Archivi categoria: LRH

Cosa puoi accettare dell’Universo?

“L’auditing libera dalle barriere non desiderate che inibiscono, bloccano o smorzano le abilità naturali di una persona e nello stesso tempo aumenta gradualmente le abilità che una persona possiede in modo che diventi più abile e che la sua sopravvivenza, felicità ed intelligenza aumentino enormemente”. Ron Hubbard 

Ed eccone una testimonianza!

 

 

Oggi c’è stata la supersession!
I procedimenti sull’Universo hanno scatenato delle sensazioni e delle comprensioni molto profonde e continuano a lavorare interiormente ancora oggi, che sono passati giorni.

Abbracciare l’Universo, poterlo contenere nello spazio di un pensiero pur riconoscendone l’infinito. Potenziale allo stato puro.

Le realizzazioni si susseguono su una scala e sono concatenate, già accettare/non accettare, subito prima, aveva fatto emergere questa consapevolezza/capacità di poter fare o non fare qualsiasi cosa. Dunque io come origine del tutto.
Ho avuto la percezione di un’entità superiore, molto distaccata dall’accettare(fare)/non accettare (disfare), come qualcuno che gioca a scacchi e sposta i pezzi su una scacchiera immaginaria. Grande presenza mentale, capacità di focalizzare, nessuna distrazione e sotto sotto una sensazione di stare facendo un gioco.

Cosa puoi accettare dell’Universo? Che ho dimenticato molte cose… E un’ondata di emotività, un senso di rimpianto e poi di grande tranquillità e serenità.

Mi si è chiarito ulteriormente cosa significa assumersi le proprie responsabilità. E’ relativo a qualcosa che comunemente non è nemmeno lontanamente percepito dagli esseri umani. Lavorare duramente tutti i giorni? Occuparsi dei figli o della casa?

No, ci si deve assumere la responsabilità di aver scelto di fare quelle cose, di averle create e messe lì, troppo spesso come delle prigioni. Si rivela quindi il teatrino di questa esistenza, che vive una brutta copia di altre situazioni, ben più plasmabili e interessanti.
Un teatrino in cui tutto è un po’ più prosaico e la materia tende (ma non necessariamente deve) a diventare grossolana.

La responsabilità ce la si assume anche per come viviamo ogni nostra emozione, senza scaricarla sugli altri.

“Il tizio mi ha fatto arrabbiare”. Eh no! Non esiste tizio che ti possa far arrabbiare.

Rivedo il mio passato in cui la mancanza di capacità di stare di fronte, mi portava al punto di giudicare la persona, che io ritenevo causa delle mie disgrazie. Un giudizio negativo che ritenevo “giusto” e che giustificava disprezzo e rabbia.

“Tu hai fatto questo! E ora io ristabilisco ciò che è “giusto”, ovvero ti dico chi sei, come sei e cosa hai fatto!”.
Non è che mi facesse sentire meglio ma il giudice aveva necessità di giustizia, anche se alla fine ero sempre io che mi condannavo.

Il mio rivendicare “giustizia” era un atto ritardato, arrabbiato e pure autolesionista, derivato da:
1) non essere stata in grado di stare di fronte, in particolare nell’esercitare il diritto di dire “no”.
2) non essersi assunta la responsabilità, che accettando ciò che non mi andava bene, ero io che generavo il mio stato di infelicità.
Riconosco e comprendo la linea di pensiero che mi ha mosso e mi fa guardare al mio passato come quello di una bambina abbandonata nella jungla e cresciuta con le scimmie. Potevo fare diversamente o più di quello che ho fatto? Purtroppo no.
Le mie intenzioni/azioni sono sempre state etiche ma non ci si può lamentare, se si lascia il campa libero agli altri e dopo non ci piace come vanno le cose, anche se era molto comodo all’interno di questo guazzabuglio di relazioni aberrate.

E quindi cosa succede ora? Ora io affermo, con la stessa chiarezza mentale di quell’entità che ho percepito, quello che sono e quello che voglio. E sì, anche con quella sensazione di gioco. E un caro saluto ai drammi!

