Archivi tag: RIFLESSIONI

” Diario di un Sogno” I piani di Red, di nuovo al Lavoro

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !

terra_sole

L’evoluzione fantastica dei commenti nel post precedente mi spingono a pubblicare altri 2 capitoli  del libro di RICHARD “DIARIO DI UN SOGNO” ,

direi che sono ” AD HOC” per proseguire nelle nostre fantastiche comunicazioni.

Il libro è pubblicato online. Per acquistarlo andare sul sito ilmiolibro.it

(il libro ha la copertina scura con un’opera dell’amico e OT III Paolo Buzi http://www.paolobuzi.com).

Come d’accordo con l’autore e i gestori, lo pubblicheremo anche a puntate su La Reception.

Richard ha scritto questo libro in tre giorni, ce lo ha dato come suo personale omaggio.

Lo abbiamo registrato e messo a disposizione per chiunque lo voglia acquistare.

Vi arrivera’ il libro a casa ed il ricavato ( 3 o 4 euro) di ogni copia verra’ usata per la realizzazione di alcuni progetti ed alcuni incontri

che sono nell’aria da tempo.

Quindi vi chiedo, nonostante verra’ interamente pubblicato sul sito a puntate, di acquistarne qualche copia, per voi ed i vostri amici.

Io lo ho letto avidamente dall’inizio alla fine, come se lo vivessi in prima persona, e mi ha lasciato piacevolmente entusiasta.

Buona lettura.

Francesco

La chiave

CAPITOLO 7 – I PIANI DI RED

Rieccomi in quello strano scenario che cambiava ogni volta in cui vi mettevo piede.

Red era lì ad aspettarmi, sempre sorridente e cordiale; certo, a volte mi dava dello stupido, ma forse in alcuni momenti ero in grado di dimostrare della sincera e genuina stupidità.

La cosa non mi pesava visto che poco per volta quella strana sensazione si tramutava in certezze, anzi, meglio farla uscire tutta ed eliminarla.

Ma bando alle ciance, volevo sapere e lui sapeva.

Rimasi in attesa come un cagnolino ansioso di ricevere un succulento osso. Red non tardò molto ad accontentarmi.

“Devi sapere che parecchio tempo fa abbiamo notato che sempre più individui sparivano dalla circolazione.

Non se ne aveva notizia per un bel pezzo; c’era qualcosa di particolare da cui venivano attratti e questo qualcosa ha un certo non so che di allucinante.

Ma procediamo con ordine.

Il luogo nel quale ci troviamo ora è un particolare tipo di Universo, molto differente dall’Universo che conosci quando usi un Corpo fisico.

In questo particolare Universo ci sono vari Pianeti che sono abitati da Esseri.

Ognuno ha una propria e particolare vita sociale: alcuni si riuniscono, altri creano, insomma c’è un particolare tipo di esistenza piuttosto differente da quella conosciuta sulla Terra.

Questi Esseri amano giocare ed un particolare gioco è diventato il loro Inferno personale.

Dopo queste lente, ma inesorabili sparizioni abbiamo scoperto dove si radunavano gli incauti Giocatori.

Questo posto, che intanto che parliamo ti mostro, ha la particolarità di attrarre a tal punto un Essere da riuscire a farlo rimanere incastrato a giocare per un lungo periodo di tempo… Sembra una specie di droga”.

Intanto che raccontava, mi condusse in un luogo molto vasto dove un’enormità di Esseri giaceva nella completa incoscienza.

Da quell’area emanava un particolare ronzio o vibrazione; quel ronzio sembrava provocarmi una certa sonnolenza.

Non ebbi il tempo di osservare tutto con la massima attenzione, ma quello che avevo visto mi avrebbe fatto torcere le budella, se solo avessi avuto con me il mio solito Corpo.

“Cosa abbiamo appena visto Red?”

“Quello che hai appena visto è il luogo in cui giacciono i giocatori”.

“Ma a che strambo gioco stanno giocando?”

“Caro amico, questo lo lascio alla tua libera immaginazione, ma ascolta il seguito del racconto.

Avendo scoperto dove si radunavano questi Esseri drogati di gioco, decidemmo di prenderne un paio e chiedere loro spiegazioni sul perché restassero per così tanto tempo incastrati in quel luogo.

Ne svegliai uno a fatica; le risposte alle domande che gli posi erano parecchio confuse. Dovetti aspettare un po’ perché si riprendesse, ma riuscì solo a farfugliare qualcosa riguardo ad una moglie violentata ed alle rate della casa da pagare.

Domandai ad altri amici, i quali si tenevano ben lontani da quel luogo, se avessero informazioni più dettagliate.

Gli unici che potessero fornirmi informazioni di valore erano Esseri molto particolari. Questi Esseri avevano, in precedenza, avuto la mia stessa idea: indagare a fondo su quello che stava succedendo.

Alcuni di questi Grandi Esseri li hai conosciuti in questo periodo; ognuno di loro ha ottenuto lo stesso fallimento che ho avuto io nel tentare di comunicare con alcuni giocatori da questa parte del gioco.

Così, ognuno di loro ed in maniera del tutto indipendente è entrato in quello stupido gioco per cercare di comunicare dall’interno.

Sono diventati i vari Messia che sono oggi conosciuti sul Pianeta Terra.

In realtà, sono solo Grandi Esseri che si sono presi la briga di aiutare tutti i poveri imbecilli che sono restati incastrati là dentro.

C’è da tenere presente che tutti gli Esseri che sono intrappolati, non lo sono per loro volontà, ma hanno subito alcuni atroci inganni.

Quindi il termine “imbecilli” può sembrare un tantino offensivo, però, quando conosceranno la Verità… si sentiranno tali.

Con qualcuno di loro hanno avuto successo, mentre altri sono ancora all’interno a crogiolarsi in quel mare d’illusioni.

A quel punto avevo delle informazioni in più grazie a quello che mi avevano detto i miei amici.

Decisi quindi di fare un ulteriore tentativo.

Cercai di strappare ancora un paio di individui da quell’assurdo stato di incoscienza. Qualcuno riuscì anche a dirmi che si trattava di un gioco bellissimo, ma che mi ringraziava infinitamente di averlo tirato fuori.

La parte più buffa è che proprio quell’individuo mi ha detto che intanto che io cercavo una soluzione, lui si sarebbe rituffato dentro per farsi un’ultima partita… Beh, quel tizio si trova ancora là dentro.

A quel punto mi servivano molte più informazioni. Qui abbiamo delle ottime biblioteche piene di materiali; cercando tra alcuni scritti ho trovato qualcosa di veramente interessante.

Ho scovato il Manuale Segreto per Operatori del Gioco della Vita.

Leggendolo, ho capito alcune cose fondamentali per poter dare una mano a quelli che si trovavano intrappolati.

Devi leggere, un giorno o l’altro quel manuale; è qualcosa di veramente perfido.

Comincia più o meno così: Gioco Della Vita

Luogo: Pianeta Terra

Scopo del Giocatore: nessuno Scopo è previsto per questo gioco

Scopo Nascosto per cui il Gioco è stato Progettato: tenere a bada tutti gli Esseri possibili fornendo loro falsi scopi da raggiungere e facendogli credere che la loro vera esistenza sia all’interno del gioco stesso.

Tali scopi devono essere forniti gradualmente all’interno del gioco.

Scopo Malvagio: Far perdere costantemente tutti i partecipanti, così da indurli a continuare a giocare dando loro false speranze.

Creare un Corpo che sia una parvenza del Corpo Etereo usato normalmente così da confondere ancora di più i partecipanti.

“Cosa te ne pare?”

“Ma Red, stai parlando della Vita sul Pianeta Terra per caso?”

“Certo, amico mio! Quello è il luogo da cui stiamo cercando di far uscire tutti gli incauti avventurieri che vi si sono infilati da molto tempo a questa parte… Come ti sembra?”

“Eh Red, mi sembra un gran guazzabuglio; mi domando come possiamo fare ad uscirne”.

“Intanto ne abbiamo i mezzi; tu dovrai darti da fare per pubblicare il tuo libro.
Ci sono diverse Verità che le persone devono cominciare ad affrontare e sopratutto devono smetterla di cercare di interpretare, alterare o modificare gli scritti originali”.
In quel momento si avvicinò  Krishna dicendo: “In passato ho scritto che se mi fosse stata offerta una foglia, un fiore, un frutto e dell’acqua con amore e devozione, li avrei accettati… l’accento era posto sul modo in cui avrebbero dovuti essermi offerti, cioè, con amore.
Invece qualcuno ha interpretato la cosa nel senso che bisognava diventare vegetariani, ma quello non era lo scopo della mia comunicazione.
Krishna non ha bisogno di avere degli oggetti, ma è deliziato dall’amore che viene usato nel donare quei particolari oggetti.
Red ha accennato a questo soggetto usando parole più incisive; ha scritto che l’elemento dominante è l’Intenzione e che l’Intenzione è l’onda portante che porta con sé la verbalizzazione.
Quindi, a volte capita che qualcosa venga interpretato ed usato in maniera erronea. Per favore, correggi questo sbaglio.
Non c’è niente di onorevole nel tenere mattatoi, ma non ho mai asserito che bisogna essere Vegetariani… questo non significa che chi desideri esserlo non  possa continuare ad esserlo”.
Bene, ne avevo capito il senso.
Krishna salutò e si allontanò, Red sorrise e continuò a parlare: “Hai sentito che cosa ha detto? In pratica, all’interno del gioco esistono tutte le informazioni necessarie per fare in modo che un Essere possa liberarsi; adesso bisogna solo fargli capire che è giunto il momento in cui quell’Essere agisca”.
“Ma Red, non posso farcela in un’impresa così mostruosamente impossibile; mi serve qualcosa di più”.
Red si rivolse a me con la più totale rilassatezza: “Ho capito, tu hai bisogno di una sceneggiata; se sarà il caso la organizzeremo, per il momento ti saluto, domani incontrerai un individuo particolare, a presto”.
Dette quelle parole se ne andò; feci a malapena in tempo a salutarlo che mi svegliai.
Quella volta ero stanchissimo, mi sembrava di non aver concluso nulla e tra le altre cose avevo l’impressione che mi fosse stato assegnato un compito Titanico. Mi girai dall’altra parte e continuai a dormire.

handy-manny-la-casetta-degli-attrezzi-gioc-958919

CAPITOLO 8 – DI NUOVO AL LAVORO

Una nuova giornata stava incominciando; avevo alcune mansioni da svolgere, ma mi sentivo particolarmente distratto dai pensieri dei precedenti incontri con quegli strani personaggi.

Avevo l’impressione di cominciare a confondere la Vita reale con il mondo dei sogni.

Intanto che sistemavo alcuni fascicoli, mi ritrovai a guardare fuori dalla finestra.

Il problema è che ero effettivamente a mezz’aria, a circa tre metri dalla finestra stessa.

La cosa mi spaventò decisamente, forse perché sopraggiunse inaspettata. Ritornai presso il mio Corpo, il quale era rimasto immobile con dei fascicoli tra le mani.

Decisi di sbrigarmi a finire il lavoro che avevo lasciato in arretrato, così da potermi concedere una pausa e fare una lunga passeggiata meditativa come mi aveva consigliato il “Viandante” seduto sotto l’albero.

Finii velocemente e con una certa noncuranza mi proiettai al parco.

Passeggiai pigramente osservando ed ascoltando le poche persone che passeggiavano a quell’ora.

Cercavo di osservare ogni cosa entro il mio raggio visivo senza pensare a nulla; la cosa mi faceva sentire particolarmente distaccato da ogni oggetto preso di mira.

Misi in pratica il consiglio di cercare di osservare il mio Corpo mentre osservava i vari oggetti; poco per volta vidi la luminosità, con la quale potevo scorgere le varie cose, aumentare leggermente, e nel contempo avevo l’impressione di essere ad una trentina di centimetri dietro il Corpo.

La cosa mi faceva sentire rilassato, ma non provavo altre emozioni particolari, anzi, il tutto mi sembrava molto normale.

Provai a guardare alcuni passanti che scambiavano quattro chiacchiere. Li sentivo parlare sempre delle solite cose; pareva proprio una particolare “routine” in azione, vuota, inutile e senza senso.

Camminai per l’intero pomeriggio, poi mi diressi verso casa, particolarmente affamato.

Dopo un abbondante pasto, crollai addormentato sul mio comodo divano.

Red era lì che mi stava aspettando.

“Ciao Red, chi volevi farmi conoscere oggi?”

“Nessuno in particolare, volevo farti conoscere me stesso nel ruolo dell’istruttore. Sei pronto o devi finire di digerire quei sei quintali di pasta che ti sei ingurgitato?”

Avevo mangiato veramente molto, ma mi sentivo pronto a testare quel nuovo istruttore, quindi gli dissi: “Comincia pure quando vuoi, io digerisco nel mentre”.

“Bene, la lezione di oggi riguarda la Mente e l’Universo MEST, cosa conosci al riguardo?”

“Ehi Red, così non vale, se sei l’istruttore dovresti istruirmi, non interrogarmi, comunque… credo che la Mente sia un gran groviglio confuso e incomprensibile di informazioni che spesso si presentano nel momento sbagliato e che il MEST sia la più grande falsità mai creata con lo scopo di far funzionare la Mente nel suo attuale modo”.

“Ok, come spiegazione tecnica è una vera schifezza, ma nonostante tutto hai toccato due Verità interessanti. Ti sei mai chiesto perché alcune discipline insegnino il distacco totale da beni materiali e da persone?”

“Beh, credo che sia per via del fatto che ogni attaccamento ti faccia rimanere più incastrato in quella cosa che siamo soliti chiamare col nome di Vita”.

“Si amico mio, questo è corretto, ma c’è dell’altro.

Devi conoscere una cosa che è di fondamentale importanza per il buon proseguimento del cammino che stai conducendo.

Sembrerebbe che la Mente Umana occupi una ben precisa posizione; i meno eruditi la posizionano all’interno del cranio, chi mastica qualche nozione in più la posiziona nell’intero Corpo. In Verità la Mente occupa o pervade una buona parte del MEST e vi è incollata tramite particolari fattori.

La teoria che risiede alla base del distacco dalle cose materiali ha proprio a che fare con questo fatto.

La tua Mente si è impossessata di una piccola porzione di Universo MEST e ti tiene ancorato a determinati luoghi, oggetti o persone.

In realtà hai costruito una perfetta copia con tanto di mappe dettagliate di ogni cosa che tu possa considerare un tuo possedimento.

Da questo potresti notare che la Mente è un po’ più grande di quel che ti aspettavi.

Se vuoi un esempio di questo, prova a pensare alla tua casa, alla tua auto, al tuo posto di lavoro o al tuo partner.

Che reazione avresti nel trovare uno sconosciuto che rovista nel cassetto della tua scrivania o che chiede un appuntamento a tua moglie?”

Per un momento rimasi senza parole; ognuna delle due cose che mi aveva prospettato mi avrebbe fatto crescere unghie e denti ed avrei potuto mordere al collo il malcapitato sconosciuto.

Red non mi lasciò rispondere e continuò: “Ti è mai successo che qualcuno abbia preso qualcosa dalla tua scrivania e non l’abbia riposta oppure che qualcun altro abbia messo in ordine… che so, la tua cassetta degli attrezzi?”

“Sì che è successo. Una volta mi sono innervosito terribilmente per una semplice penna rossa che non trovavo; l’aveva presa un mio collega senza dirmi niente.

Un’altra volta me la sono presa con mia moglie perché ha messo in ordine la mia cassetta degli attrezzi e non trovavo più niente al suo posto… ma perché me la sono presa così tanto per delle cose così futili?”

“Devi sapere che in ognuno dei due casi quelle persone hanno operato dei cambiamenti nella tua Mente operando tramite il MEST, ovvero, sono entrati nello spazio occupato da te mentalmente e ti  hanno creato un leggero scompiglio mentale.

Come pensi di reagire se ad un certo punto tu uscissi di casa e scoprissi che la tua auto è stata rubata?”

“Ehm, credo che rimarrei confuso per qualche istante e che dopo di questo riuscirei ad arrabbiarmi parecchio”.

“Bene, queste ipotesi dovrebbero farti capire perché è importante riuscire a distaccarsi dai beni materiali e dalle persone care. Ricorda che ciò non significa che devi smettere di provare amore per tua moglie e per i tuoi figli, né che tu debba distruggere ogni oggetto in tuo possesso.

Semplicemente, comincia a dare meno importanza alle cose MEST che possiedi”.

“Ma Red, come posso fare, se molte delle cose che possiedo mi servono durante la vita di tutti i giorni?”

“Innanzitutto comincia a dare meno valore alle cose a livello mentale, poi tieni ed utilizza solo ciò che ti è strettamente necessario.

Il passo successivo potrebbe essere quello in cui scegli tra oggetti di scarso valore ed elimini quelli superflui.

Non è necessario avere un orologio lussuoso, basta un semplice orologio che segni correttamente le ore.

Ad un certo punto capirai che tutto il MEST che possiedi ti tiene intrappolato a livello mentale in base all’importanza e al valore che gli dai.

Parte delle tecniche che userai successivamente serviranno proprio a far in modo che tu possa cancellare ogni collegamento con quella particolare estensione della tua Mente che occupa il MEST.

Da quel momento in poi la tua capacità di esteriorizzarsi aumenterà notevolmente”.

“Sì Red, comincio a capire e la cosa mi piace, ma qual è la filosofia che sta dietro a tutto questo”?

“La filosofia è molto semplice: una parte del Bank di ogni individuo si estende anche nell’Universo MEST. Il fattore dominante è lo spazio.

La questione non ha a che fare con quanto spazio puoi o meno confrontare, ma quale spazio consideri che sia il tuo spazio ottimale… Te ne darò un esempio pratico”.

In un attimo ci trovammo in una stazione centrale gremita di gente; mi trovavo a camminare dando spallate alle persone per poter passare. La calca era impressionante.

Red mi chiese: “Cosa te ne pare?”

“Beh, posso sopportarlo, ma la cosa non mi piace molto”.

“Non m’interessa se lo puoi sopportare e per quanto tempo, quello che m’interessa è come percepisci il tuo spazio in questo momento e qual è il livello di tono nel quale ti riconosci”.

Non dovetti pensare molto per dare una risposta logica.

“Il mio spazio lo sento inesistente ed il livello di tono è simile all’antagonismo”.

“Bene, ora cambiamo scenario”.

In meno di un secondo ci trovammo sulla vetta di una montagna; da quell’altitudine si scorgeva un’ampia vallata che si estendeva sino al mare.

”Come percepisci, ora, il tuo spazio e il tuo livello di tono?” Domandò un Red alquanto beffardo.

“Il mio spazio è ad un livello ottimale e il livello di tono è qualcosa di molto simile a Serenità… questo posto è molto meglio della lurida stazione centrale di poco prima”.

Red rise. Mi guardava in attesa che io esprimessi le mie considerazioni su ciò che era appena successo.

“Sai Red, credo di avere bisogno di uno spazio molto più ampio e di molta più tranquillità per poter conservare quel poco di sanità mentale che mi è rimasta, comunque elaborerò attentamente le tue istruzioni sull’estensione della Mente sino a pervadere una parte del MEST.

