.
        L’esteriorizzazione forzata è il tratto caratteristico della morte.
        Perciò l’esteriorizzazione, o l’allontanamento dell’anima è, nella mente della maggior parte delle persone, generalmente associata alla morte.

        Non è necessariamente vero che si è morti per il fatto di essere esteriorizzati. E non è assolutamente vero che l’esteriorizzazione non accompagnata da shock, dolore o costrizione sia in qualche modo dolorosa. Anzi, è molto terapeutica.”

        Sostanzialmente poi tu David dici che “è possibile audirsi anche se esteriorizzato, ma in Solo o su auditing Ot…” ….
        Va beh, ma Richard diceva diversamente, mi pare. Audirsi in Solo anche quando esteriorizzato… E’ possibile?
        Non mi risulta… mi pare che bisogna chiudere la seduta.

        Riguardo a Theta Clear… beh, non credo sia stato raggiunto da nessuno ancora… almeno secondo le definizioni del Diz. Tec.
        Credo che Theta Clear sia uno…, ovvero l’obbiettivo finale tanto agognato.

        Grazie cmq David per il tuo punto di vista.

        Voglio però rispondere ad una tua domanda: “> Abbiamo la possibilità e i procedimenti per raggiungere il Theta Clear ?
        > La tecnologia di LRH ha avuto un’evoluzione che possa soddisfare
        queste domande ?

        Richard ha detto di si, è possibile!
        “…da questo punto in poi posso dire che abbiamo il materiale corretto per completare il Ponte ed il nostro Senior C/S sta realmente creando un Ponte “Migliore”, spero con l’aiuto di voi tutti.

        D’altra parte siamo convinti di aver trovato l’esatta via d’uscita.

        Con Affetto
        Richard

        • DAVID

          Ciao Marco ,
          confrontando le definizioni ESTERIORIZZATO e THETA CLEAR presenti sul dizionario tecnico si può osservare che non sono la stessa cosa , quello prodotto negli Ls è all’ esterno del proprio corpo in modo stabile ma usa abitualmente quei centri di ritrasmissione ma la sua percezione aumenta notevolmente e amplia il suo centro di azione e percezione ,quello che gli manca è non avere ancora trattato i meccanismi e trucchi del soggetto THETA -THETA MEST ,in poche parole si trova in gran bella posizione ma non sa bene come gestire facsimili,postulati , energia .
          Nel affermazione , .
          “Una volta che un Thetan si esteriorizza, non è più connesso al suo Bank , da questo se ne deduce che : non è in grado di trovare niente da percorre e ne consegue che nessuna massa o significanza o carica possa essere eliminata. “

          2° “Abbiamo anche notato che se avessimo fatto esteriorizzare qualcuno, questo si sarebbe potuto scontrare, anche involontariamente, con uno qualsiasi delle migliaia di tranelli posti all’interno, che hanno il solo scopo di farlo reagire e ributtarlo nel mezzo di quel ciarpame. ”

          Ecco vorrei capire meglio: se un Thetan esteriorizzato: “non è interessato ne connesso al suo caso e quindi non è in grado di trovare nulla” ”
          Un Thetan esteriorizzato stabile all’esterno di un corpo ha un comportamento diverso a un Thetan che ha un’esteriorizzazione improvvisa e non stabilizzata ,darà svariati fenomeni perchè la cosa in un qualche modo lo potrà turbare e quindi poco gestibile per l’auditor ,nel tuo punto due si accenna a questa cosa infatti negli Ls del 1984 si maneggiavano situazioni presenti su OTIII.
          Quindi il problema non è esteriorizzare il Thetan ,ma renderlo stabile all’esterno e questo lo si fa sul 10 e infine sul 12 , quello che manca è ilo libretto di istruzioni d’uso.Un Thetan stabile all’ esterno ha molta più percezione di prima e ti assicuro per mia esperienza che il suo caso gli interessa molto , sa che deve togliere un velo di ignoranza sul soggetto e lo osserva da un nuovo punto di vista ,
          Correggo In riferimento a D55 leggi nel secondo capitolo da pag 27 ” Qui ci si trova di fronte a tre tipi di mente ” fino alla fine del capitolo .

          David

          • Marco

            Grazie David, ho capito meglio cosa intendevi…
            E ti chiedo: quando dici : ” Quindi il problema non è esteriorizzare il Thetan ,ma renderlo stabile all’esterno e questo lo si fa sul 10 e infine sul 12 , quello che manca è il libretto di istruzioni d’uso. Un Thetan stabile all’ esterno ha molta più percezione di prima e ti assicuro per mia esperienza che il suo caso gli interessa molto , sa che deve togliere un velo di ignoranza sul soggetto e lo osserva da un nuovo punto di vista”

            Significa che dopo i 3 L’s un thetan si trova STABILMENTE fuori dal corpo? E pure INTERESSATO al proprio caso?

            Beh, questo è qualcosa di diverso da quanto scritto da Richard, ovvero Richard parlava di un thetan che non ha ancora fatto gli L’s…
            Può darsi…
            Ma allora questa potrebbe essere una strategia, basta fare gli L’s e da quel punto in poi si può ottenere il “Clear di Colpo”!? Lo si esteriorizza stabilmente con gli L’s e poi il giioco è fatto: da exterior stabile ed interessato al proprio caso, il thetan può andare a Clear e/o Theta clear più velocemente!? Come teorizzato da LRH neglia nni ’50…

            Ma a me non pare sia mai stata attuata e/o promossa un strategia del genere…

            Non so se il motivo è soppressiv / politico (“non facciamoli andare liberi cosi facilemnte”), ma ho idea che ci sia anche un problema tecnico.

            Tu hai raccontato la tua interessante esperienza con gli L’s e dei tuoi riscontri… Mentre io ho delle esperienze con l’argomento esteriorizzazione che… non sono cosi simpatiche…
            Ecco perchè i ragionamenti / le indicazioni di Richard mi erano reali e ecco il perchè sono cosi interessato di capire definitivamente (o ampliamente) al riguardo di questo delicato argomento.
            Poi… è possibile con gli L’s risolvere IL PROBLEMA, il tema dell’esteriorizzazione!? Magari, ben venga.

          • DAVID

            Ciao Marco ,
            per esperienza ,quando ho fatto gli Ls a Flag nel 2008 ,due persone che erano sui gradi una al temine del 12 e l’altra dopo L11 nel giro pochi giorrni hanno fatto il Clear , ,, ma questo non è scontato e sempre li altre due persone sempre sui gradi non hanno avuto lo stesso risultato , il fatto può essere che un nuovo punto di vista con una buona comprensione del soggetto Scientology possa portarti subito dopo gli Ls alla realizzazione del Clear , quindi dipende anche da te e dalla tua richiesta di confrontare .

            Non esiste un Clear in un colpo solo perché abbiamo diversi fattori che influenzano il soggetto ,gli Ls sono poco conosciuti e sarei curioso di avere dagli esperti una considerazione tecnica sulgli gli Ls so che ci quelli dati da LRH e assistiti probabilemte da Mayo o……….. nel l 1984 e probabilmente ci sono ulteriori elaborazioni della COF$ nel tempo infatti quelli che ho dato io sono diversi.

            Per chi da gli Ls è soggetto se richiede a revisioni e solitamente questo succede durante l’avanzamento sul Ponte o per problemi che il uno incontra , cosa vuole dire che i guadagni acquisiti dalla persona possono essere fermati o incrinati dal rapporto THETA -THETA MEST o un nuovo punto di vista dopo un nuovo stato OT richiede un aggiornamento , da quello che so un revisione richiede una stima tecnica e di solito può essere di poche ore certe volte basta solo 1 ora.
            Ribadisco che manca un libretto di istruzione e di uso pratico di come funziona il meccanismo THETA- THETA MEST si avanza sul Ponte si fanno gli Ls ,gli OT ,ecc .ma rimane in fondo sempre una mancanza di conoscenza
            da parte dell’ OT..

            David

          • Bhe, credo che essere stabilmente fuori del corpo e da lì operare,anche se tramite i via del corpo e della mente.
            Sia una buona “posizione” e condizione di ESSERE.
            Poi da lì si può iniziare ad “esercitarsi” come Ot.
            Per esempio: Tu riesci a lasciare lì il corpo e a “spostarti” consapevolmente in un altra stanza? E da lì percepire “vedere ” ?
            Ciao Adriano

          • Marco

            Adriano… alle tue domande rispondo semplicemente NO.
            Io ho avuto molta/e esperienze con l’esteriorizzazione, ma nel mio caso a prevalso la preoccupazione ed un pò di trauma per quello stato (risolta in parte con Int/Rd). Vedere ciò che ho quotato tratto dal FoT (Fondamenti del Pensiero).
            Spero che qualcun altro, Richard… Paolo… Giordano… Diogene… Francesco… Luigi… David F… Silvia… Tony Pacati (già dove ti sei impegnato Tony?) ecc. ecc. dicano qualcosa sull’esteriorizzazione, in risposta alle indicazioni di Richard.

            Grazie.

    • Alla fin delle finite, il minimo comun denominatore ossia il segreto della semplicita’ e’ sempre la miglior risposta.
      Chi di piu’ “esperto”, dopo LRH, puo’ darci la risposta ?
      D.M. certamente, ma non Miscavige….. a voi l’immaginazione :

      “….Lo scopo dell’auditing non è far ottenere un pezzo di carta, ovviamente, e non è per assegnare numeri diversi da una persona all’altra. Lo scopo dell’auditing è ottenere miglioramenti nella vita e nella qualità della vita, e di acquisire ciò che potremmo chiamare abilità theta. In poche parole, aumentare le abilità. …. D.M. “

      • i puntini di Diogene...

        La risposta di Francesco mi sembra alquanto saggia…
        David può trovare moltissime istruzioni riguardo al rapporto theta-thetamest nella valanga di materiali che LRH ha reso disponibili a seguito delle sue ricerche che vanno proprio nella direzione di scoprire il nesso e il connesso relativo a ciò che da millenni è conosciuto come l’incontro tra spirito e materia… Ha ragione nel dire che l’approfondimento di tale conoscenza può favorire la supremazia dello spirito sul mest, ma sta ad ognuno di noi farsi la propria sintesi “operativa”, perchè i metodi suggeriti sono molteplici e spesso discordanti… E’ giusto chiedere aiuto o affidarsi all’audiditing, ma il processo evolutivo dipende da “chi siamo” in ogni preciso istante e non da chi vorremmo essere… dunque ribadisco l’assoluta necessità di “conoscere se stessi” in primo luogo e di saper osservare “da dentro e da fuori” la propria compartecipazione alla “realtà” del mest… Osservarne “da dentro” i postulati che facciamo e “da fuori” gli effetti che noi stessi andiamo creando proprio ai fini di un costante riequilibrio tra theta e mest, ciò che noi tutti chiamiamo “sopravvivenza” ma che il thetan evoluto assume come “gioco”.
        Se è vero che lo spirito, cioè l’io consapevole, si stacca dal corpo al momento della morte, allora l’esteriorizzazione è un qualcosa di naturale e forse anche la permanenza del thetan al di fuori del corpo nel corso della normale esistenza è una possibilità di ordine “naturale”… ma che cosa è il thetan se non pura e semplice consapevolezza? Il fatto è che esistono molti gradi di consapevolezza e da ciò derivano molti livelli di comprensione e di abilità… Se mi concedete un esempio banale, mettiamo che due persone stiano guardando la stessa scena, ma uno ha una vista 10/10 e l’altro è un miope da 0,5/10 e quindi capite quanto possa essere diversa la loro percezione del mondo… ma se il miope fosse molto più perspicace dell’altro tizio, beh chi sta guardando che cosa? Fidatevi di voi stessi, della vostra consapevolezza e siate VOI ad osservare, non qualcun altro per voi… può darsi che la strada sia lunga, può darsi invece che si riduca ad un “boom” improvviso, ma sarete voi a saperlo, solo voi, solo TU.
        Noi vediamo il mondo così come lo vediamo perchè “sappiamo” di vederlo così, non perchè E’ così… Chiedere a qualcun altro di mostrarti o di “dimostrarti” come lui vede il mondo: o è un atto di fede o è un paradosso.

