In Memoriam di Romano Romanini

 

Uno Scientologo della prima ora ci ha lasciato,

Romano Romanini, uno dei primi OT VIII italiani,

ha lasciato il suo corpo alla vigilia del suo 74° compleanno.

Molto ha fatto per Scientology a Brescia e in Italia

Un caro amico, un artista, mi è sembrato giusto ricordarlo anche qui.

In Memoria di Romano Romanini
Ho conosciuto Romano nel grande cortile comune di casa sua, in via Monte Grappa. Lui aveva 12 anni, io 7. Io andavo a lezione di pianoforte da una amica di mia mamma che abitava proprio nella casa di fronte e spesso mi fermavo a giocare lì, con amici e compagni di scuola. Era la fine degli anni 50.
Poco dopo esplose il Beat! Il complesso di Romano, i Topless, era il gruppo di punta della musica bresciana, con un gran seguito non solo di ragazze ma anche di musicisti o aspiranti tali. Belli, eleganti, con una strumentazione pazzesca per quel periodo. Romano aveva già un gran carisma, molto “british”! La prima volta che li vidi suonare fu al teatro della Pavoniana, erano le Star della serata, era anche la prima volta che io suonavo musica “moderna” in pubblico. Il mio gruppo aveva un nome assurdo: i Sonnolenti, io avevo 14 anni e mio cugino Umberto Rivarola al canto 13. Loro erano i Beatles italiani ed erano bravi!
Da semplice conoscente divenni amico di Romano verso la fine degli anni 60. Lui e Trino Tirale avevano creato un fantastico movimento artistico-musicale-esistenziale e anche un pò frikkettone che in breve attirò vasti consensi tra i giovani bresciani.
Da quel momento in poi sono state moltissime le esperienze vissute insieme: nell’Erboristeria di Tiziana con mia moglie Marisa Padella, in campo musicale (Romano e i Sortilegi) sempre con Marisa, i nostri figli hanno vissuto la loro infanzia ed adolescenza insieme, comune è stato il nostro cammino spirituale.
Romano è sempre stato uno spirito libero, geniale artista poliedrico, musicista, scrittore.Ho sempre apprezzato moltissimo i testi delle sue canzoni, le poesie, i dipinti un poco naif. Riflettono quello che lui è:
ottimista nonostante tutto, creatore di realtà future utopiche, irraggiungibili forse ma che è bello pensare possibili.
Grazie Romano di essere vissuto, migliore è questa Terra perché hai vissuto.
Possa il nostro affetto e la nostra riconoscenza accompagnarti verso l’avventura della tua nuova, prossima vita.
Guido

3 commenti

Archiviato in Casa Minelli

3 risposte a “In Memoriam di Romano Romanini

  1. Burlesque

    Non l’ho mai conosciuto personalmente, ma nel mondo di SCN quando ero ancora sulle linee era una celebrità. Che possa al più presto riprendere un corpo e rimettersi sul ponte, ma dalla parte giusta questa volta.

  2. Diogene

    Se è morto oggi, sarebbe nel giorno del compleanno di mio fratello.
    Loro si conoscevano bene. Forse adesso, nell’aldilà, si vogliono più bene.

  3. Billy Cage

    Mi associo al tuo commovente commiato. Le belle persone lasciano un segno e il perderle è poca cosa al confronto di averle conosciute. La dimensione dell’aldilà è popolata da una moltitudine di esseri di valore che voglio sperare di incontrare nelle future esistenze, “lasciando questa vita migliore di come l’ho trovata.” ( cito una strofa di un pezzo di Tiziano Ferro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.