Credo che in quei dati ci sia qualcosa di interessante, ma sono anche sicuro di aver capito solo un quarto di quello che hai cercato di spiegarmi.

Al nostro prossimo incontro, se non ti dispiace, vorrei riprendere l’argomento e valutarlo più a fondo”.

Red sorrise come era solito fare ultimamente: “D’accordo amico mio, al nostro prossimo incontro mi racconterai le tue conclusioni; ricorda però che negli ultimi periodi io ho dovuto trasferirmi in uno spazio piuttosto ampio… A presto e buon risveglio.”

160 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, OT, Richard, Scientology indipendente

INTEGRITA’ di David Mayo

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la Vostra testa !
integrita'
Come si e’ anche dialogato sul Post di I., Francesco che ha appena attestato OT I e’ una di quelle persone che non proprio si sono “messe alla finestra” ad osservare quanto e come sono affaccendati i condomini della Reception…
E’ sempre bello interagire tra di noi qui e pubblicamente, anche se si utilizza un Nick, e’ una forma di comunicazione aperta e diretta verso chiunque sia li tranquillo “alla finestra”.
Il non commentare pubblicamente non ostacola tutte le comunicazioni private tra La Reception e le persone, tra di loro ed i Terminali Tecnici “preposti” per il loro avanzamento nello studio e nell’addestramento.
Credo che Francesco non abbia mai commentato sul Blog, ma dopo qualche comunicazione privata con La Reception e con i Terminali Tecnici, ha fatto la sua strada con i terminali corretti fino al momento in cui ha deciso di comunicare apertamente il suo Successo personale.
Ringrazio Francesco per averci Mandato il suo successo, ringrazio tutte le persone che hanno seguito Francesco nel suo percorso e ringrazio tutti coloro che con tanto Amore ci mandano Materiale da pubblicare sulla Reception.
Stellabruna come sempre ci ha fatto un bellissimo regalo, una traduzione di David Mayo…….
E tenetevi forte, non e’ l’unica !
Grazie Stellabruna per il tuo contributo !
In questi giorni di Agosto, spero che questa bellissima traduzione possa esservi utile, magari sotto alle fresche frasche di una Palma !
Io lavoro…..
Francesco
David Mayo
Integrità – di David Mayo
Uno dei più grandi problemi che dovremo affrontare in futuro è quello della disseminazione – ho cercato di farlo recentemente e ho scoperto presto che ci sono ostacoli molto pesanti da superare; ostacoli creati da una moltitudine di spiacevoli eventi che hanno ossidato la brillante reputazione di scientology.
Quando ero un membro dello staff, mi dicevano che le storie negative che avevo sentito erano tutte PR nera e che i nostri “nemici” avevano inventato quelle false dicerie. Bisognava occuparsene dicendo a chi aveva sentito tali storie che erano false. Dopo aver lasciato la sea org, sentii altre storie da persone che non avevano avuto nessuno precedente contatto con scientology. Erano storie vere raccontate da persone che le avevano vissute, storie che non erano coerenti con la filosofia di base di scientology.
Ci sono molte ragioni per cui questi fatti e situazioni si verificano – magari siamo arrivati in scientology per le ragioni sbagliate; magari sperando che qualcun altro ci avrebbe dato tutte le risposte, avrebbe deciso per noi, e che non avremmo dovuto valutare i dati, e tuttavia avremmo saputo di avere la verità. Se fosse questo il caso, uno potrebbe accantonare la propria capacità di stabilire la verità dei dati e, facendolo, darebbe via la propria responsabilità. Indipendentemente dal fatto che quei dati siano veri o falsi, sarebbe comunque un atto di irresponsabilità, un atto di assegnare causa e responsabilità per le proprie decisioni, scopi e obiettivi a un’altra persona.
E’ anche possibile che si sia arrivati in scientology per cercare la verità e per valutare ogni dato per conto proprio. Poi, dopo aver studiato e valutato i dati, uno potrebbe essere arrivato ad un dilemma una volta messo di fronte al prezzo dell’intensivo successivo, pensando: “beh, aspetta un attimo, questo non ha senso”. Ma a quel punto, se ci si sente dire: “E’ così. O vai avanti o perdi l’occasione”, che scelta  si ha? Se non ci fossero alternative, uno potrebbe dire che non c’è scelta ma andare avanti con il programma.
Sfortunatamente, se si sacrifica la propria integrità per ottenere un servizio che aumenta la propria integrità, l’integrità viene sconfitta – il servizio non viene consegnato. In effetti, l’esistenza di tali condizioni è sufficiente ad impedire alla tech di funzionare.
Questo è un classico esempio – una versione esagerata di questo tipo di situazione. Un giorno, la CofS stava conducendo un grosso senior-exec Comm Ev. Dissero loro di mettersi in riga o avrebbero perso la loro eternità. Messi di fronte a tale scelta, che amplifica il problema molto più di una rigorosa etica, la decisione diventa ovvia.
Di fronte alla scelta di dare accordo a cose su cui non si è davvero d’accordo, per non perdere la propria eternità, diventa chiaro che in ogni caso uno perderebbe la propria eternità, e che l’unico modo per mantenere la propria integrità è di dire semplicemente NO.
Ciò che in effetti è più difficile da gestire sono le piccole cose – i prezzi erano un po’ troppo alti, ma non troppo; oppure, il motivo per fare questo o quello era perché c’erano nemici (anche se invisibili) che volevano distruggere scientology. Ma allora uno poteva dire: “Chi sono io per dire che non è così, forse questi nemici esistono da qualche altra parte sul pianeta… o al di fuori del pianeta… o forse in qualche altra traccia del tempo… o come parte di un engram”. Se questi nemici fossero stati considerati come parte di un engram di qualcuno, potremmo essere in una condizione molto diversa da quella in cui siamo oggi.
Il punto è che è molto più facile fare un piccolo compromesso con la propria integrità o accettare una piccola menzogna, al fine di ottenere qualcosa apparentemente molto più importante. Credo che questa sia una trappola, perché è la piccola circostanza di perdere la propria integrità che porta un individuo a diventare effetto di ulteriori soppressioni future. La soluzione a questo tipo di cose è di mantenere la propria integrità nel presente, giorno dopo giorno, e momento dopo momento. Questa è una cosa molto elevata da chiedere perché nessuno di noi, me compreso, ha mai raggiunto quel livello. Ma è possibile aumentare il proprio livello di integrità – individuare le circostanze in cui si è sacrificata la propria integrità e fare ciò che è necessario per riguadagnarla.
Può essere ancor più elementare di così. Abbiamo tutti familiarità con le otto dinamiche, e col fatto che la settima e l’ottava sembrano forse meno tangibili delle altre. La settima ha a che fare con esseri spirituali inclusi sé stessi e gli altri. Sono successe cose che negano questa precisa idea. Per esempio, quando caddi in disgrazia e decisi di andarmene, smisi di essere una persona. Venni descritto come uno “squirrel”, come un “alteratore della tech”, o uno con intenzioni malvagie. Le descrizioni smisero di riferirsi a me come individuo, come una persona. Ho visto accadere questa de-personalizzazione ad un gran numero di persone – la non considerazione della persona come un individuo e un tentativo di farlo diventare una qualche entità astratta – di solito un’entità negativa.
Ora potremmo fare lo stesso errore e dire che ciò che è sbagliato è il “management” –  è anche questa un’astrazione. Ma non credo che sia effettivamente ciò che è andato storto. Credo che gli errori del management si siano verificati più tardi, nella sequenza dei fatti. Penso che la causa fosse presente molto prima. Se tali tattiche fossero state semplicemente colpa di qualcuno chiamato “management”, il fatto di dichiararlo avrebbe potuto portare ad un qualche miglioramento della condizione. Questo non è proprio successo. Se de-personalizziamo il problema, faremo lo stesso errore di prima.
La settima dinamica come concetto funziona e dà speranza – cioè, dobbiamo considerare le persone come esseri, non come SP o PTS o come gente che fa parte di linee nemiche. Considerando le persone come esseri è possibile entrare in comunicazione con loro e scoprire cosa ha causato le loro azioni sconcertanti o con le quali non si è d’accordo. E’ facile usare la comunicazione come solvente.
Questo ci porta all’ottava dinamica. Credo che nel passato si tendesse a non preoccuparsi di cosa fosse l’ottava dinamica. Ora è relegata ad un’area di scarsa importanza. Ci sono affermazioni riguardo all’ottava dinamica che vanno dall’idea che sia un essere superiore, alle possibilità di esseri superiori, all’infinito, alla molto poco tangibile idea che possa includere tutto ciò che non è contenuto nelle altre sette dinamiche. Credo che questa scelta di possibilità sia una negazione dell’idea di ottava dinamica. Non è niente di diverso dall’esprimere cosa si crede riguardo ad ognuna delle dinamiche. Credo che dovremmo esprimere ciò che personalmente crediamo, e comunicarlo agli altri, e ascoltare le comunicazioni altrui al riguardo.
La negazione dell’ottava dinamica ha portato gli scientologist, a volte, a credere di essere Dei – o Dei in formazione. Non appena raggiunto il livello OT, sarebbero stati “dei”. Ma ancora oggi nessuno di noi ha una prova reale dell’esistenza di un essere superiore. Però, negare quella possibilità ha fatto sì che ci mettessimo in una posizione di superbia. Credere che l’organizzazione di cui facevamo parte fosse nel giusto, potrebbe non essere sbagliato, e quindi potrebbe non essere contestato o impedito. Credo che sia questo il motivo per cui molti siano diventati disillusi riguardo alla tech e che questa presunzione abbia causato la tristezza e la delusione di questi ultimi anni. Se si nega l’idea di un essere supremo, si nega l’idea che ci potrebbe essere uno scopo globale nello schema delle cose.
Ci sono altre idee su questa linea, l’idea che c’è una cosa come il bene, o la verità ultima, l’aver ragione contrapposto all’avere torto. Penso esista qualcosa in cui credere chiamato “giustizia” o “bene”, e penso che le persone si eleveranno facendo conoscere la verità, sia affrontandola loro stesse che comunicandola ad altri. Penso sia possibile che queste cose possano andare in aumento rispetto alla tendenza verso il male. C’è anche una cosa chiamata “speranza”, e il futuro. Penso dipenda da noi portarle avanti.
Abbiamo tutti la tendenza di aspettarci che le persone siano più illuminate di quanto non siano, perché chi ha voglia di ascoltare qualcuno che abbia manie o debolezze? La gente vuole un leader o un guru – so di averlo voluto anche io e spesso lo voglio ancora. Sarebbe così comodo poter attaccare la spina a qualcuno per farci dire le risposte ai problemi. Ma sarebbe anche una riduzione di responsabilità.
Quando ero piccolo pregavo Dio e chiedevo: “Dovrei o no?”. Se ci fosse un Dio, e se fosse saggio come si presume che sia, lascerebbe la decisione alla persona.
Quindi il messaggio finale è che ciascuno deve guardare la vita e prendere le proprie decisioni su tutti i suoi aspetti. Sappiamo di avere un’enorme libertà nel campo indipendente. Al fine di salvaguardarla dobbiamo fare molta pratica nel valutare ciò in cui crediamo e le nostre decisioni – assicurandoci che siano veramente le nostre, e che le nostre azioni siano allineate con esse.
David Mayo

76 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, Scientology indipendente

Francesco Meridies attesta OT I !!!

 

 

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !

 

ot

 

Il lavoro di squadra da sempre degli ottimi risultati,

Organizzati ma sparpagliati ( 😀 ) sempre più gruppi cooperano

in tutta Italia affinché una Scientology Libera al di fuori dei monopoli

esista e produca.

Bravo Francesco, bravi tutti i terminali che ti hanno aiutato e seguito

affinché tu sia arrivato qui’ ora.

Goditi il tuo successo e buon lavoro per OT II !!!

Francesco

SUCCESSO OT I :

 

Erano alcuni mesi che mi stato preparando per iniziare  i livelli OT e finalmente è arrivato il giorno.

E’ stato davvero grande. Ron ha scritto una strada facile da percorrere e di questo dobbiamo essergli grati.

OT1 è stato davvero eccezionale e mi ha permesso di iniziare a diventare Causa, man mano che procedevo dei pezzi di considerazioni sbagliate sparivano e ritrovavo il me che volevo essere e ritrovavo certezze sul fatto che vi è la speranza di essere liberi da ciò che sappiamo essere sbagliato. Gli effetti si sono visti subito, il rapporto con gli altri è cambiato naturalmente in meglio.

Finalmente ho rivisto la luce, un grazie a Ron, e a tutti quelli che mi hanno permesso di andare avanti. Senza La Reception starei ancora fermo e senza speranze. Un grazie particolare anche ad Obnosis il mio auditor che mi ha permesso di arrivare ai livelli.

Ed ora andiamo avanti. Con Scientology Libera  il ponte è davvero aperto a tutti.

 

Francesco Meridies

luce-spirito

Concludo con la parte finale dell’ultimo post dell’indipendologo, ringraziandoli per il lavoro svolto  :

 

“Dalla pubblicazione dell’articolo 1.000.000 nel quale annunciavamo di considerare raggiunto il nostro obbiettivo abbiamo ricevuto diverse email che ci chiedevano come mai non stessimo pubblicando altri articoli.

Probabilmente, a causa dell’euforia dovuta al raggiungimento di quell’enorme traguardo, non avevamo ben sottolineato il fatto che non avremmo pubblicato altro. “

 

“Un gigantesco bagaglio di informazioni è qui a vostra disposizione – fatene quello che ritenete più opportuno ma fate sopratutto quello che ogni persona libera dovrebbe fare:

PENSATE VERAMENTE CON LA VOSTRA TESTA

Grazie per tutto quello che avete fatto per noi, per il vostro sostegno, la vostra amicizia e il vostro amore.

Ci rivedremo presto, al di là dell’arcobaleno.

LO STAFF DELL’INDIPENDOLOGO “

Il motto della Reception e’ ed e’ sempre stato “Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa ! “
TUTTE LE VOSTRE TRADUZIONI, POST, INTERVENTI DI DISCUSSIONE SONO SEMPRE BEN ACCETTI.

 

4 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

Storie INDIPENDENTI di Successo ….. ( Mentre la Cof$ viene affossata in BELGIO )

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la Vostra Testa !

luce-spirito

Il campo Indipendente prosegue senza sosta nella continua creazione

di una comunità Organizzata e libera da qualsiasi monopolio

affinché  le persone possano Vivere ed avere successi nella

vita .

L’interesse non e’ legato ai soldi,

piuttosto ad Aiutare il Prossimo….

La Cof$, noncurante dei suoi modi operandi

aberrati, si sta scavando la fossa, una lunga fossa

con la sua pala d’oro, con le sue stesse mani.

Guardare per credere qui  .

Ma ecco un Breve stralcio , prima del fantastico successo, di cosa sta accadendo in Belgio.

PUO’ IL BELGIO AFFOSSARE SCIENTOLOGY ?

“Dopo anni di lunga battaglia legale, i procuratori federali in Belgio ora credono che la loro indagine sia abbastanza completa per accusare la Chiesa di Scientology e i suoi leader come una organizzazione criminale con l’accusa di estorsione, truffa, violazioni della privacy, e  pratica illegale della medicina.”

————————————————-

SUCCESSO

Andare in seduta con Luigi è stata la cosa migliore che potevo fare per il miglioramento della mia condizione spirituale… era parecchio tempo che  la mia serenità era alla deriva, e devo confessare che lo era in modo drammatico.

Per certo posso dire che Luigi mi ha stupito per la sua spontaneità, per la sua naturalezza e per la sua certezza, ma non solo riguardo alla sua elevata capacità di padroneggiare gli strumenti di auditing, in primis il meter (un metering veramente di grande abilità), ma anche per la sua grande sicurezza che la tech per certo risolve: in lui non c’è nessun dubbio e questo suo atteggiamento e carattere mi ha, praticamente, maneggiato e riabilitato le considerazioni sull’auditing.

Da quando sono in seduta con Luigi ho migliorato così tanto che faccio fatica ad esprimermi, troppa roba da descrivere….

Per esempio, semplicemente stando in seduta con Luigi, senza fare nessuna azione di riparazione di auditing, ho ripulito moltissimo l’auditing del passato: le delusioni, le incertezze, le paure che mi tenevano guardingo e che mi impedivano di andare avanti (spesso nel passato  mi ritrovavo a “stare di fronte all’auditor”, e questo non ti permette di fare molto altro…).

In centinaia di ore nella “chiesa ufficiale” (un’organizzazione che io adesso considero una setta) ho accumulato moltissimi successi (evidentemente con le parti di Scn sane, quelle parti che ancora sono in funzione, che nonostante tutto fanno presa sulla persona; evidentemente non tutto può essere soppresso senza renderlo evidente), ma anche aberrazioni notevoli che mi impedivano di avanzare sul Ponte. Un paradosso?

Già, ma sembra che a me, confrontandomi con altri scientologist che hanno avuto danni più gravi, sia comunque andata bene.

Nel constatare che l’auditing era quello, questo di Luigi, sincero, non robotico, di abilità, di consapevolezza, tutte qualità  acquisite con grande lavoro ed esperienza, e non “l’altro”, gli errori e le sopraffazioni del passato, con grande mia sorpresa e meraviglia venivano a galla e comunicandole se ne andavano, si sistemavano da sole, con ampi e persistenti F/N.

Semplicemente nel fare questo auditing, differenziare questo con quello era inevitabile, il paragone era inevitabile, ed il paragonare metteva in rilievo le scorrettezze del passato, che una volta viste scomparivano.

Quello che ho notato in modo molto evidente all’inizio, è stato quest’aspetto di trasformazione del mio disagio in seduta: con grande stupore e soddisfazione ho visto la mia tipica diffidenza dello stare in seduta, trasformarsi pian piano e scomparire del tutto.

Adesso desidero andare in seduta perché so che otterrò per certo un qualche guadagno, mentre prima semplicemente mi “costringevo” ad andarci solo per un calcolo analitico.

Analiticamente (grazie allo studio e comprensione della comunicazione) sapevo che l’auditing, questa comunicazione altamente specializzata, è il solo modo, tecnologia, che può liberare un Thetan… quale altro modo?

Ma è una tech altamente specializzata e deve avere alcune condizioni specializzate in funzione, condizioni/caratteristiche che devono essere ben comprese, realizzate ed allenate.

Ecco Luigi è una persona che ha realizzate queste caratteristiche e peculiarità.

Inoltre, determinante, ho capito bene il fatto che Luigi: “è li” con la corretta intenzione di far migliorare il Pc. E per me questo è un altro  grosso, non secondario, vantaggio per andare bene.

Infatti dopo qualche ora di auditing me ne sono accorto e questo grosso Plus Point ha aperto le porte alla fuori uscita di una grande quantità di consapevolezza latente, ma soffocata.

Quello che è successo è che sciogliendosi la mia circospezione, il mio essere guardingo, o solamente la mia preoccupazione riguardo “a cosa può succedere in auditing” (di negativo), la  preoccupazione formatasi in altri luoghi e situazioni e che faceva da diga di contenimento della consapevolezza “ha ceduto” , così la riabilitazione è dilagata.

Essere in seduta con Luigi è diventato poi una situazione del tutto naturale e rilassata e questa tranquillità è stata una condizione che ha aperto la porta a grandi ulteriori miglioramenti, realizzazioni e consapevolezze.

Realizzazioni e consapevolezze di grande portata, che hanno causato evidenti miglioramenti nella mia vita corrente.

Questo è ciò che questa attività di comunicazione specializzata può realizzare, quando a praticarla è una persona abile, cosciente, con il corretto scopo di ottenere il prodotto: un thetan sempre più consapevole e libero.

Tank you Luigi, you are the best.

22 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

DISILLUSIONE di David Mayo

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la Vostra Testa !

David Mayo

 

Un sentito ringraziamento a StellaBruna per il suo lavoro di Traduzione,

David Mayo, oltre ad essere stato Il SNR C/S INT, L’Auditor di LRH ed un suo importantissimo Collaboratore , e’ come tutti noi una persona che una volta uscito dalla Cof$, ha affrontato il suo personale Rundown della Verità, disintossicandosi dai modus Operandi imposti nella Cos$ che non centravano nulla con Scientology.

Anche lui si fece le sue domande, anche lui trovo’ le sue risposte.

Questo articolo lo dedico a coloro che fino all’ultimo hanno cercato la ricetta segreta per Superman dentro a Scientology, tralasciando l’evidenza che il Superman che cercavano e’ già in loro ed attraverso le loro azioni nell’universo fisico possono esserlo in tutte le dinamiche.

La ricerca e’ finita.

Ora e’ il momento di Essere.

Francesco

——————————————–

Disillusione

La prima volta in cui mi sono interessato a Scientology sentii un’enorme rinascita di speranza nel futuro e in ciò a cui poteva condurre. Prima avevo un sacco di domande sulla vita, sul suo significato e scopo. Domande come: “Perché siamo qui? Esiste uno scopo globale nello schema delle cose? Esiste un dio? Cosa succede quando muori? Da dove proveniamo?”… le solite domande. Non che abbia avuto le risposte a quelle domande, ma avevo la speranza che fosse possibile ottenerle.

Poi, accaddero certe cose che non sembravano coerenti con quella speranza. In altre parole, mi aspettavo tantissimo da Scientology – mi aspettavo tantissimo dalle persone coinvolte; pensavo che fossero esseri ideali o perfetti. Supponevo che chiunque fosse coinvolto con questo movimento fosse non aberrato e razionale. Quando si verificò la prima grande divergenza con gli obiettivi e gli scopi dichiarati da Scientology – un disaccordo su una policy letter che sfociò in un’acerrima faida – ebbi un grosso shock, quello che chiameremmo secondario. La mia immediata reazione fu: “Come può accadere in scientology?”.

Dopo un tale episodio, uno potrebbe cominciare a dubitare della validità della tech. Penso sia una cosa normale – chiedersi se sia così o no e se le proprie aspirazioni sono dirette verso cose che non succederanno e potrebbero finire in un tradimento di aspettative. Mi ricordo di essere uscito a fare una passeggiata e di aver immediatamente realizzato che la mia havingness era diminuita. Cominciai a notare le cose intorno a me e la mia havingness si ripristinò. Questa fu la riabilitazione del punto precedente in cui avevo realizzato che la tech funziona.

Negli anni l’organizzazione che stava promovendo scientology agì spesso in maniera incoerente con i suoi obiettivi e scopi. Oggi sento in varie conversazioni e lettere che alcuni hanno deciso di non voler aver più niente a che fare con scientology. Ho voluto indagare sulle ragioni di questo.

Per qualcuno, ogni ulteriore coinvolgimento in scientology è troppo doloroso emotivamente. Molti si sono ritirati o separati completamente dal soggetto, perché si erano aspettati tantissimo e poi erano stati delusi. La situazione, tuttavia, non è ottimale. Un mio amico ebbe una reazione simile e l’ho osservato. Questa persona sentiva che la tech non aveva funzionato – che era tutto soggettivo. Pensava che le realizzazioni e i guadagni delle persone fossero semplicemente immaginari. Questo atteggiamento era del tutto in contrasto con ciò che sapevo di questa persona e ciò che aveva sperimentato prima. Facendo domande e ascoltando ulteriormente, venne fuori che questa persona aveva voluto più di quando aveva guadagnato. Avrebbe voluto così tanto ulteriori guadagni che si sentì tradito quando non si verificarono. La sua soluzione a questa enorme rottura di realtà fu di dire: “Beh, fin dall’inizio non ho creduto che la tech funzionasse”. Un esempio di giustificazione.

Alcuni che hanno lavorato nella sea org per tanti anni – 10, 15, 20 anni – arrivarono alla realizzazione che la sea org non stava perseguendo gli obiettivi e scopi originali per cui si erano uniti al gruppo. Sentimenti che si riflettevano in pensieri come “Cosa ho fatto? Ho perso anni della mia vita”. Alcuni finivano nella frenesia di cercare di recuperare il tempo perduto. E’ molto difficile recuperare il tempo perduto – tende a parcheggiarti nel passato. La reazione razionale avrebbe dovuto essere accettare semplicemente cos’era successo e andare avanti da lì, avendo guadagnato conoscenze di valore da quelle esperienze.

Quindi la gente diventa disillusa e tende a diventare inattiva a causa di una rottura di ARC di tale importanza da ritenere che l’unica strada sia ritirarsi. Cercano di far finta che la loro esperienza non sia successa e cercano di mostrare che avevano ragione a fare ciò che hanno fatto – anche se ora pensano che non avrebbero dovuto farlo, sia che si trattasse di entrare in sea org o di comprare auditing o cose del genere.

Cosa interessante, un’altra persona in questa fase mi disse che non pensava che la tech funzionasse. Tuttavia, stava usando la tech occupandosi del suo dilemma attraverso il ritirarsi al fine di destimolarsi.

Il modo di occuparsi della delusione su scientology non è ritirarsi o razionalizzare, o cercare di cambiare il fatto che si è stati feriti. La soluzione è diventare più coinvolti e capire i fattori che hanno causato quella situazione. Questa è la soluzione finale.

David Mayo.

Inverno 1985/86

———————————–

P.S. Il vostro Aiuto e’ sempre ben accetto, se volete inviare degli articoli tradotti o proporre post per intraprendere riflessioni comuni, mandatemi una mail a johnmina@libero.it  oppure contattatemi via Skype a: globalserviceamministrazione o al mio cellulare 393 9651635. Francesco

36 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, David Mayo, LRH, Scientology indipendente

Davide attesta OT II !!!

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !

ot

Sin dal primo giorno che e’ nata la Reception, avevo le idee ben chiare di quale direzione ambivo per questo Blog.

Un luogo virtuale dove potersi scambiare punti di vista, nel rispetto di regole non scritte ma dettate dall’intelligenza umana

nel trattare un interesse comune, Una Scientology Libera al di fuori dei Monopoli.

E’ stata dura all’inizio, probabilmente la mia ingenuita’, che io definirei invece “cio’ che mi aspetto da uno Scientologo”

ha fatto si che i miei buoni propositi venissero offuscati da fango su di me e sulla mia famiglia, sui miei amici.

La cosa triste e’ che questo non avveniva come naturale programma della Cof$ nei confronti degli “Squirrell”, bensì 

da chi mirava ad un presunto potere o controllo del “campo Indipendente”.

Da quel giorno ho lavorato duramente affinche’ tante persone di buona volontà  potessero dare e ricevere i servizi, affinché i veri terminali tecnici

potessero interagire tra di loro liberamente.

Ho raggiunto questo obiettivo, gruppi autonomi si formano e consegnano una Scientology Libera al di fuori dei monopoli, non hanno nessun Senior al quale Inchinarsi.

Le persone che mi avevano girato le spalle, in buona fede avevano “dato retta” a chi, avvalendosi del prefisso ” io il ponte l’ho fatto”, disse loro cosa pensare per puri interessi personali.

Ma ora la cosa e’ cambiata, con il tempo i prodotti e le azioni nell’universo fisico, queste persone han trovato la verita’.

Molte sono state qui e me lo hanno comunicato, altre me lo hanno fatto arrivare attraverso le loro azioni.

Di base sono contento, sopratutto per loro.

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la Vostra testa !    …  Questo “slogan” presente in tutti i post, è li esattamente per questo motivo.

Nel campo Internazionale, ne stanno accadendo delle Belle,  forse per noi c’e’ gia stato un Precedente Simile, ma a quanto pare, qualcuno si e’ autoproclamato Re del campo Indipendente ed ha cercato di affossare Marty Rathbun in quanto persona che Pensa con la sua testa piuttosto che Essere un estremista applicatore di cio’ che se non e’ scritto non e’ vero !

Spero che arrivino dei cari condomini traduttori per darci gli ultimi post in Italiano.

E questo, che festeggiamo questa sera,  è un’altro prodotto della Scientology libera al di fuori dei monopoli, quella vera, quella semplice, quella fatta di tutti noi !

Davide ha attestato OT II e questo è il suo Successo !

Francesco

——————————————–

SUCCESSO OT II

Quando inizio  un nuovo procedimento di Scientology  mi chiedo sempre come sarà, ma procedendo  con il Ponte ho imparato una cosa, fallo e alla fine confronta i dati.

In  OTII ho trovato  angoli nascosti dei quali non ero a conoscenza , orma imposta era li presente e  in un futuro avrebbe potuto in un qualche modo  influenzare un essere .

Il  percorso è che ho  vissuto ed è stato stupefacente, ho percorso  confusione e forza  e in modo particolare verso la fine delle ultime sessions mi sentivo fisicamente provato , molta energia ho incontrato  e ne ho fatto as-is .

Non è facile descrivere come ci si sente quando tutto il procedimento ha dato il suo EP , ma se mi guardo mi sento ancora  più in tempo presente, sono ancora più leggero e causativo sulla vita e riesco a  gestire in un modo ancora più ottimale la mia giornata usando meno sforzo  questa è Scientology e posso solo confermare la sua incredibile efficacia che ha sull’essere.

Sono molto felice di avere completato OTII ,  oggi è l’unica rotta sicura tracciata   verso l’infinito e rimango  sempre più convinto che il Ponte dovrebbe essere dato a  ogni persona che sente la richiesta di un proprio miglioramento spirituale.

Un grazie a Ron,  al mio C/S Paolo e a tutte quelle persone che con il loro contributo rendono questo disponibile .

Davide 

13 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Marty Rathbun, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI, Tecnologia Standard

Da Ricerche e Scoperte : L’ANATOMIA DEL CORPO THETA (2 parte)

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !

aura

Mi compiaccio con tutti i condomini per l’evoluzione naturale dalla Reception,

Si e’ evoluto da un Blog Tradizionale ad un forum dove all’interno dei commenti stessi si possono trovare veri e propri post dove incominciare nuove discussioni.

Un vero e sentito ringraziamento a chi fin dall’inizio ha supportato la Reception, con Traduzioni ( Simon in primis ), Audendo chi attraverso il Blog richiedeva un professionista per il proprio cammino ( Ignazio e’ sicuramente un esempio ma Veramente un grazie a tutti coloro che lo stanno facendo ) , ai C/s ( e d’ufficio come non nominare Paolo, gran successore di David ), a tutti i supervisori che trasformano in Classe tutto cio’ che si presta…..

Via via cosi’, anche per tutti coloro che si prestano ad aiutare per cio’ che sono addestrati affinché qualcun altro possa diventarlo lui stesso o godere del suo aiuto.

La vera rivoluzione e’ all’esterno di questo monitor, e’ nelle persone che STANNO FACENDO QUALCOSA A RIGUARDO.

Si e’ passati all’azione, gruppi indipendenti si stanno consolidando e stanno andando per la propria strada, si sale sul ponte !

La Cummuniy avanza, e questa non e’ Farmville, e’ la Vita reale !

Francesco

P.S. : Grazie a tutte le persone che mi stanno inviando articoli e traduzioni, sono sempre ben accette e contribuiscono al bene comune. Continuate cosi !

—————————————-

richard

Traduzione: David F.

HCL-21 ANATOMIA DEL CORPO THETA (2A PARTE)

Fate superare loro completamente una condizione psicosomatica al naso, e dopo di ciò essi hanno una condizione psicosomatica all’unghia. Ora, la vostra esperienza su questa linea, in ogni caso, non è mai stata neanche lontanamente brutta quanto quella della psicoterapia dei vecchi tempi. Questo era “La Fiera delle Illusioni” [romanzo e film del 1947, n.d.t.], perchè non appena voi persuadevate qualcuno, e dimostravate qualcosa in lui, che essi non stavano provando a fare, convincevate qualcuno a non farlo più, qualcos’altro si sarebbe presentato dicendo: “Bene, ora faremo questo”. Uno psicoterapeuta assumeva allora come una regola della strada che ogni volta che ti sbarazzi di una malattia psicosomatica in un preclear, avresti trovato un’altra malattia psicosomatica che l’avrebbe sostituita. Questa era una regola della strada. E alla fine sono arrivati ad un punto in cui hanno diagnosticato tutte le malattie psicosomatiche come sostituto per qualcos’altro. Beh, è molto interessante. Una sostituzione era una sostituzione, era una sublimazione, era una sostituzione. Come altro ci si poteva mettere, con tutte queste variabili e senza mezzi in realtà, a sradicare quella particolare malattia che non voleva cedere? Era un problema molto difficile.

Ora, ogni entità con cui avete a che fare, ogni corpo theta con cui avete a che fare con un pc, è capace di produrre un numero pressochè illimitato di malattie psicosomatiche. Potresti avere qualcosa del genere. Supponendo che il vostro pc fosse proprio un corpo theta, e così via. Avete familiarità con questa condizione. Lo audite per un po’ e lo portate in una posizione in cui non è più bloccato in quell’engram. Non è più in quell’episodio, ed ora è in un’altro episodio. Ora lo audireste abbastanza a lungo in modo che non fosse più bloccato in quell’episodio, o che non lo influenzasse, e lui sarebbe in un’altro. Nel frattempo risale come la traccia, un po’ di episodi più recenti e recenti, o forse a volte venendo frustato indietro ad episodi più remoti. C’è una fine determinata ad una cosa simile.

Così, fintantochè voi come auditor non diventate stanchi o giù di tono o scoraggiati o qualcosa del genere, potete in realtà esercitare abbastanza influenza su questo pc da tenerlo in un corpo theta. E’ un trucco che è osservabile. Avete visto alcuni pc che cambiano auditor ed il secondo auditor ottiene subito un caso completamente differente. E lui viene a trovarvi e vi dice: “Beh, lo conosci quel caso, e stavi provando a scaricare tutti quei prenatali e quei lock sulla madre e così via. In realtà era il padre. Il padre era l’intera soluzione del caso”, e vi molla lì. E stavano audendo un’altro corpo theta.

Ora se cambiate da un’auditor uomo ad uno donna, l’uomo si troverà ad audire un corpo theta, e la donna si troverà ad audire automaticamente un altro corpo theta, perchè gli uomini e le donne ottengono risposta , in un pc, da corpi theta diversi.

Ora non c’è bisogno che queste variabili vi rendano perplessi, ed in realtà lo faranno solo se non vengono capite. Se improvvisamente realizzate che state suonando un organo con dodici registri [tasti degli organi che attivano/disattivano il passaggio dell’aria su singole canne. N.d.t.], potete raggiungerli e accenderli e spegnerli. E’ molto semplice, e potete suonare “Casa Dolce Casa” dodici volte. Fortunantamente per voi, tutti questi esseri non ricevono lo stesso engram nello stesso momento.

Ora avete visto questo trucco della manifestazione delle valenze. Voi portate il pc indietro sulla traccia ed egli è fuori valenza, e voi lavorate, lavorate e lavorate per riportarlo in valenza.

Beh, c’è una buona ragione per cui lavorate per riportarlo in valenza. Quello che fate quando è fuori valenza, è che state provando ad audire un osservatore. Beh ora, succede che questo corpo theta che osserva avrebbe in realtà della carica sull’episodio. Questo corpo theta che osserva che è anche il pc, starebbe guardando questo episodio che accade e a lui non piace come osservatore, proprio come non piacerebbe a qualsiasi altro osservatore nella stanza. Ma per amor del cielo, auditelo via come un osservatore. Non molestate solamente il pc per farlo tornare in valenza, ma auditelo come un osservatore. Va bene.

Scoprirete che, mentre percorrete il caso, che gradualmente potete portare tale episodio, ed è la manifestazione di passare attraverso ad un episodio molte volte, e alla fine trovare la persona in valenza. Quello che fate è audire via questo osservatore, questo osservatore, e allora audite via un’osservatore quaggiù e poi audite via un osservatore laggiù. E poi all’improvviso arrivate a a questo caso centrale, e sapete perchè vi mette in all’ erta? Perchè sta mettendo l’episodio in restimolazione. L’essere theta sta restimolando l’episodio sempre più attraverso questi osservatori. Essi vanno attraverso l’episodio, gli osservatori vanno attraverso l’episodio e questo restimola il vostro centrale, e tutto ad un tratto egli è nell’episodio. Ed è sveglio dentro esso.

Generalmente quando vedete questa manifestazione, la persona che il pc era, l’essere che il pc era a quel tempo, sta ricevendo talmente tanta carica durante l’episodio che molto spesso se è un episodio grave quella entità si ferma lì, considera di essere morta, considera che è finita, che non esiste più, che non serve a nulla continuare, si ferma proprio lì sulla traccia. Ma con quest’altra cosa che sta succedendo attorno ad essa, all’improvviso si scuoterà abbastanza liberamente sulla traccia che potrete audirla, svegliandosi in quella misura.

Ora chiariamo la terminologia qui. Volevamo essere veramente precisi in ogni comunicazione, diciamo esattamente quello che vogliamo intendere, perciò dobbiamo avere alcune parole che dicano esattamente quello che significano. Così per nessun’altra ragione aldilà di questa troviamo utile nella comunicazione classificare questi corpi, questi corpi theta in questa maniera. Chiamiamo l’essere theta, diciamo che l’essere theta sarebbe la persona centrale superiore, quella che la persona sarebbe, che il vostro pc sarebbe se fosse completamente chiarito in questo modo fino a Theta Clear. E questa sarebbe l’ultima entità a cui vi indirizzereste. Questa è la maggiore, superiore entità che rimarrebbe come preclear. Chiamiamola un essere theta, o il suo essere theta. Ora chiamiamo i rimanenti corpi theta, chimiamo questi rimanenti corpi theta anime dei corpi; e non chiamiamo questo… Non vi piace questa parola. Va bene, cosa volete come parola? Chiamiamole entità allora. Chiamiamole entità. Ok?

Voce maschile: “Entità di Possessione”

Va bene. Ora voi avete un’intera serie di queste, perchè queste, a proposito, non sono entrate. Non sono entrate senza invito. In realtà esse sono state ammucchiate a gruppi. Alcune di loro sono là sotto compulsione da altrove.

Ora chiamiamolo terzo ordine; queste sono quelle che dovrebbero essere lì. Ciò include l’essere theta e poi sei entità e alla fine queste rimanenti. Chiamiamole entità pigre, o una parola simile. Queste pigre, sono davvero pigre. Sono in realtà esseri theta che sono finiti giù dalla collina al punto che sono praticamente fuori dal fondo. Non potevano avere un corpo se… è solo… è dove il vostro… è dove tutti gli esseri alla fine vanno. Scendono lungo la collina fino al punto in cui non sono più capaci di avere corpi. Sono completamente bloccati sulla traccia. Bene, esistono questi esseri pigri.

Voce maschile: “Li chiami vampiri?”

Beh, sarebbero vampiri, giusto. OK.

Ora questi entrano nell’individuo. Entrano nell’individuo, ma non senza invito. L’individuo li ha chiesti. Oppure una delle sue entità ha chiesto di loro, con o senza autorizzazione, a causa di una compulsione ad unirsi. Perciò avete questo ammasso, che assomiglia a ciò. Per prima cosa c’è l’essere theta. Ora si è mescolato assieme, ma non si è mescolato in identità, con un secondo, con un secondo essere. Ora quest’altro essere è abbastanza senior, e probabilmente non se ne andrà. Questi due allora, si sono uniti ad esse, queste entità, una dopo l’altra. E queste entità a loro volta avevano abbastanza compulsione su di loro da aggiungere persino altri esseri, cosicchè alla fine siete finiti con un numero veramente grande.

Perciò ora un’entità è classificabile nella misura che ogni entità possa avere un corpo altrove, per l’uomo sapiens nel tempo presente, ogni entità può avere un corpo altrove. Ma queste pigre generalmente no. L’essere theta può egli stesso avere un’entità – un – un’altro corpo. Potrebbe averlo. Non c’è nessun motivo di essere molto complicati su ciò. Potremmo in realtà andarci attraverso e numerare ciascuno di loro nelle loro posizioni, e sapreste esattamente dove sono…

L’essere theta di solito è rivolto davanti ed è nella testa e può emanare da lì fino all’intero corpo e può essere l’intero corpo. E quando il vostro pc sta bene, quando è ben disposto, quando è in buone condizioni e così via, sarà questo essere che è. Il secondo ha mete differenti, ma in una sorta di partner al primo. E normalmente si considera rivolto all’indietro nella testa, perchè è dov’è più facilmente raggiunto. E anche lui potrebbe pervadere l’intero corpo senza nessuna conseguenza troppo cattiva, sebbene le mete di questo essere, questa entità, non siano così alte, o così buone come quelle dell’essere theta. Benissimo.

Il vostro prossimo essere sarebbe l’interno destro, ed il prossimo l’interno sinistro; queste sono entità: ora, interna destra, interna sinistra e stomaco.

E ora avete altre due entità in più. Ora io non so se ciò accada in ogni caso, ma queste ultime entità sembra siano state aggiunte dopo la Terra. Sono state aggiunte qui sulla Terra in un modo o nell’altro. Non ho ancora molto chiara questa storia. E c’è un’altra entità che è l’entità somatica, che ha continuato lungo tutta la traccia come il corpo. Ed è di fatto responsabile di aver sviluppato il corpo, ed ha nel suo archivio tutte le informazioni sulle linee genetiche, come il Lacrimante, il Soccorritore e così via. E’ il suo bank di dati.

Ora ognuno di questi, in un momento od un altro delle molte esistenze del pc, è stato in carica. Per nessun’altra ragione che l’essere theta è andato a dormire o ha fallito o è stato spinto via da una posizione di comando. E così la maggior parte delle persone hanno uno od un altro di questi esseri che hanno preso il controllo in certi momenti. Molto interessante. Alcune di queste entità sono o sono state esseri theta, e come tali sono accompagnate dai loro sotto-ordini. Ma li troverai tutti nella stessa locazione, tutti nella stessa locazione, perciò non essere sorpreso. E’ per questo che dico che serve un E-Meter per tenere traccia di tutti questi, ognuno di questi può prendere il controllo ed investire l’intero corpo, può operare da solo con il proprio bank di dati, e può creare un somatico ovunque nel corpo. La posizione geografica è solo dove li troverai più o meno nativi. Ma essi possono di fatto prendere quell’area ed estendersi da quell’area e diventare l’intero essere, opure estendersi da quell’area e improvvisamente controllare una parte del corpo che è abbastanza distante dalla loro propria sedia di comando.

Ora non lasciamo nessuno confuso sulla teoria degli epicentri. La teoria degli epicentri è ancora valida. E’ una traccia, un registrazione di come si è evoluto il corpo. E tutti questi epicentri hanno bank di dati, ma sono tutti sotto il controllo dell’entità somatica. E l’entità somatica, mentre procedeva, è stata formata e aggiunta come struttura. Così i centri di controllo, o epicentri del corpo, sono unicamente i punti del corpo da cui i meccanismi e gli arti del corpo vengono maneggiati. Ed essi nacquero semplicemente a causa di contro sforzi applicati a quel punto. Si tratta di struttura, struttura fisica.

Ora fatevi questa immagine. Quì c’è un grande pannello di controllo. Ogni bottone su questo pannello potrebbe essere chiamato epicentro; si potrebbe dire un cervello embrionale o un centro nervoso, un posto di controllo o altro; e qui ci sono tutti questi bottoni. E voi premete uno di questi bottoni ed una certa luce si accende e certi movimenti hanno luogo. Un dottore prende questo martello, il suo piccolo martello di gomma, e colpisce qualcuno sulla rotula, e la gamba si solleva. E lui dice: “Bene, il tuo sistema nervoso centrale è in buone condizioni”. In altre parole sta dicendo che quell’epicentro è connesso, perchè lui può arrivare e tramite l’applicazione di movimento meccanico, creare una risposta strutturale. Ora questo è quello che è un epicentro. E’ solo un bottone che si preme. E’ costruito nella struttura e ha neuroni, sinapsi e così via. E’ solo la meccanica del corpo.

Ora abbiamo questo grande pannello di controllo. Chi lo sta azionando? L’essere theta è la persona che si suppone dovrebbe farlo, fra le altre cose. Egli può fare un sacco di cose oltre ad azionare questo pannello. Dal momento che voi siete un essere theta, allora chiunque potrebbe arrivare ed azionare questo pannelo di controllo, in particolar modo un essere theta. L’entità somatica in realtà è molto, molto in basso nella linea di potere, comparato all’essere theta. Ma prima, prima che questo corpo terrestre venisse preso da un essere theta o qualche entità, stava andando abbastanza bene. Pensava, operava, agiva, non era troppo intelligente, non era troppo veloce. A volte riportate un pc ad un tempo in cui era con un corpo theta in un bradipo, e stava pensando. Ho avuto questa esperienza una volta. Penso di aver fatto sparire una linea di carica per un bel po’. “Ora mi metterò a pensare”. Segnale d’azione.

Ora, prima di ciò, prima che questo essere theta e le entità si unissero a questo corpo, l’entità somatica era in completo controllo di questo pannello di controllo. E poteva andare da questo bottone di controllo e come dire: “Beh, alziamo questo braccio, alziamo questa gamba, e alziamo questo braccio, alziamo questa gamba” bump, bump, bump, premi, premi, operando sugli epicentri per fare questo genere di cose. Il vostro pannello di controllo viene premuto, e questo agisce sugli altri centri di controllo, e questi operano, e i muscoli si flettono ed il sangue scorre ed un sacco di cose interessanti succedono in questo motore a carbonio/ossigeno. E così arriva l’essere theta. Un bambino ha delle notevoli difficoltà con ciò, deve imparare come azionare il pannello di controllo. Il bambino è abbastanza intelligente. L’essere theta del bambino, all’inizio del ciclo, è di solito molto vigile.

E così cosa abbiamo? Abbiamo un pilota, un individuo non addestrato piuttosto, spinto improvvisamente nella cabina di pilotaggio di un B-47. Si siede lì con i controlli, controlli, controlli, controlli…Come si aggancia ai controlli? Come fa funzionare questi meccanismi? Il corpo, il theta, il corpo viene occupato dall’essere theta e dalle altre entità proprio prima della nascita. E questi esseri hanno la strana ossessione che devono entrare nel corpo dalla bocca. Strano, questa è una vecchia, vecchia, vecchia superstizione, ed evidentemente è vera. Ma è solo una compulsione. Non devono farlo per niente. Ed è proprio prima della nascita che ordinariamente succede. L’essere, l’entità somatica sta dirigendo il corpo fino a quel momento. Va bene, l’essere theta si unisce. Poi, sapete, la prossima cosa è: “Come si muove un braccio qui? Quale bottone?”

E doveva anche come allenare questo corpo nelle sue risposte. Perciò serve un anno o due prima che il bambino sia in grado di occuparsi dell’intero corpo e operare. Ora tira avanti per un bel po’. I bambini sono molto reattivi, Sono molto in gamba. E per  sei, sette, otto, nove anni, un bambino è molto accurato, il suo tempo di reazione è molto buono. E così, ovviamente, arriva qualcuno che lo punisce, o lo manda a scuola, o lo tortura, o lo macina per farci un hamburger, qualcosa del genere… E a quel punto l’essere theta fallisce. Beh, una delle cose che fallisce a scuola, tra l’altro, è che la conosce. La conosce tutta. E quindi arriva qualcuno e dice:”Adesso devi imparare questo, e ti puniremo se non lo imparerai”, ed il risultato è confusione. “Perchè devo imparare quello che so?”.

Ed hai una terribile confusione a quel punto, e ciò inizia a mandare l’essere theta giù di tono.

Beh, da lì in poi, basta forse un’operazione, un episodio, e l’essere theta va dietro al pannello di controllo ed una ad una queste altre entità prenderanno il controllo di quel pannello. E l’essere theta proverà ad operare attraverso queste altre entità. Delegazione di autorità. Dice: “Non mi posso più fidare di me stesso. Forse Pete può farlo. Forse Bill può farlo. Forse Sue può farlo”. Ma che cos’è questo? Stai avendo un essere che esce, ed altre entità che subentrano. Ma stai ancora avendo l’essere theta che opera ad un livello di consapevolezza che è molto, molto, molto basso, ma che a volte è abbastanza intelligente se non si sta prendendo alcuna responsabilità, e così fornisce soluzioni.

Sebbene il corpo sia ben saldo nelle mani di alcune entità, l’essere theta fornisce le soluzioni per un problema qui ed un problema là. E a volta arriva velocemente ed altre lentamente. E puoi in realtà far scattare l’essere theta a darti delle risposte, semplicemente chiedendo delle risposte lampo. Quella è la manifestazione. In realtà non è solo un archivista. Non è per niente un archivista, in realtà. Stai provando a raggiungere la beingness di una persona in questo modo.

Ora quando inizi ad audire questa persona, la prima cosa che dovresti sapere è quanti psicopatici hai fra le tue mani? Questa è la prima cosa che vuoi sapere. Chi è bloccato sulla traccia? Che cos’è la psicosi? Puoi ridurre la psicosi a questa definizione. La psicosi è la condizione di un’entità o spirito pigro che entra in controllo, ma che è bloccato sulla traccia. Ora, questa è la psicosi: provare a controllare, bloccato sulla traccia. Ora puoi anche buttare via quello che sai sui circuiti, perchè ti mostrerò cosa sono i circuiti fra un attimo. Ma c’è la tua base sulla psicosi e anche sulla nevrosi. C’è la vostra base su di essa.

Qual’è la nostra meta allora? Se avete un’entità psicotica fra le vostre mani, il vostro problema tutto ad un tratto è un problema molto semplice. Non dovete preoccuparvi molto di un circuito. Quello di cui dovete preoccuparvi è come facciamo a far muovere il pc sulla traccia, perchè per tutti gli intenti e gli scopi, e l’importanza del vostro auditing, quell’entità che stai provando ad audire è il preclear.

Ora di solito devi audire questa entità attraverso il preclear, oppure puoi audire questa entità direttamente. Dipende tutto da quanto in alto sei sulla scala del tono.

Ora qui avete perciò il semplice problema di scoprire dov’è bloccato sulla traccia, e su quale tipo di episodio è bloccato. Primo, quale entità è bloccata, quando è bloccata, e percorrerlo via. Lo percorri via con pensiero, emozione e sforzo, procedura di routine. Ora se non puoi contattarlo molto bene, puoi fare questo trucco di fargli ricordare qualcosa di assolutamente reale. Oppure puoi chiedere ai livelli più alti del preclear di entrare sopra a questa entità, possedere l’entità e lanciarlo attraverso all’episodio. All’entità ciò non piace, ma puoi veramente montare sopra ad una di queste entità e farla macinare attraverso l’episodio.

Lei non ci può fare nulla, non protesterà nemmeno. Ma quando sono molto solidamente fuori comunicazione e abbastanza addormentate, incoscienti e così via, molto spesso dovrai farlo, perchè esse pensano che stia succedendo proprio ora. Questo è il grosso errore che fanno con il tempo. A loro sembra che il posto in cui sono bloccate e l’episodio che stanno percorrendo sia adesso. Questa è la manifestazione della psicosi: l’assenza di tempo in un episodio e la convinzione che l’episodio stia accadendo ora.

Va bene, con il pensiero, emozione e sforzo perciò; o facendo in modo che il pc salga sopra all’entità e la spinga attraverso, o direttamente all’entità facendola andare attraverso, oppure, se sei abbastanza in alto sul livello, entri tu stesso e ci vai attraverso da te: in altre parole, tu stesso prendi questa entità e la porti fuori dalla sua epoca fino al tempo presente. Ed una dopo l’altra localizzi queste entità e le metti a posto. Ora scoprirai che, a causa di questo piccolo trucco – che io dico potrebbe essere in funzione in questo momento su un altro pianeta – potresti scoprire che prendi ognuna di queste sotto-entità e ti tocca prenderle a calci e percorre via una morte su una traccia simultanea.

Percorri via questa morte su di loro se c’è, perchè esse sono molto comunemente bloccate in essa se è proprio in restimolazione. Ma se non lo è, non prenderti la briga, ma assicurati soltanto che siano in tempo presente. E fai in modo che l’essere theta dell’individuo sia vivo, sveglio e all’erta il prima possibile. E poi audisci quell’essere, perchè è quello a cui stai provando di indirizzare il tuo auditing. E l’unica ragione per cui stai provando a togliere di mezzo queste entità e altre cose presenti, è che le vuoi fuori dai piedi per poter audire questo essere theta. Questo è quello che stai facendo. E’ un lavoro molto semplice. E diventa più semplice, molto, molto più semplice come concetto, di ogni altro che abbiamo avuto in precedenza.

E ora occupiamoci di circuiti. I circuiti sono abbastanza reali come cose, ma si dà il caso che un circuito sia un essere, un’entità o un pigro, che sta imitando. E voi sapete che un preclear che scende abbastanza sulla scala del tono entrerà in un rapporto fisiologico o mentale con qualcuno, ed imiterà, imiterà, imiterà. E’ ipnotismo. E queste entità, queste entità copieranno veramente altre persone. Copieranno altre persone così interamente che confonderanno la propria identità con quelle persone. Così completamente confuse con loro, che avete questo tipo di manifestazione. Cominci a percorrere questa entità e scopri che questa entità è qualcuno che la persona conosceva una volta o un’altra, ma non lo è per niente.

Puoi allentare ciò abbastanza rapidamente facendo sparire un po’ di lock. Questa entità farà uno sforzo di controllare il vostro pc imitando le persone che hanno controllato il vostro pc. Questo era lo scopo, o la compulsione messa dalle persone che volevano controllarle, e così il loro sforzo di controllare sarà uno sforzo di punire. Così una delle prime cose che faranno sarà di influenzare il pensiero. Se questo fallisce influenzeranno l’emozione. Se ciò fallisce accenderanno somatici e li terranno accesi. Oppure semplicemente imiteranno alcune persone che sono state in grado di controllare il pc, come il papà, la mamma, gli insegnanti, cose del genere. Imiteranno i manierismi e le loro attività e così controlleranno il preclear.

In realtà il riconoscere, il riconoscere la loro esistenza e che esse hanno un’identità che è distinta e separata dalle persone che stanno imitando, ed il riconoscere da parte dell’essere theta che quelle entità sono lì, praticamente ucciderà il loro potere. Il caso del somatico cronico è qualcosa che spesso ti troverai a risolvere in quindici o venti minuti semplicemente costruendo un riconoscere da parte dell’essere theta.

Ora quando abbiamo parlato del comunicare con la vostra mano, comunicare con il vostro fegato, comunicare con qualcun’altro, quello che stavate facendo era prendere una di queste entità o l’essere theta e spingerli a controllare un’area che fino a quel momento non avevano mai controllato. Ora potete farlo con ogni entità. Potete spingere ogni entità a prendere controllo di ogni area. Beh, fareste meglio a chiedervi, qual’è lo scopo di base di questa entità nei confronti dell’essere theta? Qual’è l’impulso a controllare di questa entità? Perchè dopo che avete fatto un buon lavoro di ARC e avete detto: “Ora vuoi entrare in controllo di questo, vuoi entrare in controllo di quello, vuoi spostarti su questo, e proviamo dell’affinità per la tua mano, e facciamo questo e quell’altro”, beh, scoprirete di aver messo un surrogato lì. E la prossima cosa che saprete sarà che quel tizio che aveva solo un leggero dolore o un artrite in un dito, adesso avrà l’artrite su tutta la mano.

Che cosa volete mettere? Perchè voi come auditor potete veramente aiutarli a stabilire questa cosa. Un E-meter vi impedirà di fare questo errore, ma dovreste essere in grado lo stesso di impedirvi da soli di fare questo errore. Perchè un’entità che ferirà un pc o lo danneggerà è abbastanza cattiva. L’essere theta di un’entità è di solito molto ben intenzionato verso di lui. Molto ben intenzionato, e non lo ferirà, non manterrà un somatico, o un’aberrazione. Tutto quello che farà un essere theta sarà ne più ne meno che sonnecchiare e andare a dormire.

[Questa parte finale della conferenza non c’è sulla vecchia bobina, ma è inclusa nel vol 10 del R&D]

Ora, è fortunato per noi.

Non è vero per le entità. Esse non sonnecchiano o vanno a dormire. Se le svegliate improvvisamente, loro a malapena sanno dov’erano o perchè erano lì, o qualsiasi altra cosa, e all’improvviso dicono: “Ah! Qualcuno da controllare. Carne!” E zing! Entrano in operazione standard. Avete visto esseri umani fare ciò. Un tizio a 1,5 arriva, entra in una classe di bambini e dice: “Quale di questi posso controllare per primo?”. Proprio questo.

Il piccolo Johnny giù in fondo si sta succhiando il dito e loro – a loro non importa che Johnny si sta succhiando il dito; non gli dispiace affatto. Il punto è che loro devono controllare; devono controllare.

[parte mancante nel nastro originale]

… entità sono state così martellate e sbattute e spinte dall’atteggiamento compulsivo delle persone che hanno cercato di controllarci nel corso della storia, che … qual’è il loro primo cambiamento? Ciascuna può fare cambiamenti di valenza ad ogni modo; possono essere questo o quello. Sono degli ottimi imitatori. E così diventano persone che hanno provato a controllarci, ed il loro unico metodo di agire che conoscono o che possono seguire, a meno che non vengano portate nuovamente ad un punto in cui possano pensare, è forzare con il dolore, forzare con la minaccia, forzare con l’aberrazione: un’operazione di forzatura con il MEST sul il preclear. Così, quando un pc ha un somatico cronico, sai immediatamente che ha un’entità che sta provando a forzare qualcosa su di lui, e che questa entità non è l’essere theta. Lo sai immediatamente.

Questo pc si sta audendo continuamente, continuamente, continuamente e continuamente senza il minimo guadagno. Cosa sta succedendo? Una di queste entità ha deciso che questo è un ottimo metodo per torturarlo. Certamente, è perfettamente vero che potresti chiarire una di queste entità oppure l’essere theta e dire:”Ok, ora audisci le altre”. E lo farebbe! E farebbe persino un buon lavoro. Ma la sfortuna sarebbe se una delle entità imparasse ad audire. Adesso andiamo… Ed esse percorrerebbero accuratamente l’episodio a metà e poi lo lascierebbero lì. Ammasserebbero ogni essere theta presente su qualche punto della traccia. E ci lavorerebbero, ci lavorerebbero, ci lavorerebbero… Diventa piuttosto crudele dopo un po’.

Ora il nostro compito è perciò, come sempre, un compito di differenziazione: imparare a differenziare. Differenziare fra le beingness di una persona, in uno sforzo di ristabilire nel potere dell’essere theta l’intero controllo dell’ individualità, e di tutta l’individualità che c’è in quell’essere theta. Ora fare ciò non è molto difficile. Immaginate come sarebbe audire un pc che non avesse nessun circuito. Gli chiederesti semplicemente: “Ora dove sei sulla traccia?”

E lui: “1861”.

E tu dici: “Va bene. Vai all’inizio dellepisodio a percorrilo (schiocco di dita) fino alla fine”.

Nessuna complicazione. Lui va all’inizio dell’episodio con piene percezioni e lo percorre fino alla fine.

Dici: “Attraversalo di nuovo. Attraversalo di nuovo. Attraversalo di nuovo. Dove sei ora?”.

“Hmm. 1902”.

“Cosa ti sta succedendo?”.

“Oh. Sono appena caduto dentro ad un tubo della fogna”.

“Ok. Torniamo all’inizio. Percorrilo ancora. Dove sei ora?”.

“Oh. 1938. Sì”.

“Bene. Ritorna all’inizio. Attraversalo. Dove sei ora?”.

“Tempo presente. Cavolo, mi sento benissimo!”.

Non sarebbe bello?

Beh, è il tipo di auditing che state facendo, e finchè ricorderete che questo è il tipo di auditing che state facendo, non potrete finire nei guai. Perchè se non state facendo questo tipo di auditing, allora c’è un altro essere theta che si è intromesso. Così vi sbarazzate di quello per primo.

Perciò, vedete, questa cosa è diventata molto semplice. Un sacco di domande che avevamo in passato se ne sono andate. Cos’è un circuito? Un circuito è uno psicotico bloccato da qualche parte della traccia che continua ad imitare qualcuno, imitare la mamma o il papà, o che fa un lavoro di imitazione e così via, ma molto psicotico. Essi hanno dei bank di dati.

Che cosa fate con un caso di percezioni occluse? Hmm. Niente di più facile di un caso dalle percezioni occluse. Basta scoprire a chi è successo. Se le percezioni sono spente, allora vuol dire che stai audendo una di esse a cui non è successo, oppure che stai audendo quella a cui è successo e che è bloccata sulla traccia, e perciò non sta percependo. Devi far in modo che l’essere si muova sulla traccia, prima che possa percepire. Beh, è relativamente semplice far in modo che questi esseri si muovano sulla traccia. Bene, questo è il vostro caso con percezioni occluse.

Ora, cos’è un caso fuori valenza? Un caso fuori valenza è una persona che è stata un essere in un periodo della sua vita, e che ora si è spostato ed è un’altro; è un’entità o qualcosa del genere. E così, quando provi ad audire la prima beingness che era, non la stai audendo con il suo bank. Stai provando ad audire cose che gli sono successe sul bank di cose che non gli sono successe, tranne che come osservatore. E scoprirai che forse c’è solo una, o al massimo due di queste entità che osservano cosa è successo ad un’altra entità o all’essere theta. E’ una gran fortuna. Una gran fortuna. Taglia via una gran quantità di osservazioni. Le altre sono completamente [“btotto” errore di battitura.] sul soggetto. Semplicemente non sanno. Non sanno cosa è successo in quel periodo di tempo.

Così voi prendete qualcuno e dite:”Bene ora, cosa ti è successo quando avevi 18 anni?”.

E lui dice: “Non lo so. Non sono mai riuscito a ricordare quel periodo”.

“Va bene, dai, proviamoci. Vediamo se puoi ricordarlo. Dai, continua. Sforziamoci…”. Stai solamente lavorando su un’entità che non ha un bank sull’anno 18. Perciò cosa fai? Se vuoi veramente scoprire cosa è successo a 18 anni, gli fai cambiare e cambiare finchè non trovi l’entità a cui è successo, e sarà in quel bank. Molto semplice.

Devi essere in grado di differenziare fra le entità e scoprire più o meno quando erano vive – quando. Se vuoi fare un lavoro in una sola vita, puoi ottenere risultati molto marcati senza andare indietro oltre questa vita con un pc. Perchè? Perchè puoi rimettere in potere l’essere theta dell’individuo. Non ti ci vorrà molto. Potresti farlo in mezz’ora; potresti farlo in due ore; potresti farlo in cinque o dieci ore. Puoi farlo.

Nell’istante in cui ottieni nuovamente al potere quell’essere theta, avrai qualcosa di più di un MEST Clear, almeno che quell’essere improvvisamente non scalci via improvvisamente un sacco di informazioni del bank. Un MEST Clear tecnicamente è definito come qualcuno che ha un ricordo di ogni cosa che c’è – di ogni cosa che gli è successa. Bene, così fa – l’essere theta – ha una registrazione di tutto quello che gli è successo in quel corpo. Ma questo non significa che abbia un ricordo consecutivo di ogni cosa a scuola, o un ricordo consecutivo di ogni cosa che gli sia successa nell’esercito o qualcosa del genere – qualche altra entità lo ha registrato.

E qui abbiamo questi casi di amnesia improvvisa. Una persona sta vivendo come un’entità e studia questo e studia quello e così via. Ed improvvisamente quell’entità schizza via sull’altra traccia e si blocca, e dice: “Sono morta”. Il che sarebbe, da un’altra parte. All’improvviso non ha più alcun ricordo. Non si muove sulla traccia. Ed improvvisamente un’altra entità prende il controllo, ed io penso che se avete esaminato i casi di amnesia, trovate improvvisamente il pc a lavorare su bank di dati che non si applicano a questa vita. Vedete come sarebbe.

Avrebbe una piena serie di abilità. All’improvviso sarebbe un pittore. Prima di allora non sarebbe mai riuscito a dipingere, ma all’improvviso ha una completa amnesia. Non sa più che è Joe Jones, e pensa di essere Bill Sikes, pittore. Ed eccolo lì tutto indaffarato a dipingere e a tirare fuori bei lavori. I piccoli uomini vestiti di bianco lo vanno a prendere e gli danno un po’ di elettroshock, lo prendono a calci nello stomaco, gli fanno una lobotomia prefrontale – di solito gli danno il caro e gentile trattamento per cui sono noti – e gli fanno tornare la memoria; alla fine gli fanno tornare la memoria. Non posso dire di che vita o di quando, ma qualcosa di certo la fanno accadere.

Ora cos’è un caso di omosessualità? Vedete che un sacco di queste entità sono identificabili come uomini e altre come donne. Ora, prendete un giovane tizio, se la sta passando bene, è un ragazzo. Perfettamente normale come ragazzo, e tutto ad un tratto all’età di dieci anni un altro ragazzo lo seduce o qualcosa del genere, e dopo di che è omosessuale. Cosa è successo? Beh, niente di molto complicato. Rivolgendosi a lui e dandogli approvazione tutto ad un tratto ciò ha validato un’entità femminile. E questa entità femminile dice: “Aha! Sono stata apprezzata; perciò ora penso proprio di essere il boss qui!”. Entra, prende le redini e ciò è tutto! Come guarisci ciò? Come lo sistemi? Audisci la vecchiaccia e sbattila fuori.

Ora, qualcos’altro succede, comunque. Molto spesso – vedete, è normale per le persone fare questo ciclo del salto e andare fra le vite; non sono leggi dell’universo. E’ soltanto qualcosa di rifilato con l’inganno, ed è solo temporaneo. E’ successo in tempi precedenti, ma è veramente temporaneo. E’ successo qui per gli ultimi 35 mila anni, ed è molto recente. Perciò questo ciclo “fra le vite” ed il dividersi nel corpo appena prima della nascita non è nativo nell’universo. Si da il caso che sia quello che succede qui adesso – una cosa temporanea, che probabilmente non durerà per più di altri due mesi. Ad ogni modo, a meno che un sacco di questi spiriti non saranno ben indottrinati.

E’ molto difficile tenere un cartellino su quello che sarà, se un ragazzo o una ragazza. Così si prepara questo pacco di esseri theta tutti ben informati sul fatto che ci si aspetta che debbano andare laggiù ed essere delle brave persone questa volta, ed è un corpo di donna.

E’ molto complicato. Oppure vai laggiù e dici – lo scopo che è stato assegnato – “Ora, ci si aspetta che tu sia una ballerina, una bellissima ballerina, e ci si aspetta che tu seduca gli uomini”. Va laggiù, si tuffa dentro, ed è un ragazzo! Una cosa piuttosto complessa. Che te ne fai di un corpo da ragazzo quando dovresti essere una ballerina bellissima? “Sono sano, non c’è niente che non va in me. Bla, bla”. E qui c’è questo corpo di ragazzo quando dovrebbe essere una ballerina bellissima.

Ottieni questi conflitti terribili nelle persone con le arti. Si sforzano di andare avanti nelle arti contro l’universo MEST che crede che il caos è. Vedi, il theta è estetica, e l’universo MEST è forza. L’universo MEST è tutto passato, ed il theta futuro. Ed hai qualcuno nell’arte e se la sta passando piuttosto male, e prende un sacco di schiaffi in faccia, e la prima cosa che sai, cavolo, è che si sposterà di sesso o valenza e sarà con i nervi a fior di pelle riguardo alle cose. Molto inquietante. Sta provando come un matto a riottenere o mantenere un certo equilibrio in un mondo che non è proprio fatto su misura per l’estetica, questo è tutto. E così entra in un sacco di guai.

Come si riabilita uno di questi artisti? Semplicemente scopri chi è l’artista. Questo è tutto, semplicemente scopri chi è l’artista e rimettilo in sesto. Potresti ottenere un tizio che era un grande fallimento nell’arte, che improvvisamente è ora calmo e felice di essere un pittore di case. E potresti ottenere un pittore di case che dovrebbe veramente essere un grande ballerino. In questo modo, le valenze, nello spostamento, cambieranno i loro scopi, e lo faranno molto violentemente.

Ora, il problema dell’auditing, è, perciò, quello che si sa che dovrebbe essere, pensiero, emozione e sforzo, con questa semplificazione: sai molto bene dal comportamento del tuo pc che non hai audito solo una persona. Esse continuano a spostarsi sotto le tue mani. Era qualcos’altro di troppo complesso, e così via. Perciò assicurati di differenziare tra entità e entità e cerca di sbloccarle dalla traccia molto chiaramente e gentilmente e ottieni l’essere theta nuovamente in potere. E se con questo pc stai andando a Theta Clear, stai iniziando a portare su questo essere theta, portarlo su e su, su, su, su e su lungo la linea, prendi ogni episodio che riesci ad immaginare e toglilo di mezzo – ogni episodio che troverai sulla mappa della traccia – e solamente attraverso i suoi cavalli di potenza spazzerai via il resto delle entità e, ovviamente, spazzerai via qualsiasi cosa al di sotto di quel livello di entità. Allora avrai un’unità che può oppure non può essere modificata dai suoi partner.

E questo è, allora, l’inizio dell’auditing.

Facciamo una pausa.

[Fine della conferenza]

Trad: David Ferraloni 2013

28 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

Da Ricerche e Scoperte : L’ANATOMIA DEL CORPO THETA (1 parte)

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !

luce-spirito

L’origine della grande curiosita’ e stupore che questa conferenza di LRH del 1952 (!) mi ha dato, arriva da un piccolo quadernetto contenente le Note di un famosissimo OT8 nostrano che me lo diede tempo fa.

Al suo interno vi erano gli appunti di questo Briefing Confidenziale fatto sulla nave, solo per Ambasciatori OT.

Facendo una ricerca tra i materiali di LRH, ho scoperto che questa “Anatomia del corpo Theta” non era assolutamente confidenziale ma bensi’ contenuta nei famosi “Volumi Blu”.

Con il senno di poi, credo che LRH abbia fatto un lavoro a ritroso, ossia, partendo dal DATO, ha fatto in modo di diluire la cosa affinché attraverso un Gradiente ( Il ponte), ognuno di noi potesse arrivare ad un certo tipo di consapevolezza, capacita’ ed abilita’ di poter autonomamente proseguire il proprio viaggio di innalzamento spirituale.

Questo per dire che arriva un momento in cui LRH virtualmente smette di tenerti per mano ed e’ il momento che tu inizi a correre la tua strada con le tue scarpette !

Beh, allacciate le cinture…..

Francesco

 

P.S. : Grazie a tutte le persone che mi stanno inviando articoli e traduzioni, sono sempre ben accette e contribuiscono al bene comune. Continuate cosi !

—————————————-

chakra

Traduzione: David Ferraloni

HCL-21 ANATOMIA DEL CORPO THETA

[HCL=Hubbard College Lectures, conferenze del College Hubbard n.d.t.]

5203CXX, HCL-21, marzo 1952 (in base alla bobina e alla lista generale di Flag. Data precisa sconosciuta. Questa è la conferenza 373 nella lista generale).

Titolo alternativo “Entità del Corpo Theta”.

Data il 16 aprile 1952 in base al Nuovo R&D [Research & Discovery n.d.t.] vol.10 pagina 297-319. E’ stata messa dopo la conferenza HCL-23 “Corpi Theta”, mentre la serie HCL e i libretti della conferenza la mettono prima.

[Basata sulla trascrizione del vol. 10 della R&D e la vecchia bobina. Le righe segnate con “>” erano state omesse dalla R&S. Ma la bobina termina a tre quarti della conferenza e la sezione finale è basata solo sulla versione data dal R&D.]

> Ma potrei anche dirvi perché la fondazione al 211 di West Douglas
> abbia proprio smesso completamente di dare processing e stia insegnando
> al minor numero possibile di studenti, e proprio in questi ultimi giorni si sia buttata nella > ricerca.

> Non sono molto sicuro di quello che andranno a ricercare, ma
> sono proprio entrati nella ricerca e così io… Perciò restano nel campo come entità ufficiali gli > HDAs [Hubbard Dianetics Auditors n.d.t.], gli affiliati, che sarebbero i soci del college, una > scuola professionale a Wichita, e qualsiasi unità che sia qui per quanto riguarda i lineup, e > ovviamente questa fondazione. OK? Questo tra l’altro è un grande peso in meno nei miei > pensieri, perchè mi domandavo da che parte questa gente avrebbe saltato, suicidandosi a > volte, saltando dalla parte sbagliata

>

> E tutto quello che sembrano aver ottenuto fin’ora per me, è aver detto ai tizi delle tasse sul >reddito che io sono del tutto incasinato con le mie tasse sul reddito, così quelli delle tasse >stanno venendo giù. Abbiamo qualcuno qui in città che è terribilmente bravo con le tasse sul >reddito? Bene, loro non avrebbero guardato, non mi avrebbero lasciato guardare nessun libro >del ’51, così io non so che reddito abbiano scritto. E hanno cancellato tutto il mio reddito >proprio appena prima della dichiarazione dei redditi, perciò non so, voglio dire… Ho scritto >all’esattore delle tasse circa un anno fa e gli ho detto: “Per Dio, sono confuso!”. E non ha mai >risposto, perciò immagino che lo sia anche lui.

>

>Voce nel pubblico: “Sta cercando me, ecco perchè non ti ha trovato”.

>

>Davvero?

>

>Voce nel pubblico: “Sta aspettando di archiviare le mie pratiche. Non dico nulla…”

>

>Che cosa sapete? Beh, che dobbiamo fare un paio di theta clear velocemente, e fare a pezzi >questa gente delle tasse prima possibile.

Questa sera, questa sera vi darò due conferenze, e se ce la facciamo una piccola dimostrazione.

Andrò avanti molto rapidamente. Non mi ero accorto ieri sera, fino all’intervallo, che erano presenti un sacco di persone che non erano per niente familiari con Dianetics, e oggi vi istruirò di gran carriera, più o meno proprio come verrà fuori il corso estivo.

Stasera voglio parlarvi dei corpi theta. L’anatomia di un corpo theta singolo, e l’anatomia di uno composto, che chiamiamo “tu”, e questo potreste trovarlo di considerevole interesse.

Questa è materia di ricerca che è abbastanza vecchia. La gente ha lavorato in questo campo qui sulla Terra, che io sappia, per gli ultimi diecimila anni, e hanno lavorato altrove su questo campo per molti più anni di questi. E le informazioni che sono state accumulate fin’ora sono state, più o meno, in un solo verso. Nessuno è andato indietro su queste informazioni. Sarebbe a dire, sapevano come fare delle cose ai corpi theta e sapevano come si sarebbero comportati i corpi theta quando facevi loro delle cose, ma non sapevano cosa fare ad un corpo theta per annullare quello che gli era stato fatto.

In altre parole, il processo inverso. Ora, attraverso l’ottenere del pensiero, emozione, registrazioni di sforzo, facsimili e adesso l’anatomia stessa del corpo theta, è possibile per noi girarsi e invertire il vettore su questo intero problema. Possiamo smontare quello che è stato fatto ai corpi theta. Possiamo esaminare cosa siano i corpi theta nativamente, e quale sia il loro, perlomeno la maggior parte, potenziale totale.

Diventa ovvio che niente di quello che è stato fatto ad un corpo theta nell’ultimo miliardo di anni – se perdonerete la mia affermazione, sto solamente seguendo le letture di un elettropsicometro, preclear dopo preclear, un miliardo o miliardi di anni è all’incirca l’età di un corpo theta, tempo universo MEST. Si può scoprire ora che il corpo theta un tempo possedeva enormi potenziali e non aveva molto bisogno di quella che chiamiamo esperienza. E questi potenziali erano visti e riconosciuti come i loro potenziali. E le potenzialità del corpo theta erano tali che nessuno in nessun momento poteva interamente controllarli. E oggi i corpi theta possono girarsi e uscire da questo settore di controllo.

Perciò l’intero sforzo degli innumerevoli dio solo sa quanto lunghi anni, è stata un fallimento.

Là, in altre parole, gli sforzi di controllare, localizzare, centralizzare, miscelare, comprimere, scombussolare, ribaltare e usare i corpi theta è stato infruttuoso.

Nessuno sapeva come far tornare indietro queste cose fino a che non sapesse qualcosa sul pensiero, emozione e sforzo. Ora noi all’improvviso smontiamo il corpo theta composto che saresti tu, nei suoi corpi theta componenti, e li smontiamo per quanto riguarda l’esperienza, e troviamo la potenzialità di cui una linea centrale di theta è capace. E non è una cosa piccola, è tremenda. Siamo tornati al potenziale com’era, in più la conoscenza di come disfare se dovesse diventare qualsiasi altra cosa da com’era. Perciò ne abbiamo ricavato qualcosa, se non altro.

Ora se qualcuno inizia a sentirsi a disagio mentre sto parlando, si rassicuri che si tratta probabilmente di una condizione temporanea. Ben pochi di questi corpi composti sono incastrati molto bene assieme. Non sono incollati molto bene, in altre parole, e ai primi segnali di consapevolezza, le cose iniziano a succedere. In realtà a questo punto e con l’argomento che vi sto dando stasera, probabilmente non avrete molto più che un leggero somatico, o un somatico forte, oppure sentire uno spazio vuoto o qualcosa del genere. Ma quello con cui abbiamo a che fare è roba che sta molto alla radice. Fin’ora abbiamo avuto a che fare con facsimili. Ora abbiamo a che fare con il corpo theta e solo in parte con facsimili. Ma se potete introdurre la consapevolezza di ogni parte di quel composto che siete voi, otterrete totale consapevolezza e perderete anche un sacco di parti; questo non è male.

E’ interessante, riguardo la faccenda dei corpi theta, come molte persone avessero davvero ragione sull’argomento. Quando ero un tizio molto giovane in India, le cose che mi venivano dette erano indimostrabili in larga misura, ma ciononostante si aveva un’ossessionante sensazione che fossero vere. E si poteva andare in giro a guardare la gente qua e là e vedere che c’era una qualche sorta di prova di ciò. Ora noi abbiamo strumenti che smontano praticamente ogni cosa che sia stata correttamente affermata sull’anima umana, la beingness dell’uomo e così via. E lo possiamo esaminare da noi stessi, il che rende le cose molto interessanti.

Questa la trovai una linea di ricerca molto interessante. Potresti realizzare che molta di questa ricerca è stata tenuta sotto un coperchio. La scala del tono di Dianetics che era stata disegnata nel dicembre e gennaio del 1950-51, aveva una barra su in cima che diceva “1000 – capacità sconosciute” o “capacità inesplorate”. In realtà mi trovavo dentro questa linea di ricerca con entrambi i piedi a quel tempo. Ma dovevamo costruire un ponte. Ora quel ponte stava semplicemente imparando le meccaniche del pensiero, emozione e sforzo. In che modo il corpo theta ha effetto sull’universo fisico? In che modo l’universo fisico ha effetto sul corpo theta?

Ora prendiamo interamente, con calma e spassionatamente l’anatomia del MEST così com’è nel libro di storia dell’anatomia di Gray [Henry Gray, anatomista inglese, 1858 n.d.t.], e guardiamo un corpo composto. Un essere umano, quello che chiamiamo oggi homo sapiens, è un composto di circa sette linee theta, circa sette. E queste linee theta sono ciascuna un corpo theta di proprio diritto, e alcune di queste sono leggermente composte. Sarebbe a dire, che potrebbero consistere di due o tre, ma le chiamano linee theta centrali. Ora questi sono corpi theta. Questi si uniscono dal loro primo livello in maggiori e maggiori gradi di complessità, semplicemente aggiungendo nuove linee o aggiungendo nuovi corpi. E questo non è ne più ne meno complicato che semplicemente prendere il numero due, che è evidentemente l’unità di base e ne aggiungiamo altri due, ne aggiungiamo tre ed infine ne aggiungiamo altri due in cima. Ci sono di solito tre episodi specifici sulla traccia che sono episodi di aggiunta, che in gergo chiamiamo joiners [aggiungitori n.d.t.].

E queste linee si uniscono allora. All’inizio improvvisamente sembrano due, ci sono due corpi theta che diventano un composto di un corpo theta.

Ora non sto parlando in termini di tutti gli episodi che ci sono.

Vedete, ognuno di questi ha avuto un’esperienza prima di essersi unito per la prima volta in questo composto. E chiameremo questo primo composto una personalità, qualcosa del genere. Ora avete qui l’unità di base di due. E prima di ciò, questi due se ne erano andati dal corpo theta principale, due o tre episodi minori si erano verificati e poi arriviamo a questa unità di base di due. Questo è il joiner uno. Di solito uno guarda avanti e l’altro guarda indietro. Vengono messi insieme faccia a faccia. Ora questi sono fuori da qualsiasi universo che conosciamo. Iniziano fuori da qualsiasi universo che conosciamo. Ed essi hanno le potenzialità di avere mete. E ognuno probabilmente ha una meta leggermente diversa dall’altro, cosicchè abbiamo un buon bilanciamento fra i due. Sono stati d’accordo su quali fossero le loro mete, e sono stati d’accordo che in una leggera misura fossero differenti.

Scendiamo ancora un po’ lungo la linea e abbiamo il joiner uno, che è la prima possibilità di un corpo, e questo è un universo diverso da quello MEST, di solito. E sto descrivendo una linea usuale, una linea che potresti vedere variare considerevolmente da preclear a preclear. Ma il vostro tre aggiunto, ha permesso ai primi due di avere un corpo. E questo corpo probabilmente ha molte descrizioni, lo potete trovare descritto in vario modo. Ma non ha percezioni realmente come le conosciamo, perchè abbiamo ancora la consapevolezza del corpo theta dell’immortalità, e della continuazione, e del procedere. Ora all’entrata nell’universo MEST, c’è un’aggiunta in più.

Ora questo discorso che vi sto facendo non è un discorso che descrive i vari episodi. Vi sto solo mostrando i fattori di aggiunta. Queste linee si stanno riunendo e ogni volta avete più composto per un corpo. Ora questo è ciò che è importante, perchè queste cose stanno facendo un corpo, oppure stanno entrando in un corpo e così via.

Così abbiamo quella che chiamiamo la linea genetica. Ora questa linea genetica, che produce il vostro corpo attuale, in realtà è una continuazione attraverso l’universo MEST qui sulla terra.

E non vi siete uniti a questa linea in quanto corpo theta composto, “tu”, fino a, variabili periodi di tempo, forse due, tre o diecimila anni fa. Ma questa linea genetica ha il proprio corpo theta, e come dicevano i Greci, la mente era nello stomaco. Aveva come potremo chiamarla una linea theta del corpo theta nello stomaco. Quello era il suo centro di consapevolezza. E quando vi ci si univa, veniva fatto nella testa dalle altre linee ed in breve, avete una linea genetica a cui si avvicina e si unisce una linea già di per se’ composta.

Ora la linea composta ha quello che potresti chiamare un corpo theta dello stomaco, o un’anima dello stomaco. E questa anima dello stomaco e l’anima della linea genetica vengono sovrapposte a metà del corpo. E i loro conflitti, turbamenti e così via sono molti, e così c’è la vostra ansia da stomaco, la vostra reazione generale da paura, e abbiamo il corpo theta composto che entra nella linea del corpo theta, non la linea genetica. Chiameremo quest’altra linea theta genetica, per un uso migliore. Questa anima della linea composta dello stomaco è molto spesso, se non sempre, psicotica. L’anima dello stomaco è psicotica. C’è passata attraverso giusto una volta di troppo, ed un pochino di troppo. Ed è interessante che potete prendere questo particolare corpo theta e portarlo fino al tempo presente e sbarazzarvi di un un’ansia da stomaco molto facilmente, o persino, persino lasciar andare via questa entità.

Ora questo è più o meno un numero medio di linee standard che fanno il composto a cui ci si riferisce come homo sapiens. E’ interessante e interamente interessante che nessuna di queste linee ha bisogno di nessun’altra di queste linee per essere un’entità completa. Ma sono unite assieme. Sono sotto compulsione e sono sotto costrizione perchè sono state usate, e sono state abusate e sono state unite per altri scopi diversi dal miglior interesse dell’autodeterminismo. L’autodeterminismo è stato portato comunque, lungo tutta la linea a supportare, favoreggiare e aiutare leggermente questo stato composto.

Ora viaggiando dalla cima di questa intera linea giù fino alla fine, attraverso gli universi, fino ad adesso, evidentemente questo è il primo duo, il primo doppio, l’unità di base di due. E una di queste due linee theta è leggermente senior all’altra. E quello che troverai, man mano che le altre vengono sbucciate via, è il nativo, controllante, naturale tu; e questo è quello che riconoscerai come tu. Voi dite: “Chi sono io?”. Bene, è il senior del primo duo. E la condotta del senior del primo duo è modificata dal junior dei due, ed è modificata dalle linee aggiuntive avanti, avanti e avanti finchè di norma il senior è abbastanza addormentato, andato.

Per quanto riguarda lui, egli crede di essere morto, oppure ha idee strane su se stesso. Le sue idee di consapevolezza, ha come delegato ogni cosa ad ogni altra cosa. E’ davvero in apatia. Homo, homo sapiens.

Le attività nelle quali le persone si impegnano sono di norma svolte dai livelli più bassi della linea theta. E la gente abbastanza comunemente funziona sui loro lati destri, o sui loro lati sinistri, che sono, tra l’altro, il prossimo fattore di cui vorrei parlarvi.

Queste linee theta hanno posizioni anatomiche nel corpo. Si possono scoprire facilmente. Sapresti dove sono, cosa fanno, cosa cercano di controllare. E’ molto interessante che esse non sono necessarie, nessuna di queste linee aggiunte, per controllare il corpo. L’anima senior centrale, la linea theta senior centrale è essa stessa completamente capace di svolgere l’intero lavoro. E la persona potrebbe essere considerata clear solo se lei stesse monitorando e governando esclusivamente da questa unità di uno. Ed il vostro secondo “uno” potrebbe anche rimanere, ma sarebbe in una posizione junior.

Ora abbiamo quindi additivi non necessari lungo tutta la linea. E questi, questi additivi comunque, hanno preso controllo delle posizioni anatomiche. Più precisamente, di una posizione geografica del corpo. Ce n’è una sul lato destro, ce n’è una sul lato sinistro, dell’anima centrale. Ce n’è una dietro l’anima centrale, e ce n’è una nell’area del plesso solare, e poi le prossime due sono fuoribordo della prime due che ho menzionato, cosicchè abbiamo le due anime fuoribordo. Poi la prossima è l’anima dello stomaco con le due anime laterali entrobordo. Così il vostro lato destro avrebbe due anime, il lato sinistro altre due. E poi avete l’anima centrale davanti e l’anima centrale dietro. Ed in aggiunta a tutte queste c’è il corpo theta della linea genetica che evidentemente risiede da qualche parte nel centro del corpo.

Ora il corpo theta della linea genetica potrebbe certamente espandersi e prendere l’intero comando del corpo, e così potrebbe ogni altra linea theta che abbiamo. Ciascuna di esse potrebbe prendere controllo della maggior parte o la totalità del corpo, oppure prendere controllo di una certa sezione del corpo. Una piccola parte, oppure una grande parte. Ognuna di esse ha questa potenzialità. E che cosa stiamo guardando ora? Stiamo guardando i corpi theta nella loro essenza. Un corpo theta quindi, non è niente più niente meno che la personalità a cui parlate ogni giorno, e non ha alcuna differenza fra essa stessa in uno stato aberrato ed un essere umano in qualsiasi momento, perchè in qualsiasi momento un essere umano sta funzionando attraverso un corpo theta. Ovviamente quel singolo corpo theta può essere modificato dovendo guardare attraverso un altro corpo theta per potersi esprimere, e ci sono complicazioni di questo genere. Ma quello che voglio veramente farvi capire a fondo, è che non c’è niente di strano in un corpo theta. Camminate con esse, parlate con esse, siete esse… Ed il motivo per cui li chiamo corpi theta è per darvi una differenziazione molto buona, perchè un essere umano, come esiste oggi in uno stato normale, è un composto di questi corpi theta. Ma di solito manifesta solo una di queste personalità.

Ora l’homo sapiens è nello stato molto interessante di avere i due centri superiori – se mai si sono visti o sentiti- in una sorta di sola consapevolezza di sfondo, e più o meno l’unica occasione in cui si presenteranno a voi, sarà dandovi risposte flash nel caso diventino molto interessati.

Quì ora abbiamo altre modifiche, e abbiamo questi altri che uno a uno, una volta o l’altra, lungo la linea, sono stati quasi in intero controllo del corpo, e la maggior parte di essi, eccetto i primi due, sono psicotici. La maggior parte dei corpi theta che sono differenti dai quei primi due, in questa società, sono matti come cappellai. Chiedete a loro di tornare al tempo presente e vi aggrediscono e ringhiano. Ciascuna di esse forma le fondamenta di quelli che in Dianetics in precedenza chiamavamo circuiti demoni.

Il circuito demone si imposta come individuo e come ossessioni nel corpo theta, e questi corpi theta essendo giù di tono e perlomeno in uno stato ipnotico e nevrotico, copieranno e imiteranno altri esseri umani che osservano o sentono nel loro ambiente. E terranno strette queste imitazioni, e terranno strette queste aberrazioni che osservano, e di norma sono molto confuse. Sono estremamente confuse. Esse non sanno che ci sono altri corpi theta presenti, e hanno sia voglia di far del male ad un corpo e sia di aiutarlo. La mano destra di una persona continua a tagliarlo. Beh, o è l’anima entrobordo della mano destra, oppure l’anima fuoribordo della mano destra che è di cattivo umore riguardo questa faccenda, e voi come auditor vi indirizzate a questa anima, ed ottenete le risposte più interessanti.

Che considerazione ha quest’anima di questo corpo? Molto spesso ottieni qualcosa di molto nebuloso, del tipo “Quale corpo?”. A volte ottieni un “Beh, devo ucciderlo”, e così via. Ma qui ottieni una risposta differente dalle risposte precedenti con i circuiti. Ora sapete, ai vecchi tempi cercavo di tenere la gente alla larga dall’esaminare ciò. Potrei anche confessare ora, che i circuiti demoni stessi potevano essere chiariti prendendo gli episodi. Ma i corpi theta erano molto, molto difficili da maneggiare, e si dovevano scoprire molte cose su di loro. Ed una delle cose che si doveva scoprire su di loro era, stanno tutti loro seguendo le stesse regole? Rispondono tutti alle stesse meccaniche oppure ci sono cose come demoni, spiriti pigri [idle spirits. Se qualcuno sa cosa siano, lo dica… n.d.t.], diavoli, ciascuna di queste cose, oppure sono solamente tutti psicotici? O cosa? E viene fuori, dopo un grande lavoro di ricerca, che sono solo normali, nevrotici o psicotici e così via, nei loro effetti su un preclear.

Perciò l’anatomia di un corpo theta composto che saresti tu, è riducibile a questo minimo – minimo per quanto io sia stato in grado di stabilire – e sebbene le mie cifre siano, i numeri di casi non è così grande come mi sarebbe piaciuto avere, è sette. Il minimo è sette. Perchè dico minimo? E’ perchè ciascuno di questi joiner ha messo in ogni corpo theta la compulsione di raccogliere più corpi theta. E lo fa così in automatico, proprio così automaticamente, che arriva qualcuno e lui commette un atto overt. Egli uccide, uccide il nostro vecchio amico Bill o qualcosa del genere, e poi dice: “Santo cielo, che cosa ho fatto… ho ucciso Bill!”. Ha preso Bill. Ha preso il composto Bill. Si è preso tutto di Bill.

E può arrivare ad un punto in cui il composto tu, per fortuna molto leggermente in questo senso, può essere realmente influenzato da migliaia e migliaia e migliaia di linee theta che avete raccolto, ma che non sono le vostre linee theta.

Le state come tenendo intrappolate. Ed esse hanno provato a tornare indietro, e andare dove avrebbero dovuto andare fra le vite, e provano a fare questo e provano a fare quello. Forse sono così intontite che non sanno abbastanza di farlo, e così via. Prendete qualcuno che è veramente ammalato e percorrete un atto overt, se otterrà una carica di afflizione su di esso o se riducete questo atto overt, probabilmente vi siete anche sbarazzati di un corpo theta catturato, proprio così.

Ora è fantastico quali siano le aberrazioni su questa linea theta, le aberrazioni di un corpo theta. E’ favoloso perchè è molto standard. Ce ne sono molto poche di esse e le troviamo al meglio descritte leggendo il fondo della carta degli atteggiamenti più due, più due colonne. E quelle colonne sarebbero una libertà in cima e restrizione in basso, e l’altra vittoria in alto e sconfitta in basso. Ci sarebbero quattordici bottoni sulla carta degli atteggiamenti, e la linea in basso descriverebbe abbastanza bene la completa aberrazione di un corpo theta completamente aberrato. Per esempio “Io non conosco”, “Io non sono”, “Io non sono altro che effetto”, e così via.

La colonna Libertà/restrizione è interessante perchè il bisogno o il desiderio o la compulsione ad avere un corpo è su quella colonna, e quella è solo un’aberrazione. Così, come portate una persona in alto su quella colonna su aver bisogno di e prendersi cura del corpo, forma uno dei procedimenti più potenti che ci sono. Un procedimento molto interessante. E l’altra colonna è ovviamente perdere. Stanno cercando di perdere perchè è l’unico modo in cui possono andare liberi. Ma cosa significa perdere? Perdere sarebbe anche sbarazzarsi del corpo, così si allineerebbe con una croce su queste due colonne. L’unico modo in cui potrebbe uscire da questo universo sarebbe fallire abbastanza a perdere, e la gente prova a farlo.

Ora cosa succede a queste linee theta? Cosa accade a loro quando diventano psicotiche, nevrotiche o normali? Cosa accade a loro? Semplicemente scendono la linea con minor e minor

senno, con minor e minor potere e minor e minor direzione. E così si arriva a quello a cui il mistico, o lo spiritualista, mi correggo, di solito si riferisce come spirito pigro. Il corpo theta psicotico è quello che chiamiamo demoni, e sono molto “calamita” come i genii e così via. Se volete sapere come appare un corpo theta aberrato, basta che guardiate un essere umano aberrato, questo è tutto. Guardate proprio un essere umano aberrato e questa è un’approssimazione di ciò.

Ora esso ha alcune ossessioni specifiche con le quali dovreste essere molto familiari. E le ossessioni sono queste. Uno, deve avere un corpo. E due – questi sono impianti, tra parentesi, sono impiantati; ci sono punti nella traccia in cui ha dato l’accordo, ma questi sono perlopiù impiantati nel corpo theta per metterli in funzione – deve avere un corpo, e due, non può percepire senza guardare attraverso i terminali di percezione di un corpo.

Ora prendetela come importante perchè questa è una cosa fantastica. Deve stare dietro ad un paio di nervi ottici per poter avere un facsimile di questo universo MEST, lui pensa. Deve stare dietro a delle orecchie prima di poter sentire. Deve stare dietro un’intera batteria di canali nervosi per poter sentire. E questo dovrebbe spiegarvi immediatamente perchè è così facile spegnere… richiamare percezioni… vengono spente facilmente, semplicemente perchè giacciono esattamente sopra alle ossessioni della linea theta che non potrà vedere, sentire e ascoltare o altro.

[vuoto nella registrazione originale]

E’ del materiale abbastanza interessante scoprire che in un caso si possono avere le complicazioni che potete avere, a causa di queste variabili.

Quando avete sette preclear su un divano, ed ognuno di questi sette può averne un’altra mezza dozzina, le cose possono diventare molto complicate.

L’unico modo in cui sono stato capace di passare attraverso a tutto ciò con grande accuratezza, è stato con un E-meter, perchè generalmente risponderanno se messi davanti alla domanda in questo modo. Ora la maggior parte dei vostri preclear hanno un numero enorme di somatici cronici potenziali.

[vuoto nella registrazione originale]

…somatico cronico, e poi sbarazzarsi di un altro somatico cronico. E ciascuno, a meno che non abbiate continuato con il processing, avrebbe continuato ad essere cronico dal momento in cui avete fermato il processing. Vedete come potrebbe essere? Alcuni di voi lo hanno fatto succedere ai preclear.

 continua……

aura

94 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT, Scientology indipendente, Uncategorized

L’AUDITING SENZA ELETTROMETRO di David Mayo Terza ed ultima parte

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !

David Mayo

Un grazie infinito a Stellabruna che ha voluto condividere con noi questa conferenza di David Mayo tenutasi nel 1986.

Grazie Mille ! Questa tua Traduzione permette a chi non mastica l’Inglese di leggere e Valutare cosa ha da dirci David Mayo, amico di Paolo, Snr C/S International e Auditor di LRH.

Se volete inviarmi Post, Traduzioni, Materiali o richieste,

potete farlo via Mail a johnmina@libero.it, Telefonarmi al 393 9651635

Facebook : moltosugojohnminaracing o contattarmi via Skype a : globalserviceamministrazione

Ecco a voi la terza ed ultima parte della sua conferenza:

CONFERENZA SULL’AUDITING SENZA L’ELETTROMETRO, 8 FEBBRAIO 1986
DAVID MAYO
PARTE 3 DI 3 (ora 1.16.18)
Andiamo avanti col programma.
Siete stati tutti un po’ più veloci di quanto avessimo previsto nel fare esercizi e procedimenti, segno di un abile pubblico. Penso stia andando molto bene, e voi?
Risponderò ad una domanda (legge): nel procedimento che abbiamo appena fatto il pc era d’accordo di essere audito. C’è un modo per audire qualcuno senza che se ne renda conto? (risate) Nei casi in cui pc resistesse all’auditing in altre parole, c’è un modo in cui possiamo farlo in maniera inavvertibile ed essere efficaci?
Beh, io non consiglio di audire qualcuno senza fargli sapere cosa state facendo o facendolo in modo che non se ne accorga. Suppongo che l’unica eccezione possa verificarsi nella più basilare tecnica di ascoltare qualcuno, perché quando qualcuno vi parla dei suoi problemi non è necessario che gli diciate “ti va bene se ti audisco?” “cos’è l’auditing?” “l’auditing è quella cosa in cui…” glielo spiegate, lui dice si, e allora chiedete “hai voglia di dirmi cosa ti preoccupa?”(ride) . Questo sarebbe ridondante, esagerato. Quindi se ascolterete qualcuno riguardo ai suoi problemi e alle sue preoccupazioni, andate avanti e fatelo, ma si tratta di una situazione in cui l’altro è d’accordo a parlarvi e voi siete d’accordo ad ascoltarlo. Ma se volete fare ogni altra tecnica di auditing, non cercate di farlo senza accordo. Per esempio se incontrate qualcuno che ha avuto un incidente e volete dargli un touch assist o un contact assist, almeno dategli una breve spiegazione di cosa farete, e sottolineo breve, specialmente se la persona ha dolore proprio adesso, potete dire “senti ora faccio una cosa che potrebbe aiutarti ad avere sollievo” e poi cominciate. Niente altro che una frase di poche parole invece che una lunga spiegazione di cosa sia un’assistenza. Ma non dovreste farlo senza l’accordo della persona. E sicuramente penso non sia saggio che diate auditing a qualcuno senza farglielo sapere, perché sarebbe come agire furtivamente, non sarebbe sincero e onesto, mentre penso sia molto meglio essere molto chiari e diretti su quello che si intende fare. Sono sicuro che questo potrebbe dare l’idea che stiate cercando di fare qualcosa con la mente della persona senza che lo sappia, o una considerazione simile… comunque si, fate in modo che siano d’accordo.
Ora, entrando ancora in merito al discorso della disseminazione, uno dei grossi problemi al riguardo non è tanto trovare la rovina di una persona quanto gestire le considerazioni che ha su Scientology a causa di ciò che ha sentito o di esperienze negative. Non ho grandi parole di saggezza su questo, tranne che dovete gestire questa cosa e il modo migliore è scoprire cosa la persona ha sentito, ascoltarlo e occuparvi delle sue considerazioni. Non ci si occupa di queste cose evitandole, ma tuffandocisi dentro e chiedendo e ascoltando.
Riguardo all’espressione “trova la rovina della persona”, penso suoni più complicata di quel che è. Oggi abbiamo fatto diversi esercizi che in effetti scoprono la rovina di una persona, anche se penso che “rovina” non sia la parola giusta da usare. Quando diciamo rovina stiamo parlando in realtà di ciò che la persona vorrebbe migliorare di sé stessa o di cui si vorrebbe occupare. Di solito la persona lo esprime già presentandosi, e non dovete partire a freddo cercando ciò di cui vorrebbe occuparsi. Di solito è ovvio o è stato già espresso, e ciò che dovete fare veramente è dimostrare alla persona che si può fare qualcosa.
Quindi, spero che questi diversi procedimenti che abbiamo fatto oggi vi abbiano dato qualcosa che, quando vi troverete in quella situazione con qualcuno, vi consenta di dare una subito un’effettiva dimostrazione dicendo “beh, questo procedimento potrebbe aiutare un po’” oppure “posso mostrarti cosa potremmo fare al riguardo?”, darle il procedimento, farla sentire meglio o a volte fantasticamente meglio. Poi potrete dire che l’avete fatto a titolo di dimostrazione e poi mandarli ad un auditor professionista. O se voleste portarli oltre  allora potreste addestravi professionalmente in modo da sapere cosa fare.
Il mio primo contatto con il soggetto di Dianetics avvenne attraverso una persona che ne sapeva pochissimo, a parte l’aver letto un paio di libri o delle riviste o qualche bollettino per gli auditor pubblicati alla fine degli anni 50. Uno dei procedimenti sul vostro foglio è in effetti il primo contatto che ho avuto con questo soggetto. Questa persona mi vide fare qualche esercizio di yoga e commentò dicendo che anche lui aveva fatto qualcosa del genere e che ultimamente si stava interessando a questa nuova cosa che aveva sentito chiamata Dianetics. Me ne parlò brevemente, parlando di engram, episodi del passato, eccetera e io ad un certo punto dissi “fallo! fallo!”. Non sapeva come si facesse a percorrere un episodio, e aveva letto questo procedimento in una rivista ma non si ricordava quale, così le scorremmo tutte sperando di trovarla finchè non lesse “Dimmi qualcosa che sarebbe potuto succedere oggi” e disse “ah già, era proprio questo!”. Così cominciò a darmi il comando e io gli diedi risposte come “beh avrei potuto cadere dalla bici e rompermi il collo e morire” oppure “avrei potuto essere investito da un camion ed essere schiacciato ripetutamente” e andai avanti così con una serie delle più terribili catastrofi che avrebbero potuto succedere. Ricordo che cominciò ad andare un po’ in panico perché gli sembravano cose troppo negative e che era previsto andasse avanti finchè non fossi “flat”. Ricordo che discutemmo su cosa volesse dire “flat” (ride) e fummo d’accordo sul fatto che non lo sapevamo. Ma qualsiasi cosa significasse abbiamo immaginato che pensare di cadere sotto un camion probabilmente non era “flat” (risate). Andammo avanti e discutemmo molto durante il procedimento, commentando le risposte che davo. E ricordo che ad un certo punto commentai che avevo smesso di dare risposte così serie e catastrofiche e ora le mie risposte stavano cambiando e lui rispose “già è vero, sembra che tu stia…”. Discussione molto bella ma non provocò nessun danno o cose del genere…
Non è una storia di valore particolare, l’ho raccontata solo perché spesso abbiamo l’idea che l’auditor non debba parlare mai, e questo non è vero, soprattutto se il pc fa una domanda. Va molto bene rispondere alla domanda, non farlo è molto male, specialmente quando qualcuno ti fa una domanda e tu rispondi “grazie” (risate).
Comunque continuammo a discutere per tutto i procedimento e come potete immaginare le risposte furono man mano più alte di tono e questo piuttosto inaspettatamente perché non sapevamo niente di scala del tono. Cominciai anche a realizzare che potevano succedere cose belle ed entrambi pensammo fosse divertentissimo, che fosse molto interessante e parlandone realizzammo “hey forse “flat” è questo!” (ride). Comunque non vi metterete in grossi guai se lo fate, e ci si diverte parecchio.
Quello che vorrei faceste ora è un po’ di auditing di Libro Uno in versione semplificata, usando i comandi che avete qui. Non siete obbligati a farlo tutti, so che qualcuno probabilmente preferisce non percorrere episodi e va bene. Ma in effetti tutti potrebbero farlo.
La difficoltà più probabile nell’auditing di Libro Uno si verifica quando si cerca di percorrere un episodio che non si riesce a trovare o che sia troppo ripido. La via più semplice è di solito quella migliore e più efficace. Se qualcuno è già in mezzo a qualche azione di auditing e non vuole farlo va bene, potete fare altro. Chi invece non sta facendo altro auditing e vuole provare, può certamente farlo.
Chi lo vuole fare si divida in coppie e inizieremo a localizzare un episodio piacevole o che sia almeno relativamente innocuo. Per episodio piacevole intendo per esempio quando avete ricevuto per il vostro compleanno la bici che desideravate, potete percorrere quello. Non andate a cercare un engram o episodi di perdita: non sono gli episodi migliori per iniziare in questo tipo di procedura. Ho letto Dianetics quando ero alle superiori e con un altro ragazzo percorrevamo episodi durante la pausa pranzo. Quell’altro ragazzo era stato buttato da un cavallo  su un recinto di filo spinato che gli aprì uno squarcio nella gamba. Questa persona era il pc più popolare e la storia del cavallo era l’episodio più popolare perché quando arrivava al punto in cui finiva sul filo spinato la sua gamba faceva così (mima la gamba tremolante) (ride)… e, sapete, era spettacolare. Voglio dire, chi preferisce far percorrere a qualcuno la morte della nonna e la relativa afflizione quando può invece vedere un ragazzo fare (ripete il gesto di prima)? (risate)
Quindi, potete percorrere anche episodi di sofferenza ma sono più difficili.
E’ possibile – non l’ho menzionato prima non perché non sia buona procedura – ma è possibile percorrere un episodio in più occasioni e non dovete per forza scaricarlo in una volta sola. Quell’episodio penso sia stato percorso da sette persone differenti durante diverse pause pranzo e alla fine si è scaricato. E è stato impressionante, non tanto per gli spasmi alla gamba, ma perché prima dell’episodio del cavallo quel ragazzo aveva avuto successo nelle gare di corsa e nello sport, e dopo aver scaricato l’episodio ha smesso di zoppicare e ha ricominciato a correre e a vincere le gare. E questo ha impressionato molto tutti noi.
Questi erano piccoli aneddoti interessanti.
Ora chi vuole percorrere qualche episodio inizi con un episodio piacevole e lo percorra fino a quando non si sente felice. Poi se volete fare qualcosa che sia un leggero turbamento o una leggera perdita potete farlo.
Come al solito se avete bisogno alzate una mano e qualcuno verrà ad aiutarvi. Chi non è d’accordo a fare queste cose… guardi gli altri… dia aiuto o faccia commenti! (ride). Andremo avanti per un periodo di tempo limitato perché è molto variabile  il tempo che ci mette ognuno e lo scopo dell’esercizio è fare un po’ di esperienza piuttosto che scaricare qualcosa. Quindi andremo avanti per diciamo mezz’ora, cioè fino alle 4 e un quarto, poi termineremo e dopo ci sarà ancora una cosa che dovrete fare. Ok? Bene.
(esercizio)
Allora com’è andata? Chi ha percorso episodi? Ok, bene.
Oggi siete andati tutti bene. Ci siamo assicurati di includere ogni tipo di cosa che abbiamo fatto. C’è la possibilità di fare ancora una cosa che sarebbe un po’ di , che qualcuno ha già fatto. Mi interessa sapere quali sono le opinioni: quanti di voi sono interessati a fare un altro procedimento? Ok e quanti no? Ok arrivederci (risate). Va bene ne faremo ancora uno allora. E’ simile a quello che abbiamo fatto, forse un po’ diverso… al fondo di una di queste pagine c’è “che tipo di mock-up dovresti…eccetera”. L’avete trovato? Bene. Qualcuno mi ha già chiesto in merito… questo non è un procedimento in cui si chiede di creare qualcosa o di farne il mock-up. C’è la parola “mock-up” ma è progettato per far riordinare le considerazioni o gli atteggiamenti di una persona riguardo alle cose menzionate. Con questo procedimento possono succedere cose interessanti in termini di cambiamento di considerazioni o di realizzazioni che potrebbero verificarsi. Quindi ognuno darà questo procedimento che ha 4 comandi che darete in successione. Dovrete ricordare su quale siete, se vi sbagliate il pc ve lo può dire. Ma in realtà non importa… se ne date uno due volte o se ne saltate uno non farà nessuna differenza. Comunque questo è un buon procedimento perché potrebbe non succedere niente di grosso, ma potrebbe anche accadere di si. Segue il comando “ricorda uno spazio. E’ troppo o troppo poco?”. Vorrei quindi che cominciaste con “che tipo di mock-up dovresti creare?” e se non succede niente di spettacolare andate al successivo e al successivo… Se ottenete una grossa vittoria su uno non andate avanti con i successivi: scambiatevi in modo che chi era auditor diventi pc, ok? Questi quattro procedimenti hanno in comune il fatto di avere a che fare con l’universo personale e con le considerazioni su quanto spazio la persona può avere. E sono procedimenti che chiunque può fare in ogni punto della carta dei gradi e possono causare un cambiamento. Non sono diretti a gestire una particolare condizione di caso perché è il tipo di procedimento che ha a che fare con voi personalmente, con voi come essere, e possono portare alla rinascita di un’abilità. Si? (ascolta una domanda). Ognuno va percorso fino a quando la persona non si illumina, o fino a quando non succede più niente e se il pc è d’accordo passate a quello successivo. Come ho detto prima riguardo alle due regole, una diceva di non continuare a fare qualcosa che la persona non è interessata a fare. Altre domande prima di iniziare? (ne ascolta un’altra) Il soggetto? Non credo di aver capito… (ascolta) ah, questo è realmente ciò che chiedeva la domanda! (ride)… beh, si, certamente, ma è questo a cui deve rispondere il pc, quale tipo di mock-up…(ascolta) …no… beh “mock-up” è semplicemente qualcosa che crei… e “creare” ha il solito significato di… creare (risate). Penso che percorrerlo sia più facile di quel che sembra. La gente tende a pensare che “qualche tipo di mock-up o creazione” che dovrebbero creare, o presentare – suppongo sia un altro modo di dirlo – e… se lo guardate potrete vedere cos’è che voi…avete in mente, e le vostre idee al riguardo potrebbero cambiare. Penso sia meglio farlo piuttosto che cercare di chiarirlo ulteriormente, e se avete difficoltà alzate la mano e lo affronteremo a livello individuale. Ok allora faremo questo per diciamo 20 minuti, 10 minuti a turno sarà adeguato.
(esercizio)
Bene, penso che tutti abbiano terminato.
Quello che volevamo ottenere oggi era farvi fare esperienza nell’uso di queste cose come un auditor.
Allora come sentite di essere andati? Bene. Ci sono state poche domande, anzi nessuna, su questi procedimenti. L’auditing in effetti è molto facile da fare, specialmente quando realizzate che è molto legato all’abilità di ascoltare gli altri e di fare attenzione e di capire e di fare domande – una delle cose che la gente sa fare meglio è parlare si sé, quindi quell’abilità c’è già…
Comunque, spero che userete queste cose in futuro ogni volta che lo richiederà la situazione e che diventiate più sicuri di voi. Vorrei ripetere che ciò che abbiamo fatto oggi non sostituisce l’addestramento professionale, ma vi dà qualcosa che potere usare nella vita di tutti i giorni con amici, famigliari e così via.
Sono molto contento di com’è andata e vi chiedo di rispondere a delle domande che vi verranno date per dirci cosa ne pensate, in modo che possiamo migliorare i seminari futuri.
Grazie a tutti per essere stati buoni auditor e pc e studenti e spero possiamo rifarlo ancora.

30 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, LRH, Scientology indipendente

L’AUDITING SENZA L’ELETTROMETRO di David Mayo (Seconda Parte)

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra Testa !

David Mayo

Un grazie infinito a Stellabruna che ha voluto condividere con noi questa conferenza di David Mayo tenutasi nel 1986.

Grazie Mille ! Questa tua Traduzione permette a chi non mastica l’Inglese di leggere e Valutare cosa ha da dirci David Mayo, amico di Paolo, Snr C/S International e Auditor di LRH.

Se volete inviarmi Post, Traduzioni, Materiali o richieste,

potete farlo via Mail a johnmina@libero.it, Telefonarmi al 393 9651635

Facebook : moltosugojohnminaracing o contattarmi via Skype a : globalserviceamministrazione

Ecco a voi la SECONDA parte della sua conferenza:

CONFERENZA SULL’AUDITING SENZA L’ELETTROMETRO, 8 FEBBRAIO 1986
DAVID MAYO
PARTE 2 DI 3 (minuto 29.47)
Qualcuno ha sollevato la questione dell’auditing imbavagliato o dei TRs imbavagliati. Oggi sicuramente non cercheremo di fare TRs imbavagliati. C’era uno stile di auditing, non un tipo di auditing ma uno stile di auditing, che veniva usato quando si diceva all’auditor di essere imbavagliato, cioè non poteva dire nient’altro che la domanda o il comando del procedimento che stava percorrendo. Ha avuto la sua validità ma è stato così facilmente mal interpretato che non vorrei proprio che qualcuno provasse a farlo. Può diventare tanto bizzarro che per esempio, mentre un auditor è in session e dà il comando, il pc dice che ha freddo e chiede se si può accendere la stufa, l’auditor si blocca in una fissa espressione robotica e dà di nuovo il comando, oppure più spesso rimane pietrificato all’idea che qualsiasi cosa possa dire rovinerà il suo stile imbavagliato (ride). Una volta succedeva spesso che la gente cadesse in questo meccanismo quando si allenava duramente… una volta non riuscivo a leggere un foglio di lavoro che stavo esaminando come C/S e c’era una nota dell’auditor che diceva “è diventato troppo buio” (risate). Aveva audito fino a tardi e dopo il tramonto del sole è diventato sempre più scuro ma nessuno ha avuto la prontezza di spirito di accendere la luce… ma in realtà non era questo: l’auditor sentiva che se avesse acceso la luce avrebbe commesso un terribile errore o qualcosa del genere.
Quindi non faremo niente di “imbavagliato”, in altre parole potrete essere persone, vere persone. Non volete valutare per il pc, non volete invalidarlo, ma questo non significa che non dovreste rispondere con una sensibile, normale risposta… non so se “sensibile” è la parola giusta ma… una risposta naturale non farà danni. Questo è quanto.
Ora, chi è interessato a fare assistenze? O al contrario, chi sente di poterle già fare? Beh, di qualsiasi tipo, come touch assist o contact assist… vi sono familiari? Penso di si…
La primissima cosa che abbiamo fatto oggi penso sia l’assistenza più basilare di tutte, cioè ascoltare i pensieri di una persona o cosa la preoccupa, ed è forse la più usata ed efficace assistenza che ci sia. Potete farlo in ogni momento, ovunque, e nella maggior parte dei casi in cui qualcuno è turbato per qualcosa. E non sottovalutatene l’efficacia, è tremendamente efficace. E oltre a questo, come ho detto prima dà veramente un’influenza stabilizzante il fatto di sapere che qualsiasi cosa accada c’è una persona con cui poterne parlare. Soprattutto sapere che c’è un gruppo di persone con cui poter parlare di qualsiasi cosa.
Suppongo che a fianco al concetto di interessarsi ad una persona ci sia anche quello molto importante sollevato da qualcuno di voi stamattina, cioè l’empatia, che è una forma più alta di compassione, ed è una condizione in cui qualcuno vuole duplicare o in effetti essere l’altra persona, o fare l’esperienza dei sentimenti o pensieri dell’altro. A volte è stata usata l’espressione “concedere di essere” e questa è una cosa molto bella da fare, ma spesso viene fatto in modo robotico e in quel caso non è davvero concedere di essere. Mi riferisco a quando una persona pensa: “sono completamente in disaccordo con quello che sta dicendo” e non potendo esprimerlo dice frasi come: “questa è la tua considerazione” o “ questo è il tuo punto di vista” o “beh cercherò di concederti di essere” (ride). Sarebbe meglio comunicare normalmente.
In passato c’è stata spesso una sorta di freddezza, che spero riusciremo a disperdere qui, una freddezza tra le persone, un introversione tra l’uno e l’altro, piuttosto che un interesse. E ogni cosa che fate, ogni atteggiamento che avete che dimostrino che vi importa degli altri, è di gran valore e di gran beneficio. Al contrario, qualsiasi cosa che nelle relazioni tra persone o nell’auditing esprima ogni forma di freddezza o distanza o separazione o mancanza di interesse causa l’effetto opposto. E’ l’opposto della comunicazione ed è l’opposto di voler essere responsabili del triangolo di ARC. Quindi sostanzialmente stiamo cercando di aumentare la quantità di vitalità tra le persone creando le componenti della vita, che sono interesse per gli altri, essere amichevoli, amare, condividere e così via.
Niente che vi insegnerò oggi sarà tremendamente complesso o difficile, nessuna lunga lista di comandi da ricordare, a volte ci sono procedimenti con un paio di comandi da alternare… Gli auditor per anni e anni e anni hanno avuto questo incubo di pensare “cosa succederebbe se dessi lo stesso comando due volte di seguito invece di dare il primo, poi il secondo, poi il primo e così via?” (ride). Qualcuno ha inventato trucchi per ricordarseli contandoli con le dita, o scrivendoli su un foglio per poi contare “primo” o “secondo” quando il pc risponde… ma non vi daremo liste da 5 comandi. In effetti non sarà neanche importante se sbaglierete l’ordine dei comandi, quindi non voglio che nessuno abbia l’idea che sbagliare sia la fine del mondo, perché non è così. Chi di voi avesse già cercato di addestrarsi  in passato potrebbe avere quell’idea, e a volte a ragione, a causa delle penalizzazioni e delle stranezze verificatesi a volte durante l’addestramento. Se l’auditor faceva qualcosa di sbagliato o cosiddetto “out-tech” poteva succedere qualsiasi cosa: dal dover rifare il corso una o più volte al venire dichiarati ed espulsi… forse per tutta l’eternità… quindi attenti a ciò che fate!(ride)… perché potrebbe essere la vostra ultima seduta!
Comunque, sono sicuro che tutti avete sentito il termine “out-tech”, vero? Fa parte di uno slang in realtà, in cui ci sono parole composte da “out” come out-tech o “off” come off-policy e da “in” come in-tech e “on” come on-policy. Ora, a seconda di come viene interpretato, “in-tech” può significare che l’auditor sta portando avanti il procedimento seguendo una modalità che non gli causerà dei guai, e “out-tech” significa che sta facendo qualcosa di sbagliato. Ora, la più grande out-tech sarebbe non fare nessuna tech, e la più grande in-tech sarebbe di farla. Sfortunatamente, le preoccupazioni di fare out-tech hanno spesso portato a completa out-tech, cioè nessuna tech applicata. E’ strano quel che succede quando qualcuno cerca a tutti i costi di evitare che qualcosa di terribile accada: è probabilmente il modo migliore per causarlo… come camminare per la strada cercando di non inciampare e poi finire dritti a faccia in giù, quando camminare non è così difficile.
Una delle cose da cui avremmo potuto partire stamattina è il cosiddetto localizzativo, ed è quello che faremo adesso. Forse non è il momento, perché tutti siete vivi e svegli, ma sono sicuro che possiamo farlo comunque per un po’. Il localizzativo è un tipo di procedimento, che mette l’attenzione di una persona sul presente, sull’ambiente. Fa in modo che una persona sia localizzata dove è, o dove apparentemente è… a volte siamo dove siamo, ma nella maggioranza dei casi siamo da un’altra parte. Più probabilmente, siamo da molte altre parti, e tendono a sovrapporsi l’una sopra l’altra per cui tutto può diventare un po’ sfocato.
(esercizio)
Vorrei iniziare dando una piccola definizione di cosa sia l’auditing: sostanzialmente consiste in due persone, ognuna comunica con l’altra, di solito seguendo una certa direzione data da una domanda a cui rispondere o da un’istruzione da eseguire, e il risultato è che della carica se ne va. Per esempio un qualche turbamento o mis-emozione diminuiscono, o qualcosa riguardo alla quale la persona aveva un problema si riduce, o nel caso dell’auditing positivo, l’auditor dirige il pc attraverso esercizi che vengono ripetuti finchè il pc non migliora.
Quindi ci sono due tipi di auditing. Il primo è quello che a volte viene chiamato “auditing con guadagni negativi” ed è quello che libera da condizioni indesiderate. Il secondo è chiamato “auditing con guadagni positivi” perché ha lo scopo di migliorare le abilità che la persona ha. Non possono essere completamente separati perché tutto l’auditing contiene qualcosa di entrambi. Non potete audire qualcuno con l’auditing negativo senza causare contemporaneamente guadagni positivi. Quindi qualsiasi dei due mettiate in pratica in realtà state facendo anche un po’ dell’altro, e di solito si cerca di bilanciare auditing positivo e negativo, o almeno, funziona meglio così. Una delle cose che tendono ad accadere nella supervisione dei casi è che negli anni si tende a concentrarsi troppo sull’auditing negativo. Si persegue in continuazione o per un lungo periodo solo la liberazione dalle cose indesiderate senza aumentare le abilità della persona o farne emergere di nuove. Le due cose vanno equilibrate, che non significa 50% una 50% l’altra, ma che bisognerebbe fare qualcosa in entrambe. Nell’auditing di Dianetics si arriva ad un punto in cui la persona si stanca di percorrere, e vuole fare qualcosa per diventare più abile nella vita, quindi bisogna bilanciare le due cose.
Stamattina ci siamo occupati di ascoltare, che è in effetti un auditing negativo perché permette ad una persona di parlare di qualcosa che la preoccupa e di liberarsi dai pensieri relativi. Dà anche guadagni positivi ma è diretta “negativamente”. Poi abbiamo fatto dei procedimenti localizzativi che invece sono indirizzati a guadagni positivi. Alcuni procedimenti e tecniche includono entrambi contemporaneamente ma il punto che voglio sottolineare è che dovete fare qualcosa usandoli tutti e due. Quindi se vi occupate di eliminare cose, poi date un procedimento che lavori sull’abilità della persona. Faccio un esempio. Potete farvi raccontare da una persona un turbamento del passato e bilanciare chiedendo di rievocare momenti di buona comunicazione con altre persone. Oppure se audite persone che hanno difficoltà a ricordare  potete farli esercitare sul rievocare cose per aumentare questa abilità.
Ora, alcuni di voi hanno probabilmente già fatto il seminario sul Libro Uno mentre altri potrebbero non sapere cosa intendo per “Libro Uno” o per auditing di Libro Uno. A chi sa chiedo un po’ di pazienza mentre spiego. Sostanzialmente si parla di una tecnica per mandare indietro una persona e scaricare  uno spiacevole episodio percorrendolo un numero sufficiente di volte. Diciamo “scaricarlo” per intendere liberarsi degli effetti che aveva. Nella mia esperienza, la principale difficoltà che le persone hanno nel fare questo tipo di auditing è che cercano di scaricare episodi troppo pesanti, troppo profondi o troppo lontani invece che cercarne di più leggeri. La cosa migliore è cominciare con episodi del presente, per aver la possibilità di fare esperienza, di fare pratica, di abituarsi all’idea di farlo, e poi sarà più facile affrontare episodi più pesanti.
Quindi ora voglio farli entrambi con voi. Cominciamo con ciò che chiamiamo “momenti di piacere” o “episodi del presente”. Cerchiamo un fatto o un momento in cui è accaduto qualcosa di piacevole. Ci sono due modi per farlo: il primo è far si che la persona rievochi quel momento e lo attraversi più e più volte. Il secondo è chiedere semplicemente di rievocare momenti piacevoli. Questo è la base di un procedimento chiamato ARC Filo Diretto: “ARC” perché ha a che fare con un tempo con cui si ha ARC, cioè il tempo presente, “Filo Diretto” è uno slang per indicare un filo diretto tra il presente e un punto del passato, è un’azione di ricordare.
Ritornando a cosa sia l’auditing: due persone di cui una fa una domanda o dà un’istruzione all’altra, che esegue e dice cosa succede ottenendo una qualche forma di sollievo. Questo succede a condizione che l’auditor ascolti e capisca cosa gli viene detto, lo duplichi, abbia un atteggiamento interessato e amichevole. Non funziona solo perché l’altra persona ricorda qualcosa o ci passa attraverso, perché se così fosse avrebbe lo stesso guadagno parlando al muro o stando seduto a pensare a sé stesso. Non che ci sia qualcosa di sbagliato in questo, ma sono sicuro che in passato abbiate sentito dire che non si deve fare self-auditing. Il self-auditing è stato spesso contrastato. Ora non vi sto consigliando di farlo, ma per essere realistici su questo non conosco nessuno che non si sia auto-audito. Quindi se l’avete fatto non preoccupatevi troppo. E poi è impossibile evitarlo: se state leggendo un libro o un bollettino e vi imbattete in un procedimento, la prima cosa che uno fa normalmente è cercare di farsi un’idea di come potrebbe essere… penso sia impossibile non farlo. Non crea alcun danno e potreste anche realizzare qualcosa, ma per avere il massimo beneficio è meglio sedere di fronte a qualcuno a cui comunicare le proprie risposte. Quindi l’auditing funziona in larga misura perchè c’è  un’altra persona che capisce cosa stai dicendo. E’ un ingrediente davvero essenziale. Quindi quando darete auditing a qualcuno durante gli esercizi o nella vita la cosa più importante è ascoltare e capire l’altra persona, e farlo in maniera amichevole. Questa è la cosa più vitale che potete fare.
Parlando di cose che potrebbero andare storte, sono sicuro che tutti voi abbiate sentito che non si deve valutare o invalidare, quindi non penso ci sia bisogno che aggiunga altro.
Ci sono altre due cose, e sono sicuro che quando le sentirete non penserete che possano causare chissà quale problema. Questo è il massimo della semplificazione, ma…negli anni abbiamo audito passando dal molto complesso e tante regole, ad oggi, in cui l’auditing mi sembra molto semplice. Una delle cose sbagliate che può fare l’auditor è continuare dare un procedimento ad un pc che non è interessato ad esso. A volte è descritto come forzare il pc a percorrere un procedimento, ma a parte questo non è corretto far percorrere un procedimento ad una persona che non è interessata. Non solo non ci saranno risultati, ma la persona sarà quanto meno frustrata e potrebbe anche arrabbiarsi con voi. E’ molto facile riconoscere l’errore, perché la persona comincia a sbadigliare come se volesse andare a dormire, chiede “dobbiamo proprio farlo?”, o “quanto ancora dobbiamo andare avanti prima di finire?”. Quindi se vi imbattete in questo, semplicemente non continuate, e otterrete un immediato sollievo.
L’altra cosa che potete sbagliare è ignorare qualcosa che al pc interessa. Molti auditor nel passato sono stati addestrati a non fare quello che il pc gli diceva di fare e durante l’addestramento sono stati veramente martellati col tormentone di non fare ciò che dice il pc. C’è una differenza tra il pc che cerca di scrivere un programma di procedimenti che vanno applicati al suo caso e il pc che dice “sono interessato a ricevere auditing sul soggetto di mio fratello” oppure dice “ho il ginocchio infiammato, puoi fare qualcosa?”. Dare auditing per un ginocchio infiammato non è eseguire gli ordini del pc, ma è una cosa giusta e che dovreste fare. Se è molto interessato al suo ginocchio infiammato non dovreste audire nient’altro che quello, perché è la cosa su cui dovrebbe essere audito subito. Se il pc è interessato a migliorare la sua memoria e ve ne parla, quello è il soggetto su cui dovreste audirlo.
Ora rendiamo molto semplice decidere il corretto procedimento quando disseminate. Supponiamo che abbiate a che fare con qualcuno che abbia mai ricevuto auditing e che ad un certo punto nella conversazione dica “beh, mi interesserebbe qualcosa che possa migliorare la mia memoria” oppure “ho sempre avuto difficoltà con i numeri e non ero bravo in aritmetica, si può fare qualcosa?”. Beh, a questo punto sapete su cosa dovrebbero essere audite quelle persone. O se qualcuno dice “non sopporto il mio capo, vorrei poter andare al lavoro e non odiarlo tutto il giorno” sapete che ha bisogno di essere audito sul suo capo.
Conoscendo queste due regole vincerete. Andrà benissimo prendere qualcuno e audirlo su qualcosa a cui è interessato e non importa quale procedimento applicherete, perché quasi sempre otterrete un qualche guadagno. Più accurata sarà la scelta del procedimento maggiore sarà il guadagno, ma qualsiasi procedimento applicherete avrà quasi sempre un risultato.
Faremo qualcosa di molto difficile adesso, che di solito è riservato ad auditor e C/S di altissimo livello che devono studiare molto per trovare cosa va percorso su una persona (ride). Beh non dovrei metterla in questi termini, perché ci sono cose molto abili che gli auditor e i C/S di alto livello fanno in proposito, ma in effetti è molto facile scoprire quale area del caso di una persona vada gestita. Questo sarà un cortissimo esercizio perché non ci vuole molto tempo: non dovrete fare niente, solo dimostrare che siete in grado di farlo, di scoprirlo. Ci divideremo ancora in coppie e dovrete chiedere – usando non necessariamente le mie esatte parole – su cosa vorrebbe essere audita l’altra persona, o di cosa vorrebbe che ci si occupasse in auditing, e prendetene nota su un foglio o mentalmente, perché ce ne occuperemo a breve. Potrebbe succedere che vi dica “beh, prima di tutto vorrei migliorare questo… no vediamo, meglio quello, no aspetta un attimo ciò che è giusto davvero è…”. Voi semplicemente trovate su cosa vogliono veramente essere auditi e una volta che l’avete stabilito e che loro sono soddisfatti della scelta vi scambiate e fate la stessa cosa. Dopo vi diremo cosa fare. Come prima, quando avete finito alzatevi in modo che possiamo capire quando tutti hanno completato.
Ok! Procediamo.
(esercizio)
Qualcuno non ha finito? Bene.
Ora vi distribuiamo un foglio.
E’ possibile che siano state molte le cose di cui il vostro twin fosse interessato ad occuparsi, ma ne vogliamo solo una, in particolare qualcosa di cui si vuole liberare. E il procedimento che vorrei fare è a circa metà del foglio, quello che dice “Chi aveva quel ______?”. Qualcuno lo sta già facendo… (risate). Allora, se il vostro pc ha indicato qualcosa di cui vorrebbe liberarsi, vorrei che dopo aver fatto questa domanda gli chiedeste di indicare un momento in cui ha osservato qualcun altro che  aveva quel…, e poi un altro momento in cui ha osservato qualcuno che aveva quel…, finchè non avrà un qualche tipo di realizzazione o di vittoria. Potrebbe essere piccola, o grande, ma qualcosa succederà e allora non potrete non notarlo.
Qualcuno potrebbe non essere interessato a liberarsi di qualcosa, ma piuttosto a migliorare qualcosa. In questo caso usate il procedimento “Dimmi qualcosa che potresti fare”. E come al solito se non risponde chiedete di nuovo, quando ha risposto date il riconoscimento e così via.
Come sempre se avete difficoltà alzate la mano e qualcuno verrà ad aiutarvi.
(esercizio)
Chi ha già fatto auditing di Libro Uno? Bene, un sacco di gente.
Chi non l’ha fatto? Ok.
Adesso nel foglio che vi arriverà ce n’è una versione molto semplificata.
C’è una serie di punti qui, dal numero 1 al 5, su cui voglio che vi esercitiate finchè non vi sentite disinvolti. Non voglio che proviate a percorrere nessun episodio a questo punto, perciò fate pratica usando un episodio immaginario oppure uno che abbia avuto nessuna conseguenza.
Una volta che avete finito,  mentre aspettiamo che tutti abbiano completato e volete fare qualcos’altro, potete ricordare momenti di piacere come procedimento.
(ascolta una domanda)
No, non necessariamente. Potresti se facessi una formale procedura di Dianetics. Ma quello che facciamo qui è una semplice procedimento che chiunque può fare su chiunque. E’ un modo per istruire le persone qui su come usarlo. Lo scopo non è far percorrere lock o secondari. E nella pratica, quando hai a che fare con una situazione nella vita e devi occuparti di un episodio, sarebbe inappropriato iniziare a chiarire lock e secondari. Se per esempio hai qualcuno che è inciampato e si è ferito, hai già qualcosa da percorrere, non è che ti metti a percorrere prima i lock e i secondari.
(altra domanda)
Si potrebbe essere. In effetti c’è una situazione in cui potrebbe non essere, ma andrebbe bene lo stesso. Perché nella situazione in cui ci fosse un episodio precedente e tu finissi di percorrere quello su cui stavi lavorando, e qualcos’altro che bisognava percorrere prima dovesse emergere, tu allora potresti percorrere anche quello.
Bene, in ogni caso ora vogliamo solo che facciate pratica e se finite prima degli altri percorrere un po’ di momenti di piacere e vedete se ciò fa si che il vostro pc si illumini in qualche modo. In effetti ricordare momenti di piacere è il modo più veloce di liberare forza vitale o theta in una persona.
Ok? Bene.
(esercizio)

38 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, LRH, Scientology indipendente