FRANCESCO MERIDIES attesta OTII !!!

SIETE SCIENTOLOGIST INDIPENDENTI ? PENSATE CON LA VOSTRA TESTA !

otIl lavoro di squadra dà sempre degli ottimi risultati,

Organizzati ma sparpagliati ( :D ) sempre più gruppi cooperano

in tutta Italia affinché una Scientology Libera al di fuori dei monopoli

esista e produca.

Bravo Francesco, bravi tutti i terminali che ti hanno aiutato e seguito

affinché tu potessi arrivare qui ora.

Goditi il tuo successo e buon lavoro per OT III !!!

” IL MURO DEL FUOCO”

Francesco

——–

Ciao Francesco,

ho finito OT2, volevo inviarti il mio successo e ringraziarti ancora, senza te e la reception non avrei avuto le vittorie che sto avendo.

“Su OT2 il mio mondo è cambiato, sono riuscito ad essere molto più determinato, in comm con gli altri e più causativo sulla vita.

Prima ero abbastanza indeciso sulle cose, molti dubbi, molte incertezze.

Ora le decisioni arrivano e le prendo, non mi faccio più problemi, so che devo fare in un certo modo e lo faccio.

Le mie percezioni dell’universo e degli altri è cambiata, sono molto meno reattivo, cerco la mediazione, parlo con gli altri per cercare ARC.

Tutto ciò prima era difficile.

Naturalmente mi accorgo che questo cambiamento ha fatto cambiare anche il rapporto che gli altri hanno con me.

Grazie a Ron che ci ha spianato la strada, al C/S Paolo che mi ha guidato ma anche a voi della Reception che avete realmente permesso che il ponte fosse percorribile da tutti.

Francesco Meridies

 Di nulla Francesco, i tuoi successi sono anche i nostri ed il mio compenso piu’ grande e’ leggere i vostri successi !

Un abbraccio, Francesco ! Ecco cosa presto ti si presenterà :

——————

Giornale di Ron ‘67

Questo è un nastro del 20 settembre 1967, registrato su un’isola in mezzo al mare, ed è indirizzato a tutto lo staff e a tutti gli studenti delle organizzazioni di Scientology. Il rumore di sottofondo che sentite in effetti non è il rumore del nastro, ma il vento che urla arrampicandosi su per la scogliera e raggiungendo il punto in cui mi trovo. Davanti a me c’è un immenso mare blu, solcato da navi, e al di sopra di me, alcune soffici nuvole e un sole splendente.

Vi sto facendo questo breve discorso, perché può darsi che vi siate chiesti che cosa stessi facendo. Le dicerie sono a dir poco non molto affidabili e, in un mondo wog come questo, è probabile che non si avvicinino neanche lontanamente alla verità. Non mi piace gettare un velo di mistero sulle nostre attività.

Avrete sentito parlare della Sea Org, l’Organizzazione del Mare, e molto probabilmente, col passare del tempo, ne sentirete parlare ancora. In realtà, questa è soltanto un’altra organizzazione di Scientology, con la differenza che si occupa di attività e materiale estremamente avanzati. I membri del suo personale sono OT. La sua missione è portare i Clear a raggiungere e superare rapidamente i livelli superiori, con sicurezza e certezza. Ha inoltre la missione di assicurare il rispetto dell’etica.

Sulla Terra, sarebbe assolutamente impossibile portare la  totalità della tecnologia di Scientology senza prima portare l’etica. Abbiamo imparato che la tecnologia non prospera in un’area che è inturbolata e in cui sono presenti molti soppressivi e molti fattori che si oppongono ai lati migliori dell’esistenza. Il progresso delle nostre organizzazioni è proporzionale all’ordine che esse portano al loro interno e nelle aree immediatamente circostanti. Solo così, avremo una tecnologia efficace e funzionante. L’unica volta in cui la tecnologia di Scientology è inefficace è quando non viene usata o quando viene notevolmente alterata.

Per spiegarvi brevemente gli antefatti di questi avvenimenti, come in una specie di Giornale di Ron, devo parlarvi di alcune delle cose che sono successe negli ultimi anni e di cui non siete particolarmente ben informati – ne sono certo – ma di cui avrete sentito qualche vaga diceria.

Il 22 gennaio 1963, la Food and Drug Administration (1) fece un’irruzione ad armi spianate nella nostra organizzazione di Washington; appena prima, avevamo offerto all’allora presidente Kennedy di assisterlo nei suoi programmi nazionali con l’uso di Scientology. A quanto pare, la sua risposta a questa offerta consistette nell’ordinare un’irruzione nella nostra organizzazione.

In quel momento, decisi che le organizzazioni dovevano assolutamente predisporre una linea di difesa, e che io dovevo accelerare il progresso della tecnologia e completare l’intero soggetto in un tempo molto breve. Probabilmente, dal 1963 in poi, ho compiuto in pochissimi anni un progresso che equivale a circa un secolo di ricerca, e ora sono in grado di informarvi che ho totalmente completato la tecnologia necessaria per andare da wog ad OT.

Grazie alle abili azioni dell’organizzazione di Washington, alla difesa che ho organizzato e ad altre cose, l’irruzione dell’FDA si è conclusa in un nulla di fatto. L’udienza si è tenuta alcuni mesi fa, e finora non ho ancora avuto nessuna notizia di risultanze emesse o di altre azioni intraprese.

Negli Stati Uniti, ci sono stati diversi attacchi a proposito delle tasse sul reddito contro Washington, me stesso e lo status di associazione senza scopo di lucro delle organizzazioni locali. E desidero informarvi che tutto questo, ora, è stato rinviato; si può dire che il governo l’abbia messo in naftalina in attesa di qualche tipo di azione. Qualche mese fa e l’anno scorso, io stesso sono stato oggetto di qualche attacco a proposito delle tasse sul reddito negli Stati Uniti. Entrambe queste cause sono state vinte da noi, e questo ha praticamente eliminato qualsiasi pericolo per l’organizzazione di Washington, poiché il governo usava gli attacchi contro di me come pretesto per confiscare le organizzazioni di Washington. In questo, ha fatto totalmente e assolutamente fiasco.

Nel 1966, sapendo che il mondo non sarebbe andato avanti per sempre senza guerra, e sapendo che per noi sarebbe stato molto opportuno avere tutti i nostri materiali in un luogo sicuro, mi recai nell’Africa meridionale per organizzare un’area in cui questo progetto potesse venire realizzato. Quel che accadde laggiù, è che le popolazioni di quei paesi cominciarono a scrivermi fiumi di lettere entusiaste. Feci diverse apparizioni alla radio e alla TV ed acquisii una grandissima popolarità; un tipo di nome Smith e alcuni altri, non potendo sopportarlo, rifiutarono di estendere il mio visto. È tutto quel che accadde.

Ci sono stati parecchi attacchi parlamentari contro di noi, e lo stato di questi attacchi è molto interessante. Soltanto un parlamento – quello di Victoria, in Australia – ha intrapreso un’azione di qualche tipo, mentre tutti gli altri parlamenti non sono riusciti a dare inizio a nessuna azione, e, uno dopo l’altro, si sono ritirati dietro le quinte.

Tutte queste azioni contro di noi sono state compiute negli ultimi 17 anni. In seguito alla questione sudafricana, mi resi conto che era assolutamente necessario che individuassi chi, in questo pianeta, ci stava attaccando.

Gli attacchi seguivano sempre lo stesso modello. Percorrevano sempre gli stessi canali giornalistici, usavano sempre lo stesso tipo di membro del parlamento, e pensai che avrei fatto bene ad indagare a fondo su questa faccenda.

L’organizzazione assunse – in effetti li aveva già assunti prima che io tornassi dall’Africa meridionale – parecchi investigatori privati di successo e dotati di una lunga esperienza professionale i quali condussero indagini sulla faccenda per conto nostro. I risultati delle loro attività – sebbene siano ancora in corso – ci hanno rivelato tutto ciò che ci serviva sapere riguardo a qualsiasi nemico che avevamo su questo pianeta. I nostri nemici su questo pianeta sono meno di dodici uomini.

Sono membri della Bank of England e di altri circoli finanziari superiori. Possiedono e controllano catene di giornali, e, per quanto possa sembrare strano, sono i direttori di tutti i gruppi di sanità mentale che sono spuntati nel mondo. Bene, questi tipi sono molto interessanti. Hanno un passato incredibilmente corrotto, figli illegittimi, prevaricazioni varie … sono persone repellenti. A quanto pare, una volta, in un passato piuttosto lontano, hanno scelto di seguire una certa linea d’azione.

Avendo il controllo della maggior parte delle riserve d’oro del mondo, hanno dato il via a un piano per trascinare ogni governo alla bancarotta e tenerlo in pugno, in modo che nessun governo fosse libero di prendere azioni nel campo politico senza il loro permesso. Il resto del loro piano apparente consisteva nell’uso della sanità mentale – vale a dire dell’elettroshock e della lobotomia prefrontale, praticati dagli psichiatri – per eliminare dalla loro strada qualsiasi dissenziente politico. Erano loro i promotori del disegno di legge “Siberia” (che fu quasi approvato dalla Camera dei Deputati, negli Stati Uniti, e che, se ricordo bene, fu approvato dal Senato), un disegno di legge che conferiva a qualsiasi governatore di qualsiasi stato degli USA il potere di prelevare semplicemente chiunque dalla strada e di mandarlo in Alaska. Noi sconfiggemmo questo disegno di legge “Siberia” e molti altri decreti analoghi di “sanità mentale” (tra virgolette), ma prima d’ora non abbiamo mai saputo da chi provenivano.

Comunque sia, questa gente è riuscita, per mezzo di raggiri vari, a far sì che quasi ogni governo del mondo le fosse debitore di ingenti somme di denaro. E, naturalmente, controlla il sistema delle tasse sul reddito e le finanze statali… Wilson, per esempio, l’attuale premier d’Inghilterra, è del tutto implicato negli affari di queste persone, e in effetti non parla d’altro.

Essi hanno organizzato questi gruppi di igiene mentale che sono spuntati contemporaneamente in tutto il mondo, e ogni cosa il cui nome comprende “sanità mentale” o “igiene mentale” o altre cose di quel tipo (altre cose con nomi analoghi) fanno tutte parte dell’organizzazione capeggiata da questi uomini (in realtà meno di 12).

Tutto ciò è molto interessante, perché abbiamo cominciato ingenuamente ad avanzare nel 1950, e ci siamo imbattuti direttamente in questo vastissimo complotto. Se esistesse una cura per i disturbi mentali, allora la gente direbbe: “È meglio mandarlo da un auditor”; e se qualcuno fosse sottoposto a elettroshock o a lobotomia prefrontale, la gente comincerebbe a fare delle domande, invece possono eliminare efficacemente i loro nemici e oppositori politici soltanto con questi tipi di trattamento.

È ovvio che queste persone sono veramente molto soppressive, e in effetti sono abbastanza infelici. Stanno lottando contro i Marziani, e chiunque è loro nemico. Vengono serviti proprio male. Ognuno dei loro uomini può essere comprato con un centinaio di sterline. Come tutti i soppressivi, queste persone naturalmente non sono capaci di completare un ciclo d’azione, e quando si occupano di qualcosa scelgono sempre l’obiettivo sbagliato. Hanno fallito in quasi tutte le parti della loro missione, eccetto quella di far sì che ogni governo diventasse insolvente e avesse debiti enormi nei loro confronti.

Bene, questi tipi controllano le catene di giornali attraverso un membro del loro gruppo, Sir – non so se è un Sir – comunque è Cecil King, e queste catene di giornali arrivano in Africa meridionale, arrivano in Australia, arrivano naturalmente in ogni parte del mondo. E questa catena di giornali è stata lo strumento di cui si sono serviti per tentare di crearci una cattiva reputazione.

È molto interessante notare che l’unico sforzo che abbiano mai intrapreso sia stato semplicemente screditarci. Questo è ciò che ci si può aspettare che facciano: semplicemente screditarci e screditare il fatto che la nostra tecnologia funzioni. Nelle loro menti non c’è il minimo dubbio sul fatto che la nostra tecnologia funzioni, perché molte altre attività analoghe, come Subub (2), ecc., hanno potuto continuare la loro strada senza che le disturbassero affatto. È stata soltanto la tecnologia estremamente funzionale di Scientology a suscitare la loro ira. Hanno messo insieme archivi piuttosto interessanti su di noi, sui membri del nostro gruppo e sulle nostre organizzazioni, e i loro ordini contenuti in questi archivi, riguardo a che cosa fare in proposito, costituiscono un interessante oggetto di lettura. Naturalmente, noi abbiamo delle copie complete dei loro archivi.

E, ovviamente, per loro è stata una sfortuna scontrarsi con qualcuno che è stato addestrato nel campo dell’intelligence dai governi alleati… e cioè con me, e le loro misure di sicurezza e la lealtà dei loro uomini non erano sufficienti a tenere alla larga gli investigatori privati mandati da noi. Si è trattata di una vera e propria attività stile 007 che in questo momento è più o meno finita. Comunque, noi abbiamo i nostri archivi su di loro. E che cricca di corrotti che sono.

Dovessimo mai pubblicare ciò che sappiamo, penso che probabilmente ce ne sarebbe abbastanza da screditarli completamente. Ma la nostra posizione riguardo a questi 12 tipi… Penso che in realtà siano 10; arrivano a 12 contando anche i loro tirapiedi principali… penso che non riusciranno mai ad avere successo in niente. È raro che i soppressivi abbiano successo. L’inflazione graduale li sta portando verso il punto in cui perfino i loro patrimoni personali probabilmente si eclisseranno nel crollo che loro stessi stanno fabbricando. Anche il loro denaro, naturalmente, diventerà privo di valore a causa dell’inflazione graduale.

Bene, queste persone non sono il nostro obiettivo principale. Non ci stiamo dedicando neanche lontanamente alla loro distruzione, altrimenti avremmo utilizzato già da molto tempo le informazioni che abbiamo su di loro. Se steste guidando un’autopompa verso un violento incendio, e alcuni cani bastardi cominciassero a inseguirvi latrando, non penso che vi fermereste per lottare coi cani, a meno che, naturalmente, non foste completamente pazzi. Questa è la nostra posizione. C’è un incendio, che stiamo andando a spegnere, e questa è la linea d’azione che stiamo seguendo, mentre l’altro non è che un avvenimento secondario che ci ha ostacolati e ha reso l’impresa relativamente difficile. È abbastanza difficile guidare un’autopompa con una decina di cani bastardi che le corrono intorno e le si gettano sotto le ruote.

Ma potete rendervi conto istantaneamente che il mondo non è pieno di gente che ci è contro. In realtà, hanno esagerato, e il pubblico, ora, ha cominciato a voltarsi nella nostra direzione. Hanno detto troppe cose che non erano vere. La persona che è stata assunta da Sir William Carr – uno di questi tipi – per annientare Scientology tramite la stampa, era stata nominata redattore del London Daily Mail. Ha pubblicato nella sua colonna personale, un sacco di malignità riguardo a Scientology, e il risultato finale è stato che la tiratura del giornale è scesa di 80.000 copie, e lui è stato licenziato. Inoltre, si è trattato dell’unico giornale di Londra che ha intrapreso un programma di questa natura contro Scientology.

Recentemente, una certa rivista ha scritto la lettera più interessante che penso di aver letto da un po’ di tempo a questa parte. Volevano sapere quando avrebbero potuto intervistarmi, perché dovevano avere un articolo su un uomo che stava cambiando i nostri tempi e che fosse questo, che fosse quello… tutto molto lodevole. Abbastanza sorprendente.

La condizione dell’FDA è abbastanza sorprendente: nei comunicati stampa che hanno divulgato, hanno detto che dovevano essere molto prudenti con me, perché non si poteva sapere dove sarei potuto comparire. Andavano avanti per molte pagine, dicendo che gli Scientologist sono molto elusivi e l’intero tono della cosa era che avevano paura di noi. Questo è molto interessante, perché si dà il caso che noi non stiamo dando loro la caccia. Ma il loro attacco, adesso, consiste nel dire che siamo noi a dare la caccia a loro, non loro a noi. A dire il vero, se solo sapessero… non ce ne importa un bel niente!

Il programma che ho preparato e intrapreso nel gennaio del 1963 ha avuto un esito completamente positivo. In tutto il mondo, in questo momento, a parte alcuni guaiti che si sentono qua e là, le cose sono più tranquille che mai. Stiamo superando la faccenda piuttosto facilmente. La grande vigilanza delle organizzazioni e dei loro staff, i servizi degli investigatori privati, la mia strategia in merito e l’eccezionale lavoro di Mary Sue, la nostra azione coordinata e generale e il non esserci permessa nessuna distrazione dai nostri scopi principali, tutte queste cose sono risultate nel conseguimento di una grande vittoria per noi. E oltre a tutto questo – nonostante tutte le altre cose che dovevo fare – sono riuscito a portare a buon fine, a portare avanti fino alla sua piena conclusione, la ricerca e tutto il resto, da Clear a OT.

Bene, come forse avrete sospettato, non conduco necessariamente una vita tranquilla. Non ero fatto per una torre d’avorio, o persino per una scrivania. E negli ultimi mesi, le mie avventure sono state, a dir poco, piuttosto interessanti.

Se saremo elusivi, diventeremo forti. Ho esaminato le statistiche, e siamo cresciuti costantemente, al punto che nessuno potrebbe venire a sapere esattamente che cosa stiamo facendo. Perciò ho mantenuto considerevoli misure di sicurezza – e così dovrà continuare ad essere – sulle attività che stiamo svolgendo. Ma questo non significa naturalmente che esse siano un segreto per gli Scientologist.

Il mio destino è stato di introdurre una tecnologia che fosse contraria a piani accuratamente preparati e subirne le conseguenze per molti degli anni successivi. E il ciclo dell’opinione pubblica è di nuovo in ascesa sul soggetto della mia persona. Secondo la stampa, dovevo essere un perfetto diavolo, un demonio, mentre ora sembra che io sia un uomo che sta cambiando i nostri tempi, e cose del genere. Beh, francamente, non mi importa affatto ciò che il pubblico pensa di me. L’unica cosa che m’interessa è completare il lavoro. E, come ho già detto, ho avuto diverse avventure in questo settore.

Nel dicembre del 1966, sono giunto alla conclusione che ero arrivato al punto massimo a cui potevo arrivare senza intraprendere un’ulteriore azione diretta con la nostra tecnologia. E così ho usato un vecchissimo principio di Scientology che consiste nel mettere la parte ferita esattamente sopra il luogo in cui è stata ferita. Se andaste a sbattere la testa contro una certa porta, e poco dopo tornaste indietro e toccaste quella porta con la testa, soffrireste per un attimo tutto il somatico dell’impatto. Per produrre esattamente questo fenomeno, dev’essere il punto esatto. E così decisi che avrei fatto meglio a darmi da fare per mettermi in contatto con uno o due punti esatti – non che riguardassero me particolarmente – ma piuttosto dove, in epoche passate, sono successe le cose che hanno dato inizio alla fine – o che sono state la fine – di questa civiltà, così come esisteva allora. Senza parlare a nessuno di questo o di ciò che intendevo fare, andai fuori, rischiai la vita e riuscii ad arrivare fino in fondo a questa faccenda.

Il mistero di questo universo e di questa particolare area dell’universo è stato completamente occluso per quanto riguarda la sua traccia. Nessuno è mai riuscito a fare una grande scoperta, a portarla a termine e a sapere che cos’è accaduto. In effetti, questo mistero è talmente occluso, che se qualcuno ha tentato di penetrarlo (come sicuramente molti hanno fatto), questo qualcuno è morto. Il contenuto di quest’area è così maligno da essere accuratamente predisposto per uccidere chiunque ne scopra l’esatta verità.

Così, nel gennaio e febbraio di quest’anno, mi sono ammalato gravemente, ho quasi perso questo corpo, ma in un modo o nell’altro sono riuscito a farcela, a procurarmi questi dati e a sopravvivere ad essi. Sono assolutamente sicuro di essere stato il primo a sopravvivere al tentativo di procurarsi questi dati. Il materiale di cui sto parlando è naturalmente materiale di livello molto avanzato. Mi perdonerete se non ve lo descrivo in chiari dettagli, ma è molto probabile che farebbe ammalare anche voi.

Bene, durante il resto dell’anno fino ad ora – e cioè nei sei mesi seguenti – il mio compito è stato quello di scoprire qualche modo per portare le persone attraverso quest’area, restando incolumi. Non era sufficiente che io fossi sopravvissuto ad essa; anche altre persone avrebbero dovuto fare altrettanto quando avessero raggiunto lo stato di Clear e cercato di salire oltre quel punto. E circa 5 o 6 settimane fa, sono finalmente riuscito a fare un’importante scoperta grazie alla quale si è potuto portare altre persone attraverso quest’area restando incolumi. Ora è relativamente facile farlo, ammesso che si sia un auditor estremamente ben addestrato. Attraversare la Fascia di Fuoco ed uscire sani e salvi dall’altra parte è possibile, a condizione che venga applicata l’esatta tecnologia.

