Archivi del mese: dicembre 2018

Buone Feste!

2017-12-04_19-43-41_480

In questo periodo di feste spesso l’aspetto commerciale e materiale prende il sopravvento sugli aspetti spirituali a cui invece dovrebbe indirizzarsi.

Ci sono valori universali di compassione, tolleranza ed amore che andrebbero rinvigoriti e rivitalizzati.

Ognuno di noi può fare meglio e di più.

Il mio pensiero va ad uno scritto di Ron che amo particolarmente e che ha illuminato la mia vita.

So che lo apprezzerete.

Buone feste, un abbraccio a tutti voi

Guido

 

Cosa è la Grandezza?
Il compito più arduo che si possa avere è continuare ad amare i propri simili, nonostante tutti i motivi di questo mondo per cui non lo si dovrebbe fare.
 
Il vero indice di sanità mentale e di grandezza è il continuare a farlo.
 
Per colui che lo sa realizzare, ci sono grandi speranze.
 
Per coloro che non lo sanno fare, ci sono soltanto dispiacere, odio e disperazione e queste non sono cose che costituiscono la grandezza, la sanità mentale o la felicità.
 
Una delle trappole principali è cedere ad un invito all’odio.
 
Ci sono persone che ci nominano loro carnefici. Talvolta, nell’interesse dell’incolumità altrui, è necessario agire, ma non è necessario anche odiarle.
 
“La vera grandezza rifiuta semplicemente di cambiare il proprio atteggiamento nonostante le cattive azioni di cui si è oggetto… e una persona veramente grande ama i suoi simili perché li capisce.”
Fare il proprio dovere senza infuriarsi contro quelli che cercano di ostacolarci è segno di grandezza… e di sanità mentale. E solo allora si può essere felici.
 
Cercare di conseguire tutte le qualità desiderabili nella vita è nobile. Quella più difficile, ma la più necessaria da conseguire è amare i propri simili, nonostante tutti gli inviti a fare altrimenti.
 
Se mai esiste una virtù degna di un santo, non è quella del perdono. Il “perdono” ammette la cattiveria di un atto. Non c’è motivo di ammetterla. Inoltre, per poter perdonare un’azione, la si deve classificare come cattiva. Il “perdono” è un’azione di livello molto più basso ed è piuttosto critico.
 
La vera grandezza rifiuta semplicemente di cambiare il proprio atteggiamento nonostante le cattive azioni di cui si è oggetto… e una persona veramente grande ama i suoi simili perché li capisce.
 
Dopo tutto sono tutti nella stessa trappola. Qualcuno se n’è dimenticato, altri ne sono impazziti, altri agiscono come coloro che li hanno traditi. Ma tutti, tutti sono nella stessa trappola: generali, spazzini, presidenti e pazzi. Si comportano così perché sono tutti soggetti alle stesse crudeli pressioni di questo universo.
 
Alcuni di noi sono soggetti a tali pressioni, eppure continuano a fare il loro lavoro. Altri, che si sono da tempo arresi, delirano, torturano e si muovono con fare impettito, da quelle anime dementi che sono.
 
Noi possiamo almeno capire che la grandezza non deriva da guerre violente o da notorietà. Deriva dal fatto di essere fedeli alla propria rispettabilità, di continuare ad aiutare gli altri, qualsiasi cosa essi facciano, pensino o dicano e malgrado tutte le azioni brutali a cui si è soggetti, di perseverare senza cambiare il proprio atteggiamento fondamentale nei confronti dell’Uomo.
 
Da questo punto di vista, la vera grandezza dipende dalla saggezza totale. Le persone si comportano come si comportano solo perché sono quel che sono: esseri intrappolati, schiacciati sotto un peso insostenibile. E se a causa di questo sono impazzite e ordinano la devastazione di intere nazioni per errori di interpretazione, si può sempre capire il motivo, come pure l’entità della loro pazzia. Perché si dovrebbe cambiare atteggiamento ed incominciare a odiare solo perché qualcun altro si è perso e il suo destino è troppo crudele da affrontare?
 
La giustizia, la clemenza, il perdono sono tutte cose senza importanza, rispetto alla capacità di non cambiare a causa di provocazioni o di pressioni a farlo.
 
Si deve agire, si devono mantenere ordine e rispettabilità, ma non c’è bisogno di odiare o cercare vendetta.
 
È vero che gli esseri umani sono fragili e commettono errori. L’Uomo è fondamentalmente buono, ma può comportarsi male.
 
Si comporta male solo quando le sue azioni a favore dell’ordine e della sicurezza altrui sono compiute con odio. O quando le sue misure disciplinari sono basate solo sulla sua incolumità, senza alcuna preoccupazione per tutti gli altri, o peggio ancora, quando agisce solo per il gusto della crudeltà.
 
Non mantenere affatto l’ordine è un’azione da pazzi. Basta guardare le cose appartenenti a un malato di mente e l’ambiente intorno a lui, per rendersene conto. Le persone capaci mantengono le cose in ordine.
 
Quando una razza è dominata dalla crudeltà compiuta nel nome della disciplina, a quella razza è stato insegnato ad odiare. Ed il suo destino è segnato.
 
La vera lezione è imparare ad amare.
 
Chi vuole arrivare incolume alla fine dei suoi giorni deve imparare questo: non usate mai ciò che vi viene fatto, come motivo per odiare. Non desiderate mai la vendetta.
 
Ci vuole veramente forza per amare l’Uomo ed amarlo nonostante tutti gli inviti a fare diversamente, tutte le provocazioni e tutti i motivi per cui non lo si dovrebbe fare.
 
La felicità e la forza persistono solo in assenza di odio. Solo l’odio è la strada che porta al disastro. Amare è la strada che porta alla forza. Amare malgrado tutto è il segreto della grandezza. E potrebbe benissimo essere il più grande segreto in questo universo.
L.R.H.

4 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Il cielo terso dell’OT2 indipendente

Ecco il successo che il “nostro” GB ci ha mandato

per condividerlo con voi dopo aver completato

e attestato questo importante livello di OT.

Gustiamocelo come se fosse, dato il periodo,

un buonissimo Panettone spirituale!

 

LA MENTE PULITA

The mechanism of key-out and key-in is everything you’re handling up to R6EW. Then he has the cognition that he’s making it, and the you only have to worry about other things making things. And then that’s handled on 2 by taking charge off, and then on 3”.

LRH, The Class VIII Auditor Course Lectures (1968)

Ecco terminato OT2. Ora la mente è pulita come un cielo terso!

Tutti i guadagni che avevo ottenuto con il Clearing Course (CC) si sono consolidati e ulteriormente migliorati grazie a questo livello.

La centratura e la stabilità già acquisite in precedenza si sono consolidate e la chiarezza mentale ottenuta mi permette addirittura di anticipare i pensieri delle persone che incontro. Mi sento anche più leggero, il tono dell’umore si è elevato e prendo il gioco della vita con molta serenità di essere.

L’auditing di OT2 segue le medesime regole del CC, è chirurgico e di una precisione matematica. Gli item individuati su questo livello sono la naturale conseguenza dell’implant che ne rappresenta la base. Il CC e OT2, come immaginavo e avevo già scritto in precedenza, sono la continuazione l’uno dell’altro. Per questo motivo ho percorso il livello 2 con molta facilità e la carica incontrata era esattamente la metà di quella maneggiata precedentemente.

Arrivato a questo punto posso dire con tranquillità che la cosiddetta “mente reattiva” o, per meglio dire, il bank R6 è in realtà un insieme di postulati e contro-postulati implantati che, immagino, troveranno la loro piena risoluzione nel livello successivo di OT3. Inoltre, questi postulati e contro-postulati, essendo così intrinsecamente collegati alle condizioni di esistenza e alla vita in generale, mantengono l’individuo in perenne restimolazione attivando parti di sé in conflitto fra loro, che agiscono come aspetti autonomi della mente (i cosiddetti “demoni” descritti nel libro “Dianetics: la scienza moderna della salute mentale”). Il CC e OT2 hanno lo scopo di cancellare la carica di questi postulati e contro-postulati e di eliminare i “demoni” ad essi collegati.

Possiamo immaginare i postulati e contro-postulati del bank R6 sono come i diversi rami di un albero che partono da un tronco principale. Quelli del CC sono quelli più vicini al tronco e quelli di OT2 sono quelli che si sviluppano a partire dai precedenti. Gli item di OT2 sono più “raffinati”, come “variazioni sul tema”, e ampliano la portata dell’implant ai più svariati aspetti della vita.

La cancellazione di tutta questa carica lascia letteralmente un “vuoto” nella testa. “Vuoto” che lascia spazio ad un piacevole senso di libertà e di leggerezza; all’incommensurabile consapevolezza di essere veramente se stessi!

 GB

19 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Complimentoni Milano!

Riportiamo un articolo di Tony Ortega

che riguarda la nostra Italia.

Erano gli anni 70 e i nostri sogni di ragazzi

in cerca di verità e libertà spirituali

ci portarono ad aderire all’eccitante movimento

creato da Ron Hubbard.

Beh, la cosa sembrava funzionare

e rapidissimamente si espanse.

Avevamo dei risultati!

Poi le cose cambiarono, L.R.H. venne messo da parte

(anche se non lo sapevamo),

il top management venne fatto fuori,

dichiarazioni di persona soppressiva come se

piovesse… e poi il declino, sempre più veloce.

Milano Org era una grande Org, ed ora?

Complimentoni Milano!

2319273616_1e44cb3813_b

L’ Ideale non esiste a Milano?

I nostri ringraziamenti al lettore italiano che ci ha inviato una lettera dall’Org Ideal di Milano con questo messaggio …

Dopo quasi 50 anni di esistenza, l’Org di Milano ha appena ammesso che la loro condizione è “non esistenza”, anche se si trovano in un’area regionale con oltre 11 milioni di abitanti.

Ho appena letto una lettera di reclutamento dall’org che dice: “Ci stiamo preparando per affrontare un periodo di grande espansione a causa della più grande campagna di non esistenza mai realizzata in Italia. Avvierà un grande flusso di nuovo pubblico nella nostra organizzazione, in quanto la campagna di marketing ci farà conoscere in tutta la città. Il team di membri dello staff ora è meno di 300 e dobbiamo arrivare a 500. Questo ci darà la possibilità di consegnare la nostra tecnologia a migliaia di persone … “

Non dimenticare che Milano ha 2 organizzazioni ideali nello stesso edificio: Milano Day e Milano Foundation. Questo nuovo edificio si è aperto con la presenza di David Miscavige alcuni anni fa e 8000 scientologist provenivano da tutte le parti d’Italia, dall’Europa e alcuni dagli Stati Uniti. (in realtà non erano più di 2.000, secondo i giornali locali). Ma dopo quasi 50 anni le loro statistiche stanno crollando.

Il 31 ottobre 2015 Miscavige ha tenuto la grande apertura del’Ideal Org di Milano , ci sono voluti solo tre anni per ammettere ai propri membri che le moltitudini attese non sono apparse come promesso dal capo. Ma certo, aggiungi il personale, e il pubblico arriverà. Buona fortuna!

 

 

9 commenti

Archiviato in Casa Minelli