        • Marco

          Super Diogene, una sintesi perfetta.

          Ma… le cose sono così perchè noi le vidiamo/consideriamo così, o perchè sono così di per sè oggettivamente?
          Una domanda che mi facevo già alla tenera età di 16/18 anni: le cose esistono perchè ci sono qui io, o esisterebbero ugualmente anche se non fossi qui?

          Io credo che l’universo Mest esiste per me perchè ho deciso di abitarvici, ho considerato di aderire a questa “realtà” (che probabilmente ho contribuito a creare) e ci sono.

          Ma se io non consideravo di aderire/accordarmi con questo sistema/gioco, universo Mest… questo ci sarebbe comunque.

          New York… io non la vivo e non la conosco… ma so che c’è, ed esiste senza il mio impegno.

          Dunque? Beh, ci sono 3 universi: io mio, il suo, ed il comune, che è stato deciso di mettere in esistenza… ed ora c’è, e per disfarlo dovremmo essere tutti d’accordo, o come minimo la maggioranza, credo.
          Certamente esistono vari livelli di consapevolezza e dunque di esistenza…
          e noi scntologist Indi, cerchiamo di salire questi livelli… perchè forse è meglio lassù che quaggiù.

          Beh, chissà cosa ne pensano gli asini a riguardo…!?

          Scusa se oggi sono una presenza insistente nel blog… sono qui a lavorare con il computer e… non riesco a non leggere ed intervenire… 🙂

  47. paolo facchinetti

    Vediamo se risponde Richard… altrimenti cercheremo di “interpretare”!

    • paolo facchinetti

      Visto che Richard non risponde provo a indicare una soluzione all’apparente contraddizione che segnala Marco. Prova a cercare qualche riferimento a “Clear in un colpo solo” e al comando “Sìì un metro dietro la tua testa”.

  48. Luciano

    Saluto tutti i condomini.Vi seguo e trovo che siete strepitosi. Moltissimi argomenti,nel post mi fanno riflettere.Vorrei porre una mia riflessione;Se siamo degli statici come possiamo dividerci in vari tipi o razze.La def…. di statico nel diz…mi è chiara.Se qualche condomino puo chiarire meglio .Con affetto Luciano

    • Bravo Luciano, bella domanda ai condomini…..
      Prepara il tuo metabolismo che tra poco si va in seduta !

    • Marco

      PDC Conf. 43

      “Vi dirò… quando avrete audito dei preclear per un po’, scoprirete che si suddividono in classi.
      E non si tratta di classi di GE… ve ne parlerò subito…

      L’entità genetica si è presentata in termini di razze. C’è la razza gialla, la razza bianca, la razza verde e così via.
      La quantità di razze che si sono presentate lungo la traccia… non c’importa di queste razze sono.

      Il fatto che qualcuno stia cercando di dire alla gente che queste razze hanno uguali diritti da un punto di vista giuridico, non sta dicendo niente di nuovo… è più che ovvio che dovrebbero averli.
      È molto strano il fatto che qui sulla Terra… che qualcuno debba battere la grancassa a tale proposito.

      Beh, ciò che scombussola tutto quanto e il motivo per cui… le persone sperimentano turbamenti razziali, è perché effettivamente ci sono all’incirca quindici… perlomeno dodici o quindici razze di thetan qui sulla Terra.
      E sono tutte distribuite tra queste cinque razze GE… il che produce una randomity meravigliosa, se mai ve n’e stata una.

      Da un lato ci sono le GE, che avanzano lungo circa cinque canali razziali, e dall’altro ci sono all’incirca… ci sono tutti quei thetan.

      All’inizio, erano tutti fondamentalmente più o meno uguali e poi si sono divisi a causa della separazione della loro traccia, della diversità delle loro vicende, le differenze delle loro vicende… Tra l’altro, hanno tutti all’incirca la stessa età.
      E all’improvviso ci sono dodici o quindici background di thetan con dodici o quindici caratteristiche differenti.

      Quindi, poco importa che ci sia la cosiddetta razza caucasica o la razza azteca… penso che fosse quella che… non era quella che… quella che i nazisti avevano, la… o era la cesarea? Me ne sono dimenticato.
      Voce maschile: La razza ariana.
      Ah già… è vero: l'”arrogante”.

      Ad ogni modo, non ha assolutamente importanza quale di queste GE si prenda.
      Scoprirete che… ciò che è veramente importante in lui è questo: in quale, fra le razze di thetan, il tipo ricade dal punto di vista del processing e. a dire il vero, in quanto a relazioni interpersonali?
      E poco importa che vi troviate nel cuore dell’Africa o altrove.

      Ora, non è che ne sappia molto a proposito di… ho audito una grande quantità di neri a Savannah e non ho trovato che si allontanassero dallo schema in alcun modo; neanche remotamente.

      Ma c’erano prove che tra loro entravano in gioco quelle dodici o quindici linee di thetan.

      Ci sono gli uomini serpente, ci sono gli invasori… oh, mamma mia a scriverle tutte.
      Dovrò preparare una tabella. Dovrò fare questa ricerca io stesso. Non ho intrapreso questa ricerca.
      Posso fare in un paio d’anni tutto il lavoro che si sarebbe dovuto fare negli ultimi ottanta milioni di anni, ma… ci vuole un po’ di tempo… non molto.

      Tuttavia, ci sono gli invasori… C’è l’equipaggio di…

      Beh, lasciate che vi dica in quali classificazioni rientrano.

      ….
      ….

      • Alla fine Marco l’ hai messa.
        Ciao Adriano

        • Marco

          Si Adriano, ma sono solo 2 pagine di 40.
          E’ un punto specifico che rispondeva alla domanda di Luciano…
          Hai trovato qualcuno che ti presta il pacco delle PDC (anche solo quello dove c’è questa conferenza)?

          • Si Marco l’ ho ascoltata,Da Guido.
            Grazie Adriano

          • Marco

            Adriano, la conferenza ti ha entusiasmato e/o soddisfatto?
            Sono solo curioso di sapere quale importanza adesso dai all’argomento “razze di Thetan”. Perchè in effetti a me non è parso un aspetto determinante… razza Serpente o Gatto, o razza Monitor, o Invasore, alla fine è solo folclore… osservare incuriosito peculiarità comportamentali (come un cinese che mangia i gatti… o che va molto piano in automobile… “come mai sono così imbranati in auto?”)…
            Ma alla fine il percorso sul Ponte è sempre lo stesso.

          • Sinceramente Marco, era come pensavo io , che era poi quello che mi incuriosiva per ascoltarla.
            Cioè che non esistono razze di Thetan in realtà, ma tracce diverse che hanno poi “plasmato” le variee “caratteristiche”.

            “All’inizio, erano tutti fondamentalmente più o meno uguali e poi si sono divisi a causa della separazione della loro traccia, della diversità delle loro vicende, le differenze delle loro vicende… Tra l’altro, hanno tutti all’incirca la stessa età.
            E all’improvviso ci sono dodici o quindici background di thetan con dodici o quindici caratteristiche differenti.

            Ciao Adriano

        • Marco

          Si appunto, come dicevo io… anche tu hai infatti quotato lo stesso pezzo di conferenza che ho messo io per Luciano … 😉
          Siamo in sintonia.
          Ciao

  49. Luciano

    La conferenza la conoscevo già e ho capito che ogni thetan ha la sua traccia e le sue manifestazioni peculiari, ma uno zero è pur sempre uno zero. Allora la prima causa è stata la dipartita da questo zero iniziale? Grazie con affetto Luciano.

    • i puntini di Diogene...

      Il paradosso è che uno zero non può concepire uno zero…
      Se uno zero duplicasse uno zero, resterebbe sempre uno zero…
      Se uno zero duplicasse se stesso, resterebbe sempre uno zero…
      La duplicazione dell’induplicabile sta all’origine dell’imperfezione…
      Se quello che ho scritto ti appare oscuro, considera attentamente la Genesi che la Bibbia tramanda sotto forma di mito…

    • Marco

      “Ridge, autodeterminazione e scale del tono “
      Una conferenza tenuta il 17 novembre 1952

      “Esaminiamo ora questa faccenda da un’altra angolazione.
      Osserviamo il ridge nella sua funzione “cattura delle percezioni”.
      Proprio così, esso cattura e immagazzina le percezioni e poi – guardate un po’ – le trasforma in qualcosa che funziona su una base di stimolo-risposta.

      A quanto pare, un pensiero con una lunghezza d’onda molto, molto alta ha la capacità di creare un Essere di basso ordine.

      E quando dico Essere di basso ordine intendo dire un Essere di basso ordine.

      Ma si tratta di un Essere di ordine tremendamente alto se paragonato a qualcosa che create a partire da un po’ di carabattole, vecchie lattine, cose del genere, appiccicandole insieme.
      Potreste ad esempio creare qualcosa che se ne sta seduto a scrivere a macchina, se aveste i tasti giusti da premere per fargli premere i tasti.

      E che dire se foste in grado di creare qualcosa che agisse effettivamente come un Essere… che in un certo senso pensasse e parlasse?
      Sarebbe interessante, no? E una delle cose più facili da fare.

      I ridge sono fatti di un’energia che ha la stessa lunghezza d’onda del thetan e contengono un sacco di facsimili. E ogni volta che il thetan ne attiva uno, deve riversare dell’energia nuova e viva in uno di quei ridge vecchi e stantii, per far sì che esso torni in vita.
      Ma quando esso torna in vita, inizia a comportarsi come un Essere indipendente.

      Oh, è una cosa affascinante.
      Stiamo qui osservando dritto negli occhi un circuito demone… un circuito demone.
      Stiamo anche osservando un preclear che va in giro a dire: “Sento sempre delle voci in testa”.

      Certo che ha sempre delle voci in testa. Ha dei ridge nella testa che non solo sono attivati dalla sua stessa energia, come thetan, ma queste cose possono produrre e formare di nuovo l’onda e rispedirla verso di lui.

      Quindi è ovvio che vi siano delle cose che gli parlano costantemente.
      È lui a farlo, ma ha portato quei meccanismi di risposta superautomatica al punto in cui sembra che si sia creata una vera e propria entità.

      Se iniziate a porre domande a un preclear sulle sue entità… è una cosa affascinante che il numero di chakra che furono contati nell’antica India e il numero di ridge che costituiscono i ridge principali del corpo… le posizioni non sono le stesse ma il numero è lo stesso.

      Se iniziate ad esaminare un preclear e a localizzare i ridge, i ridge interni del corpo, scoprirete che ammontano a sei, e il thetan è il numero sette.

