Archivi del giorno: 31 ottobre 2015

Una Tesi da 110 e lode, undicesima parte.

complotto

 

Ecco altri interessanti capitoli del lavoro di Eleonora,

il puzzle è sempre più visibile…

 

 

COMPLOTTISMO

Riguardo questo secondo tema, devo dire che in alcuni casi, soprattutto per quel che riguarda le persone che si sono avvicinate a Scientology più recentemente e di più giovane età, ho trovato questo tipo di argomentazione: Scientology è una tecnologia buona e aiuta l’uomo a liberarsi, ma se usata male può creare molti danni e gli “Illuminati” la sfruttano in modo negativo.

Questo tipo di argomentazione non è poi così distante da quello che abbiamo saputo di Hubbard: accusava il comunismo e i suoi servizi segreti di elaborare metodi di controllo mentale che solo attraverso la tecnologia di Scientology sarebbero potuti essere fermati (Urban 2011).

Da quello che ho potuto vedere sulla rete è un argomento molto gettonato nella “indie Scientology”: la Chiesa è diventata un organismo non più fedele alla tecnologia e si è avvicinata ad una realtà dove sono gli interessi economici a prevalere.

Nel blog La reception compare un articolo con il seguente titolo: “Chi c’e’ dietro Miscavige e la Chiesa di SCIENTOLOGY?[1]

In questo articolo si parla di come il marchio Scientology e i diritti dei suoi libri siano posseduti non da Miscavige, o da un’altra figura importante all’interno della Chiesa, ma da varie associazione come il Religious Technology Center o Church of Scientology International.

Non c’è un vero e proprio gridare al complotto, ma in molti fanno riferimento a questa realtà nascosta di Scientology per confermare le loro teorie.

Uno dei tanti è Duccio, che in più di un caso mi ha parlato di come ci fossero agli inizi delle conferenze di Hubbard e Captain Bill riguardo non solo la presenza aliena sul pianeta, ma anche la presenza di un vero e proprio complotto per tenerci “non liberi”.

Quando parlai con Barbara la prima volta, mi disse quasi subito che probabilmente tutte le cose che stavano avvenendo a livello mondiale erano causate dagli “illuminati” che utilizzavano la tecnologia di Scientology in modo negativo.

A tutto questo va aggiunto un fatto: la maggioranza delle persone con cui ho avuto possibilità di parlare sono legati in qualche modo al Movimento 5 Stelle, chi come semplice elettore e chi come attivista.

Per esempio Barbara ha partecipato in modo attivo alla campagna elettorale nella figura di giornalista, e Sandro, una persona molto vicina alla realtà di Scientology, è un assistente di un europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

Sandro è stato un membro molto attivo all’interno del Mind, un organismo sorto in Italia come derivazione del WISE. La sua figura ritornerà anche più avanti, come avremo modo di vedere.

Tutto quello che ho descritto, è ciò che ho visto all’interno del senso comune degli scientologist, siano essi indipendenti o non.

 

Capitolo 4 – Il Mind

Il Mind, un organismo che crea un precedente molto grande all’interno di Scientology ed è tutto Made in Italy, era una divisione del WISE, l’organismo che si occupa di aiutare la crescita delle industrie e delle aziende che a lui si rivolgono, attraverso l’applicazione della tecnologia di Hubbard.

Tra il 1996 e il 1997 tre persone all’interno del WISE decidono di mettersi in proprio e di creare il Mind, un’organizzazione con gli stessi intenti del WISE, ma molto più funzionale e senza l’ossessione della propaganda religiosa.

Dopo essersi messi insieme decisero di affidarsi a un esperto di marketing che già aveva prestato i suoi servigi al Narconon, e tramite lui inizia una campagna di reclutamento di personale. È proprio in questa occasione che Sandro entra a farne parte.

