THE PILOT: UN PUNTO DI VISTA

Ho ritrovato questo articolo del Pilota,
una persona che si è unita a Scientology nel  1965
con l’entusiasmo di chi credeva di poter cambiare il mondo
con questa incredibile e potente filosofia.
Lui era convinto che una riforma di Scientology fosse possibile
all’interno della chiesa.
I fatti lo stanno smentendo
LA CHIESA DI SCIENTOLOGY E’ MORTA.

 

 

OPINIONI DA UNO SCIENTOLOGO – by: The Pilot
Si, sono uno Scientologist.

Credo che L. Ron Hubbard fosse un uomo brillante che ha fatto importanti scoperte sulla mente e sullo spirito.

Considero anche Scientology una religione, perché tratta la persona come uno spirito immortale che si reincarna attraverso i secoli. Tutto questo non ci è arrivato attraverso alcune rivelazioni divine, ma piuttosto, è il risultato da fatti semplici e pratici, che ci hanno portato a scoprire episodi di vite passate percorrendoli con Dianetics per alleviare esperienza traumatiche. Questo fatto era contrario alle teorie presentate in “Dianetics, la scienza moderna della salute mentale” e fu la scoperta iniziale che cambiò il soggetto da una terapia in ciò che si può descrivere meglio come una forma avanzata di metafisica e una filosofia pratica.

Sfortunatamente, il management della Chiesa di Scientology ha scelto di seguire varie policy che io credo dannose e distruttive. Le ripercussioni contro questi atti dannosi potrebbero risultare nella scomparsa del management e portare alla perdita di ciò che considero essere il più importante di tutti i soggetti, cioè lo studio dell’uomo come spirito immortale, contrapposto a un corpo di carne che si rotola nel fango.

Su queste basi, mi sento più un riformatore che un fedelissimo all’interno dei ranghi. Molte persone condividono il mio punto di vista. Tuttavia, una delle policy che desidero vedere cambiata proibisce ogni tentativo di riformare il soggetto. Per questo motivo, non sentirete molto parlare di riforma dentro a Scientology, perché qualsiasi membro che la proponga viene immediatamente scomunicato.

Questo è il motivo per cui posto questa e ogni altra onesta discussione in forma anonima. Identificare chi sono risulterebbe in una dichiarazione di “persona soppressiva” e mi farebbero disconnettere da amici e famiglia

Se dovesse succedere questo, il solo modo in cui potrei continuare a praticare la mia religione sarebbe di unirmi alla Freezone, che consiste di scientologist radiati che praticano senza nessun tipo di sanzione da parte della Chiesa. Sfortunatamente, il management di Scientology attacca questi indipendenti con una viscidità che sfida ogni comprensione. Questo è un altro punto dove c’è bisogno di una seria riforma.

Si è detto che Scientology, la quale dichiara di avere 8 milioni di associati in tutto il mondo, abbia solamente 50.000 membri. Questo non è vero. I veri soci (non contando le persone che hanno fatto solo un corso introduttivo, da dove deriva il numero gonfiato di 8 milioni) probabilmente si aggira attorno a 1 o 2 milioni. Tuttavia, i critici sono nel giusto quando osservano che i membri attivi sono circa 50.000. il 95% degli scientologist al momento sono inattivi e stanno a guardare, fuorviati ad un management che li rende effetto.

Al momento ci sono grandi controversie sul materiale della Chiesa etichettato “Confidenziale”. Si tratta delle scritture segrete di cui tanto ci ha parlato il management e sulle quali vengono applicate tariffe spropositate. Di queste, le più segrete sono i materiali di NOTs.
Queste scritture formano una piccola percentuale dei materiali di Scientology. la prima volta che vennero ricercate fu il periodo attorno al 1952-53, allora venne riconosciuto come un fattore minimo. In quel periodo non erano considerate pericolose o etichettate confidenziali e furono discusse solamente in una ventina di conferenze sulle 600 o circa che Ron tenne durante quel periodo delle prime ricerche in ciò che era conosciuto come “OT” o Thetan Operante. Il “Thetan” è la parola di Scientology per lo spirito, significa la persona stessa, non il suo corpo e un OT è un essere che ha riconquistato la sua abilità ad operare come uno spirito piuttosto che solamente come un corpo.

Considerando che ci sono oltre 3.000 ore di conferenze registrate di Ron e molte decine di migliaia di pagine di materiale scritto, questo affare di NOTS è solo una goccia nel vaso e non è veramente rappresentativo del soggetto. Ma, il management di Scientology ha commesso il grave errore di appendere addosso a questo aspetto minore un’importanza fantastica, ed è diventato pazzo facendo cause su cause per mantenere nascosti questi materiali.

Lo fanno solamente perché pensano che questi “livelli confidenziali” siano delle grosse macchine da soldi. Hanno seguito lo stesso sentiero della cristianità medioevale, mettendo i soldi davanti alla verità. Tuttavia, la Cristianità ha superato questo aspetto (con poche eccezioni) e può farlo anche Scientology. la presenza di avidità nei ranghi superiori non invalida ne valida la religione stessa, è semplicemente un aspetto sfortunato della natura umana che a volte arriva nella banda superiore.

Pertanto, queste macchine da soldi non solo sono idee moralmente sbagliate, sono anche stupide. Il vero incasso deriva dagli alti volumi e prezzi bassi e non cercando di strozzare i ricchi per alcuni servizi esclusivi.

Le ripercussioni di questa frenesia per le cause legali ha reso le persone così furiose contro la Chiesa che molti fanno enormi sforzi, e si prendono dei rischi presentando questi materiali . Ma per favore, cercate di comprendere che questa è solo una delle dozzine di aree a cui Scientology si indirizza. Sarebbe molto più utile alla maggior parte delle persone avere copie dei materiali di Scientology che si occupano di cose come Problemi o Turbamenti. Io ho percorso i materialidi NOTs con molti benefici (e il pacco di NOTs che ho visto su internet è uguale a quello usato dalla Chiesa) ma non sarebbe di grande interesse o molto utile se non dopo aver lavorato a lungo su aree molto più importanti quali comunicazione, problemi, sensi di colpa, turbamenti ecc…

In internet troverete anche i materiali di ciò che lo Scientologist chiama “La Traccia Intera”. Con Traccia Intera voglio dire l’intera traccia del tempo dell’esistenza di un essere e non solo della vita attuale. Ancora una volta, questa rappresenta soltanto una piccola percentuale (forse circa 100 conferenze) del vasto corpo di lavori. È lievemente speculativa ed è etichettata “para-Scientology”. Queste cose si basano principalmente sui dati accumulati nel percorrere episodi di vite passate che sono avvenute nelle prime civiltà interstellari. Come tali, soffrono dei capricci della memoria delle persone. Un certo numero di sedute, dove queste cose sono venute fuori, si trovano registrate tra i numerosi nastri delle conferenze, pertanto lasciamo che siano le persone a giudicarle. È un’avventura esplorativa non una storia accurata e confermata. Non si deve credere a queste cose per poter praticare il soggetto. Ciò che ci si aspetta dai moderni professionisti di Dianetics è di lasciare che il pc (la persona che viene audita) percorra episodi di vite passate, ma gli viene espressamente proibito di suggerire o valutare ciò che viene trovato in queste vite precedenti. È una questione strettamente personale.

Il management di Scientology si trova nella posizione molto ipocrita di sopprimere la libertà di parola e l’aperta comunicazione mentre venera il fondatore, la cui frase più famosa è “Quando siete in dubbio comunicate”. E non hanno soppresso solo i critici esterni. Sopprimono anche la comunicazione dei loro membri.

Non è sorprendente che ci sia un’armata di individui fantastici che stanno onestamente comunicando sul soggetto in internet? Potreste non crederci, ma la maggior parte degli scientologist ha un fantastico alto livello di comunicazione. Lo hanno su ogni soggetto, eccetto Scientology. Ma lo hanno anche su questa, a patto che ne discutano privatamente. Però ogni comunicazione pubblica richiede una “Permesso delle Autorità”. Ogni critica aperta li porterebbe in Etica. Anche un solo scherzo fatto a cuor leggero li potrebbe ficcare nei guai per via della policy “Burloni e Denigratori”. Sono letteralmente spaventati di dire qualcosa pubblicamente su Scientology. Ed è il management di Scientology che impone tutto questo e li tiene soggiogati.

Ecco perché sono un riformatore all’interno di Scientology, e continuerò ad esserlo finchè rimarrò anonimo. E quando non potrò più rimanere anonimo, continuerò ad essere un riformatore. Sfortunatamente, a quel punto sarò un riformatore esterno, dato che tentare di riformare il soggetto è uno dei tanti atti elencati come “Alti Crimini” che causerà a chi tenterà di essere espulso e scomunicato.

Dentro al soggetto ce ne sono molti come me. Spesso iniziano una conversazione con commenti velati per mettere alla prova gli altri. E gradualmente la comunicazione inizia a svilupparsi. Alla fine si scopre che veramente pochi credono al management di Int. A molti non piace la politica dei prezzi, i registrar, l’etica e le varie tattiche di pressione impiegate dalla Sea Org. Molti dei membri rimangono dentro perché credono nella tech e negli obiettivi espressi dal soggetto. Ecco perché sono rimasto dentro così a lungo.

La mia opinione non riflette quella del management di Scientology. Loro invece, riflettono l’opinione di molti scientologist, la maggior parte dei quali sono spaventati o non hanno voglia di parlare pubblicamente.

Molti di coloro che sono in disaccordo col Management non lo direbbero mai pubblicamente, perché sono spaventati che il soggetto venga distrutto dai critici se gli viene concesso troppo aiuto. Il management incoraggia tutto questo. Potrebbero anche incoraggiare alcuni attacchi su Scientology. Ogni attacco lavora a loro beneficio, perché li aiuta a mantenere lo stato di guerra tra Scientology e i “maligni soppressivi” (che siano Wog, psichiatri, squirrel o chiunque).

In tempi di pace, molti cittadini considerano un loro diritto, e dovere, criticare il proprio governo. Ma se un paese è in guerra, alcuni criticismi potrebbero venire etichettati come tradimento. Lo stesso vale per Scientology. Se riescono a promuovere una mentalità da zona di guerra, possono etichettare qualsiasi critico interno come persona soppressiva e gettarlo fuori.

Penso sinceramente che Scientology sia critica per il futuro di questo pianeta. Penso anche che l’attuale management stia portando la religione diritto verso la distruzione.

I loro attacchi rabbiosi creano nemici dove non ce ne sono.

La loro soppressione della comunicazione viola ogni principio di base dell’auditing di Scientology.

Lo sfruttamento dei loro membri dello staff prosciuga la spina dorsale dell’organizzazione e li lascia più deboli che mai e a rischio di estinzione.

E tutti i loro stop “senza fine” sulle linee prevengono ai membri l’apprendimento e l’uso della tech di Scientology, che era lo scopo dell’intero soggetto in primo luogo. Questi stop non solo includono i prezzi straordinariamente elevati ma anche verifiche di sicurezza infinite, stop di etica, confidenzialità e la paura dannata che qualcuno possa usare il soggetto senza essere sotto il totale controllo della Sea Org.

Chi sono “loro” potrete chiedermi? Beh, è molto difficile da determinare. C’è una “watchdog commetee”, c’è RTC e c’è un Consiglio dei direttori, è c’è anche Author Service e molte altre cose. Non è molto chiaro chi stia veramente guidando le cose e chi sia solamente un fantoccio. Delle voci sostengono che Miscavige sia colui che tira le fila, ma questo non viene dichiarato apertamente ai soci.

Si chiede agli associati di dare fiducia a Flag e al management di Int e di credere che LRH (L. Ron Hubbard) abbia messo a posto le cose per lasciare il soggetto nelle mani migliori.

Ma io vorrei farvi notare che, ogni persona a cui Ron diede vero potere, in seguito venne dichiarata soppressiva. Tra questi Reg Sharp, Otto Ross, Ron Shafron, Bill Franks e David Mayo, solo per nominarne alcuni. Quindi, o Ron aveva veramente un pessimo metro di giudizio oppure stava avvenendo qualcos’altro di nascosto. Non provo nemmeno ad immaginarmi cosa. Tutto ciò che posso dire è che, chiunque abbia lasciato in controllo ha da lungo oltrepassato il punto in cui sarebbe stato dichiarato soppressivo se Ron fosse ancora in giro.

Questa è una chiamata a tutti gli scientologist per spingere attivamente per una riforma. È anche necessaria. Vi esorto a studiare la vera tech di Ron, specialmente i materiali degli anni 50, e ad ignorare i dictat del management e della SEa Org.

Per coloro che non sono scientologist e stanno leggendo questo, vi prego di realizzare che l’organizzazione e il soggetto sono due cose diverse. Riconoscete anche che ciò a cui stiamo passando attraverso ora è l’equivalente dell’inquisizione spagnola nella storia della Cristianità. È come se voi condannaste tutti i cristiani per le azioni del capo inquisitore. Non dovreste condannare tutti gli scientologist per il comportamento atroce delle loro chiese.
——————

Lavorate per creare una CofS più sana,

The Pilot

80 commenti

Archiviato in Casa Minelli

80 risposte a “THE PILOT: UN PUNTO DI VISTA

  1. GB

    “Il management di Scientology si trova nella posizione molto ipocrita di sopprimere la libertà di parola e l’aperta comunicazione mentre venera il fondatore, la cui frase più famosa è “Quando siete in dubbio comunicate”. E non hanno soppresso solo i critici esterni. Sopprimono anche la comunicazione dei loro membri.”

    Questo sì che è un vero e proprio paradosso. Anni a riabilitare ARC e poi non puoi comunicare. È come prepararsi per le olimpiadi… ma tanto non ci potrai andare perché devi scontare un ergastolo 😂😂😂.

  2. Toro Seduto

    chissà che rabbia gli osa boys che non sanno chi è.

  3. Burlesque

    La Cof$ fino a che resterà sotto il controllo del Deep state ( l’oligarchia che controlla il mondo) è inriformabile. La coppia di parole Cof$ e Riforma potrebbe risuonare come un ossimoro, anche se non lo è.

  4. Marco

    Il racconto del Pilota è ormai “roba” già detta e ridetta e ben conosciuta.

    Riguardo al “riformare” l’Organizzazione, come dice alla fine dell’articolo, credo anche si sappia, sia stato capito, che l’Organizzazione di LRH è irrecuperabile…
    E’ facile capire che ormai la tech è stata alterata e che i cervelli di chi gestisce, gli staff tecnici ed amministrativi, ormai siano irrimediabilmente bacati (lavaggio del cervello ormai fatto a livello di lavanderia industriale).

    E’ più facile pensare ad altro, aqnziche ad una riforma possibile, ovvero è più facile pensare al fare una tabula rasa , per poi tentare di ricostruire… l’unica cosa che mi viene in mente per far fuori questa dittatura, è una contrapposizione, cioè la crescita di un’organizzazione di Scn alternativa e seria… ma questo per il momento credo sia solo un sogno… infatti mi pare non siamo nemmeno al livello di un postulato di gruppo.

    Grazie allo studio ed alla acquisita capacità di osservare con l’occhio critico di uno scientologo, spesso mi viene da osserve/constatare il fatto che negli ultimi 20/30 anni la spiarale discendente social planetaria si è aviluppata/attorciliata ancora più vorticosa che sempre… e purtroppo, persa la possibilità di salvezza che poteva essere portata avanti dalle Org. di LRH, mi viene da pensare che questa umanità non ha davanti a sè un gran bel futuro…

  5. Giovanni Bonzani

    La stragrande maggioranza degli appartenenti alla Chiesa di Scientology, mi riferisco agli staff sea org. e pubblico aderente, non sa che la stessa è da anni nelle mani della CST (church of spiritual technology) ed i proprietari non sono neanche dei scientologist. Non si domanda che fine hanno fatto i livelli OT 9 e 10, non si domanda come mai il bollettino “da clear all’eternità” dice di prepararsi ad una lunga tirata per completare OT 8 e 9 e come mai OT 8 sulla nave dura mediamente 10 gg. In realtà, dal mio punto di vista, chi voleva distruggere Scn quando ha capito che LRH stava andando oltre
    ed il rischio era quello di ostacolare i loro piani di sottomettere definitivamente il genere umano hanno lavorato per rendere la chiesa di Scn così come lo è adesso, alterando la tech, org. ideali, IAS, prezzi per i servizi inaccessibili ecc. Tutto questo con un programma a medio/lungo termine e alla fine con una barcata di milioni di dollari in tasca.

