Archivi tag: CRIMINI

‘SO ED 2344 Int, 20 Ago 83 “La storia di uno Squirrel: David Mayo”

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

David Mayo, un mito una leggenda per molti, sicuramente L’Auditor e C/s piu’ legato ad LRH prima che sparisse dallo scenario mondiale .

Tuttora sorvegliato 24/7 e legato ad un silenzio imposto.

Pena : La propria liberta’ verrebbe meno.

Nutro un profondo rispetto in questa sua decisione, come lo potete vedere, e’ in piena forma MA

dopo tutte quelle che la Cof$ gli ha fatto passare,

concediamogli di poter non essere ulteriormente Molestato.

Giustamente ogni tanto qualcuno mi chiede:

Ma i Clear e OT che fece LRH ?

Coloro che erano con lui negl anni 50 ?

Tutti morti ?

Ma, non so.

Comunque sappiamo che anche OTTO j. ROOS, SNR CS legato ad LRH ai tempi dell’APOLLO e comunque

dai primi anni 60, e’ vivo e vegeto, la’ nella terra dei tulipani

e anche lui con i suoi 80 anni abbondantemente passati

sara’ una delle prossime persone

con la quale vorro’ scambiare quattro chiacchiere se me lo permettera’.

Buona Lettura.

PS: Chiunque di voi che voglia contribuire alla recepito con traduzioni, e/o proponendo nuovi Articoli ( sia personali che trovati nel Web) e’ ben accetto !

Mandate la vostra mail a johnmina@libero.it

Francesco

David Mayo

Autore: ND

Traduzione : Simon Bolivar

Scrivete un Ordine di etica ben informativo. Non lasciate nessuno su mistero. I misteri causano guai e lo scopo dell’etica è quello di PORTARE PACE COSÌ CHE POSSIAMO METTERE IN LA TECNOLOGIA”. L. Ron Hubbard

(HCO PL 2 Giugno 65 “Scrivere un ordine di etica”)

In questa analisi della “SO ED 2344 Int”(che potete scaricare cliccando sul link, pop up attivato), si discuteranno prevalentemente aspetti tecnici, ma non solo. Pertanto viene pubblicata principalmente per coloro che sono familiari alla sostanza di Scientology.

———————————————-

Introduzione

Cosa dire riguardo a un tale scritto? Possiamo veramente credere a ciò che dice? Se fosse circostanziata con prove certe sarebbe possibile farlo a occhi chiusi, ma così non è. Il solo per determinarlo è di investigare ciò che dice e studiare le referenze a cui fa riferimento. Questa SO ED (Sea Org Executive Directive, inchiostro blu su carta blu, pubblicazione di CSI) è intercalata da brevi citazioni che si suppone siano state scritte da LRH. La prima delle quali è proprio sulla prima pagina di questo scritto:

“L’attuale situazione è che c’era un uccellino proprio nel bel mezzo della sala di controllo: David Mayo. Egli sabotava gli executive distruggendo i loro casi. Nulla fu fatto a caso o per incompetenza. Tutti i metodi di sabotaggio più pazzeschi e strampalati che io abbia mai visto, lui li stava compiendo. Non stava facendo Dn o Scn. Li chiamava tali  e usava lo schema. Le sue intenzioni ovvie erano quelle di distruggere tutti i casi delle persone che potevano aiutare gli altri. LRH

L. Ron Hubbard era scomparso dal fin dal Dicembre 1972. Pertanto non c’è modo di sapere se sia veramente lui l’autore di queste frasi. Quindi, queste citazioni vanno prese così come sono, e vanno giudicate per ciò che dicono e nient’altro.

‘Mescolare i Rundown e silurare la Divisione di Qual’

In questo punto la SO ED dice che:

“Probabilmente, l’ultima cosa che Mayo si aspettava fu che un auditor di Classe IV gli facesse rapporto. Fortunatamente quell’auditor lo fece, applicando l’HCO PL 22 Luglio 82 “RAPPORTI PER CONOSCENZA”, per mantenere Scientology in funzione. LRH quindi richiese altri pc folder che Mayo aveva C/Sassato e venne scoperto molto più dello stesso squirreling mostruoso”.

E continua citando l’HCOB 28 Settembre 82 “Mescolare Rundown e Riparazioni”, che si dice sia stato scritto da LRH “per correggere dell’orribile out tech commessa da … Mayo”:

 “Recentemente, si scoprì che un particolare C/S (ora rimosso), aveva il modello “ogni cosa va bene” nel suo metodo di C/Sare e programmare i casi. Questo C/S mescolava i rundown uno con l’altro sminuzzandoli e non faceva il rundown o la riparazione standard come da proprio rundown”.

Qui possiamo fare il primo commento:

Perchè ci è voluto un auditor di Classe IV per scoprire tutto?

Il cattivo C/Sing si identifica con una traccia costante di cattivi risultati. Ogni persona soggetta a questo mostra ovvi sintomi, si blocca nel suo progresso, si infila nei guai, attirerebbe l’attenzione di tanti insomma.

“Mayo ha superveduto direttamente la consegna e la qualità della tech in una divisione di Qual nell’area dove ha lavorato, in cui era il responsabile per l’auditing e il miglioramento di quasi 200 staff”. E “Da una effettiva ricerca nei loro pc folder, questi staff non avevano fatto progressi sul ponte per un periodo di oltre 3 anni e mezzo –lo stesso periodo in cui Mayo gestiva quell’area”.

Quasi 3 anni e mezzo prima di scoprirlo e ci è voluto un auditor di Classe IV perché fosse possibile? E in questo non abbiamo calcolato il periodo che va dal 1973-78, dove Mayo era Senior C/S di Flag.

Ma la SO ED va oltre:

“I casi di questi staff erano stati programmati erroneamente; gli auditor avevano quasi smesso di audire o erano stati spediti fuori dalle linee, e quelli rimasti nella Div di Qual si scoprì stavano percorrendo procedimenti ‘pilota’ e di ‘riparazione’ squirrel che erano stati inventati e C/Sati da Mayo”.

Il “dato stabile” fornito da L. Ron Hubbard nella SO ED potrebbe essere un indicatore sufficiente: “UN SENIOR C/S È CONOSCIUTO DALLA SUA QUAL PIÙ VICINA”. LRH

Inoltre, è degno di nota che l’HCOB 22 Sett 82 “Mescolare Rundown e Riparazioni” è firmato da L. Ron Hubbard Fondatore, ma in calce dice che i dati sono stati raccolti per il commodoro da R. Mithoff, Snr C/S Int. si tratta della stessa persona che ha messo assieme la SO ED 2344, e che è anche presente con le sue iniziali RM, come compositore dell’HCOB (Nota: Nella versione del 1991 di questo HCOB le sue iniziali sono state cancellate, si trovano solamente nella versione originale Mimeo).

‘Sabotaggio della Tecnologia di Etica’

Nel primo paragrafo di questo capitolo della SO ED troviamo solamente generalizzazioni. È un paragrafo pieno di accuse, ma sostanzialmente si tratta solamente di conclusioni generalizzate basate sul nulla e prive di sostanza probatoria.

Poi continua citando due paragrafi dall’HCOB 13 Ottobre 82 “Etica e il C/S”. il secondo paragrafo è composto di ulteriori valutazioni e conclusioni all’indirizzo di David Mayo. Tuttavia, il paragrafo precedente fornisce alcuni indizi, parla di:

 “Negli ultimi anni un C/S ha avvisato gli staff che prima di inviare qualcuno in etica per dei maneggiamenti serve l’approvazione del C/S!” 

Quindi? Cosa c’è di così strano?

Troviamo un indizio riguardo a questo nello stesso capitolo della SO ED intitolato “ATTI SOPPRESSIVI”:

autorizzare e firmare falsamente un HCOB della Serie del C/S (n° 114, da allora cancellato),  che era una alterazione dissimulata per materiale di Sorgente e inteso per confondere gli auditor e i C/S così che seguissero le “Scoperte” di Mayo sull’Etica, pensando di star seguendo i materiali di Sorgente, e trascurassero i materiali di Sorgente sul soggetto.

L’HCOB a cui si riferisce è stato pubblicato anche come HCO PL, stessa data stesso titolo. Ci si meraviglia perché questo non venga detto subito! Tuttavia, si possono trovare più dati nella referenza che cancellò quell’HCOB; l’HCOB 30 Ott 81 (cancellato il 7 Nov 82) “Serie del C/S 114, KSW Serie 28 cancellato. Si legge:

“HCOB 30 Ott 81 … pubblicato anche come HCO PL stessa data, viene con questo CANCELLATA, per via dei dati falsi e arbitrari che sosteneva riguardo le azioni di Etica sui pc.

Questa pubblicazione, mai vista da me e assistita da un altro, conteneva paragrafi non scritti da me, uno di questi dichiarava inequivocabilmente, che le azioni di etica-tipo sui casi non si dovevano fare, ne in session ne fuori, su persone che si trovavano su rundown maggiori o gradi.

Questo è un DATO FALSO e va in conflitto con il DATO REALE che la TECH NON ANDRÀ IN QUANDO L’ETICA È OUT. Questo dato falso serviva a tagliare le linee per qualsiasi azione di etica di cui un pc avesse bisogno per poter farcela su un rundown maggiore o grado”.

La sezione applicabile dell’HCOB 30 Ott 81 “C/Sare per il pc”, scritto da David Mayo dice:

“Nella serie dell’HRD (Happiness Rd), si puntualizza che non ci si dovrebbe allontanare dal rundown per andare su altre azioni. Non fa differenza se queste sono azioni audite da altri, un diverso Rd, azioni di caso tipo Etica, fatte sia dentro che fuori session. Questo viola la Serie del C/S 38, al paragrafo ‘Interrompere i Programmi’ e ‘Programmare accavallato’ e viola la Serie del C/S 29, AZIONI DI CASO AL DI FUORI DELLE LINEE. Queste regole si applicano ad ogni rundown maggiore o grado, non solamente all’HRD. Eppure, recentemente, alcune persone hanno suggerito (scorrettamente) che i pc sull’HRD possono, anzi dovrebbero, ricevere ‘maneggiamenti di etica’ durante il rundown; alcuni asseriscono che quando i C/S dell’HRD hanno protestato a tali azioni di caso fuori dalle linee, tali C/S ‘operavano su falsi dati’! (Per ‘maneggiamenti di etica volevano dire: HCO PL 3 Maggio scrivere O/W, ‘confessional senza meter’,  Chiarimento di parole esteso e False Data Stripping su un pacco di PL riguardanti l’Etica e la Giustizia, le Condizioni e lo scambio sulle Dinamiche – ognuna delle quali è una azione maggiore).   David Mayo

Queste referenze a cui si fa riferimento qui sono: l’HCOB 8 Marzo 71 – Serie del C/S 29 “Azioni di caso fuori dalle linee” e l’HCOB 26 Maggio 71 – Serie del C/S 38 “Corso dei Tr’s e auditing, mescolare azioni maggiori”.

Ci sono altre due referenze che desidero citare e sono elencate qui sotto:

“I casi sottoposti ad azioni di etica, comm. Eve, progetti di ammenda o basse condizioni non dovrebbero venire auditi fino a che i problemi di etica non siano stati completamente chiariti. Audirli sotto a un tale stress non fa altro che scombussolare i loro casi”.     LRH
         (HCOB 29 Mar 70 “Auditing e Etica”)

Il quale ci da il messaggio che, fintanto che è possibile, tali problemi di etica che potrebbero interferire con l’auditing, si maneggiano PRIMA di sedersi nella stanza di auditing. Prima quindi di iniziare un ciclo di auditing. Inoltre:

“Non c’è nessun routing diretto dei preclear all’Ufficiale di Etica attraverso i canali della Divisione di Qualification e Review”.     LRH
         (HCO PL 30 Lug 65 “Indirizzare i preclear in etica”)

Quindi, c’è un paragrafo aggiuntivo scoperto nell’HCOB/PL 30 Ott 81 “C/Sare per il pc”, intitolato: 6.CATTIVO INSTRADAMENTO DEI PC IN ETICA, che dice:

“Mentre esistono routing validi dei pc in etica, come scritto nel volume V dell’OEC, sotto l’intestazione ROUTING DEI PC IN ETICA, questo avviene per specifici motivi e solo via Review. Ma inviare un pc in etica non è la soluzione per la BPC; una riparazione accurata degli errori e della BPC e un corretto programma e C/S sono la soluzione”.  David Mayo

Dopo aver visto questi problemi in dettaglio, quanto rimane delle accuse dirette alla persona di David Mayo? Siate voi i giudici.

Fondamentalmente, tutte le dite puntate su Mayo, riguardo a quanto fosse pessima la sua etica ecc… non stanno osservando le cose nello specifico.

Ora, andiamo a vedere le altre diffamazioni lanciate a Mayo riguardo problemi di etica che troviamo nei seguenti documenti; FCO 7138, 2 Marzo 83 – Mandato di espulsione e dichiarazione di persona soppressiva per David Mayo. E la SO ED 2344 Int, 20 Agosto 83 – La storia di uno squirrel: David Mayo.

E per finire questo capitolo, si chiude con una valutazione delle più opinabili. Un testo attribuito ad LRH:

C’era un trucco criminale molto interessante che Mayo stava compiendo: fingeva di aver scoperto che il sec checking e l’etica erano out, quando invece, stava solo coprendo le sue tracce: Lui era quello che le aveva rimosse. E quando più tardi, qualcuno ebbe bisogno di un sec check, credo che abbia scoperto, con molta paura, che l’etica non era stata usata da molto tempo. Lui fu quello che l’aveva eliminata”. (LRH)”

Tutto questo è poco circostanziato, ma ormai ci siamo abituati, falliscono sempre nel fornire prove specifiche. Quindi, fu Mayo ad abolire i sec check? Devo dire che c’è fin troppa attenzione su questi sec check e per quanto possa ricordare male, fu L. Ron Hubbard che li abolì tutti nel 1968. Guardate qui: HCO PL 26 Agosto 68 – Security Check aboliti.

 ‘Assumere l’Hat di Sorgente’

Questa storia è abbastanza ironica. Ci fu un tempo quando L. Ron Hubbard introduceva tutti i nuovi release di persona. Poi, nel dicembre del 1972 LRH sparì per 10 mesi, ritornò solamente nel Settembre dell’anno successivo. Da quel momento in avanti, tutte le creazioni, che si sosteneva fossero di L. Ron Hubbard, non furono più introdotte da lui personalmente. Il release ufficiale di NED passò in sordina. Ne troviamo solamente un piccolo resoconto sulla rivista The Auditor, n° 151 del Settembre 1978.

Fu David Mayo, appena eletto Senior C/S Int, che ne fece la presentazione, come anche di altri release maggiori. Lo fece per NOTs e Solo NOTs, mentre L. Ron Hubbard non fu mai presente personalmente. È quindi logico che su David Mayo si riversasse molta attenzione, naturalmente grazie alla posizione che occupava. Ciò però non significa che soffrisse di “megalomania”, come sostiene la SO ED 2344 Int. Non ci sono prove riguardo a questa valutazione. Infatti, è piuttosto il contrario, stando alle persone con cui abbiamo comunicato e che conoscevano David molto bene. Tutte dicono che era una persona molto umile e gentile.

La SO ED più avanti dichiara, nella sezione intitolata: ATTI SOPPRESSIVI, “Ha sparso bugie che aveva inventato lui vari procedimenti di Scientology, i quali in verità sono stati totalmente sviluppati da Sorgente e non da Mayo”.

Non trovo evidenze nemmeno qui su queste dichiarazioni. Forse la So Ed si riferisce all’Happiness Rd e ai materiali di NOTs. Riguardo a questi, abbiamo già presentato informazioni ben definite che perlomeno lui li ha scritti, ed è probabile che in parte li abbia anche sviluppati o che ci abbia lavorato su per prepararli per il release. Non trovo fonti attendibili a sostegno che ne abbia mai preteso la paternità o che abbia mai detto che erano suoi. Quindi, se la SO ED vuole sostenere questi fatti, che porti delle prove a sostegno.

Poi, la stessa So Ed dichiara, nella sezione intitolata “Megalomania”: Invece di fare il lavoro che competeva al suo posto, Mayo passò molto del suo tempo a lavorare in vari modi per comunicare allo staff e al pubblico l’idea che lui fosse “Sorgente” – una idea che ha avuto da molto tempo e che ha ancora oggi”. 

Nel Luglio del 1983 Mayo stabilì il suo gruppo chiamato Advance Ability Center (AAC). Questo gruppo teneva meeting ogni domenica della settimana, nei quali Mayo parlava per 20-25 minuti. Perlomeno 38 di questi meeting sono stati registrati e resi disponibili a tutti, si trovano ancora in rete oggi. Inoltre ci sono almeno un paio di video e anche una intervista. È abbastanza ovvio, per chi li avesse ascoltati, che in questi video David Mayo non ha mai fatto le cose di cui è stato accusato. Il credito viene dato sempre alla persona di L. Ron Hubbard, lui ha sempre sostenuto di averlo solo assistito.

‘Ha intenzionalmente C/Sato scorrettamente sua moglie’

Queste voci si sono diffuse tra gli scientologist per molti anni. Il problema è che sua moglie, Merril Mayo, non le ha mai confermate. C’è una lunga intervista che lei ha fatto nel 1983 dove lei dice che queste storie su David Mayo sono state create appositamente. L’unica conferma che troviamo nella SO ED riguardo a questo fatto è che hanno poi in divorziato. Per tutto il resto non ci sono prove a sostegno.

Ecco un paragrafo della “lettera aperta” di Merril Mayo (dicembre 1983), dove lei si indirizza alla SO ED 2344 Int.

“David no ha mai C/Sato scorrettamente il mio caso e non ha nemmeno fatto nessuno degli altri punti dichiarati in quel paragrafo, e non hai tenuto una condotta sessuale inappropriata”.

Quindi, quando lei stessa nega questi fatti, cosa rimane delle questioni sollevate in quella SO ED? ricordatevi anche che Merril Mayo era un auditor di Classe XII, ed è impossibile pensare che una persona così addestrata possa venire deliberatamente C/Sata. Non è pensabile.

Poi, in quella intervista del 4 Luglio 1983, commenta anche il FLAG CONDITION ORDER che venne pubblicato su David Mayo. Dice:

“Tutte le cose che sono venute alla luce sull’ordine SP riguardo a David Mayo sono totalmente rapporti falsi, ogni pezzo, non ci sono assolutamente prove a riguardo. Tutte creato ad arte per far sembrare David più cattivo che potevano”.

Alcuni potrebbero dire che è stata costretta a dire queste cose, che non era lei a parlare. Potrebbe anche essere così, ma non è plausibile.

Guardate questo:

“Quando scrivete un ordine di etica, non mandate in rottura di ARC le persone omettendo dati. 

Non create un mistero. … Quando è successo? È stato nella nostra area? Cos’ha fatto? A chi l’ha fatto? Quali sono le prove? …

Non siate poco specifici e non lasciate la gente con un grosso mistero.

Si presuppone che un ordine di etica percorra gli engram del gruppo all’esterno, non dentro!

Metteteci sempre ciò che sapete, non cose che non sapete, e solo cose di cui avete prova o testimonianze. Gli ordini di etica vengono pubblicati su dati reali, non opinioni. …

Scrivete un Ordine di etica ben informativo. Non lasciate nessuno su mistero. I misteri causano guai e lo scopo dell’etica è quello di PORTARE PACE COSÌ CHE POSSIAMO METTERE IN LA TECNOLOGIA”. LRH
         (HCO PL 2 Giugno 65 “Scrivere ordini di etica”)

‘Religious Technology Center’  (RTC)

La sezione della SO ED intitolata “FUTURO”, fa un commento “A parte”:

 “Fin da quando è stato formato il Religiuos Technology Center, Mayo ha provato disperatamente ad entrarci, in diverse occasioni, di farsi postare a RTC – la percepiva come una posizione di potere dalla quale poteva devastare ancora di più le linee della tecnologia – ma i suoi tentativi di ottenere quel posto furono privi di successo. Ora lui attacca RTC, visto che le sue pratiche squirrel sono diametralmente opposte agli scopi e obiettivi di RTC, che semplicemente sono quelli di far applicare in modo standard la Tech di LRH”.

È una dichiarazione strana, visto che David Mayo si trova nei documenti della corporazione come un co-fondatore e uno dei fiduciari. Il che vuol dire che era già coinvolto in essa fino al collo.

Uno degli articoli nei documenti della corporazione dice molto chiaramente:

Articolo VI.

“Gli affari della corporazione devono venire regolati e diretti da un consiglio di sette persone naturali che devono anche designare i “fiduciari”, il cui consiglio dovrà avere ed esercitare tutti I poteri dati ai “direttori” dalle leggi della California sulle corporazioni non a scopo a lucro”.

Una di queste “sette persone  naturali” era David Mayo! Quindi, è assurdo dichiarare, come nella SO ED, che David Mayo “ha provato disperatamente ad entrarci, in diverse occasioni, di farsi postare a RTC”!

I documenti sono qui:

“Articoli della costituzione del Religious Technology Center”

‘Ulteriori Dati’  e  ‘molti altri crimini

La sezione della SO ED a questo titolo dice:

“I dati sopra citati sono stati resi disponibili per fornirvi un idea di cosa questa persona stesse combinando. Non è affatto un resoconto totale e completo di tutte le sue azioni distruttive.

Ci sono altre HCO PL e HCOB scritte durante gli anni scorsi che forniscono ulteriori informazioni su ciò che Mayo fece e le azioni che si sono intraprese per maneggiare questi pasticci. Queste includono l’HCO PL 29 Sett 82, INTERPRETAZIONE ERRATA DI DIANETISC E SCIENTOLOGY e l’HCO PL del 12 Ott 82, ATTIVITÀ CORROTTE”.

Uno si aspetterebbe che questa SO ED facesse una lista dei peggiori di questi, così chiamati, crimini. Ad ogni modo, la SO ED fa accenno a qualcosa, ma questo qualcosa è solamente una generalizzazione. La cosa, vista sotto un altro aspetto, da l’idea che l’infiltrazione di Mayo fosse molto diffusa! L’ovvia incongruenza è, perché allora non si è potuto scoprire prima? Cambiare procedimenti funzionali o aggiungere procedimenti non funzionali causa clienti scontenti, questi clienti dovrebbero lamentarsi. Come mai nessuno ha agito rapidamente? Questo è ciò che mi preoccupa.

Il Fattore “Paura”

Un pezzo selezionato della SO ED, scritta da Ray Mithoff, intitolata “FUTURO”, dice:

“Lui (David Mayo)sa che esistono molti livelli OT al di sopra di Solo NOTs che sono stati completamente ricercati, e sa che non ha mai ricevuto nessuno dei dati riguardanti questi e non li ha nemmeno mai visti.