Stando alle stesse parole di Sandro riguardo le motivazione che portarono alla formazione del Mind, “le motivazioni principali si possono identificare in due fattori , il primo è l’impossibilità di sviluppare business seguendo pedissequamente i dettami WISE in quanto saresti praticamente obbligato a fare proselitismo religioso: 1) con ipersputtanamento dei clienti esistenti 2) …. e nessuna delle due opzioni era gradita.  Il secondo fattore è stata l’attuazione di un sistema basato su minacce e critiche anche gratuite per ottenere cooperazione, pena la “scomunica”, alle quali gente come me ha reagito nel modo che conosci. Io non avrei mai accettato ne il punto uno da solo (ipotesi in cui l’azienda avesse accettato il dictat) e mai il punto due in quanto non ammetto che qualcuno possa minacciarmi, men che meno in termini spirituali che sono prerogativa sovrana e individuale. Spero di esserti stato di qualche aiuto  e no, non conosco altri casi ma probabilmente solo perché non mi sono mai interessato.”

Tutto stava andando molto bene, e finché il Mind pagava alla Chiesa di Scientology i soldi dovuti per lo sfruttamento della tecnologia di cui aveva il copyright, non ci furono problemi.

I problemi sorsero con la pubblicazione di un libro nel 2002, “I nuovi condottieri”, che era stato scritto e pubblicato da uno dei tre personaggi che avevano dato il via a questo organismo.

Dopo la sua pubblicazione, il WISE cominciò a percepire il pericolo, anche perché quel libro si ispirava alla tecnologia di Hubbard violando i diritti d’autore di proprietà di Scientology.

E fu in occasione di una riunione avvenuta a Corfù che venne mandata una mission con un mandato da parte del WISE per chiudere questa storia per sempre.

Come se questa situazione non bastasse, allo scontro tra la Sea Org e il Mind si andava a unire un’indagine portata avanti dal fisco riguardo quest’ultimo.

Il racconto di Sandro continua fino al punto in cui nel 2005 esce.

Ma cosa è successo al Mind? Purtroppo mi trovo nella condizione di non poter fare nomi per ovvie ragioni di privacy, ma per certo sappiamo che dopo aver cambiato nome lavora ancora sul territorio italiano e ha ripulito la sua figura dall’ombra di Scientology.

Ho avuto modo di parlare con una persona che ha conosciuto la realtà dell’attuale Mind molto recentemente, e, da ex membro di Scientology, non ha potuto fare a meno di notare che a parte il cambiamento dei termini utilizzati, si applica la tecnologia di Hubbard.

[1] https://lareception.wordpress.com/chi-ce-dietro-miscavige-e-la-chiesa-di-scientology/

 

 

Capitolo 5 – Gli indipendenti

Come si segue Scientology da indipendente in Italia? Si sono organizzati in qualche modo o sono rimasti gruppi frammentati? In questo capitolo proveremo a illuminare un po’ di più le pratiche della “indie Scientology”.

Per quel che riguarda il primo scisma, con gli Advanced Ability Center e le Ron’s Org, il modello di organizzazione era molto legato a quello della Chiesa stessa, anche se con una maggiore libertà e una certa apertura anche ad altre pratiche spirituali.

Quando si parla del secondo scisma indipendente invece, avvenuto come abbiamo visto nel 2010, si parla di un avvenimento realizzatosi prevalentemente in una realtà online.

Questo punto è molto importante da analizzare poiché rappresenta un vero “case study” per esaminare il rapporto tra religione e Internet nell’epoca contemporanea.

Le persone che popolano queste schiere in Italia si possono approssimativamente dividere in due categorie:

  • quelli che hanno vissuto insieme una gran parte della loro vita nella Scientology ortodossa e si conoscevano precedentemente (di solito sono loro a formare lo zoccolo duro del movimento);
  • quelli che si sono aggiunti in seguito, sia come ex membri della Chiesa di Scientology, che come persone venute a conoscenza degli indipendenti per vie traverse.

Dietro blog come L’Indipendologo e La reception, si nasconde una realtà offline molto pronunciata: all’inizio si cominciarono a organizzare pensando di formare una vera e propria organizzazione parallela alla Chiesa, dove chiunque potesse usufruire dei servizi che ogni Org avrebbe potuto fornire, ma senza dover spendere esorbitanti somme di denaro.

Proprio alla luce della nascita di questo movimento indipendente, i promotori tentarono di trovare una linea guida per proseguire nei loro intenti: essendo per la maggior parte persone della zona bresciana e milanese, organizzarono riunioni in ristoranti un po’ dislocati; e anche a casa di alcune famiglie indipendenti. In queste occasioni, definite a volte come “Indie Day”, si tentava di conoscersi, discutere delle ripercussioni della Chiesa ufficiale su di loro, ed eventuali strategie di contrattacco.

Dopo questi primi incontri ci fu quella divisione tra indipendenti di cui abbiamo parlato nella parte precedente.

La cosa che rimane costante in entrambi i gruppi ancora adesso è la paura di avere infiltrati della Chiesa di Scientology, tramite l’ufficio OSA, tanto che io stessa sono dovuta incorrere in delle verifiche per accertare il fatto che io fossi in buona fede.

Prima di continuare devo fare una precisazione: purtroppo per quel che riguarda la vita nel gruppo dell’Indipendologo non ho potuto avere fonti di prima mano in quanto mi sono stati rifiutati incontri per adesso, ma spero che in futuro io possa arricchire la mia visione d’insieme riuscendo nell’intento; per questo motivo la maggior parte delle informazioni che sono riuscita a ottenere derivano dal blog e dalle persone de La reception.

Stando a quello che mi è stato detto, il blog riceve dalle 200 alle 500 visite al giorno e, come si intuisce anche dal nome che si sono dati, vuole rappresentare un punto di aiuto e di ricerca di informazioni per chi si avvicina a questa realtà.

Questa estrema disponibilità nel definirsi La reception (nelle Org la reception è proprio l’organismo che si occupa di aiutare i visitatori e fornire subito informazioni), la si vede anche nel mondo offline: la casa di Francesco è diventata una vera e propria reception dove non si ha paura di accogliere persone, io stessa sono stata ospitata sia da lui che dai suoi genitori.

indi

In qualità di reception loro si mettono a disposizione di chiunque voglia iniziare o proseguire il “ponte” seguito da un terminale tecnico, ecco come propongono il loro aiuto:

 CORSI & AUDITING

Benvenuti su questa sezione del Blog.

Il nome di questo Blog – http://www.lareception.wordpress.com è di per sè esplicativo sulle funzioni che svolgiamo all’interno della struttura dell’Org Virtuale Italiana. Siamo il Dipartimento 1 dell’Org, quello che indirizza il pubblico verso la sua destinazione.

Dipartimento 1 – Funzioni

  • Dirige tutti i parrocchiani e i visitatori alle proprie destinazioni per assistenza e servizi.
  • Assume nuovi membri dello staff.
  • Aiuta i membri dello staff a capire i loro doveri per un servizio migliore ai parrocchiani e alla comunità.

Di fatto svolgiamo anche le funzioni del Dipartimento 2 e del Dipartimento 3:

  • Dipartimento 2 – Funzioni
  • Distribuisce tutta la posta e le comunicazioni interne.
  • Si fa carico che le lettere in entrata vengano risposte prontamente.
  • Dipartimento 3 – Funzioni
  • Aiuta le persone ad applicare l’etica di Scientology per migliorare le loro condizioni nella vita.
  • Ispeziona e riporta le difficoltà organizzative per assicurare una veloce risoluzione.
  • Raccoglie e organizza le statistiche dell’organizzazione per facilitare l’espansione.

Quindi come si svolge il nostro impegno?

E’ semplice; Tra le nostre fila ci sono molti professionisti, Auditor, Supervisori, Chiaritori di parole, C/S, Specialisti dei corsi avanzati, Ufficiali di Etica, ecc… E ognuno di loro è in grado di fornirvi un servizio impeccabile nel suo settore di appartenenza.

Naturalmente è un org virtuale, dove ognuno di questi gruppi di lavoro è in grado di fornirvi e prendersi responsabilità solo del pacchetto in cui è addestrato. Finito il servizio con un gruppo, si passa al gruppo successivo e al successivo pacchetto. La scelta è ampia.

Cosa è in grado di consegnare l’Org Virtuale?

Il Ponte!

Si avete capito bene. L’org virtuale può consegnarvi l’intero Ponte di Scientology sia dal lato Studio che dal lato Servizi di Auditing. Questo grazie alle decine di persone altamente addestrate che sono fuoriuscite dalla Chiesa.

Dal Purif a OT7 – Dallo St Hat fino a Classe IX. E tutto privo degli esosi costi applicati dalla Chiesa Madre.

I materiali sono tutti disponibili in lingua Italiana, grazie alla nostra Translation Unit che lavora a tempo pieno per rendere possibile a tutti di capirli nella propria lingua originale.

Ora a voi sta la scelta. Potrete finalmente decidere di intraprendere il corso che volevate sempre fare ma che non vi è mai stato permesso di fare. Oppure, potrete salire da Clear fino a OT7 velocemente, senza dover attendere 30 anni o dover spendere la fortuna della vostra vita.

Dovete solo contattarci, vi guideremo verso chi offre il miglior servizio nel campo. E’ il nostro lavoro.

POTETE SCRIVERMI A :

POTETE CHIAMARMI A:

O VIA SKYPE:[1]

Quando ho chiesto a uno dei responsabili di questo blog cosa accadesse quando una persona li contattava, mi ha risposto che prima di tutto si tende a intraprendere un dialogo via Skype e si cerca di capire se potrebbe trattarsi di una spia OSA o di una persona in buona fede.

Di solito si invia tramite e-mail il test OCA[2], per poi esaminarlo e dare il loro responso; quando l’identità della persona viene accertata, si cerca di venirgli incontro fornendo i recapiti di un terminale tecnico.

Le persone del Sud Italia che entrano in contatto con questa realtà sono inferiori ai numeri del Nord, anche per le vicissitudini storiche spiegate nella parte precedente.

Per quello che ho potuto capire, LIndipendologo non si è mai voluto avvalere di un terminale tecnico, mentre La reception si avvale di Paolo.

Riguardo questo argomento arriviamo a un punto interessante: il gruppo de La reception, attraverso Paolo e un altro personaggio noto con lo pseudonimo di Richard, ha elaborato un grado OT VIII che colloquialmente chiamano per l’appunto l’”OT VIII di Richard”. Quindi, in poche parole, stanno elaborando nuovi gradi di Scientology da aggiungere al “Ponte”. Questo porta a una visione della tecnologia di Hubbard molto diversa da quella che la Chiesa di Scientology vorrebbe far trapelare, anche se essa stessa parla del rilascio di nuovi livelli OT basandosi sugli scritti di Hubbard.

Per gli indipendenti in questione la stessa figura di Hubbard è vista in modo particolare, nello stesso modo in cui Paolo la descriveva negli articoli riportati sulle riviste italiane degli Advanced Ability Center: Ron era un uomo, non un dio.

L’immagine che hanno di Ron (come amichevolmente lo chiamano) è di un uomo con grandi qualità, come anche grandi difetti; e parlano spesso del fatto che lui stesso si affidava alla collaborazione di altri. Un esempio di questo è un libro che descrive come utilizzare l’e-meter, “Il libro degli esercizi dell’e-meter”, a cui lavorò per la maggior parte Mary Sue, la moglie di Hubbard.

Di seguito riporto una foto che mostra due copie del libro appartenenti a due anni diversi:

indi 2

Come si può notare, l’edizione in basso testimonia il fatto che sia stato compilato interamente da Mary Sue, mentre in quella in alto (più recente) non compare neanche il nome di questa donna.

Questo deriva da una politica della Chiesa volta a eliminare i nomi dei coinvolti in azioni che avrebbero potuto portare cattiva luce sull’organizzazione stessa. I cambiamenti dei testi nelle varie pubblicazioni, come abbiamo visto nella prima parte, sono uno dei principali motivi a cui gli indipendenti fanno riferimento per screditare la Scientology ortodossa.

Ho citato questo perché dà un’idea di Scientology vista dal punto di vista di una parte degli indipendenti: una realtà in continuo divenire dove non è solo Hubbard ad aver lavorato, ma un insieme di sforzi comuni e intuizioni presenti anche in altri autori.

Sempre riguardo questo, una cosa su cui ribattono molto è l’inizio di “Dianetics”: nelle prime versioni appariva una lista degli autori a cui Hubbard rendeva riconoscenza, nelle edizioni più recenti questa lista non compare più. Di seguito riporto una fotografia della pagina in questione di un’ edizione in cui compariva ancora:

indi 3

Ma chi è Richard? Di lui io e gli indipendenti sappiamo solo che sicuramente è una persona vicina alla realtà di Scientology dall’inizio. Sicuramente era venuto molto spesso in contatto con Paolo e aveva presenziato spesso alle sue conferenze. La storia vuole che da poco tempo a questa parte questo Richard si sia messo in contatto con Paolo tramite un rapporto epistolare via e-mail, e dopo molte conversazioni che attestavano la sua buona fede, hanno cominciato a collaborare in modo attivo.

Molto spesso su il blog La reception compaiono post di Paolo o Francesco in cui si riportano dei pensieri di Richard; e Paolo ha anche pubblicato un libro di Richard: neanche loro sanno chi esso sia!

Tornando all’argomento principale, cioè questo modo di vivere Scientology, devo dire che ho notato che questo atteggiamento ha portato alla nascita di molti libri o manuali scritti da indipendenti e ispirati alla tecnologia, ma fare degli esempi sarà più utile.

Paolo ha pubblicato un libro, disponibile gratuitamente anche sul web, con il titolo di “Corso di Autostima”: in questo manuale si ripercorrono sinteticamente i dettami di Scientology, ma vengono proposti senza alcun riferimento ad Hubbard.

A causa di questo libro Paolo ha ricevuto delle accuse da parte della Chiesa che non si sono mai spinte più di tanto dal punto di vista legale, probabilmente per rimanere sempre cauti quando si passa nelle aule di tribunale (tra le altre cose Paolo era già stato coinvolto in un processo giudiziario dove ha avuto la meglio visto che non aveva mai ricevuto il giusto compenso per la traduzione dei libri).

Sandro ha scritto dei libri di cui uno è “Scalata alla libertà”. Questo è un libro in cui parla di se stesso e del suo percorso per uscire da un brutto periodo della sua vita, il tutto visto come un buon approccio per aiutare le persone sul posto di lavoro, sia come capo che come dipendente.

Questa atmosfera da “ognuno può dare il suo contributo” è parte integrante di questo modo di seguire la tecnologia di Hubbard.

È proprio questo atteggiamento che ha portato L’Indipendologo, avverso a questo modo di vedere le cose, a muovere le accuse viste precedentemente

[1] https://lareception.wordpress.com/corsi-auditing/

[2] Oxford Capacity Analysis, «Questo test misura accuratamente dieci diversi tratti della personalità del pre-clear [pre-chiaro, ‘paziente’ che non si è liberato della “mente reattiva” – n.d.t.]. Questi tratti migliorano marcatamente in auditing [terapia – n.d.t.] riflettendo i guadagni del pre-clear. Come conseguenza diretta dell’auditing i pre-clear diventano essere più calmi, più stabili, più energetici e più disponibili, e i punteggi dell’OCA forniscono dati a conferma. […]Uno strumento vitale in Dianetics Espansa è l’Oxford Capacity Analysis. Un uso importante di questo profilo è il miglioramento di tratti specifici della personalità attraverso le procedure di Dianetics Espansa. L’OCA aiuta a localizzare sacche profonde di aberrazioni a cui ci si può indirizzare e che possono essere cancellate con queste precise tecniche di auditing»(What is Scientology?, 1992, pp. 163, 220) citato in http://xenu.com-it.net/txt/oca.htm

 

continua …

55 commenti

Archiviato in Casa Minelli