Un messaggio da … Nessuno

Siete Scientologist Indipendenti ? Pensate con la vostra testa !

19ounonessuno

Ho trovato questo commento in attesa di Moderazione, un messaggio da … Nessuno.

Benvenuto sul Blog, ritengo che cio’che hai da dire e come lo stai dicendo e’ sintomatico di Conoscenza e comprensione a riguardo…

Si, e’ vero…. Nella Reception ( che e’ una tromba delle scale virtuale ) i Condomini si scambiano un po di tutto….

Opinioni, pensieri, elucubrazioni…..

D’altronde qui’ e’ come nel Break davanti alle macchinette del caffè …. Si parla un po di tutto, velocemente e poi via…

Ognuno torna al suo posto…

ORGANIZZATI ma SPARPAGLIATI può’ essere il nostro Motto operativo

Ci sono terminali tecnici veri, addestrati e veterani che aiutano chiunque voglia progredire sul ponte.

Il giochino del caro David e’ oramai un ricordo per molti oramai scarico e per fortuna, qui si guarda avanti

e si cerca di fare qualcosa a riguardo.

Per essere non pratico dell’uso di un Blog ti dico: Niente Male !

Spero ti intratterrai con noi quando lo vorrai….

E per i condomini….. un messaggio da Nessuno….

 

Salve, non so se questo forum abbia un filtro o meno, ad ogni modo vorrei dire la mia, se concesso.

Ecco il malloppo

Salve a tutti,
Sono un lettore attento e vi seguo da tempo. Chi io sia veramente non importa quello che ho da dire forse potrebbe esserlo.

Vedo moltissimi commenti e discussioni su cui sarei voluto intervenire e dire la mia ma non avendo mai scritto sui blog o forum mi sento come un pesce fuor d’acqua, già non capisco nulla di internet, ma poi qualche giorno fa mi sono addentrato nelle discussioni tecniche e non sapevo se ridere o piangere.

Non iniziate subito ad inalberarvi, non vuole essere e non è un attacco a voi o a quello che fate o dite, visto lo spirito del blog, dove una persona può dire liberamente quello che vuole, mi sembra giusto che una persona dica la sua.

Il motivo per cui ho deciso di scrivere per la prima volta ė molto semplice, ho visto commenti che denotano una mancanza di dati… Mi spiego prima che vi dia modo di andare su toni battaglieri e vi porto alcuni esempi di cosa intendo.

Leggendo sul blog dell’FPRD e DNEXP ho potuto notare che ci sono mancanze di dati e tante congetture. Primo DNEXP non è stata sostituita dall’FPRD, all’interno di DNEXP c’è una tecnica per risolvere gli scopi malvagi e resta valida ma in DNEXP gli scopi vengono eliminati in modo diverso che nell’FPRD e poi non tutti i casi possono o devono percorrere DNEXP… Da qui l’FPRD, CON TUTTE LE SUE RELATIVE ALTERAZIONI CHE HA SUBITO NEL TEMPO. DNEXP invece è diventata tech perduta e da quello che posso vedere nelle organizzazioni (meglio non usare il termine chiesa, visto che non lo è) resta ancora tech perduta. Forse perché troppo funzionale? Poi meglio far fare il percorso alternativo che porta più soldi alle org avanzate, che essendo a corto di persone da mettere sui servizi ora hanno modo di far soldi anche con questi poveretti.

Di solito non discuto di dati tecnici con le persone addestrate e se si applica la tech non lo si dovrebbe fare mai. Usare invece un buon dizionario, o più, penso possa servire meglio allo scopo di chiarire le cose e uno studio completo e attento fanno il resto. DNEXP la trovate sui volumi rossi basta leggerla e capire cosa tratta e perché è così vitale che venga ripristinata come tech. Stesso vale per FPRD. I nastri sono disponibili, a volte solo in inglese, ma esistono anche nel campo indipendente. La tech c’è tutta basta studiarla senza scorciatoie. Cercare di riempire quello che non si sa con delle pezze non serve a nulla se non a darci l’illusione della conoscenza. Cosa che nelle organizzazioni succede spesso, dove vengono citati dati che non si sono capiti completamente e solo per dare un impressione di competenza e rendersi importanti.

Altro esempio, dove si risolvono i RS? Anche qui tutto scritto nei materiali e nastri di DNEXP e altri punti del ponte, senza andare su cose confidenziali vengono anche risolti su uno specifico livello OT, anche qui mancanza di addestramento e dati che vengono riempiti con quello che “ha senso” per la persona, quindi non necessariamente la cosa corretta, ma sicuramente corretta, per così dire, per lui.

Altro esempio, le GPM, dove si risolvono? Una persona che non è sufficientemente addestrata spara congetture e idee, la verità è che se non si sa dove si risolvono le GPM sul ponte, questo è dovuto ad una mancanza di addestramento o al fatto che non ha fatto quei gradini del ponte dove vengono percorse. Ora quei gradini del ponte sembrano essere in voga nella chiesa e molte persone stanno in effetti percorrendo le loro GPM, A buon intenditore poche parole.

Se volete posso portare altri esempi ma non voglio rendere sbagliato nessuno, solo far capire un semplice concetto. Se una persona non ha tutti i dati o ha dati frammentari estrapolati da qualche manciata di dati appresi qua e la, senza uno studio COMPLETO della tech, come sappiamo riempirà i buchi con quello che per lui ha logica ma che non necessariamente corrisponde alla verità.

Anche questo è un dato tecnico dello student hat e non solo. Il problema qui è la cannibalizzazione (scusate il termine) del pubblico e con questo intendo dire una cosa molto semplice, per avere la tech completa e conoscenza completa una persona dovrebbe come minimo fare il classe 6 e gli OEC, perché? Semplice, tutta la tech e il suo sviluppo sono spiegati in modo dettagliato e soprattutto seguendo un percorso cronologico. Il nostro David questo non lo vuole, preferisce pecoroni poco addestrati che lo seguono ciecamente quanto dice lui sia la verità, lo sta facendo da prima che LRH morisse, non che lasciasse il corpo proprio che morisse, se voleva mollare il corpo come ci ha fatto credere il David avrebbe fatto la formula di cambio di potere, ma non l’ha fatta, al contrario abbiamo un bel certificato fasullo con le impronte digitali di LRH dove dice che David è il suo degno sostituto, ma questo lo sanno in pochi, nelle org è bastato dire che ora lui era il nuovo capo. Per lui più le persone restano ignoranti e confuse meglio è, e quale migliore seguace di uno che sa poco? Quale metodo migliore per fare soldi che far comprare a tutti “l’ultimo modello, libro o corso al pubblico rimasto sulle linee delle org? Entrate garantite per anni ed anni, poi ci sarà un nuovo sviluppo e “scoperta” fatta solo dal “mitico” David e nessun altro, solo lui. Peccato che sia lui stesso che ha rilasciato la golden age of tech dicendo che era l’unica vera tech ecc ecc. come ben sappiamo.

Ora invece il classe 6 e gli OEC non stanno venendo spinti ne fatti come LRH intendeva, il nostro “amico” ha visto che si fanno più soldi rifacendo fare tutto, corsi e ponte dall’inizio, dicendo che ora sono quelli standard, se una persona applicasse la serie dei dati a quanto succede nelle organizzazioni, qualche domanda se la farebbe, ma essendo non addestrato accetta quello che gli viene detto come vero. Ora hanno rilasciato la golden age of tech 2 (la vendetta) tutti felici di rifare lo student hat e tutta l’accademia, un po’ per paura di dire che non sono d’accordo un po’ per ignoranza. Nuovo meter spaziale, che era pronto già da anni ma non consegnato, sempre per far fuori le scorte dei super mark 7 quantum. Ricordiamoci che LRH era in vita quando il ponte attuale è stato ideato e come non poteva accorgersi di alterazioni della tech? Il nostro caro affarista David ha trovato il miglior modo per far salire le stat senza avere altro pubblico sulle linee, far rifare a tutti tutto, pubblicare tutto di nuovo dicendo che il precedente era non standard, ma la Golden age of tech non è stata ideata e riscoperta da lui? Miriadi di non senso e dati contrastanti che tutti o quasi accettano, un po’ per paura un bel po’ per ignoranza, come ho già detto. Il meter quantum ne è un esempio, all’evento dove veniva consegnato il nostro caro David ha detto che questo era l’unico meter standard da usare e nessun altro ora la stessa cosa viene detta per il nuovo meter. Quei terminali tecnici che non condividono la “nuova” tech o vengono declassati e quindi privati dei loro certificati o se insistono vengono o sono stati espulsi dalla chiesa con un bella dichiarazione SP. A quel punto il gioco è fatto, nessuno può parlare con lui ne avere qualsiasi connessione, quale metodo migliore per far tacere una persona? Ma anche qui per colpa della cannibalizzazione del pubblico accettano ben felici tutto quello che gli viene proposto, vi siete mai chiesti come mai? Io un idea me la sono fatta, se una persona non ha i fenomeni finali di un punto del ponte o abilità di un corso, quale scusa migliore che accettare che quanto si era fatto non era quello standard? Ecco spiegato come mai OT, quasi sempre poco addestrati, vanno a fare il purif e oggettivi di nuovo sperando che questo stabilizzi i loro casi.

La maggior parte del pubblico e staff che conosco arriva ad essere un auditor magari di classe 5 graduato, magari CS, magari qualche volume verde, ma pochissimi sono PIENAMENTE addestrati. La differenza tra un classe 5 graduato e un classe 6 è la stessa che c’è tra un ingegnere meccanico e un saldatore o tornitore. Dove nel primo si dovrebbe avere una conoscenza completa e nel secondo basta anche solo una applicazione corretta delle tecniche, ma non necessariamente capendo quello che realmente si sta facendo o non sapendo completamente tutti i perché e percome si debbano usare alcuni materiali o tecniche invece di altri.

Nel classe 6, ad esempio, una persona vede come Ron è arrivato a sviluppare procedimenti e tecniche e come ė arrivato ad usare e migliorare quelle tecniche lo faceva con i suoi auditor che testavano i procedimenti ideati da lui e li modificava, dove serviva, ascoltando i sui auditor e successivamente CS o terminali tecnici. Poi ha pubblicato il nuovo ponte e accedemia, quando era ancora in vita, Non posso credere che LRH sia stato così cieco da non vedere tutte le alterazioni che il David vuol farci credere di aver scoperto. Come può essere che LRH non abbia visto che i libri, corsi, meter, gradi e livelli OT non fossero standard, ma tutti, o quasi, hanno creduto che c’erano libri non standard, corsi non standard e via dicendo. Ma il David è superiore anche a LRH a quanto ho visto con le ultime, che non saranno le ultime, ci sarà una golden age of tech 3, poi un nuovo meter e mi raccomando che tutti i materiali precedenti vengano distrutti, così così non c’è più traccia del passato e nessuno può dire nulla, non avendo più riferimenti. Sono anni che vedo questa cosa ripetersi, nuovi corsi, nuovi gradi, nuovi livelli OT e via dicendo.

Una cosa che mi fa rabbia è vedere tutti questi pecoroni che accettano ogni cosa gli venga detta dallo spendaccione David, che ora possiede un impero immobiliare da fare invidia ai grandi della finanza. Si perché le org ideali non sono del pubblico o staff di quell’org, fanno parte del patrimonio della chiesa internazionale. Pensate a quanti soldi per i mobili, che devono comprare da INT e solo da INT.

Ritornando sui miei passi iniziali del mio scritto verrei invitarvi a studiare di più e discutere meno di dati tecnici, orami c’è tutto online, dai libri a OT 8, stesso vale per i corsi. Non facciamo come fanno nelle org dove uno per apparire sfoggia conoscenza frammentaria pretendendo di sapere di più, vi ricorda qualcosa? In poche parole il riferimento da seguire è QUESITI TECNICI, li LRH dice come fare a risolverli e non è di certo scrivere o dire la propria secondo il proprio punto di vista. Questo sia che si parli di inni vedici che della bibbia che di qualsiasi altra fonte di conoscenza, i dati sono scritti, basta studiarli e chiarirsi le parole.

Chi sono io per dirvi tutto questo? Nessuno e resterò un nessuno perché ho capito che è meglio essere che apparire. Applico scientology tutti i giorni, senza chiedere un soldo per quello che faccio?

Di bugie ne abbiamo dovute digerire tante e ce ne saranno sempre di più da digerire, ora non sono più sulle linee delle org ed ho fatto e sto finendo il mio ponte completo, parte destra e sinistra, più i lati e sotto, in alto ci arriverò e sono vicino alla fine.

Siete sicuramente liberi di fare e dire quello che volete, non siete più sotto la soppressione delle Org e per quanto mi riguarda potete seguire gli inni vedici o qualsiasi altra filosofia che desiderate seguire. Ma non fate come stanno facendo nelle org, capisco che le abitudini sono dure da mollare ma se fate così state facendo la stessa cosa che fa il “buon” David. A voi la scelta.

Solo un’altra cosa; un piccolo ragionamento sul movimento indipendente. Mettere inni, poesie e quant’altro, va bene, va benissimo, come già detto dai dotti qui sopra, che hanno sicuramente una conoscenza molto più ampia della mia e che rispetto, (non è sarcasmo, lo penso veramente, giusto per non farmi dare del 1.1), tutto questo non penso che giovi al movimento, e mi spiego.

Come sappiamo molte persone delle org, in segreto, leggono internet e di sicuro hanno trovato questo sito, ne hanno letto le verità ed hanno avuto la loro illuminazione con tanto di sganciamento di masse dovute alle soppressioni subite nelle org.

Ora viene il difficile, come uscire dalle org e tech alterate da dm? Come sapete non è un passo facile.

Mettiamo che prendano coraggio e inizino a diffondere queste verità ad altri, come fare a driblare le varie accuse come: “mischiare scientology con altre pratiche”, oppure: “alterare la tecnologia”?

Al primo approccio con un ufficiale di etica lo fa a fettine, se è un duro ed è convinto delle sue ragioni può arrivare fino al direttore degli affari speciali, se è durissimo arriva fino al ufficio degli affari speciali, se è un eroe come voi esce (o viene cacciato) e affronta e confronta quello che deve ma non tutti sono eroi.

Se si vuole cercare di aprire gli occhi alle persone e fargli capire che c’è un ponte percorribile indipendente, meglio fare come fanno nelle riviste delle org avanzate “advance”, o come faceva LRH, dove alte religioni, credenze, filosofie vengono citate e messe in relazione a scientology.

Sappiamo tutti che di saggi, illuminati, guru, santoni e via dicendo, ce ne sono stati e ce ne sono, con saggezza, sapienza, conoscenza, estetica, etica, responsabilità e amore incredibili. Ma pochissima o nessuna TECNOLOGIA, per portare una persona al suo stato nativo. Molte filosofie arrivano ad avere dei liberati, ma nessun CLEAR o OT, STABILI e sopratutto nessun AUDITOR. Ampliare la propria conoscenza e sapienza va bene ed è un dovere, dopotutto LRH ha fatto la stessa cosa studiando le filosofie precedenti e le scienze moderne, perché impedire ad altri di fare lo stesso percorso?

Messa così ha un senso con scientology, messa diversamente ricade nel: “mischiare altre pratiche” e “alterare le tecnologia” questo che piaccia o meno è quanto LRH ha detto. Perché offrire il fianco ad un facile attacco?

Poi basta che uno dei tirapiedi di DM metta sul forum un inno vedico e subito si diventa scoiattoli agli occhi dei ciechi.

Spero risulti in una critica costruttiva, se pur critica resta.

Un saluto da…

NESSUNO

198 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, Tecnologia Standard

198 risposte a “Un messaggio da … Nessuno

  1. Nessuno

    Un grazie doppio,
    Per il benvenuto e per avermi pubblicato, non pensavo lo avresti fatto.

    Non sapevo fosse così semplice mettere un commento, non si finisce mai di imparare.

    Non siate troppo cattivi, mordo 😉

    Con affetto

    NESSUNO

    • Ciao Nessuno, mi e’ piaciuta la tua critica costruttiva e non voglio entrarne in merito poiché sono solo una portinaia pettegola ( 🙂 ) e non modero categoricamente nessuno finche’ non va contro i principi del Blog.
      Effettivamente si può’ notare come e quanto tendono a commentare i vari terminali tecnici del campo Indipendente Italiano…..
      Non amano stare sotto ai riflettori stile Hollywood ma preferiscono Torre d’avorio, stanza di Auditing e Classe … e per questo li ringrazio Tanto…
      Se vogliamo fare un paragone, qui’ e’ un po come nella sala d’attesa dell’HGC virtuale…. ci si scambia volentieri 4 chiacchiere.
      In merito a Dianetica Espansa ed FPRD, semplicisticamente si e’ detto che e’ stata sostituita… In pratica, come correttamente hai scritto, Dianetics Espansa e’ Tech Perduta e FPRD…… … … Beh 🙂 dipende dai punti di vista … nella ricerca della storia ho trovato importantissimi terminali tecnici che mi ponevano un punto di Domanda quando menzionavo FPRD o SIX month check …. Effettivamente nel 1982 non c’erano… 🙂
      Ma comunque, proseguiamo affinche’ una Scientology Libera al di Fuori dei Monopoli sia possibile. Il tuo contributo può’ essere prezioso ed i Frutti dell’aiuto di chiunque faccia qualcosa a riguardo, li possono raccogliere tutti quanti.
      Francesco

  2. Benvenuto nel Blog ,
    condivido la tua riflessione , credo che nel campo indipendente sia necessario che qualcuno si prenda la responsabilità di riordinare e predisporre tutti i materiali originali , basterebbe inserirli in un nuovo sito registrato nel posto giusto ,come file , prima che le continue alterazioni tecniche invalidino il lavoro di Ron , rendere disponibile con giudizio tutto il materiale originale in funzione del Ponte e dell’addestramento sarebbe un importante atto per salvare Scientology.
    Anche un file dei libri rossi originali dovrebbero essere reso pubblico prima che anche questi vengano alterati , pensiamo che se pubblicati possono indicare il palese fuori etica della Chiesa, comunicazione e questa può aprire un serio dibattito su dati oggettivi di Ron ,pensiamo quindi ai all’interno della Chiesa che come dici tu ,seguono il campo indipendente ,potrebbero trarne sollievo dalla loro situazione PTS e avere un nuovo punto di vista.
    Del resto tutti o quasi abbiamo fatto lo Student Hat e PTS/SP COURSE , basta applicarli .

    Grazie ancora per il tuo intervento, ma rimango in attesa di un riscontro,

    David

    Non sono il solito DM

  3. Luigi Cosivi

    Nessuno, grazie, spero che i tuoi consigli ci siano veramente d’aiuto e, perché no , tu possa aiutare APIS a riempire i vuoti dei materiali disponibili , il desiderio comune è dare il miglior servizio possibile, non piace molto : “Meglio un cattivo auditing che nessun auditing”. Benvenuto.

  4. Luc

    Ciao Nessuno, concordo con David e Luigi, mi è piaciuto il tuo scritto. Bisogna dire che sul Web ormai si può trovare praticamente qualsiasi materiale, l’unico inconveniente è che sono in lingua originale… Da una parte è meglio, ma da un altro punto di vista per coloro che non masticano l’inglese è un casino.
    In ogni caso, spero che commenterai ancora qui sul blog.
    Con ARC
    Luca

  5. Guido

    Ben arrivato Nessuno,
    come Ulisse in questo mare di ricerca spirituale …
    Il tuo ingresso sembra promettente, foriero di nuovi interessanti spunti di riflessione e crescita per i frequentatori, palesi e non, di questo condominio. Mi auguro di poterti conoscere meglio in questo neonato 2014, per il bene tuo, nostro e di Scientology.
    Un abbraccio
    Guido

  6. Luc

    Nessuno, sulla questione Fprd ed EXDN ne avevo discusso anche io.
    Posso solo dirvi che l’Fprd è davvero un bel Process ed è molto potente, le catene di O/W che saltano sono impressionanti.
    ARC
    Luca

  7. Marco

    Oh beh, devo dire che tu, caro Nessuno (scusami se mi permetto fin da subito: potresti trovare un’altro nic name? Nessuno è veramente troppo mal evocativo…. chi è che ha parlato? Nessuno. Scusami… ma suona male), mi sei proprio piaciuto.

    Mi piace il fatto che tu sia cosi competente (lo si capisce bene); mi piace che esorti a non fare troppo mischiamenti con altre filosofie (in fondo è vero che questo è un blog scntologo, cioè promuove la tech di Scn, e chi arriva qui navigando in rete potrebbe farsi un’idea scorretta); mi piace che promuovi lo studio e l’applicazione della tech di LRH; e mi piace anche la tua analisi molto ben dettagliata.
    Hai scritto bene riguardo a DM: “un cazzone” che ha in mente di vendere e far fautturato, a scapito della tech.
    Il punto è che così facendo sta impendendo che ci sia una possibilità… oltre al fatto che sta trascinando tante persone su un sentiero senza via d’uscita (e dobbiamo anche essere un pò dispiaciuti per le persone che in buona fede, anche se un bel pò sprovveduti, continuano a seguire questo milantatore/truffatore. Chi non ha amici o parenti dentro a questo “cul de sac” che è la setta di DM? E non c’è un pò di dispiacere?).

    Io da sempre credo che questo blog debba parlare di Scn per promuovere… la Scn indipendente (in alternativa a quella “mortalomente” alterata di DM): cioè per promuovere la conoscenza ed il percorso corretto… duramente conquistato in tanti anni e con grandi sacrifici (fatti da tante brave persone che hanno dedicato la loro vita a questo scopo).

    E senza impedire di parlare di tutto quanto si possa allacciare a… ; ma anche senza creare dubbi o riserve… : che la tech non sia funzionante, e/o che è “migliorabile”, e/o che “forse ci sono errori qui e li…”; o che…
    Perchè in effetti, parlando di conoscenza e di una via per dare più libertà all’essere umano, non mi pare che ci sia in giro nulla di tecnicamente paragonabile a Scn.

    Dunque, caro Nessuno: ora per un pò rimani qui con noi.

    • Nessuno

      Ciao e grazie,
      Leggendoti devo dire che hai conoscenza da vendere, complimenti a te e ai tuoi sforzi, un saluto da
      NESSUNO 😉

  8. NOTsaware

    Caro Nessuno, sono certo che io e te ci conosciamo. Non temere, manterrò al sicuro la tua privacy, ma ovunque tu sia ti auguro un buon 2014 e un caloroso abbraccio.

    • Nessuno

      Ciao e grazie,
      Buon anno anche a te, non penso di conoscerti, da quello che ho letto di te sui blog so che sei un auditor altamente addestrato, so il tuo nome e cognome e di dove sei, se ti avessi conosciuto mi ricorderei, di sicuro mi piacerebbe conoscerti, visto la preparazione tecnica che hai ma ci dividono almeno 9000 o 10000 km… Qui è piena estate, sole, mare e paesaggi incredibili, come la tua Sardegna se passi in Oceania fammi un fischio 🙂
      Non sono preoccupato della mia privacy, non sono sulle linee delle org da più di 20 anni ormai e non ho mai fatto servizi in Italia o Europa, sono stato a Flag come staff per anni ma erano gli anni 80 ed occupavo un posto tecnico. Ormai penso si siano dimenticati di me pure ad ANZO…

      • Diogene

        Oceania? Nostalgia del caffè di casa? Perché fare il giro delle osterie se hai del buon vino nella tua cantina? Eloquente la tua scrittura…

        • Nessuno

          Ciao, nessuna nostalgia, anche perché il caffè italiano ormai lo bevi in tutto il mondo, per il discorso cantina e vino; io non bevo alcolici ma il vino australiano dicono essere molto buono. 🙂
          Nella vita ho sempre girato e mi considero cittadino del mondo, in Italia vengo a trovare parenti e vecchi amici, alcuni ancora dentro nelle org e mi tengono aggiornato su cosa succede nella chiesa e vista la distanza nessuno di loro cerca di “maneggiarmi”, essendo sempre di passaggio.
          Ci ho pensato tante volte di tornare e aprire un gruppo li, anche per questo ho iniziato a leggere i vari blog italiani, ma poi valutando i pro e contro mi è passata la voglia.
          Qui l’org più vicina è a circa 2000 km di distanza quindi posso stare sereno e consegnare la tech senza nessuna interferenza. Perché dovrei venire in Italia? A farmi rincorrere da Dsa o osa? No grazie!

          Che ci vuoi fare sono un vagabondo.

          • Candido

            Dedicata con simpatia a… Nessuno dai poveri sfigati che devono vivere in Italia:
            IL DISCO SI POSÒ

            Era sera e la campagna già mezza addormentata, dalle vallette levandosi lanugini di nebbia e il richiamo della rana solitaria che però subito taceva (l’ora che sconfigge anche i cuori di ghiaccio, col cielo limpido, l’inspiegabile serenità del mondo, l’odor di fumo, i pipistrelli e nelle antiche case i passi felpati degli spiriti), quand’ecco il disco volante si posò sul tetto della chiesa parrocchiale, la quale sorge al sommo del paese.
            All’insaputa degli uomini che erano già rientrati nelle case, l’ordigno si calò verticalmente giù dagli spazi, esitò qualche istante, mandando una specie di ronzio, poi toccò il tetto senza strepito, come colomba. Era grande, lucido, compatto, simile a una lenticchia mastodontica; e da certi sfiatatoi continuò a uscire zufolando un soffio. Poi tacque e restò fermo, come morto.
            Lassù nella sua camera che dà sul tetto della chiesa, il parroco, don Pietro, stava leggendo, col suo toscano in bocca. All’udire l’insolito ronzio, si alzò dalla poltrona e andò ad affacciarsi al davanzale. Vide allora quel coso straordinario, colore azzurro chiaro, diametro circa dieci metri.
            Non gli venne paura, né gridò, neppure rimase sbalordito. Si è mai meravigliato di qualcosa il fragoroso e imperterrito don Pietro? Rimase là, col toscano, ad osservare. E quando vide aprirsi uno sportello, gli bastò allungare un braccio: là al muro c’era appesa la doppietta.
            Ora sui connotati dei due strani esseri che uscirono dal disco non si ha nessun affidamento. È un tale confusionario, don Pietro. Nei successivi suoi racconti ha continuato a contraddirsi. Di sicuro si sa solo questo: ch’erano smilzi e di statura piccola, un metro un metro e dieci. Però lui dice anche che si allungavano e si accorciavano come fossero di elastico. Circa la forma, non si è capito molto: «Sembravano due zampilli di fontana, più grossi in cima e stretti in basso» così don Pietro «sembravano due spiritelli, sembravano due insetti, sembravano scopette, sembravano due grandi fiammiferi.» «E avevano due occhi come noi?» «Certo, uno per parte, però piccoli.» E la bocca? e le braccia? e le gambe? Don Pietro non sapeva decidersi: «In certi momenti vedevo due gambette e un secondo dopo non le vedevo più… Insomma, che ne so io? Lasciatemi una buona volta in pace!».
            Zitto, il prete li lasciò armeggiare col disco. Parlottavano tra loro a bassa voce, un dialogo che assomigliava a un cigolio. Poi si arrampicarono sul tetto, che ha una moderatissima pendenza, e raggiunsero la croce, quella che è in cima alla facciata. Ci girarono intorno, la toccarono, sembrava prendessero misure. Per un pezzo don Pietro lasciò fare, sempre imbracciando la doppietta. Ma all’improvviso cambiò idea.
            «Ehi!» gridò con la sua voce rimbombante. «Giù di là, giovanotti. Chi siete?»
            I due si voltarono a guardarlo e sembravano poco emozionati. Però scesero subito, avvicinandosi alla finestra del prevosto. Poi il più alto cominciò a parlare.
            Don Pietro – ce lo ha lui stesso confessato – rimase male: il marziano (perché fin dal primo istante, chissà perché, il prete si era convinto che il disco venisse da Marte; né pensò di chiedere conferma), il marziano parlava una lingua sconosciuta. Ma era poi una vera lingua? Dei suoni, erano, per la verità non sgradevoli, tutti attaccati senza mai una pausa. Eppure il parroco capì subito tutto, come se fosse stato il suo dialetto. Trasmissione del pensiero? Oppure una specie di lingua universale automaticamente comprensibile?
            «Calmo, calmo» lo straniero disse «tra poco ce n’andiamo. Sai? Da molto tempo noi vi giriamo intorno, e vi osserviamo, ascoltiamo le vostre radio, abbiamo imparato quasi tutto. Tu parli, per esempio, e io capisco. Solo una cosa non abbiamo decifrato. E proprio per questo siamo scesi. Che cosa sono queste antenne? (e faceva segno alla croce). Ne avete dappertutto, in cima alle torri e ai campanili, in vetta alle montagne, e poi ne tenete degli eserciti qua e là, chiusi da muri, come se fossero vivai. Puoi dirmi, uomo, a cosa servono?»
            «Ma sono croci!» fece don Pietro. E allora si accorse che quei due portavano sulla testa un ciuffo, come una tenue spazzola, alta una ventina di centimetri. No, non erano capelli, piuttosto assomigliavano a sottili steli vegetali, tremuli, estremamente vivi, che continuavano a vibrare. O invece erano dei piccoli raggi, o una corona di emanazioni elettriche?
            «Croci» ripeté, compitando il forestiero. «E a che cosa servono?»
            Don Pietro posò il calcio della doppietta a terra, che gli restasse però sempre a portata di mano. Si drizzò quindi in tutta la statura, cercò di essere solenne:
            «Servono alle nostre anime» rispose. «Sono il simbolo di Nostro Signore Gesù Cristo, figlio di Dio, che per noi è morto in croce.»
            Sul capo dei marziani all’improvviso gli evanescenti ciuffi vibrarono. Era un segno di interesse o di emozione? O era quello il loro modo di ridere?
            «E dove, dove questo sarebbe successo?» chiese sempre il più grandetto, con quel suo squittio che ricordava le trasmissioni Morse; e c’era dentro un vago accento di ironia.
            «Dio, vuoi dire, sarebbe venuto qui, tra voi?»
            «Qui, sulla Terra, in Palestina.»
            Il tono incredulo irritò don Pietro.
            «Sarebbe una storia lunga» disse «una storia forse troppo lunga per dei sapienti come voi.»
            In capo allo straniero la leggiadra indefinibile corona oscillò due tre volte. Pareva che la muovesse il vento.
            «Oh, dev’essere una storia magnifica» fece con condiscendenza. «Uomo, vorrei proprio sentirla.»
            Balenò nel cuore di don Pietro la speranza di convertire l’abitatore di un altro pianeta? Sarebbe stato un fatto storico, lui ne avrebbe avuto gloria eterna.
            «Se non vuoi altro» disse, rude. «Ma fatevi vicini, venite pure qui nella mia stanza.»
            Fu certo una scena straordinaria, nella camera del parroco, lui seduto allo scrittoio alla luce di una vecchia lampada, con la Bibbia tra le mani, e i due marziani in piedi sul letto perché don Pietro li aveva invitati ad accomodarsi, che si sedessero sul materasso, e insisteva, ma quelli a sedere non riuscivano, si vede che non ne erano capaci e tanto per non dir di no alla fine vi erano saliti, standovi ritti, il ciuffo più che mai irto e ondeggiante.
            «Ascoltate, spazzolini!» disse il prete, brusco, aprendo il libro, e lesse: “…l’Eterno Iddio prese dunque l’uomo e lo pose nel giardino d’Eden… e diede questo comandamento: Mangia pure liberamente del frutto di ogni albero del giardino, ma del frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare: perché nel giorno che tu ne mangerai, per certo sarà la tua morte. Poi l’Eterno Iddio…”
            Levò gli sguardi dalla pagina e vide che i due ciuffi erano in estrema agitazione. «C’è qualcosa che non va?».
            Chiese il marziano: «E, dimmi, l’avete mangiato, invece? Non avete saputo resistere? È andata così, vero?».
            «Già. Ne mangiarono» ammise il prete, e la voce gli si riempì di collera. «Avrei voluto veder voi! È forse cresciuto in casa vostra l’albero del bene e del male?»
            «Certo. È cresciuto anche da noi. Milioni e milioni di anni fa. Adesso è ancora verde…»
            «E voi?… I frutti, dico, non li avete mai assaggiati?».
            «Mai» disse lo straniero. «La legge lo proibisce.»
            Don Pietro ansimò, umiliato. Allora quei due erano puri, simili agli angeli del cielo, non conoscevano peccato, non sapevano che cosa fosse cattiveria, odio, menzogna? Si guardò intorno come cercando aiuto, finché scorse nella penombra, sopra il letto, il crocefisso nero.
            Si rianimò: «Sì, per quel frutto ci siamo rovinati… Ma il figlio di Dio» tuonò, e sentiva un groppo in gola «il figlio di Dio si è fatto uomo. Ed è sceso qui tra noi!»
            L’altro stava impassibile. Solo il suo ciuffo dondolava da una parte e dall’altra, simile a una beffarda fiamma.
            « È venuto qui in Terra, dici? E voi, che ne avete fatto? Lo avete proclamato vostro re?… Se non sbaglio, tu dicevi ch’era morto in croce… Lo avete ucciso, dunque?»
            Don Pietro lottava fieramente: «Da allora sono passati quasi duemila anni! Purtroppo per noi è morto, per la nostra vita eterna!».
            Tacque, non sapeva più che dire. E nell’angolo scuro le misteriose capigliature dei due ardevano, veramente ardevano di una straordinaria luce. Ci fu silenzio e allora di fuori si udì il canto dei grilli.
            «E tutto questo» domandò allora il marziano con la pazienza di un maestro «tutto questo è poi servito?»
            Don Pietro non parlò. Si limitò a fare un gesto con la destra, sconsolato, come per dire: che vuoi? siamo fatti così, peccatori siamo, poveri vermi peccatori che hanno bisogno della pietà di Dio. E qui cadde in ginocchio, coprendosi la faccia con le mani.
            Quanto tempo passò? Ore, minuti? Don Pietro fu riscosso dalla voce degli ospiti. Alzò gli occhi e li scorse già sul davanzale, in procinto, si sarebbe detto, di partire. Contro il cielo della notte i due ciuffi tremolavano con affascinante grazia.
            «Uomo» domandò il solito dei due. «Che stai facendo?»
            «Che sto facendo? Prego!… Voi no? Voi non pregate?»
            «Pregare, noi? E perché pregare?»
            «Neanche Dio non lo pregate mai?»
            «Ma no!» disse la strana creatura e, chissà come, la sua corona vivida cessò all’improvviso di tremare, facendosi floscia e scolorita.
            «Oh, poveretti» mormorò don Pietro, ma in maniera che i due non lo udissero come si fa con i malati gravi. Si levò in piedi, il sangue riprese a correre con forza su e giù per le sue vene. Si era sentito un bruco, poco fa. E adesso era felice. “Eh, eh” ridacchiava dentro di sé “voi non avete il peccato originale con tutte le sue complicazioni. Galantuomini, sapienti, incensurati. Il demonio non lo avete mai incontrato. Quando però scende la sera, vorrei sapere come vi sentite! Maledettamente soli, presumo, morti di inutilità e di tedio.” (I due intanto si erano già infilati dentro allo sportello, lo avevano chiuso, e il motore già girava con un sordo e armoniosissimo ronzio. Piano piano, quasi per miracolo, il disco si staccò dal tetto, alzandosi come fosse un palloncino: poi prese a girare su se stesso, partì a velocità incredibile, su, su in direzione dei Gemelli.) «Oh» continuava a brontolare il prete «Dio preferisce noi di certo! Meglio dei porci come noi, dopo tutto, avidi, turpi, mentitori, piuttosto che quei primi della classe che mai gli rivolgon la parola. Che soddisfazione può avere Dio da gente simile? E che significa la vita se non c’è il male, e il rimorso, e il pianto?»
            Per la gioia, imbracciò lo schioppo, mirò al disco volante che era ormai un puntolino pallido in mezzo al firmamento, lasciò partire un colpo. E dai remoti colli rispose l’ululio dei cani.

            da: Dino Buzzati
            “La boutique del mistero”
            Ediz. Mondadori, 1968.
            Pagg. 138-143.

          • Nessuno

            Ciao candido,
            Grazie per la dedica ma non ho capito perché me l’hai dedicata, puoi spiegarmi?

          • Marcantonio

            Credo che Candido… beh, credo abbia fatto della satira per dire che: “beh, tutto sommato anche se siamo (noi Indi italiani un poco in difficoltà) un pò sfigati… ci si diverte ugualmente”…
            Quando il prete del racconto dice: “«Oh», continuava a brontolare il prete, «Dio preferisce noi di certo! Meglio dei porci come noi, dopo tutto, avidi, turpi, mentitori, piuttosto che quei primi della classe che mai gli rivolgon la parola. Che soddisfazione può avere Dio da gente simile? E che significa la vita se non c’è il male, e il rimorso, e il pianto?» “
            beh, questa è satira.

            Ovviamente c’è un pò da intuire il perchè di questo racconto satirico dedicato/riferito a…
            Ma Silvia Chiari sembra l’abbia capito bene…

  9. luciano

    Buongiorno,Oggi mi sono svegliato con una strana percezione…….Nessuno mi sembra più Qualcuno anzi Alcuni HA ha ha ha aaaa Sono stra Theta senza supporti chimici .Vi auguro una stra bellissima giornata .Auditor quando si inizia a ballare la rumba? Con affetto Laky

  10. billy cage

    Avere un sito dove vi siano tutti i materiali mi pare un’idea grandiosa…sono in inglese? Beh, qualche traduttore in giro potrebbe esserci e perchè non impiegarlo per tradurre in italiano? Non dovrebbe farlo gratis ovviamente, l’iscrizione a questo sito dovrebbe avere un costo..figuriamoci dopo tutto quello che mi hanno succhiato nella Chiesa ogni cifra sarà irrisoria.
    Dovremmo valutare….

    • Nessuno

      Ciao, purtroppo tradurre la tech non è come tradurre un libro… Ma se qualcuno lo fa sarebbe una grande cosa per l’Italia

    • E’ un’idea bellissima (sito con tutti i materiali tradotti).
      Ci vorrebbe però un archivio ben ordinato, con tanto di date delle pubblicazioni, in modo da vedere tutti i tagli, alterazioni e censure varie subite nel tempo…
      I materiali si trovano, ma è ben più difficile essere certi che non siano stati manipolati.

      Io avrei un idea per quanto riguarda i nastri, congressi, ecc… Invece di dare via ad un’opera monumentale (e disastrosa…) di “doppiaggio” come ha fatto la nostra geniale Chiesa, sarebbe molto più bello, utile ed economico lasciare tutti i nastri in lingua originale, ma con i sottotitoli in italiano.
      Ossia caricando i video con il solo audio originale a schermata nera, e con i sottotitoli in italiano. Le traduzioni di questi sono già disponibili, basta prenderle da lì.
      Beh, un certo lavoro ci sarebbe comunque, ossia quello di sincronizzare l’audio con i sottotitoli, ma non la vedo una cosa impossibile.

      Almeno finchè non verranno reclutati doppiatori professionisti (e l’Italia in questo senso può andarne davvero molto, ma molto fiera), quella dei sottotitoli rimane la soluzione migliore.
      Ricordo i tempi del famigerato “lettore CD Clearsound”, al modico prezzo di circa 400 €, per sentire con chiarezza la voce di Ron…
      Per sentire con chiarezza il doppiatore semmai!!

      Mamma mia, che razza di prodotti overt…

      Mi prende male se penso alla quantità di energia, ore di lavoro umano, tempo e soldi impiegati per doppiare in tutte quelle cavolo di lingue, qualcosa che non avrebbe mai avuto bisogno di essere “doppiata”!!!

      Va beh, portate pazienza…

      Grazie Reception per permettere alle nostre BPC di fluire via…
      Amen!

  11. Guido

    Ciao nessuno, la tua risposta mi è piaciuta molto, denota che non hai
    il bottone dell’importanza di sè, il che non è cosa da poco!
    Sei assolutamente libero di fare commenti su ciò che vuoi in questo blog,
    per scelta non parliamo di dati confidenziali, per rispetto verso chi non
    ha ancora fatto i livelli OT.
    Infine, avresti potuto deludere le mie aspettative rivelandoti un Troll,
    come già successo in passato con altri.
    Sono contento di potermi ricredere!
    Un abbraccio
    Guido

  12. London Derry

    ” E man mano che vi tirate fuori dall’ universo,scoprite all’improvviso che esso inizia ad arrendersi allo spirito di gioco e che una versione dello spirito di gioco è quella di ” far finta.” E ” far finta” è una cosa molto importante,perchè la cosa è naturalmente una finzione e non potrebbe essere altro che una finzione. SPIRITO DI GIOCO

  13. Silvia Chiari

    Caro Candido, mi è piaciuto il racconto che hai postato.!
    Tu che hai tutta la conoscenza di Dianetica e Scientology e hai fatto il ponte dall’altra parte quasi fino alla fine ….. dovresti essere tu a spiegare a noi che cosa intende comunicare Candido !
    Buona vita !

    • Nessuno

      ? Non capisco, anzi capisco ancora meno, buon continuo.

      • Marco

        Già, in effetti non si capisce molto… quale sarà l’intento?

        • Diogene

          Marco, pensa che c’è voluto l’intervento di un passante per spiegarci dove lui vedeva la satira. Grazie Marcantonio, peccato che qui non ci sia un Ufficio degli Affari Satirici… ma in verità non ci manca.

          • Silvia Chiari

            Diogene : non credo proprio che Marcantonio sia un “passante” ormai sul bolg il gioco del nascondino dietro un Nick name si sta allargando così come l’uso della satira, ma va benissimo è sempre un modo di comunicare peccato che non tutti siamo capaci di usarla con “item corretto” !
            Dolcezza e luce a te Marcantonio !
            Trovo bellissima la frase di Ron (postata da Marco)
            .-
            E così c’è quella scala che va su… e scopriamo che c’è una grandezza che deve crescere nella persona.
            E se non vedi quella grandezza crescere, allora lui non è sulla via d’uscita.

            Un abbraccio di luce !

  14. London Derry

    SEGUE: Nel momento in cui si scende al livello dei flussi,
    delle dispersioni e dei ridge in basso sulla Scala
    del Tono, verso lo zero, s’incontra un’enorme
    quantità di materia in pochissimo spazio. E nel
    momento in cui ci s’innalza lungo la scala, si
    scopre di avere poca materia in tanto spazio.
    Ciò, naturalmente, indica una considerevole perversità, in effetti,
    per ciò che concerne lo spazio. Indica anche che cosa l’aberrazione
    faccia e che cosa essa sia. L’aberrazione è un eccesso per unità di
    spazio. E non si ha nessuna azione laddove la quantità, per unità di
    spazio, è eccessiva. E non si ha neppure molta capacità di pensiero
    per unità di spazio, per quanto riguarda la beingness dell’universo
    MEST.
    Se quindi cominciamo a osservare la questione, scopriamo
    che una persona dovrebbe avere un bel po’ di spazio per la sua
    havingness. E se ha un sacco di spazio per la sua havingness, beh, il
    suo tempo è fluido e lei è leggera, e la sua estetica può manifestarsi
    più facilmente. Poiché un’onda estetica trova molto arduo
    penetrare qualcosa di assai grossolano e pesante. Un’onda estetica
    non si trasmette facilmente a qualcosa di grossolano e pesante.
    Non significa che non possa trasmettersi, ma semplicemente non
    lo fa.
    Vi è mai capitato, per esempio, di disegnare un’immagine e di
    guardare la riproduzione che ne stavate facendo nell’universo
    MEST – usando l’universo MEST come tramite, vedete – e di notare
    che ciò che ne risultava non corrispondeva a quello che avreste
    dovuto costruire? Ecco il grido di ogni architetto, pittore, scultore
    e compagnia bella: “Che cosa orribile! Tutte le volte che provo a
    concepire qualcosa, il risultato è sempre inadeguato” …
    sono soliti chiamarlo “ideale”. Quando dicono “ideale”,
    potrebbero anche dire “un’idea’:
    Ora, il buffo è che theta può comunicare in termini
    di idee senza essere interrotto dai flussi. Vedete, l’ARC
    diventa di cattiva qualità quando iniziate a entrare nei
    flussi tipici dell’universo MEST e diventa pressoché
    impossibile mantenerla. Ma risalendo la Scala del
    Tono, le cose si alleggeriscono sempre più e la persona
    può diventare naturalmente molto più etica e, allo
    stesso tempo, molto meno seria.
    Suona strano che una persona molto seria sia una
    persona propensa a venir meno alla propria etica. È
    più verosimile che adotti un codice morale ( qualcosa di buono, solido e pesante, vedete) un codice che
    uccida chiunque non lo segua. E l’idea è quella.
    Perciò quando saliamo lungo la Scala del Tono,
    scopriamo che gli individui diventano più spensierati
    e leggeri ed effettivamente più estetici. Perciò le
    lunghezze d’onda più pesanti vengono preferite in
    basso, intorno allo 0,0, mentre le lunghezze d’onda
    più leggere vengono preferite in alto, da 40,0 in giù.
    Vedete, in un certo senso, avete uno schema secondo
    il quale a 40,0 theta opera effettivamente facendo uso
    esclusivo di onde estetiche che gli sono molto affini. E
    in basso, intorno a l,O o in quei paraggi, beh, theta è
    principalmente occupato con la solidità degli oggetti.
    Cioè, si è preoccupati… in quella fascia si è preoccupati
    per lo sforzo. Quanto sforzo ci vuole per fare qualcosa?
    Di solito, una persona che tenta di svolgere un lavoro
    estetico in questo universo scende, generalmente,
    lungo la Scala del Tono piuttosto in fretta, perché tenta
    di applicare una piccola onda eterea e leggera a oggetti
    fatti di masse pesanti. Il che non funziona bene.
    Si può fare il mock-up di un palcoscenico e di
    una commedia nella propria mente, ed in un lampo
    esso appare in tutta la sua bellezza. Nell’universo
    MEST servono carpentieri, i carpentieri sono iscritti
    ai sindacati. Poi serve legname che va segato e
    trasportato. E c’è gente che si preoccupa della massa
    di una cosa e dell’altra e … mamma mia, mamma mia,
    mamma mia!
    Detto per inciso, serve una mano piuttosto delicata
    per occuparsi di una grande quantità di MEST. Si pensa
    che sia necessaria una mano molto seria e solida. Ma
    una mano del genere non gestisce il MEST, manco per
    sogno. Va trattato bene e con leggerezza. Se siete in
    grado di dare uno sguardo a uno spazio enorme e dire:
    “Bene, adesso mettiamoci qualcosa” ..
    E qualcuno si avvicina e dice: “Perché vuoi metterei
    quella cosa?”
    “Beh, non so. Semplicemente
    ci starebbe bene:’
    E lui dice: “Beh, sarà meglio
    che tu abbia un motivo migliore”.
    Voi rispondete: “Ma và a quel
    paese!”. Perché non esiste motivo
    migliore. Voi volete che le cose
    operino al livello di una banda
    estetica.

    Naturalmente theta predilige
    la banda estetica
    perché è la più
    vicina all’assenza di moto. È la
    più vicina alla sottile lunghezza
    d’onda che può annettersi al
    theta medesimo. Theta è in
    grado di comunicare attraverso
    l’estetica molto, molto prima di quanto non sia capace
    di comunicare attraverso la ragione.
    E la gente dice: “Beh, mi chiedo la ragione di quel
    dipinto”.
    Beh, mettiamo pure il carro davanti ai buoi e
    mettiamo cene pure un altro paio, di carri davanti ai
    buoi, perché ciò non ha proprio senso. La ragione
    del dipinto è il dipinto stesso. Tutto lì. Una persona
    deve iniziare ad innalzarsi lungo la Scala del Tono per
    apprezzare appieno la cosa. [ … ]
    E quanto più seriamente affrontate il gioco, tanto
    minori saranno le possibilità di vincere. Il fondo della
    Scala del Tono è “perdere” e la sua sommità è “vincere”.
    Questo vi dice che ci vuole un sacco di spazio e un
    sacco di spensieratezza per vincere.
    Queste cose chiamate “universi” sono giochi. E, in
    effetti, la cosa di maggior valore che un thetan possiede
    è il suo spirito di gioco. Il suo spirito di gioco è la
    sensazione del gioco, non si tratta semplicemente di
    energia. È una sensazione formidabile. Un individuo
    l’ha praticamente persa, se si trova qui sulla Terra.
    Spirito di gioco. È una cosa formidabile. Per ottenere
    sensazioni, il tizio dipende dalle emozioni più svariate,
    le più pesanti e basse possibili della Scala del Tono. E
    questo al posto di che cosa? Al posto dello spirito di
    gioco.
    Prendete il sesso, ad esempio… caspita, è
    un’emozione di ottava categoria. È davvero scialbo,
    incalcolabilmente scialbo, se raffrontato alla rapidità,
    alla randomity e all’effettiva sensazione dello spirito di
    gioco. Quella si trova molto in alto. Ed è assolutamente
    impossibile immaginare che qualcuno possa essere
    serio e vincere in questo universo. Quanto più seri si
    diventa – e 1,5 è veramente serio – beh, naturalmente,
    quanto più seri si diventa, tanto più necessario sarà
    fare le cose per mezzo di flussi, tanto più necessario
    sarà concordare, tanto più necessario sarà seguire le
    regole e tanto più rotta sarà la pedina.
    E man mano che vi tirate fuori dall’universo,
    scoprite all’improvviso che esso inizia ad arrendersi
    allo spirito di gioco e che una versione dello spirito
    di gioco è quella di “far finta’: E “far finta” è una cosa
    molto importante, perché la cosa è naturalmente una
    finzione e non potrebbe essere altro che una finzione.
    [ … ]
    “Facciamo finta:’ Direte: “È roba da bambini”.
    Già. Mm. E caspita come la eliminano in fretta in un
    bambino. ”Andiamo, Cadetto, va benissimo che tu .. :’
    Oppure la usano contro di lui. Oh, l’ho visto succedere
    a un povero ragazzino: “Andiamo, Cadetto, sai molto
    bene che Hopalong Cassidy’ avrebbe mangiato i suoi
    cereali’: E i ragazzini, poveretti, vengono incastrati, ai
    giorni nostri. Gli preparano mock-up d’ogni genere
    da accettare, invece di lasciare che il ragazzino si
    costruisca da sé i suoi mock-up. Naturalmente, questa
    è la cosa più veloce che potete fare a un ragazzino. Se
    volete metterlo in cima allo scivolo e spingerlo davvero
    fino in fondo, regalategli delle pistole bellissime,
    finemente lavorate, di vero piombo. Gli avete dato
    un oggetto MEST e corrodete quell’oggetto con
    un’illusione. Eccolo fra le sue mani. Oh, il ragazzino
    starebbe molto meglio se usasse semplicemente
    il pollice e l’indice. E, a dire il vero, quello di fare
    semplicemente il mock-up dell’arma è un gioco molto
    più importante e interessante.
    E se intendete avere a che fare con l’energia, fatela
    sparare. Che ci fa un ragazzino con una mano?
    Permettetegli di creare un’arma di propria invenzione
    e di polverizzare Cadetto.
    “Facciamo finta:’ Quando un uomo perde il suo
    spirito di gioco, è morto. Ciò significa che la gente
    inizia a morire a circa 3,0. E potete stare abbastanza
    sicuri che da 3,0 in giù una persona vi dirà: “Beh,
    quand’ero ragazzino avevo delle illusioni, ma adesso le
    ho perdute tutte. Ehm. Ora sono una persona pratica.
    Devo affrontare le cose in modo pratico. Ciò che faccio
    qui è molto serio e il motivo per cui ogni sera in ufficio
    sgobbo e lavoro fino alle dieci o alle undici è che devo
    mantenere le Cadillac. E devo mantenere le Cadillac
    perché devo difendere la posizione sociale di mia
    moglie. È estremamente importante e devo mantenere
    una grande casa, eccetera, eccetera” Poi una sera torna
    a casa e la moglie è scappata con l’autista. E il tipo dice:
    “Ho il cuore infranto e tutto è perduto”.
    Perché? Perché dice così? È una cosa affascinante,
    vero? Aveva un oggetto MEST al quale ha continuato
    a dare cose finché non l’ha ridotto aun completo
    enMEST, e poi s’è chiesto come mai quell’oggetto abbia
    potuto scendere lungo la Scala del Tono al punto da
    non possedere alcuna morale e alcuna responsabilità.
    Il tipo ha introdotto il fattore dell’automatismo in tale
    misura da non permettere a nulla di esistere, tranne
    la materia. E poi si chiede come mai il ragazzo abbia
    problemi al college. “Che storia è questa? Già. Gli dèi
    mi vedono di malocchio;’ mentre si caccia in gola
    un’altra cucchiaiata di balena avariata.
    Volete sapere che cosa non va nel vostro preclear?
    Beh, il vostro preclear è troppo serio. Volete sapere che
    cos’è la serietà? La serietà è solidità. Avete mai sentito
    parlare di un “solido cittadino”? Se volete che qualcosa
    venga fatto, non servitevi di gente seria. Sparatele a
    vista o auditela. Ma se volete che qualcosa venga fatto,
    non abbiateci niente a che fare.
    Nulla ha più successo della spensieratezza. La pura
    e semplice sfrontatezza ottiene in realtà molti più
    risultati in minor tempo di qualsiasi altra cosa si possa
    nominare.
    Ron Hubbard

    • Diogene

      Eccellente questo classico di Ron Hubbard e dà ragione a molti, ma non rispecchia il modus operandi delle organizzazioni di Scn: a quanto pare ai dirigenti hanno fatto leggere soltanto le ultime tre righe e tutto quanto viene detto prima per loro si traduce in “far finta di far finta”, l’amaro sorriso della finzione imposta… o della realtà inibita.
      Lo spirito di gioco era presente agli albori di Scn e l’entusiasmo era alle stelle: cosa è successo dopo che ne ha condizionato l’espansione? Un po’ troppo mest? Rigidità di schemi? “ideali” ridotti a “idee”?
      La vera ironia è che Scn ha messo in gioco la sua propria indipendenza mescolando il diavolo con l’acqua santa. Se questo è un gioco, sorridete: siamo su candid camera!

  15. London Derry

    La risposta è % Spirito di gioco .E’ un po che manchi dall’Italia? Qui siamo giocherelloni. Guarda i nostri Politici come si divertono % Spirito di gioco ………IO gioco …..Tu giochi ……Noi giochiamo ………..loro magnano …..Amico questa è l’Italy….

    • Nessuno

      Ciao LD,
      Spirito di gioco, bene e che sia, per quanto riguarda l’Italia dal mio punto di vista è perfetta, peccato ci siano gli italiani 😉

      Sempre per gioco allora dedico anche io un bel racconto facendo contento chi gradisce storie più antiche.

      … La notte del suo ventinovesimo compleanno il Principe Siddharta abbandona il palazzo, i genitori, la moglie il figlio e si dirige con il suo cavallo Kanthaka e lo scudiero Channa verso est.

      Apprende alla perfezione la pratica dello Yoga, ma la ritiene insoddisfacente, diventa eremita ma è ancora insoddisfatto, intraprende la meditazione ma scarta anche questo insegnamento.

      Infine decide di trovare in se stesso la via all’illuminazione e con cinque discepoli inizia severissime pratiche ascetiche. Abbandona anche queste, giudicandole inutili.

      I suoi discepoli se ne vanno delusi e scandalizzati.

      Siddharta si prepara per la grande prova.

      Nella città di Gaya, seduto nella posizione del loto tra le radici di un albero e rivolto ad oriente, inizia a meditare, deciso a raggiungere l’illuminazione o a morire.

      Il demone Mara (“colui che uccide”) gli scatena contro i suoi eserciti, ma le serpi velenose, le frecce infuocate, le meteore incandescenti si trasformano davanti al futuro Buddha in venti profumati e petali di fiori.

      Le figlie di Mara, ORGOGLIO, desiderio e CUPIDIGIA lo tentano con arti seduttive e fascinatrici, ma anche loro vengono sconfitte.

      L’illuminazione è raggiunta.

      —————–

      È così, vai, vai, vai oltre, vai ancora oltre fino all’Illuminazione e in quello stato resta per sempre.

      È in questo modo che il bodhisattva mahasattva dovrebbe addestrarsi nella profonda perfezione della saggezza».

      ———

      Giochi o assenza di giochi….
      Yoga, meditazione, eremita, giochi
      Assenza di giochi…..?

      • Marco

        Già… giochi o assenza di giochi?

        Nuova ottica sulla vita
        “La vita è un gioco. Un gioco consiste di libertà, barriere e scopi.

        La libertà esiste fra barriere.

        Una totale assenza di barriere, come pure una totale presenza di libertà, sono “condizioni di assenza di gioco”.
        Ciascuna è similmente crudele.

        Quando il rapporto fra libertà e barriere diventa troppo sbilanciato,
        ne risulta infelicità.

        La “libertà da…” va bene, purchè ci sia un posto in cui essere liberi di…

        Un desiderio infinito di “libertà da”, è una trappola perfetta, una paura di tutto.

        Le barriere sono composte di idee, spazi, energie, masse e tempo che impediscono (limitano).
        Fissato su troppe barriere, l’Uomo si strugge dal desiderio di essere libero.

        Ma lanciato nell’assoluta libertà, è privo di scopo e infelice.

        C’è “libertà fra” le barriere.

        Se le barriere sono conosciute e le libertà sono conosciute, ci può essere vita, esistenza, felicità, un gioco.”
        LRH

        PDC -La Scala DEI- 11 Dicembre 1952

        “Potresti prendere un preclear per il coppino e tenerlo lassù in alto e sbattergli la testa contro il muro usando queste tecniche sino a che lo chiarisci.

        Se lo fai cominciare su questa linea non devi nemmeno spiegargli nulla.
        Alla fine ci arriverà: ma non uscirà mai da questo universo con il tuo aiuto. Non ne uscirà mai.

        Lui uscirà da questo universo se tu gli farai recuperare abbastanza forza per prendersi responsabilità di quello che sta accadendo.

        Tu lo puoi far salire in modo alquanto artificiale, ma quello che veramente stai facendo è fargli indossare questi stivali.

        Deve indossare questi stivali e gli devono calzare bene: questi stivali si chiamano Responsabilità.

        La capacità di maneggiare la forza e prendersi la responsabilità per il suo utilizzo; la capacità di creare e maneggiare uno spazio di qualsiasi dimensione e prendersi la responsabilità per maneggiarlo.

        Tu gli stai facendo un brutto scherzo: lui pensa che sta semplicemente saltando qua e là tra le erbacce, che si sta nascondendo in mezzo ad esse e così via e dice: “Va bene, questa è solamente un altro modo per nascondersi!”
        Tu invece lo hai preso per le gambe e inizi a tirarlo fuori.
        E cosa succederà?

        Alla fine dovrà mettersi in piedi.
        Lui sarà là alla piena luce del sole, completamente visibile prima che possa andare da una qualsiasi parte.

        Lui dovrà essere capace di prendersi responsabilità per tutte le cose, per tutte le cose sino in cima… e per tutto lo spazio, prima che possa andare da una qualsiasi parte.

        E così c’è quella scala che va su… e scopriamo che c’è una grandezza che deve crescere nella persona.

        E se non vedi quella grandezza crescere, allora lui non è sulla via d’uscita.

        L. Ron Hubbard

      • Candido

        Fantastico… abbiamo costretto il nostro australiano/marziano Sig. Nessuno a mangiare la mela e a contaminarsi e così ci ha inviato questo bellissimo racconto dell’illuminazione di Guatama Siddharta diventato poi il Buddha. Don Pietro ne gioirà!

      • David

        Ciao Nessuno,
        per mia esperienza del Ponte compresi gli Ls , sento che la valutazione se scegliere giochi o assenza di giochi , diventa mano mano che si avanza un paradigma di poca importanza , per quanto riguarda la meditazione questo può essere uno strumento interessante ma da usare dopo aver raggiunto certi livelli di consapevolezza , per una riprendere l’abilità su vibrazioni e lunghezze d’onda in un campo molto sottile.
        Il grado di ARC ,KRC ,estetica e Etica sono gli indicatori della sua capacità.
        Forse il Principe Siddharta ha visto l’assoluto o è andato molto exterior con buone realizzazioni e come lui altri hanno provato questo stato ,ma da li ad essere l’illuminato e stabile , ne corre di acqua sotto i ponti .
        Sono certo che una buona strada verso la Vita sul Mest sia il Ponte, e nel campo indipendente si trova la migliore soluzione per percorrerla e ampliarla in un modo vero senza le deviazioni e alterazioni della Chiesa.

        David

    • Diogene

      LD, temevo che sapessi solo copia-incollare. La farina del tuo sacco si discosta parecchio dagli insegnamenti che hai precedentemente postato. Scusa, a quale domanda dai la risposta suddetta?
      Dai, mi sa che ci divertiamo…

  16. Marco

    Dianetics 55

    PAN-DETERMINAZIONE

    “Probabilmente l’unico motivo per cui siete in grado di vedere l’universo è che siete ancora disposti ad esserne parte.

    Probabilmente l’unico motivo per cui potete parlare alle persone è che riuscite anche ad essere l’altra persona a cui parlate.

    Probabilmente l’unico motivo per cui potete permettere ad una persona di parlarvi è che siete disposti a lasciare che l’altra persona sia voi, un pò, ed essa è disposta in una certa misura a lasciarvi essere lei.

    Dalla disponibilità di essere ognuna delle dinamiche della vita, si raggiunge l’autentica illuminazione di questo mondo.

    La via che porta a quelle altezze è costituita da Comprensione: Affinità, Realtà e Comunicazione.”

    LRH

  17. billy cage

    Come avevo già rivelato in precedenti post, sto praticando il Buddismo di una corrente laica la Soka Gakkai, originato da Nichiren Daishonin.
    Credo che dobbiamo rispetto a questa filosofia che considero a tutti gli effetti antenata di SCN, ma meglio di me lo spiega il breve scritto che copio incollo,
    In cosa credono i buddisti? Che cos’è l’Illuminazione?
    Alla base del Buddismo vi è il convincimento che ogni individuo possieda un potenziale positivo illimitato e il potere di cambiare in meglio la propria vita. Attraverso la pratica buddista le persone possono diventare più felici e realizzate e, di conseguenza, dare un contributo in tal senso alla società. Il Buddismo insegna che c’è una Legge (il Dharma) che sottende ogni cosa nell’universo, e che tutte le forme di vita sono interconnesse. Sostiene inoltre che noi siamo i soli responsabili della direzione che prendono le nostre vite: un cambiamento nel nostro cuore o nel nostro modo di pensare porta inevitabilmente a un cambiamento delle circostanze esterne, influenza il luogo in cui viviamo e le persone che ci circondano.
    La parola Illuminazione può suggerire l’idea di un individuo impegnato in pratiche austere, alla ricerca di poteri straordinari ben oltre la portata delle persone comuni. Invece il Daishonin insegnò che l’Illuminazione non è altro che la fusione della nostra saggezza soggettiva con la realtà oggettiva – la piena comprensione della realtà di questo mondo.
    L’Illuminazione non è un traguardo prefissato che alla fine raggiungeremo: Illuminazione significa sfidarsi ogni giorno costantemente e rinnovare la propria determinazione per migliorarsi e influenzare positivamente l’ambiente circostante.

    • Con tutto il rispetto Billy, ciò che questa corrente buddista si prefigge si può raggiungere comprendendo ed applicando i principi base di SCN che si trovano nei libri. La vera differenza è la tech, che fino a prova contraria nessuna filosofia, per quanto saggia, ha fino ad ora elaborato. Che io sappia.

      • billy cage

        Ciao Tiziano, sono completamente d’accordo, la differenza tra la mia pratica è SCN è come quella tra un’aratro e un trattore ( avevo già utilizzato questo paragone) ma in un periodo di fame l’aratro mi ha sfamato.
        Ed i pricipi e gli obbiettivi di questa pratica sono sicuramente condivisibili da tutti gli Scientologist, insomma siamo parenti molto stretti…….
        Un caro saluto

  18. London Derry

    Per Diogene, la colla per ora è esaurita. SE osservi bene la domanda trovi insita la risposta. Now I’ll go to Belfast to meet a beautiful girl. See you soon, bye.

  19. London Derry

    Essere o Nick name………….Da domani si riprende a lavorare e studiare sodo. Avviare Cambiare Fermare

  20. Diogene

    Londonderry è un nome o un luogo? E’ un vecchio assunto che nella domanda sia implicita la risposta: ma allora cos’è pleonastica, la domanda irriverente o la risposta sagace? Just for fun…
    Have a good time in Belfast, anyhow.

  21. Angelindo

    Giusto per scoiattolare un po’…
    42. Oh figlio di Pritha, esistono tante dottrine che, pur affermando
    di essere le migliori e che non esista altro di uguale valore, e sebbene
    vengano presentate con fioriti discorsi pronunciati da persone che
    amano citare le scritture dei Veda, in realtà non sanno cogliere la
    Verità assoluta e non sanno veramente discernere.
    43. Queste dottrine sono animate da desideri che aspirano a gioie
    celestiali, e che parlano delle rinascite promettendo ricompense per le
    proprie azioni; esse prescrivono svariati rituali per il conseguimento
    del piacere e del potere.
    44. Ma sappi che, in coloro che sono sedotti dal piacere e dal potere,
    che hanno il pensiero assorbito in questo tipo di linguaggio, non si
    può verificare l’Illuminazione, poiché essi sono incapaci di assorbirsi
    nella contemplazione della Realtà.
    ( tratto dalla Bhagavad Gita)
    Brakumon!
    Angelindo

    • Diogene

      Angelindo, va beh che un po’ di sano “provocato” rafforza i TRs, ma quella roba lì è piuttosto fiacca… Se fate così non mi diverto più…

    • Calla

      Giusto per le persone “ignoranti” come me perchè persone semplci …cosa significa “scoiattolare ?”
      Comunque il 44 : Ma sappi che, in coloro che sono sedotti dal piacere e dal potere,
      che hanno il pensiero assorbito in questo tipo di linguaggio, non si
      può verificare l’Illuminazione, poiché essi sono incapaci di assorbirsi
      nella contemplazione della Realtà.
      …mi è olto reale .
      ML Calla

      • Diogene

        Cara Calla (non l’imperatore romano), ti è più chiaro “squirrellare”?
        (Squirrel in inglese è lo scoiattolo). Dunque la premessa al testo quotato era piuttosto irriverente.
        Specchio delle mie brame, chi è il più squirrel del reame?

        • Calla

          Caro Diogene, scusa se riprendo il discorso dopo vario tempo , Ma noi (come calla)divini non abbiamo tempo !!??( Ho scoperto il significato del fiore che mi piace tanto :- le calle vengono associate alla purezza divina e alla beatitudine che arriverà dopo la morte.- sarà un caso che mi piaccia ??). Comunque per non far perdere tempo a chi legge vorrei un chiarimento riguardo a essere “squirrell” ( la fauna non c’entra )
          è considerato squirrell chi in tempi di riposo, cioè non sta avendo procedimenti e prima di inziare altro ciclo, si fa magari mezz’ora di meditazione al giorno ?,
          e come considerare chi nella stessa situazione invece di fare meditazione va in giro fino notte tarda e magari si prende qualche balla coi fiocchi ?
          tanto per citare un esempio ?
          : – Specchio delle mie brame, chi è il più squirrel del reame?
          ML Calla

  22. luciano

    Ben detto London L’Epifania tutte le feste…….. porta via. Non vedo l’ora di riprendere il ponte e di farne un altro pezzo. Con affetto Luciano.

  23. London Derry

    Beautiful.

  24. Marco

    Ma allora, gusto per provocare, cosa si può dire di queste paragrafo?

    “Storia dell’uomo”
    nono capitolo-terzo capoverso :

    “Staccarsi dal corpo!
    Quanti sforzi hanno fatto i mistici per raggiungere questo risultato!

    L’India, con il suo “annullarsi nel Nirvana”, ci ha dato “tecniche” che infallibilmente inchiodano un thetan ad un corpo, come se fosse incollato e serrato con dei morsetti.

    Perciò guardatevi dal misticismo e dalle sue tecniche, dallo yoga e dalle sue assurdità.

    Il vostro infaticabile autore qui presente, ha sperimentato sulla sua pelle più misticismo di quanto si creda possa esistere, e questo nel luogo dove il misticismo apparve per la prima volta sulla Terra: l’India.

    E posso garantirvi che queste pratiche e speranze sono una specie di trappola per thetan per tenere gli uomini prigionieri dei loro corpi, in apatia, malati e schiavi delle superstizioni.”

  25. Marco

    P.A.B. No. 2 Maggio 1953
    GENERAL COMMENTS SOP 8 and A SUMMARY OF SOP 8A

    “Se voi pensate anche per un solo momento che lo scopo di Scientology sia quello di produrre un qualcosa così intensamente spettacolare tipo un fantasma in grado si muovere le carte delle sigarette o le montagne, allora avete proprio l’idea sbagliata.

    Noi siamo interessati in uomini che stanno bene, noi siamo interessanti in persone che hanno dei corpi sani e che pensano in modo lucido e che cooperano tra loro sulla base di soluzioni ottimali.

    Noi non stiamo facendo dei maghi.

    Ci sono moltissime cose meravigliose che un thetan o una mente analitica possono fare, ma tutte queste cose, sino a che non ne sarete certi, appartengono al campo della Para-Scientology e sono solamente dei dati interessanti. Non abbiamo alcun interesse se sono veri o se sono falsi.

    Se tu inizi a riempire il tuo pc di una educazione che riguarda la Traccia Intera e gli episodi elettronici e altre cose dubbiose, tu stai dando a lui sempre più incertezze e lui inizierà a scendere di tono.

    Ma se gli dai con una scala gradiente delle certezze , allora certamente e in modo sicuro lo porterai più in su’ sino a renderlo stabile.

    L’orribile verità della cosa è che un individuo che è al di sotto del livello che noi chiamiamo “stabilità”, continuerà per il resto della sua vita ad andare giù sulla scala del tono.

    Noi con Dianetics possiamo fare un 4.0 (scala del tono), lavorando duramente ed eliminando, utilizzando il processing dei guadagni-negativi, la mente reattiva; e lui rimarrà relativamente stabile e avrà una longevità più duratura, ed è come lo abbiamo definito sul libro uno.

    Ma non abbiamo risolto il normale corso dell’invecchiamento del corpo e non abbiamo nemmeno reso l’essere immune dagli shock e dai turbamenti che l’esistenza determinerà, che accadano a causa di nuovi episodi di dolore o di incoscienza.

    E’ stato completamente sottovalutato il fatto che il primo “Clear” era una cosa relativa e senza dubbio non un assoluto. Era una cosa molto difficile da ottenere in modo uniforme.

    Un auditor doveva essere un grande esperto sul soggetto per produrre qualcosa che si avvicini ad un 4.0, perchè l’incertezza che lo stesso auditor aveva, in relazione a quello che stava facendo, introduceva incertezze nel pc e quindi impediva il processing.

    Ho combattuto questa cosa per un paio di anni prima di ficcarmi in testa che i pc reagivano alla mia certezza: ottenevano i ricordi che ottenevano semplicemente perchè io ero sicuro che lo avrebbero fatto; ed erano felici di esercitarsi in cose che non andassero mai oltre quello che comprendevano, ma sempre al livello che riuscivano ad ottenere e quando lo potevano ottenere.

    Pochi auditor riuscivano a farlo, ma erano tutte persone con le loro certezze.

    Ma la cosa che metteva a disagio e lo portava fuori, era che tutti insistevano nel farlo diventare un fenomeno da circo; e tutti erano così insicuri del suo stato che spesso prendevano un Clear di cui non erano sicuri e lo facevano ridiventare un aberrato.

    Io ho visto questa cosa succedere nei Theta Clear.

    L’uomo non è esattamente gentile verso i suoi simili.

    L’uomo è fondamentalmente buono ma credetemi, ha un lungo percorso da fare sulla scala del tono fino a che raggiungerà quella bontà fondamentale.”

    L. RON HUBBARD

  26. Candido

    In effetti i due post di Marco creano una doppia provocazione… una dichiarata sul misticismo orientale, l’altra meno evidente e magari non voluta ma è comunque una provocazione, questa volta sulle certezze scientologiche

    • i puntini di Diogene...

      A me invece sembra che Ron sottolinei le sue certezze, che sono ovviamente le SUE certezze. Ma questo è appunto lo scopo dei testi qui citati: trasmettere certezza. Poi naturalmente a qualcuno, di riflesso, causa incertezza. Quindi va da sè che è meglio per ciascuno raggiungere le proprie certezze. Lapalissiano.

      • Silvia Chiari

        Corretto Diogene, Ron con gli studi che ha fatto e le sperimentazioni ect ha raggiunto le Sue certezze, e come lui dice, è vero ciò che è vero per te, quindi ognuno ha il diritto di accedere alle SUE certezze con ciò che gli è più reale: Chi si avvicina a Dianetics ha un grado di realtà molto alta, quando si passa a Scientology può essere che il grado di realtà sia un filino meno, ma questo anche perchè , come dice Ron nel PAB 86

        :- Lo scopo finale di Scientology non è la realizzazione nel nulla di tutta l’esistenza o la liberazione dell’individuo da ogni e tutte le trappole ovunque. L’obiettivo di Scientology è di rendere l’individuo capace di vivere una vita migliore nella sua stima personale e con i suoi simili e la creazione di un gioco migliore. –

        Quindi, come dici tu Diogene, – Quindi va da sè che è meglio per ciascuno raggiungere le proprie certezze.
        Ron mi sembra che sia stato interessato all’ottava dinamica , altre filosofie si – correggetemi se sbaglio !

    • David

      Questa non è una provocazione ma una mia opinione su quanto riportato da Marco su un affermazione di Ron
      ” E posso garantirvi che queste pratiche e speranze sono una specie di trappola per thetan per tenere gli uomini prigionieri dei loro corpi, in apatia, malati e schiavi delle superstizioni.”
      Ho conosciuto e praticato per una mia ricerca spirituale la filosofia Yoga per alcuni anni prima di Scientology ,con parecchia meditazione e altre pratiche , posso affermare che quello che esprime Ron è la pura verità .
      Probabilmente per accedere a una meditazione con guadagno positivo devi avere prima un certo stato OT , ma sicuramente prima si devono togliere tutti i veli di superstizione che ricoprono lo Yoga ,quindi sarebbe qualcosa di diverso.

      David

      • Luigi Cosivi

        Complimenti Marco, sei riuscito a raddrizzare il tono citando le cose giuste.

        • Marco

          Grazie Luigi, in effetti quello che cerco di fare è riflettere sul tema: “come mettere in relazione le pratiche tratte dalle filosofie orientali, con la pragmaticità di “pratiche” (e nella fattispecie la tech di Scn) tipiche della mentalità occidentale”.

          Questi argomenti si ripresentano spesso nel blog e credo che sotto un certo punto di vista sia un’evoluzione necessaria… non è semplice dipanare, ma credo che discuterne sia un bene: “meglio comunicare che non…”.

          NUOVA OTTICA SULLA VITA
          Come studiare una scienza

          “L’ intero argomento di una scienza, per quanto riguarda lo studente, è una cosa positiva o negativa in rapporto diretto alla conoscenza che egli possiede in merito.

          Prima di iniziare a discutere, criticare o tentare di migliorare i dati che gli si presentano, dovrebbe scoprire per conto suo se la meccanica di una scienza coincide o no col modo in cui è stata enunciata e se essa fa o non fa quello che ci si era prefissi.

          Dovrebbe formarsi la propria opinione su tutto ciò che gli è stato insegnato…
          Dovrebbe porsi queste domande: questo dato esiste? E vero? Funziona? Produrrà i migliori risultati possibili, nel minor tempo possibile?

          Vi sono due modi in cui l’uomo in genere accetta le cose, e nessuno di essi è molto buono: uno è accettare un’affermazione perché l’Autorità dice che è vera e deve essere accettata, e l’altro è accettarla per preponderanza di accordo tra le altre persone.

          L’uomo non ha mai saputo molto a proposito di ciò che principalmente compone la sua mente: i dati.
          Che cosa sono i dati?
          Che cos’è la valutazione dei dati?

          In tutti questi anni, in cui la psicanalisi ha insegnato le proprie dottrine ad ogni nuova generazione di medici, si è fatto ricorso al metodo dogmatico, come si può verificare leggendo alcuni libri sull’argomento.
          In essi si trova, ripetutamente, “Freud ha detto.. .”.

          La cosa veramente importante non è che “Freud ha detto” una determinata cosa, bensì: “E valido il dato? E se è valido, in che misura lo è”.

          Si potrebbe dire che un dato è valido nella misura in cui è stato valutato.

          Un dato può essere dimostrato solamente valutandolo con altri dati, e la sua importanza è stabilita dal numero di dati che esso mette in chiaro.

          Così il più grande dato possibile sarebbe quello in grado di mettere in chiaro e di identificarsi con tutta la conoscenza nota all’uomo nell’universo materiale.

          Purtroppo, però, non esiste una cosa chiamata dato primo.

          Ci devono essere non uno, ma due dati, poiché un dato non è di alcuna utilità se non può essere valutato.

          Inoltre, ci deve essere un dato di grandezza simile rispetto al quale valutare un qualsiasi dato.

          I dati sono vostri solo se li avete valutati.

          Se invece sono dati di autorità, qualcuno ve li ha imposti e in questo caso al massimo sono solo qualcosa in più di una leggera aberrazione.

          Naturalmente, se chiedete una cosa ad un uomo che pensate conosca il fatto suo e lui vi dà la sua risposta, quel dato non vi è stato imposto.

          Ma se ve ne andate, credendo da quel momento in poi all’esistenza di un tale dato, senza prendervi la briga di investigare voi stessi sulla risposta, senza paragonarla all’universo conosciuto, mancherete di portare a termine il ciclo dell’apprendimento.

          Dal punto di vista meccanico, la cosa che maggiormente non va nel soggetto della mente è, naturalmente, la turbolenza che essa contiene; ma il sovraccarico, in questa società, è costituito dall’istruzione imposta che all’individuo non è mai stato permesso di esaminare.

          Letteralmente, quando vi si dice di non prendere le parole di nessuno come dati assoluti, vi si chiede di spezzare un modello d’abitudine impostovi quando eravate bambini.

          Esaminate tale dato per conto vostro e convincetevi se esso esista o no, come verità. E se scoprite che esiste veramente, da lì in poi vi sentirete a vostro agio; altrimenti, non riconosciuta nemmeno da voi, potrete trovare, nascosta in fondo alla vostra istruzione e alle vostre informazioni, una domanda senza risposta che di per sé insidierà la vostra capacità di assimilare o praticare qualcosa nell’ambito di una tecnica.

          La vostra mente non sarà versatile, in merito all’argomento, come dovrebbe.

          Il motivo per cui l’ingegneria e la fisica hanno raggiunto finora risultati così avanzati rispetto alle altre scienze, sta nel fatto che esse pongono dei problemi che puniscono l’uomo in modo assai violento se questi non esamina l’universo fisico con attenzione.

          Nel campo delle scienze umanistiche, la scienza è andata completamente alla deriva. È stato seguito un dogmatismo indiscusso.

          Chiunque accetti la conoscenza senza metterla in discussione e valutarla per conto proprio dimostra a sé stesso di trovarsi in uno stato di apatia nei confronti di quella sfera della conoscenza.

          Quando un uomo cerca di basare la pianificazione di una vita o di una professione su dei dati che, lui stesso, non ha mai valutato, non avrà nessuna possibilità di successo.

          I principi fondamentali sono importantissimi, ma innanzi tutto, per essere assolutamente sicuri di un principio fondamentale, bisogna imparare a pensare.

          Il pensare non è una cosa particolarmente difficile da imparare: consiste semplicemente nel paragonare un particolare dato con l’universo fisico, per come lo si conosce e lo si osserva.

          II dogmatismo è poco più che una forma di ipnotismo: l’apprendimento viene imposto con la minaccia di qualche forma di punizione.

          Uno studente viene imbottito di dati che non sono stati valutati individualmente, proprio come un impagliatore riempirebbe un serpente.

          Un simile studente sarà ben informato e istruito secondo lo standard attuale, ma purtroppo non avrà molto successo nella professione che ha scelto.

          Pertanto l’unico suggerimento che posso dare allo studente è di studiare un argomento in quanto tale, di metterlo in uso esattamente nel modo in cui è esposto e di formarsi quindi dopo le proprie opinioni.

          Lo deve studiare allo scopo di arrivare a decidere per conto suo se le dottrine che ha assimilato sono corrette e funzionano oppure no.

          Paragonate ciò che avete imparato con l’universo conosciuto.
          Cercate le ragioni che stanno alla base delle manifestazioni, e formulate ipotesi sulla maniera e sulla direzione in cui è probabile che proceda la manifestazione.

          Non permettete all’autorità di alcuna persona o scuola di pensiero di creare una conclusione scontata entro la vostra sfera di conoscenza.

          Soltanto con questi principi d’istruzione potrete diventare degli individui realmente istruiti.”

          LRH

      • Marco

        David, la tua è un’esperienza credo sia d’interesse; puoi dire un pò di più delle tue pratiche Yoga?
        Perchè secondo te la meditazione non ti ha dato guadagni, qual’è secondo te il punto di criticità?

        • David

          In questa vita ho sempre sentito di non essere solo un corpo ma un essenza come unità spirituale , da li mi sono chiesto chi ero ,cosa succede prima e dopo la morte , mettere in discussione il pensiero comune in merito all’esistenza e il non avere nessun accordo con i misteri mi ha portato all’interesse sulla filosofia Yoga , per circa quattro anni mi sono interessato a questa filosofia , andai in una scuola di Yoga ho acquistato libri e quasi quotidianamente ho applicato per almeno tre anni l’ Hata Yoga , meditazione ,esercizi pranici, visualizzazioni , usando la posizione del Loto .

          Ho interrotto tali pratiche per un motivo molto semplice , notai l’ esteriorizzazione , buone percezioni e realizzazioni, sei più calmo e rilassato ,ti ritrovi come unità , ma dopo qualche ora o un giorno questo svanisce e una sensazione di un certo malessere ,rabbia ,agitazione e nervosismo prende per un po’ il sopravvento , inoltre non trovavo risposte ai segreti della Vita e agli inganni che vi si nascondono dietro ,sostituivo misteri con altri misteri.
          Alcuni anni dopo ho conosciuto Scientology e posso affermare che come strada verso Vita non ha eguali rispetto ad altre filosofie religiose, non sostituisce misteri con altri misteri ,ma tende verso la conoscenza dando risultati tangibili.

          Finisco aggiungendo che Scientology è una grande filosofia religiosa applicata senza eguali ma ha sofferto e tuttora soffre dal momento del passaggio da filosofia insieme al suo leader ad associazione religiosa , un altro punto di problema è la sua nascita in contesto ,quello del bussisness americano campione di fuori etica per quanto riguarda il denaro.

          David

        • David

          Marco per chiudere la tua domanda “qual’è secondo te il punto di criticità? ”
          La traccia di ogni essere spirituale è praticamente infinita come episodi e forza e per chi conosce Scientology sa benissimo di che cosa si parla ,se inoltre consideriamo le molteplici unità spirituali interconnesse in un qualche modo tra di loro , tutto diventa molto complicato , Scientology invece da una filosofia applicata precisa che affronta , supera e aggiunge sempre una maggiore comprensione all’unità che si addentra nel meandro
          Theta -Mest.
          Nello Yoga non esistono tecniche precise per sbrogliare questa
          matassa e percorrere in modo sicuro questa strada.
          Comunque le filosofie orientali per il loro apporto spirituale rimangono di grande interesse .

          David

          • Marco

            David, grazie della precisazione… come ti ho già detto è molto interessante la tua esperienza. Molto interessanti anche le tue conclusioni al riguardo…
            Io non ho mai avuto l’occasione di fare nulla, al riguardo di pratiche del genere orientali, e dunque quello che dici per me sono dati interessanti… che effettivamente dovrò valutare… ma che in realtà credo di aver già capito bene.

          • David

            Grazie a te Marco per il tuo chiaro confronto e per quello che inserisci nel blog che leggo sempre con attenzione ,rinfrescarsi i dati fa sempre bene .

            David

          • Osservatore

            SCIENTOLOGY: UNA NUOVA OTTICA SULLA VITA

            INTEGRITA’ PERSONALE

            QUEL CHE E’ VERO PER TE e’ quanto TU STESSO hai osservato.

            E quando perdi questo,hai perso ogni cosa

            CHE COS’E’ L’INTEGRITA’ PERSONALE?

            L’integrita’ personale consiste nel SAPERE CIO’ CHE SAI

            – TU sai quel che sai –

            e nell’avere il coraggio di sapere e di affermare quello che hai osservato.

            L’INTEGRITA’ E’ QUESTA.

            E NON VE N’E’ ALTRA.

            Certo possiamo parlare di Onore, di verita’ e di tutte queste cose, questi termini esoterici.

            Ma penso che sarebbero compresi molto bene se le nostre osservazioni derivassero

            davvero da quel che abbiamo osservato,

            se ci prendessimo cura di osservare quel che stiamo osservando ,

            se OSSERVASSIMO

            sempre con l’intento di OSSERVARE.

            E senza necessariamente mantenere un atteggiamento scettico,un atteggiamento critico,

            oppure una mente aperta

            – Senza necessariamente mantenere in alcun modo tali cose –

            Ma CERTAMENTE mantenendo un’ INTEGRITA’ PERSONALE SUFFICENTE e un’ADEGUATA

            FIDUCIA e FEDE IN NOI STESSI,

            con il coraggio di poter osservare quello che stiamo osservando e di POTER DIRE QUELLO CHE ABBIAMO OSSERVATO.

            Niente in Scientology e’ vero per te,

            a meno che non sia stato tu a OSSERVARLO.

            Ed e’ vero in base alla tua osservazione.

            Questo e’ tutto.

            L.R.H.

          • Benvenuto Osservatore, hai ragione… Credo che questo sia un BASIC fondamentale !
            Francesco

      • Silvia Chiari

        Ritengo che nel blog ci sia un pò di malconprensione perchè c’è una particolare ostinazione contro gli scritti di altri esseri che hanno raggiunto punti di elevazione spirituale con altre pratiche .
        Lo yoga a quanto pare è la pratica che viene più nominata perchè portata avanti nel mondo occidentale e resa più nota, io non ho mai fatto yoga e non mi è mai stato reale, ho fatto reiki che è come una sorta di TR0 a occhi chiusi. Può essere vero riguardo a ciò che si dice dello yoga fatto sta che ci sono parecchie persone che lo praticano e sono tutte persone a cui manca la conoscenza di Dianetics in primis per poter ottenere maggiori risultati.
        Come dici tu David :-Probabilmente per accedere a una meditazione con guadagno positivo devi avere prima un certo stato OT –
        Perfetto, è quello che sto cercando di dirvi da 2 anni a questa parte e dico anche che se noi continuiamo a denigrare e ripudiare commenti che riguardano altri scrittori filosofi o studiosi che sono in attinenza con l’argomento noi —-che dovremmo essere l’unico blog veramente libero di pensare con la nostra testa, e quindi non è un’aula di studio o una stanza di auditing —- non diamo la possibilità a coloro che vogliono sapere di più di sentirsi accolti nella ricerca di miglioramento sia personale che nella vita con gli altri.
        Se però pensate di dedicare il blog solo verso coloro che “forse” usciranno dall’org e verranno da voi integerrimi paladini di Ron, beh mi sa dovete aspettare che loro si tolgano i loro veli di superstizione !!!
        Vediamo di non dimostrare ciò che dice Ron :- L’uomo non è esattamente gentile verso i suoi simili. –
        Silvia

        • Marco

          Io credo che in questo blog ogn’uno può dire la sua (restando nell’ambito dell’educazione comunicativa), ma che sia una piazza in cui si discuta prevalentemente di Scn: anche confrontata con altre filosofie o pratiche, ma sopratutto per essere meglio capita, anche rispetto alla disavventura con la Cof$.

          Ovvero, in ultima analisi, per mettere in relazione l’interesse di ogn’uno per Scn con la consapevolezza/decisione di praticarla.

          Come dice questo paragrafoco (che ho appena quotato sopra):

          Pertanto l’unico suggerimento che posso dare allo studente è di studiare un argomento in quanto tale, di metterlo in uso esattamente nel modo in cui è esposto e di formarsi quindi dopo le proprie opinioni.

          Lo deve studiare allo scopo di arrivare a decidere per conto suo se le dottrine che ha assimilato sono corrette e funzionano oppure no.

          Paragonate ciò che avete imparato con l’universo conosciuto.
          Cercate le ragioni che stanno alla base delle manifestazioni, e formulate ipotesi sulla maniera e sulla direzione in cui è probabile che proceda la manifestazione.

          Non permettete all’autorità di alcuna persona o scuola di pensiero di creare una conclusione scontata entro la vostra sfera di conoscenza.

          Soltanto con questi principi d’istruzione potrete diventare degli individui realmente istruiti.”

          LRH

        • David

          Ciao Silvia ,

          penso che nel blog nessuno vuole qui dimostrare ciò che dice Ron , la maggior parte dei partecipanti appartiene al campo indipendente di Scientology e come conseguenza ognuno nel blog riporta tracce dalla propria esperienza e conoscenza .
          Scientology come da ( conoscere riguardo alla conoscenza o scienza della conoscenza) rimane una filosofia applicata diretta allo spirito , ed è una scienza molto precisa , Ron ha conosciuto e provato diverse filosofie in special modo quelle orientali rendendo funzionale quello che ne era valido .
          Le considerazioni che mi sono permesso di fare come confronto verso la filosofia Yoga sono dovute alla mia personale esperienza nei due campi , questo mi ha dato la possibilità di un confronto di dati .Non ti nascondo che il mio interesse spazia in diversi campi ,filosofia ,religione, fisica , astrofisica, storia, mitologia , arte ,ecc , questo mi ha permesso di confrontare molti più dati ,anche se rimane un percorso principalmente Mest, ma è solo dopo avere acquisito la filosofia di Scientology e in parallelo dato un ottimo auditing che ho trovato il quid in + sul resto ,ma ho imparato per la mia integrità personale che il confronto è essenziale e niente è assoluto ma si può tendere ad esso.
          Quindi credo che qui nessuno vuole denigrare altri filosofi o filosofie ,ma essendo un blog fondamentalmente di Scientologists si parla o si riportano dati di questa filosofia , dati sempre da confrontare con altri dati ,lasciando ad ognuno la sua integrità personale.
          In questo contesto l’importante è volere giocare.

          David

          • Silvia

            Caro David, inanzitutto ti ammiro perchè stai dimostrando che di integrità personale “ne hai da vendere” (scusa il modo terra a terra) , in realta dovrebbe essere come dici tu : -ognuno nel blog riporta tracce dalla propria esperienza e conoscenza -.
            Quindi spero si possa continuare , come dici tu :essendo un blog fondamentalmente di Scientologists si parla o si riportano dati di questa filosofia , dati sempre da confrontare con altri dati ( Nota mia – se c’è un confronto lo puoi avere e lo devi fare con altri indirizzi …il confronto con Scn e .. scn .. non può esserci se no non sarebbe ” un confronto”) ,lasciando ad ognuno la sua integrità personale.
            In questo contesto l’importante è volere giocare.-
            E… gioco è un livello molto interessante !!!
            Un abbraccio di luce Silvia

          • David

            Silvia ,grazie per l’apprezzamento .
            Continuiamo il gioco.

            David

  27. luciano

    Avere un pensiero CANDIDO per rispondere a MARCO dalla città dove mi trovo ( LONDON ) per esperimenti sul ( DIO GENE ) della CALLA ci vorrebbe la forza di mille DAVID, o la santità di un FRANCESCO di casa nostra. Spero sia gradita… e NESSUNO ne abbia a male. Quarantaquattro anni di ricerca spirituale e di med ti riducono cosi haa haa haa haa. Viviamo la vita mastichiamola con voracità liberi di scegliere la via che piu ti si addice e piu ti si confà. LIBERI DI CAMBIARE, DI RICREDERSI, DOPO TUTTO LE BARRIERE SONO SOLO NELLA NOSTRA MENTE NOI LE CREIAMO NOI LE DISTRUGGIAMO. Ciao raga Luciano

  28. Marco

    DEFINIZIONI
    Figure figure
    1. un termine coniato per descrivere una particolare forma di aberrazione che consiste nel dover sempre trovare “una ragione” per una significanza.
    Dato un certo fatto, deve esserci sempre una ragione per quel fatto. E da qui si ha il figure-figure – Glossario di The Anatomy of the Human Mind

    2. Pensieri, opinioni od idee riguardo qualcosa che non sono basate su un fatto reale. Glossario dell’Art Book

    DUB IN
    1. la manifestazione del mettere nell’ambiente, senza saperlo, delle percezioni che in realtà non esistono. Glossario dell’FPRD

    2. Delle immagini mentali create inconsapevolmente che sembrano essere registrazioni dell’universo fisico ma che in realtà sono solamente delle copie alterate della traccia del tempo. Il termine deriva dalla frase dub in usato nell’industria cinematografica, che significa registrare dialoghi e vari suoni e poi integrarli nel film dopo che è stato girato.

    BEINGNESS
    Condizione o stato di essere; esistenza.
    La Beingness è un reale o supposto controllo dell’ambiente.
    Glossario dell’APA (Advanced Procedures and Axioms)

    Tratto dalla: CONFERENZA AGLI AUDITOR DELLO STAFF TENUTA IL 16 FEBBRAIO 1959

    “Ecco la Scala dello Stare di Fronte, solo per rinfrescarvi la memoria…

    È la scala alla quale noi siamo maggiormente interessati , perchè è quella che vediamo più comunemente.

    Inizia al fondo con: -DUB-IN-, sale e si trasforma in -NERO-.

    Passa attraverso la Nerezza e diventa -INVISIBILE-.

    Da invisibile passa a – DA UN’ALTRA PARTE – un desiderio di essere da un altra parte. Il modo di risolvere le cose è quello di essere da un’altra parte.

    E passa da essere da un’altra parte sino alla -ABILITA’ DI STARE DI FRONTE-.

    E passa da stare di fronte ad -ESPERIENZA O PARTECIPARE-.

    E solamente a quel punto tu sei arrivato in alto a -BEINGNESS-.

    Ora questa è la Scala dello Stare di Fronte.

    Ma è anche la Scala della disintegrazione della Realtà: è come una persona maneggia i terminali o le situazioni.

    Beh, al di sopra di tutto questo, una persona maneggia terminali e situazioni “non dovendo partecipare”, non dovendo stare di fronte, trovando che “non è necessario fare qualcosa riguardo le cose”, a meno che uno non decida di farlo per propria autodeterminazione; e se facesse così, lo può fare senza ritorsioni a livello personale.

    Lui, al di sopra di tutta questa scala, può sperimentare le cose o meno, a seconda dei casi.

    Ma trovarai una armonica più bassa su questa cosa, ad un qualche livello filosofico, dove qualcuno dice : “Yap, yap, va bene , io posso, o non posso, e questa è la mia scelta”.
    Beh, qui lui non ha alcun potere di scelta.

    Lui sta semplicemente usando questo ultimo meccanismo di fuga: un meccanismo di fuga a livello filosofico.

    Può darsi che tu possa trovare un meccanismo che è filosofico e che invece è semplicemente un meccanismo di figure-figure circa una situazione, dove quell’individuo sente che “se solamente fosse in grado di comprendere la cosa tutto andrebbe a posto”.

    In altre parole, questo è un pensare-pensare, un figure-figure.
    Lui fa not is facendo figure-figure.

    Questo caso che fa not-is, facendo figure-figure, non appena tu inizi “a curare” il suo figure-figure si trasformerà in un caso di dub-in; poi si trasformerà in un caso nero; si trasformerà in un caso invisibile; si trasformerà in un caso che sta di fronte; si trasformerà in un caso che sperimenta la cosa.

    E questo è molto interessante.

    L. RON HUBBARD

  29. London Derry

    8( ‘ ‘ )8

  30. London Derry

    Perche il Misticismo ha Fallito

    L’universo MEST è un universo estremamente degradato. È un universo che funziona in base alla forza. Se fosse l’unico universo potremmo cadere tutti in apatia e semplicemente andarcene subito, perchè in esso non c’è futuro.
    Non c’è futuro nel collezionare semplicemente sempre più facsimili e cancellarne sempre di più. Non c’è futuro nel lavorare, lavorare, lavorare duramente e senza posa. Non ci sarebbe futuro in una vita; una vita sarebbe una cosa senza molta importanza. Si nascerebbe, si verrebbe educati, si avrebbero dei bambini e poi si morirebbe a causa di violenza, malattie oppure semplicemente a causa di decadimento e deteriorazione generale.
    Le persone, nel passato, hanno cercato di porvi rimedio attraverso supposizioni e speranze piuttosto che attraverso fatti. Hanno detto, “Bene, tu hai un’anima e se sei veramente buono nella vita, beh, daremo alla tua anima un bigliettino e lei lo presenterà all’uscita dunque otterrai un posto a sedere … ” Bene, quella era una risposta. Era un po’ di speranza. Dissero, “Se non sei buono, ti daremo un altro biglietto e ti metteremo su uno scivolo e poi ci sono sette inferni ed uno è caldo, l’altro è freddo ed uno è così mentre l’altro è cosà ed anche lì rimarrai per sempre.”
    Questo venne accettato soprattutto perchè l’uomo è incapace di concepire il concetto di “per sempre”. Era anche, oltre ad essere speranza, un metodo di controllo. Dissero, “Ragazzo, è meglio che tu sia buono perchè noi potremmo non solo impiccarti qui, possiamo impiccarti per un eternità e diamine se sei sotto controllo.”
    Ora, voi tutto ad un tratto dite alle persone che questo non è vero e loro si disinibiscono immediatamente. In molti casi diventano completamente disinibite e semplicemente si sganciano. È inevitabile che da tre a sei mesi, faranno di nuovo key in con un tuffo e con un crash che farebbe la gioia dei distributori di fuochi artificiali. È il raggiungimento dell’estasi senza conoscenza.
    Ora, nel campo del misticismo occasionalmente abbiamo assistito a questo fenomeno. All’improvviso qualcuno dice. “Guarda, sono solo ombre.” Boom! lui parte. Si sgancia ed eccolo là. Può darsi che sia rimasto là per un po’ di tempo, ma raramente ci è rimasto più di sei mesi perchè la mancanza di informazione non poteva altro che risultare nell’essere intrappolato dall’universo MEST.
    Stiamo parlando degli universi. Stiamo parlando dell’universo MEST come un caso specifico di universo degenerato. Il livello inevitabile di illusioni finirebbe per essere l’universo MEST.
    Le leggi della creazione degli universi, sia che vengano applicate al MEST oppure ad un altro universo, sono quasi completamente le stesse ma gli universi stessi potrebbero essere notevolmente differenti.
    Se tu semplicemente studiassi l’universo MEST potresti benissimo lasciar perdere, perchè l’universo
    MEST premierà le tue ricerche stendendoti con un calcio. Non vale la pena di studiarlo a meno che tu non abbia un’idea migliore o una meta migliore in mente.
    Ogni uomo che c’è, a proposito, è un universo. Parli di Dio. Quello che più verrai a conoscere su Dio, probabilmente per un lungo periodo di tempo, sarà te stesso.
    Esci fuori da te stesso e sei improvvisamente influenzato da un numero tremendo di ridge che si
    eguagliano alla tua lunghezza d’onda.
    Improvvisamente sei più libero di pensare, sei più libero di essere e la tua beingness spicca marcatamente. Tu, però, sei sempre te stesso.
    Un Theta Clear è semplicemente un thetan che è stabilmente al di fuori del corpo. Questo è tutto ciò che è. Non è un thetan istruito e neanche un thetan chiarito, nè un thetan con il suo universo. È semplicemente qualcuno che può stare al di fuori del corpo, sa che lui si trova completamente al di fuori del corpo. Sa che lui è l’unità vitale, che non deve rientrare con un tonfo dentro al corpo automaticamente, ogni qualvolta si fa male.
    Bene, dove vai da lì?
    Qui hai una cosa interamente differente. Hai un thetan educato, che non solo può percepire questo
    universo ma che può costruirne uno suo; che non solo può controllare il corpo, ma che può spostarsi dentro o fuori da esso e che gli farà qualsiasi cosa ne voglia e che ne uscirà ancora. Potrebbe trovarsi al di fuori lontano di 5.000 metri e potrebbe fargli fare i suoi passi e fargli ballare la “Sonata al Chiar di Luna.”

    Definizione di “Q”

    “Q” significa il livello più alto dal quale stiamo operando ora; il livello più alto dal quale tutte le altre cose derivano.
    La conoscenza è una piramide e la conoscenza, come una piramide, ha un comun denominatore che
    valuta tutti i dati che si trovano al di sotto di esso.
    Sulla parte più alta di questa piramide, abbiamo quello che potrebbe essere chiamato un “Q” e che
    potrebbe anche essere chiamato un denominatore comune.
    È comune a tutti gli altri dati in questa piramide piena di dati.
    Ora, su tutti i livelli di questa piramide, ogni livello, livello per livello, abbiamo una più grande complessità di conoscenza. Su ciascun livello di questa piramide, mentre scendiamo lungo la linea da quel comun denominatore, troviamo che il comun denominatore nei dati di quel livello è sempre meno riconoscibile. È sempre meno ovvio quale sia il suo denominatore comune ma questo non vuole dire che quel denominatore comune, abbia minor valore oppure sia meno funzionale. Il Q dal quale stiamo operando ora, valuta tutti i dati nell’universo materiale.
    Questa è una piccola dichiarazione, ma la amplierò. Il Q dal quale stiamo operando ora valuta dutti i dati di ogni universo e non è neanche alto a sufficienza come Q. C’è un Q più alto di questo ed io ora lo sto cercando. Se lo trovassi uno di questi giorni, che ne sai, potrebbe significare che avremmo una piramide più semplice. Adesso la piramide è abbastanza semplice.
    A proposito, questo è uno dei più vecchi simboli che esista della conoscenza. Negli emblemi Massonici, in Egitto, vedi piramidi dappertutto, oggetti conici, cose di questo genere. Il dato che vi sto dando appari, in primo luogo, qui sulla terra 8200 anni fa. L’analogia della conoscenza e della piramide. Ci si sono scontrati sin d’allora. La trovate addirittura nella cultura Maya e così via.
    Se prendete in considerazione questo dato, potete vedere che abbiamo a che fare con qualcosa che può essere trovata in ogni frammento di conoscenza o azione o materiale o spazio o tempo o condizione d’essere di ogni universo. Abbiamo avuto un’altra piramide in precedenza. Non è che fosse meno applicabile, il suo Q era più basso e questa è la sopravvivenza.
    La sopravvivenza è il nostro Q passato. Ora stiamo operando su “la vita è sopravvivenza”. La meta della vita è sopravvivere. Sopravvivere implica spazio e tempo e la parola, “sopravvivenza”, per inciso, ti fa valutare la vita. Ti fa valutare la maggior parte delle cose, ma non ti fa valutare tutto. Ciò che non ti fa valutare sono tutti gli universi, perchè non puoi basare un universo sul principio della “sopravvivenza”. Puoi aver un universo istantaneo, che non ha tempo in esso. Di conseguenza, la parola “sopravvivenza” qui viene tradita.
    Ora cos’è questo altro Q? Questo altro Q, ne abbiamo avuti a proposito due o tre, prima era la sopravvivenza e poi era il livello più alto di autodeterminazione come condizione di essere, mentre ora è il Q definito come autodeterminazione. Q significa semplicemente il dato più comune che assomma tutti gli altri dati ed il punto dal quale noi stiamo operando. Questo non impedisce che ci sia un altro punto più alto. Q significa che quel punto in cima alla piramide è probabilmente raggiungibile ma noi non siamo lì.
    Stiamo operando da qui e questo, a proposito, è piuttosto soddisfacente come punto di operazione per il momento. Se non fosse soddisfacente come punto di operazione, non ci sarebbe nessun soggetto di Scientology e Dianetics.
    Bene, autodeterminazione. Abbiamo il primo dei Q.
    Il primo tra la lista dei Q.
    “Il comun denominatore di tutti gli impulsi della vita l’autodeterminazione.” Questo è il Q1.
    Q2. “ L’autodeterminazione può essere definita come la localizzazione di materia ed energia nello spazio e nel tempo così come la creazione di tempo e spazio nel quale localizzare la materia e l’energia.”
    Questo è incredibilmente funzionale. L’ho capito osservando il comportamento di quella che chiamano buffamente elettricità. Improvvisamente ho individuato quello che era stato tralasciato al proposito. Quello che era stato individuato e tralasciato era il fatto che ogni generatore elettrico ha una base ed è, interamente completamente, dipendente dalla sua base. Gli elettrodi, in assenza della base, semplicemente si ammassano e non c’è un flusso elettrico. La parte essenziale di qualunque generatore è la sua base.
    Cos’è che fa una base? Quella è in effetti la base metallica del motore, vedete. È legata alla Terra e la Terra è legata al sistema di gravitazione di questo sistema solare e questo è legato all’universo in un modo o nell’altro. Cos’è che fa quella base?
    Questo significa che qualsiasi cosa, in questo universo, è attaccato realmente attraverso una successione di punti a quella base in un modo o nell’altro e questo significa che quella base sta determinando spazio e tempo sui terminali di un generatore elettrico. Ciò significa, dunque, che tutte queste formule stravaganti sull’elettricità avevano in loro un elemento mancante.
    Con questo l’intero studio dell’elettricità elementare viene sconvolto. Avete aggiunto qualche cosa di nuovo ad esso. James Clerk Maxwell sino ad oggi non si era visto aggiungerci molto, ma quel poco di cose complicate.
    Chiunque può diventare più complicato. Qualsiasi tonto, qualsiasi matto può avvicinarsi e dire: “Bene, vediamo, questa cosa è carina e semplice, ora rendiamola complicata. Adesso rendiamola ancor più complicata. Diciamo che per studiare Scientology devi avere padronanza dell’alfabeto Siamese al contrario. Dopo di questo, poi, prendiamo un dato ancor più complicato ed uno più complicato ed un dato ancor più complicato e questo è ciò da cui ora noi stiamo per partire.
    Ci stiamo muovendo a partire da questo punto in cui E=mc quadrati per la radice quadrata dei “topi”, e se non sai cosa significa questo punto, vai pure all’inferno, non voglio avere più niente a che fare con te e se non sai nemmeno che E=mc quadrato diviso per la radice quadrata dei “topi”, allora non hai interesse nello studiare questo soggetto e ti becchi un flunk.”
    Tipico. Tipico nell’evoluzione di una scienza è l’andare avanti e diventare più complicati e poi ancora più complicati e non sognarsi neanche per un momento che sarebbe meglio cercare la semplicità.

    Cosa c’è di sbagliato nel misticismo
    Voi pensate che io stia semplicemente parlando degli scienziati moderni, ma non è COSI. Sto parlando dei ragazzi che sono venuti dopo, i giovanotti di 8200 anni fa nelle terre del nord dell’India e delle persone che vennero dopo dallo stesso posto: il popolo Veda e le persone che vennero dopo di loro, i Runa Veda. Loro veramente la fecero bella e complicata. Sapete che ogni dato essenziale sull’evoluzione, di qualsiasi cosa e di tutto ciò che tu voglia pensare è contenuto nel misticismo e nelle scritture Hindu di base ed in quelle Veda? Sapete che Il si parla dell’evoluzione? Sapete che la teoria di Darwin è già Il? Sapete chetutto quanto si trova Il? Non conosco nulla che sia stato tralasciato. È tutto là.
    Non c’è nessuna ragione in verità per la quale non dovreste studiare il misticismo sotto tutti i punti di vista. Veramente nessuna ragione, eccetto che per un motivo. Loro, o lo resero un tranello, oppure non lo conoscevano. Per ogni dato corretto nel misticismo, ci sono dozzine di dati scorretti. Per ogni dato corretto nel misticismo c’è una valutazione errata. Per ogni dato corretto nel misticismo, c’è l’altra faccia della medaglia cosicché se tu ci entri ed usi il dato finirai steso a terra. Se vuoi finirti completamente, sotto tutti i punti di vista, procurati degli scritti mistici standard emettili in pratica esattamente nel modo in cui il libro dice ed un giorno o l’altro sarai completamente perso.
    La ragione per ciò è molto semplice: per prima cosa, nessuno voleva integrare completamente i dati, perchè era molto più divertente così. Alcune delle persone lungo il cammino non avevano il benché minimo desiderio che qualcuno venisse veramente a sapere dopo di loro, non avevano nessun desiderio al riguardo ed é per questo che lo resero ingarbugliato. È proprio come se avessero minato il terreno lungo la linea. Prendiamo per esempio il soggetto dei Chakra, molto interessante. Ce ne sono sette e, che ne sai, è scritto proprio all’inizio: “L’uomo è una mente che possiede un corpo.” Non è un corpo che possiede una mente. Dice che questa è la corona Chakra. La corona Chakra si trova nella testa, nel cranio. Ci sono in tutto 7 Chakra.
    Ora questo è l’ultima che si prende in considerazione: “La Corona Chakra è l’ultima che si prende in considerazione.” Lo dice proprio lì. C’è il dato vero ed il dato falso. Se tu la prendi (la corona Chakra N.d.T.) come l’ultima cosa da prendere in considerazione e se tu hai preso in considerazione altri Chakra nel corpo, altre zone o altri centri, che non sono esseri, ma che noi chiamiamo entità, se tu non hai fatto niente altro che dare procedimenti a queste entità e prendi in considerazione la corona Chakra per ultima, la Corona Chakra non potrà essere liberata molto facilmente. Richiederebbe una tecnica terribilmente specializzata.
    Se tu invece inizi con la corona Chakra e dici, “Colpiscila, giovanotto”, egli ci riuscirebbe. Se ti indirizzi però al Chakra numero 7 e lavori procedendo a rovescio fino ad arrivare alla corona Chakra, avresti probabilmente il tuo preclear in una condizione nella quale sarebbe COSI bloccato nel suo corpo che solo delle tecniche da essere sovrumano riuscirebbero a liberarlo. Questo è il modo attraverso il quale lo inchiodi a terra. Se fai negare al tuo preclear l’universo MEST e poi glielo fai negare e negare di nuovo, inizi un flusso con una direzione di una forza incontrollabile e lui sarà incapace di creare abbastanza energia da mantenersi a galla.
    I dati sono tutti lì. Sono stati lì per 8200 anni. Ti dovrebbe colpire come molto allarmante il fatto che qualcuno ingarbuglierebbe veramente questa linea. Lasciateci essere però più gentili al riguardo.
    Diciamo semplicemente, “Bene, loro non avevano un procedimento.” Probabilmente saresti più vicino alla verità. Dal momento che c’è tanta verità in questo, l’ingarbugliamento aggiunto passerebbe inosservato.
    Quando le persone cercano di metterlo in pratica, oh cielo! lo scoprirete quando avrete un preclear che è stato profondamente, profondamente coinvolto col misticismo. Sarà, molto più difficile lavorarci, perchè queste cose sono così tendenziose da inchiodarlo a terra, ma veramente bene. Tutto ciò che devi fare è misticismo al contrario e maneggiarlo in quel modo.
    Dunque, quando vedi incrociarsi queste due tecniche, ricorda questo: noi stiamo studiando un’estrapolazione Occidentale dei principi meccanici di base imparati quasi interamente e completamente da studi di base dell’elettronica. Però, con una conoscenza più che sufficiente di Misticismo ed Induismo arrivi a riconoscere immediatamente questi dati quando si pre-
    sentano e dire, “Cielo, questo è il motivo!” Ho passato molto tempo, da bambino, ad osservare
    dei piccoli fiammiferi fluttuare intorno ad una ciotola. Una volta li potevo far muovere intorno alla ciotola.
    Potevo sedermi e farlo e leggere menti e leggere libri. È molto buffo che abbiano stabilito che se tu li fai nel modo nel quale loro dicono, la tecnica ti lascerà, l’abilità ti abbandonerà. Non è orribile? Ti dicono che tutte queste cose sono possibili e poi ti mettono in tale condizione che non puoi farle. Il modo nel quale devono essere fatte è la via che pone fine al farle.
    Non dovete prendermi in parola. Nonostante tutto, quel materiale è ricco. Potreste allo stesso modo sedervi su un falò acceso facendo giochi di destrezza con dei razzi. È pressappoco sicuro quanto questo. Vi sto semplicemente avvertendo di non incrociarli fino a che non avrete la vostra traccia molto ben messa. Poi prendete in considerazione quel soggetto, se volete, per uno studio scolastico. Dateci un occhiata e direte proprio quello che sto dicendo io: “Accidenti! Se non avessero semplicemente ingarbugliato il cammino, se non avessero valutato scorrettamente questi dati, guarda un po’ in che situazione migliore ci troveremmo oggi. Ma non è una vergogna?” So che lo direste.
    L. Ron Hubbard
    Un po’ più chiaro per tutti ora?

    • Marco

      Embeh…? Credo fosse già abbastanza chiaro… credo. A me di sicuro.
      E’ quello che si cercava di dire…

      Da tre anni a questa parte in questo blog si sta dicendo quello che dice Ron in questa conferenza… che fra l’altro conoscevo bene (ora dovrei cercarla… ma non serve).

      Cmq quello che dice mi pare chiarissimo…
      ” Non c’è nessuna ragione in verità per la quale non dovreste studiare il misticismo sotto tutti i punti di vista.
      Veramente nessuna ragione… eccetto che per un motivo: loro, o lo resero un tranello, oppure non lo conoscevano.

      Per ogni dato corretto nel misticismo, ci sono dozzine di dati scorretti.
      Per ogni dato corretto nel misticismo c’è una valutazione errata.
      Per ogni dato corretto nel misticismo, c’è l’altra faccia della medaglia, cosicché se tu ci entri ed usi il dato finirai steso a terra.

      Se vuoi finirti completamente, sotto tutti i punti di vista, procurati degli scritti mistici standard e mettili in pratica esattamente nel modo in cui il libro dice; ed un giorno o l’altro sarai completamente perso. “

      Molto semplice e definitivo!

      • Marco

        LINEE THETA Una conferenza tenuta il 10 marzo 1952

        “Prendete il misticismo. Il misticismo era un ambito di ricerca estremamente valido, estremamente valido.

        Conteneva, tuttavia, molte speculazioni , sosteneva esso stesso di contenere molte speculazioni; quando veniva impiegato, spesso riduceva il mistico in condizioni pietose.

        Quindi non era uno strumento particolarmente sicuro, ma era uno strumento.

        In una certa misura anche l’ambito della religione era uno strumento.
        Non saprei proprio in che punto definire o tracciare una linea di demarcazione tra misticismo e religione, salvo forse dicendo che la religione è misticismo codificato… codificato e divulgato meccanicamente.

        Non potete aspettarvi che la popolazione in generale sia in grado di capire il misticismo. È un argomento estremamente complesso, assai complesso. Ha molte scuole.

        Tuttavia la religione potrebbe essere divulgata… potrebbe semplicemente essere una presentazione sistematica di quelli che si considerano essere i punti positivi del comportamento, il comportamento ottimale, cose attraenti che catturano l’immaginazione o l’attenzione della gente.
        La religione potrebbe essere considerata tutte queste cose messe insieme in un pacchetto.

        Islamismo, cristianesimo, buddismo, tanto per citarne tre, sono notevolmente simili. Di fatto, Cristo è uno dei profeti nell’islamismo ed è venerato in quanto tale. Buddha si mosse, fatto alquanto notevole, in direzione molto simile a Cristo e lo precedette.

        La gente ha preferito la religione. Non richiede alcuna comprensione.
        Dice solo: “Devi avere fede, amico. Se hai abbastanza fede, avrai fede e questo va bene. Ora sali quassù, fino alla ringhiera, lascia cadere il tuo nichelino nella cassa delle offerte, fatti venire un pb’ di schiuma alla bocca e sarai a posto”. Di fatto funziona. Funziona.

        Non vale particolarmente la pena parlarne in toni biasimevoli, perché è stato un sistema oltremodo necessario nella gestione delle civiltà, laddove mancava una vera comprensione del funzionamento della mente.

        Si può prendere la religione e dire: “Beh, magari non ti beccheremo in questa vita, amico, ma ti beccheremo nella prossima”. Questo fa tentennare la gente.

        La religione è stata diffusa in un’area in rapporto esatto alla cattiveria, malvagità e perfidia presenti nell’area stessa.

        Più malvagia era l’area, più vi veniva diffusa la religione fino a che, dopo un po’, la religione non è parsa essere un maremoto intenzionato a colpire quell’area e raderla al suolo.

        Se leggete le cronache dei primi giorni dell’America, scoprirete che i nostri padri pellegrini conducevano un’esistenza da ladri e da assassini che sarebbe parsa terribilmente, terribilmente malvagia a un censore di Boston.

        Come fu possibile a quel tempo produrre una qualche impressione su chicchessia? Come fu possibile produrre una qualche impressione su quegli individui?
        Li convinsero con la religione… giù duri!

        La loro condotta punitiva fu in realtà un tentativo di creare una civiltà a partire da leggi sistematiche.
        Quello è stato l’uso della religione.

        Se guardiamo in passato, qualunque pensatore o filosofo concorda con questa definizione. Non è una mia definizione. La religione è un meccanismo per controllare le persone, non è un tentativo di promuovere la comprensione.

        Il misticismo, tuttavia, era un tentativo di giungere alla comprensione.

        A parte il misticismo e la magia, non conosco molti altri percorsi per giungere alla comprensione se non quelli che sono stati punitivi.

        La magia, tra l’altro, è uno studio molto preciso.
        La maggior parte della gente pensa che la magia sia quello che fanno i prestigiatori da salotto o cose del genere.
        Non è così. La magia non è quello. E un metodo per produrre effetti usando come causa il soprannaturale.

        Esiste anche lo spiritismo, che è una cosa diversa dal misticismo.
        Tutte queste sono strade, strade, strade.

        Che cosa sta studiando tutta questa gente?
        A che cosa sta cercando di approdare?
        Che cosa sta cercando di ottenere?

        Sta cercando di scoprire l’origine dell’uomo e di scoprire quanto ampi sono tutti i poteri latenti della sua personalità e di recuperarne l’uso.

        Questo, in realtà è l’intero scopo di tale ricerca.

        Non per forza bisogna scoprire gli dèi e stringergli la mano destra: recuperiamo l’uomo e scopriamo se è mai stato un dio e se mai lo è stato, perché ha smesso di esserlo.

        È un tentativo di scoprire in che cosa consiste un individuo: esiste qualcosa tipo un individuo relativamente puro?
        Se esiste o se mai è esistito, come ha fatto a degradarsi?
        Oppure, se in origine c’è un individuo degradato, come lo si purifica e lo si eleva?

        Si tratta di studi molto seri cui l’uomo si è dedicato da sempre, poco importa quanti millenni conti quel “sempre”.
        Gli abitanti delle foreste australiane, per quanto primitivi siano, di fatto studiano questi argomenti.

        Come pure li studia il dirigente capo di una qualche ditta statunitense: non è una questione di quanto grande o materialistica sia la cosa. Oh, sì!
        Un dirigente capo studia questi argomenti, senz’altro lo fa.
        Vuole sapere come si fa a procacciare del buon personale e a migliorarlo.
        Ingaggia persone che sottopongano il personale a dei test, ingaggia esperti per il morale, ingaggia Tizio e ingaggia Caio.

        Lavora incessantemente a questa cosa: come rendere migliori le persone, come far sì che cooperino meglio tra loro e così via.

        In altre parole si tratta di uno studio materiale o di uno studio spirituale, comunque lo si voglia guardare.

        Ecco che cosa si studia in Scientology.

  31. London Derry

    Segue Un attimo Marco non essere cosi lapidario……… Un professionista non è uno spettatore e quando osserva le cose le osserva per quello che in esse c’è di buono e trascura le cose che sono mediocri di bassa qualità.” “Un professionista conosce le regole del gioco come una cosa naturale.” “Quando una persona semplicemente osserva le cose, dal punto di vista se “gli piacciono” o non gli piacciono”,è semplicemente uno spettatore ed è dalla parte sbagliata.” Commenti di Ron!!!!! Ne consegue ,che anche per meditare, se lo vuoi fare devi essere un professionista e metterti in gioco

    • Marco

      Caro London D , non è proprio come dici tu… e con questo commento non voglio entrare in una disputa con te (o condizione di giochi che dir si voglia).

      Questo che hai quotato “Quando una persona semplicemente osserva le cose, dal punto di vista se “gli piacciono” o non gli piacciono”,è semplicemente uno spettatore ed è dalla parte sbagliata , beh,non c’entra nulla, è semplicemente fuori dal contesto.

      Il punto qui in duscussione è: “perdo tempo nel capire/praticare il misticismo (le filosofie orientali) , o ne ho fin sopra i capelli già solo a studiare ed audire ed applicare Scientology?”

      Ti pare che con tutto quello che c’è da fare in Scn uno abbia il tempo di fare altro? Quando ha deciso che Scn è il corpo di conoscenza più pratico e che da più risultati!

      Cioè meglio: se uno ha veramente capito la portata di quanto lavoro c’è da fare con, in, per Scn… pensi che abbia il tempo di fare altro?
      Beh, il Ponte è lungo un bel pò… non so se una vita basta!?
      Dunque per il momento: “che mi frega di diventare un professionista su una qualche filosofia orientale (con tutte le sue pratiche)?”

      Inoltre Scn si prefigge anche il grande scopo di Chiarire il pianeta, che per rendere meno mistica la frase, significa solo: -darsi da fare nel miglior modo possibile a livello personale ed organizzativo, per diffondere Scn alla società, o civiltà o 3-4° Dinamica che dir si voglia-.

      Ovviamente però (ed è questo che forse a te sfugge) prima di decidere di lavorare/avanzare usando Scn, un individuo può analizzare (o anche solo chiesto se è praticabile con risultati) anche altri metodi, persino analizza (se gli pare il caso) le filosofie orientali.

      Cioè solo “se uno si pone il problema: Beh, mi pare ci siano anche altre filosofie e metodi per il miglioramento…” (e credo che ad ogni persona intelligente capiti di fare queste valutazioni), il tizio si prenderà la briga di fare una veloce (anche solo veloce!) condizione di Dubbio.

      Per esempio potrà semplicemente chiedere informazioni, a chi ha fatto e praticato… o leggere qualcosa su un libro, o altro… forse potrà decidere di fare un’approffondita indagine… ma mi pare una cosa impegnativa che alla maggioranza delle persone non interessa. Perchè? Beh, forse perchè sono nati in occidente e la mentalità è occidentale.

      Ma cmq questa Condizione di Dubbio (perchè di questo si tratta), non ha nulla a che fare con “l’essere un professionista al riguardo”.

      Se per risolvere un Dubbio ogni volta una persona deve diventare un professionista… beh, staremmo freschi.

      Cmq io credo che chi non ha fatto mai filosofie/misticismo o altro, ha una visione più veloce dei sui dubbi… mentre chi l’ha praticata con impegno… beh, può essere che ne abbia un pò nostalgia, o che gli abbia dato dei risultati (piccoli o grandi) e dunque fa più fatica a decidere…
      Ma ancora qui non c’entra nulla l’essere un professionista od un dilettante…

      E visto che si va a memoria… ricodo un concetto di LRH che diceva questo: “chi ha studiato altre cose, e probabilmente ha un sacco di parole mal capite già da prima, in questa altra disciplina (misticisamo e/o psicologia e/o psich qualcosa e/o religione di… ecc. ecc.), beh, farà molta più fatica ad apprendere e/o a rivedere i suoi dati (rimuovere i dati non è semplice… sopratutto se sono dati stabili)”.
      Va beh, più o meno… sarà uno studente lento, o confuso, o solo loquace… ecc. ecc.

      Per esempio io ho fatto molta fatica a valutare/rimuove dati che avevo inculcati fin dall’infanzia/adolescenza sul cristianesimo… e Scn fa anche questo: rimuove dati falsi, o anche solo mezzi falsi, o anche solo fuorvianti…
      Infatti, per esempio, ai miei figli non ho mai fatto fare Religione statale (a scuola)… proprio perchè fosse poi liberi di decidere senza inculcamenti o altre difficoltà di apprendimento.

      Cmq per finire: secondo me una persona per fare Scn non serve che analizzi “professionalmente” altre pratiche, potrebbe averne bisogno (se l’ha praticata con impegno e ha dei blocchi di qualche tipo), ma la maggioranza non ne ha bisogno…
      E Scn secondo me è un compendio di filosofie e pratiche: per me Scn è senior a tutto il resto.
      E non lo dico solo io, ma fior fior di professionisti, a cui ho la tendenza (visto che quel che conosco del misticismo mi porta li) a credere.

      MI che il mio pensiero sia comprensibile… quasi a un livello professionale.

      LA MIA FILOSOFIA

      La filosofia è un soggetto molto antico, la parola significa:
      “amore, studio e ricerca della saggezza o della conoscenza, sia teorica che pratica, delle cose e delle loro cause”

      A lungo considerata argomento per intellettuali, confinata alle aule del sapere, la filosofia è rimasta in larga misura inaccessibile all’uomo della strada.

      IL PRIMO PRINCIPIO CARDINE della mia filosofia è che:
      LA SAGGEZZA DEBBA ESSERE DISPONIBILE A CHIUNQUE DESIDERI RAGGIUNGERLA.

      È al tempo stesso servitrice dell’uomo comune e dei re, e non dovrebbe mai essere guardata con timore reverenziale.
      L’egoista erudito non perdona quasi mai chi cerca di abbattere le mura del mistero per consentire alla gente di entrare.
      Will Durant, noto filosofo moderno americano, nel momento stesso in cui ha scritto un libro di divulgazione sull’argomento, The outline of philosophy, è stato relegato dai suoi colti colleghi tra le cianfrusaglie.
      Di conseguenza chiunque cerchi di portare la saggezza alla portata della gente comune malgrado le obiezioni degli “iniziati”, DIVERRÀ IL BERSAGLIO DI ASPRE CRITICHE.

      IL SECONDO PRINCIPIO della mia filosofia è che questa DEVE PRESTARSI ALL’APPLICAZIONE.
      Il sapere rinchiuso entro libri ammuffiti serve a poco e non ha valore per nessuno, a meno che non possa essere utilizzato.

      IL TERZO PRINCIPIO è che qualsiasi conoscenza filosofica HA VALORE UNICAMENTE SE CORRISPONDE A VERITÀ, OPPURE SE FUNZIONA.
      Questi tre concetti sono talmente estranei al mondo filosofico, che ho dato un nome alla mia filosofia: SCIENTOLOGY, una parola che significa semplicemente: “SAPERE COME SAPERE”.

      Una filosofia può solo essere una strada verso la conoscenza.
      Se una persona ha una strada, allora può accertare quel che per lei è verità, o meno.

      Di conseguenza, in Scientology non ci interessano le particolari differenze con altre filosofie, ci interessa soltanto mostrare all’uomo come liberare se stesso: è una questione pratica.

      LRH

      • Silvia

        Caspita Marco! Devo proprio ammettere che sei un politico nato al pari se non meglio di quelli che abbiamo giù a Roma !
        Continua così Silvia

        • Marco

          Caspita a te Silvia… ; ma dimmi, il tuo è un complimento? O è invece una frecciatina?
          Sai perchè, paragonarmi ai politici di Roma… !?

          Cmq, se intendi io sia una persona che è convinto di… , e che ha un buon TR3, e/o una comunicazione convincente al riguardo… beh, in effetti lo faccio anche di mestiere. Forse ho una deformazione professionale !?

          Se invece intendi dire che sono un insistente del tipo… “ciò ragione io!” , no… non è quello il mio intento. Non ho il minimo interesse ad avere ragione… non starei qui a perdere tanto tempo per scrivere nel blog.

          Diciamo solo che so articolare bene le mie convinzioni e che ci tengo che le persone abbiano più dati possibile.

          Cmq sia, con la Com “politica” che ho usato, mi pare che alla fine ci si è capiti in molti.

          Un ottimo risultato per Scn.

  32. London Derry

    Bene Marco,che la dicotomia termini. Pure io sono uno Scientologo convintissimo.Forse mi sono espresso male, per professionismo intendevo praticare praticare ed ancora praticare.Un giorno ci conosceremo e ti spiegherò quanta serenità c’è nel mio cuore. Non si mischiano le pratiche ,giustissimo.ma credimi quando mi siedo e chiudo gli occhi ,credimi pace e serenità mi pervadono e pervadono tutto ,non ho mai incontrato nessuna difficoltà sono una persona felice.Ti auguro se non lo sei già di provare la mia stessa felicità. HO Terminato Auguri siete Thetan meravigliosi.

    • Osservatore

      London Derry hai esposto le tue considerazioni con tono pacato e certo, si sente la pace e la serenità che c’è nel tuo cuore e sarebbe bello leggerlo anche in altre persone che scrivono. Un conto è postare scritti di Ron, come ho fatto io, ed un conto è esprimersi e comunicare le proprie certezze in modo educato e lasciando libertà di scelta ed esperienza.
      Stai nei paraggi, TU sei un Thetan meraviglioso !!! Grazie della tua conoscenza.

    • Marco

      @ London D 🙂 !

    • David

      London Derry ,
      mi è molto reale quello che dici e ne sono felice ,
      ” Non si mischiano le pratiche ,giustissimo.ma credimi quando mi siedo e chiudo gli occhi ,credimi pace e serenità mi pervadono e pervadono tutto ,non ho mai incontrato nessuna difficoltà sono una persona felice . Ti auguro se non lo sei ”
      ma per la vita avanza è fiorisce in te o in qualsiasi altro comporta anche un più elevato senso di responsabilità perché altri la possano raggiungere .
      Fammi avere la tua idea al riguardo .

      David

      • Marco

        Già David, è proprio come dici: ” …ma se la vita avanza è fiorisce in te, o in qualsiasi altro, comporta anche un più elevato senso di responsabilità, perché altri la possano raggiungere .” Questo sembra un punto di vista che spesso è perso di vista…

        “Congresso sulla capacità”

        “Il buffo è che ciò che aumentate con l’aumentare dell’ARC sul Ponte, è :
        il desiderio di aiutare, la volontà di essere aiutati, il desiderio di aiutarvi.
        È questo che aumenta.

        Forse vi siete detti, o forse qualcuno vi ha detto: “C’è qualcosa che proprio non va in me, perchè voglio aiutare il mio prossimo”.

        A malapena…penso ci sia a malapena una persona, qui, che non si sia mai posta questa domanda, tra sè e sè:

        “Che cosa mi prende, che voglio aiutare tutti i cani randagi?

        Che cosa mi prende, che ogni volta che vedo questo, questo tipo al lavoro, con il mal di testa o qualcosa del genere, voglio dargli una mano?

        Che cosa mi prende, che mi faccio sempre avanti?

        Già, che cosa mi prende?”

        Bene, finche nutrite del desiderio di aiutare il vostro prossimo, probabilmente la vostra salute è buona, e quando lo perdete, vi ammalate.

        La vostra vera domanda dovrebbe essere:
        “Che cosa mi prende che non desidero più aiutare il mio prossimo?”.

        Questo è il punto di fortuna-rovina di un caso!

        “Non voglio più aiutare”.

        LRH

        Nel nostro blog (l’unico decente italiano che tratti questo tema liberamente) spesso, sempre più spesso, ci si ritrova “avvinghiati” a discutere se Scn è buona, o non è così buona come sembra, o non è buona come è promesso… e ci dimentichiamo di parlare di mettere l’attenzione nell’aiuto.

        E’ vero che questo di “Scn è buona?” è un tema, ma su questo tema dovremmo (ogn’uno per conto proprio, magari chiedendo aiuto, e non solo criticando pubblicamente) fare una condizione di dubbio… e una volta risolto il dubbio:

        ” Informarsi onestamente delle effettive intenzioni ed attività di… , ignorando tutti i pregiudizi e le dicerie.

        Valutare…. per quanto riguarda intenzioni e obiettivi.
        Esaminare le statistiche…
        Valutare le statistiche…

        Stabilire in base al “maggior bene per il maggior numero di dinamiche” se esso dovrebbe o meno essere attaccato, danneggiato, represso oppure aiutato.”

        Unirsi, restare insieme o dare il proprio aiuto, a quello che procede in direzione del maggior bene per il maggior numero di dinamiche.

        Annunciare pubblicamente il fatto ad entrambe le parti.”

        E con questo rispondo anche alla Silvia, soprattutto, che ieri mi ha dato del politico… Perché… perchè cerco di dibattere con un forte orientamento verso LRH!?

        Ecco Silvia, approfitto della giusta attenzione posta da David sulla responsabilità di fare, di aiutare, piuttosto di cavillare e spulciare su chi ha torto o ragione riguardo a Scn…

        Scn che, visto che gli assoluti non sono raggiungibili, è “solo” un “sistema funzionale”. Scn ha sicuramente dei punti discutibili… ma cmq… sembra sia il meglio oggi “sul mercato”.

        Dunque la soluzione, invece che stare troppo a discutere sul difetti, è: “mettere l’attenzione sulle cose positive e sulle abilità”.
        Magari aiutando a migliorare le criticità, che pur ci son/saranno.

        “Difetti”, fra l’altro, enfatizzati quasi solo da DM, e cricca, cioè dagli SP (i nemici dell’uomo) che per sopprimere Scn non hanno trovato di meglio che… usare Scn al rovescio.

        Ecco direi che una volta che è stato appianato (a livello personale con soluzione del Dubbio) che quella di DM è un’attività “al rovescio”… e che Scn nell’insieme è il meglio che c’è al mondo… direi che dovremmo smetterla di cavillare, cioè di mantenere in vita “il Dubbio”… direi che mantenere “un Tarlo” presente (più di tanto), non fa bene a Scn.

        Ed in questo aveva ragione il sig. “Nessuno” che ci ha scritto dall’Australia (o da dove sia).
        A me il discorso di Nessuno era molto piaciuto: “basta spargere germi di dubbio! E’ ora (!!!) di avanzare un pò sull’aiuto per e con Scn (più organizzazione e aiuto).”

        E chi ha ancora dei dubbi… beh, se li maneggi… senza coinvolgere tutti quanti.

        Dunque una volta stabilito che Scn funziona, e che quella nel campo indipendente è il meglio che si può avere… beh, direi che gli sforzi siano da orientare ad un “più Scn”, che non meno…
        Direi che non è più il caso di dedicarci ancora a trovare difetti e difetti e difetti… “e che forse è meglio, o potrebbe servire anche, la tal pratica orientale…”

        Ecco questo è il mio orientamento… cara Silvia, promuovere che Scn: “è il meglio sul mercato” della libertà individuale.

        Ne sono molto convinto… e se non conosco così bene le filosofie orientali… beh, sostengo ciò che dico ugualmente.
        Oltre al fatto che in effetti ho analizzato le statistiche e le possibilità delle pratiche orientali (Dubbio su…) io sostengo Scn come il meglio che sia di -Fruibile-.
        E lo faccio anche solo a livello di percezione… anche se non sono un esperto di “altre pratiche”.

        Diz, Tech, “Sapienza” : 2) “una capacità per la verità”

        Perché in effetti: che prospettive potremmo avere con le filosofie orientali?
        Maneggiano la mente reattiva ed il caso?

        • paolo facchinetti

          mi sembra che come blog stiamo andando benissimo, comunque vorrei ricordare a Marco l’ultimo capitolo di Diario di un Sogno che, come libro, è piaciuto tanto a lui e sembra a tutti quelli che l’hanno letto.

          I CONSIGLI DEL VIANDANTE

          – Noi crediamo che Scientology abbia un ruolo evolutivo fondamentale in questo periodo di Fine Dharma e la utilizziamo per raggiungere l’obbiettivo predicato dal Buddismo di liberaci dal ciclo delle morti e delle rinascite e dall’interiorizzazione in questo universo.

          – Noi riconosciamo a LRH il ruolo karmico di fondatore di SCN ma pensiamo che Scientology sia senior allo stesso Ron Hubbard e che altri Spiriti Elevati vi abbiano contribuito.

          – Noi consideriamo che il percorso verso OT sia rimasto incompiuto e pensiamo di aver trovato una strada per prolungarlo ulteriormente con l’acquisizione di ulteriori capacità spirituali.

          – Noi pensiamo che dal punto di vista spirituale, proprio perché un dato ha valore nella misura in cui viene paragonato a dati di grandezza paragonabile, altri testi sacri debbano far parte delle conoscenze di uno Scientologo Libero.

          – Noi pensiamo che la tecnologia di Scientology sia funzionale per ciò che riguarda i livelli raggiungibili fino a quando il suo Fondatore era in vita

          – Noi pensiamo che i basic filosofici e tecnologici siano senior ai vari aggiustamenti meccanici che si sono di volta in volta succeduti nel corso degli anni e che quindi la definizione “standard tech” non sia operativa ai fini di definire una via funzionale e sia servita piuttosto per far dichiarare legioni di personaggi tecnici di valore e abbia fatto nascere il suo opposto altrettanto insulso di “squirrel”.

          • David

            A Paolo ,

            un bel messaggio chiaro e completo, nella storia grandi esseri hanno portato grandi filosofie ,caso vuole che una volta approdate in movimenti religiosi è subito subentrata la persecuzione su chi portava la bandiera della sua prima filosofia ,per es. la Chiesa di Roma ha creato l’Inquisizione e li tacciava , eretici , l’ OSA di DM li chiama “squirrel”.
            Una domanda , chi è rimasto in accordo con il bank ed è precipitato nel mondo wog o chi chiamato eretico o squirrel ?
            Sicuramente chi ha alterato la filosofia originale .

            David

          • Marco

            Ok Paolo, ottimi i consigli del Viandante …

            Ma qualcosa mi sfugge, non ho grande dimestichezza con questo “nuovo punto di vista”.

            È possibile avere qualche spiegazione ulteriore?

            Spero di non impegnarti troppo… anche se in effetti, non mi paiono domande di poco conto.

            I CONSIGLI DEL VIANDANTE

            – Noi crediamo che Scientology abbia un ruolo evolutivo fondamentale in questo periodo di Fine Dharma e la utilizziamo per raggiungere l’obbiettivo predicato dal Buddismo di liberaci dal ciclo delle morti e delle rinascite e dall’interiorizzazione in questo universo.

            Capisco (ho chiarito le parole) e dico: ottimo è quello che ho sempre pensato: Scn ha un ruolo fondamentale!

            – Noi riconosciamo a LRH il ruolo karmico di fondatore di SCN ma pensiamo che Scientology sia senior allo stesso Ron Hubbard e che altri Spiriti Elevati vi abbiano contribuito.

            Si vero, altri hanno contribuito a trovare il percorso; e si è vero, Scn è una conoscenza ormai “patrimonio dell’umanità”, dunque al di sopra dei suoi scopritori. D’altra parte altrimenti perché averla sviluppata!? Solo per fare del business? Alcune cose non possono essere commercializzate, la Libertà è una di queste. Per tutto il resto c’è Master Card… (beh, in effetti io però uso Visa).

            – Noi consideriamo che il percorso verso OT sia rimasto incompiuto e pensiamo di aver trovato una strada per prolungarlo ulteriormente con l’acquisizione di ulteriori capacità spirituali.

            Bene, il percorso ERA incompiuto…! Ora è stato… non completato!? Ma solo PROLUNGATO…
            Cosa significa che poi dopo OT XII (di cui Richard parla nel suo libro “Diario di un sogno”) c’è ancora da fare altro?
            In effetti gli assoluti sono inottenibile, ma mi pareva che questo OT XII, come descritto da Richard nel suo libro, fosse… abbastanza in alto!?

            – Noi pensiamo che dal punto di vista spirituale, proprio perché un dato ha valore nella misura in cui viene paragonato a dati di grandezza paragonabile, altri testi sacri debbano far parte delle conoscenze di uno Scientologo Libero.

            Beh, qui per me è difficile… e ti chiedo: è veramente importante leggere altri “testi sacri” per valutare/paragonare i dati di Scn? No, perché io credevo di averla già valutata e paragonata a sufficienza, con un sacco di altri dati… (ce n’è di religioni e/o movimenti…).
            E se invece ci fosse da leggere qualcosa per davvero (che cosi c’è un aumento di consapevolezza) quali libri sono consigliati (che siano utili per..)?

            – Noi pensiamo che la tecnologia di Scientology sia funzionale per ciò che riguarda i livelli raggiungibili fino a quando il suo Fondatore era in vita

            Ecco qui avrei bisogno di una spiegazione… in effetti devo confessare che non capisco: “la tech di Scn è funzionale fino ai livelli raggiungibili…” ???

            – Noi pensiamo che i basic filosofici e tecnologici siano senior ai vari aggiustamenti meccanici che si sono di volta in volta succeduti nel corso degli anni;

            Completamente d’accordo!

            … e che quindi la definizione “standard tech” non sia operativa ai fini di definire una via funzionale e sia servita piuttosto per far dichiarare legioni di personaggi tecnici di valore e abbia fatto nascere il suo opposto altrettanto insulso di “squirrel”.

            Questa invece è una affermazione forte! “La Standard Tech non è funzionalmente operativa per definire una/la via corretta…”

            Beh, intendo abbastanza cosa significhi… ma resta il fatto che è una forte affermazione che avrebbe bisogno di spiegazioni.

            Grazie per tutte le risposte Paolo

            Ciao
            Marco

          • David

            Marco ,
            in riferimento al punto “e che quindi la definizione “standard tech” non sia operativa ai fini di definire una via funzionale e sia servita piuttosto per far dichiarare legioni di personaggi tecnici di valore e abbia fatto nascere il suo opposto altrettanto insulso di “squirrel ”
            a me sembra un’affermazione più che logica ,c’è una standar tech , ma se osserviamo la sorgente che la applica la usa in larga misura per accumulare $ , immobili di prestigio e continuamente immette arbitrari nell’uso dell’etica poi inserendoli nella stessa tecnologia , se vediamo che tutto questo è evidente e continuativo nel tempo , questo ci da gli indicatori per trarne un giudizio , e quello riportato da Paolo e esauriente.

            David

        • Silvia Chiari

          Caro Marco per quanto riguarda il MIO pensiero TU non hai capito un benemerito c….!
          Io l’unica cosa che ho visto che sei un “politico” e come tale ti adegui a quelli che li lisciano il pelo per il verso che vuoi tu.
          IO non ho nessun dubbio sulla funzionalità di Dianetics in primis e poi Scn fin dove ho fatto cioè fino a OT III ..tu puoi dire la stessa cosa ?
          IO non ho mai posto dubbi sui benefici di Scn ma …se vorrai rileggerti i miei commenti senza il filtro di prevenzione nei miei confronti come hai sempre…….ho sempre detto che le altre pratiche funzionano molto meglio se le persone prima facessero almeno fino Clear e poi ognuno sceglie, dato che Scn non mi pare tratti la spiritualità in modo così specifico come altre filosofie.
          IO non ho mai posto il problema che ci fosse troppa carne al fuoco sul blog e che se si parlava di cose troppo tecniche e che in questo modo il blog sarebbe morto , mettendo in dubbio la funzionalità dei gestori del blog.
          IO ho dato valore a chi esprimeva i propri pensieri in modo sereno e col cuore e non mi sono mai posta in modo di primeggiare per i miei interventi.
          L’aiuto è una bellissima cosa ma bisogna essere capaci di aiutare !!!! e soprattutto in primis se stessi.
          Io non sono in comunicazione ne con OSA nè con nessun di nessuna organizzazione della chiesa ufficiale ………………….!!!
          Come di Nessuno —- prima di parlare riguardo a scn in modo certo come vuoi fare tu bisogna averlo percorsodai tutti e due i lati.
          Io non ho intenti di leader …come può essere per un politico !
          Io non offendo ricendo “tanto io sono benestante e non vado alla caritas ” solo perchè nonci si occupa pubblicamente delle altre dinamiche , questo lo fanno i politici e l’Italia ne è una dimostrazione !!!
          Adesso non ho altro tempo e non ho nessun dubbio nè su Scientology e Dianetics, nè sull’ARC che ci può essere con le altre persone che scrivono sul blog, anche se postano scritti di altre persone ( che in fondo non fano altro che rafforzare l’intento di volere una vita migliore e scoprire se in questo immenso pizzle si possono trovare tasselli per renderlo più completo) ….. e non ho dubbi su di te e i tuoi intenti :
          Silvia

          • paolo facchinetti

            Se fossimo tutti più giovani si potrebbe pensare che Silvia e Marco presto si sposeranno!

          • David

            Si Paolo , nella com tra Marco e Silvia c’ è spesso un impetuoso ciclo di ARC

          • Marco

            Cara Silvia “calma e gesso”!

            Va beh, ti informo che non ho nessuna intenzione di crare una situazione con te… per cui non starò qui a ribattere. 😉 Buon per te.

            Ma… una cosa mi balza evidente e su questa non posso tacere: è lampante che tu devi aver messo da parte molti miei commenti… e forse ne hai creato un dossier… 😦 Hai citato troppe cose da me scritte (tutte vedendole con occhio negativo) per non pensare che se non è un dossier, quanto meno è un archivio e/o una sottolineatura dei miei “più infidi commenti”.
            Fosse che non fosse che ha ragione Paolo…!? E’ evidente che c’è un interesse.

            Cmq di una cosa sono soddisfatto: sono riuscito ad alzare un pò il livello di tono.

            Cara Silvia, saluti e baci dormi serena. (che in effetti adesso ripensandoci, se si potesse… beh… forse non mi risparmierei di provare un approccio di qualche tipo… anche solo una limonata… così tanto per vedere “che effetto che fa”. Speriamo mia moglie non legga… è estremamete gelosa)

            P.S. bella Silvia, se non vuoi che io ribatta ai tuoi commenti su di me… fai a meno di farli tu in primis.. te lo avevo già detto che io mordo!?

          • Marco

            LA VIA DELLA FELICITA’

            COS’E’ L’AMORE?

            “Ci sono innumerevoli messaggi scritti meravigliosamente, lettere e poesie che descrivono l'”amore” in modi toccanti ed eloquenti.
            Ci sono altrettanti freddi studi scientifici e ricerche sull'”amore”. Probabilmente ancora oggi la maggior parte delle persone sono più confuse che mai!

            Chiediamo scusa se la nostra descrizione manca dell’eloquenza degli altri scritti.
            Tuttavia devi essere in grado di pensare e comprendere che cos’è l’amore. Devi essere capace di pensare intelligentemente riguardo all’amore.
            E devi riconoscere l’amore quando esiste.
            E devi riconoscere quando non si tratta affatto di amore!

            E quindi ti diamo un concetto semplice.
            Non sottostimare questa definizione.
            Devi afferrarla completamente ed essere in grado di poter pensare con questa definizione.

            La tua futura felicità potrebbe dipendere da questo!
            Pronto?

            L’amore è “un intenso ed affettuoso interesse per un’altra persona.” (American Heritage)

            Nota che è un interesse e non un desiderio o una necessità.

            Potresti anche avere un desiderio, ma questo desiderio non è amore.

            Una necessità non è amore.

            Non riguarda se stessi.

            L’amore ha a che fare con l’altra persona.
            Ricorda semplicemente che è “un intenso ed affettuoso interesse per un’altra persona.”

            Allora cos’e’ il sesso?
            Potremmo fornire una definizione formale, ma la semplicità è che: il sesso è un’attività necessaria per procreare e tenere in vita la specie.
            La maggior parte delle persone trova che sia un’attività gradevole e, ovviamente deve essere così, altrimenti tale attività non ci sarebbe e la specie scomparirebbe a poco a poco.

            La maggior parte delle persone sente che il sesso è un ottimo mezzo per esprimere l’amore, ma il sesso ha veramente poco a che fare con l’amore.

            Ovviamente il sesso può esistere completamente privo d’amore.
            C’è la prostituzione. C’è la pornografia. E c’è il sesso occasionale e la promiscuità.
            E’ semplicemente troppo ovvio che molte attività sessuali accadano senza alcun collegamento con l’amore!

            Anche se è vero che in un rapporto romantico ideale, amore e sesso sarebbero entrambi presenti, devi comunque essere in grado di differenziare i due.

            Però le persone fanno rientrare l'”amore” nel “sesso” e il tutto diventa complicato.
            Non è complicato, il sesso è il sesso e l’amore è: “un intenso ed affettuoso interesse per un’altra persona.”

        • Rispondere a Ron a cosa gli prende alla chiesa di DM quando vuole aiutare… i soldi. Questa è la risposta.

        • Diogene

          Eccellente revisione, Marco, pure ai consigli del viandante (peraltro ben condivisibili)… si vede che sei un bravo studente.
          Ritengo che approfondire la conoscenza di altri punti di vista (leggi: altre pratiche, scienze o filosofie più o meno religiose) non sia una perdita di tempo ma un arricchimento personale. Detto questo, poi a qualcosa di pratico ci si deve dedicare.
          Forse esagerando un pochino, mi viene da dire che Essere equivale a Spazio e quello spazio va riempito in direzione di maggior Essere, mentre Fare è più una capacità di aggiustamento nell’universo in cui si abita e Avere è decisamente una forma di consolidamento e quindi una possibile chiusura dei cicli che però manifestano chiusure di spazi e ciò va ad intaccare la quantità di Essere-Spazio individuale. Ovvio che uno spazio chiuso chiude lo spazio anche ad altri, così sentiamo – ad esempio, ma non solo – tutta la pesantezza dei duri-e-puri che impongono standards di improbabile efficacia. Il discorso, come sempre, è ampio… (sempre che un Essere possa o sia in grado di Spaziare).

          • Marco

            Grazie Diogene… in effetti mi piace leggere e rileggere per capire…

            Ti dedico questa quota di LRH:

            CORSO DI DOTTORATO DI FILADELFIA
            “CARATTERISTICHE DEI FLUSSI”

            “Una persona dovrebbe avere un bel pò di spazio…

            Se avesse un sacco di spazio, beh, il suo tempo sarebbe fluido; e lei sarebbe leggera; e la sua estetica può manifestarsi più facilmente.

            Vedete, l’ARC diventa di cattiva qualità quando iniziate a entrare nei flussi tipici dell’universo MEST, e diventa pressoché impossibile mantenerla.

            Un’onda estetica trova molto arduo penetrare qualcosa di assai grossolano e pesante.
            Un’onda estetica non si trasmette facilmente attraverso qualcosa di grossolano e pesante.

            Il buffo è che theta può comunicare in termine di idee senza essere disturbato dai flussi dell’universo Mest.

            Theta naturalmente predilige la fascia estetica, perchè è la più vicina all’assenza di movimento; è la più vicina alla sottile lunghezza d’onda che può avvicinarsi al theta medesimo.

            Theta è in grado di comunicare attraverso l’estetica molto, molto prima di quanto non sia capace di comunicare attraverso la ragione.”

            LRH

          • Diogene

            La tua dedica è assai gradita, Marco… una vera leccornia theta per buongustai:))

  33. London Derry

    Serenità ,tranquillità e pace, nascono da una consapevolezza di non essere un unicum ma un unicum inserito in una miriade di contesti. Da qui ,nasce la consapevolezza di un agire responsabile e il piu’ possibile etico.Io personalmente commetto errori, ma con la med… e lo studio di scen ne sono sempre piu’ consapevole ed il mio agire cerca costantemente il tempo presente o progetti per il futuro. Sicuramente il ponte ,potrebbe essere una via di consapevolezza per l’umanità .Io lo sto percorrendo e posso solo dire quello che ho sperimentato tutto bene.Pero :un Essere puo’ anche prendersi la libertà e responsabilità di un altro agire.Spero di aver risposto alla tua domanda. Ciao David ti auguro un ottima giornata.

  34. Marco

    -La Pianificazione Attuale-

    “Se vogliamo farcela, dobbiamo lavorare individualmente, amministrativamente e come gruppo, e lavorare bene.

    Il premio è ritrovare se stessi e diventare liberi.

    La punizione per il nostro fallimento è la condanna a un’eternità di dolore e di amnesia, per noi stessi e per i nostri amici e per questo pianeta.

    Non è una semplice questione di venir uccisi.
    E’ una questione di venire uccisi e uccisi e uccisi, più e più volte, vita dopo vita, per l’eternità.
    Non è piacevole.

    Anche se adesso non hai molta realtà su questo, presto ne avrai a sufficienza. Ma forse probabilmente, lo comprendi già…

    Con Scientology ci è stata offerta questa inestimabile opportunità.

    Dobbiamo farcela…

    Non c’è tanto tempo per dubbi o tentennamenti…”

    LRH

  35. luciano

    Molto bene Paolo la sintesi è perfetta .Che altro ci sarebbe da dire…….Tutti al lavoro. Ti saluto con affetto Luciano.

  36. London Derry

    Les jeaux ne sont pas fini .

  37. luciano

    Ai ragione Marco!!!! Una persona è di valore se Aiuta. Noi ,di fatto siamo un gruppo sparso e difficilmente potremo fare come gruppo.Che fare allora? Ognuno faccia da solo la sua parte si dia da fare anche nelle cose semplici e quotidiane.Parli pure di Dian..Scientology o di altre realtà ,si doni all’altro la propria conoscenza spirituale in modo che anche lui si senta investito dalla nostra ARC e desideri sapere di più. Per ora, non vedo altre soluzioni. Capisco e condivido quanto di bene vorresti per questa terra,forse le cose non vanno come vorremmo, lo vedo,pero credo anche che molte persone stiano cambiando sè stesse e si danno un sacco da fare. Persino il Papa……..e il che è tutto un dire. Ciao Marco Con affetto Luciano

  38. London Derry

    8( ‘ ‘ )8 Love in home 8( ‘ ‘ )8

  39. London Derry

    No love no sex No sex no love………No Alpi tour….aih aih ahi..aih……

  40. London Derry

    $$ sorry $$

  41. luciano

    Ciao Marco lo studio e la pratica della Falundafa forse potrebbe prospettarti nuovi orizzonti.Resta inteso che non si mischiano le pratiche.Come nella dieta si varia anche nella Spiritualità ci sono diversi menù attenzione a non mischiare alimenti non compatibili. Discernimento Ciao con affetto Laky P.S. C’è da studiare per anni,

  42. paolo facchinetti

    X MARCO… cerco di rispondere alle tue domande:
    1) non ho raggiunto OT XII quindi non so quale possa essere lo stato una volta giunti lì e se ci potranno essere livelli ulteriori.

    “Noi pensiamo che la tecnologia di Scientology sia funzionale per ciò che riguarda i livelli raggiungibili fino a quando il suo Fondatore era in vita”.
    Cioè che si può percorrere il ponte di fine anni 70 fino alla sua fine grosso modo così com’è, cioè fino a Solo NOTs (OT VIII escluso nelle sue varie versioni), anche se ci potrebbero essere altri percorsi per arrivare lì.

    L’ultimo punto sta a significare che l’espressione “Standard Tech” è un’espressione vuota, che non significa nulla perché non è mai esistita una standard tech uguale a sé stessa, mentre la conoscenza dei “basic” è ciò che permette di applicare intelligentemente i dati e i procedimenti di Scientology.

    Per ultimo lascio il punto che riguarda le altre filosofie. Dal MIO punto di vista non penso che sia solo importante, penso che sia FONDAMENTALE. Molti di noi pensano che io scherzi quando dico che la CofS sia stata composta nella sua versione ufficiale, ma non solo da fumatori, bestemmiatori, gaudenti a vario titolo, ma in realtà è una cosa che mi “rattrista” molto. Mi è naturale all’interno del mondo scientologico avere facilità di comunicazione e comprensione con chi ha una conoscenza di altre filosofie, che ha… diciamo così “la mente aperta” (dando un senso positivo a ciò che in KSW viene descritto come negativo), come Richard o David Mayo ad esempio. In Scientology LRH ha detto tutto e spesso il contrario di tutto, per cui se non viene “filtrato” da conoscenze parallele (anche all’interno della stessa Scientology) è difficile che qualcuno si raccapezzi senza aver l’illusione di essersi raccapezzato. Non dico impossibile, ma difficile. il nostro Sig. Nessuno qui esalta il SHSBC che io ho fatto, ma ricordo che quando Renato Smith tornò dopo 1 anno di training a Copenaghen sul Saint Hill Special Briefing Course infilò 3 o 4 Red tag di fila perché era talmente confuso da tutti i dati appresi senza logica e senza massa che quasi non sapeva più audire.

    • Luc

      Ciao Paolo, quando dici: “Cioè che si può percorrere il ponte di fine anni 70 fino alla sua fine grosso modo così com’è, cioè fino a Solo NOTs (OT VIII escluso nelle sue varie versioni), anche se ci potrebbero essere altri percorsi per arrivare lì.”
      Secondo te quali sono gli altri percorsi?
      ARC
      Luca

      • paolo facchinetti

        non intendevo niente di particolare. I Gradi sono una disposizione razionalizzata dei procedimenti sviluppati soprattutto negli anni 60 e 50 per permettere al pc di percorrere poi procedimenti di Clearing. E’ una disposizione razionale e logica e quindi vanno bene così senza doversi mettere a riscoprire l’acqua calda.

        • Luc

          Certo Paolo, capisco e sono d’accordo.
          Invece cosa ne pensi dei moltissimi procedimenti che trovi su Internet che promettono grandi risultati? Mi riferisco a coloro che hanno trovato altri modi per percorrere livelli OT od altro, che ti dicono: “Così è sbagliato, fallo così che è meglio”.
          ARC
          Luca

          • paolo facchinetti

            Bisognerebbe vedere caso per caso, la maggior parte sono cambiamenti che non servono a nulla se non ad incasinare una persona, in altri casi si tratta di riscoprire l’acqua calda, in altri casi si è rinunciato all’idea di perseguire un goal di libertà totale dello spirito ma si sono sviluppate psicoterapie. Quando si intraprende un percorso di conoscenza in qualsiasi campo bisogna partire dal presupposto che per ogni dato che si studia in quello stesso istante nel mondo ne vengono prodotti altri 50, quindi bisogna adottare dei criteri di selezione altrimenti si finisce per correre dietro a tutto e a tutti. Io mi sono ritrovato con Richard su un percorso a distanza e senza conoscersi condiviso, anche se lui è andato poi molto più avanti di me. In tutto il mondo scientologico indipendente e libero ho trovato interessante (per interessante intendo dire che contengono dei dati utili, non che tutto ciò che scrivono sia condivisibile e da prendere ad occhi chiusi) il Libro di Geoffrey Filbert Excalibur Revisited, Dianasis di Irene Munford, anche il bollettino su S&D di John Mc Master che abbiamo pubblicato e ovviamente Richard.

    • Marco

      Grazie Paolo, tutto molto interessante, mi è piaciuto leggerti.
      Ma naturalmente avrei da dire e chiedere altre cose… non tutte mi sono chiare. Ma ci sarà occasione.

      Per non lasciare piccole curiosità, quoto dal libro di Richard, cosa lui dice di OT XII (ma anche la descrizione dei livelli prima di questo).
      Non so se sbaglio… a quotare tutto “l’event” di Red che annuncia i livelli, ma io sono rimasto affascinato…

      Spero di non violare qualche copyright… nel caso perdonami.

      DIARIO DI UN SOGNO
      Da pagina 70 a pag. 74

      “Red era in vena di consigli quel giorno: “Ricorda, alcune cose dovrai scriverle nel tuo libro”

      … è necessario stare lontani dalle sostanze intossicanti. Le droghe, gli alcoolici ed anche le sigarette.
      Un bicchiere di vino a cena con gli amici è terapeutico, ma scolarsi una bottiglia tutti i giorni è satanico.
      Una sigaretta fumata saltuariamente per il gusto di farlo può essere piacevole, ma il tizio che fuma due pacchetti al giorno e che afferma che lo fa “perché lo vuole” e che può smettere quando vuole… beh, evidentemente quel tizio è sotto il controllo diretto della manifattura tabacchi; meglio se smette.

      Usare un linguaggio pulito, privo di maledizioni, imprecazioni e parolacce, presto o tardi darà un risvolto positivo alla propria vita, quindi consiglia un atteggiamento simile.

      Tutto deve essere indirizzato a prendere il controllo che è stato perso da ormai lungo tempo sul Corpo MEST.
      Puoi notare che anche la religione Mussulmana ha un particolare mese dedicato al digiuno e all’innalzamento Spirituale.

      Ogni uomo che voglia raggiungere più alti stati di Essere deve essere in grado di riprendere il controllo sulla parte di trappola che lo coinvolge direttamente; questo è il primo vero passo da fare in direzione della libertà.

      “Ma ora basta con le prediche, è ora di andare in scena!”
      “Ma di che diavolo… ehm, ma di cosa stai parlando Red, quale scena?”
      “La tua sceneggiata, te lo avevo promesso, non ricordi?”

      Non cercai di capire di cosa si trattasse, ma in un attimo ci trovammo
      all’esterno del Madison Square Garden.

      Non capivo cosa avesse in mente quel vecchio pazzo; di certo provavo un’ammirazione tale per lui che gli avrei concesso qualsiasi cosa, anche la più folle.
      C’erano manifesti ovunque; un mega schermo posto sopra l’entrata del Garden mostrava scene di incontri di Wrestling, ed ogni tanto appariva la scritta “Grandiosa conferenza di Red oggi alle ore 3pm”.

      La folla si accalcava all’esterno; mai vista così tanta gente radunarsi in un posto solo.”

      “Red si sistemò su di un alto sgabello e staccò il microfono dal suo piedistallo.

      Non sapevo veramente cosa aspettarmi; per ogni evenienza mi ero messo appena dietro le quinte così da poter vedere ed ascoltare tutto senza attrarre l’attenzione su di me, e qui accadde un fatto strano.

      Sentii Red cominciare a parlare con il classico stile usato nelle sue conferenze; quel particolare modo di esporre le cose che mi ha sempre affascinato e che spesso mi ha fatto sorridere.

      “Ciao ragazzi,
      Buonasera a tutti voi e grazie per essere presenti a questa Unica conferenza.
      Bene, che giorno è oggi? Dalla platea una donna: “11 Agosto Red”.
      Grazie, molto bene… il titolo dì questa conferenza è:
      I Livelli Superiori OT 14 Agosto AD 62

      Grazie, molte grazie, il tema di oggi ha a che fare con qualcosa che tutti voi aspettavate da ormai molto tempo.

      Abbiamo della buone notizie, anzi, direi che le notizie son addirittura ottime.
      Come ben saprete il lavoro è stato lungo, la ricerca non è mai cessata, ma sono lieto di comunicare a tutti voi che il terzo ed ultimo muro del fuoco è stato oltrepassato.

      La ricerca è ora terminata e ogni gradino atto a raggiungere la fine del Ponte è stato sviluppato e sarà reso disponibile a breve.

      Voglio darvi un rapido accenno a ciò che andrete incontro e spero che
      la cosa possa risultarvi piacevole.

      C’era una particolare barriera che andava ricercata e analizzata; questa barriera è strettamente legata al motivo per cui un Essere non è in grado di Esteriorizzare, o se alcune volte gli dovesse riuscire, la condizione non rimane stabile.

      II primo annuncio è che questa barriera è stata maneggiata completamente, ora abbiamo la via di uscita.

      Ora il primo vero Livello OT : OT VIII

      Questo livello si occupa di destimolare completamente l’engram di
      quarta dinamica che assilla ogni Essere presente sul Pianeta Terra.
      Questo Livello ha uno stile di Auditing molto diverso dai precedenti e si occupa esclusivamente di liberare un Essere da quella particolare trappola che per molto tempo lo ha tenuto.

      In realtà non destimola soltanto l’engram in questione, ma ne cancella
      una buona parte.

      Lo scopo di questo Livello è di cominciare a ri-familiarizzare un Essere con il proprio Universo e fargli ottenere la Certezza del SE’.
      La durata di questo grado varia da un anno a due.

      Il secondo vero Livello OT è OTIX.
      A questo punto l’Essere munito di sufficienti cavalli vapore ottenuti dall’Auditing del Livello precedente affronta completamente l’engram di quarta dinamica e lo cancella completamente.
      Sarà un lavoro di pazienza, il Livello in se è piuttosto semplice ma molto lungo.

      La sua durata è di circa sette/otto anni, ma ci dà come risultato finale l’Essere più libero che abbiate mai visto fin’ora.
      Con OT IX otteniamo il CLEAR OT.

      Passiamo ora al terzo vero Livello OT, OTX.

      Su questo livello l’Essere risolve ogni forma di connessione con l’Universo MEST e con le altre forme di vita; in realtà, su questo semplice Livello trova e risolve ogni singolo intralcio su tutte le dinamiche di modo che possa essere completamente libero da ogni futuro ciclo di morti e rinascite.

      Sul Livello X un OT può muoversi con una certa facilità tra l’Universo MEST e l’Universo Theta.
      A questo Livello l’Universo personale viene completamente riabilitato.

      La durata del Livello varia dai sei mesi ad un anno.
      Il prodotto di questo Livello è II CLEARED THETA CLEAR.

      Ora diamo un rapido sguardo agli ultimi due Livelli rimasti, si tratta dì OT XI
      Livello sul quale l’Essere ormai libero da catene impara alcuni semplici esercizi OT.
      Ritorna in possesso di alcune delle sue peculiari abilità ed impara nuovamente a metterle in pratica.

      La durata del Livello non può essere misurata, perché da questo punto in poi siamo fuori dall’inganno chiamato Tempo.
      Il Prodotto è un Essere che può ricominciare ad usare le sue abilità più elementari.

      Ed ora, l’ultimo dei Livelli, quello dal quale un Essere può decidere se lasciare volontariamente il proprio Corpo MEST oppure se continuare ad utilizzarlo ancora sul Pianeta Terra.
      Stiamo parlando di OTXII.

      Su questo particolare grado l’Essere riprende piena familiarità con tutte le sua innate abilità e capacità e… non vi dico altro, se non il fatto che per poter attestare questo Livello, l’Essere in questione deve superare un particolare test.

      In accordo col proprio Supervisore del Caso deve scegliere un Mock- up e creare questo Mock-up facendo in modo che sia visibile e percepibile ad un certo numero di persone.

      Questo segna la fine del Ponte ed otteniamo un Essere completamente riabilitato che può creare o non creare un Universo a Volontà.

      Naturalmente questi materiali saranno strettamente confidenziali e la scelta degli Esseri che potranno accedetti sarà delegata ad un equipe di persone altamente qualificate e con notevoli percezioni.

      Spero di avervi dato delle notizie che aspettavate da ormai molto tempo.
      Questo è il nostro più umile dono per l’umanità.
      Spero che possiate farne l’uso che merita. Un caloroso saluto a tutti”

      Red si alzò dal suo sgabello e dovette rimanere in piedi per un po’ perché le persone presenti si erano alzate e stavano applaudendo facendo un baccano infernale.

      Io pensavo che avesse finito; la conferenze mi era piaciuta, ma non vedevo l’ora di andarmene… avevo diverse domande da porgli e volevo farlo subito.
      Ma lui rimaneva immobile con il suo solito sorriso stampato in faccia.

      Dovetti aspettare ancora cinque minuti buoni di applausi prima di veder cambiare qualcosa.

      Red alzò la mano destra; la folla cessò di applaudire e si calmò.
      Estrasse cinque pacchi sigillati con i nomi dei vari Livelli stampati sulla parte anteriore, si girò verso di me dicendomi: “Ora dobbiamo consegnarli alle persone giuste”.

      Qualche alto ufficiale della prima fila tentò di alzarsi per prenderne possesso, ma Red lo bloccò col gesto della mano, si fermò un attimo, pareva scrutare il fondo della sala ed indicò due persone avvolte nella semioscurità.
      I due tizi tentennarono per un momento, ma avevano perfettamente capito che Red si stava riferendo a loro.

      Si alzarono timidamente e cominciarono ad avanzare verso il palco. “Ma Red, conosco quelle persone… come mai hai scelto due persone che hanno ricevuto l’SP Declare?”

      Red senza parlare mi trasmise telepaticamente ogni singolo avvenimento accaduto prima durante e dopo quel fatto.
      Sembrava proprio che la cosa fosse stata pianificata bene in anticipo e che le due persone fossero state prese di mira per il capriccio di qualcuno… restai senza parole.

      “Come vedi, pur essendo stati giudicati ingiustamente, sono rimasti onesti e leali, e nonostante questo sono persone altamente addestrate… addestrate nel modo giusto, e poi mi fido di loro “.

      Erano addirittura due Senior C/S di vecchia data.

      Si avvicinarono sino al palco dove Red consegnò loro i materiali dicendogli:

      “A voi il compito di verificarli attentamente e di cominciare a sottoporre alcune persone all’interno di un programma pilota.

      Serviranno rimedi e liste di riparazione, ma lascio alla vostra abilità ed alla vostra perizia tecnica il compito di aggiungere quello che manca… senza alterare nulla.
      Lui sarà il vostro supervisore (indico me).

      Tenete alta la sicurezza su questi materiali, tenete fede ai vostri principi di libertà spirituale e trasmettete questo dono ad ogni uomo che voglia onestamente la propria realizzazione spirituale. Avete domande?”

      I Due si guardarono in faccia; in parte erano sorpresi della scelta effettuata, in parte erano onorati di doversi assumere un fardello così pesante… la risposta fu: “No, non abbiamo domande, ma grazie per la grande fiducia che ci hai accordata; faremo del nostro meglio affinché ogni cosa sia fatta nel migliore dei modi”.

      Red li salutò, diede un rapido saluto alla folla ed uscimmo da dove eravamo entrati.

      Lo guardai e gli domandai: “Perché proprio loro due?”
      “Caro e ottuso amico mio, c’erano altre persone che per onestà e lealtà avrebbero avuto diritto ad avere quei materiali; qualcuno era troppo legato a chi ha fatto di tutto per assecondare dei piani fatti molti anni fa che erano contrari ai nostri.
      Fortunatamente siamo riusciti a prevedere tutto quanto e finalmente ci abbiamo posto rimedio… tutto sta procedendo come previsto.

      In quanto alla scelta delle persone, e ti prego di non scrivere i loro nomi, il fatto è molto semplice; loro due formano un’ottima coppia, si stimano a vicenda e sono professionalmente veramente in gamba.

      Oltre a queste cose hanno sviluppato una consapevolezza al di sopra della media… ti può bastare la mia risposta?”

      Sì, la risposta era sufficiente, anzi, era logica.

      Red rideva di gusto, io non ne capivo il motivo quindi glielo chiesi.

      “Ma sei proprio uno zuccone! Quella era la sceneggiata in tuo onore; naturalmente ti sarai reso conto che le persone presenti al Madison Square Garden non erano Corpi MEST… vero?”

      Ero stato così rapito da tutto quanto che quel piccolo particolare mi era sfuggito: “Ma allora…”

      “Allora significa che è ora che tu finisca il tuo libro e vedrai che le cose magicamente cominceranno ad avvenire; da quel che vedo tutti i gradini che abbiamo elencato nella conferenza sono tangibili, reali e percorribili, ora sta a voi fare in modo che tutto questo succeda. E ti assicuro che succederà… se deve succedere.”

  43. London Derry

    Moltissimi pur vivendo “dormono.” Molti cercano con affanno. Pochi giungono alla meta.

  44. luciano

    Volevi forse dire 1000 cercano 100 continuano 1 ce la fa ( B. G. ).Spendere una vita, per cercare di plasmare il proprio cuore e cercare di capire chi siamo è la cosa più entusiasmante che un Essere possa fare.”Mente aperta e cuore libero sono i basic per questa esplorazione.Esplorazione che ci accomuna anzi che ci dovrebbe……E’ un oceano di sapienza non sporchiamolo con il mio è il più giusto il tuo è sbagliato. Ron disse che sopra il Q1ed ilQ 2 ( vertice della piramide ) forse ci sarebbero stati altri Q da cui operare non li escludeva………Secondo la mia esperienza esistono……sono stati che le parole non possono esprimere e se cercano ne rovinano l’essenza. Le parole Pace, Amore, Beatitudine forse potrebbero ma sono troppo grossolane. Il pensare il tanto sublimato pensiero è la negazione di questi stati. Forse ( secondo me ) questo è stato l’errore di Ron lui era uno scienziato e voleva le prove .Ma li è un mondo dove le prove le sperimenti solo tu. Ciao luca ti risento e mi fa molto piacere. Vi saluto e vi auguro buona notte

  45. Luc

    Ciao Paolo, direi che sono d’accordo con la tua analisi, era quello che pensavo.
    Basta guardare su qualche sito inglese per capire che molto persone si perdono fra tutte queste tecniche che circolano… Persone che nel mezzo di OT 3 mollano per fare altre tecniche ritenute più efficaci, ed alla fine si ritrovano in cerca di Auditor per essere riparati…
    Credo sia logico che quando inizi un percorso sia giusto portarlo a termine, o perlomeno arrivare ad un punto Flat/ di Release.
    Un saluto,
    ARC
    Luca

  46. Marco

    Embeh… , nessuno commento sui livelli OT dall’8 al 12 cosi come descritti!?

    No sono una cosa eclatante e definitiva?

    OT VIII Questo livello si occupa di destimolare completamente l’engram di quarta dinamica che assilla ogni Essere presente sul Pianeta Terra. In realtà non destimola soltanto l’engram in questione, ma ne cancella
    una buona parte.
    Lo scopo di questo Livello è di cominciare a ri-familiarizzare un Essere con il proprio Universo e fargli ottenere la Certezza del SE’.

    OTIX. A questo punto l’Essere munito di sufficienti cavalli vapore ottenuti dall’Auditing del Livello precedente affronta completamente l’engram di quarta dinamica e lo cancella completamente.
    Con OT IX otteniamo il CLEAR OT.
    Sul Livello X un OT può muoversi con una certa facilità tra l’Universo MEST e l’Universo Theta.
    A questo Livello l’Universo personale viene completamente riabilitato.
    Il prodotto di questo Livello è II CLEARED THETA CLEAR.
    OT XI Livello sul quale l’Essere ormai libero da catene impara alcuni esercizi OT.
    Ritorna in possesso di alcune delle sue peculiari abilità ed impara nuovamente a metterle in pratica.
    Il Prodotto è un Essere che può ricominciare ad usare le sue abilità più elementari.
    OTXII. Su questo particolare grado l’Essere riprende piena familiarità con tutte le sua innate abilità e capacità e… non vi dico altro, se non il fatto che per poter attestare questo Livello, l’Essere in questione deve superare un particolare test.
    … deve scegliere un Mock- up e creare questo Mock-up facendo in modo che sia visibile e percepibile ad un certo numero di persone.
    Questo segna la fine del Ponte ed otteniamo un Essere completamente riabilitato che può creare o non creare un Universo a Volontà.

    • Diogene

      Hai ragione, Marco… c’è un silenzio imbarazzante riguardo ad un annuncio epocale come quello di Richard.
      Si tratta di un manifesto understatement? Oppure di una specie di contrappasso allo spreco di applausi che la maggior parte degli scientologi ha visto reiterarsi ad ogni enciclica della Sainthill Sede?
      Sembra che la Fede, quella che va a braccetto col Coraggio, sia ai suoi minimi storici. Certo è che i sogni non finiscono all’alba, per fortuna dei sognatori… e se ci credi, può darsi che succeda.
      A volte un sogno appare come un proclama, a volte un proclama ispira un sogno. Almeno questo è ciò che la gente vuole per alimentare qualche speranza. Ma non tutto è negativo: nulla è più sorprendente della realtà che supera un sogno fantastico.

    • David

      Man mano che si procede sul Ponte la vita postula e comprende da un punto di vista sempre più elevato , la si potrebbe paragonare a una sua evoluzione di guadagno in confronto al Mest , dopo il VII si avrà sicuramente una maggiore comprensione per decidere.

      David

  47. luciano

    Mi è piaciuta e la voglio condividere.
    Una persona malvagia è gelosa per natura. Per egoismo ed ira, si lamenta delle ingiustizie nei suoi
    confronti.

    Una persona benevola ha sempre un ( CUORE COMPASSIONEVOLE ). Senza malcontento od odio, prende
    con gioia le avversità.

    Una persona illuminata non ha più alcun attaccamento. Osserva tranquillamente la gente comune
    accecata dalle illusioni.

    Li Hongzhi
    25 Settembre 1995

    Non dà importanza a gioie e dolori umani: un coltivatore.
    Non è attaccato a guadagni e perdite mondane: un Arhat.

    Li Hongzhi
    Maggio 1995

  48. London Derry

    X. Diogene Alcune volte, chi sa non parla e comprende ,chi parla non sa e…… non comprende. Non che ad ogni annuncio si debbano dare fiato alle trombe e ballare con la lingua. Magari i condomini la stanno accogliendo e ne sono consapevoli e felici.Dopotutto siamo o no! Thetan.

    • Diogene

      LD, io direi che thetans lo siamo dopotutto ma soprattutto e innanzitutto. E già questo fa una piccola differenza per chi comprende. Ciao.

      • Marco

        Diogene, io comprendo perfettamente…come dici “sopratutto ed innanzitutto fa una piccola differenza”… è così ovvio.

        Cmq, a parte gli scherzi, il fatto che non ci siano commenti sui livelli di Richard secondo me è un pò… sintomatico (di qualcosa).

        Il comunicare dei dati così “eclatanti” presumerebbe che ci siano quanto meno dei riconoscimenti… anche solo nel senso di “ah beh si, grazie, ho letto, è una bella (o brutta) novità, incredibile…”.

        Oppure: ” ah beh, che bello, era ora di sicuro non vedo l’ora di arrivarci”…
        Oppure: “mah, io non ci credo, non capisco, non è possibile… le solite balle”

        Insomma qualsiasi comunicazione…
        Perchè? beh, perchè “un uomo è vivo nella misura in cui comunica… ed è mor… intontito nella misura in cui non comunica”.

        Naturalmente è possibile che ad una notizia del genere si possa anche rimanere basiti… e/o che ci possa essere un consistente (a ben osservare è così) ritardo di comunicazione.

        Io opto per questa ultima variabile.

        • Luc

          Marco, non voglio sostituirmi a nessuno, ma dal MIO punto di vista Richard ne ha parlato abbastanza nei sui scritti postati su questo blog, sono scritti molto profondi e theta.
          In più, cito Richard dal post di natale: “Lo scopo di chi si è gettato all’interno di questo luogo seguendo le orme di Ron, e le mie è invece quello di disseminare l’esatta conoscenza tramite un sistema capillare, oserei dire, da sottobosco.
          Noi lavoriamo nell’oscurità, non siamo interessati alla pubblicità ne a diventare famosi.”
          Ciao,
          ARC
          Luca

          • Marco

            CONTATTI
            https://lareception.wordpress.com/contatti/

            LaReception ha un unico Scopo, unire Linee di comunicazione tra Indipendenti, Auditor, PC, Pre-OT, Supervisori, Qual Sec, chiaritoi di Parole e così’ via……
            Permettere alle persone di progredire sul Ponte al di fuori dei Monopoli in maniera Standard e Sicura.

            Francesco Minelli

          • Marco

            Caro Luca, credo che Richard quando dice (come citi) “Noi lavoriamo nell’oscurità, non siamo interessati alla pubblicità ne a diventare famosi.” si riferisca alla sua squadra di ricerca… non ha qualcun’altro/i.

            E anche credo che quando dice (come citi) “Lo scopo di chi si è gettato all’interno di questo luogo seguendo le orme di Ron e le mie, è invece quello di disseminare l’esatta conoscenza tramite un sistema capillare, oserei dire, da sottobosco. , intenda proprio la com. “da sottobosco” che si sta facendo con questo blog, che è l’unico luogo comune che sta facendo un pò di disseminazione, mi pare.

            Dunque io credo che fare qualcosa al riguardo del tenere viva la com. in questo spazio cibernetico (vedi il “…chi si è gettato all’interno di questo luogo…” diRichard), sia proprio quello di “disseminare l’esatta, o presunta tale, conoscenza”.

            Altrimenti perchè perdere cosi tanto tempo a scrivere e commentare?

            Credo che in questo luogo (o spazio) che è il blog, si stia cercando di fare qualcosa al riguardo… al riguardo di che?

            Stare tanto a scrivere, forse oggi un pò sfugge, serve a stimolare qualcuno, o molti, forse.

            Ma può anche darsi che chi è già arrivato nel suo Percorso/Ponte sia, legittimamente, in altre faccende affaccendato… ma allora perchè prendersi la briga di scrivere per, anche poco, impedire?

          • Silvia Chiari

            Luca : pienamente d’accordo !

  49. luciano

    Benvenuto Alessandro. Ciao Laky Luciano

  50. London Derry

    Thetan sig neutro
    Thetans plurale neutro = O La mia grammatica alcune volte……..è sgrammaticata.( se sbaglio mi corrigerete ).
    Ti saluto Diogene
    P.s. Ti leggo sempre con interesse

  51. London Derry

    Fama mal governata !!!! Ottunde l’intelletto

    • Marco

      Caro LD, sebbene io riesca a percepire le tue apparentemente egnimatiche brevi frasi, molto spesso non si capisce bene cosa intendi e/o a chi ti riferisci e nemmeno il perchè… cioè manca il bandolo.
      Se ti è possibile cerca di articolare meglio le tue com. così da renderle meno impenetrabili… cioè più Comprensibili, che poi è la somma dell’ARC.

  52. Marco

    Si Luigi, serve anche pazienza…
    In effetti mi sto accorgendo sempre più che frequentando una libera piazza, seppur abbia frequentatori prevalentemente interessati ad un’argomento (in maggioranza i piazzaioli sono milanisti) e abbia un suo buon decoro, poi si finisce con l’incontrare molta tifoseria varia, e con questo intendo molta varietà riguardo la consapevolezza e la comprensione e la comunicazione… tecnico calcistica 😉

    In effetti devo rammentarmi che il percorso verso una tifoseria moderna, presuppone un tifoso moderno e al passo con i tempi.
    Già, ma per raggiungere un buon livello, ci sono molti gradini da fare…
    E devo rammentare che una scala verso, può essere abbastanza lunga; e non devo dimenticare che in una lunga scala esistono tanti gradini, cioè molte posizioni in cui uno è in un determinato momento, seppur in movimento.

    E devo anche fare obnosi sul fatto che, è evidente, spesso i vari tifosi in piazza, possono non essere ad un agevole parallelo livello d’esperienza e conoscenza calcistica per potersi comprender agevolmente, senza dover per questo fare molte discussioni…
    E devo ricordare che in piazza ci possono essere tifosi di varie squadre…

    Insomma, sto capendo.
    E ho capito che non è così semplice passeggiare chiacchierando prevalentemente di Milan… puoi sempre incontrare qualche facinoroso Interista e/o… ch ne so Juventino o Romanista…

    Grazie Luigi per la tua comprensione.
    Mi sa che per un pò me ne restero a casa a guardare le partite in tv… ho i muscoli indolenziti.

  53. London Derry

    Per tutti quelli che non hanno capito il mio pensiero o il mio umorismo me ne dispiaccio.Sono piuttosto “ignorante “non è una piangeria ma è la mia realtà.Le battute…..o i giochi di parole non volevano offendere nessuno.Me ne dispiaccio, non era mio intento essere ermetico. Auguri . Per Marco,forse tu potrai non credermi ma quanto scritto in Riciard per me era realtà gia’ fin dall’infanzia. L’universo casa non è una novità quando ne ho voglia vado a divertirmi eppure non sono OT.Non mi sono mai cimentato con il creare come scritto a che pro…….Cerco e sono sereno quello mi basta! Domanda perchè fai il ponte se sei gia’ sereno? Ho pratichi altre discipline? Perche’ considero che c’è sempre da imparare e si puo diventare ancora piu sereni e stabili. Non vedo il ponte come un conseguimento o uno status ma solo una esperienza che mi si è presentata.Ciao

  54. luciano

    Marco non serve pazienza ma rispetto! Facinoroso ma dai….Comunicare per blog è difficile sicuramente in presenza sarebbe molto ma molto diverso Con affetto laky

  55. London Derry

    Missing
    Cercate London Derry

  56. Luc

    Grazie Silvia.
    Marco, non vedo cosa dovrebbero dire, molto è stato detto, i dati si valutano al momento giusto ed ognuno deciderà.
    Con ARC
    Luca

    • Marco

      Va bene Luca, ho capito il tuo pensiero.

      Io invece pensavo che dopo 35 anni di balle raccontate dalla Cof$, riguardo i livelli Ot, e/ma anche dopo così tanti fallimenti e/o disinlusioni che ci sono state a riguardo (lunghe oltre 50 anni), l’enunciazione di Richard, riguardo al fatto che i livelli superiori (i veri livelli OT, mentre invece dal 1 al 7 attuali sono “solo” preOt) esistono e sono possibili, fosse degno di nota e dunque che fossero degni di qualche entusiasmante commento.

      Questi livelli Ot ripristinati/riscoperti/rianimati da Richard sono il top dei sogni spirituali di tutta la razza umana e oltre (credo anche per altre razze extra pianeta).
      Beh, Richard dice che quei sogni ora sono realizzabili, una dichiarazione (anche se fatta in modo romanzato, cioè leggermente celato) notevole.
      Per me eclatante.

      Cmq resto sulla mia conclusione: che non se ne è capita o notata la portata.
      Chissà perchè? Un’idea io ce l’ho, ma penso non serva molto discuterne.

      Un caro saluto.
      Marco

      • Luc

        Certo Marco, sono d’accordo su questo, è sicuramente qualcosa di molto importante, ma resta il fatto che prima bisogna farli e provarli “con mano”.
        Tra l’altro una cosa divertente della disillusione del ponte “moderno”, è che nessuno si è mai degnato di vedere per bene cosa dice Ron sui livelli e gli EP. Alla fine di Nots l’EP è: Causa sulla Vita, con un significato preciso, non ti dice “Dio in terra” o “Super OT” e nessuno ti dice nemmeno che il tutto si fermi lì e che non ci siano più barriere all’esteriorizzazione ecc…
        Mi pare, anzi, che gli EP descritti nei vari livelli siano tutti raggiungibili e molto elevati dal punto di vista spirituale.
        Credo pure che nei primi libri di LRH ci sia scritto piu di quanto possa sembrare, ho avuto delle cognition fantastiche ultimamente continuando e rileggere e osservare con calma.
        Va bene,
        ARC
        Luca

      • Osservatore

        “Cmq resto sulla mia conclusione: che non se ne è capita o notata la portata.
        Chissà perchè? Un’idea io ce l’ho, ma penso non serva molto discuterne.”
        Sarebbe invece interessante che tu esprimessi la tua idea visto che ” Un’idea io ce l’ho” così da renderla reale .

      • Guido

        Caro Marco,
        ti esprimo il mio personale punto di vista sulla questione dei livelli OT, maturata dall’osservazione della scena scientologica in questi tre anni di manifesta “indipendenza”:
        Ovviamente ( purtroppo ), quando si è nella Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale” si è indotti a credere che:
        1 – Il Ponte verso la Libertà Totale è completo e disponibile.
        2 – “Solo” frequentando la Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale” puoi percorrerlo e ottenere questa Libertà.
        Il discostarsi e mettere in discussione quanto sopra è altamente biasimato, il che è naturalmente un potente deterrente per la ricerca di altri punti di vista.
        Ma, dopo aver spezzato le catene dell’Illusoria Sudditanza, con notevole sollievo ci si può guardare intorno e INFORMARSI!
        E … sorpresa sorpresa, si scopre che i punti 1 e 2 sopracitati sono, fatalmente, inevitabilmente e assolutamente, FALSI!
        Punto 1: E’ ormai assodato che alla morte di Ron la ricerca non fosse stata ancora completata, ma ci fu fatto credere il contrario, e che Ron avesse lasciato volontariamente il corpo per proseguire i suoi Livelli OT su un piano totalmente spirituale. ( rif.: SCIENTOLOGY: LOOKING FORWARD. International Scientology News, pubblicazione 8 del gennaio 1986 ).
        Dei livelli superiori, fino al 15, solo l’8 è stato rilasciato dalla Chiesa
        ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”, che tra l’altro, visti gli effetti non proprio entusiasmanti su chi l’ha fatto, pare molto farlocco e raffazzonato.
        Non a caso nel campo indipendente viene altamente sconsigliato!
        Punto 2: Nel campo indipendente il Ponte è disponibile e percorribile.
        Nel corso del tempo sono sorti vari gruppi ad opera di persone altamente addestrate che si sono dissociate dalle fatali e malevole alterazioni della Chiesa ( Chiesa!!? ) di Scientology “ufficiale”.
        Il percorso di miglioramento personale proposto da tali gruppi può essere differente, un auditor e un supervisore del caso addestrati possono sviluppare una tecnologia efficace e funzionale, lo ha detto anche Ron e, riguardo a Scientology, come ama dire il nostro Paolo, “ la mamma è sempre la mamma”!
        Il “Sogno” racchiuso nel diario di Richard a mio avviso ha delle qualità magnifiche, basate su una profonda conoscenza non solo di Scientology, ma anche delle altre Filosofie da cui è nata.
        Io ho fiducia.
        Un abbraccio
        Guido
        Guido

        • Luc

          Bravo Guido, concordo. Il tuo scritto rafforza anche il mio sopra, in sostanza: “Leggere per bene gli EP dei vari livelli e comprenderli”.
          Ciao Guido,
          ARC
          Luca

        • Ciao Guido,,

          Riflessione completa e esaustiva.

          Un caro saluto,

          David

        • Luigi Cosivi

          Guido, grande!!! Mi hai risparmiato di dire, certamente non meglio, le stesse cose.

        • Marco

          Beh, grazie Guido… quello che hai scritto è quello che intendevo venisse notato:
          Il “Sogno” racchiuso nel diario di Richard a mio avviso ha delle qualità magnifiche, basate su una profonda conoscenza non solo di Scientology, ma anche delle altre Filosofie da cui è nata. Io ho fiducia.
          Perfettamente d’accordo… anch’io ho fiducia… anzi ti dirò di più: ne sono certo.
          Dove per certezza intendo: Diz Tec: def N. 2 “la conoscenza in sè è certezza, ma la conoscenza non è solo dati. La sapienza è certezza, la sanità mentale è certezza, purchè questa certezza non vada al di là della realtà di un altro quando la vede.”

          @ Osservatore : come ho scritto, “non penso serva molto discutere le mie idee del perchè…”, semplicemente credo ci siano alcuni motivi…
          Ma uno che somma è: non crederci. Perchè…? Beh, è incredibile.

          “Da Clear alla eternità.”

          «Secondo la documentazione sulla ricerca spirituale e i rapporti da parte di pre-OT ed OT, l’individuo non riesce veramente a concepire l’esistenza potenziale della QUANTITA’ di miglioramenti disponibili al di sopra del suo stato.
          Il fatto che una tale QUANTITA’ di miglioramenti sia a disposizione è una sorgente infinita di meraviglia…

          • Luc

            Sono d’accordo Marco, è incredibile, come lo è anche quanto le persone non Osservino (con la O maiuscola) gli EP dei gradini… L’inganno è un arma potente e strumentalizzare in questo modo una Filosofia funzionale, è da… SP.
            ARC
            Luca

  57. Teddybear95

    Caro Nessuno,
    grazie per il tuo post. Mi sono iscritto all’Apis, tuttavia , almeno qui nel Lazio, non ci sono luoghi indipendenti.
    Andare avanti sul ponte, a desta o a sinistra, diventa una vera impresa.
    Molti di noi hanno a disposizione solamente uno o due giorni per potersi addestrare o per andare in seduta.
    Se sei sposato ed hai figli, diventa veramente difficile andare avanti. Se poi i terminali si trovano in un’altra regione … il gioco si fa ancora piu duro !
    Sarebbe bello se ognuno di noi, potesse mettere a disposizione la propria abitazione , magari una volta al mese, a rotazione. Cosi i Milanesi avrebbero un posto di riferimento a Milano, i torinesi avrebbero un luogo a Torino e cosi via.
    Altre filosofie religiose GRATUITE, come la Soka Gakkai hanno incominciato proprio così, espandendosi in tutto il mondo. Abbiamo la tech standard, abbiamo i meter, i libri, ora si tratta solamente di metterla in pratica e di farla conoscere. L’importante é farlo con altruismo SI ma anche divertendosi. David Miscavige ha eliminato tutti i vecchi terminali di INT, come Ray Mithoff, Nark Yager, Guillaume Lesevre … Vi ricordate quando potevate scrivere a LRH o a Guillaume ricevendo una risposta ? Adesso perche non potete farlo ? Che fine hanno questi terminali ? Dove si trova Heber Jentzsch presidente della Chiesa di Scientology ? Fatevi queste domande anche voi di OSA CHE LEGGETE QUESTI POST !!! E poi DOV’ERA MISCAVIGE QUANDO HA INTRODOTTO L’ETÀ D’ORO DELLA TECH ? Come mai sotto la supervisione di RTC e di COB ci sono state tutte queste revisioni delle revisioni delle revisioni ? COSA FACEVA MISCAVIGE QUANDO VENIVANO RISTAMPATI TUTTI I MATERIALI ( la prima volta ) ? Ora lo ha rifatto con GAT 2 … e sono sicuro che lo rifarà con i livelli OT visto che i materiali originali del 1970 non vengono utilizzati ma sono stati sostituiti con nuovo Ot 4 e nuovo OT 5 … ed anche qui …. Nuovo OT 5 : quante volte é stato aggiornato con nuovi rundown ritrovati ?? Infine riguardo le ORG IDEALI : molto belle, molto upstat ma perche sono vuote ? lo scopo di un org ê produrre auditor e fare clear . Lo stanno facendo ? LRH disse che era proibito chiedere soldi ai pc per creare org sfarzose. Oggi succede l’opposto. Quando arriva una mission per chiedere soldi , chiedete loro quale hcopl stanno applicando. Chiedere soldi per costruire un org che scambio ê ? State andando avanti sul ponte come LRH VOLEVA ? Riguardo il nuovo emeter : ne dovete avere 2 altrimenti non potete andare avanti. Peccato che costa 5000 euro l’uno. Piccolo particolare : vi ricordate quando uscì il mark vii ? vi ricordate anche che la chiesa tiró fuori i vecchi mark V ? Costavano se non sbaglio 900 euro, prezzo accessibile a tutti. Come mai oggi per fare l’accademia non posso utilizzare il meter di Ron ? Perche lui si, noi no?
    Se Miscavige volesse avere delle org piene e che producono, dovrebbe semplicemente abbassare i prezzi di 1/3 o 1/4, vi assicuro che tutte le org sarebbero piene di studenti e pc raggianti di avanzare sul Ponte. Purtroppo questo non viene fatto.
    Allora, CHI POTREBBE FARLO ?
    Solo noi possiamo farlo. Abbiamo la tech, scaricabile da internet, abbiamo i meter ( costano 400/500 euro ) su chiavetta usb per pc o tablet, abbiamo un network di persone addestrate a livello globale che potrebbe darci supporto. Ora sta a noi addestrarci e portare in seduta amici, colleghi di lavoro, sconosciuti, persone che vogliono migliorare; purché ci sia scambio… e lo scambio non devono essere solamente i soldi ! Lo scambio puó essere dare come disponibilitá casa propria, fare tot ore come supervisore dell’accademia o fare il chiaritore di parole, fare il c/s, fare l’auditor… ognuno dando il proprio contributo secondo le proprie disponibilitá . Se riuscissimo a trovare altri terminali, ognuno nella propria regione o cittá, penso che ce la potremmo fare a chiarire questo pianeta. Le org, i reg, i missionari, sono una cosa del passato. Pensate che a breve sará anche possibile audire un pc via skype, attaccando le lattine ad una chiave usb. Immaginate che risorsa : audire un pc da casa sua mentre io mi trovo a casa mia !! Avere un esaminatore sempre online e disponibile che ti sorride dalla sua webcam e ti dice : GRAZIE, il tuo Ago é libero !!! Le org non avranno mai la possibilitá di farlo perché il loro unico interesse é spremere tutto il GI ( soldi ) che avete per poi invalidare tutto il vostro ponte, annullando i vostri certificati, per poi farvi ripartire dall’inizio, proprio come hanno fatto nel 1996 con la GAT e proprio come hanno rifatto nel 2013 con la GAT 2 . TUTTO A VOSTRE SPESE COME SEMPRE PERCHÉ CSI NON HA MAI TORTO MA HA SEMPRE RAGIONE ( Bel service fac , complimenti ) …

    • billy cage

      Ciao Teddy, condivido la tua visione ( e non solo perchè sono un membro della Soka Gakkai).
      Credo che vi possano essere molte persone interessate a ricevere e dare procedimenti e uno scoglio è la distanza anche se la cosa mi fa un pò sorridere ripensando ad un aneddoto dei primi anni 80, quando per fare una riparazione andai con una vespa 150 da Livorno fino all’org di Milano altrimenti le statistiche della Mission di Firenze sarebbero crollate……boh, non ho investigato se fosse poi vero.
      Comunque tanto per partire tra vicini di casa, purtroppo non tutti abitiamo nel condominio della reception, potremmo incontrarci almeno tra regioni adiacenti tu sei nel Lazio ed io in Toscana, roba da un paio d’ore d’auto, mi sembrerebbe fattibile.
      I week end sarebbero l’ideale per ammortizzarei costi e concentrare il processing.
      Gruppi di una mezza dozzina di persone che si audiscono e studiano, cellule di un organismo che verrà.

      P.S. Se non avessi prima conosciuto SCN non avrei apprezzato il Buddismo.

    • NOTSaware

      Non esageriamo con la fantasia, Auditing tramite skype non è fattibile!!!

    • paolo facchinetti

      Ci sono delle vie o dei movimenti spirituali completamente gratuiti, basati sul volontariato, abnegazione ecc. La loro Via prevede quello e chi ne fa parte contribuisce per quello che può o per quello che gli viene chiesto e a loro volta gli insegnamenti che riceve sono gratuiti. Scientology invece è basata sullo SCAMBIO e quella dello SCAMBIO è una policy fondamentale stabilita da LRH. Lo slogan principale all’interno delle organizzazioni negli anni 70 era “FREE SERVICE FREE FALL” = “servizio libero, caduta libera” = “servizi gratis, stai pur certo che chiuderai presto”. Il mezzo di scambio più facile da considerare è il denaro, ad esempio tu paghi del denaro IN CAMBIO del tempo che un altro ti dedica o per delle conoscenze che ti trasmette che a lui sono costate tempo e/o denaro. Ma lo SCAMBIO può essere effettuato in altri modi… ad esempio nel co-auditing o nel co-training fra due o più persone. Rimane il fatto che, nella filosofia di Scientology, rimane centrale il concetto di scambio. A ben guardare anche le altre vie a cui accennavo all’inizio comprendono un concetto di scambio, anche se non in denaro.

  58. libero

    troppo buono Guido. Sono d accordo con te ma credo che sia ancora una valutazione troppo benevola.. in realtà che motiva la chiesa è solo ed unicamente il vile denaro… non altro…

    • Diogene

      Come corollario al commento di Libero vorrei far notare che la concessione ufficiale dei Marchi e dei Copyrights si basa più sui Titoli o Definizioni dei Livelli piuttosto che sulla loro precisa descrizione, che viene (comprensibilmente) mantenuta segreta. Questo rende possibile qualsiasi cambiamento delle “formule” purchè ne resti invariato il Titolo oppure si possono variare e aggiungere Titoli ai documenti ufficiali in modo da reclamarne la proprietà. Sono pratiche commerciali lecite ma tendono ad impedire qualsiasi sviluppo non approvato dai detentori dei Marchi di Impresa e quindi qualsiasi remunerazione a ricercatori esterni. I proprietari hanno così la facoltà di aggiudicare i proventi delle vendite a chi loro più aggrada. La magia si compie rendendo obsoleti o inusitati i Titoli originali lasciati in eredità da LRH e sostituendoli con altri nuovi approfittando del fatto che anche il nome L. Ron Hubbard e le sue iniziali sono Marchi di Impresa. Quando hai un mare di soldi ed emeriti studi di avvocati puoi fare tutto a tuo vantaggio ed io non mi scandalizzo se questo avviene nella legalità, ma qui si tratta di “tecnologie mentali e spirituali” che dovrebbero andare a vantaggio dell’Umanità e non di pochi “eletti” con l’autorità di farne ciò che loro vogliono..
      D’altra parte, gli stessi Vangeli sono stati oggetto di tagli, modifiche e scelte discriminanti a vantaggio di particolari gruppi. Pure le altre grandi e piccole religioni hanno sofferto di simili storie nell’ottica di guadagnare potere economico e supremazia politica.
      Non serve che mi dilunghi sull’argomento: ognuno sa in cuor suo ciò che è meglio.

      • Silvia Chiari

        Sono andata curiosare in giro e nel blog di Silvia Kusada ho trovato questo post ( che incollo) e che ritengo “per me” vero.

        DOVE SI POSSONO TROVARE I DATI CONFIDENZIALI?
        Esattamente dove sei.
        . I dati confidenziali sono dovunque.
        ma possono essere percepiti sono da una mente spirituale..
        La mente analitica,
        usata dalla maggioranza per approfondire materie spirituali,
        essendo cieca a tale conoscenza
        non solo non e’ in grado di capire cio’ che vede,
        ma nel tentativo di tradurre porta l’essere totalmente fuori strada.

        Per fuori strada si intende, gruppi, Istituzioni,
        Entita’ religiose,
        dogmi, guerre e attivita’ intese a riconoscere e creare separazioni.

        “Solo noi abbiamo la tecnologia giusta.“
        “Questa e’ la vera religione.“
        sono alcune delle frasi preferite della mente analitica.
        .
        I dati che gli $cientologi chiamano confidenziali
        sono in realta’ disponibili a tutti,
        ma invisibili a un essere dormiente.
        .
        La verita’ non e’ vista non perche’ e’ nascosta,
        ma perche’ l’uomo dorme.
        .
        “Hamid mi aveva detto che c’era un altro linguaggio,
        il linguaggio del cuore; quindi ci deve essere un modo di comprendere
        con una visione diretta,
        piuttosto che con il ragionamento discorsivo. “
        “Hamid had said that there was another language, the language of the heart; so there must be a way of understanding, with direct insight rather than with discursive reasoning. “ (from The last barrier by Reshad Feild)

        I livelli OT in scientologi non sono altro che
        un processo di famigliarizzazione con il mondo spirituale.
        .
        Il problema, e’ che se uno non fa bene i primi gradini,
        non si stacca mai dalla mente analitica
        (come succede in $cientology oggi)
        e la sua mente analitica trasforma la spiritualita’
        in una strada e concetto materialista.
        .
        La Chiesa di $cientology
        non produce veri OT da un bel pò di tempo.
        Solo dei ciechi-grandi EGO
        con un’insaziabile sete di potere.
        .
        “La ragione e’ illusione della realta’”
        “Reason is the illusion of reality”. Hazrat Qadir Gilani
        .
        Se la mente spirituale non si sveglia,
        l’essere continua a dormire e quindi non vede.

        Le persecuzioni del Cattolicesimo,
        le stragi in nome di Allah,
        le violenze psicologiche delle Chiesa di $cientology,
        sono tutte attivita’ governate dalla mente analitica.

        Il vero potere spirituale degli insegnamenti originali e’ impercettibile
        senza una mente spirituale sveglia.

        La settimana scorsa in biblioteca ho trovato un libro
        che racconta di un cammino spirituale
        svoltosi in Turchia.
        .
        Come immaginavo, gli insegnamenti avanzati dei maestri spirituali
        maomettani parlano di rispetto e amore e del fatto che nel campo
        del cammino spirituale non esistano chiese o separazioni.

        “Dede mi disse che la Via non implica alcuna forma, anche se potrebbe sembrare che si seguano alcuni rituali. Farid spiego’:” La nostra religione è l’amore, e tuttavia non è religione nel senso in cui si intende la religione.
        ..
        Disse che il livello più profondo di comprensione è un livello mistico.
        Cioè quando non sono le parole che contano, non l’allegoria e nemmeno le leggi dell’universo, ma quando il cuore è così profondamente commosso che vive la Verità direttamente dentro, in uno stato al di là della conoscenza o convinzione.”
        NOTA editore:
        La definizione di Amore qui sopra trascende il concetto umano
        come riportato e tradotto dalla mente analitica.

      • Alla stessa Flag viene rilasciata temporaneamente una concessione di uso dei Marchi e dei Copyrights sulla maggior parte dei procedimenti da parte di Los Angeles ,questa viene rinnovata ogni 6 mesi .
        Notando l’immensa mole di denaro li coinvolto e il modo in cui la libertà spirituale viene gestita , si può affermare che il business è lo scopo principale.

        David

        • Marco

          Beh si, lo abbiamo analizzato in questi ultimi anni (attraverso il sito “L’Indipendologo” e “LaReception” e i molti siti americani) che la Cof$ nel mentre si occupa di sopprimere Scn, è dedita ad accumulare più denaro possibile. Non è una novità.

          Poi che dietro ci sia DM o i funzionari SP di qualche agenzia americana, non ha molta importanza… il risultato è lo stesso: alterazione fino a innativazione della tecnica verso la libertà spirituale.
          Nel frattempo “si divertono” a mandare finanziariamente sul lastrico i vari thetan che “tentano” di andare liberi: “i loro soldi devono passare di tasca”. Tipico atteggiamento di certa gente…

          Ma mi sovviene una domanda: questi “polli” che in questa era di internet si fanno regolarmente spennare e massacrare, sono da compatire o anche da biasimare, almeno un pò?

          • La tecnologia di Sn è estremamente funzionale spiritualmente , ma un uso improprio in funzione principalmente sul $ può essere devastante per chi la riceve ,ma non penso sia corretto compatire e biasimare chi è la a farsi spennare , non mi metterei al loro basso livello di considerazione ,ci dicono voi siete squirrel , menti aperte o SP
            In un basso livello di com una delle parti lo può portare a un gradino più alto, ci potrebbe essere un modo se si ne ha voglia ,stare di fronte e mettere li un gradiente di ARC o belle strade e bel tempo.

            David

  59. LIBERO

    rtc, osa, staff e pubblico sono usate solamente come teste di legno…

  60. Definizione

    SHSBC 23 29/06/1961
    “Mente analitica è un nome piuttosto sbagliato perché gran parte delle persone pensa che sia una specie di calcolatore, mentre non lo è.
    È invece semplicemente il Pc.
    Questo è un errore commesso nella ricerca agli inizi di Dn: c’era li qualcosa che produceva un sacco di pensieri e faceva un sacco di calcoli e così l’ho chiamata Mente Analitica per differenziarla dalla reattività. Ma a quell’epoca non ne sapevamo molto dei Thetan.
    Con Mente Analitica intendavamo il Thetan.

    • Silvia Chiari

      X Definizione : non mi sembra che dal 1961 in poi sia stata tolta la mente e Ron abbia puntualizzato che noi siamo dei Thetan che operiamo attraverso un corpo ..punto ! Fintanto che siamo qui a scrivere è perchè operiamo con un corpo attraverso la mente .
      Corpo – mente – spirito o Thetan resta come indicazione base sia in Scn che in altre filosofie………e comunque non era questo che mi è reale nello scritto riportato ma capisco che ci sono persone ancora molto addormentate, che non hanno sperimentato
      :- . I dati confidenziali sono dovunque.
      ma possono essere percepiti solo da una mente spirituale..
      La mente analitica,
      usata dalla maggioranza per approfondire materie spirituali,
      essendo cieca a tale conoscenza
      non solo non e’ in grado di capire cio’ che vede,
      ma nel tentativo di tradurre porta l’essere totalmente fuori strada.-:
      ….. ed è per questo che per la CofS è stato facile avere OT così come riporta … :- La Chiesa di $cientology
      non produce veri OT da un bel pò di tempo.
      Solo dei ciechi-grandi EGO
      con un’insaziabile sete di potere……
      .Il problema, e’ che se uno non fa bene i primi gradini,
      non si stacca mai dalla mente analitica
      (come succede in $cientology oggi)
      e la sua mente analitica trasforma la spiritualita’
      in una strada e concetto materialista.-:

      • Silvia Chiari

        X Definizione o M…. “nessuno” ha scritto che ” mente spirituale” sia un termine scientologico da trovare “per forza” nel dizionario tecnico ………. sul pianeta esistono anche altri dizionari di cui gli studenti si devono avvalere per fare i vari corsi o leggere i libri sia di Ron che di altre persone .
        Da quanto tempo la CofS non produce dei veri OT lo sapetete solo voi io mi sono fermata al 1982 ….. e ho conosciuto vari Ot di cui Ron Loving e lui posso attestare che era un OT per quello che succedeva quando lui era nei paraggi.
        Per quanto riguarda la tua frase ultima :- No, perchè mi pare sia una frase con una sottintesa invalidazione di chi ha fatto i livelli e si sente bene al riguardo.- :
        La frase non lo scritta io, comunque se nella CofS le cose fossero state fatte bene …. non ci sarebbero stati fuori -usciti …. non si sarebbe creato l’Indipendologo – prima – poi La Reception …e non esisterebbe un Richard. .

        • Luc

          Ron Loving… Era “solo” OT 3, ma era un fenomeno di natura… Ne ho sentite un pò di belle storie su di lui…
          ARC
          Luca

        • Sono d’ accordo ,non ci possono essere veri OT dentro la Cof$ , buoni auditor e CS trovano esiguo e nullo il loro lavoro , gestito principalmente in una funzione draconiana del denaro .

          David

  61. teddy

    Vi segnalo questo bellissimo articolo
    http://backincomm.wordpress.com/2014/01/24/why-control-of-scientology-is-no-longer-possible-or-necessary/ sul controllo e su internet, scritto oggi su un sito indipendente Sud Africano. L’autore ci racconta che la pirateria musicale è sempre esistita ma con l’avvento di internet e della musica digitale é diventata un problema pandemico senza controllo, almeno fino a quando Steve Jobs non ha convinto l’industria ad adeguarsi al nuovo mercato globale. Vuoi una canzone ? La paghi 0.99 centesimi. Vuoi un film ? lo paghi 2.99 …. l’alternativa é che il consumatore lo faccia gratuitamente.
    Allo stesso modo, la tech potrebbe essere disseminata gratuitamente o a delle cifre irrisorie. Le org , in quest’ottica, diventerebbero essenziali per dare servizi Professionali. Infatti, una cosa é studiare o coaudirsi in modo autonomo, un altra é farlo in una accademia o in una HGC. Se la chiesa utilizzasse questa strategia, milioni di persone incomincierebbero ad audirsi, dopotutto è meglio un cattivo auditing a nessun auditing! Se la chiesa permettesse alle persone di studiare a casa, magari facendosi pagare i drills o le verifiche sui checksheet, a prezzi irrisori, migliaia di persone si addestrerebbero per coaudirsi. In quest’ottica, il training nelle accademie, l’auditing nelle HGC dovrebbero essere i servizi Pro da pagarsi di piu, Si, ma non ai prezzi attuali., diciamo con uno zero in meno…. L’importante è fare audire le persone, permettendole di avere guadagni veri e reali. In quest’ottica chiesa madre e campo indipendente potrebbero lavorare con sinergia e rispetto reciproco per produrre migliaia di veri CLEAR !
    I tempi cambiano, o una persona si adegua o rischia di estinguersi.

  62. Guido

    Per Teddy
    Ho girato il tuo messaggio a chi tu sai.
    Guido

    • LIBERO

      Teddy è quello che intendeva Ron. Avere cooditing gratis, gruppi, livelli OT per gli staff e le org per i servizi di addestramento e auditing professionale ect.. ma purtroppo c”è DM e i suoi Pts che fanno solo casini… eper il vero e unico scopo umiliante e degradante il Dio denaro. Le Org attualmente sono un accozzaia di bambocci dilettanti. Organizzazioni completamente fuori dalla realtà disconnesse dalla società e insite all”odio settario. Quello che tu intendi è solo buon senso.

  63. paolo facchinetti

    Ron Loving era Full OT VII, almeno a sentir lui. Io ho girato parecchio con lui facendogli da traduttore oltre ad essere stato staff mentre lui era CO e ci siamo incontrati a Copenaghen “in etica” pochi giorni prima che sia io che lui uscissimo definitivamente dalla CofS. Lui aveva sempre avuto una certa diffidenza nei miei confronti perché era stato mandato in mission in italia proprio a causa di un “ammutinamento” di cui si riteneva che io e Amir Geuron fossimo stati gli ispiratori. Ron Loving, che probabilmente sapeva o aveva capito già molte cose che noi avremmo saputo solo in seguito, in quell’ultima occasione mi disse: “Pensa se qualcuno si impossessasse delle linee di comando della CofS, potrebbe farla diventare qualsiasi cosa e la gran parte degli Scientologist obbedirebbe proprio perché sono abituati solo ad obbedire alle comunicazioni che vengono dalla linea di comando che si suppone facciano capo a LRH”.

  64. luciano

    6.000.000 di Ebrei sterminati,solo perche’ uno voleva ( imporre) il suo pensiero e gli altri obbedirono.Un solo pensiero ( Razza Ariana ).

    • Luigi Cosivi

      prova a disegnare i baffetti a DM e forse potrai capire da dove è arrivato.

    • Ciao Luciano,

      il tuo paragone con la Chiesa ” 6.000.000 di Ebrei sterminati ,solo perche’ uno voleva ( imporre) il suo pensiero e gli altri obbedirono. Un solo pensiero ( Razza Ariana ).”
      è un po’ troppo forte , comunque il fanatismo è ben presente sulla traccia e ne conosciamo dalla storia le tristi conseguenze , li un fine arriva a giustificare l’uso abituale e indiscriminato della soppressione e coercizione ,non solo su una razza ma su te , un altro su altri ,e altri su altri ,con l’uso di ogni mezzo .
      In riferimento a DM e a chi lo manovra , penso che sono , come si dice ,su una ” buona strada 2 , dipende solo quanto sarà grande il bank di gruppo che saranno capaci di sviluppare nella Chiesa .
      Forse DM è solo un po’ zuccone , forse è manovrato da altri ,forse chi manovra dietro la spinge in modo reverse GAT I e II per un fine di bassi scopi ,forse tutto questo e altro ancora ma non facile annullare un corpo di verità religiosa come Scientology e la vastità del campo indipendente ne fa testo.

      David

      • Marco

        HCO PL 7 FEBBRAIO 1965 RA 27 AGOSTO 1980
        SERIE DI MANTENERE SCIENTOLOGY IN FUNZIONE 1

        “Il denominatore comune del gruppo è il bank reattivo.
        I thetan senza bank si comportano in modo differente.

        Essi hanno in comune solo i loro bank.
        Si trovano d’accordo solo sui principi del bank. Il bank, da persona a persona è identico.

        Le idee costruttive sono dunque individuali e raramente raccolgono vasto consenso.

        Un individuo deve essere superiore al bisogno di ricevere accordo da un gruppo umanoide se vuole creare un alcunché di decente.

        L’accordo fondato sul bank è ciò che ha fatto della Terra un Inferno, e se cercando l’Inferno tu avessi trovato la Terra, avrebbe fatto al caso tuo.

        Guerra, carestia, sofferenza e disagi sono stati il destino dell’uomo.
        E in questo esatto momento, i più grossi governi della Terra hanno sviluppato sistemi capaci di far finire arrosto ogni Uomo, Donna e Bambino di questo pianeta.
        Questo è bank.
        Questo è il risultato dell’accordo di “Pensiero Collettivo”.

        Le cose decenti e gradevoli su questo pianeta nascono da idee ed azioni individuali che in qualche modo sono andate oltre l’Idea del Gruppo.

        Però ognuno di noi può elevarsi al di sopra della dominazione del bank e quindi, come gruppo di esseri liberati, raggiungere libertà e ragione.

        E’ solo il gruppo aberrato, il branco, che è distruttivo.”

        • Marco

          “COSA PENSO DEGLI AUDITOR”

          “Io considero tutti gli Auditor miei amici. Li considero tali anche se fanno Squirrel.
          Credo che abbiano il diritto di esprimersi e di esprimere le loro opinioni. Non intralcerò per un solo momento il loro diritto di pensare.

          Io penso agli Auditor e agli Scientologist come a persone libere.
          Non mi aspetto che gli Auditor o gli Scientologist siano istantaneamente
          d’accordo o si impadroniscano di ogni cosa che dico.

          Rimarrei offeso se lo facessero e capirei che non sono persone libere.

          Dato che loro sono intelligenti, mi aspetto che pensino a ciò che
          viene detto, lo provino, e se è giusto per loro, lo usino.”

          L. Ron Hubbard

        • Marco bene , puntuale come sempre , riporti il pensiero di Ron ,
          guardiamo i fatti ,dalla voce di Ron , chi sono gli squirrel ?

          David

  65. luciano

    La battuta dei baffetti è simpatica. Ma accostare un tale orrore alle beghe da cortile della chiesa denota che dalle tue parti insegnano un’altra storia.Puo’ anche darsi che D M sia un cazzone ( Sicuramente lo è ) ma non ci sono parole per ciò che ha fatto Hitler. Le problematiche di Scientology riguardano qualche migliaio di persone o piu’ e molti di loro si sono fatti infinocchiare sapendolo.Quando vedo i filmati e vedo gli occhi dei bimbi vuoti e persi nel nulla mi incazzo perche’ anchio ho tre figli e spero abbiano un buon futuro.Quello che non hanno avuto i bambini del 40 45.Solo perchè un idiota si credeva Dio in terra. Mio nonno ha fatto 7 anni in Germania con 7 figlie a casa senza cibo e senza soldi. Mia madre era la prima la storia non lo studiata a scuola ma lo sentita in casa.

    • Luigi Cosivi

      Sono assolutamente d’accordo con te, io ero in braccio a mia madre e un tedesco le puntava un mitra durante un rastrellamento, Lei nascose per anni una famiglia di ebrei. ma credo che DM non sia tanto da meno del baffetto. Sputtanando Scientology a quante persone ha impedito l’eternità? Quelle che ha rovinato direttamente sono un niente al confronto, ciò che continua a fare, con cose che sembrano piccole a ben vedere sono mostruose, ti faccio un piccolo esempio, recentemente ho dato a un ex SO grado 2, prima del Joburg ho naturalmente chiesto se l’avesse già fatto, mi disse di aver ricevuto tanti sec.c. con “non ti sto audendo”.Una cosa che a chi ha già fatto Grado 2 non dà molto fastidio, può prendersi responsabilità dei suoi overts successivi, ma chi non l’ha fatto ne ricava restimolazioni infinite e conseguenti sensi di colpa che lo rendono un pochino più PTS e schiavo dell’organizzazione. Si non c’è paragone con 6.000.000. di vittime, torturate e uccise in modi mostruosi, ma ,ripeto, allontanare e impedire a miliardi di persone di trarre beneficio spirituale forse non è da meno.

  66. teddy

    ragazzi siamo stati tutti abituati da Ron a seguire la standard tech e ad odiare ogni degradazione e/o squirrell , tuttavia le persone dentro la bolla devono avere questo fattore R : questo bridge, con questi prezzi, hanno creato una contrazione mondiale.Dobbiamo cambiare hcopl: donando il 10 % di quello che guadagniamo in un mese per l’acquisto di un corso o di un intensivo chiunque potrebbe salire sul Ponte…..

  67. luciano

    Non dimentichiamolo Mai.

  68. luciano

    27 gennaio in memoria della Shoa.

  69. luciano

    Dove si bruciano i libri e le opinioni alla fine si bruciano gli uomini. Nel 1933 la gioventù Hitleriana brucio 20.000 libri. Onore alla Reception ed ai suoi condomini liberi di esprimersi e di far esprimere.

  70. Marco

    Come al solito, qualche volta, tiro un “sasso sullo stagno” (ma non nascondo la mano), cioè alle volte faccio delle provocazioni (anche se so che qualcuno/a non gradisce) e approffitto dell’argomento (David nel suo commento dice “non ci possono esserer veri Ot dentro la Cof$”) per chiedere: come esiste il “Clear Cannibale” : è possibile che anche qualcuno che ha fatto i livelli Ot possa essere definito “Ot Cannibale”?

    Diz Tec: Cannibale chiarito: un individuo senza engram ricerca la sopravvivenza su tutte le dinamiche secondo il grado della sua comprensione. Questo non significa che uno Zulù una volta chiarito da tutti gli engram non continui a mangiare i missionari, se fosse per educazione un cannibale. Ma significa che egli sarebbe più razionale sul fatto di mangiare i missionari.

    Quello che voglio dire è che in base a questa definizione un grande Essere (“un vero Ot”) non lo è solo in base al fatto che ha fatto i livelli Ot (o non abbia più la mente reattiva), ma in base alla sua comprensione, competenza, abilità nel sopravvivere al meglio per/con tutte le dinamiche.

    Se poi ha fatto i livelli, beh, ci sono delle rotture di p… in meno da trascinarsi dietro, cioè è un Essere più agevolato nel poter Essere-Fare.Avere.

    Ma le parole chiave nel definire qualcuno (che abbia fatto o meno i livelli) credo siano: comprensione, competenza, fare-produrre: più sopravvivenza per le dinamiche.

    Anche se non capisco come il sapere ed il risolvere quello che c’è da maneggiare sui livelli, non porti automaticamente una persona ad una comprensione tale da… dal tentare di diventare più competente a favore delle dinamiche.

    Perchè in effetti credo che il Conoscere (K), senza prendersi Responsabilità e Controllo (R – C), pian piano porti a perdere la K-Conoscenza. Cioè porti al continuare ad essere cannibale… magari anche solo dopo una pausa di riflessione sul dafarsi.

    Infatti Ron diceva: “una persona avrà guadagni di caso in base alla sua istruzione in Scn” (più o meno). Credo Paolo e Richard aggiungerebbero: “in base allasua migliore istruzione spirituale”.

    • Ciao Marco,
      su ” Infatti Ron diceva: “una persona avrà guadagni di caso in base alla sua istruzione in Scn” (più o meno)”

      KRC E ARC seguono pari merito con l’avanzare sul ponte e quindi verso OT , auditing e studio sono il carburante del processo , il fatto del Clear chiarito è un esempio che porta Ron ma sembra più un assurdo o molto improbabile ,basta riflettere sul ” continum di vita ” al quale chi è qui ne è in un qualche modo soggetto.
      Quindi all’interno della Cof$ viene dato si il Ponte ,gradi,clear,OT,Ls…….ma fattori negativi , già ampiamente evidenziati dal campo indipendente ne limitano o addirittura ne annullano il processo.
      Accenno solo a questo dato avuto nell’Org di Verone , circa 14000 persone dalla loro apertura a data 2008 hanno ricevuto corsi , livelli,clear.
      raggiunto stati OT, S.H, ES/PTS ,SOLO ,ecc. gli abituali sono 100/ 200 compresi gli staff ,quelli che avanzano sul ponte ancora molti meno ,così mi piacerebbe vedere la statistica di tutte le Org e discuterne con loro il perché , tutti sono SP , menti aperte , PTS di prima ,seconda e terza dinamica o squirrel ?

      A te la risposta.

      David

      • Marco

        Hai ragione David a dire che in un ambiente soppressivo e “fuorviante” (dove ti indottrinano pesantemente con dogmi) le abilità che ci si aspetterebbe da un percorso non possono essere acquisite, anzi… forse si perde la propria “misera” autodeterminazione, già posseduta pre ingresso alla setta.

        Ma a parte questo aspetto (in effetti un grande default) e più pragmaticamente parlando, io credo che (lo credo, ma è una credenza basata sull’osservazione/obnosi), che i corsi Ot così come sono impostati (cioè: “impara ad audirti ed audisci questa roba qua”), abbiano un qualche limite “educativo”, per ottenere le abilità descritte.
        Oppure i livelli hanno una promozione/marketing fuori realtà, cioè promettono ciò che non sempre è possibile ottenere, con quel “semplice” percorso.

        Per dire meglio e con più semplici parole: credo il tutto si riduca a un paio di cose: 1° gli ottenimenti roboanti (che possono essere fraintesi) tanto reclamati dal marketing… beh, è evidente che “dipendono dal terreno su cui si seminando”. Cioè a dire che non tutte le persone sono abili ed intelligenti allo stesso modo, cioè che “una laurea in ingegneria” non fa si che tutti gli ingegneri siano ugualmenti capaci… qualcuno dopo la laurea persino cambia mestiere e va a fare altro (ne conosco realmente più di qualcuno).
        2° .. a mio parere… : i livelli preOt così come “venduti” ed impostati, dalla Chiesa (ma forse cosi descritti da LRH) non possono “formare” un Ot (preOt) come è descritto nei libri e bollettini (cioè un Essere responsabile e che si da da fare su tutte le dinamiche, “anzichè stare a pensare pensieri confusi… LRH”).

        Il Ponte per certo fa ottenere il rimuovere la mente reattiva (Clear); e il rimuovere gli impedimenti che ci sono su Ot3 e fino al 7 (per cui la persona “ripristina la sua autodeterminazione”); ma ciò non significa che si sia ottenuto un Essere così responsabile, che solo per aver fatto il Ponte fino all’8 aumenta la sopravvievenza su tutte le dinamiche… Significa solo che la persona non ha più la mente reattiva e che dopo i livelli è più autodeterminato… Ma magari più autodeterminato solo ad occuparsi di se stesso e della moglie (1°e 2° Din) e forse del suo cane…
        Troppo spesso ho visto, vedo e constato questa realtà.

        Forse è vero quello che dice “Stivali nel cielo” : -bisogna metterci la propria responsabilità e controllo per percorrere “l’ulitmo moglio”-, il che significa che la persona prima di farcela veramente (cioè ottenere cioè che è descritto debba ottenere un “vero Ot”) deve raggiungere un KRC tale, da occuparsi di tutte le dinamiche (che forse sono anche più di 8).

        Chiissà se ho scritto bene ciò che voglio dire… (per far in modo di non essere frainteso!?)

        • Marco ,
          condivido e comprendo le tue osservazioni ,il ponte funziona , serve l’intenzione di guardare ,osservare ,confrontare e sperimentare ,ma tutto questo non deve avvenire in un circo ristretto dove un marketing , una setta religiosa o dogmi ne indirizzano il percorso , come dici tu le dinamiche sono 8 ,e questo rende bene l’idea che ci troviamo come spirito davanti a una strada irta di ostacoli ,il confronto ( THETA> <THETA MEST ) ,una traccia ,un bank

          Anche la ARC e ARC si muovono nel PC in un gradiente man mano che si avanza sul ponte ,e notiamo come cambia la nostra capacità di percepire , comunicare, l' amare ,responsabilità , e così il punto di vista sulle 8 dinamiche ,questa è Scientology un contenitore della conoscenza spirituale degli ultimi 10.000 e applicata .
          Nonostante i soliti problemi e direi mest , sono molto felice di averla conosciuta e sperimentata ,ma adesso lo sono ancor di più attraverso il campo indipendente.

          David

    • Silvia Chiari

      Vi chiedo : se ad una persona viene applicata la tecnologia di Dianetics e Scientology in modo Standard …il prodotto finale è comunque un Clear o un OT in base ai livelli che ha fatto, giusto ?
      Non mi sembra che ci sia mai stato scritto che ci sono “un OT vero” o grande essere e poi ci sono gli Otiini …!
      Se Ron scrive che- esiste il “Clear Cannibale” ovviamente deve essere vero ma a questo punto esiste anche l’OT cannibale …il fattore comune è ” cannibale” …l’essere che sta giocando con quel corpo sta facendo il gioco del “cannibale” …un altro fa il gioco del ” santone ” l’altro del ” delinquente”e non credo che sia una questione di istruzione … ci sono persone che hanno fatto la terza media e sono persone buone, altruiste , responsabili ect … ci sono persone che hanno studiato e magari hanno anche la laurea ma … sono cafoni presuntuosi e sopressivi ….. dipende dal postulato che il Thetan ha fatto per questa vita in generale .
      Comunque – guardacaso – Elisabeth Hamre full OT VII sul suo blog ( vedi parte destra blog indipendenti) il 27 ha postato una sua comprensione a riguardo che può dare una migliore visione della cosa ( visto che lei è anche OT VII e quindi ne sa molto più di me):

    • Diogene

      Bello dare una rilettura di questa mitica canzone da un’angolazione diversa da quella suggerita alla nostra allora giovane età dalla voglia di “libertà da” piuttosto che “libertà di”…
      Eravamo più ingenui prima o lo siamo di più adesso?
      Nel frattempo io un po’ più “filosoficamente cinico” lo sono diventato, anche se sognare è imprescindibile dall’agire spirituale.
      Ma già Bennato ce lo cantava per bene… ricordi?

  71. luciano

    Barra a dritta, vento in poppa,verso l’isola che ……………………….è

  72. Marco

    STIVALI NEL CIELO
    Conferenza Philadelphia Doctorate Course 11 dicembre 1951

    “Qual è la differenza essenziale tra ciò che io sto facendo e le altre persone?
    E’ perché io sono più intelligente?
    E’ perché io ne so di più?

    No, in realtà c’è soltanto una cosa: è che io mi rendo conto che questo è un lavoro. E mi rendo anche conto che tutti hanno questo lavoro.

    Capite, tutti hanno questo lavoro”.

    C’era un enorme paio di stivali che si trovavano nel bel mezzo di questo universo, erano degli stivali davvero enormi, potevate osservarli con dei telescopi.

    In questi stivali c’era scritto: “Questi stivali percorrono una strada che conduce fuori…”.

    Erano sulla soglia di ogni porta…

    Sulla soglia di ogni banca che mai abbia violato un accordo o rifiutato un prestito a chi era disperato.

    Erano sulla soglia di ogni chiesa che abbia finto di assumersi una grande responsabilità.

    Erano in ogni via e in ogni progresso che l’uomo ha pensato di poter fare.

    L’uomo poteva assumersi la responsabilità di distruggere la cultura, ma non di aiutare una singola persona. Interessante!

    Quegli stivali… non erano neanche grandi.

    Che ne avete fatto?

    … c’è un trucco in questi stivali: non sono di un uomo solo, ma sono gli stivali di tutti gli uomini.

    Ma c’è uno scherzo più crudele di tutti…

    Una persona deve salire lungo la scala per potersi assumere la responsabilità di se stesso e di tutti gli altri e di tutto questo assurdo e condannato universo, prima di poter percorrere quella via d’uscita.

    Non è affascinante?
    LRH

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...