      Il thetan pensa di essere in un certo senso addormentato e pensa che siano i ridge a fare tutto.
      Ovviamente è il thetan a fare tutto, costantemente, ma lui in un certo senso opera in base a qualcosa tipo: “Beh, ho un mignolo sinistro molto piccolo e un certo numero di mani destre; non so cosa stia facendo ognuna di queste mani destre, ma naturalmente sono io in realtà a dir loro di farlo.
      Ma l’ambiente sta dicendo loro di farlo e io non devo prestare alcuna attenzione alla cosa, così non sono responsabile di niente di quello che succede”.

      D’accordo.

      Vi imbatterete nella manifestazione del ridge molto, molto presto nel processing. Si tratta di un circuito. Di un circuito demone.
      E questa è, dal punto di vista elettronico, la spiegazione alla base dei circuiti demoni.

      I circuiti demoni sono roba affascinante, semplicemente affascinante.
      Se dirigete l’attenzione di qualcuno verso alcuni di questi ridge che si trovano nel corpo, i ridge iniziano a rispondere.

      Se vi mettete a far delle domande, potete far domande al ridge che si trova sulla destra, al ridge che si trova sulla sinistra, al ridge sulla parte interna destra, al ridge sulla parte interna sinistra.
      E potete stabilire in modo specifico a quale ridge state facendo domande, ottenendo una reazione coerente, continua e logica da parte dell’E-Meter.

      Non è che il preclear oda qualcosa e lo trasmetta a voi; voi vi rivolgete a una certa parte del corpo, e… chi l’avrebbe mai detto, quel ridge è impostato per far sì che anche voi lo possiate controllare.
      E che sorpresa per il preclear! Se ne sta lì seduto; cerca di essere… di abbandonare semplicemente l’intera faccenda, dicendo: “Bah…”. Ed invece, bang, bang… ottenete delle reazioni all’E-Meter.

      Che cosa state facendo? State solo rilevando i suoi facsimili.
      Riuscirete ad attivare la reattività di quei facsimili perché nel preclear c’è qualcosa che assomiglia e si comporta vagamente (afferrate bene questa parola: vagamente) come un Essere. E il preclear non se ne assume alcuna responsabilità.

      Si tratta di un ridge. È un sistema di risposta automatica.

      Il calcolo di base che l’ha installato era in questi termini: “Non voglio più avere la scocciatura di dover controllare l’andamento di questa parte del corpo, quindi adesso installerò qualcosa quaggiù che funziona automaticamente. E quando qualcuno dirà ‘salta’, quella parte salterà. Quando io dico ‘salta’, salterà. E si tratterà di un altro Essere “.

      È stato lui a installarlo e adesso si sorprende profondamente quando arrivate voi e iniziate anche solo a guardarlo e a…
      Vedete, il trucco per voi consiste nel prendere il thetan e nel dirigere energia a quella parte del corpo rivolgendovi ad essa, capite?

      Il thetan vi sente pronunciare quelle parole e di fatto dirige dell’energia verso quella parte del corpo.
      Il preclear dice: “Mi chiedo che cosa dirà quella cosa”, sapete?

      Il trucco è che lui la sta animando. È un po’ come un ventriloquo che ha un pupazzo e fa finta che il pupazzo parli.

      Immagino che dopo un po’ un ventriloquo possa diventare così suonato da pensare che il pupazzo parli da solo.”

      • Marco

        Naturalemnte questa è conoscenza del 1952… poi invece nel 1967…
        Forse la base, la conoscenza di Ot3 smentisce un pochino questa del 1952… !?
        O forse c’è questo (i Ridge/circuiti demoni) e c’è quello (altri Esseri veri… che davvero rompono le palle… cioè impediscono l’autodeterminazione)…

        Temi tecnici su cui riflettere.

        • i puntini di Diogene...

          A me pare ovvio che siano due cose diverse anche se gli effetti possono essere confusi tra di loro…
          La domanda da porsi è: come posso tenere sotto controllo queste cose (potrei addirittura trarne dei vantaggi?) o come posso liberarmene (resta qualche “vuoto” da riempire?)…
          Possibile che sia tutto così negativo per il thetan, se è stato il thetan (come dice LRH in questa conferenza) a volerlo in primo luogo?… Oh sì, mettiamoci sopra anche gli implant, gli engram, le sequenze O/W, le GPM e gli intrecci infiniti delle Entità Genetiche e tutte le zecche spiritiche… non ci resta che pregare il buon Dio, perchè via una cosa te ne arriva immediatamente un’altra… la “pulizia totale” rischia di diventare un mito o un falso scopo…
          Possiamo goderci ‘sta vita in pace o almeno vederla in positivo?
          Abbiamo sostituito gli dei dell’Olimpo con i super-eroi dei fumetti e non consideriamo quanto di buono, materialmente e spiritualmente, l’uomo è capace di produrre… la parola “dimensione” non vi dice nulla? Chi siamo noi, realmente? Beh, se non lo sappiamo noi…

      • Marco, questa conferenza e molto interessante.
        Fà parte di quale serie di conferenze ?
        Tu a che punto sei sul ponte ?
        Ciao Adriano

        • Marco

          Serie:”Fonte dell’energia e della vita” .

          Dove sono nel Ponte…?
          Beh, non ti voglio rispondere direttamente,,, “il nemico ci ascolta” 😉
          Diciamo che ho fatto molto, o forse solo abbastanza, da essere consapevole di essere consapevole…

          • Grazie Marco, quelle le ho qui.
            Ma non mi “interessava” ascoltarle, adesso mi hai incuriosito.
            Per “il nemico ci ascolta” lascialo ascoltare.
            Magari impara qualcosa……
            Consapevole di essere consapevole non è male direi.!!!
            Ciao Adriano

        • DAVID

          Una traccia theta-mest vive un un continum di Vita da un punto 0 a 00 ma per essere li qualcuno deve continuare a mettere lì dell’ energia ,chi tiene schiacciato il pulsante e quale è la meccanica ? Leggi questo stralcio, Dal Dottorato di Filadelfia i Fattori

          > È qualcosa che qualcuno vi ha dato con un implant? No. L’avete fatto da voi stessi. Potreste dire: tutto ciò viene fatto con degli specchi. È tutto fatto tramite specchi. Troverete che il vostro preclear, tra l’altro, se ne starà seduto con degli specchi attorno. Se volete far davvero trasalire il vostro preclear , ditegli: “Guarda a sinistra e a destra
          e dimmi che cosa vedi”. E molti dei vostri preclear diranno improvvisamente : “Sai, vedo un… C’è uno specchio lì sul pavimento , e mi ci rifletto dentro “. E poi: “Non l’ho mai notato prima. Caspita, ce n’è uno lì davanti a me! Caspita, ce n’è uno dietro di me”.
          Certo che c’è. Non ho mai accennato a questo piccolo fenomeno perché preoccupa a morte le persone, è non saprei darvi un preciso sommario di come usarlo o su che cosa sia. E così che un tempo si faceva, in un certo senso, Terminali doppi su qualcosa. Gli specchi cancellano le cose. Invece di usare un cancellino sulla lavagna , basta usare uno specchio sul facsimile e questo si cancella. Potete fare il mock-u p degli specchi o creare specchi, ed essi faranno questo scherzo. Le persone pensano
          di non potere più creare quegli specchi; perciò devono per forza avere i facsimili. Questi…sembra proprio incredibile ma è vero: questi specchi se ne stanno lì attorno.
          L’unica cosa che uno specchio non è mai riuscito a differenziare molto bene è qualcosa di nero , perché voi non volevate metterci lo specchio davanti poiché non sapevate proprio dove la nerezza cominciasse né dove finisse , né quanto fosse profonda eccetera. Non sapevate cosa dire di quella nerezza!
          Inoltre , siete continuamente soggetti a quanto segue: è facile che qualcosa si protenda dalla nerezza e afferri qualcosa di vostro …niente di buono , proprio niente di buono . Quindi questa roba , la nerezza, è qualcosa da cui stare alla larga.
          Se vi trovate di fronte alla nerezza e spingete contro la nerezza , siete uno specchio , vedete? In sostanza siete uno specchio. Quindi che cosa sembra? Sembra che, se voi spingete contro la nerezza, la nerezza stia spingendo contro di voi. E se qualcuno riesce a convincervi.• – sbian ciatela solo leggermente – che la nerezza stia spingendo contro di voi, allora vi troverete a combattere il male. Combatterete la nerezza e il male, e cio ‘ significherà u congiungere terminali con ogni cosa brutta. Questo significa che basterebbe che qualcuno di voi si facesse avanti e dire: “C’è qualcosa di cattivo riguardo a questo a quest’alt o”, e immediatamente qualcuno comincerà a combatterlo. Dopo­ di ché si ri troverà con quella cosa.
          CONTINUA NELLA CONFERENZA

          David

          • Pier Paolo

            Ummh……..specchi e nerezza……ho una riminescenza riguardo qualcosa che lessi tempo fà riguardante rituali di magia nera, e/o cose del genere!Parson e/o Crowley (o esseri di altre dimensione) in azione attraverso Hubbard???
            Certe “teorie” potrebbero trovare così un fondamento fattuale!!!
            Di sicuro leggere certe cose, almeno a ME personalmente, mette addosso un non so che di inquietante……ed io ho scoperto di avere una certa sensibilità riguardo le “energie”……infatti di fronte alla foto di Hubbard ho sempre provato una repulsione molto forte (che inizialmente non mi sapevo spiegare e mi faceva sentire quasi in colpa….in seguito capìi!!).

          • DAVID

            Ciao Pier Paolo,

            questo estratto di LRH spiega solo la meccanica Theta -Teta Mest ,
            metti Dio che impatta per la prima volta un universo Mest ,da questo per un effetto specchio riceve una pressione speculare Mest + Theta ,Dio è omnisciente e ricevere da esso una pressione di energia che comprende tutta la degradazione di una traccia + l’immagine di se stesso ,abbiamo adesso l’osservazione da due punti differenti non consapevoli ,due differenti poli e abbiamo uno scambio di energia ,abbiamo confusione e un concetto di degradazione ,perdita, cambiamento e lui Dio li in modo inconsapevole tiene premuto il bottone ,questo spiga l’esistenza e perpetuazione di un qualsiasi universo Mest
            Se li abbiamo Theta o Dio questo come primo episodio da la spiegazione
            non solo filosofica ma anche pratica del perché siamo qui ,del resto se noi osserviamo i facsimili questi si svolgono su un primo scenario che è nerezza.

            Non centra la magia nera e non ha niente di inquietante e di mistico , rimane solo una spiegazione tecnica vicina alle ultime scoperte della fisica nucleare nelle quali è stato trovato che il nostro universo è composto principalmente da spazi vuoti e ora risulta che raggruppando insieme tutte le particelle ,elettroni, protoni, positroni, muoni ,ecc , non rimane praticamente
            niente ,sono le, vibrazioni , spazi ,’energia, magnetismo ,tempo, ecc che ci danno una rappresentazione , ma perché esista serve lui/loro che ancora li inconsciamente metta li energia e questo ci da anche una risposta alla scienza ufficiale sul perché di un ‘universo in espansione.

          • Luigi Cosivi

            Pier Paolo: miss W!

          • Giordano Bruno

            David, grazie per aver messo questo estratto di conferenza. E’ molto difficile comprenderla così su due piedi. Ma la tua spiegazione va in questa direzione.
            Probabilmente non è successo solo a Dio…
            Possiamo metterla anche così: noi siamo Theta e quando impattiamo il Mest, lui ci rispecchia.
            Un caro saluto,
            G.B.

