La mia fuga da(lla chiesa di) Scientology

137 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, Scientology indipendente

137 risposte a “La mia fuga da(lla chiesa di) Scientology

  1. Ben venga la voce della Remini contro DM e la sua particolare chiesa chissà se i tempi sono maturi vedremo.

  2. Italo Alberti

    Effettivamente sono d’accordo, Scientology non la considero una religione-chiesa anche se cerca di ottenere questo status forse più per ottenere agevolazioni fiscali che altro. Se vogliamo dirla tutta: è un business con la facciata di religione.
    Difatti chi ha intrapreso questa strada ha concluso ben poco nella propria vita, la tanto sbandierata Libertà Totale non l’ha mai raggiunta nessuno.

    L’unica cosa che so per certo è che costa molto, è accessibile a pochi ricchi ed il resto del popolo se vuole intraprendere la strada di questa “illusione” deve indebitarsi fino al collo…per ottenere cosa? Forse il nulla, o comunque molto meno di ciò che si aspettava.

    • Italo, il tuo commento è fuori luogo, rileggi ciò che ho scritto in calce all’articolo: “P.S. Scientology NON è un’esclusiva della chiesa di Scientology, noi continueremo a DIFFERENZIARE tra la FILOSOFIA di Scientology e la CHIESA cosiddetta e autoproclamatasi ufficiale.
      Non ci stancheremo mai di sottolineare questa sostanziale differenza.”
      il tuo nichilismo ( https://it.wikipedia.org/wiki/Nichilismo ) mal s’attaglia allo spirito di questo blog,
      Guido

      • Marco

        Si, sono d’accordo con Guido: Italo, ma cosa cavolo vai dicendo?
        Fai delle affermazioni che sono una tua conclusione, e/ma la fai passare come fosse la conclusione dei più…
        Questa roba Difatti chi ha intrapreso questa strada ha concluso ben poco nella propria vita, la tanto sbandierata Libertà Totale non l’ha mai raggiunta nessuno. è solo farina del tuo sacco, non l’opinione degli scientologist…
        Ti informo che non è così per me… non baratterei questa mia conoscenza spirituale con nient’altro… io lo so che sono un Essere immortale. Ricordati che uno scientologo (vero ed intelligente) programma un pò più in là che non solo per una vita…

        Invece secondo me si può configurare questa tua affermazione, come una Ammissione/confessione della tua sconfitta, o quanto meno del tuo mancato raggiungimento…
        Ma credimi, da questi fallimenti (evidenti, lo stai dicendo tu), TU sei stato leggermente offuscato… perchè è vero che molti di noi hanno subito l’inganno della Cof$ (DM e company), ma è anche vero che i più sono stati capaci di distinguere che: il mancato raggiungimento, o meglio la grande perdita di tempo, è stata causata da inganno e truffa, non da un’ipotesi di libertà spirituale scorretta.

        Scn ha dei fondamenti che sono logiche e comprensibili… dunque realizzabili… con grande sacrificio forse, ma di sicuro sono traguardi logici e di grande prospettiva.
        Se ogni tanto cadi nello sconforto, fai una telefonata ad un qualche amico felice del suo percorso… non stare a diventare, come dice Guido, un nichilista estemporaneo.

        “Bisogna scoprire quanto è malridotto il proprio preclear.
        In effetti, per sapere quanto è malridotto il proprio preclear basta dargli un’occhiata e vedere quant’è profondo il suo accordo con l’universo materiale.
        Quanto più profondo è stato il suo accordo con l’universo materiale, tanto peggio starà.”

        Ma sappi che ci si può sempre riprendere…

      • Italo Alberti

        Beh, ma allora perché l’hai pubblicato, facevi meglio a censurarlo come fai/fate ogni tanto con i miei commenti…che io invece considero i “non plus ultra”.

    • billy cage

      Italo sei semplicemente ridicolo, fai pena e mi dispiace per te, le tue sono frustrazioni derivate da scopi falliti se tu pensassi veramente quello che dici non staresti a scrivere su questo Blog se lo fai ci sono ragioni che sta a te scoprire.Buona fortuna fratello.

  3. Burlesque

    Da un lato queste inchieste servono per smascherare Miscavige, però purtroppo non fanno altro che peggiorare la reputazione di Scientology in generale perchè l’opinione pubblica non ha ancora differenziato tra soggetto ed organizzazione “ufficale”. Che si sappia, la Remini ha ripudiato anche il soggetto oltre che l’organizzazione ?

  4. MISTER X

    In effetti la distinzione è chiara. Da una parte c’è un sistema filosofico con le sue tecniche che se usate con intelligenza aiutano l’uomo . La novità non è il sistema filosofico perché in essa ci si ritrovano tutti i filosofi del passato, ma la coordinazione dei dati in un sistema funzionale. Non è detto che sia il sistema migliore ed è possibile che se ne possano sviluppare di migliori ma attualmente possiamo ritenerlo adatto al miglioramento delle condizioni dell’Uomo. Ogni “moneta” ha 2 facce.Quindi come può aiutare può anche danneggiare. Tutto sta all’intelligenza,bontà d’animo e ragione di chi la usa.Ogni persona che è entrata in Scientology e poi gli è andata contro si è trovata tradita. Si entra ,si viene traditi e la si abbandona. Poi la si attacca. La rottura di ARC esiste . Uno si aspetta il quarto tipo di scambio e riceve il primo e se gli va bene il secondo.La verità è che le persone accettano solo il terzo e quarto tipo. Penso che Italo abbia avuto molti risultati con Scientology. Di sicuro si sente più sicuro e determinato nel suo essere . Penso che usi molto di Scientology nella vita . Io penso di essere migliorato anche vedendo e capendo un film,una canzone ,un fumetto, un cartone animato .Ci si migliora anche osservando i propri errori . Il motivo per cui Scn riesce a attirare tante persone è perché contiene qualcosa di importante anche se poi altrettante persone l’abbandonano. Quando il dolore diventa più forte del piacere allora il piacere viene abbandonato.Noi protestiamo quando vediamo il cattivo uso di qualcosa . Quando si usa qualcosa per scopi differenti. Di sicuro non mi vedrai prendermela contro qualcuno perché usa un cacciavite per svitare o avvitare una vite ma se lo vedessi usare un per minacciare qualcuno si. Quindi noi siamo contrari a qualsiasi uso inappropriato e in mala fede . Noi combattiamo la dittatura e l’uso della forza camuffate in qualsiasi modo.

    • Italo Alberti

      #MisterX
      “Di sicuro si sente più sicuro e determinato nel suo essere . Penso che usi molto di Scientology nella vita”.

      Forse è vero, sai perché? Perché Scientology, mi ha spinto a guardare oltre, cercare strade ed orizzonti che sono dentro di me, ma che la chiesa non mi ha mai dato. E’ una questione di percepire la verità che si ha dentro.
      Quindi Scientology, non è proprio da buttare.

      Giorni fa ho proprio acquistato 4 libri, 2 di Eckhart Tolle, perché è uno dei pochi che è riuscito ad elevarsi dalla mente analitica (cosa che io la ritengo inutile quanto la reattiva), lui vede e la controlla. Scientology non spiega questa abilità. E altri 2: uno scritto da una mia amica che da più di 20 anni mangia esclusivamente frutta con tutti i benefici anche spirituali che ne consegue, e l’altro sul digiuno (tempo fa ho fatto 17 giorni di sola acqua).

      Quindi la ricerca funziona e considero Scn come campo base ricco di informazioni che collego alle mie future conoscenze.

      • Marco

        Defender of Theta
        Scientology, altre pratiche e filosofie.

        “Di seguito farò affermazioni pesanti e quindi vi prego di lasciare che dia alcune delle mie qualifiche.

        -Sono stato uno studente di psicologia in una delle migliori Università.
        Mi sono diplomato in Studi Religiosi presso la University of Chicago sotto la guida del professor Mircea Eliade, considerato il più grande studioso di esperienze religiose.

        -Ho studiato i sistemi delle religioni Cinesi (inclusi il Buddismo Zen Cinese) ed i sistemi religiosi Induisti, ed altri sistemi, leggendo le opere originali (i materiali delle sorgenti, non le loro interpretazioni) sempre sotto la tutela del Professor Eliade.
        Le opere studiate includevano il Mahabharata, Upanishads, le opere di Shankara, le opere dello Zoroastrismo, i Veda, L’Epopea di Gilgamesh, ed il Tao Te Ching.

        -Ho studiato direttamente con, e sono stato guidato nella pratica della meditazione dallo Yogi Maharishi Mahesh, ed ho vissuto con lui per un lungo periodo di tempo.
        Il suo insegnante era stato il Guru Dev Shankaracharya Brahmananda Saraswati.
        Guru Dev proveniva direttamente dalla successione apostolica che arriva sino a Adi Shankara ed era uno Shankracharya, il che significa, tenutario del “Trono di Shankara.”
        Shankara si dice che sia “la personalità più eccelsa nella storia del pensiero Indiano”.
        Maharishi seguiva la linea principale della spiritualità Indu.

        -Poi ho studiato Buddismo direttamente con Zenkei Shibayama, che aveva una posizione che potrebbe essere definita come “Il Papa del Buddismo Zen“: dirigeva come capo spirituale oltre 500 Templi Zen, ed era un Essere di grande consapevolezza.
        Più tardi, dopo che divenni uno Scientologist, ho studiato quasi tutto il lavoro di Ken Wilbur.

        -Ho studiato le basi del pensiero Cristiano.
        E mi sono adoperato anche nello studio del Nuovo Pensiero e le sue pratiche (una forma di spiritualità Occidentale)

        -Ho trascorso molto tempo con il Direttore Spirituale del Nuovo Pensiero che ha centinaia di Centri.

        -Ho studiato il pensiero spirituale Ebraico, inclusa la Cabala.
        Settimanalmente studio Meccanica Quantistica, che ritengo stia facendo da ponte tra scienza e spiritualità.

        -Non ho mai smesso di studiare “altre pratiche” mentre salivo sul Ponte.

        Amo ed ammiro tutti gli Esseri incredibili che ho citato in precedenza e gli sforzi enormi che hanno dovuto affrontare nel loro lavoro.
        La loro visione spirituale e le loro opere sono impressionanti.
        Sono veramente impressionanti viste le sfide che derivano dal cercare di scoprire quale sia il problema dello spirito, senza parlare del riuscire a risolverlo.

        Ed è questo il vero problema: riuscire a delineare una Tecnologia in grado di risolve il problema spirituale dell’Uomo.

        • Sì, parecchi grandi saggi hanno fatto un lavoro migliore nel descrivere l’Ottava Dinamica e la relazione che ha con la Settima di quanto abbia fatto LRH ( e, forse non è un paragone corretto da parte mia, visto che LRH espèlicitamente afferma che non vuole commentare molto sull’ottava dinamica)

        • Sì, ritengo che l’aver escluso l’Ottava Dinamica da Scientology (in larga misura) e mettere l’accento sull’OT, sia la base che ha reso possibile tollerare quella sorta di arroganza, egocentrismo, e narcisismo che vediamo in David Miscavige ed in alcuni altri.

        • E , sì, L. Ron Hubbard non era certo perfetto ed aveva alcune caratteristiche esasperate, che io posso solamente definire aberrazioni, quando si esamina la sua vita personale ed il suo comportamento, e questo solamente in alcuni casi.

        Ma io ritengo che anche quello che dirò ora sia vero.
        E allacciate le cinture di sicurezza perchè non farò nulla per renderlo più digeribile:
        • Basandomi sugli studi e le pratiche che ho fatto direttamente, e se faccio la somma di tutte le pratiche efficaci che sono state sviluppate dai più grandi saggi dello spirito su questo Pianeta, e non voglio con questo mancare di rispetto a nessuno, tutto quello sommato assieme non arriva neppure all’1% di quanto LRH ha sviluppato, sia in termini di quantità che di qualità.

        Esempio: ho studiato con entusiasmo Ken Wilbur. Lui mostra un’intelligenza incredibile, ed anche una comprensione fenomenale delle condizioni spirituali e delle sfide che l’uomo dever affrontare.
        Mi sono affannato per arrivare alla fine del suo lavoro più importante, ho letto il suo programma, e le sue intuizioni su quale sia la “via d’uscita”.
        Che cos’è?: Mantieni giornalmente un diario dei tuoi pensieri, studia e medita.
        Ed ho pensato: “E’ tutto qui? Hai scritto delle opere filosofiche da maestro, ma quando si arriva alla tecnologia, la cosa si riduce ad un paragrafo, e non c’è una vera e propria metodologia?”

        Io posso testimoniare che quello che LRH ha affermato, anche se potrebbe essere interpretato come egocentrico e persino arrogante, è vero: Non esiste nessuna altra reale via d’uscita su questo Pianeta.

        E non intendo affermare questo come invalidazione.
        E’ semplicemente quello che decenni di esplorazione mi hanno confermato.”

  5. cylance

    Quale sarebbe questa differenza fra la filosofia e la chiesa scientology? Lo stesso Guido, nel rispondere Italo, a parte denigrarlo per non aver capito questa distinzione e nel definirlo nichilista, (e poi perché nichilista? solo per aver detto qualcosa di diverso dal suo pensiero, viene tacciato di nichilismo. Prima di usare le parole, bisognerebbe conoscerle! questo la tech lo insegna bene), non spiega la differenza.
    Qualche giorno fa ho riletto il corso PTS e a distanza di anni, mi rendo conto delle scemenze contenute in quelle policy. Qualcuno mi spieghi cosa ne pensa di questo corso. È vero o non è vero che è stato scritto da Ron?
    E le “principali caratteristiche delle persone soppressive”? Andate pure voi in giro a diffidare di coloro che parlano genericamente? Vedete il mondo diviso in due gruppi? Bianco e nero? buoni o cattivi?
    PTS/SP è il corso emblema che regge tutta la baracca e ha avuto come conseguenza l’uscita di centinaia di persone,tenendone altrettante dentro. È stato Ron a volere la disconnessione, tutto per mettere gli scientologist contro tutti coloro che stanno all’esterno e per far si che quelli che sono dentro, rimangano attribuendo alla sola scientology tutte le “vittorie”.
    Capisco la differenza fra Fondazione Dianetics e Scientology. Ma la pseudo differenza fra Chiesa di Scientology e la “filosofia”, proprio non è comprensibile.

