Archivi tag: Scientology

BRESCIA CAPANNONE NON IDEALE

 

casa-abbandonata-166235

Questa mattina, il CORRIERE DELL SERA edizione di Brescia sveglia gli oramai pochi adepti rimasti con un articolo senza zucchero in merito alla tanto sofferta ( per chi ha donato ) ORG IDEALE.

Educatamente ho scritto senza zucchero ma in realta’ e’ un tarlo molto amaro che gira in loop nella testa di chi ancora dentro alla chiesa si sta domandando da anni oramai quando vedra’ la luce la tanto sofferta ORG Ideale…

Beh, una presa per i fondelli in piena regola, sopratutto per chi sta pagando le rate delle donazioni fatte, mese dopo mese, per chissa’ quanti anni ancora…

La perversione di quello che doveva essere il gruppo piu’ etico del pianeta, dove esiste una Policy per qualsiasi cosa, ha fatto si che al tempo, una volta raggruppato un gran bel gruzzoletto, si procedesse all’acquisto di un capannone con annessi uffici con destinazione d’uso ARTIGIANALE-PRODUTTIVA….

Evidentemente doveva esserci un Crash MU tra quei due aggettivi, oppure in perfetto Scientologese si pensava di “Maneggiare poi il ciclo”….. oppure, come da perfetto stile autoctono da Italiano Medio, si sperava di risolvere ” All’ Italiana” …

Il Capannone Poco Ideale mi si presenta innanzi quasi ogni giorno, confina proprio nel parcheggio dove ho uno dei miei negozi…

Il cartellone penzolante con scritto VENDESI riporta un numero di cellulare di un conosciuto OT8 di Piacenza…

Beh, non ci resta di sperare che lo vendano per chiedere i soldi in quota indietro, ci starebbe bene una simpatica Class Action degna di un film visto che l’estorsione…ehm la donazione non e’ servita allo scopo.

L’articolo porta la firma di   Vittorio Cerdelli ed e’ ben scritto, vi consigio la lettura.

Franz.

ARTICOLO COMPLETO

Roncadelle, Scientology mette
in vendita il proprio capannone

In quel capannone da 7.500 metri quadrati di via Mattei, di fronte alla Decathlon, avrebbe dovuto realizzare una Org Ideale, ovvero una grande sede simile a quella aperta nel 2015 a Milano, in viale Fulvio Testi

shadow

A vederlo dalla tangenziale Sud sembra un capannone vuoto come tanti altri. Pure da vicino, la ex sede della Viber-Siber di Roncadelle non offre particolari spunti: erbacce nel piazzale, qualche piccolo rifiuto, un grande cartello che recita «Vendesi» con due numeri di telefono. Risponde Maurizio Botti, immobiliarista di Piacenza più volte indicato sull’annuario del Wise. Il prezzo: «5 milioni, molto trattabili». Nulla di strano, se non fosse che Wise è l’acronimo di World Institute of Scientology Enterprises, network degli imprenditori dianetici, e che Botti ha raggiunto gli stadi più elevati della religione nata negli Usa. In quel capannone da 7.500 metri quadrati di via Mattei, di fronte alla Decathlon, Scientology avrebbe dovuto realizzare una Org Ideale, ovvero una grande sede simile a quella aperta nel 2015 a Milano, in viale Fulvio Testi. Botti l’ha acquistato nel 2007 per circa 5 milioni portando il progetto della Org all’attenzione del Comune di Roncadelle, l’ex sindaco Orlando si rifiutò di cambiare la destinazione d’uso e il sogno dei dianetici è scemato con gli anni.

Fedeli in calo

Certo i centri islamici/moschee dimostrano che aggirare la legge è possibile, ma a Scientology calano i fedeli e scarseggiano i soldi: il progetto si è arenato e non resta altro da fare che vendere per far cassa. Un passo indietro: negli anni ‘70, un gruppo di bresciani importa Scientology in Italia dagli Usa. La filosofia fa breccia e nel giro di vent’anni i seguaci di Hubbard diventano addirittura migliaia: vengono aperte missioni (ritrovi) a Roncadelle, Castegnato e Nigoline e una chiesa (ufficio) in città. Grazie a un’incessante attività di autofinanziamento tramite donazioni, costosi corsi, libri eccetera, Scientology è pronta per il grande salto e tramite Botti rileva l’ex spazio della Siber. Il grande sogno non si realizza: convinti che i vertici abbiano tradito gli ideali di Hubbard trasformando la religione in un business, tra il 2008 e il 2011 sempre più fedeli lasciano il movimento diventando «scientologisti indipendenti». Tra pubblicità negativa e racconti degli «indipendenti» (parecchi i blog sul tema), il ramo ufficiale inizia presto a sentire la crisi. A Brescia, oggi, sarebbe rimasto solo qualche centinaio di seguaci ufficiali e, se la chiesa resta aperta, le missioni hanno chiuso i battenti. «L’idea originaria della proprietà era quella di creare una sede del movimento religioso, l’amministrazione non ha concesso il cambio di destinazione d’uso e tuttora confermiamo che l’unica destinazione ammessa è artigianale-produttiva», spiegano Damiano Spada, sindaco di Roncadelle, e l’ex primo cittadino Orlando.

 

18 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Org Ideali

PROCEDIMENTI DI GRUPPO

SIETE SCIENTOLOGIST INDIPENDENTI ? PENSATE CON LA VOSTRA TESTA !

Da “Dianetics di gruppo” nel libro – Note sulle Conferenze.

“Questi principi di linea di fatto costituiscono una scoperta sui gruppi paragonabile alla scoperta degli engram negli individui.

Il chiarimento di tali momenti di turbamento viene fatta semplicemente esponendo tutti i suoi aspetti aspetti alla vista generale di tutti gli individui che compongono il gruppo.

Questo sforzo di dare procedimenti sarà completamente vanificato se l’auditor prestasse una qualsiasi attenzione alla considerazione che il pubblico o che altri gruppi possono avere del gruppo, la reputazione di ogni individuo coinvolto nel momento di emergenza, o qualsiasi idea che possa turbare fortemente i membri del gruppo stesso alla scoperta di certi fatti riguardo i suoi membri.

Il  punto Caratteristico di questa agitazione o turbolenza, l’engram del gruppo, è che contiene informazioni soppresse o fuori vista.

Se in un qualsiasi momento l’auditor del gruppo sopprimesse informazioni o le colorasse in un qualsiasi modo, una parte di quell’engram rimarrà, e alla fine si entrerà in una situazione dove l’engram stesso viene lasciato in uno stato di stimolazione in cui potrà fare più danni di quelli che avrebbe fatto se non fosse mai stato percorso.

Gli auditor del gruppo, devono essere composti di persone completamente addestrate sugli ideali, la razionalità e l’etica del gruppo, e la cui integrità non sia messa in discussione dal gruppo. Il punto focale dell’auditor del gruppo è l’onestà e la verità, e dati non soppressi, non colorati, non patinati.

Solo in questo modo si può fare un buon lavoro di auditing. L’auditor del gruppo sta scoprendo cosa è stato fatto al gruppo e lo sta percorrendo.

Non c’è bisogno di passare più volte su questi engram, al di là di esporre le informazioni con competenza e completamente alla vista di tutti, e permettendo a tutti i membri del gruppo di discutere quelle informazioni come desiderano”.

L . RON HUBBARD

 

 

È ovvio che abbiamo bisogno di audire il nostro engram di gruppo.

Perché non ci prendiamo responsabilità per gli engram che abbiamo inflitto a una società in nome di Scientology?

È sufficiente dire “è stato il GO” o “è stato il CMO“.

Alcune persone sentono che è sufficiente semplicemente addestrarsi e audire.

La maggioranza lo dovrebbe fare, ma c’è anche l’obiettivo difficile di ottenere l’accettazione del pubblico e riparare al danno che e’ stato causato.

Non si fa infiltrando le agenzie governative, e nemmeno adottando un’attitudine superiore ai “WOG”, e nemmeno maltrattando lo staff.

Dobbiamo ammettere che il gruppo a cui appartenevamo ha avuto una rottura psicotica di terza dinamica, e anche se la Chiesa dicesse “non lo faremo più” non ci sarebbe di grande aiuto.

Probabilmente l’unica soluzione e’ come sempre, maggior comunicazione e comprensione.

L’essere da Esempio e’ un ottimo modo per rendere l’ambiente intorno a noi, un luogo bello dove stare…..

331 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

25 Aprile … LIBERAZIONI MULTIPLE

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

 

Mi sembra doveroso un cenno storico di questa data, diciamo che in aggiunta lo scopo del post e’ un altro…

ALTRE LIBERAZIONI ??

resistenza-genova

 

 

STORIA:

Una data storica per l’Italia, il  25 aprile 1945 è il giorno in cui, alle 8 del mattino via radio, il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia – il cui comando aveva sede a Milano ed era presieduto da Luigi LongoEmilio SereniSandro Pertini e Leo Valiani (presenti tra gli altri il presidente designato Rodolfo MorandiGiustino Arpesani e Achille Marazza) – proclamò l’insurrezione in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti, indicando a tutte le forze partigiane attive nel Nord Italia facenti parte del Corpo Volontari per la Libertà di attaccare i presidi fascisti e tedeschi imponendo la resa, giorni prima dell’arrivo delle truppe alleate; parallelamente il CLNAI emanò in prima persona dei decreti legislativi[2], assumendo il potere «in nome del popolo italiano e quale delegato del Governo Italiano», stabilendo tra le altre cose la condanna a morte per tutti i gerarchi fascisti[3] (tra cui Mussolini, che sarebbe stato raggiunto e fucilato tre giorni dopo).

«Arrendersi o perire!» fu la parola d’ordine intimata dai partigiani quel giorno e in quelli immediatamente successivi.

Entro il 1º maggio tutta l’Italia settentrionale fu liberata: Bologna (il 21 aprile), Genova (il 23 aprile) e Venezia (il 28 aprile). La Liberazione mise così fine a venti anni di dittatura fascista ed a cinque anni di guerra; la data del 25 aprile simbolicamente rappresenta il culmine della fase militare della Resistenza e l’avvio effettivo di una fase di governo da parte dei suoi rappresentanti che porterà prima al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e repubblica – consultazione per la quale per la prima volta furono chiamate alle urne per un voto politico le donne – e poi alla nascita della Repubblica Italiana, fino alla stesura definitiva della Costituzione.

Il termine effettivo della guerra sul territorio italiano, con la resa definitiva delle forze nazifasciste all’esercito alleato, si ebbe solo il 3 maggio, come stabilito formalmente dai rappresentanti delle forze in campo durante la cosiddetta resa di Caserta firmata il 29 aprile 1945: tali date segnano anche la fine del ventennio fascista.

 

   ————————————

catene spezzate

Man mano che il campo Indipendente continua

incessantemente a produrre Auditor Competenti

e PC soddisfatti,

Si allarga la Rosa di persone che, come GS, intraprendono

e completano cio’ che Richard ci ha lasciato in dono….

Il naturale proseguimento di un Ponte lasciato incompleto

nella sua stesura più classica,

ma effettivamente partendo a ritroso nelle ricerche

il tragitto era steso fin da quasi l’inizio.

Il duro lavoro e’ stato prendere gli indizi che LRH ha lasciato volutamente

ed inanellarli nella maniera corretta,

al fine di poter proseguire

verso la LIBERTA’.

La-Stoffa-dellUniverso

Successo

GS attesta OT VIII!

Che dire, oggi dopo esattamente 9 mesi di auditing giornaliero sono giunto al termine di questo incredibile livello,
di per se è abbastanza semplice, ma di una potenza elevata dove grandi quantità di carica se ne vanno…
Ma se invece viene attivata e non scaricata si manifesta nella sua forza, come una settimana fa dopo una seduta si è manifestato un forte dolore alla schiena, come un crampo che poi ho risolto.
Ma anche le realizzazioni, vittorie e gioie fanno parte di questo livello e questo ci porta a vedere ciò che siamo…
Sono un essere spirituale, incasinato con questo corpo e questo universo, ma sono certo che sto risolvendo il problema, grazie a Richard al C/S Paolo a Ron, ai miei famigliari e a me stesso.
Questa è una realizzazione che ho avuto qualche giorno fa: come mai vedo così limitato anche se vado in cima alla montagna la visione x me è limitata, se osservo anche il cielo stellato lo vedo sempre limitato, che cosa fa si che non possa vedere tutto l’intero universo?
Anche perchè ho l’idea che fondamentalmente questo universo sia piccolo ed IO molto piu grande.
Con affetto G.S
yin_yang

24 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Richard, Scientology indipendente, SUCCESSI

Il Sindaco di Scientology a Debito Zero

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la Vostra testa !

Come si suol dire…

Un colpo al cerchio, un colpo alla botte.

Going Clear e’ alle porte anche in Italia, negli States sta facendo faville

ma come gia’ e’ stato detto, fa un bel mappazzone di A=A

e non differenzia cio’ che di sbagliato e’ diventato il modus operandi della Cof$

dallo scopo originario, alla sua Filosofia.

Quindi, sappiate che dentro vengono trattati temi “confidenziali”…

D’altro canto, anche noi dobbiamo differenziare tra chi fa lo Squalo all’interno della Cof$ e da chi come

molti di noi, dava tutto se stesso per una grande “causa”.

Ho sentito parlare per la prima volta del Sig. Mazzorato ( il Padre ) da Claudio Lugli, successivamente da Paolo Facchinetti ( IL SNR C/S ITL ! ).

Beh, come potrete leggere, anche dentro alla Cof$ ci sono ottimi personaggi che danno l’esempio !

DA: IL GIORNALE . IT :

 

Il sindaco di Scientology a debito zero: “Taglio le tasse contro lo Stato criminale”

Loris Mazzorato è il primo cittadino di Resana, comune di 10mila abitanti in provincia di Treviso. Seguace di Scientology, combatte contro il governo centrale: “Così ho estinto tutti i mutui”

“Io sono uno dei rari sindaci in Italia che – nel mio precedente mandato – ha estinto tutti i mutui. Resana è un comune a debito zero, che incassa 4 milioni e 700 mila euro ma non può spendere un centesimo per colpa del patto di Stabilità”.

Loris Mazzorato, primo cittadino di Resana (Treviso), appartiene al movimento di Scientology, i cui codici etici lo guidano nel suo impegno politico, caratterizzato dalla lotta contro “una legislazione criminale”.

È il primo sindaco di Scientology d’Italia. Come e quando si è avvicinato all’organizzazione di Ron Hubbard? 

“Da giovanissimo, all’età di 13 anni. Mio padre me ne aveva parlato e seguii i corsi di comunicazione di base, che insegnavano tecniche per rapportarsi alle persone: li trovai molto stimolanti”.

Un interesse nato da teenager e maturato con il passare degli anni.

“Sì, ho continuato ad approfondire finché mi sono imbattuto nelle tematiche più importanti come codici etici e morali, che ho condiviso in pieno. A proposito ci tengo a dire che ho sposato anche insegnamenti di altri gruppi come Hare Krishna e Testimoni di Geova, oltre ai valori cattolici e cristiani”.

Ci dica qualcosa di queste regole etiche. 

“Si tratta di cose del tutto condivisibili, come seguire comportamenti che non ledono le altre persone, essere leali, mantenere la parola data, rispettare l’ambiente e la vita. Insomma, principi base. Un punto fermo è il rispetto delle leggi e delle regole di un Paese. Ma è chiaro che quando ci sono delle cose che non vanno bene, uno ha tutto il diritto – con gli strumenti in possesso – di esprimere il proprio disappunto. Altrimenti non sarebbe democrazia, anche se di questi tempi in Italia ne vedo ben poca”.

Ma il connubio con la politica è possibile? Riesce a coniugare i dettami del movimento con il suo impegno da primo cittadino? 

“Io vado dritto per la mia strada coordinando le due cose. Certo, mi rendo conto che le leggi fatte dallo Stato vanno contro i principi e i diritti dei cittadini. Attualmente abbiamo una legislazione che è più criminale che legale; d’altronde – ahinoi – è stata fatta da una classe politica che è al governo, dal cui modo di lavorare dissento nel modo più totale”.

Accennava a leggi criminali… 

“Premessa: negli ultimi due anni ci sono stati più di due mila suicidi e qualcuno si dovrebbe pur assumere la responsabilità di queste morti. Allora, l’articolo 1 della Costituzione dice che l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. Bene, il 20% della forza lavoro del mio comune non trova un impiego. Uno Stato che obbliga noi sindaci ad aumentare la tassazione locale, dopo che ci ha azzerato i trasferimenti, che Stato è?”.

Ma il suo è un comune virtuoso. 

“Io sono uno dei rari sindaci in Italia che – nel mio precedente mandato – ha estinto tutti i mutui. Resana è un comune a debito zero, che incassa 4 milioni e 700 mila euro ma non può spendere un centesimo per colpa del patto di Stabilità; il nostro rapporto cittadini-dipendenti è 1 a 340, contro la media nazionale di 1 a 150. E ancora, rispetto ai costi standard nazionali sono al di sotto del 20%. Qui non parliamo più di legalità dello Stato nei confronti della cittadinanza, ma di crimini del governo contro la mia comunità”.

Lei ha rifiutato l’imposizione della Tares ed è stato commissariato. 

“Sì, a novembre 2013: mi sono messo di traverso, da solo contro tutti. In consiglio comunale avevo approvato un ordine del giorno con l’applicazione della tassa. Tutta la vecchia maggioranza e l’opposizione di allora, per paura – visto che c’è la responsabilità patrimoniale –, si sono dimessi. Io, invece, ero disposto a combattere questa battaglia, anche se mi sarebbe costato moltissimo, ben 10 mensilità. Pur di rimanere una persona integra e difendere i miei cittadini (visto che mi hanno eletto loro) ho detto di no a una tassazione ingiusta. Oltre a non ricevere trasferimenti dallo Stato centrale avrei dovuto aumentare i tributi locali e ridare indietro allo Stato 600mila euro: io non ci sto a questo gioco al massacro”.

Pensa di essere un sindaco scomodo? 

Sì, a qualcuno do fastidio perché risveglio le coscienze dei cittadini. Così facendo diventa più difficile (per quel qualcuno) perseguire interessi illeciti e immorali – come Mose, Expo, tangenti – che ho sempre denunciato. Tempo fa avevo scritto ai giornali e anche al presidente Napolitano per denunciare che tutti questi sbarchi di cittadini stranieri non facevano altro che alimentare mercati mafiosi, visto che c’è chi diventa ricco con questi viaggi della morte.

Scomodo ma amato a Resana. 

Vuole sapere la cosa bella e divertente? Dopo che mi hanno mandato a casa per la questione della Tares i miei cittadini mi hanno rieletto alla grande; sono venuti bussarmi a casa e a convincermi a forza a ripresentarmi: lavorare con onestà e lealtà paga sempre. Ho lasciato il mio lavoro da libero professionista per fare il sindaco a tempo pieno a 1780€ al mese, non ho né tredicesima né quattordicesima, e non ho rimborsi di alcun tipo. Il mio spirito è un altro: ognuno di noi deve fare la sua parte per cambiare un sistema che ci sta mandando al collasso, con giovani senza lavoro e prospettive in patria. Una volta laureati i nostri gioielli se ne vanno all’estero a costo zero: rischiamo di diventare un Paese vecchio e senza cervelli.

97 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, Uncategorized

Going Clear In Italia

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

Sta scatenando un vero e proprio putiferio,

Negli stati uniti d’America e’ tra i video documentari

più visti di sempre,

se mbra che arrivi a fine giugno anche in Italia….

Beh, questo e’ il momento giusto per essere dei veri scientologist indipendenti

e far si che in base alle nostre azioni

chiunque possa differenziare….

Buona Pasqua.

Going Clear: Scientology and

the Prison of Belief in Italia

con Lucky Red

going clear banner

Lucky Red ha annunciato la data di uscita italiana di Going Clear: Scientology and the Prison of Belief, il documentario del regista premio Oscar Alex Gibney presentato al Sundance Film Festival, uscito nei cinema USA il 13 marzo e trasmesso dalla HBO il 29 marzo.

La pellicola, basata sul best seller del premio Pulitzer Lawrence Wright, arriverà nei cinema italiani il 25 giugno. Questa la sinossi ufficiale:

Going Clear: Scientology and the Prison of Belief è un intenso sguardo all’interno della controversa religione di Scientology.
Attraverso filmati di archivio e testimonianze di ex membri, Gibney ci mostra ciò che i seguaci di Scientology sono disposti a fare in nome della religione.
Il film tocca una vasta gamma di aspetti della chiesa, dalla sua origine con un ritratto intimo del fondatore L. Ron Hubbard, ai modi di reclutamento, alle pratiche giornaliere dei funzionari, fino al ruolo delle celebrità che ne fanno parte.

Scritto e diretto da Gibney, il film è prodotto dallo stesso Gibney insieme a Kristen Vaurio e Lawrence Wright.

106 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OSA, Scientology indipendente

Nuovi Clears!

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !
catene spezzate

 Siamo particolarmente lieti di annunciare

la “creazione” di tre nuovi Clears

nel campo indipendente ad opera di auditors

amici e collaboratori della Reception.

Ciò che fino a poco tempo fa sembrava un compito arduo è divenuto ormai routine;

E’ frutto di duro lavoro e dedizione.

Vogliamo qui ringraziare tutti i “condomini”

che hanno reso questi risultati una magnifica realtà. 

Ma lasciamo ora la parola ai nuovi Clears;

 
Ciao cari,
vi comunico che ho attestato clear!
Ringrazio di cuore Paolo per la sua pazienza, simpatia e competenza nell’avermi accompagnato in questo importante tratto di strada.
E ringrazio te Francesco, Guido, Marisa e tutta la famiglia Minelli per la vostra gentilezza, disponibilità e l’aiuto che mi avete offerto.
Siete persone speciali!
Che dire… è stata proprio un’avventura! NED è una tecnica affascinante e avventurosa. All’inizio è stata un po’ dura confrontarsi con tutto ciò che avevo combinato sulla traccia… Poi, via via sempre più facile. La capacità di stare di fronte e il senso di responsabilità sono andati di pari passo e sono cresciuti sempre di più.
Nel frattempo anche l’idea che avevo di me stesso è completamente cambiata. Ovviamente! Dando più spazio a un sereno senso di umiltà e accettazione (qualità per nulla scontate).
L’episodio che mi è piaciuto di più è stato la separazione dal corpo theta principale… che bello sperimentare la piena libertà!
L’episodio più doloroso, l’essere implantato in un corpo fisico… e così perdere la consapevolezza della mia identità e la conseguente libertà spirituale.
Da allora le cose sono andate in modo tragico o tragi-comico (dipende dal punto di vista). E quando ho dato un’occhiata, in un sol colpo, all’ultimo milione di anni ho iniziato a ridere ininterrottamente per 10 minuti. Piangevo e ridevo assieme… incontenibile. Piangevo per la consapevolezza della libertà perduta e ridevo a crepapelle per l’insensatezza umana di cercare nell’universo mest ciò che non appartiene ad esso, ma a theta.
Che cosa è cambiato in me? Beh ora so per certo che sono un thetan e che la mia più grande sciagura potrebbe essere quella di perderne ancora la consapevolezza. Ora so qual è il vero scopo della mia vita. Che altro? Nonostante sia nel corpo fisico ora tutto mi risulta facile. Se ho un obiettivo lo raggiungo con molta facilità. I miei postulati sono molto chiari e realizzo esattamente ciò che voglio in breve tempo.
Capisco perché il Buddha quando s’illuminò disse: “Carceriere, ora ti conosco! Per quante esistenze mi hai tenuto prigioniero di nascita e morte? Ma ora vedo il tuo vero volto e d’ora in avanti non potrai più costruire altre prigioni attorno a me!”.
Io non sono ancora un buddha, ma so che mai più perderò la mia libertà, anzi, la riguadagnerò in maniera sempre più completa.
Un abbraccio a tutti,
G.B.
eqiolibrio
Sono CLEAR,
non ho più la mia mente reattiva.Ora, anche se “mi scontro” con quella degli altri non ne vado più effetto, so che non è “roba mia”. E’ un bel vivere, di gran lunga migliore di quando c’era la M.R.
Ora se mi arrabbio, e a volte può accadere, non è perchè sono restimolata, ma solo perchè ho deciso di farlo per quel determinato motivo e ne sono pienamente consapevole! Sono di per certo ancor più consapevole di tutti i momenti della mia Vita attuale e me li godo appieno, indipendentemente da quello che accade attorno a me!
Grazie di cuore al mio auditor Luigi e a Fiore.
un grosso abbraccio.
Z.R.
goldfish jumping out of the water
Sono stra felice perché ho attestato CLEAR. Non ho più la Mente Reattiva, sono più consapevole. La vita è più semplice, mi sento bene con gli altri, comunico, non mi creo problemi a meno che non lo voglia e non li voglio!! Sto bene così e la cosa più importante è che vorrei che tutti potessero ottenere questi miglioramenti, il mondo sarebbe un posto migliore.

Flavia

mongolfiere

16 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Un messaggio di Richard: Memento Audere Semper

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

SO1996

Ciao Ragazzi, preferisco evidenziare quest’ultimo commento di Richard,

la mia stima e’ grande in lui, per cio’ che sta facendo a riguardo,

per la delicatezza e naturalita’ con la quale riesce a trasmetterci

cosa e come far qualcosa a riguardo.

Francesco

 

 

ot10

Ciao Lion, benvenuto.

Veniamo a noi David Effe, preferisco scrivere sul blog perché quanto ho da dire coinvolge altre persone e preferisco che abbiano la possibilità di commentare ciò che scrivo.

Le domande che ti ho posto servivano per definire un punto di partenza ed andare un poco più a fondo alla faccenda che riguarda il tuo interesse nei confronti delle Ron’S Org.

Sei libero di non accettare questa comunicazione o di rifiutare di rispondere, é un tuo sacrosanto diritto.

Ti chiedo di lasciar stare i sassolini nelle scarpe che ti infastidiscono, Elizabeth ha espresso una sua opinione riguardo a Ron, potrebbe essere giusta o sbagliata ma resta sempre un opinione e non credo che qualcuno possa sapere a quante ore di Auditing si sia sottoposto LRH.

Credo che l’unica certezza da mantenere riguardo al Fondatore di Dianetics e Scientology sia quella che senza il suo lavoro, senza la sua opera di ingegno, oggi non avremmo quelle discipline e non potremmo star qui a parlarne.

Hai scritto un bell articolo, in precedenza, riguardo lo studio e l addestramento, ma non ho potuto fare a meno di notare una piccola incongruenza.
Hai scritto che ti sarebbero bastati circa due mesi per insegnare ciò che sai, riguardo a Scientology, ad un amico ma…saresti stato in grado di trasmettergli anche l’esperienza che hai accumulato nei tuoi dieci anni di studi? E sopratutto, quel tuo amico avrebbe raggiunto, al di là di ogni ragionevole dubbia, la Consapevolezza che tu stesso hai raggiunto?

Ma credo di sapere già le risposte.

Ora, é vero che il Ponte ha subito vari cambiamenti nel corso della storia ed il cambiamento, forse, più insignificante è proprio quello di spostare i Gradi di Scn prima dell’ Auditing di Dianetics.

In parte sono daccordo con Paolo su ciò che afferma ma devo ammettere che i risultati maggiori, ottenuti nella parte inferiore del Ponte, li ho conseguiti con l’ Auditing di Dianetics, sopratutto con il suo Drug Rundown.
E devo anche dire che i risultati maggiori sui Gradi li ho ottenuti audendoli ad altri Pcs; ma ho trovato nei Gradi inferiori un perfetto gradiente verso i Livelli OT.

Ma in questo caso non saprei come consigliarti, puoi solo rimetterti alla programmazione del tuo C/S.

La mia curiosità é diretta verso il fatto che tu abbia deciso di intraprendere il percorso proposto da Bill Robertson e non riesco a capirne bene il perchè.

Esiste un Ponte Standard che và da Clear sino a Solo NOTs, questo percorso é riconosciuto dalla Chiesa di Scientology e dalla Free Scientology, perchè non cominciare con quello?

Certo, devo ammettere che a volte siamo degli emeriti zucconi, anche il nostro Senior C/S appare esserlo mentre invece é un personaggio amichevole, un ottimo Auditor ed un ottimo C/S, poi abbiamo Ignazio che sarebbe disposto a legarti alla sedia di Auditing per farti finire NOTs Audita nel minor tempo possibile.

Quello che voglio farti capire é che abbiamo abbondanza di personale qualificato in grado di aiutarti proprio qui in Italia.

Francesco ti può essere di grande aiuto nell’indirizzarti verso i terminali giusti.

Ci sono un paio di cose che voglio portare alla tua attenzione:
Da quando è apparso il Livello OT 3, questi ha subito diversi cambiamenti.

Il primo vero EP di questo Livello (senza parlare di nulla che possa essere confidenziale) era EXTERIOR.

Il Thetan doveva aver conseguito la capacità di Esteriorizzarsi a piacimento dal proprio Corpo, e non solo per una fugace visita all’esterno.

Questo EP si verificava solo in pochi casi.

Venne allora introdotto il Rundown dell’ intenzione di OT 7 e la persona veniva rimessa su OT 3 Espanso che consisteva nel ripassare attraverso all’intero Livello in una nuova unità di tempo, nella maniera più completa.

Anche in questo caso le percentuali riguardanti ai Fenomeni Finali pienamente raggiunti era molto bassa.

A questo punto è avvenuto un ulteriore cambiamento, cioé, dopo che si fosse ritenuto che il Pre OT avesse concluso OT3 ed OT 3 Espanso, anche se l’ Esteriorizzazione non aveva avuto luogo, il Pre OT veniva indirizzato su OT 4 e la prima azione che doveva compiere, con l’ausilio di un Auditor di un Classe 8 era quella di riverificare conmpletamente il materiale di OT 3 sino a raggiungere l’agognata Esteriorizzazione.

I Livelli OT dal 4 al 6 erano stati designati per un Thetan Exterior, ma a quanto pare questo si verificava solo nel 2 o 3 per cento dei casi.

Devo farti notare che le tecniche di Auditing utilizzate in quei periodi erano molto più professionali, il Caso veniva scavato molto più in profondità e su OT 3 c’era sempre disponibile un Auditor di Classe 8 per aiutare il Pre OT in determinati casi che erano considerati cruciali.
Questo era lo Standard del tempo.

Oggi OT 3 contiene solo il 25 % dei dati originali, molti sono stati tolti, OT 3 Espanso è sparito dalla circolazione ed in media è stato abbassato lo Standard generale dell’ Auditing.

All’inizio si cercava a tutti i costi di produrre un OT, ora si cerca di produrre un Clear di standard molto più elevato.

La persona su OT 3 viene indirizzata all’ Auting di NOTs appena possibile.

Ma esistono dei validi motivi per tutto questo, uno dei quali ha a che fare con un errore di valutazione commesso da Ron enormemente aiutato da falsi rapporti, falsi rapporti che venivano forniti in maniera più o meno inconsapevole, molti di questi erano basati su malcomprensioni riguardo al Thetan ed all’ Esteriorizzazione.

Ron sapeva molto bene cosa stava cercando, conosceva la meta da raggiungere, ma ha erroneamente omesso dei dati, oppure quei dati non erano ancora completamente stati sviluppati e formulati in quel periodo.

Bene, se ho detto che esiste un Ponte ritenuto Standard sino a Solo NOTs posso concedermi di dire che al di sopra di tale Livello non esiste ancora niente di Standard.

C’è un idea che gira indomita nella mia mente da diverso tempo, uno spunto positivo l’ho avuto da Elizabeth la quale si è dimostrata più che ben disposta a fornirci i materiali sui quali si atà audendo da diverso tempo.

Non mi sembra che abbia mai chiesto un solo centesimo in cambio e questo lo metto di diritto sotto la definizione di Responsabilità.

Io ed il mio team di ricerca abbiamo sviluppato altri materiali, questi sono stati mandati al Senior C/S ed anche in questo caso non è mai stato chiesto un solo centesimo per il lavoro di ricerca fatto.

All’inizio avevo in mente di spedire quei materiali ad un altra persona, ma non ho avuto più sue notizie dal Novembre dell’ 81, sapete, un tizio dai capelli rossi, nato nel 1911 a Tilden Nebraska.

Ma abbiamo deciso che Paolo era il sostituo perfetto 🙂

Adesso veniamo al dunque, premetto che non ho chiesto ancora ai ragazzi de La Reception come vedono l’intera faccenda e se anche loro possono essere daccordo su di un progetto così folle.

Perchè non creare un paio di Ambasciatori della Tech, che, sotto una valida Supervisione raccolgano e scambino i materiali tra i vari terminali tecnici dei vari gruppi disseminati in tutto il globo terracqueo nel tentativo di scegliere, unire, scartare o semplicemente affinare le varie tecniche di Auditing sviluppate in questi ultimi anni di modo di aver un vero Ponte funzionante perfettamente da Clear a OT?

Da parte mia non trovo nessun tipo di problema a far visionare i materiali che abbiamo compilato in questi anni e spero che anche altri gruppi possano fare la stessa cosa.

Ho avuto modo di vedere i benefici del lavoro fatto da Paolo sui materiali che ci ha aiutato a sviluppare e la cosa mi ha stupito in maniera molto piacevole.
E’ stato in grado di rendere l’Auditing più scorrevole ed efficace, possiamo migliorare ancora?

Quindi, caro David Effe, potrebbe essere questo uno scopo, per te, sufficientemente interessante per farti muovere velocemente sul Ponte in Italia sotto la guida dei nostri abili C/S?

Chi altri potrebbe essere interessato ad un progetto del genere?

Tenete conto del fatto che la cosa, se decisa ed approvata, deve necessariamente essere gestita da un personaggio tecnico di grande spessore, direi almeno, di uno spessore tra i 30 ed i 40 centimetri 🙂 .

Non mi dispiacerebbe che ad un simile progetto aderissero varie persone e per fare un nome tra i tanti nomino Silvia Kusada.

Tenete conto che nelle nostre ricerche abbiamo preso vari spunti tra molte persone che hanno lavorato nel campo della ricerca e dello sviluppo di tecnologie di Auditing dopo che Ron si è dato alla macchia.

Molti di questi hanno pubblicato i loro lavori sul web ed abbiamo cercato di individuare le cose più funzionali e scartare quelle che producevano scarsi risultati, il tutto con la tecnica della sperimentazione.

Ti ringrazio comunque per l’invito a visionare le tecniche e gli esercizi di telepatia, ma ho navigato tra ricerche telepatiche e remote viewing quanto basta per capire che non portano molto lontato.

Io non considero l’Universo MEST un illusione, lo considero un Illusione Ingannevole e dal mondo dal quale provengo la telepatia è il metodo standard di comunicare.

Con Affetto

Richard

378 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Richard, Scientology indipendente

TONINA PAGNOTTINA Attesta il Grado 0 !!!

Siete Scientologist indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !

comunicazione

Ci piacciono i Successi, diventano anche un po nostri, e lasciano spazio a nuovi successi….

Nella Vita in generale, in ogni campo dove operiamo, la ripresa di se stessi

ci indirizza verso un essere consapevole di essere consapevole.

Sono grato a tutti coloro che si stanno impegnando affinché’ una Scientologi libera al di fuori dei monopoli

cresca sempre più’.

Brava Tonina Pagnottina ! Bravo Giovanni !

Avanti tutta !

Francesco

 

——————–

 

 

SUCCESSO

Un paio di settimane fa ho attestato il Grado 0…

Ero contentissima, avevo realizzato un sacco di cose, mi piaceva come mi sentivo, ma decisi di non scrivere alcun successo. Decisi che, questa volta, avrei aspettato di vedere quanto quelle realizzazioni mi avrebbero veramente cambiato la vita, o quanto sarebbero state “passeggere”. Faccio un esempio: capisco che mangiare carboidrati la sera mi fa male; inizio a cucinare altro… però, parliamoci chiaramente, la pasta è la cosa più semplice e veloce da fare, e dopo un po’ torno a mangiarla. Credo sia un esempio molto comune.

Quindi ho aspettato di vedere cosa sarebbe successo, comportandomi normalmente, e mi sono goduta lo spettacolo del mio giocoliere che non ha fatto altro che muovere altre 18.000 palline!!!!

Mi sento proprio bene!!! Ho sistemato situazioni che erano in pending da mesi…semplicemente comunicando!! Mi sono accorta di quanto il mio modo di comunicare stia cambiando, di quanto si possa imparare ascoltando realmente le persone e il loro punto di vista, di quanto le puoi aiutare anche solo stando li, interessandoti a loro. Ho capito che non nessuno mi obbliga a parlare di quello che non voglio, che io posso decidere!! Cioè, è fantastico!! Posso DECIDERE!!! E posso anche decidere di affrontare qualcosa di brutto, imparando a osservarlo e prendendolo semplicemente per quello che è!! E’ una mia scelta! Io decido di confrontarlo! E tra l’altro è una decisione che sto continuando a prendere perché non mi fa più paura…

Credo di essere diventata più responsabile, nel vero senso della parola! Mi prendo le mie responsabilità e non mi spaventa il fatto di farlo!

Ho imparato a darmi dei riconoscimenti, e una bella pacca sulla spalla quando faccio qualcosa di positivo! E mi fa sentire bene, quindi lo faccio anche con gli altri, e do un sacco di pacche sulle spalle!!

E quando faccio qualcosa di brutto? Lo osservo, rimedio, e bom, fine del ciclo. E’ semplice. E mi fa ridere pensare a questa parola, “semplice”. Ma è così, non c’è bisogno di lanciarsi a terra e strapparsi tutti i capelli; vedilo, fa qualcosa per migliorare la situazione. PUOI farlo! Ne sei in grado! Sei in gamba, fallo!!

E quindi, ogni tanto, adesso decido anche di fare qualcosa che non è perfettamente ottimale! L’ho deciso io!!! E poi, ottimale per chi? Sicura di esser te a pensare che non sia proprio un’idea perfetta….?

Accetta il fatto che sei in grado di dire delle cose giuste e ascoltati! Non farti fermare, e soprattutto non farti fermare da te stessa, e fallo!!! Questo ti da una grande responsabilità, ti da un sacco di potere…e credo che sia assolutamente fantastico!!

E quanto riguarda gli altri… devono continuare a non rompermi le palle, io sono un carro armato!!!

 

Per far capire quanto sia potente quello che sto facendo racconterò questo aneddoto:

Sto lavorando in un bar. Un paio di settimane fa mi sono ritrovata a chiacchierare con dei clienti fino all’alba. Il giorno dopo chiesi ad uno di loro che fosse successo, come mai non era mai capitato prima, mi ero proprio divertita!
E lui mi disse che dipendeva da me, che non riusciva a comprendere che cosa mi fosse successo. Raccontò che mi aveva sempre vista in un certo modo finchè, circa due settimane prima, entrando, lo salutai. Disse che il mio “ciao” era diverso, che la risata era diversa, che il modo di parlare, le battute, gli atteggiamenti erano diversi. Ero diventata la luna piena dopo un mese di eclissi!!

Giusto l’altro ieri un altro cliente mi disse esattamente la stessa cosa chiedendomi che fosse successo…

Signori, non ho sbattuto la testa, non mi drogo e non sono pazza….ho iniziato il ponte!!!

Uno stravolgimento tale che persino dei clienti se ne sono resi conto….WOW!!! Mica male!!

 

E ora sì, vorrei scrivere due righe per ringraziare il mio auditor, LRH, famiglia, amici… ma ho deciso di fare qualcosa di nuovo: usarle per dare un bel riconoscimento a me stessa!!
Brava!!! Sei stata proprio brava!! Brava perché nessuno ti ha spinta, TU hai deciso di intraprendere questa strada, brava perché non stai mollando, brava perché decidi di confrontare anche quello che non avresti voluto, brava perché te lo stai godendo, brava perché ti stai divertendo, brava perché stai applicando quello che impari e, sopratutto, brava perché finalmente ti dici di esser brava!!

Svegliati al mattino e di una cosa che ti piace di te stesso, e vai a letto la sera pensando ad una cosa buona che hai fatto durante il giorno!

Ragazzi….ma la vita non è meravigliosa???? 😀 Puoi fare in modo che sia assolutamente meravigliosa!!!! Hai il potere di farlo! ….ahahahaha fantastico!!!!

 

 

14 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Scopi e felicità – di David Mayo

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !
David Mayo
David Mayo e’ sempre molto illuminante e spiazzante per la semplicità’ e leggerezza
con la quale dimostra in modo chiaro e non con tecnicismi
la comprensione della tech,
ed altrettanto semplicemente riesce a rendertela reale come se sia solo li da osservare.
Mi sembra molto appropriato ed inerente
a cio’ che ultimamente si sia presentato sul Blog, nel nostro piccolo
angolo di Web, nella sezione “Chi sarà’ il più’ Scientologo del reame” ? 😀
Scherzo ovviamente, i successi sono materiale da cui apprendere, arricchiscono
ognuno di noi e sicuramente creano meno “materiale” sul quale discutere.
I gruppi indipendenti Italiani sono decisamente al lavoro, e tutti questi OT attest e successi 
derivanti da Persone che hanno ripreso in mano le lattine ne sono la dimostrazione.
Avanti Tutta e pronti per la prova costume !
Francesco

Scopi e felicità – di David Mayo

Traduzione: Stellabruna
Quando parliamo di scopi, parliamo di una persona che prende una decisione di essere qualcosa, di fare qualcosa, o di avere qualcosa e che cerca di ottenerlo. Molto più semplicemente, uno scopo è una decisione o un postulato: i due termini tendono ad essere sinonimi.
Recentemente la gente mi chiede perché non audiamo sugli scopi. E’ una domanda interessante, anche se non usiamo procedimenti chiamati “procedimenti sugli scopi”, in effetti non si può audire qualcuno su niente che non siano gli scopi.
Visto che le persone stanno cercando di ottenere diverse cose nella loro vita, l’auditing che ricevono dovrebbe essere diretto ad aiutarli a raggiungere quegli scopi, o a rimuovere gli ostacoli che impedirebbero loro di raggiungerli.
A volte, l’auditing è stato visto come uno sforzo di liberarsi di qualcosa di indesiderato. Oppure come uno sforzo di liberarsi di qualcosa chiamato “bank”, o di occuparsi di un “caso”. Questi sono solo alcuni aspetti di ciò che cerchiamo di fare con l’auditing. Molto più importante, stiamo cercando di aiutare le persone a creare nuove abilità o a riabilitare e aumentare quelle che hanno già. Perciò il vero obiettivo dell’auditing ha a che fare con il portare al raggiungimento di scopi.
Qualche anno fa esisteva una specifica procedura di auditing chiamata “Processing sugli scopi” – una tecnica speciale che spesso destava l’interesse delle persone solo per il suo nome. “Processing sugli scopi” suggerisce aiuto nel raggiungerli, ma non era veramente questo ciò che la procedura era  progettata a fare. Una persona faceva la lista degli scopi che aveva avuto nel passato, l’auditor trovava il più carico e lo percorreva. La teoria alla base di questa tecnica era che se una persona avesse avuto uno scopo molto carico nel passato, sarebbe rimasto bloccato nel passato su quello scopo; oppure bloccato cercando di raggiungere uno scopo molto vecchio; o forse bloccato nel fallimento di raggiungere quello scopo, che avrebbe influenzato le sue azioni nel presente. Come tale, l’uso di questo procedimento fu limitato perché dipendeva dal fatto che l’individuo fosse bloccato o no in uno scopo del passato.
Molti speravano di scoprire precisamente quale fosse il loro scopo facendo il “processing sugli scopi”, e di riuscire poi a raggiungerlo. Alcuni cercavano di scoprire il loro SCOPO come se fosse qualcosa di magico, e se LO avessero scoperto, la vita sarebbe migliorata. E per certi versi questo è vero, a patto che si realizzi che lo scopo di una persona è qualsiasi cosa essa decida che sia – qualsiasi cosa voglia fare al momento, o per la vita.
Scoperta e conseguimenti appartengono al regno dei guadagni positivi ed è in questa direzione che l’auditing rende meglio. Se una persona ha scopi di auditing di migliorare abilità specifiche ha più probabilità di avere successo. Troppa concentrazione sul liberarsi delle cose tende ad essere limitante.
Per ottenere la vera felicità attraverso il raggiungimento di uno scopo, bisogna capire la composizione della felicità. C’è una definizione di felicità che la descrive come il superamento di ostacoli verso uno scopo. Questo può essere vero, ma la felicità non si verifica necessariamente superando ostacoli. Deve esserci più di questo nella felicità. Per portare felicità, uno scopo deve essere utile o di valore – e deve andare a beneficio degli altri. Questo porta immediatamente uno scopo, o la felicità, fuori dal regno dell’egoismo, o del mero interesse verso sé stessi.
Recentemente alla radio ho sentito un commento di qualcuno che si riferiva agli anni sessanta come alla decade dell’ “io” perché a quel tempo le persone erano impegnate a trovare sé stesse e ad essere sé stesse. Ma essere sé stessi non basta a rendere felici. Bisogna anche fare qualcosa di valore, e perché succeda è necessario interagire ed aiutare gli altri.
Ci sono alcune cose che influenzano il fatto che una persona raggiungerà con successo i suoi scopi o no. La personalità di base e la visione della vita sono importanti nel raggiungimento degli scopi. Se qualcuno decide di adottare uno scopo in grande contrasto con la sua personalità e con le cose che gli piace fare, è improbabile che quello scopo venga raggiunto – emergeranno un sacco di motivi per non fare cose in direzione di quello scopo e farà invece ciò che vuole fare veramente. Un tale scopo non è effettivamente uno scopo personale, ma è un’idea che la persona ha deciso di adottare. Un ovvio esempio è quello di una persona che accetta come scopo ciò che altri vogliono che lui faccia.
La questione di stabilire uno scopo è semplice, se si usa un approccio semplice. Ma a volte si stabiliscono degli scopi basati su ciò che si crede farebbe piacere ad altri o sarebbe approvato da altri. E questo è uno sbaglio. Per stabilire con successo uno scopo, bisogna essere sinceri.
Per realizzare i vostri scopi, è necessario che stabiliate cosa volete fare davvero. Poi immaginate quale beneficio potrebbero trarne gli altri. Se fate così, farete emergere uno scopo che potrete raggiungere e nel farlo trarrete puro piacere.
Da tanto si sa che le persone non agiscono al loro pieno potenziale (o al massimo delle loro abilità). Penso che in gran parte non sia solo a causa di engram o aberrazioni. Penso sia anche perché non hanno formulato uno scopo che corrisponda a ciò che vorrebbero fare e che sia a beneficio degli altri. Penso sia questa la chiave della felicità: prefiggetevi di fare qualcosa in cui siete capaci e che vi piaccia fare e che aiuta voi e gli altri allo stesso tempo. Allora avrete una vita felice.
C’è una profonda relazione tra stabilire il vostro scopo, raggiungerlo, aiutare altri, la felicità e la sopravvivenza. E penso che una semplicissima strada per essere più vivi sia semplicemente revisionare le cose verso cui stiamo andando.
Spesso quanto parliamo di un procedimento o di un esercizio, siamo d’accordo che il fenomeno finale non dovrebbe essere noto. Ma sto per suggerirvi un esercizio e anche per dirvi quale sarà il probabile fenomeno finale, perché sarà utile.
Nel determinare uno scopo, andate attraverso una serie di scopi e chiedetevi:
– questo scopo va a mio beneficio?
– questo scopo va a beneficio di altri?
– questo scopo è qualcosa che mi piacerebbe fare?
Guarderete questi scopi e probabilmente finirete per realizzare che avete avuto uno scopo per tutto il tempo, e che ci stavate lavorando, e che lo avete sempre saputo.
Anche se questo potrebbe suonare come se non ci fosse nessuna scoperta o lezione in questo piccolo esercizio, in esso c’è che ora potete essere certi su quale scopo avete. Che sia o meno la cosa giusta o sia o meno nelle vostre capacità raggiungerlo, potrete divertirvi lavorandoci su.
Spero che queste parole siano utili.
Dal giornale AAC 1984-86

51 commenti

Archiviato in Casa Minelli, David Mayo, Scientology indipendente

“Non importa dove tu vada o ti nasconda, questo Universo ti troverà “

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la VOSTRA testa !

Ecco un messaggio da Richard, come il cantar del gallo che da’ il buon giorno,

alle ore 5:16 ci ha lasciato questo suo scritto,

un suo successo e alcune sue illuminanti riflessioni.

La frase che ho utilizzato nel titolo e’ incredibilmente potente, incredibilmente semplice,

incredibilmente vera.

Buona Lettura.

Francesco

hokusai-la-grande-onda

Ciao Ragazzi.

È molto che non ci si sente ma stò ammirando i vostri progressi e la perizia con cui Paolo ha agevolato l’Auditing.

Penso che la sua SP Declare andrebbe cambiata con la nomina ad Ufficiale Leale, così come per molti di voi.

Ma volevo parlarvi di un piccolo successo avvenuto tempo fa durante un’azione di OT X.

La filosofia sulla quale questa azione si basa è la seguente: “Non importa dove tu vada o ti nasconda, questo Universo ti troverà e se solo avrai una ferita la ingrandirà e la renderà purulenta”.

Forse queste non sono le parole esatte ma credo che rendano l’idea.

L’azione che viene svolta ad un certo punto dell’Auditing consiste di andare a visitare alcune persone e sfiorarle con un lieve tocco mentale.

La cosa non dovrebbe produrre alcuna reazione e questo starebbe a significare che ogni tipo di carica è definitivamente svanito, l’attitudine da usare sarebbe uno “zero” perfetto.

Ma ammetto di aver pianto, non perchè ci fosse molta carica residua, ma per l’enorme dolore percepito attraverso quel leggero tocco.

Voglio far presente che questa azione non avviene all’interno di questo Universo, d’altra parte anche nei libri di Ron si asserisce che il Pianeta conosciuto come Blito P3 non esiste.

L’azione successiva per rimuovere quelle poche tracce di tristezza è stata piuttosto veloce ed efficace, ma una comunicazione mi è rimasta in sospeso.

Il dolore col quale mi sono scontrato ha a che fare con la perdita, ho notato che è la cosa che si insinua maggiormente in profondità, qulcosa che non può essere risolto con una semplice pacca sulla spalla o con qualche parola di conforto, ma mi impongo un tentativo nella speranza di dare anche solo un minimo aiuto a chi ha perso qualcuno, sia che esso sia un genitore, un partner oppure un figlio.

Si, hai perso qualcuno e un particolare dolore ha cominciato a lacerarti dall’interno, ti ha fatto cambiare e i tuoi sogni ne hanno subito le conseguenze.
Questo Laido Universo ha fatto di tutto per farti sentire in colpa e farti introvertire.
Ti ha lasciato pensare che avresti dovuto essere più presente, che avresti potuto fare qualcosa di più….e che forse è stata colpa tua.

Non gli credere, questo Universo è Menzognero ed stato strutturato per farti sentire così ed il tempo alleggerisce solo vagamente il disagio che ancora alberga dentro di te.

Puoi fare solo una cosa, giungere alla Verità, cioè: “Tu non hai mai perso quel meraviglioso frammento di Te Stesso”!

E questo nessuno mai te lo potrà togliere.

Qualcuno tempo fa ha domandato se ci fosse da risolvere una particolare amnesia sulla traccia, ebbene, è così.

Si tratta di quella particolare amnesia che non ti concede di vedere pienamente come era la tua esistenza prima di finire in un Corpo su questo Pianeta.

All’inizio questo Universo era un particolare luogo dove un Thetan poteva entrarci con il massimo della consapevolezza, poteva schizzare a folle velocità attraverso le onde dell’oceano come se fosse un proiettile inarrestabile.
Poteva poi spiccare il volo ed ammirare il panorama da una notevole altezza.

Era un ottimo luogo per rimediare alla propria Havingness.

Spero che questo vi invogli sempre di più a continuare perchè quello stato è alla nostra portata.

Con Affetto

Richard

65 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Richard, Scientology indipendente, SUCCESSI