E’ qualcosa che è sceso dentro di me molto profondamente, una conquista epocale, di un’importanza suprema.

Questo è un percorso meraviglioso che non ha eguali, sarebbe da mettere obbligatoriamente come materia scolastica dalle elementari.

Esprimo tutta la mia riconoscenza al team di Brescia che con grande dedizione e pazienza porta avanti una Scientology indipendente, che, senza fronzoli e orpelli, è senza dubbio la scuola di pensiero e di libertà più efficacie che sia mai esistita.
E’ splendido il coraggio con cui i nostri Indipendenti portano avanti la chiarezza di intenti di Ron Hubbard, in modo pragmatico, diretto, con semplicità, senza “esoterismi” da quattro soldi, mettendo a disposizione la tecnica a chiunque voglia veramente capirci qualcosa di più di questa esistenza e voglia viverla nel miglior modo possibile.

Grazie a tutti voi e, come al solito, grazie anche a me!

M.

Lascia un commento

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Il potere del Riconoscimento in auditing

Un aspetto della comunicazione

apparentemente meno importante

rispetto ai contenuti della comunicazione stessa,

eppure…

Durante la session di oggi mi sono chiesta come fosse possibile ottenere tutte quelle liberazioni e realizzazioni mediante una tecnica apparentemente molto simile ad una conversazione.

Solo che in una semplice conversazione non accade nulla di ciò che succede con l’Auditing.

Evidentemente è bastato porsi la domanda per veder giungere la risposta… Mi spiego meglio…

Conosco il procedimento per il quale un Auditor deve sempre dare riconoscimento ma questa volta l’ottenerlo ha avuto un effetto quasi deflagrante

Il riconoscimento, invece di arrivare al mio Io cosciente, ha toccato una parte nascosta che aveva un bisogno disperato di essere vista.

Ho avuto l’impressione che questa parte fosse chiusa in una rassegnazione e proprio non si aspettasse che qualcuno potesse comprendere il suo bisogno, che si sentisse senza speranze, infatti ha proprio esultato a livello interiore, come se avesse detto: Oh finalmente! Era ora!

E subito dopo commozione e gioia, di una qualità di sentimento così puro da non sembrare di questa terra. Mi ha fatto pensare alla gioia di un bambino piccolo e innocente.

Lo scatenarsi di queste emozioni e sentimenti, oltre ad essere un’esperienza di per sé meravigliosa, mi ha dato la risposta che cercavo, sul fatto che l’Auditing si sintonizza con quelle parti di noi addormentate, nascoste in profondità e con vari metodi le porta alla luce (non solo in senso metaforico).

Riflettendo sulla domanda/risposta/riconoscimento che ha prodotto tutto ciò, ho visto chiaramente come quanto, troppo spesso, nella vita, ho scelto di occultare alla mia consapevolezza la sofferenza per non aver avuto un riconoscimento. A livello razionale infatti è qualcosa che non ho mai cercato, anzi quasi un po’ mi infastidiva quando succedeva.

Ancora una volta riesco a vedere come ho trasformato la sofferenza in un qualcosa che mi rendeva più forte. E voglio dire… Non sarà stata la soluzione perfetta, non sarò stata la reincarnazione Dalai Lama però sono fiera di aver sempre scelto di essere forte di fronte alla possibilità di soccombere. Inoltre di fronte a tanti problemi che mi sono creata, mi devo riconoscere anche di aver trovato la strada dell’Auditing, che rimette tutto nel giusto equilibrio, sotto il segno di una profonda e tangibile Verità.

Ecco, mi sono appena data un riconoscimento da sola. Ed è triplamente importante, perché lo riconosco, lo vedo e ne percepisco il grande valore!

Fantastico!

M.

Grazie ancora Guido! Che meraviglia poter fare questo percorso con regolarità! Sono felicissima!

 

 

 

3 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Lettera aperta ad uno scientologo deluso

 

Caro amico, non importa se sei un veterano, un neofita o semplicemente un curioso di faccende spirituali o di miglioramento personale,

ti esprimo il mio personale punto di vista sulla questione del percorso spirituale delineato dal “Ponte”, maturata dall’osservazione della scena scientologica in questi anni di “indipendenza”:

Ovviamente ( purtroppo ), quando si è nella Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale” si è indotti a credere che:

1 – Il Ponte verso la Libertà Totale è completo e disponibile.

2 – “Solo” frequentando la Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale” puoi  percorrerlo e  ottenere questa Libertà.

Il discostarsi e mettere in discussione quanto sopra è altamente biasimato, il che è naturalmente un potente deterrente per la ricerca di altri punti di vista.

Ma, dopo aver spezzato le catene dell’Illusoria Sudditanza, con notevole sollievo ci si può guardare intorno e INFORMARSI!

E … sorpresa sorpresa, si scopre che i punti 1 e 2 sopracitati sono, fatalmente, inevitabilmente e assolutamente,  FALSI!

Punto 1: E’ ormai assodato che quando Ron morì la ricerca non era ancora completa, ma ci fu fatto credere il contrario, e che Ron avesse lasciato volontariamente il corpo per proseguire i suoi Livelli OT su un piano totalmente spirituale. ( rif.:  SCIENTOLOGY: LOOKING FORWARD. International Scientology News, pubblicazione 8 del gennaio 1986 ).

Dei livelli superiori, fino al 15, solo l’8 è stato rilasciato dalla Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”, che tra l’altro, visti gli effetti non proprio entusiasmanti su chi l’ha fatto, pare molto farlocco e raffazzonato.

Non a caso nel campo indipendente viene altamente sconsigliato!

Punto 2: Nel campo indipendente il Ponte è disponibile e percorribile.

Nel corso del tempo sono sorti vari gruppi ad opera di persone altamente addestrate che si sono dissociate dalle fatali e malevole alterazioni della Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”.

Il percorso di miglioramento personale  proposto da tali gruppi può essere differente, un auditor e un supervisore del caso addestrati possono sviluppare una tecnologia efficace e funzionale, lo ha detto anche Ron alla fine del Dianetics del 1950 e, riguardo a Scientology, come ama dire il nostro Paolo, “ la mamma è sempre la mamma”!

Io ho fiducia.

Un abbraccio

Guido

 

 

13 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

Life Repair!

 

Ecco un successo magnifico,

importante,

di quelli che ti cambiano in meglio

la vita!

Questo percorso intrapreso solo a seguito di una conoscenza fortunata, ovvero M., mi ha permesso di guarire, da un dolore profondo , da un distacco inaccettabile che è stata la morte di mia madre. Il pensiero di Lei è ancora vivido e certo mi manca tantissimo, però ho il cuore sereno, come se l’avessi salutata e sapessi di incontrarla nuovamente. Ho fatto caso che non mi capita di piangere per Lei spessissimo come prima, praticamente quasi mai. Sento che mi guarda, e molte cose che faceva Lei ora le amo anch’io.

Il secondo punto sono i miei fratelli, sinceramente non ho chiaro cosa sia successo però dopo un lungo silenzio con Loro durato più di un anno, avevo cessato di frequentarli perché mi faceva sentire male il loro modo di trattarmi, poi piano piano qualcosa si è sciolto dentro di me, non mi hanno fatto più paura, li ho cercati, li ho incontrati e ho accettato di incontrare il loro modo di essere, ho stabilito il triangolo di ARC.  A tutt’oggi sento  che quando mi relaziono con entrambi, decido di non farmi destabilizzare, non mi faccio catturare dalle loro parole e creo spazio di silenzio e attesa che l’energia torni a fluire correttamente . La mia libertà spirituale ora la percepisco, lo spazio infinito che sono e che nessuno e niente può imprigionare.

Grazie

A.

4 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

E per colazione? Miracoli!


Ruth Minshull è una scientologa della prima ora, ha scritto libri molto interessanti su Scientology.

Le sue pubblicazioni si trovavano nelle librerie della chiesa negli anni 80.

