Sulla Realtà

Passate il tempo con i vostri cari, umani, animali, piante e fiori.

Coltivate il vostro amore per la vita, in ogni sua manifestazione.

Trasformate le vostre giuste e sacrosante apprensioni

in occasioni di crescita interiore.

Audite e auditevi

La Realtà è un accordo

Andrà tutto bene❤️

Guido

35 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, OT, Scientology indipendente

35 risposte a “Sulla Realtà

  1. Diogene

    Mi sembra opportuno lasciare un messaggio qui a futura memoria, una pietra che demarchi un cambiamento di abitudini e di prospettive per gli abitanti presenti e futuri di questo meraviglioso ma fragile pianeta.
    E’ il 12 marzo 2020, tempo di pandemia da coronavirus, che rimarrà nella storia degli esseri umani per lungo tempo.
    L’augurio è che ciascuno faccia buon uso del suo KRC e che questo concetto si diffonda positivamente, in attesa della sua evoluzione verso un’umanità più consapevole e solidale.

    • Molto bello Diogene, c’è bisogno di positività consapevole. Anche il mio amico Gargamella e Birba annuiscono soddisfatti.
      Guido

    • Marco

      Bravo Diogene, ottimo l’augurio che ogn’uno faccia buon uso del triangolo KRC in questo frangente di tragica pandemia da covid-19.
      La cosa più importante di questo triangolo è sicuramente la C di comunicazione… e anche quando sembra ce ne sia troppa e magari anche fuorviante (siamo sommersi dalla comunicazione dei media), la soluzione non è parlarne di meno, la soluzione è di parlarne di più, in direzione di più verità… Perchè nei media non si parla/comunica di rimedi, invece che non solo di restimolazione di impotenza?
      Forza con la Comunicazione cerchiamo di veicolare un pò di più K (Conoscenza), in direzione di più Controllo, fare succedere cose (positive).
      Se ne può parlare?

  2. Marco

    Da buon scientologo (furbo) dico che: è evidente che quello che sta succedendo è una caz… cavolata scappata di mano a qualche governo soppressivo… questa è proprio una bella dimostrazione (un demo-kit) di quello che sanno fare gli idioti SP presenti in quantità in questo pianeta…
    Ma veramente credi che nel 2020 un virus “casuale” (arrivato dai cinesi che mangiano serpenti o topi), possa causare tutto questo manicomio… di sicuro c’è l’evidenza che quuesta quanto meno è una faccenda da grande fatturato per le multinazionali del farmaco… Se vuoi capire “segui il denaro” .
    lo diceva e lo sapeva bene LRH.. “l’uomo nero esiste, eccome se esiste”. Ovviamente l’uomo nero è un idiota… ma è un idiota che sarebbe ora di denunciare/fermare… attraverso buona comunicazione?!. Ma pare che questa buona comunicazione in questo pianeta non sia possibile?!
    Diciamoci la verità al riguardo… per questo pianeta la vedo dura… e non certo per questo Covid-19 (che per un esperto nutraceutico è cosi facilmente risolvibile).

  3. MISTER X

    Sarebbe di interesse la pubblicazione del punto del libro “tutto sulle radiazioni”,che tratta della psicosi creata dalle radiazioni nucleari sulla terza e quarta dinamica.

    • Marco

      Vero Mister X li si parla della psicosi da radiazioni … è un problema di 4° dinamica. Tale e quale a quello che sta succedendo ora, una psicosi internazionale.

      LRH in questo caso direbbe/applicherebbe la Tech DePiTiessing… giusto?
      Che consiste in Conoscenza del CHI, e/o del COSA.

      Dunque c’è da capire subito che nel 2020 i virus (il COSA) sono molto molto conosciuti, ovvero non dovrebbero intimorire cosi tanto…
      Ovviamente i media non parlano delle soluzioni, parlano e promuovono il Caos, e in questo hanno successo perchè è quello che sta succedendo!

      Le soluzioni per il COSA ci sono (ma sono occultate dai creatori di Caos, dal CHI, e dai creatori di fatturato), sarebbe interessante e parte del DePiTiessing anche capire il CHI. Per questo basta seguire il “Cui prodest?”
      Ovviamente come dicevo precedentemente al “Cui prodest” (al CHI) è sfuggita la situazione di mano… come ben specifica LRH nella tech PTS/SP

      Caratteristiche:
      2. Tale persona smercia principalmente cattive notizie, osservazioni critiche oppure ostili, denigrazioni e soppressioni in genere.

      3. Quando la persona antisociale trasmette un messaggio o delle notizie, modifica la comunicazione in peggio. Le buone notizie vengono bloccate e solamente quelle cattive vengono fatte proseguire, spesso peggiorate.

      5. Intorno a tale personalità troviamo compagni o amici intimiditi o malati che, anche quando non vengono portati effettivamente alla pazzia, si comportano comunque in modo inerte nella vita.

      8. Molte persone antisociali confesseranno tranquillamente i crimini più allarmanti se vi sono costrette, ma non avranno il minimo senso di responsabilità nei confronti di tali crimini.
      Le loro azioni hanno poco o nulla a che fare con la loro volontà.
      Le cose sono “semplicemente successe”.

      10. Questo tipo di personalità approva soltanto azioni distruttive, e combatte azioni o attività costruttive o utili.”

    • Diogene

      Mister X, anche a me è tornata subito in mente quella affermazione di LRH riguardo al pericolo di isteria in caso di radiazioni nucleari.
      Allora ho rispolverato il vecchio libro “Tutto sulle Radiazioni” edizione italiana 1980, traduzione della prima edizione in inglese del 1957.
      Si tratta, infatti, di estratti delle conferenze tenute da LRH a Londra dal 12 al 15 Aprile 1957 nel Congresso “Radiazioni Nucleari e Salute”.
      Già questa datazione rende il testo superato dagli eventi storici di cui siamo testimoni, ma soprattutto dai successivi progressi della medicina e delle tecnologie ad essa collegate. Avanzamenti allora inimmaginabili.
      Trascriverò nel prossimo commento le frasi che personalmente ritengo valide, perché applicabili in senso generico.
      La dissertazione di LRH era improntata sui rischi di una guerra nucleare e si soffermava su alcune caratteristiche delle bombe atomiche esistenti a quel tempo. Sappiamo bene che oggi il quadro catastrofico sarebbe un bel po’ diverso e che una guerra globale impiegherebbe altre armi.
      Non per nulla, questa epidemia virale che coinvolge tutti i sistemi sanitari e le economie di tutto il mondo ha l’aspetto di una “guerra” capitalistica, che metterà in ginocchio i paesi più fragili e meno organizzati.
      Il vero virus che è stato introdotto “virtualmente” da alcuni decenni nei nostri sistemi sociali e che continua a condizionare il nostro modo di vivere come comunità a livello internazionale è lo strapotere del denaro, ridotto a cifre simboliche che si trasferiscono in tempo reale da un punto all’altro del globo, spesso a fini ricattatori.
      Quando si crea un’emergenza in una società complessa, servono soldi subito e quando l’emergenza sarà rientrata lasciando gravi situazioni da ricostruire, serviranno altri soldi, molti soldi oltre ai debiti già contratti.
      Il “dopo” può significare più lavoro per ripartire e questo si è visto negli anni successivi a tutte le guerre, ma quali gruppi di potere avranno il sopravvento e quali dovranno adeguarsi o sparire?
      Può darsi, invece, che un’emergenza di tipo sanitario risvegli quel senso di solidarietà, come contribuzione al bene comune?
      Tutto dipende da un controllo positivo della situazione.
      Al presente, i cittadini rispondono con responsabilità o con rassegnazione alle direttive del governo. Siamo al tempo della comunicazione di massa istantanea e gli strumenti attuali, lo stiamo vedendo, facilitano anche un certo controllo delle masse. Qui l’arma diventa l’informazione, il tipo di messaggio che viene trasmesso e la veridicità dello stesso.
      In questo contesto, risulta vera l’affermazione di LRH che il “vero pericolo è l’isteria di massa”, ma tutto il resto del suo discorso non è attuale e quindi inadatto o inapplicabile.
      Ricordo bene la paura che circolava negli anni 60-70 del secolo scorso, quando si poteva intravvedere la minaccia di una guerra nucleare. Ho visto davvero dei rifugi antiatomici costruiti nei piani sotterranei del palazzo dove lavoravo a Zurigo. Là potevano permetterseli, ma per fortuna non li hanno mai utilizzati se non come magazzini.
      LRH cercava soluzioni al problema di eventuali contaminazioni atomiche e proponeva la somministrazione di una mistura che chiamò “Dianazene”.
      A livello psichico, ovviamente, l’unica cosa che poteva funzionare erano i procedimenti di Scn.
      Tutto questo suo interesse si è poi trasformato nel RD di Purificazione, con
      notevoli adeguamenti in vista dell’obbligatorietà per tutti gli scientologisti.
      Non a caso il libro “Tutto sulle Radiazioni” è apparso improvvisamente in italiano nel 1980, quasi in contemporanea col Purif RD.
      Però non erano più tanto le bombe atomiche che incutevano paura, bensì le morti per droga di cui giornalmente si veniva a conoscenza.
      Le droghe chimiche continuano a mietere vittime, ma tutto appare più irreale ora che la realtà nel nostro mondo è diventata “virtuale”.
      Facciamo pure affidamento sulle nostre certezze, ma ricaviamole da una costante osservazione personale. E, se possibile, giochiamo d’anticipo.

  4. Marco

    LA PERSONALITA’ ANTISOCIALE

    Vi sono certe caratteristiche e certi atteggiamenti mentali che fanno sì che circa il 20% si opponga violentemente a qualunque attività tesa al miglioramento o a qualunque gruppo che svolge un’attività del genere.
    Questo tipo di persone è conosciuto per avere tendenze antisociali.

    Quando la struttura legale o politica di un paese diventa tale da favorire l’acquisizione di posti di fiducia da parte di personalità del genere, allora in quel paese vengono soppresse tutte le organizzazioni che tendono a promuovere la civiltà e ne deriva una barbarie fatta di criminalità e soprusi economici.

    ……

    Perciò in campi come quelli del governo, delle attività di polizia , dell’igiene mentale, dell’economia, solo per nominarne alcuni, vediamo che è importante essere capaci d’individuare e isolare questo tipo di personalità, in modo da proteggere la società e i singoli dalle conseguenze distruttive derivanti dal lasciare a costoro mano libera nel danneggiare gli altri.
    … …

    Se mediante un’appropriata ricerca e scoperta eliminaste dal vostro passato le persone antisociali che avete conosciuto e quindi vi separaste da loro, potreste provare un grande sollievo.

    Analogamente, se la società riconoscesse in questo tipo di personalità un essere umano malato, nello stesso modo in cui oggi isola quelli che hanno il vaiolo, potrebbero verificarsi riprese economiche e sociali.

    Le cose non andranno di certo molto meglio fino a che si permetterà al 20% della popolazione di dominare e danneggiare la vita e le iniziative del rimanente 80%.

    Poiché oggigiorno la regola della maggioranza costituisce la consuetudine politica, il buon senso della maggioranza dovrebbe esprimersi nella nostra vita di tutti i giorni, senza subire l’interferenza e la distruzione da parte di coloro che sono socialmente malati.”

  5. Marco

    L’EVOLUZIONE DEL TOTALITARISMO 1966

    “Poiché il totalitarismo è verosimilmente la forma di governo più detestata e quella più difficile da eliminare, si dovrebbe dedicare un po’ di attenzione al modo in cui il totalitarismo si evolve.

    FONDAMENTALMENTE LA VITA POLITICA DI UNA NAZIONE È DIVISA IN DUE TIPI DI GRUPPI.

    Il primo è il GRUPPO DI INTERESSE GENERALE.
    Questo è un gruppo numeroso e aperto, come nel caso di un partito politico o di un’associazione di insegnanti o di una chiesa.

    Poi c’è un altro tipo di gruppo. Questo può essere chiamato GRUPPO DI INTERESSE PRIVATO.

    Potrebbe anche venir chiamato gruppo con un interesse “nascosto”.

    ……………….

    Sospettare che il governo sia sempre più guidato da gruppi di interesse privato e sempre meno influenzato da gruppi di interesse generale, come partiti politici, o i gruppi con fini sociali pubblicizzati, è diventato un aspetto pratico dell’essere un cittadino dei tempi moderni.

    Quando sembra che le nazioni non siano guidate dal buon senso, il cittadino comincia a sospettare che “degli interessi privati” stiano alla base della politica del governo.

    … i gruppi di interesse privato formano una minoranza molto piccola della popolazione, …….

    La vasta maggioranza della gente “si trova invischiata” in scaltre affermazioni, in manovre e in “decisioni inevitabili” di una piccolissima cerchia di persone.

    L.RON HUBBARD

    ECONOMIA 1966
    “Dal momento che tutte le strade ¬ capitalismo, socialismo, comunismo ¬ portano alla stessa condizione di totale possesso, nessuna di esse in realtà è in contrasto tra di loro.
    Solo i vari gruppi che vogliono, ciascuno di loro, possedere tutto, sono in contrasto tra di loro; e nessuno di loro merita di essere sostenuto.

    Esiste una risposta a tutto questo.

    Se questi “ismi” tendono tutti a uno Stato assoluto, l’ovvia confutazione sarebbe di avere nessuno Stato.
    Questa cosa, di per sé, rappresenterebbe un’opposizione allo Stato assoluto.

    Visto che questa cosa è istintiva nell’uomo, ¬ l’opporsi alla propria schiavitù, ¬ la gente manifesta la propria rivolta personale in vari modi.

    La gente non può avere la meglio su un governo ben armato.
    Quindi la sua rivolta assume la forma dell’inazione e dell’inefficienza. “

    … …

    “Prendiamo a semplice titolo d’esempio una povera mucca. La mucca produce latte, altre mucche e perfino carne.
    Dal momento che è un animale produttivo, le si fa consegnare tutto quello che ha. Lei non ha bisogno del suo latte, non può usare i suoi vitelli e le si fa consegnare anche il suo corpo per averne la carne. In cambio essa ottiene un recinto melmoso, un pascolo di cardi, cani che abbaiano e maltrattamenti.

    Senziente o meno, la mucca rappresenta comunque un bell’esempio di perfetto cittadino dello Stato.
    Il cittadino perfetto (dal punto di vista di un governo soppressivo) è qualcuno che non richiede niente, produce tutto e addirittura cede il proprio corpo su richiesta: il cittadino ideale; l’operaio di fabbrica perfetto; il soldato in tutto e per tutto; l’elogiato compagno.
    La vita si dà questa struttura.
    Coloro che possono produrre vengono convinti che devono produrre e la retribuzione per la loro produzione continua a scendere, finché non si arriva ad avere uno schiavo: tutto lavoro, niente paga, cibo minimo e alloggi invivibili.

    L’economia viene usata per creare questa condizione, spietatamente.”

    • Cari condomini, Marisa ed io, anche se siamo dall’altra parte del pianeta e senza e-meters, ci stiamo audendo. Credo che questa sia un’ottima soluzione!
      Marisa e Guido

    • Diogene

      Marco, sempre interessanti le citazioni di LRH che pubblichi.

      “Coloro che possono produrre vengono convinti che devono produrre e la retribuzione per la loro produzione continua a scendere, finché non si arriva ad avere uno schiavo: tutto lavoro, niente paga, cibo minimo e alloggi invivibili.
      L’economia viene usata per creare questa condizione, spietatamente.”

      E’ vero, è sempre stato vero e temo che ci sarà sempre chi vorrà avvantaggiarsene.
      Ci appare adesso come uno spettro inaspettato su larga scala.
      Su una scala moooolto più piccola, l’abbiamo visto santificato nelle organizzazioni di Scn. Esattamente come descritto.
      Sempre e comunque deciso da qualcuno “per il bene” di tutti.
      Le regole per “disinfestarci” sia dai virus che dagli SP sono semplici, ma lo scenario è complesso, direi “troppo vecchio con malattie pregresse”.
      Morirà presto per sua stessa mano?
      C’è un versetto che recita “L’iniquità mente a se stessa”. Ricordiamocelo.

      • Marco

        Le regole per “disinfestarci” sia dai virus che dagli SP sono semplici, ma lo scenario è complesso, direi “troppo vecchio con malattie pregresse”. Morirà presto per sua stessa mano?
        C’è un versetto che recita “L’iniquità mente a se stessa”. Ricordiamocelo.

        Interessante quello che scrivi qui sopra Diogene, perchè mi fa venir in mente che anch’io pensavo questo… , anch’io mi faccio spesso la stessa domanda: “lo scenario è complesso e si trascina dietro vecchie malattie pregresse: morirà per sua stessa mano?”.

        Dopo tanto esercizio di osservazione ed obnosi e riflessione sul male (che costantemente crea situazioni da manicomio)… alla fin fine, dopo averci pensato molto, ho concluso che la “vecchia etica” di LRH (dove diceva che “prima o poi il criminale si tratterà, fino al punto di togliersi di torno”), non è un dato vero… di sicuro non lo è per tutti.

        Da millenni l’uomo lotta contro l’uomo… sembra cosi inevitabile e costante, da apparire quasi inevitabile, sembra sia parte del gioco, e dunque è accettato come fattore esistente inevitabile.
        Sembra il dato accettato in generale sia: c’è sempre un % di cattivi, è innevitabile. questa sembra la consapevolezza sociale.

        Inoltre, anche, da millenni l’uomo, come contraltare, dice che però : “c’è una speranza, che farà in modo che i cattivi non ce la faranno contro la maggioranza buona… ovvero i cattivi prima o poi si autodistruggono e/o si fermano e/o verranno fermati dalla giustizia divina e/o si auto tolgono di mezzo da soli…. ecc. ecc.”.

        Questa è anche la tesi dei corsi di Etica di LRH: “l’Essere è fondamentalmente buono e in qualche modo si auto fermerà, punirà ecc. ecc.”.

        Ma io ho insistito con l’obnosi… e non ho visto veramente questa cosa in azione… vedo invece che il male aumenta con costanza e senza interruzione di continuità. Vedo che usando altri mezzi, che non fare carneficine tramite guerre e repressioni armate, il male si adegua e si aggiona, è un pochino furbo… Ovvero sono giunto alla conclusione, che a me pare logica, che: le evidenze (“giudicali dalle loro azioni”) dicono che il male non si autodisciplina, per niente.

        Se etica è ragione, dunque logicità (nel senso più nobile del termine), il male è irragionevolezza ed illogicità… cioè per definizione l’etica nel male non esiste.

        Se uno è illogico ed irrazionale, per definizione significa che non si auto-correggerà… non finche non verrà “trattato” con una tecnologia che si occupi della sua illogica/irrazionalità.

        Parte della tecnologia PTS/SP, di autocorrezione di una persona recuperabile, è dare all’individuo dei dati sull’etica, che insegna qual è il comportamento etico (“maggior bene per il maggior numero di dinamiche”)… e la persona se capisce si modificherà. Ma il male (il malvagio tosto) non si correggerà, perché l’SP non si auto corregge : LRH lo definisce cosi, ed è una definizione corretta, perchè l’SP ha meccanismi mentali che giustificano qualsiasi sua malefatta.

        Dunque, concludo, per definizione il male non scomparirà come per magia, il male va maneggiato, trattato, fermato… probabilmente con KRC, ovvero K-Conoscenza (capire chi è il male e perché esiste), R-Responsabilità (volontà di agire), C-Controllo… ovvero “Avviare-Cambiare-Fermare” azioni contro il male..

        Quoto uno scritto su cui “casualmente” recentemente mi sono imbattuto.
        È uno scritto recente (un paio d’anni) proveniente dall’USA , da una persona che a me pare interessante… è uno scritto adatto al contesto.

        “Condividerò un po’ di dati su qualcosa che ho osservato negli ultimi anni e che credo sia molto importante per ogni Scientologist.
        È in relazione al tipo di persona (o persone) che ho menzionato come: puro malvagio; ed immune all’etica personale. Il che lo rende estremamente pericoloso…. , perché non metterà mai l’etica In su se stesso…

        Ogni criminale conosciuto fino ad oggi, ha il meccanismo di autodistruzione dentro di sé, che lo porterebbe a farsi prendere per le sue azioni, o semplicemente ad arrendersi.

        Quando invece si tratta di questa “Persona nel Mezzo”, non è così.
        Questi Esseri sono come degli SP sotto steroidi. Hanno tutti i tratti e le caratteristiche della SP, ma non agiscono nello stesso modo che è descritto.

        È quasi come se questi individui fossero completamente ignari di ciò che fanno e di come influiscono sugli altri.
        Credendo che ciò che stanno facendo sia in qualche modo giustificato e giusto. È davvero la cosa più dannata che abbia mai visto in tutti i miei anni di studio…

        Immaginate di incontrare un tizio che ha appena ucciso un altro tizio, e che abbia tagliato la testa a quel poveretto. Ha l’ascia in una mano e la testa nell’altra. Tu chiedi: “Perché l’hai ucciso?” e lui risponde: “Non so di cosa stai parlando”. Una testa? Quale testa?”

        Ha tagliato la testa a questo ragazzo, ma non può davvero vedere o anche solo capire quello che ha fatto. Negherà tutto e andrà avanti con le sue attività.

        Non è la stessa forma di follia (descritta nelle caratteristiche SP).

        Questo è il tipo su cui molti scherzano e dicono: “le sue luci sono accese, ma non c’è nessuno in casa”.

        Infatti lui letteralmente non c’è.

        … …
        … …

  6. MISTER X

    Una persona fuori valenza non è in grado di osservarsi e questo è il punto! Quando legge o “studia” i dati non li mette mai in relazione a se stessa. Probabilmente vede in lei l’unica persona in grazia di dio che esiste. Quindi il male viene visto solo negli altri.E’ probabile che quando viene affrontato direttamente passi dalla valenza vincente, di tono 1,5 a 1,1 al tono di Afflizione e apatia , valenza perdente , per convincere l’altro o gli altri che stanno sbagliando così da riprendere in mano la situazione e risalire alla valenza vincente.(Il suo modus operandi è questo). Ma mai vede o diventa consapevole di questo fenomeno, come facsimile di servizio che usa per far fronte alla vita. Siccome non viene mai visto diventa eterno e continua sempre di più ad accumulare massa e confusione. Questa persona agli occhi degli altri è un prepotente e come i leoni marchiano il territorio e lo controllano ma mai con la ragione ,sempre con la forza. La ragione non esiste ma potrebbe esistere una ragione contorta dove è sempre lui il dominatore .Probabilmente si sente l’unica persona veramente “responsabile” che esiste e deve prendersi cura dell’ambiente perché gli altri sono incompetenti o incapaci.

    • Diogene

      @ Mister X
      La tua ottima risposta alle perplessità di Marco riguardo al come possano esistere SP (criminali) irrecuperabili, dal punto di vista scientologico non fa una piega. Probabilmente quella è la spiegazione e purtroppo mi sembra di ricordare che neppure Scn ha un trattamento risolutivo specifico per tali casi estremi. La prova di questa “incompetenza” ce l’ha in casa sottoforma di incorreggibile dittatorello, che si ritiene sempre corretto al 100% e mai dà un cenno di pentimento per le sue decisioni obbiettivamente sbagliate.
      Anzi, sono tutti gli altri che sono SP da cacciare e maltrattare.
      Un bell’esempio che è facile dimostrare anche in plastilina.

      @ Marco
      Capisco la tua frustrazione. quando scrivi:
      “Dunque, concludo, per definizione il male non scomparirà come per magia, il male va maneggiato, trattato, fermato… probabilmente con KRC, ovvero K-Conoscenza (capire chi è il male e perché esiste), R-Responsabilità (volontà di agire), C-Controllo… ovvero “Avviare-Cambiare-Fermare” azioni contro il male…”
      E’ sicuramente un metodo e, in qualche modo, è ciò che tenta di fare una società organizzata senza diventare essa stessa repressiva.
      I risultati sono scarsi perché chi istiga alla cattiva condotta si sa camuffare bene, quasi fosse un benefattore, e di solito è lui che promulga leggi dure con l’intenzione di controllare (fermare, confondere) quelli onesti, che ovviamente, ubbidiscono.
      Dunque, si dovrebbe avere i mezzi legali per controllare i controllori.
      Ma, come dici anche tu, da qualche parte spunterà sempre qualcuno che “ragionevolmente” o spietatamente si comporterà da criminale.
      Sono molti i fattori scatenanti a cui si appellerà il criminale per giustificare le sue azioni e non è possibile prevenirli tutti.
      Va bene preoccuparsi, va benissimo difendersi, ma la battaglia non sarà vinta se non collettivamente, aumentando il livello di razionalità fino al punto tale che la “necessità” del male diventi insignificante e tollerabile come i capricci di un bambino in cerca di attenzione.

      • Marco

        Grazie per le risposte e per argomentare Mister X e Diogene, questo tema è sicuramente molto interessante, perché determinante per il nostro futuro (visto dove sta andando il pianeta).

        MisterX parli di valenze, ed è corretto, sono pienamente d’accordo: un Thetan non può essere soppressivo se non perché è fuori valenza.
        Tutti possono sbagliare, ma una persona IN valenza si correggerà e/o verrà corretto. La persona fuori valenza non lo farà facilmente.

        Mi pare di ricordare (e capisco logicamente), che l’Essere che “assume una valenza soppressiva”, non è per forza bloccato in un qualche episodio; si permette di essere “cattivo” perché lo era anche papà, di cui ha assunto la valenza… ma però questa è una condizione risolvibile.

        Ma nel caso dell’SP, io credo sia corretto evidenziare che prima di essere fuori valenza, lui in effetti NON è QUI, ovvero è bloccato molto gravemente/permanentemente in un episodio del passato (dove sta essendo attaccato/giustiziato/soppresso, ecc.). Cosi spiegava LRH negli anni ’60/’70.

        Io credo che l’essere fuori PT (in modo cosi grave come l’SP) voglia per forza dire che anche è fuori valenza: lui non è il Gianni del PT, è il Piero dell’episodio dov’è bloccato.

        Per SP intendo la persona che ha intenzioni negative/contro sopravvivenza come istinto di base, non saltuario. La più importante definizione di SP è “No Case Game”, lui non ha guadagni di Caso. Questa è una def. corretta.

        L’SP fuori dal PT, è senz’altro fuori valenza, ma è senz’altro anche bloccato in un episodio (sulla traccia) che non sarà facile audire.
        Questo è il problema con l’SP, non si può audire.
        E questo vuol dire, ovviamente, che continuerà a fare danni…
        E vuol dire che i più “cocciuti” (e forse anche i più “cazzuti/cazzoni”) continueranno a fare danni planetari.

        Ovviamente ce nè di più o meno “intenzionati” (ciò dipendente probabilmente da quanto è una persona intelligente, intelligenza tutta usata per sopraffare, e da quanto è “infognato” nel suo episodio del passato), e quelli più “intenzionati” saranno i più dannosi a livello di masse sempre più grandi.

        Diogene, questo è il problema che secondo me ha il pianeta: troppi SP cazzuti/cazzoni ai posti di comando (non nei governi)… SP che si sanno “muovere e manovrare”, nell’ombra senza essere visti/individuati.

        L’esempio più eclatante, e caso da studiare, di azione soppressiva grave è ovviamente (ovviamente per me, ma questo sistema non è cosi ovvio per la maggioranza) la gestione del “Sistema Monetario” (soprattutto occidentale), un sistema assolutamente ben controllato dagli SP, che infatti nemmeno compaiono mai, o molto raramente.

        Questo sistema monetario è il sistema privilegiato dagli SP “cazzuti/cazzoni”, perché il denaro è il mezzo più potente (e tutto sommato facile) di sopprimere tutti quanti: con il denaro puoi comprare Governi (soprattutto negli USA), tramite lobby e/o “emissari” vari ; ma anche, eventualmente, assassini e killer (vedi l’assassinio di Lincoln e Kennedy, unici due presidenti morti ammazzati, chi lo sa qual è la vera ragione?). Con il denaro controllano i Media (giornali, televisioni, cinematografia, editoria, ecc.ecc.); le borse (i denari a risparmio); le politiche economiche di austerity; la globalizzazione; i virus 😦 ecc. ecc.

        E per esempio, come mai non ci si chiede: perché 30 anni fa c’erano meno poveri che non oggi? Come mai in una nazione come l’Italia negli ultimi 20 anni si è “prodotta” più popolazione povera? Se la produzione è più meccanizzata, più produttiva, se è esplosa l’informatica (che agevola la produzione), se c’è più tecnologia energetica (più produzione) e ci sono molte più agevolazioni varie (rispetto a 20/30 anni fa): come mai tutto ciò ha prodotto più povertà?

        Il sistema monetario come l’hanno impostato loro, fa milioni di poveri e di morti (di fame a livello planetario), ovvero tiene miliardi di gente in povertà ed ignoranza estrema.

        Sempre più questo è un pianeta sotto il dominio assoluto del denaro. Denaro ottenuto con una imposizione criminale, una capacità d’imposizione senza precedenti. I “servi della Gleba” di tanti secoli fa almeno ogni tanto si ribellavano! Oggi non si ribella più nessuno… anzi chi si ribella “è un ignorante e razzista populista”.

        Non c’è che dire, la soppressione è sempre stata senza soluzione di continuità… ed è arrivata a dei livelli molto preoccupanti… ovvero ce ne accorgeremo quando sarà troppo tardi: la popolazione sarà bella cotta a puntino, come la “Rana lessata lentamente” (storiella conosciuta, la rana viene lessata, molto lentamente, a partire dalla normale acqua fredda ad acqua bollente).

        Tutto questo sistema è ben documentabile! Ma è degno di nota che nessuno, nessuno ne parla nemmeno più (fino a soli 10 ani fa qualcuno osava)… e nonostante capire l’idiozia/illogicità di questo sistema monetario soppressivo è parecchio semplice (la truffa è cosi facile da capire), comunque nessuno osa più nemmeno parlarne, figuriamoci contrastarlo… ovvero siamo finiti lessati, il tutto è finito nel dimenticatoio.
        Ovvero “il sistema”è diventato uno status quo intoccabile.

        Questo è un bel esempio da studiare: la massa tenuta ignorante ad un livello tale e per cosi tanto tempo, che tutti i danni gravissimi che il sistema ha creato e crea, vengono dati per scontati.

        Secondo me è un ottimo esempio di OUT KRC molto molto grave: come mai c’è cosi tanta idiozia (se tale è definibile)? “l’uomo non riesce a stare di fronte al male”. Questa è un’otima spiegazione.

        Io credo anche perché la soppressione è molto molto costante e pesante da molti decenni, al punto da far diffusamente credere che sia incontrastabile.

        • Diogene

          Marco, come sai, concordo con la tua disamina.
          E’ una realtà di fatto che è stata costruita neanche troppo lentamente negli ultimi 30-40 anni.
          Coloro che l’hanno messa in piedi si sono avvalsi degli sviluppi tecnologici (da loro stessi sovvenzionati) che hanno permesso di raggiungere tutta la massa produttiva mondiale, avvolgendola in uno scenario di benessere generale (= la carota), che ha reso possibile l’adescamento anche dei paesi più recalcitranti.
          Chi mai rifiuta il benessere?
          Un altro metodo vincente ha puntato al cambiamento di mentalità dei cittadini occidentali, appiattendo il loro senso critico, unificando la percezione di un modello sociale valido per tutti i popoli della Terra.
          E chi mai rifiuta la pace?
          Mantenere il benessere e difendere la pace richiede un ingente sforzo economico e così è spuntata la “globalizzazione” del commercio e per renderla più agevole hanno tolto di mezzo le monete nazionali, così nessuno ha dei soldi “spendibili” diversi dall’Euro/Dollaro (= il bastone).
          No problem, amigo! Quanti miliardi ti servono? Firma questo accordo e noi Banca Centrale te li diamo da spendere per il tuo benessere. Per la tua pace te ne tratteniamo un po’ adesso e poi facciamo bene i conti.
          E chi mai rifiuta i soldi?
          La Russia? Tiriamo fuori un po’ di vecchie guerre lì attorno.
          La Cina? E’ un pesce grosso, ci serve tutto. Proviamo con un virus?
          Ma sì, testiamolo anche nel lombardo-veneto, uno dei territori più ricchi in Europa, ben attrezzato e solido, poi vediamo come se la cavano e così anche gli altri si adeguano più facilmente.
          Per bene che vada, indebitiamo generosamente l’Italia di altri 50 miliardi.
          La Germania invece, chissà come, trova 550 miliardi da investire.
          Cronaca e politica ormai dormono insieme.
          Mentre da Roma in giù ballano sui balconi. Sperando che reggano.

          • Marco

            Super Diogene, sei un grande scrittore, hai descritto perfettamente la scena.
            Questa è ottima consapevolezza.
            Amen.

  7. MISTER X

    Grazie Diogene! Ah dovevo completare la spiegazione con la logica che la riguardava:” Logica 3 – Ogni conoscenza che può’ essere percepita,misurata o sperimentata da qualsiasi entità è in grado di influenzare tale entità.Corollario” Qualsiasi conoscenza che non può essere percepita,misurata o sperimentata da qualsiasi entità o tipo di entità non può influenzare tale entità o tipo di entità” .

    • Marco

      MisterX di questi tempi mi paiono interessanti anche queste Logiche:

      Logica 14
      L’introdurre in un problema, o soluzione, dei fattori che non derivino da leggi naturali bensì unicamente dal potere autoritario, aberra tale problema o soluzione.

      Logica 15
      L’introduzione di un arbitrario in un problema, o in una soluzione favorisce l’ulteriore introduzione di arbitrari nei problemi e soluzioni.

      Logica 17
      Quei campi i cui dati dipendono maggiormente dalla formulazione di opinioni autorevoli sono quelli che meno contengono leggi naturali note.

      Ed infatti:

      Roma, 13 mar 19:12 Agenzia Nova
      “Le persone morte a causa del coronavirus in Italia, che non presentavano altre patologie, potrebbero essere solo due.”

      https://www.agenzianova.com/a/5e6bcf1da7fbe3.23491954/2851060/2020-03-13/coronavirus-iss-in-italia-i-decessi-accertati-finora-per-causa-del-covid-19-sono-solo-due

      Quello che sta succedendo non è un gigantesco DemoKit di:

      EVOLUZIONE DEL TOTALITARISMO 25 NOVEMBRE 1969

      “Il totalitarismo viene definito come “pertinente a un regime politico basato sulla subordinazione dell’individuo allo Stato e sullo stretto controllo di tutti gli aspetti della vita e della capacità produttiva della nazione, specialmente con misure coercitive (come la censura ed il terrorismo)”.

      “Sospettare che il governo sia sempre più guidato da gruppi di interesse privato (ndr : multinazionali) e sempre meno influenzato da gruppi di interesse generale, come partiti politici, o i gruppi con fini sociali pubblicizzati, è diventato un aspetto pratico dell’essere un cittadino dei tempi moderni.
      Quando sembra che le nazioni non siano guidate dal buon senso, il cittadino comincia a sospettare che “degli interessi privati” stiano alla base della politica del governo.
      Egli ha spesso completamente ragione nel dire che il cinismo ha sostituito il patriottismo nella maggioranza delle nazioni occidentali, inftti leggiamo che i giorni dell’idealismo sono finiti.”

      “L’opinione pubblica” espressa da un gruppo di interesse privato raramente corrisponde alla realtà. Il gruppo di interesse privato sostiene che sia “l’opinione pubblica” e con vari mezzi usa quelle affermazioni per imporre con abili manovre la propria volontà, sui suoi oppositori, sulle tesorerie, o sulla legge.

      La democrazia tende a prestarsi al tornaconto di gruppi di interesse privato, in molti modi, il più evidente dei quali è la necessità che ha un candidato di finanziare la propria campagna elettorale. Alcuni di questi candidati per cariche democratiche non potrebbero affatto presentare la candidatura senza i fondi o l’influenza forniti da “gruppi di interesse privato”.

      In questo modo, man mano che la democrazia si deteriora cadendo nelle mani di interessi privati, tende a non essere più una democrazia che nasce dal popolo, che è nell’interesse del popolo, e che è gestita dal popolo, ma invece è una “democrazia” che nasce dai gruppi di interesse privato, che è nell’interesse dei gruppi di interesse privato e che è gestita dai gruppi di interesse privato (che sono meno dell’8 percento della popolazione totale).”

      Beh, più chiaro di cosi?

  8. Marco

    ECONOMIA Aprile 1966

    “Una delle principali barriere che incontriamo alla libertà in questa società, è l’economia.
    Comprendere l’economia rappresenta un ardito passo in avanti verso la libertà di una società.”

    “Le personalità soppressive intendete a sopprimere l’uomo, già da molto tempo hanno intessuto per la società una ragnatela di grovigli economici, utilizzando l’ignoranza sull’economia.

    Oggi, le catene sono fatte di restrizioni economiche e di bugie economiche.”

    “Le cose che vengono fatte in nome delle “necessità economiche” farebbero vergognare Satana, e vengono fatte da una minoranza di egoisti per togliere il più possibile alla maggioranza.

    L’economia rappresenta i nove decimi della vita, il decimo che resta è economia socio politica.”

    L. Ron Hubbard

    • Diogene

      Sai, Marco, quando posti le citazioni di LRH le apprezzo subito per quello che affermano e se sono d’accordo è perché le comprendo.
      Poi le rileggo e paragono quello che ha scritto con quello che lui stesso ha applicato e fatto applicare fino ad oggi nella sua creatura, la CofS, e non le capisco più come prima.
      Peggio: non capisco più LUI. E mi sento un po’ preso in giro.
      Mentre quando tu scrivi di testa tua, ti percepisco sincero per quello che vuoi esprimere. E ti capisco molto bene, anche quando non sono del tutto d’accordo con te.
      Quello che a me interessa non è la sorgente, ma la purezza dell’acqua che vorrei bere. Se l’acqua è torbida, la sorgente è dubbia.
      A LRH non devo niente, a me stesso devo la comprensione. Del dritto e del rovescio.
      Naturalmente, questo è il mio punto di vista al riguardo. E spiega anche il perché del mio interesse a Scn. E’, appunto, uno studio del dritto e del suo rovescio: un argomento concreto e affascinante, di cui pochi avvertono la vitale importanza.

      • Sin dai primi giorni dell’indipendenza una cosa si era capita: Scientology è superiore a Ron Hubbard. Se questo concetto fosse stato capito veramente ed assimilato la church non sarebbe ora in questo stato miserabile. Se qualcuno non è d’accordo pazienza, se ne faccia una ragione.
        Guido

        • Diogene

          In Scn si insegna che “La Realtà è accordo” per il fatto che “E’ vero ciò che è vero per te”, ma tenendo presente che “La Verità è ciò che è”.
          Ritengo questa triade altamente educativa ai fini della capacità di osservare e giudicare con la propria testa.
          E’ una bussola che dovrebbe essere fornita all’apprendista scientologo fin dal suo primo approccio con il soggetto.
          Naturalmente, sarebbe utile per tutti, maestri e discepoli.
          Potrei argomentare a lungo, ma mi fermo qui. La tastiera scotta. Meglio che mi prepari un thè al mirtillo.

          • Marco

            Un Rafforzativo riguardo il pensiero Indipendente.

            Un Thetan può creare qualunque cosa.
            Se tu dici a qualcuno: che cosa c’è lì; che cosa dovrà trovare; esattamente come la cosa lo influenza; quale EP dovrebbe raggiungere; con abbastanza ARC, o Autorità, lui creerà quel fenomeno o cosa, sia che voi abbiate ragione o torto nelle vostre affermazioni.

            Voi dovete solo guardare indietro esaminando Scientology e ciò che avete creduto, per capire come è possibile accettare una Verità messa lì come Verità.
            Tutto può essere creduto, da una Terra piatta a un Universo posato sul guscio di una tartaruga.

            Quando usate ciò che credete la base di una terapia annunciando questo fatto per impressionare gli altri, avrete preso l’intera responsabilità del Case di una persona: lui guarderà a voi per avere quei fenomeni e i guadagni relativi.
            E quando ciò non accadrà, voi sarete accusati di non aver consegnato ciò che avevate promesso.

            Cosi facendo avete messo in piedi una trappola per voi stessi e per i vostri clienti, perchè i guadagni previsti non potranno accadere.
            Altri guadagni non menzionati potranno accadere, ma il risultato annunciato non potrà, perchè voi vi siete presa la responsabilità di questo, ma non l’avete data al vostro cliente. Quindi non potrà accadere.

            La sola strada possibile è un metodo ben preciso: nessuna valutazione riguardo ai fenomeni finali ed ai risultati.
            Ciò che essi raggiungono appartiene interamente a loro, perchè il procedimento non è mai stato consegnato dispensando valutazioni.

            La struttura del Bank è identica da Essere a Essere, ma gli esatti materiali che si sommano su quella struttura è unica per ognuno di voi.

            Voi dovreste percorrete solamente il vostro case, non una concatenazione di case di altre persone e valutazioni di altri. Questo funziona.

            Irene Mumford

            Confermo per esperienza (precedente auditing Cof$ Vs. attuale auditing): i risultati che si hanno con un auditor che non valuta (rispetto ai materiali/procedimenti auditi, ai fenomeni finali, alle abilità da ottenere, ecc. ecc. ) è tutta un’altra cosa!!!

      • Marco

        Si Diogene, ho capito il concetto di quello che mi dici…

        Io… io concordo con Guido quando dice “Scientology (la conoscenza che in questo corpo di dati c’è) è al di sopra di LRH”. Assolutamente vero.

        Ovvero sta ad ogn’uno di noi gestire/capire/usare la conoscenza che c’è in Scn. Anche perchè la conoscenza/consapevolezza/verità (relativa o meno… ed “è vero quello che è vero per te” ecc.ecc.) non è di proprietà di nessuno… (solo le multinazionali del farmaco brevettano presunta conoscenza “or ora portata alla luce” , in realtà solo nuove molecole da vendere… cazzoni.)

        Anzi ti dirò di più, la “ricerca e sviluppo” dovrebbe rimanere nelle mani del popolo… ovvero nelle mani di una preposta organizzazione dello Stato che poi rendere libero l’usufruire di questa conoscenza… ma questa è un’altra storia (ovvero la struttura mentale dell’homo sapience non rende molto praticabile questa modalità. Mentre questa impostazione di ricerca secondo me è possibile con gli Esseri Chiariti).

        Ma riguardo al quotare LRH o meno… io capisco/intuisco (si capisce facilmente) che tu hai un bel pò di carica con la Cof$ e che imputi questa aberrazione di “Chiesa” ad LRH, ovvero DM è un criminale!!! Ma chi l’ha messo li è LRH!!! Credo tu abbia questa idea, concetto.

        Potrei concordare con te, l’ho pensato anch’io che LRH da un certo punto in poi ha sbagliato, sopratutto con l’organizzarsi in questo modo paramilitare.
        Io credo che gli Indi su questo concordano diffusamente.
        Ma, te la dico brevemente, mi sono chiarito però che non tutto quello che ha fatto LRH è da buttare…
        Ho capito invece che DA UN CERTO PUNTO IN POI , Ron Hubbard ne ha commessi di errori… e questo me l’ha riportato a terra, tra gli umani.
        Ovvero penso: “fintanto che un genio (chiunque) è in un corpo di carne è in pericolo. Siccome dipende da un corpo per potersi esprimere e comunicare, è soggetto al pericolo di avere il suo terminale di comunicazione invalidato… ed allora addio genialità”.
        Questo perchè io penso che fintanto che operi attraverso un corpo di carne… embeh,… ?! Se ti piantano un chiodo in testa, addio…

        Dunque LRH per me è sempre interessante, perchè è stato un geniale ricercatore. Ma è interessante e cerco con coprensione concettuale solo sulle cose che io capisco e su cui concordo (anche se spesso non capendo delle cose si è usato fiducia o fede che dir si voglia).

        So dunque anche che ad un certo punto LRH può aver avuto una qualche defaiance neuronale (fumava, mangiava male, era un pò obeso, ecc. ecc. ; ma anche può “aver subito qualche trattamento esterno!?”)… e dunque ha perso un pò (magari un bel pò) della sua lucidità.

        Io quoto solo ciò con cui concordo… e lo faccio per comodità (di non stare a riscrivere tutto il concetto) e perchè so che molti scientologist Ind, hanno raggiunto questa conclusione: “LRH è stato geniale. Dunque prendo/pesco dalle sue ricerche e, se sono d’accordo, le capisco e le faccio mie. Provo le sue tecniche e se funzionano bene, se non funzionano le scarto, o le miglioro. So per certo che ha fatto molti errori e dunque sto attento a non seguire solo pedissequamente le sue affermazioni. Sospetto che ad un certo punto l’hanno preso e rovinato (il suo corpo) e dunque mi spiego tante sue incoerenze ed eccentricità, e spesso anche delle crudeltà”. Ecc. ecc. tutti discorsi già fatti triti e ritriti.

        LRH è stato un genio ed ha scritto molte cose interessanti.
        Io non lo quoto come il mio leader, solo come: hei guarda LRH nel ’68 diceva queste cose… pensa come era già avanti… è esattamente quello che sta succedendo adesso.

        Forse in tutto questo mio quotare da parte mia, c’è anche una specie di rispetto e riconoscimento, perchè di cose di buon livello le ha fatte… ed io mi sento di onorarlo per il bene che ha fatto… non dimenticando di criticare scartare ciò che ha sbagliato. Ma capendo anche perchè ha sbagliato.

        Insomma Diogene, vogliamo definire una volta per tutte se LRH è stato più un bene o un male per l’umanità?! E comportarci poi di conseguenza!?

        Secondo me se c’è dell’astio che persiste persistentemente, io credo che sia solo un persistere di carica… che è solo da scaricare 😉

        Un caro saluto
        Marco

        • Diogene

          Ok, Marco, vengo subito al dunque..
          Non sono certo io a non saper distiguere. Se non sapessi distinguere non sarei neanche in grado di criticare o di apprezzare le parti in questione. Invece lo faccio con grande cura, anche se a volte mi rendo conto di essere irritante.
          Cerco di mantenere alta l’attenzione soprattutto di chi si avvicina al soggetto un po’ ingenuamente e che forse il coraggio o l’esperienza per criticare ancora non ce l’ha.
          Per “critica” intendo “dialogo costruttivo”, anche se logicamente, ai fini del dibattito, deve evidenziare difetti o anomalie del soggetto.
          Se un blog non stimola al dialogo diventa una specie di vecchia bacheca dove qualcuno appende un qualche annuncio, sperando che venga letto.
          Se vogliamo questo, lasciamo pure che La Reception sia uno spazio virtuale dove esporre soltanto successi e apprezzamenti. Si può fare, qualcun altro l’ha già fatto, è una scelta “redazionale”.
          Io potrei scriverci sopra di quelle sviolinate che neanche ti immagini.
          Ma a me piace che questo blog rimanga una porta aperta alla riflessione e al confronto, certamente a protezione del castello, ma non di un castello incantato. Se è marmo è marmo, se è pietra è pietra: non usiamo i pannelli di cartongesso come ho visto al Fort Harrison.
          E per quanto riguarda la “carica”, non è del tipo che inquieta, ma piuttosto del tipo adrenalitico. Non so se mi spiego.. .

          • Marco

            Ovviamente Diogene, non ho mai pensato che tu non sappia distinguere… ho troppa stima di te per pensare questo. Se hai percepito questo forse mi sono espresso male.

            Lo so che tu hai sepre cercato di criticare in modo costruttivo e che hi stimolato/stimoli alla riflessione e confronto… ma mi pare che fino a qualche mese fa scrivevi con meno veemenza… mi pare, scusa la franchezza.

            Da qualche mese, mi pare, pare a me, i tuoi commenti sono un po’ più… più aspri, diciamo cosi.
            Meglio, pare a me, pare a me, siano più imperativi… anziché stimolanti un dibattito: percepisco un po’ più “disprezzo”, che non critica, rispetto come ti conosco da anni.
            Questo tuo disprezzo è molto evidente per la Cof$ ed il DM, e questo ci sta, pur se è anche vero che forse questo disprezzo dovrebbe ormai già essere metabolizzato da tempo. Ma anche si percepisce un sempre più boicottante biasimo per LRH…
            Questo è il nocciolo della questione, credo, un biasimo in aumento, anziché in calo.

            Insomma da qualche tempo ti sei fatto meno Diogene (colui che con il lanternino cerca una persona onesta) ed un po’ più inquisitore, nel senso di simil Procuratore della Repubblic, che accusa con lo scopo di condannare.

            Ma, seguendo la figura metaforica, porti avanti delle accuse e/o getti li dei sospetti inquisitori, che, io credo, è un po’ che sono stati valutati, rannati, metabolizzati.
            Insomma io credo che il pubblico Indi abbia capito che LRH ha fatto molti molti errori, ma che però, forse, possibilmente abbia anche fatto qualcosa di buono… credo questo sia innegabile.
            Insomma, non capisco questa tua recrudescenza

            Infattii ogni tanto tu “mi rimproveri” di quotare troppi scritti di LRH… io più di una volta ti ho spiegato il perché: secondo me LRH al netto dei suoi errori è stato geniale Ma trovo strano che mi contesti ciò, quando tu lo sai bene che io sono un Quotatore seriale degli scritti di LRH. Ma mai mi avevi messo in rilievo cosi tanto questa mia mania/deformazione professionale (di disseminatore).

            Io penso che negli anni le discussioni su questo argomento sono state molte… ed ora penso che è ora di schierarsi: LRH ha sbagliato molto… ma anche ha fatto del bene, molto. Oppure no?

            Ecco a me piacerebbe capire ed inquadrare il tuo pensiero un pochino meglio… perchè quello che percepisco è un aumento di astio e biasim, piùverso LRH che non verso la Cof$, mentre a me era sembrato che, anche solo qualche tempo fa, questo biasimo era stato visto e metabolizzato (i rospi erano stati ingoiati) ed era successo un As-Is.

            Forse mi sbaglio…? E se mi sbaglio, ovvero se il biasimo da parte tua non era/è mai finito… beh, allora diventa una questione di: “ma a questo punto non è meglio incartarsi la carica (i torti subiti) e riporla in qualche scaffale in cantina…?” . Anche solo perché se si insiste più di un tot con un atteggiamento adrenalinico (come dici), beh, lo si sa, troppa adrenalina e cortisolo fa male a tutti i sistemi fisiologici… dunque, lo dice il medico: molto meglio dimenticare (mamma, che brutta parola da dire in Scn), ovvero, in altre parole, non è molto meglio farsene una ragione?

            Boh… si è capito quello che voglio dire?

  9. Diogene

    Marco, quello che volevo dire l’ho detto nel mio commento precedente.
    Stiamo ancora a cincischiare su LRH? Hai ragione, è roba vecchia.
    Come d’incanto è apparso LRH 2.0
    Vai a avanti tu, che io ne ho visto abbastanza.
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.