Lettera aperta ad uno scientologo deluso

 

Caro amico, non importa se sei un veterano, un neofita o semplicemente un curioso di faccende spirituali o di miglioramento personale,

ti esprimo il mio personale punto di vista sulla questione del percorso spirituale delineato dal “Ponte”, maturata dall’osservazione della scena scientologica in questi anni di “indipendenza”:

Ovviamente ( purtroppo ), quando si è nella Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale” si è indotti a credere che:

1 – Il Ponte verso la Libertà Totale è completo e disponibile.

2 – “Solo” frequentando la Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale” puoi  percorrerlo e  ottenere questa Libertà.

Il discostarsi e mettere in discussione quanto sopra è altamente biasimato, il che è naturalmente un potente deterrente per la ricerca di altri punti di vista.

Ma, dopo aver spezzato le catene dell’Illusoria Sudditanza, con notevole sollievo ci si può guardare intorno e INFORMARSI!

E … sorpresa sorpresa, si scopre che i punti 1 e 2 sopracitati sono, fatalmente, inevitabilmente e assolutamente,  FALSI!

Punto 1: E’ ormai assodato che quando Ron morì la ricerca non era ancora completa, ma ci fu fatto credere il contrario, e che Ron avesse lasciato volontariamente il corpo per proseguire i suoi Livelli OT su un piano totalmente spirituale. ( rif.:  SCIENTOLOGY: LOOKING FORWARD. International Scientology News, pubblicazione 8 del gennaio 1986 ).

Dei livelli superiori, fino al 15, solo l’8 è stato rilasciato dalla Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”, che tra l’altro, visti gli effetti non proprio entusiasmanti su chi l’ha fatto, pare molto farlocco e raffazzonato.

Non a caso nel campo indipendente viene altamente sconsigliato!

Punto 2: Nel campo indipendente il Ponte è disponibile e percorribile.

Nel corso del tempo sono sorti vari gruppi ad opera di persone altamente addestrate che si sono dissociate dalle fatali e malevole alterazioni della Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”.

Il percorso di miglioramento personale  proposto da tali gruppi può essere differente, un auditor e un supervisore del caso addestrati possono sviluppare una tecnologia efficace e funzionale, lo ha detto anche Ron alla fine del Dianetics del 1950 e, riguardo a Scientology, come ama dire il nostro Paolo, “ la mamma è sempre la mamma”!

Io ho fiducia.

Un abbraccio

Guido

 

 

13 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

13 risposte a “Lettera aperta ad uno scientologo deluso

  1. Billy Cage

    Buongiorno ragazzi, vi chiamo dal mio quinto giorno di isolamento domiciliare, il 24 u.s. sono risultato positivo a ciò che potete facilmente intuire. Fino ad adesso ho avuto una febbriciattola intorno a 38 una sola sera, altri indefiniti sintomi ma niente di peggio rispetto a passati raffreddori , tutto sommato se si limita a questo la considero una passeggiata, probabilmente sono stato contagiato da una bassa carica virale non mi addosso altri meriti.
    Molto più seccante gestire la burocrazia sanitaria peraltro utile per circoscrivere i focolai e il casino totale che ho causato intorno a me.
    Me ne prendo responsabilità e sono dispiaciuto ma con il tono “Alto” di chi è consapevole e non solo mortificato. In fondo l’auditing ricevuto non sarà riuscito a farmi felice (la partita è ancora aperta) ma mi ha rafforzato , dandomi la forza necessaria per ogni evenienza…..scusate se è poco.
    La mia condizione PTS è il risultato di mesi di lavoro intensissimo in un clima acido che comunque riconosco e non ne sono effetto totale, ritengo di essere stato all’altezza delle pressioni e delle prestazioni lavorative di cui ho avuto unanimi riconoscimenti. Altro fattore che ha pesato é stata una condizione di dubbio sulla scelta della mia II D, che al momento considero stabile avendo placato molti “se” e molti “ma” conditi con olio di “forse”. Una II D ideale per accompagnarmi per il resto di questa vita e che comincio a guardare come un “dono”.
    Ma incredibilmente ho riconosciuto che alla base di tutto la causa delle cause che mi ha indebolito è stato il non poter andare avanti sul ponte come desidero , bloccato da molti mesi, qui mi aggancio al post se sono uno scientologo deluso.
    Nemmeno un po’.
    Il dato importante nel mio caso è che avendo realizzato da moltissimo tempo le potenzialità del ponte e non poterlo attraversare costituisce di per sé una forma di frustrazione , la classica soluzione che diventa problema finché non la puoi adottare compiutamente.
    Tra un pugno di settimane terminerò il mio ciclo lavorativo durato circa 45 anni ed avrò il tempo di intraprendere finalmente il resto del ponte che mi aspetta senza impedimenti.
    Pensate; vivere con un’aspirazione così forte e non poterla soddisfare, il ponte che è la soluzione ma che finché non puoi lavorarci intensamente diventa il problema dei problemi.
    È pur vero che la speranza aiuta ma non basta se non la concretizzi.
    Ti fa sentire infelice perché sai invece di avere la possibilità di essere felice.
    Tutto intimamente legato come un postulato e un contro postulato.
    Ci sarà anche per me una possibilità e la devo a voi, esempio e riferimento, per uno lento come me, l’ultimo che resta indietro ma che non molla e che anche nell’ultimo respiro continuerà a crederci.
    Questo non me lo toglie niente e nessuno.
    Non sono uno scientologo deluso o illuso, ma uno scientologo che sta un po’ male per non essersi fatto del bene.
    Sono stato Chiaro?
    Speriamo presto.
    Buon anno a tutti

  2. ARHAT

    GUIDO scrive:

    Punto 2: Nel campo indipendente il Ponte è disponibile e percorribile.

    Nel corso del tempo sono sorti vari gruppi ad opera di persone altamente addestrate che si sono dissociate dalle fatali e malevole alterazioni della Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”.

    Il percorso di miglioramento personale proposto da tali gruppi può essere differente, un auditor e un supervisore del caso addestrati possono sviluppare una tecnologia efficace e funzionale, …
    ____________________

    WHAT IS SCIENTOLOGY? – “THE ULTIMATE GOAL OF SCIENTOLOGY IS TRUE SPIRITUAL ENLIGHTENMENT AND FREEDOM.”
    ____________________

    LA MIA REALTÀ: Un ponte che non conduce alla Verità ultima (lo Statico), non può essere chiamato ponte. Nota, la meta è ‘Essere’ la Verità ultima, non, ‘conoscere’ la Verità ultima.

    Dato il numero enorme di masse di cui è composto il caso (150 trilioni di anni!), i guadagni ottenuti con il lento ciclo di comunicazione (scambio tra terminali), non saranno sufficienti per libererare il Thetan dalla sua ‘condizione di essere’ come terminale (come persona). Questa è la mia esperienza. È duro da digerire, ma è così.

    Il Thetan (lo Statico atemporale), deve necessariamente svezzarsi dal ciclo di comunicazione. L’abilità di fare blow semplicemente con una sola occhiata: blow per ispezione, è imprescindibile per percorrere il ponte COMPLETAMENTE fino all’altra sponda: “8-8008”.

    8-8008: “Il Thetan (8), libero dalla zavorra dei mock-up di sé stesso (8 -> 0), ritrova sé stesso (0 -> 8).”

    COME PUÒ ESSERE CONQUISTATA L’ABILITÀ DI FARE BLOW PER ISPEZIONE (per me è stato così):

    1) Fare il livello OTVII (quello sull’intenzione).

    2) Avvalersi del lungo OTVII (NOTs) per sviluppare l’abilità di fare blow per ispezione: non utilizzare pedissequamente il ciclo di comunicazione.
    Ciò farà aumentare la fiducia nell’essere causa sulle masse senza la necessità di intermediari.
    ____________________

    L. RON HUBBARD (“There Is No Compromise With Truth” – a poem written in 1953 or 1954):
    “YOU ARE A SPIRIT, THEN, YOU MAN, AND NOT A MAN AT ALL. YOU ARE A SPIRIT AND YOU DWELL WITHIN THE GUTS OF MORTAL BEAST.”

    • S E A L

      Ciao ARHAT, tu hai percorso il livello 7 sull’intenzione? In caso affermativo, lo hai fatto dentro la chiesa o esternamente? Hai percorso entrambe le parti (audita e in solo)?

      Se hai fatto il livello dentro la chiesa, confermi che il materiale attualmente disponibile nel campo indipendente sia autentico, e non parziale, poiché basato esclusivamente sui ricordi?

      Questo livello era molto importante per percorrere OT3 in in una nuova ottica di tempo e per affrontarne meglio il caso. Oggi potrebbe aiutare molto chi si affaccia a NOTS (come credo sostieni anche tu) a completare il livello in maniera più performante e agile.

      Attendo un tuo gentile riscontro.

      SEAL

      • ARHAT

        Ciao SEAL. Si, ho fatto il livello 7 sull’intenzione, sia la parte audita che la parte in solo. L’ho fatto dentro l’Organizzazione (la parola chiesa mi dà l’orticaria). Se ricordo bene, è stato nell’anno 1983. A quel tempo era praticamente standard fare: OTIII -> OTVII-ORIGINALE -> OTIII-X. Per me era specialmente necessario. Il mio OTIII non è stato per niente soddisfacente: le sessions duravano al massimo penosi 20 minuti, con pochissime letture. Dopo aver fatto OTVII-ORIGINALE, tutto è cambiato! Su OTIII-X ho avuto moltissime letture e molti blow per ispezione. Inoltre, grazie all’OTVII-ORIGINALE, gran parte dell’OTVII (NOTs) l’ho audito facendo ‘blow per ispezione’. Dall’Organizzazione non ho avuto alcun tipo di impedimento. Per il post di Guido, so che attualmente non è più accettato. Grande errore!

        È passato molto tempo per ricordare a memoria tutti i procedimenti. Comunque, il materiale pubblicato su internet: “The Technical Bulletins of Dianetics and Scientology, Volume XIV – THE O.T. LEVELS”, mi sembra corretto e completo.

        • GB

          Molto interessante Araht.
          Anch’io dopo OT3 ho fatto il 7 originale e NOTs è andato alla grande con molti blow per ispezione.

          • ARHAT

            👍 Coltiva, espandi l’uso del blow per ispezione. È il blow per ispezione che ti permetterà conquistare la meta finale di Scientology. Ciao

        • S E A L

          Grazie ARHAT per la risposta esaustiva! Quando ritornavi su OT IIIX c’era qualche dato o procedimento in più o eri solo tu che ti approcciavi al livello con nuove abilità sviluppate durante il livello sull’intenzione? Dal alcune testimonianze lette su internet il
          Blow per ispezione sembrerebbe essere stato eliminato dai materiali di nots verso la fine degli anni 80’ – inizio 90..

          Sempre nell’organizzazione hai percorso anche Ot 8?

          🙂

          • ARHAT

            Finito OTVII-ORIGINALE, si riprendeva immediatamente OTIII.

            OTVIII è un livello totalmente malcompreso e sottovalutato. “VERITÀ RIVELATA”, questo è l’EP. Ma di quale verità stiamo parlando?

            Michael Pattinson rivela l’EP:
            “NOW I KNOW WHO I AM NOT AND I AM INTERESTED IN FINDING OUT WHO I AM.”
            Traduzione:
            “ORA SO CHI NON SONO E MI INTERESSA SCOPRIRE CHI SONO”.

            EUREKA! Questa è la VERITÀ fondamentale e necessaria che il Thetan deve possedere per realmente iniziare ad eliminare i MOCK-UP di sé stesso, e scoprire, alla fine del percorso, chi è veramente.

            È quasi impossibile per una persona convincere un’altra persona riguardo questa verità. Questa verità deve zampillare come fonte autonoma dalla persona stessa. Per questo è fondamentale fare OTVIII.

            Personalmente non ho fatto OTVIII. Con l’esperienza “Andare su per il palo”, già possedevo questa verità.

          • GB

            Arhat, Michael Pattinson ha attestato l’OT8 nel 1990 e il livello che lui ha percorso non è quello scritto da Ron.
            L’OT8, per chi non lo sapesse, è stato rilasciato dal 1989 in poi in tre versioni diverse.
            Il livello OT8 originale è del 1969 e non fu mai rilasciato.
            La prima versione del nuovo OT8 era inclusa con un bollettino di Ron del 5 maggio del 1980 e fu rilasciata una sola volta nel 1989. Di questo OT8 ne parla George White nel libro “Lucifer’s Bridge: Scientology’s Lost Paradise”. Questa versione fu modificata immediatamente, poiché molti rimasero sconvolti e non riuscivano ad attestare (White fu uno dei pochi).
            Una terza versione fu rilasciata nel 1990 e non ha nulla a che vedere con la prima versione del 1989.
            Quindi, riassumendo, gli OT8 sono 4: uno del 1969 mai rilasciato, due del 1989 (di cui solo il primo è il vero New OT8), l’ultimo nel 1990.
            Su internet queste diverse versioni si trovano, ad eccezione della prima versione del 1989.

          • ARHAT

            Per GB:

            Sento la necessità di spiegare meglio le mie condizioni, quella prima e quella dopo di “SU PER IL PALO”. Prima: procuravo comprendere Scientology associando e valutando l’importanza dei dati estraendo conclusioni, immaginando quale sarebbe il risultato finale di Scientology. Dopo: so qual’è il risultato finale di Scientology (è la stessa del Buddismo, del Taoismo, ecc.), inoltre, i dati non sono più grigi e piatti: la variazione dell’importanza dei dati forma in un certo modo un profilo tridimensionale, e, alcuni dati brillano di luce propria.

            Per esempio:

            So che il risultato finale di Scientology è: “il Thetan libero dai MOCK-UP sé stesso, riscopre sé stesso”.

            So che il Thetan aberrato, in relazione ai MOCK-UP di sé stesso, si trova in una totale identificazione e sudditanza (OTVIII ORIGINALE: WHY THETANS MOCK UP). È nella condizione di “non esistenza”.

            So che il Thetan aberrato è totalmente convinto di sapere chi è, e che non si smuoverà facilmente da questa certezza. Per questo, il suo desiderio non sarà quello di ‘scoprire’ sé stesso, ma sarà quello di ‘migliorare’ sé stesso.

            E, so che il Thetan per essere nella condizione di poter eliminare i MOCK-UP di sé stesso deve possedere dentro di sé la certezza di sapere che non sa chi è e avere la volontà di scoprire chi è ( da lì l’importanza che do a OTVIII VERITÀ RIVELATA).

            Comprendo che detto in questo modo può sembrare molto arrogante e saccente da parte mia. Ma per me è come descrivere un paesaggio conosciuto: só che c’è una montagna alta, so che c’è un fiume che passa rumoreggiando, so che ci sono uccelli che cantano, ecc.

            P.S.: Le persone che attualmente dirigono Scientology non sanno come fare per completare il ponte. Così, senza saperlo, possono pescare nel volume enorme di dati lasciati da Hubbard elementi importanti che potrebbero aiutare a completare il ponte.
            È come l’orologio fermo, mostra comunque l’ora esatta due volte al giorno.

          • paolo facchinetti

            Ciao Seal, non mi risulta che il blow per ispezione sia mai stato eliminato! Non vorrei dare al blow per ispezione il valore assoluto che gli dà Arhat. Ovviamente è un’ottima cosa, poi ognuno ha una sua realtà, ma il C/S ha una realtà un po’ più ampia, su decine o centinaia di casi.

        • paolo facchinetti

          Ciao Arhat,
          scrivo solo per fare una precisazione sulle date, tanto per ricostruire la storia di quegli anni un po’ turbolenti. NOTs audita è stata introdotta nel 1978 (io ero presente alla presentazione a SHDK e ho assistito anche alla graduation della prima complition). Io ho ricevuto NOTs audita nel 79 sempre a SHDK. Quindi dal 1978 sono stati cancellati, o sospesi, se preferiamo metterla così, i “vecchi” livelli OT. Poi nel 1982 sono andato a Flag per ricevere e tradurre Solo NOTs per gli italiani, per cui se hai fatto il “vecchio” ponte dovresti averlo fatto nel 78/79
          Nel nostro AAC di Milano abbiamo sempre (o spesso) consegnato il “vecchio” OTVII sull’intenzione. In genere chi ha fatto OT III con noi ha sempre avuto ottimi guadagni sull’OT III e poi è andato felicemente su NOTs e Solo NOTS. Certamente un passaggio sul “vecchio OT VII” non farebbe certo male come dimostrano le esperienze di Seal e GB. Anche io, negli anni 80 mi sono audito in solo su quei materiali. Quindi mi pare una buona idea proporre a chi ha finito OT III un passaggio sul “vecchio” OT VII.

          • ARHAT

            Ciao Paolo,
            Ho iniziato Scientology alla fine del 1979 a Milano nello scantinato di Via Cavallotti (bei tempi). Non ho fatto il “vecchio” ponte. L’OTVII, quello sull’intenzione, l’ho fatto a Copenaghen, dopo OTIII. Ricordo che tutti dopo OTIII passavano a fare OTVII, quello sull’intenzione. Personalmente lo considero un importantissimo booster. La mia attenzione va soprattutto su quello che verrà dopo il ponte conosciuto: il Thetan quanto più viene liberato quanto meno reagisce come terminale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.