    • Non condivido il tuo pensiero, ma lo pubblico ugualmente per dare modo ai nostri lettori di intervenire con i loro punti di vista. Un aspetto molto importante che noi su questo blog ribadiamo da tempo, e su cui si può essere d’accordo o meno, è che Scientology è superiore a L.R.H., e questo presuppone il fatto che non accettiamo tout court i percorsi che la chiesa ha via via proposto nell’arco degli anni. Tu tocchi argomenti che abbiamo già abbondantemente sviscerato su questo blog, i dati di Scientology vanno applicati con intelligenza ( vedi definizione dal diz. tech. ), che è l’abilità di riconoscere differenze, somiglianze ed identità. Conosco bene il nichilismo, anche la sua definizione semplificata che ne dà Wikipedia rispecchia l’opinione generale che ho di Italo, non ce l’ho con lui, di base gli voglio bene e mi dispiace quando si lascia prendere da emozioni sotto 2.0. E’ un fatto molto comune che uno scientologo, quando comincia a scoprire la verità sulla chiesa di Scn e smette di giustificare gli abusi e le imposizioni che ha subito, se ne allontani in modi a volte drammatici e tenda a rigettare in toto o in parte ciò in cui ha riposto la sua fiducia e dedizione. Aspetti materiali, affettivi e spirituali.
      Ma forse tu sei solamente un troll.
      Buona vita
      Guido

      • cylance

        Condivido ciò che dici e ti ringrazio per aver pubblicato il commento ed aver accettato il confronto.
        Definirmi troll solo perché ho espresso un pensiero diverso dal tuo, scolora e offusca l’oggettività che affermi di utilizzare nell’applicazione di scientology o di qualsiasi altra filosofia. Prima ancora di nichilismo, cerchiamo di comprendere cosa significa filosofia ovvero: “amante della conoscenza”. La conoscenza è un concetto talmente alto e oggettivo, (dato che la conoscenza È un dato di fatto), che non permette schieramenti o preferenze, un “mi piace” e un “non mi piace”, buoni o cattivi, appunto. Mi sembra che nel modo di rivolgerti a me, come nel rivolgerti a italo o ad altri, fai l’errore stesso che LRH fece sviluppando la sua “filosofia”: il vedere un “noi” contro gli “altri”.
        Per questo, continuo a non capire la differenza fra CofS e filosofia, e allo stesso modo ritengo che non possa esistere Scientology senza Ron Hubbard. Personalmente ritengo che Scientology sia LHR, coi suoi pregi e difetti. Quel “è superiore a L.R.H.” lo capisco solo in relazione a “let’s clear this world”, ma bisogna intenderci su cosa è Clear e se esiste realmente un Clear. (Forse lo è stato solo ingo swann).
        Torno nel silenzio senza intaccare oltre la discussione.

        Buona vita a te.

        • godereccio

          Oggi ho mangiato la buseca(trippa) ieri la (casseula) versata grazie suocera 85 enne .
          Italo vegano fruttiferi vegetariani magari vivrete qualche anno in piu ma vuoi mettere!!!!!!!

          • Italo Alberti

            Godereccio,

            le leggi della Natura non le ho mica inventate io. Un giorno, sarà la Natura stessa a dirti “ma vuoi mettere!!!!!!” sottoforma di malattia e sofferenza.

            Ricorda: la Natura non fa sconti a nessuno.

          • godereccio

            Una dieta solo fruttifera può dare stati mentali somiglianti a stati spirituali ma é solo un’alterazione.Italo i libri contengono molte stupidaggini Ultimamente ho scoperto la chiave che apre tutte le porte Buonsenso —- moderazione —–
            Penso possano valere anche per chi é o non e’ scientologo

    • “Qualche giorno fa ho riletto il corso PTS e a distanza di anni, mi rendo conto delle scemenze contenute in quelle policy.”
      Non so cosa lei ha fatto sul ponte e come lo ha svolto in ogni modo prima del PTS SP/ COURSE viene lo Student Hat, questi corsi sono come parte della strumentazione base per iniziare il ponte ma servono anche per migliorare il proprio presente il rapporto con gli altri, ecc ma comprendo chi trova alcuni dati che lo coinvolgono come soggetto SP o PTS ma è sempre la maggioranza di questi atteggiamenti o il tono base del soggetto che gli porta una certa definizione c’ è da considerare l’ incapacità a starvi di fronte o allontanarsi da un area ( parola o simbolo mal compreso), non ci sono buoni o cattivi ma esseri che hanno la richiesta di un miglioramento personale questo comporta conoscenza volere conoscere oppure no è un indicatore.

      “Ma la pseudo differenza fra Chiesa di Scientology e la “filosofia”, proprio non è comprensibile.” La non comprensione avviene quando nel’ area di un argomento o soggetto manca il dato principale a questo serve lo S.HAT.

      Buona serata.

  6. MISTER X

    Diciamo che una differenza tra Ron e Scientology c’è. Se Ron in una conferenza avesse detto ( e ci sono molte opinioni che ha detto)che lui usava carta igienica ” SOFFICE COTONE ” ; è sicuro che nella chiesa usino solo quel tipo di “carta” MA nel campo vasto degli scientologist liberi sicuramente non ne troverei neanche uno, a patto che …scusate se mi permetto …non sia un’idiota.

  7. Libero

    Lorenzo&giorgio, neppure mi metto più a discutere.. Quello che non capisco è perche scrivono commenti in questo blog? È assurdo non sei interessato a Scientology chi se ne frega… Fatti la tua vita e non rompere le palle. Invece devono sputare veleno. Ma chi se ne frega della tua opinione se non credi nella filodofia di Scientology. Questo blog è per la filosofia di Scientogy. L’avete capito oppure avete bisogno di un megafano!

  8. Italo Alberti

    Godereccio,

    strano a dirsi, ma di solito le cose cerco di sperimentarle io, al di là di ciò che dicono i libri.
    … omissis …
    Se è vero che il Thetan è ARC per sua natura, è anche vero che le cellule per funzionare correttamente, devo trovarsi nel proprio ambiente naturale biocompatibile e questo significa nutrirle con cibi naturali e non manipolati dall’uomo.

    I malesseri e le malattie insorgono quando si violano continuamente queste leggi, che possono durare anche decenni. Ma poi viene il momento di pagare il conto.

    Book one, p.156: ” E’ stato provato che sono le cellule e non l’individuo, ciò che registra il dolore. E il bank engramico reattivo è composto soltanto di cellule…l’engram non è un ricordo: è una traccia cellulare di registrazioni incisa profondamente nella struttura del corpo stesso”

    Quindi, non ti sembra che ci sia una stretta relazione fra benessere e cellule?

  9. Ciao Ragazzi, e’ un po’ che non vi scrivo personalmente, vi sento sempre nel mio universo e vi voglio sempre un sacco bene.
    Purtroppo non sono impegnato dall’altra parte del ponte dove il vecchio ci ha promesso che ci rivedremo ma sono piuttosto dentro all’universo mest a tal punto da sembrare un Solido per la prossima lezione di Educazione Tecnica 😀 …
    Scherzi a Parte, sono molto contento di tutti i vostri progressi in generale, Boia chi molla ! 😀
    Ho voluto intervenire solo con un piccolo appunto, il documentario che verra’ trasmesso, tratta ( ovviamente ) anche dei “terribili” dati “Confidenziali”….
    Beh, credo che anche a voi faccia incazzare se il vostro vicino vi racconti la fine del film che state andando a vedere, quindi il mio consiglio personale e’ che non “ascoltiate” il finale ma bensi’, siate gli attori principali del vostro film !
    Questo e’ il mio augurio per voi, godetevela fino in fondo…. anche perché’ senno’, ci dovremo ritrovare all’agli a discutere se la terra e’ piatta o no ! 😀
    Enjoy !

    Francesco

    • godereccio

      Caro Italo la natura farà il su corso sia che si abbia pancia piena o pancia vuota.Al tempo di Confucio ero Taoista seguivo un certo Lao su cercavo l’elisir di lunga vita la pietra filosofale l’immortalità mangiavo radici seguivo il divenire degli eventi mi applicavo con diligenza ma nonostante questo le mie membra furono pasto per avvoltoi
      Ho imparato la lezione ,non c’è nessuna saggezza negli estremismi .

      • godereccio

        Caro sig. Francesco vedo che usa una parola a me molto cara(godetevela).
        Sentirsi un po solidi non è negativo. Quando ero Benedettino ci insegnavano ora et lavora e molte rinunce ma daiiii.
        Il lavoro permette di mantenere i figli e di godersela un poco. Questa é armonia é essere bilanciati un abbraccio .
        Un saluto alla sua famiglia

        • godereccio

          Una vita di astinenza é ben piu frustante di una malattia ( che é la norma ).Rendiamoci conto di quanto ci é stato chiesto per la spiritualità in ogni tempo e luogo.Quand’ero in India ai tempi di krisna sesso libero ( non ne potevo piu),Bodhidarma mi mise davanti ad un muro fermo immobile inspiro espiro inspiro espiro……tutto bianco o nero ….un giorno una bastonata sulla spalla( mi stavo addormentando mi trovai nel medio evo ) Gesu !!!!sognavo donne ogni notte astinenza astinenza digiuno mi fustigavo portavo il clicio ma che centra con la spiritualità cammina cammina ed eccomi qua 2017 vedo che vengono riproposte le stesse cose . Che la vita sia un grande ENSO mahhhh

          • Il cerchio della vita… Lo dicono anche i cartoni animati! Guido

          • Italo Alberti

            Godereccio,
            insomma, ti scrivo ancora questo sperando di trasmetterti che i cibi naturali sono un aiuto verso l’evoluzione personale, poi vedi tu:
            “L’alimentazione a base di cibi vivi non dev’essere concepita come un’autolimitazione in qualcosa, ma come un principio fondamentalmente diverso di esistenza in grado di elevare l’essenza di una persona alla somma gamma di vibrazioni e, ovviamente, tale da facilitarle la via di acquisizione di un nuovo stato di consapevolezza.”

      • Italo Alberti

        Bene, buon proseguimento sul tuo corso.

  10. Marco

    @Cylence
    “Quale sarebbe questa differenza fra la filosofia e la chiesa scientology?”

    Dovresti rileggere meglio lo scritto che ho quotato di “Defence of Theta”… oppure va contestato qualunque promotore di Scn?

    Mi pare che lui sia un grosso studioso di religioni e di filosofie… non è così? A meno che non sia anche questo un impostore che promuove Scn per qualche strano motivo a noi sconosciuto (forse ha una provvigione da qualche auditor!?).
    Basandomi sugli studi e le pratiche che ho fatto direttamente, e se faccio la somma di tutte le pratiche efficaci che sono state sviluppate dai più grandi saggi dello spirito su questo Pianeta, e non voglio con questo mancare di rispetto a nessuno, tutto quello sommato assieme non arriva neppure all’1% di quanto LRH ha sviluppato, sia in termini di quantità che di qualità.

    Io posso testimoniare che quello che LRH ha affermato, anche se potrebbe essere interpretato come egocentrico e persino arrogante, è vero: Non esiste nessuna altra reale via d’uscita su questo Pianeta.
    E non intendo affermare questo come invalidazione.
    E’ semplicemente quello che decenni di esplorazione mi hanno confermato.

    Riguardo al PTS/SP course, “Qualche giorno fa ho riletto il corso PTS e a distanza di anni, mi rendo conto delle scemenze contenute in quelle policy. Qualcuno mi spieghi cosa ne pensa di questo corso. È vero o non è vero che è stato scritto da Ron? “
    Beh, ci sono cose comprensibili e cose meno comprensibili…
    Secondo me di sicuro in questo corso c’è da mettere i “TR IN” e capire veramente la questione… bisogna avere un ottimo bagaglio di conosenza e una buona visuale in prospettiva (capire cioè che poi c’è stata altra conoscenza che ha modificato alcune cose…).
    Secondo me il corso è per gente competente e compasionevole e con un buon comprendonio…

    Infatti in questo blog è stato detto più e più e più volte di non prendere tutto come oro colato, ma di capire anche il momento; e di capire che la conoscenza era in divenire; e capire che è mancato un riassunto dello svolgimento intiero; e capire che LRH era un uomo geniale, ma un uomo e dunque poteva sbagliare l’enfasi e sbagliare l’accentazione, ecc. ecc. ecc.

    La cosa concreta è questa: Scn va capita e dunque usata a punto causa, altrimenti potrai essere effetto delle mal comprensioni tue e di… e di LRH.
    Anche lui ha avuto le sue mal comprensioni e ha fatto i suoi errori…

    È corretto avere fiducia in una persona, basta che questa non sia fiducia ceca, ovvero ad occhi chiusi potresti andare a sbattere.

    Un po’ di arroganza e presunzione, e boria e anche insolenza l’ha messa senz’altro LRH (ma deve essere copmpreso che anche lui era un thetan con un Caso dal maneggiamento in divenire… basta pensare a Not’s che è del ’78); ma la deificazione, che non a caso ha creato fondamentalismo e settarietà, è stato a cura di DM e dei sui compagni di merende… loro volevano un culto… e l’hanno ottenuto.

    Cmq LRH diceva (e per me è un must) che i dati vanno valutati e capiti e che “è vero solo quello che è vero per te!” … “… e quando hai perso questo hai perso tutto”.

    ESSERE FARE E AVERE 14 NOV ‘52

    “Non esiste argomento di studio al mondo che non possa essere perfezionato;

    non esiste argomento di studio al mondo che non possa essere semplificato,

    e non esiste argomento di studio al mondo che non possa essere reso più complicato.

    Ora, il solo fatto che quest’ultima cosa sia vera, non costituisce un buon motivo di continuare a farla.

    Questo vale anche per Scientology.”

    • cylance

      Ti ringrazio per la tua cortese e chiarissima risposta. Davvero, tanto di cappello.
      Salverò quanto tu hai scritto e lo metterò fra le cose importanti da tenere a mente quando si hanno dei dubbi su questo argomento.

      Grazie Marco. Buona giornata.

  11. Avviso ai naviganti
    Ricordo che in questo blog si parla prevalentemente di SCIENTOLOGY.
    Per altri argomenti tipo La Cucina della Siora Pina o la Vita e le Opere del Santo Babal, per quanto interessanti possano essere, esistono altri Blog.
    Grazie
    Guido

    • godereccio

      Concordo sig Guido
      Vediamo un po!

      • godereccio

        Se é. Vero per te e’ vero.
        Must scientologico non è pericoloso questo assioma !

        • Marco

          Must scientologico non è pericoloso questo assioma !
          Godereccio, non ho capito se la tua è un’affermazione o se era intesa anche come domanda…?

          Nel dubbio… : innanzi tutto non è un assioma… tutt’al più è una massima Una verità pratica desunta da esperienza comune e perciò largamente accettata , che per questo può essere capita ed accettata o anche no.

          A me piace molto perchè mi sembra una cosa intelligente, logica e di buon senso. La verità è spesso molto relativa, per questo motivo questa frase esprime in poche parole parecchio concetto “… se è vero per te lo è, altrimenti no”. Ti mette sovrano di te stesso… : il Top.

          Ma credo che riferita a questo scritto di LRH, “Integrità Personale”, si possa capire meglio…

          INTEGRITA’ PERSONALE

          CHE COS’È L’INTEGRITÀ PERSONALE?
          QUEL CHE È VERO PER TE È QUELLO CHE TU STESSO HAI OSSERVATO. L’integrità personale consiste nell’avere il coraggio di osservare, nel “sapere” ciò che hai osservato e nell’avere il coraggio di affermare quello che hai osservato.

          Devi avere il coraggio di osservare, così da poter conoscere, così da poter sapere, così da poter affermare quel che hai osservato.
          L’integrità è questa. E non ve n’è altra.
          E quando hai perso questo hai perso ogni cosa.

          Certo possiamo parlare di onore, di verità e di tante altre cose,
          di questi termini altisonanti… ma penso che sarebbero compresi molto meglio e molto più praticabili se le tue conoscenze derivassero solamente da quel che hai osservato, a patto che tu abbia osservato con l’intento di comprendere davvero e con onestà.

