Dall’altra parte del Muro del Fuoco

 

Ecco un altro bel successo di uno scientologo indipendente.

R. con il suo entusiasmo, perseveranza e dedizione

sta ottenendo ciò che ha sempre desiderato.

Grazie R. sei un esempio per tutti noi.

 

 

Dopo aver attraversato il muro del fuoco sono uscito dall’altra parte, completamente felice, pieno di speranza, con la sensazione di poter vivere la vita a un nuovo livello di qualità superiore, con il coraggio di guardarla e accettare quello che mi deve dare.

Ora ho la consapevolezza di cosa sta succedendo quindi non ho nessuna misemozione.

Con questa prospettiva la mia capacità di avere è migliorata, posso avere tutto e allo stesso tempo posso avere il niente.

La vita non mi sta succedendo, la sto creando io.

R.

10 commenti

Archiviato in Casa Minelli

10 risposte a “Dall’altra parte del Muro del Fuoco

  1. MISTER X

    Un tassello importante alla riconquista del se.

  2. Con questa prospettiva la mia capacità di avere è migliorata, posso avere tutto e allo stesso tempo posso avere il niente.

    La vita non mi sta succedendo, la sto creando io.

    R.
    Complimenti ma che cosa vuole dire quello che scrivi ?
    Le parole descrivono dei fatti esponili !
    Cari sono le solite frasi fatte ……Posso avere tutto che cosa è questo tutto ????? Ciao Guido mi piacerebbe sentire una risposta .

  3. Diogene

    Chissà dove possono finire le parole? Quelle di R. a me riecheggiano nel profondo. E un po’ del mio profondo lo so dove sta.
    R. potrebbe portare molti esempi in superficie. Ma sapremmo apprezzare gli esempi di qualcun altro? Con l’ammirazione, forse, ma con quale e quanta comprensione?
    Io non so se il cosiddetto “muro del fuoco” è soltanto un’idea (come, per dire, il colore dei calzini intonati ai calzoni) o se davvero è una condizione (come, ad esempio, la pressione del sangue). Non giudico ciò che non so.
    Quindi non sono neppure in grado di valutare quanto oneste siano le parole espresse da R. in quanto si tratta di una sua considerazione.
    Però, se non metto in discussione la sua buona fede, ne ricavo questo passaggio dove lui afferma: “la mia capacità di avere E’ MIGLIORATA”,
    E in questi tempi ingarbugliati da diatribe dottrinali, un risultato simile non è sempre scontato. Quando c’è, non basta sminuirlo. C’è.

    • visco

      Nessuno mette in discussione che R sia migliorato ma si continua a spettacolarizzare con frasi non appropriate i successi .Posso avere tutto x me vuol dire tutto. Questo é l’errore che fa la chiesa oltre a tutte le schifezze gia citate.Chi lavora nel campo Indi dovrebbe usare un linguaggio piu appropriato e non usare vecchi stereotipi usati dalla chiesa. Se un Pc dice avevo mal di testa cronico ora sono guarito ,questo lo comprende chi legge é un esempio naturalmente.Per decenni Scentologi ha sdoganato Super Men che di super non avevano assolutamente nulla tranne super debiti .Nessuna intenzione ne di provocare ne di invalidare R ,ma di capire cio che é scritto e non doverlo immaginare ho poetizzare.La com é il solv dell’universo ma se rappresenta il fatto che ne indica Ciao

      • Quali sarebbero le frasi non appropriate? Non generalizzare per favore, sappiamo bene il tipo di Pubblicità Progresso che la chiesa continua a fare e, se ne siamo usciti, è perché abbiamo “mangiato la foglia”. Il tuo “dovrebbe” è in contrasto con lo spirito indipendente che ci anima. Ognuno può esprimere quello che sente dopo aver completato un qualche gradino del Ponte.
        Nessuno è obbligato a condividere la realtà di qualcun altro e le parole, in quanto simboli legati più o meno strettamente al MEST, non possono rendere appieno ciò che accade negli universi delle persone. Ciò che si avvicina maggiormente alla comprensione dell’altrui sentire è la sensibilità spirituale e l’assonanza degli scopi che si hanno in comune.
        Malizia profumo d’intesa? Direi proprio di no!
        Guido

  4. Marco

    Complimenti R, nel leggere il tuo successo si capiscono bene i tuoi raggiungimenti e le tue prospettive di vita migliorate, grazie alla comprensione che ti ha dato questo livello.