Sa molto bene che a chiunque coinvolto in un gruppo squirrel o di psichiatri o contro le attività di Scientology, non gli verrà mai permesso di ricevere questi servizi. Sa che quando il fondatore donò i suoi marchi di Scientology e Dianetics al Religious Techonology Center, RTC a sua volta ha promesso di salvaguardare la tech contro l’uso scorretto e di assicurarsi che, secondo le policy di lunga data,i livelli superiori saranno tenuti al sicuro e fuori dalle mani di chiunque intendesse usare i materiali per danneggiare le persone o per altri scopi che non fossero i guadagni spirituali.

Le azioni di Mayo, e del piccolo gruppo a cui si è unito, ammontano non solo a un tentativo di sviare alcune persone dal Ponte, ma a un tentativo di negargli il ponte per l’eternità (perché una volta che ci si coinvolge in pratiche squirrel da quel momento in poi gli verrà negato l’accesso ai livelli superiori). E sa anche questo. E quei pochi che credono nella sua PR dovrebbero essere avvisati”.

Un commento molto chiaro.

Nella ‘SO ED 2104 Int’, del 7 Nov 82 “Il Flusso sul Ponte, La conferenza dei Mission holder, San Francisco 1982”

Con un tono molto aspro, contenente questo fattore “paura”, troviamo Mr. Ray Mithoff alla conferenza dei mission holder del 1982 a San Francisco, dice:

“Stanotte avete sentito qualcosa di questa recente epidemia di tech squirrel…”

“Non è solo che una persona è impazzita e si è inventato qualcosa…”

“Sono rimasto totalmente disgustato quando ho scoperto che altre persone, oltre allo staff, lo staff delle mission in particolare, andava d’accordo con questa cosa, pensò fosse grandioso…”

“I livelli OT superiori, Solo NOTs, nuovo OT 8, nuovo OT 9, 10, 11 – questi livelli sono incredibili. Sono sbalorditivi al di là dei vostri sogni. Queste cose ci sono ed è un futuro molto brillante”.

“unitevi a qualche squirrel…, provate ad audire dei pezzi di tech che avete inventato voi e chiamatela Scientology o prendete un pezzo di Scientology che sia tech di Scientology e andate fuori a provare di venderloa qualcuno chiamandolo diversamente, sapete, Whiz-Bang o qualcosa del genere”.

“Fate qualcosa del genere e vi posso assicurare che non avrete più certificate, non avrete più nemmeno un angolo del vostro certificato di HAS. Non avrete più una puntina per appenderlo al muro. Non avrete più nessun certificato, non riceverete più nessun auditing e io mi assicurerò che non lo riceviate. Ma particolarmente, non riceverete più i livelli OT, nulla, se persisterete”.

“Come ho detto, se qualcun qui dentro persiste nello squirreling o nel portare altri a fare squirrel o rimanere fermi mentre un vostro compagno distrugge Scientology, rimanere fermi così, fischiettando, che io considero molto brutto. E se tutti voi avete letto la nuova policy letter del 1982 intitolata ‘Rapporti per Conoscenza’, capirete ciò che voglio dire. Se rimarrete fermi, dicendo, okay, lasciamo che questo tizio rovini Scientology. Dalla mia posizione vi posso caldamente assicurare che non arriverete mai e poi mai vicino a nessun libro di Scientology, a un meter o a qualsiasi cosa e io posso richiedere che altre persone di RTC prendano altre misure. Ma vi posso assicurare che non avrete mai più nessun tipo di certificato e chiunque in questa stanza, proprio ora, che vada fuori e si provi a fare qualcosa di anche vagamente simile a questo ‘dinging’, adire a ogni persona del pubblico che entra dalla porta che sono PTS perché hanno dei soldi o qualcosa del genere, chiunque si ficchi in questa pratica e io lo scopro (e io lo scoprirò perché le mie linee di comm arrivano molto, molto lontano ora), posso dirvi che non vi rimarrà più nulla. Nulla”.

Non è stato esposto in una maniera molto gentile. Un po’ come dire; o ti conformi oppure…!

Commenti finali su questa SO ED…

Cos’altro c’è rimasto da dire? David Mayo era una autorità da non sottovalutare. Ci sarà stata la paura che la gente l’avesse seguito e avesse lasciato la Chiesa. Per prevenirlo la tattica usata potrebbe essere stata questa. Mettere la sua testa su una picca, e in un modo molto severo informare coloro che stavano pensando di farlo.

Se si considera il tipo di linguaggio presente in queste citazioni o nella SO ED, e voglio dire specialmente la parte che si dice scritta da LRH. Sono del tipo più odioso che si possa immaginare:

“E’ un tipo molto intelligente e poteva mentirmi in modo coerente, riportare in modo convincente, questo quello e quell’altra cosa…”

“Mayo non avrebbe potuto fare una cosa più viscida di questa”.

“Pensandoci bene, oserei dire che Mayo è un NCG nascosto, dato che se mai veniva audito da qualcuno i cui Trs erano out, nemmeno le sue curve soppressive gli avrebbero permesso di fare scene più orrende”.

“Mr. SP Mayo, il tesoro degli psych…”

“Mayo è un gatto molto astuto. Benché non abbia avuto successo a lungo termine nell’ingannarmi, potè niente di meno mettere su un bellissimo show. Questo vuol dire che è un tipo molto intelligente. Mostrava una faccia in una direzione e una completamente diversa in un altra”.

Com’è possibile che L. Ron Hubbard si sia lasciato prendere in giro? L. Ron Hubbard è considerato la Sorgente di Scientology, quindi sec’è una persona che comprende appieno le sue applicazioni quello dovrebbe essere lui. Non è nemmeno il tipo che si lascia prendere in giro. Se fosse così, i punti di domanda sarebbero altri. Ad esempio, quanto valida è allora la sua tecnologia? Scusate la dissacrazione, ma è semplice logica lineare.

Si dice che questa pubblicazione venne emessa per calmare il pubblico di Scientology, del resto a che altro scopo? Già era uscita precedentemente il “Flag Condition Order n° 7138 – Scritto d’espulsione e dichiarazione di persona soppressiva: David Mayo. Che conteneva un testo molto simile, anche se più corto. Poi, visto che la sua missione è fallita, hanno inviato questa per informare maggiormente le persone.

Il messaggi principale che vi è contenuto però è: “il motivo per cui LRH non ha scoperto che Mayo era un SP, fu perché LRH è talmente grosso come Thetan che tutte le tendenze SP e di caso svaniscono in sua presenza. Quindi, non era possibile che LRH scoprisse che Mayo in realtà era un SP”. Queste sono le voci che correvano allora. Ovunque, da Flag alla Danimarca. Almeno cercavano di spiegare qualcosa.

Se fosse vera la cosa, perché allora Mayo non scomparve da vicino LRH? Che bisogno c’è di scoprire gli SP se questi svaniscono in sua presenza? Non c’è nessuna logica in tutto ciò.

Certamente l’anno 1983 fu un anno molto strano per Scientology. In molti sensi. LRH dovette provare di essere vivo in tribunale mandando le sue impronte digitali a conferma. E infine, c’è la storia dell’HCOB del 10 Sett 12983 “PTS-ness e Disconnessione”, dove il coinvolgimento di LRH è stato messo in seria discussione.

Bene, ciò che è stato scritto qui non piacerà a molti, non importa. Ciò che ha fatto Mayo, il suo tentativo reale di ricostruire Scientology, le torture, le cause legali durate oltre 10 anni e ciò a cui  è passato attraverso, fa sembrare le imprese di altri nostrani come scorregge nel vento.

C’è da meditare seriamente!

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, Dianetica nera, LRH, Scientology reverse

LA BIBLIOTECARIA E I MORTI VIVENTI

Siete Scientologist? Pensate con la vostra testa!

Le 20 buone regole per scrivere un romanzo giallo.

1. Un giallo è un giallo.
Non è un libro d’avventure, né di spionaggio, né un romanzo rosa, ma neppure un trattato filosofico o un’opera che cambierà la storia del mondo. Di più, la scrittura nel giallo, per forza del suo destino, è sempre una scrittura di partenza, MAI una scrittura d’arrivo. Questo significa che se un giallista ritiene di essere scrittore a tutto tondo, sarà con altre prove che dovrà dimostrarlo.

2. Un buon romanzo giallo non ha significati altri.
Un buon romanzo giallo dovrebbe essere valutato, solo ed esclusivamente, per la qualità della trama criminale e per la fluidità con cui questa si fonde nella storia raccontata.

3. Se è vero che i romanzi gialli possono essere scritti da tutti, é vero pure che non tutti possono scrivere romanzi gialli.
Optare per una simile scrittura, significa confessare di essere portatori sani di una perversione mentale. Questa è una conditio sine qua non; astenersi dunque letterati desiderosi di nobilitare il genere, autori dotati pronti a mettersi alla prova, giornalisti di cronaca nera che giustificano il malfatto con l’esperienza vissuta e simili!

4. L’atmosfera è un elemento insostituibile nel romanzo giallo e si fa tutt’uno con l’orizzonte d’attesa.
In altre parole, il giallo, per essere tale, deve catturare il lettore fin dalle prime pagine, seducendolo e rassicurandolo sul suo essere a casa. In questi romanzi, l’atmosfera diventa elemento attivo della trama.

5. Non esiste un romanzo giallo senza una geniale trama criminale!
Chiamatelo come volete, ma un giallista che riveli una cronica incapacità di ordire un meccanismo criminale perfetto e ad hoc, non è degno di questo nome.

6.Lettore e investigatore devono avere entrambi le stesse possibilità di risolvere l’enigma.
Tutti gli indizi devono essere (chiaramente) presentati e descritti. A fare la differenza è l’avverbio plainly, chiaramente appunto. 

7. La soluzione del giallo deve essere univoca.
Ci DEVE essere solo e soltanto una verità sul come si sono svolti i fatti. Questa è anche condizione imprescindibile per valutare la qualità della trama.

8. La soluzione del giallo deve essere sempre a disposizione del lettore capace.

9. Il colpevole può essere uno qualunque dei personaggi, non importa il suo ruolo.
Ancora, ci possono essere più colpevoli in uno stesso romanzo. A mio avviso, le necessità della storia e della trama criminale giustificano queste indicazioni.

10. Un giallo può contemplare la presenza di più investigatori.
Per esempio, questo accade quando l’inchiesta delle forze di polizia é presentata parallelamente a quella del detective dilettante. È consigliabile però che ci sia solo un personaggio-eroe nella cui capacità di ragionamento il lettore attento possa riporre la propria fiducia.

11. Non esiste giallo senza il suo bel cadavere.
Anzi, un solo cadavere, la maggior parte delle volte, non è sufficiente.

12. Non vi è cadavere senza un delitto.
O meglio, la storia raccontata DEVE contemplare almeno un morto vittima delle macchinazioni dell’antieroe.

13. Gli omicidi commessi dalle varie organizzazioni criminali non hanno dignità tra le pagine di un giallo.
Peculiarità esclusiva di questo genere, che è poi anche l’elemento primo che gli conferisce una qualità affascinante, è un focalizzare sulle motivazioni istintive del crimine. Il giallo ci ricorda dunque che tutti noi siamo dei potenziali assassini. Non solo: più è insospettabile il personaggio in questione, più crescono le possibilità che il colpevole sia davvero lui (o lei). 

14. Fermo restando che il colpevole potrebbe essere un carattere minore, i personaggi principali dovrebbero essere presentati subito, meglio ancora dovrebbero essere elencati, con tanto di ruolo, in una pagina dedicata prima che la narrazione abbia inizio.
Un lettore attento, che si appresta a leggere un giallo, dovrebbe essere visto alla stregua di uno scacchista che sta per cominciare la sua partita: necessita naturalmente di tutte le pedine, ma dopo spetterà solo e soltanto a lui fare scacco matto.

15. L’originalità è pure una condizione imprescindibile del plot criminale.
Uno scrittore può utilizzare stratagemmi già noti, qualunque essi siano, ma una trama non è valida se non contiene una qualche peculiarità che distinguerà il romanzo da tutta la produzione precedente.

16. La metodologia investigativa del personaggio-eroe dovrebbe sempre essere supportata da una grande capacità di ragionamento logico e da un approccio al caso fondamentalmente empirico, ovvero basato sull’esperienza.

17. L’antieroe sportivo è un’altra peculiarità del romanzo giallo.
Con questo voglio dire che ad un eroe che farà di una metodologia investigativa misurabile la sua arma prima, dovrà corrispondere un antieroe capace di ordire una trama criminale dotata di una qualità scientifica. La base scientifica è data dalla riproducibilità dell’esperimento (niente trucchi trascendentali quindi!).

18. Il denouement della storia dovrebbe sempre essere ad appannaggio dell’investigatore-eroe.

19. L’epilogo non può essere MAI parziale.
Il lettore attento deve potere SEMPRE terminare il libro, con la minima soddisfazione di avere visto spiegata, non solo la ragione d’essere di ogni indizio rivelatosi veramente valido, ma anche quella di ogni passaggio fuorviante.

20. Un giallo è soprattutto una sfida dell’autore al lettore.
Ne consegue che un lettore attento non può limitarsi ad indicare questo, o quel personaggio, come sicuro colpevole. Le possibilità che sia nel giusto sono naturalmente molto alte considerando il numero limitato di personaggi. Non vi sono dubbi invece che un segugio che si rispetti si distingue dal detective dilettante, non tanto perché è invariabilmente capace di scoprire il colpevole, quanto perché è sempre in grado di spiegare, nei dettagli, come si sono svolti i fatti. 

hand

Ciao ragazzi! Visto che le e-mail vanno e vengono (Proprio come gli uomini), e a volte sono lente, (Proprio come gli uomini), ho inviato questa storia di ASS-oluto *ORRORE* attraverso diversi forum, perché VOGLIO che qualcuno la legga. Quindi se viene ripresa da altri, perdonatemi. Okay?

Bene, dov’ero rimasta? Ah ecco; Ero seduta, poverina me, nell’oscura penombra della mia Libreria Chimerica. C’era solo una lampada da tavolo accesa, che lanciava ombre giallastre sui tomi, sulle copertine di pelle e i titoli dei libri ammuffiti della sezione antiquariato, dove avevo lavorato fino a tardi, cercando informazioni su arti magiche e magia nera

Non erano cose che facevano per *me*. Sciocchini, datemi un paio di calze autoreggenti nere, un wonder Bra di seta scintillante e uno spruzzo di Chanel e non ho nessun bisogno di *ARTI MAGICHE* Voglio dire, una ragazza SA quando è il momento di incrociare le gambe, prima o poi.

Quindiiiiii, stavo sfogliando alcuni volume su Aliester Crowley, giocherellando con alcuni pentagrammi e teste di ariete, e, cose del genere insomma. Poi venni presa da Parson, del Laboratorio di Propulsione Jet e dalle connessioni con l’intelligence della Marina, e – forse dovrò attendere un altro giorno. Poi mi imbattei in questa piccola stranezza, e iniziai a cercare in rete. Quindi, cliccai sul pc al mio fianco e feci il log-in.

Ma prima volli dare un’occhiata su ARS, magari mi ero persa una qualche comunicazione importante, forse Enzo aveva postato nuovamente quei suoi piccoli commenti carucci. Chissà!

Cominciai a sfogliare tra i commenti quando di colpo mi fermai.

Iniziai dalle intestazioni. Lo schermo e le sue scritte iniziarono a riflettersi sotto sopra, incurvandosi nelle mie lenti degli occhiali come Sanscritto elettronico. Erano appoggiati sul tavolino di mogano, quindi li sollevai e me li infilai al naso, mi piegai in avanti, il mio seno si appoggiò sulle mie braccia incrociate, e lessi nuovamente:

 “Esistono DUE  (contiamo nuovamente) DUE CST”

Un leggero brivido ondeggiante iniziò a percorrermi la schiena lungo la spina dorsale, poi accelerò verso l’alto, stuzzicandomi la base del collo.

 “*DUE* Entità entrambe chiamate “Church of Spiritual Technology”?

Come se *UNA* non fosse abbastanza!

Lessi il thread di commenti e mi appogiai allo schienale con un singhiozzo. Tolsi gli occhiali e mi massaggiai la  base del naso, bruscamente.

OH – MIO – DIO! *Esistono* veramente DUE CST: Una è una corporazione, l’altra una “Chiesa”. La corporazione si chiama “Church of Spiritual Technology”, e anche la “Chiesa” si chiama “Church of Spiritual Technology”!

Mi girava la testa. Cavoli, pensai; così la nostra casa amata IRS (un gatto miagolo e sputando fiele corse via lungo il marciapiede esterno), e il nostro amato governo, e le corti di giustizia, saranno ben felici di PERMETTERE a una corporazione di avere al suo interno il nome “Chiesa”, anche se non *è* una chiesa.

Perché se fosse veramente una Chiesa, non avrebbe bisogno di operare “ATTRAVERSO E PER MEZZO DI UNA ….. CHIESA”, come scritto negli articoli della CORPORAZIONE chiamata CST.

I muscoli mi si contrassero. Mi venne la pelle d’oca ovunque. Subito pensai ai copyrights, e – Oh Mio Dio! Alle registrazioni della Biblioteca del Congresso!

Le mie unghie rosse ticchettarono con furia sulla tastiera, facendo eco attraverso i locali vuoti della libreria.

L’eco rimbalzava su ogni angolo della grande stanza, prendendo una vita propria come il suono di cose furtive, che correvano su pavimenti di legno duro. Per trovare un posto dove nascondersi, correvano verso angoli zozzi, simili ad avvocati nascosti in umidi luoghi oscuri. Mi fece pensare ai topi, ed altri brividi mi salirono lungo la spina dorsale.

Mi loggai alla Biblioteca del Congresso.

Ma cosa avrei dovuto cercare? Avevo già cercato in lungo e in largo tutti i trasferimenti dei copyrights a nome della “Church of Spiritual Technology”. Quella ricerca aveva già provato che CST possedeva TUTTI i copyrights. *PENSAVO* di aver già trovato tutto, di averlo nei miei file. Ma, e se i topi – oh, scusate, volevo dire gli avvocati – avessero messo qualcosa di diverso da qualche altra parte? Potrebbe essere? E se fosse così, come potevo trovarlo?

Il mio occhio destro iniziò a ruotare in agitazione, la mia scarpa penzolava dal piede, appena appesa all’alluce, e la mia mente faceva a gara con le mie dita incerte, che si muovevano nervose sulla tastiera. Un colpo di vento fece sbattere l’anta di una finestra, passando attraverso le fessure e crepe del legno. Qualcosa scricchiolò, come un peso sul mezzanino. Urlai, girai la testa per vedere cosa. Ma solo silenzio, libri neri mi guardavano attenti.

 “Fermati!” mi dissi. “Sei sciocca. Non c’è nessuno a *quest’ora* della notte! *Pensa* ragazza *Pensa*! E così pensai.

All’improvviso capii! Starkey! È stato lui a raccogliere tutti i copyright di L. Ron Hubbard, e a trasferirli in un solo botto a CST – circa 7.000 titoli – *Appena* dopo che l’IRS ha dato in consenso. Ma a *QUALE* CST li ha trasferiti? Come potevo saperlo? Sapevo di avere i file di quel trasferimento. Potevo iniziare da li.

Quindi li tirai fuori. Ed eccolo li, ciò che vidi:

   V2927 P238 THRU 260          (COHD)

   RECORDED:  13Dec93

   EXECUTED:  29Nov93

   PARTY 1: Norman F.  Starkey, fiduciario di, Author’s Family Trust-B.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA:  Modello di operativo e organizzazione OT basata su un sistema a 7 divisioni e altri 7730 titoli. Trasferimento di copyright.

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P238-724)

Guardai fissa al “PARTY 2”, la parte ricevente. OMMIODDIOOOO! Non diceva solamente “Church of Spiritual Technology”! Diceva anche “(Los Angeles)”!

Che cavolo ci faceva la questo (Los Angeles)?! E *PERCHÉ* non l’avevo notato prima? Quando avevo fatto le ricerche precedenti, avevo cercato solo usando “Church of Spiritual Technology”. Infatti, avevo trovato questa unica particolare transazione cercando col nome di Norman Starkey.

Spinsi indietro la mia sedia e fissai il monitor. Il menu del LOCIS della Biblioteca del Congresso mi fissava a sua volta, pulsando.

Le mie mani si posarono sulla tastiera. Digitai:

“Church of Spiritual Technology (Los Angeles)” e presi un profondo respiro, mentre spingevo Enter.

L’elenco inizio a comparire sullo schermo:

   V2927 P225 THRU 227          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  3 Ott 93

   PARTY 1: Founding Church of Scientology of Washington, DC.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: HCOB del 26 Novembre 1959, l’interpretazione dell’American personality/Oxford capacity analyses e altri 5 titoli. Trasferimento di copyrights.

   V2927 P235 THRU 237          (COHD)

   RECORDED:  13Dec93

   EXECUTED:  11Nov93

   PARTY 1: Hubbard Association of Scientologists.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Jounal of Scientology e 7 altri titoli.  Trasferimento di copyrights.

 

   V2927 P228 THRU 230          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  11 Nov 93

   PARTY 1: Hubbard Dianetics Foundation.

   PARTY 2: Church of Spirtual [sic] Technology (Los Angeles)

   NOTA: Trasferimento di copyrights.

 

   V2927 P231 THRU 234          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  11 Nov 93

   PARTY 1: Hubbard Dianetics Research Foundation.

   PARTY 2: Church of Spirtual [sic] Technology (Los Angeles)

   NOTA: Dianetics auditors bulletins e 21 altri titoli.  Trasferimento di copyrights.

 

   V2927 P238 THRU 260          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  29 Nov 93

   PARTY 1: Norman F.  Starkey, trustee, Author’s Family Trust-B.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Modello di operativo e organizzazione OT basata su un sistema a 7 divisioni e altri 7730 titoli. Trasferimento di copyright.

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P238-724)

 

   V2927 P210 THRU 217          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  2 Dic 93

   PARTY 1: Hubbard Association of Scientologists International Inc.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: HCO information letter del 25 Luglio 1961, processing infants e 200 altri titoli.  Trasferimento di copyrights

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P210-224)

 

   V3058 P155 THRU 164          (COHD)

   RECORDED:  29 Nov 94

   EXECUTED:  18 Nov 94

   PARTY 1: Mary Sue  Hubbard, vedova, Diana Meredith Dewolf Hubbard Ryan, Mary Suzette Rochelle Hubbard, Arthur Ronald Conway  Hubbard, Lafayette Ronald Conway  Hubbard , Jr. alias L. Ron Hubbard , Jr. alias Nibs  Hubbard alias Ronald Dewolf Katherine May Hubbard  Gillespie, figli dell’autore deceduto, L. Ron  Hubbard, by Church of Spiritual Technology (Atty)

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Cerimonie della Chiesa fondatrice di Scientology e altri 1.364 titoli. Di L. Ron Hubbard, assegnazione di copyrights.

   FULL DOCUMENT RANGE: (In V3058 P155-208)

   V3176 P194 THRU 210          (COHD)

   RECORDED:  7 Nov 95

   EXECUTED:  22 Mag 95

   PARTY 1: Mary Sue  Hubbard, vedova, Diana Meredith DeWolf Hubbard Ryan, Mary Suzette Rochelle  Hubbard, Arthur Ronald Conway Hubbard, Lafayette Ronald  Hubbard , Jr. alias L. Ron Hubbard , Jr. alias Nibs  Hubbard alias Ronald  DeWolf & Katherine May Hubbard  Gillespie, figli dell’autore deceduto, L. Ron  Hubbard, by Church of Spiritual Technology (Atty)

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTA: Libro introduzione all’E-Meter e altri 159 titoli.

Stavo seduta in stato di shock, e un brivido mi fece tremare tutto il corpo. Non avevo mai visto *QUESTI* prima. Questi erano Le COSE VERE! Questi erano i VERI MATERIALI ORIGINALI di L. Ron Hubbard. Questi erano i copyrights di tutti i materiali di SORGENTE. TUTTI quanti.

Inviai i documenti alla stampante.

Ma, cosa è successo agli altri trasferimenti di copyright che avevo trovato e messo a disposizione precedentemente, quelli che finirono alla cosa chiamata Church of Spiritual Technology solamente, senza l’estensione (Los Angeles)? Cos’erano quelli?

Li cercai tra i miei file e li visualizzai.

Dio, non può essere! Ma invece è così! Uno per uno marciarono sullo schermo, come piccolo demoni verdi, rivelando i loro piccoli segreti uno per uno. Si misero in fila, rivelando la loro ancestrale linearità. NESSUNO DI QUESTI ERA DI L. RON HUBBARD! Solo un esempio racconta l’intera storia:

     V3229 P151 THRU 163          (COHD)

     RECORDED:  19 Apr 96

     EXECUTED:  27 Feb 96

     PARTY 1: Church of Scientology International.

     PARTY 2: Church of Spiritual Technology.

     NOTA: Corso per auditor di Drug Rd di Scientology e altri 1.030 titoli; scritti religiosi. Autore o co-autore Church of Scientology International, derivante da o basato sui lavori letterali di L. Ron Hubbard, alias Lafayette Ronald Hubbard. Assegnazione di copyright.

    FULL DOCUMENT RANGE: (In V3229 P151-220)

MILLE! Oltre 1.000 titoli, in un unico trasferimento, e NESSUNO DI QUESTI era di L. Ron Hubbard! TUTTI quanti erano stati scritti o co-autorizzati da “Church of Scientology International, derivati o basati su…” OLTRE UN MIGLIAIO!

Però era solo UNO dell’intera lista di trasferimento di copyrights a quella cosa chiamata “Church of Spiritual Technology”.

Uno dopo l’altro i titoli marciavano assieme alla verità sul loro reale autore, che appariva nel campo NOTA:

Le conferenze sull’Accademia, livello 0 e altri 154 titoli; lavori religiosi e di narrativa. Autore o co-autore: Bridge Pubblication Inc., derivati o basati sul lavoro letterario di L. Ron Hubbard, alias Lafayette Ronald Hubbard.

“Avventure e storie corte, volume 5 e 42 altri titoli; lavori religiosi e di narrativa. Autore o co-autore: Author Services Inc., derivati da o basati sul lavoro letteraio di L. Ron Hubbard, alias Lafayette Ronald Hubbard”. Assegnazione di copyrights … della Church of Scientology International. Assegnazione. … di Author Services Inc. Assegnazione”.”

Spinsi il bottone Power del terminale e mi allontanai bruscamente. Rimasi seduta nel silenzio e nella penombra, solo la luce giallastra della lampada puntata altrove, pallida, malaticcia. Il mio respiro divenne udibile, corto e acuto.

Era incredibile! Esistono davvero DUE CST! E sono identificabili nella Libreria del Congresso, una col nome di “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”, e l’altra semplicemente come “Church of Spiritual Technology”.

Sembra che una di queste ora possegga tutti i lavori ORIGINALI di L. Ron Hubbard, mentre l’altra possiede solamente i lavori “basati su o derivati dai suoi lavori”.

Iniziai a battere i denti, a tremare. Era veramente un mistero. Un GRANDE mistero.

La stampante arrivo alla fine. Ancora silenzio. E buio.

Un buio perfetto. E la paura si fece strada, lentamente, silenziosamente.

Strappai i fogli dalla stampante e li separai lungo le perforazioni, mi versai un caffè.

Sedetti alla scrivania e iniziai a correre con gli occhi lungo la lunga lista di registrazioni di quella cosa, la “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”, solo per assicurarmi di non aver mancato qualcosa.

Sorseggiai il caffè mentre guardavo la prima pagina. Poi, sputai fuori un fiotto nero di liquido. Cosa? Ma stavo veramente *vedendo* questo? Com’è possibile? Ma era li, su una delle registrazioni che avevo visto sullo schermo e ora sulla pagina stampata che avevo in mano:

   V2927 P210 THRU 217          (COHD)

   RECORDED:  13 Dic 93

   EXECUTED:  2 Dic 93

   PARTY 1: Hubbard Association of Scientologists International, Inc.

   PARTY 2: Church of Spiritual Technology (Los Angeles)

   NOTE:   NOTA: HCO information letter del 25 Luglio 1961, processing infants e 200 altri titoli. Trasferimento di copyrights

  FULL DOCUMENT RANGE: (In V2927 P210-224)

Qualcosa che era MORTO da tempo aveva trasferito i copyrights alla “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”. E io avevo la PROVA in mano.

Presi dallo schedario il plico marcato HASI. Lo adagiai sulla scrivania e lo aprii. Estrassi le copie in microfiche dei file presi all’Arizona Corporation Commission. Ogni cosa che riguardava la “Hubbard Association of Scientologists, International, Inc.”. Cercai l’ultimo record e lo trovai proprio li, in fondo a  ogni cosa.

Il certificato di morte, la versione scansionata da ARS:

                   CERTIFICATO DI REVOCA

HUBBARD ASSOCIATION OF SCIENTOLOGISTS INTERNATIONAL INCORPO

P O BOX 242

SILVER SPRING    MD

The Arizona Corporation Commission, ai sensi della SEZIONE DELLO STATUTO RIVISTO DELL’ARIZONA 10-095, in questa sede, revoca la sopracitata corporazione e i suoi articoli corporativi per i seguenti motivi:

      FALLIMENTO NEL COMPILARE IL RAPPORTO ANNUALE

DATA___________MAGGIO 10___   19__77__

[firme]  Bud Tims          Ernest Garfield            Jim W[illeggibile]

___________________________________________________________________

           CHAIRMAN            COMMISSARIO           COMMISSARIO

COME TESTIMONE IN QUESTO CASO, Ho apposto la mia mano e apposto il sigillo ufficiale della Commissione sulle Corporazioni dell’Arizona, in Campidoglio, nella città di Phoenix, questo __10°__ giorno di ____MAGGIO_______, 19___77___

[firma] Donald E. Vance

___________________________

SEGRETARIO ESECUTIVO

Statuatory Ref. A.R.S. 10-095

ABCA Form No. 46D – 7/76 (Domestic)

Sezione Revoche

E così morì la tanto amata HASI di L. Ron Hubbard, il 10 Maggio 1977, appena 27 anni e un giorno esatti dopo il rilascio di “Dianetics, la scienza moderna della salute mentale”.

Morì lo stesso giorno che Gerald Wolfe, l’impiegato dell’IRS che aveva passato al Guardian’s Office documenti rubati, testimoniava davanti al “Gran Jury” dell’Ottobre 1976, portando all’arresto e condanna di Mary Sue Hubbard e altri leader di Scientology. Morì 10 giorni prima che Micheal Meisner si costituisse nelle mani dell’FBI, per testimoniare contro Mary Sue Hubbard e gli altri. Morì poco meno di un mese prima che l’FBI compisse i raid contro i quartieri generali di Scientology.

E qui c’era, solitario e mai pubblicato, il suo necrologio.

Strano, dopo averci investito così tanto, L. Ron Hubbard non spese nemmeno una parola d’addio. Mi chiedo perché.

Quindi, com’è possibile che sia risorta dalla tomba, sedici anni dopo, e abbia magicamente trasferito i suoi copyrights alla “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)”? In che modo?!

E la Hubbard Dianetics Foundation?

Ma dov’erano loro? Il consiglio dei direttori! Potrebbe essere che John W. Campbell, Dr. Joseph Winter, Don Rogers, Art Ceppos e Parker C. Morgan? Possibile? POSSIBILE?  Ovunque fossero, sapevo che c’era lo zampino di Normy.

Stando ai file della Biblioteca del Congresso, in qualche modo, l’11 Novembre 1993, la “Church of Spiritual Technology (Los Angeles)” – assieme ai loro cari amici dell’IRS – hanno riesumato anche la Hubbard Dianetics Foundation, morta fin dal 1952, e gli hanno fatto trasferire TUTTI I COPYRIGHTS A LORO! (è risaputo che l’IRS porta via ogni cosa anche ai morti, sempre, prenderebbero pure i dobloni dagli occhi di un uomo morto, anche il sangue dalle pietre. MA QUESTO?!)

M’ero dimenticata della ‘Hubbard Dianetic Foundation!’ Ricordate? Wichita, 1951? Beh…

Una sensazione di freddo, poi una voce nell’ombra. Era Normy il serpente: “Continuiamo col programma. Ecco, ora il pacco completo delle SPD – guarda, non sono pericolose. E osserva tutte queste parole, ben impacchettate, basate sui lavori di L. Ron Hubbard. Non vedi che c’è il suo NOME qui? Ora è registrato come un marchio d’impresa – stampato meravigliosamente. Cos’altro ti serve? Ne ho una libreria piena qui. Più le combatti più duro sarà”.

La porta della stanza Audio Video si aprì, apparve il fantasma di un funzionario dell’IRS, mi scivolò attraverso, lasciando una scia olezosa. “Stai zitto! Verme. Tu occupati delle corporazioni 501©3, che ti abbiamo lasciato da sistemare e vai a seppellire dell’altra ‘Standard Tech nei tunnel’. Mi occupo io di lei”.

Ne avevo abbastanza!

Sbattei la porta e la chiusi, il fantasma la riaprì con un colpo secco. Un flusso di aria fredda, invernale, mi colpì il volto. Cercai di fuggire facendo i gradini tre alla volta, e quando colpì il pianerottolo in fondo alle scale mi scontrai con l’universo fisico!

Tutto svanì, rimase solamente una luce, amichevole, come fiocchi di neve che cadono lungo la via alla luce dei lampioni. Quasi mi sentivo dispiaciuta per lui, Normy il Verme. Nella mia mente mi fece un ultima domanda: “Ci dirai almeno chi sei veramente?

 “Si, vi dirò che sono. Sono l’amante dal sangue caldo, sono una indomabile studiosa, che non si ferma mai, inflessibile, implacabile, morbida come la seta, dai muscoli sodi, l’inesistente BIBLIOTECARIA! E non dimenticatelo mai voi e i vostri amici. E fino a quel momento, ritornate nel vostro buco multi milionario, ad accarezzare le vostre “proprietà intellettuali” rubate, e sognatele pure“.

Girai i tacchi e tornai a casa, piangendo e ridendo allo stesso tempo, quasi congelata nel freddo invernale. Mi rintuzzai il bavero del cappotto e percorsi velocemente tutta la strada.

La verità a volte è semplice, laBibliotecaria non esiste, eccetto forse, sulla carta.

LA BIBLIOTECARIA

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Dianetica nera, Scientology reverse, Sea Org

ORIENTATION

Siete Scientologist? Pensate con la vostra testa!

Cominciamo ad entrare nei dettagli di questa frode. The Librarian è un personaggio molto particolare, tipo un piccolo topo di biblioteca che grazie a internet (Ohhh, internet, la manna che cade dal cielo per la comunicazione globale), ha scoperto quintali di informazioni utili per noi tutti. Vedete, un SP o semplicemente chi vuole controllarci, è portato a lasciare tracce ovunque. Cosa scriveva Ron? “Il criminale lascia sempre tracce per essere scoperto“.

Ma leggete, leggete. Il tutto proviene da alt.clearing.technology, anno 1997

(Ci scusiamo per la qualità del film, ma la Chiesa lo tiene SEGRETO)

Sono certa che non significa nulla. Forse dovrei solo accartocciarlo e tirarlo via, assieme a tanti altri pezzi di carta.

Si, penso che sarà ciò che farò. Oppure no? Perché dovrei?

No no! Non posso farlo! Ho realizzato che se anche lui non lo vuole, forse a qualcun altro potrebbe servire, potrebbe essergli utile, quindi eccolo!

Ma prima un po’ di background:

Il film che io e lui dovevamo vedere si intitolava “Orientation”.

Comunque, CHIUNQUE può vederlo in un’Org o Mission di Scientology.

Tuttavia, penso siano ciance senza senso (Opinioni personali badate bene!)

Ta-daaaaaa!! Bene, il FATTO NUDO E CRUDO è che prima di poterlo vedere dovevo superare quella piccola “Attestazione” che si fa assieme al film.

Vedete, recentemente è venuto fuori che, NESSUNO può iniziare un servizio di Scientology senza prima aver visto questo film, ed aver FIRMATO UNA ATTESTAZIONE che dice che lo si è visto.

E questo vuol dire OGNI persona, vecchia o nuova, di OGNI organizzazione di Scientology DEVE firmare una di queste “Attestazioni”.

Eccovi il testo:

 Attestazione:

“Ho visto il film ‘Orientation’ e ora sono informato e consapevole che SCIENTOLOGY è una religione, i suoi insegnamenti sono religiosi e la natura delle sue affermazioni sono religiose. Comprendo ulteriormente che se desidero partecipare ai servizi di SCIENTOLOGY, lo faccio con la piena consapevolezza che si tratta di servizi religiosi e che vi partecipo secondo i principi ecclesiastici della RELIGIONE DI SCIENTOLOGY”.

FATTO: Ogni persona deve firmare e apporre la data prima che possa fare *qualsiasi* servizio in una organizzazione di Scientology.

Ora, so bene che queste esatte parole non sono molto importanti – è solo la mia fervente immaginazione che mi fa pensare che lo siano.

Naturalmente, il fatto che questa *ATTESTAZIONE* sia stata implementata dopo la firma dell’accordo segreto con l’IRS non è di *NESSUNA* conseguenza. Vero?

Ma, per ciò che mi riguarda, non riesco a capire questa parte:

Vedete, tempo fa c’era un piccolo libretto sul film *ORIENTATION*, distribuito agli staff assieme al film. Il libretto descriveva tutti i dettagli per la presentazione del film, incluso le precise istruzioni sul far firmare ad OGNUNO una *Attestazione*. Al pubblico non viene permesso di vedere questo affascinante libretto, ma si da il caso che ne abbia qui in libreria una copia!

Voglio dire, sono la bibliotecaria? Vengo pagata per questo o no?

Ed ecco alcune delle cose molto strane che scrivono sul libretto:

RIGUARDO ALLA FIRMA DELL’ATTESTAZIONE:

“Nessuno che abbia visto questo film può in seguito dichiarare di non essere totalmente informato di questi aspetti legali”.

E poi continua:

“Tuttavia, questi aspetti giuridici di ORIENTATION non sono da sottolineare quando si comunica col pubblico”.

Ecco quindi i FATTI NUDI E CRUDI. Qualcuno più intelligente di me mi dovrà spiegare perché è così importante far firmare a TUTTI “furtivamente” un “accordo legale vincolante” che stanno partecipando, secondo principi ecclesiastici, alla “RELIGIONE di SCIENTOLOGY”.

Voglio dire, solo perché “La religione di Scientology” viene definita nel libretto IRS/Scientology – Descrizione: la religione di Scientology  è “Esclusivamente basata sulle ricerche, scritti e conferenze audio di L. Ron Hubbard” – sono certa che non ha nulla a che fare con la “coincidenza” che certi lavori alterati vengono creati “basandosi esclusivamente sui lavori di L. Ron Hubbard” e che questi sono i SOLI LAVORI CHE IN QUESTO MOMENTO VENGONO VENDUTI, sia agli scientologist che al resto del mondo.

Scientology e la Religione di Scientology?

Bene, ma lo sapete che hanno avuto l’audacia di dire la verità? Proprio qui, su quello stesso libretto che l’IRS ha messo a disposizione.

E’ un FATTO! Voglio dire, specialmente dopo tutte queste buffonate riguardo ai copyright di cui abbiamo parlato. Ma è qui, scritto nero su bianco. Ve lo leggo:

“Scientology è una filosofia religiosa applicata. Il suo obiettivo e di portare l’individuo alla comprensione di se stesso e della sua vita come essere spirituale e in relazione all’Universo come intero.

La Religione di Scientology si basa esclusivamente sulle ricerche, gli scritti e le conferenze registrate di L. Ron Hubbard”.

Wow! Scorrevole come quando ti lecchi le dita dopo aver mangiato il pop corn! Voglio dire, “Suona” come stiano parlando della stessa cosa, per lo meno finché continuano a pensare che siamo stupidi come pensano che siamo.

Vedete, la prima definizione descrive Scientology esattamente com’era definita in origine, poi ci hanno infilato dentro quella piccola, “dolce“, definizione sulla “Religione di Scientology”. Come fosse un pezzo unico.

Adoro il loro linguaggio: “BASATO ESCLUSIVAMENTE SU…”. Dio mio, ma pensate l’abbia scritto un avvocato? Io si! Un qualche avvocato rinsecchito come una prugna, claudicante, col bastone. Proprio il tipo amato dall’IRS, perché questo libretto l’ha proprio DISTRIBUITO L’IRS!

Vedete, proprio un filibustiere dalla pancia di serpente, tipo i tizi che dirigono CST in questo momento, o gli stessi che hanno creato RTC – avrebbero potuto immaginarsi di scrivere “Esclusivamente” dentro al libretto. Sperando che nessuno avrebbe notato il seguito; “Basato su…“. In questo modo, la Religione di Scientology, non deve per forza derivare dalle ricerche, gli scritti o le conferenze di L. Ron Hubbard; deve solo BASARSI su di esse.

Questo significa che Sherman Lenske e i suoi manigoldi di CST – che possiedono tutti i copyrights – ora hanno anche l’approvazione ufficiale dell’IRS (Visto che è stata l’IRS a pubblicare questa definizione) per vendere *QUALSIASI COSA VOGLIANO VENDERE* come “Religione di Scientology”, fintanto che ha una connessione ai lavori di Hubbard.

Possono allegramente riscriverla, contorcerla, cambiarla, fare qualsiasi cosa vogliono, impacchettarla e venderla agli Scientologist. E gli Scientologist non possono nemmeno lamentarsi, non possono nemmeno citarli in giudizio! Lo sapevate?

Oh, penso di aver dimenticato di menzionare questa parte! Vabbè, ora l’ho detta.

So che ci sarà sicuramente un motivo più semplice e ragionevole che spieghi tutte queste coincidenze, ma oddio! Voglio dire, devo andare a cambiarmi, devo farmi le unghie, sono così “delicate”, e cosa più importante, dedicarmi a cose più *qualificate* per una signorina del mio rango.

Quindi, se siete li fuori da qualche parte e state leggendo, ci sono dei FATTI, verificateli da soli, io ho un appuntamento.

LA BIBLIOTECARIA

14 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Dianetica nera, Scientology reverse

alt.scientology.war

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

1995 – Ecco l’inizio della libera informazione

su UserNet, precursore di Internet.

Questa e’ la storia.

 Da li a poco

anche in Italia sarebbe nato il primo sito

di libera informazione gestito e curato da Simonetta Po.

Nonostante io personalmente non condivida la presenza di dati “confidenziali” nel suo sito,

e’ innegabile un sentito ringraziamento per l’assiduo lavoro di traduzione e redazione che Simonetta ha fatto, pubblicando traduzioni di Libri,

articoli esteri , usi e Costumi da “Scientologesi” e storie di abusi avvenuti per mano della Cof$.

Vi ricordo che Simonetta proviene dall’Emilia Romagna, regione pesantemente colpita da un recente terremoto,

potete trovare sul Blog un Link per mandare un piccolo aiuto direttamente ai comuni colpiti,

senza passare da “associazioni” piu’ o meno dubbie…..

Altrimenti, c’e’ sempre la I.A.S ! 🙂

La guerra sul Net non si è ancora conclusa, le grida alle violazioni di copyright salgono ancora alte nel cielo cibernetico.

La storia non ha mai insegnato nulla a costoro, che non vogliono vedere, non voglio ascoltare, non sono disposti a duplicare.

Nella terra incognita della rete risuonano alte le parole di Young: “L’unica scelta è quella di ritirarsi, non possono vincere“.

Ed è proprio così, non si può vincere quando si cerca di contenere le masse, quando gli si nega l’unica via funzionale che porta l’Uomo fuori dal fango, usando come scusante “Ci spiace, ma questi materiali sullo spirito,  che potrebbero renderti finalmente libero, che sono in grado di farti vivere una vita decente e migliore, che potrebbero porre fine alla miseria culturale di questo pianeta, sono coperti da SEGRETI COMMERCIALI”

Forse non ho capito bene il messaggio di Ron, ma precludere una via funzionale solo perché ci si deve fare su un guadagno personale non è ciò che avevo inteso io.

Ben venga quindi la guerra tra culture aliene. 

original

Quando i computer vengono sequestrati perché apparentemente contengono proprietà intellettuali, e la polizia penetra la sicurezza dei remailer anonimi, i giorni felici della rete, le feste sono finite. Benvenuti in questa guerra, fatta con pallottole reali.

Di: Wendy M. Grossman

Quando i computer vengono sequestrati perché apparentemente contengono proprietà intellettuali, e la polizia penetra la sicurezza dei remailer anonimi, i giorni felici della reta, alt.scientology.war, le feste sono finite. Benvenuti in questa guerra, fatta con pallottole reali.

Benvenuti nel mortale combattimento tra due culture aliene – una guerra molto accesa, con pallottole reali.

Sabato 12 Agosto 1995. Le voci si spargono su tutto il Net: sta accadendo, c’è una irruzione in atto ad Arligton, in Virginia, nella casa di Arnaldo Lerma. Un inserzionista di UserNet ed ex Scientologist. L’intrusione viene compiuta da dieci persone: due sono sceriffi federali; due tecnici di computer, uno dei quali è James Settle, un ex agente federale dell’FBI – esperto di sicurezza; e gli altri avvocati della Chiesa di Scientology. Un avvocato è Helena Kobrin, conosciuta da molti utenti del newsgroup UserNet alt.religion.scientology per via dei suoi post che richiedevano la cancellazione di files contenenti materiali coperti da copyright. Un altro è Earle Cooley, un avvocato della Chiesa che è anche presidente della Boston University. Stanno portando via i computer di Lerma, i dischi di backup e lo scanner. Benché Lerma sia molto preso dalla sua crociata contro Scientology, rimane molto turbato da questo fatto. Come molti di noi, Lerma tiene nel suo pc di casa tutti i file, sia personali che di lavoro.