Nessuno rischia di scontrarsi con questo ai livelli inferiori, poiché riguarda la formazione della società stessa in cui viviamo. Una persona è Clear nella prima dinamica. Per diventare OT, è necessario diventare Clear in tutte le dinamiche, compresa quella della società e quella dell’universo fisico.

E così ho fatto anche questa scoperta. E non mi dispiace dirvi che c’è voluto un bel po’. Questa è stata la cosa più difficile che abbia mai affrontato in tutti questi 18 anni. E l’ho affrontata in modo che non sia difficile per voi affrontarla, una volta che raggiungerete quel punto.

Ho formato l’Organizzazione del Mare composta da OT per avere un’area in cui uno Scientologist si possa recare per attraversare con sicurezza quest’ultimo muro di fuoco. Poiché la strada verso OT ha a che fare con lo stare di fronte, stare di fronte alla vita e stare di fronte sia al male che al bene della vita, i membri dell’Organizzazione del Mare stanno anche diventando molto esperti nell’occuparsi del MEST e nello starvi di fronte. Questo, comunque, non fa parte del programma per le persone che devono attraversare quest’ultima barricata.

“Perciò, l’Organizzazione del Mare sta semplicemente organizzando delle basi che siano al di fuori delle strade più battute.dagli uomini, e in queste basi potremo portare attraverso le persone e, oltre a risolvere anche le situazioni riguardanti Scientology, per aiutarla a conseguire il rispetto dell’etica su questo pianeta”. – Ron

Le obiezioni al conoscere la verità assoluta di questo universo, e ciò che gli è accaduto e perché, sono così profondamente inculcate nella gente, che è necessario che ogni livello estremamente avanzato sia relativamente lontano dalla società e non sia situato ai crocevia del mondo. Perciò, l’Organizzazione del Mare sta semplicemente organizzando delle basi che siano al di fuori delle strade più battute dagli uomini, e in queste basi potremo portare attraverso le persone e, oltre a risolvere anche le situazioni riguardanti Scientology, per aiutarla a conseguire il rispetto dell’etica su questo pianeta.

Anche se non c’entra con questo discorso, può interessarvi un po’ sapere che tutta questa recente attività è stata abbastanza dura per questo povero corpo. Ho rotto la sua schiena, ho rotto il suo ginocchio, e adesso ho un braccio rotto, a causa dell’enorme sforzo di queste avventure. Ci si chiederà quindi: “Ma allora, se è in condizioni così buone, come mai sta distruggendo il suo corpo?” Beh, quello è il problema. Ho grandi difficoltà a scendere al basso livello di potenza di un corpo, e se qualcosa accade improvvisamente nelle sue vicinanze, lo muovo bruscamente o lo tiro con violenza in qualche direzione, ed è molto, molto difficile tenerlo in buone condizioni. Lo sto tenendo in vita perché è un simbolo e perché è ancora utile e perché sarebbe sconvolgente, almeno per la parte wog del mondo, se il simbolo di questo corpo dovesse svanire. Ma sicuramente è dura per lui, e sicuramente è dura per me.

Durante la ricerca delle basi e mentre venivano costituite, ho percorso moltissime miglia marine e, dato che le navi disponibili non erano ancora pronte, ho usato un piccolo yacht, l’Enchanter. Nonostante sia una nave d’acciaio e sia molto, molto robusta, ha navigato in mari che erano molto al di là della sua classe e delle sue possibilità. Ed essendo costruita con tecnologie e motori wog, c’è voluta una notevole dose di genio per far sì che questa nave continuasse a funzionare.

Per farvi capire fino a che punto sia andata la cosa, vi dirò che nel corso di queste ricerche e della fondazione di queste basi, gli ultimi mesi da soli sono stati sufficienti ad esaurire le energie di parecchi equipaggi di OT. Non è esatto dire che sono stati esauriti; il fatto è che questa nave ha completamente “spremuto” i suoi equipaggi abbastanza rapidamente, ed essi sono poi ritornati ad altri lavori e ad altre attività per recuperare le forze. Dato che sono passate solamente poche settimane da quando ho trovato il passaggio giusto, queste persone non hanno ancora attraversato il muro di fuoco di ciò che in realtà si chiama Sezione 3 di OT, e così stanno avendo anche loro i loro problemi. E proprio ora abbiamo cominciato a far fare la Sezione 3 di OT a tutto il personale dell’Organizzazione del Mare che sia idoneo per questo; e dopo non sfiniremo più così tanti equipaggi.

Ma queste persone sono eccezionali. Sono eccezionali. Dovreste vederle. In qualsiasi organizzazione del mondo, sarebbero delle celebrità. Se una di queste persone arrivasse qui, indubbiamente la conoscereste di fama. Hanno una reputazione straordinaria. Otterrebbero risultati positivi, e forse si potrebbe dire che le loro azioni di successo sarebbero necessarie per le loro organizzazioni e per le loro zone per aiutarle immensamente. Ma ho già fatto un esperimento. Sono andato da solo nell’Africa meridionale, per vedere se un singolo OT, senza nessun aiuto, può ottenere dei risultati positivi contro l’ambiente circostante. E ho constatato che non otterrebbe molti risultati. Ma un gruppo di OT sarebbe del tutto irresistibile, ed è indispensabile per realizzare questo tipo di operazione. Perciò gli OT ottengono i risultati migliori insieme ad altri OT.

La missione delle organizzazioni è formare la prima parte del ponte dal mondo wog al livello di Clear. Da Clear a OT, c’è la stessa distanza che da wog a Clear.

Le organizzazioni stanno eseguendo splendidamente questo loro compito. Ci sono soltanto pochissime cose in cui potrebbero migliorare: ottenere un rispetto più rigoroso dell’etica, far applicare la tecnologia più esattamente, fare esami più precisi (poiché dalle dichiarazioni errate sorgono problemi senza fine) ed espandersi di più e più velocemente fra il pubblico.  Questo è ciò che le organizzazioni dovrebbero fare.

I singoli auditor e Scientologist stanno compiendo benissimo la loro missione, stanno andando splendidamente. Non potrei mai elogiarli abbastanza.

Nei gradi inferiori, una persona ha a che fare principalmente con se stessa e col proprio caso o coi familiari più prossimi; via, via che si sale verso l’alto, si diventa più interessati all’ambiente e al mondo in cui si vive. E assieme a questo interesse arriva la realizzazione che non tutto è andato bene.

È verissimo che 75 milioni di anni fa, su questo pianeta e sugli altri 75 pianeti che formano questa confederazione, accadde un’enorme catastrofe. Da quel momento in poi è stato un deserto, ed è toccato ad una manciata di uomini tentare di portare la sua tecnologia fino al livello in cui qualcuno potesse avventurarsi in quest’impresa, penetrare nella catastrofe e annullarla. Siamo a buon punto verso il raggiungimento di questa meta.

Man mano che la sua capacità di stare di fronte aumenta, anche il suo livello di responsabilità aumenta. Un OT non può essere un OT in un mondo che è insano o in un universo che è folle.

Sebbene sia quasi impossibile immaginare l’immensità del lavoro da compiere, è vero che stiamo facendo lunghi e sicuri passi in avanti, e raggiungeremo la nostra meta. Non abbiamo più a che fare con la durata della vita umana, che è di 70 anni, abbiamo a che fare con i secoli. E ai livelli superiori, abbiamo abbastanza tempo per farcela, ammesso che lavoriamo abbastanza rapidamente ai livelli inferiori enell’ambito della struttura della società stessa, per impedirle di autodistruggersi prima che noi conseguiamo i nostri scopi e le nostre mete.

Dire che vogliamo salvare questo settore è forse un po’ al di sopra della vostra realtà. Nessuno è riuscito a farlo per 75 milioni di anni. Noi siamo i primi. In questo periodo di tempo, per le sue popolazioni non c’è stato nient’altro che sofferenza e miseria.

La vita non è necessariamente un miserabile marasma e la popolazione di un pianeta non è necessariamente composta di pazzi. È molto facile porre rimedio alla situazione generale. In questa società, ci sono molte, molte, molte, molte persone che sono felici di averci, che sono felici di aiutarci e che saranno felici di andare avanti. La malattia di cui essi soffrono ha effettivamente lo scopo di fermare od ostacolare un movimento come il nostro, ma questo non è molto importante. Abbiamo già una piena padronanza delle cose necessarie per il conseguimento della vittoria finale.

Bene, spero che questo discorso sia stato in qualche modo istruttivo, e che vi aiuti a comprendere quel che sta succedendo. La situazione è completamente sotto controllo. Sotto molti aspetti, ciò che stiamo facendo è estremamente prudente, ed è molto necessario. E anche se forse non si fa parte dei livelli più elevati, delle basi e delle aree avanzate di Scientology, è comunque alquanto degno di lode far parte delle sue organizzazioni, a qualsiasi livello. Ogni uomo è utile, ogni donna è utile. Senza il vostro sostegno non potremmo fare niente, perciò siamo molto felici di avere quel sostegno.

È inevitabile che qualsiasi elemento soppressivo eserciti forti pressioni su di noi e se gli venisse permesso di penetrare nell’organizzazione e di denigrare i nostri piani e le nostre attività, i nostri scopi e perfino i nostri miglioramenti, in quella misura perderemo. Perciò, all’interno delle nostre organizzazioni, dobbiamo avere un perimetro di etica ermetico, e coloro che stanno facendo commenti sprezzanti riguardo a ciò che sta succedendo, stanno semplicemente cercando a modo loro di ostacolare il progresso. In realtà, l’unico risultato che otterranno è ostacolare se stessi.

Visto che da un po’ di tempo non sentivate parlare direttamente di me – o non sentivate niente direttamente da me – ho pensato che sarebbe stato meglio darvi una conferenza per dirvi qual è la situazione e come stanno le cose. E posso assicurarvi che chiunque sia stato collegato alla grande catastrofe di tanto tempo fa, è rimasto morto praticamente per lo stesso periodo di tempo. Hanno causato la catastrofe e sono morti nel giro di 6 anni. Non abbiamo nessun nemico oltre ai soppressivi, uomini che drammatizzano che sono essi stessi le vittime di qualcosa che accadde qui.

Da qui in avanti, il mondo cambierà. Ma se cambierà e si riprenderà, sarà grazie allo Scientologist, sarà grazie all’auditor e alla sua competenza tecnica, sarà grazie all’organizzazione, allo staff dell’organizzazione e alla sua dedizione. In tutto il vasto universo non c’è altra speranza per l’uomo, oltre a noi stessi.

Questa è una responsabilità enorme. Per troppo tempo, l’ho sostenuta da solo. Ora voi la dividete con me.

Questo, comunque, è il gioco in cui tutti vincono; non importa quale azione di etica venga intrapresa, non importa quali attività vengano portate avanti, alla fine tutti vinceranno.

Vi sono molto grato perché esistete. Ho bisogno del vostro aiuto. Ho bisogno del vostro sostegno. E qualunque cosa stiate facendo in Scientology, all’interno o all’esterno delle organizzazioni, state aiutando me, e state aiutando noi, e state anche avanzando verso la risoluzione dell’aberrazione, della guerra e della costernazione in questo universo.

Una differenza essenziale tra noi e quelli che deridono questi sforzi, è che noi sappiamo dove ci stiamo dirigendo, sappiamo cosa stiamo facendo e stiamo avanzando lungo un sentiero molto sicuro, lodevole e onesto.

Noi stiamo facendo il nostro lavoro. Non si può dire altrettanto di altri.

Sono molto contento di aver avuto quest’opportunità di parlarvi, e spero che i dati che vi ho spiegato vi aiutino un po’ a capire ciò che sta succedendo, a dissipare dubbi o interrogativi e, cosa più importante, spero che vi siano utili a coordinare gli sforzi per andare avanti e per creare un mondo migliore e un universo migliore.

Grazie molte per essere qui. Apprezzo quel che state facendo. Ho bisogno del vostro aiuto e vi sono molto grato per quello che avete fatto. Arrivederci, per ora. Vi rivedrò più avanti, dall’altra parte del Ponte.

L. Ron Hubbard

132 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

132 risposte a “FRANCESCO MERIDIES attesta OTII !!!

  1. Luc

    Devo dire che OT 2 è un livello che mi attira in modo particolare, ma per ora attenderà.
    Nel frattempo complimenti vivissimi Francesco, dritto alla meta.
    Con ARC
    Luca

  2. Marco

    Complimenti a Francesco Meridies, bellissimo successo da un gradino non indifferente.

    Francesco, tu scrivi qualche volta su LaReception?

    Buona continuazione
    Marco

  3. Giordano Bruno

    Grande! Continua così!

  4. Giordano Bruno

    Quando anni fa mi avvicinai alla Chiesa di Scientology, ricordo che mi proposero di firmare il contratto da un miliardo di anni.
    Naturalmente rifiutai. Mi sembrava una proposta piuttosto incongruente…

  5. i puntini di Diogene...

    Facciamo il tifo per te, Francesco… e che il viaggio ti sia propizio!

  6. Complimenti Francesco, OT II è un punto cruciale dei livelli pre-OT, ora che hai superato questo scoglio sei pronto per affrontare lo spazio-tempo del caso!
    Un abbraccio
    Guido e Marisa

  7. Giordano Bruno

    Marco, per favore, fai un post dove metti la trascrizione della traccia 7 (verso la fine), la 8 e l’inizio della 9 della conferenza “Massa dei problemi sulle mete”, del Congresso “Mani Pulite” (purtroppo io non ne ho la trascrizione).
    Provate ad ascoltare quella parte di conferenza. Poi leggete il Giornale di Ron ’67 da quel punto di vista…
    un caro saluto,
    G.B.

    • Marco

      Giordano, prima o dopo lo faccio…

      • Marco

        Giordano le conferenze che dici (7,8,9) sono piuttosto lunghe come è possibile metterle tutte in un comnmento?
        Se vuoi te le scanerizzo (con calma) e te le faccio avere… , ma dimmi meglio: quali sono i paragrafi che vorresti quotare?

        • Giordano Bruno

          Ciao Marco, non le conferenze 7, 8 e 9. Ma solo una parte della conferenza “Massa dei problemi sulle mete”, del Congresso “Mani Pulite”, quella che in quel CD è la traccia 7, 8 e 9. Non è molto lunga. Non avendo i trascritti non posso farlo.

  8. Marco

    DAL BLOG ACCADEMIA 8008

    MARINA RUBINO e UMBERTO CHIFARI SONO OT VIII INDIPENDENTI
    http://accademia8008.wordpress.com/2013/09/24/marina-rubino-e-umberto-chifari-ot-viii-indipendenti

    I loro successi:

    Marina
    Questo livello OT ha maneggiato un altro aspetto della mia vita.
    Ho rimesso a posto alcune unità di attenzione che inconsapevolmente erano dirette sulla mia traccia e non in tempo presente.
    Indirizzando la mia attenzione su di esse è come se avessi dato loro un riconoscimento, e quelle unità di attenzione sono tornate in tempo presente.
    Oltre a ciò ho riacquistato la certezza di alcune verità su me stessa, ed è stato come averle riabilitate eliminando qualsiasi dubbio su di esse.
    Questo livello ha completato tutto il lavoro che ho fatto sui livelli OT precedenti e lo considero un premio che Ron mi ha voluto fare.
    Adesso sono pronta per andare oltre l’arcobaleno!
    Ringrazio Renata e Claudio Lugli per l’immenso lavoro che stanno facendo nel guidare e condurre per mano tutti quegli esseri che vogliono farcela e, applicando la tec di Ron, stanno aiutando tante persone ad andare libere verso il regno OT.
    Renata e Claudio, avervi conosciuto è stato un privilegio perchè grazie a voi ho potuto continuare il percorso sul Ponte e raggiungere nuovi livelli di consapevolezza.
    Ron, amico mio, anche questo è fatto! Non finirò mai di ringraziarti abbastanza per tutto il lavoro da te svolto a beneficio dell’umanità e per avermi permesso di arrivare dove sono.
    La tua tec ha salvato la mia vita ed io te ne sarò sempre grata!
    Con amore Marina
    ________________
    Umberto
    Questo livello è un premio che Ron ci ha voluto fare dopo un duro e grandioso lavoro fatto da OT I fino a OT VII.
    Ho acquisito e riabilitato delle “mie Verità” che fanno parte del mio passato e che rimarranno nel mio futuro con la certezza che sono mie.
    Con OT VIII si chiude elegantemente un percorso e si entra con forza dirompente nel REAME OT.
    Adesso ho tanta voglia di “GIOCARE” …… e, cosa più importante, di aiutare altre persone ad andare ad OT!!
    Ancora una volta e con più ammirazione e stima, ringrazio Renata e Claudio Lugli per il grandioso lavoro che svolgono giornalmente con responsabilità e dedizione, facendo sì che tante persone possano andare avanti sul Ponte, sono certo che Ron sarebbe fiero di loro.
    Ringrazio Ron con amore e rispetto, senza la sua tecnologia la vita sarebbe continuata ad essere buia e triste
    Grazie Ron!
    Umberto

    COMMENTO del Post di Marina e Umberto:

    “Ed adesso cosa avremmo dovuto fare?
    Fermarci ed aspettare i successivi Livelli OT che non esistono?… Quelli di miscavige, cioè OT IX, OT X, ecc.? Questi livelli esistono solo nella mente aberrata e contorta di miscavige e purtroppo nell’illusione degli Scientologist che ancora accettano i suoi ordini, ma che vanno sempre di più a diminuire.
    Noi preferiamo seguire la strada tracciata da Ron!
    E quindi?
    Abbiamo detto a Renata e Claudio Lugli: “Noi siamo stra-VGI per il cammino che abbiamo fatto fino ad OT VIII e siamo pronti per andare al di là dell’arcobaleno!”.
    E loro ci hanno risposto: “ Eccovi le chiavi!”.
    Le “chiavi” naturalmente sono quelle di Ron, che il malefico miscavige aveva fatto sparire, e sono esattamente i materiali di OT IV, V e VI originali. Sono quei Livelli OT che non si possono fare se prima non vengono risolti alcuni aspetti del caso andando attraverso ai Livelli OT da I a VII.
    Così Marina ed io dopo aver attestato OT VIII ci siamo subito buttati in nuova avventura:
    OT IV originale!!!
    Tutta un’altra storia… e che storia!
    OT C’È E NOI CI SIAMO!!!”

    Beh, io faccio sinceri complimenti a Marina e Umberto, il loro lavoro è stato veramente notevole, straordinario e di esempio per tutto il campo Indi.

    Invece se possibile vorrei un commento tecnico riguardo ai livelli che adesso Marina e Umberto si apprestano ad iniziare…
    Sembra un percorso con una sua logica…!?

    • Partendo dal presupposto che l’OTVIII e’ un pacco e questo era sostenuto apertamente anche da Claudio o In vari post sull’Indipendologo, noto che il Dio grano a volte fa miracoli e dona Rehab a Livelli fino a poco prima malcagati.
      Auguri !

      • Marco

        Beh Francesco, una risposta piuttosto secca e perentoria… : non è che forse nel frattempo hanno “rivisto” l’Ot8 (magari è qualcos’altro che non Ot8 di DM)? In effetti sarebbe una grossa incoerenza se fosse l’Ot8 della Cof$, un livello tanto criticato e definitivamente stigmatizzato dal campo Indi (il campo Indi quello competente).