          • DAVID

            Ciao Giordano,
            per Dio intendevo lo spirito universale come conoscenza e creazione in Scientology lo chiamiamo Theta.

            Grazie a te ,

            David

          • Giordano Bruno

            Sì, lo so. Intendo dire che qualcosa del genere ci accade anche nella quotidianità. Non si tratta di avvenimenti straordinari. Accade in continuazione…

  50. Tiziano Marzotto

    David quando riporti una citazione di qualcun altro metti le virgolette, altrimenti non si capisce 🙂

    • DAVID

      Ciao Tiziano ,
      Grazie per l’appunto ,se ti riferisci all’ estratto del Dottorato di F. sui Fattori il post è tutta una trascrizione di LRH, mentre il post non lo hai mandato a me ma a Lorenzo G.

      David

  51. luciano

    Ringrazio l’uomo della lanterna.E luce fù e luce sia e luce sarà Con affetto Luciano.

  52. Silvia Chiari

    Salve condomini !
    Sono stata in giro oggi e nei momenti che ero da sola pensavo a come esprimere certi concetti “generali” senza creare dev-t nell’indipendenza che è legata a Ron …. poi sono tornata e con grande sorpresa ho trovato Marco che ha postato -“Ridge, autodeterminazione e scale del tono “
    FANTASTICO !!
    Dalle esperienze e da ciò che ho fatto e letto “fuori” da Scn trovo che questo scritto sia combaciante con altri pensieri a riguardo dell’essere ( in particolare quello che prediligo è Neal Donal Wallsh , il libro terzo, di Conversazioni con Dio – un dialogo fuori dal comune ) come facente parte di un unico infinito con diverse individualizzazioni creanti ulteriori individualizzazioni .
    “Ridge, autodeterminazione e scale del tono “ ……………….
    E che dire se foste in grado di creare qualcosa che agisse effettivamente come un Essere… che in un certo senso pensasse e parlasse?
    Sarebbe interessante, no? E una delle cose più facili da fare.

    I ridge sono fatti di un’energia che ha la stessa lunghezza d’onda del thetan e contengono un sacco di facsimili. E ogni volta che il thetan ne attiva uno, deve riversare dell’energia nuova e viva in uno di quei ridge vecchi e stantii, per far sì che esso torni in vita.
    Ma quando esso torna in vita, inizia a comportarsi come un Essere indipendente.

    Oh, è una cosa affascinante.
    Stiamo qui osservando dritto negli occhi un circuito demone… un circuito demone.
    Stiamo anche osservando un preclear che va in giro a dire: “Sento sempre delle voci in testa”.

    Certo che ha sempre delle voci in testa. Ha dei ridge nella testa che non solo sono attivati dalla sua stessa energia, come thetan, ma queste cose possono produrre e formare di nuovo l’onda e rispedirla verso di lui.

    Quindi è ovvio che vi siano delle cose che gli parlano costantemente.
    È lui a farlo, ma ha portato quei meccanismi di risposta superautomatica al punto in cui sembra che si sia creata una vera e propria entità.
    Se iniziate a porre domande a un preclear sulle sue entità… è una cosa affascinante che il numero di chakra che furono contati nell’antica India e il numero di ridge che costituiscono i ridge principali del corpo… le posizioni non sono le stesse ma il numero è lo stesso.

    Se iniziate ad esaminare un preclear e a localizzare i ridge, i ridge interni del corpo, scoprirete che ammontano a sei, e il thetan è il numero sette.

    Il thetan pensa di essere in un certo senso addormentato e pensa che siano i ridge a fare tutto.
    Ovviamente è il thetan a fare tutto, costantemente, ma lui in un certo senso opera in base a qualcosa tipo: “Beh, ho un mignolo sinistro molto piccolo e un certo numero di mani destre; non so cosa stia facendo ognuna di queste mani destre, ma naturalmente sono io in realtà a dir loro di farlo.
    Ma l’ambiente sta dicendo loro di farlo e io non devo prestare alcuna attenzione alla cosa, così non sono responsabile di niente di quello che succede”.
    …………
    Quello che ho notato ( se me lo permettete) visto che facendo Reiki vai ad interagire con l’energia vitale e con i chakra …è che con Scn non si dà la giusta attenzione alla parte “Energia ” che è l’Essere stesso … è giustissimo fare i passaggi per gradienti ma ad un certo punto bisogna non più osservare le situazioni dal basso verso l’alto della scala , ma dal’alto verso il basso …e cioè cosa noi abibamo deciso di postulare, quali giochi abbiamo deciso di porre in essere .. quali ridge e quindi altri Esseri mettere in vita e di cui dimenticarcene.
    Sappiamo molto bene che la “vita” è composta di innumerevoli GIOCHI con innumerevoli giocatori — ricordiamoci di questo e tutto diventerà più semplice da osservare e prendercene responsabilita
    ……….Riguardo all’esteriorizzazione, per me, ritengo che essendo energia non c’è un reale dentro e fuori ( termini usati solo per dare una realtà Mest !) appunto perchè energia permeiamo il tutto esattamente come l’aria quindi c’è solo una considerazione di percezione che molto spesso viene da emozioni —- comunque esteriorizzazione per me è quando “sento” l’azione in modo diverso ed ottengo ciò che ho “desiderato che avvenisse o considerato che sarebbe avvenuto ” ed è comunque un modo ” di essere SVEGLI ATTENTI ED INTERESSATI senza emozioni”
    Un abbarcio di Luce
    ( Ps :rispetto il blog che ha comunque il suo filone che riguarda la Tecnologia di Ron, quindi ritengo che la cosa più evidente sarebbe l’applicazione dei dati di Ron anche verso le persone che hanno lasciato il percorso di Ron…. Vedi i commenti Di Luigi Cosivi verso Pier Paolo che ha fornito la sua email e quindi….)

  53. Luigi Cosivi

    Signora maestra, grazie della bacchettata e per applicare dei dati di LRH qualche precisazione. Un Thetan non è energia, è la causa dell’energia. Riguardo il tuo amico, è la seconda volta che lo difendi, prima si è presentato come un Qendaro, arrivando a proporre una sfida tra i fiori di Bach e Scientology, reagendo da bimbo arrabbiato al mio invito a purgarsi. Poi si ripresenta con qualcosa che fa chiedere se è proprio lui e , alla fine, insinua qualcosa di molto diabolico relativamente a LRH. Non so se a questo punto si tratta di un poveretto che sputa contro vento o di un provocatore che, non solo, ha lasciato il percorso di RON ma lo odia. Mi ricorda molto DM che presenta i Fondamenti lasciando capire che Ron, poveretto, non aveva verificato bene quanto si pubblicava e altro,con un perfetto 1.1.
    E per applicare ancora la tec di LRH concludo : “NO”
    ( da PTS/SP )

    • Marco

      Beh, in effetti… devo andare in appoggio a Luigi (che Silvia a biasimato) , che ha criticato il disagio di PierPaolo di fronte alla foto di LRH.
      Spero sia stato solo una imbarazzante confidenza sfuggita nella tastiera…
      Perchè è evidente che dire che il Milan fa schifo, nel bel mezzo della curva Milanista… sia un pò rischioso.
      PierPaol, queste confidenze conviene dirle solo al proprio auditor…

      Poi… sono anche d’accordo nell’osservare che il Thetan è il creatore di energia, non esso stesso energia.
      Il thetan è uno statico senza massa, tempo, non ha lunghezza d’onda… ed è “solo” il creatore di queste cose:
      Assioma 1 “La vita è fondamentalmente uno statico.”
      DEFINIZIONE: uno statico di vita non ha massa, né moto, né lunghezza d’onda, né posizione nello spazio o nel tempo. Ha l’abilità di postulare e di percepire.
      Assioma 5 “L’energia consiste di particelle postulate nello spazio”.

      Questo è quello che insegna Scientology… naturalmente bisogna vedere: “se questo è vero per te”.
      “E’ vero quello che è vero per te… anche se lo ha detto Ron”

      • Silvia Chiari

        Ok Marco, non avevo dubbi che saresti stato in accordo con Luigi ( che conosco esattamente come conosco te, DAVID o Pier Paolo, ma ho letto che sia un ottimo auditor, quindi mi aspettavo da lui una comunicazione da auditor non da stimolo- risposta, per ben due volte )
        Paragonare La Reception come “curva Milanista”… mi viene “freddo”, non tanto per il Milan ma perchè stai prendendo ad esempio una situazione da estremisti/ottusi.
        Per quanto riguarda la definizione di Thetan, ringrazio coloro che mi hanno corretta ( ok dov’è la Qual, trentanni sono tanti fuori dalle linee!)a parte che Energia l’avevo scritta “”, in realtà io stavo tenendo come riferimento ciò che Ron ha scritto e che avevo anche riportato :
        – I ridge sono fatti di un’energia che ha la stessa lunghezza d’onda del thetan ..- ( quindi qui dice che il thetan ha una lunghezza d’onda)
        ..:- Ha dei ridge nella testa che non solo sono attivati dalla sua stessa energia, come thetan, ( qui dice .. dalla sua stessa energia, come thetan )
        A questo punto o non so leggere, o la traduzione è sbagliata o mi sono rintronata ! Aiutatemi a comprendere..
        Un abbraccio di Luce !!!!

        • DAVID

          Ciao Silvia ,
          Come si dice la ragione sta a metà ,a me sembra che Ron sia chiaro , dalla definizione tecnica,
          n^ 8 ” in ultima analisi cosa è questa cosa chiamata thetan ? Sei semplicemente tu prima che facessi un mock up di te stesso questa è la denifizione più pratica che io conosca ” n^ 3 l’essere che è l’individuo che dirige il corpo ” quindi il Thetan non è energia ma è il produttore dell’energia.

          Nota:
          Inserisco questa definizione al mio post sui Fattori nel quale spiega il meccanismo della def. n^8 e lì ben vi si addice se inseriamo il primo mock up.

          David

          • Silvia Chiari

            Ciao DAVID, grazie della risposta, in realtà io chiedevo riguardo alla conferenza specifica e a ciò che Ron in quella conferenza faceva riferimento riguardo al thetan .
            Conosco i fattori, so cos’è uno statico ( per 3 volte dopo il 1984 mi sono ritrovata in una condizione di NULLA-PIENO che con la considerazione Mest era infinita , è impossibile comunque trovare i termini per spiegare la sensazione di SERENITA’ e PIENEZZA …ma sinceramente usare questi termini non danno l’idea …
            Purtroppo ho notato che Ron , nel suo percorso, ha dato informazioni e definizioni che poi sono state modificate …però le informazioni “vecchie” come nella suddetta conferenza non sono state modificate …un’altra cosa che ho notato che chi legge, molto spesso “legge quello che -gli è più reale- non osservando esattamente lo scritto, come è fatto e cosa realmente dice .
            ML

          • DAVID

            Ciao Silvia ,

            quello che mi dici mi è molto reale come mi è molto reale in questo ,Dott. di F. come meccanica che sta come primo episodio e come primo meccanismo che dopo fa da base ai facsimili ;

            ” È qualcosa che qualcuno vi ha dato con un implant ? No. L’avete fatto da voi stessi. Potreste dire: tutto ciò viene fatto con degli specchi. È tutto fatto tramite specchi. Troverete che il vostro preclear, tra l’altro, se ne starà seduto con degli specchi attorno. Se volete far davvero trasalire il vostro preclear , ditegli: “Guarda a sinistra e a destra
            e dimmi che cosa vedi”. E molti dei vostri preclear diranno improvvisamente : “Sai, vedo un… C’è uno specchio lì sul pavimento , e mi ci rifletto dentro “. E poi: “Non l’ho mai notato prima. Caspita, ce n’è uno lì davanti a me! Caspita, ce n’è uno dietro di me”.
            Certo che c’è. Non ho mai accennato a questo piccolo fenomeno perché preoccupa a morte le persone, è non saprei darvi un preciso sommario di come usarlo o su che cosa sia. E così che un tempo si faceva, in un certo senso, Terminali doppi su qualcosa. Gli specchi cancellano le cose. Invece di usare un cancellino sulla lavagna , basta usare uno specchio sul facsimile e questo si cancella. Potete fare il mock-u p degli specchi o creare specchi, ed essi faranno questo scherzo. Le persone pensano
            di non potere più creare quegli specchi; perciò devono per forza avere i facsimili. Questi…sembra proprio incredibile ma è vero: questi specchi se ne stanno lì attorno.
            L’unica cosa che uno specchio non è mai riuscito a differenziare molto bene è qualcosa di nero , perché voi non volevate metterci lo specchio davanti poiché non sapevate proprio dove la nerezza cominciasse né dove finisse , né quanto fosse profonda eccetera. Non sapevate cosa dire di quella nerezza!
            Inoltre , siete continuamente soggetti a quanto segue: è facile che qualcosa si protenda dalla nerezza e afferri qualcosa di vostro …niente di buono , proprio niente di buono . Quindi questa roba , la nerezza, è qualcosa da cui stare alla larga.
            Se vi trovate di fronte alla nerezza e spingete contro la nerezza , siete uno specchio , vedete? In sostanza siete uno specchio. Quindi che cosa sembra? Sembra che, se voi spingete contro la nerezza, la nerezza stia spingendo contro di voi. E se qualcuno riesce a convincervi.• – sbian catela solo leggermente – che la nerezza stia spingendo contro di voi, allora vi troverete a combattere il male. Combatterete la nerezza e il male, e cio ‘ significherà un congiungere terminali con ogni cosa brutta. Questo significa che basterebbe che qualcuno di voi si facesse avanti e dire: “C’è qualcosa di cattivo riguardo a questo a quest’altro”, e immediatamente qualcuno comincerà a combatterlo. Dopo­ di ché si ri troverà con quella cosa.”

            ho anche cercato quel bollettino in merito alla domanda di tua figlia sul perché ci sono tanti e tanti spiriti e da dove arrivano , ma non ho trovato ,
            una risposta potrebbe arrivare da quello che ci dice sopra Ron ,
            Mi spiego ,nel punto 0
            Theta Theta Mest
            per lo stesso meccanismo specchio-pressione Theta mest continua a duplicarsi come Theta Mest in un continum e abbiamo un infinità
            di vita con qualità differenti.

            Ecco il mio punto di vista del quale una buona realtà.

            Questo è il mio punto di vista ma mi è molto reale

            un abbraccio,

            David

        • Marco

          Beh, facciamo un bel respiro e cerchiamo di rilassarci un attimo…

          Non so se in queste situazioni serve dire ancora qualcosa, ma credo di si, che la comunicazione vera, quella che tenta la comprensione, sia il solvente.

          Silvia, quella della curva di tifosi milanisti era solo una metafora senza pretese… niente che avesse un grande significato; intendevo dire che bestemmiare in chiesa può attirare qualche occhiata storta…. quello che è successo con Luigi, un grande “fedele” della tech (io lo sono un pò meno di lui… 😉 ma lo invidio per questa sua grande competenza e certezza nella tech).

          D’altra parte Luigi è un auditor che usa la tech di Ron tutti i giorni… un auditor che ha prodotto dei Clear, gente che sta meglio di prima… : come vuoi che reagisca a delle affermazioni che sono offensive contro la persona più rappresentativa di Scn (perché in effetti dire che vedere la foto di una persona ti fa repulsione… : è offensivo!).

          Poi PierPaolo può anche pensare quel che crede, considerare Hubbard un… beh quel che dice…
          Ma se ha delle proteste da manifestare, dovrebbe trovare qualcuno che lo ascolti, lo sfogarsi è sempre terapeutico per i torti subiti, presunti o reali che siano.
          Dopo un po’ però, se si vuole star meglio definitivamente, credo bisogna anche trovare le proprie responsabilità per la situazione.

          Cmq, ripeto, se vai a protestare su Cristo in un blog di cristiani… questo è quel che succede, mi pare scontato.

          Volevo solo dire questo…
          Pace e bene a tutti.

          • Silvia Chiari

            In modo sempre molto semplice , caro Marco , io ho indicato a Luigi che Pier Paolo aveva comunicato la sua email ……..Luigi è un auditor- un ottimo auditor …..

    • Giordano Bruno

      Beh, ma a me piace capire. Credo che Pier Paolo sappia bene che effetto hanno le sue affermazioni.
      Quindi vorrei chiedere, Pier Paolo qual è il tuo scopo?

      • Luc

        Concordo Giordano. Mi piacerebbe capire perchè uno che dice che ha disconesso DEFINITIVAMENTE (come dice lui) da Scn sia qui a scrivere a persone che parlano di Scn…

        • IO credo che Pier Paolo, come tanti Scientologi deludi o amareggiati.
          Esprima ciò che pensa.E credo che come leggiamo i successi.
          Dovremmo leggere e confrontare anche gli insucessi.
          Così che si può avere dati da esperienze diverse,ed ognuno trae le propie conclusioni.
          Ad ogni modo non è ora tutto ciò che lucica.
          Inoltre credo che anche Pier Paolo a dato molto per Scientology e Scientology a Pier Paolo.
          Poi dalla mia esperienza.
          Per odiare uno deve prima aver amato.
          E più ha amato e più odia.
          E per finire chi è senza peccato scagli la prima pietra.
          Ciao Adriano

      • DAVID

        Ciao Pierpaolo ,

        in merito al tuo post specifico che arrivare o tendere a una verità maggiore non è inquietante anzi fa stare molto meglio ,molto meglio .
        In merito ai tuoi riferimenti a Ron e al satanismo per par condicio dovresti aggiungere il Buddismo, l’ Induismo ,lo sciamanesimo ,Capitalismo, Socialismo, filosofo , Fascismo, Platone, rivoluzionario ,scienziato ,psicologo ,ecc.ecc Quindi a cosa associ Ron lo si può associare a un essere che ha cercato delle risposte a un verità maggiore e da ciò ha ricavato una tecnologia di miglioramento spirituale applicata ,Scientology come sua definizione etimologica è, “SCIENZA DELLA CONOSCENZA ” questo è tutto.

        David

    • Pier Paolo

      Luigi…..fattene una ragione, Ron nella sua vita ha avuto contatti molto diretti con certi ambienti, non sono io che “odiando” lo affermo, esistono testimonianze molto accurate che confermano certi legami (il figlio primogenito di Ron affermò ad esempio che Scientology E’ Satanismo)……poi se io raccontando ciò che ho provato a contatto con l’energia sprigionata dalla sua foto (e ti assicuro che molte altre persone che “lavorano” in certi ambiti hanno avuto le mie stesse percezioni) ti creo questo tipo di turbamento…..beh posso capire il tuo disappunto ma QUESTO E’ QUELLO CHE E’ PER ME!

      • Silvia Chiari

        Ok Pier Paolo, penso però che dovremmo osservare e mettere in pratica ciò che Ron ha lasciato come tecnologia e che applicata in modo corretto porta un beneficio alla persona e alla propria vita ……… Sinceramente non mi interessa più di tanto cosa la persona ha fatto nella vita, nella misura in cui io posso mettere in pratica ciò che ha comunicato e questo sia reale per me, e a riguardo, più di una volta ho detto che per me è importante che le persone studino e ricevano auditing almeno fino a Clear .. poi libera scelta .
        Quindi non creiamo confusione a coloro che si stanno avvicinando ora , diamogli un fattore di realtà comprensibile ed accettabile ……..poi …Ron era umano ..punto !

      • Marco

        Pierpaolo… non mi eri sembrato male ultimamente…
        Ma però se insisti nel dire cose poco carine…

        Io credo che in questo blog chiunque abbia messo in dubbio un sacco di cose, LRH, la Tech, l’Organizzazione, molte Policy, ecc. ecc.
        Ma siccome poi La Reception promuove l’auditing e lo studio di Scn, significa che ha già preso una posizione… dunque credo che in questo ambiente un po’ di tatto andrebbe usato.

        Se dici che provi repulsione per… significa che cerchi un litigio, non è ovvio?

        Dunque non è una questione di turbare (come dici di Luigi), è una questione che fai arrabbiare, perché offendi chi ha già deciso… ; chi ha deciso che la maggior parte delle cose dette e scoperte da LRH, ed i suoi collaboratori, è reale e veritiera (anche se LRH è stato messo molto in discussione e si sono notati parecchi errori di qualche tipo, ecc. ecc.).

        Beh, tu ti sei già dichiarato più volte contro… dunque, il persistere è un pò diabolico, per così dire.

        Nel senso che… tu non stai cercando di capire, non sei qui a fare delle domande, a sollevare questioni su argomenti tecnici e/o amministrativi od organizzativi, o sul perché è andata cosi con la Cof$… ; sei qui per dire quanto Scn e Ron siano sbagliati… per cui chi ti legge si irrita.

        Mi sto sbagliando?
        Hai un sincero (o recondito) interesse per capire, hai una speranza di venirne a capo in qualche modo (tu forse vuoi Scn, ma non ce la fai ad accettarla più per torti subiti)?
        O hai già una certezza certa che di Scn non vuoi più sentir parlare?

        Se sei qui a dire cose, anche con il rischio di provocare reazioni ostili, un po’ vuol dire che sei ancora con qualche dubbio!?
        Sbaglio?

        Spero di aver usato il tono corretto.

  54. Luciano

    é vero Silvia siamo immersi e siamo anche energia con una sostanziale differenza pero;Il thetan ovvero noi siamo i creatori di questa energia.Permetetemi ,forse in ritardo di esprimere un profondo cordoglio per le persone morte a Lampedusa nostri fratelli alla ricerca di una liberta e di un vivere sereno e democratico.Disposti a mettersi in gioco al prezzo della loro stessa vita.Con affetto Luciano.

    • Hai ragione Luciano, le tragiche vicende come quella di Lampedusa non possono che essere da sprone per operare nella direzione di un mondo migliore.
      Come?
      Migliorando noi stessi, valorizzando ed incrementando il nostro amore e compassione verso le dinamiche della vita.
      Non creando antagonismi, bensì validando le realtà comuni, i buoni propositi e le buone azioni.
      Essendo tolleranti, ma vigili.
      Essendo d’esempio con le nostre vite, essendo “interessati” piuttosto che “interessanti”.
      E cosi via, lascio a te e agli altri condomini “estendere la lista”.
      Un abbraccio
      Guido

    • i puntini di Diogene...

      Lampedusa ci tocca da vicino e il cordoglio è sincero, ma ogni mattina e ogni sera bisognerebbe recitare un requiem per tutti i deceduti a causa di violenze nel mondo… Se non sono engram questi?!!…
      ………..
      Ritornando alla questione theta-energia è facile presumere che il thetan se ne stia al di fuori dal mest e che al tempo stesso si ritrovi in esso ma come immagine postulata di se stesso in evidente condizione di gioco…
      Noi thetans traiamo sensazioni dal mest immettendo e ricevendo indietro (presumibilmente) onde di energia da incommensurabili a grossolane e ciò in relazione al livello o capacità di emissione-ricezione (forse a noi più comprensibile come “livello di tono”)…
      Non possiamo essere nel mest, ma lo percepiamo come se ci fossimo dentro… esattamente come l’occhio umano rispecchia una scena, ne fa un’immagine microscopica con accurati dettagli, sfumature di colori, luminosità, profondità, dimensioni relative, movimento, ecc. e alla fine (che c’entri il cervello o meno) noi ci sentiamo “dentro” la scena che ci appare all’esterno… beh, è esperienza comune, il thetan “immagina” di essere nella stessa situazione: è fuori e dentro allo stesso tempo (se il tempo esistesse, ma qui l’infinito e il relativo si toccano)…
      L’esteriorizzazione (mi azzardo a dire) è solo consapevolezza (se possibile, “certezza”) di essere qualcosa di diverso, senza limiti spazio-temporali ma con la possibilità di emettere-ricevere a piacimento flussi di energia sotto forma di immagini e sensazioni… nel qual caso, ovviamente, il nostro bravo thetan interagisce col mest “sapendo” di esserne fuori…

      • Giordano Bruno

        Esteriorizzazione: sapere che sei “nel” mondo, ma non sei “del” mondo… Mi ritorna ancora in mente il film Matrix…

        • i puntini di Diogene...

          la mia è un’interpretazione da sillabario scientologico… ma già Platone ne discuteva nel Mito della Caverna, ricordi?

          • Giordano Bruno

            Certo Diogene, ricordo bene. Platone è stato il mio primo filosofo preferito quando studiavo al liceo.
            In questo gioco, però, pare che ci troviamo con caverne nelle caverne in altre caverne…

          • i puntini di Diogene...

            Sembra che sia così, caro Giordano… un universo di specchi che si ri-ri-ri-ri-riflettono ad libitum?
            Ma non drammatizziamo… l’imu non è ancora stata prevista sulle caverne :))

      • Pier Paolo

        A proposito di specchi ed energia vi rimando ad un link che tratta l’argomento dal punto di vista del Feng Shui: giusto per ritornare un attimo, senza basarsi SOLO su “opinioni” personali, su un argomento che ha generato molto “movimento”!
        http://www.lavorincasa.it/articoli/in/arredamento/lo-specchio-e-il-feng-shui/

        • i puntini di Diogene...

          Pier Paolo, se ti ho dato l’impressione di ironizzare sul fattore specchi, credimi non è affatto così…
          C’è un modo di dire molto significativo che recita “gli occhi sono lo specchio dell’anima”… ed è incontestabile il fatto che l’occhio “rispecchi” l’ambiente che sta osservando e quindi è lecito ipotizzare che normalmente il thetan (l’osservatore vero e proprio che codifica le immagini) percepisca le immagini riflesse sulla retina e non l’ambiente stesso (di cui farebbe as-is)… E’ un meccanismo di salvaguardia perché prova a pensare cosa “vedrebbe” il thetan se “guardasse” il mest nella sua essenzialità o costituzione… atomi, luce, movimenti flash, il nulla?…
          Invece, se tutti usiamo lo stesso genere di occhi, possiamo goderci e condividere lo stesso panorama e seguire lo stesso film… è un piccolo grande trucco, esattamente come i meccanismi mentali che ci accomunano… certo che i pesci, le formiche e i condor non sono come noi, loro “vedono” un mondo diverso… come succede, d’altronde, a qualche umano…

  55. Giordano Bruno

    Cari amici,
    ho saputo che fra gli indipendenti c’è qualcuno che è senza lavoro.
    In uno spirito di aiuto: se qualcuno ha notizie su offerte di lavoro nell’area bresciana, lo dica pure.
    Grazie,
    G.B.

  56. Giordano Bruno

    Sulla scia della provocazione di Pier Paolo vi racconto qualcosa di strano.
    Ho avuto diversi contatti con la tradizione nativa americana Lakota e ho imparato ad associare i volti delle persone agli animali. Credo infatti che esistano almeno un centinaio, o forse più, di “archetipi” fra le costituzioni umane (http://it.wikipedia.org/wiki/Archetipo). Quel che sto dicendo non riguarda gli studi di Lombroso, bensì la tradizione nativa americana.
    Non avete mai fatto caso che ognuno di noi assomiglia ad un animale?
    Ho sempre intravisto nel volto di Hubbard le fattezze del cinghiale, probabilmente quello era il suo “animale medicina” o “spirito guida”.
    Beh dovete sapere che, secondo questa antica tradizione, coloro che hanno fattezze simili anche anche esperienze simili.
    Ho incontrato nel corso della mia vita 3 persone con l’archetipo del cinghiale. Ed entrando in contatto con loro sono venuto a conoscenza delle loro aree di interesse. Si trattava di una donna e due uomini.
    La donna era a capo di un’organizzazione spirituale, era il leader e l’insegnante spirituale di riferimento in quel gruppo.
    Un uomo faceva il pilota ed era su un cammino spirituale.
    L’altro uomo era uno psichiatra che curava con metodi alternativi, perché anche lui era su un cammino spirituale.
    Tutti e tre avevano forti capacità di leadership, di comando, una forte autodeterminazione, l’interesse ad aiutare gli altri e una forte spiritualità. Ogni archetipo ha anche il suo lato oscuro: in tal caso era la sete di potere.
    Qual è l’archetipo di David Miscavige…. secondo me il “furetto”.
    Un caro saluto,
    G.B.

    • i puntini di Diogene...

      Interessante… osservo però che sono eoni che un thetan non si dà la briga di creare un corpo a sua immagine e somiglianza… troppo complicato, rischioso e scomodo, va di moda accontentarsi di quelli in circolazione… si direbbe che il thetan rimodella il corpo trasferendovi la sua impronta, tentando così di esternare la sua indole e ad alcuni riesce meglio che ad altri, i quali altri normalmente ne soffrono…
      Il fatto è (se non vado errato) che almeno per noi mammiferi è imperativo che due DNA si intreccino per formarne un terzo simile ma mai uguale… e quindi non si arriverà mai neppure a ipotizzare se vi siano mai stati più corpi che spiriti, cosa che effettivamente non interessa a nessuno, ma la “macchina impastatrice” dei corpi non si è ancora fermata dai tempi dei tempi e pare che funzioni ancora a meraviglia…
      Questo per dire che il thetan può togliersi dalla testa (qualora ne avesse una) di essersi creato il corpo di cui si è invece impossessato (e a quanto pare ritiene ciò un overt)… Ma i corpi non sono condensati di energia programmata da una qualche Entità Genetica? Allora per eliminare la materialità (illusoria) del corpo (attuale) si deve annullare anche l’Entità Genetica (oltre le Menti Somatiche degli innumerevoli corpi posseduti)? Sembra un’impresa titanica… o forse è solo un indovinello… A proposito: ma dove vanno a finire “le zecche” quando il corpo muore? (Tranquilli, ho solo gettato un sasso nello stagno…)

      • Marco

        Credo che se elimini la GE, poi ti tocca fare il lavoro di mantenere in vita il corpo tutto da solo (respirare, far girare il sangue, digerire…).
        Certo si possono eliminare un pò di entità/ridge appiccicate al corpo… così che non ci sia troppa confusione e cacofonia di “voci”, ma credo che un pò di “gente” che si occupa di fa andare il coprpo sia una necessità.

        Le “zecche” dove vanno? Intendi “i manovali” che fanno andare “la macchina”? Credo che semplicemente si spostano in altre forme e/o altre cellule…

        E’ un pò difficile sapere/capire che il corpo è gestito da un sacco di gente?!

        A me è capitato di avere un gatto in casa… non avevo mai avuto animali prima… così mi sono accorto che lo guardavo cercando di vedere della vita intelligente… e anche cercavo di comunicare (credo) con l’essere che gestiva li il corpo…
        Beh, sono rimasto molto deluso… il gatto non dava segno di capire o comunicare nulla.

        Per dire che secondo me la maggior parte degli esseri mest, si occupano solo delle necessità primarie corporali e per quanto riguarda comuncarci… non c’è una vera possibilità, se non su base stimolo risposta (hanno softwear comportamentali ben definiti).
        Cioè a dire che ‘sti esseri vanno semplicemnte inquadrati per quel che sono o hanno deciso di essere… l’importante è che non interferiscano/disturbino più di tanto l’autodeterminazione del thetan consapevole di essere consapevole.

    • Giordano Bruno

      Credo che il triangolo di ARC fra il Thetan e l’entità genetica abbia anche a che fare con la “scelta” del corpo in cui incarnarsi… sempre che di scelta possa trattarsi…
      Comunque, quando un mese fa ho visto a un convegno un tizio che assomigliava ad Hubbard “Il Cinghiale” e, scambiando due chiacchiere con lui gli ho chiesto di cosa si occupava, sono rimasto molto colpito quando mi ha detto che era un pilota d’aereo…
      Mi manca di trovarne un altro che fa lo scrittore… magari di fantascienza…. e poi il puzzle è completo….
      Pier Paolo, magari ne trovo uno che fa lo stregone…
      Ahahahahaha
      Un caro saluto,
      G.B.

  57. Giordano Bruno

    Cari amici,
    stamane ho attestato Grado IV. E’ stato il grado che mi è piaciuto di più e che mi ha portato maggiormente in profondità.
    Paolo è come un segugio quando va a caccia dei tartufi di servizio… ops facsimili di servizio.
    Ho compreso l’origine di alcuni tratti ben consolidati del mio carattere che ora si sono sciolti. Mi sento veramente più libero da quelle condizioni in cui mi ero (ahimé volontariamente) ficcato.
    Tra l’altro abbiamo scovato anche un mega-overt del 1740 che ha avuto i suoi effetti karmici molto interessanti in questa vita. Della serie, ciò che ho seminato ho raccolto e poi, a mia volta, mi sono auto-inflitto (flusso1).
    Che dire: W la scala del Pre-Havingness.
    E di seguito abbiamo iniziato NED… e percorso già una bella catena che come base aveva la nascita….
    Un caro saluto a tutti e grazie di cuore a Paolo,
    G.B.

  58. Silvia Chiari

    COMPLIMENTI Giordano Bruno!! e complimenti per la cultura che ti sei fatto e che mi piace conoscere quando ce la fornisci .
    Silvia

  59. Giordano che dire:più veloce della luce.
    Attest e poi start Ned.
    Complimenti a te e a Paolo.
    Buon proseguimento.
    Ciao Adriano

  60. Marisa e Guido

    Caro Giordano, siamo veramente molto contenti dei risultati che stai ottenendo. Successi che si riverberano su tutto il campo indipendente, a dimostrazione che il Ponte è percorribile per chiunque lo desideri senza le imposizioni della così detta scientology ufficiale.
    Un abbraccio
    Guido e Marisa

  61. i puntini di Diogene...

    Evidentemente sei un ottimo pc, XX detto Giordano, VWD!!…
    Sei uno che vuole capire quello che sta facendo e, al contrario di chi semplicemente compra la bicicletta pensando di andare lontano, a te piace pedalare… ma anche leggere e guardare fuori dalla finestra e ciò fa di te un campione difficile da superare…
    C’è posto nel tuo mercatino per una lampada usata? sono indeciso se barattarla con un iPod o un iPad…

    • Giordano Bruno

      Mavalà…
      Che tipo di pc sono non saprei, dovrebbe dirlo Paolo, dato che io non ho esperienze da paragonare.
      Le lampade usate mantengono fascino e funzione… gli iPod o iPad, no…
      Un abbraccio XX detto Diogene,
      G.B.

