Archivi del mese: aprile 2017

Anna attesta OT IV


Ecco un altro successo dopo l’attest di OT IV da parte di Anna,

siamo molto contenti per lei e orgogliosi per aver contribuito a rendere possibile questa realtà!

SUCCESSO

 

 

Con questo OT IV, che fortunatamente ho attestato in Scientology Libera, ho visto e realizzato quanto sulla traccia mi sia incasinata, e con le mie drammatizzazioni abbia turbato anche le altre dinamiche, cercando di risolvere i problemi e i conflitti fisici e mentali con sistemi meccanici, ricorrendo alle droghe e ai farmaci.

In tal modo mi sono allontanata dalla sapienza, scendendo sempre più sulla Scala del tono, in una spirale discendente della consapevolezza, introducendo sempre più soluzioni, sempre più massa, sempre più alter-is, sempre più arbitrari per risolvere i problemi.

Ci sono state alterazioni su alterazioni che mi hanno resa più solida, invece di liberarmi dai problemi.

Ho visto in modo chiaro e in sequenza, o piuttosto come una catena, quelle illusorie soluzioni, una dopo l’altra, che non avevano risolto alcun problema, ma invece ne avevano creato altri, in una complicanza sempre maggiore.

Ma il colmo dell’arbitrarietà l’ho raggiunto, quando certe soluzioni mediche adottate non erano più quelle ottimali, giuste ed efficaci, ma solo disastrosi veleni puri.

Nell’ultima seduta ho visto che ero andata oltre il fondo, fino a una criticità della massa, dove alla fine tutto esplode.

Ho scoperto come sulla traccia, allontanandosi dalla sapienza e dall’essere causa e dalla propria responsabilità, non si è stati più in grado di guardare e comprendere.

Invalidando il potere innato di ogni essere spirituale nella sua capacità di risolvere veramente i problemi, ecco come si è arrivati agli implant, ai metodi coercitivi, alle droghe e a certe cure mediche.

Con questo Rundown ho eliminato una grande quantità di carica che non sapevo di avere. Ho scaricato tutto il senso di scoramento e di angosciosa constatazione di quanto inutile, pericoloso e assurdo sia stato l’aver permesso certe soluzioni a livello medico, che alla fine erano solo dannose, senza alcun beneficio terapeutico in qualche modo.

Dopo questo OT IV, mi sono ritrovata in una condizione fisica completamente nuova e con una sensazione di grande “respiro”, di straordinaria libertà di “respirare”.

L’intento nella ricerca di Ron era che ogni essere potesse comprendere pienamente che bisogna guardare al problema, non cercare soluzioni al problema, per una vita più felice ed equilibrata e sana.

Un riconoscimento particolare a tutte le meravigliose e generose persone che tra mille difficoltà hanno reso possibile a me e a tanti altri di poter andare avanti sul Ponte.

Ringrazio infinitamente il mio affettuoso e perfetto auditor e il C/S che mi ha seguito con grande attenzione e comprensione.

Anna

 

 

 

5 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Esperienze di NED

“State per cominciare un’avventura.

Trattatela come un’avventura.

E che non siate mai più gli stessi!”

L.R.H. dal libro Dianetics 1950

 

Questo scriveva Ron nel 1950 e oggi, dopo 67 anni,

ancora succede per chi si avvale del suo retaggio. 

Non permettiamo che fatali alterazioni e beceri interessi ne impediscano l’applicazione.

E’ responsabilità di chi ha compreso il valore di Dianetics e Scientology

preservarne l’uso e diffonderne la conoscenza

nonostante la pessima fama che, grazie alla Chiesa di Scientology ,

ha nella percezione della gente comune.

Ma ecco alcune interessanti realizzazioni che il nostro Billy Cage

ha postato a proposito del suo auditing su NED.

Ho iniziato NED e l’evento merita una riflessione circa il bilancio dei risultati conseguiti. A molti di voi è inutile che ribadisca gli effetti dell’auditing sul nostro stato percettivo e vitale. Semplicemente ci si sente con meno ingombri addosso, spogliati di stracci inutili e “curiosamente” stupiti, si perchè se ci osserviamo vediamo un noi diverso. Bellissima sensazione. Come tutte le azioni di valore il risultato è proporzionato alla fatica e scavare in quella terra che si espande dentro di noi è un’azione impossibile da realizzare da soli.

Saresti sviato e scacciato, confuso e maltrattato ti perderesti senza saper tornare. Vi sono luoghi in cui sei in apnea, sott’acqua e al buio in un labirinto e solo l’auditor può prendersi cura di te a stretto contatto. Per me percorrere non è stato un film tridimensionale a 52 percezioni, affatto, ho potuto contare solo su brandelli di immagini svolazzanti impregnate di malessere e idee così assurde che per rivelarle e condividerle col mio auditor ho fatto appello alla fede e alla fiducia in Scientology.

Le mie stesse parole mi sembravano concepite da un folle che formula le più disastrose decisioni blindandole con altrettante decisoni per evitare di scioglierle. Spero mi capiate, si nuota nel fango sterile di uno stato mentale che si annienta privandosi della possibilità di riabilitarsi. Non sarà per tutti così, lo spero per voi, col mio auditor scherzando e alleggerendo la mia situazione ribadisco spesso che più un Thetan è potente più si può incasinare quindi mi consolo così e ci ridiamo su. Non so se è vero ma come analogia prendo ad esempio un’auto molto potente che se si schianta  in un frontale fa molti più danni di un’auto comune. Passatemela. Me ne torno alle mie normali attività con meno pesi e qualcosa che non conoscevo o non ricordavo comincia a dare segni di vita,  in ogni momento qualcosa di effervescente si innalza, una coscienza nuova che cerca vecchie masse e non le trova più, le ha perse ma senza rimpianti.

Grazie ragazzi.

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli