Archivi del mese: aprile 2015

25 Aprile … LIBERAZIONI MULTIPLE

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

 

Mi sembra doveroso un cenno storico di questa data, diciamo che in aggiunta lo scopo del post e’ un altro…

ALTRE LIBERAZIONI ??

resistenza-genova

 

 

STORIA:

Una data storica per l’Italia, il  25 aprile 1945 è il giorno in cui, alle 8 del mattino via radio, il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia – il cui comando aveva sede a Milano ed era presieduto da Luigi LongoEmilio SereniSandro Pertini e Leo Valiani (presenti tra gli altri il presidente designato Rodolfo MorandiGiustino Arpesani e Achille Marazza) – proclamò l’insurrezione in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti, indicando a tutte le forze partigiane attive nel Nord Italia facenti parte del Corpo Volontari per la Libertà di attaccare i presidi fascisti e tedeschi imponendo la resa, giorni prima dell’arrivo delle truppe alleate; parallelamente il CLNAI emanò in prima persona dei decreti legislativi[2], assumendo il potere «in nome del popolo italiano e quale delegato del Governo Italiano», stabilendo tra le altre cose la condanna a morte per tutti i gerarchi fascisti[3] (tra cui Mussolini, che sarebbe stato raggiunto e fucilato tre giorni dopo).

«Arrendersi o perire!» fu la parola d’ordine intimata dai partigiani quel giorno e in quelli immediatamente successivi.

Entro il 1º maggio tutta l’Italia settentrionale fu liberata: Bologna (il 21 aprile), Genova (il 23 aprile) e Venezia (il 28 aprile). La Liberazione mise così fine a venti anni di dittatura fascista ed a cinque anni di guerra; la data del 25 aprile simbolicamente rappresenta il culmine della fase militare della Resistenza e l’avvio effettivo di una fase di governo da parte dei suoi rappresentanti che porterà prima al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e repubblica – consultazione per la quale per la prima volta furono chiamate alle urne per un voto politico le donne – e poi alla nascita della Repubblica Italiana, fino alla stesura definitiva della Costituzione.

Il termine effettivo della guerra sul territorio italiano, con la resa definitiva delle forze nazifasciste all’esercito alleato, si ebbe solo il 3 maggio, come stabilito formalmente dai rappresentanti delle forze in campo durante la cosiddetta resa di Caserta firmata il 29 aprile 1945: tali date segnano anche la fine del ventennio fascista.

 

   ————————————

catene spezzate

Man mano che il campo Indipendente continua

incessantemente a produrre Auditor Competenti

e PC soddisfatti,

Si allarga la Rosa di persone che, come GS, intraprendono

e completano cio’ che Richard ci ha lasciato in dono….

Il naturale proseguimento di un Ponte lasciato incompleto

nella sua stesura più classica,

ma effettivamente partendo a ritroso nelle ricerche

il tragitto era steso fin da quasi l’inizio.

Il duro lavoro e’ stato prendere gli indizi che LRH ha lasciato volutamente

ed inanellarli nella maniera corretta,

al fine di poter proseguire

verso la LIBERTA’.

La-Stoffa-dellUniverso

Successo

GS attesta OT VIII!

Che dire, oggi dopo esattamente 9 mesi di auditing giornaliero sono giunto al termine di questo incredibile livello,
di per se è abbastanza semplice, ma di una potenza elevata dove grandi quantità di carica se ne vanno…
Ma se invece viene attivata e non scaricata si manifesta nella sua forza, come una settimana fa dopo una seduta si è manifestato un forte dolore alla schiena, come un crampo che poi ho risolto.
Ma anche le realizzazioni, vittorie e gioie fanno parte di questo livello e questo ci porta a vedere ciò che siamo…
Sono un essere spirituale, incasinato con questo corpo e questo universo, ma sono certo che sto risolvendo il problema, grazie a Richard al C/S Paolo a Ron, ai miei famigliari e a me stesso.
Questa è una realizzazione che ho avuto qualche giorno fa: come mai vedo così limitato anche se vado in cima alla montagna la visione x me è limitata, se osservo anche il cielo stellato lo vedo sempre limitato, che cosa fa si che non possa vedere tutto l’intero universo?
Anche perchè ho l’idea che fondamentalmente questo universo sia piccolo ed IO molto piu grande.
Con affetto G.S
yin_yang

22 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Richard, Scientology indipendente, SUCCESSI

Il Sindaco di Scientology a Debito Zero

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la Vostra testa !