        Ma al di là della bontà o meno di questo livello Ot8… , fare poi i livelli Ot4-5-6 precedenti a Nots è una strategia corretta?
        Lo chiedo perchè mi pare che Richard dopo Ot7 consiglia qualcos’altro…

        • Luc

          Marco, qui puoi trovare alcuni successi su quei livelli: http://www.scientologyreviews.com/auditing ; http://scientolipedia.org/info/Category:Success_Stories
          Da quelle che mi hanno sempre detto riguardano le abilità exterior del thetan, dovrebbero essere cose tipo Route 1.
          Se guardi il Ron journal 30 (mi pare) quello del 78, Ron mette il ponte cosi: OT 1,2,3 Ot 7 (che è un procedimente per riabilitare l’intenzione), NOTS Rundown, OT4,5,6 e alla fine OT 8 ed afferma che l’anello mancante era proprio Nots. Magari Richard potrebbe illuminarci con un altra storia…
          Un saluto
          Luca

        • Dear Marco, ora riesco a risponderti degnamente, dopo 11 ore di lavoro Domenicale che tanto nobilita l’uomo ma sopratutto l’agenzia delle entrate.
          Il mio commento schietto e sincero e’ stata una semplice “risposta lampo ” ossia un obnosi della scena attuale in quella direzione.
          Magari saro’ stato un po’ poco PR man, ma ti posso assicurare che dopo aver passato un enorme quantita’ di tempo ed energia a pulire terze parti che arrivavano da quell’androne, sono stato ancora un Gentleman.
          Tornando all’OTVIII attestato, e’ appurato non essere il livello naturalmente successivo al completamento di Solo Nots ( OT VII ), sicuramente dara’ i suoi benefici, come li puo’ dare una L1C o dei semplici Ruds.
          Di procedimenti presenti nei materiali di LRH, ne possiamo trovare a centinaia che in nessun meandro del ponte se ne vede traccia, e potremmo tranquillamente assegnargli dei numeretti preceduti dal simbolo OT. Un esempio e’ il ponte delle Rons Org, credo che arrivino fino ad OT48 e non discuto che ognuno di quei livelli Non sia superlativo, anzi.
          Ma sinceramente, un bel giorno mi sono trovato persone che un anno prima mi chiedevano in prestito il pacco del Livello Zero dell’accademia ed un anno dopo venivano osannate come C/s di Solo Nots ed Auditor di Classe IX, queste stesse venivano difese dall’allora loro leader Marty Rathburn, che dopo una mia protesta mi rispose che a volte alcuni superletterati ( e si riferisce a loro ) possono arrivare molto velocemente.
          Bene, ora in PT, se hai potuto Notare, anche il loro Mentore ha fatto la fine del sottoscritto, infatti dal Blog oramai defunto dell’Indipendologo, sono stati CANCELLATI i link al Blog di Marty.
          Avranno dichiarato anche lui ?
          Non lo so, ma credo che come me, anche altre persone molto vicine a loro, un bel giorno si sono ritrovati ed essere considerati “nemici” e credo che questo li abbia straniti tanto quanto me.
          Dovremmo chiederlo a Giovanni Bonzani o ad i Servalli, o alla Nella o ad una altra bella lista di persone…..
          Comunque, di base, io ho tolto la mia fiducia a chi mi ha dimostrato di predicare bene e razzolare male.
          Preferisco non fare la parte del supereroe o del super auditor ma semplicemente mi metto in gioco per cio’ che sono e cio’ che faccio che puo’ essere apprezzato da tutti i condomini.
          Magari non sara’ molto, ma le scale sono sempre pulite da queste parti.
          Di OTVIII ne ho 4 versioni, a chissa’ come mai, visti i retroscena, preferisco dare il mio supporto a Richard, personaggio Romanzesco, che ci ha donato i frutti del lavoro di una vita, anzi di 4 o 5.
          Ma prima attendo che mi si presenti innanzi, mi deve dare gli L’s !

          • Marco

            Grazie Francesco, il concetto è arrivato forte e chiaro… ma già avevo un’idea abbastanza precisa di questa “situazione”, che hai di nuovo brillantemente esposto.
            Io sono un pò in periferia (rispetto Brescia) ed in periferia l’attività del centro città nemmeno arriva ad essere percepita, quasi, per cui mi ero quasi dimenticato dei modi unidirezionali (autoritari) di certa gente.
            Evidenti Service Fac (che giustificano qualsiasi cosa). No analiticità, in azione… aih aih aih

            Francesco un pò avrai capito che in effetti intendevo “provocare” una risposta di un qualche tipo… rispetto al cosa fare adesso? dopo Ot7/8.

            Ho letto e ho capito molto bene qual’è stato il motivo di Nots… perchè LRH ad un certo punto ha “deviato” (come dice Richard) tutti su Nots: per risolvere alcune peculiarità che facevano fallire i livelli OT (quelli precedenti a Nots)… e dunque ora…
            Beh, sembra/sembrava logico che risolte le problematiche (per cui ci fu Nots), si torni sui livelli precedenti.

            Ma so molto bene che Richard ha proposto un livello (o più) dopo Ot7… e volevo capire se…

            Ma poi… chi se ne importa: c’è chi dopo il 7 fa il vecchio 4/5/6 ecc. e chi fa altro ancora (come dici bene tu delle Rons Org)… e chi segue le indicazioni di Richard ricercatore di tech perduta, o di tech mai voluta…

            D’altra parte sembra che in effetti Richard sappia molto bene dove si va a parare con questi livelli/procedimenti che propone (probabilmente da lui tanto ricercati e testati).

            Grazie della risposta.

          • DAVID

            Ciao Lorenzo ,

            condivido in pieno la tua esposizione , per quanto riguarda l’OT VIII credo che Ron si sia sempre ritrovato dopo OTVII e con un qualche tipo di OT VII con il problema della duplicazione compulsiva delle immagini ,mi spiego meglio ,anche dopo aver completato uno dei diversi OTVIII rilasciati, la persona continuava in un qualche modo a riattivare una duplicazione compulsiva e su questa duplicazione compulsiva ho riportato qui nel blog il suo meccanismo trattato da Ron nei Fattori conferenze di Filadelfia .
            Aggiungo che per esperienza esiste un primo episodio in merito a questa duplicazione compulsiva , tutto il ponte OT, OT è un fondamentale gradino e così fino a OTVII sono dedicati verso una direzione ma quale è l’ EP o episodio che libera il punto di vista ? E se lo trovi di conseguenza come lo tratti ?
            Ho compreso una cosa , man mano che si avanza sul ponte si ha un nuovo punto di vista e in un qualche modo si guarda sempre più da una posizione Theta per arrivare a un Theta tendenzialmente libero dalla trappola che ha creato ,il Mest.
            Sono pienamente d’accordo con te e Richard che gli Ls possono essere
            un importante propulsore per sbloccare il punto e dovrebbero a un certo punto essere inseriti nelle procedure OT, al Theta serve potenza e stabilità per riuscire a confrontare dal suo punto dì vista un primo episodio e gli Ls in primo luogo fanno questo , gli OT fatti fin qui sono una strada ma serve una potenza e stabilità per confrontare stessi e scaricarlo. Questo è l’assurdo.

            David

          • Giordano Bruno

            Grazie David per la tua condivisione.
            Dici: “Aggiungo che per esperienza esiste un primo episodio in merito a questa duplicazione compulsiva”. Se lo ritieni possibile, potresti essere più preciso?
            Secondo te Hubbard ne era al corrente (aldilà di ciò che ha riportato nei Fattori)?

      • Luc

        Esatto… L’ha sempre detto, ma non mi stupisce… Ci sono i $$…

  9. Marco

    Ho saputo che a Flag spostano alcuni preOt da Nots a… fare gli oggettivi.
    Questa è una notizia ufficiale perchè già alcuni “fortunati” tornati dagli oggettivi ricevuti a Flag (mentre erano su Nots), sparano fuori il loro retorico successo di prassi (ma per compiacere chi????) ottenuto dagli oggettivi.

    Poi è anche certo che gli Ot8 torneranno a fare il Purif e gli Oggettivi… e forse poi gli daranno il Super Power…
    Certamente mi sento di far arrivare a questa gente i miei più sinceri “in bocca al lupo” per… limitare i danni al minimo.

    Ma come si fa a spudoratamente proporre così tanta Out Tech???
    E come si fa ad accettare di subire così tanta Out Tech???

    Mah!

    Serie di NOTs n° 30 intitolata “ALLONTAMENTI DAL PROGRAMMA” 26 Settembre 1978.

    “Come per ogni grado o RD importante , non dovrebbe esserci nessun allontanamento dal Programma.
    E questo è particolarmente vero per qualsiasi RD molto potente come questo… E’ completamente proibito uscire dal Programma di NED per OT e percorrere qualche cosa d’altro.

    Per qualcosa d’altro si intendono i Gradi, o parti di un altro RD, o qualche altro tipo di auditing.

    Questa cosa non è stata fatta (ndr già…, nemmeno Ron lo aveva potuto immaginare, che qualcuno sarebbe arrivato a questo… ed invece…), ma le conseguenze sarebbero disastrose.

    Questa cosa viene menzionata per assicurarsi che nessuno lo faccia mai.”

  10. Giordano Bruno

    Pierre Ethier in questa pagina parla dei livelli superiori:
    http://pierreethier.wordpress.com/ot-viii-and-beyond-what-lies-ahead-of-us/
    Se non ho capito male, pare che lui li audisca…

    “Ci sono forse 15 livelli al di sopra di OTVII pienamente sviluppati ma esistenti solo sotto forma di note non pubblicate, in attesa che più persone raggiungano pienamente lo stato di OTVI e OT VII”.
    LRH

    Queste parole sono veritiere?
    E’ possibile che qualcuno abbia una copia di queste note non pubblicate?
    Cosa dice David Mayo a proposito?

    Un caro saluto,
    G.B.

    • paolo facchinetti

      Non esiste nulla. Pierre Ethier si è inventato i suoi livelli OT cercando di far intendere che fossero di LRH, una volta missato da me su questo ha piantato giù un pandemonio incredibile.

      • Giordano Bruno

        Bene.
        Quindi nel campo indipendente ognuno s’inventa i suoi livelli OT dopo il VII…
        Ma le parole di Hubbard a proposito non sono veritiere?
        Oppure qualcuno ha sottratto queste note sui livelli superiori?

  11. Giordano Bruno

    Tratto da: HCO BULLETIN OF 24 JANUARY 1977

    URGENT AND IMPORTANT
    TECH CORRECTION ROUND-UP

    X: ADVANCED GRADES
    For a number of years people have wondered when OT VIII would be released.
    Well, to tell you the honest truth, OT VIII has been in existence all those several years, and to it has been added a very large number of OT grades. None of them have been issued. Notes for all these grades are in existence.
    What I have been waiting for is 2 or 3 months of free time to go over these
    materials and write them up and make them available through Advanced Organizations.
    Now I will make a bargain with you. If you get all the tech straightened out and the orgs and flaps and emergencies off my lines and get your training in and your Word Clearing in and everything flying and this civilization even more thoroughly pointed in a civilized direction, you will buy me those 3 months’ worth of time so I will be able to afford the time to write up all these Advanced Levels I have researched. Do your job well and buy me these three months.
    Is it a bargain?
    LRH:act.lf.nt L. RON HUBBARD
    Copyright © 1977 Founder
    by L. Ron Hubbard

  12. Giordano Bruno

    Tratto da: THE YEAR OF TECHNICAL BREAKTHROUGHS
    19 September 1978

    OT VIII
    Although OT VIII has been researched earlier, I knew there was something that had to be handled before I could release OT VIII. “NED for OTs” does just that, and now I am very pleased to announce the release of OT VIII, which will be available at AOs and Flag to OTs who have completed “NED for OTs.” It is a Solo level which will fortify an OT already in excellent shape from “NED for OTs.”

    LRH

  13. Giordano Bruno

    Tratto da: RON’S JOURNAL 30
    17 December 1978
    HE YEAR OF LIGHTNING FAST NEW TECH

    12. UPPER LEVELS. There are other OT levels above VIII but these will be
    released from time to time when people are ready for them. We’re already higher than Man has ever been and it can get quite stratospheric.

    LRH

  14. paolo facchinetti

    Beh, questo non lo so. Ma se Ron nella seconda metà degli anni 70 diceva che l’OT VIII esisteva già da molto tempo evidentemente si riferiva all’OT VIII che era scritto in cima alla carta dei Gradi fino alla metà degli anni 70 e che recitava: “Causa su Materia, Energia, spazio e Tempo”, ed altrettanto evidentemente aveva poco a che fare con l’OT VIII dato poi alla fine degli anni 80 e poco a che fare anche con quello che LRH lasciava intendere nel bollettino citato del 78 (fortifica un OT già in buona forma dopo NED per OT.) L’OT VIII “causa su MEST” poteva essere una logica prosecuzione dei vecchi livelli OT che prevedevano lo sviluppo di abilità del thetan, non certo di NED per OT. Il problema dei vecchi livelli OT, come ho avuto modo di discuterne più volte con Richard, era ed è il vecchio OT IV che prevedeva come EP un’esteriorizzazione stabile. Mancando quella diventava e diventa molto problematico fare i successivi 5-6 e 7, Quindi, per concludere, per arrivare all’OT VIII “causa su MEST” bisognerebbe passare dai vecchi OT 4-5-6-7, l’OT VIII di cui parla Ron nel 78 non è quello di cui parlava negli anni 60 e primi anni 70. Ed in effetti il ponte di allora si fermava all’OT VIII = un OT perfettamente compiuto causa sul MEST senza bisogno di altri livelli OT.

  15. Giordano Bruno

    HCO BULLETIN OF 8 JANUARY 1969

    DRUGS AND “INSANITY”
    NON-COMPLIANCE AND ALTER-IS

    I have been doing some research on drug cases and takers which has shed some interesting light on this and also insanity.
    The basic equation is apparently:
    WHEN THREATENED WITH UNMOCKING A THETAN MOCKS UP
    OBSESSIVELY.
    Actually the datum is a small bit from OT VIII data, being part of energy creation.
    It applies too well at lower levels, however, to leave it in such a stratosphere.
    It explains for instance why a pc, challenged by an “auditor” who is breaking the Auditor’s Code, gets such a solid reaction in the reactive bank.
    Threatened by an apparent effort to destroy him instead of letting him find the truth, the pc reacts by mocking up hard below his awareness level. This does not, of course, make him insane. It just sticks him a bit in the session.
    Drugs (LSD, marijuana, alcohol, whatever) produce a threat to the body like any other poison. The threat is to the body. The thetan reacts by mocking up.
    Of course what he mocks up is some engram, secondary or combination of fancy and fact. He can do this in some cases, so hard that it becomes more real (and safer) than present time.
    Thus, under threat, he goes out of present time.
    Now comes the next bit which is important as a new discovery:
    HIS TIME TRACK IS NOT THEN BEING MADE UP WHOLLY OF
    PRESENT TIME EVENTS. IT IS A COMPOSITE OF PAST TRACK,
    IMAGINATION AND PRESENT EVENTS.
    Thus, right there before your eyes he, apparently in the same room as you are, doing the same things, is really only partially there and partially in some past events.
    He seems to be there. Really he isn’t “tracking” fully with present time.
    What is going on to a rational observation is not what is going on to him.
    Thus he does not duplicate statements made by another but tries to fit them into his composite reality. In order to fit them in, he has to alter them.
    We therefore have the real basis of alter-is.
    He may be sure he is helping one REPAIR the floor but in actual fact he is hindering the actual operation in progress which really consists of CLEANING the floor. So when he “helps one” mop the floor he introduces chaos into the activity.
    Since h e i s REPAIRING the floor a request to “give me the mop” has to be reinterpreted as “hand me the hammer”. But the mop handle is larger than a hammer handle so the bucket gets upset.
    As a thetan can mock up an infinity of combinations, there would be an infinity of types of reactions to drugs. There would also be an infinity of types of insanity.
    What is constant is that he is NOT RUNNING IN THE SAME SERIES OF
    EVENTS as others.
    This can be slight, wherein the person is seen to make occasional mistakes. It can be as serious as total insanity where the events apparent to him are completely different than those apparent to anyone else. And it can be all grades in between.
    It isn’t that he doesn’t know what’s going on. It’s that he perceives something else going on instead of the Present Time sequence of events.
    Thus others appear to him to be stupid or unreasonable or insane. As they don’t agree in their actions and orders with what he plainly sees is in progress “they” aren’t sensible. Example: A group is moving furniture. To all but one they are simply moving furniture. This one perceives himself to be “moving geometric shapes into a cloud”.
    Thus this one “makes mistakes” “alter-ises” “non-complies”. As the group doesn’t see inside him and only sees another like themselves, they can’t figure out why he “balls things up so”.
    Such persons as drug takers and the insane are thus slightly or wholly on an apparently different time track of “present time” events.
    A drug may be taken to drive a person out of an unbearable PT or out of
    consciousness altogether.
    In some persons they do not afterwards return wholly to Present Time.
    A thetan can also escape an unbearable PT by dropping into the past, even without drugs.
    The penalty is running into obsessive mocking up to counter the threat of being unmocked.
    The answer is to erase the engrams and reactive mechanisms.
    As all this out-of-PT is unknowing, it is aberrative. Things one is doing that one knows one is doing are not aberrative.
    The drug taker and the insane alike have not recovered present time, to a greater or lesser degree. Thus they think they are running on a different time track than they are, which, unknowingly and out of the past, they are, to a greater or lesser degree, mocking up.
    These are the underlying facts in odd human behaviour.

    ENTURBULATION
    Thus we get an explanation of enturbulation as well.
    As what is going on according to the perception and subjective reality of such a person is varied in greater or lesser degree from the objective reality of others, such a person enturbulates the actual environment.
    What is really going on is not what is going on for them.
    Orders, then, are not complied with, other things happen and people around such a person have their own consecutive events disrupted. This causes enturbulation.
    The non-compliance, alter-is and upsets from a person who is out of present time and (what is new about this) who is running on a different series of events than those going on for the rest cause general enturbulation.
    This is why it takes two additional staff members to handle the routine goofs of such a person. They are forcing events to run more or less normally against the counter effort of a person with a delusory time track.
    We have all known such a person, many more than one, so it is not uncommon in the current civilization. The sudden non sequitur remark, out of context. The blank stare when given an order or a remark—behind these lies a whole imaginary time track which we jar into and accidentally disrupt.

    EXTERIORIZATION
    In OT sections we sometimes hear of a person who is “exterior” and so can’t be audited any more.
    The symptoms of the person have not changed. So he still has aberrations.
    The answer is to clear the word exteriorization with them. They often are exterior into a never-never non-extant universe. Or exterior in a past death.
    When the word is cleared with them, they often don’t really say what was going on. They experience a strange reaction and change.
    If one then runs a bit of objective havingness, they come into present time.
    This applies only to exteriorized cases who can’t be audited because they are “exterior”. And yet aren’t all right casewise.
    The usual course is to just handle the case by Standard Tech. They eventually come right.

    DANGEROUS ENVIRONMENT
    Anyone forced into a dangerous environment tends to either go fully into PT or retreat from PT.
    The only ones who suffer from it afterwards are those who don’t move on up the track as life goes on but stay there, retreated from a long gone present time or stuck in a moment of the past.
    This is done, of course, because of pictures mocked up obsessively under the threat of unmock.
    When you understand the condition you can’t be fooled by it and think such people are there with you when they are not.
    Auditing of course resolves this.

    L. RON HUBBARD
    Founder
    LRH: sdp.ei.rd
    Copyright ©1969
    by L. Ron Hubbard
    ALL RIGHTS RESERVED

    • Giordano Bruno

      Qua Hubbard sostanzialmente vuol dire che un Thetan, quando è minacciato, tende a negare la sua posizione nello spazio e si mette a fare mock-up ossessivamente.
      Un processing indirizzato a questo dovrebbe risolvere il mock-up compulsivo…
      Sembra che Hubbard volesse risolvere l’effetto collaterale creati dal processing creativo… il mock-up ossessivo.
      Beh, se un Thetan riabilita la sua capacità di fare mock-up liberamente, in teoria può veramente creare ciò che vuole…

      • LIBERO

        Ciao, penso di aver capito che forse il thetan più che creare copiando, in verità, crea nel suo universo qualcosa di esattamente uguale alla realtà esterna invece di differenziare le due cose. Questa è pazzia. Mi ricorda un certo tipo all’org di… DSA… mi dava del pazzo senza rendersi conto che dal mio punto vista vedevo lui e i suoi compari completamente andati e allucinati… e questo mi spaventava di più di tutto il resto…

      • LIBERO

        Giordano scusami, forse Ron con il processing creativo cercava proprio di risolvere quel problema. Ripeto un conto è creare copie esatte dell’universo fisico ect.. un conto è creare nel proprio universo qualcosa di uguale all’universo fisico esterno, cioè realtà… Le due cose sono diverse una è un mock-up l’altra è pazzia. Quello che notavo nelle org nell’ultimo anno… Per fortuna che per costoro dell’org ero ignorante e pazzo altrimenti invece di crearmi mock-up impazzivo.

        • Giordano Bruno

          Col processing creativo Hubbard cercava di riabilitare la capacità di fare mock-up, così da portare il Thetan a disfarsi del bank. Però non c’è riuscito al 100%. Alcuni hanno acquisito quell’abilità, molti altri iniziarono a fare mock-up in modo ossessivo, come se il bank si ribellasse al controllo del Thetan.
          Quando un Thetan è minacciato, nega (not-is) la sua posizione nello spazio e fa mock-up ossessivamente.
          Ma prima c’è un postulato: quello di considerarsi minacciato.
          Se non si cambia il postulato il problema persiste (alter-is)…
          Un caro saluto,
          G.B.

          • Giordano Bruno

            Hubbard diceva che ciò che un Thetan fa è mock-up. Se si riesce a far fare mock-up intenzionale di ciò che il Thetan fa mock-up compulsivo, allora sarà possibile maneggiare qualsiasi aberrazione.
            Questa idea è molto buona. Ma non ha funzionato…
            Hubbard pensava che il processing creativo fosse un gradiente troppo ripido. Pensava di posticiparlo più in alto nel ponte. Ma non c’è mai riuscito.
            Credo che non abbia realmente capito perché il processing creativo non avesse funzionato. Altrimenti avrebbe trovato il modo di farlo funzionare.
            Un po’ come è successo con la tecnologia dei GPM.