    Nel mentre si rimuovono impedimenti, e nel mentre si archiviano episodi, questo fa l’auditing, le cognition scaturiscono e lasciano la persona con una più grande comprensione e consapevolezza della vita e dell’esistenza.

    A me sembra che il successo di R sia un gran bel successo!

    E pazienza se qualcuno non lo riesce a capire…

    Evidentemente in alcune persone, coloro i quali non hanno fatto nulla, o hanno fatto poco, o coloro che non hanno riparato le By Pass Charge (carica restimolata, ma non rimossa)… le masse che ancora persistono, oscurano gli orizzonti, le prospettive, le consapevolezze e una comprensione di quello che sta succedendo, a sè e agli altri.

    Ma questo fenomeno non comprensione è facile da capire: Comprensione è data da ARC , e/ma per avere una sufficente ARC, necessaria per comprendere un certo livello, bisogna FARE auditing. Appunto…

    Il grande LRH diceva; “Auditing = ripristino di consapevolezza” .

    In R una migliorata consapevolezza la si nota, eccome.

  5. Manuel

    “Leah Remini e Mike Rinder colpiscono ancora!
    Dopo il successo della prima serie di “Scientology – Le sue Conseguenze”, dove gli ascolti hanno raggiunto punte di 3 milioni, Leah e Mike sono ritornati alla grande nel produrre la seconda parte della serie, sempre sulla rete televisiva A&E dove verranno esposte ulteriori gravi rivelazioni sulla Setta di Scientology guidata da David Miscavige.”

    Questi film sono un bene o sono un male?
    Sembra che molti punti di vista sul GO-Guardian Office e poi OSA-Office of Special Affairs stiano evidentemente scricchiolando.
    Di conseguenza scricchiolano anche opinioni e visuali su LRH che scrisse le policy di questi reparti?

    https://rutube.ru/video/50c3b65d62fab21b5fd4b394c1aa8353/?pl_id=481643&pl_type=user

    • Questi film, caro Manuel, possono essere sia un bene che un male, dipende dal grado di consapevolezza che ha lo spettatore.
      Come già sottolineato altre volte, è deprecabile che non si differenzi Scientology, intesa come filosofia e pratica, dalla chiesa di Scientology, ma anche tra Scientology e Ron Hubbard. Il mito di Ron, così duramente e costantemente alimentato dalla chiesa, si è così intimamente avviluppato nel DNA degli scientologi che, anche da indipendenti, si fa fatica ad abbandonarlo per una visione più realistica ed obiettiva dell’uomo Ron.
      Si dovrebbe dare il valore che meritano ai procedimenti e ai dati che si sono dimostrati efficaci nella pratica, indipendentemente da chi li ha sviluppati o dall’anno di pubblicazione. Ormai sappiamo che Scientology è il risultato di un lavoro di squadra. I dati ci sono, sta alla nostra sensibilità, intelligenza e consapevolezza valutarne correttamente l’importanza.
      Guido

      • Marco

        Completamente d’accordo con te Giudo, lascia che ti dia un riconoscimento: sei un saggio ed acuto scientologo indipendente.
        E’ vero quello che dici al riguardo dell’indottrinamento della Cof$, rispetto alla creazione del mito LRH .

        Ma io penso che l’effetto che volevano ottenere, andasse molto oltre… si voleva (si è ottenuto) creare l’idea che LRH era un imbattibile Thetan dalle potenzialità e caratteristiche straordinarie “che nessun altro ha mai manifestato prima (e nemmeno potrà dopo)”.

