Le caratteristiche del Genio

 

 

Questo è un Source Briefing piuttosto curioso e particolare,

quanto segue è infatti tratto dalla Direttiva 821 dell’Ufficio Centrale di LRH

del 21 luglio 1980, in cui Ron fornisce la definizione di “Genio”.

Leggi bene e fai tesoro di ognuno di questi punti,

forse… anche tu puoi diventare un Genio!

 

COME ESSERE O DIVENTARE UN GENIO

Io ero solito dire agli AIDE (NDT: titolo dato ad un Ufficiale dello Staff della Base di Flag che aiuta LRH su una particolare divisione,bureau o zona di azione) che tutto ciò che mi aspettavo da loro era che fossero dei geni. C’è una probabilità che la parola non sia stata definita e pertanto pubblico questa COLRHED (NDT: Direttiva Esecutiva dell’ufficio centrale di LRH) per chiarire la definizione.

Il seguente articolo viene citato con il permesso del National Enquirer (ndt: Rivista popolare americana). Poiché essi citano me, per me è perfettamente ammissibile citare loro.

Questa definizione si applica veramente a chiunque abbia la funzione di executive.

LE 24 QUALITÀ CHE I GENI HANNO IN COMUNE

Tutti i più grandi geni del mondo possedevano 24 caratteristiche di personalità in comune, e voi stessi potete sviluppare gli stessi tratti, dice un esperto.

 

  1. Spinta. I geni hanno una forte volontà di lavorare duramente ed a lungo. Sono disposti ad investire anima e corpo in un progetto. Sviluppate la vostra spinta focalizzandovi sul vostro successo futuro e andate avanti.
  2. Coraggio. Ci vuole coraggio per fare cose che gli altri considerano impossibili. Smettete di preoccuparvi di ciò che la gente può pensare se voi siete diversi.
  3. Devozione agli scopi. I geni sanno quel che vogliono e cercano di ottenerlo. Abbiate controllo della vostra vita ed orari. Abbiate qualcosa di specifico da portare a termine ogni giorno.
  4. Conoscenza. I geni accumulano informazioni in continuazione. Non andate a letto la sera senza aver imparato almeno una cosa nuova quel giorno. Leggete. E interrogate le persone che sanno.
  5. Onestà. I geni sono sinceri, franchi ed onesti. Prendete responsabilità per le cose che vanno male. Siate disposti ad ammettere “ho sbagliato” e a trarre profitto dai vostri errori.
  6. Ottimismo. I geni non mettono mai in dubbio il fatto che avranno successo. Focalizzate deliberatamente la vostra mente su qualcosa di buono che accadrà .
  7. Abilità di giudicare. Cercate di capire i fatti relativi ad una situazione prima di giudicare. Valutate le cose apertamente, senza pregiudizi e siate disposti a cambiare idea.
  8. Entusiasmo. I geni sono così eccitati da ciò che stanno facendo che questo incoraggia gli altri a cooperare con loro. Credete veramente nel fatto che le cose finiranno bene. Non tiratevi indietro.
  9. Disponibilità a cogliere le occasioni. Superate la vostra paura di fallire. Quando vi rendete conto che potete imparare dai vostri errori, non avrete paura di cogliere le occasioni.
  10. Dinamismo. Non state ad aspettare che qualcosa di buono accada. Siate intenzionati a farlo accadere.
  11. Spirito d’iniziativa. I geni cercano le opportunità. Siate disposti ad intraprendere attività che altri non inizierebbero. Non abbiate mai paura di sperimentare ciò che non conoscete.
  12. Persuasione. I geni sanno come motivare le persone per farsi aiutare ad andare avanti. Troverete che è facile essere persuasivi se credete in ciò che state facendo.
  13. Espansività. Ho scoperto che i geni sono in grado di crearsi amici con facilità e che si comportano con loro in maniera disinvolta. Agite da sostenitore verso gli altri, non come qualcuno che li butta giù. Questo atteggiamento vi farà guadagnare molti amici di valore.
  14. Abilità nel comunicare. I geni sono in grado di trasmettere con efficacia le loro idee agli altri. Approfittate di ogni occasione per spiegare ad altri le vostre idee.
  15. Pazienza. Siate pazienti con gli altri il più delle volte, ma siate sempre impazienti con voi stessi. Esigete molto di più da voi stessi di quanto esigiate dagli altri.
  16. Percezione. I geni hanno sempre il loro radar mentale in funzione. Pensate di più alle necessità e ai desideri degli altri che ai vostri.
  17. Perfezionismo. I geni non possono tollerare la mediocrità, particolarmente in loro stessi. Non siate mai facilmente soddisfatti di voi stessi. Cercate di fare sempre meglio.
  18. Senso dell’umorismo. State disposti a ridere a vostre spese. Non offendetevi quando vi si fa uno scherzo.
  19. Versatilità. Più cose imparate a fare, più fiducia svilupperete. Non ritiratevi timidamente da nuovi tentativi.
  20. Adattabilità. L’essere flessibile vi permette d’adattarvi velocemente a circostanze che cambiano. Trattenetevi dal fare le cose nello stesso vecchio modo. Siate disposti a prendere in considerazione nuove possibilità.
  21. Curiosità. Un atteggiamento indagatore e curioso vi aiuterà a trovare nuove informazioni. Non abbiate paura di ammettere che non sapete tutto. Fate sempre domande su cose che non capite.
  22. Individualismo. Fate le cose nel modo in cui pensate dovrebbero essere fatte senza temere la disapprovazione di altri.
  23. Idealismo. Tenete i piedi per terra, ma la testa nelle nuvole. Cercate di fare grandi cose, non solo per voi stessi ma anche per il miglioramento del genere umano.
  24. Immaginazione. I geni sanno come elaborare nuove combinazioni, vedono le cose da una prospettiva diversa rispetto a chiunque altro. Sgombrate la vostra mente per dare spazio a questo tipo di immaginazione. Trovate tempo ogni giorno per sognare ad occhi aperti, fantasticare, lasciarvi trasportare dai sogni come facevate da bambini.

L.Ron Hubbard

 

 

 

16 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT, Scientology indipendente

16 risposte a “Le caratteristiche del Genio

  1. GB

    Interessante. Così, a prima vista, mi sembra che percorrere il ponte fino a OT7 contribuisca ad eliminare gli ostacoli che s’interpongono allo sviluppo di queste caratteristiche. Alcune di queste sono effettivamente misurate con l’OCA test (che tuttavia è obsoleto e, a mio parere, può essere notevolmente migliorato).
    Per gli amanti delle fonti aggiungo qua un link dove poter visionare il testo in lingia originale:
    http://wiseoldgoat.com/papers-scientology/popup-windows/scn_colrhed_821_800721_genius.html
    Un caro saluto,
    GB

  2. GB

    Interessante anche il fatto che Ron validi la ricerca dello psicologo Alfred Barrios che ha formulato queste 24 caratteristiche che dovrebbero ispirare lo staff di Scientology.
    Per chi è interessato qua c’è il curriculum del dr. Barrios e alcuni suoi testi (le 24 caratteristiche sono tratte dal libro “Towards Greater Freedom & Happiness”):
    https://www.amazon.com/Alfred-A.-Barrios/e/B001KCJOPE%3Fref=dbs_a_mng_rwt_scns_share

  3. Diogene

    Genio si nasce… ma nessun Genio si vanterà mai di esserlo.
    Executive si diventa… e molti ambiscono ad essere dei leader.
    Ai leader piacerebbe che i Geni fossero degli executive… ma che geni sarebbero se accettassero?
    Hubbard si è vantato di essere un genio… e forse in qualche modo lo fu.
    Ma se ha assunto DM come leader, dov’è che si inceppa il genio?

    • GB

      Quando Albert Einstein incontrò per la prima volta Charlie Chaplin gli disse: “Quello che ammiro in lei è la capacità di farsi capire senza aver mai detto una parola”.
      “E’ vero – rispose Chaplin – ma lei è più bravo di me perché il mondo la stima pur non capendo niente di tutto quello che ha detto”.

  4. S E A L

    Grazie Guido per aver condiviso questo materiale. Ho mandato una copia dell’articolo ad un mio caro amico. Ieri mi ha ringraziato dicendomi che lo ha stampato e attaccato sopra la scrivania 🙂

  5. stefano

    ma io pensavo già di esserlo. ciao

  6. Burlesque

    Una faccina emozionale sarebbe utile per far capire il senso ironico o meno, anche perchè la comunicazione con compensione è una delle caratteristiche del genio, o no ? \:D/

  7. Diogene

    Effettivamente mi sembra che manchi un punto qualificante alla lista delle caratteristiche di un genio. Quanto meno lo renderebbe più “umano” nel senso nobile del termine.
    Mi sarei aspettato che al punto 25 ci fosse l’Umiltà dei Grandi.
    Non il tipo di umiltà che mette l’ammiratore in un angolo e lo fa sentire ancora più piccolo, ma quell’umiltà che riconosce ed apprezza il valore dell’altro nella sua interezza. Allora il confronto diventa stimolo e si fa armonia di sfumature esistenziali da cui ambedue possono apprendere come si misurano le diversità.

    • GB

      Secondo me la genialità e la mancanza di umiltà possono tranquillamente coesistere. Ne abbiamo diversi esempi nella storia dell’arte e della musica, come ad esempio Salvador Dalì. Anche Ron ne fu un esempio.
      Tuttavia è bello pensare che possano esistere geni dotati pure di umiltà, come ad esempio Albert Einstein.
      D’altra parte, ancora, troviamo grandi esempi di umiltà anche fra persone ordinarie, senza alcun talento eccezionale…. o forse sì, forse l’umiltà dovrebbe essere considerata un talento (perlomeno se non impedisce di esprimerne altri).

      • Laky

        I giorni piu belli sono : “quando nasci e quando scopri il perche sei nato” .Laky

      • Diogene

        Sì, GB, la tua osservazione ci sta e da qualcuno me l’aspettavo, perché il titolo dell’articolo recita: LE 24 QUALITÀ CHE I GENI HANNO IN COMUNE” e quindi l’umiltà (quella dei Grandi, come io ho descritto) è forse qualcosa in più, condivisibile con il senso di Umanità piuttosto che con l’espressione di una Genialità.
        Probabilmente l’articolo andava bene anche a Ron, se l’ha ripubblicato a sua immagine e somiglianza (pur con un malcelato disprezzo per gli editori del testo originale, mostrando così il tipo di umiltà con la u minuscola).
        Questo genere di elenchi lasciano anche sottintendere che se ti manca un solo punto, beh, allora Genio non sei.
        Ma nessun giudizio può fermare un Genio: lui è se stesso. Gli riescono cose eccezionali, ma per lui non lo sono.
        E più gli altri lo esaltano, più egli riconosce i suoi limiti. Perché vede lontano. Perché sa leggere la Genialità che ogni persona esprime.
        In questo senso, si può aggiungere Umiltà alla sua Grandezza.
        Persino, e forse ancor più, quando si tratta di un Genio dell’arte militare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.