  16. Giordano Bruno

    Marco, di seguito ti scrivo la frase iniziale e finale della parte della conferenza “La massa dei problemi sulle mete” (dal congresso sulle mani pulite) che ti ho chiesto di postare:

    Inizia così: “C’era un qualche tipo di problema parcheggiato sulla traccia. Ma naturalmente non lo vedevate in termini di problema, lo vedevate solo in termini di immagine”.

    E finisce così: “Ma in questa misura, quindi, gli uomini creano i loro problemi. Questa è una certezza. Se li creano sempre i loro problemi”.

    Grazie,
    G.B.

  17. Giordano Bruno

    Credo di aver capito che cosa hanno attestato: http://accademia8008.wordpress.com/2013/03/17/ot-ce/

    • Marco

      Giordano, avevo già letto quello che sostiene Claudio Lugli. l’Indipendologo l’anno scorso, aveva fatto un articolo dal titolo “No Ot No Party” http://indipendologo.wordpress.com/2012/05/07/no-ot-no-party/ e devo dire che non mi sembra senza senso, anzi molto plausibile.
      Quello era un buon dato.
      Poi è arrivato Richard che dice, nei suoi vari elettrizzanti interventi, che dopo Ot7 c’è un livello nuovo, o più livelli. E che sono livelli ricercato da loro, cioè da una unità di ricerca di cui lui fa parte.

      Questo è un altro dato… valutato per noi da chi se ne intende.

      Dunque io in un commento precedentemente chiedevo se i livelli “annunciati” dall’Indipendologo coincidono (o sono diverse) dai livelli di cui parla Richard.
      Perchè le due cose sono ambedue molto interessanti e plausibili. O no?

  18. paolo facchinetti

    REPETITIA IUVANT (O MILAN O INTER). E’ una sensazione incoraggiante vedere not-ised quello che si è scritto: 🙂
    Beh, questo non lo so. Ma se Ron nella seconda metà degli anni 70 diceva che l’OT VIII esisteva già da molto tempo evidentemente si riferiva all’OT VIII che era scritto in cima alla carta dei Gradi fino alla metà degli anni 70 e che recitava: “Causa su Materia, Energia, spazio e Tempo”, ed altrettanto evidentemente aveva poco a che fare con l’OT VIII dato poi alla fine degli anni 80 e poco a che fare anche con quello che LRH lasciava intendere nel bollettino citato del 78 (fortifica un OT già in buona forma dopo NED per OT.) L’OT VIII “causa su MEST” poteva essere una logica prosecuzione dei vecchi livelli OT che prevedevano lo sviluppo di abilità del thetan, non certo di NED per OT. Il problema dei vecchi livelli OT, come ho avuto modo di discuterne più volte con Richard, era ed è il vecchio OT IV che prevedeva come EP un’esteriorizzazione stabile. Mancando quella diventava e diventa molto problematico fare i successivi 5-6 e 7, Quindi, per concludere, per arrivare all’OT VIII “causa su MEST” bisognerebbe passare dai vecchi OT 4-5-6-7, l’OT VIII di cui parla Ron nel 78 non è quello di cui parlava negli anni 60 e primi anni 70. Ed in effetti il ponte di allora si fermava all’OT VIII = un OT perfettamente compiuto causa sul MEST senza bisogno di altri livelli OT.

    • Giordano Bruno

      A quanto pare non abbiamo il problema della duplicazione compulsiva….
      Paolo, in sostanza, quello che io e Marco stavamo dicendo è che, probabilmente, Lugli propone dopo OT VII i vecchi livelli OT IV, V, VI.
      Ho letto sul web che diverse persone facendo così hanno avuto dei successi.
      Dici che non è possibile?
      Alla luce del fatto che il vecchio OT IV ha come EP un’esteriorizzazione stabile, mi chiedo se non sia meglio fare gli Ls prima del vecchio OT IV.
      Un caro saluto,
      G.B.

    • Marco

      Ok Paolo, abbi pazienza… alle volte le cose vanno ripetute molte volte perché entrino come comprensione concettuale.
      Ma cmq lo studente “lento” stimola il supervisore di classe 😉

      Dunque io ancora non ho capito benissimo e ti chiedo pazienza…
      Fra l’altro potrei anche non interessarmene (visto che devo fare parecchie cose prima), ma avere ben delineato il percorso da fare alle volte serve come “scena ideale dove svolgere lo sguardo”.
      Conoscere il percorso certo, attiva e velocizza l’intraprenderlo, cred (o è una scusa?).

      Beh, devo dire che discutere e commentare qui, mi piace molto; tutti questi “discorsi intelligenti”…. : spesso nello sforzo di capire ed allineare i dati ed i procedimenti in sequenza logica e lo sforzo di comprendere il come ed il perché… beh, attivano la mia operatività analitica/mentale della logica ed dell’intelligenza.

      Ora Paolo, spiegami meglio, quando dici: ”Il problema dei vecchi livelli OT, come ho avuto modo di discuterne più volte con Richard, era ed è il vecchio OT IV che prevedeva come EP un’esteriorizzazione stabile. Mancando quella diventava e diventa molto problematico fare i successivi 5-6 e 7 Quindi, per concludere, per arrivare all’OT VIII “causa su MEST” bisognerebbe passare dai vecchi OT 4-5-6-7,”

      Allora la mia domanda precedente non era così sciocca… : per arrivare a Ot8 (quello vecchio: “causa sul Mest”) si deve passare per Ot4 (quello vecchio, non il Rd delle droghe attuale), dopo aver completato Ot7 Nots… ! Ma è difficile arrivare all’esteriorizzazione stabile…

      Per non dilungarmi troppo chiedo: è confermato che è così? Si finisce Nots (Ot7) e si va direttamente sul vecchio Ot4?
      Allora Lugli non sta dicendo cose scorrette!?

      Oppure fare il vecchio Ot4 “EP: esteriorizzazione stabile”, richiede qualche livello/procedimento come prerequisito ancora?
      Cioè dopo Ot7 non si va direttamente sul vecchio Ot4, ma su qualcos’altro ancora?!

      Perché, anche se un po’ tardo di comprendonio 😉 , ricordo bene che Richard diceva che il problema dell’esteriorizzazione non è così semplice da risolvere (infatti poi è rimasta in sospeso una domandina che avevo fatto al riguardo…).

      Va beh, devo andare al lavoro.
      Grazie della partecipazione per lo sbrogliamento 🙂

  19. paolo facchinetti

    Cerco di rispondere sinteticamente, eventualmente avremo tempo di approfondire ulteriormente.
    Sicuramente sì possono avere dei guadagni dai vecchi livelli OT 4-5-6-7. Sono stati consegnati per molti anni e l’aria che si respirava intorno a molti di questi OT era piuttosto buona. Questi livelli sono reperibili sul web e a quanto mi ricordo non contengono nulla di particolarmente confidenziale. Evidentemente avevano dei problemi perché se ad esempio un comando è “vai sul sole”… o lo fai o non lo fai, non c’è molto da discutere. E qui torniamo all’EP del vecchio OT IV che prevedeva un’esteriorizzazione stabile, senza la quale diventava piuttosto velleitario fare i successivi livelli OT. Non è che “Lugli propone i vecchi livelli OT” che ovviamente lui non ha mai fatto. Tutti noi a suo tempo negli anni 80 tentammo di audirci sui vecchi livelli OT con alterne (piuttosto scarse) fortune.
    Nel mio post precedente ho fatto alcune considerazioni che posso tentare di chiarire ulteriormente.
    1) Teoricamente una volta maneggiato il caso di NOTs si sarebbero dovuti riproporre i vecchi livelli OT 4-5-6-7, ma così non è stato. La teoria voleva che una volta maneggiato il caso di NOTs, il pre-OT fosse pronto per sviluppare le sue capacità OT con i vecchi livelli OT.
    2) Il nuovo OTVIII proposto dalla Chiesa, nelle sue differenti versioni, non ha nulla a che fare con i vecchi livelli OT ed è sicuramente di un gradiente molto più basso, tanto più non ha nulla a che fare con l’idea di OT VIII che veniva proposto nei primi anni 70.
    3) Se ci fossero stati altri livelli OT sviluppati da Ron, la chiesa avrebbe avuto tutto l’interesse a buttarli fuori, prima del furbo Pierre Ethier.
    4) Tutta la questione degli OT 9-10-11-12-13-14-15, presuppone un ribaltamento teorico rispetto al ponte originale degli anni 70 in cui l’OT VIII era la fine del Ponte con il suo EP di Causa su MEST. La logica e le buone maniere vorrebbero che di fronte a questi cambiamenti di rotta qualcuno li giustificasse in qualche modo, ma questo come ben sappiamo raramente è successo nella storia di Scientology, tanto meno nella “fake scientology” consegnata attualmente dalla chiesa.
    Mi fermo qui per il momento.

    • Giordano Bruno

      Grazie Paolo. Quel che sta facendo Richard è di mettere dei gradienti fra l’attuale OT VII e i vecchi livelli OT? Oppure ha pianificato tutt’altro? Che fine fanno i vecchi livelli OT?

      • Giordano Bruno

        Inoltre, che ruolo potrebbero avere gli Ls come gradiente?
        Grazie,
        G.B.

        • paolo facchinetti

          Sì è come dici tu. Evidentemente mancava un gradiente (un enorme gradiente) fra NOTs e i vecchi livelli OT. Come già detto il punto cruciale è il vecchio OT IV. Non ho studiato approfonditamente gli Ls e mi riservo di farlo o di rifarlo quando avrò più tempo. Bisogna valutare anche il rapporto che può esistere fra Dianasis e gli Ls.

          • Marco

            Beh, dunque Paolo, in effetti nel tuo commento qui, dai una risposta importante… stai dicendo che anche dopo finito Ot7 Nots, non si riesce cmq ad andare sul vecchio Ot4… !
            ” Evidentemente mancava un gradiente (un enorme gradiente) fra NOTs e i vecchi livelli OT. “

            Dunque ciò che suggerisce Lugli (andare sui vecchi liveli Ot4/5/6/7/8) non potrà avere attuazione!!?? O quanto meno… ci sarà per certo un “rinculo” di qualche tipo.

            Ecco per chi legge, e ha il problema di dire: “cosa faccio ora dopo Ot7 completato” (per esempio Marina ed Umberto… non so se leggono questo blog), questa è una risposta determinante: ” -non si riesce a fare l’Ot4 vecchio perchè c’è un difficoltà (esteririzzazione completata e stabile) non ancora risolta -“.

            E per quel livello Ot4 vecchio, ecc. ecc. , ci vuole un gradiente intermedio… forse gli L’s Rd. Sempre “valutando il rapporto che può esistere con Dianasis”…
            Anche se io in effetti non so bene cosa significhi… ma lo dice Paolo, dunque… !? Credo sia prudente non rischiare… e seguire chi ne sa qualcosa di più 😉

            Beh, ecco detto.
            Dunque finito Ot7 Nots, non resta che fare l’Ot8 di Richard!

    • Marco

      Grazie Paolo della tua ulterirore spigazione, chiarisce abbastanza meglio la situazione “livelli Ot”.

      Si, immagino avremmo modo di aproffondire ancora questo argomento… per il momento mi pare che ho capito o quanto meno sono abbastanza soddisfatto.

      Tra l’altro mi è piaciuto molto il tuo ultimo paragrafo… La logica e le buone maniere vorrebbero che di fronte a questi cambiamenti di rotta qualcuno li giustificasse in qualche modo, ma questo come ben sappiamo raramente è successo nella storia di Scientology, tanto meno nella “fake scientology” consegnata attualmente dalla chiesa.
      La tua è una buona spiegazione del perchè ogni spesso in Scn ci si sente un pò confusi… e sai? è la prima volta che qualcuno dice apertamente come stanno le cose: “la Chiesa non si giustifica mai”, anche di fronte ai torti più flagranti.
      Ma al riguardo: se fosse in buona fede, “la Chiesa” ha di certo delle notevoli malcomprensioni; se fosse in malafede (ed è questa l’evidenza evidente)… beh, semplicemente sono delle teste di C…

      Perchè in effetti di fronte a queste confusioni, quante volte ci si è sentiti stupidi…!? Spesso negli anni di militanza mi sono sentito anche un pò peggio che stupido… ed era ovviamente una cosa voluta…

      Altro che chiarimento!!! Credo che il loro assioma fosse/sia: più rimane stupido, più è sotto controllo!!!

      Tutta questa confusione sui livelli e procedimenti, Clear o non Clear… devi rifare gli oggettivi, è stato trovatto il perchè, adesso abbiamo capito cosa non andava bene, Gat 1, Gat 2 , ecc. ecc.
      Tutto definibile con una locuzione: Reverse Scn!
      Scientology usata per farti peggiorare.

      Perchè ci sono persone così soppressive?

      • davide

        Ciao Marco ,

        in risposta alla tua citazione,

        ” Tutta questa confusione sui livelli e procedimenti, Clear o non Clear… devi rifare gli oggettivi, è stato trovatto il perchè, adesso abbiamo capito cosa non andava bene, Gat 1, Gat 2 , ecc. ecc.
        Tutto definibile con una locuzione: Reverse Scn!
        Scientology usata per farti peggiorare.”

        direi ,dicotomia , migliorare e poi peggiorare + confusione
        In queste situazioni troviamo sempre vari tipi di PTS e gratta,gratta si trova la terza parte SP sempre nascosta .

        David

    • Paolo tu scrivi:”Sicuramente sì possono avere dei guadagni dai vecchi livelli OT 4-5-6-7. Sono stati consegnati per molti anni e l’aria che si respirava intorno a molti di questi OT era piuttosto buona. Questi livelli sono reperibili sul web e a quanto mi ricordo non contengono nulla di particolarmente confidenziale.”
      Quindi la mia domanda è dove si possono trovare in Italiano questi vecchi livelli OT ?
      Qualcuno lì ha in italiano ?
      Se si me li può dare ?
      Oppure ha il link dove si trovano ?
      Inoltre chiedo se è possibile leggerli anche non essendo Clear o OT ?
      Ciao Adriano

      • Ciao Adriano, credo che tu già sappia la risposta alle tue domande 😀 !
        No, i livelli OT, vecchi e nuovi, tradotti in Italiano non si trovano su Internet e tantomeno non si scambiano.
        Quando il PRE-OT, dopo aver attestato Clear, dopo aver terminato tutti i prerequisiti del SOLO 1 e dopo averlo fatto ed attestato, a partire dal SOLO 2, ricevera’ dal C/S di volta in volta i materiali.
        Ovviamente questi materiali vengono dati con un accordo tra C/S e PRE-OT di usarli per l’istruzione dei vari Livelli e dopo vengono restituiti.
        Infine, ti chiedo io, perche’ Leggerli prima del tempo, quando la cosa piu’ entusiasmante che tu possa fare e’ percorrerli in maniera standard al momento giusto ?
        Personalmente credo che “Leggerli” possa “deludere le aspettative”, ma percorrerli al momento giusto sarebbe entusiasmante quanto scalare una montagna ripida a mani nude !
        Il mio personale augurio e’ che tu possa arrivare velocemente al momento in cui il tuo C/S ti dia in mano le prime istruzioni della tua prima seduta in SOLO sul SOLO parte 2 .
        Ricordo come fosse ora, quanto io personalmente ero Gasato nel girare il cartello ” IN SESSION ” !
        Francesco

        • Francesco,visto che Paolo ha scritto:
          “Questi livelli sono reperibili sul web e a quanto mi ricordo non contengono nulla di particolarmente confidenziale.”
          Come leggiamo il libro: La Storia dell’uomo,conferenze sulla traccia intera,ecc.
          Quindi perchè non leggerlì ?
          Poi mi dirai percorrerlì in Solo è un alta cosa, e sono d’accordo.
          Perlomeno uno non resta nel “mistero”.
          Anche perchè “La trappola” diviene “Vedrai dopo” ” Capirai più avanti ”
          “Lo maneggi sui livelli OT” ecc……..
          E’ un gimmi x farti andare avanti e ” spendere ” sempre di più.
          Bisogna sapere dove si stà andando, altro che “Non capiresti” “Non hai realtà” ecc…
          Io nel mio Auditing ho visto determinate cose, ed altre no.
          Ma posso dire che ho la mia Realtà della traccia e sò chi Sono.
          E anche se sono ancora abberrato, sarà stata tutta la curiosità,sarà che mi piace disubbidire,ho letto ciò che gira in internet riguardo i livelli Ot.
          E guarda “caso”non sono Morto.
          Quindi basta con sti “Misteri” e con restimolano il caso.
          Siamo,sono già restimolato,se sono,siamo qui.
          Anzi leggendo si inizia a confrontare,anche se si inizia con un disaccordo.
          O con un :no,no e solo fantascienza.
          Ciao Adriano

          • Guido

            Beh, io di persone “disturbate” dall’aver letto prima del tempo i dati confidenziali dei Livelli ne ho conosciute, perciò ritengo che sia una pratica decisamente sconsigliabile.
            In questo blog una delle regole principali è che questi dati non vengono divulgati, è stato detto e ridetto (repetita iuvant, inter e milan).
            Se poi uno vuole andare per tartufi, è libero di farlo.
            Guido

          • Qui non ci sono Misteri e nessuno qui ti ha detto “capirai più avanti”, il concetto e’ al momento corretto avrai i materiali corretti.
            Francesco

  20. Giordano Bruno

    Carissimi,

    grazie a tutte queste riflessioni, credo di aver trovato l’anello di congiunzione fra l’OT VIII accennato da Hubbard nell’HCO dell’8 gennaio 1969, gli Ls e la tech sui GPM di Dianasis:

    “La follia, la sensazione di follia, è la sensazione che si debba raggiungere, ma che non si possa raggiungere; che ci si debba ritirare, ma che non ci si possa ritirare. Se volete procurare a qualcuno una sensazione di follia, fategli avere l’idea che deve raggiungere, ma che non può raggiungere.
    E se gli dite di farsi quell’idea in modo molto dettagliato e reale, d’un tratto sentirà, per un momento, il cosiddetto “glee” di pazzia, cioè la sensazione che provano i malati di mente”.
    LRH, in Havingness – qualità della capacità di raggiungere. Dal congresso “Mani Pulite”.

    La condizione descritta da Hubbard in questo brano è esattamente quella che porta il Thetan a fare mock-up ossessivamente. Mettere un Thetan nella condizione di voler avere, ma non poter avere o volersi ritirare, ma poter farlo è considerata dal Thetan una minaccia.
    In tale condizione lui farà Not-Is della sua localizzazione nello spazio perché vorrebbe essere altrove, e non potendo esserlo lo fa tramite mock-up ossessivo.

    La domanda è: esiste un primo episodio in cui il Thetan si è trovato in questa condizione? Credo di sì e credo sia l’episodio di cui ha parlato David. Ma ci arriviamo dopo…

    Nella stessa conferenza Hubbard dice: “La sua idea di raggiungere era un overt. Perché? Perché quando si hanno withhold non si può raggiungere e perciò, quando si hanno withhold, non si può avere”.

    Quest’altro brano ci porta alla scala di pre-havingness dove per arrivare all’havingness la si deve percorrere attraverso withhold e overt.

    La scala di pre-havingness è collegata alla degenarazione del Thetan quando, trovandosi al di sotto di aiuto, si mette in opposizione con un altro terminale e genera un GPM.

    Vediamo, dunque, che GPM e overt e withhold sull’intera traccia sono collegati fra loro.

    Se non sbaglio uno degli Ls percorre overt e withhold sulla traccia intera. Dianasis dissolve i GPM. C’è un collegamento e dovremmo capire quale dei due è gradiente all’altro.

    Dato che, attraverso il percorrere overt e withhold sulla traccia, possiamo arrivare alla prima volta che un Thetan si è trovato a commettere un overt perché si è sentito impossibilitato a raggiungere, credo che Dianasis venga prima e a seguire gli Ls.

    Probabilmente la prima volta che il Thetan si è trovato a voler raggiungere, ma a non riuscirvi dev’essere stato, appunto, quando il Theta è entrato in contatto con il Mest. Proprio come diceva David.

    Fare mock-up ossessivo e commettere overt e withhold, quindi, sarebbe, la conseguenza a cui è arrivato il Thetan una volta che si è intrappolato nel Mest, e non viceversa.

    A voi la parola.

    Un caro saluto,
    G.B.

    • Giordano Bruno

      Dimenticavo: credo che l’esteriorizzazione possa divenire stabile solo quando si risolve tutto ciò. Credo che Hubbard lo avesse capito, altrimenti non avrebbe prodotto gli Ls.

    • DAVID

      Ciao Giordano e Compagnia mi collego a questa tua domanda ;
      ” La domanda è: esiste un primo episodio in cui il Thetan si è trovato in questa condizione? Credo di sì e credo sia l’episodio di cui ha parlato David. Ma ci arriviamo dopo…”
      e alla tua esposizione a seguire , dai post nel blog siamo tutti d’accordo che su questo Clear OT sul Mest non abbiamo ancora una tecnologia funzionale ,non è facile dare una risposta soddisfacente del perché ,sappiamo che dagli anni 80 con l’arrivo della COF$ il Ponte è stato più volte rimescolato con l’aggiunta di nuovi additivi come in questo momento che parte la Gat 2 .Sarebbe opportuno ma penso che qualcuno l’abbia già fatto riordinare la tecnologia e i risultati pratici ottenuti per trovare il punto principale sul soggetto.
      Sul tuo accenno al 1^ episodio di Theta farei una riflessione , Theta è 0-00 non è materia ,energia , spazio e tempo ma è il creatore , Theta fa copie di immagini , facsimili e ci aggiunge tutto il resto che possiamo trovare in una traccia.
      Su questo Ron ne illustra il meccanismo di base , vedere il mio precedente allegato
      “Dott. Filadelfia Fattori Specchio nerezza” . Possiamo avere quindi una risposta sul primo episodio Theta e un altra risposta in merito alla sua duplicazione come identità Mest/Theta da un punto 0-00 verso l’infinito , abbiamo quindi una infinità di tracce ,esseri e identità .
      Tornando a noi abbiamo alcune domande da porci questo primo episodio è identico per tutti , direi di si chi ha uno spirito deve avere questo episodio ,quello che cambia è la differenza di percezione che avviene nella duplicazione da un diverso punto di vista ma Theta 0 -00 è quello .
      Siamo comunque abituati a ragionare a un essere composito Theta+ Mest
      e di conseguenza Scientology lavora su questo , penso che ci servirebbe anche un manuale di istruzione solo per Theta .
      Ron ha realizzato gli LS per gli executive ma questi funzionano nella direzione di liberare,stabilizzare e aumentare notevolmente il theta che c’è nelle persone abbiamo quindi dei procedimenti molto potenti per seguire nel modo migliore i gradini OT.
      Questa mia riflessione è strettamente personale e non vuole influenzare nessuno ma solo dare un contributo .

      David

    • Caro G.B. , devo sinceramente complimentarmi con te.
      La prima volta che ci siamo conosciuti ho notato in te la spiccata voglia ed intenzione di migliorare per aiutare il prossimo.
      Ti sei impegnato ed i risultati si dono notati nella accuratezza e Know How acquisito riguardo a Scientology.
      Inoltre sei filato come un missile lungo il ponte ed abbiamo con piacere condiviso ed apprezzato i tuoi successi.
      Sono veramente contento di esserti amico, complimenti ancora !
      Francesco

  21. billy cage

    Caro GB, vedo che sei un’instancabile e tenace ricercatore e se tu abitassi a mezz’ora d’auto da me ti frequenterei, se tu lo permettessi, volentieri.
    Mi sto chiedendo se la difficoltà che menzioni (sensazione che si debba raggiungere ma non si può raggiungere) assomigli molto ai desideri nell’accezione che ne dà il Buddismo, il cui liberarsene ci libera automaticamente dal ciclo delle rinascite.
    Ma la domanda mi sorge spontanea: allora le dinamiche che ci stanno a fare? Sono una illusione di realizzazione? Un desiderio da soddisfare?
    Il non aver posto chiaramente la questione ti darà la misura della mia confusione.
    Ciao e grazie dei contributi.

    • Giordano Bruno

      Ciao Billy,
      ti rispondo con un’opinione personale, ma non prenderla alla lettera. Credo anch’io che il raggiungere nasca dal desiderio. Ma non mi piace l’idea buddista di annullare i desideri. Dopotutto senza desiderio non c’è nemmeno la possibilità di giocare. Il Thetan vuole un gioco, per questo ha il desiderio della meta. Le dinamiche rappresentano sia il terreno che la spinta verso il campo da gioco. Sono aspetti interconnessi fra loro.
      Credo che per uscire dal Mest in modo stabile il Thetan non debba rinunciare ai desideri, ma desiderare di giocare un altro gioco in modo exterior…. Un po’ quello che fanno gli stregoni Toltechi di Castaneda.
      Un caro saluto,
      G.B.

      • Giordano Bruno

        A proposito di Castaneda e dell’esteriorizzazione. Castaneda dice che per esteriorizzarsi c’è bisogno di molta energia. Per questo motivo gli stregoni Toltechi non fanno sesso, così l’energia risparmiata viene utilizzata per esteriorizzarsi.
        Credo che anche uno degli Ls lavori per aumentare il livello di energia in modo da rendere possibile l’esteriorizzazione. E credo che sia proprio su quel livello David abbia perso il sonno. 🙂

        • Luc

          Complimenti G.B, davvero interessante ciò che hai scritto.
          Io credo che L12 (che ha come ep exterior stabile) faccia questo, infatti occupandosi di valenze ed identità accumulate sulla traccia alla fine ti lascia te stesso, ed ecco l’energia. 🙂
          David potrebbe illuminarci ulteriormente.
          Con ARC
          Luca

          • davideluppi4

            Ciao Giordano e Luc ,fare gli Ls avviene molto velocemente con un avanzamento notevole in alto sulla scala del tono e per ogni persona serve un po’ di buona abitudine per adattarcisi e quando si va a dormire come corpo senza accorgersene è usuale pensare di non avere dormito ,l’esteriorizzazione è una conseguenza dovuta ai procedimenti e ci sarebbe da analizzare se si potesse ottenere qualcosa in + .
            I procedimenti vanno di pari passo con i guadagni di caso , iniziando in L11 con la rimozione dei blocchi e stop che fermano il Theta e liberando l’havingnes , continuando su L10 con più di trenta Rundown si risolvono r considerazioni ,conseguenze ,motivatori,overt e wilthhold su tutte le dinamiche e su tutti i flussi risolvendo la condizione OT e finisce con l2 .
            Come indicato da Ron gli Ls velocizzano notevolmente i livelli OT nel cammino sul ponte ,come altra conseguenza anche lo studio diventa estremamente veloce e pratico.
            In merito alle considerazioni di Richard sulla esteriorizzazione è esatta ,dovrei aggiungere la mia esperienza e la mia comprensione al riguardo.
            Da quello che praticamente ho compreso e sperimentato sullo stato
            exterior dopo gli Ls do due intepretazioni o due punti di vista ben distinti,
            una è il punto di vista Theta da dove conosci e sei li in tempo presente e agisci se vuoi agire ,l’altro è l’universo mest con tutte le sue meccaniche come una grande bugia ma visto che sei qui e di questa bugia ne sei il creatore infinito cosa devi fare ? Devi giocare e da un punto 0 > 00 >0
            devi solamente essere li .
            Un universo mest ha 8 dinamiche e quale è il modo migliore per giocare,
            stabilmente all’esterno e dalla prima ti permette di interagire sulle altre ,e per es.se non hai un tipo di corpo non ti puoi neanche audire .
            Richard è molto chiaro quando parla di diversi stati di esteriorizzazione aggiungerei quanto può essere pratico essere fuori dal corpo ? Comunicare per es. mandare un messaggio telepatico a una persona che non lo riconosce che non ritrasmette e non chiude un ciclo di com o ne rimane spaventata ,dobbiamo avere anche punti di ancoraggio e dobbiamo averne un uso funzionale ,vediamo che lavoriamo in un modo più sottile ma sempre come base il Mest, quindi serve energia se vuoi dare uno sguardo adesso alla 51 strada o guardi dentro il forno la mattina ma se guardi solo all’ora di pranzo non hai il pane a tavola, quindi quanto è funzionale sulle 8 dinamiche ?
            Negli Ls vieni portato semplicemente li e come exterior da un corpo ,sei molto più in alto sulla scala e spesso ti capita di sapere cosa dirà tra poco la persona che hai fronte o il problema lo guardi da più punti di vista un altra cosa è che diventi difficilmente PTS ,sei interessato a questa vita , ma sai che continuerà se vuoi con altre forme
            Quindi questa è la differenza essere li e giocare nel mest per mezzo delle 8 dinamiche è il modo più semplice e pratico , probabilmente domani avremo un exterior
            più funzionale tipo i super eroi messi insieme ma se operano come theta saranno sempre per ” il maggior bene sul maggior numero di dinamiche” per chi disse “essere o non essere questo è il problema” il problema è essere lì ora come punto di vista theta che dirige il mest senza influenze senza spreco di energia , questa è la posizione ideale.
            Da come sembra solo dal campo indipendente potrà aprirsi una nuova strada.
            David.

          • Giordano Bruno

            Grazie Davide, questa è una ragione in più per inserire gli Ls nel ponte.

  22. Luciano

    Molta o poca energia sono considerazioni e poi lo starnuto e l’orgasmo sono forme di liberazione vicine all’ esteriorizzazione.Non diventerò mai Tolteco.Mi sento più vicino agli orientali che aumentano l’energia con il S…..O.Scusate lo scritto ma oggi sono particolarmente burlone e su di tono Vi seguo e trovo interessante quanto scrivete e dibattete.Con affetto Luciano

    • Giordano Bruno

      In teoria Luciano…. altrimenti già da oggi potresti vivere senza mangiare… Per questo servono gradienti. Per diventare ciò che sei realmente. Allora da OT puoi avere potere sul Mest.

  23. Luigi Cosivi

    Bravissimi, un caro saluto a tutti.

  24. Marco

    NON SI VEDE PIU’ LA LISTA DEI COMMENTI A DESTRA…
    DIFFICILE DUNQUE CAPIRE CHI HA COMMENTATO E DOVE.
    SI PUO’ SISTEMARE COME PRIMA?
    GRAZIE

  25. Marco

    Beh… , io vado un po’ controcorrente e dico che, mio banale modo di fare, bisogna tenere più terra terra i ragionamenti tecnici e con le ipotesi possibilistiche, ecc. ecc. .

    Cioè, voglio dire che: sembra certo che la tech ed il percorso siano già abbastanza ben delineati: Purif; riparazione alla vita; gradi; Ned; CCRD/percorso alternativo; livelli Ot fino al 7 (a proposito come mai non c’è il livello Ot0?); dopo… l’Ls/Rd (!?), l’Ot8 di Richard (l’Ot8 di Richard è tech di LRH e/o di ricercatori di/con LRH); poi… Ot9/10 ecc. ecc. si vedrà.

    Richard (che è un ricercatore, insieme ad altri, della migliore tech di LRH messa in sequenza… così ho capito!?), dice che ci sono poi altri livelli che portano fuori: “il percorso verso l’uscita è stato delineato” , più o meno dice così.

    Detto questo sull’universo Mest… Richard dice:
    … riguardo alla tua domanda su dove possa esserci scritto qualcosa di Ron sulla mente e la sua eventuale estensione in una parte dell’Universo MEST, non saprei proprio darti indicazioni.
    Credo che Diogene, in un suo commento, ti abbia dato un ottimo spunto.

    Possiamo tentare di addentrarci in un improbabile esempio nel tentativo di capirci qualcosa, dunque: supponiamo che tu domani assuma in prova una governante.
    Te ne vai a spasso per tutta la giornata (o se preferisci vai pure a lavorare) e lasci che quel caro angelo custode si preoccupi di tutte le faccende domestiche.
    Al tuo rientro lei ti accoglie esausta e sorridente e ti domanda cosa ne pensi del lavoro che ha appena concluso, a te basta una rapida occhiata per inorridire, tutti i mobili sono fuori posto… ecc. ecc.
    Ora sei preso dal totale sconforto… Non appena quella carismatica donna esce dal tuo campo visivo cominci ad imprecare ed impieghi tutta la notte per rimettere ogni cosa al proprio posto.

    Adesso cerchiamo di valutare questa esperienza dal punto di vista più sano possibile… vorrei suggerirti la possibilità che ogni individuo tenda a creare mentalmente una particolare organizzazione del proprio spazio. Se vuoi, a questa organizzazione, possiamo dare il nome di “scena ideale”.

    Una copia degli oggetti che ti circondano è presente nella propria mente, non hai la necessità di controllare che la cucina sia sempre al suo posto mentre sei in soggiorno, probabilmente in qualche modo la pervadi o la permei e sai che puoi trovarla sempre nello stesso luogo con tutti i mobili al proprio posto.

    Magari cercare di affermare che una porzione della propria mente si estende anche al MEST è un pochino esagerato, ma potresti scoprire che non solo pervadi, ma anche controlli ed organizzi l’ambiente nelle tue immediate vicinanze, dunque stai dando il tuo personale contributo nella sua creazione.

    Ma ricorda, queste sono solo supposizioni (e spero tanto che non divengano “supposte”).

    Mi rendo conto che spesso, ad una data domanda, viene risposto con un: “Più avanti capirai”, ma potrebbe darsi che la persona a cui la domanda viene posta…non sappia proprio cosa rispondere.

    Magari un’altra persona ti può dire che anche lei si pone la stessa domanda alla quale spera, in un futuro non troppo lontano, di avere una risposta.
    … il fatidico “Più avanti capirai”, significa che continuando ad eliminare “carica” dal Caso, la risposta arriverà con molta naturalezza e semplicità, generalmente sotto forma di “realizzazione”.

    Questo significa anche “non suggerire la Cognition”, lasciare che la persona ci arrivi da sola proseguendo il suo Ponte, e credo che sia la cosa in assoluto più saggia da farsi.

    …Se esiste un’Universo al di fuori del MEST? … Certo, è l’Universo che si trova appena fuori dall’Universo MEST!

    Scherzo, anche questo fatto non è assolutamente dimostrabile, però è sperimentabile, ma per sperimentarlo un importante e necessaria condizione deve essere messa in esistenza: l’esteriorizzazione.

    Beh, direi che questo scritto di Richard dice qualcosa al riguardo di “Chi crea e perché, e come, l’universo Mest?” ; “e se c’è un universo al di là di quello Mest?”
    Richard afferma, senza impedire o imporre nulla: “più avanti si capirà meglio”.

    Cioè a dire, che ipotesi su ciò LRH ne ha fatte tante, ma spesso affermando prima una cosa e poi il suo contrario…
    LRH ha detto tante cose a seconda del momento storico (della ricerca) e a seconda della sua condizione di Caso.

    Cioè è ovvio che: molta comprensione dipende dal livello di Caso del momento.

    Poi riguardo all’esteriorizzazione, sempre Richard (che quoto perché credo sia uno dei massimi esperti della Tech e di Scn (come anche Paolo, ma Paolo è in sintonia con Richard… ma però, Paolo, non scrive lunghe lettere 😉

    Riguardo all’Esteriorizzazione ne sappiamo ben poco.
    Argomento estremamente affascinante ma piuttosto sconosciuto.

    Il Dizionario Tecnico ci indica che si tratta dello stato del thetan che è al di fuori del proprio corpo, ma a memoria, non ricordo niente di scritto da Ron dove dia delle informazioni più dettagliate su questo fenomeno, quindi ritengo che cercare di spiegare una cosa del genere sia del tutto impossibile.

    Magari esistono gradienti di esteriorizzazione, magari l’Esteriorizzazione segue passo passo la scala di Consapevolezza così come descritta nel quadro dei gradi e man mano che la persona progredisce ne ottiene una percezione sempre più nitida e tangibile.

    A) Vediamo…il primo passo potrebbe essere quello in cui una persona, durante il proprio percorso, si estroverte sempre più facilmente sino a scoprire di occupare uno spazio esterno ben più ampio di quello delimitato dal proprio Corpo Fisico.
    Non è staccato dal proprio Corpo ma ne è sicuramente fuori, anzi, il Corpo è un costante pungolo che attrae l’attenzione del Thetan con un cumulo variopinto di sciocchezze.
    A questo proposito ricordo una simpatica descrizione data in Comprendere L’Elettrometro, in cui Ron descrive una scheggia o una spina in un pollice dove il pollice rappresenta il Thetan e la spina il Corpo.

    B) Potremmo anche speculare sul fatto che due Esseri in perfetta armonia e con un elevato grado di Affinità possano “sentire” di trovarsi nel medesimo posto benchè i rispettivi Corpi si trovino in due differenti localizzazioni geografiche.
    Ma questo fenomeno lo classificherei sotto il nome di “Comunicazione Telepatica”, il primo Thetan vede, sente e percepisce sia il secondo Thetan che l’ambiente a lui circostante.
    Vede quello che fa, e prova quello che l’altro stà provando.
    Il secondo Thetan è consapevole della “presenza” del primo Thetan.
    Se l’affinità tra i due è particolarmente alta, questo tipo di “esteriorizzazione” è possibile, ma ripeto, la giudico meglio sotto l’aspetto di una perfetta intesa Telepatica.

    C) Un differente gradiente su questa ipotetica scala potrebbe essere quello in cui adagi il Corpo in una comoda posizione e senti “click”, il corpo diventa incosciente oppure si addormenta e tu ti ritrovi accanto a lui.
    In quel caso non lo degni di uno sguardo ma ti interessi immediatamente all’ambiente che ti circonda….e di solito la cosa ti frega perchè nel farlo consumi qualche tonnellata di energia.
    Questa condizione, quando capita dura sino a cinque minuti circa, poi ti addormenti e sogni (alla base di questo fatto esiste un ben preciso fattore tecnico).

    D) Potrebbe poi esistere quella particolare Esteriorizzazione che avviene ogni volta che una persona si addormenta, ma che solitamente non viene riconosciuta.
    Il Corpo si addormenta e tu sei li vigile come non mai e ti rendi conto che ti sei appena staccato dal Corpo.
    Normalmente questo tipo di esperienza si trasforma in quello che oggi viene definito “sogno lucido”, sei completamente consapevole come Essere e sai perfettamente che possiedi un Corpo che sta dormendo da qualche parte.

    In questo caso sprechi solo poca energia, quindi l’esperienza dura più a lungo, sei convinto che si tratti di un sogno e quindi non presti molta attenzione al cambiamento di ambientazione al suo interno.

    In questa condizione riesce a sperimentare diverse cose, rispolveri abilità che credevi di aver perduto ed in generale è un ottimo campo di addestramento per il passo successivo.

    E) Quello che definirei l’ultimo passo (sempre su questa ipotetica scala) è quello di staccarsi completamente dal Corpo ed uscire dall’Universo MEST.

    Questa è di gran lunga l’esperienza più proficua per un Thetan, perchè scopre che non solo non ha la necessità di avere un Corpo in un Universo che LRH ha definito (non ricordo più dove, scusate) “non più grande di una scatola di fiammiferi”, ma sa che lui possiede “Sapienza” e “Sapienza Totale”.

    Ma dopo una simile varietà di ipotesi, mi viene da domandare: “Ma dove diamine si trova quel fantomatico Thetan che è appena uscito anche dall’Universo MEST”?
    E chi lo sà…potrei azzardare l’ipotesi di un Universo Theta?

    So per certo che, se vuole mantenere il proprio Corpo ancora in vita, deve fare in fretta a rientrare perchè il tempo al di fuori del MEST passa molto diversamente…anzi, qualcosa mi suggerisce che lì, in quell’improbabile luogo, il tempo non scorra affatto…ma questo è ben differente all’interno del MEST.

    Perciò…. : non saprei proprio dove indirizzarti per trovare questo tipo di informazioni.

    L’unico consiglio veramente utile che posso fornire è quello di proseguire sul prossimo gradino del Ponte, non importa che tu sia su Grado uno o su OT 7, con il massimo della serenità prosegui.

    La regola fondamentale è sempre la stessa ed è sempre valida: “L’ammontare di Carica eliminata dal proprio Caso determina……la fine della frase la lascio a voi perchè sicuramente la conoscete”.

    Con Amore e Ammirazione
    Richard

    Ecco direi che… : se Richard dice che non è un argomento cosi semplice da comprendere da un certo livello di caso … beh, avanti sul Ponte, magari ad Ot8 si capisce qualcosa di più.

    Si certo è un percorso impegnativo e dispendioso (in tempo ed energia), ma da non sottovalutare per niente, nel tentativo di cercare (e trovare?) la maggior parte (forse tutte) delle risposte esistenziali .

    Un caro saluto

    • Bravissimo Marco, la tua analisi me gusta Mucho !

      • Luc

        Marco, ti ammiro sei un essere molto intelligente e mi piace comunicare con te, grazie per le tue condivisioni con cui concordo al 100%. Bravo!
        Con ARC
        Luca

        • Marco

          Grazie per l’ammirazione e per i complimenti Luca, in realtà non so bene se io sia così tanto intelligente 😉
          Anche per me è un piacere comunicare con te. Ed anch’io provo per te ARC.
          Beh, siamo al livello di “Baci ed Abbracci”… non male.

          Di sicuro di me stesso posso dire che in questo momento sono molto molto interessato… su “Forte Interesse” (questo è innegabile pure per me, che di solito spesso mi schernisco).
          Mi piace molto l’assioma: “la mente pone e risolve problemi”…. sopratutto il “risolve” 🙂

          Mi piace capire ed poi aiutare a capire. Questo si.
          Mi piace fornire le persone di informazioni, conoscenza, o di punti di vista… aiutare a far osservare cose, situazioni, concetti, ecc. ecc., in modo che si possa valutare meglio, che si possa essere più determinati e capaci di capire, per poi pensare meglio con la propria testa.

          Perchè in effetti: “E’ vero solo quello che è vero per te… anche se lo ha detto Ron” (più o meno così).
          LRH

          • Luc

            Ahahah, Baci e abbracci! Non male dai 🙂 Fai bene ad avere tutto questo interesse, ottimo!
            Con ARC
            Luca
            P.s Controlla la mail! 🙂

    • Giordano Bruno

      Ciao Marco,

      dopo questo brano di Irene Mumford:
      “Uno tenta di raggiungere, che equivale ad accordo, e il MEST è in disaccordo; quindi ogni tentativo di raggiungere va a finire nella frustrazione dell’Oppterm.”

      Tu hai scritto:
      “Ron ha parlato molto di questo… dire da parte della Mumford che è l’universo Mest in disaccordo… mi pare eclatante (scorretto); non ricordo bene, ma mi pare che è il contrario, cioè che il problema è che: è il Thetan che va troppo in accordo con il Mest da diventare, alla fine e dopo tanto accordo, Mest lui stesso (o molto vicino alle regole del Mest). Dunque?”.

      Credo ora di poterti rispondere così:
      Quando un Thetan è intrappolato nel Mest, ogni volta che che tenta di raggiungere viene trattenuto la Mest. Il Thetan per raggiungere può commettere un atto overt, e accumularne e poi commettere withhold. A quel punto lui è in accordo con il Mest: il Mest lo trattiene e lui trattiene.

      A proposito di esteriorizzazione. Ciò che descrive Richard è ampiamente esplorato nei libri di Castaneda. Da ciò che scrive, credo che Richard conosca bene quei testi. Vale la pena leggere qualcosa in merito perché contribuiscono a dare più realtà al soggetto. Tenete conto che i Toltechi, da secoli, sperimentano l’esteriorizzazione e insegnano come farlo…

      Un caro saluto,
      G.B.

      • Marco

        Come detto in altri commenti, secondo me bisogna farsi una buona panoramica di quanto detto/scritto da LRH, perchè ormai sono convinto che lui abbia dato enfasi, o meno, a determinate convinzioni e/o argomenti, a seconda del momento storico della ricerca ed anche in base a qualche “fissazione” di un qualche estemporaneo frangente di interesse… momentaneo.

        Che dire allora di questo?

        STATO DI OT
        SHSBC 23 MAGGIO 1963

        “La verità della cosa è che l’universo Mest non è quel posto strano popolato da esseri terribili di un genere o di un altro, ma in verità invece è un luogo abbastanza piacevole, eccetto dove la gente si è data molto, molto da fare per renderlo un posto inospitale.

        Ora, se tu stai di fronte a quello che è successo ai corpi di carne e a quello che è stato fatto con questo universo, potresti scoraggiarti parecchio e potresti crollare su te stesso e dire, “ma allora questo universo è completamente e solamente una trappola”, sino a che tu realizzi che è accaduto questo fattore:
        Un Thetan viene aiutato in ogni momento dal MEST – in ogni momento, in ogni momento.

        Gli fornisce uno scenario consecutivo, gli fornisce una luogo in cui essere e queste sono tutte cose che da cui non viene sopraffatto, ma sono cose che in realtà a lui piacciono.

        Gli forniscono una struttura materiale permanente e persistente.
        Può mettere lì una piccola casetta oggi o una cosa del genere che sarà lì anche domani, capite? Se lui se ne dimentica non svanisce.

        Ogni tipo di problemi che un thetan aveva sono stati risolti da questo universo e lui è su di un flusso di aiuto in una sola direzione quando scende troppo in basso, l’universo lo aiuta e lui non aiuta l’universo.

        A qualcuno che è in questo tipo di stato mentale gli puoi fare questa semplice domanda:”Come puoi aiutare l’universo fisico?” ed otterrai la misura in cui lui viene aiutato, diventa un flusso bloccato.
        Va bene: “Come puoi aiutare l’universo fisico?” vedete?

        Ed avrà un ritardo di comunicazione alla prima risposta per un po’, ma poi tirerà fuori una serie di risposte e si sentirà meglio dopo nei riguardi di questo universo.

        In altre parole, se questo universo è qualcosa: è qualcosa di troppo buono per te.
        E le persone non lo sopportano, e così decidono che l’universo MEST è malvagio.

        E così ogni tanto troverai un qualche tizio che decide di renderlo un luogo molto malvagio.
        E lui avrà una qualche stramba idea in relazione a ciò che non va con questo universo.

        Quello che lui pensa ci sia di sbagliato con questo universo è inevitabilmente che: “in esso ci siano degli esseri liberi”.

        Lui arriva sempre a questa conclusione, se lui è così degradato, e quindi inizia a darsi un gran da fare per rendere le persone intrappolate.

        Il risultato che si ottiene è il caos.”

        • Marco

          Giordano dici: Credo ora di poterti rispondere così:
          Quando un Thetan è intrappolato nel Mest, ogni volta che tenta di raggiungere viene trattenuto la Mest.
          Il Thetan per raggiungere può commettere un atto overt, e accumularne e poi commettere withhold.
          A quel punto lui è in accordo con il Mest: il Mest lo trattiene e lui trattiene.

          Devo confessarti che non capisco benissimo cosa mi vuoi portare a capire… forse mi sfugge la premessa.
          Che il Thetan per raggiungere commetta Overt e accumulare Withold… mi sfugge.
          Che a quel punto lui sia in accordo (solo a quel punto?)… non so; e che a quel punto l’universo Mest lo trattiene e il Thetan trattiene il Mest… Potrebbe essere, ma mi sfugge.
          So che potrebbero esserci / ci sono di sicuro tanti motivi per cui il thetan rimane nell’universo Mest…tra cui, per esempio, l’idea che solo nell’universo Mest (l’universo in comune con tanti altri thetan) si possa avere comunicare con il thetan tramite un terminale di comunicazione (un corpo).

          Riguardo all’accetazione dell’universo Mest:

          “Qualunque altra cosa facciate con un preclear, egli deve essere portato ad accettare l’universo fisico come pure il proprio corpo e quello altrui, il tutto in condizioni di ogni genere.

          La via d’uscita è quella che passa attraverso.

          Nelle pratiche orientali la meta era l’abbandono, la rinuncia.

          La principale differenza fra Scientology e le pratiche orientali è questa: essa accetta per liberare. E dà libertà.

          Ciò che uno non riesce ad accettare è ciò che lo incatena.”

          LRH La Creazione della Capacità Umana

        • i puntini di Diogene...

          Forse è utile ricordare che c’è un’intera Dinamica chiamata MEST ed è una “componente” di theta “operante”…
          Standard (anche se quantisticamente incorretto) è l’universo con le sue leggi fisiche, ma un thetan mai… neanche morto.
          Più liberate un thetan e più lo rendete diverso, ma sempre gli serve una traccia di mest (Sesta Dinamica) per orientarsi nel suo cammino a ritroso verso la Settima Dinamica, che non è fatta solo di angioletti…

          • Marco

            Già è vero Diogene, l’universo Mest è una dinamica… e mica una da poco: “quando metti li una casetta questa mica scompare… !” Può darsi invece, può succedere che… non trovi più la moglie. Magari questo può succede… (speriamo), ma il frigorifero con birra e salame… quello rimane sempre a solito posto 😉

      • Giordano Bruno

        E’ vero, un po’ come Osho, a volte Hubbard ha detto tutto il contrario di tutto.
        So bene che è necessaria una buona ARC con il Mest per poter giocare un gioco. Non sto mettendo in discussione questo.
        Ma prova a immaginare un Thetan libero, che può giocare il suo gioco da exterior… e che al solo pensiero di essere sul sole è sul sole… di essere dall’altro capo dell’universo ed è lì…
        Poi si ficca in un corpo Mest… e ogni energia che adopera, adesso il Mest gliela restituisce con un’azione uguale e contraria. Vorrebbe essere là, ma non può più farlo così come vorrebbe. Entra in gioco lo sforzo, il controsforzo e la fatica di raggiungere. E trattenuto dal corpo Mest…
        In sostanza è questo quello che intendevo dire.
        Poi lo si può amare il Mest, e via discorrendo, ma la possibilità di raggiungere ne è comunque condizionata. E quando l’havingness cala, allora per raggiungere si commettono atti overt.
        Tutto qua.
        Un caro saluto,
        G.B.

        • Marco

          Si Giordano, adesso ho capito meglio cosa intendevi dire…

          Dunque, il tuo pensiero, riassunto così: “quando l’havingness cala allora la possibiltà di raggiungere ne è condizionata… allora per raggiungere si commettono atti overt… e per questo poi si trova trattenuto nel corpo…”, più o meno.

          Tutto questo mi fa pensare… credo che questo punto di vista vale solo da sotto un certo livello di tono. Per chi conosce questi meccanismi ed ha un buon livello di Caso… : “Overt e Withold sono una teoria limitata”.

          Cmq, come ho detto prima, Ron ha scritto tante cose in certi momenti spinto dall’enfattizzazione del momento… e credo che anche questa è una sua teoria da valutare confrontandola con altre sue.

          Un’altra cosa interessante, spero sia in tema…
          Scusa se oggi ho esagerato con i commenti, ma deve essere stato qualcosa… causata dalle sedute di questi giorni… in effetti a pensarci bene… mi sento un pò iperattivo 🙂 beh, per il momento non mi dispiace. Speriamo non se ne accorga nessuno.

          PROCESSING CREATIVO 17 NOV ‘52

          “Continuando ad analizzare la Scala del tono riguardo a essere, fare e avere, abbiamo qui 20,0, che è l’esperienza, vero?
          Che cosa abbiamo qui a 20,0? Abbiamo l’energia.

          Questa energia, come abbiamo visto, può congelarsi diventando un oggetto.

          La cosa che non ha una linea di comunicazione con l’essere, in realtà per lui non esiste.
          Se possiede una linea di comunicazione, allora si può dire che per l’individuo esiste.

          Abbiamo così una definizione per l’esistenza. Esistono cose con le quali si può comunicare.
          Se non si può comunicare con qualcosa… sapete, comunicare è percepire, le varie percezioni e così via… se non si può comunicare con qualcosa in un modo o nell’altro, la cosa non esiste. Giusto?

          Per esempio, potrebbe esserci una stupenda statua qua fuori in mezzo alla strada, davvero bella, e potrebbe occupare tutta la strada, ma se nessuno potesse comunicare con lei in alcun modo, i camion potrebbero passare oltre, attraversandola. Per la gente non esisterebbe.

          In effetti, ho detto che è li, ma voi non potete comunicare con lei e pertanto non esiste. Ma nel momento stesso in cui dico che è lì, la vostra immaginazione scatta in un certo qual modo verso di lei e vede che avete iniziato una comunicazione di energia con un oggetto che non esisteva, ma sul quale ci si potrebbe concentrare fino a farlo esistere.

          La pratica mistica è in larga misura dedicata alla concentrazione, ad un livello tale che un oggetto assume una reale esistenza per altri oltre che per la persona che lo percepisce.
          Questa non è un’esposizione completa del misticismo, ma una delle sue principali caratteristiche è quella di sconfinare nella magia.
          È la concentrazione su una non esistenza al fine di creare un’esistenza; o la concentrazione su un’esistenza al fine di creare una non esistenza.

          Che cos’è la verità, allora?
          Se possono accadere tutte queste cose, allora che cos’è la verità?
          La verità è la cosa con cui tutti possiamo comunicare.

          Il grado di verità corrisponde al grado di accordo che possiamo raggiungere. Perciò la più grande verità che ci sia, è un oggetto. Capite?

          C’è meno verità nell’energia che negli oggetti e non c’è affatto verità nella beingness.

          Infatti, prendiamo una beingness estrema e una persona che può mutare la sua beingness come vuole, perbacco, quanto cambia.
          Se può mutare la sua beingness in tutti i modi… allora non potete dire che possa veramente esistere.
          Non c’è verità nella sua esistenza, perché la persona è così dannatamente variabile. Quello che vogliamo nella verità è uniformità, tutto qui.

          Perciò ci sono persone da 4.0 in giù che cominciano a preoccuparsi del fatto di concordare.
          Iniziano a preoccuparsi molto del fatto di concordare, perciò iniziano a preoccuparsi molto della verità.

          Più scendono in basso, più si preoccupano della verità e più si allontanano dalla flessibilità, più si avvicinano alla solidità.
          E quando tutti concordano che è vero, sono morti.
          Questa è la verità estrema.

          Quindi, che cos’è la verità?
          Ogni verità è relativa.

          Noi stiamo studiando l’anatomia e le leggi dell’accordo.
          Se stiamo studiando l’anatomia e le leggi dell’accordo, stiamo studiando quella cosa su cui tutti abbiamo concordato! Afferrate questo.
          Stiamo studiando il punto d’incontro comune.

          Stiamo studiando l’accordo e le varie manifestazioni dell’accordo, non stiamo studiando niente altro.

          In che modo si scioglie?
          Beh, capendo la sua anatomia e sciogliendolo come accordo.

          Se lo sciogliete come accordo, farete star bene il vostro preclear.
          E se lo fate concordare al 100 percento, lo uccidete.

          Questo è principalmente il motivo per cui alcune delle psicoterapie utilizzate in passato, non solo non funzionavano, ma rendevano le persone terribilmente dipendenti dallo psicoterapista e non le facevano stare meglio.

          Chiunque abbia operato in quel campo non vorrà entrare in eccessive discussioni con me, ma dirà: “Almeno abbiamo fatto calmare la sua mente e lui ha cessato di essere un’ampia minaccia per la società attorno a lui”.
          Beh, questo è vero, è vero. Quello era il traguardo e la meta che si prefiggevano di raggiungere.

          Bene… non siete interessati alla psicoterapia, siete interessati a queste persone dal punto di vista dell’anatomia dell’accordo.

          Che cos’è l’accordo?
          La storia dell’accordo è questa: una volta l’individuo aveva uno spazio proprio, in cui aveva un’energia propria, con la quale aveva quindi i propri oggetti. Man mano che gli oggetti cambiavano, lui misurava il tempo.
          Aveva allora una traccia del tempo per il suo spazio e la sua energia.
          Giusto?
          E disse: “Questo è tutto nostro o tutto mio”.

          Poteva influire su di esso e poteva dare inizio all’esistenza di ognuno di questi impulsi di cui si occupava, poteva creare e porre in esistenza nuova energia e far sì che la sua estetica…

          In altre parole, quello che stiamo studiando qui è come si può comporre un universo e che cosa risulta come inevitabile media dell’accordo sugli universi e questo è ciò che accade per quanto riguarda gli universi.

          Ecco che cosa studiate… e quando state studiando l’universo MEST, state studiando una certa serie di accordi… una serie di accordi.

          E ciò che volete realizzare con lo studio è disfare la presa che questa serie di accordi ha sull’individuo, quando questa serie di accordi ha prodotto sull’individuo un effetto che è doloroso, o che possiede troppa forza, o che lo tiene troppo prigioniero, e lui è inefficiente.

          È inefficiente perché ha concordato troppo e troppo intensamente.

          In effetti, qual è lo scopo finale dell’accordo nell’universo MEST? La morte.
          È un universo MEST, vero? Cerca di solidificarsi trasformandosi in oggetti!

          Non vuole nessun oggetto animato in questo universo… se qualcuno cerca di essere troppo animato in questo universo, allora sì che starà fresco.

          Perciò state studiando questa anatomia, che chiamiamo, in questo universo, verità.

          Non stiamo studiando qualcosa che sarebbe vero per il vostro universo.

          Stiamo studiando l’accordo e le varie manifestazioni dell’accordo, non stiamo studiando niente altro.
          Oltre quel punto abbiamo una tremenda flessibilità, una enorme flessibilità. Si tratta di un punto di vista sull’accordo.

          A livello filosofico, voi potete accettare o non accettare questi princìpi.
          Al momento voi cercate solo di studiare queste cose a livello terapeutico.

          E la cosa strana è che ogni volta che potete rompere un accordo fra il preclear e l’universo MEST, il preclear sta molto meglio.

          E quando non riuscite a rompere l’accordo fra il preclear e l’universo MEST, il preclear sta peggio.

          Perciò, quando fate uscire un preclear dal suo corpo e gli dite: “Vedi quel muro?”, lui risponde: “Che muro?” e voi: “Oh-ho avresti dovuto concordare”, alla fine il preclear si sforza di convincersi, fuori dal corpo, che sta vedendo il muro, e si ritrova di nuovo dentro al corpo.

          Perché succede questo? Poiché lo avete fatto concordare in base all’illusione dalla quale lo avete fatto scappare. E poi quando lo riportate al livello basso della Scala del tono in cui si concorda, quell’accordo è anche l’accordo di essere in un corpo, perciò si ritrova di nuovo nel corpo e non ne può uscire.

          Quello che avete fatto quando l’avete sbalzato fuori è stato di dargli uno spazio suo. Non ha poi senso prendersela con lui se, avendo uno spazio suo, non ci mette l’universo MEST.

          Insomma, se ha uno spazio suo e ci mette l’universo MEST, quello non è più il suo spazio, non vi pare?

          Perciò se quello non è più il suo spazio, lui torna nel corpo, bang!
          Facendolo uscire, gli avete dato uno spazio suo.

          A questo punto potreste chiedermi: “Allora è vero che lui è fuori dal suo corpo?” Signorsì! Perché lo spazio è spazio!

          E si dà il caso che il “reale universo” MEST, l’universo su cui c’è comune accordo, sia solo una delle varietà di spazio.”

          • Giordano Bruno

            Quasi, Marco, ci siamo quasi. Io credo questo: quando il Thetan è nel corpo di carne e ossa è necessariamente limitato dal corpo e dal Mest nel suo desiderio di raggiungere. Prendi ad esempio il comando del vecchio OT IV ” Via sul sole” (lo ha scritto Paolo nei post precedenti). Beh, nel corpo Mest non lo puoi fare. Non hai quella capacità di raggiungere. Essere nel corpo significa già avere meno havingness di quando sei exterior…
            Che il Thetan avesse creduto di poterla aumentare, l’havingness? Forse, ma si sbagliava.
            Quindi il Thetan è nel corpo e il corpo lo limita, il Mest lo limita, allora lui può commettere overt e degradarsi ancor più…. Ma era già in trappola prima di commetterli.
            Esteriorizzarsi non significa negare il Mest, puoi comunque giocare con l’Energia, la Materia, lo Spazio e il Tempo, ma lo fai in un altro modo… lo fai da essere libero.
            Un caro saluto,
            G.B.

          • Marco

            Beh d’accordo Giordano, essere esteriorizzato è meglio che non esserlo, verissimo, era quello che Ron pensava nei primi anni ’50… ed è li che sviluppo tutti quei procedimenti per il thetan esteriorizzato.

            Certo poi… nel merito: un thetan consapevolmente ext. ha anche più capacità di havingness. Non di meno.

            Havigness è capacità di avere o di non avere… mica deve essere ossessionato di dover avere a tutti i costi!

            Credo c’entri che… le condizioni di esistenza sono Essere, Fare, Avere.
            Avere viene per ultimo, cioè a dire che prima devi passare per… : il tipo è capace di Essere? E’ capace di Fare?

            Se invece per Avere deve commettere Overt (mi pare di capire che è questo il punto che segnali), è un pò criminale: pretendere di Avere senza Fare è un pò, o molto, criminale.

            Ma nel caso che citi “Vai sul sole” (lo ha scritto Paolo nei post precedenti). Beh, nel corpo Mest non lo puoi fare. Non hai quella capacità di raggiungere. Essere nel corpo significa già avere meno havingness di quando sei exterior…”, beh, è anche peggio: se non è consapevole di essere consapevole di essere capace di andare dove vuole in quanto thetan… e pretende di andare sul Sole… beh, ha qualche rotella fuori posto.

            Se invece è consapevole di essere consap…. ecc. beh, lo può fare! Pur avendo un corpo di carne lo può fare, se è capace di Farlo (capace di Fare presume che ha già “In” Essere)… lascia li un attimo il corpo “e se ne va a farsi un giretto”.

            Perchè… perchè dovrebbe avere un corpo e soffrire di non avere Havigness? Ha l’havigness che si merita in quel momento… e in base alla sua consapevolezza.
            Pretendere di più di quel che puoi Avere in quel momento è una drammatizzazione, credo, o quanto meno non applicazione di analiticità.

            Poi io credo che il thetan drammatizzerebbe di più (rispetto all’Avere) la non possibilità di agire… : Assioma10: “Lo scopo più elevato nell’universo è la creazione di un effetto”.

            Comunque è vero che… c’è chi soffre di queste cose… ed è di certo: lo scientologo!
            Che ora conosce e sa che è intrappolato, sa che adesso deve “per forza” affrontare; sa che adsso deve Fare, per Avere: “uffa che dura sapere tutte ‘ste cose… sono intrappolato l’ho capito, e devo adesso… devo prendermi Responsabilità (Essere) e devo esercitare Controllo (Fare)… uffa che rottura di cog….”.
            C’è una conferenza sulle PDC che parla di questo (credo la 62): “il caso più difficile che c’è: lo studente di Scientology”. Più o meno così.

            Ma un thetan consapevole di essere consap….. ecc. sa che deve darsi da Fare ed è meglio darsi da Fare con un livello di tono 20,00.
            Poi.. , con questo tono 20,00 , di sicuro sarà capace di vedere il bicchiere mezzo pieno, anzichè il bicchiere mezzo vuoto 😉

          • Giordano Bruno

            Dai vieni a mangiare la pizza anche tu, così il bicchiere lo riempiamo del tutto. ahahahahah 🙂

          • Giordano Bruno

            Marco, per favore, scrivimi al mio indirizzo di posta che ti dico una cosa che t’interesserà moltissimo: giordanobruno1958@gmail.com
            Ciao,
            G.B.

  26. Risposta a Guido.
    Di persone “disturbate” c’è ne sono anche tra quelli che hanno fatto il ponte “normalmente”.
    Vedi OT che sparano al socio,o chi si è suicidato.
    Inoltre ti voglio ricordare che in un vecchio commento di Francesco in questo blog.
    Lui stesso raccontava quando con Simon Bolivar traducevano i livelli OT senza averlì fatti.
    Quindi chi è senza peccato scagli la prima pietra.
    Almeno io ho il “coraggio” di dirlo, non faccio finta di non sapere cosa c’è dopo.
    Anche perchè basta cercare “Scientology in wikipedia”
    E c’e’ chi oltre ad andare per tartufi prende pure altre strade……
    Ciao

    • Beh, allora non è questo il praticello giusto dove stare.
      Mi sembra che stai generalizzando un pochino.
      Il lavoro svolto da Simon insieme al sottoscritto e’ stato nel momento che io e lui dovevamo affrontare prima il solo 2 poi OT1 e così via fino alla fine di OT3.
      Nel foglio di verifica avevamo il bollettino X per esempio, lo traducevamo mentre lo studiavamo ( ed avremmo potuto benissimo farli in Inglese ) e poi passavamo al prossimo gradino.
      Questo è stato fatto per permettere alle persone nel futuro di poter avere i materiali corretti in Italiano, verificati e corretti, affinché potessero tranquillamente affrontare il Ponte in maniera Standard.
      Era parte di un progetto che è stato completato, ora in Italia nessuno più deve farsi il mazzo per poter percorrere i Livelli OT in completa sicurezza.
      Questo non da la concessione a nessuno, nonostante basti googolarli come dici tu, a leggersi i livelli OT con magari un bel traduttore internet.
      Certo, chiunque può farlo, ma troverebbe come minimo, una volta che vorrebbe o dovrebbe farli nel campo indipendente, una sit da maneggiare prima che il C/S o HCO dia il benestare a consegnare i materiali.
      Nel campo indipendente non esistono scorciatoie.
      Francesco

    • Per dayghoro :Mi spiace che tu non sappia Cogliere le uguaglianze, le similitudini e le differenze
      Guido

      • Certo io sono abberrato no !
        Mentre tu sei OT e puoi valutare.
        Ciao

        • Adri,sinceramente non mi sembra una risposta adeguata .
          Non mi sembra che qualcuno ti dia dell’aberrato e tantomeno che qualcuno “essendo OT” ti abbia valutato.
          Non confondiamo il “valutare” dell’Auditor con il PC che viola il codice dell’Auditor con lo scambio di opinioni nella vita.
          Altrimenti rischieremmo di ridicolizzare l’importanza del non valutare per un Auditor in seduta con il PC.
          Un esempio puo’ essere : ” Hei Gino, non ti sei fatto la barba oggi ! ” e Gino ” mi stai valutando ! ( tragedia) ”
          Si certo, gino e’ stato valutato, ma che centra la sua barba con il suo Case ?
          Nulla
          Una persona e’ OT nella misura in cui tutto cio’ che ha affrontando eliminando carica durante i suoi procedimenti, puo’ portare comprensione e maggiore comunicazione nel suo presente, nella sua vita.
          Non e’ un gagliardetto da appendersi alla giacchetta, non sono Galloni per le spalline e tantomeno non e’ uno status che permette a qualcuno venire meno dei piu’ elementari basic di Scientology.

    • Butterfly of Belen

      Molti ma molti ma molti anni fa iniziai lo studio del pianoforte. Il maestro era mio padre che prima di tutto mi insegnò l’abc della musica, poi mi mise le manine sullo strumento e poi iniziò a farmi suonare qualcosina. Insomma, percorreva i famosi gradienti, devo dire con discreto successo. Un brutto giorno cominciai ad essere letteralmente ossessionata da Bach, adoravo la sua musica e volevo suonarla. Bach è forse il compositore più “cattivo” per chi suona, è ad un livello eccelso e davvero difficile. Mio padre cercò di farmi capire la cosa ma non volli sentire ragioni, così un pomeriggio mi mise uno spartito davanti (neanche dei più difficili) e con un sorriso beffardo mi disse “si accomodi signorina”. La faccio breve. L’impatto fu forte e il risultato pessimo. Andò a finire che mi sentii talmente frustrata che abbandonai la musica e per due anni non mi volli più sedere ad un pianoforte. Certo non morii, non mi venne una polmonite fulminante, non ammazzai mio padre, né tentai di profanare la tomba di Bach, ma fu sicuramente una vicenda poco simpatica se vogliamo farci rapire dagli eufemismi. Chiedo scusa per aver condiviso una storia personale, mi è tornata in mente leggendo gli ultimi commenti.
      Un saluto carissimo a tutti e un ot (informatico) per Francesco: uffaaa, se riesci fai qualcosa per la visualizzazione dei commenti a destra dello schermo, Grazie grazie
      B.o.B.

  27. Per altre strade intendevo che c’è chi si da ai fiori di bach, come Pier Paolo,chi al reiki come Silvia, e chi usa Dianasis come Paolo.
    Poi nella comunicazione ci sono accordi e disaccordi.
    Così come nella vita.
    Semplicemente visto che Paolo scriveva :
    ”Sicuramente sì possono avere dei guadagni dai vecchi livelli OT 4-5-6-7. Sono stati consegnati per molti anni e l’aria che si respirava intorno a molti di questi OT era piuttosto buona. Questi livelli sono reperibili sul web e a quanto mi ricordo non contengono nulla di particolarmente confidenziale.”
    Chiedevo se era possibile trovarli in italiano,e rispondevo alle risposte di “Li avrai al momento opportuno” con quello che penso.
    E semplicemente dicevo che avevo letto i livelli OT,che si trovano in internet.( cosa che tra l’altro voi sapevate già visto che ve l’avevo gia detto quando ero a casa tua )
    Per quanto riguarda:”Qui non ci sono Misteri e nessuno qui ti ha detto “capirai più avanti”, il concetto e’ al momento corretto avrai i materiali corretti.”
    Era una somiglianza all’atteggiamento della Cof$.
    E il “monopolio” così come i Livelli avanzati di Richard,tutti pronti a “seguire” i suoi futuri procedimenti.
    Certo solo a chi a dato prova di meritarseli.
    Ciao

    • No Adriano, nessun monopolio e, certo i materiali vengono dati solo a chi se li merita.
      Mi sembra il minimo.
      Meritarseli non vuol dire PAGARE le indulgenze plenarie come avviene nella Cof$.
      Nella Cof$ puoi essere un perfetto opposto di cosa ci si aspetta da un OT, ma sei hai un bel po di grano, i lasciapassare per risalire le “condition” mi sembra che si siano trovati spesso e volentieri.
      Nel campo Indipendente non funziona cosi’, e’ giusto che paghi uno scambio al tuo Auditor che dedica il suo tempo per te, come paghi l’idraulico che ti revisiona la caldaia o il parrucchiere che ti taglia i capelli.
      E’ giusto che se sei arrivato con tutti i requisiti a posto per andare sui livelli OT, il tuo C/S ti consegni i materiali di volta in volta, come e’ giustissimo che se chiedi i materiali al C/S per i tuoi livelli OT, dopo che hai appena finito a prendere a calci il gatto, non te li dia.
      I materiali vengono protetti, come e’ giusto che sia, pensa con la tua testa non vuol dire fai il cavolo che vuoi.
      Quindi e’ corretto non dire agli Scientologist Indipendenti cosa fare, cosa pensare e viceversa, le regole del gioco le conosco benissimo e pertanto mi aspetto che ogni Scientologo Indipendente sappia benissimo cosa ci si aspetta da uno Scientologo.

    • Silvia Chiari

      Ciao Adriano, voglio solo far presente che anche nel Reiky per ricevere le varie armonizzazioni ci sono dei passaggi ben definiti – gradienti – anche qui puoi ( ormai su internet trovi tutto) leggere riguardo al terzo livello intanto che fai il primo, ma la “realtà” l’avrai solo quando farai quel livello e ti sarà chiaro ciò che prima avevi letto ma non avevi riscontro nella realtà .
      Oltretutto, una volta i simboli erano segreti e chi li imparava doveva memorizzarli e poi stracciare i fogli con su i simboli…ora li puoi vedere tranquillamente ….
      Come avevo già scritto, per me è essenziale che le persone arrivino fino a Clear, perché così possono comprendere meglio anche le altre filosofie che vogliono curiosare… .. Quello che ho notato dal tempo che ho incontrato Scn in questa vita è che le persone che si avvicinavano erano più interessate ai livelli OT ed ai super-poteri che questi sembrava venissero raggiunti una volta che ……
      Il fatto che sia importante fare le cose con i gradienti corretti è appunto il grado di consapevolezza …. quando si inizia è la mente che ti porta a fare determinate scelte ( e per fortuna che l’ego guarda solo a OT VIII) … poi la consapevolezza aumenta e …..
      Un abbraccio di luce !

      • Grazie SIlvia,una domanda sono d’accordo che se non hai raggiunto un livello,magari non ne hai consapevolezza o non riesci a raggiungere il successivo.Ma c’è sempre un ma,non lo sai con certezza che uno non possa “capire”.
        E’ un pò come uno che medita da ventanni arriva il novello è questo riesce a fare ciò che tu hai sudato sette camice.
        E per quanto riguarda i simboli segreti.
        Per tua esperienza o idea credi che renderli disponibili a tutti ha compromesso il soggetto Reiki ?
        Ha impedito in qualche modo la riuscità del livello superiore.?
        O ha liberato le persone dalle aspettative,o dalla “tensione” riguardo il mantenerlo segreto, e dal continuare perchè “attratti” dal segreto.?
        Come se il “segreto” sia la trappola per tenerti su interesse e quindi “succube” della “setta”?
        E per questo che credo che tutto deve essere Libero e a disposizione di tutti.Poi stà alla propia autodeterminazione.
        Non: tu si, tu no.
        Tu non sei del mio gruppo.ecc….
        Ciao Adriano

        • ” Non: tu si, tu no.
          Tu non sei del mio gruppo.ecc…. ”

          GENERALIZZAZIONI

          Ma potrei più dolcemente farti un esempio:

          Vuoi la macchina,
          Vai dal concessionario e gli dici : ” Vorrei quella macchina”
          il concessionario: ” Ha la patente ?”
          rispondi : ” No, non ce l’ho, ma ho letto il libretto della patente”
          il Concessionario CONCLUDE : ” No, la macchina non te la do”

          Per guidare una Macchina ci vuole La Patente,
          Per fare i livelli OT devi aver attestato CLEAR e fare il SOLO parte 1 e 2.
          Semplice no ?

        • Silvia Chiari

          Ciao Adriano, sono d’accordo con te -non lo sai con certezza che uno non possa “capire”- però la medaglia ha sempre due facce per cui per te sarebbe un “capire” ed essere spronato ad andare avanti e per qualcun altro può essere il motivo per allontanarsi denigrare il soggetto e far in modo che altri ne stiano lontani e quindi non abbiano benefici.
          Ritengo che si dovrebbe sempre guardare il terreno che stiamo calpestando.. se nostro possiamo fare ciò che vogliamo..se in comune con altro si deve rispettare l’accordo con gli altri , in questo caso molte volte la Reception ha detto che non avevano intenzione di pubblicare riguardo i livelli Ot …ok .. si rispetta. tu stesso hai detto che li hai trovati scritti quindi ….chiedili privatamente..con la comunicazione si può risolvere il tutto
          Per quanto riguarda i simboli Reiki infatti sono stati liberalizzati quindi non sono un segreto ma il vero punto è quando tu leggi il gradino superiore prima di fare il precedente la tua attenzione è presa verso il superiore … ma non sei ancora pronto …
          Poi tu dici -Poi stà alla propia autodeterminazione.- e qui scusami tanto NON E’ RIVOLTO A TE ma … sai quanti pensano di essere autodeterminati ma sono ben lontani dall’esserlo !!!! ho scritto in grande per te perchè ti ho letto in questi anni e quindi ho imparato a “sentirti “.
          Ultima cosa … fintanto che siamo nel mest non saremo mai liberi completamente perchè in un modo o l’altro saremo dentro in qualche gioco e saremo causa ma anche effetto .
          Con stima un saluto

  28. i puntini di Diogene...

    Se avete mai provato ad appigliarvi alla coda di una cometa, avrete forse con sorpresa scoperto che ciò che si vede da lontano non è sempre così compatto come appare… (ed è questo che strappa un sospiro ai poeti)…
    Micro e macro sono sconvolgenti per uno zero all’ennesima potenza di zero…
    La parola chiave (almeno quella che io cerco di usare) è: DIMENSIONE.

  29. Marco

    Scusa Adriano, mi sfugge qualcosa…, non ho capito bene: qual’è il tema del contendere? Forse che non è opportuno andare a leggersi i livelli Ot by self? E’ questo?

    Poi altra cosa riguardo al tuo commento qui sopra E il “monopolio” così come i Livelli avanzati di Richard,tutti pronti a “seguire” i suoi futuri procedimenti. Certo solo a chi a dato prova di meritarseli.

    Io credo che “forse” sono tutti, che seguono Richard, o forse anche no… dipende.
    Mi pare che in questi frangenti “storici” (l’attuale Indipendenza) ci sia abbastanza libertà e potere di scelta, tanto da avere la massima autononomia nel decidere che fare, o a chi affidarsi.

    Io non vedo nessun monopolio… se non alcune regole conosciute e ben spiegate (leggi: motivi tecnici ed etici) da cui non si può prescindere, previa perdita dei risultati finali (EP). Dunque le regole sono un fattore tecnico. Ovvero ci deve essere un C/S che supervede decide e indica (dunque valuta), perchè senza di esso la tech non funziona, almeno la tech scientologa.

    Inoltre: Richard credo sia seguito da molto Indipendenti perchè è stato conosciuto, valutato e sicuramente verificato (in primis da Paolo, un C/S conosciutissimo e molto apprezzato, dunque di per sè un professionista a cui dare credito, ovvero è “un Brand” conosciuto, affidabile e di successo).

    Quel che di certo è stato valuato è se quel che dice/propone, suggerisce è corretto, intelligente, attuabile, logico, comprensibile….
    In poche altre parole: ci sono di sicuro evidenze e risultati!

    Che scelta dovrei fare? Chi dovrei seguire…? Se non chi è hai vertici della conoscenza tecnica, con risultati comprovati e certi?!

    Richard/Paolo è diventato sinonimo di qualità… “Negroni che bontà!” 🙂

    • Marco,l’oggetto del contendere e iniziato con una mia richiesta riguardo a ciò che scriveva Paolo.Cioè:
      “Sicuramente sì possono avere dei guadagni dai vecchi livelli OT 4-5-6-7. Sono stati consegnati per molti anni e l’aria che si respirava intorno a molti di questi OT era piuttosto buona. Questi livelli sono reperibili sul web e a quanto mi ricordo non contengono nulla di particolarmente confidenziale.”
      Allora ho chiesto se qualcuno aveva il link o lì aveva in italiano.
      Poi ho detto che io ho letto i livelli Ot,ecc.Ed ho espresso un mio pensiero riguardo al “tenerli segreti “.
      L’ho detto perchè non voglio nascondere di averlo fatto ed anche perchè credo che ci sono conferenze o libri molto più restimolativi,inoltre ai primi tempi questi mateiali confidenziali erano conosciuti.
      Dicendo che anche che questo modus operandi è o ricalca ciò che la Cof$ fà,usando questo “mistero” come gimmi per “spingerti” ad andare avanti,a volte anche dicendoti o lasciarti intendere che più avanti capirai,o risolverai il “mistero” (il famoso OT3) ecc.
      Questo in parte per dire che anche nei “gruppetti” di “indipendenti, ci sono forme di monopolio
      Basta pensare ai due principali Blog e schieramenti.Ma ci sono altri che sono poco conosciuti.
      Allora penso che chi si è dato da fare per mettere a disposizione di chiunque tutti i materiali ( appunto per rompere questo monopolio )
      Poi da lì sono nate altre discussioni o rotture di Arc a cui ho risposto con un pò di carica per alcune frasi di Guido.
      Rileggi i commenti e dimmi che idea ti fai.
      Forse di un “eretico” che mamma mia cosa hai fatto !!!
      Hai letto i livelli OT ?
      E poi si fà passare per “normale” certe cose.
      Insomma: Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
      O fate quello che dico ma non quello che faccio.
      Più o meno ho cercato di riassumere gli eventi ed il mio pensiero.
      Poi si può avere rotture di ARC. essere in disaccordo, provocare,
      essere provocati ecc…
      L’importante è parlarne senza trattenere e dire ciò che pensi,senza “paure” di “perdere” la tua possibilità di fare i tuoi livelli OT o meno.
      Perchè il monopolio continua.
      Ciao Adriano

      • Non sono d’accordo Adriano, non esiste l’oggetto del contendere e tantomeno un monopolio, semplicemente ti e’ stato detto NO sull’avere materiali che ora non ti servono.
        Inoltre, non vedo “gruppetti” di Indipendenti bensi’ gruppi in aree geografiche diverse che sono Indipendenti tra di loro e non devono sottostare a nessun Dictat e che non devono “pagare” nessuna affiliazione a qualche presunto “Leader”.
        Non ci sono neanche due Blog con i loro Schieramenti, l’Indipendologo ha chiuso i battenti da un pezzo come fisicamente e geograficamente l’Accademia 8008.
        Scusa, ma qui’ si porta avanti un’evoluzione in comune, non si vende nulla e non si pretende nessuna sottomissione.
        Invece io ti trovo abbastanza polemico e mi permetto di farti notare che sembra una terza parte nemmeno troppo nascosta.
        Se hai qualcosa con qualcuno, trattala in forma privata con il diretto interessato fino ad EP.
        Questa e’ la reception ed e’ giusto che se la portinaia becca qualcuno che cerca di pisciargli sullo zerbino, gli dia un bel Scopasu’.

        • A parte il fatto che io posso anche averli ed anche in Italiano.
          Ho fatto nomi e cognomi e non mi nascondo dal dire ciò che penso.
          Poi se sono polemico,rispondo al tono che mi arriva.

          • Te l’ho mai detto che OSA adora infiltrare piuttosto che attaccare ?
            Gli piace nuotare nel Guano e questo e’ il loro ambiente preferito.
            Gli da la carica.
            Come ti ho gia’ consigliato, risolvi i tuoi scazzi in forma privata e non con i purparle’ sulla Reception.
            Altrimenti cambio le chiavi di casa.
            Uomo avvisato mezzo salvato.

          • O SI PASSA ALLE MINACCE.!!!
            CHE FAI MI BANNI?
            NON C’è BISOGNO NON SCRIVERO PIù SUL TUO BLOG.
            CIAO

      • Luigi Cosivi

        Dayghoro, perché ti arrabbi tanto? Mi sorge un sospetto, se uno lo fa con me e, onestamente, non mi pare di averlo provocato, gli chiedo : cosa mi hai fatto?

  30. Luciano

    Concordo con quanto espresso da Francesco e padre. Continuo a pensare e sostenere che il sapere è importante ma il vivere l’esperienza lo è di più. Perciò non vedo l’ora di spiccare il volo. Che senso avrebbe conoscere i livelli e non avere gli ep che dovrebbero dare? Puoi conoscere com’è fatto il Negroni però per gustarlo devi traccanarlo.. ops! Vi saluto con affetto siete grandi scusate qualche errore. Ciao Luciano

  31. Luciano

    Per Paolo Facchinetti che cosa ne pensi del Falun Dafa? Io lo sto sperimentando mi sembra o.k.Avere un cuore veritiero tollerante e conpassionrvole sembra buona cosa .Vorrei se possibile un tuo commento in special modo piu che sulla tecnica sui contenuti e le realizzazioni che questo Maestro dice che è possibile raggiungere.Ti saluto con affeto Luciano.

  32. Luciano

    La butto li.Magari una pizzata tutti assieme potrebbe chiarire e conoscerci e condividere meglio le nostre esperienze.Penso si possa fare che cosa ne pensate?Grato di appartenere a questa famiglia che stimola le mie sinapsi e mi apre una finestra su considerazioni e pensieri altrui Con arc Luciano.

  33. Marco

    A proposito di esteriorizzazione… su cui vedo c’è ancora attività intelletuale in azione 😉 Ho trovato un interessantissimo articolo di Steve Bisbey, già pubblicato.
    Lui mi pare sia un auditor di vecchia data, molto competente ed esperto.

    Cmq, chiunque lui sia, è uno scritto… illuminante.

    “Il fenomeno dell’Esteriorizzazione venne riconosciuto molto prima di Scientology, anche lo stesso termine veniva stato usato per descriverlo.
    Fin da allora sono esistite delle tecniche diverse da quelle di Scientology per raggiungerlo.

    Aleister Crowley, per esempio, aveva i suoi metodi. Sfortunatamente, come Crowley anche altri contemporanei esponenti dell’Esteriorizzazione, tipo Sylva J. Muldoon e Monsignor Hector Durville, misero una indebita enfasi sul “Corpo Astrale”. Assaltavano la Realtà delle persone e in modo graduale la maneggiavano.

    Con poca conoscenza della mente, le loro tecniche producevano risultati inconsistenti e, se venivano tentati da professionisti poco stabili, erano perfino pericolose.
    Parlo per mia soggettiva esperienza, precedente al mio coinvolgimento in Scientology.

    L’Esteriorizzazione viene definita in Scientology come “l’atto di muoversi fuori dal corpo con o senza piene percezioni”.
    Questa è una definizione molto limitata che richiede ulteriori spiegazioni. Non esiste una cosa come PIENE PERCEZIONI – questa sarebbe un assoluto.
    Infatti, ci sono livelli di percezioni da exterior.

    Questi possono includere una leggera consapevolezza che il proprio punto di vista, come una entità separata, si sia spostato, percepire il corpo come separato, percepire attraverso i muri ecc…

    Si può raggiungere un alto grado di comprensione se si allinea l’Esteriorizzazione al soggetto dello spazio.

    Questo viene descritto bene nel libro Scientology 8-8008, a pagina 20:
    “C’è una scala gradiente da Spazio a Materia che inizia al numero arbitrario di 40.0 e va giù fino a 0.0 per gli scopi dell’Homo Sapiens e a 8.0 per gli scopi di estimare un Thetan.

    Questa scala gradiente si chiama la Scala del Tono.
    Lo Spazio si è scoperto sia una caratteristica più ampia, dalla cima al fondo della scala, si è scoperto che uno ha sempre meno spazio più si scende per la scala.”

    L’Auditing produce un incremento sulla scala del tono:
    “Lo sforzo del processing è dedito all’obiettivo di far salire l’individuo sulla scala del tono.” LRH.
    Come una persona sale di tono si ritrova con più spazio e percepisce più spazio.

    Qualche volta ha un improvviso e drammatico innalzamento di tono che gli da un improvviso e drammatico accrescimento di percezioni.
    Questo può essere identificato come un punto di esteriorizzazione.

    Notate che benché la persona possa attribuire questo fenomeno al particolare procedimento su cui veniva audito in quel momento, si tratta invece della graduale e continua rimozione di carica dal caso che in verità lo ha prodotto.

    Queste belle vittorie in session non sono poco comuni quando una persona sta relativamente bene e viene audita intensamente, ma il grado di percezioni che ottengono è molto raramente considerevole, e ancor più raramente lo stato è stabile.
    Le ragioni di questo le diremo in seguito.

    Una consistente proporzione di Scientologist hanno avuto lo scopo di esteriorizzarsi con “piene” percezioni, alcuni sono anche venuti in Scientology per raggiungere questo stato, alcuni hanno abbandonato il soggetto perché non ci sono riusciti.

    Una cosa importante da realizzare è che l’attuale carta dei gradi non è disegnata per raggiungere questo scopo.
    Quando un C/S si trova al cospetto con una persona che ha questo obiettivo sarebbe intelligente se esaminasse i motivi della persona.

    Una persona che risiede in un corpo che opera nell’universo fisico è soggetto e influenzato dal suo corpo e dall’universo fisico.
    È anche influenzato da altri due universi principali – il suo universo e, assieme a quello, il suo caso, e dal caso degli altri.
    La libertà da queste influenze dipende dal suo confronto e dal suo maneggiarli.

    Dopo averlo fatto un individuo si trova nella posizione di estendere le sue percezioni e abilità oltre l’universo MEST dentro al “para normale”.

    Quando un C/S viene messo a confronto con una persona che è effetto del suo caso, di altre persone, e dell’universo fisico, i motivi della persona potrebbero essere di cercare evasione dalla realtà o di una soluzione del “problema”.
    Una domanda molto pertinente da chiedergli potrebbe essere “L’esteriorizzazione per te risolverebbe qualcosa?”

    Fuggire dalla realtà è stato sempre fornito in un modo o nell’altro in tutte le culture del passato.
    Il mezzo attuale legalmente approvato è l’alcool, o anche la religione, che sembrerebbe più sicura (la dichiarazione di Karl Marx “La religione è l’oppio del popoli” conteneva una qualche verità).
    Illegalmente l’atro metodo è la droga o simili.

    Anche le medicine sono un tipo di fuga dalla realtà, effettivamente tolgono le unità d’attenzione dallo scomodo universo fisico e dagli universi delle altre persone (ed è anche più sicuro dell’eroina che produce lo stesso effetto ma molto più marcato) ma anche questo non produce OT.

    Il nome OT indica uno stato di beingness.
    Nei fatti, è uno stato di doingness. È un Thetan Operante.
    Una persona che fa davvero qualcosa per creare un impatto nell’universo fisico e in quello degli altri, e sta molto meglio di qualcuno che assume la pozione del fiore di loto, bloccando ogni altro al di fuori del cerchio.

    Se esaminando lo stato di caso di una persona e le sue circostanze di vita si scopre che il suo obiettivo di andare exterior con piene percezioni è davvero una voglia di fuga dalla realtà, o la soluzione ad un problema, allora, sarebbe un grave errore andarci in accordo, e provare a maneggiarlo. Creerebbe una perdita dato che non riusciranno a raggiungerlo.

    A volte, l’ambizione di andare exterior con piene percezioni viene scambiata come qualcosa che una persona vuole maneggiare.
    “Che cosa vorresti maneggiare con l’auditing?” qualche volta rivela “l’inabilità di andare exterior”.
    Non potete cancellare l’ambizione.
    Mentre questo item può essere indirizzato in vari modi, si dovrebbe riconoscere che un “voler raggiungere” non è un “voler maneggiare”.

    Similmente, con un item tipo “L’inabilità di far soldi”: laddove la carica sul soggetto dei soldi può essere indirizzata e maneggiata a beneficio della persona, ma maneggiare questo item, solamente tenendo in mano le lattine e parlando del suo caso non lo renderebbe un milionario.

    La maggior parte dell’auditing viene fatto nella direzione del cambiamento della beingness di una persona, con l’assunzione che la sua doingness e havingness miglioreranno automaticamente.
    Questa assunzione è solo vera parzialmente e questa è una delle ragioni perché gli OT prodotti non so poi cosi tanto OT allo stesso modo di tanti non-scientologist.

    Virtualmente tutta la parte OT della carta dei gradi indirizza la beingness, e sono tecniche di guadagno negative (tecniche che cancellano delle cose. Rimuovendo le cose dannose si possono ottenere degli avanzamenti positivi. Questo metodo si chiama Guadagno Negativo).

    Ma non esercitano o educano la persona a fare veramente di più.
    Nessuno di questi procedimenti è stato disegnato nello specifico per esteriorizzare qualcuno con piene percezioni (anche se questo può in via incidentale avvenire).

    Il vecchio OT6, ora non più utilizzato nella Chiesa, era disegnato nello specifico per esteriorizzare una persona e consisteva di esercizi per ottenerlo.
    Alcune persone non riuscivano a farlo, altre ce la fecero: ma non ottennero il risultato veramente stabile di “abilità” di operare liberamente come un thetan exterior e di agire con pan determinismo (estendere l’influenza del thetan nell’universo degli altri.)
    Perché non succedeva?

    Ci sono vari fattori che conosco che si dovrebbero maneggiare per produrre questo risultato…

    MANEGGIAMENTO DELLA VERITA’

    La verità è ciò che esiste.
    Un pc deve aumentare la sua realtà della verità di certe situazioni per avere guadagni di caso.
    Troppa verità mostrata o fornita a una persona, di colpo, causerebbe irrealtà.

    C’è sempre stato un gradiente per ottenere la realtà sulla verità.
    I livelli di Scientology sono un tipo di questo gradiente.
    Questo per via di qualcosa chiamato “Livello di accettazione” che viene definito come ciò che una persona può avere al momento.
    Colpito con troppa verità una persona può peggiorare.

    Loro la vedono, ma non la possono avere. Una persona si esteriorizza e poi ritorna subito dentro al corpo.
    Non possono avere cosi tanto cambiamento cosi velocemente.
    Stati tipo l’esteriorizzazione o altri poteri OT non verranno raggiunti finchè un thetan non potrà averli.
    E questo ci porta ai fattori dell’havingness.

    HAVINGNESS

    L’havingness viene definita come il concetto di essere capaci di raggiungere e duplicare ciò che un persona percepisce.
    Ha anche a che fare con il bisogno di terminali e di masse.
    La più grande havingness per un thetan (e il possesso più caro) è il suo corpo. In esso lui si identifica nell’universo fisico. Gli fornisce percezioni dell’universo fisico.
    Gli fornisce sensazioni tipo quelle di cibo e sesso.
    Ma più di tutto, gli fornisce ammirazione.

    Un thetan quindi non lascerà il suo corpo molto facilmente, specialmente perché nel farlo tende a identificarlo come morte del corpo.

    Un thetan per definizione è il Nulla, ma lui ama avere qualcosa.
    Non ha massa ma è deliziato dalla massa, è anche stato educato in termini di materia, energia, spazio e tempo in questo universo.

    Quindi per esteriorizzarlo, il livello di accettazione dell’havingness di un thetan dovrebbe trovarsi ad un tal punto da essere capace di accettare una forte carenza di massa, perlomeno in termini di corpo personale.
    Ma anche a tal punto, sarà capace di duplicare qualunque cosa se sa percepire come thetan exterior.

    Per esempio, potrebbe aver bisogno di maggiore tolleranza e accettazione dell’isolamento.
    Un Thetan è una entità gregaria e potrebbe rifiutare una situazione o abilità che lo isoli dagli altri.

    Forse è il desiderio del thetan per le masse e l’intolleranza di una situazione di mancanza di masse, che ha portato gli altri esponenti dell’esteriorizzazione a insistere sull’esistenza di un “corpo astrale”, che perlomeno aveva un qualche tipo di massa, anche se non molta.

    L’auditing una volta venne descritto da LRH come “un gioco tra esteriorizzazione e havingness”, il trucco era di portare un individuo gradualmente a fare as-is delle masse contenenti significanze aberranti, mentre si teneva alta la sua havingness fino al punto dove si esteriorizzava un poco.

    Se la sua havingness non veniva riparata o rimediata lui non lasciava andare le masse e le significanze che lo aberravano e quindi non si esteriorizzava.

    L’intera Tech sull’havingness sembra sia andata persa in qualche modo. Parzialmente per via di un qualche dato dubbio che i procedimenti di havingness non dovrebbero essere percorsi sul livello avanzato 5.

    Dato che tutti i livelli sull’attuale carta dei gradi da 2 a 7 sono tecniche di as-is, questo dato è in conflitto con il precedente: Ron diceva “Una tecnica che fa as-is dell’energia, se usata senza riparazione o rimedio dell’havingness, porterà un peggioramento del caso di un pc.”

    Un altra barriera all’esteriorizzazione viene spiegata in termini di giochi. Questi sono intimamente connessi con l’havingness dato che una condizione di giochi è di base uno sforzo di avere per sé stessi e di negarlo agli altri.

    GIOCHI

    Una cosa che un thetan trova completamente intollerante è una assenza di condizione di giochi, non appena scopre che si trova in mancanza di una proverà a coinvolgersi in un altro gioco, sia che sia migliore o peggiore, dipenderà dal suo livello di tono.

    I giochi consistono di libertà, barriere e scopi.
    La libertà totale e barriere totali sono condizioni di assenza di giochi, e sono entrambe indesiderabili.

    Il picco di abilità ottenuto nella vita o nel processing non sempre dura molto perché (cosi anche per altri fattori menzionati) possono rappresentare una condizione di nessun gioco, ma anche perché il thetan sta seguendo il modello di esistenza di creare, sopravvivere e distruggere.

    Da un punto di vista dell’auditing e del C/S questo è un problema, dato che la produzione di uno stato OT ha lo svantaggio che potrebbe essere una condizione di nessun gioco, tipo quella dello stato nativo, dove un OT o un pre-OT perderebbe immediatamente.

    Un C/S della Chiesa di corte vedute, metterebbe questa cosa nella categoria delle perdite di guadagno = Roller Coaster = una condizione PTS = un Pc o un pre-OT che ha bisogno di un PTS Rd, A=A=A=A.
    Risultato netto, una azione non necessaria e una perdita per il Pc o il pre-OT, l’auditor e il C/S.

    La libertà non può esistere a meno che non ci sia qualcosa da cui essere liberi. La libertà esiste solamente tra le barriere.
    “Libero da” è ok fino a che ci sia un posto dove essere “liberi di“.

    È molto difficile far terminare un ciclo a un thetan in un gioco esistente a meno che questi non veda un gioco migliore, uno che gli sia reale.
    Un esempio semplice di questo è il trauma a cui una persona va incontro quando deve decidere se lasciare un lavoro regolare esistente, con un introito sicuro, in favore di un altro, che potrebbe non essere di successo.

    Una persona sta giocando vari giochi coinvolgenti nel MEST. Lui non può vedere, non ha realtà sui giochi da exterior e non lascerà i suoi giochi esistenti nell’universo MEST che lo intrappolano nel suo corpo senza queste certezze.

    Quindi il procedimento per esteriorizzare qualcuno deve essere un incremento graduale della realtà e della verità dell’esteriorizzazione.
    Ci deve anche essere un gioco da giocare per la persona esteriorizzata se si vuole rendere stabile la sua condizione o abilità.

    CASO

    L’abilità di andare exterior è anche proporzionale a quanta aberrazione rimane non maneggiata in un caso.
    Qualcuno che è fuori comunicazione con, ha un problema su, ha degli O/W verso, non può cambiare riguardo a, o sta rendendo altri o l’universo fisico sbagliato, non si esteriorizzerà facilmente o lo farà con poca stabilità.
    Non lo farà nemmeno se il caso superiore non viene maneggiato.

    Più importante ancora, avrà difficoltà ad avere percezioni exterior se non ha maneggiato le cattive intenzioni, particolarmente se sono correlate a questa abilità.

    Per esempio: una persona che vuole andare exterior con piene percezioni per poter vincere grandi somme di denaro al gioco delle carte o per fare voyerismo, non ce la farà.
    Questo proprio perché l’Uomo è fondamentalmente buono e preverrà, consciamente o inconsciamente, la drammatizzazione di uno scopo malvagio.

    Notate anche che l’abilità di vedere le carte di un avversario in un gioco sfocierebbe nella condizione di assenza di gioco.

    Un C/S può scoprire questa cosa chiedendo al pre-OT cosa vorrebbe fare con onestà se andasse exterior con percezioni, ogni cosa trovata si può quindi maneggiare.
    Qualsiasi scopo malvagio causa a una persona di trattenersi e di tagliare le percezioni, il loro reach, e quindi le loro specifiche.

    Qualsiasi di questi scopi dovrebbe essere maneggiato.
    I gradi e i livelli superiori devono essere Flat.
    Le specifiche considerazioni, emozioni e computi riguardanti l’esteriorizzazione devono essere cercati e maneggiati con un programma tailor made (Fatto su misura).

    I fattori che ho descritto sono barriere all’esteriorizzazione di cui sono a conoscenza. Ce ne potrebbero essere altri.

    Si conosce molto poco sulle percezioni di thetan exterior.

    Le tecniche esistono di già per maneggiare tutti i fattori noti.
    Un C/S intelligente e con esperienza potrebbe mettere assieme un programma per maneggiarli e, in teoria, produrre risultati mai ottenuti in precedenza.

    Per lo meno si otterrebbe uno stato OT più elevato e più dati verrebbero acquisiti sul soggetto, che ci fornirebbero una visione interiore della cosa, e aprirebbero la porta a ulteriori maneggiamenti.

    Io penso che sia meglio concentrarsi sul miglioramento della qualità del gioco che stiamo giocando ora nell’universo in cui siamo.

    Steve Bisbey

    • Giordano Bruno

      Grazie Marco. Ma qualcuno i voi conosceva già questi esercizi del vecchio OT 6?

    • davideluppi4

      Ciao Marco ,
      l’articolo di Bisby che hai pubblicato spiega in modo preciso e tecnico nei suoi dettagli i problemi e i significati che incontra una esteriorizzazione stabile come definita in Scientology ,da come illustra , lo stesso L11 è una serie di 6 procedimenti per la maggior parti rivolti a eliminare i blocchi che limitano l’havingness , L10 si incentra principalmente su motivatori ,over , withhold ,pts ,ecc, per stabilizzarlo sull’exterior , L12 chiude il ciclo con procedimenti molto particolari.
      Gli Ls erano stati tracciati già negli anni 70 e hanno dato ottimi risultati , infatti Ron li aveva preparati principalmente per Executive che hanno cominciato ad averli alla fine del 1970 e da li nei primi anni 80 anche il pubblico .
      Da quello che conosco su di essi non sono mai stati fatti grossi cambiamenti ma un velo di mistero li ha avvolti ,questo ci pone la grossa domande di perché la loro implementazione nel ponte è stata marginale o addirittura di distacco ,quindi come dallo Student H. penso che questo alone di mistero debba essere chiarito.

      David

  34. Luc

    Grazie Davide per la bella spiegazione, concordo con G.B dovrebbero essere nel ponte standard… anche se non so bene dove, ma credo dopo NOTS.
    Giordano, credo che i riferimenti siano alla Route 1.
    ARC
    Luca

    • Penso che si possano mettere anche dopo il grado IV ,da quello che ho visto,due persone che li hanno fatti su questo grado hanno continuato l’auditing e dopo pochi giorni hanno attestato il Clear ,avevano comunque una buona comprensione del soggetto Scientology..

      David

  35. Luciano

    Molto bello ed illuminante quello che hai scritto Marco. Questo mi conferma ciò che anch’io penso. L’esteriorizzazione stabile avviene con intenti nobili e cuore puro per azioni meritevoli verso le otto dinamiche. Tutte le funzioni non nobili della mente (egoismo, collera, paura, invidia, ecc…) portano ad un’esteriorizzazione magari conpulsiva ma sicuramente non stabile e sotto controllo.
    Con affetto Luciano.

  36. i puntini di Diogene...

    Ho molto apprezzato le argomentazioni di Bisbey (grazie Marco) e gli interventi esplicativi di Davide riguardo gli LsRD e le possibilità di esteriorizzazione… ho già espresso il mio parere sull’argomento e non sento la necessità di ripetermi, se non per riaffermare che ciò che è osservabile sono soltanto i limiti e che il primo fattore limitante è il Punto di Vista stesso…
    Nonostante tutti i tecnicismi ed i lodevoli tentativi di spiegazione credo che la soggettività della “realtà dimensionale” contribuisca a rendere il tema più esoterico che paranormale, dunque più “intimamente fideistico” che “soggettivamente estraneo”… in altre (ciniche) parole, la TUA verità non potrà mai essere identica a quella di nessun altro ed è proprio a causa della contrapposizione delle infinite verità (opposizione dei Punti di Vista) che si crea l’energia… l’energia che intrappola il thetan e gli impedisce di essere “libero di essere” la verità che lui è.
    Si può osservare che tutti siamo (per noi stessi) verità e che la verità è illimitata nelle sue inarrestabili manifestazioni, dunque l’essenza del gioco consiste nel contrapporre le verità, nel condizionarle con forme di energia o nel fissarle (apparentemente) in qualcosa di materiale… insomma, per forza o per amore, ci accordiamo… perché (ovviamente) la “libertà totale” sarebbe
    né più né meno che “totale disaccordo” = “realtà invalidata” = “verità inesprimibile” = “stato nativo?”… ma allora non potevamo starcene dove (forse) eravamo?… Coraggio: terrestre è bello!:))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...