Come si suol dire…

Un colpo al cerchio, un colpo alla botte.

Going Clear e’ alle porte anche in Italia, negli States sta facendo faville

ma come gia’ e’ stato detto, fa un bel mappazzone di A=A

e non differenzia cio’ che di sbagliato e’ diventato il modus operandi della Cof$

dallo scopo originario, alla sua Filosofia.

Quindi, sappiate che dentro vengono trattati temi “confidenziali”…

D’altro canto, anche noi dobbiamo differenziare tra chi fa lo Squalo all’interno della Cof$ e da chi come

molti di noi, dava tutto se stesso per una grande “causa”.

Ho sentito parlare per la prima volta del Sig. Mazzorato ( il Padre ) da Claudio Lugli, successivamente da Paolo Facchinetti ( IL SNR C/S ITL ! ).

Beh, come potrete leggere, anche dentro alla Cof$ ci sono ottimi personaggi che danno l’esempio !

DA: IL GIORNALE . IT :

 

Il sindaco di Scientology a debito zero: “Taglio le tasse contro lo Stato criminale”

Loris Mazzorato è il primo cittadino di Resana, comune di 10mila abitanti in provincia di Treviso. Seguace di Scientology, combatte contro il governo centrale: “Così ho estinto tutti i mutui”

“Io sono uno dei rari sindaci in Italia che – nel mio precedente mandato – ha estinto tutti i mutui. Resana è un comune a debito zero, che incassa 4 milioni e 700 mila euro ma non può spendere un centesimo per colpa del patto di Stabilità”.

Loris Mazzorato, primo cittadino di Resana (Treviso), appartiene al movimento di Scientology, i cui codici etici lo guidano nel suo impegno politico, caratterizzato dalla lotta contro “una legislazione criminale”.

È il primo sindaco di Scientology d’Italia. Come e quando si è avvicinato all’organizzazione di Ron Hubbard? 

“Da giovanissimo, all’età di 13 anni. Mio padre me ne aveva parlato e seguii i corsi di comunicazione di base, che insegnavano tecniche per rapportarsi alle persone: li trovai molto stimolanti”.

Un interesse nato da teenager e maturato con il passare degli anni.

“Sì, ho continuato ad approfondire finché mi sono imbattuto nelle tematiche più importanti come codici etici e morali, che ho condiviso in pieno. A proposito ci tengo a dire che ho sposato anche insegnamenti di altri gruppi come Hare Krishna e Testimoni di Geova, oltre ai valori cattolici e cristiani”.

Ci dica qualcosa di queste regole etiche. 

“Si tratta di cose del tutto condivisibili, come seguire comportamenti che non ledono le altre persone, essere leali, mantenere la parola data, rispettare l’ambiente e la vita. Insomma, principi base. Un punto fermo è il rispetto delle leggi e delle regole di un Paese. Ma è chiaro che quando ci sono delle cose che non vanno bene, uno ha tutto il diritto – con gli strumenti in possesso – di esprimere il proprio disappunto. Altrimenti non sarebbe democrazia, anche se di questi tempi in Italia ne vedo ben poca”.

Ma il connubio con la politica è possibile? Riesce a coniugare i dettami del movimento con il suo impegno da primo cittadino? 

“Io vado dritto per la mia strada coordinando le due cose. Certo, mi rendo conto che le leggi fatte dallo Stato vanno contro i principi e i diritti dei cittadini. Attualmente abbiamo una legislazione che è più criminale che legale; d’altronde – ahinoi – è stata fatta da una classe politica che è al governo, dal cui modo di lavorare dissento nel modo più totale”.

Accennava a leggi criminali… 

“Premessa: negli ultimi due anni ci sono stati più di due mila suicidi e qualcuno si dovrebbe pur assumere la responsabilità di queste morti. Allora, l’articolo 1 della Costituzione dice che l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. Bene, il 20% della forza lavoro del mio comune non trova un impiego. Uno Stato che obbliga noi sindaci ad aumentare la tassazione locale, dopo che ci ha azzerato i trasferimenti, che Stato è?”.

Ma il suo è un comune virtuoso. 

“Io sono uno dei rari sindaci in Italia che – nel mio precedente mandato – ha estinto tutti i mutui. Resana è un comune a debito zero, che incassa 4 milioni e 700 mila euro ma non può spendere un centesimo per colpa del patto di Stabilità; il nostro rapporto cittadini-dipendenti è 1 a 340, contro la media nazionale di 1 a 150. E ancora, rispetto ai costi standard nazionali sono al di sotto del 20%. Qui non parliamo più di legalità dello Stato nei confronti della cittadinanza, ma di crimini del governo contro la mia comunità”.

Lei ha rifiutato l’imposizione della Tares ed è stato commissariato. 

“Sì, a novembre 2013: mi sono messo di traverso, da solo contro tutti. In consiglio comunale avevo approvato un ordine del giorno con l’applicazione della tassa. Tutta la vecchia maggioranza e l’opposizione di allora, per paura – visto che c’è la responsabilità patrimoniale –, si sono dimessi. Io, invece, ero disposto a combattere questa battaglia, anche se mi sarebbe costato moltissimo, ben 10 mensilità. Pur di rimanere una persona integra e difendere i miei cittadini (visto che mi hanno eletto loro) ho detto di no a una tassazione ingiusta. Oltre a non ricevere trasferimenti dallo Stato centrale avrei dovuto aumentare i tributi locali e ridare indietro allo Stato 600mila euro: io non ci sto a questo gioco al massacro”.

Pensa di essere un sindaco scomodo? 

Sì, a qualcuno do fastidio perché risveglio le coscienze dei cittadini. Così facendo diventa più difficile (per quel qualcuno) perseguire interessi illeciti e immorali – come Mose, Expo, tangenti – che ho sempre denunciato. Tempo fa avevo scritto ai giornali e anche al presidente Napolitano per denunciare che tutti questi sbarchi di cittadini stranieri non facevano altro che alimentare mercati mafiosi, visto che c’è chi diventa ricco con questi viaggi della morte.

Scomodo ma amato a Resana. 

Vuole sapere la cosa bella e divertente? Dopo che mi hanno mandato a casa per la questione della Tares i miei cittadini mi hanno rieletto alla grande; sono venuti bussarmi a casa e a convincermi a forza a ripresentarmi: lavorare con onestà e lealtà paga sempre. Ho lasciato il mio lavoro da libero professionista per fare il sindaco a tempo pieno a 1780€ al mese, non ho né tredicesima né quattordicesima, e non ho rimborsi di alcun tipo. Il mio spirito è un altro: ognuno di noi deve fare la sua parte per cambiare un sistema che ci sta mandando al collasso, con giovani senza lavoro e prospettive in patria. Una volta laureati i nostri gioielli se ne vanno all’estero a costo zero: rischiamo di diventare un Paese vecchio e senza cervelli.

97 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, Uncategorized

Going Clear In Italia

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

Sta scatenando un vero e proprio putiferio,

Negli stati uniti d’America e’ tra i video documentari

più visti di sempre,

se mbra che arrivi a fine giugno anche in Italia….

Beh, questo e’ il momento giusto per essere dei veri scientologist indipendenti

e far si che in base alle nostre azioni

chiunque possa differenziare….

Buona Pasqua.

Going Clear: Scientology and

the Prison of Belief in Italia

con Lucky Red

going clear banner

Lucky Red ha annunciato la data di uscita italiana di Going Clear: Scientology and the Prison of Belief, il documentario del regista premio Oscar Alex Gibney presentato al Sundance Film Festival, uscito nei cinema USA il 13 marzo e trasmesso dalla HBO il 29 marzo.

La pellicola, basata sul best seller del premio Pulitzer Lawrence Wright, arriverà nei cinema italiani il 25 giugno. Questa la sinossi ufficiale:

Going Clear: Scientology and the Prison of Belief è un intenso sguardo all’interno della controversa religione di Scientology.
Attraverso filmati di archivio e testimonianze di ex membri, Gibney ci mostra ciò che i seguaci di Scientology sono disposti a fare in nome della religione.
Il film tocca una vasta gamma di aspetti della chiesa, dalla sua origine con un ritratto intimo del fondatore L. Ron Hubbard, ai modi di reclutamento, alle pratiche giornaliere dei funzionari, fino al ruolo delle celebrità che ne fanno parte.

Scritto e diretto da Gibney, il film è prodotto dallo stesso Gibney insieme a Kristen Vaurio e Lawrence Wright.

106 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OSA, Scientology indipendente