Poi “naturalmente” sono stati tolti.

Su internet li potete trovare, in inglese.

Questo libro fornisce un sacco di consigli utili per i piccoli e … i grandi.

E i risultati sono come miracoli per colazione!

– C’è un modo per risolvere i “problemi” della genitorialità?
– Come puoi insegnare ai bambini la vera responsabilità e giudizio?
– Come puoi dare ai bambini il loro futuro.
– E se tuo figlio fosse continuamente malato?

Ringraziamo L.E. per la traduzione, buona lettura!

 

Ruth Minshull – Miracles For Breakfast Italiano 1220

Lascia un commento

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

COME AFFRONTARE LA TECNOLOGIA DI SCIENTOLOGY E COSA NON FARE

Questo post spiega perché dover sapere tutto su qualcosa prima di agire equivale a non agire mai.

Chiunque debba comprendere tutti i materiali prima di intraprendere il processing, probabilmente non farà mai molti progressi.

È più vantaggioso avere un po’ di comprensione e utilizzarla prima di avere una comprensione completa.

 

In Scientology esiste il motto SAPERE PRIMA DI COMINCIARE (know before you go),  ma se  uno deve sapere tutto prima di cominciare, potrebbe non cominciare mai.

Se uno deve sapere tutto su un procedimento prima di poterlo percorrere, si perde in un mondo di pensieri senza guardare mai realmente. Guardare è l’attività senior e viene eseguita in sessione.

La conoscenza completa si ottiene eseguendo il procedimento; quindi  è meglio mettersi in azione e cominciare ad audirsi sul procedimento. Il modo per procedere con la tecnologia di Ron è consentire ai procedimenti di aiutare a stabilire una conoscenza; non pensandoci o parlandone,  l’obiettivo è entrare in seduta.

“Prendete un tipo che è continuamente su congetturare, dovrà sempre capire prima di essere. Deve pensarci sopra prima di poter essere, e così non avrà mai la possibilità di essere, ci sta sempre pensando. … Ci sono troppe brave persone che sono bloccate nel “sapere prima di cominciare”. Devono cercare nella loro mente prima di poter guardare. E più cercano nella loro mente, meno guardano, ed ecco che se ne vanno “. 5310C03

Pensare è osservare tramite un “via” (fuori dalle session) ed è secondario rispetto a un’osservazione diretta (in session).

“Quindi, l’osservazione tramite un “via”, sto semplicemente facendovelo notare, è terribilmente inesatta. Terribilmente imprecisa. … Tutti questi dati si sommano semplicemente in questo singolo dato: osservazione tramite un “via”. … E la cosa successiva che sapete, è che vi ritrovereste con qualcuno totalmente  “istruito” che non è in grado di osservare ma che è totalmente dipendente per le sue osservazioni da qualcos’altro. ” 5802C03

“Le persone sono sempre logiche riguardo a qualcosa. Consentitemi di richiamarlo alla vostra attenzione. Se sono logici su qualcosa, allora la logica stessa deve essere un sostituto per quella cosa. Più una persona diventa logica, davvero, meno ne ha.

Ora, cerchiamo di essere un po’ più definitivi adesso; cerchiamo di essere un po’ più definitivi. Vediamo un muro, e se non possiamo averlo, diventiamo logici al riguardo. Avete capito? Se non possiamo avere il muro, diventiamo logici a riguardo. Diventiamo “ragionevoli”. In altre parole, sostituiamo molte congetture all’oggetto, ed è ciò che chiamiamo congetturare:

È la sostituzione di un mucchio di cose alla cosa stessa, capite? E questo è congetturare. Tutto il congetturare è un continuo sostituire.