          E senza costringerti a mantenere per forza un atteggiamento scettico o
          un atteggiamento critico, o un atteggiamento sulla difensiva… ma certamente mantenendo un’integrità sufficiente ed un’adeguata fiducia e fede in te stesso, cosi da poter osservare da te stesso.

          Niente può essere vero per te a meno che alla fine non sia stato tu stesso ad osservarlo facendolo tuo: e diventa vero per te non perché te lo hanno comunicato, ma solo perché dopo tu lo hai osservato.

          E questo è tutto.
          LRH

          Non è eccezionale?!
          Saluti

  12. Diogene

    A quanto pare la dicotomia delle dicotomie consiste nelle seguenti affermazioni:
    1) “La Verità è ciò che è”
    2) “E’ Vero ciò che è vero per te”
    Possiamo dire che la prima descrive la Verità in senso assoluto.
    La seconda descrive la Verità in senso relativo.

    Deve esserci un Assoluto affinché esista un Relativo, in quanto il Relativo è relativo perché concepiamo un assoluto come dato stabile.
    L’Assoluto esiste se lo definiamo come “Ciò Che E'” nella sua Totalità e Unicità.
    L’Assoluto non può essere che Se Stesso come Totalità di Ciò che esiste,
    ma noi possiamo concepirlo solo come Totalità di Cambiamenti, perché anche “Ciò Che E'” cambia continuamente. Ma rimane per sempre Unico nella sua Totalità.

    La combinazione tra Assoluto e Relativo produce quello che noi conosciamo come Vita.
    La Vita ridotta nei minimi termini è puramente Comunicazione e si manifesta in Relatività oggettive e soggettive, quindi la Vita è parte della Totalità ed è per questo che non è in grado di descriverla completamente.

    Quindi Assoluto e Verità coincidono, però per gli umani il concetto di Verità deriva dal concetto di Dubbio.
    Così l’Uomo, eludendo la Verità di Ciò Che E’, ha la possibilità di percepire l’universo in cui vive esclusivamente perché “è Vero ciò che è vero per lui”.
    Dopo di ché, lo rende comprensibile mediante ARC, ma la Totalità di ciò che è resterà sempre al di là della sua comprensione.

    La parte pratica di tutto questo teorizzare consiste nel cercare di Conoscere Se Stessi ed il proprio ruolo nell’ambito degli Universi.

    • godereccio

      Tutto é impermanente verità soggettiva e verità assoluta sono vittima di questo assioma.La verità assoluta e una creazione della verità soggettiva che a sua volta crea se stessa.Hchuin mio maestro di un tempo che fu ,in una celeberrima poesia scrisse l’acqua diventa ghiaccio il ghiaccio ridiventa acqua ma se osservo attentamente nessun acqua nessun ghiaccio. Sig Diogene pur essendo scientologo il suo scrivere avrebbe entusiasmato anche il mio maestro

      • Marco

        Le Logiche sono state scritte da L. Ron Hubbard…
        Costituiscono una scala di associazione di fatti necessari alla comprensione.

        – Un corpo di conoscenza consiste in un corpo di dati, allineati o non allineati…

        – Un dato è un simbolo, o un’evidenza, di materia, energia, spazio, tempo o qualsiasi combinazione di tali elementi, in qualunque universo…

        – Ogni conoscenza che può essere percepita, misurata, sperimentata da qualsiasi entità, è in grado di influenzare tale entità.
        La conoscenza che non può essere percepita, misurata o sperimentata da qualsiasi entità, non può influenzare tale entità.

        – Una definizione dei termini è necessaria per comunicare supposizioni, osservazioni, problemi e soluzioni. Oltre che per allineare, esporre, risolvere.

        – Gli assoluti sono irraggiungibili.

        – È necessario ricorrere a scale graduali per valutare i dati e i problemi. Questo è lo strumento della Logica a valori infiniti.

        -Termini come buono e cattivo, giusto e sbagliato vengono usati unicamente in abbinamento a una scala graduale.

        -Tutte le cose che favoriscono la sopravvivenza di chi sta sopravvivendo vengono considerate giuste per quest’ultimo.

        -Tutte le cose che ostacolano la sopravvivenza dal punto di vista di chi sta sopravvivendo possono essere considerate sbagliate per quest’ultimo.

        -Quanto più una cosa favorisce la sopravvivenza, tanto più può essere considerata giusta per chi sta sopravvivendo; quanto più una cosa o un’azione ostacola la sopravvivenza, tanto più è sbagliata dal punto di vista di chi mira a sopravvivere.

        COROLLARIO: la verità di qualsiasi dato è solo relativa.
        COROLLARIO: la verità è relativa agli ambienti e all’esperienza.

      • Diogene

        Sig. Godereccio, perché pone un quesito stupido quando già ne conosce bene la risposta eloquente?
        Anche l’antico e sempre attuale dio Giano si sarebbe deliziato a scattare selfi bifronte con Lei.
        Non faccia il timido e si dichiari troll, pur non essendo scientologo o in quanto tale.
        Certo la silouhette della Remini attira anche i passanti, ma che ci fate qui a cambiar discorso?
        Perché non parlare della Leah e del suo parrucchiere? Si dice che non voglia più fare la permanente e men che meno la messa in piega.
        E lei, oddio!, ha rivelato al mondo i nomi dei suoi parrucchieri vip!
        Ma che le avranno fatto mai? C’è gente curiosa, ma curiosa, in giro…
        (Notare che ho scritto due volte curiosa, non “furiosa”, please)
        Non è anche Lei come me annoiato dai soliti vecchi giochi, Godereccio?
        La prego, non si lasci scappare la battuta, da buon intenditor intendo.

  13. Raffaello

    Anche io vorrei entrare nel mondo indipendente. Cosa devo fare? Si paga per i servizi?

    • Diogene

      Tutti adesso eh?
      Ah, la Leah che effetto che fa!!!

    • godereccio

      Mi scusi sig.Marco,mi permetta;perche scrive (giustamente ) sempre il pensiero del sig Ron,non sarebbe a sua maggior lode usare cio che ha studiato o raggiunto con sue parole e suoi fatti.Restando nel solco tracciato naturalmente. Fatti propri i fondamentali si puo spaziare in infinite sfaccettature comunicative .Si certo é un sito scientologico mi é chiaro lo ricorda anche il sig Guido ,ma le garantisco che gli interventi piu spontanei vibrano di una diversa energia ,ci pensi e come dice la Susanna ” vai dove ti porta il cuore” o come il gabbiano prendi e guida il tuo planare .

      • godereccio

        Sig Diogene
        La mia comunicazione é stata male interpretata voleva essere una lode per come riesce ad esporre i concetti scientologici in modo poetico e non comune e interpretandoli con parole vostre.la comunicazione da terminale a terminale ovvero –causa distanza effetto puo’ essere male interpretata. Per metterla sul ridere sono anni che non frequento una barberia ,la neve ormai e scesa su loro una spruzzatina che preannuncia forse un fine inverno ancora prematuro.

      • Marco

        Ah ah ah caro Goduria, da quel che dice (e anche da come si atteggia) dei condomini di questo blog, è evidente che frequenta questa piazza da molto molto poco tempo… ed è evidente, altressi, che è qui per “rompere i cocchi”, come dicono in questi giorni a Milano…
        Ma devo dire che essendo Lei molto più occupato a godere, io credo anche in qualche modo sconcio (nomen omen: “Dedito ai godimenti materiali”), capisco e giustifico la sua limitata capacità di valutare e percepire fatti e persone.
        Secondo me le conviene tornare alla sua principale occupazione: cercare di pensare un pò di meno, tanto a che Le serve… , e cercare invece godere il più possibile, visto che la vita è cosi breve.
        Dunque spero Lei torni ai sui godimenti precedenti e spero, dunque, di non risentirLa mai più… dopo un paio di giorni di mandata sua comunicazione la penserò, solo per un attimo, intento alle sue godurie.
        By

        • Marco

          Giusto per non farsi mancare nulla…

          Assioma 35
          La verità assoluta è uno statico. Uno statico non ha massa, significato, mobilità, non ha lunghezza d’onda, non ha tempo, non ha collocazione spaziale e non ha spazio. Tecnicamente viene chiamato “verità fondamentale”

          Assioma 36
          Una bugia è un secondo postulato, affermazione o condizione inteso a mascherare un postulato primario a cui si permette di continuare a esistere.
          ESEMPI: Un movimento o un cambiamento di posizione di una particella non è né una verità né una bugia.
          Una bugia è l’affermare che non si sia mossa una particella che invece si è mossa, o l’affermare che si sia mossa una particella che invece non si è mossa.
          La bugia fondamentale consiste nel ritenere di non aver fatto una considerazione che invece è stata fatta oppure nel ritenere che fosse diversa.

          Assioma 37
          Quando una considerazione primaria viene alterata, pur esistendo ancora, si ottiene persistenza per la considerazione alterante.
          Tutta la persistenza dipende dalla verità fondamentale, tuttavia la persistenza è propria della considerazione alterante, poiché la verità fondamentale non ha né persistenza né impersistenza.

          Assioma 38
          1. La stupidità consiste nel non sapere ciò che si è considerato.
          2. Definizione meccanica: la stupidità consiste nel non sapere il tempo, il luogo, la forma e l’accaduto.
          1. La verità è l’esatta considerazione.
          2. La verità è l’esatto tempo, luogo, forma e accaduto.

          -Perciò, vediamo che il non scoprire la verità genera stupidità.

          -Perciò, vediamo che la scoperta della verità, come dimostrato da effettivi esperimenti, provoca un’as-isness.

          -Perciò, vediamo che una verità assoluta non avrebbe tempo, luogo, forma o accaduto.

          -Perciò, infine, si deduce che la persistenza può essere ottenuta solamente mascherando una verità.

          -Mentire equivale ad alterare il tempo, il luogo, la forma o l’accaduto.

          -L’atto di mentire diventa alter-isness, diventa stupidità. (Il nero dei casi è un’accumulazione delle menzogne dell’individuo stesso o di quelle altrui.)

          -Qualsiasi cosa persista deve evitare l’as-isness.

          • godereccio

            Come scrissi poc’anzi al sig Diogene e’ una cattiva comprensione ,non era una invalidazione nei suoi confronti il mio dire ,Ma un lieve appunto.Ci sono veleni che appesantiscono il cuore ,ne fece un bellissimo libro il mio maestro anni or sono riportando la scuola Rinzai ad un autentica purezza la parola ela gola uccidono piu chela spada.Rilegga quanto mi ha scritto e veda se le parole contengono tale veleno se si se ne liberi, Non nel mio ma nel suo interesse.

    • Ciao Raffaello e benvenuto, contattaci ad uno dei vari indirizzi che trovi su Chi Siamo

  14. Su su, “godereccio” e “Marco”, baciatevi e facciamola finita: Nel secolo scorso, quando andavo a scuola, la Maestra mi dava un brutto voto se andavo fuori tema!
    Guido

    • godereccio

      Son passati anni da quando lo vidi s.Guido piu neve é scesa sulla sua capigliatura ma saggio era e saggio É.La comunicazione é meraviglia e senza di essa non c’è comprensione tema a parte .Il silenzio é il mio regno e strumento di lavoro ,ogni tanto mi diletto con le parole magari il tema…….lo legga lo stesso e sia magnanimo mi dia la sufficienza ,dopo tutto un sei non si nega a nessuno.

      • Diogene

        Godereccio, la ricreazione è finita.
        Chiedo ufficialmente al maestro di tirare il catenaccio (all’ingresso, giammai sulle teste canute).
        Sei stato divertente, Godereccio, quasi diversivo.
        Smettila di lisciarci il pelo e accomodati (in tutti i sensi) nel tuo spazio.
        O non ti sei accorto che più gironzoli qui dentro e più a lungo rimane la Leah Remini in cartellone?
        Fatti furbo e squagliati… in Cylance.
        Adieu.

  15. Slifer

    Personalmente ritengo che focalizzare attenzione su argomenti contro Scientology sia solo deleterio. Parliamoci chiaro: queste dichiarazioni sono CONTRO Scientology.
    Eppure mi sembra palese che si tratti di comunicazione Entheta e la qualità di tali osservazioni si denota dai commenti che essa produce.
    Scontri e scontri..
    Polemiche..
    Secondo me promuovere tali comunicazioni significa allontanare il pubblico dal soggetto.
    Purtroppo tutti i blog indipendenti al momento sono pieni di comunicazioni contro Scientology!
    Come potete non vederlo?
    Distinzione tra soggetto e istituzione religiosa? E chi la percepisce?
    Un lettore esterno può solo pensare ciò:
    Questi mi sembrano tutti un po’ confusi… Attaccano la chiesa da dove sono usciti, però poi nel post dopo decantano i successi ottenuti sul ponte. Ponte che secondo alcuni è alterato e, quindi, i risultati sono messi in discussione dagli stessi compagni indipendenti.
    Ora vi pongo la domanda:
    un lettore che non conosce il soggetto che idea si farà?
    Una persona sinceramente interessata di chi si fiderà?
    E quando legge tutti questi commenti assurdi di natura personale in un blog che tratta ufficialmente di Scientology che idea si farà del soggetto?
    Perché i post di polemica sono i più discussi e quando si tratta di successi onesti ottenuti sul ponte per leggere dei messaggi possono passare interi giorni?
    Forse prima di attaccare tutto e tutti, dentro e fuori la chiesa dovremmo tutti prestare attenzione al potere della comunicazione e prenderci la responsabilità degli effetti delle proprie parole.
    Questo, come altri, è un blog pubblico e tutti possono leggerne i messaggi.
    Ritengo che i gestori del sito siano molto maturi a censurare spesso i commenti e, viste le ripetute lamentele di censura, se già rimango perplesso dai commenti che leggo non oso immaginare di che natura siano quelli che vengono bloccati.
    Che ognuno si focalizzi sul proprio percorso, che ci mostri i suoi successi.
    Vuoi sperimentare? Allora SPERIMENTA!
    Vuoi fare auditing? Prendi in mano le lattine!
    Vuoi chiarire il pianeta? Trova PC e AUDISCI!!!
    ADESSO è il momento di FARE!!!
    Basta con le polemiche! Che ognuno prenda la strada che ritiene migliore, e allora saremo tutti curiosi di vederne i risultati e complimentarci con chi li ha ottenuti.
    L’odio non porterà da nessuna parte e, citando Ron.. Sappiamo tutti, man mano che si scende giù per la scala del tono, in cosa consiste il tipo di comunicazione!

    Non posso che augurare a tutti gli Scientologist ovunque desiderino affrontare il proprio percorso TANTO TANTO THETA!

    Un abbraccio a tutti,

    Slifer

    • MISTER X

      Per Slifer. Il blog è frequentato principalmente da fuoriusciti dalla chiesa. Sono tutte persone che appartenevano e credevano nella chiesa e non solo. Chiunque scrive qui ,a meno che non sia un seguace di David Miscavige ,si è sentito tradito . Ognuno ha un suo proprio punto di vista ed esperienza . La sua autodeterminazione non può essere troncata , nella comunicazione , come fanno nella chiesa . Ron stesso ha sempre detto che la comm è meglio di nessuna comm. Le persone sono incazz…perchè pretendono che Scn venga applicata correttamente . In KSW Ron ha incaricato tutti della responsabilita dei materiali e delle persone. Ognuno di noi è il Dio di se stesso e quando questo viene delegato ad un altro ci si ficca nei pasticci.Non ci riteniamo perfetti e siamo desiderosi di imparare e aiutare ma l’era della sottomissione è finita. L’era dove ” Non sono fatti tuoi dov’è finita MSH ,Quentin,David Mayo…”. A noi ci interessa sapere perchè la vita è fatta di tutto L’infinito è tutto ed è parte di noi. Se uno scientologist OT è cosi fragile che basti che sappia un po’ di entheta per allontanarsi definitivamente dalla chiesa: beh mi sa tanto di condizione estremamente precaria .In sintesi il tempo del nazismo è finito (almeno per noi). Forse va bene ai cattolici che gli vengano nascosti i crimini dei preti pedofili ma non per chi sale verso la libertà totale.Ho audito diversi fuoriusciti che nonostante avessero ricevuto tante ore di auditing erano inclini a trattenere cose che la chiesa “vietava” di comunicare e ci è voluto un bel po’ di AGIO per ripristinare la loro autodeterminazione. Pensi veramente che le persone non sappiano distinguere tra i preti pedofili e le opere di Cristo? Che ci piaccia o no la vita è questa e noi abbiamo i mezzi per migliorarla ed uno di questi è che se uno ha problemi comunicando, dovrebbe, non essere zittito ma comunicare ancora di più.

      • godereccio

        Mister x😊😊

        • godereccio

          Sig Slifer
          Quali sono questi successi cosi eclatanti a cui non viene data gratificazione .Forse scrivere “il mio spazio si é allargato ,ho perso massa ,mi sento piu theta “noi vecchi scientologi abbiamo piene le orecchi di queste frasi abbiamo visto chi le usava come sono finiti d cosa hanno fatto.Abbia il coraggio di confrontarsi .Non ho mai sentito uno scientologo dire trabocco d’amore a tal punto che ti permetto anche di dissentire e di pensare in modo diverso dal mio.Mi acconsenta di dire un mio successo ascolto tutti imparo da tutti mi vedo in tutti e rispetto il pensiero di tutti

          • godereccio

            Scientologi non è per addetti ai lavori é patrimonio di tutti come tutte le altre fonti di ricerca
            Criticabili o non questa é la forza della libertà,non è. Monopolio di nessuno ma é li libera ad uso di tutte le generazioni che verranno.Per anni non mi spiegavo il perche continuassi a scrivere nel blog ora ne ho coscienza,la libertà di espressione é cio che ci é stata tolta e mi da fastidio che una persona mi censuri ,nessuno ha il diritto di fare cio!!!!!!;

          • Sarà “godereccio”, ma quando scrivi c…te o str…ate io ti censuro, eccome!
            Guido

          • Marco

            Grande Guido, una risposta sintetica, ma efficace.

            Ecco qui sotto una lezione sulla comunicazione… (copia/incollata dal libro Dn55)

            Il grande scienziato, brillante genio e arguto scopritore, LRH, ha indagato e scoperto le regole di base della comunicazione; credo che nessun altro abbia mai descritto la comunicazione come l’ha ricercata, scoperta e desritta lui.
            Nel suo Dianetics 55 c’è un pozzo di saggezza riguardo alla comunicazione.

            Ecco perchè copio/incollo il grande ricercatore LRH, caro sig. Godereccio (visto che mi hai indicato/rimproverato che quoto troppo LRH): cerco di fare un favore a molti, perchè rileggere e riflettere su alcune cose di base della vita scoperte da LRH, è di grande valore.

            Fra l’altro la maggior parte degli scientologist (scientologist!), apprezza e da riconoscimento.

            Dianetics 55

            “La formula della comunicazione è: causa, distanza, effetto, con intenzione, attenzione e duplicazione con comprensione.

            La comunicazione è la considerazione e l’azione d’inviare un impulso o una particella da un punto-sorgente, attraverso una distanza, a un punto-ricevente, con l’intenzione di determinare nel punto-ricevente una duplicazione e una comprensione di quel che è stato emanato dal punto-sorgente.

            Esaminiamo più da vicino i vari elementi che compongono la comunicazione osservando due unità viventi, che chiameremo “A” e “B”.

            “A” e “B” sono dei terminali, ovvero dei punti di trasmissione, che inviano, o ricevono, e viceversa, una comunicazione.

            In primo luogo esiste l’intenzione di “A”, che in “B” diventa attenzione. Perché abbia luogo un’effettiva comunicazione deve esserci in “B” una duplicazione di ciò che è stato emanato da “A”.

            Esiste un fattore molto importante, cioè quello della duplicazione. Potremmo esprimerla come una necessità per raggiungere realtà o accordo.
            In altre parole, il grado di realtà raggiunto dipende dalla quantità di duplicazione.

            “B”, in quanto effetto, deve duplicare in una certa misura ciò che è stato emanato da “A”, affinché la prima parte del ciclo abbia luogo.

            Dopodiché “A”, che ora diventata effetto, deve duplicare ciò che viene emanato da “B” perché la comunicazione possa concludersi.

            Se questo avviene, non vi sono grosse conseguenze dannose.

            Se invece “B” non riuscisse a duplicare e successivamente nemmeno “A”, otterremmo l’equivalente di un ciclo di azione incompleto ed ingarbugliato.

            Se, ad esempio, “B” non duplicasse neppure vagamente quanto emanato da “A”, la prima parte del ciclo di comunicazione non viene realizzata: ne risulterebbero discussioni interminabili, infinite spiegazioni e un bel po’ di movimento imprevisto.

            Poi, se “A” non duplicasse quanto emanato da “B”, nel momento in cui “B” diventa causa durante il secondo ciclo, si verificherebbe un altro ciclo di comunicazione non realizzato, con la conseguente mancanza di realtà tra le parti.

            Ed è chiaro che se riduciamo la realtà, si riduce anche l’affinità: il sentimento di affetto o simpatia per qualcosa o qualcuno.”

            “I cicli di comunicazione incompleti producono una penuria di risposte:
            non ha molta importanza ciò che le risposte dovevano o dovrebbero essere, purché si avvicinino vagamente all’argomento in questione.

            Quando viene data una risposta del tutto inaspettata, come nella comunicazione ossessiva o compulsiva, oppure quando la risposta manca del tutto, questo ha importanza: La comunicazione in se stessa è dannosa solo quando la comunicazione emanata dalla causa è stata improvvisa e illogica rispetto all’ambiente.
            In tal caso avremmo una violazione dell’attenzione e dell’intenzione.”

            “Fondamentalmente, tutte le cose sono considerazioni: Noi consideriamo che le cose esistano, e quindi esse esistono.
            L’idea è sempre superiore alla meccanica dell’energia, dello spazio, del tempo e della massa.
            In merito alla comunicazione si potrebbero avere anche idee completamente diverse; tuttavia si dà il caso che quelle che abbiamo descritto siano le idee sulla comunicazione condivise in questo universo e usate dalle unità viventi di questo universo.

            L’accordo di base sulla comunicazione lo troviamo nella formula della comunicazione descritta in questo capitolo.”

            “Poiché le idee sono superiori a questo accordo, un essere può concepire un’idea strana, in aggiunta alla formula della comunicazione, che riguardi il modo esatto di gestire la comunicazione.
            Tuttavia se una simile opinione non trovasse il consenso generale, quell’Essere potrebbe trovarsi decisamente escluso dalla comunicazione.

            Esiste un’azione continua di selezione naturale, si potrebbe dire, che estirpa le idee strane o particolari in merito alla comunicazione: La gente, per essere in comunicazione, aderisce alle regole fondamentali descritte in queste pagine e semplicemente non duplica chi tenta di allontanarsi troppo marcatamente da tali norme, perciò costui si trova escluso di fatto dalla comunicazione.”

            “Poiché stiamo parlando sostanzialmente di idee e non di meccaniche, notiamo che tra punto-causa e punto-effetto:
            deve esistere uno stato d’animo per cui entrambi siano propensi a diventare causa, oppure effetto, a volontà;
            disposti a duplicare a volontà,
            essere duplicabili a volontà nel cambiare ruolo,
            a sperimentare la distanza che li separa.
            Cioè, in breve, devono essere propensi a comunicare.

            Quando tali condizioni esistono in un individuo oppure in un gruppo, abbiamo gente sana di mente.

            Alcune delle condizioni che si possono verificare in una linea di comunicazione irrazionale, sono:
            -il fallimento nell’essere duplicabili;
            -un’intenzione contraria all’essere ricevuti,
            -una riluttanza a ricevere o a duplicare una comunicazione,
            -una riluttanza a fare l’esperienza della distanza,
            -una riluttanza a cambiare ruolo,
            -una riluttanza a prestare attenzione,
            -una riluttanza a esprimere l’intenzione,
            -una riluttanza a dare riconoscimenti e, in generale,
            -una riluttanza a duplicare.

            Qualcuno potrebbe trarne la conclusione che la soluzione al problema della comunicazione consista nel non comunicare.

            C’è chi potrebbe dire che se si fosse astenuto dal comunicare in primo luogo, ora non si troverebbe nei pasticci.

            Forse in questo c’è qualcosa di vero, ma:
            -un uomo è morto nella misura in cui non può o non vuole comunicare;
            -è vivo nella misura in cui può e vuole comunicare.

      • Marco

        Completamente d’accordo con MisterX, ottima spiegazione di come stanno le cose… Viva la comuicazione libera, anche se poi è auspicabile (e da insegnare) che possibilmente essa sia la più intelligente possibile… non limitata, ma soppesata certamente.

      • Diogene

        OK Slifer, questo è stare sul pezzo.
        Se non fosse perché molti di noi hanno già saltato la staccionata da un bel po’ di tempo e ci stiamo godendo ma certo ci stiamo godendo anche i risultati migliori che lo studio e la tech di Scn hanno permesso a ciascuno di noi di ottenere, beh forse saremmo ancora lì a picconare inutilmente la muraglia impressionante in cui la CoS si è barricata.
        Altri sentono il bisogno di farlo e di comunicare al mondo le loro personali esperienze. Questo blog le comprende e ne dà notizia.
        Dove sta l’entheta? In ciò che scrivono quelle persone documentando le loro ragioni o in ciò che loro hanno effettivamente dovuto subire in anni di appartenenza a Scn?
        Noi auspichiamo che ognuno sia responsabile delle proprie azioni e dichiarazioni. Ma questo vale in primo luogo per le corporazioni che nel nome di Scn rastrellano soldi per fare impresa immobiliare.
        Forse gli Indipendenti non cambieranno la storia, ma le loro vite le hanno già cambiate e le cambieranno a loro piacimento.

        @ Mister X
        Concordo. Non avrei saputo argomentare meglio.
        Ma se la controparte vuole, potremmo anche provarci.

    • Italo Alberti

      Caro Slifer, sono completamente d’accordo con te.
      Qualsiasi cosa una persona attacchi, è perché HA un problema con quella cosa. C’è il detto che dice “Ciò che si combatte si diventa”, e questo dato può essere applicato a qualsiasi cosa, da Scientology, al matrimonio, alle pr, ecc.

      Naturalmente il libero giudizio è facoltà di ogni persona e ritengo giusto che uno possa esprimere i propri disappunti.

      Io stesso pur essendo uscito dopo 30 anni e per 2 volte staff di Flag, riconosco le outness che ci sono nella chiesa, ma anche quelle che ci sono nel campo indie che, pur essendo più standard della chiesa, ritengo comunque che non lo sia del tutto perché come ho già detto altre volte, non viene applicato l’HCOB 5 agosto 1965 STADI DI RELEASE, percui non mi affiderò mai ad un programma di auditing che non sia conforme a questo bollettino. Bisogna ficcarsi in testa una volta per tutte che lo stato di Clear lo si raggiunge in SOLO AUDITING! Il “Percorso alternativo” è un invenzione di qualcuno, non per pochi, ma per tutti, perché tutti si dovrebbero audire per raggiungere questo stato.

      Che io sappia c’è una sola org che lo applica, ma non è in Italia.

      Comunque hai fatto bene ad evidenziare questa faccenda. Nella vita non bisogna mai mettere i paraocchi ed andare a senso unico come i cavalli.

      • Italo,
        tengo a precisare che il fatto di poter raggiungere (o riottenere)lo stato di Clear con il Solo Auditing è una tua opinione, non una Verità esclusiva.
        Lascia che le persone si facciano la loro idea in base alle loro esperienze, studi e conoscenze.
        Guido

        • Italo Alberti

          Beh Guido,

          non mi risulta che con il Ponte attuale si maneggino le GPM; si fanno i gradi e poi NED, ma quest’ultimo toglie engram (tra l’altro con la tech narrativo).
          Insomma, la mia idea è che NED sgrozza il bank, ma “la tigre” come dice il bollettino che ho citato sopra, è ancora lì.

          Dopo ognuno la pensi come vuole.

          • NOTsaware

            Caro Italo evita commenti che denotano la tua ignoranza tecnica sul soggetto. Procurati un pacco di NED e leggit il HCOB La Teoria del nuovo quadro dei gradi. Troverai la corretta strada per produrre lo stato di Ckear e non è come dici tu

      • Luigi Cosivi

        la frase corretta è : ciò che si combatte e si perde si diventa: la frase come la dici tu potrebbe indurre a non opporsi a nulla ed è già volutamente stata usata così, indovina da chi?

  16. Pippo

    “Ciò che si combatte si diventa, SE PERDI!”. Non dimenticate di dire TUTTO, non a metà!

    • Italo Alberti

      @Pippo, NO!

      Se dici così è perché non conosci le fondamenta del thetan. Sei sei ARC non hai bisogno ne di vincere ne di perdere, semplicemente ottieni il risultato che più ti fa comodo.

      Es. quei 4 pagliacci (strapagati, e che non ho mai capito il perché) che danno i calci al pallone, sono bloccati in un problema di gruppo, non hanno il controllo della partita, eppoi quando segnano sembrano impazzire dalla gioia, quasi fosse un evento inaspettato. Tutto ciò è uguale a non controllo.
      Loro sono diventati ciò che combattono.

      Combattere è sinonimo di problema, ridge…storia lunga.

  17. Italo Alberti

    @NOTsaware,
    non mi fido, sembra che quel bollettino non sia stato scritto da Ron ed in contrasto con altri dati. Comunque mi sto informando da fonti più informate.

  18. Marco

    @Italo
    Co ‘sta storia del “non la scritto Ron” stiamo disperdendoci in mille rivoli di ipotesi e di limiti… : non è ora di “pensare con la propria testa” ?
    Ovvero non è il caso di osservare da se (usandola e/o informandosi) se la tech che è in uso (cioè quella fino al 1980) funziona e da risultati!?
    Mi pare che le persone più avanzate tecnicamente (auditor e C/S) la usano e hanno risultati. Ed i Pc – Pre-Ot sono contenti (la maggior parte) e vanno avanti…
    Conosco persone sul OT8 – OT9 (quello estrapolato dai lavori di LRH da Richard, mica la fetecchia della Cof$), livelli fatti dopo aver completato OT3 – OT4/5 e Not’s, e che è felice ed ha risultati strepitosi… che ci vuole di più!?
    Chi invece segue solo la tech di LRH fino al ’72… beh, che risultati ha? Dove sono le evidenze di avanzamenti importanti (risultati sui livelli OT)?
    Credo che, Italo, al riguardo devi fare una veloce condizione di dubbio… cosi poi smetti di venire a seminare incertezze sulla tech…

    Poi riguardo a quello che diceva Pippo “Ciò che si combatte si diventa, SE PERDI!” che tu insisti a contraddire, ti posto la reference… cosi capisci che spesso le cose vanno studiate e capite… dire che “diventi ciò che combatti” è una grande stupidagine di per sè (che non ha nessun buonsenso)… pensaci… combattere qualcosa di male è naturale e di buon principio… altrimenti saremmo tutti schiavi dei malvagi. Non è una semplice cosa logica?
    Combattere per una buona causa è normalissimo e naturale… se combatti l’ISIS (tanto per fare un banalissimo esempio) non è che anche poi il combattente diventa un taglia gole lui stesso… non ti pare?
    Cerchiamo di essere semplici e logici!

    L’IMPORTANZA DI VINCERE
    Conferenza di Phoenix “Miracoli”.

    “Se noi combattiamo… e se conta così tanto per noi vincere o perdere, da assumere sempre la valenza del vincente… sapete, se perdete contro qualcosa significa che qualcun’altro a vinto, no?

    Dunque se permettiamo che certe cose siano combattute apertamente e che venga messa troppa enfasi su queste cose… se osserviamo qualcuno che fa qualcosa di male e facciamo fuoco e fiamme “su quanto sia nocivo il fumo” o qualcosa del genere, rischiamo di diventare malati in materia…?!

    Bisogna stare un po’ attenti a quello che combattiamo, dobbiamo essere almeno in una posizione in cui di tanto in tanto possiamo vincere.

    Se combattete cose contro le quali non potete vincere, o se combattete cose che non esistono, beh, finite in tutta una serie di interessanti stati d’animo… ogni volta che abbiamo una resistenza con una perdita, vale a dire che si combatte e si perde… o beh…

    Mi chiedo allora se le organizzazioni, combattendo continuamente la malattia, l’infermità, combattendo contro quelle cose che nel passato presentavano delle probabilità di successa piuttosto disperate… mi chiedo se queste Org., perdendo, non diventino malate esse stesse. No!?

    Sarebbe possibile? Si, lo sarebbe certamente.

    Ciò significa che semplicemente ogni tanto si dovrebbe vincere…
    Significa che se perde e perde e perde e perde… si ammalerebbe anch’essa.

    Ciò sta ad indicare che le organizzazioni di Scn si trovano in una situazione interessante: Siamo in lotta con la mente umana, i mali, le cattiverie, i pensieri sbagliati, le aberrazioni della mente umana…

    Queste aberrazioni, queste cose sbagliate, questi “cattivi pensieri”, questi fenomeni che “ci torturano” (visto che siamo in continuo conflitto con queste cose) e via dicendo… e mi chiedo se il trovarsi continuamente nelle vicinanze di queste cose renda, dopo un pò, le organizzazioni un po’ aberrate.

    Potrebbe essere, sapete?
    Potrebbe accadere.
    Se noi non vincessimo!
    Questo è tutto ciò che dobbiamo fare, vedete?

    È un trucchetto facile… si tratta semplicemente di continuare a risolvere i problemi del preclear, della persona, della mente, di continuare a risolverli con più vittorie che sconfitte.

    Non occorre che facciamo altro e noi stessi rimarremmo mentalmente sani, perché continueremmo a dimostrare il nostro controllo di quella cosa chiamata mente umana.

    LRH

    • Italo Alberti

      @Marco,

      io a volte ho consapevolezze molto elevate e a volte mi trattengo da scrivere certe cose perché temo di non essere capito, e di fatti a volte è così. Non è colpa mia.

      Comunque ora mi sto informando su quel’ HCOB 12 dic 1981 “La teoria del nuovo quadro dei gradi” e se ho novità interessanti le posto. Comunque anticipo già ora che una persona che ha vissuto con LRH per anni dalla Apollo a Flag e mi ha già detto che non si fiderebbe, molte ref. sono state scritte da altri e firmate col suo nome.

      • Ottimo Italo,
        illuminaci ti prego!
        Sono smanioso di conoscere queste novità, intanto comincio a preparare una bella catasta di legna per fare un ben falò di tutti i libri, bollettini ecc. che ho collezionato dal 1975 in poi.
        Guido

      • Marco

        @Italo dici io a volte ho consapevolezze molto elevate e a volte mi trattengo da scrivere certe cose perché temo di non essere capito, e di fatti a volte è così. Non è colpa mia.

        Ok, va bene, ma non è che puoi “tirare il sasso e nascondere la mano”: a ‘sto punto di pure a cosa ti riferisci!?

        A quali consapevolezze ti riferisci, ovvero qual’è l’argomento?
        Stavamo parlando della Scn fino al ’81… !? Che consapevolezze hai al riguardo? Mi pare che devi ancora informarti…

        Oppure ti riferivi al “si diventa ciò che si combatte” ? Anche in questo caso ti è stata data la giusta reference… di che altra consapevolezza/realizzazione stai parlando?

        Ormai che ci sei sbottonati completamente…

        Devi capire che il Ponte in uso oggi nel campo Indipendente è quello che arriva fino al 1981 (forse’82) e sembra funzioni alla grande… come mai si continua (continui) a scompigliare le carte in tavola?

        Non è ora di fare una bella condizione di dubbio e decidere da che parte stare!?

        Dal libro “Introduzione all’etica di Scientology”

        Condizione di Dubbio
        Quando non si riesce a prendere una decisione riguardo a un individuo,
        un gruppo, un’organizzazione o un progetto , esiste una condizione di Dubbio.

        FORMULA DI DUBBIO:”

        1. Informarsi delle intenzioni ed attività di quel gruppo, progettood
        organizzazione.

        2. Esaminare le statistiche di quell’individuo, gruppo, progetto od
        organizzazione.

        3. Stabilire in base al “maggior bene” se dovrebbe (ndr il progetto) essere danneggiato od aiutato.

        4. Valutare se stessi od il proprio gruppo, progetto od
        organizzazione, per quanto riguarda intenzioni ed obiettivi.

        5. Valutare le proprie statistiche o quelle del proprio gruppo,
        progetto od organizzazione.

        6. Unirsi a, o rimanare in, quello che procede per il maggior bene.

        7. Migliorare le condizioni della persona, gruppo, progetto od
        organizzazione in cui si è rimasti o si è entrati.

        Facci sapere cosa ti esce.
        Grazie

  19. MISTER X

    Voglio precisare un punto già comunicato da altri: Col narrativo ci occupiamo di singoli episodi come perdite,incidenti ,operazioni ecc. La cosa si risolve solitamente con un solo episodio .I somatici cronici si maneggiano con R3RA per catene e si va indietro nella traccia al basic .Un somatico cronico potrebbe avere centinaia di catene di somatico esattamente specificato e con ciò si intende preaccertare il somatico cronico generalizzato (es. mal di testa ) e trovate somatici specifici da portare R3RA al basic ,andando giù per la traccia. Lo scopo è un essere umano sano e felice e a volte accade l’originazione di Clear.

  20. Ritorno sul tema del’ articolo

    La Remini colpisce duro………….

    Pubblicato il 29 novembre 2016 | 4 Commenti
    Questa sera tutti gli Scientologist viene ordinato di riferire al loro org per guardare di COB epico 1993 “La guerra è finita” evento. La mancata segnalazione per la visualizzazione obbligatoria si tradurrà in un Declare SP. Attenzione : Ogni Scientologist catturato guardando A & E lo show di Leah Remini sarà battuto, ha dichiarato, ri-battuta, ri-dichiarato, gettato in mare, keelhauled, e non può mai ricevere servizi di Scientology per l’eternità + un miliardo di anni.

    https://otviiiisgrrr8.com/2016/11/29/emergency-order-to-all-scientologists-from-rtc/

    • Diogene

      David, quello che hai riportato proviene da un blog di SATIRA su Scn.
      Non ha niente a che vedere con LaReception.
      La satira è accattivante e può alludere a molte verità mettendole sul ridere o sull’esagerazione.
      Credo che nel nostro blog si lavori diversamente, cercando di analizzare le situazioni con dati di fatto e reali citazioni di LRH.
      Il sense of humor è benvenuto per sdrammatizzare, ma siamo più interessati a comprendere che a sfasciare.

      • Diogene@
        Sapevo che Il mio post avrebbe anticipato un commento tipo il tuo.
        (Satira etimologia-la satira (dal latino satura lanx: il vassoio riempito di primizie in offerta agli dei) è un genere della letteratura, delle arti e, più in generale, di comunicazione, caratterizzata dall’attenzione critica alla politica e alla società, e alla società, mostrandone le contraddizioni e promuovendo il cambiamento.)
        Su questo voglio sottolineare che il contesto del discorso è il post di Guido con un argomento ben specifico al riguardo della Remini e se ci rileggiamo i commenti possiamo farci un idea del grado di com sul’ oggetto del post, sarà satira ma nel caso della Chiesa diventa realtà molto reale e ben conosciuta per chi era dentro le sue linee ma sono d’ accodo con te che la satira non deve essere di uso abituale ma vedi anche Ron la usava come stimolo per la mente del lettore e per questo nessuno lo ha mai tacciato come burlone o denigratore perché vedi si può diventare seri fino a esserne morti e certe volte se serve la si usa.

        • Diogene

          D’accordissimo con te, David.
          Anche a me piace molto la satira e l’umorismo intelligente.
          Mi sono permesso di fare quella precisazione perché qualcuno poteva pensare che fosse la traduzione con Google di un ordine effettivamente emanato dalla CoS. Di fatto ne ricalca lo stile ma in modo satirico.
          Hai fatto bene a postare il link di provenienza in modo che tutto si è chiarito e il dubbio si è trasformato in un sorriso.

          • Grazie Diogene per la com, si non è un ordine emanato dalla Cos ma là funziona più o meno come riportato nel link, nella Chiesa basta poco per cadere in disgrazia a vita e conosco direttamente diverse di queste storie, smarrisci i fogli di lavoro del solo esci dalla Sea Org per motivi di salute o altro ancora e solamente pacchi e pacchi di $ e lavoro dentro le Org possono farti avere un pas diversamente il tuo ponte è finito al massimo ti fai GAT e donazioni, figurati se trovano che hai visionato la serie completa della Remini bum sei finito in particolar modo se si è sui livelli OT.
            Il problema è la confusione che c’ è quando si pone l’ argomento Scientology e mettersi allo stesso loro piano di bagarre e schiacciare il bottone overt/motivatore. mi sembra di assistere a una Scientology in pratica senza parte della sua filosofia ma adesso vado a letto e saluto con un sorriso sul’ argomento Remini.

  21. MISTER X

    Ciao a tutti,.Scusatemi se vado diretto sui punti critici che voglio comunicare ma è bene chiarirli ,per dare la giusta visione della ricerca di Ron. Per noi tutti sarebbe fantastico se potessimo prendere tutti gli interessati ,metterli in seduta e dargli Dianetics . Se questo fosse stato possibile saremmo tutti andati a caccia con grandi risulti e soddisfazioni. Il libro Scienza della sopravvivenza è stati scritto per aiutare gli auditor sui pc che non riescono a percorrere engram. Tecniche come lo scorrere i loch ed il sistema organetto o Self analisy o i procedimenti dei Fondamenti del Pensiero da chi sono state scritte? NON TUTTI SONO IN GRADO DI PERCORRERE ENGRAM !(almeno all’inizio). Il gradiente è un basic come lo sono gli ” specchietti retrovisori”. Dare ad un pc una sconfitta è un’invalidazione del codice dell’ auditor. Chi ama e desidera il bene delle persone ,ai fini del miglioramento usa tutto ciò che è necessario per aiutarlo a vincere. E’ ovvio che se uno ha un corpo malato deve percorrere Dianetics appena possibile ed è sbagliato fargli fare tutti i gradi con un corpo malato (malattie psicosomatiche). Appena possibile dovrebbe maneggiare con Dianetics le malattie psicosomatiche. Un Auditor ha armi e le usa con intelligenza . Se qualcuno presume di poter usare Dianetics immediatamente su tutti i pc, beh non vorrei trovarmi nei panni di alcuni di essi . Ma se non sapete come risolvere la cosa potete contattarmi per la loro riparazione.

    • Dianetic Release

      non so su quale livello di addestramento vi basate, spero che tra di voi ci sia un terminale tecnico che sappia che se il pc non riesce a percorrere episodi è semplicemente perchè ha ARC Break che glielo impediscono. Spero inoltre che chi è in session sulle vostre linee sappia che se non audisce a precedente similie un secondario, esso si restimolerà in breve tempo. Spero abbiate dei terminali tecnici in grado di maneggiare i pc una volta che il pc completa il suo dianetic case.

    • Marco

      Ottimo MisterX è proprio cosi ed è veramente strano che ultimamente si debba ripetere spesso…
      I libri che hai citato sono tutti dei primi anni ’50 ; ed anche un sacco di altra ricerca è stata fatta da LRH per andare sotto “under cut” ai procedimenti che la gente non riusciva a fare… per esempio gli oggettivi sono procedimenti fatti per portare in tempo presente il Pc , in modo che poi possa fare Dianetics e altro…

      Per non parlare dei procedimenti del livello 0 …

      BOLLETTINO DELL’HCO DEL 11 DICEMBRE 1964
      Remimeo Franchise
      Studenti di Sthil Co-audit di Sthil

      SCIENTOLOGY 0
      PROCEDIMENTI

      “Il miglioramento di caso complessivo che ci si deve aspettare dal pc al Livello 0 consiste in un aumento dell’abilità di parlare con gli altri.

      Al Livello 0 non ci aspettiamo, né induciamo la gente ad aspettarsi alcuna miracolosa guarigione fisica o mentale.
      Piuttosto, sottolineiamo il fatto che li stiamo portando sul primo gradino della scala e che, mentre avanzeranno attraverso i livelli, raggiungeranno tutto ciò che avevano sperato e anche di più.

      Saltare ai livelli superiori lascia intatte le inabilità dei livelli inferiori e mentre cerchi di audire qualcuno, diciamo al Livello 3, ti troverai a lottare con cose che avrebbero dovuto essere maneggiate al Livello 0.

      Inoltre, in base alla mia esperienza, questo traguardo è quello da cui i pc principianti traggono il massimo dei miglioramenti.

      Ricordo una cosa quasi miracolosa con una ragazza che non ce la faceva a parlare con i suoi genitori ed io non feci altro che farmi dire le cose che avrebbe detto loro se fosse riuscita a parlare con i suoi genitori.

      Ricordare è un gradiente troppo ripido per un pc agli inizi. Non possono ricordare veramente bene fino a quando non hanno raggiunto ali’incirca il Livello 4, quando si possono ripulire le loro rotture di ARC con la vita.

      Ecco l’intero proposito del Livello 0:
      “Far riacquistare al pc l’abilità di parlare liberamente con gli altri.”

      Se arrivi a capire che un pc non può essere in seduta a meno che non sia disposto a parlare con l’auditor, capirai anche che non potrà partecipare alla vita a meno che non sia capace di comunicare liberamente con gli altri.

      Così qualunque procedimento che non persegua questo fine non è per il Livello 0, indipendentemente da quanto freneticamente il caso voglia diventare Clear subito.

      Più un pc è isterico riguardo al ricevere procedimenti avanzati o all’avere un miglioramento di caso, meno impegnativo deve essere il procedimento impiegato.
      Lo psichiatra sbagliava proprio su questo punto, è ciò lo ha tolto dal ruolo di benefattore della società. Più disperato era il caso, più disperate erano le misure che prendeva. Faceva semplicemente da eco ai suoi pazienti.

      È molto importante che un auditor capisca questo singolo dato, perché è la seconda regola guida del Livello 0.
      Questo è un dato di primaria importanza.
      Non ci si deve disperare e adottare misure disperate solo perché il pc è disperato o la famiglia o la società sono disperate per il pc.

      Peggiori sono le condizioni del pc, con maggiore delicatezza ci si deve accostare a lui.

      Gli psicotici (quelli veri, che farfugliano a vanvera) sono al di sotto del trattamento di auditing in seduta. I provvedimenti adottati per loro dovrebbero limitarsi al riposo e all’isolamento dalle loro condizioni ambientali precedenti.
      E il primo procedimento usato dovrebbe essere il semplice far sì che la persona si renda conto che non sei pericoloso e che ti può parlare senza pericolo.

      Benché solo alcuni casi siano psicotici, questo è valido comunque.
      L’auditor deve far sì che la persona si renda conto che egli è inoffensivo, che non darà punizioni, rimproveri o lavate di capo, né tradirà le sue confidenze, e che l’auditor l’ascolterà .
      Il non parlare dei withhold di un altro non costituisce un withhold per l’auditor. Si può trattenere solo ciò che si è fatto in prima persona.
      Trattenere ciò che il pc ha detto o fatto non ha nessun valore aberrativo sull’auditor e non è nemmeno un argomento sul quale fare una seduta all’auditor.

      Anche quando siamo un Classe 6, facciamo iniziare ugualmente tutti i nostri pc al loro livello, che per un pc che comincia, è il Livello 0.

      Perciò quello che stiamo tentando di fare con i nostri pc al Livello 0 è:

      1. Recuperare l’abilità del pc di parlare liberamente con gli altri;

      2. Insegnare al pc con l’esempio che non vi è alcun pericolo nel parlare all’auditor, e che quest’ultimo non farà rimproveri o lavate di capo, non punirà né tradirà.

      3. Rifiutare di impiegare delle misure disperate solo perché il pc è disperato, e ottenere con tale rifiuto un miglioramento reale e duraturo per il pc.

      LE ROUTINE

      Una routine è un procedimento standard, creato per ottenere il maggior miglioramento stabile del pc a quel livello.
      Il rimedio è una cosa differente. È un procedimento di auditing che è destinato a maneggiare una situazione che non è di routine.

      L’unico reale rimedio che c’è al Livello 0 è quello di porre riparo al fatto di non aver sentito o capito il pc. Il resto è fatto tutto di routine.

      I rimedi del caso si trovano al Livello 2 e anche se ci rendiamo benissimo conto che ogni caso di Livello 0 necessita di una quantità di rimedi di Livello 2, sappiamo però che nessun rimedio funzionerà bene finché il pc non sarà in grado di parlare con gli altri.

      Quando ti metti nei guai al Livello 0, ci sono tre ragioni possibili:

      1. Il pc non è stato audito in direzione di un miglioramento della sua abilità di comunicare con gli altri o su un procedimento che la migliorasse;

      2. L’auditor non ha saputo capire le affermazioni del pc, sia che si trattasse delle parole o dei significati; oppure

      3. L’auditor ha intrapreso misure disperate, ha cambiato procedimenti, o ha fatto rimproveri o ha fatto qualcosa che ha abbassato il senso di sicurezza del pc nei confronti della seduta.

      Questo è tutto.

      Andando avanti su per i livelli scoprirai che un pc può esser turbato da molte altre cose.
      Ma al Livello 0 il pc non ha abbastanza realtà del proprio caso perché queste cose all’inizio, arrivino a toccarlo. Il pc ne è ben lungi quando per la prima volta inizia a farsi audire. Può solo avvicinarsi per gradi al proprio caso.

      Perciò un pc, non importa quanto violentemente drammatizzi al Livello 0, in effetti è capace di avere solo una realtà estremamente limitata riguardo a se stesso. E tale pc dev’essere in grado di parlare prima che possa accadere qualsiasi altra cosa.

      I pc possono essere rovinati da qualcuno che non afferri questo semplice fatto. Gli psichiatri, non essendo riusciti ad afferrarlo, hanno assassinato parecchi milioni di persone, quindi non è questione da poco.
      È una di quelle importanti .

      Un pc al Livello 0 generalmente non riesce neanche a concepire un overt (un atto dannoso) commesso da lui. Quando ne sono in grado, si sentono religiosamente colpevoli e cercano di espiare o qualcosa del genere, farsi monaco o suicidarsi.

      Il motivo per cui si dice che il 33,3 percento di tutti i pazienti degli psicanalisti abbia commesso suicidio nei primi tre mesi di cura non è che “sono arrivati troppo tardi”, ma è quello che sono stati gettati addosso a loro tanti dati violenti per arrivare alla loro “sorgente di colpa” che loro si sono buttati a capofitto nel bank reattivo e hanno cercato di dimostrare la propria “colpa” rendendo colpevoli gli altri e uccidendo se stessi.

      Tu non vuoi dal pc nient’altro che un’accresciuta abilità di parlare con gli altri in modo rilassato senza paura, imbarazzo, sospetto o colpa.

      Perciò tutti i procedimenti del Livello 0 sono organizzati di conseguenza.

    • Italo Alberti

      #MisterX
      “NON TUTTI SONO IN GRADO DI PERCORRERE ENGRAM !”

      E chi l’ha detto? Qualsiasi persona che ha un somatico E’ GIA’ NELL’ENGRAM! Si tratta solo di farglielo percorrere.

      Tu conosci qualcuno su questo pianeta che non ha mai avuto somatici in tutta la sua vita?

      • “Nei casi di tono basso, è necessario affrontare i lock ed i secondari molto prima di toccare gli engram”. Scienza della Sopravvivenza CAP. 13 pag. 423 edizione italiana 2001
        Guido

      • Marco

        Italo Qualsiasi persona che ha un somatico E’ GIA’ NELL’ENGRAM!
        Si tratta solo di farglielo percorrere.

        Beh Italo, non hai letto l’HCOB che ti ho postato… : “Peggiori sono le condizioni del pc, con maggiore delicatezza ci si deve accostare a lui”.

        Allora Italo, usando un gradiente eccoti solo alcuni estratti…

        Trovo interessante discutere queste cose, cosi molte persone possono capire che il Ponte di LRH e’ un percorso a gradiente, dal gradino piu’ semplice (saper parlare all’auditor) in su, fino alle piu’ alte vette, fin’ora solamente sognate.

        HCOB DICEMBRE 1964

        “Il miglioramento di caso complessivo che ci si deve aspettare dal pc al Livello 0 consiste in un aumento dell’abilità di parlare con gli altri.

        … li stiamo portando sul primo gradino della scala e mentre avanzeranno attraverso i livelli, raggiungeranno tutto ciò che avevano sperato e anche di più.”

        “… in base alla mia esperienza, questo traguardo è quello da cui i pc principianti traggono il massimo dei miglioramenti.”

        “Peggiori sono le condizioni del pc, con maggiore delicatezza ci si deve accostare a lui.

        Gli psicotici sono al di sotto del trattamento di auditing in seduta.
        I provvedimenti adottati per loro dovrebbero limitarsi al riposo e all’isolamento dalle loro condizioni ambientali precedenti.
        E il primo procedimento usato dovrebbe essere il semplice far sì che la persona si renda conto che non sei pericoloso e che ti può parlare senza pericolo.

        Benché solo alcuni casi siano psicotici, questo è valido comunque.

        L’auditor per prima cosa deve far sì che la persona si renda conto che egli è inoffensivo, che non darà punizioni, rimproveri o lavate di capo, né tradirà le sue confidenze, e che l’auditor l’ascolterà .”

        “… al Livello 0 il pc non ha abbastanza realtà del proprio caso perché queste cose all’inizio, arrivino a toccarlo.
        Il pc ne è ben lungi quando per la prima volta inizia a farsi audire.

        Può solo avvicinarsi per gradi al proprio caso.

        “Al Livello 0 Tu non vuoi dal pc nient’altro che un’accresciuta abilità di parlare con gli altri in modo rilassato senza paura, imbarazzo, sospetto o colpa.”

        “Ricordare è un gradiente troppo ripido per un pc agli inizi.
        Non possono ricordare veramente bene fino a quando non hanno raggiunto ali’incirca il Livello 4, quando si possono ripulire le loro rotture di ARC con la vita.”

        “Questo è tutto.”

  22. Diogene

    Credo che nessuno di noi veterani abbia iniziato di sana pianta con Dianetics Standard a metà degli anni 70.
    Era ancora in vigore il “vecchio” Ponte con l’HSDC e poi i gradi.
    Ma, come ho già detto altre volte, prima si faceva un bel corso di comunicazione e ci si istruiva con corsi di base, Self Analisi e Libro Uno.
    C’era interesse e c’erano risultati. Si applicava la logica del gradiente.
    Ammesso e non concesso che l’auditing fondamentale sia semplice, la vita e le persone sono piuttosto complicate. Serve un bel po’ di esperienza non solo tecnica ma anche di vita per ottenere buoni risultati.
    Altrimenti è come dare un bazooka in mano a un bambino: farà dei danni e si farà del male. Ci vuole invece pazienza e amore per farlo crescere.
    E una sana consapevolezza dei propri limiti da parte degli istruttori.
    Scrivo questo non per sbarrare la strada a persone di buona volontà, ma piuttosto per incoraggiarle ad applicarsi con metodo e senza frenesia.

    • fortunatamente ci sono org che addestrano ancora con Dianetic Standard, proprio quella dei primi anni, ovviamente l’addestramento procede… senza la tech di un Classe VIII si farebbero solo danni.
      L’auditing procede per gradiente (come l’addestramento). Arrivato ad un certo punto il pc necessita immediatamente della tech. di un Classe VIII, altrimenti.. tanta bua 🙂

      • Diogene

        Certo. fortunatamente.
        Tu di che org sei e che addestramento hai.
        Sono due domande semplici. Per favore dacci due risposte semplici.
        Tanto per conoscerci meglio. Grazie.

        • Dianetic Release

          Freezone. Dianetic Auditor. Quelli di una volta, con meter. Come documentazione usiamo qualcosa proveniente da stss.nl. Versione del ponte Dianetic Grades0-4 Power Power+ Level 6 Clearing Course OT2 OT3 OriginalOT4-7 Excalibur L Rundown OT 9-48.

  23. MISTER X

    Per Italo. Se è per questo è anche dentro gli Implant che sono in restimolazione cronica .HCOB 15/05/63 “la traccia del tempo e percorrere engram per catene”. Tutto il caso è in restimolazione cronica! Cosa credi che a me non farebbe piacere prendere un caso e cancellargli l’engram su cui è bloccato immediatamente e direttamente ? Conoscevo un Auditor che audiva andando direttamente all’engram causa del somatico cronico. Il pc ne usciva ancora più restimolato . Certamente non tutti i casi sono uguali e ci sono anche le eccezioni ( non facciamo di tutta l’erba un fascio).Come ti ho detto L’Auditor è lì per aiutare e far ottenere vittorie. Non c’è nessuna lotta col pc: L’Auditor e il pc fanno squadra contro il bank, e più preparato sarà il pc meglio il lavoro si farà .Noi non pratichiamo la narcosintesi ne l’ipnosi dove la parte cosciente viene messa ” a dormire” e l’operatore va direttamente al contenuto che gli interessa “risolvere”. A noi interessa che ogni pc abbia piena consapevolezza di tutto ciò che succede in session e non vogliamo creare ulteriori loch o engram ecc. ecc. Buona giornata.

  24. beh, per coloro che sono interessati all’auditing, sappiano che se auditi a dovere, ciò che è prioritario verrà da sé in session. Gli implant con maggiore carica verranno fuori da sé con dianetica.

  25. Pier Paolo

    do il permesso di separarmi da persone che mi trattano bruscamente, con violenza, che mi ignorano, che mi negano un saluto, un bacio, un abbraccio… Da questo preciso momento le persone brusche o violente sono fuori dalla mia vita.

    Mi do il permesso di non costringermi ad essere “l’anima della festa”, la persona che mette entusiasmo in tutto o quella sempre disponibile al diagolo per risolvere conflitti quando gli altri nemmeno ci provano.

    Mi do il permesso di non intrattenere ed incoraggiare gli altri a costo di stancarmi io: non sono nato per spingerli ad essere sempre al mio fianco.

    La mia esistenza, il mio essere è già prezioso.
    Se vogliono stare al mio fianco devono imparare a valorizzarmi.

    Mi do il permesso di lasciar svanire le paure che mi hanno inculcato da bambino. Il mondo non è soltanto ostilità, inganno o aggressione. Ci sono anche tanta bellezza e gioa inesplorata.

    Mi do il permesso di non stancarmi nel tentativo di essere perfetto. Non sono nato per essere la vittima di nessuno. Non sono perfetto, nessuno è perfetto e mi permetto di rifiutare gli schemi altrui: un uomo senza difetti, estremamente impeccabile ovvero disumano.

    Mi permetto di non vivere nell’attesa di una telefonata, di una parola gentile o di un gesto di considerazione. Mi affermo come persona che non dipende dalla sofferenza. Non aspetto rinchiuso in casa e non dipendo da altre persone. Sono io stesso a valorizzarmi, mi accetto e mi apprezzo.

    Mi permetto di non voler sapere tutto, per non essere sempre presente durante il giorno. Non ho bisogno di molte informazioni, di programmi per il pc, di film al cinema, di giornali, di musica.

    Mi do il permesso di essere immune alle lodi o agli elogi smisurati: le persone che fanno troppi complimenti finiscono per sembrare opprimenti. Mi permetto di vivere con leggerezza, senza accuse o richieste eccessive. Non fa per me.

    Mi do il permesso più importante di tutti, quello di essere autentico.

    Non mi sforzo di compiacere gli altri. È semplice e liberatorio abituarsi a dire di no ogni tanto.

    Non mi voglio giustificare: se sono felice, lo sono, se non sono felice, non lo sono. Se un giorno del calendario è considerato come quello in cui sentirsi obbligatoriamente felici, io mi sentirò esattamente come mi sentirò.

    Mi permetto di sentirmi bene con me stesso e non come vogliono le usanze o quelli che mi stanno attorno: quello che è “normale” o “anormale” nei mie stati emotivi sarò io a deciderlo.

    JOAQUÍN ARGENTE

  26. questo JOAQUÍN ARGENTE aveva l’attenzione fissa su più di un punto
    🙂

  27. Burlesque

    Spero per lui che questo Joao Argente viva in un paese in cui l’eutanasia sia legale.

    • Italo Alberti

      @Burlescque ( anche se non non ho mai capito perché usi questo nick) MA RIVELATEVI PER Ciò CHE SIETE, SCRIVETE I VOSTRI NOMI VERI!!!!!

      Io sbatterei in galera quei parassiti che si fanno pagare 3000 euro per una “morte assistita”, compreso il portinaio che magari ti da il benvenuto e ti augura una “morte serena”
      E manderei la 4 bulldozer per demolire quella clinica della di morte.

      • Italo, concordo sui Nick ma non possiamo sapere le motivazioni che stanno dietro alla volontà di anonimato; alcune potrebbero essere anche legittime. Per quanto riguarda i bulldozer, qualcuno ti ha morso stasera?
        Guido

        • Italo Alberti

          Guido, non vedo che motivazioni uno dovrebbe avere per nascondersi dietro un nick. Capisco in un forum, ma qui non ne vedo il motivo.
          Ieri es. son passato dalla stazione qui di Brescia, e davanti nel piazzale c’era il tavolo con i materiali di Scn e scritto “Test stress”. Io seppur dichiarato mi sono avvicinato e ho guardato, i 2 staff (che conosco) stavano parlando, uno mi ha guardato…e poi me ne sono andato E che me ne frega a me.

      • Burlesque

        Se permetti Italo, il motivo per cui ho scelto questo nick sono cavoli miei. Con tutte le restrizioni della libertà cui siamo sottoposti, almeno la libertà di potersi scegliersi il proprio nick senza dover giustificare a chichessia il motivo della scelta ! Perdindirindina !!! 😮

  28. Burlesque

    Italo, senza entrare nel merito della legittimità o meno dell’Eutanasia, la mia era una battuta ironica 🙂

  29. MISTER X

    Per Italo. Ci sono vari motivi . Esempio avere parenti nella chiesa o amici molto stretti con cui si hanno rapporti di lavoro . Se un mio collega di lavoro ha un figlio nella chiesa, potrebbe avere problemi col figlio perché lavora con me. E altri motivi che è meglio non dire affinché la chiesa non sappia. Certamente chi deve sapere chi sono nel blog lo sa .Quando si ha a che fare con un serpente è meglio essere un aquila.Specialmente se il serpente ritiene che l’aquila sta dormendo quando invece è a caccia.

    • Italo Alberti

      @MisterX & C. ma di che che avete paura? Credete ancora alle favole? Se i tuoi amici sono persone intelligenti capiranno che la disconnessione è una cosa soppressiva reintrodotta da un SP.
      Voi nascondendovi siete continuamente in una condizione di tradimento nei loro confronti, ed un giorno lo scopriranno.

      • Pier Paolo

        Se c’è una persona che si è esposta è proprio il sottoscritto. Se stavo ad ascoltare coloro che mi consigliavano prudenza per via delle possibili conseguenze, si andava (ipoteticamente) dal subire contrattacchi legali da parte della “chiesa”, a potenziali pericoli per la mia incolumità fisica (alcuni mi avevano messo in guardia anche su questo). Io semplicemente ho pensato che non avevo nulla da dover nascondere e tutto ciò che denunciavo era dimostrabile. Morale della favola ho avuto decine di interviste (una su La7 durante la trasmissione “La gabbia” ha avuto uno share del 4%, equivalente a circa un milione di telespettatori) e praticamente nessun “guaio” (a parte i loro patetici attacchi anonimi su siti spazzatura) da parte della Co$. Quando leggo che ancora adesso, dopo anni di sputtanamento planetario, qualcuno si trincera dietro motivazioni a mio parere pretestuose per giustificare il proprio anonimato, non posso fare a meno di sorridere. Anche perché quelli che da dietro la tastiera fanno i “fenomeni”, sono poi quelli che per certe cavolate se la fanno sotto! E’ proprio molto centrato il meccanismo della “proiezione”, simile all’hubbardiano “ciò che combatti e perdi alla fine diventi”! Tanto di cappello alla Remini che c’ha messo la faccia ed ha dimostrato, a differenza di tanti fuffologist presenti anche qui dentro, di avere gli attributi. E vediamo se avete il coraggio ora di postarlo questo mio scritto! 😉

        • Pier Paolo

          E giusto per specificare meglio il mio pensiero, ritengo che chi non vuole esporsi lo fa unicamente perché si vergogna. Ha paura di perdere la propria faccia, la propria reputazione. Da dietro lo schermo in anonimato si fa presto a fare i galletti, i “fenomeni”, soprattutto fra persone dello stesso gruppo, ma fuori si rischia di essere presi a pernacchiate. Altro che le solite scuse da asilo: ho gli amici, i parenti, il capo, etc. Se siete così OT come vi IMMAGINATE almeno il coraggio di metterci nome e cognome dovreste averlo, altrimenti siete solo, come ormai è assodato, fuffari che cercano di fare gli sboroni!

          • NOTsaware

            Grazie della tua riflessione geniale, non siamo cosi illuminati come te, ma non mi preoccupo.

        • Pier Paolo, se un commento è “sensato ” non ci sono problemi a postarlo. Comunque non me la sento di condannare chi non si palesa, rispetto le ragioni qualunque esse siano.

          • Pier Paolo

            Ti ringrazio Guido. Infatti non mi riferivo a chi non si espone come hai fatto tu, la tua famiglia ed altri. Mi riferisco a chi dietro lo schermo fa il superiore, si atteggia, fa battutine, e poi da anni se ne sta rinchiuso vittima delle sue paure. Se perlomeno non ci fosse da parte di costoro continue illazioni su pensieri, atteggiamenti altrui, sempre con quell’aria da supermen, allora non ci sarebbe alcun problema, ma visto che chi più si atteggia sono proprio quelli che più si nascondono, con le solite puerili scuse, allora l’incoerenza non solo è fin troppo smaccata, ma sa di presa per i fondelli. Poi se qualcuno si vuol bere le giustificazioni dei fantomatici OT faccia pure. Le persone con gli attributi hanno ben altre caratteristiche.

          • Pier Paolo

            @ Notsaware

            Mai detto di essere illuminato, tutt’altro, e l’ultimo scritto di Joaquín Argente da me postato dovrebbe averlo reso ben evidente. Siete voi che vi sentite superiori a noi “umanoidi”, wog, apostati, pts, sp, etc. Siete voi che mettete le etichette e vi sentite gli unici che ce la stanno facendo. A me al massimo fate sorridere, per queste vostre convinzioni, ma se nonostante tutto ciò queste idee incrementano la vostra autostima, ben vengano. Ma se qualcuno esagera allora lo faccio notare. Tutto qui.

  30. MISTER X

    Pensala come vuoi. Visto che esiste la libertà di pensiero agiamo con la nostra testa. I tempi della costrizione sono finiti . Nel 1990 la chiesa condannava tutti i tedeschi Scientologisti che non si dichiaravano apertamente e li bollava come SP. Lo stesso ha fatto con Tom Cruise che è stato in qualche modo costretto a dichiararsi Scientologo e attaccare pubblicamente la psichiatria.E oggi troviamo Tom che non ne parla minimamente e i libretti della droga non hanno più traccia dell’origine cioè non c’è più niente di riferimento a Scn o a Ron.Cioè si passa da un estremo all’altro della GPM. O sei tu che devi dirci cosa fare e non fare dopo che ci siamo liberati dalla morsa .Tu sei un Auditor? O forse sei un ufficiale di etica che ci vuole dare la condition? Sai penso proprio che Miscavige abbia assunto il potere indicando come devono essere fatte le cose e usando metodi del tipo Mancare WH, spezzare circuiti e indicando condizioni basse e altre azioni simili.Nella chiesa e nel campo indipendente ci sono tante persone che stimo e voglio come amici . Se tu vuoi combattere la battaglia a petto in fuori e in prima linea fallo . Se io posso audire pc in tranquillità ed aiutare persone e lo posso fare meglio come anonimo farò così Poi tu pensala come vuoi che siamo traditori,fuori valenza, pieni di dati falsi nemici di Ron ecc. ecc.

    • godereccio

      Non state parlando di Sanremo ma di come affrontare la vita dunque, nome e cognome sono d’obbligo. Responsabilita’ su cio che si scrive presuppone anche di essere criticati .
      Se si é convinti delle scelte non centra niente parenti,figli,zii,nipoti e pronipoti.Gesu’si espose e disse i tiepidi verranno rigettati—-
      Buddha non si curo’ della famiglia e di cosa pensassero di lui—-
      Tutti quelli che hanno influito spiritualmente sul pianeta hanno dichiarato il nome,esponendosi alla lode o critica.Comunque é anche vero che ognuno decide x se’ .Diverte nel blog vedere es Guido che risponde a Burlesche e magari é la stessa persona é un esempio,oppure si firma Diogene e lo conoscono in mezza Europa questo é il bello del vivere.Dalle mie parti si dice: cent co cent crape cent cu dusent ciape.

      • godereccio

        P.s: Il mio nome é
        Luca Godereccio
        Abito a Limonta ( como )
        Via C.Goldoni n 1
        Italy
        Ciao

        • Diogene

          E “ciapà per el cul” si capisce nel tuo dialetto? Prendiamola sul ridere e non facciamola diventare una crociata per le “mani in alto o sparo!”
          Vedi, Godereccio, neanche la tua autocertificazione garantisce l’autenticità dei tuoi dati. Oltretutto Limonta risulta in provincia di Lecco, chi mi assicura che non hai barato anche sul resto?
          E ammesso che ora ti sei rivelato, scusa eh, ma a noi cosa importa?
          Questo non è “conoscersi” e a volte non basta neppure essere vicini di casa o andare a mangiare una pizza in compagnia per sapere chi hai di fianco. Se invece si scrive per manifestare le proprie opinioni ci si mette in gioco e alla lunga esce fuori “il carattere” e la sincerità della persona.
          Se poi qualcuno vuole “metterci la faccia” dovrebbe darsi alla politica, così può usare il suo vero nome e magari le false idee degli altri.
          In un mondo di pazzi, quello più sano sta in manicomio. O ben alla larga.
          Ma per dirla tutta, non dimentichiamoci mai che in una battaglia tra cavalieri a volte contano di più i cavalli.
          Ciao e goditi la magnifica vista del tuo lago!
          Sappi che non siamo invidiosi: ti assicuro che anche noi ne conosciamo di belle.

  31. Italo Alberti

    @Per tutti gli anonimi:
    io se fossi l’admin di questo blog, non farei più passare commenti di anonimi e verificherei anche l’email di iscrizione che non sia una di quelle temporanee.
    Tempo fa contattai il blog Etica e verità e gli chiesi come mai loro attaccano gli anonimi quando sono molti dei loro users che postano con nick e non col nome vero. Il cornuto del momento mi ha risposto che loro rappresentano la Chiesa, l’etica e possono fare ciò che vogliono. Io non credo che noi siamo cornuti come questi schiavi-cechi.
    Quindi la mia proposta agli admin di La Reception è quella di attuare come ho detto sopra. Mi aspetto da TUTTI voi il supporto di questa mia proposta, nessuno escluso, e chi non lo farà sarà considerato un traditore e una spia.

  32. Marco

    “Rivelare l’identità, non rivelare l’identità… ”
    Questi discorsi sono già stati fatti e rifatti e rifatti e rifatti… beh, valgono abbastanza quel poco che serve a discutere e litigare… non ne è mai venuta fuori una strategia.
    Che strategia ha il sig, Pierpaolo? Andare contro un nemico che ci mette un’attimo a farti fuori!?
    Tutte queste interviste e filmati e documentari… a cosa hanno portato? Ad un pubblico green che si tiene lontano da Scientology… anche da quella genuina che funziona… !?
    Il sig, Pierpaolo forse è questo quello che alla fine vuole ottenere: distruzione di Scn… sicuramente quella cattiva by DM, ma probabilmente anche quella buona, by Indipendenti.
    Pierpaolo, mi risulta che ha te Scn non interessa… è così? Ed allora per che motivo se ne parla a fare (con te)? Quel’è lo scopo di questa discussione…? C’è una strategia sottostante!? A me sfugge…

    Ma cmq sia o non sia, è però senz’altro vero che mettersi a fare la guerra quando non è possibile vincerla è abbastanza poco intelligente… ovvero prima di attaccare ci deve essere una buona probabilità di vincere…
    Secondo me gli scientologist indipendenti credo si stanno ancora preparando… forse un giorno ci sarà una quantità strategica sufficente… ed allora sarà diverso.

    Duqnue in questo momento perchè spargere sangue innocente, molto meglio prepararsi senza tanto clamore. Credo sia questo che il campo indipendente sta facendo… e l’esperienza di Richard ce lo insegna: lui in incognito ha potuto ricercare e provare la tech di LRH necessaria a continuare il Ponte fino ad pieno OT… e guarda un pò sembra ce l’abbia fatta…
    Ed allora non è questa un’ottima strategia… molto meglio che non “saltar fuori da fosso” per farsi inquadrare dentro ad un mirino…?

    L’arte della guerra
    “Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura.
    Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere e perdere sono uguali.
    Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia.”

    Storia dell’Uomo capitolo sesto

    … non esibitevi in numeri spettacolari, finchè un pò di gente non ce l’avrà fatta.
    Non vorrete certo rimanere soli… e, se su questo pianeta si dovesse dichiarare guerra ai thetan, vi serviranno rinforzi.

    Può darsi che il preclear pensi di potercela fare da solo, se si libererà dalla necessità di un corpo.
    Invece gli servirà più aiuto e compagnia di quanto non pensi.

    Perciò, ancora una volta, come nota finale a questo capitolo, ancora per un pò non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo sapiens … dite alle persone che vogliono invalidare tutto questo:”Le tue critiche sono giustissime; è solo tutta fantasia”.

    Intanto però proteggete il Clearing di Theta, finchè non ci saranno un bel po’ di Theta Clear…”

    “Ci sono due stati di “Clear Theta”.

    Uno di questi è il THETAN RESO CLEAR, dal quale sono stati rimossi tutti gli episodi.

    L’altro è il THETAN LIBERATO DALLA NECESSITÀ DI AVERE UN CORPO MEST.
    Quando diciamo “Clear Theta” intendiamo quest’ultimo.”

    “In tutta la letteratura dell’Uomo non c’è niente di così pazzesco come quello che probabilmente succederà qui sulla Terra.

    E ciò succederà, e si lascerà che succeda solo perché tutto è così incredibile che nessuno si sognerà mai di fermarlo, finché non sarà ormai davvero troppo tardi.

    La sua incredibilità è la sua migliore salvaguardia, perciò non prendetevi la briga di convincere quelli che non vogliono crederci.”

    L.Ron Hubbard

    • Cari frequentatori di questo Blog,
      vedo che l’argomento del momento è diventato NICKNAME VS NOME VERO. Permettetemi alcune riflessioni:
      Se volessimo usare la logica a due valori avremmo GIUSTO – SBAGLIATO, BUONO –CATTIVO, ETICO-NON ETICO, OPPORTUNO-NON OPPORTUNO ecc. Ma in realtà ciò che è funzionale e vero è una Logica a più valori, ce lo insegna non solo Scientology con le sue scale, i gradienti e così via, ma anche la vita stessa.
      Pertanto non possiamo avere un giudizio ASSOLUTO su questa querelle dei nomi veri o inventati.
      Ognuno ha la sua propria Realtà.
      Se vogliamo vivere in armonia con le nostre dinamiche e gli universi è bene che si lavori sulle cose su cui siamo d’accordo piuttosto che sui disaccordi.
      Pertanto datevi una regolata.
      Usate/usiamo il buon senso, il vecchio, tradizionale buon senso dei nostri padri, del contadino che osservava la luna, delle madri che avevano cura dei propri figli.
      Adesso passerò alcuni commenti ma voglio dire la mia personale opinione sul carattere di questi:
      Italo, tu NON sei l’amministratore di questo blog, non sono d’accordo con le tue posizioni estremistiche, credo che la tua autostima sia un po’ eccessiva in relazione anche delle altre dinamiche. Naturalmente a volte scrivi cose sensate su cui possiamo essere d’accordo, ma un maggiore equilibrio sarebbe molto apprezzato.
      Godereccio, il tuo buttare tutto in vacca è piuttosto stucchevole, per quanto il cabaret sia divertente, non è questo il luogo più adatto per dar spettacolo.
      Pier Paolo, è chiaro il tuo modus operandi, ti si dà un dito e ti prendi tutto il braccio. Il fatto che purtroppo la tua esperienza con la chiesa di scientology è stata devastante non ti dà il diritto di denigrare le persone che invece riconoscono il valore della filosofia e dei procedimenti di Scientology e pertanto la praticano, in modo onesto e con profitto.
      Sono stato valutativo?
      Ebbene si
      Ecchecazzo!
      Guido

  33. Diogene

    Ancora questa vecchia polemica…
    A proposito Pier Paolo, ma tu ce l’hai un cognome da postare? 🙂
    Scherzo dai, lo so che Guido lo sa. Ma se è per questo, Guido conosce anche il mio. E le mie generalità le conoscono tutti quelli che le devono conoscere, inclusi i terminali della cosiddetta chiesa.
    Ho già espresso parecchio tempo fa questo mio concetto: firmare i miei commenti con nome e cognome non rivela niente ma niente di più di quello che scrivo con un nickname. Ovviamente non mi nascondo dietro altri pseudonimi differenti: questo lo troverei riprovevole e poco onesto.
    So che nei socials è prassi comune usare più di un nickname e in questa forma lo trovo patologico. Per me è fondamentale che una persona resti se stessa anche se per motivi suoi preferisce restare nell’anonimato.
    Quante persone si conoscono veramente fra di loro se fanno parte di una grande associazione? Dicono di più i nomi dei colleghi o le loro funzioni?
    Non siamo burocrati né tanto meno “cacciatori di teste”: qui l’identità si rappresenta con il carattere e qualsiasi nomignolo è valido se serve a rendersi individuabili. Purché dietro al nick ci sia una testa pensante e in grado di comunicare.
    Credo che questo blog formi una casa comune, con semplici regole di buona educazione e di rispetto anche se talvolta possono sorgere contrasti di opinione. Ci sono temi che ci accomunano e attività che vengono svolte con la discrezione che ciascuno ritiene opportuna. E’ la sede virtuale di una libera associazione e non deve necessariamente, come si dice in Scn, creare entheta o reagire ciecamente alle provocazioni.
    Ovviamente nel gioco delle parti si manifestano anche degli antagonismi, ma il coraggio non va proprio a braccetto con la stupidità. Non credo che un OT (come qualsiasi persona di buon senso) deve andare allo sbaraglio solo per dimostrare di cosa sarebbe capace. Ma qui dovremmo parlare di strategie e non è il caso.

    • godereccio

      Ciao Guido
      La vacca fa la ganga e contribuisce alla vita .
      Ai ragione sono un po zen…..le mie estemporanee,ma credimi sto lavorando sodo e credo di aver raggiunto buoni risultati. Sono molto sereno ed ilare ( Alcune volte esagero) ma credimi alla domanda ” Che cosa e’ veramente importante nella nostra vita? “ho dato risposta”.Un giorno forse ci si potrà rincontrare e ognuno parlera dei successi o dei propri insuccessi.Il mezzo non è il fine ed il fine é comune ha tutti. Gioia 💖 e prosperità a tutti

  34. Marco

    Ottimi commenti Guido e Diogene…. avete inquadrato bene la questione “abbasso gli anonimi” divampata all’improvviso (chissà perchè e percome? Mi pare che semplicemente qualcuno, i soliti noti, è venuto a fare un pò di confusione).

    Se cmq niente di nuovo mi è sembrato balzasse in evidenza, devo dire che qualcosa/qualcuno mi ha un pò sorpreso… Italo.
    Di Pierpaolo ho già detto, di Godereccio non c’è bisogno di nessuna valutazione aggiuntiva (rispettto a quelle già espresse).

    Ma beh, Italo devo ammettere che il tuo commento qui sopra mi ha un pò spiazzato… ma ti ha definitivamente reso visibile e persino lampante… almeno io credo di aver capito meglio cosa alla fin fine stai facendo: confusione.
    Ho meglio, ho capito un pò di più che sei veramente “combattuto”: in modo altanelante alle volte proponi contestazioni accettabili, mettendo sul tavolo pacatamente perchè Scn è un pò fetecchia, alle volte vai agli estremi e diventi ringhioso fino all’intolleranza…

    Spiegami cosa vorrà mai dire @Per tutti gli anonimi:
    io se fossi l’admin di questo blog, non farei più passare commenti di anonimi e verificherei anche l’email di iscrizione che non sia una di quelle temporanee.

    Mi aspetto da TUTTI voi il supporto di questa mia proposta, nessuno escluso, e chi non lo farà sarà considerato un traditore e una spia.

    “… chi non lo farà sarà considerato un traditore e una spia” !!??
    Mi sono chiesto: che cosa vorrai mai dire sta roba? Non ti pare che non significa niente e che sembra solo un alzare la voce a vuoto (un gridare senza senso) ?

    Osserva e leggi, tu che di solito ti atteggi a moderato…
    Ma non ti pare che ultimamente la stai facendo fuori dal vaso?!
    Qual’è la tua rottura di ARC?
    Ti suggerisco di rivedere i tuoi atteggiamenti e di essere Incaz…volato con i veri nemici (decidi bene tu quali sono!), e non con chi sta facendo qualcosa al riguardo.

    La condizione d’etica “Nemico” alla fin fine dice che : “lui ha smesso del tutto di collaborare e “spara verso l’interno”, ovvero ha girato il fucile al contraio e spara contro i componenti del suo gruppo (o presunto tale).”

  35. Burlesque

    Ritengo che questa turbolenza sull dilemma nick non nick possa risalire al meccanismo della soppressione in cui il PTS assume a volte la valenza dell’SP. La Chiesa ha soppresso parecchia gente, e alcuni , non essendo usciti completamente dal tunnel, mantengono atteggiamenti assorbiti da altre identità.

  36. Burlesque

    Il mio è anche un discorso generale, che ho dovuto affrontare anche personalmente lungo il percorso di ” disintossicazione” dalla Chiesa. Chi più chi meno noi fuoriusciti abbiamo subito una soppressione, e in presenza di questa chi più chi meno ( ad alcuni anche per niente) ha assorbito degli atteggiamenti soppressivi che ha dovuto smaltire nel tempo mano a mano che la sua consapecolezza aumentava e, sopratutto, dopo che ha ripreso il ponte. A volte sono anche cose di poco conto, non particolarmente drammatiche. In rari casi sono atteggiamenti particolarmente fastidiosi.

    • Ora è più chiaro, sono decisamente d’accordo con te.
      Guido

    • Italo Alberti

      E che cosa ci vuoi fare Burlesque, siamo esseri umani, chi non ha subito soppressioni o fastidi nella propria vita? Scientology non deve diventare “un cavillo”, se così è perché LI’ c’è un problema di lunga durata.

      Semplicemente si realizza la cosa e si tirano le proprie conclusioni andandosene, ma non scappando piagnucolando “Mi hanno fatto”, si va via a testa alta e più ricchi di consapevolezza.

      • godereccio

        Scientologi o ex ma le donne son sempre Donne. Auguri 🎂

      • Marco

        Non è proprio cosi semplice come sembri voler dire Italo…

        In parte ha ragione Burlesque quando dice ” Chi più chi meno noi fuoriusciti abbiamo subito una soppressione…” , ma c’è da considerare che i fuoriusciti dalla Cof$ hanno anche in corpo un engram di gruppo… e c’è da capire che questo va chiarito (anche solo a livello individuale)… e c’è da capire che il modo in cui va chiarendosi può passare attraverso varie fasi, tra cui: “mi informo e mi chiarisco usando l’anonimato… non ho più voglia di fronteggiare attacchi, o anche solo rotture di scatole, tali quelle che ho subito finora e tali quelle che la Cof$ applica ai fuori usciti che protestano (o che semplicemente chiariscono pubblicando le bugie ndella Cof$)”.

        Dunque stare nell’anonimato molto spesso è una corretta strategia… o quanto meno una scelta lecita, che nessun altro fuoriuscito dovrebbe stare a criticare…
        Anzi secondo me la critica attuata da un Indipendente identificato (cioè che ha scelto di rivelarsi, che si è palesato con nome e cognome) di un Indipendente anonimo, è un sintomo (come anche dice Burlesque) di “valenza soppressiva in funzione”: è cioè una critica che non serve a nulla se non a far litigare i componenti del gruppo Indipendente, o meglio tenta di far litigare… (gli anonimi contro palesati).

        “Il campo indipendente è storicamente il risultato di un engram di gruppo.
        Il più significativo fu la Conferenza dei Mission Holder del 17 Ottobre 1982. Quella conferenza diede inizio alla sua nascita. Quel giorno a San Francisco fu un engram doloroso…
        (https://lareception.files.wordpress.com/2011/10/conferenza-mission-holder-1982.pdf)

        Gli engrams di gruppo vennero definiti la prima volta in un Bollettino, chiamato Group Dianetic (DAB, gennaio 1951).
        Si riferisce liberamente a un gruppo in stato di shock. Qualcosa di traumatico è successo e il gruppo dà di matto.

        Hubbard lo descrive come l’effetto di un ordine arbitrario, che appare contrario agli ideali e all’etica del gruppo.

        Dal dizionario tecnico: Engram di Gruppo
        1) “Ogni volta che viene richiesta una azione istantanea dal gruppo da situazioni temporali compresse, e dove vengono dati comandi da persone selezionate o da individui per fronteggiare momenti di emergenza, può essere osservato che un engram è stato impiantato nel gruppo. Gli ordini o comandi istantanei (arbitrari) sono indicatori di un engram.”

        Una delle reference che si usò poi anche a tal proposito fu presa dal bollettino Group Dianetics:
        “Il chiarimento di questo engram consiste nell’esaminare, da parte dell’intero gruppo, gli arbitrari, che è come dire gli ordini e i comandi che vennero emanati senza spiegazione e che richiedevano azioni istantanee da parte degli individui del gruppo.
        La persona che emette questi ordini, o le persone che li emisero, dovrebbero dimostrare come era la situazione e il perché e il percome di questi ordini. In questo modo l’engram viene chiarito dal gruppo.

        Discussioni razionali della situazione e comunicazione della situazione re-instaurano gli ideali e l’etica del gruppo.

        Ecco un’altra citazione da Note on The Lectures (1951):
        “Loro (i chiaritori dell’engram di gruppo) procedono a scoprire il basic-basic della catena di engrams, non solo degli ordini arbitrari, ma dell’intero stato dei tumulti. E pubblicano, per la discussione e per informazione di tutti i membri del gruppo, ogni cosa che può essere scoperta sulla situazione… con tutte le prove che possono essere raccolte.

        In altre parole, stando a queste referenze: Un brutale, onesto e dettagliato resoconto degli eventi è il primo gradino per percorrere un engram di gruppo.

        Approffitto per ringraziare chi, come La Reception, ha contribuito al chiarimento di questo gravissimo engram di gruppo (soppressione terribile e gravemente traumatica).

        E questo percorso è lecito venga fatto da un membro del gruppo con le dovute precauzioni, comprese quelle di informarsi, e/ma anche discutere, in pieno anonimato.
        Partecipare ad una discussione di gruppo, seriamente ed eticamente, anche se in anonimato, è più che lecito ed è certamente ben voluto… in questi frangenti comunicare liberamente è più che necessario.

        MI pare una spiegazione abbastanza chiara del perchè esiste l’anonimato, considerando, come dice anche Diogene, che è cmq un anonimato relativo, visto che molti membri del gruppo si palesano e hanno rapporti di amicizia con le persone di cui si fidano (io per esempio ho grande amicizia con molte persone che gravitano nell’ambito della Reception).

        Saluti

        • Italo Alberti

          @Marco, nel mio caso non esiste nessun engram di gruppo, semplicemente me ne sono andato perché non sono d’accordo su certe cose. Come avevo già detto, non me ne faccio una ragione di vita e dormo sonni tranquilli. Per me è come essermene andato da un qualsiasi posto: una ditta in cui lavoravo, o un locale.
          L’engram di gruppo maneggiatevelo voi.

          • Marco

            AH ah ah Italo, dici che “tu non hai avuto un engram, o un rinculo di qualche tipo, dalle Org e/o da Sceintology” !!??
            Ma a chi la vuoi dare a bere…? Il tuo comportamento, anche solo il fatto che sei qui a scrivere commenti, non mi significa quello che dici… mi pare che ogni 3×2 sei a lamentarti di “quanto è uno schifo tutta quanta Scn…”

            Posso essere d’accordo con te sul fatto che “hai buttato il bambino con l’acqua sporca”, ma proprio questo atteggiamento evidenzia il fatto che tu “non hai metabolizzato/elaborato” l’engram che ti sei preso… già perchè invece è vero che volente o nolente l’Org e/o Scn te ne hanno fatte di tutti i colori… o no? Se è no, perchè sei qui in mezzo a tutti “questi stupidi” indipendenti?

            Caro ITalo, renditi conto che è una questione di consapevolezza (ovvero di capacità di vedere/osservare, che poi in effetti dipende dalla capacità di confrontare): c’è genete che sa di avere degli engram e implant da maneggiare, e c’è gente che non ne ha nessuna (o molto poca) cognizione… e poi va dicendo: “no niente, a me va tutto bene ed è tutto ok, non ho nulla che non vada bene nella mia vita… io non ho traumi da maneggiare… Engram? Ma cosa sono, non ne vedo l’ombra…” .

            Già, ma l’evidenza molto evidente è invece che anche costoro sono in questo pianeta (abbastanza pazzo) e abitano corpi di carne, parecchio fragili e parecchio soggetti a malattie e decadimento molto veloce…

            “Ma ti assicuro che no… io non ho engram e tanto meno implant… io non ho nessun problema… e il mio corpo è quello che è perchè in effetti non mi pare che esiste nessun’altra condizione di esistenza se non essere un corpo… anzi adesso che ci penso, l’anima non esiste proprio, esistono solo corpi di carne e quando sono morto, tutto è finito e forse tutt’alpiù andrò in paradiso… Spero”.

            Auguri

  37. Burlesque

    Da quello che scrivi Italo si presume quasiche hai deciso di entrare in Sea Org, firmare un contratto per un miliardo di anni e lavorarne per no so quanti così come andare a lavorare in una ditta qualsiasi per fare un lavoro qualsiasi. Quando ti sei accorto che il pesce puzzava dalla testa hai deciso di andartene come ci si licenzia da qualsiasi azienda, incurante del fatto che per tutti quegli anni hai lavorato per una paga al di sotto della fame ad orari impossibili, per non parlare del tutto il resto. Scusa eh ma a chi vuoi darla a bere ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...