Archivi tag: Flag

SPOSTARE MISCAVIGE DA CAUSA OSSESSIVA A EFFETTO GENTILE

Siete Scientologist indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

di Plain Old Thetan

L’Assioma 28 di Scientology ci dice che servono due terminali per comunicare.

Ancora più importante, ci dice che in ogni punto durante una comunicazione genuina,  uno dei partecipanti è Causa e l’altro è Effetto.

C’è quindi uno che Origina e uno che Riceve.

Per una comunicazione genuina!

Dall’altra parte, la Chiesa Corporativa di Scientology non ha mai, mai ricevuto una comunicazione.

La sua drammatizzazione è esattamente ciò che LRH ha descritto nella conferenza PUO’ ESSERE FATTO QUALCOSA A RIGUARDO (anche intitolata gli SCOPI E OBIETTIVI DI DIANETICS E SCIENTOLOGY) 5412c29 (o 5412c30, dipende quale referenza della CofS usate).

In quella conferenza, LRH parla dei più grandi crimini dell’universo descrivendoli come (1) essere là e (2) comunicare.

Oggi giorno, la CofS riceve una comunicazione, e automaticamente cerca di etichettare il comunicatore come un “criminale”.

Infatti, David “bomba ai neutroni” Miscavige ha reso la comunicazione un crimine perseguibile. Uno di quelli su cui i membri della chiesa devono agire. Uno su cui altri parrocchiani “leali” della Chiesa devono agire.

È diventato cosi tanto evidente che le persone che hanno soppresso la loro comunicazione per anni ora stanno comunicando. Stanno spostandosi da Effetto a Causa. Come risultato, la loro comunicazione sta tracimando come un fiume in piena.

Le persone ancora dentro i muri della cittadella della Chiesa senza dubbio direbbero “Ma tu non dovresti comunicare Entheta!” Davvero? In quella stessa conferenza LRH dice che le Policy organizzative dovrebbero dettare a grandi linee ciò che dovremmo comunicare. E naturalmente ci sono tanti modi in cui potremmo comunicare che sono migliori di altri. Ci sono tanti modi in cui potremmo comunicare che sono peggiori di altri. Un gran sacco di opinioni potrebbero essere espresse su come dovremmo comunicare e su cosa dovremmo comunicare. Ma non caschiamo nella trappola di punire ogni volta qualcuno che comunica.

Se stanno comunicando su Dianetis e Scientology, lasciamoli comunicare. Non dovete rispondere in particolare, ma lasciamoli comunicare. Ora, questo vi dice, poi, che ci sono modi migliori per comunicare di altri. Ma anche l’Entheta è meglio di nessuna comunicazione. È meglio ricevere un rapporto sbagliato che nessun rapporto. Ci sono modi migliori di comunicare.

Ma abbiamo scoperto che, se noi come organizzazione iniziamo colpire a pugni ogni auditor che stia cercando di comunicare sinceramente sul soggetto di Scientology, potremmo anche tornare indietro e farci tagliare la testa con un ascia. E lo scopriremmo. Siamo guidati da quella pratica e principio.

l’interessante effetto collaterale di tutto ciò che l’Ossessivo-Causatore (Miscavige) sta diventando un poco di più Effetto. Dato che sempre più gente comunica, si è messo a leggere internet (o dei rapporti su internet) e questo lo sta rendendo un poco più Effetto.

Infatti, Miscavige, dovrebbe essere un poco di più effetto per capire cosa ha creato e in qualche modo andarsene e passare la mano.

Qui c’è un esempio di ciò che questo blog e i suoi lettori hanno creato.

Avete ancora ricevuto l’ultimo International Scientology News (pubblicazione 51)?

È completamente disseminato con i Phoneygraph e le pseudo stat di Miscavige.

le illustrazioni di questa pubblicazione sono immagini catturate dagli schermi dell’illegale e off-policy Maiden Voyage Event di Miscavige del 2011. Guardate voi:

Questi sono i grafici da pagina 12 e 13 della mia copia di ISN 51.

Vi sembrano familiari? Se leggete regolarmente il mio blog, riconoscerete la similarità con alcune immagini apparse sugli articoli precedenti:

http://possiblyhelpfuladvice.com/?p=4110
http://possiblyhelpfuladvice.com/?p=3637
http://possiblyhelpfuladvice.com/?p=3613
http://possiblyhelpfuladvice.com/?p=3419
http://possiblyhelpfuladvice.com/?p=3338
http://possiblyhelpfuladvice.com/?p=3322

Naturalmente, in ISN 51 non troverete nessuna vera analisi delle stats. Troverete solamente le statistiche fuorvianti e i grafici e vi viene richiesto di giungere alle “vostre conclusioni” che la Chiesa di Miscavige sta avendo una “espansione senza precedenti”.

Stavo giusto ascoltando la conferenza LE POSIZIONI DELL’AUDITOR, nell’HUBBARD PROFESSIONAL COURSE LECTURES. LRH dice in quella conferenza che il primo punto di ingresso in ogni caso, non importa quanto duro sia, è la mimica. E che la mimica ristabilisce l’ARC. Cosi la mimica è la forma più bassa di comunicazione … ma è pur sempre comunicazione.

Grazie Dave.

Messaggio ricevuto.

Stai ascoltando, anche se solamente un pochetto.

10 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, Dianetica nera, LRH, Scientology reverse

News dalla “Baia degli Angeli”…( a tal degg …. )

Siete scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!
Dopo la risposta “lampo” ( avrebbero almeno dovuto contare fino a cinque e poi scoccare le dita ! 😀 ) che non ha chiuso nemmeno chi l’ha scritta, un’altro articolo apparso sul Tampa Bay Time dove l’autore dice che questa azione, fatta dall’interno e da una veterana che aveva coperto il ruolo di Amministratore della più’ grossa Cof$ del pianeta, dovrebbe far scattare maggior interesse al Congresso circa la richiesta di apertura dei conti delle organizzazioni religiose.
Che il Risorgimento abbia inizio !
Tampa Bay Times
A Times Editorial

Scientology, dissenso dall’interno

Stampatot: Mercoledì, 4 Gennaio, 2012


La Chiesa di Scientology avrà tempi duri per respingere la sorgente delle ultime critiche sulle sue tattiche di raccolta fondi ad alta pressione. Debra J. Cook è stata per lungo tempo il volto dei quartieri generali della Chiesa spirituale in Clearwater, e le sue critiche poco lusinghiere della macchina da soldi di Scientology attirerà l’attenzione dei compagni Scientologist in tutto il mondo. Se il governo federale non chiederà la riforma, forse lo faranno i membri stessi. Nel fine settimana la Cook ha spedito migliaia di e-mail agli attuali e passati Scientologist e ha scritto che la Chiesa impone pressioni sugli staff per condurre campagne di raccolta fondi “estreme”. “La verità è,” ha scritto, “che questa cosa è controllata più alti ranghi di comando all’interno delle strutture di Scientology e chiaramente c’è un sacco di pressione per raggiungere gli obiettivi che vengono imposti. ” La Cook ha detto che i soldi vengono stanziati per “opulenti palazzi” o “eleganti ristrutturazioni” e per l’affiliazione al gruppo della Chiesa, l’International Association of Scientologists. Ha affermato che la Chiesa possiede più di 1 miliardo di dollari in donazioni all’associazione e ha scritto che un tale accaparramento di soldi viola le policy stabilite dal defunto fondatore della Chiesa L. Ron Hubbard.

Una serie recente del Times, “la macchina dei soldi”, includeva dei resoconti di un precedente Registrar di Scientology, che descriveva i metodi coercitivi che venivano usati per raggiungere le quote di vendita settimanali di $ 200.000 o più. Precedenti membri della Chiesa hanno descritto di come sono stati pressati da chiamate continue o visite intimidatorie per attingere alle loro carte di credito, fidi bancari e altre sorgenti di soldi. Il Times ha scoperto che sette membri dell’ordine religioso di Scientology hanno preso dei soldi dai conti dei parrocchiani della chiesa e dei materiali che loro non avevano ordinato – transazioni non autorizzate che la Chiesa ha ammesso respingendole come “casi isolati”.

La Cook descrive nella sua e-mail la cultura della pressione nella raccolta fondi in tutta l’organizzazione. Fornisce dei dettagli di come la Chiesa torna ancora ed ancora per chiedere soldi ai membri dedicati, spesso cambiando le regole per avanzare sui vari livelli di Scientology. Sostiene che una struttura della Chiesa lasciata da Hubbard che provvedeva bilanciamenti controlli è stata smantellata, e dice che il leader della Chiesa David Miscavige ha consolidato il suo potere e punisce i suoi critici.

Mentre la Chiesa ha rimproverato agli ex staff che hanno parlato di essere scontenti e sleali, la Cook non può essere così sommariamente messa da parte. È stata il CEO locale a Clearwater dal 1989 al 2006 e ha lasciato lo staff della Chiesa nel 2008. Dice nella sua lettera di essere ancora in buoni rapporti con la Chiesa, e si descrive come una devota Scientologist che si appella agli altri membri della Chiesa per abbracciare gli insegnamenti di Hubbard, e di ribellarsi alla raccolta fondi aggressiva in modo da forzare un cambio positivo.

La credibilità critica della Cook sulla Chiesa di Scientology è una ulteriore prova del bisogno di una verifica sulle pratiche della Chiesa da parte del Internal Revenue Service (IRS). Dovrebbe anche investigare più interesse nel Congresso nel richiedere più apertura sulle finanze dell’organizzazione religiosa. Ma il racconto della Cook offre anche un’opportunità di riflessione per gli Scientologist, che come interni alla Chiesa siano più efficaci nel portare un cambiamento di qualsiasi forza esterna.

13 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Uncategorized

La Nascita della Sea Org – Il dado e’ tratto !

Di: Aida Thomas scientology indipendente, scientologist indipendenti

Cari amici, ho ricevuto questo incredibile racconto storico dal capitano dell’Athena e dell’Apollo, la prima nave che LRH ha comandato indietro negli anni 60. Vi piacerà questa storia dato che è la migliore di tutte, e io voglio condividerla qui sul mio blog. Questa storia proviene da una persona che era là quando tutto successe

Aida Thomas, Ottobre 2011

Benvenuti a bordo!!

Di Joe Van Staden, che ha servito come Capitano dell’Athena e dell’Apollo in vari periodi.

Senza dubbio la storia di come tutto è cominciato è stata raccontata più di una volta – ogni volta da una diversa prospettiva senza dubbio. Nel seguente racconto del mio personale coinvolgimento nella nascita della Sea Org spero di fornire una prospettiva che potrà fare un po’ di luce sugli sviluppi successivi intorno e dentro a questa organizazione.

Il mio primo contatto con Scientology fu a Johannesburg (1960). Lì incontrai L. Ron Hubbard per la prima volta, quando venne in Sud Africa per consegnare il primo ACC Sud Africano. Verso la fine del 1962 andai a Saint Hill UK per fare il mio SHSBC. Nel 1965 feci il mio corso di classe VII dopo del quale io e mia moglie Jill ci siamo uniti allo staff di Saint Hill. Ad un certo punto, LRH scomparì misteriosamente da Saint Hill. Come abbiamo scoperto in seguito era partito per Las Palmas.

Saint Hill

La maggior parte delle persone sullo staff di Saint Hill nei primi anni 60 sarebbe d’accordo; era idilliaco. Era un posto di incontro per persone che la pensavano allo stesso modo – persone che non riuscivano a trovare ciò che stavano cercando nella vita attraverso le istituzioni convenzionali e l’insegnamento. Saint Hill prosperava. Credo che quel periodo sia anche stato descritto coma l’età d’oro o qualcosa del genere.

Era molto facile semplicemente ESSERE e non preoccuparsi di come eri stato. Per esempio, non c’era nessun ufficiale di etica pronto ad avventarsi sul mio amico perché stava facendo degli esercizi yoga fuori sul prato di Saint Hill. E non c’era nemmeno alcuna ragione di pensare che sarebbe successo. Il tipico personaggio forgiato dalle Org, con tutta la sua pesantezza, che divenne cosi prominente negli anni a seguire, semplicemente là non c’era.

Ma da dove è arrivata tutta questa serietà? In termini più semplici; quando “lo spirito di gioco” ha abbandonato lo staff ed è stato necessario smettere di divertirsi mentre si ricercava una consapevolezza più elevata? Forse posso offrirvi una possibile prospettiva su questo.

Un giorno, alcuni membri senior dello staff di Saint Hill vennero avvicinati da Joan Thomas. In quel momento io ero Qual Sec e mia moglie Jill, in quel periodo, era Dissem Sec o HCO. Un gruppo di noi venne reclutato nel Sea Project e ci venne detto di rimettere a posto le nostre abilità di navigazione. Cosi, una volta alla settimana andavamo sulla Costa Sud per prendere lezioni di navigazione. Era divertente e imparammo anche a navigare – in qualche modo.

Passarono molte settimane e venne il giorno che il gruppo fu spinto a forza su di un bus e portato a Hull nel nord, sul fiume Humber. Sapevamo che ci dovevamo imbarcare su una nave ma non avevamo idea di cosa aspettarci. Non appena il bus entrò in quella particolare sezione del porto la vedemmo. Inclinata di almeno 10 gradi, arrugginita e malconcia, era là; l’Avon River – un peschereccio dei mari del nord portato ai suoi limiti dai precedenti proprietari. Guardai i miei compagni. Per un momento ci fu un silenzio tombale. Poi una risata confusa e nervosa iniziò a propagarsi sul bus. Era forse eccitazione? Non credo proprio. Penso che in quell’istante era più il caso di; Che ca….o è questo?

Per varie ragioni, a volte mi tratterrò dall’usare i veri nomi dei miei vecchi compagni di navigazione e userò solamente le iniziali.

Comunque ci sistemammo. Il capitano temporaneo era F. M., lui e altri due  erano stati a bordo fin da prima del nostro arrivo.

Senza aspettare troppo l’equipaggio venne messo al lavoro per pulire la nave e prepararla per la navigazione. Ricordatevi che l’Avon River era una nave da pesca – i suoi ponti erano coperti da 5 centimetri di olio di pesce solidificato, pietrificato, che doveva essere tolto via. Per molte settimane lavorammo lunghe ore ma per quanto mi ricordo, nessun membro dell’equipaggio mancava di entusiasmo o impegno. La sera lavoravamo sui fogli di verifica del marinaio – erano giorni pieni. E stanchi come eravamo quando si andava a letto tardi la notte, niente avrebbe potuto smorzare i nostri spiriti e anticipazione di ciò che ci attendeva. Beh, a volte il tempo grigio e umido di Hull calava su di noi.

Se la mia memoria mi aiuta, l’Avon River aveva posto per 140 tonnellate di pesce nelle sue stive, che ora erano piene con ogni tipo di cianfrusaglie raccolte da altre navi derelitte. Ancora oggi non so cosa LRH voleva che ci facessimo con queste. La roba venne più tardi scaricata a Las Palmas.

Inizialmente dovevamo trainare una chiatta piena con ancora più di questi “rottami”. Fortunatamente questa idea venne abbandonata. Guardandomi indietro e ricordando alcuni brutti temporali con cui abbiamo combattuto durante il nostro viaggio, non posso immaginarmi come avremmo fatto a trainare una chiatta per tutta la strada fino a Las Palmas.

Mentre eravamo ancora a Hull facemmo alcuni esercizi dal vero di attracco e disancoraggio. Questo tipo di immagine dovrebbe esservi sufficiente per farvi capire com’era la cosa. Immaginatevi un branco di poliziotti imbranati come se fossero i marinai, che cadevano uno sopra l’altro mentre la nave sbatteva contro la parete del porto, facendo schioccare e rompere le cime di ancoraggio. Come si dice: Dovevate esserci.

Alla fine il giorno della partenza arrivò. In origine l’idea era di fare il viaggio senza l’aiuto di un non-scientologo. Alla fine invece, LRH pensò meglio alla cosa. Ci disse di assumere un Capitano  e un capo ingegnere professionista per il viaggio, cosa che facemmo subito. Per dire, il capo ingegnere arrivò in un taxi completamente ubriaco pochi minuti prima della nostra partenza e dovette essere trasportato a bordo.

La nave Athena

Mentre navigavamo lungo la costa Est dell’Inghilterra qualcosa nella sala motori si ruppe forzandoci ad attraccare ad Harwich. È possibile che sia stato uno stratagemma del capo ingegnere per ritornare a riva – probabilmente per comprarsi da bere. Comunque, appena finite le riparazioni ci dirigemmo a Sud. Fino a quel momento il tempo era stato clemente, ma poco dopo aver lasciato Harwich Nettuno decise di presentarsi in modo adeguato.

La maggior parte dell’ecquipaggio, compreso me, non aveva mai visto nulla del genere – montagne e valli di mare verde. Le eliche che continuavano ad uscire dall’acqua. Forse qualcuno che c’era direbbe che lui era l’eccezione, ma per quanto sò tutti, incluso il Capitano assunto, avevano il mal di mare.

Gradualmente il vento andò via e il nostro viaggio lungo la costa Sud dell’Inghilterra divenne abbastanza piacevole. A Falmouth dovemmo attraccare per rifornirci di gasolio per il grande salto fino alle isole Canarie. Quancosa andò male durante il rifornimento e il carburante nero come la pece iniziò a tracimare sul ponte. Fortunatamente prevenimmo che troppo carburante si riversasse nel porto. Fu durante questo episodio che la tensione tra il capitano assunto e il capitano temporaneo scientologo arrivò al culmine. FM fece le valigie e lasciò la nave.

Durante il viaggio fino a che non fummo ben dentro l’Atlantico ci fu una meravigliosa onda gentile e assenza di vento. La maggioranza di noi aveva sviluppato bene l’abitudine al mare sentendosi veramente a casa pur essendo in uno spazio limitato.

Forse questo è un bel punto per deviare ed esprimere la mia ammirazione e rispetto ai miei compagni membri dell’equipaggio cosi come un commento su una particolare osservazione.

Durante questi primi anni, non importa le condizioni: dovendo affrontare il clima più estremo o avendo a che fare con altre situazioni pericolose, non mi sono mai preoccupato che non ce l’avremmo fatta. Alcuni dei ragazzi e delle ragazze a volte potevano essere spaventati a morte, ma non l’ho mai visto nel compimento delle loro funzioni. Alcuni scettici direbbero che non eravamo consapevoli del pericolo in cui ci trovavamo, che eravamo naïve – eravamo accecati dalla nostra fede nei “poteri” di LRH o la nostra credenza nelle vita passate ci forniva un falso senso di immortalità o, pensavamo che con parecchi Clears a bordo eravamo al sicuro, o qualcosa del genere. Che sia come volete, io sono grato per aver condiviso alcune di queste pazze avventure con alcune persone straordinarie.

Un fattore significante dietro alla creazione della Sea Org fu quello di sviluppare un gruppo efficace e coeso, dedicato alla Causa. Dirigere una nave ci fornì l’ambiente ideale per questo scopo. Tuttavia, tradizionalmente gli equipaggi delle navi e i gruppi coinvolti in imprese straordinarie sviluppano in modo naturale, direi quasi banale,  legami e cameratismi. Da qui, il vecchio problema incontrato dai leader religiosi, politici, militari e altri tipi simili di organizzazioni attraverso tutta la storia: Come far si che il gruppo – l’equipaggio – i seguaci, prima e soprattutto, siano leali alla Causa. Nessun dubbio che questo argomento possa finire in lunghe discussioni, ma tagliamo una lunga storia corta.

Due scuole di pensiero sono particolarmente rilevanti. C’è quella che dice che quando si arriva al punto – quando l’inferno si apre – le truppe sono motivate a tenere il terreno e mantenere le loro posizioni basandosi sul legame che hanno coi loro compagni. In altre parole, i soldati di trincea ordinari prima e soprattutto lottano uno per l’altro. Poi c’è la scuola di pensiero che sostiene che nel calore della battaglia il corredo più efficace è quello dove le truppe temono i loro ufficiali più del nemico.

Dove l’unione tra le persone è il fattore decisivo, gli alti galloni sono inclini a vedere una totale dedizione alla Causa indebolendo la connessione più stretta tra amici e famiglia. Da qui, in tutta la storia, per coloro al comando istillare paura è stato il metodo più adottato tra i due. E, com’è chiaro agli ex membri della Sea Org, quest’ultimo è Procedura Operativa Standard nella SO. Ma non fu sempre questo il caso. Immaginatevi di rifiutare un ordine diretto da LRH per via di un legame con l’equipaggio. Nei primi tempi, a un Capitano dell’Athena venne ordinato dal Commodoro di sottoporre a comm-ev tutto l’equipaggio. Lui si rifiutò e venne sottoposto con piacere lui a comm-ev al loro posto. Sono indubbiamente incidenti come questo che hanno contribuito all’attuale modus operandi della Sea Org, per il quale per prima cosa è più importante richiede totale lealtà e dedizione alla Causa.

Qui sta la cosa; Qualsiasi sia la ragione che porti a scegliere la Causa prima di amici e famiglia, gli alti galloni si aspetteranno da ogni Sea Org member di aver fatto la scelta giusta. Il punto qui non è che una scelta sia migliore dell’altra; il punto è che non c’è scampo dal dover scegliere. La cosa migliore in cui un membro della Sea Org possa sperare e di non venire mai spinto a dover fare una scelta e poi a dover agire con essa. Ma come sappiamo, molti sono stati forzati ad agire sulla scelta tra la Causa su una mano e amici e famiglia sull’altra.

Torniamo alla storia originale.

Al nostro arrivo a Las Palmas, i due professionisti assunti per la nave vennero immediatamente messi su un aereo per l’Inghilterra. Dopo pochi giorni dal nostro arrivo la nave venne issata su uno scivolo e un team spagnolo iniziò i lavori di rimessaggio. In quel periodo LRH viveva in una villa fuori Las Palmas assieme ad alcuni staff per i lavori domestici. Avevamo anche aperto un ufficio in città assieme a un paio di staff locali.

Come parte del rimessaggio la nave venne sabbiata da cima a fondo e da prua a poppa, durante quel periodo l’equipaggio rimase a vivere a bordo. Fu anche durante quel periodo che divenne ovvio che LRH stava sperimentando alcune condizioni di Etica più basse. Per esempio, io e Roger Buckeridge fummo le prime due persone a essere messe sulla nuova condizione appena formulata di Non-Esistenza. Non c’era nessuna condizione inferiore in quel periodo. Come parte dell’applicazione della formula dovemmo spalare la montagna di sabbia rimasta dalla sabbiatura della nave. E poi, nonostante questi sviluppi, l’atmosfera generale era leggera e a volte anche festosa.

Sempre durante quel periodo le relazioni tra LRH e l’equipaggio erano inclini ad essere determinate più dalle tradizioni nautiche e comportamenti marinareschi che dalla Causa di chiarire il pianeta.  Per esempio; a me, a  Jill e a John O’Keefe, visitando la villa una sera, ci venne chiesto da LRH che cosa volevamo bere. John disse che avrebbe gradito Sctoch, Jill un bicchiere di vino e io dissi un Brandy. Il vecchio si girò verso Yvonne Gillham, che era il suo steward personale in quel periodo e disse; porta a John una bottiglia di scotch, a Jill una bottiglia di vino, e a Joe una bottiglia di Brandy e a me una bottiglia di Rhum. Yvonne ottemperò doverosamente. No, non finimmo le nostre bottiglie, ma ci siamo dati da fare. E si, il Rhum nella bottiglia di LRH era vero.

Il vecchio era conosciuto per usare questo stratagemma con lo scopo di far  sciogliere la lingua alla gente e farla parlare riguardo a cose sulla ciurma e sulla nave.

Erano le prime ore del mattino, quando noi tre ci infilammo nell’auto per tornare alla nave. Dopo vari tentativi, l’auto non voleva partire, ovviamente aveva bisogno di una spinta per avviarsi. Insistendo che noi tre rimanessimo nell’auto, LRH ci si appoggiò con la schiena e la spinse per 20 metri prima che riuscissimo a partire. Non posso ricordare esattamente di cosa abbiamo parlato quella sera, ma certamente non fu riguardo ai mali dell’alcool.

Durante la permanenza a Las Palmas ci furono tanti  memorabili episodi, alcuni dei quali ne sono certo sono già stati raccontati da altre persone che erano là. Molte sere gruppi ci sedevamo sotto le stelle sorseggiando del cognac, mentre discutevamo una vasta gamma di argomenti. Le speculazioni su cosa avremmo fatto una volta che il rimessaggio fosse finito erano tante. (Las Palmas era un porto esente da Dazio, quindi ci potevamo permettere del cognac duty free.)

Un indizio su dove la Sea Org fosse diretta ci venne fornito una sera durante una visita di LRH alla nave. Annunciò che era giunto il momento che la Sea Org venisse fuori da Non-Esistenza. Era tempo di creare un impatto sulle Org là fuori, iniziando da Saint Hill. Era tempo di missioni. Il primo scopo della missione era principalmente quello di far valere la presenza e l’autorità della Sea Org. Come poi si scoprì, i tre membri della missione eravamo io, mia moglie e Fred Payer.

La prima missione arriva a Saint Hill.

Arrivando da Las Palmas, prima di entrare dentro a Saint Hill, Jill io e Fred ci cambiammo nelle nostre uniformi e facemmo la nostra drammatica entrata come intesa da LRH. L’incidente di quando andai nella stanza Monkey del Manor e infilai la spada nel soffitto è descritto da Bent Corydon nel suo libro; Messia o Pazzo.

Per dire la verità, questa spada fu un po’ imbarazzante per me, non condividevo l’inclinazione di LRH verso il teatrale.

Durante la missione, Reg Sharpe venne rimosso dal posto. Fino ad allora era stato il braccio destro di Ron. Reg lasciò e con lui la sua ragazza, Jenny Edmonds. Erano degli SP? Naturalmente no. erano le direttive della missione, quelle di liberarsi di chiunque, in qualsiasi modo, ponesse domande sull’autorità della Sea Org – non ci dovevano essere dubbi sui poteri e sulla posizione della Sea Org in cima alla scala di comando. E, come è stato confermato fin da allora, la missione fu un successo.

Una nota sul concetto di SP.

In quel periodo della prima missione della Sea Org, sospettavo solamente, ma dopo ne divenni convinto, che le dichiarazioni SP erano più uno strumento politico che altro.

Nel più grande schema delle cose aveva più rilevanza del caso  individuale.

Sicuro, esistono caratteri anti-sociali in giro, ma guardiamo in faccia alle cose; anche con la più fervida immaginazione Reg Sharpe e Jenny Edmonds, assieme ad altre centinaia di persone dichiarate, non calzavano nella definizione di SP come descritta nella policy.

Durante i miei compiti a Saint Hill come direttore di revisione , prima che la Sea Org venisse formata, LRH stava facendo ricerche sugli SP e i PTS. In quel periodo questi dati non venivano visti come un problema di Etica – erano puramente materie di tech. Con LRH che vestiva l’hat del Supervisore del Caso e io come auditor vennero provate molte nuove procedure – tipo la S&D (Search and Discovery). Ricordo il fattore dello scopo smussato essere identificato come il fattore principale alla contribuzione del comportamento di un SP. Da quello si svilupparono procedure. Tuttavia, come si scoprì, i tentativi di maneggiare “sorgenti di guai” in Scientology, attraverso la tech, non stavano funzionando e si ricorse ad azioni di Etica. Ciò che all’inizio erano le funzioni di una Divisione di Qualificazione vennero rimpiazzate dall’Etica. In effetti l’auditor di revisione venne rimpiazzato dall’ufficiale di etica. Alcuni direbbero che la tech di etica fu il naturale sviluppo creato per migliorare la comprensione della natura umana. Non sono d’accordo.

La conferma delle mie percezioni sui dati SP usati come strumento politico venne una sera mentre conversavo con LRH a cena sull’Athena. Posso assicurarvi che le conversazioni con il vecchio non erano mai noiose, mi disse che dentro alle organizzazioni di base c’erano due tipi di persone; il tipo pioniere e coloro che consolidavano. Per quelli in carica, c’era un tempo e un luogo per usare i pionieri e un tempo e un luogo per far entrare i consolidatori. Dato che attraverso le ere, quando un nuovo territorio aveva bisogno di essere aperto, solo i pionieri erano efficaci, ma una volta che il terreno era stato domato era necessario portare dentro i consolidatori. Era il caso di portare ordine – introdurre leggi e policy – installare i parametri per il comportamento – frenare ulteriori attività pionieristiche all’interno del territorio prestabilito. Questo era ciò che facevano i consolidatori.

Ecco un interessante pensiero; dalla prospettiva di un tipico pioniere; un consolidatore apparirà verosimilmente soppressivo e dalla prospettiva di un dedicato consolidatore “l’incontrollabile” pioniere potrà facilmente essere percepito come soppressivo. È semplicemente un problema di prospettiva.

Alcuni potrebbero preferire termini come tipi creativi e innovativi e tipi dirigenziali amministrativi piuttosto che pionieri e consolidatori.

Il consolidamento di un territorio conquistato, invariabilmente presenta un problema; cosa fare con i pinieri una volta che hanno svolto le loro cose. Ritirarli? Ricollocarli? Congelarli fino a nuovo bisogno? Se siete stati dentro alle organizzazioni di Scientology per un po’ di tempo sarete consapevoli del metodo favorito – usare l’etica per togliere di mezzo coloro che hanno fondato le presenti strutture. Questa serve anche come un metodo per calmare i loro spiriti pionieristici fino a nuovo bisogno – questa idea non funziona cosi bene in pratica. Ci sono state molte occasioni quando, stando a LRH, una particolare struttura organizzativa di Scientology è diventata datata. Si dovette rimettere sul posto nuove strutture, il che significa che le vecchie furono smantellate – comprese le personalità. Vi dirò di più in seguito.

Torniamo alla storia.

Comunque sia, la prima missione a Sanit Hill arrivò a una fine, Jill e Fred vennero richiamati a Las Palmas e io fui mandato su un’altra missione. I miei ordini erano di andare a Glasgow in Scozia, e comprare un’altra nave per la Sea Org. Al mio arrivo dagli intermediari incontrai Mr. Scott. Dato che una nave; la Royal Scotsman era già stata identificata come una possibilità da Otto Roos, il mio compito era ragionevolmente veloce. Cosi, dopo aver controllato la nave e accordato sul prezzo, io e Mr. Scott ci stringemmo la mano e il contratto fu perfezionato. O almeno cosi pensai. Telefonai al nostro avvocato D.T. a Saint Hill, chiedendogli di mandare un assegno, e tutto ciò che ottenni un paio di giorni dopo furono dieci pagine di un documento firmato dagli intermediari. Questo inevitabilmente risultò in avvocati da entrambi i lati che si stavano impegnando in ciò che fanno gli avvocati. Penso fu due settimane dopo la nostra stretta di mano che ancora gli avvocati non avevano sistemato la questione. Fu allora che richiamai D.T. e gli dissi, manda l’assegno o non la finiamo più! Ricevetti l’assegno e lo passai a Mr. Scott. Il documento di dieci pagine finì in una pattumiera e io presi possesso della nave per la Sea Org.

L’Apollo

Parte del contratto era che un equipaggio doveva consegnare la nave a Southampton. Il mio dilemma più immediato era di familiarizzare con la nave il più possibile durante il viaggio verso Sud. Per dimensioni e complessità era certamente un gradino o due più in alto dell’Athena. Avevo bisogno di aiuto, cosi mi misi in contatto con Saint Hill e reclutai Ron Pook e un Australiano. Francamente non ricordo i dettagli di come sia riuscito a reclutare questi due tipi. Tuttavia, noi tre avremmo tenuto gli occhi aperti per raccogliere ogni informazione di rilievo sulla nave.

Dopo parecchi giorni in mare arrivammo a Southampton. La plancia aveva appena attraccato al porto che l’equipaggio di consegna era già sparito. Perplessi e sconcertati noi tre ci guardammo l’un l’altro – cosa facciamo ora? Ne sappiamo abbastanza da prenderci cura di questo grosso bidone di bulloni fino a quando non si sa? Mentre stavamo ancora contemplando cosa di peggio poteva ancora succederci, successe.  Dalla banchina del porto alcuni ufficiali ben vestiti ci gridarono che non potevamo rimanere dove eravamo, dovevamo muoverci in un altro lato del porto.

Ora, Southampton sembra essere uno dei porti più affollati del mondo, con grandi navi che vengono e vanno tutto il tempo. Ma si aspettavano che noi tre riuscissimo a portare la nave in mezzo a tutto quel traffico in sicurezza fino all’altro lato? Tanto per iniziare, accendere i massicci motori Diesel Burmeister and Wain era fuori questione. Alla fine tutto andò bene. Prendemmo un rimorchiatore e assumemmo alcune persone che gironzolavano per il porto in cerca di lavoro.

Il Royal Scotsman aveva posti letto per alcune centinaia di passeggeri, un vano cargo massiccio e nel mezzo un ponte per le mucche. Come per l’Athena era stata portata al limite dai precedenti proprietari – richiedeva un sacco di pulizie. Bella idea – andiamo a Saint Hill e reclutiamo dei membri della Sea Org. Non ricordo quanti ne reclutammo in quel periodo ma so questo; il giorno che arrivò LRH con alcuni dell’equipaggio dell’Athena lo Scotsman era immacolato.

Mentre ero sulla missione per l’acquisto della nave in Scozia, l’Athena navigò da Las Palmas a Gibilterra, dove venne lasciata sotto al capitanato di John O’Keefe. Fu da quel porto che LRH e l’equipaggio vennero per unirsi allo Scotsman a Southampton.

Alcuni giorni dopo l’arrivo dell’equipaggio da Gibilterra eravamo pronti a partire, ma le autorità Britanniche avevano altre idee. Il consiglio Britannico del commercio ci richiese una marea di certificati e documenti prima di permetterci di navigare. Penso che questa fu la ragione per assumere un capo ingegnere non-scientologo, un carpentiere e un pilota certificato. Per i certificati ci vennero richieste le scialuppe, le zattere di salvataggio e anche molte altre cose, il lavoro di occuparsi delle autorità venne lasciato a Jill, che riuscì a svolgerlo molto bene. Alla fine ci venne dato via libera per navigare fino a Brest in Francia, proprio al di là del Canale. Una volta arrivati dovevamo finire i lavori stipulati con il consiglio Britannico del commercio, che naturalmente non avevamo intenzione di fare. A quel punto LRH era il Capitano e io il capo ufficiale.

Mentre ci dirigevamo a Sud, passando Brest, LRH chiamò tutti gli ufficiali senior nella sua cabina. Poi fece il gesto di cadere dalla sedia. Lo avete sentito, chiese.  Perplessi ci guardammo l’un l’altro – sentito cosa? Ma cosa vi succede ragazzi, disse, non riuscite a capire quando siete in un brutto temporale? Allora abbiamo ricevuto il messaggio. Dovevamo far finta di aver sorpassato Brest per via del maltempo che ci aveva reso impossibile entrare nel porto.

Rilassatevi e godetevi il sole.

Ciò che segui furono parecchie settimane idilliache, tipo quelle che non furono mai più sperimentate nella Sea Org . Eravamo davvero in una crociera oceanica che divenne una crociera mediterranea una volta che attraversammo le Colonne d’ercole (Gibilterra) ed entrammo nel mar Mediterraneo. Dopo quella crociera non ho mai più visto un equipaggio della Sea Org, incluso LRH, cosi rilassato per un periodo di tempo cosi lungo. Con cosi pochi di noi a bordo ognuno poteva godere del lusso e di un sacco di spazio libero. Amavo il mio lavoro e non aspettavo altro che di stare di guardia la notte o nel primo mattino. Poche cose si possono paragonare all’essere in alto mare in una notte stellata con tempo tranquillo.

Le colonne d’Ercole

Piacevoli com’erano le cose, ci scordammo di dover affrontare il problema di non poter attraccare in un porto per far rifornimento o che altro. Stavamo ancora navigando sotto bandiera Inglese e dato che avevamo consegna di navigare fino a Brest da Southampton avevamo un problema. (la scusa che non eravamo entrati a Brest per via del maltempo in retrospettiva era senza senso). Soluzione – registrare la nave sotto una bandiera diversa e sfuggire qualsiasi restrizione che il consiglio Britannico del commercio avesse messo su di noi.

Eravamo ad un paio di miglia dalla costa di Majorca. Usando la scialuppa N° 8 vennero inviati due tipi con la missione di cambiare nazionalità alla nave, a notte fonda lasciati su una spiaggia deserta.

Dopo questa operazione in stile Commando l’Apollo navigo intorno senza meta per un po’. Alla fine arrivammo a circa un miglio o poco più da Montecarlo e molti di noi andarono a riva con la scialuppa numero 8 per mandare dei telex e stabilire una linea di comm con il mondo esterno. Perché continuo a far riferimento alla scialuppa numero 8? Era l’unica con un motore – non molto affidabile posso aggiungere. In questa occasione ci avvicinammo al porto di Montecarlo, ci affiancammo a uno Yacht multimilionario, il motore della scialuppa numero 8 ci abbandonò e dovemmo farci trainare in porto da una lancia. Cosi, qual’era il grosso problema? Ecco cosa; Sono convinto che i nostri soccorritori nelle loro magliette firmate, sulle loro barche “perfette”, non avevano mai messo l’occhio su un branco cosi trasandato di desperados. Avranno pensato per un momento che eravamo marinai che scappavano dal continente Nord Africano.

Ecco la bellissima Montecarlo, uno dei porti più eleganti del mondo.

Da qualche parte dopo Montecarlo, ovviamente abbiamo avuto la nostra bandiera di una nuova nazionalità (Sierra Leone). Da lì passammo per molti porti, qualche volta rimanendo in un posto per un lungo periodo. Il Royal Scotsman, penso, era ora diventato l’Apollo, LRH si promosse Commodoro e io divenni il Capitano dell’Apollo.

Non sono certo della sequenza degli eventi e dei posti in quel periodo, ma ricordo certi luoghi per via di incidenti particolari. Per esempio, un ricordo di pace serena all’alba e l’eco di minareti in mezzo alla baia quando i fedeli venivano chiamati alla preghiera mi posiziona in Tunisi, Nord Africa – come anche l’incidente dell’Apollo alla deriva senza speranza nel canale senza motori dopo che qualcuno aveva mollato l’ultima cima. Il pasto più memorabile che io abbia mai mangiato mi pone a Marsiglia, Francia, dove molti dell’equipaggio dell’Apollo furono intrattenuti da un ufficiale e da sua moglie. Ricordo l’intero salto dell’Apollo che scompariva nella più grande e ripida onda che abbia mai visto, mi localizza sul lato Atlantico vicino al Marocco come lasciammo il porto di Agadir. Un incidente dell’Apollo che ruppe l’ancoraggio per una bufera di vento mi ricorda di Cagliari, Sardegna. Il momento dove sono stato fisicamente più stanco mi porta a poco prima di entrare nel porto di Milazzo in Sicilia – ero rimasto sul ponte dell’Athena durante una tempesta per due giorni e due notti. La sequenza degli eventi durante quel periodo, saltellando in giro per quei luoghi esotici, potrà essere un poco sfocata ma l’esperienza non lo è. Prendete ad esempio quell’altro incidente con la scialuppa numero 8 – vale la pena raccontarlo.

La scialuppa numero 8 – ancora.

Credo che l’Athena fosse a Gibilterra a quel tempo, gli venne ordinato di unirsi all’Apollo a Cagliari. Durante il viaggio si infilò in un temporale pazzesco. Non sono certo che LRH abbia avuto notizie sull’incontro dell’Athena con questo temporale, ma mi chiamò nel suo ufficio e mi disse di prendere alcune persone e di andare ad incontrare l’Athena ad alcune miglia fuori al largo. O’Keefe, il Capitano dell’Athena, penso si dovesse rimpiazzarlo, e si dovevano fare anche altri cambiamenti e poi l’Athena doveva essere inviata in Spagna. Hanna (Whitfield) indossava l’hat di HCO – lei doveva maneggiare l’aspetto etico della cosa. Comunque, il mio lavoro era di portare la “missione” sull’Athena e indietro – nella scialuppa numero 8. Tutti insieme eravamo almeno 8 o 9 persone dentro la scialuppa.

Era già buio quando preparammo l’incontro con l’Athena. Dato che l’avevamo vista dal radar dell’Apollo prima di lasciarla, avevamo una qualche idea di dove fosse e della rotta che stava facendo per arrivare. Più lontano si andava e più il mare diventava mosso. Era notte fonda, ventoso e turbolento. La visuale era poca. Tutte le luci di terra erano sparite da tempo dietro di noi ed eravamo completamente circondati dal buio. Comunque, ad un certo punto individuammo le luci di navigazione dell’Athena. Forse gli avevano detto di cercarci via radio. Si presentò a noi gentilmente sottovento cosi che potessimo affiancarla senza troppi guai.

Immediatamente divenne ovvio che questa nave era passata attraverso a qualcosa di orribile. Ovunque c’erano striature di ruggine, come se le onde avessero “sabbiato” lo scafo e la superstruttura. Due grandi container che dovevano servire per trasportare extra cibo che si trovavano fissati sul ponte di prua da dei bulloni di 30 cm, erano spariti. I bulloni erano stati completamente divelti dalla forza delle onde. Guardai su verso i miei compagni parte dell’equipaggio dell’Athena. Mi ricordo di Graig Lipsitz, che sembrava non avesse dormito per una settimana, cosi anche Fred Payer. Yvonne Gilham sembrava stanca ma come sempre sorrideva ed era molto espressiva nei suoi racconti dell’evento. C’erano diversi ragazzi che non sembravano infastiditi da quella esperienza. Suppongo che ciò che vidi in gran parte fu sollievo che fosse finita. La piccola Margherita, la spagnola non-scientologa membro dello staff di Las Palmas, sembrava imperturbabile, anche eccitata mentre mi raccontava a cosa erano passati attraverso. Cosi, mentre venivo intrattenuto da Margherita, le cose serie di Etica venivano implementate. Ho avuto la distinta impressione che l’equipaggio dell’Athena non fosse poi cosi felice di essere rimandato indietro.

A missione finita, tornammo sulla scialuppa e restammo a vedere l’Athena che girava indietro e si dirigeva verso la Spagna. Erano circa le 23.00 e il vento era salito parecchio – le onde erano più grandi. Ok, dissi all’ingegnere, fai partire il motore e togliamoci di qui. Un ora dopo circa, non avevamo ancora maneggiato l’accensione del motore. Beh, era inevitabile; di colpo si sentì un gracchio sulla radio tenuta da Berez. Era LRH. Voleva sapere dove eravamo e quando saremmo arrivati a bordo. Berez spiegò al vecchio cosa stava succedendo. Dopo alcuni consigli da parte di LRH all’ingegnere spari la comunicazione. Ma non per molto. Presto l’ululato del vento venne bloccato dal suono della voce del vecchio che urlava le istruzioni sulla radio.

La scena era qualcosa del genere; Dapprima, la comunicazione tra noi e LRH, via Berez, aveva quasi fatto partire il motore. Quando questo non funzionò ci disse di metterci a remare. Chiunque abbia mai provato a remare su una tipica scialuppa di salvataggio con un onda alta un metro vi dirà, che è una perdita di tempo e di energia. Tuttavia, potete immaginarvi come la voce e il volume della voce del vecchio andava stabilmente in crescendo durante questi tentativi di far funzionare lo show dall’Apollo via radio.

A parte noi, che semplicemente passavamo attraverso i movimenti imposti da queste istruzioni impraticabili, un altro scenario andava a dispiegarsi. Dopo la comunicazione iniziale e dopo che il “fuoco” venne acceso dal vecchio, Berez decise che non era più saggio rimanere dal lato ricevente di un vulcano in eruzione. La cosa seguente che ricordo fu che Berez mi tirò la radio.  Come quella volò in aria sentimmo una voce tuonante che emanava da essa. La presi e decisi all’istante; non esiste. Immediatamente tirai la radio a qualcun altro, che chiaramente aveva anche lui deciso che avrebbe passato l’opportunità di conversare con Commodoro. Molto velocemente la radio venne passata ad un altro che immaginò di lasciar perdere e la tirò ad un altro ancora. Credo che questa cosa andò avanti per alcuni minuti fino a che qualcuno arditamente ristabilì la comm. Ora sembrò che LRH avesse realizzato la situazione. Una volta che il motore ci aveva lasciato avevamo solo due opzioni. La prima; metterci a nostro agio ed aspettare fino all’alba, sperando che il maltempo non peggiorasse. La seconda; Qualcuno che fosse uscito al più presto e ci avesse rimorchiato in porto.

Come si scoprì LRH ci informò che il Diana (un Ketch di 65 piedi della SO) stava uscendo dal porto per trainarci. Immaginammo che ci sarebbero volute dalle due alle tre ore per trovarci; tutto quello che ora potevamo fare era abbracciarci uno all’altro e cercare di rimanere caldi. Cercare di rimanere asciutti era fuori questione. Poi, dal nulla, qualcuno disse; chi vuole un drink? Tenendo in mano una bottiglia di vodka. Il nostro eroe, ve lo assicuro. Ci passammo la bottiglia a turno sorseggiando. La bottiglia fece solo un giro e fu vuota.

Un senso magnifico di cameratismo ci prese e ci rilassammo iniziando a vedere la parte umoristica della cosa. Sembrava che avessimo smesso di resistere al movimento considerevole della scialuppa. Ricordo che sedetti all’indietro pensando; Non cambierei questa cosa per nulla al mondo.

Dopo circa due ore arrivò il Diana con LRH che incombeva grande, con il timone in mano. Prendemmo la gomena di traino e arrivammo in porto proprio quando stava sorgendo l’alba. E per qualche strana ragione il vecchio disse al cuoco di cucinarci un breakfast speciale.

Continua …

26 commenti

Archiviato in LRH, Scientology indipendente, Sea Org

SEA ORG MEMBERS ANZIANI SI SFAMANO A MEALS ON WHEELS

scientology indipendente, scientologist indipendenti

Maurizio Serafini,mentre era a Casa Minelli, mi ha raccontato una sua esperienza mentre era a Flag e stava rientrando in forza nella Sea Org….

Si trovava nei pressi di uno dei tanti Supermercati nella ridente cittadina (?) di Clearwater quando ha notato uno dei tanti barboni che gironzolano nei pressi del parcheggio.

Lo riconobbe ed era effettivamente chi non si sarebbe mai aspettato di trovare li in quella condizione.

Sappiamo bene quanto siano considerate persone di inestimabile valore gli Auditor di CL XII, chissà i C/s !?

Maurizio, se vuoi scrivi chi era e come andò…..

Mi piacerebbe che tu lo scrivessi con il tuo carattere, cosi come me lo hai raccontato.

Ma per rimanere in tema ecco a voi, grazie a Simon Go Go Go Bolivar,cosa ci ha trovato e tradotto di “bello”…..

Che Dio abbia pieta’ di coloro che hanno scaricato queste persone per strada !  – Francesco

Ci sono parecchi cittadini anziani, Ex Sea Org member dell’area di Los Angeles, che sono stati messi in ritiri per anziani o cacciati via perché non sono più in grado di lavorare per DM. Ora riescono a malapena ad arrivare a fine giornata e si sfamano a Meals on Wheels, una organizzazione no-profit che aiuta i cittadini bisognosi anziani fornendo loro pasti caldi a aiuto di ogni tipo.

Questo gruppo WOG sta facendo per gli Ex staff di Scientology ciò che David Miscavige e la sua piccola armata di “Ministri Volontari” non riescono a fare; cioè semplicemente si rifiutano di prendersi responsabilità dei loro anziani.

Lo scopo di Meals on Wheels è di promuovere la dignità e l’indipendenza del disabile, dell’anziano e delle persone senza tetto, distribuendo pranzi nutrienti e coordinando i vari servizi di cui hanno bisogno.
Non solo questo, una volta che questi poveri Sea Org Member vengono sbattuti fuori dalla Sea Org, vengono trattati come barboni, e non gli è più permesso di entrare negli spazi delle AO, tipo il CC Restaurant, o di fare corsi in una qualsiasi delle org di Los Angeles, o semplicemente di fare incontri socializzanti con scientologist attivi o appena entrati.

Questi contatti sociali sono ciò di cui hanno più bisogno, dato che essendo anziani hanno tanto da insegnare e socializzare è un grande aiuto per loro.

In tutte le società gli anziani sono rispettati e trattati con amore e compassione, in Scientology no, vengono emarginati.

Mentre i Ministri Volontari stanno aiutando degli stranieri, essi stanno trascurando i loro stessi amici. Se pensate che queste persone si trovano a Los Angeles, a un passo da casa, cosa succederà agli anziani di Flag quando diventeranno troppo vecchi per lavorare?

Vengono tenuti lontano dall’occhio del pubblico, in luoghi di ritiro per anziani, dove gli è strettamente proibito parlare di Scientology o di menzionare che sono stati sullo staff. Naturalmente il tutto viene pagato con le nostre tasse, mentre DM e i suoi confratelli stanno diventando sempre più ricchi.

Cari lettori di OSA, questo può succedere anche a voi. Cosi non dimenticate di pagare la Sicurezza Sociale per il vostro pensionamento, perché la vostra Org non lo farà. Il piccolo David sta portando tutti i soldi in Lussemburgo.

Dove vanno a farsi aiutare i vecchi scientologist quando raggiungono gli anni del tramonto?

Qui:

NEW ERA SENIORS INTERNATIONAL

Deducibilità delle tasse, “Aiuto” per gli anziani scientologist su come entrare nei programmi di assistenza pubblica, come evitare le cliniche psichiatriche, mollare il corpo con assistenza personale nel trovarne uno nuovo.

Sono solo alcuni dei vari servizi disponibili. Dovete leggerlo per crederci!

Questa cosa mi ha veramente disgustato, per il semplice fatto che gli scientologist del pubblico sono dovuti intervenire a causa del fallimento della Chiesa, che ha lasciato i suoi membri più anziani senza nessun tipo di pensione e senza soldi.

Ecco cosa hanno fatto negli anni queste persone e quali sono i loro scopi.

Ecco la Scientology lunatica dei tempi migliori:

New Era Seniors International (NESI)
Creare una Nuova Realtà per l’invecchiamento

Carolyn Holt, E.D. 323.661.1903
1405 N. New Hampshire Ave. #207
Los Angeles, CA 90027

Due tipi di attività:

  1. Aiutare gli individui anziani a trovare soluzioni per problemi particolari, attraverso riferimenti nelle risorse della comunità, ai membri del nostro gruppo di scambio, e simili. C’è una vasta schiera di risorse comunitarie per gli anziani e noi vi mostreremo come avvalervene.
  2. Preparare programmi per aiutare un grande numero di anziani, tipo network di volontariato tramite codice postale, disseminare informazioni sui rudimenti legali per problemi di fine vita, ed eventualmente delle nostre infrastrutture per un totale ritiro.
    ————————————————–
    1998 New Era Seniors Inc. (sono nel business almeno da quell’anno)

TRANSIZIONE E DISTACCO DALLA VITA

  • NESI è onorata di dare benvenuto al suo nuovo consulente per la “Transizione dalla vita”, Julie Schwartz. Julie ha molta esperienza nell’aiutare coloro che hanno deciso che è tempo di andare. Li aiuta a chiudere i loro cicli e li porta a fare shopping per un nuovo corpo! Non c’è nulla come essere Causa sulla Vita sul futuro di un altro! Magnifico! Proprio magnifico! Benvenuta Julie.

La NESI sta organizzando un affascinante seminario per quelli della zona di Los Angeles:

– TRANSIZIONE DA UNA VITA ALLA PROSSIMA – E LO FARETE A PUNTO CAUSA! –

______________$$$$$_______________

Ma eccovi i nomi dei soci di questa proficua attività di terza dinamica. Teneteli a mente.

Fondatore e Amministratore NESI – Susan Walker:

Membri fondatori dall’USA: Susan Walker, Barry N Watson, Carolyn Holt, Peggy, Barnes, Sandra Baikie, Mark Kevitt, Joan Kevitt, Constance Silton Lynn, Peters Rebecca, Weiss Sara, Smith Marilyn, Carvin Kenneth, Barrett Hedy, Oliver Frances, Jackson David, Carlson Richard, Coanda Laura Masters, Barbara Bourgeous, Kathleen Gregg, Sharron Goldwasse,r Elfreda Karle, Dorothy Livengood, Eldon Kaufman, Ron Suiter, Donnella Frost, Sue Zenger, David Hunte,r Pat Curtis, David Curtis, Cheryl Schawalbe, Marcia Powell, Willard Michlin, Clare Anahu, Judith Townsend,
Marti Marshal, Virjinia Smedberg, Shana Daum, Rebecca Mate, Marilyn Totten, Pam Kilpatrick, Dick Dimmock, Marie Dimmock, Scott Campbell, Karry Campbell, Pamela Blehert, Dean Blehert, Aileen Cronin, Julie Schwartz, David Holt, Ron Suiter, Scott Campbell, Karry Campbell; and Bud Suiter, Robyn Robichaux, Blue Monroe, Malcolm Anderson, Mario Feninge,r Suzanne Van der Merwe, Polly Hertz, Laura Malm, Tom Lynch, Lowell Alexander, Merry Alexander,
Dalla Nuova Zelanda: Alison Axford, Lynnaire Liversedge, Vicky Casement, Mary Stevens,

Ora, dire che almeno qualcuno si è preso in carico gli anni del tramonto dei vecchi SO, quando era la Chiesa a doverlo fare, è già un fatto strano, ma vediamo di scoprire se sotto sotto non c’è il trucco. Molti di noi conoscono bene le varie attività messe in piedi da scientologist con pochi scrupoli e la sfiducia è ormai realtà diffusa.

Come disse una volta l’anziano Andreotti: “Pensar male è peccato, ma spesso si indovina.”

Che non sia la solita fregatura per speculare anche sui nostri vecchi amici.

32 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Dianetica nera, Scientology reverse

Storia nostrana…. Ricordi di Flag Land Base, Solo Nots & L’s …… TECNOLOGIA PERDUTA ?

Scientology indipendente, scientologist indipendenti

Ecco un commento di Paolo Facchinetti che ho deciso di rendere un Post, in quanto Lui racconta il periodo passato nella Neo Flag Land Base di Clearwater ( Florida ), dove lui , che allora era SNR C/S ITALY, ha curato e tradotto SOLO NOT’S e le liste degli L’S in Italiano, in modo che chiunque di lingua italiana fosse andato a Flag per ricevere quei servizi, non avesse il prerequisito di conoscere perfettamente l’inglese ma invece la possibilità di farli nella propria lingua.

Quindi, l’SP interplanetario Paolo Facchinetti è stato colui che ha fatto in modo di poter raggiungere “Causa sulla Vita” all’interno della Cof$, e responsabile di aver reso possibile la consegna degli L’s (3 livelli che attualmente costano quanto tutto un ponte) in Italiano …

Effettivamente, credo che se i robottini sul 7, quelli che se mi incrociano piuttosto che riuscire a confrontarmi fissano intensamente i lacci delle proprie scarpe fino ad andare a sbattere contro qualcosa o qualcuno, venissero a conoscenza da quale pulpito il loro livello e’ stato reso Italiano …

Forse si darebbero alla macchia.

Ma ora lascio il monitor alla storia di Paolo.

Francesco

Il SNR C/S ITL Paolo Facchinetti ( quando aveva ancora i capelli 🙂 )

Ho letto solo adesso bene lo scritto di cui sopra.

(NDR: Paolo si riferisce al terzo capitolo di Abuse at the top, il libro di Amy Scobee)

Mi ha incuriosito perché io sono stato a Flag per 5 o 6 mesi proprio in quel periodo.

Gary Gleason era il Commanding Officer WW; mentre ero lì venne destituito e sostituito con Bill Franks.

Dopo poche settimane anche Bill Franks venne destituito e sostiutuito con Guillaume Lesevre.

Quando arrivai a Flag dopo tre giorni di viaggio senza chiudere occhio, venni mandato a dormire proprio in quei garage nel semiinterrato di cui parla l’autrice dell’articolo.

Aprii la porta, guardai la scena allucinante che mi si parava di fronte, tornai nella hall di Fort Harrison chiesi allo staff quanto costava dormire in una stanza normale, mi disse la cifra, appallottolai i dollari richiesti e glieli tirai dietro (piccola drammatizzazione!), il cibo dello staff era riso in bianco e fagioli.

Fortunatamente trovai il mio vecchio pc e amico Mazzorato che mi ospitò nella sua cabana e mi invitò a mangiare con lui nella “lemon tree!” (caspita mi ricordo ancora il nome del ristorante!) in cambio di piccole traduzione dal veneto-all’americano e viceversa.

Quindi io passai 5 o 6 mesi fantastici facendo OT VI e VII e traducendoli per gli italiani; come pure le liste delle Ls.

Finito il ciclo, con qualche divertente passaggio in etica a causa di qualche knowledge report su di me scritto da qualche devota, avrei dovuto andare direttamente a Los Angeles per lavorare sotto il Senior C/S International (David Mayo) sulla revisione dei checksheet di Classe VI.

Venni chiamato invece da un executive di Flag che io conoscevo già perché era stata il Senior C/S Europe che mi informò che il progetto non si sarebbe più tenuto a Los Angeles sotto David Mayo ma a Flag, rimanendo piuttosto sul vago e sul misterioso.

Ovviamente, nel frattempo era successo quel che era successo, cioè David Mayo era stato rimosso e recluso, ma non lo sapevamo.

Me ne tornai in Italia, nel giugno dell’82, e poco dopo cominciò una via vai di mission che andavano e venivano da LA, Finance Police, viaggi a Copenhagen per ragioni misteriose che culminarono nel febbraio del 1983 quando mi venne comunicato che dovevo andare a Copenhagen a mie spese per ricevere un Comm Ev. per non so quali crimini e che mi era proibito entrare nell’Org di Milano, al che salutai tutti e me ne andai sapendo che non sarei mai più rientrato.

E’ un piccolissimo pezzetto di storia.

Da notare che tutto questo è accaduto prima dell’epoca di David Miscavage; qualche anno prima.

Se è vero che la tech richiede di trovare il basic per far blow una catena, voglio far notare, come fa notare ancor meglio di me questo articolo di Amy, che Miscavage è un pesantissimo item sulla catena, ma non è il basic.

Paolo Facchinetti & David Mayo recentemente su Orione

Nota della Reception :

Questo è cio che ha vissuto mentre era a Flag, mentre traduceva Solo Nots e gli L’s in Italiano (mi chiedo cosa si chiedano gli OSAboys … chissa’ come lo giustificheranno !?)

Direi che anche lui ci ha lasciato lo zampino !

Piu’ che un SP lo italianizzarei con PS ossia Persona Speciale.

Per me, lui come chiunque è entrato in questa vita nel mio universo è una persona speciale, nel bene e nel male, in quanto attraverso le esperienze avute in comune, ho potuto formare un corpo di conoscenza archiviato come ESPERIENZE che mi hanno reso ciò che sono ora.

Quindi grazie anche a voi, se ora sono qui cosi è perché ho avuto a che fare con Persone Speciali, con voi…

Ricercando nella storia, parlando con chi era presente, si scopre che DM era invece presente, eccome !

Abilità che riconosco in DM (se abilità è il termine corretto per giustificare l’inc… che ci ha rifilato) è stata di trovare la falla nel sistema e sotto il nome dell’intenzione del comando o per conto di LRH, di far fuori chiunque si intermediasse tra LRH (recluso con la scusa che la fuori era il cahos) e il campo.

In questo modo si è impossessato di un monopolio che LRH non voleva fosse tale ed ha trasformato il goal di Libertà totale in Controllo Mentale .

Questo è cio che ha prodotto la Cof$, persone estremiste, incapaci di affrontare realmente la vita poichè rinchiuse in un circolino, dove le notizie vengono date dall’alto in modo che loro non si preoccupino di pensare.

Un Truman Show dal quale ora in molti vedono i set montati e si rendono conto che quella da loro percepita non era la realtà, ma una manipolazione mentale che li rendeva effetto totale dell’intenzione del comando.

Francesco

TECNOLOGIA PERDUTA:

Un ringraziamento a Maurizio Serafini che passando da Casa Minelli ha lasciato un gran contributo per tutti noi.

Dopo aver notato la mia bella fila di Volumi Rossi, rigorosamente prima serie di stampa, mi ha fatto leggere questa fantastica HCOB dove LRH parla decisamente chiaro.

TECNOLOGIA PERDUTA ?

HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE

Saint Hill Manor, East Grinstead, Sussex

HCO BULLETIN DEL 4 APRILE 1972

RIVISTO 30 MAY 1972

Remimeo

Tech Div

RUNDOWN PRIMARIO

(RIVISTO)

References: LRH ED 178 INT SUPER-LITERACY

LRH ED 174 INT HIGHEST PRIORITY

STUDY AND TECH BREAKTHROUGH

HCO B 30 Mar 72 THE PRIMARY CORRECTION RUNDOWN

Revised 30 May 72 REVISED

HCOB 3() Jun 71 Word Clearing Series 8RB

Revised Issue II STANDARD C/S FOR WORD CLEARING

Revised 9 Aug 71 IN SESSION METHOD 1

Revised 11 May 72

HCO B 21 July 71 Word Clearing Series 35

Revised WORD CLEARING CORRECTION LIST

Revised 9 Aug 71 REVISED

Revised 31 Mar 72

HCO B 21 Jun 72 Word Clearing Series 41

Issue IV METHOD 8

HCO B 16 Apr 72 HANDLING OF NO INTERFERENCE AREA

Issue II PERSONS ORDERED TO A PRIMARY

[now canceled] CORRECTION RUNDOWN AND DELIVERY

OF TECH DIV PRIMARY RUNDOWN

HCO B 25 Oct 71 THE SPECIAL DRUG RUNDOWN

Issue II [now BTB]

HCO PL 19 Mar 72 Word Clearing Series 34

Issue III HIGH CRIME POLICY AND WORD CLEARING

HCO B 3 Apr 72 Study Series 6 PRIMARY RUNDOWN NOTE

Per conoscere l’importanza del Rundown Primario leggete la LRH ED 178 Int.

Il Rundown Primario consiste di chiarimento di parole e Tecnologia di Studio. Rende uno studente SUPER-LETTERATO.

Il Rundown Primario viene consegnato nella DIVISIONE DI TECH (Div. IV, Dipartimento 11).

(La Tech Div. può anche consegnare quella porzionedel Rundown di Correzione Primario che richiede il Metodo 1 e il Metodo 8 della Correzione del Rundown Primario che viene descritta nell’HCOB 30 Marzo 72 rivisto 30 Maggio 72.)

SEMPLICITA’

Il Rundwon Primario è molto semplice nei suoi gradini. NON aggiungeteci altre cose. Non fate qualcosa d’altro.

ONESTA’

La nota fondamentale del Rundown è l’onestà. L’intero Rundown può venir sprecato e lo studente fallire e il fenomeno finale mancato se lo studente diventa disonesto o se viene spinto dal supervisore solamente per i punti.

Se fatto disonestamente l’intera carriera futura di studio dello studente non solo sarà più difficile ma potrebbe fallire completamente.

Onestà significa non saltare, non tirarlo via, non dire che è stato fatto quando non lo era.

I controlli successivi sui fallimenti di auditing o amministrativi che contengano verifiche sugli errori e sull’onestà sul Rundown Primario. L’intero Rundown dovrà essere rifatto nuovamente.

GRADINI

  1. Verifica se il Tone Arm dello studente su un meter sia solitamente nella posizione tra 2 e 3.

Se cosi può procedere. Se non è cosi subito viene inviato al Rundown di Correzione Primario dato che il suo caso ha bisogno di riparazione o di maneggiamento prima che possa fare il Rundown, siccome della massa mentale gli si metterà in mezzo e potrebbe turbarsi. Questo gradino viene verificato dal Supervisore.

(Il Rundown di Correzione Primario è coperto nell’HCOB 30 Marzo 72 Rivisto. 30 Maggio 72. Consiste di azioni di correzione di auditing e di studio.)

  1. Se il Tone Arm è solitamente tra 2 e 3 sul quadrante del meter la persona viene resa Chiara sulle Parola usando il Chiarimento di Parole Metodo 1. (HCOB 30 Giugno 71 rivisto pubblicazione II, rivisto il 9 Agosto 71, rivisto 11 Maggio 72, SERIE DEL CHIARIMENTO DI PAROLE 8RB.) questo viene fatto in HGC o Dipartimento 13 di Qual o potrebbe essere fatto in un Co-auditing tra studenti. Fallimenti nel fare questo gradino o nel farlo bene rendono la Tech di Studio difficile. Un buon lavoro su questo Metodo Uno restituisce alla persona la sua educazione e porta il suo quoziente intellettivo su. Non è una azione quickie. La persona che fa Chiarimento di Parole Metodo Uno su un’altra persona sta facendo una azione di auditing. Deve essere fatto bene per ottenere il risultato finale e diventare Chiaro sulle Parole.

Se un qualsiasi errore viene commesso o la persona non è F/N dall’Examiner (dove va dopo ogni session per una verifica al meter), HCOB 21 Luglio 71 rivisto (rivisto 9 Agosto 71, 31 Marzo 72), SERIE DEL CHIARIMENTO DI PAROLE 35, si usa, La lista di Correzione del Chiarimento di Parole. Può venire usata molte volte, fintanto che c’è un turbamento.

Questo gradino dovrebbe essere fatto prima di iniziare un nuovo gradino dato che rende il seguente gradino molto più semplice.

Si applica anche HCO PL 19 Marzo 72 pubblicazione III, SERIE DEL CHIARIMENTO DI PAROLE 34, POLICY ALTI CRIMINI.

  1. Se nel fare il Metodo 1 la persona viene trovata molto deficiente in grammatica e vocabolario, benché il Metodo Uno sia finito ma ci sia voluto parecchio tempo o non sia stato possibile finirlo per via del caso, la persona viene mandata nel Dipartimento 13 per il Rundown di Correzione Primario.
  1. Se la persona ha fatto tutto bene sul Metodo Uno, viene rimessa sui Nastri dello Studio. Questo non è SOLO ascoltare i Nastri Sullo Studio, per Dio. Questo è HCOB 21 Giugno 72 pubblicazione IV, SERIE DEL CHIARIMENTI DI PAROLE 41, METODO 8.

Questo è un ciclo lungo e attento.

E viene completato in pieno.

Consiste di guardare ogni nuova parola sul nastro in un dizionario grande o grammaticale e poi ascoltare il nastro.

Le intere indicazioni vengono date nell’HCOB 21 Giugno 72 pubblicazione IV, SERIE DEL CHIARIMENTI DI PAROLE 41, METODO 8.

  1. Lo studente ora ha completato il Metodo 8.

Questo completa il Rundown primario.

Se fatto correttamente, la persona otterrà la condizione di Super-Letterato. Questa condizione viene descritta pienamente nella LRH ED 178 Int. del 30 Maggio 72.

SUPERVISORE DEL CORSO

E’ dovere del Supervisore del corso mantenere questa linea attiva. I suoi studenti non prospereranno se il loro studio viene iniziato senza il Rundown Primario.

È un alto crimine omettere questo gradino vitale.

ZONA DI NON INTERFERENZA

Le persone che sono sull’auditing di Solo tra la R6EW e OT III non possono essere messe su un Rundown Primario o un Rundown di Correzione Primario. Vedete HCOB 16 Aprile 72 pubblicazione II.

Non gli può essere consegnato Chiarimento di Parole Metodo Uno. Gli può essere solo consegnato Metodo 4 e solo sui materiali di istruzione del Solo.

MA NON PUO’ VENIRE ESCLUSO DALLO STUDIO.

Per tutti quelli nell’area di non interferenza IL RUNDOWN PRIMARIO E’ IL PRIMO GRADINO RICHIESTO PER TUTTO LO STUDIO.

Quando su o dopo OT III, tali persone devono ora fare il Rundown Primario prima di qualsiasi continuazione dello studio. Ora diviene obbligatorio.

RD DI CORREZIONE

Il Rundown di Correzione Primario si prende cura delle persone che hanno guai sul Rundown Primario.

Ma non ordinate con leggerezza che la persona faccia il Rd di Correzione Primario. Se possono passare attraverso al Rundown Primario con un po’ di tempo di supervisione, lasciate che lo facciano.

Ma se sono un po’ natter o turbati o disperati anche quando gli fornite aiuto, ciò che maneggia la cosa è il Rd di Correzione Primario.

Non spedire l’intera classe in qual.

DROGHE

Gli studenti che sono o sono stati su droghe hanno bisogno di un Drug RD prima di fare Metodo Uno. La droga annebbia uno studente e previene i guadagni. E lui perde i guadagni che ottiene.

La risposta è un completo Rundown sulle Droghe (vedete HCOB 25 Ottobre 71, “Il Rundown speciale sulle Droghe”.) Questo metterà fine alle droghe e lo lascerà vivere al di sopra di ogni piano in cui lui pensava le droghe lo avessero portato.

Noi maneggiamo I casi di droghe cosi facilmente che è da pazzi non fare questo gradino ovvio. Viene fuori il motivo per cui lui è su droghe o alcool.

Dopo può studiare e mantenere ciò che ha raggiunto.

PORTA APERTA

Il Rundown Primario è la porta aperta sulla genialità.

Super-letterato è un nuovo stato per l’uomo, incidentalmente, ne sono esistiti solo pochi nel passato, che divennero geni o grandi nomi della razza.

L. RON HUBBARD

17 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, Uncategorized

Amy Scobee: ABUSE AT THE TOP TERZO CAPITOLO

Ecco a voi Scientologist indipendenti il terzo capitolo del libro di Amy Scobee, ABUSE at the TOP.

Come Scientologist Indipendenti, per la Scientology libera dai monopoli,

una testimonianza di chi ha vissuto i piu’ alti gradini del

MANAGEMENT di Scientology. Buona Lettura !

Francesco

Capitolo 3

Il mio primo incontro con l’RPF

Poco dopo il mio arrivo a Flag, incontrai David Paul, un membro della Sea Org veterano con 26 anni di appartenenza che conosceva la sua strada molto bene. Rispose a un sacco di domande, si assicurò che venissi messa sul libro paga e mi prese sotto alla sua ala protettiva.

David Paul era diventato un terminale sicuro per me nella mia nuova locazione in Florida. C’erano alcune centinaia di staff alla base di terra di Flag e non ne conoscevo nemmeno uno.

La Sea Org ha una policy molto ferma che non ti permette di avere nessuna relazione sessuale di qualsiasi forma con qualcuno se prima non si è sposati legalmente. Ci sono delle penalità molto severe per fare ciò, per dire, venire assegnati al Progetto Forza di Riabilitazione.

Dopo aver conosciuto David da alcune settimane, mi chiese di sposarlo. Ogni cosa succedeva molto velocemente e non ero certa di cosa avrei dovuto fare. Chiamai casa e dissi a mia madre che avevo un nuovo ragazzo chiamato David e chiesi se potevo avere il consenso dei genitori per sposarmi. Rimase molto sorpresa dato che sapeva che ero arrivata in Florida di recente e che avevo solo 16 anni. Disse che dovevo aspettare almeno fino a che non avessi computo i 17 anni. Invece di aspettare, violammo le regole di non avere attività sessuali al di fuori del matrimonio.

E siccome qualcuno aveva dei sospetti su noi due perché passavamo troppo tempo assieme, venni messa su una verifica di sicurezza (un confessionale). I confessionali in Scientology vengono usati di frequente per mantenere i membri liberi da trasgressioni dato che si crede che solo le trasgressioni contro la chiesa o i suoi membri causano il divenire critici o il desiderio di andarsene.

Dovetti prendere in mano gli elettrodi attaccati ad un e-meter e mi vennero fatte molte domande sulle mie attività con David. Non fu facile per me dire la verità, ma confessai. Alla fine della confessione il verificatore proclamò: “Per il potere di cui la Chiesa di Scientology mi ha investito, ogni cosa che hai detto qui ti viene perdonata dagli scientologist”.

Questo ebbe un forte impatto su di me dato che non ero sicura delle conseguenze che sarebbe sorte dalle mie azioni. Mi sentì molto sollevata dal perdono e grata verso il mio verificatore per renderla sicura.

Entro un ora arrivarono delle guardie di sicurezza per scortarmi direttamente all’RPF. Venne pubblicato un bollettino per tutta la base, che dichiarava ciò che avevo divulgato. Poco dopo, anche David arrivò all’RPF.

Nel 1980, il Progetto Forza di Riabilitazione era posizionato nel garage del Fort Harrison Hotel. Tutte le persone sull’RPF (circa 80 in quel periodo) studiavano e dormivano in degli spazi che avevano sistemato al secondo piano della struttura del garage. Non c’era un posto per me dove dormire cosi venni sistemata in una stanza dove si tenevano le vernici con una branda e un sacco a pelo. Tutte le cose che possedevo vennero inscatolate e mi vennero consegnate. Ricordo che alcune persone mettevano una porta sopra a dei bidoni e la usavano come letto. Perché preferivano dormire in quel modo piuttosto che direttamente sul pavimento.

Come prima azione mi venne dato un pacco di pubblicazioni da leggere sull’RPF. Fui informata che dovevo imparare subito le regole dell’RPF dato che ogni violazione risultava in una punizione istantanea (chiamata Rocce&Scogli). In queste pubblicazioni imparai che si doveva correre ovunque si andava. Si doveva vestire in nero. Venivi tagliato fuori da tutte le comunicazioni con altri membri dello staff e con la tua famiglia. Tutta la corrispondenza era monitorata dalla sicurezza (le chiamate al telefono erano ascoltate e le lettere aperte e lette).

Imparai anche che se rispondevi a un senior o fallivi di chiamare qualcuno (uomini o donne) “Signore”, ti veniva assegnato un “Giro”. C’erano diversi tipi di giri – un giro lungo era una corsa avanti indietro dell’intera lunghezza del parcheggio. Un giro grande era salire le scale del Fort Harrison fino all’11° piano e ritorno. Facevamo anche qualcosa tipo accovacciarci o flessioni per aver mancato un obiettivo a corto raggio o degli obiettivi assegnati.

Una volta venni schiaffeggiata per non essere salita su di un cassonetto dell’immondizia per pressarne il contenuto quando mi venne ordinato dal leader della mia sezione. Quando feci rapporto di questo all’Ufficiale di Etica, sperando che l’avessero rimproverata, lui mi disse che la colpa era mia dato che dovevo obbedire al mio incaricato di sezione, non importava cosa mi veniva ordinato! Era un nuovo modo di pensare per me, ma imparai rapidamente che avrei passato la maggior parte del mio tempo nei guai o a dover soffrire di “Rocce & Scogli” in modo estensivo se non avessi semplicemente seguito gli ordini.

Benché in quel periodo a Clearwater ci fossero circa 100 membri dell’RPF, mi sentivo sola e isolata dal resto del mondo. L’RPF di David venne cancellato solo dopo poche settimane dal suo arrivo. Parlava cinque lingue e quindi era urgentemente richiesto altrove su di un progetto di traduzioni che c’era in quel periodo. Fu d’accordo a fare quel progetto solo se gli veniva permesso di potermi prima sposare e di portarmi con lui per una breve vacanza a visitare le nostre famiglie. Venne sorprendentemente approvato! Il talento di David doveva essere vitale perché qualcosa di cosi inusuale venisse autorizzato.

Il giorno del mio 17° compleanno, io e David ci sposammo e volammo in New Jersey a visitare i parenti di David e la sua famiglia e a Seattle per visitare i miei. Non appena ritornati, venni riportata sull’RPF e David iniziò il suo progetto di traduzioni.

Rimasi sull’RPF per un totale di otto mesi. Non stavo facendo rapidamente il programma dell’RPF dato che riuscivo a dormire appena sei ore e mezza a notte, e in un ambiente cosi caldo e torrido, ero sempre fisicamente stanchissima quando ci mettevamo a studiare alla fine della giornata.

Alla fine venni graziata e tolta dal programma dell’RPF.

Il bollettino che parlava della mia grazia dichiarava che stavo facendo progressi lenti per via del fatto che ero “illetterata” e cosi si supponeva che ero incapace di fare il programma propriamente. Ma mentre ciò non era vero, ero felice di essere stata tolta dall’RPF, nonostante la ragione fasulla.

Quando uscì dall’RPF, mi venne detto che c’era una nuova regola nella Sea Org che a nessuno era permesso di possedere o guardare la televisione dato che forniva alle persone “immagini” nella mente che potevano far scattare emozioni negative. Non ci pensai molto allora dato che raramente avevamo tempo per la TV, ma in retrospettiva, posso vedere che la restrizione di “no alla televisione” e più tardi “no a internet” erano per prevenire che i membri vedessero dei commenti sui media negativi sulla chiesa e il suo fondatore, L. Ron Hubbard. Il cielo non voglia che alcuni fatti veri possano essere scoperti!

La mio prima assegnazione dopo la grazia dall’RPF fu nella posizione di Comunicatore dell’Ufficiale in Comando della Flag Land Base (CO FLB Comm). Questa posizione è simile a quella di un segretario personale, responsabile per tutto il traffico in entrata e in uscita degli executive e far in modo che tutti gli ordini pubblicati venissero rispettati. (non proprio il posto che mi aspettavo appena dopo essere stata etichettata come “illetterata”).

In pochi mesi, l’Ufficiale in comando della base aveva bisogno di un delegato che maneggiasse tutte le materie interne e mi selezionò per questa posizione. Ciò significava che avevo bisogno di un sostituto come Comunicatore.  Questo è successo quando appresi che mia madre doveva arrivare a breve alla FLB e lei era il sostituto nominale! Finalmente!

Non appena mia madre arrivò alla FLB, completò rapidamente i suoi passi di base nella Sea Org e fu pronta per il posto assegnato.

Presentai mia madre a tutti quelli del mio ufficio e le insegnai le azioni che avrebbe dovuto fare come CO FLB Comm. Eravamo cosi felici di stare ancora assieme. In quel periodo ero molto familiare con l’FLB cosi gli mostrai tutto e la introdussi alle persone che conoscevo.

Mia madre aveva una situazione insolita, suo marito non qualificava per la Sea Org per via delle pubblicazioni sui requisiti. Quindi, mia madre e il mio padre putativo dovevano vivere al di fuori dalla base.

Affittarono una piccola casa ad alcuni isolati dal Fort Harrison Hotel. Suo marito lavorava nella Chiesa di Scientology di Tampa (che non è una organizzazione della Sea Org). Non era una sistemazione ideale, eppure mia madre voleva che fossimo tutti rimasti assieme ed era disposta a dei compromessi.

Un giorno, arrivò un membro della Sea Org da “sopra l’arcobaleno” con degli ordini scritti direttamente da L. Ron Hubbard (Il fondatore della Chiesa, anche conosciuto come LRH). Venni assegnata ad assisterlo nell’esecuzione di questi ordini.

Gli ordini volevano la rimozione di ogni persona responsabile sulla gestione degli FLB Estate Organization, togliere a queste persone ogni rango o qualifica e ri-assegnarli nelle cucine, dove sarebbero dovuti rimanere fino a che gli Estate non fossero stati riempiti di personale e non fossero fiorenti.

Quasi ogni persona dell’Ufficio del CO FLB fu retrocessa negli Estate. Non furono rimpiazzati.

Dato che mia madre era nuova e non era coinvolta nella direzione del FLB Estate Organization, venne esentata e trasferita alla Flag Service Organization (FSO).

Dopo l’esecuzione degli ordini di LRH, venni promossa al “Flag Bureau”, che è l’organizzazione mediana del management al di sopra di tutte le organizzazioni di Scientology a livello internazionale (Che a quei tempi era localizzata a Clearwater). Divenni il Capo del Management degli Estates FLB, responsabile per l’hotel del pubblico e di tutti i servizi cosi come dei servizi dell’equipaggio, il che includeva la cucina.

Lavoravo in uh ufficio assieme al Capo del Management di FSO, chiamata Susan. Non andavamo d’accordo. Lei era infelice per via del cibo e cosi un giorno incollò degli avanzi su di una busta di carta, mi gettò su di una sedia prendendomi per il collo, forzando il mio viso verso il cibo, e dicendo ripetutamente, “Confrontalo! Grazie! Confrontalo! Grazie!”.

Le sue unghie mi entrarono nella pelle facendo uscire del sangue. Feci rapporto della cosa al dipartimento di Etica, che non prese nessun provvedimento contro il Capo del Management di FSO. Venni invece tenuta fuori dal posto e messa a fare archiviazione. Dopo pochi giorni, sentii che erano arrivati ordini da LRH, che assegnavano il Capo del Management di FSO all’RPF per attività criminali di registrazione che succedevano a FSO, che lei manco di maneggiare.

Fu la prima che fui felice di vedere qualcuno andare all’RPF!

Di lì a breve fui promossa all’Organizzazione dei Messaggeri del Commodoro (CMO).

Mio marito David (che era stato in precedenza su molti progetti per il CMO) mi disse, basandosi sulle sue esperienze, che non dovevo accettare la promozione dato che non avrei più dormito o avuto tempo libero.

Quando declinai l’offerta per via di ciò che David mi aveva detto, fui convinta dai top executive del CMO che quello non era proprio il caso. David dovette fare rapporto al dipartimento di Etica per “avermi detto un sacco di bugie”.

Iniziai a lavorare nel CMO. Da subito iniziai a ricevere chiamate da “sopra l’arcobaleno” con istruzioni che tutti i loro ordini dovevano essere completati “prima che ognuno andasse a letto”.

Dopo essere rimasta sveglia per tre giorni di seguito, mi ritirai a dormire per alcune ore quando ricevetti una chiamata, che mi diceva che ero in una condizione di “Tradimento” per aver lasciato il mio ufficio e che dovevo rapportarmi ai miei doveri immediatamente.

Nei seguenti due mesi, non vidi mio marito. Dormì sul pavimento del mio ufficio alcune ore a notte, mi facevo la doccia dall’altra parte della strada a casa di mia madre e lavorai quasi sempre 24 ore al giorno.

Ricevevo chiamate direttamente dalla Watchdog Commitee (WDC).

Mi venne richiesto di trovare e nominare una dozzina di personale altamente qualificato per delle specifiche posizioni nel management, sia alla base che a livello internazionale.

Una delle persone con cui lavoravo su questa evoluzione era un uomo grosso, del doppio della mia età, che era stato nella Sea Org per molti anni. Un giorno lo stavo cercando e scoprì che si nascondeva nella libreria locale, quando parlammo, si mise a piangere e disse che non ce la faceva più – voleva andarsene e vivere di nuovo una vita normale. Non riusciva a capire come facevo a rimanere allegra benché privata del sonno e con obiettivi impossibili. Gli dissi che stavo cercando di fare tutto ciò di cui c’era bisogno ed ero felice di poter aiutare – dissi che non sarebbe durato a lungo e lo convinsi a ritornare.

Benché avessi ricevuto una commendation per aver nominato tutto il personale di cui c’era bisogno per formare una specifica area di management nel tempo previsto, venni sottoposta ad una azione di giustizia di gruppo, chiamata Commitee of Evidence. Questa Commitee consisteva di cinque miei coetanei e venne ordinata da un terminale del Managhement Internazionale responsabile di istituire tutte le unità del CMO in tutto il mondo. Aveva ricevuto un rapporto che l’unità del CMO di Flag era follemente in ritardo con la schedula durante il lavoro di adempimento delle urgenti domande poste dal WDC e ordinò che venisse intrapresa un azione di giustizia. Questa Commitee raccomandò la mia rimozione per negligenza sul servizio riguardo alla schedula.

Alcuni giorni dopo venni informata che sarei andata a Los Angeles per reclutare persone per il CMO. Diedi la notizia a mio marito e a mia madre.

Fu l’ultima volta che li vidi entrambi per tutti gli anni a venire.

5 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, Scientology reverse

Il pericolo di perdere sé stessi.

Questo interessante post scritto da Geir Isene, OT8 , e’ il frutto di parecchie domande che lui si e’ posto 

una volta dichiaratosi indipendente.

ecco le sue risposte, a voi una riflessione in merito.

Tradotto da Simon Go Go Go Bolivar

Il sito di Geir Isene

Dai riferimenti presi dal mio post precedente (Pensiero del culto), sono giunto alla conclusione che una delle più pericolose trappole è quella di accettare i dati senza averli ispezionati e verificati per conto proprio.

Nella vita di ogni giorno questo fatto si pone come un piccolo rischio – come quando accettate del gossip su un amico senza verificarlo. O quando credete a un lancio promozionale fatto da un venditore di auto usate. O quando accettate una bugia dalla persona amata. La maggior parte delle volte i dati presentati sono veri, solo occasionalmente venite portati a credere a una bugia. Ma anche se fossero vere, correreste il rischio di adottare una idea fissa per voi stessi. Ogni cosa a cui credete senza una personale ispezione tende a solidificarsi – perché voi stessi non potete spalleggiarla o realmente difenderla.

Naturalmente, è impossibile ispezionare o verificare ogni pezzo di informazione che incontrate ogni giorno. Cosi gli azzardi del flusso di dati giornalieri viene manovrato da continui, e spesso inconsci, rischi gestionali. Alcuni sono capaci e riescono a percepire quando vengono confrontati con una bugia. Altri non riescono a sentirne nemmeno la puzza e accettano affermazioni volenti o nolenti; L’ipercritico tende a ingoiare qualsiasi criticismo senza ispezione, mentre l’ingenuo digerirà ogni dichiarazione di natura dolce e soffice senza batter ciglio. Benché le prime vi renderanno la vita un poco più misera delle ultime, ci sono modi migliori per trattare con le informazioni.

Il vero pericolo arriva quando i dati sono grandi, vitali e radicali – come i principi della vita stessa, informazioni generali sulle persone e la società o giù fino agli assiomi dell’esistenza stessa. Con i dati fondamentali, il sentimento occasionale o la sensazione intestinale non funziona molto bene – perché il tutto ammonterebbe a rischi gestionali troppo dannosi. Quando si manda un Uomo sulla luna, un ingegnere non ha l’impressione che il razzo volerà se non volerà. Quindi per i dati radicali, una vera ispezione e verifica è essenziale – o voi finirete non solo in una vita di bugie, ma con una solida idea fissa che non potete difendere.

Cosa succede quando le persone accettano dati radicali senza ispezione personale? Accumulano idee fisse. Il dato va “oltre la loro comprensione”. Il dato diventa sempre più grande di loro. Entra nel regno della credenza. E li fa apparire durante delle discussioni come dei muri insormontabili, testimonianze incomplete, illogici o semplicemente stupidi.

Una persona disposta ad accettare dati vitali senza ispezione personale finirà con minore integrità personale, più credenze, meno fatti, una attitudine più difensiva e meno libera nel suo modo di pensare. E questo succederà anche se il dato è vero. La persona diverrà più piccola – fino al punto dove non ci sarà più nessuno rimasto per ispezionare qualcosa – un robot dell’informazione. Nessuno in casa.

Un sintomo per qualcuno che sta prendendo questa strada e una mente chiusa, sulla difensiva, non aperta a vedute opposte alle sue. O attacchi definitivi verso opinioni contrarie.

Nella mia esperienza, questo ricopre di gran lunga molti scientologist e tanti critici di Scientology. Sia che accettino dati di Scientology o dati anti-Scientology senza ispezione personale – pur sempre chiude la mente e rende la persona più piccina.

Questo non è confinato solamente a Scientology, religione o scienza. Questo fatto è rilevante in ogni area della vita che tratti dati generali  o radicali sulla vita e la livingness. Come la politica.

Più in alto ci si trova sulla scala del Pensiero di Culto, più il gruppo costringerà e imporrà il credo e scoraggerà o sopprimerà l’ispezione personale dell’informazione.

È un paradosso del tradimento che la Chiesa di Scientology chieda l’accordo sui principi dettati da L. Ron Hubbard. È perfino radicato nei suoi scritti. Benché lui molto correttamente abbia indicato che voi non dovreste accettare nessun dato senza che voi stessi siate capaci di vederlo come vero, in altri scritti ha imposto obbedienza. Come la pratica del Chiarimento di Parole Metodo 4, dove un disaccordo coi materiali studiati non viene accettato se non come una mal comprensione da parte dello studente. O nella Policy Mantenere Scientology in Funzione #1, dove nessun disaccordo con la Tecnologia o anche il minimo miglioramento non è accettato. E ci sono molti altri esempi. La Chiesa di Scientology segue queste Policy e punti di vista alla lettera, imponendo obbedienza concettuale, martellando via ogni veduta che si oppone.

E questo è un paradosso del tradimento perché il vero scopo di Scientology dovrebbe essere rendere l’individuo più libero, più sé stesso e in grado di valutare meglio le situazioni, la vita e le informazioni. Nei fatti sta succedendo quasi l’opposto. Le prove di questo sono nelle migliaia di dibattiti su Scientology che ci sono in rete. E’ diventato un dibattito stigmatizzato sullo studio dell’illogica.

Lo scambio di informazioni si ferma davanti alle idee fisse. Diventa un esercizio di strategie e tattiche difensive. L’intelligenza diviene futile.

Un’altra prova di ciò che succede in Scientology quando la gente accetta un dato senza ispezione personale è un fatto molto più serio – come un elefante nella stanza – l’assenza di persone fantastiche.

O, pensate ulteriormente a questo; non è solo che Scientology sembra fallire nel produrre persone fantastiche. Sembra che produca persone con un sacco di problemi. Nella mia esperienza, ho visto più persone con una vasta gamma di problemi che sono state in Scientology di quante non abbia visto che non ci sono mai state. Ho tanti amici non-scientologist che hanno avuto realmente una bella vita, alcuni di loro anche una vita illuminante. Mentre alcuni amici scientologist avevano problemi con sé stessi, con le loro famiglie e la loro situazione economica personale. Molti hanno problemi anche contemplando qualsiasi punto di vista opposto alle loro proprie idee fisse – implantate nell’accettare i dati di Scientology senza una propria verifica. Quindi tutto finisce in …

Meriti. L’efficacia di qualsiasi principio, dato o procedura, tecnologia o corpo di conoscenza deve essere giudicato dai suoi meriti. Fornisce valore vero e provato? I risultati si possono assaggiare?

Scientology è una scena molto misera quando si giunge ai risultati veri provati. Perciò un’altra area viene messa in gioco – le Policy di Hubbard sulle Relazioni Pubbliche. Qualunque area può essere ripulita fino a farla brillare, anche in assenza di risultati verificabili. Oggi, Scientology non consegna ciò che promette.

È sconcertante che cosi tanti scientologist siano incapaci di applicare i dati di Hubbard sul guardare ai risultati statistici quando misurano l’inefficienza di qualunque tecnologia.

Molto della mancanza di risultati può ovviamente essere attribuito all’attuale dittatore della Chiesa di Scientology. Ma ridurre L. Ron Hubbard a un uomo senza reali influenze sulla scena corrente di Scientology è rendergli un grave disservizio.

Prima che i lettori pensino che io abbia girato le spalle a Scientology e sia diventato “un critico”, aggiungo che non è una questione di essere “Per” o “Contro” ma piuttosto di valutare onestamente gli effetti che posso vedere. Tutto è racchiuso nella pratica di guardare. Guardare continuamente e onestamente.

Ho scritto tante volte che ho avuto grandi guadagni personali in Scientology, e credo che ci siano guadagni eccellenti in Scientology per la maggior parte delle persone. Ma accettare dati senza valutarne il valore è la strada verso la non-integrità personale. Dovete essere capaci di verificare e di vagliare ciò che funziona per voi in questo vasto oceano di dati di Scientology. Dovete essere capaci di pensare con essi, difenderli, essere fluidi nelle vostre valutazioni e aperti a punti di vista opposti. E funziona in ogni campo che abbia a che fare con dati sulla vita, l’universo e ogni cosa. Praticate questo, e ci saranno realmente pochi pericoli di perdere voi stessi.

Credo che la pratica continua di guardare onestamente sia la via reale all’illuminazione.

————–

P.S. Capisco che questo post possa far traballare alcuni dati stabili o anche far arrabbiare alcuni accampamenti. Se cosi è, lo considero un passo in avanti. 

Geir Isene

30 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Org Ideali, Scientology reverse, Uncategorized

PIANO D’AZIONE 3 : RIPRENDERE L’AUTORITA’ ECCLESIASTICA DI CSI

Niccolo Machiavelli è famoso per aver scritto il classico del 16 secolo, Il Principe. Nel quale critica la conoscenza convenzionale dei suoi tempi: che i governanti, per aver successo, devono acquisire i loro poteri legittimamente e governare con virtù.

Machiavelli portrait

Macchiavelli sosteneva invece che nulla importa se non l’acquisizione e il mantenimento del potere in qualsiasi modo si sia  acquisito e mantenuto. Dimenticate la legittimità. Dimenticate la moralità. Non contano.  [1]

Qui di seguito alcune delle regole di potere che avanzava:

“Un governante saggio non dovrebbe mai aver fede, il farlo sarebbe contro i suoi interessi.”

“Uno che inganna troverà sempre quelli che gli permettono a sé stessi di essere ingannati.”

“Un principe non mancherà mai di motivi legittimi per rompere la sue promesse.”

Il suo lavoro fu cosi influente, che il suo nome divenne parte del nostro linguaggio. Machiavelliano significa:  Astuto, intrigante e senza scrupoli. Esempio; in politica o nel portare avanti la propria carriera. [2]

Uno scientologist addestrato riconoscerà che Machiavelli ha sfruttato gli istinti più bassi dell’Uomo, quelli trovati nella “mente reattiva” Cioè, quella parte della mente che agisce su basi stimolo-risposta al di sotto della consapevolezza della persona, non è ragione).

LRH doveva avere in mente questo quando divise I poteri e le autorità al di sopra di Scientology in 3 separate entità corporative cosi che la Chiesa sarebbe durata “milioni di anni”. [3]

In meno di 25 anni dalla morte di LRH, tuttavia, le prove abbondano che David Miscavige, dalla sua posizione auto-creata di Presidente del Consiglio di RTC, sta governando tutta Scientology, incluso le Materie Ecclesiastiche, una funzione che LRH ha riservato esclusivamente per la Chiesa di Scientology Internazionale (CSI), la “Chiesa Madre”.

LRH intendeva che RTC monitorasse CSI, non che la supervedesse o bypassasse.

Una volta che CSI(Church of Scientology International) otterrà la sua indipendenza, come postulato nella Serie delle azioni 2, la “Chiesa Madre” avrà poi bisogno di riconquistare la sua autorità ecclesiastica da RTC (Religious Technology Center e indossare il proprio Hat cosi come dato da LRH.

Per fare ciò, gli amministratori, i direttori generali, gli ufficiali e lo strato di executive di CSI – una volta reinstallati e funzionanti in modo indipendente – devono studiare (non solo leggere) le licenze che espongono i doveri e le responsabilità tra CSI e RTC come inteso da LRH.

Una licenza significa il permesso di usare [4]. LRH ha concesso a RTC i diritti per i marchi di Scientology e la Tecnologia Avanzata a condizione che RTC licenziasse CSI ad usarli dietro precisi termini.

Non cadiamo preda della PR e della propaganda, o accettiamo “il modo in cui sono le cose”.

RTC non era intesa essere l’entità piena di poteri in cui si è evoluta, con un singolo “Presidente del Consiglio”, quasi un Papa che governa la totalità di Scientology.

Le licenze dettano gli intenti scritti da LRH.

E rivelano controlli e bilanciamenti tra le due entità, una transazione a lunghezza di braccio, con RTC che aveva il dovere di monitorare l’uso dei marchi e della tecnologia avanzata da parte di CSI (non dirigere il loro uso), e con CSI che era la massima autorità al di sopra di tutte le materie ecclesiastiche (non minore o uguale a RTC).

L’intento di LRH: finirla con il governo a un uomo solo in favore di controlli e bilanciamenti.

Abbiamo enunciato in questo sito web e nei nostri articoli, che dopo la sua morte LRH intendeva mettere fine al governo di un solo uomo , e rimpiazzarlo con un elaborato sistema di controlli e bilanciamenti multipli che includevano:

3 corporazioni governanti (Church of Spiritual Technology (CST), RTC & CSI);

7 consigli di amministratori, direttori generali e, unicamente per CST, direttori speciali;

All’interno di CSI, la “Chiesa Madre”, uno strato di executive che comprendeva l’Organizzazione dei Messaggeri del Commodoro e la Watchdog Commitee;

La distribuzione dei diritti di proprietà di LRH;

a)     I copyrights di libri e conferenze (Le scritture di Scientology) a CST;

b)     I marchi e la Tecnologia Avanzata di Scientology a RTC, a condizione che:

c)      RTC licenziasse CSI ad usare i marchi e le licenze; con:

d)     Una opzione a CST di acquistare i diritti da RTC a 100$ l’uno.

Vedi gli intenti di LRH per un diagramma schematico della struttura corporativa di governo per Scientology.

RTC – CSI Licenze

LRH ha dato a RTC i suoi diritti per I marchi e la tecnologia avanzata di Scientology. questi sono due tipi diversi di “Proprietà intellettuale” (cioè; creazioni della mente che la legge riconosce possano essere esclusivamente possedute). [5]

Un “Marchio” ad esempio, che è un segno distintivo o un indicatore [6], include il nome Dianetics e Scientology, e anche la Croce di Scientology:

Per una lista completa dei marchi concessi a RTC, e poi licenziati a CSI per il loro uso, fate riferimento all’appendice in RTC – CSI Licenze dei Marchi.

La Teconologia Avanzata di Scientology include tutti I materiali confidenziali, tipo I Livelli Superiori. Questi sono “Segreti Industriali”, un tipo speciale di proprietà intellettuale che può essere posseduta e protetta fino a che si faranno sforzi per mantenerla confidenziale [7].

L’esempio più famoso di “Segreto Industriale” è la formula della Coca Cola. Per una lista completa dei materiali confidenziali concessi a RTC, e poi licenziati a CSI per il loro uso, fate riferimento all’appendice in: RTC – CSI Licenze della Tecnologia Avanzata

Notate che le licenze sono contratti formali tra RTC e CSI, firmati e testimoniati da ufficiali di ognuna delle due corporazioni.

LRH Intendeva che RTC – CSI fossero soggetti vicini tra loro.

I contratti espongono i doveri e le responsabilità delle due entità, e rivelano gli intenti di LRH che RTC e CSI devono essere due soggetti paritari, molto vicini tra loro, con CSI la massima autorità concordata al di sopra delle materie ecclesiastiche.

Per facilitare la comprensione, abbiamo ri-formattato le licenze e gli accordi e poi evidenziato I vari passaggi e, aggiunto i commenti editoriali.

Licenze dei Marchi ri-formattata Adv.Tech License

Qui ci sono i passaggi chiave:

● RTC può monitorare, ma non interferire o dirigere – o bypassare – le materie ecclesiastiche.

“E’ intento di (RTC e CSI) che CSI agirà come principale contatto e autorità ecclesiastica superiore con tutte le organizzazioni correlate della religione di Scientology su questo pianeta,  rispetto all’uso dei marchi in relazione a questo contratto.”[8]

● RTC deve notificare CSI su problemi riscontrati – non bypassarla.

● Se CSI non è d’accordo, esempio: sorge una controversia, le parti devono arbitrare.

Nota bene: RTC non può dettare una conclusione a CSI

● RTC può terminare I marchi e le licenze solo dopo arbitrariato e solo dopo che gli arbitri determinino che non esiste una alternativa correttiva alla cessazione delle licenze.

● (Gli stadard per terminare la Teconologia Avanzata sono leggermente differenti, data la natura dei diritti di proprietà – cioè, Segreti Industriali o simili).

● Entrambe le parti riconoscono che CSI è la massima autorità sulle materie ecclesiastiche.

● Gli standard di governo degli accordi di licenza sono le scritture di Scientology – cioé, le parole registrate o scritte di LRH – in vigore al tempo degli accordi (Maggio 1982), e quando ulteriori scritture di LRH vengano sviluppate se adottate da CSI e approvate da RTC.

“Gli standard di governo per la natura e la qualità di tutti i servizi resi e in associazione coi marchi devono essere le scritture di Scientology, cosi come esistono alla data effettiva di questo accordo.”[8]

CSI deve essere veramente indipendente perché l’elaborato sistema di LRH di multipli controlli e bilanciamenti funzioni. E, come ogni Scientologo può vedere, quando questi fatti vengono ispezionati e paragonati alla scena esistente, RTC ha oltrepassato la sua autorità rispetto a CSI.

È il nostro dovere, come da KSW, capire e rimediare a questa situazione, insistere che l’intento di LRH, i contratti e i documenti corporativi approvati da lui siano implementati.

Gradino d’Azione 3

Sollecitiamo gli Scientologist ad aiutare facendo queste tre cose:

1)      Leggete la lettera di Richiesta di una Verifica di Conformità indirizzata ai Direttori Speciali di CST. (non è la stessa lettera che era stata linkata nei gradini d’azione precedenti). La lettera serve a mettere sul preavviso i Direttori Speciali (che sono autorizzati come avvocati compensati della California) di una situazione che coinvolge i loro doveri legali, e a richiedergli di maneggiare responsabilmente la situazione, conducendo una verifica indipendente relativa all’uso delle licenza da parte di CSI. La situazione da verificare sono specificate nella lettera. Per visionare la lettere fate click sotto:

Lettera di richiesta per Verifica di Conformità

2)      Inviate una lettera di supporto al nostro ufficio legale, dichiarando il vostro supporto per la verifica di conformità. (Non è la stessa lettera che era linkata nella serie delle azioni 1). Abbiamo preparato una lettera campione che può essere mandata anonimamente. Vedete le “istruzioni” sotto per ulteriori dettagli e per scaricarla.

Lettera di Supporto 

SE NON AVETE MANDATO LETTERE DI SUPPORTO PRECEDENTI, VI PREGHIAMO DI ANDARE AI GRADINI D’AZIONE PRECEDENTI E DI INVIARE ANCHE QUELLE.

3)     Passate parola. Informate altri Scientologist che sapete della situazione disseminado loro il volantino di una pagina per: A) Email, B) Posta regolare, C) Semplicemente infilandolo nella buca delle lettere o sotto al tergicristallo della loro auto. Vedete le “istruzioni” sotto per scaricare il volantino.

Volantino

Istruzioni

  1. Scaricate la Lettera di Supporto. Aggiungete il vostro nome o un nome in codice (cioé, un alias o un username) e datatela, poi inviatela al nostro ufficio legale descritto nella lettera. Non dovete mettere un indirizzo sulla busta se usate un nome in codice. Se usate un nome in codice, usate qualcosa di unico fatto di lettere e numeri, tipo:Jdoe12RC, e fate un marchio unico nella riga della firma. Il nome in codice e il marchio per la firma  che usate dovrebbe essere usato in ogni lettera che inviate. (Ci sono molte più azioni da fare in futuro).
  2. Create una prova. Fate una copia della lettera dopo che l’avete compilata, e conservatela in un file. Questo gradino è molto importante per coloro che usano un nome in codice. Potremmo aver bisogno di far combaciare le lettere a una identità in un periodo futuro se e quando è richiesta una prova dell’ammontare di supporto che abbiamo – e quando le persone si sentiranno più sicure a farlo.
  3. Scaricate il volantino. Che è composto da due pagine, un documento PDF a colori. questo è lo stesso volantino che era linkato nella Serie delle Azioni n° 1. Inviatelo via e-mail ai vostri amici Scientoogist, usando un account e-mail alias se preferite l’anonimato. Potete anche spedirlo per posta o metterlo nella loro buca delle lettere o sotto al tergicristalli delle loro auto. (non infrangete nessuna legge mentre lo fate). Il volantino è meglio stamparlo sui due lati di un foglio solo, cosi da ottenere un documento di una pagina stampato su entrambi i lati. Se non avete le capacità per farlo, vi raccomandiamo di scaricarlo su una chiavetta flash e di portarlo a un vicino negozio per la stampa. Stampatelo in bianco e nero, in due pagine, se dovete. O stampate questo articolo e distribuitelo. L’idea è di spargere la voce e coinvolgere gli altri.
  4. Tenete le statistiche: n° di lettere di supporto uscite. n° di volantini agli Scientologist.
  5. Rimanete sintonizzati per la Serie delle Azioni 4.
—————————————–
Glossario
  1. http://it.wikipedia.org/wiki/Niccol%C3%B2_Machiavelli
  2. machiavelliano [ma-chia-vel-lià-no] agg. LETTERA Di N. Machiavelli: le opere machiavelliane Relativo a     Machiavelli e alla sua opera: centenario m.
  3. http://www.savescientology.com/yingling_declaration.pdf
  4. http://it.wikipedia.org/wiki/Licenza_(economia)
  5. http://dizionario.babylon.com/propriet%C3%A0_intellettuale/
  6. http://it.wikipedia.org/wiki/Marchio
  7. http://it.wikipedia.org/wiki/Segreto_industriale
  8. http://www.savescientology.com/license_reformatted_marks.pdf

7 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Uncategorized

ABUSE AT THE TOP by Amy Scobee SECONDO CAPITOLO

ECCO A VOI IL SECONDO CAPITOLO DI ABUSE AT THE TOP , GRAZIE A SIMON BOLIVAR PER IL SUO GRANDE LAVORO DI TRADUTTORE !

——————————————————————————————————————————————————

CAPITOLO 2

Unirsi alla Sea Organization

La Sea Organization (Anche Sea Org o SO in breve) è definita nel sito della Chiesa Ufficiale di Scientology come segue:

“La Sea Org stabilita nel 1967 una volta operava su una serie di navi. Venne formata da L. Ron Hubbard durante la ricerca di civiltà precedenti e supervisiona l’organizzazione delle chiese in giro per il mondo. I primi membri della Sea Org formularono una promessa di un miliardo di anni per simbolizzare la loro appartenenza a questa religione come esseri spirituali immortali. Viene firmato oggi da tutti i membri. La Sea Org è anche fiduciaria per l’amministrazione dei servizi superiori di Scientology. La Sea Org prende il nome per celebrare il fatto che la vita di Mr. Hubbard è stata di frequente connessa col mare. Tuttavia, oggi la maggioranza dei membri della Sea Organizzation sono di base a terra, per mantenere la tradizione dell’ordine iniziale, ancora oggi vestono uniformi marinare e hanno gradi e qualifiche. I membri della Sea Org lavorano molte ore e vivono in comunità con alloggio, pasti, uniformi, cure mediche e dentistiche fornite dalla Chiesa. Partecipano all’addestramento e all’auditing di Scientology durante una parte della giornata, ma altrimenti dedicano loro stessi nel promuovere gli obiettivi di Scientology attraverso le loro particolari funzioni.”

Era il Settembre del 1979. C’erano voci di un event di espansione che si doveva tenere nella chiesa di Seattle per tutti gli scientologi locali da parte di ufficiali della Sea Org. La partecipazione era obbligatoria. Mia madre e io andammo all’event assieme. Mentre la gente arrivava, venimmo introdotte e fatte sedere in una grande sala.

Prima che l’event iniziasse, vennero passati dei sondaggi che il pubblico doveva compilare, con domande dettagliate sulle nostre qualifiche individuali, del tipo se avevamo mai preso LSD, se eravamo mai stati messi in manicomio, se avevamo dei precedenti criminali, oppure grossi debiti e cosi via. La mia risposta ad ognuna di queste domande fu, “No”. I sondaggi vennero raccolti e l’event iniziò.

L’oratore venne fuori e ci informò della strategia per rendere Scientology una parola familiare internazionalmente e su quanto fosse vitale per ognuno salire a bordo per aiutare a farlo diventare realtà. Aveva una grande mappa del mondo dietro a lui e additava i piccoli punti rossi come località dove c’erano le attuali Chiese, che apparivano minuscole se paragonate alla dimensione del pianeta.

Nel mezzo dell’event, l’oratore lesse una lista di persone che dovevano rapportarsi immediatamente in una stanza sul retro per un breefing privato.

Il mio nome era nella lista.

Sentì il mio cuore battere più forte e non riuscivo a capire come sapevano il mio nome. Avevo dimenticato di aver compilato il sondaggio prima dell’event.

Il nome di mia madre non era sulla lista, cosi dovevo andare al breefing speciale senza di lei. Mi rapportai sul retro, assieme ad altri venti del pubblico.

L’oratore principale dell’event (chiamato Don) venne nella stanza sul retro, assieme ad altre tre persone vestite in uniforme completa della Sea Org (cappelli navali, mostrine dorate, guanti bianchi, cordoni intorno alla vita – il lavoro). Ci informò che eravamo i pochi selezionati che erano qualificati e che dovevamo tutti unirci al gruppo d’elite della Sea Org – subito!

Don disse che mentre si sarebbe spostato alla prossima città per prendere a bordo sempre più gente, due membri della SO sarebbero rimasti a Seattle per prepararci a fare le valigie e mandarci nella Sea Org.

Ci allungò dei contratti della Sea Org, ci fece mettere in piedi, alzare la nostra mano destra e ripetere il codice di un membro della Sea Org assieme lui. Questa si chiama la “cerimonia di giuramento”. Dovevamo poi tutti firmare il contratto, giurando di lavorare a tempo pieno per il prossimo miliardo di anni.

Non sapevo quello che stavo facendo. Mi meravigliavo perché il nome di mia madre non fosse stato chiamato e cosa avrebbe pensato. Non osavo chiederlo agli ufficiali della Sea Org. Ognuno stava seguendo ordini e credetti che era meglio lo facessi anch’io. Chiesi che tipo di lavoro avremmo fatto e la risposta fu, “”La nostra missione è di mettere l’Etica In su questo pianeta e nell’Universo. Ti stai unendo all’elite dell’elite, responsabile per maneggiare gli psichiatri soppressivi che esistono qui e ora e quelli che implantano gli esseri tra le vite cosi da rendere il clearing planetario possibile”.

Ero senza parole.

L’intermezzo era finito, ognuno venne rimesso a sedere e quelli del retro si riunirono al resto del pubblico per ciò che rimaneva dell’event. L’oratore tornò e annunciò i nomi di coloro che si erano appena uniti alla Sea Org. Ci fu una standing ovation immediata! Evviva ad alta voce! Eravamo eroi!

Mia madre cadde quasi dalla sedia. “Non esiste – non hanno capito che sei ancora minorenne? Non hanno il consenso dei genitori. Sei solo al liceo e ora non riceverai una vera educazione. Come possono farlo senza discuterlo prima con me? È fuori discussione!”

Tornai dal reclutatore e gli dissi che non potevo andare dato che non era stato coordinato con mia madre.

Come leoni che azzannano una preda, gli ufficiali della Sea Org erano tutti sopra mia madre per maneggiare le sue “contro-intenzioni verso l’espansione di Scientology”.

Alla fine, dopo avergli promesso che avrei assolutamente continuato a frequentare la scuola per prendere un diploma superiore, che avrei avuto tre settimane all’anno per visitare casa e che avrei potuto mantenere una comunicazione di routine con la famiglia (tutto questo si scoprì essere una sfacciata bugia), mia madre firmò i documenti per il consenso familiare, approvando che io mi unissi alla Sea Org – in forma effettiva – non appena avessi compiuto 16 anni, che sarebbe stato solo poche settimane dopo.

I reclutatori mi fornirono una lista di cose da maneggiare prima di dovermi rapportare per il servizio. La mia principale preoccupazione era dirlo a mio padre, che non sapeva nulla di Scientology. Mi dissero che ciò che mi serviva era una storia di copertura (A Shore Story), cosi dovevo dirgli di aver ricevuto una grossa offerta e che sei partita per diventare una modella a Parigi. Io e mia madre andammo a visitare mio padre e questo fu ciò che gli dicemmo. Era cosi orgoglioso di me! Pensai che avrei potuto vomitare.

Dopo alcune settimane che avevo firmato il mio contratto con la Sea Org, mi venne prenotato un volo per Los Angeles. Era la prima volta che andavo via da casa ed il primo aereo su cui salivo. Arrivai a Hollywood, in California il 31 Ottobre del 1979 – la notte di Halloween.

All’aeroporto non c’era nessuno ad aspettarmi, provai a chiamare il numero di telefono che mi avevano fornito ma non riuscì a parlare con nessuno. Provai per circa due ore, cercando per diversi numeri della  “Chiesa di Scientology” nell’elenco telefonico. Avevo con me tutto il mio bagaglio e nessun indizio dove dovevo andare. Non volevo rimanere nell’aeroporto più a lungo, dato che sembravo abbandonata e mi sentivo insicura a dovermi sedere là.

Alla fine qualcuno rispose al telefono e mi disse che dovevo prendere un taxi e che loro mi avrebbero atteso all’arrivo per pagare la corsa quando sarei arrivata. Pregai che fossero davvero stati lì questa volta. Fortunatamente c’erano.

Venni assegnata in un dormitorio del grande palazzo blu, su Fountain Avenue, chiamato il “Complex”. In precedenza questo palazzo era un ospedale e tutti i corridoi e le stanze ancora sembravano cosi, senza moquettes, solo pavimenti di fredde piastrelle. Le stanze erano senza doccia. Uno doveva percorrere tutto il lungo corridoio dove c’era una stanza per le docce in comune. C’era una stanza per gli uomini e una per le donne. Ci voleva una chiave per entrare, che non mi era stata data. Cosi dovetti rimanere nel corridoio con il mio asciugamano e lo shampoo fino a che qualcun’altro passò per la porta e io potessi entrare. Nel mio dormitorio c’erano dei letti a castello a tre piani. I materassi erano vecchi e scomodi, inoltre, a me i letti a castello non piacevano proprio.

Sentivo già la nostalgia di casa.

Dopo la mia prima notte senza riposo, svegliandomi ogni ora con la paura di cadere di sotto dal letto a castello in ogni momento, chiamai mio padre e gli confessai di aver mentito. Gli dissi che non sarei diventata una modella a Parigi, ma che mi ero unita a Scientology a tempo pieno e che ora ero nella Sea Org a Los Angeles, su di un contratto di un miliardo di anni.

Piansi tutte le lacrime che avevo, spiegandogli che ero dispiaciuta per le bugie e che non pensavo avesse capito se gli avessi detto la verità. Naturalmente, era arrabbiato di questo fatto, ma sorprendentemente non con me. Mi disse che avrebbe fatto causa a mia madre, per ottenere la mia piena custodia e nel frattempo mi avrebbe riportato a casa immediatamente.

“Adesso, l’hai veramente combinata grossa Amy”, pensai. si supponeva che mi sarei comportata come un adulta, eppure stavo combinando guai con ogni cosa. Non volevo far sapere agli ufficiali della Sea Org che avevo pianto come un neonato con mio padre, il quale ora voleva riportarmi a casa, e sicuramente non volevo creare ripercussioni a mia madre, che per me è sempre stata tutto.

In qualche modo convinsi mio padre che trovarmi qui era stata una mia decisione sentita – era ciò che volevo fare nella mia vita – e la mamma non doveva essere biasimata di nulla. Mi disse che mi voleva bene e che rispettava la mia decisione. Fino a che ero felice io, lui sarebbe stato felice per me. Mi disse chiaramente che se volevo tornare a casa, per me ci sarebbe sempre stato.

In tutti questi anni, questa conversazione mi è passata per la mente molte, molte volte e dolorosamente ho sempre desiderato casa.

Chiamai mia madre e le dissi cosa era successo. Lei mi disse che non appena mio fratello (che è più vecchio di me di un anno e mezzo) fosse andato via di casa e che lei avesse maneggiato alcuni debiti, ecc… anche lei si sarebbe unita alla Sea Org e poi ci saremmo ritrovate ancora una volta assieme.

Halleluia! Pensai che alla fine ogni cosa si sarebbe risolta per il meglio.

Dopo un breve orientamento in giro per il Complex, mi venne fornita la schedula che includeva nove ore di lavoro sul ponte, mezz’ora per l’igiene personale, cinque ore di studio dei materiali di base sulla Sea Org, mezz’ora per i pasti e la colazione e otto ore di sonno.

C’era un sacco di lavori di ristrutturazione in corso in quel periodo. Tutti i corridoi venivano verniciati, molte stanze vuote venivano trasformate in uffici e stavano posando nuovi pavimenti. Stavamo togliendo l’isolamento di fibra di vetro dal soffitto di una intera ala del Complex.

Pur indossando piccole maschere protettive sul viso, ero piena di fibra di vetro ovunque, mentre la strappavamo via e insaccavamo il vecchio isolante. Questo materiale non si lavava via nella doccia – potei sentire piccole particelle di fibra di vetro su tutta la mia pelle per giorni interi.

Non lo volevo fare più, ma l’Incaricato della nostra unità disse che dovevo imparare ad essere OT e “confrontare l’universo fisico senza ritrarmi” altrimenti avrei fallito rapidamente come membro della Sea Org.

Fu in questo frangente che mi venne insegnato a non mostrare “reazioni e emozioni umane” (Chiamate HE&R dagli scientologist). Se uno mostrava un qualsiasi turbamento, veniva squadrato pesantemente e classificato come drammatizzazione della propria mente reattiva o del proprio “caso”. Potevano venire scritti dei rapporti su di te per questa cosa, ed era policy della Chiesa che nella Sea Org, mostrare di frequente il “caso sul posto” poteva farti assegnare al Progetto Forza di Riabilitazione (RPF).

Tutto ciò che sapevo dell’RPF a quel tempo, era ciò che avevo visto quando mi imbattevo nel Complex di LA con un gruppo di persone che correvano ovunque andavano nelle loro divise nere, facendo lavori che facevano sembrare la rimozione della fibra di vetro come una vacanza.

In una particolare occasione, osservai gli RPFer che pulivano quello che veniva chiamato “il budello dei topi”. Un lungo e angusto spazio sotto alla cucina del Complex dove filtrava l’acqua stagnante, mescolata a particelle di cibo. Ci potevi entrare solamente strisciando sullo stomaco nel fango. Dovevano drenare l’intero posto con dei secchi e ripulirlo al guanto bianco.

Quel posto era chiamato “il budello dei topi” per una ragione. Ma poteva benissimo chiamarsi anche “il budello dei vermi e degli scarafaggi”.

Cosi, imparai la mia prima lezione basilare molto bene: Non è bene rispondere a un superiore o mostrare una qualsiasi emozione – dovevi semplicemente fare ciò che ti veniva detto o le pene sarebbero state troppo macabre da sopportare.

Studiare di notte, dopo una lunga giornata di lavoro era uno sforzo. Stavamo studiando tutto sulla storia della Sea Org e su come operare sul mare, il che significa che il materiale era pieno di termini nautici. Il mio naso era immerso nel dizionario per la maggior parte del tempo, cercando di comprendere la terminologia. Non sapevo nulla sulle navi. Stavo annegando nella confusione ed iniziai a riavvolgere velocemente i nastri su come operare su di una nave.

“Dato che al momento la Sea Org non ha nessuna nave, cosa farò dopo aver finito l’addestramento di base?”, chiesi. La risposta fu che sarei “salita sull’arcobaleno”.

“Cosa cavolo!?” dissi sorpresa.

Mi venne detto che era altamente confidenziale e che lo avrei scoperto solo quando ci sarei stata. Lo dissero per via delle mie qualifiche, ero una delle poche prescelte ad avere il privilegio di andarci.

Nella mia mente, la domanda logica successiva fu se anche mia madre ci sarebbe andata “sull’arcobaleno” quando fosse arrivata in Sea Org. Cosi chiesi e la risposta fu “No”.

Era tutto ciò che avevo bisogno si sentire.

Io e un altro membro della Sea Org (anche lei non era felice della sua esperienza in Sea Org) decidemmo che tutto questo era troppo e che la Sea Org non era per noi. Andammo su al dormitorio e ci chiudemmo in stanza. Sprangammo la porta e mettemmo una sedia sotto al pomello della porta cosi che nessuno potesse entrare. Me ne andavo dalla Sea Org.

Molte persone provarono a farci aprire la porta ma non demordemmo. Alla fine mandarono su Don (il mio reclutatore d’origine) che si sedette fuori della stanza e ci persuase a lasciarlo entrare.

Gli dissi che NON sarei andata su all’arcobaleno – se non potevo lavorare vicino a mia madre da qualche parte, volevo tornare a casa.

Dopo molta attesa, mentre fuori della stanza del dormitorio veniva coordinato il tutto, venni rassicurata che i piani ora erano cambiati e che sarei stata messa sul posto dove mia madre poteva in seguito unirsi a me. Pensai, “Se è veramente il caso, allora coopererò”.

Non appena il nostro addestramento di base fu finito, un gruppo di noi venne riunito e fummo informati che avremmo formato un network internazionale di ufficiali per il reclutamento di personale per la base di terra di Flag a Clearwater. Dovevamo scegliere un continente dove andare e a me venne data la prima scelta. Scelsi l’Europa.

Era un po’ ridicolo, dato che non conoscevo altre lingue, non sapevo nulla sugli usi e costumi, sui visti, cambio di valuta o qualsiasi altra cosa che questo lavoro richiedeva per trasferire del personale in un altro continente. Ricordo di aver pensato che mio padre sarebbe rimasto impressionato se fossi riuscita a ritornare in Europa dopo tutto – nonostante il mio fiasco iniziale.

Inoltre, una coppia più anziana (anche loro originari della zona di Seattle), scelse di andare in Africa e dopo che ognuno fu assegnato alle zone rimanenti, inclusa l’Australia/Nuova Zelanda, il Canada, il Regno Unito e l’America Latina, ci venne fornito il pacco informativo con le pubblicazioni di base su cosa il posto comportava, assieme alla completa uniforme di tipo marinaresco, cappello e tutto il resto.

Mi sentivo importante e pensai che sembravo più sveglia nella mia nuova uniforme. Infatti, la indossai durante le mie dodici ore di volo fino a Copenhagen.

Quando arrivai all’altro capo, c’era qualcuno ad attendermi. Il suo nome era Morgan, un uomo svedese molto carino dalla carnagione scura.

Il contatto fu immediato, non poteva non vedermi con la mia uniforme addosso, i miei capelli biondi lunghi e il mio brillante cappello navale bianco con un grosso simbolo della Sea Org proprio nel centro.

Dopo aver raccolto tutti i miei bagagli ed essere usciti dalle porte dell’aeroporto, la sorpresa fu shoccante. Non avevo chiesto sulle condizioni del tempo che c’erano a Copenhagen a novembre prima del mio arrivo. Non avevo il cappotto e la mia gonna, le calze e i tacchi alti erano davvero inadeguati per la temperatura molto al di sotto dello zero, specialmente perché dovevamo camminare fino alla locale stazione degli autobus con il mio bagaglio per prendere il bus fino in città verso la nostra destinazione.

Alla fine arrivammo alla base della Sea Org di Copenhagen. Caldo alla fine! Mi venne mostrato il mio dormitorio e Morgan mi aiutò con le valigie. Almeno i letti a castello erano solo due e la stanza aveva i tappeti e il suo bagno privato. Benché lì fosse ancora presto, ero molto stanca, cosi mi feci una doccia calda e mi misi a dormire.

Entro le seguenti 24 ore arrivò Don con il progetto di mettermi sul posto. Fu bello vedere una faccia familiare. Mi ero appena orientata quando arrivò. Non avevo un ufficio e ancora risentivo del jet-lag.

Dato che questa era la base centrale della Sea Org per il continente, i membri della Sea Org arrivavano da tutta Europa e parlavano molte lingue diverse – Tedesco, Svedese, Danese, Spagnolo, Italiano, Francese e molte altre.

Fortunatamente, l’inglese era la lingua principale che ognuno usava per comunicare con gli altri. C’erano circa 80 staff. Io ero una dei soli tre americani che c’erano.

La prima cosa che Don voleva fare era di sistemarmi in un ufficio vicino all’ingresso dato che avrei intervistato prospetti di reclutamento. Localizzammo uno spazio ed iniziammo a traslocarci li dentro, fino a che di botto un uomo Francese, con l’energia di un filo in tensione, volò giù dalle scale e attraversò la stanza. Ci informò che non avremmo occupato quell’ufficio all’ingresso dato che aveva pianificato di usarlo per il suo reclutamento. Fu la prima volta che incontrai Guillaume Lesevre. Era l’ufficiale in comando al di sopra di tutte le organizzazioni di Scientology in Europa in quel periodo. Ancora non sapevo che avrei lavorato spalla a spalla con Guillaume per la maggior parte dei 20 anni passati nel management internazionale.

Traslocai in un piccolo ufficio condiviso al terzo piano, mi venne fornita una lista delle potenziali reclute da contattare e quindi Don mi augurò “buona fortuna” e uscì dalla porta verso la sua prossima destinazione.

Provai a chiamare alcune persone del prospetto ma rapidamente scoprì che quasi nessuno in Europa parlava Inglese come seconda lingua. Cosi iniziai a scrivere lettere e a fare favori alle persone cosi mi avrebbero aiutato con le traduzioni. Di base sentii che stavo perdendo tempo e non riuscivo a mandare nessuno a Flag. Poi un giorno arrivò per me una nuova opportunità. Ricevetti un telegramma dall’uomo di Advance per il Tour Mondiale di Flag, che diceva che avrebbero tenuto un grande evento a Parigi nei giorni successivi e che ci sarei dovuta andare per reclutare persone per Flag. Mi vennero dati i fondi per acquistare i biglietti del treno per Parigi e per una notte in un albergo mentre ero là.

E cosi, andai a Parigi! Pensai, “Wow – aspetta che lo sappia mio padre!”

Il viaggio in treno durò una intera giornata. Non portai nulla da mangiare e l’unico cibo che veniva venduto in treno era una barra di cioccolato Svizzero lunga 30 cm, che fu ciò che mangiai.

Arrivai a Parigi e dopo essere passata per la dogana ed aver convertito le mie corone Danesi in Franchi Francesi, presi un taxi per il mio hotel, mi cambiai nella mia uniforme e andai alla sala dove si teneva l’event. Quella sera, intervistai alcune persone e passai in giro dei sondaggi per ottenere nomi e informazioni sulle qualifiche da seguire più avanti. Poi assieme allo staff dell’event andammo a mangiare in un ristorante locale chiamato “L’elefante rosa”. Non mi suonava molto Francese e infatti non lo era.

Dopo cena ritornai alla mia stanza d’hotel. Il mio treno per la Danimarca doveva partire circa verso mezzogiorno del giorno seguente. Ero un po’ triste che il mio soggiorno fosse stato cosi corto dato che non avevo visto quasi nulla, ma felice che fossi potuta venire qui.

Il mattino seguente, uscii dall’hotel e andai verso la sotterranea per arrivare alla stazione dall’altra arte della città. Tuttavia scoprii che non avevo abbastanza soldi rimasti per coprire il biglietto e quindi non mi fecero entrare. Adesso non sapevo veramente come fare per arrivare alla stazione dei treni.

Ed eccomi lì, a 16 anni, da sola, nel mezzo di Parigi e senza soldi. Se non prendevo quel treno, non avrei saputo come ritornare in Danimarca. Non avevo chiesto il numero di telefono di nessuno dei miei colleghi e non sapevo nemmeno in che hotel stavano. Provai a farmi aiutare dal personale della sotterranea ma nessuno pareva parlasse Inglese.

Rimasi ferma là in piedi. Un uomo mi si avvicinò e mi chiese, “Ti sei persa?” “Wow”, pensai, “Qualcuno che parla Inglese!” gli dissi che stavo cercando di arrivare alla stazione dei treni e che non avevo abbastanza soldi per prendere la metropolitana per arrivarci. “Nessun problema”, mi disse, “Sarei felice di accompagnarti io”.

Pensai che tutto questo poteva essere veramente buono o veramente cattivo. Non avendo nessun altro a cui appoggiarmi, accettai l’invito. Non sembrava una persona che avrebbe provato ad approffittarsi di me. Mi chiese a che ora avevo il treno e gli mostrai il mio biglietto. Disse che avevamo molto tempo cosi mi avrebbe mostrato un po’ della città. Dato che ero in macchina con lui e non sapevo dov’ero o in che direzione era la stazione dei treni dissi “Okay”.

Mi portò a vedere la Torre Eiffel, fu spettacolare. Mi portò in un vero ristorante Francese dove feci un magnifico pranzo. Mi comprò un filone di pane Francese appena sfornato e del formaggio da portarmi nel mio lungo viaggio fino in Danimarca e poi mi mise al sicuro sul mio treno, perfettamente in orario.

Ringrazio Dio perché esistono persone cosi carine al mondo.

Fu solo alcune settimane dopo l’ultimo dell’anno che mi venne ordinato di rapportarmi a Flag a Clearwater in Florida per una riassegnazione. Ero eccitata di poter finalmente vedere la Base di Terra di Flag. Avevo letto dei volantini sulla base che avevano un sacco di foto con palme e splendide spiagge bianche. Sembrava il paradiso.

… continua

26 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Dianetica nera, LRH, Scientology reverse, Uncategorized