Gli intrusori gli dicono che riavrà i suoi pc e files entro la settimana. Ma alcune settimane dopo ancora sta aspettando.

Lerma non è il primo. Nel Febbraio dello stesso anno, ci sono state intrusioni simili in casa di Dennis Erlich, a Glendale in California e contro Anon.penet.fi, un remailer anonimo gestito da Johan Helsingius, in Finlandia.

Poi altri – il 22 Agosto 1995. Questa volta le intrusioni sono due. L’obiettivo è FactNet, una libreria elettronica anti-culto e un un archivio con base a Golden, in Colorado. Una delle intrusioni riguarda Lawrence Wollersheim, presidente di FactNet ed ex Scientologist – Lawrence Wollersheim è il vincitore, non pagato, di una causa  multimilionaria contro la Chiesa. L’altro è Bobby Pen, il direttore di FactNet. FactNet si aspettava questa intrusione fin dalla primavera, e aveva detto da tempo agli utenti di scaricare il più possibile dei suoi archivi. In questo momento esistono in giro per il web di tutto il mondo materiali scaricati da FactNet, con utenti in grado di copiarli e ripostarli ovunque, ma sempre più difficili da rintracciare. Ci vorrebbe uno sforzo enorme e una cooperazione internazionale dei poteri di polizia per sequestrarli tutti.

Il newsgroup di UserNet, che è il cuore di tutto questo è alt.religion.scientology. Gli utenti che hanno criticato la religione, sono ancora preoccupati. La chiesa ha denunciato anche il Washington Post per aver pubblicato degli estratti di materiali che essa considera di sua proprietà; la polizia ha fatto visita a XS4ALL, un internet provider Olandese, per confiscare l’equipaggiamento (perché erano a servizio del remailer anonimo e ospitavano la Home page di un utente che aveva postato materiali di Scientology); e ci sono voci che dicono che ci sarà un’altra intrusione a breve su di un altro utente. Le scommesse puntano tutte sulla critica Grady Ward, di Arcata in California, che ha scritto che sua madre di 74 anni è stata visitata da un investigatore di Scientology. Le masse di alt.religion.scientology hanno iniziato a scommettere su quante persone visiteranno la Ward. Altri utenti hanno raccontato di particolari incidenti: investigatori che parlavano col vicinato, stranieri che hanno tentato di appropriarsi dei log telefonici, e-mail inviate al loro SysAdmin, che chiedevano che i loro account venissero chiusi. Ma come è possibile che si arrivi a questo in un paese libero?

Ne viene fuori che un interesse nella libertà di parola e un interesse in Scientology vi potrebbe coinvolgere in una Guerra combattuta su tutta internet. La storia di Scientology contro il Net non è un racconto di ostilità amichevoli come quella del gatto nel microonde del 1993, apparsa su rec.pets.cat. Questo è un combattimento mortale tra due culture aliene – due mondi il cui comune linguaggio maschera l’abisso che c’è tra di loro. Una guerra fiammeggiante con pistole vere. Una battaglia che è passata dalla rete al mondo reale, fatta di polizia, avvocati e perquisizioni armate in cerca di materiale da confiscare. In ultima analisi, il dramma non importa: il vero problema qui sono i confini della libertà di parola e il futuro del materiale coperto da copyright e la proprietà intellettuale, in preda a una tecnologia che può spargerne copie in tutto il mondo in pochi secondi. La Chiesa di Scientology non sarà l’ultima organizzazione, controversa o meno, che cercherà di proteggere i suoi interessi contro la Rete. Alla tecnologia non importa molto dei motivi dei suoi utenti.

In questa storia, i motivi di ognuno sembrano uguali: tutti i partecipanti credono di stare beneficiando l’umanità. Gli Scientologist credono genuinamente che i loro segreti possano salvare il mondo, ma per farlo devono distribuirli a coloro che sono pronti per riceverli. I seguaci sostengono fermamente la nozione che i loro riveriti testi segreti non devono mai venir disseminati, salvo ai rigorosi iniziati che pagano decine di migliaia di dollari per studiarli. I critici insistono che questa religione è una frode che cerca di prendere possesso della mente dei suoi aderenti, per sottrargli ingenti somme di denaro e vendergli ulteriori cavolate; credono che portando alla luce queste verità – e i testi segreti – agli occhi degli utenti UserNet che leggono, sia come proteggerli da questo sfruttamento.

Qualsiasi sia il motivo, quando vengono sequestrati i computer, perché presumibilmente contengono proprietà intellettuali, quando vengono intercettati i messaggi mentre attraversano la rete, o la sicurezza dei Remailer viene invasa dalla polizia, i giorni di Internet, quale proprietà intellettuale privata sono finiti, la festa è finita. Benvenuta la vera politica.

Possediamo queste verità

Alt. religion.scientology non è mai stato un gruppo tranquillo. Fu creato il 17 Luglio 1991 da Scott Goehring, che dice di aver iniziato il newsgroup un po’ per gioco e un po’ “Perché” sentiva che UserNet aveva bisogno di un luogo dove disseminare la verità riguardo a questa pseudo religione. Falsifico la firma miscavige@flag.sea.org sul messaggio usato per creare il newsgroup – un errore di ortografia voluto per il leader della Chiesa David Miscavige (mentre Flag e Sea stavano per alcune delle branche di Scientology, conosciute come Org).

Fin dall’inizio, il gruppo attrasse sia scettici che credenti. Benché non si raggiungesse mai un accordo, i rivali riuscivano a co-esistere in un equilibrio pieno di tensioni, in cui spesso la Rete è specializzata. Riuscirono anche ad avere diversi tipi di FAQ, invece di una sola lista di Domande Frequentemente Poste (Frequently Asked Questions), per introdurre i nuovi arrivati ad entrambi i lati del gruppo. Mentre ogni lato criticava gli scritti dell’altro, non c’è mai stato un serio intervento per screditare le FAQ. Dimostrarono anche una certa tolleranza per un utente Olandese particolarmente veemente, che dichiarò la maggior parte degli utenti essere Persone Soppressive (SP), l’equivalente di scientology per gli scomunicati. Si faceva chiamare l’Ispettore di Ron e credeva di essere in contatto telepatico con il fondatore di Scientology L. Ron Hubbard, che morì nel 1986.

Hubbard è stato uno scrittore di fantascienza professionista. I suoi libri, monografie, policy interne e documenti, nonché le conferenze registrate, formano ciò che la Chiesa dice essere le sue scritture sacre. I materiali più avanzati vengono attentamente protetti: Hubbard aveva dichiarato che chiunque venisse esposto ai segreti del Thetan Operante, poteva star male, anche morire se poco iniziato. Tutte le azioni legali contro gli utenti UseNet facevano riferimento alla protezione di queste scritture segrete.

Queste intrusioni e cause legali sono giunte dopo un lungo periodo di violenza verbale. Uno dei primi passi verso questa guerra è stata l’emergenza, verso il 1990, causata da un gruppo che voleva separarsi dalla Chiesa e dalle sue scritture. Si chiamava Freezone. Questo gruppo consisteva di persone che avevano lasciato la Chiesa, ma che ancora volevano praticare i suoi insegnamenti – usare la tecnologia, come sostenevano quelli della Freezone. L’ex Scientologist Homer Smith è uno di questi. Che voleva incoraggiare una discussione seria sulla tech, lontano dalla rumorosa rissa del vicino di casa su alt.religion.scientology, Smith aprì un secondo gruppo, chiamato alt.clearing.technology, a questo scopo. Anche allora, un critico della Chiesa arrivò per primo. Chris Schafmeister, uno studente laureato in biofisica all’Università della California, fece uno scherzo a UserNet: potete leggerlo in una qualche vecchia raccolta UseNet, dove si sostiene che alt.clearing tachnology riguarda la discussione sulle cure per l’acne giovanile.

Schafmeister fu uno dei primi stridenti critici ad unirsi alla discussione di Scientology sul Net, ispirato dai volantini esposti sui muri della Scuola Medica di San Francisco. Disse di essere “veramente arrabbiato” per il modo in cui questi utenti criticavano i malati, le persone depresse e i defunti pur di vendergli un corso di Scientology da 60$. Stando a questo, passava i suoi momenti liberi dallo studio litigando con gli utenti dell’organizzazione presenti su UserNet. Schafmeister fu il primo a scoprire che la chiesa aveva più di un interesse riguardo alla discussione che avveniva su alt.religion.scientology.

Fu uno scientologist che si fece amico sul Net, che gli diede una copia di una lettera proveniente da un membro dello staff chiamato Elaine Siegel. Attratto dai suoi contenuti, la posto immediatamente su alt.religion.scientology. la Siegel si identificava come componente dell’Ufficio degli Affari Speciali Internazionale, che si dice essere la branca della Chiesa che si occupa della sicurezza. Si indirizzava agli scientologist presenti su Net, suggerendo loro di inondare il Net con messaggi positivi riguardo a Scientology in risposta alle critiche che venivano postate. Diceva in parte; “Se immaginate 40 o 50 scientologist che postano sul Net ogni giorno, riusciremo a spazzare via gli SP dal sistema. Sarebbe molto semplice”. Finiva con; “ Mi piacerebbe sentire le vostre idee riguardo a rendere Internet uno spazio sicuro per Scientology in cui espandersi”.

Quando qualcuno chiese all’avvocato della Chiesa, Helena Kobrin, riguardo a quella lettera, lei disse; “la lettera di Ms Siegel non è una policy ufficiale della Chiesa”. Ora le cose sarebbero diverse se avesse detto il contrario. Durante l’estate del 1994, la lettera venne copiata sulla rete, la sua diffusione aumento il dibattito, portando altra politica dentro il newsgroup: persone che volevano difendere il Net contro ciò che vedevano come una minaccia alla loro libertà. Molti di questi non sapevano nulla di Scientology, agivano per ragioni diverse. Capo su tutti fu Dennis Erlich, che si faceva chiamare “ministro” e che forniva “informazioni a supporto delle persone che erano state soggette a gruppi altamente esigenti. È stato in Scientology per 15 anni.

Erich lasciò la chiesa nel 1982, dopo ciò che descrive come un tentativo fallito di riformarla dal di dentro.”Mi ha reso una persona non grata, e non era più possibile lavorare con me perché non seguivo più gli ordini”. Venne dichiarato SP e da allora di è dedicato a screditare la Chiesa in ogni opportunità che si presentava. Molti veterani del newsgroup hanno detto che il tono era cambiato quando Erlich si è avvicinato nel 1994. Lui è d’accordo – e ne è fiero. “Le persone discutevano le cose come se fossero a una festicciola”, dice sdegnato. I suoi punti di vista verso la Chiesa erano così veementi che era difficile immaginare che potesse arrivare ad un accordo amichevole con gli Scientologist – o loro con lui. I suoi post erano così critici, pieni di estratti presi dalla letteratura della Chiesa, che presto alt.religion.scientology passò da un club di persone che dibattevano a un vero e proprio campo di battaglia.

Duello di cancelbot

Poco prima del Natale 1994, molti messaggi del newsgroup alt.religion.scientology iniziarono a svanire misteriosamente. Ancora oggi non si conosce il contenuto dei messaggi spariti. Molte persone pensano di conoscere il responsabile, ma raccogliere le prove e comprendere cos’è successo sono due cose diverse.

La maggior parte del software di molti lettori del Newsgroup era dotato di servizi di cancellazione. Sono abbastanza semplici: chi posta invia un messaggio con all’interno un comando di auto-cancellazione, spesso contenente una breve spiegazione del perché della cancellazione, questo messaggio si propagava attraverso UserNet, da server a server. Il comando di cancellazione istruiva il sistema di ignorare l’utente che aveva appena postato un messaggio, identificando il codice unico assegnato ad ogni post scritto in precedenza. Mentre la configurazione permette agli utenti di cancellare i propri post, cancellare i messaggi di altri era un po’ più complicato: il probabile “censore” doveva falsificare un messaggio per farlo sembrare come se arrivasse dall’utente originale. Non è molto difficile da fare se si sa usare il computer.

Ci sono ragioni legittime – o perlomeno approvate dal Net – per la cancellazione. Un gruppo di persone conosciuto come CancelMoose, per esempio, rimuovevano la spam, quelle email di massa inappropriate che vengono postate su tutta la rete, spesso a scopi commerciali. Quando veniva stimolato dalle lamentele degli utenti su alt.current.net-abuse, il CancelMoose estraeva i messaggi dai contenuti più vari, postati su più di 25 newsgroup. Coloro che facevano parte dei CancelMoose si prendevano responsabilità per le loro azioni – infatti, si pubblicizzavano come un servizio pubblico. Le cancellazioni su alt.religion.scientology invece erano diverse. I messaggi che sparivano erano stati inviati a un singolo newsgroup, e nessuno se ne è mai preso la responsabilità. Così, essendo questo il Net, venne sviluppato un programma per controllare cosa veniva cancellato. Il programma si chiamava Lazarus.

Lazarus fu un altra idea di Chris Schafmeister. Si avvantaggiava del fatto che ogni post aveva una intestazione – con la data e il soggetto, chi l’aveva inviato e tante altre informazioni impacchettate in testa ad ogni file – l’intestazione veniva registrata in un log generalizzato su di un server UserNet e ogni comando di cancellazione finiva in un newsgroup chiamato Controllo. Schafmeister pensò che un programma avrebbe potuto scansionare ogni giorno le migliaia di messaggi di cancellazione postati su Controllo e metterle a paragone al megalog di intestazioni, specificamente quelli che venivano dirottati da alt.religion.scientology. Se Lazarus trovava una uguaglianza, significava che un messaggio diretto ad alt.religion.scientology era stato cancellato e si era propagato a tutti i server di UserNet. Quindi i lettori di alt.religon.scientology venivano messi in guardia. Sarebbe stato compito dell’utente che aveva postato il messaggio cancellato rimetterlo su se voleva. Homer Smith si avvantaggio dell’idea e lo implementò come uno script Perl, che era disponibile a tutti gli utenti del Net. Però ci volevano particolari abilità per usarlo.

 “Perlomeno possiamo vedere quando vengono cancellati i messaggi”, disse Schafmeister. Ma Lazarus era limitato: non poteva identificare chi cancellava. Questi venivano chiamati colloquialmente CancelBunny. Quando Lazarus iniziò a riportare che i messaggi venivano cancellati “PER VIA DELLA VIOLAZIONE DEI COPYRIGHT”,  la maggior parte degli utenti del newsgroup confermarono i loro sospetti istintivi – il CancelBunny erano una o più persone rappresentanti la Chiesa.

Quando in Aprile chiesero ad Helena Kobrin riguardo alle cancellazioni, lei replicò con un messaggio e-mail: “Nello sforzo di proteggere i propri diritti, la Chiesa, nei mesi recenti, ha contattato diversi operatori gestori di siti informativi che, quando messi al corrente della natura illegale e offensiva dei messaggi, ha accettato di rimuovere questi materiali che violavano i copyright dal Net”. Tuttavia, non c’è stata nessuna prova a supporto dell’affermazione di Kobrin riguardo agli operatori che hanno cooperato con la Chiesa per cancellare i messaggi dai loro siti.

 “Quasi tutti vennero colpiti”, scrisse William Barwell, che si firmava con il nik “Pope Charles”. “A me hanno cancellato due post”. Fu proprio Barwell che scoprì una legge, il codice degli Stati Uniti al titolo 18. Sezione 2701, concernente “l’accesso improprio a comunicazioni memorizzate”. La legge includeva la clausola che proibiva l’accesso non autorizzato e la distruzione dolosa di un messaggio elettronico; preveniva anche l’accesso non autorizzato e l’alterazione di comunicazioni elettroniche. Barwell pensò che tutti e tre questi codici si applicavano alle false cancellazioni. All’inizio di Marzo Barwell scrisse una lettera all’FBI, chiedendo all’agenzia di far applicare il codice, inviò copie a NetCom, da dove la maggior parte dei comandi per le cancellazioni avevano origine, e anche al suo provider, NeoSoft. In seguito, NetCom chiuse gli account di coloro che cancellavano dal suo sistema, con la motivazione che, avendo alterato le cancellazioni stavano violando gli accordi di servizio con NetCom. E quando le cancellazioni ripresero ad arrivare da DeltaNet, un internet provider della California, gli account venero chiusi anche li rapidamente. Recentemente i cancellatori sono diventati più esperti. I molti post che apparvero come venire dal servizio internet London’s Demon furono rintracciati fino a un sito di Dublino.

Le cancellazioni continuarono fino a Luglio ed Agosto, allora un team che si faceva chiamare The Rabbit Hunters, o più formalmente, The Ad Hoc Committee Against Internet Censorship (La commisione ad hoc contro la censura internet), che includeva rappresentati dall’USa, dal Canada e Germania, iniziarono delle fantasiose investigazioni tecniche. Mettendo a paragone i logs e monitorando i server delle news, il gruppo finalmente rintracciò il CancellBunny in un account di uno Scientologist che postava molto ad inizio primavera. Quando chiesero a Kobrin di commentare sull’avvenuto, lei non rispose.

Nello stesso periodo, la chiesa stava valutando altre opzioni. Il 3 Gennaio 1995, circa una settimana dopo che iniziarono le cancellazioni, Johan Helsingius, l’operatore del miglior remailer anonimo mondiale, anon.penet.fi, postò su alt.religion.scientology la copia di una lettera che aveva ricevuto da Helena Kobrin per conto di Thomas Small, consigliere del Religious Technology Center e di Bridge Pubblication Inc. (rispettivamente titolare ed editore dei lavori di Hubbard). Kobrin voleva che lui bloccasse l’accesso del suo remailer ad alt.religion.scientology e ad alt.clearing.technology, con la motivazione che il remailer veniva usato come condotto per del materiale coperto da copyright. Quattro altri remailer anonimi ricevettero la stessa lettera. Il 9 Gennaio Helangius replicò che monitorare i post è impossibile, e che non credeva che bloccare i newsgroup fosse la cosa corretta.

L’11 Gennaio, Helena Kobrin postò un messaggio su alt.config, il newsgroup in cui gli utenti propongono la creazione di nuovi gruppi nella gerarchia di alt., e la cancellazione dei vecchi gruppi. “Vi richiediamo di rimuovere il newsgroup alt.religion.scientology dal vostro sito”, scrisse, aggiungendo una lista di motivi per la sua richiesta: 1) il gruppo era stato iniziato con un messaggio falso; 2) non venne introdotto attraverso i canali normali; 3) l’uso della parola Scientology violava un marchio registrato; 4) “è stato e continua ad essere pesantemente abusato con copyright e ha violato segreti commerciali, e non ha altro scopo che l’apologia di queste pratiche illegali.

La risposta degli amministratori del sistema fu unanime; Scordatelo.

Arriva la polizia.

Nel frattempo, sul newsgroup le invettive diventa più violente. Basher posta una dichiarazione giurata di un ex scientologo attinente alla corruzione; gli Scientologist rispondo con altre dichiarazioni giurate dicendo che gli autori sono criminale ben conosciuti. Una di tali risposte era firmata dalla moglie di Erlich, Rosa, e sosteneva che lui aveva abusato di sua figlia. Erlich, senza scoraggiarsi, negò l’accusa e continuò a postare parti delle scritture della Chiesa e le sue critiche su queste.

Il segnale UserNet di Erlich arrivava da una piccola BBS dell’area di Los Angeles, chiamata Support.com, che a sua volta prendeva il segnale UserNet da NetCom, uno dei più grandi provider Internet d’America. L’operatore del sistema Support.com, Tom Klemesrud, disse che nei primi di Gennaio, Helena Kobrin gli chiese di cancellare l’account internet di Erlich, che lui si rifiutò di fare perché la Chiesa non poté fornirgli prove specifiche di violazione di copyright. A metà Gennaio, Klemesrud scrisse di un incidente molto bizzarro: dichiarò che il suo appartamento fu ricoperto di sangue da una donna che aveva incontrato in un bar. Nella versione di Klemesrud, questo attacco fu fatto per spaventarlo e fargli chiudere l’account di Erlich.

La versione dell’evento di Klemesrud non passò incontrastata a lungo. Il 23 Gennaio, un utente che si firmava AB, dall’indirizzo an144108@anon.penet.fi, un account proveniente dal remailer anonimo di Helsingius, mise su una storia diversa dell’avvenuto, sostenendo che aveva intervistato la donna in questione e questa aveva dichiarato che Klemesrud era l’aggressore e non la vittima. Nessuno in quel momento si accorse della nota contrastante, ma guardando a ritroso, gli utenti credono che questo sia stato il post che ha favorito il raid su anon.penet.fi. Nove giorni dopo, il 2 Febbraio, Helsingius venne contattato da un rappresentate Americano di Scientology, il quale disse che quell’informazione proveniva dal sistema riservato e privato della Chiesa, ed era stata resa pubblica attraverso anon.penet.fi, e che la chiesa aveva denunciato questa violazione al Dipartimento della Polizia di Los Angeles e all’FBI. Il rappresentate voleva l’identità di an14408@anon.penet.fi, colui che aveva postato quel materiale. Helsingius si rifiutò, allora gli venne detto che la richiesta era stata instradata alla polizia Finlandese. La polizia arrivò l’8 Febbraio, con un mandato. Helsingius riuscì a fornire solamente il singolo ID che la Chiesa voleva, invece dell’intero database di altri 200.000. disse che entro un ora l’informazione venne passata alla Chiesa.

Non è chiaro il perchè la Chiesa di Scientology era così ansiosa di scoprire chi era questo tizio, che in fondo sembrava aver difeso la Chiesa dalle accuse di Klemesrud. Dal punto di vista della Chiesa, il messaggio sembra avesse costituito una seria minaccia alla loro sicurezza. In un messaggio e-mail, Helena Kobrin scrisse del raid su anon.penet.fi: “Il materiale rubato sembra provenire da una investigazione condotta dagli avvocati dalla Chiesa per la falsa accusa riguardo alla Chiesa che era stata postata su internet da Mr. Erlich e Mr. Klemesrud. Queste accuse sono centrate su un incidente che ha coinvolto una donna, che Mr. Klemesrud aveva incontrato in un bar, che l’investigazione ha provato essere completamente infondate”. Quando gli abbiamo chiesto se fossero state presi ulteriori provvedimenti contro l’utente di anon, la cui identificazione venne consegnata da Klemesrud, la Kobrin disse, “la questione è sotto indagine, non posso commentare”. La Chiesa, quando gli venne chiesto chi conduceva l’indagine, non replicò.

Lascia andare quel dischetto

Nello stesso giorno in cui la polizia Finlandese visitò Helsingius, il Religious Technology Center e Bridge Pubblication denunciarono, presso San Jose in California, Dennis Erlich e il suo internet provider, Tom Klemesrud e NetCom. La denuncia diceva che Erlich aveva postato materiali della Chiesa in violazione dei copyright e, nel caso cose che riguardavano i livelli superiori, che la Chiesa chiama Tecnologia Avanzata, postando materiale non mai pubblicato e confidenziale. La Chiesa li chiamò “Segreti Commerciali”, e disse che il problema era il furto, non la libertà di parola.

