Archivi del mese: novembre 2018

Elevarsi come essere umano

L’Iceberg pare ingrandirsi sempre più, e,

mentre naviga verso l’immaginifico Shangri-La,

lascia affiorare perle di bellezza.

Buona lettura amici!

E, come cantano i figli di Robert Baden-Powell:

“Cacca al diavolo, fiori a Gesù”

 

Purification Rundown

Ho completato il percorso di purificazione e posso dire di essermi elevato come essere umano, non solo fisicamente ma anche mentalmente e se fino ad oggi mi sentivo inadeguato in questo mondo, oggi , posso dire di farne parte all 100% !La mia vita è sempre stata scandita dall’irregolarità, facevo un uso smisurato di droghe che annebbiavano Il mio cervello, pensiero e anima, mi sentivo svogliato su tutti i fronti e non riuscivo nemmeno a pensare di portare a termine le mie idee che erano un cumulo di pensieri aggrovigliati. Posso confermare a me stesso ed al mondo di avere un acceleramento delle mie capacità di comprensione, finalmente posso dedicarmi a studiare e capire quello che sto studiando analizzandolo alla base senza alcun problema. Tutti gli effetti collaterali dovuti a le sostanze di cui facevo uso sono svaniti e le mie energie sono al massimo partendo dal mio risveglio al mattino. Non è paragonabile la mia vita precedente al percorso e credo che ogni persona dovrebbe prendersi il tempo per eseguire il proprio purificamento che ti apre le porte verso un successo chiamato vita! Ci tengo a precisare che durante il percorso è possibile espellere e  riconoscere ogni sostanza in maniera definita e garantisco che non solo le droghe padroneggiavano il mio corpo ma un accumulo di ogni tipo di tossina che possa far parte di conservanti alimentari, farmaci, diserbanti ecc. possono influenzare il nostro modo di vedere le cose ed una volta che sei “puro” hai una piena consapevolezza di come il tuo corpo funzioni, hai una coscienza che parla chiaro devi solo imparare ad ascoltarla, siamo molto più importanti di quello che pensiamo, siamo esseri umani ed abbiamo un potere che viene confuso continuamente da tutti questi elementi chimici superflui che al nostro corpo non servono. Sono felice di aver intrapreso questa strada verso la libertà. 

S.

Livello Zero

In effetti, la comunicazione a due sensi risulta essere molto importante nella vita, in particolare nelle relazioni sociali poiché in tal caso non si verifica uno squilibrio tra i due terminali. I flussi risultano perfettamente bilanciati, e nessuno dei terminali verrebbe a trovarsi in una condizione di sudditanza o inibizione, o anche di imposizione, come generalmente avviene nella comunicazione a senso unico rispetto alle gerarchie soprattutto militari.

Se ambedue i terminali hanno la possibilità di originare le loro opinioni o ciò di personale che hanno da dire, non potrà che andare a beneficio di una maggiore comprensione ed eviterebbe altrettante rotture di ARC.

È dunque su questa base che sarebbe l’ideale per me applicare questo modo di comunicare, certamente con i miei familiari e amici, ma soprattutto nei rapporti sociali. È proprio con le persone che non si conoscono e che si approcciano per la prima volta nella vorticosa e a volte frenetica vita quotidiana, che penso si debba agire in tal modo. Dare la possibilità al nostro interlocutore di esprimersi, può portare un grande beneficio per una più pacifica convivenza e mutua comprensione.

Dietro lo sportello di un ufficio postale, del banco di un negozio, o di una qualsiasi attività che sia al servizio della comunità, c’è una persona, c’è qualcuno che per ovvie ragioni di routine non può e non deve e non osa esprimere opinioni che esulano dal contesto del suo lavoro, cioè tu chiedi e lui risponde, ti dà o non ti dà quello che chiedi, in modo ripetitivo.

Quando parlo con quell’anonimo impiegato dietro lo sportello e do a lui la possibilità, cioè lo incoraggio a originare una sua personale comunicazione, a volte mi stupisco come subito incomincia a parlare di sé, di come si sente e che cosa pensa di questo e di quello. È contento, è salito di tono. E dopo anch’io mi sento felice, appagata e pacificata col mondo intero.

Comprendere l’estrema importanza del ciclo di comunicazione a due sensi, sapere questo, secondo me, è come aver trovato la chiave di volta di una società ideale, di una nuova Età dell’Oro, o quanto meno di una vita più serena.

Forse tutto questo può sembrare molto semplice, ma per me è stato un lungo ed estenuante percorso nel cercare di essere ascoltata e aiutata in quello che desideravo di più, cioè diventare un auditor professionista. Solo grazie alla disponibilità dei materiali e del supporto tecnico altamente qualificato da parte di Scientology Libera, ora ho potuto permettermi questi Corsi 0-4 dell’Accademia. Era stata la mia prima aspirazione nel lontano 1983 dopo aver letto lo storico DMSMH (n.d.r.: Dianetics Scienza moderna della salute mentale), acquistato in una Associazione di Dianetica, davanti alla quale passavo per caso, forse.

In seguito c’è stata una lotta continua per cercare di raggiungere questo obiettivo che si allontanava da me sempre di più. Ci volevano tanti soldi, e sempre più soldi, e io mi sono trovata come a dover scegliere tra il salvare la madre o il bambino. Comunque, con piccole quote di denaro potevo fare dell’auditing e corsi di base, in seguito anche con il grande aiuto di mia figlia, ma l’Accademia no, troppi soldi, troppe barriere. Così ho preferito ciò che era possibile. Però, mi sono sempre portata dietro questa privazione come un grande senso ingiustizia non solo nei miei confronti, ma anche nei confronti di tutti quelli che come me volevano fare questo percorso, e che ho visto rinunciare nel corso degli anni e lasciarci per sempre. Questo non l’ho mai potuto dire, non ho mai potuto esprimere il mio rammarico e il mio fondamentale disaccordo su questa linea di condotta. Dove era finita la comunicazione a due sensi?

Avere finalmente in mano i materiali e il Checksheet del Livello 0 di Scientology Indipendente, e iniziare così i corsi dell’Accademia 0-4, è stata per me una grande vittoria.

A.

Grado III

Oggi ho attestato il grado III, mi sentivo già molto bene fin dalle prime ore di auditing, sono molto sereno nonostante le difficoltà di affrontare le vicissitudini della mia vita. Riesco a mantenere la calma anche di fronte alle provocazioni. Sono più razionale nelle mie valutazioni verso me stesso e gli altri.

V.

 

OT VIII

Nell’auditing di OT VIII ho acquisito l’abilità di spottare e mockappare facilmente e posso cancellare qualsiasi cosa. Anche nella vita mi sgancio e sono sempre release. Sensazioni piacevoli e quasi sempre sono estrovertito. Le cose che un tempo mi sembravano importanti e mi sopraffacevano ora le percepisco  diversamente e senza valore. E tanti altri miglioramenti… Mi sono elevato leggermente al di sopra dell’essere umano. Vedo il degrado dell’essere e la sua trappola. Questo per fortuna non scalfisce il mio tono. Anzi sono molto su aiuto e compassionevole. ARC naturale!

L.

 

3 commenti

Archiviato in Casa Minelli

La Leggenda dei Santi Fondatori

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la traduzione

di un articolo apparso sul blog di Mike Rinder,

così, giusto per rimanere informati sulle tristi vicende della chiesa di Scientology.

 

 

Mike Rinder, che della Kie$etta di Scientology ne conosce a iOSA, è rimasto colpito da una frase contenuta nella Pubblicità-Progresso di una giovane coppia californiana che ha elargito il dovuto gruzzolo alla IAS per aggiungersi al titolo di Patron un bel Gold Meritorious with Honors.

Ecco la parte finale di quello che hanno scritto e pubblicato:

“Le leggende della nostra religione si unirono per fondare la IAS ed è nostro dovere ed impegno mantenere quell’onda di successo per espanderla più di quanto si possa immaginare.  Per fare ciò dobbiamo continuare con il nostro contributo alla IAS, sapendo che è per la sanità mentale di domani.”

Traduciamo le considerazioni di Mike Rinder dal suo post datato 12/11/18.

 

 

“Questo nuovo pezzo di propaganda solleva una domanda importante.

Dove SONO quelle “leggende di Scientology”?

E’ vero che molte di quelle “luci guida” di scientology a quel tempo firmarono il documento di impegno.  Tuttavia la vera storia della IAS è molto diversa da quella che la revisione storica di scientology cerca di divulgare come reale.  Quella “sottoscrizione d’impegno” fu un puro e semplice espediente di Pubbliche Relazioni: la IAS era stata costituita da un legale danese come mezzo per tenere i soldi fuori dalla portata del fisco statunitense (IRS).  Fu la “brillante idea” di formare una “associazione” che fosse una singola cosa in Europa così da dirottare tutti i fondi provenienti dalle Org   esterne agli USA verso questa nuova entità operante a Cipro. Il denaro che veniva prima inviato alla chiesa madre ora prendeva quella strada. L’agenzia fiscale americana non poteva in nessun modo arrivare a quei fondi in Cipro e, con il profilarsi negli USA di un accertamento imponibile per oltre un miliardo di dollari che avrebbe spazzato via scientology  (Miscavige ne parla durante l’event del 1993), quella fu una mossa della disperazione che nulla aveva a che vedere con un “solenne Impegno per l’Umanità” se non nel più generico senso possibile, poiché ciò era visto come l’ultimo disperato baluardo per salvare scientology.

Ma torniamo alle “leggende”.

Alcuni dei più illustri firmatari di quel Solenne Proclama furono:

Heber Jentzsch,  Presidente della Chiesa di Scientology Internazionale  – rinchiuso nel Buco da un decennio. Non ha più alcun ruolo in scientology.

Guillaume Lesevre, Direttore Esecutivo Internazionale  – stessa sorte di Heber. Anche per lui più nessun ruolo in scientology.

Ray Mithoff,  Senior C/S Internazionale – idem come sopra.  Anch’egli non ha più alcun ruolo in scientology.

Norman Starkey,  a capo di Author Services (la personale agenzia letteraria di Hubbard)  –  idem come sopra.

Marc Yager,  Presidente del Watchdog Committee e Ufficiale Comandante del CMO Internazionale –  idem come sopra.

Lyman Spurlock, ex-dirigente in Author Services  – morto per cancro.

Janet McLaughlin,  Presidente della IAS (Associazione Internazionale degli Scientologists) –  non è più nella Sea Org.  Nel 2006 fu messa nel Buco.  Non ha mai rivelato nulla dei crimini finanziari e degli abusi di cui è stata testimone.

Vicki Azaran,  Ispettore Generale di RTC  –  è uscita dalla Sea Org  e ha fatto causa a scientology.

A quali altre “leggende” vi state riferendo, ragazzi?  Oh, ho capito: all’UNICO Vero Leader David Miscavige. Quella fu una mossa a vantaggio-di-tutti per lui. La IAS ha speso un mucchio dei vostri soldi nel corso degli anni per finanziare le sue vacanze con immersioni subacquee e sorsate di whiski scozzese. Questo sì che è piuttosto leggendario.

E’ stupefacente come gli eventi vengano ritrasmessi ed i fatti alterati per adeguarsi ai loro fini.  Il VERO scopo della IAS era di tenere dei fondi LONTANO dalle mani del IRS, l’Agenzia delle Entrate Interne degli USA, quindi dopo il 1993 non c’era più alcuna necessità di “mantenere quell’onda di successo” senza parlare del bisogno di “espanderla oltre l’immaginabile”. Era servita al suo scopo e diventava superflua nel 1993.  Ma era risultata in una enorme fonte di introiti per scientology e quindi la “leggenda” della IAS ha continuato a rimodellarla e ad espanderla. Venne perfino associata alla “Crociata di Portland” benché non avesse avuto NULLA a che fare con quell’avvenimento.  E dato che la “Crociata” ebbe luogo negli USA, in NESSUN MODO la IAS avrebbe potuto spendere dei soldi per quello. Si trattava di una riserva di fondi mantenuta AL DI FUORI degli Stati Uniti.

