Archivi categoria: Casa Minelli

Successo su OT III

 

L’auditing cambia la vita, lo sappiamo,

ecco un esempio reale.

Grazie M. per averlo condiviso con noi.

Volevo solo farti sapere che stavo considerando quanto la vita cambi dopo una session, ieri sera ero frastornata e a momenti triste, ora sono tornata io, felice di vivere e comunque pronta per nuove sfide.

Tecnologia straordinaria, non che non l’avessi capito prima, ma mi sembrava giusto esprimerlo.
Grazie per l’assistenza e per aver permesso di portare avanti l’avanzamento verso la libertà!
M.❤

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

Ed ecco un altro Clear!

 

 

Sei un Clear. Bravo e congratulazioni!

Questo stato non è mai stato raggiunto prima d’ora in questo universo e dobbiamo lavorare tutti affinché più gente, molta più gente, raggiunga questo livello. Essenzialmente, tu sei Clear sulla prima dinamica e hai ancora tanto lavoro da fare per diventare OT, cioè le rimanenti dinamiche; ma ciò non toglie che scoprirai di avere molte abilità mai sognate prima d’ora…

Tratto da ” Una lettera aperta a tutti  i Clear ” HCOPL 17 gen 1967

Ecco un altro magnifico Successo ottenuto nel campo indipendente,

un altro risultato di cui essere orgogliosi!

 

Ebbene ci sono arrivato, dopo un lungo percorso!

Sin dall’inizio del ponte man mano che salivo ho sentito le varie sensazioni di cambiamento … le fissazioni, le drammatizzazioni, l’impulsività incominciavano a svanire, mi sentivo meno effetto degli eventi, ma (potevo) trovare subito le soluzioni.

Sento che c’è ancora molto da fare e che sono alla metà del percorso, lungo il sentiero tracciato da RON. Sarò sempre grato a lui e al lavoro svolto dal mio auditor e dal C/S grazie!!

 con ARC

  R.

4 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente, SUCCESSI

Uomini e (o) Dei

…In fondo, abbiamo l’uomo come animale.

Decisamente l’uomo come animale.

Lo vedete? In cima alla scala, in extremis, abbiamo l’uomo come dio…

(tratto dalla conferenza di LRH del 28 gen 58 “L’uomo l’animale, l’uomo il dio)

 

Ecco di seguito una realizzazione (cognition) di un indipendente,

un interessante punto di vista su cui possiamo disquisire!

Non ci sono buone ragioni per credere che ci sia un solo Dio.

Non c’è motivo per cui noi, individualmente e collettivamente, non siamo – ciascuno di noi – de facto l’unico capo di questo e di tutti gli altri universi. Penso che non sia solo la verità ultima, ma l’esperienza ultima di gioia.

Per prima cosa, gli individui crescono e crescono e crescono sempre, quindi diventare il padrone ultimo dell’universo è solo una questione di esperienza e di pratica.

Secondariamente, perché un qualsiasi Dio, anche se ce ne fosse uno solo, non vorrebbe che altri individui crescessero e continuassero a crescere fino a ché non fossero diventati uguali a lui? Dio ovviamente vuole degli amici e un Dio non può avere amici veramente eccellenti e di alto livello a meno che non siano, o alla fine diventino, uguali a lui.

Voglio dire, davvero, pensate al fatto che, anche quando un Dio gioca la parte di essere un malvagio, convincendo persino gli altri a diventare malvagi, è comunque il Dio veramente intelligente che conosce la semplice verità di base che le cose non possono andare come vuole lui senza la partecipazione/accordo di altri esseri.

E l’unico modo per ottenere pieno accordo e partecipazione è portare gli altri al proprio livello di comprensione intellettuale ed emotiva.

Quindi un dio/il Dio può avere giochi o amici solo rendendoli uguali.

Persino Dio non vuole essere solo.

Ognuno di noi è un essere creativo e non abbiamo limiti noti nel fare qualsiasi cosa possiamo immaginare. Per ogni pensiero di fare qualcosa è solo una questione di continuare a spingere in avanti e verso l’alto fino ad ottenere un compimento.

Anche se, alla fine, devi – e puoi – convincere tutti a iscriversi e iscriversi, tutto è comunque veramente ottenibile con la Persistenza che gli eterni infiniti esseri / Dio / dei hanno come loro potenziale.

E non importa quanto stupidi e per quanto tempo ci comportiamo da stupidi, abbiamo ancora il potere di Dio infinito ed eterno di fare qualsiasi cosa desideriamo.

Questo mi ricorda, ad esempio, quando si lavora in un’azienda o si vive in una famiglia in cui “tutti pensano di essere il capo”, nel senso che sono effettivamente l’essere supremo, e la verità è che lo sono davvero. Ognuno di loro da solo può rallentare, fermare, migliorare o espandere qualsiasi attività, sentimento o pensiero dell’intero gruppo.

Provate solo a fare qualcosa senza che tutti siano d’accordo, non ci riuscirete. Lasciatemi spiegare: Tutti devono arrivare ad essere d’accordo, con un accordo volontario o imposto, altrimenti non verrà fatto nulla.

Alla fine, qualcosa di simile all’idea originale verrà, ma qualunque cosa sia, giungerà a buon fine solo quando gli esseri-Dio-dio arriveranno consapevolmente o inconsapevolmente a concordare su di essa.

Anche se ognuno di noi è individualmente il Dio e l’unico padrone dell’universo, nessun singolo Dio ha la libertà di fare qualcosa senza venderla a tutti gli altri dei in modo che tutti siano d’accordo e partecipino.

È come se, per esempio la natura stessa del Vero Statico imponga la verità che esiste un “pulsante di lancio nucleare” per tutti gli Esseri Supremi.

Ognuno di noi, stupidi bastardi o meno, ha una chiave e una toppa in cui inserire l’attivazione di ogni pensiero, sentimento o attività – e senza un tale inserimento unanime della chiave, niente viene fatto, niente si sente, e non si verifica nemmeno alcuna attività di pensiero.

Ogni pensiero è un pensiero di gruppo e come pensiero di gruppo è condiviso da tutti gli individui. Queste idee non sono contraddittorie, anche se all’inizio può sembrare così.

Ogni Dio migliora o blocca automaticamente ogni altro Dio in tutto ciò che uno Statico tenta o pensa. Siamo individui ma non possiamo nemmeno avere un pensiero che non ottenga una chiave e l’accettazione di tutti gli altri Dei — sì, di tutti.

Ogni Dio qui sulla Terra è specializzato in qualunque area sia impegnato, ma ciascuno svolge ancora il proprio ruolo nel premere quei pulsanti nucleari e anche tutti gli altri pulsanti. Anche quegli Dei che sono ciechi e quelli che non pensano di inserire le loro chiavi nella consolle, hanno già inserito le loro chiavi di accesso, il che significa che almeno stanno facendo come gli è stato detto o hanno sentito altri menzionare quelle certe idee come la cosa da fare.

E la cosa divertente e orribile è che noi Dei continuiamo a creare nuovi Dei con uguale potenza ogni volta che postuliamo qualcosa. Questi postulati, non importa quanto piccoli o banali, sono in realtà entità viventi, esseri viventi.

Tutte le entità sono automaticamente Dei al momento della creazione e anche loro hanno le chiavi di tutte le consolle e dobbiamo persuaderle, appellarle ed educarle tutte a fare qualcosa di rispettabile!

In altre parole, devi avere un numero tremendo di “Mi piace, condivisioni e commenti” da ogni Dio per fare qualcosa, anche per fare le cose cattive.

Il Vero Statico è composto sia da un numero sempre crescente di individui che da un collettivo in continua espansione di nuovi pensieri e attività, ma non vedo nulla di sbagliato in questo. In realtà, pensiamoci, lo vorremmo in un altro modo a lungo termine? No, credo di no. Noi / Dei Statici vogliamo quell’espansione. È l’unica cosa che ha senso per me.

Parte del divertimento di scrivere nuovi copioni di vita per gli altri e per noi stessi sta nel venderli e nel far loro ottenere una grande popolarità.

Dobbiamo imparare a scrivere e vendere sceneggiature di vita ad altri che siano altrettanto divertenti e interessanti quanto le sceneggiature cupe e tenebrose attualmente in voga.

Gli Dei devono essere incoraggiati, istruiti o persuasi a non mettere le loro chiavi nella consolle del pulsante nucleare, invece, dovrebbero mettere le loro chiavi in qualcosa di positivo e divertente.

M.

20 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

Cosa è la Grandezza

C’è uno scritto di Ron che dovrebbe essere insegnato in ogni scuola, chiesa, tempio e famiglia.

Se duplicato ed applicato veramente potrebbe cambiare il mondo e le relazioni tra le persone,

darebbe sollievo da quella insensata drammatizzazione che è l’engram di quarta dinamica*.

Non è necessario essere OT, auditor o super addestrati per applicarlo,

basta solamente un poco di buon senso.

E’ uno scritto che abbiamo già pubblicato anni fa su LaReception,

ma ora più che mai è attuale.

Buona lettura… o rilettura in una nuova unità di tempo!

Guido

* Engram della Quarta Dinamica – 1. l’aberrazione fondamentale del pianeta. (Note di definizione di LRH) 2. l’obiettivo umanitario è di creare un ambiente sicuro in cui sia possibile cancellare l’engram della quarta dinamica. Con engram intendiamo quell’ostacolo mentale che impedisce la pace e la tolleranza. Con quarta dinamica intendiamo l’impulso a sopravvivere come umanità invece che solo come individui. (Giornale di Ron 68)

 

Cosa è la Grandezza

Il compito più arduo che si possa avere è continuare ad amare i propri simili, nonostante tutti i motivi di questo mondo per cui non lo si dovrebbe fare.

Il vero indice di sanitaà mentale e di grandezza è il continuare a farlo.

Per colui che lo sa realizzare, ci sono grandi speranze.

Per coloro che non lo sanno fare, ci sono soltanto dispiacere, odio e disperazione e queste non sono cose che costituiscono la grandezza, la sanità mentale o la felicita’.

Una delle trappole primordiali è cedere ad un invito all’odio.

Ci sono persone che ci nominano loro carnefici.

Talvolta, nell’interesse dell’incolumità altrui, è necessario agire, ma non è necessario anche odiarle.

Fare il proprio dovere senza infuriarsi contro quelli che cercano di ostacolarci è segno di grandezza… e di sanità mentale.

E solo allora si può essere felici.

Cercare di conseguire tutte le qualità desiderabili nella vita è nobile.

Quella più difficile, ma la più necessaria da conseguire è amare i propri simili, nonostante tutti gli inviti a fare altrimenti.

Se mai esiste una virtù degna di un santo, non è quella del perdono.

Il ” PERDONO” ammette la cattiveria di un atto.

Non c’è motivo di ammetterla.

Inoltre, per poter perdonare un’azione, la si deve classificare come cattiva.

Il ” PERDONO ” e’ un’azione di livello molto più basso ed e’ piuttosto critico.

La vera GRANDEZZA rifiuta semplicemente di cambiare il proprio atteggiamento nonostante le cattive azioni di cui si è oggetto…e una persona veramente grande ama i suoi simili perché li capisce.

Dopo tutto sono tutti nella stessa trappola.

Qualcuno se ne è dimenticato, altri ne sono impazziti, altri agiscono come coloro che li hanno traditi.

Ma tutti, tutti sono nella stessa trappola :

Generali, spazzini, presidenti e pazzi.

Si comportano cosi’, perché sono tutti soggetti alle stessi crudeli pressioni di questo universo.

Alcuni di noi sono soggetti a tali pressioni, e pure continuano a fare il loro lavoro.

Altri, che si sono da tempo arresi, delirano, torturano e si muovono con fare impettito , da quelle anime dementi che sono.

Noi possiamo almeno capire che la grandezza non deriva da guerre violente o da notorietà.

Deriva dal fatto di essere fedeli alla propria rispettabilità, di continuare ad aiutare gli altri, qualsiasi cosa essi facciano, pensino o dicano e malgrado tutte le azioni brutali a cui si è soggetti, di perseverare senza cambiare il proprio atteggiamento fondamentale nei confronti dell’ Uomo.

Da questo punto di vista, la vera grandezza dipende dalla saggezza totale.

Le persone si comportano come si comportano solo perché sono quel che sono : esseri intrappolati, schiacciati sotto un peso insostenibile.

E se a causa di questo sono impazzite e ordinano la devastazione di intere nazioni per errori di interpretazione, si può sempre capire il motivo, come pure l’entità della loro pazzia.

Perché si dovrebbe cambiare atteggiamento ed incominciare ad odiare solo perché qualcun altro si è perso e il suo destino è troppo crudele da affrontare ?

La giustizia, la clemenza, il perdono sono tutte cose senza importanza, rispetto alla capacità di non cambiare a causa di provocazioni o di pressioni a farlo.

Si deve agire, si devono mantenere ordine e responsabilità, ma non c’è bisogno di odiare o cercare vendetta.

E’ vero che gli esseri umani sono fragili e commettono errori.

L’Uomo e’ fondamentalmente buono, ma può comportarsi male.

Si comporta male solo quando le sue azioni a favore dell’ordine e della sicurezza altrui sono compiute con odio.

O quando le sue misure disciplinari sono basate solo sulla sua incolumità, senza alcuna preoccupazione per tutti gli altri ; o peggio ancora, quando agisce solo per il gusto della crudeltà.

Non mantenere affatto l’ordine è una azione da pazzi.

Basta guardare le cose appartenenti a un malato di mente e l’ambiente intorno a lui, per rendersene conto.

Le persone capaci mantengono le cose in ordine.

Quando una razza è dominata dalla crudeltà compiuta nel nome della disciplina, a quella razza è stato insegnato ad odiare.

Ed il suo destino è segnato.

La vera lezione è imparare ad amare.

Chi vuole arrivare incolume alla fine dei suoi giorni deve imparare questo : non usate mai ciò che vi viene fatto, come motivo per odiare.

Non desiderate MAI la vendetta.

Ci vuole veramente forza per amare l’Uomo ed amarlo nonostante tutti gli inviti a fare diversamente, tutte le provocazioni e tutti i motivi per cui non lo si dovrebbe fare.

La felicità e la forza persistono solo in assenza di odio.

Solo l’odio è la strada che porta al disastro.

Amare è la strada che porta alla forza.

Amare nonostante tutto è il segreto della grandezza.

E potrebbe benissimo essere il più grande segreto di questo universo.

L.R.H.

101 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

Sull’Amore

 

Ecco un bell’articolo che ci ha inviato E. 

Mille grazie E.

il Theta è sempre molto gradito!

Guido

 


CHE COS’E’ L’AMORE

In questo momento così delicato, vorrei condividere con voi una riflessione sull’amore.

Ron lo definisce come affinità e fratellanza tra le dinamiche, come manifestazione umana dell’ammirazione e come intensità di felicità indirizzata in una certa direzione.

Per me l’amore è una delle abilità più grandi di un thetan nel connettersi spiritualmente con il theta universale, incluso quello dei propri simili, nonostante le diversità manifestate come entheta e nonostante tutti gli ostacoli che ci degradano alle misemozioni di rabbia, odio e disperazione. L’uomo può comportarsi male ma la sua natura è quella di essere buono. L’amore è l’energia che sprigiona la bontà nelle persone e che ci riconnette con l’energia universale.

È zampillo originale delle parti che si ricongiungono al tutto, trovando in esso il loro senso.

Se ami davvero, osservi il mondo e gli altri esseri umani, anche quelli più degradati che ti spingono in basso sulla scala emotiva, con grande comprensione ed affetto, perché comunque in quella situazione ci siamo stati anche noi e, magari, ne siamo usciti. Il theta può trasformare l’entheta, e la forza che da vita a ciò è l’amore.

Essere fedeli alla nostra potente natura ci porta a riconoscere da dove siamo nati e ciò che siamo capaci di fare, ci spinge a continuare ad aiutare gli altri e non cambiare il nostro atteggiamento per dar seguito ad un’influenza negativa, disconoscendo chi siamo davvero, dei thetan davvero speciali.

L’amore è la nostra forza. E’ la forza che ci permette di non cambiare, di persistere nel bene e nella felicità, e di fare as-is del male che, a questo punto, scompare. L’amore perdura solo in assenza di odio, e per far scomparire l’odio dobbiamo stargli difronte e vederlo per quello che è, con grande affinità e comprensione.

E’ solo nell’amore che il male si dissolve.

Mantenere fede alla nostra natura ci permette di osservarla anche in tutte le persone che ci sono vicino, e donare loro ammirazione, amarle per quello che sono.

Amore è unione delle vite che risplendono nell’ammirazione.

La connessione spirituale dei thetan con il theta universale può avvenire esclusivamente attraverso un particolare canale spirituale della comunicazione, che ci spoglia di tutte le aberrazioni e mette a nudo tutte le nostre emozioni: gli occhi di un’anima che guarda un’altra anima, la confronta completamente in tutte le sue parti ed ama la sua interiorità, la sua essenza, la sua emotività, al di la di qualsiasi forma di contatto mest.

Nell’amore, prima di spogliare il nostro corpo, dobbiamo spogliare la nostra anima, poiché l’incontro più intimo tra due anime è la nudità emotiva. Questo può avvenire solo quando superiamo qualsiasi paura di essere noi stessi ed eliminiamo l’aberrazione, mostrando all’altro quello che davvero siamo, in ognuna delle nostre sfaccettature.

Non è un obiettivo facile da raggiungere, è necessario un grande lavoro su di sè, forza e voglia di ascoltare, di sentire e di abbracciare le emozioni, accettandole per quello che sono.

Amore è chi incontra l’altro essendo se stesso.

A questo punto il coraggioso confronto del male e delle misemozioni dissolve qualsiasi energia entheta e, tramite l’amore, che ci permette di esplorare ed ammirare anche le nostre debolezze, le tramuta in energia theta.

L’amore consapevole ci regala la sapienza di ciò che ci fa male e di ciò che invece ci da vita.

L’amore è infinito.

L’amore è il potere più grande dell’universo.

12 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, OT, Scientology indipendente, SUCCESSI

Complottismo vs Responsabilità


Ricevo e volentieri pubblico

questo articolo di GB.

Quanto mai attuale!

 

La recente emergenza sanitaria ci ha bloccato in casa ben oltre una consueta “quarantena” e molti di noi si sono chiesti quanto i provvedimenti adottati siano legittimi e utili per il maggior numero delle dinamiche. Molti si sono anche improvvisati “virologi” nel cercare di scoprire le vere origini del Covid-19. Altri ancora hanno imbastito le più stravaganti teorie complottistiche degne di un giallo alla Hitchcock.

In questa breve intervista pubblicata da la Repubblica a Lucio Caracciolo, direttore di Limes, e Carlo Lucarelli, scrittore, notiamo alcuni interessanti spunti che poi rivisiteremo secondo la filosofia di Scientology:

 

https://video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/covid-19-caracciolo-e-lucarelli-i-complotti-del-virus/359212/359766

 

Cerchiamo ora di utilizzare la tech di Scientology per delineare le caratteristiche dell’atteggiamento complottista.

 

L’atteggiamento complottista presenta le seguenti caratteristiche:

1) Non si considera responsabile, la responsabilità è di qualcun altro, quindi un complottista si considera effetto di un complotto.

2) Nel tentativo di ispezionare e assegnare l’appartenenza e l’attribuzione di tempo, luogo, forma e avvenimento, non verifica alla sorgente se i dati che ha in possesso sono veri, falsi o incompleti, inoltre seleziona solo i dati che gli danno ragione.

3) Attribuisce tutto ciò che accade a un CHI, ad una valenza o a più valenze, che per lui rappresenta un SP.

4) È convinto di aver assegnato la corretta appartenenza e attribuzione di tempo, luogo, forma e avvenimento.

5) Divulga le sue considerazioni come fossero la verità e lo fa convinto che ciò sia per il bene del maggior numero di dinamiche.

6) Di fronte a dati e fatti che disconfermano la sua teoria un complottista attua uno sforzo per ridurre la condizione di esistenza di un’altra realtà (Not-is). Nel farlo assume un senso di superiorità e, se contraddetto, con l’intenzione di avere ragione diventa antagonista (2.0) e può scendere nella Scala del Tono fino a ostilità nascosta (1.1) nei confronti di chi è in disaccordo con lui. In alcuni casi può anche arrivare a disconnettere.

7) Quando i fatti continuano a smentire in modo eclatante la sua teoria, un complottista potrebbe cercare nuovamente di ispezionare per riassegnare l’appartenenza e l’attribuzione di tempo, luogo, forma e avvenimento, ma, ancora, senza verificare alla sorgente se i nuovi dati che ha in possesso sono veri, falsi o incompleti, e, di nuovo, seleziona solo quelli che gli danno ragione.

8) A questo punto potrebbe attribuire ciò che accade ad un altro CHI, collegato ai CHI precedenti, che per lui ora rappresenta un altro SP.

9) Di nuovo è convinto di aver assegnato la corretta appartenenza e attribuzione di tempo, luogo, forma e avvenimento.

8) Quando è confrontato per risolvere le generalizzazioni, verificare, chiarire e differenziare i dati, individuare le corrette appartenenze di Chi o Che cosa, individuare l’item corretto e la corretta attribuzione di tempo, luogo, forma e avvenimento, ciò che si scopre è che alla base di tutto questo c’è sempre un’idea fissa: un CALCOLO (o COMPUTO).

 

Anatomia di un facsmile di servizio

di LRH

 

FACSIMILE: Un’immagine mentale creata inconsapevolmente; una copia dell’ambiente dell’universo fisico esistito in qualche momento del passato, completa di tutte le percezioni.

SERVIZIO: Un metodo per fornire ad una persona l’uso di qualcosa; l’azione o il risultato di fornire assistenza o beneficio; lavoro fatto; compito eseguito.

CALCOLO (o COMPUTO): Quella valutazione aberrata e postulato secondo cui uno deve essere in un certo stato al fine di avere successo.

FACSIMILE DI SERVIZIO: IL FACSIMILE DI SERVIZIO È QUEL CALCOLO PRODOTTO DAL PRECHIARO (NON DAL BANK) PER DAR RAGIONE A SÉ E TORTO AGLI ALTRI: PER DOMINARE O EVITARE DI ESSERE DOMINATO, E PER ACCRESCERE LA PROPRIA SOPRAVVIVENZA E LEDERE QUELLA DI ALTRI.

Nota che è un calcolo, non una condizione di fare, essere o avere. Potremmo chiamarlo “calcolo di servizio”, ma continueremo a mantenere il termine che abbiamo usato attraverso tutta la tecnologia per descrivere questo fenomeno, cioè “facsimile di servizio”.

È un calcolo che 11 pc adotto quando, in una situazione estrema, si senti messo in pericolo da qualcosa ma non riuscì farne itsa.

Si chiama facsimile di servizio perché il pc lo usa: svolge un “servizio” per lui.

L’aberrazione, l’aberrazione di chiunque su qualunque soggetto, è stata di una certa utilità, una volta o l’altra, alla persona. Lo si può rintracciare nel passato. È stata di una certa utilità, altrimenti la persona non avrebbe continuato a farne il mock-up. Ma adesso, se la si mette a confronto con gli standard di sopravvivenza, si scopre che è molto contro-sopravvivenza.

Il pc l’adottò perché non riuscì a sopportare la confusione presente in una situazione. Adottò così una soluzione sicura. Una soluzione sicura viene sempre adottata per ritrarsi dalla restimolazione ambientale. Il pc, in quel caso, adottò una soluzione sicura e sopravvisse. La sua soluzione sicura divenne il suo dato stabile. Da allora in poi è rimasto aggrappato ad essa. E il calcolo, l’idea fissa, che usa per maneggiare la vita, il suo facsimile di servizio.

 

COME IL FACSIMILE DI SERVIZIO SI FISSA

Un’idea è la cosa che più facilmente viene sostituita ad un thetan. Un’idea, fondamentalmente, non è collegata con alcuna massa. E sembra avere in sé un certo buon senso, così viene molto facilmente sostituita ad un thetan. Perciò l’idea, il dato stabile, che la persona ha adottato, viene sostituito al thetan.

Come fa questo dato stabile a fissarsi così tanto? Si fissa, sempre più saldamente, man mano che passa il tempo, a causa della confusione che si suppone dovrebbe maneggiare e che non risolve.

Il dato stabile venne adottato al posto dell’ispezione della cosa. La persona cesso di ispezionare, si ritirò dall’ispezionare, si ritirò dal vivere. Mise lì il dato a sostituire la sua personale osservazione e il suo far fronte alla vita e in cui momento iniziò ad accumulare confusione.

Ciò a cui non si sta di fronte e che non viene osservato tende a persistere. Perciò, se la persona non sta di fronte, si accumula massa. Il dato stabile impedisce l’ispezione. È una soluzione automatica. È “sicura”. Risolve tutto. La persona non ha più bisogno di ispezionare per risolvere, così non fa mai as-is della massa. Viene imprigionata dalla massa. E questo dato raccoglie sempre più confusione, e la capacità di ispezionare della persona diventa sempre più ridotta. Più non sta di fronte meno può stare di fronte. Questa diventa una spirale discendente.

Cosi la cosa che ha adottato per maneggiare l’ambiente in sua vece, è la cosa che riduce la sua capacità di maneggiare l’ambiente.

Quelle cose che non rispondono al consueto auditing, quelle cose che l’auditing regolare non cambia, sono radicate in questo meccanismo.

Perciò è importante trovare l’idea su cui la persona è fissata tanto fortemente. Tira via l’idea fissa e libererai l’individuo su un più ampio perimetro di ispezione.

Maneggiando i facsimili di servizio, il motivo per cui si ottiene dell’azione di tone arm quando l’idea fissa viene tirata via, è che la confusione che è stata ammassata e arginata per così tanto tempo, sta ora fluendo via.

 

RAGIONE/TORTO, DOMINARE E SOPRAVVIVERE

Ragione e torto sono gli strumenti della sopravvivenza. Al fine di sopravvivere si deve avere ragione. C’è un livello in cui avere ragione è analitico, e c’è un livello in cui ragione e torto cessano di essere analitici o comprensibili. Quando si va sotto questo punto, è aberrazione.

Il punto in cui si degenera da sopravvivere a soccombere è il punto in cui si riconosce di avere torto. Qui si inizia a soccombere. Il momento in cui uno comincia a preoccuparsi per la propria sopravvivenza, egli entra nella necessità di dominare al fine di sopravvivere.

Le cose vanno in questo modo: insistenza sulla sopravvivenza, seguita dalla necessità di dominare, seguita poi dalla necessità di avere ragione. Questi postulati vanno via via degenerando. Si ottengono così ragione o torto aberrati. Il gioco della dominazione consiste nel dar torto all’altra persona in modo da aver ragione.

Questa è l’essenza del facsimile di servizio.

Il motivo per cui il facsimile di servizio non è razionale è che si hanno A=A=A lungo tutta la linea. Man mano che la cosa degenera, va a finire sempre più in un aberrato A=A=A. Se l’individuo sopravvive, deve avere ragione. Così le persone difenderanno i più fantastici torti/sbagli sulla base che hanno ragione.

In PT e in qualunque punto della traccia l’individuo cerca di aver ragione, cerca di aver ragione, cerca di aver ragione. Qualunque sia la cosa che fa, cerca di avere ragione. Per sopravvivere si deve avere ragione più di quanto non si abbia torto, così nasce l’ossessione di aver ragione al fine di sopravvivere. La bugia sta nel fatto che l’individuo non può far nient’altro che sopravvivere.

Non è che cercare di avere ragione sia sbagliato, è avere ragione in modo ossessivo riguardo a qualcosa che è ovviamente sbagliato. Questo si verifica quando l’individuo non è più in grado di scegliere il proprio tipo di comportamento. Quando segue ossessivamente tipi di comportamento non ispezionati, al fine di avere ragione.

Non c’è niente di mentalmente sano in un facsimile di servizio, non c’è nessuna razionalità in esso. Il calcolo non si adatta all’episodio o all’evento che capita. Semplicemente si impone esagera le cose e distrugge la libertà di scelta, ostacolando la libera manifestazione della capacità di essere felici, potenti, normali o attivi. Distrugge il potere, distrugge la libertà di scelta.

Quale che sia quella zona o area, vedrai l’individuo peggio rare. Si trova su una spirale discendente. Ma è lui stesso che La genera.

L’intenzione di avere ragione è l’intenzione più forte del l’universo. Al di sopra di essa c’è lo sforzo di dominare, e ancora più sopra c’è lo sforzo di sopravvivere. Queste cose sono forti. Ma qui stiamo parlando di un’attività mentale. Di un’attività di pensiero. Di un’attività d’intenzione.

Sopravvivenza – è semplicemente una cosa che succede. Dominazione – è semplicemente una cosa che succede. Queste non sono cose intenzionali. Ma prova a scendere al livello dell’intenzionale e c’è ragione o torto. L’intenzione più forte dell’universo.

È sempre una soluzione aberrata. Esiste sempre in PT e fa sempre parte dell’ambiente del pc. È lui che la genera. E la sua soluzione. Per quanto ne sia sopraffatto, continua a generarla. È aberrata perché è una soluzione non ispezionata. Ed è qualcosa che tutti, inconsapevolmente o in qualche altro modo, dicono al pc che è sbagliata, causandogli così di sostenere che è giusta. La soluzione perfetta quando il pc se ne impossessò per la prima volta. Ma ora domina la sua vita. Vive la vita al posto suo. E non inizia nemmeno lontanamente a prendersi cura della sua vita.

Questa è l’anatomia del facsimile di servizio.

Ne troverai in qualunque pc che audirai. Un facsimile di servizio è la chiave per risolvere il caso di un pc. La strada a soccombere che il pc sostiene ciecamente sia la strada verso la vera sopravvivenza. E ogni pc ha più di un facsimile di servizio.

Fortunatamente, noi abbiamo la tech per salvarli. Siamo soli ad averla.

 

  1. Ron Hubbard, HCOB 5 settembre 1978

66 commenti

Archiviato in Casa Minelli, Scientology indipendente

Sull’Etica 2

Ecco la traduzione di un altro video che trovate sul canale YouTube di Ron 2.0

Un punto di vista sull’etica su cui riflettere

Leggetelo, può essere di aiuto.

Grazie a Paolo per la traduzione.

Guido

 

Salve signore e signori è l’11 maggio

2019 ora sono circa le 7:05 di sera e stasera volevo cogliere l’occasione per discutere un argomento molto importante, un argomento che al momento è anche molto controverso a causa del modo in cui molti sono stati esposti a questo argomento e al suo lato negativo o ingiusto e questo argomento è l’ETICA.

Vorrei discutere prima di tutto di etica, statistiche, giustizia e della loro giusta applicazione. Ci sono delle definizioni ampiamente sbagliate là fuori nel campo indipendente così come nella Chiesa

di Scientology sull’etica e su come dovrebbe essere applicata in quale ordine e come vengono applicate le penalità, quando le certificazioni delle persone e altre cose vengono revocate ecc.  e tutto ciò che ne consegue. Ora la cosa molto strana riguardo a questa etica è che troverete tutto ciò che dovete conoscere a riguardo è contenuto nel libro Introduzione all’Etica di Scientology e ovviamente ci sono alcuni HCOB e Policy Letter che sono stati scritti sull’etica in particolare, ma sono per qualcuno che lavora sullo staff e nei dipartimenti di etica, ma ancora i dati principali sono disponibili qui nella versione del libro dell’età dell’oro Introduzione all’Etica di Scientology.

Quindi, prima di entrarci dentro e leggere un paio di citazioni contenute, devo dire che uno dei più importanti fattori che ho già detto prima è che l’etica in nessun caso e in nessuna circostanza può essere forzatamente imposta su qualcuno, qualunque cosa tu faccia  non potrà mai essere imposta, è impossibile, non può essere. Puoi imporre la morale a qualcuno, ma questo è un argomento diverso. Ora la morale di gruppo è ciò che un gruppo ha concordato essere etico e questo può essere imposto a una persona. Potrete trascinarlo via legarlo a un palo e frustarlo. Potete metterlo a testa in giù o davanti a un plotone di esecuzione, ma alla fine della giornata quell’individuo nel profondo del suo cuore non crederà che ciò che fatto sia qualcosa di più di una distrazione o che aveva torto o che era stato non etico. Non c’è niente da fare, non cambierà idea.

Ecco perché l’etica non può essere imposta. L’etica appartiene a ciò che persona sente dentro di sé essere giusto o sbagliato e alla sua moralità. Non siamo intrinsecamente sbagliati, non siamo intrinsecamente peccatori; siamo tutti nati come buoni esseri umani, o almeno uno spererebbe di esserlo e non essere intrinsecamente imperfetto. In questo mondo non c’è una singola persona vivente in possesso delle sue facoltà mentali che alla fine non arrivi a capire ciò che è giusto o sbagliato. Ora ci sono delle grandi diversità lì ma c’è sempre stato un comune denominatore di ciò che può essere considerato giusto o sbagliato. Se vediamo una persona che soffre, se stai facendo qualcosa a qualcuno che gli provoca dolore, afflizione rabbia, se sei un essere umano ragionevole dalle capacità mentali adeguate arriverai alla conclusione che ciò che hai fatto non è corretto o è sbagliato quello che l’altro ha fatto a te.Quindi una persona svilupperà una bussola interna e un concetto di ciò che è giusto o sbagliato. Naturalmente ci sono delle grandi deviazioni  riguardo a questo che dipendono dall’educazione di qualcuno, da dove viene o da quale cultura. Anche la loro fede politica, le loro credenze filosofiche hanno pure un grande o un marcato effetto sul loro comportamento e sulla loro etica.

Ora ciò che un gruppo considera che è poi ciò che un grande gruppo di persone considera, e di solito queste cose vengono poi codificate in un codice penale di qualche tipo o in qualche tipo di sistema legale. La maggior parte dei paesi lo fa. Ora alcuni paesi  islamici, i paesi che seguono l’Islam usano quel sistema di credenze o Sharia o questo tipo di  leggi e le fanno rispettare  e questo è ciò su cui generalmente concordano per essere etici  a livello di popolazione. Ora dentro Scientology, naturalmente qui abbiamo sviluppato un sistema di etica e l’etica era progettata per proteggere l’individuo.

Lo dice qui nel libro, tu sei responsabile di ciò che accade a te. Noi siamo responsabili per la nostra etica personale. noi siamo responsabili per mettere IN la nostra stessa etica. E’ il nostro senso interno di ciò che moralmente è giusto o sbagliato. Io lo devo mettere in, io devo stabilire se qualcosa è giusto o non è corretto. Se non vi piace una determinata cosa, se vi tenete qualcosa dentro e vi sentite frustrati. Bene, aprite la bocca e parlate. E’ responsabilità della persona farlo e dire:  “Ehi guarda… no, questo è sbagliato ecco qua i riferimenti!” Dimostri il tuo livello di caso e poi procedi da lì, ma questa è la nostra responsabilità e probabilmente l’errore più grande che un individuo può fare quando si tratta di etica è semplicemente non usarla.

Qual è il buono di avere uno standard, uno standard personale di ciò che sei disposto a tollerare, di cosa sei disposto a fare agli altri, fino a che punto sei disposto ad andare, quali linee  sei disposto ad attraversare? Quindi il più grande errore che un individuo può fare è non mettere IN l’etica. Qual è l’utilità di avere uno standard personale di ciò che sei disposto a tollerare, sei disposto a fare agli altri, di quanto sei disposto a farti avanti, di quante linee sei disposto ad attraversare?

Se non lo fai veramente può darsi che tu non abbia nulla. Quindi il più grande errore che una persona può fare è non mettere IN l’etica e la prossima cosa che accadrà ci saranno i lupi che raspano alla tua porta, gente che ruba le tue cose e che cammina sulla tua schiena. Vedete? Venite chiamato davanti ad un Comitato di Evidenza, e poi ad una Corte di Etica dove ti dicono ah! Sei un SP, sei stato dichiarato perché non ci piaci. Nessun dato, nessuna prova,  procedure ignorate, e questo accade perché ad ogni gradino del percorso quell’individuo non ha detto: “No, al diavolo, fottetevi. Adesso fate quello che vi dico io se no mi dovete portare via a forza!”. Tu sai che ho ragione, io so che ho dannatamente ragione perché è scritto da L. Ron Hubbard. Ma non molte persone hanno questo tipo di energia e forza d’animo e così vengono calpestate e se voi non mi credete, la cosa divertente riguardo a me e che la maggior parte delle persone non sa è che non mi hanno mai dichiarato. Non sono mai stato dichiarato dalla Chiesa di Scientology. Non sono mai stato dichiarato come SP o altrimenti. Non è mai stato scritto, non è mai stato detto.  Perché? Perché conosco l’etica e l’ho messa IN. In tutte le linee che ho dovuto attraversare l’ho messa IN e l’ho fatto nel modo appropriato.

Quindi, le cose fondamentali quando si parla del soggetto dell’Etica sono a) non conoscerla, b) non metterla IN. E questa è la responsabilità dell’individuo, è la vostra responsabilità ed è la mia responsabilità. Detto questo, un altra questione è… mai in nessuna circostanza imponete l’etica su una persona e l’altra cosa che io dico sempre: l’etica è stata creata per mettere la tech IN, non per mettere l’admin IN. L’etica non è stata creata per far salire le statistiche, l’etica non è stata fatta per vendere materiali o per fare promozione.

L’etica non è stata creata per fare in modo che qualcuno vendesse una certa quantità di ore di auditing, non è stata creata per reg (vendere servizi a) qualcuno.  Come fare quelle cose le trovate nei volumi di OEC. Quelle cose sono Admin non Etica. E le statistiche di una persona non sempre indicano…  in realtà le statistiche raramente indicano una situazione di fuori-etica. Quindi le formule di etica che trovate qui non sono fatte perché le statistiche di qualcuno sono giù. Certamente le statistiche vanno tenute, ma le statistiche vanno usate solamente per incontrare le tue formule di etica come individuo e ciò che tu stai facendo interiormente per te stesso. Ciò che tu senti di star facendo bene o male  per far salire le tue statistiche, giusto?  E le statistiche vanno insieme con l’altra faccia della moneta e cioè con le formule di etica. Voi applicate le formule di etica e le tenete sotto controllo con le statistiche, e questo permette a noi di produrre in un modo eticamente corretto. Non riflettono necessariamente una caduta o una situazione fuori etica. Non rappresentano una situazione fuori etica. Quando parliamo di situazioni fuori etica ci riferiamo a crimini e alti crimini. Errori e infrazioni non sono necessariamente situazioni fuori etica o lo sono raramente. Mentre quando ci sono crimini e alti crimini, bene, quelle sono situazioni in cui  si è manifestato un fuori etica. La ragione per cui dico questo perché sembra che ci sia sempre stata una  caccia alle streghe.

Per i dati in mio possesso nelle strutture organizzative se qualcuno non aveva le statistiche alte gli veniva tagliata la testa o gli venivano fatte applicare le condizioni di etica perché le sue statistiche erano giù. Ma nessuno si è mai fermato a considerare il fatto che magari le statistiche di quel tipo erano basse a conseguenza delle azioni di qualcun altro o semplicemente perché dannazione nessun entrava dentro dalla strada quella settimana e non c’era nulla che quel tipo poteva fare per cambiare quella situazione. Poteva essere al suo posto facendo tutto quello che doveva fare in modo perfetto ma questo non cambiava la situazione, non c’era nessun pubblico che entrava nell’org ed è stupido pensare che lui poteva cambiarla. La cosa importante era se quella persona faceva tutto quello che poteva fare nell’ambito del suo potere etico per sostenere il posto che occupava. Il che significa, audire al meglio delle tue capacità, gestire i corsi al meglio delle tue capacità. Se lavori come staff, tenere il tuo posto al meglio delle tue capacità. Tutto questo significa che le statistiche non indicano necessariamente una situazione fuori etica. Certo può essere, ma questo di solito nel corso di un lungo periodo di tempo, come minimo da 60 a 90 giorni. Se le tue statistiche sono giù per 3 mesi di fila magari è un qualcosa a cui faresti meglio dare un’occhiata. Ma se le statistiche sono relativamente decenti per quel periodo di tempo, bene, stai tenendo il tuo posto ragionevolmente bene, perché ci sono un sacco di altri fattori. Puoi essere nuovo, con poca esperienza e può darsi che ci voglia del tempo per imparare su un gradiente e abituarsi a gestire quel determinato posto. Quindi queste cose non le potete imporre sulla gente. Quindi di nuovo signore e signori per correggere una situazione fuori etica non potete imporlo.

Cioè non potete usare le formule di etica o qualsiasi altra tecnologia per correggere una situazione fuori etica, punto! Voi dite … ohohohoh aspetta. NON audite una persona che è in una situazione fuori etica, non gli fate applicare le formule di etica per tirarlo fuori da quella situazione, punto. Non sono usate per quello. Ma quello che io intendo per situazione fuori etica sono di nuovo crimini e alti crimini. Quando una persona è arrivata a quel punto non c’è auditing che può ripararlo. E’ una fonte potenziale di guai o oltre e non potete audirlo o fargli applicare le formule delle condizioni di etica. Forse potete tirargli fuori overt e withhold ma il punto è che non le potete imporre a loro. La persona ha un problema, è in una situazione fuori etica e vi dice: “Devo andare in session, devo risolvere queste cose”. Magari potete verificare e tirar fuori overt che sta continuamente facendo o magari potete fare un maneggiamento PTS, usate quella tecnologia, ma non imponete la tecnologia su qualcuno per rimediare a una condizione di etica. Non deve essere fatto mai signore e signori, in nessuna circostanza. Si deve sparare in testa a qualcuno se solo considera o tenta di farlo. E’ una completa applicazione sbagliata della tecnologia. Giustizia, per rimediare quelle situazioni va applicata la parte dell’etica che riguarda la giustizia.

Adesso darò di nuovo un’occhiata a questo libro dove si possono trovare 4 aree quando si parla di etica, penalità e cose che si possono fare in modo sbagliato: potrebbero essere dei semplici errori o infrazioni e poi di nuovo abbiamo crimini e alti crimini. Quando parliamo di crimini intendiamo comportamenti che potrebbe essere naturalmente considerati tali anche nella società: stupri, omicidi, incendi dolosi, furti. Tutti questi sono crimini. Entriamo in un livello in cui ci possono essere condanne penali. Ci sono poi gli alti crimini che non sono semplici crimini ma crimini commessi specificamente contro Scientology. Ora, errori e infrazioni possono essere spazzati sotto il tappeto, cioè possono essere maneggiati senza procedure di giustizia di etica. Okay, infrazioni, errori non intenzionali, mancate esecuzioni di ordini sono errori, scortesie e insubordinazioni, non applicazione di policy, errori che provocano delle perdite, danneggiamento di materiali, rifiutare un verifica al meter, rifiutare auditing richiesto da un’autorità, scoprire crimini nascosti di un’altra persona in questa vita, interrompere un meeting, come vedete, la maggior parte di queste cose riguardano Scientology, ma tutte queste cose le possiamo considerare infrazioni, okay? Ora troviamo nel libro delle cose più importanti: flagranti e continue rotture del codice che risultano in guai pesanti, mancata esecuzioni di ordini in questioni di vitale importanza che risultano in una cattiva reputazione pubblica, mettere Scientology o Scientologist a rischio, questa non sembra essere una cosa divertente, mancanza o rifiuto di riconoscere, eseguire o trasmettere un ordine legale diretto da parte di un membro di un consiglio internazionale o di un suo assistente. Sono sicuro che vi siete fatti un quadro e di nuovo questi sono crimini, crimini che possono essere considerati tali nella società come pure in Scientology.

Ora vediamo gli alti crimini: allontanarsi pubblicamente da Scientology  o commettere atti soppressivi.  Cancellazione dei certificati, titoli e riconoscimenti sono le penalità previste per questi reati oltre a quelle comminate da un Committee of Evidence. Ora questo è l’ultimo paragrafo in questo capitolo intitolato reati e penalità. Tutto quanto contenuto in questo libro vi renderà chiaro l’intero soggetto dell’etica. Il libro dice che i crimini vengono puniti riunendo una Corte di Giustizia o un Committee of Evidence e non possono essere maneggiati con un’azione disciplinare diretta. Molto importante. Tu non puoi fare un’azione disciplinare diretta su chi ha commesso un crimine o un alto crimine. Viene convocato un Committee of Evidence che dovrà stabilire se tu hai commesso o meno un crimine e poi la Corte di Etica stabilirà quale saranno le penalità. Potrete essere licenziati, potrete essere degradati oppure potranno essere cancellati i vostri certificati o addirittura potrete essere arrestati. Queste sono le penalità che possono essere assegnate per aver commesso un alto crimine e così possono essere cancellati i certificati se hai commesso azioni soppressive ecc. e questo è tutto, tutto il resto non conta. Un crimine per non avere eseguito un ordine sì, ma puoi avere ucciso qualcuno e se questo era giustificato, va bene è un qualcosa che rimane fra la persona e il suo auditor. Magari qualcuno ha ucciso in passato una persona per difendere se stesso o la sua famiglia, o una persona amata, questo non significa che quella persona sia in una situazione di etica né fa di lui una persona soppressiva. Sono cose che hanno a che fare con insanità e aberrazione. Con quante persone pensate che verremo a contatto nel corso del nostro lavoro che hanno commesso crimini e quante persone pensate che l’abbiano fatta franca. Non sto parlando di multe per eccesso di velocità e cose di quel genere. Noi stiamo cercando di riabilitare il benessere spirituale, la loro vita, la loro mente e la loro sanità. Se fosse così potremmo semplicemente dichiarare tutti SP e saremmo a posto. Sarebbero l’80% di quelli che incontrate sulla vostra strada.

A John Smith piaceva fare risse per strada e ha colpito un tipo che è caduta picchiando la testa ed è morto, ma nessuno lo ha mai denunciato. Noi non lo mandiamo via dicendo: “Etica! Etica! Oh tu non puoi stare qui, non puoi contribuire, non puoi far parte di questo gruppo, oh è terribile, adesso ti mandiamo via. Fatelo uscire”. E’ una azione disciplinare diretta messa in atto senza un Committee of Evidence. E’ veramente una cosa così grave?  Convocate un Committee of Evidence. Loro raccolgono i dati e poi dicono che il tipo ha avuto una rissa con un tipo per strada. Sfortunatamente il tipo è morto. Ok questi sono tutti i dati raccolti. Il Committee of Evidence dice che questo non rende quel tipo una persona soppressiva, non è stato un atto soppressivo, forse sarebbe considerato un crimine dalla legge, ma non è mai stato arrestato. Noi non siamo qui per imporre la legge, non ha nulla a che fare con Dianetics e Scientology. Se la persona adesso è a posto, è ben disposto a contribuire e  vuole fare auditing, allora è benvenuto come lo è chiunque altro. Tutti noi abbiamo demoni e cose nel nostro cassetto. Di nuovo le uniche cose per cui una persona può avere i suoi certificati e le sue classificazioni revocati sono alti crimini che sono atti soppressivi. Non leggerò la lista che è contenuta nel libro, lo potete fare da soli, ma prima di chiudere con questo, signore e signori, qui nel libro c’è un gradiente per ciò che concerne le azioni di etica. Leggerò brevemente dal libro… adesso non trovo le frasi che vi volevo leggere, farò un breve sinossi. Ci sono circa 32 gradini e ti dice il gradiente con il quale noi mettiamo l’etica IN; si comincia con un tocco leggero e voi dite “Ehi qui c’è qualcosa che non va”. Magari hanno detto qualcosa di offensivo ad un altro riguardo ad un altro e voi gli dite: “Ehi Joe, così non va proprio bene, c’è gente che va in giro a dire cose offensive su di … e sembra che sei stato tu a metterle in giro”.  Naturalmente Joe nega di aver fatto questo e a questo punto entra in gioco un supervisore che prende Joe gli dice: “Ehi Joe è meglio che cominci a guardare a quello che stai facendo, altrimenti l’etica farà delle azioni su di te”. Questo non funziona e a quel punto inizierà un’investigazione di etica formale, che alla fine potrà portare ad un Committee of Evidence, le prove raccolte vengono portate ad una Corte di Etica e se si verifica lo scenario peggiore Joe viene dichiarato SP e gli viene revocato tutto. La cosa peggiore, viene scomunicato e non potrà più ricevere servizi.

Quindi cominciate con un tocco leggero fino a salire ad un Committee of Evidence che è composto da un gruppo di persone imparziali e poi una Corte di Etica che giudicherà in base alle prove raccolte dal Committee of Evidence, poi la revoca e le misure correttive, altrimenti la completa scomunica e la dichiarazione di persona soppressiva. Non bisogna saltare nessuno di questi gradini e come ho detto nel libro c’è un capitolo che parla di questo. Mi pare che ci siano 32 o 33 piccoli gradini che comprendono cose che vanno da un tocco leggero in su come ho appena spiegato ed è così che si mette l’etica IN a una persona.  Ma signore e signori per riassumere il tutto in una sinossi, voi non dovete mai imporre l’etica sull’etica di una persona in nessuna circostanza. L’etica è creata per mettere IN la tecnologia. E’ lì per far sì che le persone possano essere audite e questo è tutto. E le condizioni di etica e le formule sono lì per aiutare una persona ad essere in etica, produttiva e in condizione di essere audita e questo è tutto. L’auditing non è mai usato per maneggiare un crimine o un alto crimine, quindi non si audisce mai qualcuno per maneggiare un crimine o un alto crimine. Non si mette qualcuno in session picchiandolo sulla testa per cercare di tirargli fuori i suoi overt, fare confessional… Signore e signori, tutto questo appartiene al Grado 2; quando è maneggiato è maneggiato.

Non esiste che qualcuno continui ad accumulare overt e withhold mentre sta salendo sui gradi di Scientology. Voi non mettete qualcuno in session per maneggiare situazioni fuori etica. E le situazioni fuori etica le maneggiate su gradiente come ho spiegato prima, da un tocco leggero fino alla scomunica dalla chiesa. Ma questo si applica solo a crimini e alti crimini a meno che una persona non abbia fatto così tanti flop, errori e infrazioni e sia stato ripreso così tante dannate volte che l’unica conclusione a cui giungere è che è un SP, o che continuino a commettere innumerevoli infrazioni una dopo l’altra da sommarsi più o meno in un crimine. L’unica altra volta in cui si maneggia qualcuno o si cerca di maneggiarlo sull’etica in session è quando il pc o la persona lo richiede, non lo obbligate a farlo. Il pc viene da voi e vi dice di aver quella tal difficoltà, sa di essere fuori etica ma pensa di esser PTS o qualcos’altro. Pensa di avere overt e withhold di cui non è consapevole, allora sì lo mettete in session, ma come ho detto non lo fate mai come un’imposizione.

Quindi di nuovo: 1) non imponete mai l’etica su qualcuno, in nessuna circostanza. 2) L’etica è stata creata per mantenere IN la tecnologia. E quando mettete in etica qualcuno partite con un tocco leggero per poi arrivare se necessario ad un Committee of Evidence, Corte di Etica, scomunica. Seguite sempre quel gradiente senza saltare nessun gradino. Ad esempio, tagliar via il Committee of Evidence dicendo direttamente: “Tu sei dichiarato! Perché quello era un mio pc e quindi lo dichiaro per quello che mi ha fatto quella volta su Marte”, non va bene. Voi seguite sempre tutti i gradini e certificati e classificazioni possono essere revocati solo dopo un Committee of Evidence e una Corte di Etica, seguendo poi le raccomandazioni della Corte di Etica. Se la persona viene dichiarata SP, può essere fatto solo dopo che una certa quantità di prove sono state raccolte e poi ci possono essere le eventuali correzioni richieste oppure la scomunica. Queste sono le uniche due opzioni che una corte di Etica ha a disposizione quando è stato accertato un atto soppressivo o un alto crimine.

Con questi principi signore e signori avete l’intero corpo della tecnologia di etica. Potete prendere il libro e leggerlo e potete farlo coincidere con la vostra realtà ma credetemi, questi sono gli unici dati che comprendono l’intera scena della tecnologia di etica.

Quindi signore e signori questa è una sinossi e una breve discussione che volevo avere con voi su etica e giustizia e la loro adeguata applicazione. Credo di aver svolto il mio compito in modo adeguato, senza farla troppo lunga  e quindi mi fermerò qui. Ma se metterete in pratica questi principi non potrete mai sbagliare e naturalmente l’ultima ma più importante cosa da ricordare è che  l’etica è la vostra responsabilità individuale. Se non la mettete IN non potrete godere della sua protezione. Per essere protetti dall’etica dovete applicare ed usare la sua tecnologia altrimenti non sarete protetti dall’etica. Se la seguite non sbaglierete mai e non sarete mai soggetti a una situazione di fuori etica e alle sue conseguenze.

Questo è tutto signore e signori vi auguro un’incredibile serata o mattinata  in qualunque parte del mondo voi siate,  se volete contattarmi personalmente potete scrivermi a thetastatic20@gmail.com che è pure l’indirizzo paypal nel caso qualcuno volesse fare una donazione per aiutarmi a continuare a fare quello che sto facendo qui e far decollare nuovamente tutto questo per noi. Detto questo mi farò risentire fra breve e vi auguro di star bene.

 

 

8 commenti

Archiviato in Casa Minelli, LRH, Scientology indipendente

Al di la’ del Sistema Solare… tra le Galassie

In questi giorni sembra che la Storia

stia girando più velocemente del solito.

Grandi cambiamenti di abitudini sociali ma,

soprattutto, cambiamenti di punti di vista.

Sembra proprio che la vita ed il pianeta

ci vogliano far uscire prepotentemente

dalle nostre “comfort zone”

Del resto il nostro percorso di conoscenza,

come scientologi indipendenti

ci porta al voler esplorare e sperimentare

al fine di ottenere la nostra

libertà spirituale

E noi accettiamo la sfida!

 

“Intervista aliena”  Roswell (USA) 1947

 

Traduzione, impaginazione e ricerche a cura di: Rud Skall e Jabans

 

Prefazione

Ho ricevuto dal mio amico Rud Skall questo testo il 29 agosto del 2011.

Malgrado l’incredibilità di ciò che vi veniva narrato, sono rimasto molto colpito, perché alcune parti erano in perfetto accordo con certe mie profonde intuizioni, con cose che avevo in qualche modo “ricordato” e che avevo cercato di condividere con altre persone in vario modo.

 

Soprattutto il sentire, o sapere, che siamo Esseri Spirituali Immortali, che abbiamo il potere di creare un nostro personale universo, condivisibile e con la possibilità di fonderlo con altri, che la nostra vera esistenza non è questa vita sulla Terra, ma un eterno “essere”.  Che si è perché si è deciso di essere.

 

Fin dalla più giovane età ho avuto una pulsione verso la libertà, mal sopportando l’autoritarismo immotivato, sia nei miei confronti che nei confronti altrui, militando anche in gruppi e associazioni libertarie.

Ad un certo punto della mia vita, ho “ricordato” che ero un essere immortale, che questa vita terrena era solo un sogno senza alcuno scopo, se non giocare, cercando sensazioni ed emozioni, completamente dimentico di chi ero in realtà ed assorbito totalmente dal gioco, tanto da credere che fosse l’unica vita.

 

In quel momento ho capito che l’unico modo per sfuggire al ciclo di incarnazioni era ritrovare la nostra vera essenza, il nostro vero essere incorporeo. La vita nella carne, falsa il nostro punto di vista, ci fa vedere le cose dal basso, agisce su di noi come una droga, da assuefazione e dipendenza dalle sensazioni e dalle emozioni.

 

Se anche non esistesse uno schermo, che ci cattura e ci cancella la mente, come descritto nel testo, noi ritorneremo sempre qui, o al limite, in posti simili dell’universo materiale.

 

Per questi ed altri motivi ho deciso di dargli una forma più organica, con l’aiuto del mio amico Rud, e farne partecipe anche altri.

Malgrado le nostre ricerche non possiamo garantire la sua autenticità al cento per cento, ma il nostro intuito ci fa intendere che molto che qui è scritto, corrisponde a verità.

 

Non è nostro intento voler convincere chicchessia di alcun che, ma solo fornire uno spunto di riflessione su domande fondamentali che da sempre rimangono senza risposta.

 

Forse non ci sono risposte, perché giaciamo in un oblio strano ed innaturale, forse dovremmo veramente ricordare la nostra origine, perché molte cose congiurano contro di noi e la nostra prigione è la nostra totale ignoranza su chi siamo.

 

Jabans  Torino, 16 settembre 2011

 

 

Biografía di Matilda O’Donnell MacElroy  scritta da Lawrence Spencer.

 

Poichè non ho mai conosciuto personalmente la signora MacElroy, e ho parlato con lei una sola volta al telefono per circa 20 minuti, non posso testimoniare personalmente sulla credibilità delle sue informazioni.

Ho ricevuto il materiale scritto a macchina per posta, inviato da un indirizzo fisico in Irlanda.

 

Quando ho parlato con lei via cellulare nel 1998, vivevo in Florida.

Al momento della nostra breve intervista telefonica, la signora MacElroy viveva a Glasgow, Montana.

Lo so perché le ho spedito una copia del mio libro, The Oz Factors, come un regalo.

Sono certo che l’ha ricevuto, perché lei si riferisce alla lettera che lo accompagnava e che aveva letto.

 

Ho fatto una piccola ricerca su internet su Glasgow, Montana, fondata nel 1887 come città ferroviaria. Divenne popolare negli anni trenta, perché il Presidente F.D.Rooswelth, volle che Fort Peck si costruisse nell’area di Glasgow. Negli anni 60 aveva 12.000 abitanti, poiché vi era installata la Base dell’Air Force (SAC), utilizzata durante il conflitto in Vietnam e la Guerra Fredda. La base è stata disattivata e chiusa nel 1969.

 

Quando parlai con la signora MacElroy, mi disse che era stata trasferita lí dall’aeronautica statunitense dopo il suo pensionamento, dove conobbe il marito, che era un ingegnere. Non ha citato il suo nome, però lavorò alla costruzione della diga di Fort Peck.

 

Raccontò che le sue discendenze irlandesi avevano qualcosa a che fare con questo caso, ma non approfondii questo punto con lei.

Non ho trovato alcuna informazione sul Sig. MacElroy che ha lavorato nella diga, perché gli archivi del personale di quel periodo sono in pratica inesistenti.

 

Ho preso contatto con lei durante la mia ricerca per il libro The Oz Factors perché la mia inchiesta riportava che questa donna aveva partecipato a un contatto alieno nell’area 51, o nel sito dell’incidente di Roswell.

 

Per una serie di circostanze e riferimenti accidentali, ho effettivamente trovato il suo numero nella rubrica telefonica e l’ho chiamata, sperando che fosse la persona indicata.

 

Inutile dire che inizialmente era molto restia a rispondere alle mie domande. Credo però che sia stata colpita dalla mia sincerità per ottenere le informazioni per il mio libro, e che non avessi secondi fini o intenzioni di sfruttarla.

 

Tuttavia, in quel momento non mi comunicò molte informazioni utili, tranne che effettivamente era stata nell’esercito, di stanza nel New Mexico nel 1947. Non menzionò nessun tipo d’incidente, perché la sua vita dipendeva dal suo silenzio. Sebbene questo attirasse ancor più il mio interesse, era inutile insistere, così rinunciai e la dimenticai fino al settembre scorso, quando ricevetti un pacchetto dall’Irlanda.

 

Ho cercato di avvicinarla in Irlanda all’indirizzo del mittente sul pacchetto, ma non ho ricevuto nessuna risposta, nè sono stato in grado di trovare qualcuno in Meath County, Irlanda, che la conoscesse, tranne la proprietaria che le aveva affittato una stanza per alcune settimane prima della sua morte, che sembrava fosse contemporanea a quella del marito.

 

Il timbro postale sulla busta che mi aveva inviato era dell’ufficio postale di Meath Navan, Co., Irlanda, e aveva una data. Poiché in Google Maps non appare l’indirizzo del mittente indicato sulla busta, ho scritto al proprietario della casa, dove vivevano la signora MacElroy e suo marito, e scoprii che entrambi erano recentemente deceduti. I resti della sig.ra MacElroy e del marito erano stati cremati e sepolti nel cimitero di Finian, in Athboy Road.

 

Non ho potuto trovare nessuna informazione su di lei sotto il nome da nubile O’Donnell, non ho trovano nessun amico o familiare o documento che confermi la sua nascita, la formazione medica o militare, o certificati di matrimonio o di morte, ad eccezione della proprietaria della stanza in Irlanda (che non è parente), prima della sua morte.

Ho il sospetto che questa è una falsa identità che i militari le dettero quando lasciò Roswell, come indicato nelle sue note.

In entrambi i casi, è probabile che la sua identità e tutti gli elementi di prova sulla sua esistenza, siano stati completamente cancellati.

Alcune agenzie governative sono esperte nel coprire prove, o far sparire registri (e persone). É probabile che fosse per la natura molto sensibile degli incidenti di Roswell.

Non ho altre informazioni per verificare o comprovare le note e le interviste inviatemi dalla sig.ra MacElroy.

 

Lettera della Signora MacElroy (a Lawrence Spencer)

12 August 2007

 

Dear Lawrence, Ho scritto questa lettera con la mia vecchia macchina da scrivere Underwood che ho comprato dopo che mi hanno licenziato dall’esercito. In qualche modo c’è un contrasto tra il contenuto di questa lettera e i documenti che troverà racchiusi nella busta.

 

L’ultima volta che ho parlato con lei è stato circa otto anni fa. Durante il breve colloquio telefonico, lei mi ha chiesto di assisterla nella ricerca per il libro The Oz Factors  perché pensava che io potessi sapere qualcosa che avrebbe aiutato nell’inchiesta sulla possibilità che esseri extraterrestri potessero aver influenzato la storia della terra.

 

Quando abbiamo parlato l’ultima volta, ho detto che non avevo alcuna informazione da condividere con lei. Ho letto il suo libro e l’ho trovato molto interessante e convincente.

 

Lei è ovviamente un uomo che ha fatto il suo dovere, e che potrebbe comprendere la mia esperienza. Io ho pensato molto all’allusione sul vecchio filosofo che menzionò nella nostra conversazione telefonica: “con il grande potere, viene la grande responsabilità”.

 

Anche se non penso sia pertinente alla mia vita o all’invio dei documenti, mi ha fatto pensare sulla mia responsabilità.

Ho riconsiderato la mia posizione, per una serie di ragioni, e lei aveva ragione. Una responsabilità è necessario averla. Non posso spiegarvi il personale inferno che ho sopportato dal 1947 per l’irrisolutezza etica e l’ambivalenza spirituale.

 

Molti uomini sono stati uccisi per evitare di rivelare le conoscenze che ho collaborato a nascondere fino ad ora alla società. Solo pochissime persone sulla terra hanno visto e sentito ciò che ho avuto l’onere di tener segreto per sessant’anni.

In tutti questi anni ho avuto fiducia nel nostro governo, anche se spesso ho pensato che l’energia spesa per “proteggere” l’umanità da determinate conoscenze è stato un errore.

Non solo esistono forme di vita extraterrestri intelligenti, ma hanno e continuano aggressivamente a monitorare e invadere ogni giorno la vita di tutti sulla terra.

 

Pertanto ritengo che sia giunto il momento di svelare questo segreto a qualcuno, e credo che lei capirà. Non voglio essere responsabile senza divulgare le conoscenze di cui sono in possesso. Credo che ci sia un bene maggiore, e la questione della “sicurezza nazionale”, qualunque cosa significhi, allora era giustificato che fosse TOP SECRET.

Ora ho 83 anni. Ho deciso di lasciare questo organismo, che ha esaurito la sua utilità, utilizzando un metodo indolore di eutanasia auto amministrata.

Ho ancora pochi mesi da vivere e nulla da temere o da perdere.

 

Mi sono allontanata dal Montana con mio marito, con chi ho condiviso la maggior parte della mia vita e voglio spendere i nostri giorni rimanenti in una deliziosa e ariosa camera da letto in una casa della famiglia di mio marito in County Meath, Irlanda.

 

Morirò non lontano dal “The great podgorze”.

I “Fairy podgorze delle tenebre” sono sacri “cairns” o strutture di pietre massicce che sono state erette circa 3.700 A .C., con geroglifici indecifrabili, come le piramidi e altri monumenti di pietre inspiegabili, sparsi per tutta la terra.

Non sono anche lontano dal The Hill di Tara, che una volta era l’antica sede del potere in Irlanda, dove hanno regnato in tempi preistorici e storici 142 re. Nell’antica religione e mitologia irlandese questo era il luogo sacro delle “divinità” ed era l’ingresso all’altro mondo.

Hill of Tara

Il modus operandi del nostro governo è stato quello di proteggere il popolo dalla conoscenza di tali questioni. L’unica protezione accordata in realtà è l’ignoranza e il segreto, per nascondere l’agenda privata di chi detiene il potere di asservimento sugli altri.

 

In questo modo, si disarma ogni possibile nemico o alleato, attraverso la superstizione e la stupidità.

Pertanto, ho racchiuso l’originale e la sola copia esistente delle mie note personali e riflessioni su una questione che ho mantenuto nascosta a tutti, anche alla mia famiglia. Ho incluso anche le trascrizioni degli stenografi di tutte le mie interviste con il pilota del disco alieno, appena terminato ogni colloquio.

 

Non ho tutte le copie delle registrazioni su nastro che sono state fatte della mia intervista. Nessuno fino ad ora, sa che ho conservato segretamente le copie delle trascrizioni ufficiali delle interviste.

Ora posso affidare questi documenti alla sua discrezione, per mostrarli al mondo in qualsiasi forma o modo lei creda.

La mia unica richiesta è: farlo in modo che non sia una minaccia per la sua vita o benessere, se possibile.

Se desidera incorporare le note delle mie esperienze in un’opera di fantasia, come un romanzo, il materiale potrebbe essere facilmente deriso o screditato da qualsiasi Agenzia per i quali la “sicurezza nazionale” è usata come scudo contro la verità e la giustizia.

In questo modo, si potrebbe sconfessare qualsiasi conoscenza della loro reale origine, tacciando il suo lavoro come frutto dell’immaginazione.

 

Chi ha detto che la verità è una strana fantascienza, ci ha azzeccato. Per la maggior parte delle persone tutto questo sarà incredibile. Purtroppo per la realtà, le credenze non sono criteri affidabili.

Inoltre, sono certa che se si dovessero mostrare queste note a tutti coloro che preferiscono la materialità, la schiavitù economica e spirituale, alla libertà, il contenuto del testo sarebbe alquanto discutibile.

Se si fosse tentati di pubblicare i documenti come uno scoop giornalistico o televisivo, potrebbero essere respinti di prima mano come il lavoro di un pazzo. La natura stessa di questi documenti li rende incredibili, e quindi screditabili.

 

Al contrario, il rilascio di questa informazione è potenzialmente catastrofica per determinati interessi politici, religiosi ed economici.

Questi documenti contengono informazioni molto rilevanti e di interesse per le indagini sugli alieni ed esperienze paranormali.

Per utilizzare l’analogia nel libro The Oz Factors , posso dire onestamente che le poche relazioni fatte da altri sulle influenze aliene, sono solo una dolce brezza dell’occhio di un uragano che strapazza il pianeta.

 

Queste informazioni, che sono state sospettate e/o ipotizzate da tanti per tanto tempo, sono state costantemente negate dai media tradizionali, dal mondo accademico e dai complessi industriali militari.

 

Come è noto, nel luglio del 1947, la RAAF della base aerea di Roswell aveva rilasciato un comunicato, precisando che il personale del 509° Gruppo Bombardieri aveva recuperato un disco volante sinistrato in un ranch vicino a Roswell, New Mexico, e i media fecero scintille.

 

Più tardi, il generale comandante dell’ottava brigata dell’aeronautica, Jesse Major Marcel, affermava che avevano recuperato i resti di un pallone aerostatico. Da allora, i fatti reali dell’incidente sono stati nascosti dal governo degli Stati Uniti.

 

Io ero arruolata nel Corpo Medico dell’U.S.Army Air Force (WAC) che era allora una parte dell’esercito americano. Al momento dell’incidente, ero stata assegnata al 509° gruppo bombardieri, come Nurse Flight (infermiera di volo).

 

Quando la notizia di un arresto anomalo arrivò alla base, mi fu chiesto di accompagnare il signor Cavitt, responsabile dell’intelligence, e di guidare il veicolo al sito dell’incidente, per prestare qualsiasi emergenza medica a eventuali sopravvissuti.

Pertanto, sono stata testimone diretta del ritrovamento di una nave spaziale, così come dei resti di numerosi esseri alieni morti a bordo di detta aeronave.

 

Quando siamo arrivati ho appreso che uno degli esseri era sopravvissuto allo schianto ed era cosciente e apparentemente autosufficiente. L’alieno era simile nell’aspetto, ma non uguale agli altri esseri morti.

 

Nessuno del personale presente poteva comunicare con lui, e neanche l’essere comunica verbalmente o a gesti con il personale militare. Tuttavia, mentre esaminavo il “paziente” per verificare se avesse lesioni, immediatamente capii che tentava di comunicare con me con immagini mentali o pensieri telepatici che proiettava direttamente nella mia mente.

Segnalai immediatamente questo fenomeno al Sig. Cavitt. Poiché nessun altra persona presente poteva percepire questi messaggi e l’alieno sembrava ben disposto a comunicare con me, decisero che avrei accompagnato l’alieno superstite alla base.

 

In parte questo è stato dovuto al fatto che ero un’infermiera e potevo risolvere i suoi problemi fisici, così come servire da comunicatrice e compagnia non minacciosa. Dopo tutto, ero l’unica donna nel luogo, e non ero armata. Successivamente mi assegnarono in pianta stabile come accompagnatrice dell’alieno, in qualsiasi momento.

Il mio dovere era di comunicare e intervistarlo, e fare un rapporto completo alle autorità di tutto ciò che avrei scoperto.

 

Successivamente, il personale militare e non, mi dette degli elenchi di domande da porre, meglio, da interpretare all’alieno, e registrare le risposte alle stesse domande.

Ho accompagnato l’alieno anche ai test medici e a molti altri esami a cui era stato sottoposto dal personale di numerose agenzie governative.

 

Per la mansione molto insolita, ho ricevuto una promozione al rango

di Senior Master sergente per migliorare la mia valutazione di sicurezza e per aumentare la mia categoria retributiva da 54 a 138 dollari al mese.

Ho eseguito questi compiti a partire dal 7 luglio ad agosto del 1947, momento in cui l’alieno morì o si sconnesse dal suo corpo, come leggerà nei miei appunti.

 

Anche se non sono mai stata completamente sola con l’alieno, c’erano sempre militari, persone di Agenzia di Intelligenza e una varietà di altri funzionari di tanto in tanto, ho avuto accesso ininterrotto e comunicavo con l’essere per quasi sei settimane. Ho fatto una sintesi panoramica dei miei ricordi personali e delle conversazioni con il pilota della nave aliena e di come sono venuta a sapere dell’identità di Airl.

 

Credo che in questo momento sia mio dovere, attirare l’interesse dei cittadini della terra, per rivelare ciò che ho imparato dalla mia interazione con Airl, oggi è l’anniversario della sua morte o della sua partenza, sessant’anni fa.

 

Ho prestato servizio come infermiera nell’aeronautica militare, non sono pilota o tecnico. Inoltre, non ho avuto alcun contatto diretto con la nave spaziale o altri materiali recuperati dal sito dell’incidente. Quindi si deve tener conto che la mia comprensione delle comunicazioni che ho avuto con Airl si basa sulla mia capacità soggettiva di interpretare il significato delle riflessioni e immagini mentali che sono stata in grado di percepire.

 

La nostra comunicazione non consisteva di lingua parlata, nel senso convenzionale. Infatti, il corpo dell’alieno non aveva nessun bocca attraverso la quale parlare. La nostra comunicazione si basava sulla telepatia.

 

In un primo momento, non potevo capire Airl molto chiaramente, potevo percepire le immagini, emozioni e impressioni, ma era difficile per me esprimerlo verbalmente.

Una volta che Airl imparó l’inglese, poteva concentrare i suoi pensieri più propriamente, utilizzando simboli e significati di parole che capivo.

L’apprendimento della lingua inglese è stato un favore fatto a me. Era più a mio vantaggio che a vantaggio suo.

 

Alla fine delle nostre interviste, e sempre in forma crescente, era più confortevole comunicare telepaticamente ed ero diventata esperta nel comprendere i pensieri di Airl come se fossero miei. I suoi pensieri diventano in qualche modo i miei, le sue emozioni erano le mie. Tuttavia, questo era limitato dalla sua volontà e dall’intenzione di condividere il proprio universo personale con me. Lei era in grado di essere selettiva su quali comunicazioni volesse ricevere da me. Allo stesso modo, la sua esperienza, formazione e istruzione, le relazioni e i fini, sono univocamente solo suoi.

 

Il Dominioè una razza, o civiltà, di cui Airl, l’alieno intervistato, è un ufficiale, pilota e ingegnere che serve nella Forza di Esplorazione del Dominio.

Il loro simbolo rappresenta l’Origine e l’universo conosciuto, uniti e integrati in una grande civiltà sotto il controllo di il Dominio.

 

Airl è attualmente di stanza presso una base nella cintura degli asteroidi che lei definisce come stazione spaziale nel sistema solare della terra. Innanzitutto, Airl funge volontariamente come responsabile e pilota della macchina nelle Forze di Esplorazione del Dominio.

In tale veste ha doveri e responsabilità, ma ha la libertà di andare e venire a piacimento.

 

Per favore, accetti questo materiale e lo faccia conoscere a quante più persone possibili. Ribadisco che non è mia intenzione mettere in pericolo la sua vita con il possesso di questo materiale.

Ho la sensazione che si possa apprezzare il valore che può avere tale conoscenza, per coloro che sono disposti e in grado di affrontare la realtà.

 

L’umanità ha bisogno di conoscere le risposte alle domande che sono contenute in questi documenti. Chi siamo? Da dove veniamo? Qual è il nostro scopo sulla terra? È umanità è sola nell’universo? Se c’è vita intelligente altrove, perché non ci contattano?

 

È essenziale che la gente capisca le conseguenze devastanti per la nostra sopravvivenza spirituale e fisica, nel caso non riuscissimo a intraprendere azioni efficaci per annullare gli effetti dell’intervento invasivo alieno sulla terra.

 

Forse le informazioni contenute in questi documenti serviranno come trampolino verso un futuro migliore per l’umanità. Non sono sufficientemente intelligente, creativa e coraggiosa per distribuire tali informazioni.

 

Che gli Dei vi benedicano e vi custodiscano.

Signora Matilda O’Donnell MacElroy

Sergente maggiore Corpo Medico dell’Aeronautica Militare dell’Esercito Femminile, in pensione.

 

100 Troytown HeightsNavan

Meath, Irlanda

 

Post Scriptum : gli altri documenti in questa busta sono la fine della storia, per quanto accaduto nel 1947. Tuttavia, alcuni mesi dopo il governo ha ordinato la mia delocalizzazione ad atri dipartimenti della base.

Nonostante ciò ho continuato la mia comunicazione con Airl.

Sono trascorsi esattamente 40 anni dal caso.

 

Era ovvio che avessi potuto comunicare telepaticamente con Airl per un motivo: io sono uno dei 3.000 membri del Battaglione Perduto.

In questo momento, tutti i membri del Battaglione Perduto sono situati sulla terra a causa della Missione del Dominio Anunnaki e del dispositivo di rilevazione Albero della vita.

 

Attraverso la mia comunicazione con Airl, ho recuperato parte della mia memoria della vita trascorsa sulla terra nel corso degli ultimi 8.000 anni.

La maggior parte di questi ricordi non sono particolarmente importanti rispetto agli eventi, ma è stato un trampolino necessario per riconquistare la mia consapevolezza e capacità come E-S-I (Essere Spirituale Immortale).

 

Ricordo anche alcuni flash della mia vita nella Forza di Esplorazione del Dominio. Ero un’infermiera, ripetutamente attraverso il tempo. Mi piace il lavoro di aiutare le persone.

 

A misura che ricordo di più sul mio passato, mi rendo conto che il resto della mia vita è nel futuro. L’eternità non è solo nel passato. Il futuro è eternità.

 

Per me non è possibile ritornare nel Dominio, perché sono condannata a una pena detentiva eterna, come tutti gli altri E-S-I. Una vita d’inferno chiamata Terra, ma solo fino a quando non si disattivi lo schermo attivato dal Vecchio Impero.

 

Non potrò tenere il mio corpo biologico per molto tempo, sono consapevole che molto presto sarò riciclata attraverso il processo di amnesia del Vecchio impero e bloccata in un altro corpo di bambino per ricominciare tutto da capo senza nessuna memoria anteriore.

 

I membri della Forza d’Esplorazione del Dominio hanno lavorato per risolvere questo problema che dura da migliaia di anni.

Airl dice che anche se il Dominio trova tutti i membri del Battaglione Perduto e dell’equipaggio, il successo della loro liberazione dipende dagli E-S-I che sono già sulla terra.

Il comando centrale del Dominio, in questo momento non può autorizzare personale o risorse per condurre una missione di salvataggio, perché non è una missione prioritaria in questa galassia.

 

Così, gli E-S-I sulla terra dovranno fare un lavoro interno per uscire da questa prigione. I detenuti dovranno scoprire come liberarsi da soli. Nel corso degli ultimi 10.000 anni sulla terra, i diversi metodi sviluppati per il recupero della memoria e delle capacità degli E-S-I, sono stati inefficaci.

 

Airl citò che la svolta più efficace fu compiuta da Gautama Siddharta circa 2.500 anni fa. Tuttavia, gli insegnamenti originali e le tecniche insegnate da Buddha sono stati alterati o persi nel corso dei millenni. Le tecniche pratiche della sua filosofia sono state corrotte dai sacerdoti con rituali religiosi robotici, come uno strumento di controllo o di schiavitù.

 

Recentemente è successo qualcosa. Una conoscenza nel Comando Ufficiale della Stazione Spaziale è un E-S-I, che fu un importante ufficiale e ingegnere della flotta spaziale del Vecchio Impero.

Egli è diventato un intoccabile, lo stesso che circa 10.000 anni fa fu inviato alla terra per condurre un ammutinamento contro il regime oppressivo del Vecchio Impero.

Il tecnico è stato addestrato in Teoria d’Improvvisazione Scientifica Avanzata, tecnica vecchia migliaia di anni. Ha applicato la sua esperienza per aiutare a risolvere il problema del salvataggio dei membri del Battaglione Perduto, così come degli altri E-S-I sulla terra.

 

Un’attenta osservazione e analisi sperimentale della meccanica della memoria degli E-S-I, operata su di lui e su sua moglie, l’hanno convinto che è possibile recuperare l’amnesia indotta agli E-S-I e recuperare anche le abilità perse.

 

Insieme hanno scoperto e sviluppato efficaci metodi che hanno utilizzato per risanare i propri ricordi. Essi codificano i loro metodi, in modo che altri possano tranquillamente essere addestrati per applicarli a se stessi e ad altri, senza che questo sia scoperto dagli operatori di controllo del Vecchio impero.

 

La loro ricerca ha rivelato che gli E-S-I possono occupare e operare in più di un organismo allo stesso tempo, un fatto che in precedenza si pensava essere limitato agli ufficiali del Dominio.

 

Un esempio è che l’ingegnere suddetto, in una precedente vita sulla terra era Solimano il Magnifico. La sua assistente era una ragazza dell’harem, che da schiava passò a essere sua moglie aiutandolo a governare l’Impero Ottomano.

Contemporaneamente, occupava il corpo della Regina Elisabetta.

Per questo la Regina d’Inghilterra non si è mai sposata: perché l’E-S-I lo era già.

 

Sono stati osservati numerosi altri esempi di questi notevoli fenomeni. Esempio: il processo di raffinazione dell’acciaio è stato inventato dallo stesso E-S-I che abitava simultaneamente due organismi. Uno era un certo Kelly, in Kentucky, l’altro era Bessemervissuto in Inghilterra. Entrambi hanno concepito il processo allo stesso tempo.

 

Altro esempio è Alexander Graham Bell, il supposto inventore del telefono, inventato da molti altri al tempo stesso, compreso Antonio Meucci e Brooke Gray. Concepito contemporaneamente in diverse località del mondo.

Questo è un unico E-S-I con un’energia enorme e con la capacità di operare in più organismi in luoghi diversi durante lo svolgimento di lavori di ricerca complessi.

 

Grazie a queste scoperte, il Dominio è stato in grado di attivare, su base limitata e a tempo parziale, alcune degli E-S-I del Battaglione Perduto.

Un E-S-I che occupa gli organismi biologici di due ragazze sulla terra sta nel tempo stesso lavorando come membro attivo della Forza d’Esplorazione del Dominio sulla stazione spaziale degli asteroidi come operatrici in comunicazione. Sono incaricate dei messaggi tra la Forza d’Esplorazione e la sede del comando del Dominio.

 

Recentemente, io stessa ho potuto riprendere alcuni dei miei doveri per la Forza d’Esplorazione, pur continuando a vivere sulla terra.

Questo non è un compito facile e può essere eseguito solo mentre il mio corpo biologico dorme.

 

Mi fa molto piacere sapere che forse non dobbiamo rimanere sulla terra per sempre. C’è speranza di fuggire, non solo per il Battaglione Perduto, ma per molti altri E-S-I sulla terra.

 

Tutti gli E-S-I potrebbero essere aiutati a diventare più consapevoli della realtà del mondo attraverso le informazioni contenute in questa busta.

Per questo motivo le ho inviato tali lettere e trascrizioni. Vorrei vedere tali documenti pubblicati. Voglio conoscere tutti gli E-S-I sulla terra per scoprire cosa sta realmente accadendo.

 

La maggior parte delle persone normali crederà che tutto questo non è vero. Sembra incredibile, nessuna persona ragionevole potrebbe mai credere una sola parola di quanto detto. Incredibile anche per un E-S-I, la cui la memoria è stata cancellata e sostituita con false informazioni date dal controllo elettronico di un pianeta prigione.

Non dobbiamo permettere che l’apparente incredibilità della nostra situazione ci impedisca di affrontare la realtà.

 

Francamente, le ragioni non hanno nulla a che fare con la realtà. Non esistono ragioni. Le cose sono quello che sono. Se non affrontiamo come dato di fatto la nostra situazione, dovremmo rimanere per sempre sotto il giogo del Vecchio Impero. L’arma più grande che ha lasciato il Vecchio Impero è ora la nostra ignoranza di ciò che stanno facendo a tutti gli E-S-I sulla terra. Incredulità e segretezza sono le armi più efficaci che hanno.

 

Le Agenzie governative hanno classificato TOP SECRET le azioni eseguite dagli E-S-I. Loro sono automi guidati da comandi post-ipnotici dati dagli operatori del carcere del Vecchio Impero. Sono gli schiavi sconosciuti di maestri invisibili, asserviti dalla loro disponibilità a essere schiavi.

 

La maggior parte degli E-S-I sulla terra sono buoni e onesti, spesso artisti, geni, liberi pensatori e rivoluzionari che non hanno danneggiato nessuno. Essi non sono una minaccia per nessuno, tranne che per i criminali che li hanno arrestati.

 

Essi devono scoprire come opera il meccanismo di amnesia e ipnosi del Vecchio Impero. Essi devono ricordare le proprie vite passate. L’unico modo che questo accada è comunicare, coordinare e contrattaccare.

 

Dobbiamo dire alle altre persone che devono discuterne apertamente. La comunicazione è l’unica arma efficace contro la segretezza e l’oppressione.

Per questo motivo voglio che raccontiate questa storia.

 

Condividete queste trascrizioni con quante più persone possibili. Se i popoli della terra sapessero cosa sta realmente accadendo, forse comincerebbero a ricordare chi sono e da dove sono venuti.

 

Per ora, possiamo iniziare la nostra liberazione e salvezza con le parole. Possiamo essere liberi nuovamente. Possiamo essere noi stessi ancora una volta.

Forse da qualche parte incontreremo, con o senza corpo, il nostro futuro eterno.

 

Buona fortuna a tutti noi. Matilde O’Donnell MacElroy

 

 

 

… continua …

10 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, OT, Scientology indipendente

Economia domestica e libertà

 

La parola economia deriva dall’unione delle parole greche oikos, “casa” e nomos, “norma” o “legge“, letteralmente significa quindi “gestione della casa”.

Mai come in questi giorni la nostra casa è divenuta così importante per noi!

Casa come luogo fisico ma anche metafisico, casa è anche il nostro corpo, la nostra mente.

Noi come esseri spirituali possiamo estendere la nostra casa oltre i limiti fisici. Possiamo essere anche in altri luoghi e crearvi le nostre sensazioni e viverle, con chi vogliamo e fare i giochi che vogliamo.

La legge che regola la nostra economia domestica dipende da noi, da limiti che noi stessi determiniamo.

Se ci viene imposta dall’alto, da qualche autorità (che noi abbiamo considerato essere tale), sarà una legge morale che seguirà usi e costumi più o meno logici, o dettati dalle contingenze.

Ma solamente quando noi sapremo essere etici potremo attenerci a leggi basate sulla nostra consapevolezza, conoscenze e compassione verso noi stessi, gli altri e l’universo.

E potremo agire da esseri liberi!

Guido

 

 

2 commenti

Archiviato in Casa Minelli, OT, Scientology indipendente

Ron 2.0 sul Coronavirus

 

Ecco il messaggio di Ron 2.0

sull’attuale situazione planetaria.

Un messaggio di speranza

e un invito all’azione.

Ribaltiamo il flusso,

mettiamoci a punto causa!

 

 

Non ho pubblicato un post pubblicamente sul Coronavirus a causa del fatto che non sono coinvolto in alcuni dibattiti che riguardano la politica e altri argomenti aperti all’interpretazione e basati sul punto di vista di una persona. 

Detto questo, i miei pensieri e i miei postulati sono con voi tutti durante questo momento difficile per molti di voi e credo che una volta che la polvere si sarà depositata avremo un mondo diverso da quello in cui tutto iniziò.

Anche una Scientology diversa.

Molti di noi stanno ora facendo procedimenti in session su questo argomento e con coloro che sono interessati a farlo.

Se siete interessati, vi consiglio di utilizzare tutti gli strumenti che avete come auditor o scientologist per fare lo stesso. Non può far male e può salvare alcune vite là fuori. Chissà.

Vi avevo detto che i bravi ragazzi sono tornati!  

L. Ron Hubbard

3 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente