Archivi del mese: aprile 2020

Sull’Etica 2

Ecco la traduzione di un altro video che trovate sul canale YouTube di Ron 2.0

Un punto di vista sull’etica su cui riflettere

Leggetelo, può essere di aiuto.

Grazie a Paolo per la traduzione.

Guido

 

Salve signore e signori è l’11 maggio

2019 ora sono circa le 7:05 di sera e stasera volevo cogliere l’occasione per discutere un argomento molto importante, un argomento che al momento è anche molto controverso a causa del modo in cui molti sono stati esposti a questo argomento e al suo lato negativo o ingiusto e questo argomento è l’ETICA.

Vorrei discutere prima di tutto di etica, statistiche, giustizia e della loro giusta applicazione. Ci sono delle definizioni ampiamente sbagliate là fuori nel campo indipendente così come nella Chiesa

di Scientology sull’etica e su come dovrebbe essere applicata in quale ordine e come vengono applicate le penalità, quando le certificazioni delle persone e altre cose vengono revocate ecc.  e tutto ciò che ne consegue. Ora la cosa molto strana riguardo a questa etica è che troverete tutto ciò che dovete conoscere a riguardo è contenuto nel libro Introduzione all’Etica di Scientology e ovviamente ci sono alcuni HCOB e Policy Letter che sono stati scritti sull’etica in particolare, ma sono per qualcuno che lavora sullo staff e nei dipartimenti di etica, ma ancora i dati principali sono disponibili qui nella versione del libro dell’età dell’oro Introduzione all’Etica di Scientology.

Quindi, prima di entrarci dentro e leggere un paio di citazioni contenute, devo dire che uno dei più importanti fattori che ho già detto prima è che l’etica in nessun caso e in nessuna circostanza può essere forzatamente imposta su qualcuno, qualunque cosa tu faccia  non potrà mai essere imposta, è impossibile, non può essere. Puoi imporre la morale a qualcuno, ma questo è un argomento diverso. Ora la morale di gruppo è ciò che un gruppo ha concordato essere etico e questo può essere imposto a una persona. Potrete trascinarlo via legarlo a un palo e frustarlo. Potete metterlo a testa in giù o davanti a un plotone di esecuzione, ma alla fine della giornata quell’individuo nel profondo del suo cuore non crederà che ciò che fatto sia qualcosa di più di una distrazione o che aveva torto o che era stato non etico. Non c’è niente da fare, non cambierà idea.

Ecco perché l’etica non può essere imposta. L’etica appartiene a ciò che persona sente dentro di sé essere giusto o sbagliato e alla sua moralità. Non siamo intrinsecamente sbagliati, non siamo intrinsecamente peccatori; siamo tutti nati come buoni esseri umani, o almeno uno spererebbe di esserlo e non essere intrinsecamente imperfetto. In questo mondo non c’è una singola persona vivente in possesso delle sue facoltà mentali che alla fine non arrivi a capire ciò che è giusto o sbagliato. Ora ci sono delle grandi diversità lì ma c’è sempre stato un comune denominatore di ciò che può essere considerato giusto o sbagliato. Se vediamo una persona che soffre, se stai facendo qualcosa a qualcuno che gli provoca dolore, afflizione rabbia, se sei un essere umano ragionevole dalle capacità mentali adeguate arriverai alla conclusione che ciò che hai fatto non è corretto o è sbagliato quello che l’altro ha fatto a te.Quindi una persona svilupperà una bussola interna e un concetto di ciò che è giusto o sbagliato. Naturalmente ci sono delle grandi deviazioni  riguardo a questo che dipendono dall’educazione di qualcuno, da dove viene o da quale cultura. Anche la loro fede politica, le loro credenze filosofiche hanno pure un grande o un marcato effetto sul loro comportamento e sulla loro etica.

Ora ciò che un gruppo considera che è poi ciò che un grande gruppo di persone considera, e di solito queste cose vengono poi codificate in un codice penale di qualche tipo o in qualche tipo di sistema legale. La maggior parte dei paesi lo fa. Ora alcuni paesi  islamici, i paesi che seguono l’Islam usano quel sistema di credenze o Sharia o questo tipo di  leggi e le fanno rispettare  e questo è ciò su cui generalmente concordano per essere etici  a livello di popolazione. Ora dentro Scientology, naturalmente qui abbiamo sviluppato un sistema di etica e l’etica era progettata per proteggere l’individuo.

Lo dice qui nel libro, tu sei responsabile di ciò che accade a te. Noi siamo responsabili per la nostra etica personale. noi siamo responsabili per mettere IN la nostra stessa etica. E’ il nostro senso interno di ciò che moralmente è giusto o sbagliato. Io lo devo mettere in, io devo stabilire se qualcosa è giusto o non è corretto. Se non vi piace una determinata cosa, se vi tenete qualcosa dentro e vi sentite frustrati. Bene, aprite la bocca e parlate. E’ responsabilità della persona farlo e dire:  “Ehi guarda… no, questo è sbagliato ecco qua i riferimenti!” Dimostri il tuo livello di caso e poi procedi da lì, ma questa è la nostra responsabilità e probabilmente l’errore più grande che un individuo può fare quando si tratta di etica è semplicemente non usarla.

Qual è il buono di avere uno standard, uno standard personale di ciò che sei disposto a tollerare, di cosa sei disposto a fare agli altri, fino a che punto sei disposto ad andare, quali linee  sei disposto ad attraversare? Quindi il più grande errore che un individuo può fare è non mettere IN l’etica. Qual è l’utilità di avere uno standard personale di ciò che sei disposto a tollerare, sei disposto a fare agli altri, di quanto sei disposto a farti avanti, di quante linee sei disposto ad attraversare?

Se non lo fai veramente può darsi che tu non abbia nulla. Quindi il più grande errore che una persona può fare è non mettere IN l’etica e la prossima cosa che accadrà ci saranno i lupi che raspano alla tua porta, gente che ruba le tue cose e che cammina sulla tua schiena. Vedete? Venite chiamato davanti ad un Comitato di Evidenza, e poi ad una Corte di Etica dove ti dicono ah! Sei un SP, sei stato dichiarato perché non ci piaci. Nessun dato, nessuna prova,  procedure ignorate, e questo accade perché ad ogni gradino del percorso quell’individuo non ha detto: “No, al diavolo, fottetevi. Adesso fate quello che vi dico io se no mi dovete portare via a forza!”. Tu sai che ho ragione, io so che ho dannatamente ragione perché è scritto da L. Ron Hubbard. Ma non molte persone hanno questo tipo di energia e forza d’animo e così vengono calpestate e se voi non mi credete, la cosa divertente riguardo a me e che la maggior parte delle persone non sa è che non mi hanno mai dichiarato. Non sono mai stato dichiarato dalla Chiesa di Scientology. Non sono mai stato dichiarato come SP o altrimenti. Non è mai stato scritto, non è mai stato detto.  Perché? Perché conosco l’etica e l’ho messa IN. In tutte le linee che ho dovuto attraversare l’ho messa IN e l’ho fatto nel modo appropriato.

Quindi, le cose fondamentali quando si parla del soggetto dell’Etica sono a) non conoscerla, b) non metterla IN. E questa è la responsabilità dell’individuo, è la vostra responsabilità ed è la mia responsabilità. Detto questo, un altra questione è… mai in nessuna circostanza imponete l’etica su una persona e l’altra cosa che io dico sempre: l’etica è stata creata per mettere la tech IN, non per mettere l’admin IN. L’etica non è stata creata per far salire le statistiche, l’etica non è stata fatta per vendere materiali o per fare promozione.

L’etica non è stata creata per fare in modo che qualcuno vendesse una certa quantità di ore di auditing, non è stata creata per reg (vendere servizi a) qualcuno.  Come fare quelle cose le trovate nei volumi di OEC. Quelle cose sono Admin non Etica. E le statistiche di una persona non sempre indicano…  in realtà le statistiche raramente indicano una situazione di fuori-etica. Quindi le formule di etica che trovate qui non sono fatte perché le statistiche di qualcuno sono giù. Certamente le statistiche vanno tenute, ma le statistiche vanno usate solamente per incontrare le tue formule di etica come individuo e ciò che tu stai facendo interiormente per te stesso. Ciò che tu senti di star facendo bene o male  per far salire le tue statistiche, giusto?  E le statistiche vanno insieme con l’altra faccia della moneta e cioè con le formule di etica. Voi applicate le formule di etica e le tenete sotto controllo con le statistiche, e questo permette a noi di produrre in un modo eticamente corretto. Non riflettono necessariamente una caduta o una situazione fuori etica. Non rappresentano una situazione fuori etica. Quando parliamo di situazioni fuori etica ci riferiamo a crimini e alti crimini. Errori e infrazioni non sono necessariamente situazioni fuori etica o lo sono raramente. Mentre quando ci sono crimini e alti crimini, bene, quelle sono situazioni in cui  si è manifestato un fuori etica. La ragione per cui dico questo perché sembra che ci sia sempre stata una  caccia alle streghe.

Per i dati in mio possesso nelle strutture organizzative se qualcuno non aveva le statistiche alte gli veniva tagliata la testa o gli venivano fatte applicare le condizioni di etica perché le sue statistiche erano giù. Ma nessuno si è mai fermato a considerare il fatto che magari le statistiche di quel tipo erano basse a conseguenza delle azioni di qualcun altro o semplicemente perché dannazione nessun entrava dentro dalla strada quella settimana e non c’era nulla che quel tipo poteva fare per cambiare quella situazione. Poteva essere al suo posto facendo tutto quello che doveva fare in modo perfetto ma questo non cambiava la situazione, non c’era nessun pubblico che entrava nell’org ed è stupido pensare che lui poteva cambiarla. La cosa importante era se quella persona faceva tutto quello che poteva fare nell’ambito del suo potere etico per sostenere il posto che occupava. Il che significa, audire al meglio delle tue capacità, gestire i corsi al meglio delle tue capacità. Se lavori come staff, tenere il tuo posto al meglio delle tue capacità. Tutto questo significa che le statistiche non indicano necessariamente una situazione fuori etica. Certo può essere, ma questo di solito nel corso di un lungo periodo di tempo, come minimo da 60 a 90 giorni. Se le tue statistiche sono giù per 3 mesi di fila magari è un qualcosa a cui faresti meglio dare un’occhiata. Ma se le statistiche sono relativamente decenti per quel periodo di tempo, bene, stai tenendo il tuo posto ragionevolmente bene, perché ci sono un sacco di altri fattori. Puoi essere nuovo, con poca esperienza e può darsi che ci voglia del tempo per imparare su un gradiente e abituarsi a gestire quel determinato posto. Quindi queste cose non le potete imporre sulla gente. Quindi di nuovo signore e signori per correggere una situazione fuori etica non potete imporlo.

Cioè non potete usare le formule di etica o qualsiasi altra tecnologia per correggere una situazione fuori etica, punto! Voi dite … ohohohoh aspetta. NON audite una persona che è in una situazione fuori etica, non gli fate applicare le formule di etica per tirarlo fuori da quella situazione, punto. Non sono usate per quello. Ma quello che io intendo per situazione fuori etica sono di nuovo crimini e alti crimini. Quando una persona è arrivata a quel punto non c’è auditing che può ripararlo. E’ una fonte potenziale di guai o oltre e non potete audirlo o fargli applicare le formule delle condizioni di etica. Forse potete tirargli fuori overt e withhold ma il punto è che non le potete imporre a loro. La persona ha un problema, è in una situazione fuori etica e vi dice: “Devo andare in session, devo risolvere queste cose”. Magari potete verificare e tirar fuori overt che sta continuamente facendo o magari potete fare un maneggiamento PTS, usate quella tecnologia, ma non imponete la tecnologia su qualcuno per rimediare a una condizione di etica. Non deve essere fatto mai signore e signori, in nessuna circostanza. Si deve sparare in testa a qualcuno se solo considera o tenta di farlo. E’ una completa applicazione sbagliata della tecnologia. Giustizia, per rimediare quelle situazioni va applicata la parte dell’etica che riguarda la giustizia.

Adesso darò di nuovo un’occhiata a questo libro dove si possono trovare 4 aree quando si parla di etica, penalità e cose che si possono fare in modo sbagliato: potrebbero essere dei semplici errori o infrazioni e poi di nuovo abbiamo crimini e alti crimini. Quando parliamo di crimini intendiamo comportamenti che potrebbe essere naturalmente considerati tali anche nella società: stupri, omicidi, incendi dolosi, furti. Tutti questi sono crimini. Entriamo in un livello in cui ci possono essere condanne penali. Ci sono poi gli alti crimini che non sono semplici crimini ma crimini commessi specificamente contro Scientology. Ora, errori e infrazioni possono essere spazzati sotto il tappeto, cioè possono essere maneggiati senza procedure di giustizia di etica. Okay, infrazioni, errori non intenzionali, mancate esecuzioni di ordini sono errori, scortesie e insubordinazioni, non applicazione di policy, errori che provocano delle perdite, danneggiamento di materiali, rifiutare un verifica al meter, rifiutare auditing richiesto da un’autorità, scoprire crimini nascosti di un’altra persona in questa vita, interrompere un meeting, come vedete, la maggior parte di queste cose riguardano Scientology, ma tutte queste cose le possiamo considerare infrazioni, okay? Ora troviamo nel libro delle cose più importanti: flagranti e continue rotture del codice che risultano in guai pesanti, mancata esecuzioni di ordini in questioni di vitale importanza che risultano in una cattiva reputazione pubblica, mettere Scientology o Scientologist a rischio, questa non sembra essere una cosa divertente, mancanza o rifiuto di riconoscere, eseguire o trasmettere un ordine legale diretto da parte di un membro di un consiglio internazionale o di un suo assistente. Sono sicuro che vi siete fatti un quadro e di nuovo questi sono crimini, crimini che possono essere considerati tali nella società come pure in Scientology.

Ora vediamo gli alti crimini: allontanarsi pubblicamente da Scientology  o commettere atti soppressivi.  Cancellazione dei certificati, titoli e riconoscimenti sono le penalità previste per questi reati oltre a quelle comminate da un Committee of Evidence. Ora questo è l’ultimo paragrafo in questo capitolo intitolato reati e penalità. Tutto quanto contenuto in questo libro vi renderà chiaro l’intero soggetto dell’etica. Il libro dice che i crimini vengono puniti riunendo una Corte di Giustizia o un Committee of Evidence e non possono essere maneggiati con un’azione disciplinare diretta. Molto importante. Tu non puoi fare un’azione disciplinare diretta su chi ha commesso un crimine o un alto crimine. Viene convocato un Committee of Evidence che dovrà stabilire se tu hai commesso o meno un crimine e poi la Corte di Etica stabilirà quale saranno le penalità. Potrete essere licenziati, potrete essere degradati oppure potranno essere cancellati i vostri certificati o addirittura potrete essere arrestati. Queste sono le penalità che possono essere assegnate per aver commesso un alto crimine e così possono essere cancellati i certificati se hai commesso azioni soppressive ecc. e questo è tutto, tutto il resto non conta. Un crimine per non avere eseguito un ordine sì, ma puoi avere ucciso qualcuno e se questo era giustificato, va bene è un qualcosa che rimane fra la persona e il suo auditor. Magari qualcuno ha ucciso in passato una persona per difendere se stesso o la sua famiglia, o una persona amata, questo non significa che quella persona sia in una situazione di etica né fa di lui una persona soppressiva. Sono cose che hanno a che fare con insanità e aberrazione. Con quante persone pensate che verremo a contatto nel corso del nostro lavoro che hanno commesso crimini e quante persone pensate che l’abbiano fatta franca. Non sto parlando di multe per eccesso di velocità e cose di quel genere. Noi stiamo cercando di riabilitare il benessere spirituale, la loro vita, la loro mente e la loro sanità. Se fosse così potremmo semplicemente dichiarare tutti SP e saremmo a posto. Sarebbero l’80% di quelli che incontrate sulla vostra strada.

A John Smith piaceva fare risse per strada e ha colpito un tipo che è caduta picchiando la testa ed è morto, ma nessuno lo ha mai denunciato. Noi non lo mandiamo via dicendo: “Etica! Etica! Oh tu non puoi stare qui, non puoi contribuire, non puoi far parte di questo gruppo, oh è terribile, adesso ti mandiamo via. Fatelo uscire”. E’ una azione disciplinare diretta messa in atto senza un Committee of Evidence. E’ veramente una cosa così grave?  Convocate un Committee of Evidence. Loro raccolgono i dati e poi dicono che il tipo ha avuto una rissa con un tipo per strada. Sfortunatamente il tipo è morto. Ok questi sono tutti i dati raccolti. Il Committee of Evidence dice che questo non rende quel tipo una persona soppressiva, non è stato un atto soppressivo, forse sarebbe considerato un crimine dalla legge, ma non è mai stato arrestato. Noi non siamo qui per imporre la legge, non ha nulla a che fare con Dianetics e Scientology. Se la persona adesso è a posto, è ben disposto a contribuire e  vuole fare auditing, allora è benvenuto come lo è chiunque altro. Tutti noi abbiamo demoni e cose nel nostro cassetto. Di nuovo le uniche cose per cui una persona può avere i suoi certificati e le sue classificazioni revocati sono alti crimini che sono atti soppressivi. Non leggerò la lista che è contenuta nel libro, lo potete fare da soli, ma prima di chiudere con questo, signore e signori, qui nel libro c’è un gradiente per ciò che concerne le azioni di etica. Leggerò brevemente dal libro… adesso non trovo le frasi che vi volevo leggere, farò un breve sinossi. Ci sono circa 32 gradini e ti dice il gradiente con il quale noi mettiamo l’etica IN; si comincia con un tocco leggero e voi dite “Ehi qui c’è qualcosa che non va”. Magari hanno detto qualcosa di offensivo ad un altro riguardo ad un altro e voi gli dite: “Ehi Joe, così non va proprio bene, c’è gente che va in giro a dire cose offensive su di … e sembra che sei stato tu a metterle in giro”.  Naturalmente Joe nega di aver fatto questo e a questo punto entra in gioco un supervisore che prende Joe gli dice: “Ehi Joe è meglio che cominci a guardare a quello che stai facendo, altrimenti l’etica farà delle azioni su di te”. Questo non funziona e a quel punto inizierà un’investigazione di etica formale, che alla fine potrà portare ad un Committee of Evidence, le prove raccolte vengono portate ad una Corte di Etica e se si verifica lo scenario peggiore Joe viene dichiarato SP e gli viene revocato tutto. La cosa peggiore, viene scomunicato e non potrà più ricevere servizi.

Quindi cominciate con un tocco leggero fino a salire ad un Committee of Evidence che è composto da un gruppo di persone imparziali e poi una Corte di Etica che giudicherà in base alle prove raccolte dal Committee of Evidence, poi la revoca e le misure correttive, altrimenti la completa scomunica e la dichiarazione di persona soppressiva. Non bisogna saltare nessuno di questi gradini e come ho detto nel libro c’è un capitolo che parla di questo. Mi pare che ci siano 32 o 33 piccoli gradini che comprendono cose che vanno da un tocco leggero in su come ho appena spiegato ed è così che si mette l’etica IN a una persona.  Ma signore e signori per riassumere il tutto in una sinossi, voi non dovete mai imporre l’etica sull’etica di una persona in nessuna circostanza. L’etica è creata per mettere IN la tecnologia. E’ lì per far sì che le persone possano essere audite e questo è tutto. E le condizioni di etica e le formule sono lì per aiutare una persona ad essere in etica, produttiva e in condizione di essere audita e questo è tutto. L’auditing non è mai usato per maneggiare un crimine o un alto crimine, quindi non si audisce mai qualcuno per maneggiare un crimine o un alto crimine. Non si mette qualcuno in session picchiandolo sulla testa per cercare di tirargli fuori i suoi overt, fare confessional… Signore e signori, tutto questo appartiene al Grado 2; quando è maneggiato è maneggiato.

Non esiste che qualcuno continui ad accumulare overt e withhold mentre sta salendo sui gradi di Scientology. Voi non mettete qualcuno in session per maneggiare situazioni fuori etica. E le situazioni fuori etica le maneggiate su gradiente come ho spiegato prima, da un tocco leggero fino alla scomunica dalla chiesa. Ma questo si applica solo a crimini e alti crimini a meno che una persona non abbia fatto così tanti flop, errori e infrazioni e sia stato ripreso così tante dannate volte che l’unica conclusione a cui giungere è che è un SP, o che continuino a commettere innumerevoli infrazioni una dopo l’altra da sommarsi più o meno in un crimine. L’unica altra volta in cui si maneggia qualcuno o si cerca di maneggiarlo sull’etica in session è quando il pc o la persona lo richiede, non lo obbligate a farlo. Il pc viene da voi e vi dice di aver quella tal difficoltà, sa di essere fuori etica ma pensa di esser PTS o qualcos’altro. Pensa di avere overt e withhold di cui non è consapevole, allora sì lo mettete in session, ma come ho detto non lo fate mai come un’imposizione.

Quindi di nuovo: 1) non imponete mai l’etica su qualcuno, in nessuna circostanza. 2) L’etica è stata creata per mantenere IN la tecnologia. E quando mettete in etica qualcuno partite con un tocco leggero per poi arrivare se necessario ad un Committee of Evidence, Corte di Etica, scomunica. Seguite sempre quel gradiente senza saltare nessun gradino. Ad esempio, tagliar via il Committee of Evidence dicendo direttamente: “Tu sei dichiarato! Perché quello era un mio pc e quindi lo dichiaro per quello che mi ha fatto quella volta su Marte”, non va bene. Voi seguite sempre tutti i gradini e certificati e classificazioni possono essere revocati solo dopo un Committee of Evidence e una Corte di Etica, seguendo poi le raccomandazioni della Corte di Etica. Se la persona viene dichiarata SP, può essere fatto solo dopo che una certa quantità di prove sono state raccolte e poi ci possono essere le eventuali correzioni richieste oppure la scomunica. Queste sono le uniche due opzioni che una corte di Etica ha a disposizione quando è stato accertato un atto soppressivo o un alto crimine.

Con questi principi signore e signori avete l’intero corpo della tecnologia di etica. Potete prendere il libro e leggerlo e potete farlo coincidere con la vostra realtà ma credetemi, questi sono gli unici dati che comprendono l’intera scena della tecnologia di etica.

Quindi signore e signori questa è una sinossi e una breve discussione che volevo avere con voi su etica e giustizia e la loro adeguata applicazione. Credo di aver svolto il mio compito in modo adeguato, senza farla troppo lunga  e quindi mi fermerò qui. Ma se metterete in pratica questi principi non potrete mai sbagliare e naturalmente l’ultima ma più importante cosa da ricordare è che  l’etica è la vostra responsabilità individuale. Se non la mettete IN non potrete godere della sua protezione. Per essere protetti dall’etica dovete applicare ed usare la sua tecnologia altrimenti non sarete protetti dall’etica. Se la seguite non sbaglierete mai e non sarete mai soggetti a una situazione di fuori etica e alle sue conseguenze.

Questo è tutto signore e signori vi auguro un’incredibile serata o mattinata  in qualunque parte del mondo voi siate,  se volete contattarmi personalmente potete scrivermi a thetastatic20@gmail.com che è pure l’indirizzo paypal nel caso qualcuno volesse fare una donazione per aiutarmi a continuare a fare quello che sto facendo qui e far decollare nuovamente tutto questo per noi. Detto questo mi farò risentire fra breve e vi auguro di star bene.

 

 

8 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente

Sull’Etica

Questa è la traduzione di un video che trovate sul canale YouTube di Ron 2.0

Grazie a Paolo per la traduzione, se la cosa susciterà interesse ne pubblicheremo altri.

L’etica è spesso oggetto di discussione fra gli Scientology, fuori e dentro la chiesa.

Leggetelo, può essere di aiuto

Guido

Salve signore e signori, è il 6 novembre 2018 e a cominciare da questo video inizieremo a fare delle discussioni tecniche serie. E discuteremo approfonditamente di argomenti riguardanti la tecnologia esistente e anche delle nuove serie con la tecnologia che sto attualmente pubblicando. Ora l’argomento di cui discuteremo oggi è l’Etica, di che cosa è e di come deve essere correttamente applicata. Per prima cosa tratterò di che cos’è l’Etica esattamente per  quelli di voi che non la conoscono e chiarirò anche che cos’è l’Etica perché attualmente non viene applicata o viene applicata male non solo nel campo indipendente o campo di Scientology indipendente, ma anche nella stessa Chiesa di Scientology. Ora, che cos’è l’Etica? Detto molto semplicemente l’Etica è un senso interiore di ciò che è giusto o sbagliato (o bene o male), questo è ciò che è l’Etica individuale di una persona. Questo corrisponde anche per un gruppo. Qual è l’Etica di un gruppo? E’ l’ insieme di ciò che i singoli individui che compongono il gruppo considerano che sia giusto o sbagliato. Questo è diverso da ciò che è Morale o i codici morali di una società, che sono comunemente chiamate leggi che di solito vengono stabilite dalla maggioranza della popolazione con il contributo di poche persone che vengono delegate a scriverle. Il fatto poi che alcuni non siano d’accordo non ha importanza. Queste verrebbero  chiamate “Morale” e sono ciò che la società dice ad un individuo che può fare o non può fare sia che sia d’accordo o meno. L’Etica è un qualcosa di molto differente. Per fare un esempio di ciò che l’Etica è prendiamo un agricoltore e questo agricoltore lavora molto duramente per mantenere ciò che possiede ed un certa sera un paio di signori decidono per esempio di far visita alla proprietà di questo agricoltore per rubare qualche sua mucca. Naturalmente il nostro agricoltore pensa di aver lavorato molto duramente, che quella che è la sua proprietà e pensa anche che nessuno ha il diritto di prendersela. Così ci sono tre signori che quella sera hanno deciso di visitare la sua proprietà e di portar via per esempio qualche sua mucca per poi rivenderle. E così il nostro agricoltore ha nel suo armadio alcune armi da fuoco e tira fuori un fucile e uccide uno di questi signori, mentre gli altri due scappano e nessuno sa chi fossero. Questo agricoltore stava proteggendo ciò che considerava fosse suo. Era la sua proprietà, nessuno aveva il diritto di entrarci e in più lui aveva il diritto di difendere se stesso e questo è quello che lui eticamente pensava fosse giusto fare. Così lui ha sparato e ne ha ucciso uno. Naturalmente in tutta questa faccenda entra la legge e spesso la legge afferma che quello che ha fatto in questo caso l’agricoltore non era corretto e che ciò che ha fatto è un omicidio. E questa è la Morale o il codice Morale di gruppo della società e dello stato in cui questo agricoltore abita. E la società gli dice: “ No, hai sbagliato, questo è un omicidio. Non ci interessa se tu avevi il diritto di difenderti. Tu non avevi il diritto di fare ciò che pensavi fosse eticamente corretto, cioè difendere, te stesso, la tua famiglia, la tua proprietà”. Ora questo può essere perfettamente giusto dal punto di vista della legge, ma è totalmente sbagliato dal punto di vista di quello che questo agricoltore ha dovuto vivere e fare per difendere la sua proprietà ed impedire che gli venisse rubata. Questa è la differenza pura e semplice che c’è fra Etica e Morale. L’Etica riguarda ciò che internamente la persona pensa sia bene o male o nello specifico quale sia un azione giusta o sbagliata ed è legata a pensieri, emozioni e a tutte le variabili relative. La Morale invece è ciò che viene imposto dalle regole del gruppo. In Scientology l”Etica è stata specificamente disegnata… l’intero scopo dell’Etica, la sua stessa esistenza, è per far si che si possa applicare la Tecnica. Niente di più semplice. Cosa significa questo? Significa che l’intero scopo dell’Etica è far sì che l’individuo guardi al proprio senso morale di bene e male, alla propria produttività, di ciò che loro fanno dal punto di vista etico così che lo possano migliorare, la qual cosa permette loro poi di sentirsi meglio con se stessi e rimuovere qualunque barriera etica o morale nella loro vita che gli impedisca di ottenere i benefici dai procedimenti di Scientology o Dianetica. Perché se qualcuno continua a commettere azioni non etiche non lo potete audire, non potete migliorare la sua intelligenza, il suo benessere e tutto il resto. Non potete fargli confrontare episodi traumatici in una session di auditing, perché non stanno confrontando la loro stessa vita, non stanno confrontando quello che stanno facendo di sbagliato personalmente dal punto di vista etico giorno dopo giorno e non stanno correggendo quelle azioni. Permettetemi di enfatizzare questo punto. La tecnologia di Etica è stata  creata per permettere di funzionare alla più ampia gamma di tecnologie di Scientology e Dianetica. E cosa intendo per Etica non applicata o erroneamente applicata è questo: per prima cosa quando non viene applicata o viene malcompresa. Queste cose possono essere risolte piuttosto facilmente, ma c’è un punto che sta al di sopra di tutto in questa lezione o in questa discussione: in nessuna circostanza l’Etica può essere imposta ad una persona, mai! L’Etica non può essere imposta! Posso avvicinarmi ad una persona e piazzargli una pistola alla tempia dicendogli: “Tu ora farai quello che tu personalmente sai che è sbagliato”. Loro potranno mentirti e dirti che lo faranno comunque, ma loro non saranno d’accordo con voi. Voi potrete staccargli la testa dalle spalle ma non riuscirete mai a imporre l’Etica a qualcuno, ne riuscirete a cambiare ciò che lui personalmente o eticamente pensa che sia giusto o sbagliato. Non può essere fatto. Guardatevi intorno, accade in tutto il pianeta altrimenti non avremmo omicidi. Tutti sanno negli Stati Uniti che se uccidete qualcuno passerete il resto della vostra vita in prigione. Ma questo impedisce alle perone di uccidere? No, non lo ha mai impedito e non lo impedirà mai. Ma d’altro canto se voi insegnate a qualcuno una religione, una filosofia o semplicemente gli indicate il fatto che non dovrebbe uccidere altre persone, semplicemente gli chiedete se avrebbero piacere se qualcuno togliesse loro la vita loro risponderanno: “No, non vorrei che accadesse a me”. E allora magari penserebbero che non è nemmeno giusto farlo agli altri. E se sono relativamente sani non faranno queste cose. Lasciatemelo enfatizzare di nuovo signore e signori, in nessuna circostanza voi potrete mai  IMPORRE l’Etica a qualcuno e questo viene fatto continuamente ovunque dentro la Chiesa di Scientology e questo è totalmente idiota e risibile che stia accadendo. Perché? Ci sono persone dentro la Chiesa, specialmente sui livelli superiori che possono  potenzialmente essere registrati (n.d.r. dare soldi) che sono continuamente chiamati per security check. Ora la ragione per cui questo è ridicolo è perché questi fattori del caso sono stati indirizzati e maneggiati nella sezione inferiore del ponte sul Grado 2: confronto, overt, whithhold. Grado 2. viene fatto un sec check, vengono tirati via tutti gli overt e withhold e poi attestano Grado 2, giusto? Sollievo dai turbamenti del passato. Ed erano turbati perché avevano così tante azioni non etiche e immorali. Quindi se ora le hanno confrontate tutte non c’è nessuna ragione standard per cui dovrebbero continuare a farlo. Naturalmente non lo faranno! E’ come dire: “Congratulazioni, ecco il tuo attestato.” poi vi stringono la mano ti dicono che adesso sei Clear e 5 minuti più tardi improvvisamente non sei più Clear. Non funziona così. Ora concediamo pure che in un lungo periodo di tempo e applicando un grande sforzo uno potrebbe non essere più Clear, ma in circostanze normali non accadrà così. Quindi che senso ha continuare poi a sec check la gente, a esaminare le loro azioni, fargli scrivere overt e withhold?  E’ completamente inutile, perché? Perché tutti i fattori del caso che dovrebbero causare queste cose che a loro volta influenzerebbero una persona e causare errori nelle sue azioni sono spariti e sono già stati trattati. Tutta quella carica, tutte quelle catene, tutti quegli episodi, tutti gli overt, tutti i withhold, tutti i withhold mancati sono stati tirati fuori. Loro sono ora individui eticamente a posto da quel momento in avanti, altrimenti non avrebbe senso averli auditi. Quindi di nuovo signore e signori, non potete imporre l’Etica in nessuna circostanza.

Detto questo, c’è anche un grosso errore nell’applicazione dell’Etica. Tanta gente pensa che le formule di Etica facciano parte dell’Admin o siano la stessa cosa. No, sono cose completamente separate. Etica, Admin, due sezioni completamente separate. La gente pensa che queste cose in qualche modo si incrocino perché le statistiche amministrative sono giù e quindi pensa che le statistiche personali siano a loro volta giù. Anche questo è ugualmente stupido. Qualcuno può avere un ruolo in un org, può essere segretario di HCO, può avere tutte le sue linee a posto, può occupare il suo ruolo, eseguire correttamente i suoi doveri e le sue azioni durante il giorno, le esegue, ma sapete? Notizia flash, nessuno è interessato a Scientology quel giorno! Ora le statistiche individuali di quella persona sono giù? Naturalmente no! Nessuno si è fatto vedere o era interessato quel giorno. Semplice. Ma tante volte a quell’individuo viene assegnata una condizione di Etica bassa. A volte sono costretti a rifare i corsi. Capita a volte che una persona faccia tutte le azioni necessarie e compia tutte le azioni che il suo ruolo gli richiede, ma le sue statistiche rimangono comunque basse e la cosa può o non può avere a che fare con la persona.

Quando si ha a che fare  con un’organizzazione di certe dimensioni non sempre le cose dipendono da noi. A volte le linee di comunicazione si interrompono, a volte la gente non entra nell’org… queste cose accadono. Questo significa che devo imporre l’Etica a questa persona? “No, no, no… dobbiamo farti un sec check. Quali overt e withhold hai commesso?”. Che stupidaggine! Se voi pensate che quella persona non stia producendo bene sul suo posto e lo sottoponete ad una azione di Etica voi fate cave-in (crollare) quel povero ragazzo e a quel punto davvero la produttività di quella persona calerà, perché adesso ha perso sicurezza in quello che sta facendo. Quindi signore e signori, Etica e Admin sono due cose completamente differenti. L’Etica esiste… diciamo che avete mancato qualcosa su quell’individuo e adesso lui mostra dei comportamenti che indicano che il suo caso sta interferendo sul suo posto di lavoro. Allora può diventare necessaria un’azione di Etica. “Ehi Joe, è stato notato un tuo certo comportamento, sei disposto a darci un’occhiata? Le tue statistiche sono un pò giù ultimamente, perché non ti siedi qui un momento e magari esamini queste formule di Etica e magari stai operando in base a una condizione sbagliata e vedi se c’è qualcosa che puoi fare per migliorarle”. Lo fate in modo amichevole, gli state dando una dritta. Dovremmo sederci e darci un occhio, alla peggio ci siamo sbagliati. Così si mette la Etica IN. Non prendete il libro delle formule di Etica e lo picchiate in testa alla persona. “Vedi le cose come stanno andando? Vedi le circostanze? Che cosa sta succedendo?” Voi lo fate guardare! Questa è l’Etica: loro devono guardare, loro devono stabilire ciò che è giusto o sbagliato. Non glielo posso dire io. Punto. Non possiamo imporlo, non compete a noi; a noi compete creare degli esseri autodeterminati e come creiamo degli esseri autodeterminati? Attraverso l’auditing, attraverso i procedimenti e permettendo loro di guardare e di agire in base alla loro autodeterminazione in modo ragionevole. Perché alla fine della giornata le persone sono ancora individui, e volete sapere una cosa? Le persone più difficili con cui avere a che fare sono le persone che considerano di essere OT, sono sui livelli superiori del Ponte e hanno sempre opinioni riguardo a qualcosa. Hanno avuto dell’auditing, hanno attestato dei gradi, hanno fatto del training, quindi pensano di sapere tutto di tutto. E un sacco di volte hanno torto e sbagliano. Ma questo è ok, non è criticismo. E’ una cosa grande, una cosa fantastica, è come una farfalla che esce dal bozzolo. Avete una persona che fiorisce e prospera in una fantastica autodeterminazione e un essere spirituale pandeterminato. Questo è ciò che dovremmo fare qui. E l’unico modo in cui questo può accadere è lasciar loro prendere delle decisioni nell’ambito della ragione, siano giuste o sbagliate e permettere a loro di determinare che cos’era giusto e che cos’era sbagliato e ciò che loro potranno fare muovendosi nel futuro sarà il più grande beneficio per il più grande numero di dinamiche.

E un altro problema che esiste oltre all’imporre l’Etica. Non c’è nessun auditing che viene fatto nelle org. Sullo staff avete persone che non hanno mai studiato l’Etica, non hanno mai nemmeno letto l’Introduzione all’Etica di Scientology, non sanno cosa sono le formule e perciò non traggono benefici dall’Etica. C’è un altro lato fantastico di questa tecnologia. Sapete perché teniamo le statistiche? Sapete perché dico che le formule di Etica sono magiche? Perché tornando agli Assiomi, c’è un’affermazione che a me piace sempre fare: “Se non è scritto non è vero”. Che cosa significa questo? Significa che se non è scritto giù o reso manifesto su un foglio di carta, nelle tre dimensioni di questo universo può persino non esistere e la bellezza delle formule di Etica e del perché funzionano così bene non è solo perché sono fondamentalmente e assiomaticamente fondate su leggi universali, ma quando voi manifestate queste formule scrivendole fate in modo che esse entrino in esistenza. Sapete cosa faccio io? Io ho la mia Etica proprio qui (ndt. Mostra un foglio di carta scritto). A me piace tracciare personalmente… come potete vedere io ho qui i miei grafici, e oltre a questo grafico ho un altro foglio per ogni giorno. Lo faccio in modo semplice. Quando faccio una singola azione: farmi il letto, rispondere a una comunicazione, lavarmi i denti. Ogni azione che è un più, cioè un contributo alle tue dinamiche o a tutte le dinamiche in generale, al di fuori delle normali attività giornaliere scrivo un +1. Se è qualcosa di straordinario o un po’ fuori dall’ordinario, ad esempio un nuovo cliente, una nuova comunicazione sulle mie linee, un potenziale cliente o amico nel futuro, una donazione, lo scrivo come un +2. Se accade qualcosa di veramente straordinario metto un +3 e così ho il mio grafico con i giorni in basso, scusate… le settimane, 7 giorni x per settimana = 30 giorni e per ognuno di questi giorni segno i +1 +2 sommo tutto e trovo la media per ogni giorno, che può essere 1,2 o 1,5 e lo segno, uno dopo l’altro. E così tengo la mia statistica personale. Ma la bellezza riguardo a questo, signore e signori, è che posso giudicare attraverso la statistica e mi permette di mantenere traccia di quello che sto facendo. Ora ho la mia formula di Etica separata o una Scala Amministrativa per esempio. Ora, se ho un Scala Amministrativa e una formula di Etica, queste sono le cose che devo fare su base giornaliera, per metterle in azione. E scrivo questi ideali su carta e scrivendoli su carta tengo traccia di loro con le mie statistiche e il mio grafico, vedendo così come li perseguo su base giornaliera, e se accadono delle azioni negative che sottraggono molto dell’ordinario ottenuto con le mie azioni giornaliere, li segno con un punteggio negativo e mi assicuro di non farlo di nuovo in futuro. E nel fare così, quello che succede è che voi postulate e manifestate e mettete in azione queste cose nell’universo fisico. Ed ecco perché è quasi magico. Perché non solo lo mettete lì con una formula di Etica o una Scala Amministrativa, lo tracciate e lo controllate con una statistica che vi mette in grado di vedere e di visualizzare ciò che state facendo di giusto o di sbagliato e questo è il motivo per cui l’Etica è così importante. E cosa intendo per non applicarla, io incontro pochissime persone ormai, specialmente nel campo indipendente che non ci pensano nemmeno a tenere delle statistiche, uno perché non le conoscono e due perché non sanno come tenerle, e tre… perché le fanno o non le fanno per loro è uguale, punto. E tutto questo fa parte del non applicarle. Quindi da una parte abbiamo la non applicazione dall’altra la cattiva applicazione. Ma tutti i dati che vi sto dando qui dovrebbero servire ad enfatizzare come l’Etica deve essere applicata e come deve essere applicata correttamente. Ma il principio più importante in tutto quello che vi ho detto è mai, mai mai imporla a un individuo. Ho ricevuto una persona recentemente…. non voglio andare troppo nei dettagli, ma questo signore (lui sa che sto parlando di lui, è un mio caro amico) stava lavorando con un altro C/S, che l’ha superveduto per tutto il percorso fino a OT VII. Recentemente ho citato una policy letter il 23 ottobre di quest’anno intitolata L’Analisi Finale in cui ho scritto che in ultima analisi non esiste nessuna versione scritta definitiva di OT VIII, che  era ancora in fase di  ricerca durante la mia ultima vita precedente, semplicemente non esiste. Questo signore mi ha contattato per essere consigliato. Gli ho dato la Procedura Infinity con tutti i fantastici risultati che questa procedura sta dando, che dovrebbe essere il mio prossimo gradino dopo aver completato il gradino precedente che è stato Solo NOTs. Gli ho detto che poteva chiedere al suo C/S qual era la fonte dei suoi materiali… non la mia. Non esiste nessun OT VIII. Che cosa potevo dire a riguardo, non l’ho mai codificato e pubblicato. Gli ho detto di chiedere qual era la sorgente di quei materiali che stava consegnando e supervedendo e in base alla risposta avrebbe potuto decidere cosa fare. Lui è tornato da me e mi ha detto che quel C/S gli aveva assegnato una condizione di dubbio fra scegliere il vecchio Ron Hubbard o il nuovo Ron Hubbard, ma questo non fa una dannata differenza! E’ per fare un esempio di come l’Etica può essere imposta su qualcuno. Ora tu per chissà quale ragione sei un C/S e dici a questa persona che è in una condizione di dubbio e ora deve scegliere quale Ron vuole seguire. Gli hai detto il lato oscuro o il lato buono o qualche nonsenso del genere. E’ LRH o non è LRH. Io sono lo stesso essere per cui cosa diavolo… io capisco che tante persone hanno difficoltà con questo e naturalmente come C/S puoi maneggiare questa cosa in molti modi diversi, ma scusami…. gettare un tipo in una condizione di dubbio perché cerca di essere autodeterminato e sta semplicemente chiedendoti qual è la sorgente dei materiali che stai usando, questo è proprio sventurato ed è un altro caso di imporre l’Etica su qualcuno e non dovrebbe essere fatto. Comunque questa persona è stata intelligente a sufficienza e autodeterminata a sufficienza e mi ha detto che non avrebbe mai pensato che quella persona dopo tutto il lavoro fatto insieme gli avrebbe chiesto di fare una scelta così infantile.  Ora il nostro scopo è quello di far avanzare questa persona più che possiamo con la tecnologia, renderlo spiritualmente consapevole e il più autodeterminato possibile, ma lasciamo che l’acqua scorra sotto i ponti.

Ma in ogni caso, signore e signori penso che questa discussione tecnica o conferenza, definitela come volete sia stata illuminante e vi abbia chiarito esattamente che cos’è l’Etica, perché l’usiamo e il fare e il non fare riguardo all’Etica e di nuovo, dopo aver detto questo, signore e signori, qui è L. Ron Hubbard, vi auguro una magnifica serata e vi parlerò di nuovo prossimamente, buonanotte.

27 commenti

Archiviato in LRH, OT, Ron 2.0, Scientology indipendente