      • i puntini di Diogene...

        Sì, d’accordo G.B…. ma vuoi mettere la velocità dei pc moderni? Altro che le lampade a carbonella… :))
        Ma Facchinetti esiste ancora o è già al suo secondo clone?

        • Giordano Bruno

          Indubbiamente la velocità fuori dalla CofS ha un altro significato di quella all’interno della Chiesa.
          Il cavernicolo è vispo e attivo… e dalle caverne ad oggi ne sa una più del diavolo.

          • i puntini di Diogene...

            Ohibò! Che in via Cavallotti a Milano ci fosse una caverna non me n’ero accorto… a me appariva come un appartamento e fu colà che il futuro diavoletto audì pure i miei gradi… con ampia ed equanime soddisfazione: mai errore di gioventù fu tanto benaccetto… Salutoni!

          • Giordano Bruno

            “Cavernicolo” è uno dei nickname che gli ha affibbiato Etica&Balle…

  62. Luc

    Bravissimo Giordano! Queste sono le cose che mi piace sentire! Dato che parliamo di Gradi, informo che a breve riprenderò il mio Grado 0 e poi su fino al 4… Ci sarà da divertirsi 🙂
    Con ARC
    Luca

  63. Marco

    Complimenti Giordano, hai fatto i gradi con molta decisione ed intenzione… e come si percepisce dal tuo entusiasmo, forte interesse e comunicazione di questi ultimi mesi, senz’altro con ottimi risultati.

    In bocca al lupo per il tuo Ned.

  64. Giordano Bruno

    Una citazione tecnica riferite ai GPM:

    “Essere o non essere è il terminale. Fare o non fare è il goal. Avere o non avere è l’Oppterm. Uno tenta di raggiungere, che equivale ad accordo, e il MEST è in disaccordo; quindi ogni tentativo di raggiungere va a finire nella frustrazione dell’Oppterm.
    “Per portare la cosa alla sua ultima semplicità, si può dire che voi state percorrendo un Reach e Withdraw sulla Traccia del tempo.
    Una volta qualcuno disse: “Stai quieta anima mia e sappi che tu sei Dio”. Non è una citazione esatta, credo, dalla Bibbia, ma esprime esattamente il problema dello Statico e della sua relazione a un Gioco su una Traccia del Tempo che sta persistendo. Lui ha coinvolto se stesso troppo da vicino al Cinetico diventando così parte del movimento da diventare ora un caso di “Fermate l’Universo, voglio scendere”.
    “poiché nella creatività di un Thetan avete la sola macchina perfetta di movimento perpetuo nell’universo, il vostro lavoro è di svegliarlo per fargli vedere che è la sua causatività, non il MEST, che è la sorgente del problema”.
    Irene Mumford

    • Marco

      Bellissime ‘sto paragrafo Giordano… mi piace la logica e la competenza (che traspare evidente).
      Dimmi: dove posso trovare da leggere questo autore Irene Mumford?
      Grazie

      • Giordano Bruno

        Fa parte del pacco di Dianasis che mi ha dato Paolo.
        E’ una citazione del primo capitolo, tratto da una conferenze di Irene Mumford del 22/04/1986 dove introduce la tecnologia di Dianasis.
        Qui fa una riesamina molto acuta della tech di Scientology e ciò che lei ha sviluppato a partire da questa.
        Sarebbe molto interessante prendere alcuni brani di questo capitolo e farne un post. Ci sono riflessioni molto interessanti sulla tech.
        Invito tutti a commentare più nel dettaglio la citazione.
        Un caro saluto,
        G.B.

        • i puntini di Diogene...

          C’è parecchio da commentare ma non ho tempo ora di scrivere…
          La citazione nel suo insieme è condivisibile… essendo però molto sintetica rischia di apparire incompleta per non dire – ma penso che non lo sia – troppo semplicistica…
          E’ sempre interessantissimo condividere i propri, anche differenti, punti di vista…

    • davideluppi4

      Sarà una mia impressione o è solo l’ introduzione a un capitolo interessante a me sembra molto soft ed illustra quello che ha già ha detto e ben spiegato Ron , mi sembra un pour parler .

      David

      • Giordano Bruno

        Sì Davide è soft ed è una sintesi di ciò che Hubbard aveva già detto. La Mumford non si è inventata niente di nuovo. Grazie a tutte le ricerche precedenti, di Hubbard e dei suoi collaboratori, è riuscita a fare una sintesi mirabile.
        Però ha scoperto in quali punti della tech sui GPM Hubbard c’aveva azzeccato e in quali no.
        Dopodiché ha fatto funzionare la tech che è in grado di dissolvere i GPM effettivi e fare key-out di quelli implantati.
        Direi che non è male…
        Un caro saluto,
        G.B.

        • davideluppi4

          Ciao Giordano , molto bene sarebbe un motivo per conoscere qualcosa di più.

          Complimenti del tuo successo sul Grado IV e la Forza sia con te .

          David

        • Marco

          Giordano, dici: ” Però ha scoperto (la Mumford) in quali punti della tech sui GPM Hubbard c’aveva azzeccato e in quali no.”.
          Beh, se dicevi questa cosa in chiesa… eri subito scomunicato 😉
          Cmq io volevo capire meglio, adesso sono curioso… come si fa ad avere un pò di materiali della Mumford?
          Possibile che tu “me li presti” via email?
          Grazie

          • Giordano Bruno

            Giordano Bruno fece un’esperienza bruciante, in tal senso, altro che scomunicato…
            A onor del vero, certe volte Hubbard ci ha azzeccato e altre no. Altrimenti lui stesso non avrebbe continuato a modificare il processing in tutti quegli anni.
            Dove ha potuto, ha sempre migliorato e semplificato il ponte. Altre cose non ha mai terminato di farle funzionare… e sono ancora lì che aspettano delle spiegazioni.
            Il pacco che ho è una fotocopia e non credo che Paolo sia d’accordo che io la condivida. Per correttezza dovresti chiedere a Paolo il permesso di averlo….. se acconsente potrei scannerizzarlo e iviartelo via email.
            Ti assicuro che è veramente molto interessante e molto semplice. E sono sicuro che se Hubbard avesse visto questo materiale, sarebbe stato molto contento e gli avrebbe fatto mettere la sua firma… perlomeno finché la Mumford fosse rimasta nelle sue grazie.
            Propongo di fare un post, magari il prossimo, dove trascrivere il primo capitolo del pacco, tralasciando però i dati della tecnologia di Dianasis (che non mi sembra corretto finiscano sul web). Le premesse sono assolutamente scientologiche, quindi interessanti per tutti noi.
            Un caro saluto,
            G.B.

    • Marco

      Va beh, Giordano, allora accogliendo il tuo invito di analizzare il paragrafo di Mumford…

      Rileggendo meglio il paragrafo in questione la mia attenzione è stata attratta da quello che penso sia il nocciolo della questione:

      “Uno tenta di raggiungere, che equivale ad accordo, e il MEST è in disaccordo; quindi ogni tentativo di raggiungere va a finire nella frustrazione dell’Oppterm.”

      Ron ha parlato molto di questo… dire da parte della Mumford che è l’universo Mest in disaccordo… mi pare eclatante (scorretto); non ricordo bene, ma mi pare che è il contrario, cioè che il problema è che: è il Thetan che va troppo in accordo con il Mest da diventare, alla fine e dopo tanto accordo, Mest lui stesso (o molto vicino alle regole del Mest). Dunque?

      Ma poi anche: “Lui ha coinvolto se stesso troppo da vicino al Cinetico diventando così parte del movimento da diventare ora un caso di “Fermate l’Universo, voglio scendere”
      Beh, questo è molto risaputo, detto e ridetto da Ron, con altre parole: il thetan è “intrappolato” dentro all’universo Mest. La soluzione è recuperare la consapevolezza di sé, fino a diventare causa sull’Essere o non Essere dentro al Mest. O anche essere consapevole che stai facendo un gioco e che è “solo” un gioco… “un gioco è sempre aberrato… ma un gioco è molto aberrativo giusto quando non sai che stai giocando”.
      Recuperare la consapevolezza di sé e del gioco universo Mest è la risposta e lo si fa gradualmente con il Ponte attuale.

      Poi ancora: “…il vostro lavoro è di svegliarlo per fargli vedere che è la sua causatività, non il MEST, che è la sorgente del problema”
      “Svegliarlo”… vale quanto detto appena sopra, il Ponte lo sveglia.
      Ma… dire che è la sua casualità (e non il Mest) la sorgente del problema… mi pare azzardato. Il Thetan è solo causatività.
      Fattore 1 “Prima dell’inizio c’era una Causa e l’unico scopo della Causa era la creazione di un Effetto”.
      Oppure Mumford dovrebbe spiegare meglio cosa intende..; definisca “la causatività è il problema”… immagino intenda la sua causatività inconscia/compulsiva che crea il Mest!?

      Ma questo concetto “che è la sua causatività ad essere il problema” è dubbio… perché è teoricamente vero (Richard dice che c’è la via d’uscita) che un thetan può tirarsi fuori dal Mest (magari quando smette di creare/essere causa compulsivamente), ma credo che l’universo Mest non scomparirebbe per tutti gli altri.
      Dunque un thetan può mettersi fuori dell’universo mest, magari solo per… guardare.
      Ma a quel punto non è lui che lo sta causando… sono gli altri tehtan rimasti! Ergo: l’universo Mest esiste comunque…

      Va beh, tanto per cianciare.
      Un caro saluto

      • Luc

        Ciao Marco, concordo. Anche se qualcuno fosse uscito da questo universo, questo resterebbe per tutti gli altri dato che è un accordo di punti di vista. Credo che nella sua complessità e globalità la cosa resti molto soggettiva, ed il MEST sparisce per te (in quanto hai sciolto qualsiasi accordo e considerazione) ma non per qualcun altro. Il thetan si è intrappolato da solo, con tutti i suoi accordi,postulati,considerazioni… Quindi è grazie alla sua grande causatività che si trova qui.
        Con ARC
        Luca

        • Marco

          Si Luc, sono d’accordo con te…

          Ma una cosa… : è vero che la grande causatività del Thetan lo ha portato ad intrappolarsi così tanto, certo… ma perchè in primo luogo ad un certo punto (all’inizio di tempi… se questo definizione del tempo a senso) ha deciso di avere un gioco.
          Cioè ha deciso di non essere più onnisciente, e/ma senza un gioco. Aveva bisogno di una randomity 50% prevista, 50% non prevista… un gioco (“libertà, barriere, e uno scopo”).
          Così ha postulato di… : non conoscere.

          Ha postulato qualcosa che lo ha poi messo nei guai, e poi in una spirale discendente di guai, ma è stato a causa della necessità di un gioco…
          Senz’altro poi, per la sua mancanza di esperienza/conoscenza di quel che faceva, via via che il gioco si complicava (se una cosa così per un Essere onnisciente è possibile… ma sembra di si), le cose si sono ingarbugliate. Ha cominciato a fare errori, a subirli, a di nuovi commetterne (sequenza Overt/Motivatore), compreso diventare un intrappolatore di thetan…

          Chissà perchè ha cominciato ad intrappolare altri? Credo per errori su errori e mancanza di conoscenza di come tirarsi fuori dagli errori (commessi involontariamente, o meno).