Il 10 Febbraio, la Corte Distrettuale USA, tramite il giudice Ronald Whyte di San Jose, emise un ordine restrittivo temporaneo su tutti e tre – Erlich, Klemesrud e Netcom – intimando loro di fermarsi. Erlich era furioso, controbattendo che i suoi post erano semplicemente per uso legittimo. “Il metodo più efficace con cui posso screditare il culto è di usare i suoi documenti per mostrare ciò di cui parlano”, dichiarò.

Il 13 Febbraio venne perquisite la residenza di Erlich. Erlich rivendica che i suoi diritti costituzionali sono stati violati durante la perquisizione, durante la quale, dice, dischetti, libri e carte sono stati sequestrati, i file sono stati cancellati dal suo Hard Disk e la sua casa è stata perquisita e fotografata. In seguito, due dei suoi computer non riuscivano ad accendersi, e gli vennero portati via i backup che usava per ripristinare il sistema; non gli fu consegnato l’inventario del materiale prelevato.

Grazie allo sforzo congiunto della Electronic Frontier Foundation, Erlich venne difeso dallo studio di avvocati della California Morrisn & Foerster. L’ordine di restrizione temporaneo contro Klemesrud e NetCom venne dissolto molto velocemente. Dato che sia Klemesrud e la NetCom spiegarono di non poter svolgere azioni di polizia sui loro computer. Anche se Erlich avesse commesso un crimine, ritenere loro responsabili sarebbe come incolpare l’ufficio postale di complicità per l’invio di posta dolosa. Fare ciò comporterebbe la fine della rete così come la conosciamo. In Marzo, la chiesa presentò una mozione che accusava Erlich di oltraggio alla corte per la ripubblicazione su alt.religion.scientology di uno degli articoli della chiesa contestati in primo luogo – e prometteva di proseguire la sua azione contro Erlich vigorosamente, anche se a metà agosto, le parti erano ancora in attesa di una pronuncia dal giudice Whyte.

In una dichiarazione preparata riguardante Erlich, Leisa Goodman, direttore delle relazioni coi media della Chiesa di Scientology International, scriveva: “Sono stati fatti numerosi tentativi da parte degli avvocati della Chiesa di persuadere Erlich a smetterla di postare scritture della Chiesa non autorizzate, in grosse quantità, che vanno ben oltre il concetto di ‘uso legittimo’ e costituiscono una violazione delle leggi sui copyright”. In seguito, sulla stessa dichiarazione, scrisse; “La libertà di parola non significa libertà di rubare. I tentativi di Erlich di deviare e disinformare i media sono da intendersi solamente per divertire l’attenzione dalle sue stesse azioni illegali. Ha sparso su tutta la rete polemiche e a volte messaggi osceni riguardanti la Chiesa – un’altra cortina di fumo per distrarre l’attenzione dalle sue attività illegali”.

Come Erlich, anche Arnaldo Lerma rimase profondamente sconvolto dal raid di tre ore compiuto a Virginia, in Agosto. È stato descritto dalla Chiesa come “terrorista di copyright”. Al 1° Settembre, Lerma sta ancora aspettando che gli restituiscano il suo equipaggiamento. Anche il suo service provider, Digital Gateway System, è stato citato in giudizio. Ne caso di Lerma, la serie incriminata è del 2 Agosto 1995, messaggi che contenevano la serie completa dei documenti del tribunale sul caso di Los Angeles, “La Chiesa di Scientology vs Fishman e Geertz”. Il nocciolo dei documenti – disponibili presso il tribunale Federale di Los Angeles – sono porzioni dei materiali riguardanti il Thetan Operante scritte nella registrazione. La Chiesa sostiene che i materiali sono tuttora protetti da copyright, anche si trovano su dei documenti pubblici; gli scettici sostengono che non esistono precedenti legali per confermare questa ipotesi. In ogni modo, da allora ci sono migliaia di copie di questi documenti sparsi in giro per il mondo.

Il 12 Settembre, il giudice Judge John Kane di Colorado, ordinò la restituzione dei documenti confiscati al direttore FactNet, Wollerheim e Panny, ingiungendo loro di non fare ulteriori copie dei materiali di Scientology. il 15 Settembre, il giudice della Virginia Leonie Brinkema, fece lo stesso. La Chiesa si appellò ad entrambe le decisioni.

Nel frattempo, c’era un altro utente non ancora toccato, che la Chiesa voleva mettere a tacere: Scamizdat. I messaggi di Scamizdat – 11 finora – contenevano grosse porzioni dei materiali segreti di Scientology, fino a 21 documenti per ogni messaggio. I post di Scamizdat passavano attraverso una catena di remailer; quando in Aprile, la Kobrin chiese a Homer Smith di identificare la sorgente dei messaggi di Scamizdat che passavano attraverso il suo remailer, Smith si rifiutò.

Un avviso inviato in tutto il Net sosteneva che i commenti di Scamizdat erano richiesti dalla Chiesa per via delle polemiche che suscitò questo messaggio: “Io sono solo un cittadino del Net che sta combattendo un culto litigioso nell’era dell’informazione. Mentre la Rete ha le sue lotte perpetue tra la sua ortodossia e i suoi revisionisti, essa colpisce come un flash e immobilizza gli avvocati e il denaro che oscurano le battaglie del mondo ordinario. Una volta che parte della porzione rappresentativa della mitologia del fumetto di Scientologist sarà stata pubblicata nella innegabile immortalità digitale io tornerò nell’oblio. SCAMIZDAT “.

Le chiacchiere continuano

La controversia crea popolarità. Nel tardo Maggio, alt.religion.scientology riceveva una media di 2.500 post la settimana. Ad Agosto, erano saliti a 2.700, e contenevano offese per tutti. Le conseguenze finirono su alt.journalism, news.admin.misc, comp.org.eff.talk, alt.current.events.net-abuse e anche, come nel caso dei messaggi di Scamizdat, sul newsgroup di hacker alt.2600 – e questi non furono molto contenti dei nuovi venuti, benché il gruppo dovette ammettere che postare anonimamente scritture segrete era qualcosa di simile alla pirateria.

Facendo bene i conti dei messaggi, del volume e dei lettori, il newsgroup ora era uno tra i primi 40 più popolari della rete. Benché i messaggi continuassero a scomparire, qualcuno pensò che questi tentativi di censurare il newsgroup nel suo insieme sia fallito – in modo spettacolare.

Ma non per Stu Sjouwerman, uno Scientologist e gestore di una compagnia di computer che dirigeva una mailing list per gli Scientologist. Stu Sjouwerman licenziava il newsgroup “a meno dello 0.002 % dell’intera rete. Un paio di cani che abbaiano, tutto qui”.

Ma l’ex Scientologist Robert Vaughn Young aveva una visione più oscura. Non postava sul newsgroup, ma sembrava essere sempre consapevole di ciò che stava succedendo. Una volta era un portavoce nazionale per la chiesa. Disse francamente:

Io sono grato di non dover affrontare la rete. Sta per diventare per Scientology ciò che il Vietnam è stato per gli Stati Uniti.

Alla fine, egli disse:

La loro unica scelta è quella di ritirarsi. Non possono vincere“.

Il risultato, penso sarà:

Creare il primo posto al mondo in cui Scientology possa essere liberamente discussa“.

Se fosse vero, dato che la libertà di parola e la libertà di religione sono sempre andate di pari passo, sarebbe una vittoria per tutti.

Wendy

37 commenti

Archiviato in Casa Minelli

Chi c’è dietro a Scientology? – parte finale

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

Che dire ?

Beh, complimenti a tutti i condomini per i loro commenti, per i loro silenzi.

Da ora in poi potremo vedere la Chiesa per quello che e’ e per chi lo vuole,

salire sul ponte liberi dallo spettro corrotto della chiesa e da tutti coloro che

predicano bene e razzolano male nel campo indipendente.

Il DIO Grano non e’ contemplato nella vera essenza di Scientology.

Siate Caritatevoli.

Per chi crede che questa serie di articoli sia una mera congettura, ecco un documento andato in onda su una Radio Nazionale americana un po’ di tempo fa. I fatti che emergono da questa intervista, si amalgamano perfettamente con i post precedenti, fornendo al lettore una visione più che chiara di cosa sia successo a Scientology verso fine anni 70.

Il Maggiore, intervistato da questo famosissimo AnchorMan ha qualcosa da dirci…

CIA

CST e la CIA.

Era una notte frizzante e mite di fine Agosto inizi Settembre, e lo Show Coast to Coast di Art Bell, il talkshow numero uno della notte dei maggiori network di tutta la nazione, incluso New York e Los Angeles, come al solito, teneva i suoi ascoltatori incantati. Dai camionisti di lungo raggio ai capelloni intellettuali, i milioni di ascoltatori che compongono l’eclettica collezione di devoti, di fan insonni, erano incollati alle loro radio quando Art intervistò un ospite che sembrava essere il favorito di questo ampio spettro di audience. Ma in questa particolare notte successe qualcosa di strano. Naturalmente dire “qualcosa di strano” è successo nello Show di Art Bell è come dire qualcosa di commestibile è stato trovato al supermarket. Ma anche per lo show di Art questo era qualcosa che …. Beh leggete.

—————————–

L’ospite era “L’Osservatore Remoto” ed ex ufficiale della CIA(?), Maggiore Ed Dames, fondatore della PSI Tech (clicca per visualizzare il link) – una compagnia a scopo di lucro specializzata in “Osservazione Remota”. (Nota dell’editore: Abbiamo messo il punto interrogativo (?) perché, come una volta è stato detto, “il solo ex spettro è uno spettro morto”, e non essendo lui morto e nemmeno ex, non lo sappiamo).

Dames dichiarò che usando la Tecnologia di “Osservazione Remota”, che ha esportato dalla CIA, è capace di compiere prodezze percettive super umane, sia nel tempo che nello spazio, e che può insegnare ad altri come farlo – ad un certo costo. Alla base della sua popolarità c’è la sconcertante accuratezza di alcune delle sue previsioni basate sulle “Osservazioni Remote”, riguardanti gli eventi mondiali.

Ma tutto questo direte, cosa ha a che fare con la Church of Spiritual Technology? (CST) – la potente corporazione che controlla tutta Scientology, e che è invischiata nella causa per diffamazione da 190 milioni di dollari di cui stiamo parlando noi di Veritas? Beh, dovete arrivarci per la strada con cui ci siamo arrivati noi, se sarete abbastanza avventati e spericolati per continuare a leggere….

Nella notte in questione, per il Maggiore Dames le cose non andarono proprio come vanno di solito. Ci fu una qualche increspatura nel tessuto spazio tempo, increspatura che, apparentemente, non aveva “osservato remotamente” guardando nel suo futuro. Oh, ci furono le solite domande via fax e telefono degli ascoltatori che volevano saperne di più riguardo all’osservazione remota, e ci furono discussioni su cataclismi e catastrofi che Dames aveva visto nascosti nel futuro per noi mortali della Terra. Ma il Maggiore Dames le ha maneggiate con il suo solito fluente aplomb. Art stava conducendo una intervista amichevole e interessante, e il Maggiore Ed Dames aveva tante ghiotte notizie da condividere.

Ma poi, una domanda apparentemente intrigante da parte di Art: “Ha mai fatto qualcosa di L. Ron Hubbard? Ci dica.

Un colpo al cuore. Il Maggiore Ed, categorico: “No!

Perchè mai Art fece quella domanda non lo sappiamo. Ma ci è sembrato che il Maggiore Ed non l’abbia digerita bene; c’era un certo non so che. Art accetto la risposta senza indagare oltre, e sarebbe finita li. Sarebbe … ad eccezione della fastidiosa increspatura nel tessuto spazio tempo….

L. RON HUBBARD, PUNTI DI ANCORAGGIO E LA COMUNITA’ DELL’INTELLIGENCE MILITARE

Mentre la prossima pausa incombeva, il Maggiore Ed confidò ad Art qualcosa sui suoi personali “Punti di Ancoraggio” che lui, Dames, usava nelle sue “osservazioni remote”, e l’inizio di un vera e propria deformazione dello spazio tempo sembrò materializzarsi, solo per un momento. Ma fu solo dopo il break pubblicitario, dopo la solita valanga di rimedi naturali e attrezzi per la sopravvivenza che la strana deformazione apparve, vacillò, e poi, tremolante si formò totalmente sulle onde di una radio notturna:

ART BELL: Ed, ci sei?

ED DAMES: Sono qui.

ART BELL: Bene, qui ho un fax molto duro, vediamo come lo maneggi, ok?

ED DAMES: Okay.

ART BELL: (leggendo): “Art, Ed Dames conosce molto bene che Hal Puthoff, Ingo Swann e Pat Price – tutti personaggi chiave nel programma di osservazione remota – erano Scientologist, e anche che la comunità dell’Intelligence Militare stava seguendo L. Ron Hubbard da decenni. L’Osservazione Remota deriva dalle scoperte di Hubbard e Dames LO SA (sottolineato). Perché ha mentito o fatto finta di nulla quando hai menzionato Hubbard? Per esempio, il termine ‘Punti di Ancoraggio’ è una scoperta SOLAMENTE di Hubbard (Solamente sottolineato). Nessun commento?”

ED DAMES: Balle, tutte balle.

ART BELL: Tutte balle?

ED DAMES: Si, ogni singolo pezzo di quel fax è una balla.

ART BELL: Okay

ED DAMES: E, tanto per dire, se ci fosse qui qualcuno con una macchina della verità o un analizzatore per lo stress, accendetelo! Lo ripeto, sono tutte balle! Una balla totale.

Oddio oddio, il buono e soave Maggiore Ed di colpo sembrò decisamente stizzito! Abbiamo creduto che forse il Maggiore Ed stesse protestando troppo. Sembrava quasi di ascoltare Clinton quando negò di aver avuto una relazione sessuale con Monica. E così decidemmo di scavare in quella strana, piccola increspatura che apparve nello spazio tempo. E cosa abbiamo scoperto? Beh, come direbbe Art: “Ommmioddddio!

CIAO CIA, BENVENUTA NEL PIANETA VERITAS.

Che increspatura!! Benvenuti in ciò che lo scrittore canadese Kady O’Malley ha soprannominato “Pianeta Veritas”, dove le cose più strane trovano un modo per riunirsi, come in un pianeta alieno o di fantascienza.

Iniziammo innocentemente, seguendo un coniglio bianco riguardante una causa per diffamazione da 190 milioni di dollari che coinvolgeva la corporazione segreta – ma più potente – di Scientology, la Church of Spiritual Technology (CST)

Fino ad ora, il nostro vagabondare si era espanso a vista d’occhio, attraverso connessioni e corridoi che ci hanno portato da quella denuncia in posti che mai avremmo immaginato. Abbiamo trovato cunicoli che ci connettevano all’IRS. Abbiamo trovato passaggi segreti a Commissioni Congressuali. Abbiamo trovato tesori sepolti che accusano con prove i vari attori di frode. Abbiamo trovato una losca casella postale come indirizzo “principale” della più potente corporazione di tutta la landa di Scientology. abbiamo scoperto che esiste una “L. Ron Hubbard Library” solo sulla carta. Abbiamo scoperto la Carta dei Poteri di tutta Scientology, e per la prima volta, abbiamo capito esattamente come ha fatto CST a brandire tutto il potere sopra Scientology. non importa dove ci giravamo, tutti i corridoi portavano da una sola parte, alla fine, trovammo questa piccola increspatura che diceva “Aprimi!” e là, guarda un po’, c’era la CIA – collegata ad uno stuolo di “ex Scientologist” (qualcosa di simile a un ex spettro?), e alle tecnologie mentali che risalgono ai lavori coperti da copyright di L. Ron Hubbard. E questi lavori ora sono in possesso di, indovinate chi?

Se avete detto “CST”, dovreste richiedere la cittadinanza onoraria sul Pianeta Veritas.

 “BALLE” MAGGIORE DAMES? HA PROPRIO DETTO “BALLE”?

No, Maggiore Ed, non sono affatto balle. Hal Puthoff era *DAVVERO* uno dei personaggi chiave del programma della CIA sull’osservazione remota. Infatti, Hal Puthoff era a CAPO di quel programma – all’Istituto per le Ricerche di Stanford (SRI) – dal 1972 al 1985. (Nota dell’editore: il 1972 è l’anno in cui Hubbard sparì misteriosamente per dieci mesi, accompagnato solamente da un ex berretto verde e un infermiere maschio – una storia che verrà fuori a breve qui su Pianeta Veritas).

E, si Maggiore Ed, Hal Puthoff era per *DAVVERO* uno Scientologist quando entrò nel programma di osservazione remota della CIA. Infatti, Puthoff aveva da poco completato il livello super segreto di Scientology “Operating Thetan III” (OT III), piazzandosi nel circolo chiuso e rarefatto dei conoscitori della “Tecnologia Avanzata”.

Ma c’è di più: prima di entrare in Scientology nei tardi anni 60 e lavorare per salire i ranghi ed accedere ai livelli segreti, Puthoff era stato assunto alla National Security Administration (NSA). (Nota dell’editore: come il Maggiore Ed, sembra ci sia un altro ex-spettro qui, ma questo ha un collegamento diretto tra i livelli segreti di Scientology e il programma sull’osservazione remota della CIA – che porta con se una sconcertante somiglianza a parti di Scientology stessa!)

Abbiamo anche scovato ed intervistato due persone che erano in Scientology a Los Angeles all’inizio degli anni 70, che conoscevano personalmente Puthoff quando era la.

Quindi, Maggiore Ed: QUELLA parte del fax che Art Bell ha letto certamente non erano “BALLE”. E lei disse: “Ogni singolo pezzo di quel fax è una balla”. Oppsss, beh, e ora il resto?

Prendiamo ad esempio Ingo Swann.

Ingo Swann fu un pioniere del progetto di osservazione remota della CIA, ASSIEME ad Hal Puthoff. Infatti, furono il team che lo creò. E, sorpresa sorpresa: Swann era uno Scientologo OT VII – che in quel periodo, era il più alto livello segreto ottenibile in Scientology!

Abbiamo anche intervistato qualcuno che ha aiutato Ingo ad allestire una sua esibizione al Celebrity Center di Los Angeles, sulla 8^ strada.

Ma Ed, ecco invece cosa ci ha sorpresi DAVVERO. Guarda cosa abbiamo trovato nel TUO comunicato stampa intitolato “Ed Dames chiarisce le cose.

 “Ingo Swan, sotto la direzione del Dr. Harold Puthoff allo SRI, ha compiuto una scoperta, cioè ha sviluppato un modello accurato di come l’inconscio collettivo comunica informazioni (riguardo al target) alla consapevolezza conscia. Swann crede che l’abilità di osservare remotamente, come il linguaggio, sia una facoltà innata – un diritto di nascita – ma per renderlo efficace lo si deve coltivare. Il modello di Swann prevede un insieme di rigide istruzioni, le quali teoricamente permettono a chiunque di venire addestrato a produrre dati sul target accurati e dettagliati. Per testare il modello, l’esercito ha inviato il Maggiore Dames e cinque altre persone come gruppo allievi pilota”.

“I risultati furono migliori di quanto nessuno, nemmeno Swann, avesse anticipato. In sei mesi, i membri del team del Maggiore Dames stavano producendo dati derivati fisicamente con più consistenza ed accuratezza del maggior psichico finora vissuto (non addestrato)”.

Dobbiamo ancora crederle, Maggiore Ed, che lei non sappia nulla riguardo al coinvolgimento nei livelli superiori di Scientology di Ingo Swann? O di Hal Puthoff? (Nota dell’editore: Beh, anche Monica Lewinsky non fu in grado di ottenere una autorizzazione top secret. Penso che le cose siano un poco sbrodolanti con questi ragazzi dell’intelligence in questi giorni. Taglio dei fondi?)

Oppure lei Maggiore Ed, ha tagliato fuori quella parte che “si doveva di sapere” riguardante i “Livelli OT” di Swann? Potrebbe essere. Se è questo il caso, forse noi di Pianeta Veritas dovremmo farle sapere qualcos’altro riguardo a Swann: il suo background di Intelligence, la sua autorizzazione TOP SECRET prima di aver accesso ai livelli superiori segreti di Scientology.

Si proprio così, Maggiore Ed: C’è un altro ex spettro nella catasta.

Affondato due volte Maggiore Ed. E riguardo a Price?

È abbastanza curioso che Pat Price, che si considera essere stato largamente “il miglior osservatore remoto”, era uno Scientologo OT IV, e fu strumentale per i primi successi del programma della CIA sull’Osservazione Remota. Un rapporto non confermato dice che Price passò da quello a lavorare direttamente per la CIA, con un tipo di nome Ken Kress come suo conduttore. Poi, quando Price decise di ritornare direttamente allo SRI, si fermò a Las Vegas e morì in una stanza d’albergo di un presunto attacco cardiaco. Non venne fatta alcuna autopsia, presumibilmente per via della persuasione di un individuo sconosciuto, con una valigetta piena di referti medici di Price.

Ma lei non sa nulla di tutto questo, vero Maggiore Ed? No, lei ha detto – vediamo, quali furono le sue parole? Oh, si “Balle”, così le ha chiamate. È vero? Si, è ciò che lei ha detto, “Balle!

Il solo piccolo problema e che Veritas ha indiscutibilmente, incontestabilmente e in modo verificabile confermato che Puthoff, Swann e Price ERANO tutti personaggi chiave nel programma di Osservazione Remota della CIA, ed erano TUTTI Scientologist di alto livello quando entrano in questo programma alle sue origini.

Due di questi Scientologist – Puthoff e Swann – avevano un background di intelligence PRIMA di aver penetrato i “Livelli OT superiori super-segreti” di Scientology, poi se ne sono andati e hanno messo in piedi il programma per l’Osservazione Remota della CIA. Probabilmente è solo una coincidenza, vero Maggiore ED?

Solo per avvolgere il pacco con un bel nastro (e con 14 Clear di Scientology), ecco un estratto tratto da: “The Constantine Report“:

 “Molti “Empatici” dello SRI (Stantford Research Institute – il luogo dove è stato creato in origine il programma dell‘osservazione remota) furono presi dalla Chiesa di Scientology di L. Ron Hubbard. Harold Puthoff, il ricercatore leader dell’Istituto è uno Scientologo di alto rango. Due degli osservatori remoti dello SRI hanno avuto un rango molto elevato nella Chiesa: Ingo Swann, un Classe VII Thetan Operante, e co-fondatore del Celebrity Center di Scientology a Los Angeles, e per ultimo Pat Price. L’assistente di laboratorio di Puthoff. Che era uno scientologo sposato ad un ministro della Chiesa. Quando Swann si unì allo SRI, dichiarò apertamente che quattordici Clear partecipavano all’esperimento”.

Sfortunatamente, Maggiore Ed, questo è il terzo colpo. Dovrebbe uscire. Ma non siamo ANCORA arrivati ai “punti di ancoraggio”!

IL MAGGIORE DAMES È UNO SCIENTOLOGO DA RIPOSTIGLIO?

Dove avrebbe potuto sentire riguardo ai “Punti di Ancoraggio” il Maggiore Ed Dames? Naturalmente, il Maggiore ED ha giurato, di fronte al vasto pubblico della radio nazionale, riguardo la dichiarazione che i “punti di ancoraggio” fossero una scoperta di L. Ron Hubbard  che – sentiamo, quali furono le sue parole? Oh si. Le ha chiamate “Balle”. Infatti, il Maggiore Ed ha detto: “Ogni singolo pezzo di quel fax è una balla”.

Così, noi, frustrati del Pianeta Veritas, dovevamo controllare – ogni fatto. Ed ecco cosa abbiamo trovato.

Per prima cosa, abbiamo appreso che ci sono almeno 706 referenze sul termine “Punti di Ancoraggio” nell’intero corpo dei lavori di L. Ron Hubbard. Per secondo, abbiamo scoperto che l’uso del termine data almeno al 4 dicembre 1952 – 20 anni prima dell’inizio del programma di osservazione remota – in una conferenza dove Hubbard definì il termine:

“Un Punto di Ancoraggio è quel punto la cui origine viene assegnata dall“IO” in modo che possa avere dimensione o movimento … Questi Punti di Ancoraggio di fatto assegnano una dimensione o un confine allo spazio… Ogni volta che c’è movimento, la persona trattiene i Punti di Ancoraggio e percepisce il movimento. È molto semplice. Percepisce anche il punto di ancoraggio, tiene e percepisce il punto di ancoraggio e poi vede qualcosa che cambia senza che questi punti di ancoraggio si muovano”.

L. Ron Hubbard

Conferenza registrata, “Spazziazione: Punti di Ancoraggio, Origine”

Philadelphia Doctorate Course

4 Dicembre 1952

Poi abbiamo cercato invano per ogni altra menzione precedente sui “punti di ancoraggio”, ovunque, in ogni tipo di letteratura che avesse a che fare con la mente o con le cose spirituali. Zero. Zip. Nada, Maggiore Ed.

Le altre referenze di Hubbard sui punti di ancoraggio vanno mano nella mano con la tecnologia sulla “Osservazione Remota” di Ed Dames, che include localizzare e vedere oggetti ed eventi che sono distanti dall’osservatore, sia nello spazio che nel tempo. Ad esempio:

 “Lo spazio è un punto di vista di dimensione. I punti che demarcano un area di spazio sono chiamati punti di ancoraggio, e questi, assieme al punto di vista, sono i soli responsabili dello spazio… La parte essenziale di qualsiasi oggetto è lo spazio che occupa”. Pertanto, l’abilità di essere un oggetto dipende prima dall’abilità di essere lo spazio che occupa”.

L. Ron Hubbard 

The Journal of Scientology, Pubb. 14-G, 

Circa fine Aprile 1953

E per quanto riguarda il concetto di “remoto” – come distante da, o lontano dalla locazione fisica di qualcuno – e il concetto di punti di ancoraggio:

“Solitamente, è meglio percorrere le cose lontane dal corpo, dato che questo ha l’effetto di mettere fuori punti di ancoraggio … pertanto questi concetti dovrebbero venir percorsi distanti dal corpo”.

L. Ron Hubbard 

Professional Auditor’s Bulletin No. 2 

Circa fine Maggio 1953

Balle, eh, Maggiore Ed? Hmmm.

ANCORA PIU’ SCIENTOLOGY NELL’OSSERVAZIONE REMOTA DI DAMES/CIA?

Il Maggiore Dames vende la “Tecnica di Osservazione Remota” della CIA attraverso la sua compagnia, PSI Tech. Il suo corso di 9 giorni, una volta si vendeva – come dice lui – per 4500$ a persona. “Le vendite stimate” ammontano a milioni. Adesso vende videocassette, il set completo costa 299$. Dando a Dames una stima di 10.000 studenti, solo queste ammontano a 3 milioni di dollari.

Il Maggiore Dames, liberamente – e con arroganza – ammette in uno dei suoi video che, “le tasse hanno pagato la ricerca”.

Lasciamo siano altri a considerare l’etica della fortuna personale ammucchiata tramite il programma fondato dalla CIA e finanziato da ex ufficiali dell’intellingence. Noi ci siamo solo interessati di sapere quanta Scientology  era contenuta in questa impresa multi milionaria. Così ci abbiamo dato un occhiata.

In aggiunta all’incontrovertibile tecnologia dei “Punti di Ancoraggio”, abbiamo scoperto altre referenze interessanti in alcuni dei nastri di Ed.

In un “modulo” (il  nome che usa per promuoverli), Dames sta supervedendo una “seduta” di osservazione remota di uno studente.  Dames lo istruisce di “Andare attraverso a tutti quei punti di dimensione”.

 “Punti di Dimensione?” che sia qualcosa di simile ai “Punti di Ancoraggio?”

Controllando le nostre fonti, abbiamo appreso che c’erano almeno 110 referenze di L. Ron Hubbard riguardanti i “Punti di Dimensione”, e che questi “punti di dimensione” sono centrali al concetto dell’universo di Scientology – particolarmente se lo si relaziona al tempo. Infatti, il termine “Punti di Dimensione” è uno dei temi più importanti del lavoro di Hubbard chiamato “I Fattori”, che firmò con: “Umilmente offerto in dono all’umanità da L. Ron Hubbard, 23 Aprile 1953”.

La versione di Osservazione Remota creata dalla CIA e Dames includeva dichiarazioni sull’essere in grado di “Vedere a Distanza” persone, oggetti, luoghi ed eventi, nel passato, presente e futuro, e ovviamente, includeva “Punti di Dimensione” nel processo. Quindi, guardiamo ad alcuni estratti de “I Fattori” in relazione a tali forme di osservazione e al tempo.

 “I molti punti di vista, interagendo, diventano dipendenti dalle forme di uno o dell’altro e non scelgono di distinguere completamente l’appartenenza dei punti di dimensione, così, ne deriva una dipendenza dai punti di dimensione e dai punti di vista degli altri… Da questo ne deriva una consistenza di punti di vista riguardante l’interazione dei punti di dimensione, e questo regola il TEMPO.

L. Ron Hubbard 

“I Fattori” 

23 Aprile 1953

Hubbard considerava così importante i “Punti di Dimensione” e i “Punti di Vista” che dice:

“La risoluzione di ogni problema posto è la creazione di Punti di Vista e Punti di Dimensione, il miglioramento delle condizioni e il concorso tra i punti di dimensione, e quindi, i punti di vista…”

L. Ron Hubbard 

“I Fattori” 

23 Aprile 1953

Ma la connessione con Scientology non si ferma qua. Nello stesso “modulo”, quando lo studente fa un commento sul fatto che la seduta di osservazione remota è molto dura, Dames ride e dice, “Aspetta quando ti metterò al centro del sole”.

Cosa?!?!? – “ASPETTA QUANDO TI METTERÒ AL CENTRO DEL SOLE?”

Quante volte avete sentito qualcuno dire che vi avrebbe “messo al centro del sole?” Non spesso, pensiamo. Il piccolo problema che vediamo con il Maggiore Ed della CIA, quando usa questo particolare linguaggio, è che proviene quasi alla lettera da un famoso procedimento OT chiamato “Grand Tour”, che venne sviluppato e rilasciato da Hubbard nei primi mesi del 1954.

In una conferenza del 10 Ottobre 1954, intitolata “Route I, Gradino 9”, L. Ron Hubbard descrive il suo procedimento “Grand Tour” agli studenti Scientologist:

 “Quindi, noi diciamo, ‘Sii vicino alla Terra. Sii vicino alla luna. Sii vicino al sole. Sii vicino alla Terra’. E potremo continuare a farlo, e potremo farlo per un po’ di tempo… e scoprirete che inizierà a farlo più velocemente di quanto lo facesse prima”.

Se questo non descrive cosa significa il termine “Osservazione Remota” non sappiamo cos’altro lo potrebbe fare. E benché Hubbard inizi il suo procedimento “Grand Tour” mettendo le persone “vicino” a questi corpi celesti, ben presto, nella stessa conferenza, migliora mettendole DENTRO ad essi:

“Così, volete che egli sia al centro della Terra. Al di fuori della Terra. Dentro la Terra. Al di fuori della Terra. Dentro la Terra. Al di fuori della Terra. Dentro la terra. Otto punti di ancoraggio e li tiri dentro. Dentro la luna. Al di fuori della luna. Dentro la luna. Al di fuori della luna. Otto punti di ancoraggio e li tiri dentro. Dentro al sole. Al di fuori del sole. Dentro al sole. Al di fuori del Sole”.

Dobbiamo continuare?

Oh, Maggiore Ed, guardi! Ci sono ancora questi fastidiosi ”Punti di Ancoraggio”.

 “Balle” eh?, Maggiore Ed!

LA CIA E ED DAMES HANNO UNA LICENZA DA CST PER USARE I LAVORI DI L. RON HUBBARD?

La Church of Spiritual Technology – che fa affari come L. Ron Hubbard Library – al momento imputata in una causa da 190 milioni di dollari che abbiamo iniziato secoli fa (nel flusso temporale del pianeta Veritas) – possiede tutti i copyright di tutti i lavori di L. Ron Hubbard. Punti di Ancoraggio. Punti di Dimensione. I Fattori.

Questa è la stessa Church of Spiritual Technology che ha legami strani con l’IRS, che portarono allo stato di esenzione dalle tasse, il quale la aiutò a possedere tutti i copyright.

È la stessa Church of Spiritual Technology che è imputata in una causa il cui giudice ha legami con l’intelligence governativa e le commissioni di controllo.

Questa è la stessa Church of Spiritual Technology che ha speso, o ha permesso di spendere, infiniti milioni di dollari per inseguire e perseguire – alcuni direbbero “perseguitare” – persone che essi stessi definiscono sarcasticamente “terroristi di copyright” – che vuol dire, come abbiamo determinato, persone che usano o distribuiscono impropriamente, o senza licenza, i materiali coperti da copyright che CST possiede. Naturalmente, CST – che, come il proverbiale elefante rosa con le unghie dipinte si nasconde in un campo di fragole cercando di rimanere invisibile – non è stata vista rincorrere i “terroristi di copyright”. Loro usano il loro cane da guardia, il Religious Technology Center (RTC), per fare i lavori sporchi nel loro cortile o per mordergli le caviglie. Ma RTC è solamente un’altra entità della Chiesa che usa le licenze della Church of Spiritual Technology, in questo modo sta solo facendo da paravento al vero proprietario – CST.

Detto questo, perché alla CIA e ad Ed Damnes  viene permesso di raccogliere milioni di dollari usando la tecnologia che dimostrabilmente deriva da questi materiali coperti da copyright, mentre CST se ne sta quieta in un angolo?

Perchè la CIA usa gli OT di Scientology per creare l’osservazione remota?

Com’è che “ex” persone dell’Intelligence, tipo Puthoff e Swann possono entrare sui livelli OT di Scientology in primo luogo – dato che Hubbard aveva proibito a tali persone di fare questi corsi di Scientology?

 “BALLE” MAGGIORE ED? TI SPIEGHIAMO NOI LE “BALLE”

Il Maggiore Ed Dames ha creato la sua macchina per far soldi usando la tecnologia che egli stesso dichiara venne sviluppata dalla CIA durante la ricerca (usando milioni dei soldi delle tasse), e in cui lui era l’ufficiale Operativo e in Addestramento per una nuova comunità di “Intelligence psichica”.

Eppure lui nega con vigore che Hal Puthoff, Ingo Swann e Pat Price erano degli Scientologist; nega con vigore che sono stati personaggi chiave nello sviluppo “dell’Osservazione Remota”; e nega con vigore che i “Punti di Ancoraggio” siano una scoperta di L. Ron Hubbard.

Bene, allora noi diciamo; “Balle” a tutte le tue negazioni Maggiore Ed.

Pensiamo che lei abbia delle maledette buone ragioni per minimizzare e nascondere le connessioni tra l’Osservazione Remota della CIA e Scientology.

Pensiamo che ci fosse una maledetta buona ragione perché Puthoff e Swann avessero un background di intelligence prima di entrare in Scientology.

Pensiamo ci fosse una maledetta buona ragione perché non appena hanno raggiunto i livelli superiori di Scientology, siano entrati sotto l’ala protettiva della CIA e abbiano sviluppato il programma sull’Osservazione Remota per la nuova “comunità di psichici dell’intelligence”.

Pensiamo ci sia una maledetta buona ragione perché lo Psichiatra Dr. Louis Jolyn (Jolly) West – uno specialista del lavaggio del cervello, con legami alla CIA che datano ai primi anni 50, quando Hubbard espose per la prima volta gli esperimenti sulle tecniche di lavaggio del cervello e del controllo mentale del governo – era anche lui connesso al programma sull’Osservazione Remota della CIA.

Pensiamo ci sia una maledetta buona ragione perché il giudice del caso che coinvolgeva CST – il giudice Frances Rothschild – abbia legami ben documentati sia con l’IRS che col Tesoro, e con le Commissioni  di controllo dell’Intelligence del governo federale, e perché Rothschild venne messo su quel caso con l’espediente di far ricusare la causa al giudice precedente.

Pensiamo ci sia una maledetta buona ragione perché CST, fondata da un ex assistente di un Commissario dell’IRS, che guarda caso si trovava all’IRS mentre un impiegato forniva documenti governativi agli ufficiali senior di Scientology – il che porto alla fine in cella questi ufficiali, e rese possibile a CST di prendere possesso di tutti i copyright contenenti la tecnologia di cui la CIA si è appropriata per i propri usi.

E pensiamo che qualsiasi sforzo per coprire tutta questa roba puzzolente sia una BALLA, Maggiore Ed. O peggio.

Pensiamo che le prove delle connessioni tra le agenzie del governo federale e CST ora siano schiaccianti, Maggiore Ed. E, che solo un vero idiota le possa ignorare. Pensiamo anche che ci sia la possibilità che il Dr. Jolly West abbia aiutato a mescolare le tecnologie di Scientology con la psicologia Junghiana, così che potesse venire impacchettata e venduta come “Osservazione Remota” all’ingenuo pubblico – pretendendo che sia esattamente ciò che il governo stia usando (Si, certo), mentre nei fatti, la CIA (la DIA e l’NSA, e l’intero gruppo di lettere dell’alfabeto) si tengono il vero materiale per se stessi.

Pensiamo anche che CST stia impacchettando una versione alterata dei lavori originali di L. Ron Hubbard, e anche che lo venda travestito da cosa reale.

Ma questo è solo ciò che pensiamo noi, Maggiore Ed. Cosa pensa lei? Ohh, è vero. Adesso ricordiamo. Lei ha detto che è tutta una “Balla”. E lei non mente mai, o no Maggiore Ed? perché lei è un “ex” ufficiale dell’Intelligence del governo degli Stati Uniti.

luomo-che-fissa-le-capre

————————————————————–

http://www.trv-psitech.com/media.htm 

Opsss, il nastro dello show è scomparso dal sito, però in fondo alla lista della pagina elencata sopra trovate l’articolo del 12/95 “PSI Tech chiarisce le cose riguardo al coinvolgimento del governo americano nel programma di Osservazione Remota“. E, per dirla tutta, quel pezzo di radio non si trova da nessuna parte del Web, clear, ripulito, andato, spazzato via.

Ulteriori informazioni sull’Osservazione Remota, sui personaggi e fatti che la contornano le trovate qui: 

http://www.bibliotecapleyades.net/vision_remota/esp_visionremota_6.htm

Un bio di Ingo Swann, che mostra il suo coinvolgimento con la CIA e i servizi segreti, la trovate qui:

http://www.bibliotecapleyades.net/vision_remota/esp_visionremota_7.htm

E qui un suo intervento a Coat to Coast:

http://www.bibliotecapleyades.net/vida_alien/esp_vida_alien_83.htm#Ingo Swann-coasttocoast

E se avete voglia di sbizzarrirvi di materiale ce n’è anche troppo in rete.

Pianeta Veritas

55 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT

Chi c’è dietro a Scientology? – parte III

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !

LRH

QUANDO INIZIO’ EMORY AD OCCUPARSENE?

Per nascondere questa informazione, e la profondità del suo coinvolgimento, è stato fatto di tutto, sia dagli amici cospiratori che dall’IRS. Quando il suo coinvolgimento nella fondazione di CST venne scoperto dalla Pubblic Research Foundation (PRF) e quando gli venne chiesto ragione, lui per prima cosa negò, poi, confrontato da prove in giudizio, sviluppo subito la sindorme da Memoria Reganiana e disse che “non ricordava” di essere il fondatore di CST. E si bloccò. Sfortunatamente per lui il PRF sapeva di un altro dei suoi cospiratori, il suo precedente socio in legge e compagno co-fondatore di CST Leoin Misterek, così chiamarono lui e Misterek disse tutto di Emory, tiro fuori il rospo prima di decidere di tacere. Senza dubbio dopo una conversazione telefonica con Emory o D.C.

Nonostante la disarmante modestia di Emory e Misterek, si potè determinare con certezza che Emory era profondamente coinvolto con gli affari riguardanti i beni di L. Ron Hubbard, e con la ristrutturazione corporativa, almeno fin dal 1980 (probabilmente anche da prima, ma ci arriveremo). Il motivo è che tutte le parti della frode erano interdipendenti, e sono state costruite a ritroso, “L’ultimo sarà il primo e il primo sarà l’ultimo”. La prima corporazione chiave nella frode fu Bridge Pubblication Inc. (BPI), costruita per essere il braccio pubblicitario delle proprietà intellettuali di CST, BPI fu creata il 2 febbraio 1981. L’intero sedizioso e nascosto piano, doveva già essere stato tracciato fin da allora. Come si vedrà da uno studio delle informazioni presenti in questo sito, ci è voluta tantissima pianificazione. BPI fu la prima di ciò che chiameremo “le grandi 5” corporazioni, naturalmente CST è stata l’ultima a venire creata, nel Maggio del 1982.

Emory, allora, doveva essere coinvolto nel piano non più tardi del 1980. E il destino ha voluto che in quello stesso anno L. Ron Hubbard “finisce in reclusione” e non si sia mai più visto. (Beh, qualcosa del genere, dato che di fatto, come sappiamo, “Hubbard” da qualche parte doveva apparire, ripetutamente, per firmare o appore le impronte su infinite carte destinate al cospiratore di Emory, Sherman Lenske). Ma se volete fare una prova, le abbiamo catalogate nel nostro rapporto: Qui.

Tutte le indicazioni  però, ci portano a pensare che Emory fosse coinvolto molto prima del 1980. Il fatto che Emory venne assunto come Assistente del Commissario dell’IRS Donald C. Alexander nel 1975, e che era all’IRS quando un impiegato dell’IRS chiamato Gerald Wolfe passava segretamente documenti rubati dell’IRS ai membri del Guardian Office, che portò direttamente alla distruzione del GO stesso. Qualcosa questo di assolutamente necessario per mettere in pratica il piano di Emory e dell’IRS.

Ma è ancora precedente a questo: dal 1970 al 72, Emory era in una posizione di potere come Consigliere Legislativo per la Commissione conginuta sulla tassazione del Congresso degli Stati Uniti. Come tale aveva legami molto stretti con gli alti livelli dell’IRS e con gli avvocati fiscali che mangiavano allo stesso tavolo. Tutte le prove portano a pensare che, fu qui che si formò tra Emory e l’IRS il piano che portò l’IRS a prendere possesso di Scientology, e tale piano venne messo in atto nel Maggio del 1971, con una speciosa “audizione” della corporazione dove erano conservate e protette tutte le proprietà intellettuali di valore di Hubbard: La Chiesa di Scientology della California (CSC).
Andate a vedere i nostri documenti linkati sopra per la storia di ogni passo. Passando attraverso l’indice cronologico dei documenti capirete come sia successa l’intera storia. Tutto finì col togliere a CSC e alla sua corporazione vicina, HASI Inc. le proprietà intellettuali di Hubbard, con la revoca di HASI come corporazione, con un raid dell’FBI al Guardian Office USA e con lo scioglimento del GO e la deposizione di Mary Sue Hubbard, spianando la strada alle corporazioni che Emory aveva preparato per farne assumere il controllo all’IRS.

“LE GRANDI CINQUE” CORPORAZIONI

Il piano corporativo di Emory per assicurare il controllo di Scientology all’IRS, e per non permettere agli scientologist di scoprirlo, fu di mettere tutte le proprietà intellettuali dentro a una corporazione, CST, poi circondarla con altre quattro corporazioni che dipendessero totalmente dai copyright e marchi che CST possedeva e controllava, ma usarle come paravento per portare avanti ogni funzione principale.

Ecco uno spaccato delle “grandi cinque” così come disegnate da Emory:

CST logo

Church of Spiritual Technology (CST)

Possiede tutti i copyright e tutti i marchi chiave di controllo, esercitando un completo controllo su tutte le organizzazioni al di sotto. Nel suo nome c’è la parola “Chiesa”, ma non è una Chiesa. La si conosce per il nome fraudolento di “L. Ron Hubbard Library”, e vende i lavori non scritti da Hubbard (ma col suo nome sopra, infatti sui libri della nuovaserie non troviamo più la scritta By L. Ron Hubbard, ma solamente il nome L. RON HUBBARD, che è un marchio d’impresa di CST). Di sicuro non è una libreria. La letteratura promozionale, inclusa quella inviata dall’IRS, prova a coprirla come una organizzazione di “archivio”, come ci fossero piccoli monaci che archiviano il lavoro di Hubbard. Il suo totale intento è, ed è sempre stato, quello di ingannare e creare, promuovere e vendere la versione alterata di Scientology che non è Scientology, chiamandola “Religione di Scientology”, mentre controlla ogni cosa che sia connessa ad essa.

ASI

Author Services, Inc. (ASI

Questa corporazione a scopo di lucro è posseduta totalmente da CST, tutte le azioni sono state trasferite segretamente a CST dietro ordine dell’IRS durante “l’accordo di chiusura finale”. È sempre stato questo il piano, e venne formata originariamente così nel tardo 1981 per essere una versione ridotta di CST, attraverso la quale gli avvocati fiscali Sherman Lenske e Lawrence E. Heller (l’attuale direttore speciale di CST) potevano controllare surrettiziamente le cose per mezzo del loro cospiratore Norman F. Starkey. Questi fu per primo “Ufficiale Legale”, poi Presidente dell’ASI. Il suo presunto scopo era quello di eseguire esattamente le stesse funzioni dello studio legale di Lenske, Lenske & Heller e sono stati presumibilmente assunti da Starkey per eseguire, occuparsi del marketing, degli “interessi d’affari e fiscali” delle proprietà intellettuali di Hubbard, facendola diventare una estensione fraudolenta dell’ufficio legale di Lenske, Lenske & Heller, fino al momento che venne assimilata dalla corporazione che i Lenske oggi dirigono, CST. Oggi, CST e ASI si possono definire una sola entità, ma essenzialmente lo sono sempre state.

rtc

Religious Technology Center (RTC)

RTC viene promossa come il “protettore” della “Religione di Scientology”. Per comprendere a fondo questa frode guardate il nostro rapporto speciale “Scientology, IRS brand: ‘La religone di Scientology’”. RTC possiede un numero limitato di diritti sulla Tecnologia Avanzata (AT), incluso il diritto di concederle in licenza alle organizzazioni inferiori a livello internazionale che siano qualificate per consegnarla. Ma RTC non possiede copyright su nessuna Tecnologia Avanzata, sono di proprietà di CST, che li concede in licenza a RTC per usarli. Vi lasciamo immaginare quanti di questi “diritti” sui Livelli Avanzati abbiano valore senza il diritto di usare i lavori coperti da copyright – ed è tutto quello che la Tecnologia Avanzata è. Per completare l’opera, CST ha l’opzione di strappare ad RTC tutti i diritti, a loro sola discrezione e giudizio. In qualsiasi momento. Sempre se ne possedesse qualcuno. (Nota: l’Accordo di Assegnazione che ha dato a CST queste opzioni ha un linguaggio molto fiorito a seguito delle parole “A Sola discrezione e Giudizio” che sembra lo qualifichi. Sono fesserie, una imbottitura, un depistaggio. “A sola discrezione e giudizio” vuol dire esattamente ciò che è scritto, e ogni imbottitura avvocatizia aggiuntiva  è inclusiva e non esclusiva. L’opzione che ha CST è assoluta e senza ricorso. Anche RTC ha simili ingombranti “proprietà” dei copyright chiave, con lo stesso linguaggio di CST, “A sola Discrezione e Giudizio”. Ed esattamente come per l’AT (di cui CST possiede totalmente i marchi, CST ha interessi di controllo anche su quelli: possiede tutti i diritti commerciali dei più importanti copyright e marchi di servizio).

Mentre RTC ha registrato circa 160 marchi e marchi di servizio in USA (di più in altri paesi), ognuno di essi, senza eccezioni, è totalmente dipendente dai marchi chiave che RTC non possiede. Comunque, nel suo ruolo di “Protettore” della Tecnologia Avanzata, RTC è insignita del “diritto” di proteggere tutti i diritti, sia dell’AT che dei marchi, in giudizio, inclusa la responsabilità di proteggere la sola proprietà di CST sui marchi e interessi sui copyright dell’Advance Technology. E gli viene richiesto di farlo a loro spese. In questo modo, CST e i suoi Direttori Speciali non devono mai uscire allo scoperto. RTC è nei fatti e fino in fondo il mulo di CST.

CSI

Church of Scientology International (CSI)

Quelle che una volta erano alcune delle più importanti organizzazioni di  Scientology, vennero incorporate in questa organizzazione di terzo livello, relegate ad essere soggette a licenze da RTC, che come abbiamo visto sopra, è solo un filtro dei diritti totalmente posseduti e controllati da CST (e dalla sua sussidiaria ASI). RTC è semplicemente una porta tra CST e le organizzazioni minori tipo CSI. CSI ha al suo interno il Direttore Esecutivo Internazionale, il Presidente (una figura di pubbliche relazioni), il così chiamato “Executive Strata” e la “Watchdog Commitee”,  a cui le organizzazioni minori e le mission chiedono guida su materie amministrative ecc… Per la truppa questa è “La Madre Chiesa”, la cui caratterizzazione venne imposta dall’IRS, che diede a CSI il diritto di creare organizzazioni inferiori e di renderle esenti da tasse. Ma questo non pone minacce a CST, perché tutti i contratti di licenza e le carte corporative per ogni nuova organizzazione creata sono state elaborate da Emory e dall’IRS per ricadere nello stesso controllo esercitato sopra tutte le corporazioni esistenti. Emory possedeva anche un “Manuale sulla conformità della tassazione” creato a questo scopo (è disponibile al di fuori del nostro sito in due parti: Parte 1 l’esposizione. La parte 2 contiene modelli delle attuali carte a cui tutte le nuove organizzazioni devono aderire). L’IRS ed Emory le hanno cucite addosso a CST, con la proprietà e il controllo di tutte le proprietà intellettuali.

BPI

Bridge Publications, Inc. (BPI)

BPI non è veramente nulla, eccetto una casa editoriale per conto di CST e per la sua sussidiaria a scopo di lucro ASI. BPI ha licenze esclusive per il lavoro di fiction per conto di ASI e per i lavori sulla “Religione di Scientology” per conto di CST. Tutti i lavori non di fiction pubblicati da BPI sono registrati per conto della L. Ron Hubbard Library, che non è altro che il nome d’affari fittizio e fraudolento di CST. BPI è la fonte primaria di incasso di CST (c’è una organizzazione sorella all’estero, New Era Pubblication Inc. NEPI. Con base in Danimarca, che esegue le stesse funzioni di BPI). Come nel caso di RTC per la Tecnologia Avanzata, una parte degli obblighi contrattuali di BPI include la responsabilità di proteggere a loro spese i copyright di CST da eventuali cause giudiziarie.

—————————

Questo è il piano generale di Emory per le corporazioni e come è stato messo in opera. Dall’intricata relazione con cui è stato costruito si può vedere a colpo d’occhio che era un piano principale, ben programmato in anticipo rispetto alla nascita delle attuali corporazioni, iniziato con BPI nei primi di febbraio del 1981. Potete notare che ogni dettaglio è stato accuratamente costruito con due mandati imperativi: 1) mettere e tenere CST (controllata dall’IRS) in pieno controllo delle proprietà dei copyright e dei marchi chiave, e da li in poi, in controllo su tutta Scientology. 2) Tenere il controllo di CST ben nascosto. Questo è precisamente ciò che è stato fatto.

Forse la parte “migliore” di questo “genio del male” è che RTC, CSI e BPI potrebbero crollare domani e CST (con la sua sussidiaria ASI) controllerebbero sempre le sole cose che contano: I copyright e i marchi di servizio. In virtù del suo statuto, CST potrebbe anche ricreare l’intera struttura o crearne una completamente nuova, e ancora mantenere tutto il controllo per conto dell’IRS e del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

LA MACELLAZIONE DEL PRIMO EMENDAMENTO

Sappiamo che molte persone hanno dato la vita e hanno perso i loro cari per proteggere il prezioso diritto e la libertà garantita dalla Costituzione e dalla carta dei diritti degli Stati Uniti. Ogni anno celebriamo e salutiamo coloro che furono abbastanza eroi, che ci tenevano al punto di rimetterci la loro preziosa vita e le loro famiglie per la protezione di questi diritti e libertà di tutti, per i loro figli e per il futuro della nazione.

Queste persone solitamente sono troppo oneste e si fidano al punto che, non riescono a concepire come possa un governo federale complottare in segreto per distruggere alcune dei più importanti diritti e libertà, che questo stesso governo demanda alla sua gente di proteggere fino alla morte.

Si, questo è precisamente ciò che Meade Emory, Leon Misterek, Sherman Lenske, Stephen Lenske, Lawrence E. Heller, Norman Starkey e Lyman Spurlock, con la complicità e la cospirazione delle organizzazioni di Scientology e dell’IRS, hanno fatto con malizia e predeterminazione, distruggendola nel processo. E tutto è documentato al di la di ogni ragionevole dubbio sul nostro sito. Quale religione sarà la prossima?

L. Ron Hubbard ci aveva avvertiti nella Policy Letter del 10 Gennaio del 1968 intitolata “Libertà dalla politica” che il Governo Federale degli Stati Uniti aveva già provato fin da 1955 a prendere possesso di Scientology negli Stati Uniti piuttosto che fermarla. Parole profetiche davvero, perché è esattamente ciò che hanno fatto. E, il ragazzo che ha eseguito questa atrocità contro le persone, la nazione e il mondo per conto dell’IRS è stato Meade Emory.

L’avvertimento di Hubbard non era diretto solo agli Scientologist. Era un avvertimento a tutti gli  americani e a tutte le persone amanti della libertà del mondo intero. Qualsiasi governo così degradato e dispotico, che sventoli la bandiera della libertà mentre clandestinamente prende possesso e dirige una Religione per motivi segreti e da tempo diventato una frode verso i suoi cittadini.

Le vittime non sono gli Scientologist, ma noi tutti, le persone degli Stati Uniti.

Subito dopo la data riportata della morte di L. Ron Hubbard, il 24 Gennaio del 1986 – Norman F. Starkey venne promosso come esecutore delle volontà testamentarie dei beni di Hubbard. Ma Starkey operava anche sotto altri titoli, incluso:

  1. Esecutore dei beni della L. Ron Hubbard & Trustee di Author Family Trust.
  2. Esecutore dei beni di L. Ron Hubbard.
  3. Esecutore testamentario dei voleri di L. Ron Hubbard per conto della L. Ron Hubbard Library.
  4. Esecutore delle volontà di L. Ron Hubbard.
  5. Fiduciario della Author Family Trust – B.
  6. Fiduciario dei beni della L. Ron Hubbard & Trustee di Author Family Trust.
  7. Fiduciario della Author Family Trust – B. per conto della L. Ron Hubbard Library.
  8. Fiduciario della Author Family Trust.

Non importa in che modo venisse chiamato, ha passato sette anni a raccogliere ogni copyright di L. Ron Hubbard in vista. Poi il 29 Novembre del 1993, meno di due mesi dopo che venisse concessa l’esenzione dalle tasse a CST da parte dell’IRS, Starkey trasferì tutti i copyright di L. Ron Hubbard a CST, come illustrato in seguito (Nota: l’accordo di licenza illustrato tra Starkey e il Religious Technology Center non trasferì la vera proprietà. L’altra transazione mostrata nella carta indica l’effettivo trasferimento della proprietà, riferita come “assegnazione”).

carta 1

COSA C’È DIETRO LA L. RON HUBBARD LIBRARY?

Il nome di L. Ron Hubbard ha generato una fortuna per gli editori.  Ma nel febbraio del 1980 (stando a molti anche prima, a fine anni 70), L. Ron Hubbard sparì misteriosamente e non fu mai più visto vivo.

Adesso, c’è una corporazione che fa affari a suo nome e sta usando la sua reputazione letteraria, che si fa chiamare “L. Ron Hubbard Library”. Quel nome però, è un nome “d’affari fittizio”. Infatti, il suo indirizzo principale è solo una casella postale al box n° 162 in un posto chiamato Village Mail Call, al 429 di Larchmont a Los Angeles (vedi foto).

lrh library

E se state pensando che vi stiamo prendendo in giro, che sia uno scherzo di qualche tipo, guardate la Dichiarazione di creazione del nome che venne compilata nell’ufficio Anagrafe imprese della Contea di Los Angeles.

cstdba

Il vero nome della corporazione è la “Church of Spiritual Technology” (CST).

Dalle registrazioni della Libreria del Congresso , sembra che CST ora possieda tutti i copyright di ogni cosa che L. Ron Hubbard abbia mai scritto. La storia di come CST sia venuta in possesso di tutti i copyright è scritta negli articoli di questo post,  come mostrato nella carta, i copyright non furono trasferiti a CST fino a che l’IRS non ha concesso l’esenzione dalle tasse. Ma va più a fondo di così. Come risultato dell’esenzione dalle tasse, CST ora detiene il potere e l’autorità per sequestrare tutti i marchi d’impresa che siano in qualche modo correlati a Dianetics e Scientology, e di sequestrare la Tecnologia Avanzata confidenziale (il che include i Livelli OT). Per conoscere i dettagli sul potere e l’autorità di CST, sui marchi e sulla “Tecnologia Avanzata”, vi raccomandiamo di leggere gli articoli precedenti e la sentenza della corte degli Stati Uniti del 1992. Un estratto di quella sentenza dice quasi tutto: “CST ha il potere di … impossessarsi dei marchi religiosi e dell’uso della Tecnologia Avanzata, prendendo quindi diretto controllo su tutte le organizzazioni di Scientology…”.

Questo significa chiaramente che CST ha il potere sovrano sopra l’intero vasto dominio di TUTTE le entità correlate a Scientology.

Per capirlo meglio, prendetevi pochi minuti e leggete a ritroso gli articoli. Rende più semplice comprendere l’attuale conglomerato corporativo bizzantino di Scientology. E vi mostra chiaramente che CST (che sta facendo affari a nome di “L. Ron HUbbard Library”) è la corporazione che è fermamente in controllo.

Per anni, è stato uno dei segreti meglio conservati di Scientology. poche persone sapevano dell’esistenza di CST, e ancor meno del suo potere sopra Scientology. Ma ora che il ruolo di CST, come unico potere vero di Scientology è stato rivelato, la nuova bruciante domanda diventa:

CHI SONO le losche figure che controllano CST, chi sono i fiduciari, i direttori, i direttori speciali e gli ufficiali? E questo è il grande segreto di Scientology.

Una cosa è risaputa: le identità degli uomini dietro alla vera essenza di CST, I SUOI FONDATORI.

Stando alla sentenza del corte menzionata sopra, ci sono Quattro fondatori: Lyman Spurlock, Sherman Lenske, Meade Emory, e Leon Misterek. Nessuno di loro eccetto Lyman Spurlock è uno scientologo. Spurlock è un CPA. Gli altri sono avvocati.

E ora ecco la parte strana: Meade Emory, uno dei co-fondatori di CST, è stato assistente di un commissario dell’IRS!!

Ora vi chiederete COSA STA SUCCEDENDO QUA? PERCHÉ tutti questi segreti? PERCHÉ ci sono dei non-scientologist coinvolti nel creare la più potente corporazione di Scientology? PERCHÉ ha l’indirizzo in una casella postale? COME MAI un ex impiegato dell’IRS è coinvolto in una religione che lui stesso non abbraccia? Che non sottoscrive? Perché nessuno conosce le identità dei fiduciari, dei direttori, dei direttori speciali e degli ufficiali? Cosa stanno combinando queste persone?

potrebbe  essere che….

9 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH

RAZZISMO SPIRITUALE

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

Ringraziando Nena per aver condiviso con noi il suo successo strepitoso,

per questo fine settimana, grazie al lavoro impagabile di Simon,

voglio mettere l’attenzione su questo interessante post.

Penso sia interessante commentarlo dal punto di vista degli ” Esodati Italia 1983″ e degli “Indipendenti del nuovo Millennio”

Buone discussioni 🙂

Francesco

http://www.serviziopubblico.it/2012/11/08/news/il_m5s_e_una_setta.html

Il Razzismo Spirituale viene promulgato all’interno e dai vari livelli di comando della CofS.

La “dirigenza” della Chiesa di Scientology ha creato un doppio standard all’interno dei suoi ranghi. Ci sono gli Scientologist, nello specifico coloro che sono pro-management, e poi ci sono i “Wog” e i “DB (esseri degradati)”.

Tutto ciò che c’è di buono viene fatto dagli Scientologist, ogni cosa negativa è relegata nella categoria dei “Wog” o nell’altra categoria conosciuta come DB, nella quale vengono gettate le persone soppressive, le persone contrarie al management, gli ex-membri della Sea Org e qualsiasi persona che le appoggia.

La cultura del “noi contro di loro” è più che mai viva oggi in Scientology. La segregazione e la differenziazione sono il peggior tipo di razzismo spirituale possibile, dato che viene dichiarato falsamente che chiunque supporti il management della Chiesa sia dalla parte giusta della staccionata e tutti gli altri sono esseri discutibili, degradati o semplicemente stupidi. E vengono, a vari livelli, tagliati fuori dai benefici del movimento.

Trent’anni fa, nonostante l’immagine di PR discutibile e altre malattie che affliggevano il movimento, c’era una grande differenza tra gli Scientologist dell’epoca e quelli che vediamo oggi.

L’efficacia di questa potente e dilagante scienza filosofica della vita è stata drasticamente ridotta. Infatti, è stata depotenziata su molti livelli, quando si è cercato di avvolgerla in un alone di mistero e di celare i suoi membri al mondo intero.

Parlando in modo assiomatico, il solo modo per fare as-is o di superare le cattive condizioni è quello di confrontarle. Starci di fronte con più comunicazione (non meno), e creare condizioni migliori. E non intendo solamente nel modo Scientologico – qui si tratta di vita in generale.

Non ci si è mai occupati del razzismo nascondendolo alla società e introducendo barriere che non permettono ai “bianchi” di vedere la verità sulla schiavitù dei “neri”. C’è voluta una minoranza che manifestasse fin sotto le porte della società dominata dai bianchi, che dichiarasse i propri diritti e mostrasse gli abusi del razzismo per riuscire a portare avanti i cambiamenti nella nostra cultura.

Ogni problema riguardante i diritti umani o le cattive condizioni su quella materia, viene messo sotto ai riflettori solamente portandolo in piazza, dove tutti possono vederlo, dove si può ispezionarlo, criticarlo, analizzarlo ed eventualmente occuparsene.

La mentalità tenuta in piedi dai più alti ranghi del management di Scientology, e che è stata iniettata nel resto degli adepti per molti anni, è un podio dove non c’è ispezione; la copertura è dell’ordine di “non guardare il male, non ascoltare il male, non parlare del male”.

Contrariamente al lasciare che i propri membri si mescolassero col settore pubblico, osservando e interagendo liberamente con la società, questo “management” ha iniettato le basi della policy operativa di “azione solo se approvata” o di “interazione accettabile” – parole caritatevoli che alla base significano; “guarda solamente a ciò che ti diciamo noi, e sarà meglio che non guardi da nessun altra parte”.

Per dire, non è possibile salvare un mondo che non si può vedere, e al contrario, nemmeno gli altri vi possono vedere. Dato la mancanza di trasparenza presente nella CofS odierna, e i suoi tentativi di nascondere pratiche fondamentalmente ingiuriose quali la disconnessione, l’RPF, gli abusi fisici e mentali dei suoi membri, le pratiche di privazione, le pratiche per estorcere o rendere obbligatorie le donazioni da parte del suo pubblico, e molto altro ancora, non la rendono più la Chiesa delle persone; è un’attività isolata dal resto del mondo.

Inoltre, assimilando questo genere di mentalità nei suoi ranghi, ha creato uno stato mentale secondo il quale o si è con loro al 100% o si è FUORI – che diciamocelo, è precisamente il modo in cui nasce un culto o si fa il lavaggio del cervello a qualcuno – richiedergli impegno totale con all’opposto zero punto di vista o prospettiva personale.

Non si fanno domande, non si sfida nessuno e quindi tale condizione fa si che diventiate parte di una armata di seguaci ”dedicati”.

Sembra essere chiaro alle persone esterne che Scientology è entrata nella stessa lega di altri culti simili, tuttavia, Scientology lo nega e denigra chiunque lo sostenga. Ironicamente, è proprio per mano loro, per i loro tentativi di coprire ogni tipo di discrezione, di nascondersi dietro a muri progettati apposta per impedire alla società di vedere ogni altra cosa che non sia l’immagine che loro stessi vogliono che si veda, la quale sta di fatto creando disconnessione dalla realtà e dal resto della società.

Ai membri della Sea Org, la “élite” del movimento di Scientology, non è permesso avere accesso a internet, eccetto attraverso canali monitorati molto strettamente, talmente controllati al punto che non possono guardare altro se non ciò di cui hanno bisogno.

È una pratica molto simile a ciò che succede in Cina, dove l’uso di internet è controllato e censurato dal governo Comunista Cinese, per assicurarsi che le “persone” non vedano i siti “progressisti”, non vengano esposti al “libero arbitrio” e non siano di fatto mai capaci di entrare in contatto con materiali che espongano o critichino il PRC come un braccio armato oppressivo Comunista.

In quale altro modo si potrebbe tenere oppresso un popolo di 1.6 miliardi di persone, che seguono ciecamente una minoranza di autocrati?

Se i cinesi avessero libero accesso alla verità, vedrebbero la bella vita capitalista, ricoperta di miele, che gli viene offerta e invaderebbero Pechino come un’orda di elefanti, di cui il governo comunista perderebbe il controllo.

È quasi la stessa mentalità che si trova all’interno dei confini dell’odierna Chiesa madre di Scientology. La gerarchia di Scientology sa che se non viene reso impossibile ai loro membri di vedere la verità su di loro, se le persone che guardano in internet non venissero da loro etichettate come “Disaffezionati” o “Soppressivi” perderebbero il controllo del gregge. Pertanto li spaventano, dicendo ai loro membri che così facendo stanno mettendo a “rischio la loro possibilità di salire sul Ponte”. E molti si trattengono dal farlo.

Ai pochi che non la bevono vengono consegnati i loro documenti d’uscita e una etichetta che li priva dei loro diritti verso la filosofia della Chiesa.

Il management di Scientology ha e sta, da molti decenni, portando l’immagine di questo movimento verso quella di un culto molto simile a un campo di concentramento, e nonostante le loro dichiarazioni che non sia vero, questa cosa è divenuta un fatto, non un mito.

E, come in ogni cosa corrotta, criminale o abusiva, deve essere detta a gran voce, deve essere esposta pubblicamente e messa sotto ai riflettori. E coloro che sono responsabili di questo devono prendersi le responsabilità che gli competono.

Solo facendo questo la ferità potrà guarire e l’organismo rimesso sulla strada verso la sopravvivenza.

La Chiesa di Scientology non è diversa dagli altri.

Più a lungo continua a operare, tentando di coprire le tracce o di non permettere ai suoi membri dal vedere la verità, meno efficacia avrà nella società e la gente avrà sempre meno volontà di connettersi ad essa.

L. Ron Hubbard ha detto che si ottiene ciò che si spinge e ciò su cui si mette su l’attenzione. Ed è abbastanza vero, il “management” di Scientology ha spinto la cosa sbagliata, perché come risultato ha avuto statistiche in declino, uno appassimento del campo e un allontanamento dalla vera missione di Scientology – che era solamente quello di iniettare nel mondo conoscenza e verità.

Le pratiche ingiuriose per far disconnettere le persone da amici e famiglia, dichiarando le persone dissidenti che parlano contro le cose sbagliate, segregando il “gregge” dal mondo in modo da proteggerli, deve finire! Perché ciò sfida gli elementi fondamentali di Scientology stessa.

Sarebbe buono per i pochi eletti, ripensare alle molte migliaia di persone che li applaudono quando salgono sul palco ed annunciano grandiose ma false statistiche sulle ultime espansioni di Scientology, ma che quando le loro parole adulatrici e piene di lustrini sono passate, la fuori c’è ancora un mondo da sistemare, con tanti problemi di cui occuparsi per renderlo una vera cultura di cui andare fieri.

Dobbiamo instaurare nuovamente quella stima e orgoglio che una volta avevamo nel chiamare noi stessi Scientologist. Ne andavamo fieri, anche se le persone ci tiravano pomodori e ci affibbiavano nomignoli, perché non avevamo nulla da nascondere e i nostri cuori erano nel posto giusto.

Oggi, per via delle azioni fatte che hanno pervertito il movimento, è difficile alzarsi davanti al mondo e dire; “Sono uno Scientologist”. Facendolo ci si mette nella posizione di concedere accordo a tutte quelle cose che sono state fatte per renderlo un culto. E questo non è mai stato parte della natura di uno Scientologist.

Dato che il soggetto principale di Scientology riguarda in grande misura la verità e l’esposizione della stessa riguardo all’innata natura spirituale dell’uomo, ne conviene che questa trasparente premessa di base (verità) deve riflettersi in ogni aspetto del movimento, dalla cima al fondo.

Con ARC

Dal sito http://koolontheblock.wordpress.com/

15 commenti

Archiviato in Casa Minelli

L’Org Ideale “Cinese” di Cagliari

Siete Scientologist in buoni rapporti con la Cof$?

Non fatevi fregare!!!

Ricordate il video riguardante l’Org Ideale di Cagliari, girato in Sardegna lo scorso anno dal nostro caro amato Davide Succi?

No?!?!     Ve lo riproponiamo tratto da Youtube. Eccolo!!

L’org ideale di Cagliari, by Davide Succi.

_______________________________________

Oggi le cose non sono cambiate di molto, a distanza di un intero anno l’Org Ideale di Cagliari è sempre allo stesso punto.

L’immobile, situato in una zona industriale, con zero passaggio pedonale e con una strada ad alta percorrenza che le sfreccia  di fronte è sempre là, coi suoi mattoni rossi a vista. In uno stato di degrado che non ha simili nelle sue vicinanze.

Eccolo oggi in una serie di foto qui sotto.

Noterete che nulla è cambiato nell’aspetto dell’immobile da un anno a questa parte, ma proviamo a farci un giretto attorno.

Parcheggio vuoto, non ci sono operai al lavoro per la ristrutturazione. Solo un piccolo furgone bianco anonimo.

Ma c’è qualcosa di nuovo che non avevamo notato prima. Si tratta di una scarna vetrina!

E oltre la vetrina ecco un ingresso. Si è proprio ciò che vedete. I Cinesi si sono impossessati dell’Org Ideale di Cagliari.

Non ci credete? Andiamo avanti.

A sinistra nell’interno, un ampia sala dedicata alla vendita di abiti, Cinesi naturalmente.

Non che ci sia nulla di male verso i Cinesi, fanno i loro affari e sono dei gran lavoratori. Lavorano 12-16 ore al giorno, proprio come i Sea Org Members.

E guadagnano molto di più, ne abbiamo visto uscire uno a bordo di una Porsche!

A destra le solite cineserie copiate da prodotti di marca, ma sappiamo come sono queste cose, c’è chi le preferisce perché il prezzo è abbordabile. A differenza del Ponte di LRH!

Poteva mancare una sezione dedicata alla Tech? No di certo, ed infatti ecco i cloni di prodotti della “tecnologia standard“, ma rigorosamente Cinesi.

Non preoccupatevi,  non si tratta dei BASIC, degli ACC o dei CONGRESSI, ma cloni di Apple e Intel.

Facendo un po’ di calcoli così a occhio e croce, sembra che questo negozio occupi l’intero piano inferiore della “Futura” (direi REMOTA) Org Ideale di Cagliari.

Che anche questa operazione sia un frutto della recente espansione della Cof$ in Cina?

Bando agli scherzi ora; da voci di corridoio pare che il comitato che raccoglie i fondi per l’Org Ideale di Cagliari sia ben lontano dalla cifra richiesta, talmente lontano che ritiene l’operazione una “Mission Impossible“.

Forse, se ricorresse all’aiuto di Capitan Tom… chissà! Già chissà…

Noi supponiamo invece che il vecchio proprietario abbia ceduto parte dello stabile ai Cinesi (che pagano cash), preferendoli agli Scientologist (che non hanno mai un centesimo).

Noi Indipendenti ci chiediamo e vi chiediamo (di sicuro se lo chiederanno e ve lo chiederanno quella miriade di persone, tutte Sarde, che hanno donato per questa ennesima frode, ma che purtroppo non si rivedranno mai restituire un Euro):

Ma il signor Miscavige è a conoscenza di tutto questo?

6 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Org Ideali, Scientology reverse, Sea Org

X-FILES

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !!!

Cara Elena, molti indipendenti hanno apprezzato le tue doti iniziali di scrittura, come una Rosa ti distinguevi tra i rovi in cui ti eri ritrovata a scrivere, te lo ho già’ scritto vero di quanto possa comprendere quale forza hai dovuto avere per ingoiare certe realtà’ imposte….

In base a quello che ho potuto osservare, con il passare del tempo, la tua piacevole comunicazione e’ stata spigolata fino ad essere ben uniformata al livello di tono dei tuoi compagni commentatori.

Sai, questo e’ un blog abbastanza libero, anzi decisamente libero, a meno che una persona non violenti pesantemente lo scopo del blog, ogni discussione e’ libera ed aperta.

Per evolversi, bisogna infrangere la barriera più’ grossa all’apprendimento…..

Ossia pensare di sapere già’ tutto.

Comunque, giusto per ricordare, nonostante abbiamo posizioni diverse nello spazio e riguardo alla Chiesa di Scientology ma le medesime riguardo a Scientology e a MR. Hubbard, riporto un tuo messaggio apparso sul Blog Fondamentalista che ovviamente e’ stato CENSURATO !

Allora, nonostante sia convinto che tu lo conosca benissimo, ti ricordo :

IL CREDO DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY

Il Credo della Chiesa di Scientology è stato scritto da L. Ron Hubbard, subito dopo la costituzione della Chiesa a Los Angeles il 18 Febbraio 1954.

Dopo la pubblicazione di questo credo fatta da L. Ron. Hubbard nel suo ufficio di Phoenix, Arizona, la Chiesa di Scientology l’ha adottato come suo credo, dato che esso afferma concisamente ciò in cui gli Scientologist credono.

Noi della Chiesa crediamo

Che tutti gli uomini di qualunque razza, colore o credo siano stati creati con gli stessi diritti;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di scegliere e professare le proprie pratiche religiose;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile alla propria vita;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile alla propria sanità mentale;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile alla propria difesa;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di concepire, scegliere, assistere o sostenere le proprie organizzazioni, le proprie chiese e i propri governi;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di pensare liberamente, di parlare liberamente, di scrivere liberamente le proprie opinioni e di controbattere, scrivere o esprimere il proprio punto di vista sulle opinioni altrui;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di creare la propria specie;

Che le anime degli uomini abbiano i diritti degli uomini;

Che lo studio della mente e la guarigione delle malattie di origine mentale non debbano essere separati dalla religione né essere permessi in campi non religiosi.

E che nessuna forza inferiore a Dio abbia il potere d’interrompere o negare questi diritti, apertamente o nascostamente.

E noi della Chiesa crediamo

Che l’Uomo sia fondamentalmente buono;

Che stia cercando di sopravvivere.

Che la sua sopravvivenza dipenda da se stesso e dai suoi simili e dal raggiungimento della sua fratellanza con l’universo.

E noi della Chiesa crediamo che le leggi di Dio proibiscano all’Uomo:

Di distruggere la sua specie;

Di distruggere la sanità mentale di un altro;

Di distruggere o rendere schiava l’anima di un altro;

Di distruggere o ridurre la sopravvivenza dei propri compagni o del proprio gruppo.

E noi della Chiesa crediamo

Che lo spirito possa essere salvato

e che solo lo spirito possa salvare o guarire il corpo.

 

A tutti gli Scientologyst di buona volontà
(e anche a quelli brutti cattivi)
Caro davide, vorrei lanciare un messaggio, che in realtà non è solo mio, è di un gruppo di OT. Il fatto che solo io e sporadicamente qualche mio compagno, scriva in questo blog, non significa che queste persone non siano presenti e totalmente allineate con Ron Hubbard. E’ solo che non a tutti piace internet, tantomeno a me.
Quello che sto facendo, lo sto facendo solo ed esclusivamente per il Rispetto che devo a Ron Hubbard e all’immane fatica che ha fatto per dare a me e ad ogni altro Essere una possibilità. Quando dico che non ho il senso della gerarchia sembra una cavolata ed invece non lo è per niente. Io non sono INDIPENDENTE, non lo sono per niente, dipendo molto dal mio buon senso, dalla mia capacità di fare bene invece di fare cazzate, dipendo anche da ogni abitante della Terra e da quello dipendo proprio di brutto, visto che il mio Scopo è che fosse felice e vederlo così sofferente come ora a me sinceramente crea uno stato d’animo di impotenza di una certa portata. Poi va bè, magari mi sento anche causa e 200 volte al giorno mi vengono delle esplosioni di gioia, ma è solo perchè Ron Hubbard mi ha regalato un bagaglio di conoscenza che mi permette di essere efficiente nell’aiutare. Solo per quello. Togliermi questa possibilità sarebbe catastrofico per me, ma non è possibile togliermela, perchè la Tech è dentro di me, mi appartiene, permea ogni particella del mio intelletto. Quando ti dico che “non ho niente da perdere”, significa (e non è una cosa brutta), che io mi sono maneggiata a EP e sono disposta a perdere: sono disposta a perdere il mio Ponte e anche il mio posto di Auditor, ma io non lascerò la mia 3a dinamica in questa condizione devastata, soprattutto perchè sia io che qualunque altra persona che ha fatto parte di questo gruppo è responsabile di ciò e dal mio punto di vista ha un bel conto in sospeso con Ron Hubbard. Ora sembro una fanatica ed invece non lo sono, l’ho sempre messo in discussione Ron e sono sempre stata sanamente invidiosa del Figlio di Ute per l’Amore incondizionato che ha per Ron. Io non sento lo stesso Amore, ma ho un rispetto infinito per quest’ Uomo che è stato di una genialità disumana.
L’altro giorno ho parlato con due OT che non hanno un pensiero positivo sul signor Miscavige: devo dire che non c’è mai stata una volta che sia uscita qualche strategia o qualche novità con cui io fossi d’accordo, anzi protestavo come una forsennata, così qualcuno si risentiva e ricevevo frasi tipo “sei stata fortunata che non ti hanno dichiarato” e simili (ma per favore), poi molto spesso diventavo curiosa e volevo sperimentare di persona di cosa si trattava e molto spesso ho dovuto ammettere che si trattava di qualcosa di giusto e di valore. Altre volte non mi sono mai allineata e a ragione. E insomma stavo parlando con questi due OT dei materiali, che effettivamente sono un pò tanti, che sono usciti negli ultimi anni e che si trovano nella mia libreria e che io ho studiato e sto studiando con ottimi risultati. Anzi di recente ne ho acquistati parecchi in brossura, perchè a Natale io di solito regalo un libro di Ron e spero che nessuno si risenta per questo. Stavo dicendo a questi OT che mi ero tuffata nelle conferenze ed effettivamente ne sto cavando veramente un ragno dal buco.
Poi ho aggiunto:” ammettiamo anche che lo scopo con cui sono stati fatti non è quello che dovrebbe essere (ammettiamo qualsiasi ipotesi a questo punto e il signor Miscavige non me ne voglia), però cavolo ragazzi, un giorno mi sa che dovremo ringraziare il signor Miscavige per tutto questo immenso tesoro che ci troviamo in casa.” E mi hanno dato ragione. E ti assicuro Davide che non hanno un buon pensiero sul signor Miscavige. Sempre perchè ormai “non ho niente da perdere”, vorrei dirti signor Miscavige, che io non sono una tua fan, come non sono fan di nessuno, nella mia vita ho fatto tanti errori e io credo che ne hai fatti tanti anche tu e ci mancherebbe altro, in ogni caso sfido qualunque persona che occupa un posto del genere a non fare errori. Non è facile, io non sono in grado di fare nemmeno l’ED del mio gruppetto, perchè dopo tre minuti mi stufo e dico “fate il cavolo che vi pare”, per cui veramente ho un grande rispetto per gli ED delle Org, non è facile, bisognerebbe provare.
Va bè che io sono handicappata sul concetto di mngment, però non deve essere per niente facile. Ora io credo che sia arrivato il momento di apportare un cambiamento: non credo di dire una castroneria se dico che abbiamo una bella condizione di confusione da risalire e prendere un dato stabile sarebbe intelligente e doveroso da parte nostra. Caro Minelli, non sono un implantato che vaga errante per l’Org e che non capisce dove si sta andando e va dietro a tutto quello che viene detto o proposto.
Vado sempre di persona a verificare come stanno le cose e in questo preciso momento ho le idee chiarissime. La vera rovina di Scientology, dal mio modesto e piccolissimo punto di vista, è proprio questo concetto di “mngment” che è stato portato avanti da ogni persona in modo insano e che ha permesso ad ognuno di noi di delegare la responsabilità delle proprie scelte a un’entità superiore, sempre con la “paura” che ti succeda chissà che o che ti venga tolta la possibilità di arrivare chissà dove. Chissà dove, chissà, lo scopriremo vivendo. E quindi la persona frequenta il gruppo, le viene detto che deve fare delle cose o per esempio che deve donare e lei vaga errante sempre con questo concetto “mi segano” e accetta o sottostà a delle pressioni in modo irresponsabile, per poi sentirsi molto male e se tutto va bene, continua a vagare scontento e in disaccordo, oppure se gli parte l’embolo, si scaglia contro nel tentativo di liberarsi da questa zecca fastidiosa. Di chi è la colpa? di Miscavige? Mah! Per me la colpa è di tutti quelli che hanno dato power a questa cosa.
Oppure in moltissimi casi è contento, perchè non siamo tutti uguali e c’è anche chi gradisce fare delle cose che magari per altri possono essere indigeste o addirittura vissute come delle sopressioni. Quindi la cosa da maneggiare assolutamente, assolutamente, assolutamente è questo fattore. Troppe volte mi sono sentita dire “ti segano-bisogna essere diplomatici-non si deve esprimere i propri disaccordi- eccetera eccetera eccetera”. Ma stiamo scherzando? tutto questo crea una condizione di pericolo ed eccoci qua belli come il sole a farci la guerra! Ma basta, veramente!
C’è gente che finge di essere allineata per pararsi il blip, c’è gente che finge di fare i programmi per pararsi il blip, c’è gente che non dice quello che pensa per pararsi il blip, c’è gente che non fa i rapporti per pararsi il blip, c’è persino gente che sottostà a richieste a cui non può far fronte, sempre per pararsi il blip. Ma basta, ma cosa siamo deficienti!?! A forza di fare cose irresponsabilmente per pararsi il blip, ce lo siamo presi tutti nel blip. Scusate se sono così camionista, ma sono incazzata sul serio, mica per scherzo. Qua bisogna cambiare base operativa, non si può andare avanti così, ognuno di noi dovrebbe lavorare su se stesso e togliersi dalla testa tutti questi stati d’animo di “paura che ti segano” o che ti succeda chissà che. Non abbiamo niente da perdere, noi stiamo già perdendo, questo pianeta non sta bene, ci sono le radiazioni che causano un’isteria generale abbastanza pesante, c’è un sacco di gente là fuori che ha bisogno di un sorriso, della carezza di un vero OT. Perchè la carezza di un Vero OT può fare tanto, lo vedo ogni giorno, come lo vedono i miei migliori amici OT a cui sta a cuore la 4a dinamica. Non sto incitando all’insubordinazione, sto incitando alla
RESPONSABILITA’. Anche fare un assist, o salutare calorosamente uno staff può essere di immenso valore, se è fatto con il POTERE DI SCELTA IN, se è fatto con buona volontà e rispetto. Non serve essere dei Grandi Magister Cavalieri della Patria, per essere Grandi. Per ESSERE GRANDI ORA, dobbiamo tirare fuori tutta la nostra umanità, cercare tutti assieme di smetterla con questa guerra, se Ron avesse scritto che per aiutarlo dovevo diventare INDIPENDENTE sputtanando pubblicamente i miei amici, l’avrei fatto!!!E l’avrei fatto solo se per me aveva senso, se mi fosse sembrato sensato. E poi con questa testa lacunosa che mi ritrovo, prima avrei dovuto sperimentare se il dato era vero, se era applicabile, su quanti casi funzionava se era proprio così, troppo complicata. Ma non l’ho trovato scritto, per questo lo boccio!!!
In ogni caso io sono anche un prodotto di Ignazio Tidu, che ringrazio per quello che ha fatto per me in un momento in cui ha fatto la differenza che lui fosse bravo! Cosa devo fare ora? invalidare questo prodotto così mi ritrovo col mio caso tutto squinternato? Col blip, che lo faccio! Possiamo per favore trovare una vera soluzione e soprattutto isolare i veri psicotici che stanno causando casino? Io so per certo che le cose stanno cambiando, sarà un cambiamento lento, ma se magari ci svegliamo un attimo fuori e diventiamo più competenti e responsabili, anche gli OSA BOY possono andare un attimo in vacanza a rifocillarci, così ci sembreranno meno sopraffatti!
Ora mi segano? e chi se ne frega, io la vita l’ho sperimentata in tutte le sue atrocità, una volta più una meno, non farà la differenza! Caro Minelli Senior, la MIA INTEGRITA’ VALE PIU’ DELLA MIA LIBERTA’. Ti auguro con tutto il cuore di duplicarmi. Per Ron e per NOI che siamo la 4a dinamica che è la mia preferita.
PS: porca miseria Francesco Minelli, non è questo il messaggio per te, te lo scriverò appena riesco.
UN SENTITO RINGRAZIAMENTO AD ADRIANO BONFANTI CHE E’ MEGLIO DI UN CANE DA TARTUFI………..   😀

9 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Scientology indipendente, Scientology reverse

Rompere con Scientology, Inc. è difficile da fare – ottenere i vostri soldi indietro lo è sempre di più

Siete Scientologist Indipendenti? Pensate con la vostra testa!

La presunta quiete ferragostana nasconde felici tavolate alla Reception con amici vecchi e nuovi.

Salame di Montisola sempre in prima linea, novità, successi e una realtà in comune condivisa…


Ci si può sentire truffati in qualche modo e lo siete stati davvero.

Abbiamo iniziato in Scientology con grandi speranze. In alcuni casi, abbiamo ottenuto molto più di quanto ci aspettassimo.

Dopo un po’, la mancanza di professionalità, l’avidità nuda e cruda e l’indifferenza per le perdite ci hanno svegliato dal nostro stordimento euforico e abbiamo iniziato a notare l’imbarazzante stato delle cose nella squallida HGC,  la calca frenetica di tutto il personale per venderci i libri di base e le promesse vuote di Scientology Inc.,  e le azioni di giustizia.

Alcuni hanno notato che ora si trattava solo di soldi, l’argomento decisivo su cui ci si basa è presente sui moduli attuali dei routing-form, in cui il vostro livello di donazione è chiaramente segnato. Se siete un donatore di alto livello, le vostre out 2D non vengono mai prese in considerazione e le vostre squallide pratiche commerciali, su cui varie persone vi hanno fatto KR, sono totalmente ignorate. Si viene spostati verso la parte anteriore di ogni fila e si viene messi sulla lista delle priorità per event e inviti del viaggio inaugurale.

Se avete scritto alcuni rapporti per conoscenza sui tradimenti di un coniuge o del partner commerciale e ci si chiede perché le vostre lamentele siano state ignorate, è perché quella persona è molto più avanti di voi nella classifica delle donazioni, che è l’unica cosa che conta in Scientology Inc.

Se siete ancora perplessi sul perché questo stia accadendo, è necessario capire come funziona un culto e come la chiesa sia diventata un culto.

Trattare con una setta criminale non è significativamente diverso dal farlo con una qualsiasi organizzazione criminale. L’esposizione è un veleno per entrambi.

Siete stati indotti a credere che certe cose sarebbero successe e che eravate troppo fiduciosi. Ora volete indietro il vostro denaro e rimanete perplessi perché adesso non seguono le regole! Non avete osservato ciò che stava accadendo proprio davanti ai vostri occhi.

Avete ignorato beatamente quanto è successo ai vostri amici, che si lamentavano delle ingiustizie. Ora sono non-persone ed è proibito chiedete a loro o parlare con loro. Avete scritto al cappellano dell’org e lui vi ha ignorato per mesi. HCO vi sta ignorando e avete incontrato gli sguardi divertiti dei membri dello staff che conoscevate.

La chiesa sta rompendo ogni promessa fatta ai parrocchiani e all’IRS. Le policy di LRH sui rimborsi e le restituzioni vengono ignorate. L’ultima strategia della chiesa è di dichiararvi non appena si richiedono i soldi indietro e poi pretendere che non abbiate più alcun diritto come Scientologist. Si può ancora trovare un membro dello staff etico che non sia scappato, ma sono sicuro che queste persone non sono sulle linee dei rimborsi/restituzioni.

Abbiamo già scritto in precedenza sulle azioni on policy che ci hanno portato ad ottenere rimborsi dalla chiesa, basta cercare tra i link superiori la pagina “Rimborsi”.

Se non ricevete risposte alle vostre e-mail per chiedere il rimborso, approfondite la questione, per quanto siete in grado. Se persistete, probabilmente vi verrà detto da qualcuno che siete stati dichiarati.

È possibile rivolgersi a un avvocato o fare una class action, ma la risposta immediata dovrebbe essere quella di esporvi pubblicamente e raccontare la vostra storia su ogni blog in cui potete. È necessario impedire che altri cadano nella stessa trappola e questo succederà se abbastanza di voi scriveranno le loro storie col proprio nome e organizzazione. Miscavige legge questi blog e quando scopre che un membro del personale è stato sputt… e messo in imbarazzo lo spedisce lontano. Le voci di corridoio nelle org possono essere molto segrete, ma quando un membro dello staff viene identificato come criminale off-policy da un articolo in Internet, scritto da una persona pubblica, quel membro dello staff e la sua organizzazione ricevono una pubblicità che non andrà mai via.

Se scrivete i vostri articoli senza rabbia o senza eccessiva emotività, saranno molto credibili. Basta raccontare i fatti e come siete stati ingannati. Non arrabbiatevi, non siate vendicativi. La chiesa è tesa ad attrarre nuove persone. Le nuove persone leggono Internet. Se si scrive sulle azioni di un membro del personale di Flag, la nuova persona lo avrà letto prima che il suo FSM possa riparare al danno.

Contrariamente a quanto il culto vi dirà, l’esposizione delle loro azioni out-policy non li esonera dall’obbligo di rimborsare il denaro inutilizzato. Documentate ogni cosa e verificate che non vi abbiano già svuotato il vostro conto. (Questa è un’altra strategia che usano per evitare di restituire il denaro.)

Old Auditor

48 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DICHIARAZIONI DI INDIPENDENZA, Org Ideali, Scientology indipendente, Tecnologia Standard