Qualcuno arriva in un certo posto, è una bella giornata, e vuole fare un picnic. Ma non c’è un posto per fare un picnic. Perché? Il tumulo che vede è il tumulo della Guerra Civile della Battaglia di Manassas. … È un’area storica che è stata utilizzata nella battaglia di Manassas. …

Ora, questo diventa assolutamente ridicolo; tutto questo può arrivare a un livello fantastico. Non andrà in quella zona finché non avrà letto la storia totale della battaglia di Manassas. Vi fate l’idea? Vedete, ora stiamo arrivando ad un estremo. E otteniamo questo: “Dovete sapere tutto prima di andare”, seguito dal… non cominciare mai. ‘Dover sapere prima di cominciare’: questa è davvero la campana a morto di tutte le avventure.” 5701C14

LRH ne parla in profondità e discute perché questo meccanismo è il fenomeno dell’intrappolamento nell’universo fisico alla cui base c’è il non guardare. Uno vuole cominciare un’avventura eppure studia le guide più e più volte e non comincia mai veramente un’avventura.

In Scientology “non devi sapere tutto prima di cominciare” 5407C05

Segui il consiglio di LRH sulla Scala del Tono  Ideale – 20.0 AZIONE (strettamente associato a 22.0 GIOCHI).

Scientology è un’avventura, come lo è Dianetics: “State iniziando un’avventura. Trattatela come un’avventura. E che voi possiate non essere mai più gli stessi.”

E quindi il modo per avvicinarsi alla nuova tecnologia di Ron è semplice:

Prendila e usala; perché è così che inizia un’avventura.

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

Completamento di OT 3

Un altro traguardo raggiunto e superato.

Un altro passo cruciale verso la totale libertà spirituale.

Una Vittoria per tutti noi!

 

Se uno non va avanti sul Ponte è come buttarsi in battaglia ed essere ciechi! E’ impossibile!

Oggi sono consapevole di cosa è mio e di cosa era creato da “altro”!

La cosa più potente è avere una tecnologia che ti permetta di diventare causa su ciò che non è realmente tuo e di liberare il vero TE!

Si libera energia tutta intorno a te e percepisci un grande senso di gratitudine❤️

M.

 

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI, Tecnologia Standard

Ed ecco un altro Clear!

 

 

Sei un Clear. Bravo e congratulazioni!

Questo stato non è mai stato raggiunto prima d’ora in questo universo e dobbiamo lavorare tutti affinché più gente, molta più gente, raggiunga questo livello. Essenzialmente, tu sei Clear sulla prima dinamica e hai ancora tanto lavoro da fare per diventare OT, cioè le rimanenti dinamiche; ma ciò non toglie che scoprirai di avere molte abilità mai sognate prima d’ora…

Tratto da ” Una lettera aperta a tutti  i Clear ” HCOPL 17 gen 1967

Ecco un altro magnifico Successo ottenuto nel campo indipendente,

un altro risultato di cui essere orgogliosi!

 

Ebbene ci sono arrivato, dopo un lungo percorso!

Sin dall’inizio del ponte man mano che salivo ho sentito le varie sensazioni di cambiamento … le fissazioni, le drammatizzazioni, l’impulsività incominciavano a svanire, mi sentivo meno effetto degli eventi, ma (potevo) trovare subito le soluzioni.

Sento che c’è ancora molto da fare e che sono alla metà del percorso, lungo il sentiero tracciato da RON. Sarò sempre grato a lui e al lavoro svolto dal mio auditor e dal C/S grazie!!

 con ARC

  R.

4 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Uomini e (o) Dei

…In fondo, abbiamo l’uomo come animale.

Decisamente l’uomo come animale.

Lo vedete? In cima alla scala, in extremis, abbiamo l’uomo come dio…

(tratto dalla conferenza di LRH del 28 gen 58 “L’uomo l’animale, l’uomo il dio)

 

Ecco di seguito una realizzazione (cognition) di un indipendente,

un interessante punto di vista su cui possiamo disquisire!

Non ci sono buone ragioni per credere che ci sia un solo Dio.

Non c’è motivo per cui noi, individualmente e collettivamente, non siamo – ciascuno di noi – de facto l’unico capo di questo e di tutti gli altri universi. Penso che non sia solo la verità ultima, ma l’esperienza ultima di gioia.

Per prima cosa, gli individui crescono e crescono e crescono sempre, quindi diventare il padrone ultimo dell’universo è solo una questione di esperienza e di pratica.

Secondariamente, perché un qualsiasi Dio, anche se ce ne fosse uno solo, non vorrebbe che altri individui crescessero e continuassero a crescere fino a ché non fossero diventati uguali a lui? Dio ovviamente vuole degli amici e un Dio non può avere amici veramente eccellenti e di alto livello a meno che non siano, o alla fine diventino, uguali a lui.

Voglio dire, davvero, pensate al fatto che, anche quando un Dio gioca la parte di essere un malvagio, convincendo persino gli altri a diventare malvagi, è comunque il Dio veramente intelligente che conosce la semplice verità di base che le cose non possono andare come vuole lui senza la partecipazione/accordo di altri esseri.

E l’unico modo per ottenere pieno accordo e partecipazione è portare gli altri al proprio livello di comprensione intellettuale ed emotiva.

Quindi un dio/il Dio può avere giochi o amici solo rendendoli uguali.

Persino Dio non vuole essere solo.

Ognuno di noi è un essere creativo e non abbiamo limiti noti nel fare qualsiasi cosa possiamo immaginare. Per ogni pensiero di fare qualcosa è solo una questione di continuare a spingere in avanti e verso l’alto fino ad ottenere un compimento.

Anche se, alla fine, devi – e puoi – convincere tutti a iscriversi e iscriversi, tutto è comunque veramente ottenibile con la Persistenza che gli eterni infiniti esseri / Dio / dei hanno come loro potenziale.

E non importa quanto stupidi e per quanto tempo ci comportiamo da stupidi, abbiamo ancora il potere di Dio infinito ed eterno di fare qualsiasi cosa desideriamo.

Questo mi ricorda, ad esempio, quando si lavora in un’azienda o si vive in una famiglia in cui “tutti pensano di essere il capo”, nel senso che sono effettivamente l’essere supremo, e la verità è che lo sono davvero. Ognuno di loro da solo può rallentare, fermare, migliorare o espandere qualsiasi attività, sentimento o pensiero dell’intero gruppo.

Provate solo a fare qualcosa senza che tutti siano d’accordo, non ci riuscirete. Lasciatemi spiegare: Tutti devono arrivare ad essere d’accordo, con un accordo volontario o imposto, altrimenti non verrà fatto nulla.

Alla fine, qualcosa di simile all’idea originale verrà, ma qualunque cosa sia, giungerà a buon fine solo quando gli esseri-Dio-dio arriveranno consapevolmente o inconsapevolmente a concordare su di essa.

Anche se ognuno di noi è individualmente il Dio e l’unico padrone dell’universo, nessun singolo Dio ha la libertà di fare qualcosa senza venderla a tutti gli altri dei in modo che tutti siano d’accordo e partecipino.

È come se, per esempio la natura stessa del Vero Statico imponga la verità che esiste un “pulsante di lancio nucleare” per tutti gli Esseri Supremi.

Ognuno di noi, stupidi bastardi o meno, ha una chiave e una toppa in cui inserire l’attivazione di ogni pensiero, sentimento o attività – e senza un tale inserimento unanime della chiave, niente viene fatto, niente si sente, e non si verifica nemmeno alcuna attività di pensiero.

Ogni pensiero è un pensiero di gruppo e come pensiero di gruppo è condiviso da tutti gli individui. Queste idee non sono contraddittorie, anche se all’inizio può sembrare così.

Ogni Dio migliora o blocca automaticamente ogni altro Dio in tutto ciò che uno Statico tenta o pensa. Siamo individui ma non possiamo nemmeno avere un pensiero che non ottenga una chiave e l’accettazione di tutti gli altri Dei — sì, di tutti.

Ogni Dio qui sulla Terra è specializzato in qualunque area sia impegnato, ma ciascuno svolge ancora il proprio ruolo nel premere quei pulsanti nucleari e anche tutti gli altri pulsanti. Anche quegli Dei che sono ciechi e quelli che non pensano di inserire le loro chiavi nella consolle, hanno già inserito le loro chiavi di accesso, il che significa che almeno stanno facendo come gli è stato detto o hanno sentito altri menzionare quelle certe idee come la cosa da fare.

E la cosa divertente e orribile è che noi Dei continuiamo a creare nuovi Dei con uguale potenza ogni volta che postuliamo qualcosa. Questi postulati, non importa quanto piccoli o banali, sono in realtà entità viventi, esseri viventi.

Tutte le entità sono automaticamente Dei al momento della creazione e anche loro hanno le chiavi di tutte le consolle e dobbiamo persuaderle, appellarle ed educarle tutte a fare qualcosa di rispettabile!

In altre parole, devi avere un numero tremendo di “Mi piace, condivisioni e commenti” da ogni Dio per fare qualcosa, anche per fare le cose cattive.

Il Vero Statico è composto sia da un numero sempre crescente di individui che da un collettivo in continua espansione di nuovi pensieri e attività, ma non vedo nulla di sbagliato in questo. In realtà, pensiamoci, lo vorremmo in un altro modo a lungo termine? No, credo di no. Noi / Dei Statici vogliamo quell’espansione. È l’unica cosa che ha senso per me.

Parte del divertimento di scrivere nuovi copioni di vita per gli altri e per noi stessi sta nel venderli e nel far loro ottenere una grande popolarità.

Dobbiamo imparare a scrivere e vendere sceneggiature di vita ad altri che siano altrettanto divertenti e interessanti quanto le sceneggiature cupe e tenebrose attualmente in voga.

Gli Dei devono essere incoraggiati, istruiti o persuasi a non mettere le loro chiavi nella consolle del pulsante nucleare, invece, dovrebbero mettere le loro chiavi in qualcosa di positivo e divertente.

M.

20 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

Cosa è la Grandezza

C’è uno scritto di Ron che dovrebbe essere insegnato in ogni scuola, chiesa, tempio e famiglia.

Se duplicato ed applicato veramente potrebbe cambiare il mondo e le relazioni tra le persone,

darebbe sollievo da quella insensata drammatizzazione che è l’engram di quarta dinamica*.

Non è necessario essere OT, auditor o super addestrati per applicarlo,

basta solamente un poco di buon senso.

E’ uno scritto che abbiamo già pubblicato anni fa su LaReception,

ma ora più che mai è attuale.

Buona lettura… o rilettura in una nuova unità di tempo!

Guido

* Engram della Quarta Dinamica – 1. l’aberrazione fondamentale del pianeta. (Note di definizione di LRH) 2. l’obiettivo umanitario è di creare un ambiente sicuro in cui sia possibile cancellare l’engram della quarta dinamica. Con engram intendiamo quell’ostacolo mentale che impedisce la pace e la tolleranza. Con quarta dinamica intendiamo l’impulso a sopravvivere come umanità invece che solo come individui. (Giornale di Ron 68)

 

Cosa è la Grandezza

Il compito più arduo che si possa avere è continuare ad amare i propri simili, nonostante tutti i motivi di questo mondo per cui non lo si dovrebbe fare.

Il vero indice di sanitaà mentale e di grandezza è il continuare a farlo.

Per colui che lo sa realizzare, ci sono grandi speranze.

Per coloro che non lo sanno fare, ci sono soltanto dispiacere, odio e disperazione e queste non sono cose che costituiscono la grandezza, la sanità mentale o la felicita’.

Una delle trappole primordiali è cedere ad un invito all’odio.

Ci sono persone che ci nominano loro carnefici.

Talvolta, nell’interesse dell’incolumità altrui, è necessario agire, ma non è necessario anche odiarle.

Fare il proprio dovere senza infuriarsi contro quelli che cercano di ostacolarci è segno di grandezza… e di sanità mentale.

E solo allora si può essere felici.

Cercare di conseguire tutte le qualità desiderabili nella vita è nobile.

Quella più difficile, ma la più necessaria da conseguire è amare i propri simili, nonostante tutti gli inviti a fare altrimenti.

Se mai esiste una virtù degna di un santo, non è quella del perdono.

Il ” PERDONO” ammette la cattiveria di un atto.

Non c’è motivo di ammetterla.

Inoltre, per poter perdonare un’azione, la si deve classificare come cattiva.

Il ” PERDONO ” e’ un’azione di livello molto più basso ed e’ piuttosto critico.

La vera GRANDEZZA rifiuta semplicemente di cambiare il proprio atteggiamento nonostante le cattive azioni di cui si è oggetto…e una persona veramente grande ama i suoi simili perché li capisce.

Dopo tutto sono tutti nella stessa trappola.

Qualcuno se ne è dimenticato, altri ne sono impazziti, altri agiscono come coloro che li hanno traditi.

Ma tutti, tutti sono nella stessa trappola :

Generali, spazzini, presidenti e pazzi.

Si comportano cosi’, perché sono tutti soggetti alle stessi crudeli pressioni di questo universo.

Alcuni di noi sono soggetti a tali pressioni, e pure continuano a fare il loro lavoro.

Altri, che si sono da tempo arresi, delirano, torturano e si muovono con fare impettito , da quelle anime dementi che sono.

Noi possiamo almeno capire che la grandezza non deriva da guerre violente o da notorietà.

Deriva dal fatto di essere fedeli alla propria rispettabilità, di continuare ad aiutare gli altri, qualsiasi cosa essi facciano, pensino o dicano e malgrado tutte le azioni brutali a cui si è soggetti, di perseverare senza cambiare il proprio atteggiamento fondamentale nei confronti dell’ Uomo.

Da questo punto di vista, la vera grandezza dipende dalla saggezza totale.

Le persone si comportano come si comportano solo perché sono quel che sono : esseri intrappolati, schiacciati sotto un peso insostenibile.

E se a causa di questo sono impazzite e ordinano la devastazione di intere nazioni per errori di interpretazione, si può sempre capire il motivo, come pure l’entità della loro pazzia.

Perché si dovrebbe cambiare atteggiamento ed incominciare ad odiare solo perché qualcun altro si è perso e il suo destino è troppo crudele da affrontare ?

La giustizia, la clemenza, il perdono sono tutte cose senza importanza, rispetto alla capacità di non cambiare a causa di provocazioni o di pressioni a farlo.

Si deve agire, si devono mantenere ordine e responsabilità, ma non c’è bisogno di odiare o cercare vendetta.

E’ vero che gli esseri umani sono fragili e commettono errori.

L’Uomo e’ fondamentalmente buono, ma può comportarsi male.

Si comporta male solo quando le sue azioni a favore dell’ordine e della sicurezza altrui sono compiute con odio.

O quando le sue misure disciplinari sono basate solo sulla sua incolumità, senza alcuna preoccupazione per tutti gli altri ; o peggio ancora, quando agisce solo per il gusto della crudeltà.

Non mantenere affatto l’ordine è una azione da pazzi.

Basta guardare le cose appartenenti a un malato di mente e l’ambiente intorno a lui, per rendersene conto.

Le persone capaci mantengono le cose in ordine.

Quando una razza è dominata dalla crudeltà compiuta nel nome della disciplina, a quella razza è stato insegnato ad odiare.

Ed il suo destino è segnato.

La vera lezione è imparare ad amare.

Chi vuole arrivare incolume alla fine dei suoi giorni deve imparare questo : non usate mai ciò che vi viene fatto, come motivo per odiare.

Non desiderate MAI la vendetta.

Ci vuole veramente forza per amare l’Uomo ed amarlo nonostante tutti gli inviti a fare diversamente, tutte le provocazioni e tutti i motivi per cui non lo si dovrebbe fare.

La felicità e la forza persistono solo in assenza di odio.

Solo l’odio è la strada che porta al disastro.

Amare è la strada che porta alla forza.

Amare nonostante tutto è il segreto della grandezza.

E potrebbe benissimo essere il più grande segreto di questo universo.

L.R.H.

101 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente