PROCEDIMENTO PER I GIORNI DURI

 Siete Scientologist indipendenti? Pensate con la vostra testa!

sumo

Scientology è una Filosofia Religiosa Applicata,  ce l’hanno detto e ce lo siamo detti chissà quante volte, quasi che fosse un Mantra. Magari oggi non è più così; nelle alienate organizzazioni di DM, prima di avere la “licenza di uccidere”, vale a dire poter praticare, cioè APPLICARE i procedimenti al fine di ottenerne dei benefici, bisogna sottostare alle geniali invenzioni della GAT (età d’oro della tech) che prolunga all’infinito l’ottenimento della “patente” di Auditor.

Ebbene, sappiate che ora possiamo USARE la tecnologia, non c’è bisogno dell’approvazione nè della mamma nè del Big Brother.

Alla faccia di chi ha paura che le persone migliorino!

Leggete e, se volete, applicate gli arguti consigli del nostro Pilot, presi dagli scritti di Ron Hubbard, e, nel caso qualcuno lo avesse fatto, smetterà di considerarvi uno “Smiling Men with Bad Reputations”!

************ O ************

Stavo passando un paio di giornate molto brutte, ero molto carico riguardo ad alcune cose (vi risparmio cosa) e provando a fare alcuni procedimenti ordinari nell’area di difficoltà non riuscivo a far breccia.

E naturalmente, borbottavo qualcosa senza pensare alla cosa ovvia.

La cosa ovvia era che stavo utilizzando un procedimento su di un Problema del Tempo Presente che era diventato una grossa massa fissa.

Quindi, brillantemente, inventai un problema di grandezza paragonabile. Mi immaginai perso nel bosco, al buio, al freddo e solo, senza cibo ne bussola, e fu come accendere la luce. La carica sull’altra area (che non aveva nulla a che fare con questa) semplicemente sparì.

Veramente straordinario. Nulla che avrei previsto in modo logico. Semplicemente il procedimento funzionò, bang, su un solo comando.

Nonostante tutta la mia esperienza con il processing, ancora mi sorprendo quando succede qualcosa di questo tipo. E tendo a dimenticare che può succedere perché sono più incline a cercare  di scoprire qualcosa di nuovo piuttosto che contare sull’effetto key out. Ma, se c’è troppa carica che scalcia su qualcosa, probabilmente non si è capaci di vedere il basic o di risolvere l’intera cosa perché la carica continua a deragliare i vostri processi di pensiero.

Quindi, per prima cosa cercate l’effetto key out, e poi, se ve la sentite, tornateci sopra e scavate per il basic dell’area. Ma il key out è il primo, perché poi potrete scavare agevolmente.

Ci sono molti procedimenti affidabili, che sono dei cavalli da lavoro molto validi per questo genere di cose.

Per un Problema del Tempo Presente, il miglior trucco per il key out da usare in Solo è proprio Problemi di Grandezza Paragonabile. E funziona anche avendo zero abilità a confrontare o scoprire il problema in cui siete bloccati.

Non è di certo il modo migliore per imparare a sistemare le cose affinchè quel problema non si ripresenti più domani, ma è il modo più veloce per togliere tutta la carica dal piatto.

Potrete sempre in seguito adottare i procedimenti sui problemi per sminuzzare la cosa per far sì che non si ripresenti.

Per le proteste, il migliore e più veloce è il procedimento protesta/ammirazione (alternativamente protestate e ammirate la cosa che state protestando).

Ancora, funzionerà anche senza confronto o conoscenza e funzionerà bene, anche alla faccia di grande carica. Per i Devo Avere, fare il Mock Up di un modo per cui sprecare è buono. Ce ne sono molti. Quale funzioni meglio potrebbe variare da persona a persona. Annotate quale funziona bene per voi e tenetelo a portata di mano.

Auguri,

The Pilot

9 commenti

Archiviato in Casa Minelli, DATI STABILI, LRH, Scientology indipendente

9 risposte a “PROCEDIMENTO PER I GIORNI DURI

  1. Tiziano Marzotto

    Una domanda mi sorge spontanea, ma questo Pilot, quando parla di questi aspetti tecnici e procedimenti, perchè non cita i relativi riferimenti di LRH ?

    • Li cita, ma questo era semplicemente un commento in risposta a chi faceva domande sul forum, che abbiamo tradotto per vostra conoscenza. Se ti interessa sapere da dove proviene ecco. P.A.B. No. 126
      PROFESSIONAL AUDITOR’S BULLETIN 15 December 1957 PROBLEMS: HANDLING AND RUNNING

  2. E’ morto un eroe sconosciuto ai più. Aaron Swartz, racconta in questo video
    come lui e altri hanno fermato il SOPA.
    Per chiarezza; il SOPA era una proposta di legge che, se approvata dal governo americano, avrebbe letteralmente chiuso Internet. Messo sotto al controllo delle grosse lobby e multinazionali. L’inizio della fine della protesta mondiale contro ogni tipo di abuso e forma di controllo. Grazie AAron, se ancora abbiamo libertà di parola in rete lo dobbiamo a te.

  3. Marco

    Ho trovato un commento in rete che annuncia la morte di Pilot…
    Direi una morte molto molto sospetta… o no?
    Può la setta di proprietà della CST arrivare a tanto?

    Ken Ogger era un Auditor di vecchia data, che era poi diventato freezoner e al quale sembra che la Co$ aveva riservato diverse molestie.

    Il 29 maggio 2007 è stato trovato morto nella piscina di casa sua:
    un blocco di cemento era legato ai piedi e un altro filo elettrico legava un
    polso … non è chiaro se anche le mani fossero legate o no.

    Il rapporto del coroner che ha catalogato la morte come suicidio
    http://www.sgmt.at/PILOT/Ogger%20Coroner%20Report.pdf
    http://www.sgmt.at/pilot.htm

    Naturalmente qui nessuno vuole alludere a possibili responsabilità della Cof$ in una morte così orribile, a parte le pressioni psicologiche che potrebbero aver favorito l’improbabile suicidio, se di suicidio si è trattato.

    La notizia mi ha fatto molto dispiacere e ho sentito il dovere di ricordarlo
    perchè dai suoi scritti traspariva una persona molto mite, gentile e
    sensibile (era anche un buon pianista a quanto pare) e le sue parole mi
    furono di notevole aiuto in passato.

    Uno degli interessanti scritti di The Pilot
    http://xenu.com-it.net/txt/riforma.htm

    Giaga

    • Saint Stefano

      In effetti avevo letto della fine della sua vita. Anche il documento del coroner che lo catalogava come suicidio. Nei suoi scritti mi sembra in Super Scio esiste un capitolo intitolato Suicide Implant.
      Ora non ricordo perfettamente poichè letto anni addietro e non nelle parti confidenziali. Non sono sicuramente preparato tecnicamente ad alti livelli ma dai dati fondamenteli che ho circa il key-in: possibilmente evito.
      Mi ricordo comunque che provai un certo disagio leggendo la notizia. Ken Ogger viveva in una bella casa e sembrava presumibilmente che ogni aspetto della sua vita fosse a posto. La sensazione anche di disorentamento che provai fu comunque legato al suo livello di case: OT7. Non mi sembrava possibile ed accettabile un gesto del genere. Per ciò che concerne la mia formazione in merito, avrebbe tranquillamente potuto abbandonare il corpo. Sereno e consapevole per un nuovo inizio. A quei tempi non c’erano dati disponibili circa la realtà degli scientologist indipendenti in rete in Italiano. La maggior parte degli articoli tradotti li trovavi su Allarme Scientology, anzi direi la totalità. (Qui mi riferisco all’anno 2001). Sempre nel sito era ed è possibile leggere le storie di pre-OT che a me risultavano sconosciute fino alla fine degli anni ’90. Insomma fu per me prendere atto che non si trattava di rose e fiori…anzi…è un cammino spirituale che in realtà non ha fine nell’attestazione di un livello…
      …tornando a The Pilot;..
      Per quanto riguarda i procedimenti si, sono interessanti. Insomma non sono stati scritti da un profano di Scientology, questo è certo. Non li ho mai provati perciò non posso dire nulla in merito. Sicuramente anche quello descritto in questo post può essere di aiuto, appunto, per i giorni difficili.
      Personalmente, da un mio punto di vista soggettivo e per ciò che mi è dato conoscere, trovo che Self Analisi e Manuale del Preclear contengano sufficienti e brillanti strumenti di auto aiuto. Senza incorrere nel rischio di interiorizzarsi troppo.
      Ad esempio….mmm…avevo qui in giro il vecchio Self Analisi…no niente dovrei andare a cercarlo…qui è un guazzabuglio di libri (ci vorrebbe una bibliotecaria ad aiutarmi a dare una sistemata 🙂 Scherzo né? Senza offesa per nessuno. Fortuna che è un personaggio immaginario)
      Comunque esistono delle liste se ti senti in difficoltà. Credo possano assolvere benissimo il compito di aiutare a ristabilirsi.
      Tra l’altro nei Congressi (credo acquistabili liberamente in qualsiasi libreria) ci sono svariati procedimenti di gruppo tenuti personalmente da LRH. Anche questi possono essere d’aiuto e possono essere percorsi tranquillamente.
      Resto sempre dell’idea che due è meglio. Soprattutto agli inizi. Quando si ha poca dimestichezza con Engram, secondari e lock e non si padroneggiano bene i concetti fondamentali. Anche per evitare di farsi Self Auditing (non troppo impossibile per un Pre Clear). Scrivo sempre dal mio punto di vista, avvisando il lettore che non sono un auditor professionale di Scientology.
      Vorrei dire altresì che, per mia propria esperienza, credo che semplicemente avere al tuo fianco una persona che ti sostenga moralmente e psicologicamente nei giorni difficili sia fondamentale. Se poi è anche un auditor, sa darti assist e sa come tenerti in tempo presente, aumentare il tuo theta disponibile,..sarebbe il massimo. Credo sia fondamentale l’ARC. Il tono, la scala del tono è proporzionale alla ARC. Il resto poi è consequenziale.
      Quello che scrivo è da considerarsi un mio punto di vista personale circa ciò che ho studiato di Scientology. Esprimo solo un parere su ciò che conosco e verificato. ( magari nel mio caso Repetit Juvant dicevano i latini.. 😀 scherzo…torno serio)

      Credo che ognuno debba leggere i testi di Scientology scritti da LRH e farsi un’idea propria.

      E’ evidente ma non esplicito (mancando i riferimenti) che Ken Ogger abbia fatto un percorso di ricerca di questo genere basandosi proprio sui lavori di LRH e cercando di creare una nuova via che è il Self Clearing. Poi sta al lettore scegliere che via percorrere.

  4. Marco

    Un articolo molto interessante di The Pilot.
    A me è piaciuto, e credo sia motivo di discussione…
    Vediamo cosa si commenta al riguardo.

    Che cosa non va nella segretezza
    Come tagliarsi la gola con le proprie mani

    Poiché la Vita è Comprensione, essa si sforza di comprendere … Il segreto è contrario alla Vita, … e un segreto totale equivarrebbe ad una condizione di totale assenza di vita. …

    Coloro che ricercavano la verità , perciò, si sono spesso addentrati nei labirinti della menzogna, i segreti, e sono diventati essi stessi incomprensibili …

    Questa è la tomba in cui scendono molti filosofi.
    – Diabetica 55!, capitolo quarto, “Accento sull’abilità

    Credo che la segretezza sia un errore, e credo stia distruggendo Scientology. Credo sia il più forte tra i fattori che stanno allontanando la materia dai suoi scopi originali e la stanno rendendo un inganno fanatico.

    Ma è precisamente questo punto della riforma che lo scientologist corporativo faticherà a mandare giù… sono stati talmente martellati di false informazioni sui pericoli dei materiali dei livelli superiori, che ne sono terrorizzati.

    Quindi lasciate che salga in cattedra e cerchi di svegliare un po’ di gente.

    Se inculcate a una persona il terrore dell’acqua, non potrete mai insegnarle a nuotare.
    Immaginate che non le sia nemmeno permesso guardare l’acqua.
    Esistono piscine nascoste, tenute sotto chiave e tutto ciò di cui ha notizia sono dicerie terrificanti su come si possa annegare e morire alla sola vista di una piscina, non parliamo poi di possederne una.

    Ora, dopo aver pagato una fortuna, l’istruttore apre la porta e getta in acqua la persona, che non avrà nemmeno il permesso di vedere qualcun altro nuotare (non può ascoltare i racconti di altri studenti che fanno il livello, le loro difficoltà e i loro successi).

    Avete mai visto una persona che cerca di insegnare a nuotare a un bambino terrorizzato?
    Le reazioni negative sono naturali, se tenete tutto così segreto e convincete la gente che questa roba è pericolosa.

    Abbiamo un sacco di dati avanzati disponibili negli anni ’50, non contrassegnati come confidenziali.
    Un sacco di roba sulle vite precedenti, sugli implants, entità, GPM.
    La cog dei clear era conoscenza comune.

    Anche il procedimento di Potere N. 5 è su un nastro di livello inferiore, sia “the Bad Auditor” che “Mechanics of Suppression” SHSBC-122 e 123, rinumerati come 126 e 127, non ricordo bene (entrambi parlano di not-isness e una volta erano sui fogli di verifica del vecchio livello 2).
    Un nastro che comprende i dati di R6, chiamato “Study and End Words” è stato parte del vecchio student hat.

    Dopo aver studiato quella roba non c’erano né turbamenti né malattie.

    Ogni tanto qualcuno si ammalava se qualcun altro cercava di spingergli pezzi di tech giù per la gola, ma questo succede anche con il tipo di tecnologia del grado 2 (overts/withholds) e del grado 4 (facsimili di servizio).

    È per questo che esistono regole per gli studenti e i PC per impedire di ficcare tech fuori gradiente nelle gole altrui.
    È giusto.

    Ma è l’unica cosa che serve.

    Non c’è bisogno di seppellire tutto sotto una nube di segretezza.

    La protezione della mente è massima quando si leggono e conoscono le cose con gradiente e tranquillità.

    È quanto meno inconcepibile l’idea di potersi ammalare ascoltando la verità.
    Se così fosse, sarebbe l’esatto contrario di quanto affermano gli assiomi di Scientology.

    Naturalmente si può restare emotivamente turbati dall’apprendere verità tristi o inquietanti, ma quella è una cosa completamente diversa.
    E in questi casi sappiamo come sollevare il tono emotivo, perciò non dobbiamo temerli.

    A proposito del peso di mantenere le cose confidenziali, guardate ciò che sta accadendo in Internet.
    Gli scientologisti comuni/corporativi non possono discutere o difendersi perché non possono parlare dei materiali confidenziali e invece i critici della tech continuano a parlare dei livelli “terrorizzando” gli scientologisti.

    Il mantenere la segretezza (confidenzialità) ha messo gli scientologisti in una posizione insostenibile nei confronti delle pesanti critiche, devono combattere senza mai poter menzionare i livelli/la tech per cui stanno combattendo.

    Gli scientologisti con i TRs vengono addestrati a stare di fronte praticamente a tutto, ma non possono stare di fronte e maneggiare una manciata di denigratori che tranquillamente parlano dei livelli confidenziali.

    Gli scientologisti convenzionali, che pretendono di vincere con linee di comunicazione libere e aperte, si trovano invece ad essere i più grossi soppressori della libera comunicazione che Internet abbia mai visto.

    OMISSIS

    Lasciate che inviti tutti gli scientologisti liberi che stanno leggendo questo scritto a mettersi seduti e rileggersi Dianetics 55!.

    E poi li invito a fare un demo in plastilina di ciò che succede ai gruppi che si specializzano nella segretezza e inibiscono la comunicazione, con speciale attenzione a ciò che il gruppo potrebbe fare a se stesso.

    La segretezza non è servita a nessun scopo utile, salvo incollare la gente al mistero: e quello è un overt.

    The Pilot

  5. Silver

    Non lo leggo nemmeno (lo faccio dopo).
    Non leggo nemmeno i commenti.
    Voto 7+ sulla fiducia.
    W the pilot e tutto quel che ha fatto e come lo ha fatto.
    Applauso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...