          Comunque secondo me è molto limitativo e forse banale dire che si è messo nei guai “perchè aveva/ha un’alta causatività”. Il Thetan non sapeva/poteva fare nient’altro che causare.

          E’ come dire che… che ne so? Un uomo gli viene mal di stomaco a causa del fatto che mangia. Già sennonché non può far a meno di mangiare… Meglio dire che deve stare attento a cosa mangia.

          Ovvero stare attento a cosa postula/considera/causa… ma stare attento non significa non postulare/causare.

          E’ la Cof$ insegnava questo… ricordo un Ot8 di tanti anni fa che alla sua festa per l’attestazione (non ha Flag, ma all’org di casa) disse: “adesso ho capito bene come mi devo comportare per restare libero e non avere guai… quello che non devo fare è … non fare overt”.
          Già…! Mah, credo che Ron gli avrebbe detto: “ma che stai facendo…? Ti stai trattenendo?”
          Io ricordo infatti che ho pensato che il tipo aveva subito un… una gran fregatura. Una minore libertà…

          La soluzione non è : non essere causativi… la soluzione è: “essere consapevole di essere consapevole che sei causativo…”

          Sapere che hai causato di avere un gioco… che per definizione è aberrativo.

          Va beh, non so bene… mi sembra è un cane che si morde la coda… ma credo che la verità sia nel mezzo: “è possibile avere un gioco solo se sei consapevole che… che poi, anche, dovrai recuperare/riparare i tanti errori che di sicuro andrai a commettere”.

          Le condizioni di etica un pò dicono questo: “in una attività (in un gioco) non può esserci nulla di statico, o cresce o sale…”.
          Dunque è possibile che per pò vai bene e poi per un pò vai meno bene…

          Ed allora (per finire) è vero quello che dice quel genio di LRH: “SE UNA PERSONA CONOSCE LA TECH DI COME FARE QUALCOSA E LA PUO’ FARE E LA USA, NON PUO’ ESSERNE EFFETTO NEGATIVAMENTE.”

          • Giordano Bruno

            Ottimo, veramente ottimo Marco.
            A proposito di: “Chissà perchè ha cominciato ad intrappolare altri? Credo per errori su errori e mancanza di conoscenza di come tirarsi fuori dagli errori (commessi involontariamente, o meno)”.
            Ricordi la storia della vestale del tempio e del sacerdote? E’ nelle conferenze sulla Traccia Intera. Lì Ron spiega molto chiaramente come si finisce di essere come l’Oppterm di un GPM.

      • Giordano Bruno

        Ottima riflessione Marco, complimenti.
        Io credo che sia proprio la causalità del Thetan il problema, perché ha iniziato un gioco ed ora ne è divento effetto. E’ effetto della sua causa, questo è il problema.
        Credo che la Mumford con: “Uno tenta di raggiungere, che equivale ad accordo, e il MEST è in disaccordo; quindi ogni tentativo di raggiungere va a finire nella frustrazione dell’Oppterm”, intendesse dire che ogni scopo fallito è considerato dal Thetan frustrante, quindi il lui fa dell’ostacolo (un chi o un che cosa) qualcosa a cui opporsi, che diventa un Oppterm di un GPM. Perché lo fa, sempre per il fatto che ha dimenticato che sta giocando un gioco e che è lui, a volte, può essere la causa dei suoi effetti.
        Io ho iniziato con il Grado I e IV a vedere qual è la mia parte di responsabilità e quali sono i postulati alla base dei miei facsimili di servizio. E’ vero che il ponte procede tutto in questa direzione. Così anche Dianasis, che applica questi concetti unicamente ai GPM.
        Un caro saluto,
        G.B.

        • Giordano Bruno

          Vediamo di applicare questi concetti al Giornale di Ron ’67?

          • Marco

            “Vediamo di applicare questi concetti al Giornale di Ron ’67?”
            Cosa intentendi Giordano, a quale parte del Journal ’67?

          • Giordano Bruno

            Marco, se riesci, per favore, fai un post dove metti la trascrizione della traccia 7 (verso la fine), la 8 e l’inizio della 9 della conferenza “Massa dei problemi sulle mete”, del Congresso “Mani Pulite” (purtroppo io non ne ho la trascrizione). Oppure ascolta quelle traccie e poi leggi il Giornale di Ron ’67 da quel punto di vista…
            Se puoi, metti per favore quel trascritto nel Post su Francesco Meridies, dato che di seguito c’è il Giornale di Ron ’67.
            Un caro saluto,
            G.B.

        • Giordano Bruno

          Scusate gli errori grammaticali… dovrei scrivere più lentamente e rileggere ciò che ho scritto…

        • Marco

          A beh Giordano, se è questo quello che intendeva dire Mumford… in effetti potrebbe essere plausibile… è sempre una questione che: il thetan gioca, ma da un pò non sa che sta giocando e non ricorda che è un thetan causativo…
          Ma è certo che a questo livello siamo già parecchio in basso…
          Infatti sembra sia così: “il thetan di solito lo troviamo sotto lo zero sulla scala del tono”.
          Mamma mia… quanto tempo è passato da quando abbiamo cominciato a scendere la china!? Non è l’eternità… , ma poco ci manca.
          Ma, nota positiva, una volta risolta la cosa, il tempo passato non conterà più una pippa… 😉

  65. Luc

    Ciao G.B, ma quindi il percorso R6EW e Clearing Course hanno a che fare con le GPM da implant?

    • Giordano Bruno

      Non credo che la R6EW sia in grado di distinguere un GPM effettivo da uno implantato. Ma su questa domanda dovrebbe rispondere Paolo.

      • Luc

        Mi sa che hai ragione, alla fine lo scopo della R6EW è rendere Release dal Bank. Dando una rapida occhiata ai materiali non ho visto nessun accenno di differenza tra i due tipi di GPM. Dopo il Clearing course dovrebbe occuparsi dei GPM da implant.

    • Luc

      Capiti a fagiolo G.B, giusto settimana scorsa ho visto un libro intitolato “Avventure fuori dal corpo” e mi ha subito attirato tanto da acquistarlo. Dopo ho scoperto che l’autore William Buhlman è uno dei massimi esperti americani in campo di esperienze extra corporee, è un libro che consiglio in quanto offre comunque molti spunti di riflessione.
      Questo libro che citi tu Giordano, mi sembra molto interessante.

      • Giordano Bruno

        Quel libro è molto interessante.
        Monroe è stato uno dei primi a parlarne al grande pubblico. La sua biografia ha diverse affinità con quella di Hubbard.
        Monroe ha anche ideato uno strumento, Hemi-Sync, che favorisce l’esteriorizzazione.

  66. billy cage

    Cari amici, non entro in dettagli tecnici perchè rispetto a voi sono molto impreparato.
    Ho però la necessità di esprimere la mia riconoscenza per poter assistere alle vostre interessanti chiacchierate che mi arricchiscono e mi confortano riportandomi sullo SCOPO.
    Il contatto con le vostre dicussioni mi trasmette molto THETA ed il solo rammarico che ho è che sono geograficamente lontano dalla vostra area.
    Ma ho anch’io un successo da raccontare e sono sicuro di farvi sorridere per l’ lingenuità di come sono caduto in una trappola e solo adesso ne sono definitivamente uscito.
    Un paio di anni fa cominciai per caso a giocare a poker on line, il famoso Texas Holdem che è esploso in rete.
    Premetto che non mi sono assolutamente rovinato,che non credo ci si possa arricchire al gioco d’azzardo e che quando caricavo del denaro sulla Poker Room consideravo già di aveli persi.
    Quindi in tutta serenità passavo ore ed ore a cazzeggiare ed ovviamente mi ci divertivo.
    L’unica cosa che veramente perdevo era il tempo ed essendone consapevole questa controintenzione non mi faceva godere appieno il tavolo da gioco, tanto che quando arrivavo ad essere in vincita puntualmente perdevo tutto nel folle tentativo di fermarmi.
    Brutta bestia la dipendenza dal gioco, credo la peggiore che abbia sperimentato. Ho avuto un trend consecutivo di mesi e mesi in cui giocavo fino alle 4 del mattino e riuscivo ad alzarmi alle 7 per andare a lavorare.
    Ero un vulcano di adrenalina ma non potevo continuare così, lo sapevo, non aveva alcun senso. Avrei dato chissà che cosa per poter gestire il mio impulso e dedicare magari solo il fine settimana al gioco ma niente da fare se stavo in casa la sera mi mettevo a giocare e via così fino al mattino.
    Poi è capitato che mi ero fatto un discreto gruzzoletto relativamente al mio tipo di gioco e anche questa volta, come svariate altre, ho giocato con l’impulso di perdere e finire tutto nel tentativo di smettere.
    Per un giocatore del mio livello sarebbe stata l’opportunità di prendere il volo e puntare a vincite sempre più alte, avevo grossi margini per sopportare le normali sconfitte.Ed invece mi sono castrato con le mie mani.
    La morale di tutto questo? Non saper gestire un gioco per il puro divetimento ma essere spinto compulsivamente a giocare. Alla fine ho deciso di smettere e mi sono cancellato dal sito dove giocavo e mi sono detto, “beh, ho provato anche questa, in fondo le esperienze rendono completi, mi sono divertito e non mi sono fatto troppo del male, punto e a capo.”
    Vi ho raccontato tutto questo perchè non volevo trattenerlo ma questo non vi stupisce più di tanto. Adesso mi è veramente REALE il concetto di trappola!
    Un abbraccio, viva la libertà!

    • Hai ragione Billy, grazie per aver condiviso la tua esperienza e Pass per il Successo !

      • Luc

        Bravo Billy, non fa sorridere perchè queste cose hanno fregato moltissima gente. Quindi bravo due volte per esserne venuto fuori a testa alta e con una nuova realtà sulla/e trappola/e.
        Con ARC
        Luca

    • Marco

      Bravo Billy, ottimo punto di vista: “ciò che non amazza ingrassa”… cioè hai capito qualcosa da un’esperienza.

      Come dicevo nel mio commento precedente: un thetan se non ne fa esperienza non sa che è una trappola…
      Ma la cosa positiva è che se poi quel thetan riesce a comunicare com’è fatta la trappola, altri possono non caderci dentro.

      Credo che la trappola, la compulsione che poi porta a spendere tutto il proprio denaro e spesso ad indebitarsi con il gioco, sia connaturato già nell’etichetta del gioco : “d’azzardo”, cioè molto rischioso, perchè rischi denaro… o meglio sarebbe dire disastroso, visto che moltissimi giochi d’azzardo hanno già in sè le probabilità sbilanciate… cioè ti fanno perdere di sicuro (poi magari per non voler desistere dopo aver perso troppo, uno insiste per tentare di vincere almeno un pò… ma a quel punto, insistendo, lui finisce in un buco).

      Questo gioco che sembra ludico, in realtà è un sistema per fregare la gente (visto che impegni soldi)… l’uomo (antisociale) è abituato a pervertire le cose piacevoli o utili.

      Basta pensare alla madre di tutte le perversione, la più criminale, la perversione del sistema monetario: un sistema monetario virtuoso ed onesto crea civiltà; la sua pervesione fa milioni di morti nel pianeta.

  67. Luc

    Ho un quesito per voi… Leggendo questi libri di viaggi astrali, si nota che queste persone quando si esteriorizzano hanno una sensazione di vibrazione, formicolio, rapido movimento ecc… Tra l’altro mi pare che anche Richard nel suo libro ne fa una descrizione simile. Avete qualche esperienza simile da descrivere?
    Con ARC
    Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...