In effetti, la IAS è la più grande truffa per far soldi in tutta la storia di scientology. E non ha niente a che vedere con Hubbard.

L’unica cosa che c’è di leggendario a questo proposito è l’enorme dimensione della truffa.

 

 

https://www.mikerindersblog.org/the-legends-of-our-religion/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Wall of Fire!

 

Seal ha completato la sezione tre di OT.

Ecco il suo Successo

Godetevelo!

 

OT 3 – Attestazione

Finalmente ho concluso uno dei passaggi più importanti nella vita di uno Scientologo.

Il primo è stato quando ho avuto la CLEAR COG e da lì è cambiato tutto nella mia vita: sarà impossibile dimenticare quell’istante!

Su OT2 ho avuto dei successi che non avrei mai immaginato e, al suo perfezionamento, ho sperimentato uno stato di essere permanente e superiore a qualsiasi condizione che avrei mai potuto prevedere.

Ero quindi pronto ad affrontare il famosissimo OT3. Che dire?

Di OT3 si dice già molto: di tutto e di più. Proprio per questa ragione ero davvero impaziente di sperimentare questo processing in prima persona.

E’ un livello che spesso viene deriso e completamente invalidato dalla stampa e sui social media.

Adesso vi dirò la mia opinione!

OT3 è un materiale che può essere percorso solo quando il caso è stato preparato con cura a starci di fronte. Per gli altri non ci sarà realtà.

Solo la lettura dei materiali mi stava già restimolando e successivamente, appena iniziato il processing, ho sperimentato in prima persona il perché venga definito muro del fuoco.

E’ impossibile attraversare un muro di fuoco senza bruciarsi e, nel tentativo, è possibile anche l’eventualità di rimanerci definitivamente.

Sì, mi sono scontrato violentemente con tutte le sopraffazioni che hanno interessato la mia attuale esistenza e ciò è avvenuto simultaneamente: sì, si sono presentate tutte assieme!

Il peso di tutto ciò sembrava impossibile da sostenere, una violenza inaudita. Con impegno, determinazione e costanza ho continuato il mio lavoro giorno dopo giorno.

Piano piano ho iniziato a pulire in maniera certosina e i raggi di luce che iniziavo a vedere in fondo alla galleria erano sempre più luminosi.

Adesso sono causa su queste sopraffazioni. Chi sono adesso non ha nulla a che vedere con la persona che ha iniziato il livello. Guardo indietro nella mia vita, a quegli episodi passati o all’idea di me che le persone si sono costruite nel corso degli anni e non mi ci riconosco più.

Finalmente sono al cospetto di me stesso e sono così bello e così luminoso. Percepisco in me una profondità in cui posso tuffarmi ed è amore sconfinato.

Il mio corpo è leggerissimo e le persone mi guardano con curiosità perché non riescono a capire cosa abbia di diverso riempiendomi, allo stesso tempo, di domande e di complimenti.

Il corpo quasi non lo sento più. Camminando mi sembra di volteggiare nello spazio e quando mi focalizzo su di me mi sento così fermo, così statico e da un punto di vista senza tempo.

Prima di oggi credevo che il corpo fosse fermo, adesso so cosa significa averlo davvero sotto controllo.

Mi sento di incoraggiare tutti a fare questo percorso purché consapevoli dei pericolosi ostacoli che si presenteranno.

Il risultato è la scoperta di se stessi e l’evoluzione ad uno stato superiore in cui si vola sopra tutto il resto forti della propria autodeterminazione ripristinata.

Seal

4 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OT, SUCCESSI