  6. GB

    Ehi ragazzi, qua le cose vanno alla grande. Abbiamo la tech, dei fantastici auditor, un grande C/S, i livelli fino a OTX e siamo in espansione. Un po’ di ottimismo.
    Noto questo: chi è nel campo indipendente lo è (1) perché ha lasciato la CofS e ha deciso di proseguire sul ponte, oppure (2) è interessato a Scientology, non è mai stato nella CofS e ha deciso di intraprendere il ponte.
    Il secondo caso, raro ma in via di aumento, è formato da persone entusiaste e con una grande capacità di “obnosi”. Non hanno alcun condizionamento dovuto alla Chiesa e questo le rende estremamente aperte, ricettive e con ottima capacità di comunicazione.
    Nel primo caso troviamo caratteristiche molto diverse fra loro. Le differenze dipendono da alcuni fattori: il tempo totale trascorso nella CofS, il percorso fatto al suo interno (fatto di successi e insuccessi, condizionamenti vari, grado di investimento economico, grado di coinvolgimento emotivo e ideale, ecc.), il tempo trascorso fra le prime sensazione di fallimento e la decisione finale di uscirne (tempo più o meno travagliato con vissuti molto diversi), il modo in cui è terminato il rapporto con la Chiesa e i suoi membri, l’elaborazione avvenuta al di fuori della Chiesa (elaborazione del trauma, quindi, molto soggettiva), la capacità di distinguere fra Scientology e la Chiesa di Scientology, e così via. Questi sono alcuni dei fattori che ora mi vengono in mente.
    Detto questo è evidente che nel campo indipendente l’unica cosa che ci accomuna è che siamo interessati a Scientology. E’ molto più facile trovare comunanza (Realtà) fra chi è nella Chiesa (grazie, è una setta). Ma sono proprio le nostre reciproche differenze che ci rendono più forti e con maggiore libertà di comunicazione. La nostra ARC non è imposta è libera. Il nostro grado di KRC è una costruzione comune basato esclusivamente sul nostro interesse. Ciò che stiamo facendo lo facciamo liberamente e questo ci dà un potere enorme.

    • Libero

      Esatto, sono su OT8 e posso solo ringraziare Facchinetti. Un livello che se eseguito con i giusti criteri richiesti da enormi guadagni. Penso il livello più potente che io ho fatto. Quindi affrettati a salire il ponte e lascia che rosicano. Tu sei fortunato.

    • Marco

      Piccola considerazione al riguardo del quel che dici GB…

      Io credo che aver vissuto cosi tanti anni nella Chiesa (per esempio io una trentina), abbia causato dei traumi indicibili (li abbiamo già elencati spesso), ma anche di sicuro ha creato qualcosa di positivo, per esempio in me un punto di vista parecchio sociale, una senzazione che la 3° dinamica è molto molto più importante di quel che non si creda.
      Persino a parecchi C/S (personale prettamente tecnico rosso su bianco) sfuggiva/sfugge questa determinante circostanza.

      Per me è stata cosi determinante questa consapevolezza, che posso dire che è questo aspetto, più che quello del Caso personale, che mi ha fatto scappare via a gambe levate.

      C’è una cosa che secondo me, io credo, sfugge, abbastanza, nell’ambito degli Indipendenti… la tech verde su bianco, o meglio l’importanza che ha la 3° dinamica per il destino di ogn’uno di noi.

      La 3° dinamica ha una sua ampia tecnologia che gli Indi un po’ trascurano, impegnati come sono (giustamente) a sistemare la tech di auditing, pervertita da DM, e impegnati (giustamente) come sono ad applicarla su se stessi…

      Ma senza prima o poi sistemare la 3° dinamica, non credo si realizzerà mai un ambiente migliore in cui vivere, OT o non OT che una persona sia.

      Per cui, giusto per vedere questo mio punto di vista in risposta alle tue considerazione (che finisco dicendo … è evidente che nel campo indipendente l’unica cosa che ci accomuna è che siamo interessati a Scientology. ), dico che ci sarebbe da discutere su cosa significhi Scn per chi si è impegnato “solo” sul lato tecnico (per il suo Ponte personale e anche per il Ponte di altri in quanto auditor) , e cosa significhi Scn per chi (ed io sono senz’altro uno di questi) ha osservato molto la 3° Dinamica, il sociale.
      Spero non arrivi questa mia considerazione come una polemica, non lo è, voglio solo mettere in evidenza un aspetto, un punto di vista.

      Io faccio notare che esiste una tech di 3° dinamica, giusto perché ogn’uno di noi, chiunque, ha a che fare con essa… e le condizioni di questa 3° dinamica, influenzeranno senz’altro le condizioni di qualsiasi OT.

      Non mi metto a cercare questo punto di vista espresso da LRH in qualche conferenza, credo non servano molte parole per capire che chiunque vive in questo pianeta è immerso in essa.

      • Seal

        Secondo me per sociale si ricade più in dinamiche superiori alla 3. Il gruppo può essere ovviamente orientato sul sociale a favore quindi dello sviluppo delle dinamiche successive. In crescendo di sensibilità verso le altre etnie, animali e piante per poi abbandonare questioni mest e aiutare la diffusione della riabilitazione spirituale. Io credo che migliorando le singole prime dinamiche automaticamente si svilupperà il gruppo. Il lavoro che viene fatto è ottimo. Siamo già un gruppo, c’è solo la necessità di prenderne consapevolezza. Per quanti forti i traumi del passato abbiamo la tecnologia per maneggiarli.

      • toro seduto

        C’è il fatto che proprio la terza dinamica per la cofs è la giustificazione per tutte le sue nefandezze. Un Auditor lavora per tutte le dinamiche dei PC e dei Pre OT e Lui ( L’Auditor) è un essere di gran valore per tutte le sue dinamiche e, per quelle degli altri ,è un onore averlo. Non mi stanco poi di raccomandare di fare, fare, FARE, i consigli valgono zero, ricordiamo la domanda : e tu hai aiutato?

        • Marco

          Questi due ultimi commenti confermano che la conoscenza al riguardo della tech di 3° dinamica non è cosi reale e presente… come volevasi dimostrare.

          Seal, è vero che riabilitare la 1° din. è la prima cosa da fare, ma è falso che in automatico si sviluppi una 3° dinamica, in un ordine di grandezza tale da far fronte al decadimento sociale.
          Gli OT tendono a non organizzarsi, giusto perchè ogn’uno è cosi forte e “senza bisogno di nessuno” ; è un dato di LRH che ho ben capito perchè l’ho vissuto. Dunque una tech di 3° dinamica è forse più vitale (o cmq di importanza paragonabile) a quella che ripristina gli OT.

          Si Toro Seduto, io di sicuro ho aiutato… moltissimo nessun dubbio a riguardo, molto molto molto molto più di quello che avrei dovuto. Il mio enorme aiuto (in quantità di prodotto per me possibile) era un tentativo di salvare questo pianeta.

          La Cof$ per le sue nefandezze ha usato molto la IAS e la bufala delle Org. Ideali, e le campagne contro gli Psic, ecc. ecc…. IO LO SO MOLTO MOLTO BENE.
          Ma credo le nefandezze peggiori le abbia fatte a livello delle HGC, tech di auditing, rosso su bianco, con prezzi da disastro finaziario e tech alterata da mandarti in rovina spirituale (e se per questo anche con la perdita del corpo).

          Quel che è successo poi però, ed è quello che volevo dire, è che nel campo Indi la tech volumi rossi è stata risistemata e ripristinata correttamente (ed ovviamente, è un’ovvietà, l’auditor è l’individuo più di valore del pianeta); ma la tech volumi verdi? Non sembra ci siano molte persone che capiscano l’importanza e se ne occupi…

          Ma sta di fatto, è un fatto!!! che senza il risanamento di 3° dinamica (e intendo quello che intende LRH, la tecnologia dei gruppi: come far star insieme i gruppi, che poi producono la sanità e la giustizia sociale), non si andrà molto lontano…
          A quel punto ad un OT completo non resterà altro che constatare le condizioni sociali (in qui lui deve vivere)… e credo deciderà che quello che gli resta da fare è “spostarsi” in un altro luogo… e magari (come diceva LRH) “dare il via ad un altra linea genetica” (non so se qualcuno si ricorda questa policy).

          Quello che voglio dire è che l’obnosi dice che questo pianeta, persa la possibilità data dalle Org. di LRH, non ha più chance… quanto potrà durare questo manicomio di pianeta?
          Questo gli OT lo sanno e si comportano di conseguenza…

        • Marco

          Ad oggi le cose stanno molto peggio di come temeva LRH… quello che scrive in questo suo articolo sembra ora senz’altro una sottostima di quello che poteva succedere, ovvero di quelo che è successo.

          L’ EVOLUZIONE DEL TOTALITARISMO
          25 NOVEMBRE 1969

          “Il totalitarismo viene definito come “pertinente a un regime politico basato sulla subordinazione dell’individuo allo stato e sullo stretto controllo di tutti gli aspetti della vita e della capacità produttiva della nazione, specialmente con misure coercitive (come la censura ed il terrorismo)”.

          “ Poiché il totalitarismo è verosimilmente la forma di governo più detestata e quella più difficile da eliminare, si dovrebbe dedicare un po’ di attenzione al modo in cui il totalitarismo si evolve.”

          “La democrazia tende a prestarsi al tornaconto di gruppi di interesse privato, in molti modi, il più evidente dei quali è la necessità che ha un candidato di finanziare la propria campagna elettorale. Alcuni di questi candidati per cariche democratiche non potrebbero affatto presentare la candidatura senza i fondi o l’influenza forniti da “gruppi di interesse privato”.

          “In questo modo, il gruppo di interesse privato può comprarsi un portavoce che sostenga i suoi fini, perché il politico, per onesto che sia, scoprirà di essere a quel punto tenuto a esprimere certe opinioni e adottare certe misure e a sfidare gli oppositori di quel gruppo d’interesse privato che gli ha fornito influenza e denaro perché lui potesse vincere le elezioni o la carica.

          In questo modo, man mano che la democrazia si deteriora cadendo nelle mani di interessi privati tende a non essere più una democrazia che nasce dal popolo, che è nell’interesse del popolo e che è gestita dal popolo (che rappresenta più del 92 percento), ma che nasce dai gruppi di interesse privato, che è nell’interesse dei gruppi di interesse privato e che è gestita dai gruppi di interesse privato (che sono meno dell’8 percento della popolazione totale).

          Persino il politico onesto, inconsapevole del fatto che un suo collega passa informazioni false e pressioni provenienti da una fonte nascosta, può essere portato a vacillare dai gruppi di interesse privato.

          Tali gruppi spesso controllano i canali della stampa. S’infiltrano anche in gruppi d’interesse generale e pubblicizzano alcune versioni delle loro idee fisse camuffati da membri di un gruppo d’interesse generale fino a quel momento onesto. “
          ….
          “Di tanto in tanto nella storia, piccoli gruppi con idee fisse si sono alleati tra loro sufficientemente da infiltrare la vita politica, economica e sociale della nazione, e, approfittando di qualche disastro generale, sono emersi all’improvviso come forza trionfante.

          I loro veri obiettivi rimasero dissimulati fino all’ultimissimo momento, quando la popolazione all’improvviso si rese conto di essere oppressa da uomini con interessi privati, che occupano tutti i posti chiave e hanno in pugno tutte le forze militari.

          A questo punto la libertà svanisce. La vita politica all’improvviso si solidifica diventando un’idea fissa. La coercizione ed il terrorismo schiacciano ogni opposizione.

          E nasce un regime totalitario.”

          “Tutte le nazioni occidentali sono in questo momento dominate completamente da un solo gruppo. Questi gestisce le cose abbastanza malamente (con tutta quell’inflazione e quel dare ordini in politica) che la grande maggioranza, privatamente, è convinta che questi tipi abbiano in mente qualcos’altro.

          La gente è preoccupata. Forse a ragione, forse a torto. Ma questo gruppo ora attinge direttamente, decisamente e senza pietà, alla tasca di tutti gli uomini delle nazioni occidentali.”

          “In base alle documentazioni, i gruppi di copertura psichiatrici sono gruppi di interesse privato. Continuano a parlare ininterrottamente al pubblico di salute mentale. Ma, in ogni meeting e nelle pubblicazioni destinate alla loro cerchia privata più esclusiva, le cose di cui parlano e a cui prestano orecchio sono: l’eliminazione di tutti i confini, la distruzione di tutte le costituzioni e di altre questioni politiche il che non denota altro che la loro ambizione di dominare il mondo.”

          “E quando esaminate il loro sistema di coercizione e di terrorismo e il loro incessante sforzo politico per espanderlo, state osservando direttamente un totalitarismo voluto. Quel che è peggio è che abbracciano addirittura le idee di tutti i passati profeti del totalitarismo, sino al Conte di Saint Simon.

          Questo è certamente ridicolo, non è vero? Certo che lo è. Ma ricordate quanto il mondo all’inizio aveva riso di Hitler?

          E il 1984 di George Orwell è basato esclusivamente su ciò che succederebbe se i gruppi di interesse privato prendessero in mano il mondo. “

      • GB

        Andando avanti sul ponte riconosco anch’io l’importanza del contesto sociale. Avere un ambiente con una buona ARC e senza invalidazione di KRC permette di esprimere al meglio le proprie potenzialità. Questo, ovviamente, vale per tutti. Ma da Clear in su credo che aumenti questa necessità. Almeno, per me è così.
        Una buona terza dinamica permette di avere un contesto di questo tipo. Inoltre la terza dinamica ha lo scopo, in Scientology, anche di lavorare per tutta l’umanità. È una scena ideale che va (giustamente) ricordata.
        Sì penso anch’io sia il punto debole del campo indipendente. Ma ciò non significa lo debba essere per sempre.

  7. MISTER X

    Di lavoro da fare ce n’è parecchio. E’ encomiabile chi traduce materiali come le conferenze di classe 8, per esempio, che sono solo in Inglese. So che qualcuno ha già scannerizzato le trascrizioni delle conferenze dei fondamenti e congressi e che sono disponibili per chi le desidera. Ci sono anche le conferenze della traccia intera e quelle dei livelli 0-4 e Ned in italiano .Chi vuole contribuire può farlo di propria scelta.Se qualcuno desidera acquistare materiale a prezzi ridotti ce n’è una caterva.

    • Libero

      Non possono essere venduti i materiali dei libri copiati. Possono essere letti i materiali originali che qualcuno ha acquistato. Ďiverso per i livelli OT che sono liberi. Almeno è quella che ho capito dallè sentenze…

      • MISTER X

        Per la “chiesa” è un overt anche prestare materiali. Vendere materiali che tu hai acquistato è un atto gravissimo perchè è la “chiesa” che deve vendere . Se la legge dice che puoi venderli perchè sono tuoi ,noi sappiamo che la “chiesa” è contraria . Ecco perchè viene considerata una setta perchè le sue riunioni e decisioni sono nascoste e mostrano allo Stato un’apparenza falsa di ciò che sono.E’ la “chiesa” che ha spinto la distruzione di tutti i libri precedenti ai fondamenti. La “chiesa” si gira tutte le leggi a proprio vantaggio e le leggi sono valide solo finchè le fanno comodo . Cioè tu non ne sei proprietario veramente. Per esempio l’ultimo meter che la chiesa sta usando ha all’interno un computer. Tale computer dopo l’acquisto ti permette di usare per 1 mese il meter ed inizia un conteggio alla rovescia. Se tu in quel mese non l’hai registrato ,mettendoti in comm con loro, il meter si blocca e non è operativo. Naturalmente lo scopo ufficiale è che loro ti garantiscono 1 anno di funzionamento standard mentre lo scopo occulto è che tu durante la registrazione fornisca il tuo numero di tessera di socio ecc.ecc.In poche parole tu hai acquistato il meter a 5.000 euro ma non è veramente tuo e viene controllato e spennato annualmente. Per quanto riguarda noi come 3 dinamica o gruppo …NOI siamo un gruppo . Non abbiamo necessità che ci diano un hat. Noi decidiamo il nostro hat . Ognuno deve fare il proprio hat e deve sentire di essere quell’hat. Servono tante persone e coordinandoci raggiungeremmo dei grossi risultati. Ci sono C/S,Auditor ,Supervisori ,Traduttori,ecc. Attualmente credo che sia importante che ciascuno di noi faccia qualcosa e che aiuti come membro del gruppo indi.

        • Marco

          Ottimo commento GB, è esattamente quello che cercavo di dire.

          Vero mister X noi siamo un gruppo! Un gruppo eccezionale direi.

          Ovviamente facciamo quel che possiamo, onestamente e al meglio delle ns. possibilità (conciliando lavoro, famiglia, gruppo, ecc.).

          Quel che mi ha deluso (oggi dopo una vita d’impegno mi ritrovo un pò deluso), e un pò mi delude tuttora (ma questa delusione è una mia faccenda personale che sto cercando di capire) è il fallimento della possibilità (in cui ho creduto e fatto molto) di fare qualcosa per questa umanità, ma ad un livello di “ordini di grandezza” adeguati.
          Questo è il punto su cui io sono in cerca di comprensione: “ordini di grandezza” adeguati. Ovvero NOI siamo una goccia nell’oceano.

          Infatti dicevo (è da un pò di tempo che sostengo questa vision) che NOI facciamo il meglio che possiamo, ed una chance ce l’abbiamo. Ma ho previsione (osservando i numeri e le potenzialità) che l’umanità (a causa degli SP planetari sempre molto impegnati) andrà ancora più avvitata in una spirale discendente.

          Il “problema” , una mia “difficoltà”, è che avere questa consapevolezza (perchè di consapevolezza si tratta) da un pò di angoscia (solo un pò, sono solo molto dispiaciuto).
          E’ come se dall’alto di una montagna si osservasse a valle lo sfacelo di una favela umana in crescita continua… una confusione senza regole e senza indirizzo (confusione voluta dagli SP… lora pplicano il: “dividi et impera”) e con il crimine che imperversa sempre più.

          Dunque… sempre avanti sul Ponte e sull’addestramento, ovviamente; ma consapevoli di come stanno andando le cose a livello sociale… perchè questa consapevolezza ci potrebbe far impegnare un pò di più (qualsiasi piccola cosa) nel Fare anche a livello sociale.

          • Marco, gli “ordini di grandezza” di cui parli sono una illusione che la chiesa ci ha fatto credere esistessero in tutti quegli anni in cui noi le abbiamo dato fiducia. Noi ce ne siamo accorti, e meno male, pensa a quanti ancora sono dentro e si sorbiscono le statistiche farlocche ammannite ad ogni piè sospinto. Sono sempre di meno comunque quelli che ci credono, è innegabile come la chiesa si stia inesorabilmente rinsecchendo, come un frutto acidificato ed ammuffito.
            Se noi paragoniamo i numeri delle altre religioni con quelli della CofS vediamo bene come questi ultimi siano ben poca cosa. Ciò non toglie però l’incommensurabile valore che ha Scientology per questo universo.
            Ed è anche, se non soprattutto, per questo che noi agiamo per la sua libera diffusione ed espansione.
            Guido

          • Diogene

            Ma non era Hubbard che diceva (facendolo dire dal “nostro” bank, non dal suo) che “il gruppo è tutto e l’individuo è niente”? Ovviamente lui, da numero uno in comando, intendeva dire il contrario e cioè che è da un individuo che vengono generate le idee migliori (per lui indiscutibili) mentre un gruppo saprebbe solo fuorviarle e distruggerle. Credo sia in KSW, testo biblico della CoS.
            Infatti la CoS è ingessata (uso un termine carino) nella drammatica impossibilità di modificare una singola virgola di quello che LRH ha lasciato scritto anche 70 anni fa e dio non voglia che le sue direttive su come si tengono insieme i gruppi (e le persone annesse, connesse e disconnesse) vengano prese sul serio!
            La tecnologia di terza dinamica elaborata da LRH e portata avanti dalla CoS si ispira (perché qui di genio innovativo non si tratta) alla più spietata ideologia fascistoide che contraddistingue le sette.
            In definitiva, le direttive erano pensate per amministrare e controllare le organizzazioni di scn, in perenne contrasto con un mondo “wog” giudicato inetto ed immorale. Le prediche di LRH e dei suoi successori non parlano mai di qualcosa di bene che nel mondo reale si produce, ma puntano il dito contro il disfacimento dei valori civili e sociali. Il che fa ridere, se analizziamo come la church ha continuato a comportarsi al suo interno e quali risultati ha conseguito nel suo “chiarimento” del pianeta.
            Ormai non possono più nascondersi dietro una presunta superiorità morale come gruppo, ma è risaputo che anche loro sono parte della cricca che “amministra” il mondo. A questo serve la loro “tecnologia”.
            Fumarsi un po’ di scn di tanto in tanto per qualche tempo può essere stimolante, ma bisogna buttarsi il fumo dietro alla schiena e non davanti agli occhi. Se c’è nebbia, bisogna passarci attraverso oppure aspettare che il sole la squarci. E la realtà riemerge per chi la sa vedere.
            Perché l’uomo vede solo ciò che riesce a vedere, e tutto il resto che non può vedere lo “interpreta”, spesso sbagliando, a volte azzeccandoci.
            Questa non è solo un’intuizione filosofica, ma anche scientifica, dal momento che il genere umano percepisce la vita entro una gamma ben delimitata di “onde” o “stimoli”. Limiti che lo spirito aspira a superare.
            Quando degli individui sono pronti ad unirsi attorno a un’idea, si forma un gruppo che la “interpreta”, perché di quell’idea ognuno avrà la sua idea.
            Lo sbaglio che fanno le sette è di pretendere che “tutti” abbiano la stessa identica idea. Che è pure il sogno fallimentare di ogni regime dittatoriale.
            Da qui l’imposizione di regole assurde nel nome di giustizia e libertà.
            E l’involuzione del gruppo diventa inarrestabile.
            Personalmente, io non ho l’aspirazione di salvare il mondo, ma sono qui per comprenderlo. Il prossimo giro non mi spaventa. Futuro è adesso.

  8. MISTER X

    Chi ha parlato di vendere materiali copiati? La caterva di materiali sono materiali acquistati . Non c’è nessuna vendita di materiali non acquistati . La stragrande maggioranza sono materiali ancora incellofanati . Ma forse la Chiesa avrebbe da ridire anche sulla vendita di materiale acquistato.

    • Corretto Mister X, facciamo un pò di chiarezza:
      Un grande lavoro di traduzione di materiali di Scientology dall’inglese all’italiano è stato fatto e si continua a fare. Di pari passo va la digitalizzazione, anche di libri e materiali che la chiesa non sta più vendendo, basta guardare la loro patinatissima brochure per rendersene conto.
      Tali materiali, frutto del lavoro di tanti amici e collaboratori, NON sono in vendita, ma vengono messi a disposizione di coloro che ne abbisognano per proseguire sul loro ponte, sia dalla parte dell’auditing che da quella dell’addestramento. Vale il principio del:”contribuire al movimento”, in strettissima relazione con il principio dello Scambio (guardatevi la scala delle motivazioni (Scn 08, pag.346 ed.it.). Vale anche il principio di “Non dare le perle ai porci”, a nostro INSINDACABILE giudizio.
      Un abbraccio
      Guido
      p.s. Se qualcuno ha più copie di libri o altro di sua proprietà è ovviamente pienamente legittimato a metterli in vendita se lo vuole.

    • Libero

      Era solo per Precisare… cmq ho scritto più volte che per un eventuale accademia ho disponibili gratuitamente tutte le conferenze…

  9. Diogene

    Senza entrare nel merito di quanto le traduzioni vendute dalla CoS (con ampi guadagni) siano corrispondenti ai testi originali, non dobbiamo dimenticare l’enorme lavoro (pagato in briciole e coercizione) che le varie squadre di traduttori e revisori hanno portato a termine in numerose lingue, affinché fossero disponibili per i più disparati scopi.
    Anche quando postiamo citazioni o brani di LRH in italiano per avvalorare i nostri commenti, siano essi critici o compiacenti, dovremmo essere grati in primis a tutti quei talentuosi schiavetti che ci hanno permesso di essere così bene “informati” nell’idioma che conosciamo.
    Se da una parte c’è stata la necessità di divulgare le opere e i discorsi del fondatore (cosa che accomuna tutte le religioni e le ideologie), dall’altra parte la CoS ha costruito un’operazione commerciale con evidenti fini speculativi e non certo filantropici. La filantropia che Scn esprime è un paravento per l’incessante arricchimento dei suoi proprietari.
    Il fatto è che Scn ambisce ad essere una “chiesa” ma, nonostante gli alti livelli di spiritualità di cui si ammanta, in pratica si abbassa allo sfruttamento degli standard economici “wog” per raggiungere un “power” falso non solo in termini ultra-terreni ma anche materialistici.
    I nostri decennali contributi in denaro e collaborazione ci danno tutto il diritto di utilizzare i cosiddetti “materiali” di Scn per fini personali e comunitari.
    Noi (vecchi) sì che l’abbiamo fatto per un ideale filantropico e umanitario. Logico che, in una logica rovesciata, siamo noi gli SP al posto della Cof$.
    Abbiamo sponsorizzato “org ideali” di cui non si vede né l’inizio né la fine, abbiamo acquistato tutto ciò che venne pubblicato negli anni 70 – 80 -90 e poi agli albori del 2000 un certo DM voleva che buttassimo tutto nel cesso. Anche i “certificati” non gli andavano più bene, ma i soldi alla IAS quelli se li è presi finché non ce n’è stato più e allora, schifato dagli spiccioli, ha affondato le unghie thetaniche nei patrimoni milionari alla Tom C.
    E’ storia. Minimalista, ma storia. Che rende giustizia a tanti Indipendenti.
    C’è stata vita sul Pianeta Scientology.
    Considerata l’inevitabile estinzione dello Scientologist Certificato Standard, è probabile che l’evoluzione dalla specie passi da Scnst Indipendente a Scnst Individualista. Che non significa “egoista”, ma “in grado di valutare da se stesso ciò che è vero”.

  10. GB

    Quando si affronta l’argomento CofS noto poca KRC:

    “il 95% degli scientologist al momento sono inattivi e stanno a guardare, fuorviati ad un management che li rende effetto”.
    “Ogni critica aperta li porterebbe in Etica. Anche un solo scherzo fatto a cuor leggero li potrebbe ficcare nei guai per via della policy “Burloni e Denigratori”. Sono letteralmente spaventati di dire qualcosa pubblicamente su Scientology. Ed è il management di Scientology che impone tutto questo e li tiene soggiogati”.
    “Molti di coloro che sono in disaccordo col Management non lo direbbero mai pubblicamente, perché sono spaventati che il soggetto venga distrutto dai critici se gli viene concesso troppo aiuto”.

    La Chiesa di Scientology non è stata imposta all’umanità. Chi ne ha fatto parte è stato causa al suo interno, ha messo lì la sua KRC. Altrimenti non sarebbe nemmeno mai esistita. Vale anche per la CofS il principio dell’As-Is nel Not-Is e dell’Alter-isness? La stessa cosa valeva allora e vale ora, anche per chi ne è uscito. Chi ha dato soldi, energia e impegno l’ha fatto con la sua KRC. Chi ne è uscito ha utilizzato la sua KRC. Quindi non ci sono né vittime né carnefici. Ognuno ha ottenuto ciò che voleva. Chi ha perseverato stava facendo As-Is, Not-Is, Alter-Is? Qualsiasi cosa abbia fatto l’ha fatta lui. Ognuno è stato effetto delle proprie cause. Applichiamo Scientology per comprendere questa faccenda, altrimenti la mera opposizione alla CofS non fa altro che alimentare inutili GPM.

    Martin Luther King disse:
    “Se stai diritto e non pieghi la schiena nessuno ti può montare addosso”.
    Martin Luther King

    • luciano visconti

      Diogene for ever
      I tuoi commenti non sono mai banali. Condivido in toto
      Sei arguto e perspicace sei i miei pensieri ma purtroppo non la mia penna. Dio ( quale non so’ ) ci liberi dai salvatori di patria. Domenica in quel di Pontida ne ho visto un bel esempio.
      E come dici tu facciamoci un nuovo giro in barca ,l’importante é non prendere un barcone.
      Ciao.

    • Diogene

      Per come la vedo io, non si tratta di piangersi addosso, ma di rendere evidenza dei fatti che costituiscono la storia di scn. La trappola non deve scattare per le nuove generazioni. E’ una versione del vecchio saggio consiglio di non credere che sia tutto oro quello che luccica.
      Non mi sono mai sognato di fermare qualcuno che volesse migliorare se stesso e la società, ma aiutare qualcuno ad osservare qualcosa da punti di vista diversi mi sembra doveroso.
      Sono d’accordo che ciascuno ha la sua KRC da mettere in pratica, ma questo è proprio ciò che qualifica ciascuno per quel che è.
      La vita è altra cosa da un ago che oscilla.

      • GB

        “Il concetto delle dinamiche può essere usato con grande effetto per determinare il corso di azione da intraprendere in ogni situazione data – in altre parole, l’etica personale. Il sistema di etica Scientology può essere facilmente riassunto dalla seguente equazione. Le azioni giuste o buone sono quelle che risultano nel maggior bene sul maggior numero di dinamiche e il minor danno sul maggior numero di dinamiche. Le azioni sbagliate o cattive, il contrario. Nel corso degli anni sono riuscito ad aiutare altri a superare in modo più che soddisfacente molte difficoltà personali educandoli semplicemente su questa formula e incoraggiandoli ad applicarla.
        Il metodo funziona bene quando ci si attiene al consiglio di Hubbard secondo cui nessuna dinamica ha importanza superiore a un’altra – tutte hanno la medesima importanza e valore. Ma qui c’è uno dei primi e più importanti paradossi che avrei incontrato in Scientology, che potrebbe essere il punto centrale della dicotomia esistente tra la filosofia/tecnologia Scientology e la cultura/organizzazione Scientology. Il primo e più distintivo punto dell’ethos di uno scientologist della Sea Org o dello staff di Scientology è l’adozione dell’idea che la terza dinamica – il gruppo – predomina su tutte le altre. Più specificamente, la terza dinamica della società Scientology, l’organizzazione Scientology e più nello specifico la Sea Organization, hanno la precedenza su tutte le altre dinamiche o persino su combinazioni di dinamiche.
        Questa era una verità accettata e mantenuta, a prescindere dal fatto che gli scritti di Hubbard affermino che un atteggiamento da “il gruppo è tutto e l’individuo è niente” è forse il peggior anatema immaginabile. Benché non esista alcuno scritto Scientology specifico che dica che il gruppo vince su tutte le altre dinamiche della persona, il concetto è diventato talmente condiviso da essere palpabile. Succede una cosa di questo tipo: “siccome Scientology è la sola tecnologia che può liberare un individuo su tutte le dinamiche, essa – e le organizzazioni che la diffondono – sono più importanti delle dinamiche stesse”. Tra gli scientologist questo concetto è talmente condiviso da portare un suo corollario di verità: tra gli scientologist, i fini dell’organizzazione giustificano sempre i mezzi per raggiungerli.
        Questa è la lezione numero uno del membro della Sea Org. Tra i membri della Sea Org è motivo d’orgoglio ed è considerato il maggior fattore che li distingue dai non-membri. È una credenza così fermamente mantenuta che i suoi membri considerano il personale normale di Scientology, e gli scientologist del pubblico (fedeli laici), una classe inferiore dell’essere – solo per quella singola distinzione.”
        Da Memoirs of a Scientology Warrior di
        Marty Rathbun.

    • Marco

      La Chiesa di Scientology non è stata imposta all’umanità. Chi ne ha fatto parte è stato causa al suo interno, ha messo lì la sua KRC. Altrimenti non sarebbe nemmeno mai esistita. Vale anche per la CofS il principio dell’As-Is nel Not-Is e dell’Alter-isness? La stessa cosa valeva allora e vale ora, anche per chi ne è uscito. Chi ha dato soldi, energia e impegno l’ha fatto con la sua KRC. Chi ne è uscito ha utilizzato la sua KRC. Quindi non ci sono né vittime né carnefici.
      Caro GB, non è proprio come dici, credimi quello che dici tu NON è Scientology… anzi questo punto di vista è proprio quello che diceva/dice la Setta di Scn di DM.

      Bisogna tenere le cose semplici e osservare come sono andati i fatti con la più semplice delle obnosis.

      KRC è Conoscenza Responsabilità Controllo; la 1° cosa da osservare in modo semplice è la Conoscenza: che razza di Conoscenza puoi avere(aver avuto da una Setta? Falsità e mistificazioni. Che razza di R e C puoi poi applicare di conseguenza?

      Una persona che riceve mezze verità e mezze informazioni in una materia che non conosce e poi si comporta in base a quella conoscenza alterata… è destinato a sbagliare… anche moltissimo.
      Se una nave deve andare dal Portogallo al Brasile, ma gli danno una rotta sbagliata anche solo di 1-2gradi … quanto fuori obiettivo finirà quella nave?

      Ricordati che i più grandi esperti tecnici, persino parenti ed amici intimi di LRH (per esempio David Mayo), sono stati massacrati dalla Organizzazione di DM (appoggiato senz’altro da grandi forze cospiratrici ben più grandi e potenti di DM)… cosa dire a costoro… Ognuno è stato effetto delle proprie cause. ?

      C’è qualche mal comprensione che confonde…

      La setta di DM fa vittime in continuazione… cosa facciamo? Per non fare opposizione, altrimenti si alimentano GPM, lasciamo che ogn’uno segua il suo destino?
      Io direi di usare un po’ di buon senso e semplicità… se ho un amico che si fa abbindolare dalla setta DM, io glielo dico eccome glielo dico…

      Cosi come dico a tutti i miei amici che le banche centrali ci stanno truffando in modo grave e soprafacente… senza nessuno che sappia come e perché.
      Anche in questo caso “ogn’uno è effetto delle proprie cause”?
      No, non è cosi: prima della KRC viene la tecnologia di Depitiessing, tech che ti dice “individua CHI”. Ma ancora prima di individuare CHI, c’è bisogno di essere istruiti sui meccanismi delle trappole a cui sei soggetto… c’è bisogno di sapere anche il Come ed il Perché, oltre che il Chi.

      Dunque non si risolve dicendo “ogn’uno è effetto delle proprie cause” … altrimenti un giocatore a cui viene rotta una caviglia a causa di un calcione dell’avversario sullo suo stinco, potrebbe incavolarsi… o forse a quel punto non servirebbe un arbitro… tanto ogn’uno è causa delle sue rotture.

      Alla fin fine “ogn’uno è effetto delle sue cause” introduce la legge della giungla.

      • luciano visconti

        Il maggior bene x il maggior numero di dinamiche ecc ecc in teoria é perfetto,ma il piu delle volte al lato pratico non è cosi. Come diceva Diogene i punti di vista sono infiniti,e valutare tutto prima di agire porta all’immobilità o alla fusione sinapsi neuroni bumm.La chiesa usa questo assioma x intrappolare non x liberare
        Salvare la pecora smarrita é un cattivo uso di questo assioma eppure Gesu l’ha fatto non conosceva la tecnologia ?
        Far del bene ,far andare bene le cose é importante ma non deve diventare schematico , unilaterale ma pandeterminato ( nel possibile )

      • GB

        Non sono d’accordo. Sono invece molto d’accordo con la S&D di Mc Master:
        “su questo “Chi o che cosa ……… (item) rappresenterebbe?” il pc invariabilmente trovava  un “Che cosa” in relazione al suo proprio comportamento o alla sua propria condizione di esistenza che veniva restimolata dalle azioni dell’altra persona e che faceva comparire i sintomi di ciò che si sarebbe chiamato più tardi “Fonte Potenziale di Guai” o PTS.”
        Non è un caso che questa ricerca sia stata svolta in concomitanza con i procedimenti di Power dove il pc riabilita il suo KRC.
        Individuare il Chi porta ad una deriva paranoica, che è ciò che accaduto alla CofS dopo il 1965.
        Individuare il Cosa porta alla salute mentale, perché riabilita la causatività, il triangolo di KRC.
        L’ambiente della CofS è molto paranoico, noi siamo sani e salvatori, tutti gli altri insani e nemici. Di fatto è un pensiero vittimistico e persecutorio. Per continuare a stare lì dentro la devi pensare così. E questo è molto insano…
        Mc Master era nel giusto con la sua ricerca e quello è stato un punto di svolta molto importante. Se la sua ricerca fosse stata approvata la CofS non sarebbe diventata ciò che è stata dopo il 1965. Ma Hubbard non poteva accettare quell’idea, altrimenti avrebbe dovuto chiedersi anche lui il Cosa, anziché il Chi…

        • Marco

          Va beh, adesso “un altro” è sempre meglio di LRH…
          Mc Master è meglio di …
          Ma nel dubbio io direi che applicare buon senso sia la cosa migliore.

          “Il pc trovava sempre un “che cosa” in relazione alla sua condizione…”

          Mah, forse questo potrà essere vero in alcune situazioni; ma che dire di una persona che è schiavizzata (possiamo prendere ad esempio lo schiavo africano del 18° secolo, rapito ed imprigionato) contro la sua volontà e la cui schiavizzazione lo annienta come Essere umano e thetan? Troverà un “Cosa” od un “Chi”.

          Io non ho molto approfondito questo argomento S&D di Mc Master, ma mi pare che i maneggiamenti PTS di LRH, come insegnati nei corsi PTS/SP Course abbiano sempre funzionato…

          Inoltre direi che sono perplesso, perché questa “nuova” scoperta di Mc Master, rivoluziona anche tutta la tech di Etica, basata sull’evidenza che ci sono personalità soppressive che lavorano per la rovina dei sui simili, oltre che basata sul cattivo comportamento casuale e/o momentaneo (non costante come un SP) di ogni singolo Essere umano.

          Per avere un As-Is bisogna identificare ben bene : “Chi ha fatto (o non fatto) Cosa”. Altrimenti dobbiamo vivere sulla possibilità che esistano “influenze nascoste” (il cercare “che cosa” hai nella mente) che non essendo immediatamente identificabili lasciano aperte molte incertezze…

          Se vedo un bambino che all’uscita dalla scuola sempre è giù di tono (o peggio), mentre a casa non lo è mai stato, sospetto che qualcuno “CHI” lo sopprima in qualche modo… non mi chiedo “che cosa” lo mette ad effetto rispetto alla scuola che frequenta, mi chiedo Chi lo sta valutando ed invalidando.

          Persino nelle sedute di auditing, se il pc non riceve i corretti riconoscimenti va ad effetto o in una lieve condizione PTS (ci sono HCOB e Conferenze che ne parlano correntemente)… per risolvere gli si chiede “CHI non ti ha dato riconoscimento” (o si cerca una scorrettezza di auditing), mica “cosa ti ha fatto essere effetto” … oppure si: “cosa ti ha mandato effetto?” “beh, non ho ricevuto un riconoscimento.” Fine della riparazione.

          Perché c’è una cosa da tener conto: un Essere ha un ben determinato e definito (molto bene da LRH) comportamento predefinito/predeterminato… che se viene violato lo fa abbacchiare.

          Ecco perché esiste la Seduta modello: esiste un modello e se viene violato ci sono delle conseguenze.

          Similmente: esiste un modello ottimale di comportamento da tenere con un Essere: se lo violi avrai delle reazioni negative.
          Tutto qua, semplice e di buon senso.

          Poi con le sedute si può anche provvede a togliere dalla mente dell’Essere tutte le cose che lo fanno reagir male rispetto ad un comportamentale ottimale…

          Ma innanzi tutto, “Le vie dello spirito sono infinite”.
          Ecco perché lui ne inventa o si associa ad alcune vie finite e stabilite.
          Dicasi gioco.

          Un gioco per essere giocato ha bisogno di stabilire delle regole… e per preservare il gioco c’è bisogno di identificare Chi viola le regole (saltuariamente o continuamente).

          • GB

            In questo blog quanti SP ci sono per la CofS? Ecco dove ha portato il Chi.
            Questa si chiama obnosi.
            Il Cosa ti dà sempre l’opportunità di “rafforzare” la tua causatività. E quando sei Causa, come dice M.L. King, non pieghi più la schiena.

          • GB

            Cerco di spiegare la cosa in modo semplice. Chi desidera approfondire trova qua l’articolo di John Mc Master:
            https://lareception.wordpress.com/2013/02/03/la-storia-della-s-d-di-john-mcmaster/#more-5665

            Martin Luther King disse:
            “Se stai diritto e non pieghi la schiena nessuno ti può montare addosso”.
            King parlava ai neri americani, quindi sapeva bene di cosa stava parlando.
            Individuare il Chi significa demonizzare l’uomo bianco. Risolve il problema? No. Che cosa accade? S’incrementa il conflitto sociale e l’uomo nero si ritroverà comunque a piegare la sua schiena.
            Individuare il Cosa significa capire che Cosa fai in relazione al Chi per cui ti può montare addosso. Questo risolve il problema perché capisci che se stai con la schiena dritta nessun Chi avrà potere su di te.

            Individuare il Chi non solo porta verso la paranoia, ma acuisce anche i GPM.
            Risolvere il Cosa non solo risana e aumenta KRC, ma contribuisce a risolvere anche il GPM. Perché? Perché è proprio nell’implant che ti viene suggerito il Cosa affinché vi sia opposizione ad un Chi.

          • Marco

            Anche Luter King ora è meglio che non la tech di LRH…

            individuare il Chi significa demonizzare l’uomo bianco. Risolve il problema? No.
            Ma chi l’ha detta questa cosa??? Individuare il CHI non demonizza, risolve!!!

            Se una persona è confusa, o non sa, perchè è schiavizzato (per esempio un bimbo nero nato in cattività/schiavizzato), magari pensa di esserlo per volontà divina. E mai si libererà delle catene.

            Se gli spieghi che i sui diritti sono violati, dall’uomo bianco che lo prende a calci o da una legge dell’uomo bianco, ecc. ecc. lui ora saprà il perchè ed il percome… e non pensarà più di essere un idiota che merita di essere schiavizzato.

            Anche un cittadino occidentale non merita la dittatura finaziaria da cui è soppresso… “come mai abbiamo tutti questi debiti pubblici e non comprano nemmeno più la carta igenica a scuola o all’ospedale? Beh, perchè il banchiere centrale ti sta truffando, crandoti un debito che in realtà non dovrebbe esistere/non esiste, tramite un sistema monetario alterato e pervertito controllato da loro”.
            Questa conoscenza/scoperta di CHI, risolve!!! Non crea paranoie!!!

            Lo schiavo nero che ora conosce i sui diritti, i sui diritti li vuole ripristinare… per ripristinarli deve combattere contro lo schiavizzatore?! Embeh, da che mondo e mondo si combatte per non essere soppressi da CHI che sia!!!

            Individuare il Chi non solo porta verso la paranoia, ma acuisce anche i GPM.
            Ma chi la dice questa cosa??? Questa non è la tecnologia PTS/SP!!!
            Ed è anche una cosa non di buon senso: se la mamma picchia regolarmente il figlio, trovare il CHI , facendo anche capire al bimbo che è la mamma che si comporta scorrettamente, risolve il problema, mica porta alla paranoia!!!

            Risolvere il Cosa non solo risana e aumenta KRC, ma contribuisce a risolvere anche il GPM. Perché? Perché è proprio nell’implant che ti viene suggerito il Cosa affinché vi sia opposizione ad un Chi.

            Ma di quale COSA siamo parlando?
            La mamma picchia il bambino! Quale cosa c’è da trovare?

            I GPM verranno risolti dopo che il tizio ha smesso di prenderle dalla mamma, o lo schiavo ha smesso di essere frustrato dallo schiavizzatore.

            Esiste ETICA che serve a mettere in grado una persona di essere audita; etica risolve le soppressioni in corso… e non crea paranoie.

            Le paranoie le crea l’SP (che ha sempre un nemico restimolato costantemente… poi lui dice agli altri che esiste un nemico, cosi crea una cerchia di SP in valenza).

            Se una persona ha uno scopo malvagio costantemente in restimolazione, è un SP ed andrà risolto con Etica: “smetti di sopprimere!”. GPM o non GPM che abbia in restimolazione.

  11. Interessanti questi punti di vista da voi espressi con questi ultimi commenti.
    Interessanti perché aprono al confronto ed al dialogo e così ognuno ne può trarre beneficio.
    E’ mia opinione che, con il nostro AGIRE ( non solo quindi con quando emerge o viene menzionato sul blog ), stiamo contribuendo non poco al porre in essere una RIFORMA di Scientology.
    E’ vero per esempio quanto scrive Diogene sulla tecnologia di terza dinamica che ha forti connotazioni fascistoide, consideriamo il periodo storico e le contingenze che l’hanno creata. Abbiamo tutti visto come la sua pedissequa ed acritica applicazione abbia creato quell’Idra ( mostro mitologico con tante teste ) che è la Chiesa di Scientology attuale e forgiato il “pensiero comune” dello scientologo medio, ottuso e bigotto.
    Ma nonostante ciò possiamo osservare nella società come scientologi usciti dalla chiesa siano stati in grado di applicare con intelligenza e compassione i principi sani della tecnologia amministrativa ( terza dinamica ) e creare gruppi di successo che operano per il bene ed un futuro migliore.
    Con un giusto equilibrio di organizzazione e individualismo creativo possiamo veramente porre in essere la Riforma di Scientology.
    Con buona pace dei nostri detrattori.
    Un abbraccio a tutti voi
    Guido

    • luciano visconti

      Tutte le religioni sono state riformate dopo la morte dei loro fondatori. E’un fatto.C’e’ sempre uno piu puro che ti epura e pure lui un giorno sara epurato da uno piu puro.

      • luciano visconti

        Tutta la tecnologia creata x migliorare e migliorarsi é un beneficio x l’uomo ,solo non funziona con tutti.Non siamo uguali siamo multilaterali .Basta osservare la moltitudine di discipline create,pensare di avere quella giusta e’ una barriera non si vive di solo pane………tutto puo servire se la ricerca é responsabile,sincera e senza doppi fini.

  12. Marco

    BRIEFING PER GLI AUDITOR DI REVISIONE
    Una conferenza tenuta il 14 ottobre 1965

    “Questo è un briefing per gli auditor di Revisione, 14 ottobre 1965.

    Tutta la situazione si riassume in quanto segue: ci sono tre dati che non sono riuscito ad insegnare alle org, alla Divisione Tecnica o ad altri.
    Ci sono tre dati.

    Questi dati non offrono alcuna alternativa, riserva o idea che “ci siano casi diversi”. Ci sono tre dati che sono dei veri portenti per quanto riguarda i casi.

    Vi dirò tuttavia quali sono questi tre dati che, a quanto pare, non riusciamo proprio a trasmettere… che non riesco affatto a trasmettervi.

    Il motivo per cui vi sto tenendo questo discorso è che in Revisione vi imbatterete continuamente in questi tre dati…
    Evidentemente la Divisione Tecnica non sarà riuscita a trasmetterli, oppure il resto dell’org o i supervisori non li hanno capiti.
    Oppure Etica non li capisce, sapete? Questi tre dati non li capiscono proprio!

    Il primo è che un TA alto equivale ad overrun, e che non c’è nessun altro motivo per un TA alto.
    Non ci sono 192 motivi diversi per un TA alto. Ce n’è solo uno: l’overrun.
    Questo è il solo motivo per cui si ha un TA alto. “

    “D’accordo, avete capito bene? C’è qualcosa di mal compreso? Qualche domanda in merito? Eh? No?

    Ora prendiamo il dato numero due, e questo è il principale argomento di cui vi voglio parlare.
    “Roller coaster” equivale a “persona soppressiva nei pressi di quella persona”.
    In altre parole, roller coaster: PTS.
    Se una persona fa roller coaster, è PTS.

    Una persona PTS, è legata a un soppressivo.

    Vi fornirò le esatte meccaniche della cosa. E ve le lascerò elaborare durante il vostro tempo libero.

    Si tratta di postulato-contropostulato, dell’anatomia di un problema.
    Ciò rientra, in effetti, nel Grado 1.
    Si tratta semplicemente di questo: postulato-contropostulato.
    Postulato in contrapposizione a postulato.

    Ecco la definizione e l’anatomia di un problema. E non c’è nessun altra definizione per un problema.

    Ci possono essere parecchi contropostulati, ce ne possono essere parecchi che vanno in questa direzione, così. Ma questa cosa equivarrebbe a parecchi problemi.
    Il problema centrale è sempre postulato- contropostulato.

    Quindi, il tizio aveva uno scopo nella vita che qualcuno ha soppresso.
    Oppure un tipo ha avuto uno scopo per ventiquattro ore e qualcuno ha soppresso quello scopo.

    In altre parole, il suo scopo era il suo postulato.
    L’altra persona, dicendo che lui non poteva farlo, rappresentava il contro postulato, mi seguite?

    Perciò questa è semplicemente l’anatomia di un problema. E rientra nel Grado I.

    E non c’è nessun’altra ragione per il roller coaster.

    Questo che vi sto presentando ora, è un dato del tipo “nessun altro”. Semplicemente non c’è nessun altro dato.

    Le persone non fanno roller coaster perché sono andate a finire in un engram; non fanno roller coaster perché l’auditor si è sbagliato a leggere l’azione.
    Le persone non fanno roller coaster perché loro padre era metodista, ed è stato morto fin dalla nascita. Capite?

    Per cui, come auditor di Revisione, non cascateci, neppure per due secondi, a pensare che ci siano altre ragioni per il roller coaster oltre a un postulato-contropostulato.
    Non ci sono altre ragioni.

    -L’SP è una versione di questo, è una versione di un problema che è un tipo speciale di problema. Ed è ciò che causa il suo roller coaster.-

    La persona, dall’ultimo suo miglioramento, si è imbattuta in una situazione di postulato-contro postulato.
    Il che la rende una fonte potenziale di guai.

    “Fonte potenziale di guai” significa che il caso andrà su e cadrà giù.
    Ed è una fonte di guai perché si turberà. E una fonte di guai, perché causerà guai. E un guaio per l’auditor, è un guaio per noi. È un guaio per se stesso e così via. E crea davvero dei guai.
    Questa denominazione è stata scelta molto accuratamente.

    L’SP, non crea guai, capite? Lui avvelena semplicemente l’intero universo.
    Ma non è lui a crear guai. Lui si limita a schiacciare. Qualcuno gli dice qualcosa… lui schiaccia.
    È la persona PTS a crear guai.

    Ora, questo rappresenta la struttura portante dell’etica.
    Non c’è altro per quanto riguarda l’etica…
    Lo scopo di base dell’etica è questo, cioè di esistere affinché la tecnologia sia “in”.

    Se mai vedete che l’etica viene usata in modo tale da impedire alla tecnologia di essere “in”, ciò significa che l’etica viene usata in un modo soppressivo.
    Il solo modo in cui si può usare l’etica in modo soppressivo è quello di usarla in modo tale da impedire alla tecnologia di essere “in”.
    Questo perché lo scopo dell’etica è di mettere la tecnologia in applicazione.

    Ma, nel processo di mettere in applicazione la tecnologia, molto spesso vi imbatterete in un roller coaster, cioè un caso che peggiora dopo essere migliorato, come niente, ieri, durante la seduta, il caso andava bene; arriva adesso per la seduta e va “in fallimento”.
    È un roller coaster.
    E, per questo, non c’è nessun’altra causa all’infuori di un postulato-contropostulato.

    Presto verrà reso disponibile un procedimento e uscirà un HCOB chiamato “Ricerca e scoperta”.
    E Ricerca e scoperta consiste semplicemente nel trovare le soppressioni che la persona ha subito nella vita. E, sfortunatamente, uno dei modi ad ampio raggio di scoprire queste cose produrrà in pochi minuti un Release sui problemi.

    Voi dite: “Qual è stato il tuo scopo principale nella vita? Grazie mille. Chi si è opposto ad esso? Grazie mille”. E su una grossa percentuale di casi, sapete: Release sui problemi! Capite?
    Si verificherebbe su un’interessante percentuale di casi.

    Naturalmente la persona non sa niente dei problemi, la persona non è stata ripulita sui problemi neanche lontanamente, ma avrà un release sul soggetto dei problemi e manterrà lo stato di release.
    Se voi a quel punto cercaste di percorrere dei problemi su di lei vi ritrovereste con un TA alto. Capite? Ha risolto tutti i loro problemi.

    Il modo di risolvere un problema è di scoprire la fonte del contropostulato.
    Si trova la fonte del contropostulato: ecco come si risolve un problema.

    L’uomo trova soluzioni ai problemi. In altre parole, mantiene il contropostulato e il proprio postulato al loro posto, non conoscendo la definizione di “problema” .

    E la ragione per cui vi ho fatto venire è semplicemente per darvi questo dato e dirvi che, anche se di tanto in tanto sentirete dire in giro che ci sono altre ragioni per il roller coaster, quella è una gran baggianata.
    Non è vero!
    Non ci sono altre ragioni per il roller coaster se non una condizione PTS.

    E questa è la manifestazione di un postulato-contropostulato.

    Avrete fatto caso che non ho detto per quanto tempo.
    Sapete, non è necessario che la persona sia stata PTS per due anni e mezzo prima di arrivare all’attenzione di Etica.
    Potrebbe essere stata PTS solamente per venti minuti. E molto interessante: si può fare overrun su una persona che sta cercando di dirvi che ha già raggiunto un punto di Release e la persona diventa PTS.
    Chi è il soppressivo?
    L’auditor. Non è interessante?

    Naturalmente si tratta semplicemente di un’azione soppressiva.
    Non si dichiara l’auditor “persona soppressiva”, mi seguite?
    Non dovete poi fare l’interminabile trafila di “il pc si deve separare dall’auditor e disconnettere…”. Sarebbe una sciocchezza bella e buona, no?

    Tuttavia le meccaniche sono presenti: roller coaster -PTS.

    Beh, il punto sta semplicemente in “Chi?”, “Dove?”, “Come?”, “Che cosa?” e questo è il vostro compito in Revisione.
    Potete usare il listing. Potete fare il listing degli scopi della persona. “Quale dei tuoi scopi è stato contrastato?”.

    Vorrei dire che, sfortunatamente, nell’occuparvi di queste cose, vi ritroverete tra le mani dei Release. Per cui, tenete gli occhi aperti! Mandateli ad attestare quando si verificano; si tratta di Release di Grado I.

    Ora, non permettete che qualcuno scuota la vostra certezza su questo dato secondo cui una persona che fa roller coaster è PTS.

    La definizione di PTS è: in connessione con una persona o azione soppressiva. Capite? Persona o azione.

    Un tipo può esercitare soppressione su qualcosa, inavvertitamente. State guidando e qualcuno vi taglia la strada; credetemi, se lo investite, state esercitando soppressione su di lui.
    Certamente non intendevate farlo e questo non fa di voi una persona soppressiva, mi seguite?

    Per cui semplicemente osservando questo fatto da un diretto punto di vista di meccaniche tecniche e così via, un roller coaster è PTS.
    Se non ci si occupa efficacemente di quella persona FTS, diventerà davvero una fonte di guai. Il nome “PTS” è molto adatto.

    Fate un overrun su qualcuno e… accidenti, allora sì che vi caccerete nei guai. Quella gente creerà guai. Sarà causa di guai di ogni genere.

    Perciò qual è la vostra considerazione principale quando vi occupate di chi vi viene inviato per una revisione da Etica o dall’HGC?
    Prontamente e immediatamente, la vostra considerazione principale è questa: la persona si è trovata alle prese con un’azione o persona soppressiva.

    E non fatevi dare di volta il cervello cercando di sistemare rotture di ARC e compatendo la persona per il fatto che è stata colpita così malamente.
    Niente di tutto ciò.
    Tutto quello che dovete fare è trovare la persona soppressiva.

    Ora, questa persona potrebbe essere stata soppressiva solamente per cinque minuti. Oppure potrebbe essere stata soppressiva per una vita intera. Tuttavia, se trovate quella giusta, si presenteranno all’istante dei buoni indicatori e… occhio: perché rischierete di produrre un Release, proprio lì per lì.

    State anche in guardia perché, tirando fuori l’SP riabiliterete, lo stato di Release di cui era stato fatto overrun. Capite?
    La persona si è presentata da voi con un TA alto e improvvisamente voi riconoscete che è anche PTS.

    La persona si sentiva meglio e ora si sente peggio. Beh, naturalmente la vostra azione consiste nel localizzare l’azione o la persona soppressiva. Potreste però ritrovarvi con un TA alto perché la persona ha avuto un overrun su un procedimento, ma ciò è pur sempre un’azione soppressiva.

    Quindi lasciando completamente da parte il fatto di riabilitare il procedimento, che cosa vi ritrovate fra le mani?

    Beh, una persona soppressiva non è qualcuno con le corna; è una persona che ha avuto un contropostulato nei confronti del pc di cui vi state occupando.

    Tuttavia una persona soppressiva che di regola è soppressiva nella vita, che invalida Scientology e che cerca di impedire alle persone di star bene e cose di questo genere è una minaccia sociale.
    Questa persona è un problema di competenza di Etica.

    Il vostro problema in Revisione è quello di trovarla.

    E se si tratta semplicemente di una soppressione momentanea, voi non dichiarerete qualcuno “persona soppressiva” perché accidentalmente ha fatto overrun su un pc e quest’ultimo ha detto: “Mi sento bene ora e non mi va di rispondere più a nessun comando di auditing”.
    “Beh, sarà meglio che tu risponda al prossimo comando di auditing.”
    “Non mi va di rispondere più a nessun comando di auditing.”
    “Beh, sarà meglio che tu risponda al prossimo comando di auditing.”

    Il pc si comporterà ora, in una certa misura, come una persona PTS.
    Non solo avete un Release che ha fatto overrun, o qualcosa del genere, in agguato lì in giro, ma per di più avete una persona PTS. Mi seguite?
    Per cui entrambe queste azioni dovrebbero essere risolte.

    Ma per favore, vi prego, non lasciate che qualcuno scuota la vostra sicurezza per quanto riguarda questo dato.

    Perché quando non si riesce a trovare l’SP in nessun modo, si accantona il dato, capite?
    Si accantona il dato.
    Si dice: “D’accordo. E successo perché ieri sera ha mangiato banane”.

    Beh, temo proprio che le persone non farebbero roller coaster in auditing per il semplice fatto di aver mangiato banane marce la sera prima.
    Non fanno roller coaster in auditing.

    Si dà il caso che stamattina non si senta troppo bene: beh, lui sa stramaledettamente perché. Se voleste essere un assoluto perfezionista a questo proposito, potreste dire: “Beh, chi ha insistito che tu mangiassi le banane?” e a quel punto probabilmente il suo male al pancino, sparirebbe. (Schiocco!)

    Ma una cosa simile è troppo irrilevante. Stiamo parlando di un vero roller coaster come Dio comanda.
    La persona stava andando bene; è stata audita a Londra e andava bene. Arriva qui e va male. Amici, ecco un roller coaster. Ci sono indicatori dappertutto, è un roller coaster. Lo vedete?
    La settimana scorsa andava abbastanza bene, questa settimana non va bene. Beh, è un roller coaster.

    E c’è sempre un’azione o una persona soppressiva, invariabilmente, inevitabilmente.

    Perciò il compito di Revisione, quando una persona PTS viene mandata in Revisione, è di trovarla.

    Come vi ho detto, può darsi che Revisione trovi anche un overrun… potrebbe trovare due cose, mentre ne cerca una.
    E l’unico errore che potete fare è, essendo presenti due cose, di trovare quella sbagliata e dire che la persona ora è a posto, quando invece l’altra cosa deve ancora essere risolta.

    Dovreste risolvere entrambe le cose. Se le cose sbagliate sono due, dovreste risolverle entrambe… se la persona ha avuto un overrun, ed è anche PTS a causa di qualcos’altro.

    Noterete che ogniqualvolta dite alla persona il soppressivo corretto, è come localizzare ed indicare la carica oltrepassata.

    Non è la stessa cosa di una rottura di ARC, non ingarbugliatevi confondendovi con le rotture di ARC, poiché una rottura di ARC consiste solo di cicli di comunicazione. E un altro paio di maniche. E voi non potete risolvere quelle cose.

    Ma il bello è che quella stessa tecnologia localizzerà e indicherà il soppressivo… la fonte della soppressione.
    Localizzate che cos’è, fate sì che il pc l’esamini, indicate che cos’è. Dovreste ottenere dei buoni indicatori.
    E dovreste ottenerli immediatamente. E il vostro elettrometro dovrebbe segnalare un blowdown. È inconfondibile.

    Ed ora, se la persona fa di nuovo roller coaster, non dite: “Non abbiamo trovato il soppressivo giusto”. Vuol dire che ce n’è un altro, ecco tutto.
    È semplice! Avete eseguito l’azione e i buoni indicatori si sono presentati tutti.
    La persona è stata bene per tre giorni e all’improvviso fa di nuovo roller coaster. E voi vi ritrovate la persona di nuovo tra le mani.

    Non permettete a nessuno di rimproverarvi e tu John, come Qual Sec, non permettere a nessuno di mettersi a rimproverare Qual per non aver trovato il soppressivo giusto. La persona ne era infestata!

    Dite: “Oh. puf puf, puf vuff vuff, niente, bah, bah, bah. C’era semplicemente un altro soppressivo da trovare, ecco tutto”.
    E voi tirate dritto e lo trovate.

    Se trovaste tutte le persone e le azioni soppressive presenti nella vita di una persona, avreste un Release sui problemi. E, come vi ho detto, talvolta e fin troppo spesso, ci sarà un Release sui problemi mentre le state cercando.

    • Diogene

      Eccellente bollettino, grazie Marco.
      Sembrerebbe alta tecnologia, eppure è semplice buon senso.
      Non è lesa maestà questa mia affermazione: è un sincero complimento per LRH.
      La mia prima cosiderazione mi riporta a quanto sia lunga la catena di “SP Occasionali” da Non-intenzionali ad Intenzionali che si trovano nelle Org di tutti i tipi.
      E sapete qual è la mia pazza deduzione? In auditing e sulle linee viene assolutamente proibito di confessare che ti senti “schiacciato” da Miscavige e da qualsiasi papavero che ti ha coscientemente o incoscientemente impedito di godere del tuo ultimo successo in auditing o sul posto o come scientologist attivo e dedicato. Avevi il goal di viaggiare velocemente sul Ponte? E “dal di dentro” qualcuno inventa regole a valanga per rallentarti o per impedirtelo.
      Motivo? Più a lungo ci stai e più soldoni ti mangiano.
      Poi magari arrivano al punto di “consigliarti” di divorziare da tua moglie, perché non ti permetterebbe di chiedere un altro prestito in banca. Sai per il bene delle dinamiche… ma sei PTS della classe media… Quali sono i tuoi overt? Ahi ahi!

      • Marco

        Già Diogene, è proprio cosi che è andato in scena per 30 anni (ormai sono decenni) il dramma con la Cof$/DM.
        Io addirittura ricordo la storia di un dentista americano (mi pare OT7 fatto) che aveva un socio… che ad un certo punto si è messo di traverso riguardo alla falla di denaro che il socio scientologo spendeva in donazioni IAS. La situazione per la IAS era diventata insopportabile: il dentista non aveva più disponibilità di fare donazioni. Cosi spazientita, la IAS gli disse: “devi risolvere la tua situazione (di non aver denaro da donare)!!!”
        Il tipo prese una pistola e sparo al socio… “situazione risolta Sir”.

        E cmq il melodramma nella cara chiesetta continua anche ora ad andare avanti, come da intenzione del comando. Un comando SP…
        Tutti colpevoli quelli che sono ancora li oggi a girare in tondo dentro alla setta? Io penso siano più dei “cervelli slavati” vittime di un piefraio magico. Hanno senz’altro delle colpe, ma la più grande è quella tipica di un Essere umano: un livello di coraggio e di confronto a livelli molto bassi.

        Ora la domada chiave che io potrei farmi con queste nuove istruzioni: in qualche modo mi sono causato (effetto della mia causa) di stare per 30 anni in questa organizzazione a delinquere…?
        Oppure ho subito truffe ed abusi continui a causa di un SP (o più SP) che mi ha abbindolato a causa della mia non conoscenza?
        Sono un truffato colpevole della truffa subita…? O sono un truffato e basta…?

        Per quel che ne so mi pare che pochi nascono già imparati… io di sicuro no. Dunque ne deduco che semplicemente sono stato abbindolato a causa della mia non conoscenza, causata tipicamente, questa è la ipotesi più probabile, dall’implant tra le vite.
        Ovvero a causa della mia non conoscenza e della strategia “carota-carota-bastone (all’inizio c’era più carota che bastone) attuata da una sopressione ben organizzata, ho creduto possibile quello che dicevano e li ho seguiti pensando dicessero delle verità.
        Mi sono fidato a causa delle molte verità che venivo a conoscere e che mi piacevano…

        FEDE SFIDUCIA SCN 8-8008

        Al fine di comprendere la Fede, si deve esser capaci di differenziare tra “Fede-In” e “Fede”.
        La differenza fra queste due condizioni sta nella direzione del flusso che, come riscontrato in precedenza, è la realtà stessa.

        “Fede-In” è un flusso entrante di accordo ed equivale a collocare la propria beingness e la propria doingness sotto il controllo di un altro ed è, in altre parole, il sacrificio dell’universo proprio.

        Questo è il meccanismo fondamentale per mezzo del quale, durante la traccia intera, i thetan sono stati arruolati in qualche causa o in qualche mistero e vi si sono arresi, rinunciando alla propria capacità e identità.

        Ne basta poco per causare un grosso effetto.

        È, in essenza, il trucco fondamentale dell’ipnotismo, perchè tramite questo si possono effettuare manipolazioni e ridurre le capacità di un soggetto per un qualsiasi scopo.

        La “Fede-In” sarebbe un flusso entrante e determinerebbe l’accettazione di una realtà che non è la propria.

        La “Fede” invece di per sé sarebbe priva di flusso, se un individuo fosse in un pieno stato di beingness.
        E in questa condizione egli potrebbe causare l’attuazione della “Fede” stessa nell’universo proprio, o potrebbe causare che altra gente abbia fede in lui.

        L’auditor troverà che una delle fasi più aberranti del preclear è stato l’insuccesso nel far sì che altri avessero fede in lui, ed ha passivamente accettato le loro pretese, su qualsiasi dinamica, che lui avesse fede in loro.

        Dal momento che è completamente vero che un individuo è di tono basso se non ha una vera “Fede”, si può facilmente approfittare di questo fatto.

        • Marco

          Dal momento che è completamente vero che un individuo è di tono basso se non ha una vera “Fede”, si può facilmente approfittare di questo fatto.
          Non è questa una spiegazione interessante, una buona spiegazione del perchè uno scinetologo è rimasto 30 anni (o continua a rimanere) nella chiesa satanica di DM?

          Per completare l’articolo di LRH:

          La sfiducia comincia ad instaurarsi come condizione nevrotica o psicotica a circa 1,5 .

          In realtà c’è un interscambio di Fede e Sfiducia sui vari livelli fino in fondo alla Scala del Tono ed esse si alternano l’una all’altra man mano che si entra sempre più in profondità nell’universo MEST.

          Il livello più basso di questa scala non è Sfiducia, ma piena Fede-In.
          Cioè la condizione nella quale si trova il MEST, che è completamente passivo nelle mani di qualsiasi scultore.

          L’auditor può aspettarsi che il preclear, man mano che s’innalza sulla Scala del Tono, passi attraverso le varie sfumature di sfiducia e le varie sfumature di Fede.

          Questo spesso turba notevolmente il preclear, perché non riesce a farsi l’idea che sta salendo di tono.

          Va messo ben in evidenza il fatto che un preclear, quando all’inizio è di tono basso, passerà inevitabilmente attraverso vari stati di repulsione per l’universo MEST e poi per l’universo proprio.

          La repulsione che può concepire può diventare incredibilmente angosciosa per lui.

          Quando si manifesta questa condizione, l’auditor può essere rassicurato dal fatto che il preclear sta salendo la scala e che si è semplicemente imbattuto in uno dei livelli di questa colonna. Ma anche che un livello più alto e più agevole farà seguito immediatamente, via via che il procedimento viene continuato.

          Il problema sta semplicemente nell’inversioni di flusso: se l’auditor sta percorrendo flussi, scoprirà che un flusso entrante viene presto seguito da un flusso uscente e questo flusso uscente è presto seguito da un altro flusso entrante.

          Questi sono, in essenza, accordi e disaccordi che si alternano l’uno con l’altro e ognuno è sempre leggermente più alto dell’ultimo sulla Scala del Tono.

          Tutto filerebbe liscio… se non che la tech è stata furbamente alterata, essenzialmente per non permettere al pc di innalzarsi al di sopra di un certo livello di tono… giusto perchè in questo modo il pc/preOt continua ad avere una prevalenza di “Fede-In”, anzichè arrivare finalmente alla realixzzazione della “Fede” e basta.

        • Diogene

          Caro Marco, il testo che hai citato riguardo al meccanismo Fede-in e Fede si abbina molto bene alle tue osservazioni.
          Prima avviene un graduale indottrinamento a cui devi aderire senza manifestare dubbi e incertezze. Appare tutto logico e necessario, sei contento di apprendere cose da applicare positivamente alla tua vita.
          A questo entusiasmo segue un forzato cambiamento del tuo modo di vedere il mondo.
          Quando sei pronto e disposto a guardare il mondo con gli occhi del tuo guru, è il suo mondo che vedi e non più il tuo.
          A quel punto faresti tutto quello che lui dice di fare.
          La “fede” che avevi (o avresti aver avuto) in te l’hai cambiata nella “fede in” quel personaggio o quella dottrina che ormai hai fatto tua. Tecnicamente, come dice LRH, sei ipnotizzato.
          Così è LRH stesso che qui spiega perché è difficile che le vittime di Scn e di altre Sette si risveglino con la capacità di contrapporre il loro proprio universo a quello che è stato loro imposto o al quale hanno totalmente aderito. L’universo di queste persone è collassato e si è fuso con quello disegnato dalla dottrina e mantenuto dai meccanismi di una specifica organizzazione.
          C’è da chiedersi quanto questo “convincimento ipnotico” sia comunemente usato anche nelle società esistenti sulla Terra.
          Certamente veniamo tutti instradati in qualche direzione, anche se qualche voce critica si permette ancora di levarsi.
          Fino al secolo scorso l’ipnotismo si operava sulle masse, ma non riusciva a raggiungere i disinformati e gli analfabeti, che dovevano quindi essere domati con la forza e il rigore. Da qualche decennio l’ipnosi viene inculcata massicciamente ma singolarmente tramite apparecchiature elettroniche, telefoni cellulari, applicazioni apparentemente innocue che tutti prima o poi devono possedere per poter interagire nella società.
          Probabilmente il Grande Fratello è già operativo e il mondo dei nostri nipoti andrà ben oltre la nostra immaginazione.
          Dobbiamo proteggere e sviluppare l’individualità e il coraggio di essere “individui”: sociali, ma individui.
          La speranza (che io ritengo una certezza) sta nel fatto che si possono dominare gli uomini, le loro menti, ma non i thetan.
          Da qualunque situazione, qualcuno emergerà a fare quel passo avanti necessario a risollevare quel momento storico.
          Scientology si differenzia da altri trattati, perché si può leggere anche al contrario e mantiene un senso compiuto.
          Dipende da come la si vuole applicare, ma puoi mirare al bene o puoi mirare al male, alla spiritualità o al materialismo.
          Ad esempio, questo breve estratto da SCN 8-8008 contiene una quantità incredibile di informazioni che andrebbero esplorate in lungo e in largo, con esempi positivi e negativi del medesimo dato. Ci vuole esercizio per rendersene conto e un’imparzialità di giudizio per rilevare i distinguo.
          E’ una paginetta che mi ricorda le ormai desuete carte stradali. le aprivi sui diversi lati finchè appariva il quadro in tutta la sua ampiezza e lì dovevi trovare nelle diverse direzioni i luoghi dove le numerose strade potevano portare.
          Adesso tutta la “fede” si dà al navigatore satellitare. A che serve più un cervello?

          • Marco

            Bravo Diogene, un bellissimo commento veramente ben scritto (da archivire) che completa il ragionamento sul perchè una persona (molte persone), percettiva ed intelligente (da rilevare: “percettiva ed intelligente”) che si approccia, ad un certo livello di pratica mica en passant, a Scn , si ritrova intrappolata al suo interno senza più molta capacità di osservare (obnosis) e pensare con la propria testa.
            Conosco della gente brava capace ed intelligente che tutt’ora “persiste” nelle file della organizzazione DM, che da dei comandi di far questo di far quello, tecnicamente parlando, che veramente chinque capirebbe che non ha senso… : si può concludere che a suon di ceffoni e pugni in testa, sono stati fatti scendere a quel livello di “Fede-In” .
            Possiamo chiamare l’arrivo a quei livelli come “la realizzazione della dittatura spirituale”. Per fortuna i più sono riusciti a uscire e denunciare questa neffandezza di Setta.

    • GB

      Molto interessante questo briefing di Ron, tenuto proprio in quel periodo in cui era in atto la Search&Discovery.
      Molto interessante la questione del postulato-contropostulato.
      È come se il contropostulato rappresentasse non solo un’impedimento momentaneo per il pc, ma anche una sorta di restimolazione che, in teoria, potrebbe proseguire a lungo.
      Allora capisco cosa intendeva Ron con queste parole:
      “Le mete attuali di un preclear sono diverse migliaia di volte più aberrative di quelle impiantate.
      […]
      Fa quasi ridere osservare quanto duramente gli implanters lavorino, e quanto debbano sentire di commettere degli overt, ed il notare che se non fosse per le Masse da Problema sugli Scopi proprie di un thetan, non potrebbero farci niente di male. Quanto duramente lavorano. E tutto per nulla. Essi non sono la sorgente dell’aberrazione. Fanno semplicemente sembrare questo universo più spiacevole. E per quanto riguarda il creare l’aberrazione, loro non possono. Luci che addormentano, schermi, proiettori di immagini false, implant sugli scopi, tutti questi sono del tutto innoqui se comparati alle Masse da Problema sugli scopi proprie di un thetan. Una persona si aberra da sé. E se non l’avesse fatto lei, nessun altro potrebbe.
      […]
      LE METE PROPRIE DI UN PC SONO LA STRADA FINALE PER OT.”
      L. Ron Hubbard

  13. Caro Marco,
    non credo che GB intendesse affermare che M.L.King o McMaster sono migliori della tech di LRH, le conclusioni riguardo al Chi e al Come hanno un senso e non le trovo affatto in contrasto con quanto troviamo negli scritti di Ron.
    La mia esperienza come auditor del PTS/RD, oltre al fatto che, nel bene e nel male, è dal 1975 che studio e mi occupo di Scientology, mi fa giungere alla conclusione che trovare il Chi, cioè il soppressivo, dà indubbiamente molto sollievo ma non risolve completamente la situazione.
    Ci sono altri aspetti di questo problema (postulato-contropostulato) che devono essere analizzati e confrontati:
    Il postulato era pro-sopravvivenza? Per quali dinamiche? Era analitico o reattivo? Il che ci porta a considerare la Responsabilità (KRC) del PTS stesso e quanto è andato in accordo con il contropostulato.
    Quale azione o pensiero dell’altra persona ha esattamente soppresso il PTS? Se non si determina questo avviene una generalizzazione che crea antagonismi, odii, intolleranze, idee fisse e in genere ulteriore aberrazione.
    Comunque, anche senza auditing formale, applicando il buon vecchio buon senso e indubbiamente aiutati dalle nostre conoscenze, possiamo individuare nelle persone intorno a noi gli aspetti soppressivi, isolarli e se possibile maneggiarli.
    Se risultasse inevitabile ricreare ARC perdute, è nostro inalienabile diritto rifiutarsi di comunicare con tali persone.
    Ma non sarà per questo necessario odiarle e creare ulteriori GPM.
    Possiamo dare anche a loro amore che, come comunicazione positiva, è il solvente universale.
    Guido

    • Marco

      Si sono d’accordo Guido, hai detto cose saggie e corrette: ci sono molte situazioni e alle volte molto complesse, dunque con tante variabili da considerare.

      Ma è tutto scritto nel corso PTS/SP (la conferenza che ho postato parla molto chiaro), compreso il fatto che se il pc sbaglia a rapportarsi con il terminale che “sembra” lo sopprima, va istrito sui corretti modi di porsi e relazionarsi.

      E’ molto vero che spesso il pc può avere delle responsabilità per il suo subire e/o per il contrasto che ha in corso… e deve risolvere capendo cosa lui sta sbagliando. Vero.

      Ma dire che tutte le situazioni difficili che la persona ha, o ha avuto, sono “l’effetto della tua causa”, io trovo che è parecchio scorretto.
      Non sto dicendo che non possa essere, ma il più delle volte non è cosi.
      Oppure sarà vero quando sarai lassù, nell’aria rarefatta della vetta.

      Trovo anche scorretto dire che combattere contro le soppressioni crea/alimenta GPM… : difendersi contro le soppressioni costanti e continue (che esistono normalmente e regolarmente in questo pianeta) è una pratica corrente e di buon senso… e cmq di sicuro non è corretto porgere l’altra guancia.

      L’etica funziona su principi ed assiomi molto consolidati: se il pc commette errori/overt va istruito e corretto; se ha un’abberrazione per cui commette sempre gli stessi overt, vanno trovati gli scopi malvagi o scopi falsi, ecc. ecc.
      Ma se qualcuno nonostante tutto continua ad essere preso a calci nel culo, bisogna osservare che qualcuno gli da calci nel culo perchè… perchè è un bullo, od un violento, punto.
      Chiedersi perchè lui viene preso a calci nel culo è un “rimuginare” che non porta da nessuna parte.

      Perchè lui prende calci nel culo lo capirà più avanti, quando capirà che essere in un corpo di carne lo espone a prendere calci nel culo… ed allora vedrà i perchè ed i percome (gli errori subiti e commessi) lui è in un corpo di carne… e per giunta in un pianeta con cosi tante peculiarità negative.

      Un passo alla volta e con gradiente… tutti i nodi vengono al pettine.
      Con gradiente e con consapevolezza a salire.

      Grazie mille
      Ciao

    • GB

      “Il postulato era pro-sopravvivenza? Per quali dinamiche? Era analitico o reattivo? Il che ci porta a considerare la Responsabilità (KRC) del PTS stesso e quanto è andato in accordo con il contropostulato.
      Quale azione o pensiero dell’altra persona ha esattamente soppresso il PTS? Se non si determina questo avviene una generalizzazione che crea antagonismi, odii, intolleranze, idee fisse e in genere ulteriore aberrazione.”
      Grazie Guido per la precisazione. Questi elementi che hai indicato sono buoni perché vanno nella direzione di incrementare KRC.
      La questione dell’accordo è anche molto importante perché penso sia quello il punto in cui la questione fa key-in.
      La stessa cosa vale per l’ipnosi. Nessun soggetto sarebbe ipnotizzabile se non desse il suo accordo all’ipnotista.

  14. paolo facchinetti

    Quello che dice qui LRH è allineato e coerente con il bollettino di John McMaster citato da GB. Non c’era nient’altro da dire, correggere e aggiungere sull’argomento. Purtroppo non è stato così!

    • Diogene

      Grazie del “purtroppo”, Paolo.
      Propongo che d’ora in avanti vengano affissi sullo schermo del blog esclusivamente articoli firmati LRH, di modo che nessuno avrà più niente da obiettare o nulla per cui sbadigliare.
      Spero che Guido aggiorni la bacheca dei commenti con l’icona del pollice su. Solo quello “in su”, così ci allineiamo ad altri blog di successo.

      • paolo facchinetti

        Diogene forse non mi sono espresso chiaramente. Non mi riferivo ai commenti sul blog, ma agli altri scritti sul soggetto SP/PTS che si sono succeduti dopo quello riportato da Marco.

        • Diogene

          Non sono un tecnico, ma mi sento pienamente d’accordo con te per quanto riguarda il bollettino in questione.
          Pollice “like”.
          A Guido evitiamo di modificare il blog e noi continuiamo con il nostro spettegolamento quotidiano in stile “comunicare è bello anche se rompe”.
          (In verità, farsi capire è una gran fatica…)

          • Il blog penso vada bene così come è, abbiamo avuto un periodo in qui avevamo messo il bottone “mi piace” ma poi è stato tolto perché poteva creare divisioni piuttosto che condivisioni. Spesso in uno stesso commento ognuno di noi può trovare punti su cui è pienamente d’accordo e altri meno. Allora che fare, introdurre la percentuale di consenso?
            E’ giusto che in questa “arena” ci siano giochi con vari contendenti, ma del “sangue e arena” possiamo tranquillamente farne a meno!
            Non a caso vi risparmio molti commenti decisamente “sciocchini” che, se pubblicati, non farebbero altro che alimentare ego frustrati.
            Se uno è annoiato in questi caldi giorni d’inizio estate può sempre cimentarsi con la Settimana Enigmistica.
            Un abbraccio condomini!
            Guido

  15. Marco

    La Storia della S & D – di John McMaster
    Traduzione: Paul Winchester

    Estratti salienti…

    ” Verso la fine dell’estate del 1965 un messaggio ricevuto diceva: “Ron vuole che tu porti 6 dei tuoi migliori auditor di revisione nel suo ufficio oggi alle 5.15, puoi organizzare il tutto?”
    Quando fummo tutti lì, Ron disse che ci aveva convocati per una ragione specifica, e la ragione era sviluppare un particolare procedimento che voleva chiamare “Search and Discovery.”

    Ora, nell’auditing che stavamo facendo allora, che era principalmente i procedimenti di power e di power plus, avevamo dei casi che procedevano magnificamente e velocemente, ed altri che procedevano molto lentamente.

    Lui disse che ci doveva essere un certo fattore che in qualche modo premeva sui casi che si stavano muovendo lentamente, e questo procedimento avrebbe dovuto chiamarsi Search and Discovery semplicemente perché consisteva nel cercare e nello scoprire ed eliminare ciò che stava premendo sul caso lento e sul caso senza guadagni.

    E voleva che noi sviluppassimo una tecnologia tramite quale fare ciò nel modo più efficace. ”

    “Decidemmo che la domanda di listing doveva suonare più o meno così “Chi o Che Cosa ti sta causando delle difficoltà?”
    Si faceva poi una lista per ottenere un item di un certo tipo, ed infine si metteva questo item trovato in un “rappresenta” (“Chi o che cosa ……… (item) rappresenterebbe?”), e poi listare.”

    E su questo “Chi o che cosa ……… (item) rappresenterebbe?” il pc invariabilmente trovava un “Che cosa” in relazione al suo proprio comportamento o alla sua propria condizione di esistenza che veniva restimolata dalle azioni dell’altra persona e che faceva comparire i sintomi di ciò che si sarebbe chiamato più tardi “Fonte Potenziale di Guai” o PTS.

    Era un qualcosa che la persona aveva nella sua costruzione mentale, in un suo modello di comportamento, in una sua massa mentale, che aveva una sorta di magnetismo che influenzava il comportamento di una certa persona.

    L’altra persona faceva qualcosa, e quella particolare cosa, nell’intero modello mentale del pc, causava un turbamento e impediva al pc di guardare in modo così “chiaro” rispetto a come lui o lei sarebbero stati in grado di guardare, gli impediva di avere delle vittorie e di fare ciò che sarebbe stato in grado di fare.”

    Mi pare che il tutto si riduce a : ” L’altra persona faceva qualcosa, e quella particolare cosa, nell’intero modello mentale del pc, causava un turbamento e impediva al pc di guardare in modo così “chiaro” e direi che questa NON è una faccenda di soppressivo nella vita di una persona… è una faccenda di un pc che ha qualche particolarità mentale soggettiva.

    Se una persona lavora in ufficio con un uomo Nero/africano e questo gli causa delle difficoltà, fino a sentirsi impedito e tristissimo, non si può parlare di PTSness, ma di difficoltà soggettiva.
    Molto evidente che parliamo di altro, non di un SP che sopprime qualcuno.

    “Nei pc accadeva un incredibile miglioramento perché scoprivano che in realtà, quando erano cosiddetti “effetto” o “soppressi” di/da qualcun altro, era a causa di loro stessi e di qualcosa che loro stessi avevano che li forzava ad essere effetto del comportamento dell’altra persona.

    Ma c’era un’altra cosa che alcuni di loro scoprivano. Alcuni scoprivano che nei loro modelli di comportamento facevano delle cose e si comportavano in modo tale da spingere l’altra persona a commettere atti soppressivi nei loro confronti.

    Ad esempio, qui ci sono io. E, non durante la seduta di auditing, ma nella mia vita di ogni giorno, faccio qualcosa che regolarmente spinge un altro, che a sua volta ha qualcosa nel suo campo magnetico che il mio comportamento restimola, ad essere soppressivo verso di me, ed io in realtà lo sto causando.”

    Certo se insulti o denigri o ignori, ecc. ecc. un uomo di colore (giusto per rimanere nell’esempio precedente) che lavora con te, con cui hai a che fare regolarmente per lavoro, lui prima o dopo ti invalida di conseguenza (magari è ben più grosso di te)…
    Ma ancora una volta questa NON è una faccenda di un SP che sopprime.

    ”Quindi c’erano due aspetti che la gente cominciava a scoprire in questo auditing:

    1) Essi avevano qualcosa nel loro spazio che veniva restimolato dal comportamento di un’altra persona, e quando scoprivano ciò e lo spazzavano via, non erano più l’effetto del comportamento di quella persona; e

    2) loro stavano inconsapevolmente facendo qualcosa che spingeva l’altra persona ad agire in modo soppressivo nei loro confronti.

    E tutti coloro che venivano percorsi su questo procedimento, con il listing e il rappresenta, avevano di gran lunga più guadagni rispetto al correre su dall’Ufficiale di Etica e al disconnettere dalla cosiddetta persona soppressiva.”

    Anche qui è evidente che il pc non aveva ben chiaro cos’è una PTSness…
    ” loro stavano inconsapevolmente facendo qualcosa che spingeva l’altra persona ad agire in modo soppressivo nei loro confronti.”

    Questo è ascrivibile solo ad un cattivo indottrinamento/conoscenza di cosa sta facendo il pc per causare una reazione da parte di qualcuno…
    Se vado in centro e piscio in un angolo della piazza centrale, avrò delle reazioni “soppressive” da parte della gente e del vigile di quartiere… e ogni volta che poi la guardia o un negoziante del centro mi vedrà camminare nei paraggi, mi guarderà come un barbone da discriminare e controllare a vista (un esempio del tubo, ma da un’idea).

    ” La S & D come viene percorsa attualmente non dà un sollievo permanente o un release da alcunché. Ciò che fa è prolungare l’agonia della potenziale soppressione. Piuttosto che liberare di più la persona, in realtà la seppellisce, prolungando la condizione che predispone e precipita la soppressione.
    Questa “tecnologia standard” sta in realtà rovinando l’intero potenziale dei nostri obiettivi e delle nostre mete, perché sta spingendo via dalla vista ciò che eravamo stati fortunati a far emergere, quella cosa che stava predisponendo il pc a sentirsi soppresso.“

    Beh, non ho un gran commento da fare su queste affermazioni, si nota facilmente che c’è un astio di qualche tipo… perché NON è vero che la S&D che cerca una persona SP nel passato (o presente) è una tech che non da sollievo, o che peggio fa prolungare l’agonia.
    La conferenza che ho postato l’altro giorno è molto chiara…

    Se diamo credito a questo punto di vista di Mc Master, dobbiamo buttare alle ortiche tutto la tech PTS/SP , tutta la catalogazione (PTS tipo 1-2-3 e da A a J) e tutti i maneggiamenti conseguenti…

    Io direi che Mc Master è stato troppo perentorio e con un punto di vista assolutista che non prende in considerazione le moltissime sfumature che ci possono essere in una situazione difficile, di lentezza in auditing e/o di quant’altro.
    Sembra quasi lui ricada nel “tu puoi aver ragione”, dove si dice che una persona finisce spesso per essere più impegnata “ad aver ragione”, piuttosto che “cercare la verità”.
    Cose che comunque capitano regolarmente alle più grandi menti impegnate alla scoperta delle verità (succede in ogni campo di studio o ricerca), ovviamente questo vale anche per LRH.

    “La realtà è che da qualche parte del proprio apparato mentale c’è questa predisposizione ad essere soppresso, e quando essa precipita uno si comporta come una fonte potenziale di guai. Quindi, tirate fuori ciò che c’è in restimolazione ed eliminate completamente e per sempre le possibilità di essere soppressi in quel modo particolare.”

    “da qualche parte del proprio apparato mentale c’è questa predisposizione ad essere soppresso” Dunque nessuno ha mai ricevuto vere soppressioni? Perché tutto dipende dalla propria predisposizione? Allora possiamo buttare alle ortiche tutto ciò che finora abbiamo capito/imparato/appreso sulla soppressione?

    Ma per carità…
    Se ho un corpo che ha bisogno di mangiare tutti i giorni, ma mi viene impedito di mangiare a sufficienza dalle multinazionali che praticano l’ipercapitalismo (prendo spunto dall’attuale povertà dilagante) e dal governo che segue questa linea capitalista (mi riferisco al PD iper liberazionista, ovvero libertà di affamare e sfruttare i ceti più deboli), non credo che dire al povero affamato “soffri di fame perché nel tuo apparato mentale c’è in restimolazione il fatto di essere/rimanere intrappolato in un corpo di carne che ha bisogno di mangiare tutti i giorni”, sia di grande sollievo.

    Direi invece, che quello che c’è da fare per DePTSsare questo caso di povertà (dilagante), è far capire all’affamato che “qualcuno” trama contro il suo diritto di poter mangiare tutti i giorni… colpevole o meno lui sia di essere in una situazione difficile, a causa dell’aver sbagliato di aver assunto un corpo di carne da nutrire (che esempio truce…).

    Direi che questa teoria/tech di McMaster vale per alcune “cose” mentali, che però sono persistenti nella mente di chiunque…

    Io ultimamente “Odio” le tortore che tutto il giorno (dalle 5 del mattino) mi disturbano il sonno e il mio leggere un libro in giardino (veramente molto fastidiose. Ed io cos’ho pensato? Che ho una qualche mia soggettiva avversione “cosa mentale” che prima o poi risolverò… mica che le tortore mi stanno sopprimendo (è una puttanata di esempio per riderci su unpò).

    Io credo che i Gradi e Dn e quant’altro risolvono proprio queste “cose mentali”… direi cose definibili semplicemente come “roba” che c’è Bank e/o Caso.

    • paolo facchinetti

      Diciamo che l’auditing in generale serve a trovare e destimolare qualcosa di non immediatamente evidente a livello consapevole. In presenza di una soppressioNE o megli di una persona o gruppo evidentemente soppressivi non c’è bisogno di una S&D, ma piuttosto del RD della Persona Soppressa che comunque cerca di maneggiare la soppressione oggettiva audendo soggettivamente il PTS.

    • GB

      La S&D è stata svolta a Saint Hill. Non credo proprio lì vi fossero in giro SP a “mazziare” i PC (delle tortore di Saint Hill non saprei, ahahah). Tuttavia c’erano PC che non avevano guadagni. Ciò significa (1) che l’urgenza è costituita dalla presenza oggettiva del SP nella vita quotidiana del PC, nonostante ciò (ed è qui che entra in gioco la S&D) (2) il PC può non avere guadagni anche senza la presenza della SP.

      • Marco

        Ci sono 3 tipi di PTS: 1) l’SP è nel tempo presente e facilmente individuabile; 2) l’SP che il pc indica è solo l’apparente SP; 3) l’SP apparente è chiunque.

        La S&D, come esposta nel HCOB del 24/11/1965 , serve a trovare il vero SP, rispetto invece a quello apparente.
        Nel tipo 1 dunque non si applica, perchè il pc sa già chi lo sta sopprimendo.
        La S&D si applica solitamente nel tipo 2, perchè è più semplice da far comprendere al pc la situazione, e perchè il pc può andare in seduta;
        nel tipo 3 invece applicare una S&D è molto più complicato perchè il tipo 3 di solito non riesce ad andare in seduta.

        Questi dati sono nel HCOB del 24 NOVEMBRE 1965 intitolato “RICERCA E SCOPERTA”.

        Questo bollettino fa parte dell’ampio corso PTS/SP , un corso molto lungo e ben dettagliato che spiega i meccanismi della condizione, spiega dell’etica e della tech coinvolti in questo soggetto.

      • GB

        Marco mi riferivo alla S&D originale, quella risultante dalle ricerche del gruppo di Mc Master.

    • Marco

      BRIEFING PER GLI AUDITOR DI REVISIONE
      Una conferenza tenuta il 14 ottobre 1965
      “Roller coaster” equivale a “persona soppressiva nei pressi di quella persona”.
      In altre parole, roller coaster: PTS.
      Se una persona fa roller coaster, è PTS.
      Una persona PTS, è legata a un soppressivo.

      Vi fornirò le esatte meccaniche della cosa. E ve le lascerò elaborare durante il vostro tempo libero.
      Si tratta di postulato-contropostulato, dell’anatomia di un problema.
      Ciò rientra, in effetti, nel Grado 1.

      Si tratta semplicemente di questo: postulato-contropostulato.
      Postulato in contrapposizione a postulato.
      Ecco la definizione e l’anatomia di un problema. E non c’è nessun altra definizione per un problema.

      Ci possono essere parecchi contropostulati, ce ne possono essere parecchi che vanno in questa direzione, così. Ma questa cosa equivarrebbe a parecchi problemi.
      Il problema centrale è sempre postulato- contropostulato.

      Quindi, il tizio aveva uno scopo nella vita che qualcuno ha soppresso.
      Oppure un tipo ha avuto uno scopo per ventiquattro ore e qualcuno ha soppresso quello scopo.
      In altre parole, il suo scopo era il suo postulato.
      L’altra persona, dicendo che lui non poteva farlo, rappresentava il contro postulato, mi seguite?
      Perciò questa è semplicemente l’anatomia di un problema. E rientra nel Grado I.

      E non c’è nessun’altra ragione per il roller coaster.
      Questo che vi sto presentando ora, è un dato del tipo “nessun altro”. Semplicemente non c’è nessun altro dato.

      Le persone non fanno roller coaster perché sono andate a finire in un engram; non fanno roller coaster perché l’auditor si è sbagliato a leggere l’azione.
      Le persone non fanno roller coaster perché loro padre era metodista, ed è stato morto fin dalla nascita. Capite?

      Per cui, come auditor di Revisione, non cascateci, neppure per due secondi, a pensare che ci siano altre ragioni per il roller coaster oltre a un postulato-contropostulato.

      Non ci sono altre ragioni.

    • Nello scritto di McMaster e l’ accenno a questo gruppo di lavoro chiamato da Ron, ci sono i punti:

      1) Essi avevano qualcosa nel loro spazio che veniva restimolato dal comportamento di un’altra persona, e quando scoprivano ciò e lo spazzavano via, non erano più l’effetto del comportamento di quella persona; e

      2) loro stavano inconsapevolmente facendo qualcosa che spingeva l’altra persona ad agire in modo soppressivo nei loro confronti.

      l’ azione “Search and Discovery.” non sarà risolutiva per il caso difficile ma è interessante il punto dove viene evidenziato che il problema PTS/SP del caso difficile dove il PC fa qualcosa qualcosa che nasce dalla sua struttura mentale probabilmente che è al’ origine e alla base di quella struttura.
      La tech PTS/SP attuale è valida quella alla quale accenna MacMaster è probabilmente un procedimento che va con un listing alla base della struttura mentale del PC e lo colpisce in un particolare spazio OT in pratica è fu un gradino di auditing non adeguato al livello di caso. forse ha avuto sviluppo in ulteriori procedimenti vedi gli Ls nel 70.

      • GB

        Ciao David. Queste tue considerazioni sono interessanti, tuttavia non credo la S&D proposta da McMaster sia un gradiente troppo elevato. Questa ricerca è stata svolta partendo dalle evidenze dei guadagni e dagli stalli dei PC che stavano percorrendo i procedimenti di Power.
        Avendo io stesso percorso quei procedimenti ti assicuro che quel listing and nulling e ciò che maneggia sono perfettamente in linea col Power e Power Plus. Può darsi che vi siano delle attinenze anche con gli Ls, questo non sono in grado di dirlo perché non li ho fatti, ma so che possono essere intrapresi anche a quel punto del ponte, quindi i conti tornano.
        Ora dirò qualcosa che può essere poco reale, ma che trovo vero per me. Io penso che i livelli pre-OT inizino non da OT1 bensì dal Power. È da lì infatti che inizia la riabilitazione del Thetan. Ora io sto percorrendo il Clearing Course. Beh, sono d’accordo con L. Kin quando dice che se non sei Clear non è che lo diventi con quel procedimento. Non si tratta di un procedimento per diventare Clear. È invece un processing volto alla cancellazione di un “Mega Implant” che rappresenta il base-base di OT2. Un implant di proporzioni inimmaginabili.
        E, ora forse dirò una bestialità, ma è quello che penso, credo sia stato “aggirato” perché è talmente lungo e richiede una tale disciplina e scrupolisità che pochi lo avrebbero percorso fino alla fine… Il resto alle prossime puntate.

        • Marco

          Ora io sto percorrendo il Clearing Course. Beh, sono d’accordo con L. Kin quando dice che se non sei Clear non è che lo diventi con quel procedimento. Non si tratta di un procedimento per diventare Clear.
          Grazie GB per queste informazioni!

          Il C.C. non è un process per diventare Clear. Dunque tutti i discorsi fatti dai “seguaci” della “Tech sono fino al ’72” , che non diventi clear se non fai il clearing course, sono tutte fandonie!?

          Da questo tuo commento veniamo a sapere una cosa interessante, il CC non serve a raggiungere Clear; che però si trascina dietro una domanda interessante: chi non è diventato clear sul Ponte regolare, non su Dn, dove lo raggiungerà? Deve insistere su Dianetics o cosa?

          Grazie

          • GB

            Chi non ha attestato Clear dovrebbe fare il CC, perché avrebbe quei guadagni che non ha avuto prima e lo porterebbero a quella cog. Ho capito il perché, ma non posso spiegarlo sul blog…

        • Marco

          Non si tratta di un procedimento per diventare Clear. È invece un processing volto alla cancellazione di un “Mega Implant” che rappresenta il base-base di OT2. Un implant di proporzioni inimmaginabili.
          Interessante anche questa cosa GB…
          Domanda: se questo mega implant viene maneggiato sul CC (solo?)… ma la maggioranza della gente non fa il CC (perchè pensa che non serve, visto che è diventata clear sul Ponte standard), lo maneggia in un altro momento… o non lo maneggia più per niente? E, non è un peccato non maneggiarlo? OT2 avrà gli EP ugualmente?

          Grazie mille.

          • GB

            La questione sarebbe semplice da sipegare, ma non posso farlo sul blog…
            Sul CC sto eliminando una quantità di carica incredibile, session di un’ora che arrivano fino a 13 divisioni di TA. Hi avuto diverse cog molto interessanti connesse alla mia traccia e a come siamo stati incastrati per bene nel mest, facendoci essere, fare e avere tutto… per restare sempre più intrappolati. E man mani che la carica se ne andava ne arrivava altra che però non era mia… a questo punto non posso dire altro. Chi ha fatto OT3 ha capito di cosa sto parlando.

          • Marco

            E man mano che la carica se ne andava ne arrivava altra che però non era mia… a questo punto non posso dire altro. Chi ha fatto OT3 ha capito di cosa sto parlando.

            Grazie GB, ho capito cosa intendi… anche se non posso fare a meno di notare che tu ancora non hai fatto OT3 … come mai sai di che cosa tratta? Beh, al giorno d’oggi non è cosi difficile sapere di cosa tratta OT3… 😉 E meno male dico io 😉
            Anche se cmq resta “il veto” riguardo al parlarne… forse perchè in effetti non è una cosa di cui si può parlare in un blog…

            Volevo ribadirti/ricordarti una domanda: questo “mega implant” si maneggia solo sul CC oppure lo si incontra anche su OT2? E se è solo inserito sul CC, non è un peccato trascurarlo/non maneggiarlo? Ovvero non è il caso di fare il CC come percorso normale (mi pare che è questo quello che intendi)?

            Grazie mille

          • Si Marco, è una regola del blog non parlare di dati confidenziali. Ognuno può avere legittimamente opinioni differenti su ciò ma proprio per rispetto di tali opinioni preferiamo così. Non lasciamo aperto il vasetto della marmellata!
            Un abbraccio
            Guido

          • GB

            Marco, quando mi sono reso conto con che la carica non era mia (e quando sei in Solo è impossibile non accorgesene) ho realizzato di cosa si trattava e ho capito anche altro.
            Andando avanti sul ponte, con OT2 e OT3, avrò delle risposte certe alle tue domande… Al momento ho capito la stretta correlazione che c’è fra il CC, OT2 e OT3.

          • GB

            Per concludere:
            1. Non è vero che il Clear si ottiene solo sul CC.
            2. Lo scopo del CC è di cancellare un Implant enorme e molto antico.
            3. Consente a chi non ha avuto la cog di Clear su Ned di ottenerla.
            4. Una mia ipotesi è che sia stato “aggirato” perché pochi avrebbero avuto la pazienza, la scrupolisità e la perseveranza di terminarlo.
            5. Un’altra ipotesi, collegata alla precedente, è che sia stato “aggirato” perché lo stesso materiale viene trattato più avanti sul ponte, oppure si risolve comunque su OT2.
            6. Non ha senso stare continuamente a discuterne, perché percorrendo il ponte si trovano le risposte corrette.

          • Marco

            Grazie mille GB delle risposte GB.

            Io credo che invece spesso serve parlarne… “la comunicazione è il solvente”… tu hai dato delle informazioni molto interessanti, che hanno suscitato delle domande. Poi lo sappiamo spesso i C/S non sono d’accordo sul parlare troppo di fattori tecnici… ma qui siamo in un blog molto su comunicazione, anche se spesso va a finire su eccessive speculazioni.

            Complimenti per il tuo percorso e per le tue bellissime vittorie.
            E mi raccomando continua a scriverci al riguardo 😉

            Un caro saluto

          • GB

            Grazie Marco. Io non ho nulla in contrario alla comunicazione, anzi. Un problema però, ad esempio, è quando ci si imbatte in dati confidenziali. Quando sarò su OT3 avrò delle risposte più chiare sulle domande poste, ma probabilmente non potrò condividerle. Quindi più si sale sul ponte e più siamo vincolati e a chi è un pò più idietro non gli si può dire altro che salendo capirà… cosa che sembra fideistica anche se non lo è. Un altro problema è dato da chi non procede e, tuttavia, discute senza possedere l’esperienza diretta. Quest’ultimo punto è uno dei motivi che mi ha spinto a fare il CC, oltre al fatto che voglio imparare tutta la tech disponibile. Quando comunico posso ragionare ma desidero anche avere dati di prima mano. Condividendo le proprie esperienze la crescita aumenta. Chissà, magari si potrebbe creare un’area privata sul blog, dove chi è più avanti sul ponte può condividere anche questioni riservate… non saprei, magari non funzionerebbe.

          • Secondo me ci sono alcuni aspetti da prendere in considerazione riguardo alla confidenzialità dei dati. Sappiamo che il Mistero attira i thetan e li tiene appiccicati; questo aspetto è usato e abusato ampiamente dalla chiesa per procurarsi e “fidelizzare” la clientela. Ragazzi, è la vecchia regola economica della domanda e dell’offerta: più richiesta maggiori guadagni. È chiaro che, quando si accorge dell’inghippo, una persona tende a rinnegare e aborrire il concetto di confidenzialità. Ma, attenzione, il fatto che ora da indipendendenti abbiamo rimosso le remore non significa che possiamo scorrere in lungo e in largo le strade della conoscenza, è come se, avendo libero accesso ad una pasticceria, entrassimo e cominciassimo a mangiare ai quattro palmenti tutto ciò che ci capitasse sotto gli occhi, prima o poi faremmo indigestione e staremmo malissimo! Questo è il lato oscuro della medaglia. Dirò un’ovvietà, ma non puoi avere veramente il gusto di un frutto se non lo assaggi, neppure se te lo descrivesse il miglior poeta dell’universo. E poi, vuoi mettere (e mi sento un po’ Piero Angela), il piacere della scoperta?
            Un abbraccio
            Guido

        • Burlesque

          Quindi stai dicendo che secondo te si diventa Clear solo con NED ? Inoltre. se il CC permette di diventare OT 2, come mai non è mai stato inserito nel randown relativo ? Fammi capire

          • GB

            Si può senz’altro diventare Clear con Ned, se non lo diventi non è per qualcosa che dipende da te, ma che puoi maneggiare sul CC. E lì rimuovi carica tua dovuta all’implant e carica non tua che ti impediva di avere la cog di Clear. Ma ripeto non posso dire altro, se non che il CC e OT2 sono connessi a OT3.

          • Seal

            Da quel che ho sperimentato personalmente, senza entrare troppo nel merito, potremmo dire che OT 2 rappresenta un punto di rottura del caso che rende possibile il processing sul grado successivo.

            Dal momento che l’implant del CC precede quello di OT 2, secondo il criterio di scaricare ciò che è precedente se quanto di successivo non si scarica (tenendo conto che in OT 2 si punta alla CANCELLAZIONE), mi verrebbe da dire che per chi non dovesse riuscire ad avere realtà o letture significative sul processing di OT 2 sarebbe opportuno affrontare i 7 e il CC per poi tornare sul secondo livello.

            Questa ovviamente è soltanto una mia intuizione in quanto non ho percorso, perlomeno in questa vita, il materiale del CC.

            Chiaramente si parla di tecniche che vanno seguite minuziosamente e in modo altamente scrupoloso.

            Un po’ come il contabile che non può permettersi di perdere alcuna annotazione.

            La COG di CLEAR è indiscutibile e quando si ha se ne è certi senza alcun dubbio!

            Affrontare il materiale di OT 2, soprattutto il GPM del pazzo, mi ha fatto sperimentare uno stato, ormai permanente, che supera ogni mia precedente previsione.

            Per questo ritengo che, indirettamente, una persona che non sia ancora riuscita ad avere la COG su NED è impossibile che non la riconosca durante il CC, anche se di fatto va a lavorare su altro e con altro scopo.

            Per chi si fosse fermato a CLEAR mi sento di dire che non potete nemmeno immaginare lo stato di serenità e di POWER che consegue dal continuare il ponte.

            Anzi dal materiale che ho in mano adesso posso assicurarvi che è necessario andare avanti il prima possibile!

            Vorrei con tutto il cuore che tutti quanti si sentissero come me adesso.

            Chissà che altro mi aspetta in questo viaggio…

            Vi terrò aggiornati.. PROMESSO

            S E A L

  16. MISTER X

    Sul percorso di crescita spirituale e materiale ogni tanto capita di “parcheggiare” nel punto sbagliato la macchina e beccarsi una multa. Sia che la “colpa” sia del conducente che parcheggia in aree vietate o del costruttore della strada che non ha disposto aree di sosta ,sta di fatto che ora si dovrà pagare (mettiamola così). La cosa che si potrebbe fare è pagarla e proseguire così da arrivare in cima ed avere la panoramica completa della situazione. Però ognuno è diverso e c’è chi non paga;chi si ferma continuamente in aree vietate o pericolose . C’è chi picchia il vigile che pretende il pagamento della multa. Chi esce di testa e dev’essere ricoverato …(una miriade di situazioni determinate da un’altra miriadi di situazioni). Nella tech per PTS è sensato risolvere velocemente la sit e proseguire il cammino ma ci sono VARIABILI. I famosi assoluti non ottenibili (ma ottenibili nella chiesa) ogni tanto entrano in gioco. Come in ogni scienza ci sono risposte da applicare alle situazioni che si manifestano ed ogni tech non è un assoluto ma serve allo scopo della risoluzione del problema. Quindi la padronanza completa del soggetto è ciò che più aiuterà in questa soluzione. E con ciò si intende che la scienza è in continua crescita e non uno statico “assoluto” che impedisce la visuale dell’intero problema.

    • GB

      Questo ragionamento “non fa una piega”. Sono d’accordo. L’etica è funzionale all’auditing, che a sua volta è funzionale al progresso del PC. Altrimenti si mette il carro davanti ai buoi e il PC, invece di procedere sul ponte, resta bloccato a rimuginare sulle “multe”.

  17. GB

    Come già sapete noi sforniamo veri OT. Così DM recentemente ha deciso di vaccinarsi? Ha fatto l’antithetanica. 😂😂😂

    • Diogene

      Alla fine resteranno solo questi a riempire le Org Ideali di DM e Company… No GPM, soltanto GPS Remote Control…
      La raccolta fondi sta andando molto bene… in effetti, la CoS sta andando “a fondi”….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.