        Ed in effetti LRH è stato portato dalla Cof$, con un’azione di Promozione/Marketing ben pianificata nei decenni, ai dei vertici di straordinarietà che forse trascendono la forma umana stessa… LRH è stato deificato come pochi altri (grandi esseri del passato) nella storia dell’umanità. Chissà cosa lui stesso ne penserebbe oggi… ?

        Io addirittura credo che con LRH si è tentato di fare anche di più, cioè sostenere ed implementare (nell’ambito dell’organizzazione) che la sua opera (“straordinaria, unica ed esclusiva”) trascende la vita stessa: “Scn vale più della vita, perchè Scn spiega la vita” , è una frase che ricordo, ancora oggi la ricordo, aver letto almeno 20/25 anni fa.

        Senza togliere nessun merito e/o straordinarietà alla persona, c’è però da commentare, ormai nell’indipendenza questa è diventata una evidenza ed una consapevolezza imprescindibile, che per quanto riguarda l’esaltazione/la magnificenza, di sicuro si è trattato di un piano pre-ordinato e pre-stabilito… : la deificazione di LRH di sicuro aveva/ha un qualche scopo. DI sicuro c’è stata la volontà di ottenere un qualche effetto nel “popolo” sottostante.

        Probabilmente con questo sistema di santificazione/deificazione si è pensato di ottenere obbedienza (come si è fatto con tutte le religioni); ma la cosa è andata oltre: da qualche anno si pretende addirittura cieca obbedienza. Ed è questa esagerazione che ha ottenuto l’effetto contrario: la gente normale (la maggioranza) non è più attratta da Scn; molta gente scientologa se n’è andata (io penso la maggioranza) e pochi (ma cmq sono molti) è rimasta li bloccata, ammaliata dalle sirene che cantavano/cantano le lodi di LRH, che però fa da specchio per illuminare il personaggio Miscavige.
        DI sicuro il ricatto “la tech per la libertà totale ce l’abbiamo solo noi” , tiene inchiodata una grossa quantità di persone (che forse altrimenti “sarebbero pericolose”… mi viene da pensare questo sia lo scopo di questi Homo Mest che sopprimono e stravolgono la semplice tech).

        Da decenni ormai la propaganda della Cof$ ha comunicato che “solo loro hanno la verità che rende liberi” e che “c’è solo bisogno di pagare e di ubbidire”…
        E’ comico che tutto questo è imposto in barba agli scopi veri che la tech di Dn e Scn si prefiggeva: più auto-determinazione e persino pan-determinazione per tutti.

        Per finire, io ora credo sia corretto parlare abbontemente di questo aberrato aspetto di deificazione, giusto per agevolare l’estirpazione di questa idea che: “LRH, un solo uomo, è il Santo Thetan che ci ha salvato! E per questo si deve cieca obbedienza alla sua Organizzazione” (o presunta sua organizzazione).
        Questo perchè la tech per arrivare a più libertà spirituale passa per “più pan-determinazione e considerazione personale” ; non per “assoggettati altrimenti non vai libero” . Tutto ciò ovviamente è una contraddizione.

        Per questo mi permetto di postare cosa diceva un straordinario ricercatore della tech di Scn, Filbert, un uomo che ha scoperto e implementato molta tecnologia, molta tecnologia che poi Hubbard si è attribuito (LRH aveva molti collaboratori/ricercatori, ma è evidente che nella sua impostazione di pubblicare la ricerca, nessun’altro al di fuori di lui, compare mai come scopritore di qualcosa…)

        Io penso che la verità è la verità, per quanto spiacevole e smittizante sia… anche se per nasciata, o sistema/regola del gioco, ogni essere umano ha bisogno di una guida… ad un certo punto volente o no,entre è costretto a lasciare mamma e papà e cominciare a camminare e scoprire cose da se stesso.

        Da “Excalibur rivisitata”
        di Geofry Felbert

        “Hubbard non è un cattivo uomo, è semplicemente quello che è: un ricercatore accentratore.
        Ma aggiungo subito il fatto che nessuno ha il diritto di mettere sotto copyright la Verità.

        Egli ha trattato un gran numero di verità e di tecnologie, mettendo insieme cose che erano già state ricercate da altri.
        Non avrei difficoltà a prendere ogni suo assioma e verificare, attraversando con cura le librerie, che era già stato scritto prima.

        Quindi, è un dato di fatto che Egli ha riassunto e pubblicato il pensiero collettivo della saggezza Orientale e Occidentale, incluso il materiale contenuto nei Golden Scripts (provenienti da Monasteri Tibetani), affermando poi che: “Nessuno tranne me ha il diritto di discutere il soggetto; nessuno ha accesso ai dati; nessuno ha il diritto di aiutare i propri simili usando questo materiale senza la mia approvazione; e se qualcuno lo fa, io sguinzaglierò contro di lui i miei cani.”

        E dal suo ‘Guardian Office’ partivano individui col compito di recarsi nelle case della gente per bastonarla. Questo è il grave punto a cui è arrivato.

        Non esiste una base legale sulla quale poter monopolizzare una Verità: La Verità appartiene a tutti gli uomini.

        Certo, aver gente che circola tra le suite dei ministri del culto per applicare i propri scritti su altri, è parte della permissività della giurisdizione legale.

        Ma per ciò che riguarda il mio diritto di discutere su questo soggetto, beh, ho sperimentato, in qualità di ricercatore e scopritore di tecnologia, che è possibile produrre risultati cento volte superiori con tecniche da altri ricercate, risultanti semplicemente dalla comprensione e dalla conoscenza di ciò che è corretto.

        Ho messo ora in “Excalibur Rivista” questi principi in un ordine logico di importanza ed in forma applicabile. Un notevole lavoro di riassunto, dal basso all’alto del percorso.

        Hubbard ha affermato che si deve avere e conoscere la corretta tecnologia, come primo gradino: ma non l’hanno mai fatto questo gradino, nessuno nella sua organizzazione, e così sono scivolati nel fenomeno dei gradienti saltati.

        Io lo supplicai di ritirare quel particolare bollettino “Mantenere Scientology in funzione”, perchè questo è un principio che ricade nel singolo individuo.

        Secondo la procedura finale descritta in quel bollettino, chiunque conosca e possieda la corretta tecnologia dovrebbe sbarrare le porte alle applicazioni scorrette. Nel 1966 lo misi in guardia e lo supplicai che quel bollettino doveva essere ritirato, perchè se qualcuno, accidentalmente, più tardi, fosse arrivato a capire, conoscere e possedere la corretta tecnologia di Scientology, sarebbe stato obbligato per responsabilità e per amore verso i propri simili, a chiudere le porte alle applicazioni scorrette. E ciò avrebbe potuto colpire persino lui e le sue chiese.

        Egli ritenne che tale evenienza era assolutamente risibile e che nessuno, cito ora le parole testuali: “Nessuno potrà mai conoscere più di me riguardo a Scientology”. Io gli dissi: “Io già conosco di più”. E lui: “Buon giorno” , e uscì dalla stanza.

        Io rispetto il suo lavoro ed il suo contributo, ma non credo di apprezzare molto questo “essere proprietario della conoscenza”.

        Non credo che lui apprezzi molto me; in effetti sono consapevole di questo.
        Le nostre personalità erano in conflitto.

        Comunque sia, in uno dei suoi nastri di studio egli afferma (e chiunque parli con un punto di vista logico su questo argomento, lo realizza) che la vera autorità in un’area è la persona che produce risultati.

        Ci sono dei profeti che appaiono nel corso della storia e vengono per servire allo scopo della storia e del genere umano.

        Sono certo che qualche personaggio, abbastanza saggio, intelligente, superiore e perfetto apparirà e sostituirà Hubbard e sostituirà me, ed io diventerò nessuno. Ma non vedo l’ora che venga quel giorno, perchè desidero il progresso per ognuno di noi, e per vedere un miglioramento del mio lavoro.

        Ho aspettato 15 anni che accadesse qualcosa di simile, ma non ho visto nessuno muoversi in questa direzione. Così, mi sono fatto avanti e ho fatto la mia dichiarazione, perchè il momento mi sembrava giusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...